FENOMENI DI CORROSIONE ED OSSIDAZIONE La corrosione è un fenomeno di degrado dei metalli. E un fenomeno termodinamico (chiamato anche

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FENOMENI DI CORROSIONE ED OSSIDAZIONE La corrosione è un fenomeno di degrado dei metalli. E un fenomeno termodinamico (chiamato anche"

Transcript

1 FENOMENI DI CORROSIONE ED OSSIDAZIONE La corrosione è un fenomeno di degrado dei metalli. E un fenomeno termodinamico (chiamato anche antimetallurgia) che si manifesta spontaneamente se: G<0

2 Corrosione ad umido

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13 Cinetica della corrosione

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26 Comportamento attivo-passivo

27

28 Esempi di Corrosione Corrosione uniforme: Ad essere interessata a questo tipo di corrosione è l intera superficie del materiale esposta all ambiente corrosivo, che si corrode uniformemente. A livello microscopico: le reazioni di ossidazione e di riduzione avvengono in modo random sulla superficie del metallo. Si applicano tutte le regole termodinamiche e cinetiche studiate. E la forma più comune di corrosione. Es: Formazione della ruggine su un pezzo di ferro esposto ad atmosfera umida.

29 Corrosione uniforme: Esercitazione di Corrosione Fe Fe e 1 / 2O2 + 2e + H 2O 2OH 2+ Fe + 2OH Fe( OH ) 2 Fe + 1 / 2O 2 + H 2O Fe( OH ) 2 2Fe( OH ) / 2O2 Fe2O3 H 2O + H 2O

30 Corrosione localizzata: Esempi di Corrosione Corrosione galvanica Vaiolatura (pitting) Corrosione interstiziale Corrosione intergranulare Corrosione sotto sforzo Corrosione selettiva

31 Corrosione galvanica: Esempi di Corrosione Dovuta all accoppiamento fra due metalli con potenziali elettrodici diversi. Il metallo con potenziale maggiore si comporta da catodo e risulta protetto dalla corrosione Il metallo con potenziale minore si comporta da anodo e si corrode.

32 Corrosione galvanica: Esempi di Corrosione Serie elettrochimica e serie galvanica

33 Corrosione galvanica: Esempi di Corrosione Accoppiamento Acciaio-Cd Il cadmio ha potenziale elettrodico minore di quello del ferro, la vite d acciaio risulta quindi protetta dalla presenza della rondella cadmiata, che si corrode.

34 Vaiolatura (pitting( pitting): Esempi di Corrosione Si presenta con la formazione di piccoli fori sulla superficie del metallo (pits) delle dimensioni pari a 0,1 2 mm. Metalli: maggiormente esposti quelli che presentano comportamento attivo-passivo (acciai inox, ottoni ). Ambiente: ossidante con presenza di alogenuri (Cl -, F -, Br -, I - ) Perdita di massa totale molto limitata (corrosione molto pericolosa) Possibili siti di innesco di cricche (ad esempio fatica) Meccanismo: zone anodiche dove lo strato protettivo è più debole (bdg, inclusioni, bande di scorrimento, ): diminuzione ossigeno e aumento concentrazione alogenuri diminuzione ph locale

35 Esempi di Corrosione Vaiolatura (pitting( pitting):

36 Esempi di Corrosione Corrosione interstiziale (crevice corrosion): Si ha nel caso in cui l ambiente corrosivo penetri in interstizi (0,025 0,1 mm) delle superfici del metallo (intagli, saldature porose, collegamenti filettati, ) Metallo: leghe passivabili Ambiente: soluzione stagnante: si consuma l ossigeno e si arricchisce di ioni H + e Cl - (particolarmente aggressivi nei confronti dello strato passivato) Meccanismo: il primo passo è la corrosione uniforme fino a consumare l ossigeno, poi il meccanismo segue gli stessi passi del pitting.

37 Esempi di Corrosione Corrosione interstiziale (crevice corrosion):

38 Esempi di Corrosione Corrosione intergranulare: E una tipologia di corrosione che si manifesta esclusivamente in corrispondenza dei bordi di grano. Può portare allo scollamento di un grano rispetto agli altri, e pertanto a fragilità intergranulare del metallo. Metallo: tipica degli acciai inossidabili austenitici trattati termicamente a temperature comprese nell intervallo C. Meccanismo: il Cromo che in percentuali superiori al 12 % rende gli acciai inossidabili, tende a formare carburi (Cr 23 C 6 ). I siti preferenziali per la formazione di tali carburi sono i bordi di grano. Il trattamento termico suddetto ne esalta la precipitazione. Le zone intorno ai bordi di grano si impoveriscono di Cromo e il suo tenore locale può scendere sotto il 12 % e dare origine a zone non più protette.

39 Corrosione intergranulare: Esempi di Corrosione Al (Cu) Inox Inox

40 Esempi di Corrosione Corrosione sotto sforzo (Stress Corrosion Cracking): Presenza contemporanea di un ambiente aggressivo e di un carico di trazione (anche tensioni residue). Ambiente: anche blandamente aggressivo (in assenza di carico non dà problemi) Carico: Processo a tre stadi: innesco: anche molto inferiore al carico di snervamento del metallo (in assenza di ambiente corrosivo non darebbe problemi) in corrispondenza di rotture locali del film passivante Propagazione: l evoluzione è inizialmente simile a quella del pitting, l avanzamento è dovuto all azione sinergica di carico e ambiente. In questa fase l apice della cricca è anodico rispetto al resto. Rottura: K = K Ic Processo notevolmente incentivato dalla presenza dell idrogeno: si trova all apice della cricca e contemporaneamente infragilisce il materiale sottostante per diffusione. Tipo di frattura: intergranulare, transgranulare, a delta di fiume

41 Esempi di Corrosione Corrosione sotto sforzo (Stress Corrosion Cracking): v corr ~ v pass

42 Esempi di Corrosione Corrosione sotto sforzo (Stress Corrosion Cracking):

43 Esempi di Corrosione Corrosione selettiva: Si presenta in leghe particolari (ottoni, bronzi, ghise). Il processo avviene in due passi distinti: La lega va in soluzione nell ambiente corrosivo Il metallo più catodico si rideposita sul substrato Il tutto si traduce con la perdita solo del metallo meno nobile. Il resto rimarrà sotto forma di una spugna porosa.

44 Corrosione selettiva: Esempi di Corrosione Dezincificazione dell ottone (Rame Zinco) Destagnificazione del bronzo (Rame Stagno)

45 Esempi di Corrosione Protezione dalla corrosione: con strati ricoprenti: Vernici Strati metallici con inibitori della corrosione Protezione catodica

46 Zincatura: Esempi di Corrosione prevede la deposizione di uno strato sottile di zinco sulla superficie dell acciaio. Lo zinco è meno nobile del ferro. E sufficiente anche un sottile strato per proteggere il materiale: se il riporto viene scalfito ed il metallo base viene esposto all atmosfera atmosfera l acciaio l risulterà comunque protetto a causa della protezione catodica offerta dallo zinco. La corrosione dello zinco avverrà inoltre a velocità molto limitate a causa del rapporto di aree fra zona catodica ed anodica.

47 Zincatura: Esempi di Corrosione

48 Esempi di Corrosione Ricoprimento con metalli più catodici: Opposta la situazione di altri tipi di riporti superficiali fatti i con metalli più nobili come il rame o anche la cromatura. Il rame è più nobile del ferro, pertanto le scalfitture dello strato superficiale iale risultano particolarmente pericolose. Per quanto riguarda la cromatura, l elevata l durezza dello strato cromato limita parzialmente questo problema.

49 Protezione catodica: Esempi di Corrosione

50 Inibitori di corrosione: Esempi di Corrosione

51 Esempi di Corrosione Ossidazione Corrosione a secco: Ossidazione del metallo ad alta temperatura Come nel caso della corrosione anche l ossidazione si basa su reazioni di tipo elettrochimico: reazioni redox Semireazione riduzione: ½ O 2 + 2e - O 2- Semireazione ossidazione: M M e - Reazione totale: M + ½ O 2 MO La formazione dell ossido può essere influenzata notevolmente dalle caratteristiche dell ossido che si forma: la reazione anodica si svolge solitamente all interfaccia metallo ossido la reazione catodica si svolge invece all interfaccia ossido gas. Le caratteristiche dell ossido influenzano la formazione dell ossido e la sua capacità protettiva.

52 Esempi di Corrosione Ossidazione Uno strato d ossido è tanto più protettivo quanto più è compatto e aderente. Fattori che aumentano il grado di protezione di un ossido: Rapporto di volume fra ossido e metallo ~ 1; Elevata aderenza; Elevato punto di fusione; Simile coefficiente di espansione termica rispetto al metallo; Elevata plasticità alle alte temperature; Bassa conducibilità elettrica, ionica ed all ossigeno. Particolare importanza: Rapporto di Pilling Bedworth (P.B.): Vol. di ossido prodotto / Vol. di metallo consumato Se: P.B.<1 ossido poroso: non offre protezione P.B.>1 sforzi di compressione all interfaccia: l ossido tende a rompersi P.B.~1 l ossido può essere protettivo (condizione necessaria ma NON sufficiente)

53 Esempi di Corrosione Ossidazione Meccanismi di ossidazione: 1. Si formano nuclei di ossido sulla superficie metallica che si estendono lateralmente fino ad occupare tutta la superficie; 2. Per proseguire, gli ioni metallici e gli elettroni che si formano sulla superficie metallica per ossidazione devono diffondere attraverso lo strato d ossido. Gli elettroni permettono la reazione di riduzione dell ossigeno e si forma nuovo ossido. I meccanismi possono essere anche molto più complessi: possibilità di avere più specie concorrenti fra i possibili ossidi (Es: Fe FeO, Fe 2 O 3, Fe 3 O 4 ) La reazione può essere pilotata dalla diffusione dell ossigeno attraverso l ossido.

54 Esempi di Corrosione Ossidazione Cinetica: La velocità di ossidazione è un parametro estremamente importante perché dà informazioni sulla vita utile di un materiale che deve lavorare in atmosfere ossidanti. Si misura in aumento di peso per unità di superficie (w). Sono possibili vari casi: 1. Relazione lineare: w = k L t tipico di ossidi porosi o criccati (P.B.><1). Pilota la reazione sulla diffusione Es: K (P.B.=0,45), Ta (P.B.=2.5) 2. Relazione parabolica: w 2 = k p t + c in questo caso è la diffusione ionica che pilota il processo (ossidi spessi: Fe, Cu, Co) 3. Relazione logaritmica: w = k L log(ct +A) Tipico di alcuni metalli vicini a temperatura ambiente (ossidi compatti: Al, Fe, Cu)

55 Esempi di Corrosione Ossidazione Acciaio inox 800 C per 16 h)

DANNEGGIAMENTI IN ESERCIZIO FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI

DANNEGGIAMENTI IN ESERCIZIO FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI 1 LA CORROSIONE Fenomeno elettrochimico che si può manifestare quando un metallo o una lega metallica

Dettagli

Diapositiva 1. M1 Mary; 14/03/2007

Diapositiva 1. M1 Mary; 14/03/2007 LA CORROSIONE M1 1 Diapositiva 1 M1 Mary; 14/03/2007 Cos'è la corrosione? E' un fenomeno elettrochimico spontaneo ed irreversibile che comporta il graduale decadimento tecnologico del materiale metallico

Dettagli

Corrosione e protezione in acqua di mare

Corrosione e protezione in acqua di mare Corrosione e protezione in acqua di mare Luciano Lazzari Laboratorio di Corrosione dei Materiali P. Pedeferri Dip. Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica G. Natta Politecnico di Milano Le strutture Le

Dettagli

CORROSIONE INTERSTIZIALE

CORROSIONE INTERSTIZIALE CORROSIONE INTERSTIZIALE La corrosione interstiziale presenta alcuni aspetti in comune con la pitting corrosion. Si tratta di corrosione localizzata e si manifesta con la formazione di caverne in corrispondenza

Dettagli

CAPITOLO 14 Corrosione e protezione dei materiali ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione

CAPITOLO 14 Corrosione e protezione dei materiali ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione CAPITOLO 14 Corrosione e protezione dei materiali ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA Problemi di conoscenza e comprensione 14.1 Un potenziale standard di ossidoriduzione è il potenziale elettrico (tensione)

Dettagli

Serie elettrochimica I

Serie elettrochimica I Serie elettrochimica I Li/Li+ -3,045 Al/Al3+ -1,66 Co/Co2+ -0,30 K/K+ -2,925 Ti/Ti2+ -1,63 Ni/Ni2+ -0,25 Sr/Sr2+ -2,89 Zr/Zr4+ -1,53 Mo/Mo3+ -0,20 Ca/Ca2+ -2,87 Mn/Mn2+ -1,19 Sn/Sn2+ -0,140 Na/Na+ -2,713

Dettagli

Politecnico di Torino Dipartimento di Meccanica DAI PROVINI AI COMPONENTI

Politecnico di Torino Dipartimento di Meccanica DAI PROVINI AI COMPONENTI DAI PROVINI AI COMPONENTI Vi sono molti fattori che influenzano la resistenza a fatica; fra i fattori che riguardano il componente hanno particolare importanza: le dimensioni (C S ) la presenza di intagli

Dettagli

Prof. M. Maja (Politecnico di Torino) "CORROSIONE E OSSIDAZIONE ANODICA DEL TITANIO"

Prof. M. Maja (Politecnico di Torino) CORROSIONE E OSSIDAZIONE ANODICA DEL TITANIO Prof. M. Maja (Politecnico di Torino) "CORROSIONE E OSSIDAZIONE ANODICA DEL TITANIO" In questi ultimi anni, sono stati fatti molti studi riguardanti la corrosione del titanio, a testimonianza del crescente

Dettagli

IL QUADRO ELETTRICO INOX. in AMBIENTE ALIMENTARE e FARMACEUTICO

IL QUADRO ELETTRICO INOX. in AMBIENTE ALIMENTARE e FARMACEUTICO IL QUADRO ELETTRICO INOX in AMBIENTE ALIMENTARE e FARMACEUTICO Direttive e norme La direttiva sull igiene dei prodotti alimentari e la HACCP (Hazard-Analysis-Critical-Control-Points) Tra le norme che regolano

Dettagli

corrosione corrosione chimica

corrosione corrosione chimica La corrosione La corrosione è un consumo lento e continuo di un materiale (generalmente metallico) dovuto a fenomeni chimici o, più frequentemente, elettrochimici. La corrosione è dovuta al fatto che tutti

Dettagli

I problemi dell Acciaio Inossidabile LA CORROSIONE

I problemi dell Acciaio Inossidabile LA CORROSIONE I problemi dell Acciaio Inossidabile LA CORROSIONE LA CORROSIONE Una delle caratteristiche peculiari degli acciai inossidabili e una delle ragioni del continuo diffondersi del loro impiego è certamente

Dettagli

MATERIALI. Introduzione

MATERIALI. Introduzione MATERIALI 398 Introduzione Gli acciai sono leghe metalliche costituite da ferro e carbonio, con tenore di carbonio (in massa) non superiore al 2%. Attenzione: la normazione sugli acciai è in fase di armonizzazione

Dettagli

LA CORROSIONE DEI METALLI

LA CORROSIONE DEI METALLI LA CORROSIONE DEI METALLI a) I processi di corrosione sono determinati dall ossidazione dei metalli: Me (s) Me n+ + n e - OSSIDAZIONE = CORROSIONE. I metalli si corrodono perchè si ossidano facilmente

Dettagli

INDICE. Premessa, XII

INDICE. Premessa, XII INDICE Premessa, XII 1. Prestazioni dei materiali e progetto, 3 1.1 Comportamento meccanico, 6 1.2 Azione dell ambiente, 6 1.3 Vita di servizio e durabilità, 11 1.4 Prevenzione del degrado, 16 1.5 Restauro,

Dettagli

CAPITOLO 18 18 FENOMENI DI CORROSIONE. Sinossi. 18.1 L attacco chimico

CAPITOLO 18 18 FENOMENI DI CORROSIONE. Sinossi. 18.1 L attacco chimico CAPITOLO 18 18 FENOMENI DI CORROSIONE Sinossi a durabilità e l affidabilità nel tempo delle L strutture dipendono, oltre che dalle proprietà intrinseche dei materiali di cui sono costituite, anche da molti

Dettagli

Come proteggere il dispersore dalla corrosione

Come proteggere il dispersore dalla corrosione Come proteggere il dispersore dalla corrosione Pubblicato il: 15/12/2003 Aggiornato al: 15/12/2003 di Gianluigi Saveri Dal punto di vista chimico fisico i metalli e le leghe, nelle normali condizioni ambientali,

Dettagli

La corrosione. Carmelo De Maria carmelo.demaria@centropiaggio.unipi.it carmelo.demaria@for.unipi.it

La corrosione. Carmelo De Maria carmelo.demaria@centropiaggio.unipi.it carmelo.demaria@for.unipi.it La corrosione Carmelo De Maria carmelo.demaria@centropiaggio.unipi.it carmelo.demaria@for.unipi.it 17 dicembre 2012 Corrosione elettrochimica dei metalli Processo di degradazione in cui un metallo viene

Dettagli

PROBLEMI DI CORROSIONE NELLE RETI DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA

PROBLEMI DI CORROSIONE NELLE RETI DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA PROBLEMI DI CORROSIONE NELLE RETI DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA Tommaso Pastore Dipartimento di Progettazione e Tecnologie Università di Bergamo Riassunto L articolo descrive le principali forme di corrosione

Dettagli

Gli acciai inossidabili

Gli acciai inossidabili Gli acciai inossidabili Gli acciai inossidabili sono delle leghe a base di ferro, di cromo e di carbonio ed anche di altri elementi quali il nichel, il molibdeno, il silicio, il titanio, che li rendono

Dettagli

G. M. La Vecchia Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università di Brescia

G. M. La Vecchia Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università di Brescia G. M. La Vecchia Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università di Brescia Solubilizzazione Cementazione Nitrurazione Tempra di soluzione ed invecchiamento Coltre bianca cementato Nitrurazione 550 C x

Dettagli

Aspetti generali della corrosione

Aspetti generali della corrosione Aspetti generali della corrosione Definizione di corrosione Si definisce Corrosione l interazione chimica (molto spesso elettrochimica) tra un materiale ( di norma metalli) e l ambiente circostante che

Dettagli

2 PRINCIPALI FORME DI CORROSIONE

2 PRINCIPALI FORME DI CORROSIONE 2 PRINCIPALI FORME DI CORROSIONE In molti sistemi di corrosione ha luogo la separazione geometrica tra aree anodiche e aree catodiche: questa auto-organizzazione del sistema, che massimizza la velocità

Dettagli

SVILUPPI DEI TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DI DIFFUSIONE DA FASE GAS MEDIANTE CARATTERIZZAZIONE SUPERFICIALE GDOES

SVILUPPI DEI TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DI DIFFUSIONE DA FASE GAS MEDIANTE CARATTERIZZAZIONE SUPERFICIALE GDOES SVILUPPI DEI TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DI DIFFUSIONE DA FASE GAS MEDIANTE CARATTERIZZAZIONE SUPERFICIALE GDOES Salsomaggiore Terme 6 Maggio 2009 20 Convegno Nazionale dei Trattamenti Termici Gianluca Mancuso

Dettagli

GALVANICA CEDRATESE trattamenti superficiali dei metalli

GALVANICA CEDRATESE trattamenti superficiali dei metalli GALVANICA CEDRATESE Fondata nel 1952 con un organizzazione a carattere artigianale, la Galvanica Cedratese opera nel settore meccanico dei trattamenti superficiali dei metalli da oltre 60 anni. Oggi un

Dettagli

La corrosione 2 3 4 5 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Reazione anodica e catodica 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 La passivazione 34 35 36 37 38 39 40 41 Pitting Corrosione interstiziale Corrosione

Dettagli

Classe 5^ - Tecnologie mecc. di proc e prod. - UdA n 1 - La corrosione LA CORROSIONE

Classe 5^ - Tecnologie mecc. di proc e prod. - UdA n 1 - La corrosione LA CORROSIONE LA CORROSIONE Col termine CORROSIONE si indicano i fenomeni chimici ed elettrochimici indesiderati, che causano, col passare del tempo, la degradazione o addirittura la distruzione di un materiale metallico

Dettagli

Gli acciai inox e la resistenza alla corrosione

Gli acciai inox e la resistenza alla corrosione materiali Gli inossidabili sono leghe ferrose che riescono a unire le proprietà meccaniche, tipiche degli acciai, alle caratteristiche intrinseche dei materiali nobili quali, tipicamente, le notevoli doti

Dettagli

Corrosione. Quando si progetta un manufatto bisogna porsi il problema di dove questo sia messo in opera

Corrosione. Quando si progetta un manufatto bisogna porsi il problema di dove questo sia messo in opera Corrosione Quando si progetta un manufatto bisogna porsi il problema di dove questo sia messo in opera Generalità: Possiamo classificare la corrosione come l anti-metallurgia, ossia,al contrario dell ultima

Dettagli

METALLI FERROSI GHISA ACCIAIO

METALLI FERROSI GHISA ACCIAIO METALLI FERROSI I metalli ferrosi sono i metalli e le leghe metalliche che contengono ferro. Le leghe ferrose più importanti sono l acciaio e la ghisa. ACCIAIO: lega metallica costituita da ferro e carbonio,

Dettagli

FORME DI CORROSIONE. Carlo Santulli Università di Roma-La Sapienza

FORME DI CORROSIONE. Carlo Santulli Università di Roma-La Sapienza FORME DI CORROSIONE Carlo Santulli Università di Roma-La Sapienza SOMMARIO Definizione e misurazione Tipi di corrosione nei metalli Degradazione in altri materiali: polimeri, ceramici (p.es. calcestruzzi)

Dettagli

L Acciaio Inossidabile e la Corrosione

L Acciaio Inossidabile e la Corrosione L Acciaio Inossidabile e la Corrosione Che cos è la corrosione? Tutti i metalli, fatta eccezione per i metalli nobili come oro e platino che si trovano in natura al loro stato naturale, vengono estratti

Dettagli

tecnologia PROPRIETÀ DEI METALLI Scuola secondaria primo grado. classi prime Autore: Giuseppe FRANZÈ

tecnologia PROPRIETÀ DEI METALLI Scuola secondaria primo grado. classi prime Autore: Giuseppe FRANZÈ tecnologia PROPRIETÀ DEI METALLI Scuola secondaria primo grado. classi prime Autore: Giuseppe FRANZÈ LE PROPRIETÀ DEI MATERIALI DA COSTRUZIONE Si possono considerare come l'insieme delle caratteristiche

Dettagli

Acciai inossidabili. Trattamenti termici:

Acciai inossidabili. Trattamenti termici: Acciai inossidabili L aggiunta di Cromo in percentuale superiore all 11% rende l acciaio non più ossidabile. Praticamente non si scende al di sotto del 12-13% per gli acciai di corrente impiego. L inossidabilità

Dettagli

Materiali per alte temperature

Materiali per alte temperature Materiali per alte temperature Prof. Barbara Rivolta Dipartimento di Meccanica Politecnico di Milano 14 Novembre 2013, Lecco Fenomeni metallurgici ad alta temperatura 2 Fenomeni meccanici: sovrasollecitazioni

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata SALDATURA

Università di Roma Tor Vergata SALDATURA SALDATURA La saldatura è un tipo di giunzione che consente di unire permanentemente parti solide, realizzando la continuità del materiale. Materiale d apporto Materiale base Materiale base = Materiale

Dettagli

CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione

CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA Problemi di conoscenza e comprensione 11.10 (a) Le strutture a isola dei silicati si formano quando ioni positivi, come Mg 2+ e Fe 2+, si legano

Dettagli

CORROSIONE DEI MATERIALI METALLICI

CORROSIONE DEI MATERIALI METALLICI CORROSIONE DEI MATERIALI METALLICI 1 Sand Point Magnuson Park, Seattle, ingresso al Bunker http://commons.wikimedia.org/wiki/file: Magnuson_Bunker_Entrance.jpg Corrosione galvanica scaturita dall'accoppiamento

Dettagli

Metodologie metallurgiche e metallografiche

Metodologie metallurgiche e metallografiche Metodologie metallurgiche e metallografiche Prof. Francesco Iacoviello Email: iacoviello@unicas.it Tel: 0776299681 Fax: 0776310812 Studio: 2 piano, Facoltà di Ingegneria 1 Programma Introduzione al corso

Dettagli

Monica Fabrizio CNR IENI, PADOVA

Monica Fabrizio CNR IENI, PADOVA Centro Produttività Veneto Vicenza, 24 luglio 2007 RIVESTIMENTI GALVANICI PROTETTIVI E DECORATIVI SU MANUFATTI ORAFI Monica Fabrizio CNR IENI, PADOVA Gli impianti galvanici sono sequenze di vasche dove

Dettagli

TRATTAMENTI TERMICI IMPORTANZA DI ESEGUIRE IL TRATTAMENTO TERMICO NEL MOMENTO OPPORTUNO DEL PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PEZZO

TRATTAMENTI TERMICI IMPORTANZA DI ESEGUIRE IL TRATTAMENTO TERMICO NEL MOMENTO OPPORTUNO DEL PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PEZZO TRATTAMENTI TERMICI IL TRATTAMENTO TERMICO CONSISTE IN UN CICLO TERMICO CHE SERVE A MODIFICARE LA STRUTTURA DEL MATERIALE PER LA VARIAZIONE DELLE SUE CARATTERISTICHE MECCANICHE: RESISTENZA DEFORMABILITA

Dettagli

Corrosione dei materiali metallici

Corrosione dei materiali metallici Corrosione dei materiali metallici Nel corso del loro impiego, i materiali metallici sono spesso in contatto con un mezzo aggressivo liquido oppure gassoso: la tendenza generale dei sistemi fisici a raggiungere

Dettagli

TECNOLOGIA. Gianfranco Cunsolo Tecnologia meccanica. Dalla protezione dei materiali metallici alla qualità totale

TECNOLOGIA. Gianfranco Cunsolo Tecnologia meccanica. Dalla protezione dei materiali metallici alla qualità totale 1 2 3 Gianfranco Cunsolo Tecnologia meccanica per Meccanica, Meccatronica ed Energia Dalla protezione dei materiali metallici alla qualità totale TECNOLOGIA Gianfranco Cunsolo Tecnologia meccanica per

Dettagli

Blade cooling Gas Turbine. Impianti per l Energia l

Blade cooling Gas Turbine. Impianti per l Energia l Blade cooling Gas Turbine Impianti per l Energia l 2010-2011 2011 Effetto della temperatura massima del ciclo sulle prestazioni dei turbogas Effetto della temperatura massima del ciclo sulle prestazioni

Dettagli

Acque naturali classificazione e parametri di corrosione. M.Cabrini

Acque naturali classificazione e parametri di corrosione. M.Cabrini Acque naturali classificazione e parametri di corrosione M.Cabrini Ciclo dell acqua Classificazione delle acque in funzione della qualità Acque piovane Acque di superficie Acque sotterranee Acque piovane

Dettagli

... corso di chimica elettrochimica 1

... corso di chimica elettrochimica 1 ... corso di chimica elettrochimica 1 CONTENUTI reazioni elettrochimiche pile e celle elettrolitiche potenziale d elettrodo e forza elettromotrice equazione di Nernst elettrolisi leggi di Faraday batterie

Dettagli

I MATERIALI SCELTA DEL MATERIALE SCELTA DEL MATERIALE FUNZIONALITÀ

I MATERIALI SCELTA DEL MATERIALE SCELTA DEL MATERIALE FUNZIONALITÀ SCELTA DEL MATERIALE I MATERIALI LA SCELTA DEL MATERIALE PER LA COSTRUZIONE DI UN PARTICOLARE MECCANICO RICHIEDE: LA CONOSCENZA DELLA FORMA E DELLE DIMEN- SIONI DELL OGGETTO LA CONOSCENZA DEL CICLO DI

Dettagli

MATERIALI SINTERIZZATI

MATERIALI SINTERIZZATI MATERIALI SINTERIZZATI Sono ottenuti con la cosiddetta Metallurgia delle polveri, che consiste nella compattazione e trasformazione di materiali ridotti in polvere in un composto indivisibile. Sono utilizzati

Dettagli

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE CARATTERISTICHE Le lacche Molykote sono dispersioni di sostanze lubrificanti solide, come ad esempio il bisolfuro di molibdeno, e di resine leganti organiche o inorganiche finemente

Dettagli

TECNOLOGIE APPLICATE AL PROCESSO E PRODOTTO PROGRAMMA V ANNO MECCANICA MECCATRONICA ED ENERGIA

TECNOLOGIE APPLICATE AL PROCESSO E PRODOTTO PROGRAMMA V ANNO MECCANICA MECCATRONICA ED ENERGIA TECNOLOGIE APPLICATE AL PROCESSO E PRODOTTO PROGRAMMA V ANNO MECCANICA MECCATRONICA ED ENERGIA - Principali Forme di Corrosione - Sensori e Trasduttori - Sistemi Automatici di Misura - Lavorazioni non

Dettagli

Università degli Studi di Catania Dipartimento di Metodologie Fisiche e Chimiche per l Ingegneria

Università degli Studi di Catania Dipartimento di Metodologie Fisiche e Chimiche per l Ingegneria Università degli Studi di Catania Dipartimento di Metodologie Fisiche e Chimiche per l Ingegneria Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Corso di Tecnologie di Chimica Applicata LA CORROSIONE Nei terreni

Dettagli

Gli Acciai Inossidabili

Gli Acciai Inossidabili Gli Acciai Inossidabili Bibliografia: Metals Handbook, vol. 1, IX ed. Gli acciai inossidabili G. Di Caprio Bib. Tec. Hoepli UNI-Euronorm Inossidabile? La resistenza alla corrosione degli acciai è funzione

Dettagli

L utilizzo dell acciaio inox nelle apparecchiature elettriche antideflagranti

L utilizzo dell acciaio inox nelle apparecchiature elettriche antideflagranti L utilizzo dell acciaio inox nelle apparecchiature elettriche antideflagranti Giugno 2015 Negli impianti industriali come quelli petrolchimici, petroliferi, chimici ed in generale in luoghi con atmosfera

Dettagli

Mtll Metallurgia Acciai e ghise

Mtll Metallurgia Acciai e ghise Acciai e ghise Mtll Metallurgia Acciai e ghise Prof. Studio: piano terra Facoltà di Ingegneria, stanza 25 Orario di ricevimento: i Mercoledì 14.00-16.00 Tel. 07762993681 E-mail: iacoviello@unicas.itit

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica ( ING/IND16) CF 8. Saldature. Sistemi di Produzione/ Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica ( ING/IND16) CF 8. Saldature. Sistemi di Produzione/ Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia ( ING/IND16) CF 8 Saldature Saldatura: Processo di unione permanente di due componenti meccanici. Variabili principali: Lega da saldare Spessore delle parti Posizione di saldatura Produzione

Dettagli

Designazione delle leghe d'alluminio

Designazione delle leghe d'alluminio Designazione Famiglia ed elementi base EN 73-1 EN 73- Ex UNI Nuova UNI EN UNI alfanumerica Commerciale Italia Serie 1000 Al EN AW-100A EN AW-Al 99, 9001/ 73-3 P-Al99. Alluminio 99, EN AW-011 EN AW-Al CuBiPb

Dettagli

ACCIAI. Normative e designazione Caratteristiche chimiche Proprietà meccaniche

ACCIAI. Normative e designazione Caratteristiche chimiche Proprietà meccaniche ACCIAI m4 Normative e designazione Caratteristiche chimiche Proprietà meccaniche CLASSIFICAZIONI LEGHE FERROSE NORMAZIONE SCOPO : STABILIRE LE CONDIZIONI TECNICHE PER LO SCAMBIO DI PRODOTTI E DI SERVIZI

Dettagli

Capacità di assorbire una deformazione plastica senza rompersi: alta=duttile (es. oro) bassa=fragile (es. vetro)

Capacità di assorbire una deformazione plastica senza rompersi: alta=duttile (es. oro) bassa=fragile (es. vetro) Capacità di assorbire una deformazione plastica senza rompersi: alta=duttile (es. oro) bassa=fragile (es. vetro) E dipendente dalla temperatura:capacità di riposizionamento di difetti ed atomi (diffusione

Dettagli

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Manuele Dabalà Dip. Ingegneria Industriale Università di Padova Introduzione Cos è l acciaio? Norma UNI EN 10020/01 Materiale il cui tenore

Dettagli

Effetto dell idrogeno sulle caratteristiche meccaniche di acciai al carbonio e basso legati

Effetto dell idrogeno sulle caratteristiche meccaniche di acciai al carbonio e basso legati Energia e idrogeno Le esperienze e le strategie europee. Il nuovo bando energia del 7PQ. Le iniziative in Italia 12 luglio 2012 acciai al carbonio e basso legati P. Fassina - ENI, Divisione Exploration

Dettagli

DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO

DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO Funzioni PROGETTAZIONE Specifiche Materie prime / Componenti PRODUZIONE Prodotto DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO Progettazione del componente: materiale macro geometria micro geometria

Dettagli

1.3.1 SALDATURA DI ACCIAI LEGATI, ACCIAI DISSIMILI E DI COMPOSIZIONE SCONOSCIUTA

1.3.1 SALDATURA DI ACCIAI LEGATI, ACCIAI DISSIMILI E DI COMPOSIZIONE SCONOSCIUTA 1.3 BACCHETTE CASTOTIG 1.3.1 SALDATURA DI ACCIAI LEGATI, ACCIAI DISSIMILI E DI COMPOSIZIONE SCONOSCIUTA 45507W Ø 1.0-1.2-1.6-2.0 Bacchetta TIG per riparazione e ricarica di acciai, unione di acciai dissimili,

Dettagli

Elettrochimica dei materiali e dei nanosistemi 2013/2014 M. L. Foresti Cap. IV Corrosione: principi e prevenzione COSA E LA CORROSIONE

Elettrochimica dei materiali e dei nanosistemi 2013/2014 M. L. Foresti Cap. IV Corrosione: principi e prevenzione COSA E LA CORROSIONE COSA E LA CORROSIONE La corrosione è un fenomeno chimico fisico che provoca il graduale ed irreversibile deterioramento dei materiali metallici. Questi materiali in seguito a reazioni più o meno complesse

Dettagli

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile)

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) ELETTROCHIMICA Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) Uso di forza elettromotrice (fem) esterna per forzare reazioni chimiche non spontanee (Elettrolisi) Coppia redox: Ossidazione

Dettagli

Lezione 11 Trattamenti termici

Lezione 11 Trattamenti termici Lezione 11 Gerardus Janszen Dipartimento di Tel 02 2399 8366 janszen@aero.polimi.it . IL TRATTAMENTO TERMICO CONSISTE IN UN CICLO TERMICO CHE SERVE A MODIFICARE LA STRUTTURA DEL MATERIALE PER LA VARIAZIONE

Dettagli

3.6 DIAGRAMMI DI TRASFORMAZIONE CON RAFFREDDAMENTO CONTINUO

3.6 DIAGRAMMI DI TRASFORMAZIONE CON RAFFREDDAMENTO CONTINUO 3.6 DIAGRAMMI DI TRASFORMAZIONE CON RAFFREDDAMENTO CONTINUO I trattamenti termici isotermi non sono i più pratici da effettuare, infatti essi prevedono che una lega debba essere raffreddata rapidamente

Dettagli

Elettrochimica. 1. Celle elettrolitiche. 2. Celle galvaniche o pile

Elettrochimica. 1. Celle elettrolitiche. 2. Celle galvaniche o pile Elettrochimica L elettrochimica studia l impiego di energia elettrica per promuovere reazioni non spontanee e l impiego di reazioni spontanee per produrre energia elettrica, entrambi i processi coinvolgono

Dettagli

Essi possono contenere, oltre al cromo (12% 30%) e al nichel (0% 35%), anche altri componenti chimici a seconda delle specifiche esigenze.

Essi possono contenere, oltre al cromo (12% 30%) e al nichel (0% 35%), anche altri componenti chimici a seconda delle specifiche esigenze. Gli acciai inossidabili sono leghe FERRO-CROMO o FERRO-CROMO-NICHEL, di varia composizione, la cui principale caratteristica è la resistenza alla corrosione. Essi possono contenere, oltre al cromo (12%

Dettagli

Influenza dell ossidazione intergranularesul comportamento a fatica di acciai cementati per ingranaggeria al Mn-Cr e Ni-Cr-Mo

Influenza dell ossidazione intergranularesul comportamento a fatica di acciai cementati per ingranaggeria al Mn-Cr e Ni-Cr-Mo AIM - 23 CONVEGNO NAZIONALE TRATTAMENTI TERMICI Verona 19-20-21 Ottobre 2011 Testo della memoria Rif. To N 02 Influenza dell ossidazione intergranularesul comportamento a fatica di acciai cementati per

Dettagli

RISANAMENTO DI COPERTURE CON LAMIERINI PREVERNICIATI VERNEST UN INTERVENTO ECONOMICO E DEFINITIVO

RISANAMENTO DI COPERTURE CON LAMIERINI PREVERNICIATI VERNEST UN INTERVENTO ECONOMICO E DEFINITIVO RISANAMENTO DI COPERTURE CON LAMIERINI PREVERNICIATI VERNEST UN INTERVENTO ECONOMICO E DEFINITIVO La UNIMETAL S.p.A, azienda specializzata nella produzione di coperture metalliche e lattonerie, costantemente

Dettagli

Argomenti trattati. Acciai per uso strutturale:

Argomenti trattati. Acciai per uso strutturale: Argomenti trattati Acciai per uso strutturale: Tipologie di acciai utilizzati in edilizia Processi produttivi Caratterizzazione degli acciai da costruzione Controlli di accettazione in cantiere Tipi di

Dettagli

DEFINIZIONE Leghe ferro-cromo o ferro-cromo-nichel la cui caratteristica principale è la resistenza alla corrosione, dovuta alla proprietà di passivarsi in condizioni ossidanti. 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

Dettagli

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO La fabbricazione degli elementi meccanici seguita dalla loro unione sono i principali compiti dell industria produttiva. Essenzialmente l assemblaggio consiste nel collegare degli

Dettagli

LA NITRURAZIONE. (versione gennaio 2006)

LA NITRURAZIONE. (versione gennaio 2006) LA NITRURAZIONE (versione gennaio 2006) Raccolta di appunti ad esclusivo uso interno ITIS VARESE - specializzazione meccanici. La nitrurazione è un processo che consente la formazione di nitruri durissimi

Dettagli

Gli elementi di transizione

Gli elementi di transizione Gli elementi di transizione A partire dal quarto periodo del Sistema Periodico, nella costruzione della configurazione elettronica degli elementi, dopo il riempimento degli orbitali s del guscio di valenza

Dettagli

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca La ricerca come strumento per lo sviluppo aziendale: sinergia tra università e industria

Dettagli

1 CORROSIONE A UMIDO

1 CORROSIONE A UMIDO 1 CORROSIONE A UMIDO I processi di corrosione dei metalli sono reazioni chimiche e ad essi si applicano tutte le leggi della chimica: le relazioni stechiometriche; le leggi di conservazione della materia

Dettagli

Franco Quaranta. La protezione catodica dello scafo, del propulsore e del timone

Franco Quaranta. La protezione catodica dello scafo, del propulsore e del timone Franco Quaranta La protezione catodica dello scafo, del propulsore e del timone Sommario 1. Introduzione 1.1. il fenomeno della corrosione 1.2. il degrado della carena dovuto ai fenomeni elettrochimici

Dettagli

immunità (reazione di ossidazione impossibile),

immunità (reazione di ossidazione impossibile), I METALLI MICROSTRUTTURA E PROPRIETÀ I metalli costituiscono una vasta classe di elementi chimici caratterizzati da uniformi e peculiari proprietà fisiche, meccaniche, chimiche ed estetiche: elevata conducibilità

Dettagli

APCE PLivorno. PoliLaPP. Protezione catodica ad anodi galvanici. Marco Ormellese

APCE PLivorno. PoliLaPP. Protezione catodica ad anodi galvanici. Marco Ormellese Protezione catodica ad anodi galvanici Marco Ormellese Laboratorio di Corrosione dei Materiali P. Pedeferri Dip. Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica G. Natta Politecnico di Milano Protezione catodica

Dettagli

La resistenza alla corrosione degli acciai duplex

La resistenza alla corrosione degli acciai duplex La resistenza alla corrosione degli acciai duplex Francesco Iacoviello Università di Cassino Di.M.S.A.T. Via G. di Biasio 43, 03043 Cassino (FR) iacoviello@unicas.it Introduzione. Gli acciai inossidabili

Dettagli

Protezione da fulmini ka

Protezione da fulmini ka Cap. 3 Protezione da corrosione galvanica: Isolatori galvanici Tester corrosione Protezione da picchi di tensione: AC Power Defender Aber Marine Protezione da scariche atmosferiche: Parafulmini Protezioni

Dettagli

6 CEMENTO ARMATO ( B O Z Z A )

6 CEMENTO ARMATO ( B O Z Z A ) 6 CEMENTO ARMATO Questo capitolo è ampiamente tratto dal volume di Pietro Pedeferri e Luca Bertolini La durabilità del calcestruzzo armato, Ed. Mc Graw Hill, 2000. ( B O Z Z A ) 6.1 INTRODUZIONE 6.1.1

Dettagli

La corrosione metallica

La corrosione metallica La corrosione metallica La durata di una copertura metallica è condizionata dalla sua capacità di resistere alla corrosione. L'azione delle sostanze chimicamente aggressive presenti nell'atmosfera, specie

Dettagli

RESISTENZA ALLA PROPAGAZIONE DELLA CRICCA DI FATICA IN UN ACCIAIO INOSSIDABILE AUSTENO-FERRITICO 21 Cr 1 Ni

RESISTENZA ALLA PROPAGAZIONE DELLA CRICCA DI FATICA IN UN ACCIAIO INOSSIDABILE AUSTENO-FERRITICO 21 Cr 1 Ni RESISTENZA ALLA PROPAGAZIONE DELLA CRICCA DI FATICA IN UN ACCIAIO INOSSIDABILE AUSTENO-FERRITICO 21 Cr 1 Ni V. Di Cocco 1, E. Franzese 2, F. Iacoviello 1, S. Natali 2 1 Università di Cassino, Di.M.S.A.T.,

Dettagli

Corrosione dei metalli: introduzione

Corrosione dei metalli: introduzione Corrosione dei metalli - introduzione Professore di Scienza dei Materiali Dipartimento di Chimica Inorganica ed Analitica Università degli Studi di Cagliari http://dipcia.unica.it/superf/ Email: belsener@unica.it

Dettagli

La resistenza di un materiale dal comportamento fragile va analizzata attraverso gli strumenti della meccanica della frattura.

La resistenza di un materiale dal comportamento fragile va analizzata attraverso gli strumenti della meccanica della frattura. La resistenza di un materiale dal comportamento fragile va analizzata attraverso gli strumenti della meccanica della frattura. Il sistema di riferimento è quello di un componente soggetto a carichi esterni

Dettagli

PREVENZIONE E PROTEZIONE DALLA CORROSIONE

PREVENZIONE E PROTEZIONE DALLA CORROSIONE PREVENZIONE E PROTEZIONE DALLA CORROSIONE Si può operare in 3 modi: Controllo della aggressività ambientale (temperatura, concentrazione ossigeno ed anioni particolari, ph, moto del fluido, uso di inibitori)

Dettagli

SALDATURA AD ARCO SOMMERSO

SALDATURA AD ARCO SOMMERSO SALDATURA SALDATURA AD ARCO SOMMERSO La saldatura ad arco sommerso (SAW - Submerged Arc Welding nella terminologia AWS) è un saldatura ad arco a filo continuo sotto protezione di scoria. Il fatto che l

Dettagli

UNA SOLUZIONE ECONOMICA E TECNICAMENTE AVANZATA AI PROBLEMI DELLA CROMATURA DURA A SPESSORE

UNA SOLUZIONE ECONOMICA E TECNICAMENTE AVANZATA AI PROBLEMI DELLA CROMATURA DURA A SPESSORE UNA SOLUZIONE ECONOMICA E TECNICAMENTE AVANZATA AI PROBLEMI DELLA CROMATURA DURA A SPESSORE Pagina 1 di 6 I VANTAGGI MIDA CROMARE NELLA PROPRIA OFFICINA RIPORTI ULTRARAPIDI DI ALTA PRECISIONE DI CROMO

Dettagli

Il trattamento termico on line di tubi in acciaio inossidabile austenitico e ferritico

Il trattamento termico on line di tubi in acciaio inossidabile austenitico e ferritico Il trattamento termico on line di tubi in acciaio inossidabile austenitico e ferritico Studio di fattibilità relativo all inserimento di un impianto per ricottura brillante di tubi in acciaio inossidabile

Dettagli

Biosensori Sensori Chimici. nicola.carbonaro@centropiaggio.unipi.it

Biosensori Sensori Chimici. nicola.carbonaro@centropiaggio.unipi.it Biosensori Sensori Chimici nicola.carbonaro@centropiaggio.unipi.it Principali applicazioni dei Sensori chimici Ruolo fondamentale degli ioni nella maggior parte dei processi biologici Sensori elettrochimici

Dettagli

Trattamenti termici dei metalli

Trattamenti termici dei metalli Trattamenti termici dei metalli TRATTAMENTI TERMICI Trasformazioni di fase: termodinamica vs cinetica Trattamenti che portano le leghe verso le condizioni di equilibrio (es: ricottura) Trattamenti che

Dettagli

Capitolo 5 - Acciai inossidabili

Capitolo 5 - Acciai inossidabili Capitolo 5 - Acciai inossidabili 5.1. Generalità sulle composizioni 5.2. Acciai inox austenitici 5.3. Acciai inox ferritici 5.4. Acciai inox duplex 5.5. Acciai inox martensitici 5.6. Acciai inox indurenti

Dettagli

Classificazione degli acciai da lavorare Scelta della punta in funzione del materiale da lavorare Parametri di taglio

Classificazione degli acciai da lavorare Scelta della punta in funzione del materiale da lavorare Parametri di taglio Materiali delle punte elicoidali Processi produttivi delle punte elicoidali Standard normativi Tipologia di affilatura Rivestimenti superficiali degli utensili Durezze Rockwell e Vickers Classificazione

Dettagli

Effetto di elementi alliganti in Fe-C

Effetto di elementi alliganti in Fe-C Effetto di elementi alliganti in Fe-C A: austenitizzanti (gammogeni), Ni, Co, Mn, C, N B: ferritizzanti (alfogeni), Cr, Mo, V, W, Ta, Si, P, La solubilità può essere limitata (B, P, S, Cu, Pb,,..) Effetto

Dettagli

Analisi Chimica. AISI: 302 EN: 1,4310 C max: 0,12 Mn max: 1,50 P max: 0,045 S max: 0,015 Si max: 2 Cr: 16 18 Ni: 6 9 Mo: 0,8 max Altri: N 0,11

Analisi Chimica. AISI: 302 EN: 1,4310 C max: 0,12 Mn max: 1,50 P max: 0,045 S max: 0,015 Si max: 2 Cr: 16 18 Ni: 6 9 Mo: 0,8 max Altri: N 0,11 302 AISI: 302 EN: 1,4310 C max: 0,12 Mn max: 1,50 S max: 0,015 Si max: 2 Cr: 16 18 Ni: 6 9 Mo: 0,8 max Altri: N 0,11 Acciaio al Cr-Ni austenitico non temperabile, resistente alla corrosione, amagnetico

Dettagli

nell edilizia e nell architettura di zone costiere

nell edilizia e nell architettura di zone costiere GLI ACCIAI INOX E LA LORO RESISTENZA ALLA CORROSIONE Prima di tutto è bene ricordare che di acciai inossidabili ne esistono ben più di duecento tipologie, con specifiche caratteristiche sia meccaniche,

Dettagli

Agemont Centro di Innovazione Tecnologica Srl. Trattamenti superficiali per prevenire fenomeni di corrosione in colonne doccia

Agemont Centro di Innovazione Tecnologica Srl. Trattamenti superficiali per prevenire fenomeni di corrosione in colonne doccia Agemont Centro di Innovazione Tecnologica Srl Trattamenti superficiali per prevenire fenomeni di corrosione in colonne doccia Agemont CIT S.r.l. Centro di Innovazione Tecnologica Indice Agemont Centro

Dettagli

Tondino UD/B Basalnet S Grid 25x25 ( 50 x50) Tondino UD/B ad.migliorata

Tondino UD/B Basalnet S Grid 25x25 ( 50 x50) Tondino UD/B ad.migliorata BARRE IN FIBRA DI BASALTO Le barre hanno un ruolo fondamentale e consolidato in edilizia e vengono utilizzate principalmente come rinforzo del cemento, costituendo così il calcestruzzo armato. La quasi

Dettagli