Rivista di Destination Management e Marketing Guida al SEO Il turismo nel 2010 PILLOLE FOCUS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.fourtourism.it Rivista di Destination Management e Marketing Guida al SEO Il turismo nel 2010 PILLOLE FOCUS"

Transcript

1 Rivista di Destination Management e Marketing n.1 / marzo 2010 comunicazione e-marketing destination promocommercializzazione prodotto strategia promozione formazione management DESTINATION MANAGEMENT Il Turismo liquido DESTINATION MARKETING La pubblicità non funziona più FOCUS Il turismo nel 2010 PILLOLE Guida al SEO

2 Editoriale Destinations & Tourism vuole essere uno spazio di riflessione aperto e plurale, uno strumento per accrescere la conoscenza sul mondo del turismo, per approfondire i temi legati al destination management e marketing, per analizzare le necessità delle aziende e dei professionisti, per conoscere la realtà del mercato turistico nazionale ed internazionale. Destinations & Tourism nasce dalla volontà e dalla passione di un gruppo di professionisti, aperti all innovazione e curiosi di capire e comprendere i nuovi trend della domanda in diversi ambiti, come le nuove tecnologie, la promocommercializzazione, il marketing turistico e la gestione delle destinazioni turistiche. Una vetrina aperta sul mondo del turismo che intende raccogliere informazioni e metterle a disposizione di chi, come noi, crede che la conoscenza e il confronto siano la chiave per raggiungere risultati concreti e duraturi. Il turismo è senza dubbio un settore molto complesso che vive delle risorse e delle attrattive del territorio, ma è anche un potente motore per lo sviluppo economico del Paese e della società. Negli ultimi anni, il turismo è cambiato profondamente, trasformandosi: concetti come competitività ed attrattività sono diventati basilari per assicurare lo sviluppo turistico delle destinazioni così come la sostenibilità, la responsabilità e l efficienza. Parlare di turismo, al singolare, oggi non ha più molto senso: bisogna pensare e parlare al plurale, di turismi, di prodotti turistici e di prodotti-destinazioni. La costruzione dell offerta deve avere un chiaro approccio al mercato e, al tempo stesso, deve essere formulata nel rispetto del territorio, requisiti fondamentali oggi per garantire il domani. Siamo convinti che sia necessario guardarsi intorno con curiosità, con un approccio critico e non autoreferenziale:l innovazione è la chiave di lettura ed è ciò di cui il turismo italiano ha bisogno. Comprendere, interrogarsi e riflettere sono le parole d ordine per chi ama questo mestiere e questo settore: lavorare con impegno e passione per partecipare in prima persona alla creazione di un nuovo modo di fare turismo e per garantire insieme la crescita dell Italia turistica. Buona lettura! Four Tourism Sommario Four Tourism Srl Via Passalacqua Torino Destination Management/ Il Turismo liquido Destination Marketing/ La pubblicità non funziona più Focus/ Il turismo nel 2010 Analisi/ Il turismo omossessuale Pillole/ Guida al SEO Intervista/ Intervista con... p.3 p.5 p.7 p.8 p.10 p.11 2

3 Destination Management Il turismo liquido di Josep Ejarque Dal turismo solido e di massa al turismo delle nicchie, fatto di reti e di persone. ImageShack Per lungo tempo il turismo è stato concepito per la massa. Questa concezione ha dominato la scena: il prodotto finale era standard, pensato per un gruppo, per la massa appunto. I bisogni e le domande delle singole persone non erano prese in considerazione nel processo di costruzione del prodotto. Il turismo era incentrato esclusivamente sull offerta. E proprio da questa filosofia nasce il concetto del pacchetto turistico, ossia la costruzione di un offerta in grado di soddisfare il maggior numero di persone possibili. Il mercato vuole fare vacanza e logicamente acquista quello che trova. Questo stato di cose si è tradotto nella creazione di un mercato solido, costoso, poco flessibile, lento nelle trasformazioni, fondato sui concetti statistici di media e di moda, intesi come comportamenti comuni a tutti, invariati nel tempo e condivisi frequentemente da un elevato numero di persone. In questo contesto dominato esclusivamente dall offerta, però, inizia a farsi strada e ad imporsi una nuova domanda: entrano in gioco i segmenti e si inizia a parlare di turismi, al plurale. Non ci troviamo più davanti ad un mercato di turismo, di cercare informazioni per scegliere ed acquistare. Ci troviamo davanti a un cliente che è cambiato profondamente, più consapevole del potere che detiene: è lui che decide e sa benissimo cosa vuole comprare e non si accontenta più di un unico prodotto standardizzato ma vuole prodotti su misura. Si fa largo, quindi, una nuova visione: dietro la media ci sono le persone e il cliente non è più il gruppo ma l individuo con un proprio profilo specifico. Inizia una prima e lenta trasformazione: il prodotto viene orientato sul turista, inteso come persona, ma viene ancora confezionato utilizzando tecniche e modelli legati al turismo di massa, risultando di fatto standardizzato. Si creano diversi segmenti, la famiglia, il business, il lusso anche se ancora ancorati ad una concezione standard. Ancora oggi, questa è una delle grandi difficoltà del mercato e del settore turistico: ragionare seguendo vecchi concetti e stereotipi, quando il cliente invece è già oltre. Ed ecco che il turismo diventa liquido, ossia formato da tante micro-nicchie che si uniscono in gruppi, in piattaforme e si creano un esperienza su misura. La nuova domanda, fatta di persone, infatti, non si ferma e va ancora più avanti: è attiva, partecipa, creando, condividendo e rimescolando il prodotto. Il mercato fa fatica ad accettare questa trasformazione: il cliente non è più un passivo consumatore ma interviene e influisce nel processo di creazione del prodotto. Si inizia a parlare di prosumer. In questo momento, il mercato risulta muoversi su due velocità differenti: da una parte, il settore che rimane fermo con un offerta lineare e, dall altra, il cliente che accelera e si spinge oltre creandosi direttamente, in prima persona, un prodotto su misura, adeguato alle sue esigenze. L offerta cerca di adeguarsi, inizia a creare e codificare singoli prodotti che, grazie alla combinazione da parte del turista, fanno sì che si abbia un prodotto adeguato alla domanda. 3

4 Nel settore, si inizia finalmente a parlare di turismo di nicchia, senza capire che ormai questo modello, la domanda lo ha già superato un altra volta. Il turismo della Lunga Coda (The Long Tail) ci insegna che il mercato oggi è costituito da nicchie, formate non da qualche decina di appassionati ma da decine di migliaia di turisti, che insieme rappresentano la maggior parte del mercato. Come già accaduto precedentemente, mentre il settore turistico inizia ad adeguarsi al turismo di nicchia e a rispondere a questa domanda, il mercato è gia un altra volta oltre. La trasformazione, infatti, continua: gli utenti con bisogni simili si riuniscono in micro-nicchie, formando delle reti e dando vita a community o tribù. Ed ecco che il turismo diventa liquido ossia formato da tante micro-nicchie che si uniscono in gruppi, in piattaforme e si creano un esperienza su misura. Il concetto del turismo liquido nasce da una riflessione del sociologo svizzero Zygmunt Bauman sulle trasformazioni della società odierna (Vita liquida, Laterza, 2006). Nasce così il selfpackaging che si basa sulla personalizzazione del servizio e sull incontro tra domanda e offerta. In questo scenario, per emergere è necessario stimolare le connessioni con le offerta e incentivare le prescrizioni con la domanda. Il turismo liquido è un modo per capire la domanda del cliente. Gli operatori devono adeguarsi a questa trasformazione: partendo da un analisi del contesto devono individuare gli aspetti migliorabili, lavorando sulla fiducia e sulla comunicazione, puntando sul lavoro in team, sull innovazione e sul cambiamento. Dopo un attenta osservazione del mercato, è necessario analizzare la situazione turistica specifica, le minacce ed opportunità, i punti di forza e debolezza. L obiettivo è essere più competitivi e innovativi perseguendo nuovi progetti, cambiando, favorendo l apprendimento e l innovazione, superando le paure per apportare un valore aggiunto al prodotto, un valore che lasci il segno. E fondamentale cambiare e per riuscirci bisogna disapprendere per poi imparare nuovamente. Definire le priorità e non pensare più in termini di organizzazioni ma di persone. Ogni cambiamento comporta rischi, incertezze e costi sia di natura economica sia psicologica. La chiave è trovare un compromesso tra gli operatori del settore per creare una condivisione di obiettivi, di valori e di intenti: condividere la vision per innovare con successo sviluppando sinergie. La chiave è trovare un compromesso tra gli operatori del settore per creare una condivisione di obiettivi, di valori e di intenti: condividere la vision per innovare con successo sviluppando sinergie. 4

5 Destination Marketing La pubblicità non funziona più di Sabrina Pesarini I dati dello studio Four Tourism Oggi, il dibattito tra marketing tradizionale e non convenzionale è molto acceso. Four Tourism ha voluto verificare se davvero la promozione e la pubblicità effettuata dalle destinazioni italiane è realmente efficace. Per questo, sono state realizzate delle interviste su un campione di viaggiatori del Nord-Italia, tra i 20 e i 50 anni, raccogliendo, da novembre a metà febbraio, più di 2000 risposte. In sintesi, sono emersi principalmente 4 aspetti: 1) essere noti e conosciuti non significa attrarre più turisti nella propria destinazione; 2) la pubblicità con un maggior impatto e che si ricorda è quella televisiva con testimonial (Marche e Calabria); 3) la notorietà e la pubblicità non sono fattori in grado di influenzare il processo decisionale dell utente circa la destinazione da scegliere per la vacanza; 4) le informazioni che influiscono sulla scelta finale vengono raccolte su Internet e direttamente da amici. Se ci si attiene ai dati oggettivi emersi, si evidenzia che la notorietà di una destinazione non è legata alla pubblicità effettuata nè risulta essere un fattore determinante nel processo decisionale di acquisto della vacanza. Vi è un evidente rottura del paradigma: mi promuovo >divento noto e visibile >provoco la scelta. Questo legame sequenziale sembra, infatti, non esistere più. Chi fa pubblicità ha ovviamente l obiettivo di aumentare la propria notorietà, con il fine ultimo di trarne dei benefici: nel caso di una destinazione, per esempio, lo scopo sarebbe di attrarre più turisti ed incrementare gli arrivi e le presenze. Purtroppo, da quanto emerso dal sondaggio, questa modalità non funziona più. Il primo dato rivela che la pubblicità non raggiunge l effetto desiderato: infatti, il 33,3%, quindi 1/3 del campione intervistato, non vi presta attenzione (le risposte ricorrenti in merito risultano essere: non faccio caso alla pubblicità, non ricordo, non ne fanno tante, non guardo la pubblicità, non ne ricordo nessuna non scelgo in base alla pubblicità ma per quello che possono fare i miei figli ). Per il resto, risulta che il 14,29% ricorda la pubblicità della Toscana, il 12,7% quella della Campania e l 11,11% della Calabria con lo spot televisivo di Rino Gattuso; seguono il Trentino e le Marche con la pubblicità tv di Dustin Hoffman. Fra le destinazioni più note in Italia, emerge la Toscana (42,86%), seguita dalla Sardegna (17,46%) e dalla Puglia (9,52%). La notorietà però non è un fattore che determina necessariamente la scelta di effettuare una vacanza nella destinazione: solo un 3,17%, infatti, cita la Toscana, nonostante sia la più nota, come prima destinazione per le prossime vacanze estive mentre il 30,16% vi passerebbe un fine settimana. Il 46,03%, invece, passerebbe l estate in Sardegna nonostante il suo indice di notorietà sia nettamente inferiore alla Toscana. Questi dati devono, quindi, sicuramente portare a riflettere sull effettiva efficacia della pubblicità, come strumento di promozione in quanto il ROI sembra essere piuttosto negativo in termini di ritorno di turisti Ultimo dato evidenziato è relativo alla 5

6 modalità attraverso la quale si ricercano informazione nella fase di scelta e acquisto della vacanza: il 42,5% utilizza internet ed il 34,92% si rivolge ad amici. Quindi, Internet + Amici totalizzano ben il 77,78% del campione. I fattori che risultano influenzare la scelta della vacanza e, quindi, della destinazione sono altri e riguardano la sfera personale e gli aspetti intangibili, a parte il prezzo che rimane un elemento distintivo per tutti. Le azioni che hanno l obiettivo di influenzare si rivelano essere totalmente inefficaci. Il campione esprime una scelta di vacanza in base al proprio vissuto, alla propria scala di valori e sceglie una destinazione per l esperienza che potrà vivere. Sembra che ormai non sia più sufficiente neppure captare l attenzione, cosa che comunque risulta essere un impresa tutt altro che facile. Infatti, anche quando vi si riesce, come nel caso delle Marche e della Calabria, non produce necessariamente un risultato: per colpire realmente l utente ci deve essere, infatti, un esperienza prossima al suo vissuto. E non bisogna dimenticare che captare l attenzione non vuol dire fare rumore. Emerge, inoltre, che il turista è scettico, critico, sa riconoscere un messaggio pubblicitario e, anche quando si riesce a catturarne l attenzione, non è detto che si ottengano gli effetti desiderati: il messaggio inviato viene, infatti, prima verificato dal destinatario e se la comunicazione è fine a se stessa viene immediatamente rimossa. Lo scenario sembra quindi proprio cambiato anche se le organizzazioni turistiche tendenzialmente si rifiutano di accettarlo. L area web continua a ricoprire sempre spazi ridotti e spesso separati dal settore marketing. Non esistono dipartimenti di conversazione con il turista nè di narrazione. E in un contesto, come quello attuale, dove l informazione è nano segmentata e in gran parte prodotta direttamente dall utente forse bisognerebbe dotarsi di strategie innovative per agire in nuove direzioni. 6

7 Focus Il turismo nel 2010 L andamento, le tendenze e gli orientamenti dopo un difficile 2009 Thompson e First Choice hanno realizzato un sondaggio in Inghilterra per scoprire come sarà il turismo nel 2010, per capire i trend, gli orientamenti, le abitudini al fine di tracciare un quadro attendile della situazione, a ridosso di un 2009 difficile che ha messo a dura prova l industria del turismo. Nonostante la crisi finanziaria, gli Inglesi stanno già pianificando i viaggi del I dati confermano che le vacanze sono considerate ormai un valore irrinunciabile e un bene necessario ed acquisito, cui non rinunciare neanche in tempi di crisi: piuttosto che tradire le proprie aspettative i viaggiatori riducono i giorni effettivi di vacanza. Infatti, l 80% degli intervistati dichiara di aver già pianificato le vacanze contro una esigua minoranza, solo il 4%, che invece non viaggerà. Confortante è anche il dato relativo alla spesa prevista, che rivela che, nonostante la recessione, alcune persone hanno visto la propria disponibilità mensile crescere: solo l 11% infatti spenderà meno del 2009 contro il 55% che prevede di spendere la stessa cifra e un incoraggiante 24% che addirittura prevede di spendere di più. Un fattore che senz altro è conseguenza della crisi è, invece, l aumentata importanza e ricerca di sicurezza da parte dei consumatori. Il collasso, infatti, di diverse compagnie aeree e tour operator a causa della crisi economica ha portato i viaggiatori ad essere più cauti e attenti. La cifra di coloro che dichiara di pensare all acquisto di un pacchetto che offra assicurazioni extra in caso di fallimento è raddoppiata nel 2010 raggiungendo la soglia del 13,5% rispetto al 6% del Fattore chiave nel processo decisionale e di acquisto di un viaggio, irrinunciabile in tanto in tempi di recessione quanto in periodi economicamente più stabili e sicuri, risulta the value for money ossia il rapporto qualità/prezzo: i turisti sanno quello che vogliono e non sono più disposti ad accontentarsi. I dati confermano che le vacanze sono considerate ormai un valore irrinunciabile e un bene necessario ed acquisito. Circa un terzo degli intervistati dichiara addirittura di sfruttare la recessione per elevare il proprio standard di vacanza, comprando prodotti di categorie superiori, aumentando anche il budget previsto per le vacanze. In questo senso, si può proprio parlare di veri e propri cacciatori di affari: a fronte di un mercato saturo di offerte e promozioni, le aspirazioni dei consumatori crescono in modo direttamente proporzionale al diminuire delle tariffe degli alberghi: il 46% dichiara di utilizzare la recessione a proprio favore per prenotare hotel a 5 stelle invece che a 3 o 4; oppure di approfittarne per spingersi in mete più lontane (più del 23%); oppure il 28% di acquistare le offerte promosse dalle compagnie aeree desiderose di riempire i posti premium, business, vuoti nella stagione delle vacanze. Se da una parte c è la tendenza ad aumentare il budget 7

8 previsto per i viaggi, a ricercare offerte per elevare lo standard abituale di vacanze, dall altra, si attesta anche una forte attenzione al valore intrinseco delle destinazioni e a formule che consentano il controllo delle spese. Un esempio di questo orientamento risulta dal numero di viaggiatori che dichiarano di voler viaggiare fuori dalla zona dell Euro, alla ricerca di un cambio più favorevole: se nel 2009 si trattava solo del 16%, nel 2010 invece la percentuale è cresciuta fino al 34%, prediligendo mete come l Egitto o la Turchia. Contrariamente però alla comune percezione viaggiare nella zona dell euro non è più costoso: i tour operator, infatti, hanno stipulato accordi e contratti con le strutture ricettive con 2 anni di anticipo e, quindi, questo significa che i prezzi in realtà sono abbastanza stabili, al riparo dalle fluttuazioni e oscillazioni della moneta. Inoltre, molti si stanno ricredendo: l Europa è meno cara di quello che si pensa e le strutture soddisfano ampiamente le aspettative ed esigenze. Altro dato che conferma la maggior attenzione alla spesa è la caccia della formula allinclusive. Nel 2010, i viaggiatori interessati passano dal 10 al 16%. La crisi finanziaria e la fluttuazione del cambio hanno accelerato questo trend: i consumatori apprezzano nell all-inclusive il vantaggio di sapere già in anticipo a quanto ammonterà la spesa finale, incluso il viaggio, i trasferimenti e i pasti, e la possibilità di pagarla subito, piuttosto che trovarsi al ritorno un massiccio conto sulla carta di credito e il rischio di vedere il volume delle spese crescere a causa dei capricci del mercato e dell instabilità della valuta. Secondo uno studio effettuato da Mintel nell aprile 2009, la formula all-inclusive è cresciuta del 32% negli ultimi 5 anni proprio perché i consumatori identificano in essa la possibilità di risparmio, la convenienza e l offerta congiunta di diverse facilitazioni. Si prevede che nel 2010 la domanda per la formula all-inclusive aumenterà ancora e che anche molti alberghi modificheranno la loro offerta in questa direzione. In conclusione, emerge in modo sempre più evidente una maggiore consapevolezza del turista, che sa cosa vuole, attento al rapporto qualità/prezzo, per il quale le vacanze ormai sono considerate un diritto, una priorità, che neppure la crisi riesce a mettere in discussione. Un dato interessante, a conferma di questo, è che anche in caso di influenze o pericolo di pandemie solo il 16% cambierebbe i propri piani di viaggio. Analisi Il turismo omosessuale Nuovi segmenti di mercato: caratteristiche ed opportunità Gli omosessuali comprendono circa il 6% della popolazione e costituiscono un preciso segmento di mercato che offre significative ed interessanti opportunità per molte aziende del settore turistico. La crescente accettazione dell omosessualità nel mondo, infatti, ha trasformato in qualche modo anche l industria del turismo. E noto che gli omosessuali hanno un reddito medio annuale superiore agli eterosessuali con una maggiore disponibilità di entrate e, quindi, più potere di acquisto e di spesa. In linea di massima, non avendo i vincoli di una famiglia, possono viaggiare tutto l anno, senza la necessità di pianificare con largo anticipo le vacanze. Questo consente loro di ottenere prezzi più economici, aumentando di conseguenza la propensione ad effettuare vacanze e a spendere di più. Rappresentano, quindi, un segmento di mercato significativo sia in termini di volume sia di valore che solo adesso sta iniziando ad essere scoperto e sfruttato. Per gli omosessuali viaggiare è uno stile di vita: significa ricerca di evasione e, allo stesso tempo, di appartenenza, recupero della propria identità, bisogno di ambienti sicuri dove poter essere liberamente se stessi. 8

9 Questa visione influenza ovviamente la scelta delle destinazioni finali: spesso optano per mete capaci di accoglierli, dove possono, per una volta, sentirsi una maggioranza. Spesso viaggiano anche per accrescere il proprio sapere e coltivare i propri interessi, dato l alto livello di formazione generale che caratterizza il segmento. Tendenzialmente hanno gusti più sofisticati e preferiscono vacanze con attività e tour di particolare interesse. Secondo Mintel, in Gran Bretagna, per esempio, il settore omosessuale rappresenta un subsegmento abbastanza importante con 1,25 milioni di viaggi effettuati all estero nel 2006, pari ad un valore di circa 658 milioni di. Mintel, inoltre, ha stimato che tra il 2006 e il 2011 il numero di viaggi crescerà con un tasso medio del 28% fino a raggiungere un totale di 1,6 mln e che nel 2011 il valore del mercato omosessuale sarà approssimativamente di 899 mln. Inoltre, un recente sondaggio sulle abitudini di spesa ha rivelato che i consumatori omosessuali rappresentano, soprattutto per quei settori, come il turismo, particolarmente colpiti dalla crisi economica finanziaria, una risorsa quando il potere di spesa generale diminuisce. Infatti, con un guadagno, nel 2007, di circa 81 bilioni, i 3 mln di omosessuali ne hanno spesi ben 7.1 bilioni per l acquisto di beni online. In questo senso, sul breve periodo, forse si può parlare di una nicchia resistente alla recessione. Le aziende devono cercare nuovi modi per differenziarsi, creando specifici profili sul mercato, per arrivare a colpire il target. Sicuramente, in un industria come quella turistica dove i prodotti ed i servizi sono sempre più simili e intercambiabili, le aziende devono cercare nuovi modi per differenziarsi, creando specifici profili sul mercato, per arrivare a colpire il target. L American Airlines, per esempio, ha riconosciuto per prima l importanza di effettuare mirate azioni di marketing verso il target omosessuale, individuandolo come un fattore strategico di differenziazione. Negli anni 90, la compagnia ha chiaramente anticipato e identificato le esigenze di questo segmento, avviando una significativa campagna promozionale mirata, sponsorizzando un Gay Pride, istituendo un apposito team di vendita, creando anche una specifica newsletter sugli eventi e manifestazioni. Non a caso oggi è la compagnia aerea più popolare tra gli omosessuali. Nel 1998, anche Londra si è mossa in questa direzione: èstata, infatti, la principale città ad attivare una massiccia campagna promozionale internazionale per il mercato omosessuale. Negli ultimi venti anni, il numero di destinazioni per omosessuali è visibilmente aumentato, in parte per un maggior riconoscimento dei diritti umani, in parte per le strategie marketing e in parte per l evoluzione tecnologica. La sessualità è un importante fattore di comportamento: la ricerca di sicurezza e il desiderio di accettazione sono evidenti motivazioni di vacanza legate alla sessualità ed è chiaro che le attività turistiche che riconosceranno e soddisferanno queste domande trarranno benefici da questo mercato di nicchia. Se si vogliono soddisfare i bisogni del mercato, è necessario infatti studiarne e conoscerne i comportamenti, capire le motivazioni intrinseche ed estrinseche, evitando stereotipi, e adattando prodotti e servizi. 9

10 Pillole Guida al SEO Posizionamento naturale o organico nei motori di ricerca I motori di ricerca rappresentano la porta principale di accesso alla rete. Il successo di un sito è in gran parte decretato proprio dal suo posizionamento nei motori di ricerca: non essere visibili in rete significa non essere trovati. Il SEO è un attività strategica che ha l obiettivo di posizionare per determinate parole chiave le pagine, in modo naturale nei primi posti dei motori di ricerca. Il primo passo è lo studio delle keyword, parole chiave: è necessario, infatti, sapere quali sono le parole chiave che i potenziali utenti digiterebbero per trovare le offerte o le informazioni di una destinazione. La domanda da porsi è: per quante parole potrebbe cercarmi il mio potenziale cliente? La risposta è tante, anzi tantissime. Le persone non sono uguali e anche il loro modo di cercare informazioni è diverso. Non tutte le parole hanno lo stesso valore; inoltre, non va mai perso di vista il comportamento dell utente e, soprattutto, se utilizza i motori con una attitudine di Search o di Find. Il SEO comprende diverse fattori, on site e off site, che influiscono sul posizionamento: I principali fattori On-Site Meta Tag: Title. E fondamentale creare titoli unici per ogni pagina e pertinenti. URL delle pagine: devono essere quanto più semanticamente descrittive per facilitare la corretta indicizzazione nei motori. Rendere il sito quanto più accessibile possibile: limitare contenuti in Flash, frames e Javascript. Creare contenuti unici, originali e attrattivi ma che allo stesso tempo contengano parole o frasi che i nostri potenziali clienti potrebbero digitare nei motori. Seguire dove è possibile gli standard W3C - World Wide Web Consortium ( Anzianità del dominio, in caso di rinnovo del proprio sito usare il cod.301 per ricordare ai motori che non siete una azienda nuova ma la stessa di prima e non perdere in questo modo il posizionamento naturale acquisito negli anni. Organizzare la navigazione in modo chiaro e possibilmente piatta. Usare i robot.txt e i no- follow per pagine non pertinenti. Attualizzare frequentemente il sito con nuovi contenuti originali e di qualità. Ottimizzare i link interni per tematizzare le pagine usando adeguati anchor text. Verificare sempre il tempo di download della pagina, pagine lente non piacciono ai motori Non duplicare i contenuti In mercati poco competitivi, questi fattori sono sufficienti per raggiungere ottimi risultati. Ovviamente, più il mercato è concorrenziale, come per esempio per le parole Hotel Roma, Hotel Venezia, più il lavoro del SEO si fa complesso ed entrano in gioco non solo aspetti tecnici ma anche competenze di marketing, dell industria turistica per sfruttare tutta la lunga coda delle possibili ricerche. I principali fattori Off-Site Ottenere Link da portali attinenti al servizio o prodotto che promuoviamo per aumentare un fattore definito come link Popularity. Iscriversi in directory importanti per i motori di ricerca (dmoz.org). Article marketing e PR Digital per ottenere visibilità e link. Partecipazione in Forum. La frequenza di ricerche per un dominio, azienda o marchio. Anzianità dei link esterni di un sito. Tempo di permanenza su un sito dopo una ricerca nei motori Iscrizione a Social Network e vari strumenti web 2.0 Ottimizzazione contenuti (testi, video, foto) per l impatto sui motori di ricerca attraverso strumenti web 2.0 (SMO Social Media Optimization, termine coniato da Rohit Bhargava nel 2006) I motori di ricerca variano continuamente la propria tecnologia e il loro modo di restituire informazioni agli utenti. Posizionare un sito, quindi, è un lavoro sempre più complesso. In ogni caso, è buona norma partire sempre dai fattori base per passare successivamente a tecniche più sofisticate. 10

11 Intervista Intervista con di Sara Peiroleri Bruno Felicetti, Direttore dell Azienda per il Turismo della Val di Fiemme La destinazione La Val di Fiemme è una delle 14 valli del Trentino ed è una destinazione medio piccola. Ha posti letto alberghieri e extralberghieri, di cui in seconde case; come presenze producono poco più del 10%, con un grado di utilizzo leggermente superiore alla media. Facendo una stima degli ultimi 4/5 anni, gli arrivi si attestano intorno ai mentre le presenze sono circa 3 mln, ripartite in modo equilibrato tra le due stagioni. Le presenze annuali sono costituite per l 80% da italiani e per il restante 20% da stranieri. I principali mercati di riferimento sono Germania, Repubblica Ceca e Polonia a pari merito, il Benelux, l Ungheria e il Regno Unito. Qual è la vostra offerta? La destinazione punta sull offerta di una vacanza slow, di relax attivo, a contatto con la natura per il ritrovamento dell equilibrio psicofisico. Gli elementi di forza del territorio sono il contesto naturale, l approccio sostenibile e l autenticità, legata alla storia, cultura e tradizioni. Chi è il vostro cliente? Le azioni dell Azienda si concentrano principalmente su due target di riferimento: la famiglia e gli evergreen, ossia le persone comprese nella fascia dai 40 agli 80. Si organizzano attività sportive in un ottica soft e di benessere, inteso come contatto con la natura e relax. Per le famiglie sono attivi in rete una serie di servizi, per effettuare attività interattive, da svolgere insieme genitori e figli, per divertirsi ed allo stesso tempo apprendere. Un caso è l itinerario interattivo nelle malghe, lungo il quale è possibile svolgere diverse attività, come fare il burro, mungere, con rilascio anche di apposito patentino, o ascoltare le leggende del territorio dalla bocca di accompagnatori del luogo. Quali progetti sono in programma per il futuro? Nel 2013, nella Val di Fiemme si svolgeranno i Campionati Mondiali di Sci Nordico. La comunicazione per quest occasione si concentrerà sul tema della vivibilità e, infatti, lo slogan sarà Val di Fiemme: valle viva. Le azioni sia a livello pubblico sia privato si concentreranno sul tema dell energia pulita, idroelettrica e fotovoltaica, per garantire un aria pura e sana. In particolare, investendo sulla mobilità: saranno potenziati i mezzi di trasporto a basso impatto ambientale o totalmente ecologici, a idrogeno o elettrici. Sempre in quest ottica saranno realizzati dei centri pedonali in ogni paese della valle. Quali sono le azioni principali della destinazione? Core business del management della destinazione è lo sviluppo del prodotto, del sistema offerta e la promocommercializzazione. Su 26 dipendenti 17 lavorano in questo settore per creare offerte e promuoverle sul mercato attraverso specifiche azioni di marketing e su diversi canali, primo fra tutti, il web. La tendenza, infatti, sarà dare sempre più spazio al web marketing e ridurre invece le azioni offline. Tra queste, in primis, le fiere che risultano essere uno strumento ormai obsoleto cui si partecipa più che per l effettivo ritorno per la necessità di presenziare. Se si desidera, infatti, incontrare il cliente finale sicuramente il web è il luogo migliore. Se lo si vuole raggiungere fisicamente è più utile organizzare iniziative mirate nei centri commerciali, negli outlet, dove è anche più facile incontrare una maggior disponibilità da parte dell utente. Inoltre, abbiamo creato delle specie di club di prodotto, ossia diversi gruppi che lavorano con gli operatori del territorio per singoli progetti a tema che coinvolgono non solo le strutture ricettive ma tutti gli attori della filiera, personalizzando i servizi, razionalizzando i costi e coordinando anche politiche di prezzo coerenti con il target di riferimento. C è una forte attenzione all effettiva efficacia e ritorno delle azioni intraprese ma, più che in termini economici, inteso in senso di notorietà, interesse e visibilità, per verificare se gli effetti prodotti dalle azioni e strategie in atto vanno nella direzione attesa. Qual è l approccio vincente, oggi? Ritengo che sia di fondamentale importanza confrontarsi con i competitor e sviluppare sinergie. Spesso, in quest ottica, promuoviamo progetti in collaborazione con altri territori o del Trentino o dell Alto Adige che ovviamente condividono i nostri stessi valori e la nostra vision. Sicuramente è un approccio vincente. Oggi si parla tanto di differenziazione: credo che la modalità per essere distintivo nasca proprio dal confronto con gli altri e attraverso lo sviluppo di sinergie. Un altro elemento in cui credo molto è la condivisione: ogni progetto che realizziamo viene attivato in una logica bottom up ossia le strategie ed azioni operative non vengono prese dall alto ma nascono da una condivisione con tutti gli attori coinvolti nello specifico progetto, in modo da sviluppare un maggior senso di appartenenza e di partecipazione. 11

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita (maggio 2008) Codice Prodotto- OSPS10-R03-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Progetto Gruppo Stat 2014

Progetto Gruppo Stat 2014 Progetto Gruppo Stat 2014 Presenza e immagine sul web Sito del gruppo e mini siti di tutte le realtà Autolinee/GT e Viaggi App - mobile - Social Network Iniziative marketing Preparato per: STAT TURISMO

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda.

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda. [D q Una delle domande più frequenti è: Cosa può fare la mia azienda per generare più richieste, avere più clienti e aumentare le vendite? Quasi tutte le aziende, anche le più piccole, oggi investono in

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web Domini, una guida per capire come avviare un business nel web HostingSolutions.it, ISP attivo da 10 anni nel mondo della registrazione domini, vuole fornire ai propri clienti e non una breve guida che

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 La gestione del portale e la promozione on-line Nicola Grassetto Time2marketing Srl Bibione Online Cos è oggi Bibione.com Operatori presenti 5 Strutture open air

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli