Industry 4.0: Smart Digital Factory, Internet of Things, CPPS, stampa 3D e altre innovazioni già in atto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Industry 4.0: Smart Digital Factory, Internet of Things, CPPS, stampa 3D e altre innovazioni già in atto"

Transcript

1 Logo dx 1

2 Indice Industry 4.0: Smart Digital Factory, Internet of Things, CPPS, stampa 3D e altre innovazioni già in atto p. 3 Finanza per manager non di area Finance: decisioni strategiche e riflessi sul conto economico p. 4 Risk Assessment tra finanza aziendale e gestione del rischio p. 5 Il venditore ultimo artigiano e la sindrome di fine trimestre: come industrializzare le Vendite col Sales Process Engineering p. 6 La negoziazione basata sugli interessi/bisogni reciproci p. 8 Communication Skills: strumenti e tecniche plug and play per strutturare un intervento in pubblico efficace e su misura p. 9 Intelligenza emotiva: concetti e strumenti per ottenere valore dalle relazioni p. 11 Stili di leadership e rapporto con i collaboratori p. 12 Talent Management: competitività e valore aggiunto P. 13 Gestione del cambiamento, fattori di successo e strumenti di supporto: il metodo Change&Coach p. 14 Diagnostica avanzata d impresa p. 15 Nuove tecnologie e Digital Workplace: processi, persone, piattaforme p. 17 Co-creazione di valore: una giornata nella vita del cliente per innovare e aumentare le vendite p. 18 Generare business con il marketing strategico p. 19 Innovazione e internazionalizzazione di una PMI: linee di fondo e casi concreti p. 20 STUDY TOUR New York Study Tour Strategy & Finance for Performance: a Business Game to enter into the Biggest Market of the World p Intensive Itinerary Factory Manager in Japan p. 26 2

3 Mario Gibertoni Presidente Gruppo StudioBase (Milano Brescia Amsterdam) e consulente con relazioni a livello internazionale (fra cui JUSE di Tokyo e University of Wisconsin) Industry 4.0: Smart Digital Factory, Internet of Things, CPPS, stampa 3D e altre innovazioni già in atto Obiettivi Industry 4.0 indica una strategia industriale che promuove lo sviluppo dell informatizzazione spinta delle industrie, in particolare manifatturiere, e che ha come obiettivo la creazione della Smart Factory, efficiente ed ergonomica. Obiettivo della giornata è di introdurre alle principali componenti di questa sorta di quarta rivoluzione industriale che è già in atto, e di acquisire i primi spunti di uno specifico know how che si potrà studiare andando direttamente nei centri di eccellenza che Studio Base ha individuato in India e Israele, con specifici Study Tour programmati per l autunno 2015 e inizio Tutto ciò nell ottica di trasferire quanto appreso alla realtà delle aziende italiane. Contenuti principali - Competitività a breve e nel medio termine - Le fasi delle varie rivoluzioni industriali - L approccio one to one di Don Peppers & Martha Rogers - Customer Intimacy, secondo Treacy & Wiersema - Le dieci leggi dell evoluzione secondo Genrikh Altshuller - La nuova realtà: il Digital Factory - La quarta rivoluzione industriale Industry L Internet delle Cose: Internet of Things - I dieci Trend che cambieranno le industrie nel futuro - Concetti di: Urban production, Green production e Smart production - Caratteristiche Smart nel settore manifatturiero - Quadro d insieme del futuro Project Industry Il concetto CPPS e le cinque tipologie di architettura - Le soluzioni perseguibili; produzione smart, flessibile, sociale e con elevata qualità nei servizi - Strumenti e tecniche di supporto grazie alle Printing 3D - L impatto nei vari settori; manifatturiero, protesi ospedaliere, agricoltura, education, - Esempi vari nel mondo 3

4 Gianni Basile partner del gruppo Teikos (Bologna-Modena-Forlì) e consulente di direzione Finanza per manager non di area Finance: decisioni strategiche e riflessi sul conto economico Obiettivi Fornire strumenti e metodologie che permettano alle figure apicali non di area Finance di misurare l impatto quantitativo delle decisioni prese in azienda, e di valutarne le ripercussioni sull equilibrio finanziario. Nello specifico, il corso intende fornire a queste figure la possibilità di: - migliorare la capacità di lettura e interpretazione delle informazioni economicofinanziarie contenute nel bilancio - sviluppare competenze di analisi delle dimensioni di redditività, solidità, liquidità e sviluppo - rafforzare competenze e capacità di presentazione e discussione dei risultati dell azienda a soggetti esterni, quali: le banche, i fornitori, i clienti Contenuti principali - Il bilancio d esercizio Il conto economico, lo stato patrimoniale ed il rendiconto finanziario Cenni sugli International Account Standard (IAS) - L analisi del bilancio secondo criteri gestionali: l analisi per indici, la dinamica dei flussi finanziari e l autofinanziamento - Il valore finanziario del tempo: l attualizzazione e la capitalizzazione - La scelta della struttura finanziaria ottimale Il costo dei mezzi propri Il costo del debito Il costo medio ponderato del capitale (WACC) Il ricorso al debito può creare valore? - La valutazione degli investimenti Classificazione degli investimenti Principali metodi di valutazione degli investimenti - L azienda vista dall esterno: I modelli di valutazione utilizzati dalle banche La valutazione dell impresa da parte del mercato e degli investitori 4

5 Arturo Luciani consulente finanziario e di direzione, partner di Eudoxia (Roma) Risk Assessment tra finanza strategica e gestione del rischio Obiettivi Lo svolgimento dell attività d impresa presuppone il governo di processi che contribuiscono alla creazione del valore. Ciascuno di questi processi tuttavia è sottoposto a fattori inattesi che possono influenzarne i risultati. L implementazione del Risk Management consente all impresa di assumere decisioni consapevoli e di mitigare gli effetti di eventi imponderabili. Obiettivo del seminario è fornire una metodologia che consenta di individuare i rischi, indipendentemente dalle dimensioni e dal settore in cui si opera. Contenuti principali - I rischi aziendali e la loro misurazione Il concetto di rischio Classificazione dei rischi aziendali - Rischio ed incertezza - Rischi esterni e rischi interni - Rischi sistematici - Rischi diversificabili I rischi d impresa e il loro impatto sulla continuità aziendale - Il Risk Management Gli obiettivi strategici del processo Le funzioni aziendali coinvolte Il Risk Assessment, il Risk Reporting e il Risk Treatment Il Risk Management nelle piccole e medie imprese - Focus sulle principali tipologie di rischio (identificazione e gestione) I rischi operativi I rischi di Compliance I rischi puri o assicurabili I rischi finanziari - Rischi di tasso, di cambio, di liquidità e di credito 5

6 Alfredo Angrisani Consulente certificato a livello internazionale APICS CPIM e ISCEA (International Supply Chain Educational Alliance) Il venditore ultimo artigiano e la sindrome di fine trimestre: come industrializzare le Vendite col Sales Process Engineering Obiettivi L'attività commerciale ha solitamente caratteristiche gestionali, umane e retributive speciali, sulle quali pochi sollevano dubbi; essa è gestita in modo autonomo dai venditori i quali, come bravi artigiani, eseguono ogni passo del processo di vendita: prospezione, comunicazione, visite, offerte, trattative, definizione tecnica, gestione del progetto e, spesso, anche la gestione di pagamenti e solleciti. La vendita come risultato dell'abilità individuale. Da tutto questo conseguono molti 'effetti non desiderabili': La sostanziale personalizzazione del rapporto venditore-cliente rende i venditori insostituibili, la rete rigida, specialistica, costosa e non facilmente modulabile secondo le necessità dell'azienda. Il workshop si propone di indicare per diverse tipologie di prodotto e di struttura aziendale e distributiva, come si possano mutuare nel campo delle Vendite le caratteristiche dei processi industriali, condizione preliminare a che questo 'reingegnerizzato' processo commerciale possa essere ricongiunto efficacemente, in una logica sistemica complessiva, al resto dell'azienda. Contenuti principali - Prima e dopo la Rivoluzione - Le Promesse: un flusso di vendite regolare, prevedibile e scalabile, il miglioramento strutturale del servizio, il massimo ritorno sull'investimento - Quattro principi (e come vincere una regata) - Ripensare la funzione di vendita - La macchina (delle vendite) nella macchina (dell azienda) - Tre varianti del modello standard - La fine delle commissioni, dei target e di altri stimolanti artificiali - L importanza della religione e la strage delle vacche sacre: il Brand, i tassi di conversione, il single point of contact 6

7 - Formulare il Piano - Convertire le opportunità in vendite - Generare le opportunità - Formulare una proposta di marketing decisiva - Il ruolo della tecnologia - Gestire la funzione di vendita Prima del workshop e cosa porterete a casa dopo Ai partecipanti viene richiesto di inviare nei giorni precedenti al workshop un breve testo di descrizione della propria organizzazione di vendita e dei problemi percepiti (i motivi specifici di interesse per i contenuti pubblicati). Durante il workshop saranno discusse le varianti specifiche per tali situazioni e ne saranno discusse le principali modalità applicative. 7

8 Arik Strulovitz Supervisore & Direttore Scientifico MNR (Mediazione, Negoziazione e Risoluzione del Conflitto) Esperto internazionale in negoziazione, conflittto e Crisis Management - - Metodo Tsur La negoziazione basata sugli interessi/bisogni reciproci Obiettivi Lo stato di incertezza presente in molte trattative può trasformarsi in una vera e propria crisi, e determinare danni irreversibili alle relazioni da cui deriva, di conseguenza, la paralisi nell assumere decisioni e intraprendere le azioni opportune. In simili circostanze, come esseri umani e come manager, si tende a sbagliare, poiché si presume di avere tutte le informazioni necessarie per prendere la giusta decisione. Di prassi i professionisti e i manager, in situazioni di stress hanno invece bisogno di adottare una metodologia specifica per acquisire, verificare e utilizzare le informazioni e i dati a loro disposizione qui e adesso ; devono essere in grado di argomentare le conclusioni cui pervengono e le proprie determinazioni. Inoltre serve che il loro pensiero sia creativo nel definire il quadro delle informazioni in merito a clienti, colleghi, impiegati e fornitori, e nello scegliere modalità di intervento che considerino le conseguenze nel breve e lungo termine ( il giorno dopo ). Il corso utilizza le metodologie e gli strumenti più aggiornati sviluppati negli ultimi anni per gestire in modo proficuo situazioni di stress, guidando i manager ad assumere decisioni anche in un contesto caotico, complesso e sotto una continua pressione. Contenuti principali - I sette elementi fondamentali della Negoziazione basata sugli interessi reciproci - Definizione del conflitto, le sue origini e le sue implicazioni per i singoli, per il gruppo e per l azienda - Tecnica, strumenti e metodologia della risoluzione delle controversie - La gamma degli strumenti per la gestione dei conflitti: distinguere tra il valore economico e le reali esigenze - Fallimenti, ostacoli e crisi nei negoziati: identificazione, analisi e risoluzione - Identificazione, prevenzione e gestione delle crisi: la gestione delle trattative potenzialmente in crisi - I conflitti interpersonali: la dimensione emozionale e il loro significato - Valutazione dell apprendimento Approfondimenti ad hoc, definiti in sede di workshop in base alle richieste dei partecipanti 8

9 Alberto Solieri esperto di comunicazione, giornalista e consulente in progetti di comunicazione per imprese e Ministeri Communication Skills: strumenti e tecniche plug and play per strutturare un intervento in pubblico efficace e su misura Obiettivi L incontro si pone l obiettivo di offrire ai singoli e alle organizzazioni modelli comunicativi e competenze per migliorare la propria immagine, attraverso un percorso che crea stile e metodo innovativo nella comunicazione pubblica ed interpersonale. Il workshop, fortemente interattivo e basato su esercitazioni, simulazioni e giochi di ruolo è finalizzato a far apprendere le metodologie e le tecniche per migliorare la preparazione del discorso, gestire l ansia da prestazione e sviluppare la capacità di creare empatia e relazione tra relatore ed interlocutore. Contenuti principali 1) La composizione del discorso - Gli schemi del public speaking - Le barriere della comunicazione - Le fasi del discorso - Esercizi 2) Dietro le quinte: la fase di preparazione - I 6 errori gravi nella fase della preparazione - Cosa fare: come garantirsi il 50% del successo prima di pronunciare la prima parola - Esercizi 3) La gestione delle stress - Stress tonico, distonico ed i paradossi dello stress - Tecniche per controllare la tensione - Le 10 cose che si possono fare nei 15 minuti prima dell intervento - Esercitazioni 9

10 4) Il decollo: come cominciare - Gli errori in apertura più frequenti - Le frasi killer da evitare - Le 12 tecniche per una apertura efficace - Visioni ed analisi di video in italiano ed inglese con diverse tipologie di apertura di un discorso - Esercitazioni e simulazioni 5) La gestione del discorso - Gli errori più comuni commessi durante un discorso in pubblico - La comunicazione non verbale e paraverbale: i do s e i don t della prossemica, postura, gesticolazione, sguardo e voce - L attenzione dell uditorio e le tecniche per tenere vivo il rapporto con il pubblico - Esercitazioni 6) La chiusura dell intervento - Come concludere un intervento - Domande e risposte: la gestione del dibattito e dei conflitti possibili. - Gli errori da evitare - La raccolta dei feedback - Esercitazioni Note Organizzative Prima della giornata formativa, verrà inviato ai partecipanti materiale preparatorio (filmati, paper) e verrà richiesto di inviare una breve descrizione del proprio ruolo e del fabbisogno specifico rispetto ai temi della comunicazione. Durante ed eventualmente dopo il workshop il docente sarà disponibile a confrontarsi con i partecipanti sui temi oggetto di attenzione per condividere soluzioni e proposte concrete. 10

11 Gino Saladini psicologo, medico, criminologo, esperto di Programmazione Neuro Linguistica e docente presso l Università La Sapienza di Roma Intelligenza emotiva: concetti e strumenti per ottenere valore dalle relazioni Obiettivi Il ruolo dell intelligenza emotiva, a partire dalle teorie di Goleman e Freedman, è un classico del dibattito sul management. Le più recenti ricerche hanno evidenziato il ruolo delle emozioni nei processi di relazione interpersonale. Nel contesto professionale queste dinamiche affiorano con particolare evidenza (rapporti con l'autorità, gruppo, leadership, conflittualità). Il seminario propone una chiave di lettura per meglio comprendere come l intelligenza emotiva possa essere uno strumento strategico per promuovere il benessere e la performance nei luoghi di lavoro. La giornata si focalizzerà sulle interazioni che possono generare valore, per offrire strumenti concreti facilmente implementabili in azienda. Durante il corso verranno proposte esercitazioni per mettere in pratica l apprendimento e discutere casi aziendali preparati dal docente. I partecipanti saranno invitati a presentare loro situazioni concrete sulle quali effettuare riflessioni di sottogruppo o in plenaria. Contenuti principali - La capacità di influenzare gli altri: teoria o metodo? - Perché rapportarsi con gli altri è difficile - Che cosa è l intelligenza emotiva - Il modello Six Seconds e le competenze dell intelligenza emotiva - Nuovi modelli di leadership: intelligenza emotiva e Self Leadership - Imparare a decidere sfidando i preconcetti e acquisendo skills utili a cambiare la propria prospettiva e quella dei propri collaboratori - L analisi transazionale per esprimere razionalità e emozioni - Le capacità manageriali collegate all intelligenza emotiva - La resilienza e gli elementi che la rendono possibile - Innovative Business attraverso l intelligenza emotiva - Role Playing: esercitarsi con il manager su casi concreti e con la simulazione di situazioni - Turnaround aziendali di successo: imparare dalle storie altrui, condividere casi reali acquisendo skill utili 11

12 Armando Ravasi consulente e formatore aziendale per realtà multinazionali, esperto in formazione comportamentale, titolare di Aware & Positive (Milano) Stili di leadership e rapporto con i collaboratori Obiettivi - Attivare un cambiamento verso comportamenti più efficaci nella gestione dei Collaboratori - Acquisire elementi per un lavoro su di sé e per uno sviluppo personale - Concentrarsi concretamente sui nostri comportamenti - Imparare a costruire sulla relazione interpersonale motivante Contenuti principali Attraverso la metodologia della formazione comportamentale, nel corso della giornata si affronteranno i seguenti temi, arricchiti da esercitazioni e test: - Principi di Direzione - Gli Stili di Direzione, ovvero i principi messi in atto - La conoscenza del Collaboratore: fattore chiave della motivazione - L ascolto attivo: abilità essenziale per la conoscenza del Collaboratore - Elementi di gestione personale del tempo e dello stress - Saper essere assertivi - Suggerimenti per un approccio creativo al Problem Solving 12

13 Maria Cecilia Santarsiero consulente manageriale, psicoterapeuta, coach e fondatrice di Studio Santarsiero (Roma) Talent Management: competitività e valore aggiunto Obiettivi Fornire i principi guida strategici necessari per costruire una policy e un piano organizzativo per individuare, valorizzare e trattenere i Talenti presenti in Azienda. Fornire informazioni utili che consentano di costruire il telaio delle azioni e dei meccanismi per creano continuità e integrazione tra la gestione dei talenti e le strategie e i risultati dell azienda. Proporre metodologie e prassi per un Talent Management di successo. Rappresentare le complessità connesse alla governance di un processo di Talent Management al fine di supportare i partecipanti nella scelte più efficaci da intraprendere. Contenuti principali - Contesto organizzativo e definizione delle persone di talento. - Come definire una strategia e un piano di azione efficace per la gestione dei talenti. - Strumenti e risorse per individuare i Talenti in azienda. - Il profilo delle persone di Talento: competenze e distintività. - Elaborare un piano di empowerment: obiettivi e finalità. - Coinvolgere i manager: come, quando e perché. - Annosa questione: valorizzare le persone di Talento o il talento delle Persone? - Attrarre e trattenere i Talenti: commitment ed engagement. - Sostenere emotivamente e rinforzare la posizione dei Talenti. - Innescare, attraverso la crescita dei Talenti, processi di innovazione capaci di - garantire il successo aziendale nel medio e nel lungo periodo. 13

14 Andrea Righetti consulente di direzione e partner di Q&O e WEGE Consulting (Reggio Emilia Treviso San Diego, California) Gestione del cambiamento, fattori di successo e strumenti di supporto: il metodo Change&Coach Obiettivi L incontro si pone l obiettivo di guidare l azienda nella direzione di una continua tensione al cambiamento, creando un terreno fertile per consentire il raggiungimento degli obiettivi aziendali (crescita strategica) e individuali (crescita personale): - superare gli ostacoli allo sviluppo personale e allo sviluppo delle strategie; - giungere ad una visione collettiva e condivisa degli obiettivi e della mission; - favorire l apertura all esterno con una propensione al cambiamento; - poter esprimere aspirazioni, opinioni e punti di vista personali; - far emergere i talenti e acquisire nuove abilità e conoscenze; - diffondere un approccio di innovazione continua come priorità sia per l azienda che per i dipendenti; - definire e attuare un piano di miglioramento delle performance dei singoli partecipanti. Contenuti principali - Culture e ambienti organizzativi - Comportamento organizzativo e modelli organizzativi - Comportamento organizzativo in relazione a strutture, processi, relazioni, clima - Gestire efficacemente il cambiamento nelle organizzazioni aziendali - Ruolo del top management - Il metodo Change&Coach - Una panoramica sui principali strumenti del Change - La contestualizzazione nell ambito del settore farmaceutico - Comprendere il proprio stile di agente di cambiamento e il suo impatto sul processo di change management - Esplorare la connessione tra leadership e cambiamento - Definire le key competencies per un agente di cambiamento che sa innovare - Comprendere l impatto della propria leadership per l innovazione - Autodisciplina e responsabilizzazione - Lavoro di gruppo - Feedback: gestire tradizione ed innovazione in ambito farmaceutico. 14

15 Una giornata a cura di CDI Manager Arturo Luciani consulente finanziario e di direzione, partner di Eudoxia (Roma) Diagnostica avanzata d impresa Obiettivi Ad ogni funzione aziendale è richiesto di contribuire alla creazione del valore prevedendo gli sviluppi del business ed individuandone i fattori critici di successo. Anche gli Imprenditori ed i Managers più esperti pertanto possono sentire la necessità di acquisire dimestichezza con strumenti e metodologie che permettano loro di misurare l'impatto quantitativo delle decisioni prese in azienda e di valutarne gli effetti da una prospettiva economica e finanziaria. Il seminario pertanto ha l obiettivo di: migliorare la capacità di lettura e di interpretazione delle informazioni economicofinanziarie fornite dalla contabilità generale ed analitica; far acquisire sensibilità rispetto agli effetti che le decisioni hanno sui risultati economici e sull assetto finanziario dell Azienda, anche in una prospettiva di medio lungo termine; sviluppare competenze di analisi delle dimensioni di redditività, solidità, liquidità e sviluppo; Si partirà quindi dall analisi dei dati contabili, sino ad approcciare la misurazione delle performance e la complessità delle scelte finanziarie. Tra gli obiettivi assumerà particolare rilievo quello di facilitare il processo di formulazione strategica in funzione delle diverse variabili critiche del contesto di riferimento, e quindi la capacità di tradurlo in piani, programmi aziendali e modelli di misurazione della performance. Verrà inoltre introdotto il tema del Controllo strategico e del confronto tra gli obiettivi e l andamento delle variabili rilevanti per il loro raggiungimento. Contenuti principali La comprensione dell Azienda attraverso i dati esterni - Il bilancio d'esercizio o Il conto economico, lo stato patrimoniale ed il rendiconto finanziario o Cenni sugli International Account Standard (IAS) - L analisi del bilancio secondo criteri gestionali o L'analisi per indici 15

16 o o Dinamica dei flussi finanziari L autofinanziamento Dall analisi di bilancio alla Gestione Strategica: lo Strategic Management Accounting - Le principali aree di indagine per la diagnosi strategica o Analisi di bilancio dinamica e diagnosi strategica o Dall analisi di bilancio dinamica allo strategic management accounting o Competenze, abilità e strumenti per la gestione strategica o La creazione del valore: Il concetto di Eva La comprensione dell azienda attraverso il Sistema di Contabilità Analitica o La struttura del sistema di programmazione e controllo di gestione o L'impiego delle informazioni di contabilità analitica a supporto delle decisioni di gestione strategica o Il Budget Operativo ed il Budget Economico o L analisi dei report gestionali (reporting) e l'analisi degli scostamenti (variance analysis) o Il reporting come strumento per la strategia: la metodologia del direct e del full costing o Il ruolo delle principali funzioni Aziendali nel processo di Budgeting e di reporting La verifica della strategia attraverso gli indicatori: KPI e Balanced Scorecard o Economico finanziaria: la prospettiva degli azionisti o Organizzativa: la prospettiva interna o Di portafoglio: la prospettiva dei clienti o La sostenibilità dei risultati nel tempo: prospettiva crescita e sviluppo 16

17 Alvaro Busetti consulente ICT su aspetti organizzativi, applicativi e tecnologici, e coordinatore di unità produttive e staff Nuove tecnologie e Digital Workplace: processi, persone, piattaforme Obiettivi Da alcuni anni l innovazione tecnologica si è concentrata sui prodotti e sui servizi di comunicazione consumer: smartphone, tablet, social network. Questi strumenti hanno modificato il modo di comunicare e condividere contenuti nella vita privata, e ora stanno cominciando a modificare sia il modo di comunicare sul posto di lavoro, sia le azioni che vengono intraprese nella aziende manifatturiere. Obiettivo della giornata è esaminare le peculiarità di questi strumenti all interno dei processi aziendali e valutare come la loro adozione comporti profonde implicazioni organizzative fino alla ridefinizione del concetto di posto di lavoro. Contenuti principali - Tecnologie e strumenti ICT dal mondo consumer all uso business (Consumerization) Mobile devices: smartphone, tablet, Cloud computing Social Network - Comunicazione e condivisione di contenuti come fattori abilitanti i processi aziendali - Distanza, processi e comunicazione in azienda (curva di Allen) - Comunicazione vs organizzazione formale e informale: legami forti e legami deboli (Granovetter) - Limiti degli attuali strumenti e processi di comunicazione e condivisione - Oltre l Collaboration, Unified Communication ed Enterprise Nuove modalità di comunicazione tra dipendenti, clienti, fornitori e partner - La (nuova) intranet come posto di lavoro: verso il grafo aziendale - L introduzione dei nuovi strumenti: modalità, resistenze, rischi e benefici - Quando l oggetto della comunicazione è un contenuto strutturato (workflow e procedure) - Evoluzione dei Sistemi informativi aziendali verso il Digital Workplace - E il manifatturiero, che specificità presenta? 17

18 Vincenzo Vasapolli Consulente di direzione e docente presso Business School Co-creazione di valore: una giornata nella vita del cliente per innovare e aumentare le vendite Obiettivi Nel nuovo paradigma competitivo, grazie al Web ed alle modalità comunicative e di interazione più evolute, il cliente è sempre più attivo, connesso e protagonista attivo dei processi aziendali. Anche i giovani talenti, accompagnati dall imprenditore o da un manager da lui delegato, devono entrare nel vivo della sensibilità del cliente, vivendo una giornata come quella che vive il cliente, secondo un metodo innovativo che qui proponiamo. Sperimentando una giornata nella vita del cliente, ci si propone di: - illustrare concetti e strumenti di riferimento per generare innovazione attraverso l esperienza del cliente; - illustrare i passi metodologici di applicazione della co-creazione di valore con il cliente; - presentare i casi di successo legati al mondo delle PMI; - costruire nuove piattaforme di valore su realta concrete. Contenuti principali - Co-creazione di valore: dove e come concetti, strumenti e metodologia applicativa - I pilastri della co-creazione di valore il modello D.A.R.T: dialogo, accesso, rischio, trasparenza - Presentazione di casi di successo riguardanti p.m.i. - Esercizi e casi pratici per identificare e strutturare piattaforme di valore nelle realta aziendali dei partecipanti al percorso formativo - Co-creazione di valore per catturare nuovi clienti. La metodologia didattica sarà fondata su: analisi di casi pratici ed esperienze di successo, lavori ed esercitazioni di gruppo; affiancamento e accompagnamento nella identificazione e generazione di piattaforme di valore riguardanti le realtà in oggetto. 18

19 Eliana Nicoletti consulente di direzione, già manager presso gruppi multinazionali Generare business con il marketing strategico Obiettivi - Generare e rafforzare le capacità individuali nella definizione delle strategie di business - Approfondire alcune teorie e strumenti di marketing strategico - Migliorare la conoscenza e l utilizzo delle metodologie di gestione del business attraverso l adozione del pensiero strategico Contenuti principali - Le opportunità generate dal marketing strategico - Il processo di pianificazione strategica - Le principali tecniche per l analisi del mercato - Un problema classico da vedere in termini nuovi: domanda e offerta - Le tecniche innovative per lo sviluppo della conoscenza: il data mining - La definizione del target - Il posizionamento competitivo del brand - L innovazione attraverso la conoscenza dei bisogni del mercato - La creazione del valore funzionale - L elaborazione del piano di marketing - Dall analisi all azione - Le tecniche di valutazione dell efficacia delle azioni - La pianificazione delle azioni correttive - Un caso concreto: il marchio Arquati 19

20 Una giornata a cura di CDI Manager Innovazione e internazionalizzazione di una PMI: linee di fondo e casi concreti Obiettivi Valutare le differenze che contraddistinguono il lavoro del Manager quando le sue competenze vengono richieste dalla PMI, magari a conduzione e/o proprietà familiare, anziché dalla grande azienda. Quest ultima infatti solitamente è solitamente ben strutturata ed organizzata, e quindi ogni funzione è definita sia nei contenuti che nelle aspettative di risultato. La PMI invece, che pure costituisce l ossatura del sistema manifatturiero italiano, ha spesso meccanismi ed organizzazione dove le competenze appaiono più sfumate e dove di frequente le posizioni chiave sono affidate a membri della famiglia o sono presidiate da tempo dalle stesse persone. Fare quindi innovazione e conseguentemente internazionalizzare è molto più difficile e richiede un approccio completamente diverso. Ciò vale, ancor più, per le alte professionalità che si propongono col Temporary Management per dare avvio a progetti di questa natura. Contenuti principali Il Temporary Manager nella PMI Come comprendere, subito quali sono le competenze chiave necessarie in quella Azienda Modificare il proprio approccio al fine di acquisire rapidamente la leadership necessaria alla costruzione del team Fare un buon allineamento fra le aspettative legittime dell imprenditore e le possibilità realistiche del progetto Portare Innovazione nella PMI Utilizzare metodologie avanzate per stimolare l innovazione Il metodo Errequadro Aladdin : una proteina per la creatività industriale Il Marketing internazionale alla luce delle caratteristiche distintive dell impresa 20

STRATEGY & FINANCE FOR PERFORMANCE: A BUSINESS GAME TO ENTER INTO THE BIGGEST MARKET OF THE WORLD.

STRATEGY & FINANCE FOR PERFORMANCE: A BUSINESS GAME TO ENTER INTO THE BIGGEST MARKET OF THE WORLD. New York Study Tour 2015 STRATEGY & FINANCE FOR PERFORMANCE: A BUSINESS GAME TO ENTER INTO THE BIGGEST MARKET OF THE WORLD. May, 24 th 30 th 2015 May 24th, 2015 4 pm: Arrival at JFK International Airport

Dettagli

WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013

WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013 1 WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013 WORKSHOP INTERAZIENDALI Corsi brevi ed intensivi che si rivolgono ai singoli professionisti e alle aziende e che rispondono alle esigenze di sviluppo

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI Corso di Alta Formazione - Innovazione, Finanza e Management per le PMI Premessa La LUM School of Management crede fermamente

Dettagli

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management Al Polo Lionello Bonfanti corsi di formazione 2006-07 OM Organizzazione e Management OM ORG-MNG 01 Comunicazione aziendale Destinatari Durata ore / giornate Apprendere un modello della comunicazione non

Dettagli

PROJECT MANAGER 2020. Leadership & team-building. Milano, 21 e 25 gennaio 2016. Alcuni commenti dei partecipanti all edizione 2014:

PROJECT MANAGER 2020. Leadership & team-building. Milano, 21 e 25 gennaio 2016. Alcuni commenti dei partecipanti all edizione 2014: PROJECT MANAGER 2020 Leadership & team-building Milano, 21 e 25 gennaio 2016 Presentazione e finalità del Corso L industria farmaceutica mondiale continua ad essere coinvolta in una fase di cambiamento

Dettagli

Alle radici del Lean Thinking. Executive journey

Alle radici del Lean Thinking. Executive journey Alle radici del Lean Thinking Executive journey Viaggio studio in Giappone con visite a Toyota e ad altre aziende eccellenti 26 ottobre 3 Novembre 2013 Obiettivi del viaggio In un periodo di turbolenza

Dettagli

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Gestire e motivare i gruppi di lavoro INTERAMENTE FINANZIATO DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione da Fondirigenti, La

Dettagli

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Un percorso dedicato Riduzione costi Qualità Oobeya Room Product Development Value Stream Map

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Essere Manager per creare valore

Essere Manager per creare valore FORMAZIONE E SERVIZI INNOVATIVI - RAVENNA CATALOGO CORSI www.ecipar.ra.it/som Essere Manager per creare valore Ecipar di Ravenna School of Management La School Of Management (SOM) realizzata da Ecipar

Dettagli

Chi siamo Vision, Mission Gli ambiti di intervento

Chi siamo Vision, Mission Gli ambiti di intervento > Gruppo Q&O MCS consulting Chi siamo Vision, Mission Gli ambiti di intervento Gli obiettivi per il Cliente Approccio metodologico www.qeoconsulting.com www.mcs-tv.com Chi siamo Con base a Reggio Emilia

Dettagli

Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello

Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello OBIETTIVI Il pensiero Lean sostiene con forza che la complessità debba essere affrontata con

Dettagli

Alle radici del Lean Thinking

Alle radici del Lean Thinking Alle radici del Lean Thinking Executive journey Viaggio studio in Giappone con visite a Toyota e ad altre aziende eccellenti 21 29 novembre 2009 Obiettivi del viaggio In un periodo di turbolenza e di imprevedibilità

Dettagli

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI Recuperare efficacia ed efficienza nelle vendite e negli acquisti AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico COME

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO Corso di alta formazione FORMULA INTENSIVA 7 venerdì non consecutivi di lezione in aula DOPPIA EDIZIONE: TORINO 1 EDIZIONE DAL 31 GENNAIO

Dettagli

Master Class in Lean Production

Master Class in Lean Production Master Class in Lean Production 15-23 Novembre 2014 Practical Workshop in Japan Comprendere le tecniche Lean e aumentare la capacità di gestione del cambiamento Master Class In Lean Production Obiettivi

Dettagli

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

Dettagli

Calendario Corsi di Formazione 2008-2009

Calendario Corsi di Formazione 2008-2009 Calendario Corsi di Formazione 2008-2009 2009 1 INTRODUZIONE Da anni di esperienza nella certificazione di sistemi gestionali e nella formazione specializzata, CerTo Training arricchisce il ventaglio di

Dettagli

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico.

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico. PIANO DI FORMAZIONE TRIENNIO 2014-2016 AI SENSI DELLA CONVENZIONE TRA LA SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE E L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Art. 1 - Oggetto Oggetto del presente Piano

Dettagli

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING 2015 Amministrazione finanza e controllo Z6054 IV Edizione / Formula weekend 2 OTTOBRE 13 NOVEMBRE 2015 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Giovanni Fiori, Professore

Dettagli

Master Bancario in Area Commerciale

Master Bancario in Area Commerciale Master Bancario in Area Commerciale Premessa Il mondo del credito è in costante evoluzione e le innovazioni si susseguono con sempre maggior frequenza nel campo legislativo, gestionale, organizzativo e

Dettagli

EXECUTIVE MASTER MANAGEMENT LAB

EXECUTIVE MASTER MANAGEMENT LAB LIU04911_Executive_web.qxp:210x297 1-03-2011 12:21 Pagina 1 finanziato da: FORMAZIONE FINANZIATA EXECUTIVE 4a EDIZIONE 2011 in collaborazione con: PER DIRIGENTI DI PICCOLE E MEDIE IMPRESE L EXECUTIVE L

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME Corsi di Alta Formazione PREMESSA La LUM School of Management crede fermamente nel ruolo cruciale della formazione manageriale

Dettagli

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000 La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso di Specializzazione per Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

Project Manager 2020

Project Manager 2020 Project Manager 2020 2a edizione Leadership & team-building Sede: da definire Milano, 29 settembre e 5 ottobre, 2015 Presentazione e finalità del Corso L industria farmaceutica mondiale sta attraversando

Dettagli

www.learningschool.it

www.learningschool.it Piano di Formazione Scuola Vendite Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Gli ultimi 2 anni, causati dalla profonda crisi economica internazionale, hanno visto un rallentamento del

Dettagli

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M.

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M. Sistema di qualità conforme allo standard ISO 9001:2008 certificato n 9175.AMB3 Autorizzazione Ministero del Lavoro n 13/I/0015692/03.04 per Ricerca e Selezione del Personale Autorizzazione Ministero del

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE DI DIREZIONE: ASSISTANT MANAGER 2ªedizione Al termine del percorso di sviluppo delle competenze, ogni partecipante sarà in grado di allenare le qualità manageriali

Dettagli

Restaurant Manager Academy

Restaurant Manager Academy Restaurant Manager Academy 1 La conoscenza non ha valore se non la metti in pratica L Accademia Un percorso formativo indispensabile per l attività di un imprenditore nel settore della ristorazione e dell

Dettagli

Quando soffia il vento del cambiamento, gli uni costruiscono muri, gli altri mulini a vento. Proverbio cinese

Quando soffia il vento del cambiamento, gli uni costruiscono muri, gli altri mulini a vento. Proverbio cinese Quando soffia il vento del cambiamento, gli uni costruiscono muri, gli altri mulini a vento Proverbio cinese Cogito ERGO sum Cartesio solutions s.r.l. è una società che vuole essere al servizio delle Aziende

Dettagli

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA PROGETTARE IN EUROPA Risultati attesi La partecipazione ad un bando europeo presuppone, prima di tutto, lo sviluppo di un idea progettuale contenutisticamente

Dettagli

Training sulla Finanza per l Azienda

Training sulla Finanza per l Azienda Training sulla Finanza per l Azienda Identificare le fonti di finanziamento alternative A tendere si osserverà nei mercati una riduzione del credito concesso dalle banche, a causa degli shock endogeni

Dettagli

FACE THE CHANGE: A New Manager Connection FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE

FACE THE CHANGE: A New Manager Connection FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE: A New Manager Connection è un Master di nuova generazione per lo sviluppo delle competenze manageriali che si basa sul concetto di network. Nasce per valorizzare l enorme bacino di talento

Dettagli

Pianificare e controllare il business

Pianificare e controllare il business Amministrazione, finanza e controllo In collaborazione con Confindustria Messina Destinatari e Obiettivi del corso Il percorso formativo è rivolto a persone che operano nella funzione amministrativa delle

Dettagli

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA. Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.TEMP Artioli & Sala s.a.s Via Taglio 105 41121 Modena - P.IVA 02721270367

Dettagli

Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello

Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello OBIETTIVI Il Lean è una filosofia che sta cambiando il modo di operare delle imprese e che può portare

Dettagli

LA MISURAZIONE DELL INTELLIGENZA E DELLE PERFORMANCE EMOTIVE

LA MISURAZIONE DELL INTELLIGENZA E DELLE PERFORMANCE EMOTIVE LA MISURAZIONE DELL INTELLIGENZA E DELLE PERFORMANCE EMOTIVE Percorso di Certificazione all utilizzo degli strumenti Six Seconds Emotional Intelligence Assessment PRESENTAZIONE L Intelligenza Emotiva è

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE Non c è mai una seconda occasione per dare una prima impressione 1. Lo scenario Oggi mantenere le proprie posizioni o aumentare le quote di mercato

Dettagli

UN PERCORSO PER CHI VUOLE

UN PERCORSO PER CHI VUOLE UN PERCORSO PER CHI VUOLE APPROFONDIRE LO STUDIO E LA PRATICA DELLA NEGOZIAZIONE NELL AMBITO DEI SERVIZI PUBBLICI NEGOZIARE NEL MERCATO DEI SERVIZI PUBBLICI I negoziatori più esperti sanno che molte volte

Dettagli

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress Chi si Forma non si ferma! www.snapform.it info@snapform.it Corsi LIFE IN PROGRESS Il counseling per la vita di tutti i giorni

Dettagli

Il management cooperativo e l innovazione

Il management cooperativo e l innovazione AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Il management cooperativo e l innovazione DGR n. 784 del 14/05/2015 - Fondo Sociale Europeo in sinergia con

Dettagli

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE LEADER@WORK: MIGLIORARE IL CLIMA AZIENDALE E LE PRESTAZIONI DEI TEAM INTERNAZIONALIZZAZIONE: SCEGLIERE, VALUTARE E CONQUISTARE

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA 5 NOVEMBRE 2015 12 NOVEMBRE 2015 ORE 9.00-13.00 / 14.00-18.00 Sede: Iannas srl, via Principessa Iolanda 10, Quartu Sant Elena IANNAS srl Via

Dettagli

Area Formazione. SalesMaker websites: www.salesmaker.it www.mastersales.it www.adhocstrategy.it

Area Formazione. SalesMaker websites: www.salesmaker.it www.mastersales.it www.adhocstrategy.it Area Formazione SalesMaker, forte della propria esperienza, nel supportare le Aziende con strumenti e processi orientati alla competitività e sviluppo aziendale, ha creato un vero Laboratorio per lo sviluppo

Dettagli

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa.

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione Operiamo a sostegno delle piccole e medie imprese, degli enti pubblici e delle associazioni nella

Dettagli

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni Tecniche di vendita In collaborazione con Confindustria Messina Destinatari e Obiettivi del corso Il corso è rivolto a Imprenditori, Manager di PMI, Venditori e Gestori di attività di vendita che vogliono

Dettagli

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE!

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! 2014 FORMAPER SVILUPPO DELL IMPRENDITORIALITÀ Formaper è un azienda speciale della Camera di Commercio di Milano nata nel 1987 con la missione

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA LA MISURA DELLA PERFORMANCE AREA Core Management Skills Modulo Avanzato IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance Il corso si focalizza

Dettagli

LE PROPOSTE. SUMMER SCHOOL estate 2014. LEAN GAME ottobre 2014. TEAM BUILDING novembre 2014. CRM (Crew Resource Management) dicembre 2014

LE PROPOSTE. SUMMER SCHOOL estate 2014. LEAN GAME ottobre 2014. TEAM BUILDING novembre 2014. CRM (Crew Resource Management) dicembre 2014 L Api di Lecco propone alle Aziende associate alcuni percorsi di formazione manageriale con l obiettivo di valorizzare la capacità di chi in azienda svolge ruoli di responsabilità ed è quindi chiamato

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

LEAN MANAGEMENT NEI SERVIZI

LEAN MANAGEMENT NEI SERVIZI - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA EXECUTIVE EDUCATION & PEOPLE MANAGEMENT

Dettagli

Il Controllo di Gestione Corso base e avanzato

Il Controllo di Gestione Corso base e avanzato Il Il Controllo di Gestione Corso base e avanzato Verona Il controllo di gestione CORSO BASE E AVANZATO Obiettivi Il controllo di gestione ricopre la funzione di insostituibile strumento gestionale e strategico

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA IL BISOGNO CHE VOGLIAMO SODDISFARE Accompagnare amministratori e manager delle

Dettagli

COMUNICAZIONE ITALIANA

COMUNICAZIONE ITALIANA COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su carta, interagisce su internet, decide di persona. Edizioni Servizi Eventi COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su

Dettagli

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA 12 NOVEMBRE 2015 17 NOVEMBRE 2015 ORE 9.00-13.00 / 14.00-18.00 Sedi: 12/11/2015 -Iannas srl, via Principessa Iolanda 10, Quartu Sant Elena

Dettagli

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP CHI È ASAP ASAP Società in house della Regione Lazio Finalità Formazione del personale

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE: COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE

CORSO DI FORMAZIONE: COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE CORSO DI FORMAZIONE: COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE CORSO COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE I DESTINATARI Il percorso formativo è stato specificamente modulato

Dettagli

MENTORING MENTORING MENTORING FOR SALES & MARKETING B2B

MENTORING MENTORING MENTORING FOR SALES & MARKETING B2B I programmi di Mentoring sono un approccio multidisciplinare allo sviluppo del Leader al fine di aumentare la performance manageriale, acquisire e ampliare competenze di ruolo. MENTORING MENTORING FOR

Dettagli

Project Manager 2020 NOVITA

Project Manager 2020 NOVITA Project Manager 2020 NOVITA 1a edizione Leadership & team-building Sede: FAST Piazzale R. Morandi 2 - Milano Milano, 23 settembre e 10 ottobre, 2014 Presentazione e finalità del Corso L industria farmaceutica

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. Come realizzare un KNOWLEDGE MANAGEMENT di successo

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. Come realizzare un KNOWLEDGE MANAGEMENT di successo LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ZACH WAHL Come realizzare un KNOWLEDGE MANAGEMENT di successo ROMA 12-13 OTTOBRE 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE L approfondimento intende presentare

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012 NUOVE POLITICHE COMMERCIALI E DI MARKETING (Rif. PA 2011-816/PR Approvato con delibera della Giunta Provinciale n. 671 del 22 dicembre 2011) Marzo 2012 - Dicembre 2012 Cisita Parma in partnership con il

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance Il corso si focalizza sulle tecniche di Management Accounting più

Dettagli

FONDI COMUNITARI: OPPORTUNITÀ, STRATEGIE, GESTIONE E RENDICONTAZIONE PER I DIPENDENTI PUBBLICI

FONDI COMUNITARI: OPPORTUNITÀ, STRATEGIE, GESTIONE E RENDICONTAZIONE PER I DIPENDENTI PUBBLICI FONDI COMUNITARI: OPPORTUNITÀ, STRATEGIE, GESTIONE E RENDICONTAZIONE PER I DIPENDENTI PUBBLICI I fondi comunitari non sono solo una fonte finanziaria supplementare ma anche e soprattutto uno stimolo all

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale

HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.TEMP Artioli & Sala s.a.s Via Taglio 105 41121 Modena

Dettagli

VALUTAZIONE FINANZIARIA

VALUTAZIONE FINANZIARIA - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT METODOLOGIA DELL ASSESSMENT Chi siamo HR RiPsi nasce come divisione specializzata di Studio RiPsi grazie alla collaborazione di Psicologi e Direttori del Personale che hanno maturato consolidata esperienza

Dettagli

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane.

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane. www.beon-dp.com Operiamo in ambito di: Sviluppo Assessment e development Center Valutazione e feedback a 360 Formazione Coaching CHI SIAMO BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione

Dettagli

Newsletter Aprile 2012

Newsletter Aprile 2012 Newsletter Aprile 2012 Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania, da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro, con questa

Dettagli

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti.

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. executive master COURSE www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. EXECUTIVE MASTER COURSE General Management PREMESSA Le figure al timone di un azienda hanno

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ROMA 29-30 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ROMA 29-30 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ALAN PELZ-SHARPE ECM, DOCUMENT MANAGEMENT E SHAREPOINT ROMA 29-30 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it

Dettagli

DIGITAL MARKETING 101 EDIZIONE 2015

DIGITAL MARKETING 101 EDIZIONE 2015 DIGITAL MARKETING 101 EDIZIONE 2015 INTRODUZIONE Il corso Digital Marketing 101 ha l obiettivo di fornire ai partecipanti elementi utili per capire le strategie di Digital Marketing & PR e approfondire

Dettagli

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

Percorso formativo. Settembre 2012 (Prog. 3014/12)

Percorso formativo. Settembre 2012 (Prog. 3014/12) Percorso formativo Settembre 2012 (Prog. 3014/12) Indice 1. Premessa e obiettivi Pag. 3 2. Metodo e logica Pag. 3 3.1 Contenuti del modulo di base Pag. 4 3.1.2 Tempi Pag. 5 3.2 Contenuti dei moduli avanzati

Dettagli

Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione

Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione Daniela Dodero Alessandro Broglio Susanna Mazzeschi Maggio 2007 Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione INDICE La comprensione del

Dettagli

Conoscere e discutere i fondamenti di una buona impresa

Conoscere e discutere i fondamenti di una buona impresa CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA Organizza un percorso di formazione sul tema: Conoscere e discutere i fondamenti di una buona impresa 20-27 Ottobre; 10-17-24 Novembre 2012 Consorzio Polo Tecnologico

Dettagli

Controllo di gestione con Mago.NET

Controllo di gestione con Mago.NET logikasoftware.it Controllo di gestione con Mago.NET Una mattinata di formazione per scoprire come monitorare perfettamente la tua azienda attraverso i nuovi moduli di Mago.NET. Imparerai quali sono i

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Assegni di Ricerca LINEE GUIDA PER LA

Assegni di Ricerca LINEE GUIDA PER LA P.O.R. VENETO F.S.E. 2007-2013 D.G.R. n. 1148 del 5 luglio 2013 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Asse Capitale Umano - Sviluppo del Potenziale Umano nella ricerca e nell innovazione. Assegni

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Quadro di riferimento Le opzioni per le aziende per crescere e garantirsi continuità incrementano: si acquisiscono imprese o

Dettagli

Corso di Specializzazione SOCIAL WEB E INNOVAZIONE Percorso Social Web e Percorso Social Business

Corso di Specializzazione SOCIAL WEB E INNOVAZIONE Percorso Social Web e Percorso Social Business Corso di Specializzazione SOCIAL WEB E INNOVAZIONE Percorso Social Web e Percorso Social Business OBIETTIVI I Social Media rappresentano, oramai, un canale comunicativo dal quale le grandi aziende, come

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE 2014

CORSI DI FORMAZIONE 2014 CORSI DI FORMAZIONE 2014 Gentile utente, Con grande piacere presento il nuovo catalogo per la formazione d impresa, periodo 2014, strumento indispensabile per pianificare gli interventi formativi delle

Dettagli

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 2010 www.ailog.it LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 18 gennaio

Dettagli

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi più industrializzati. Il Comitato non legifera, formula

Dettagli