Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico"

Transcript

1 Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico Manuale Utente del Modellatore Versione Protocollo n D Documento predisposto dal R.T.I composto da:

2 2 Sommario Sommario... 2 Indice delle Figure... 3 Storia delle modifiche Premessa Introduzione Modalità di accesso e maschera principale Menù Principale Componenti grafiche comuni all area di visualizzazione La funzione di Raggruppamento e applicazione dei Filtri Menù di Gestione Filtri Componenti di lookup del Menù di gestione filtri Anteprima e Note I Modelli Crea Nuovo Modello Crea da Word Importa Esporta Importa da server Archivia su server Modelli per ordine di pagamento europeo Menù di Gestione Copia Modello Modifica Profilo Modifica Modello Modifica Profilo e Modello Elimina Modello I frasari Crea Nuovo Frasario Importa un Frasario Esporta un Frasario Importa da server Archivia su server Menù di Gestione Frasari relativi ad ordine di pagamento europeo Il Punto di Motivazione Crea un nuovo Punto di Motivazione Importa un Punto di Motivazione Esporta un Punto di Motivazione Importa da server Archivia su server Menù di Gestione... 50

3 Indice delle Figure 3 Figura 1 Menù Principale... 7 Figura 2 Criterio di Raggruppamento... 9 Figura 3 Esempio di utilizzo della funzione di Raggruppamento Figura 4 Esempio della funzione di Auto-completamento Figura 5 Esempio della funzione di Selezione Data Figura 6 Configurazione Griglia Figura 7 Funzioni Espandi Tutto e Collassa Tutto Figura 8 Menù Gestione Filtri (Visualizzazione filtri applicati) Figura 9 Anteprima Figura 10 Il campo Note Figura 11 Creazione di un Nuovo Modello (Fase 1) Figura 12 - Creazione di un Nuovo Modello (Fase 2) Figura 13 Finestra dei PlaceHolder Figura 14 Lista dei PlaceHolder divisi per gruppi Figura 15 Tutti i PlaceHolder Figura 16 I Frasari Figura 17 I Punti di Motivazione Figura 18 Documento Word compilato con i PlaceHolder Figura 19 Funzione Crea da Word Figura 20 Finestra delle Risorse del Computer Figura 21 Finestra di selezione del Modello Figura 22 Maschera Esporta Modelli Figura 23 Finestra delle Risorse del Computer (Salva) Figura 24 Finestra di importazione modelli dal server Figura 25 Finestra di archiviazione modelli sul server Figura 26 Esempio della funzione Copia Modello Figura 27 Messaggio di Conferma Eliminazione Figura 28 Wizard Creazione Frasario (Fase 1) Figura 29 Wizard Creazione Frasario (Fase 2) Figura 30 Importa un Frasario Figura 31 Esporta Frasari Figura 32 Salva il Frasario sul PC Figura 33 Finestra di importazione frasari dal server Figura 34 Finestra di archiviazione frasari sul server Figura 35 Crea un Punto di Motivazione (Fase 1) Figura 36 - Crea un Punto di Motivazione (Fase 2) Figura 37 Importa un Punto di Motivazione Figura 38 Esporta un Punto di Motivazione Figura 39 Salva il Punto di Motivazione sul PC Figura 40 Finestra di importazione punti di motivazione dal server Figura 41 Finestra di archiviazione punti di motivazione sul server... 50

4 4 STORIA DELLE MODIFICHE Versione Documento Data Descrizione Modifica /06/2008 Prima emissione /06/2012 Aggiunti paragrafi 5.5, 5.6, 7.5, 7.6, 8.5, /03/2013 Aggiunti paragrafi 5.7, 7.7

5 1 Premessa MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. 5 Il Modellatore è uno strumento integrato nella Consolle del Magistrato che permette di creare, gestire e organizzare l attività di creazione dei modelli di atti da utilizzare nella redazione quotidiana dei provvedimenti. Questo strumento di modellazione degli atti ha come punto di forza quello di essere particolarmente flessibile nella redazione dei modelli, nella loro gestione e condivisione, mettendo a disposizione tutti gli strumenti per una corretta organizzazione dell attività. La creazione dei modelli avviene attraverso un Wizard che guida l utente nelle varie fasi previste dall applicazione e a conclusione delle quali il modello prodotto entra a far parte dell insieme di modelli a disposizione per la futura fase di redazione.

6 2 Introduzione MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. 6 Nel presente manuale sono riportate le istruzioni necessarie al corretto utilizzo del Modellatore. Per una più facile lettura del manuale è stato adottato il seguente formalismo per contraddistinguere sezioni di una maschera che necessitano di una descrizione dettagliata. Per distinguere quelle funzionalità non del tutto uniformabili tra i diversi registri è stato scelto di introdurre apposite note col simbolo (*). In più, nella stesura del presente manuale sono state adottate le seguenti simbologie: Simboleggia una nota Simboleggia una nota cui fare attenzione Infine, per una migliore comprensione dei contenuti del presente documento, si consiglia di eseguire le operazioni descritte durante le fasi di lettura verificando immediatamente la rispondenza dell applicativo a quanto esposto.

7 7 3 Modalità di accesso e maschera principale Il Modellatore è accessibile attraverso la voce di menu Modellatore presente nella parte sinistra dell applicazione Consolle del Magistrato. 3.1 Menù Principale Una volta selezionata la funzione Modellatore viene presentata la maschera principale, Figura 1, che risulta essere suddivisa in 7 parti: Figura 1 Menù Principale 1. menù che consente di modificare il nome utente da associare ai modelli prodotti, di ricevere informazioni sul numero di versione del modellatore, di importare modelli (stessa funzione disponibile nel menu di cui al punto 2) e di importare i modelli relativi agli Ordini di pagamento europeo. 2. menù di navigazione dei Modelli: è possibile accedere a tutte le macro funzioni dell applicazione relative alla creazione e all utilizzo dei modelli.

8 8 3. menù di navigazione dei Frasari: è possibile accedere a tutte le macro funzioni dell applicazione relative alla creazione e all utilizzo dei frasari. 4. menù di navigazione del Punto di Motivazione: è possibile accedere a tutte le macro funzioni dell applicazione relative alla creazione e all utilizzo del Punto di Motivazione. 5. toolbar delle funzioni applicabile e utilizzabile solo per i modelli esistenti: consente di copiare il modello creato, modificare il profilo e/o il modello, eliminare il modello creato. 6. area di visualizzazione e Menù di gestione Filtri: visualizza le informazioni relative alla funzionalità selezionate nei menù di navigazione e indica se sono stati applicati dei filtri, permette di ottenere una cronistoria dei filtri applicati e di crearne di nuovi in modo assolutamente personalizzato. 7. Area di Anteprima e Campo Note: permette di visualizzare in anteprima, in formato html i modelli, i frasari e i punti di motivazione creati. E possibile inoltre creare delle note visibile successivamente nell Area di Visualizzazione.

9 9 4 Componenti grafiche comuni all area di visualizzazione In quella che abbiamo chiamato Area di Visualizzazione esistono delle funzioni comuni che permettono una organizzazione i modelli creati a seconda del tipo di criterio selezionato. 4.1 La funzione di Raggruppamento e applicazione dei Filtri Come si evince dalla Figura 2, la funzione di Raggruppamento permette di visualizzare i modelli presenti in tabella aggregandoli in base a uno o più criteri. I criteri utilizzabili sono i seguenti: Identificativo Nome Modello Data di Creazione Data Ultima Modifica Rito di Riferimento Tipologia Atto Autore Annotazioni Figura 2 Criterio di Raggruppamento

10 10 La Figura 3 propone un esempio di raggruppamento in cui sono stati selezionati i criteri Rito di Riferimento e Data di Creazione. Il risultato ottenuto, pertanto, permette di visualizzare i modelli raggruppandoli in base al rito e all interno di questo in base alla data di creazione. Figura 3 Esempio di utilizzo della funzione di Raggruppamento Oltre al raggruppamento l utente dispone di due strumenti di filtro che gli consentono di selezionare in modo mirato i modelli di suo interesse: - Funzione di filtro ad avanzamento progressivo, come in Figura 4; - Funzione di filtro a scelta tra quelli calcolati dal sistema (filtro accessibile dal menu a tendina attivato cliccando sulla icona presente in ogni intestazione di colonna). Figura 4 Esempio della funzione di Auto-completamento

11 11 Figura 5 Esempio della funzione di Selezione Data

12 12 Qualora su una colonna della tabella sia stato impostato un filtro (non importa di quale tipo) il già noto simbolo del filtro verrà evidenziato in rosso. E bene ricordare che l applicazione dei filtri può inibire la visibilità dei modelli non contemplati dalla scelta dei filtri stessi. Per tornare ad avere la totale visibilità dei modelli nell area di visualizzazione basterà annullare la funzione dei filtri come indicato nel prosieguo del capitolo. Ai fini di una migliore organizzazione dei filtri applicabili alle colonne mostrate nell Area di Visualizzazione è inoltre possibile utilizzare la funzione della Configurazione griglia attraverso la pressione con il tasto destro del mouse sulla piccola icona posizionata sul lato destro delle colonne. La maschera che si apre è quella mostrata in Figura 6, attraverso la quale è possibile decidere di selezionare o deselezionare i tipi di filtri esistenti o modificare le impostazioni relative alla grandezza del carattere piuttosto che i colori delle righe nell Area di Visualizzazione. Figura 6 Configurazione Griglia Attraverso le funzioni di Espandi Tutto e Collassa Tutto è possibile aprire o chiudere i raggruppamenti creati attraverso la funzione Raggruppamento. Figura 7 Funzioni Espandi Tutto e Collassa Tutto

13 Menù di Gestione Filtri In calce alla maschera principale è possibile servirsi del Menù di Gestione Filtri. Ogni volta che nell Area di Visualizzazione vengono applicati dei filtri è possibile avere una visibilità completa delle operazioni effettuate. Dall esempio riportato in Figura 8 si evince l applicazione del filtro Data di Creazione e la visualizzazione nella barra del menù del tipo di filtro applicato. Figura 8 Menù Gestione Filtri (Visualizzazione filtri applicati)

14 4.1.2 Componenti di lookup del Menù di gestione filtri 14 Il pulsante rosso permette di eliminare i filtri applicati e visualizzare il totale degli elementi presenti nell Area di Visualizzazione. La freccia permette di visualizzare la cronistoria dei filtri applicati attraverso l apertura di una piccola maschera, come mostrato nella figura sottostante. Alla pressione del tasto Modifica si aprirà una maschera che permetterà di creare nuovi filtri in modo assolutamente personalizzato a partire da quelli eventualmente già impostati (vedi figura sottostante).

15 Anteprima e Note In qualunque sezione ci si trovi è possibile avere un anteprima del Modello, Frasario o Punto di Motivazione creato. La rappresentazione che verrà visualizzata sarà simile a quella rappresentata in Figura 9. Figura 9 Anteprima Accanto alla funzione dell Anteprima si trova il campo Note. L utente può decidere di annotare qualunque riferimento al modello creato e verificarne il contenuto dalla colonna nell Area di Visualizzazione che prende il nome di Annotazioni. Figura 10 Il campo Note

16 16 5 I Modelli La sezione dei Modelli consente la creazione dei modelli. In questa sezione si può creare un nuovo modello, utilizzare un modello preesistente su un file Word, importare un modello da file (pen drive, allegato di posta elettronica, ecc ), esportare un modello per condividerlo. Le funzioni inerenti ai modelli, disponibili in questa sezione sono: Crea Nuovo Crea da Word Importa Esporta Importa da server Archivia su server Per ognuna di queste funzioni viene attivata una sezione corrispondente, in cui è possibile eseguire tutte le operazioni specifiche al riguardo. 5.1 Crea Nuovo Modello La funzione di Creazione Nuovo Modello è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante:

17 17 Di seguito viene riportata la maschera principale del Wizard (Figura 11) che permette la creazione di un nuovo modello; la funzione è riconoscibile dall icona Figura 11 Creazione di un Nuovo Modello (Fase 1) Il Wizard appositamente preposto alla creazione del Modello si compone di due fasi. Nella Prima Fase, Figura 11, vengono richiesti i seguenti dati: 1. Rito di Riferimento: Attraverso il menù a tendina l utente può scegliere il rito a cui associare il modello. 2. La tipologia di Atto: Si tratta di un ulteriore criterio di identificazione del nuovo modello. L utente può scegliere il tipo di atto per il quale sta creando il modello. 3. Il nome del Modello: Il nome da attribuire al Modello è assolutamente personale. Sarà l utente infatti a decidere il nome che gli permetterà in futuro di riconoscere e identificare il modello creato.

18 18 Figura 12 - Creazione di un Nuovo Modello (Fase 2) Nella Seconda Fase, Figura 12, vengono compilati i seguenti dati: 1. Data di creazione: La data in cui è stato creato il nuovo Modello (il campo non è editabile). 2. Data di ultima Modifica: La data in cui è stata effettuata l ultima modifica al modello (il campo non è editabile). 3. Autore: Il nome di chi ha effettuato la creazione del nuovo Modello. 4. Note: Si tratta di un campo libero. L utente può decidere di scrivere un ulteriore riferimento identificativo per il nuovo modello da creare o decidere di non scrivere nulla. Alla pressione del tasto Fine si aprirà una maschera chiamata PlaceHolder insieme al file di Word che rappresenterà il contenuto del modello.

19 19 Figura 13 Finestra dei PlaceHolder Il PlaceHolder è una parola chiave da inserire nel modello; tale parola chiave verrà individuata dallo strumento di redazione che la sostituirà automaticamente con il corrispondente valore calcolato a partire dai dati del fascicolo per il quale verrà scritto il provvedimento. La scelta dei Placeholder da inserire in un modello non è libera ma guidata dal sistema, che propone una la lista di quelli disponibili come mostrato nella Figura 13. All apertura della maschera di Figura 13 è possibile distinguere quattro diversi folder: 1 PlaceHolder del documento 2 PlaceHolder per gruppi 3 PlaceHolder

20 20 4 Frasari 5 PDM (Punto di Motivazione) 5.1 Il PlaceHolder del documento: contiene la lista di tutti i placeholder specifici del tipo di documento a cui è associato il modello e suddivisi per gruppi; 5.2 Il PlaceHolder per gruppi: contiene la lista di tutti i placeholder suddivisi per gruppi. I gruppi in esso contenuti sono quelli che risultano da Figura 14. Figura 14 Lista dei PlaceHolder divisi per gruppi 5.3 Tutti: contiene la lista di tutti i PlaceHolder ordinati in ordine alfabetico come mostrato in Figura 15.

21 21 Figura 15 Tutti i PlaceHolder 5.4 I Frasari: contengono i frasari creati come mostrato in Figura Il Punto di Motivazione: contiene i Punti di Motivazione creati. Per la descrizione dei Frasari si rimanda al capitolo 7. Per la descrizione dei PdM si rimanda al capitolo 8.

22 22 Figura 16 I Frasari Frasari e PdM possono essere entrambi inseriti in un modello insieme ai PlaceHolder.

23 23 Figura 17 I Punti di Motivazione Al fine di consentire una più rapida ricerca del PlaceHolder desiderato, viene messo a disposizione dell utente un ulteriore strumento di ricerca: Questo strumento permette di scrivere in tutto o in parte il nome del PlaceHolder che si intende inserire nel modello, cominciando a selezionare, tra i gruppi esistenti, soltanto quelli le cui iniziali corrispondono alle lettere inserite. L inserimento dei PlaceHolder nel file di Word del modello avviene attraverso la pressione, con un doppio clic, su ciascuno dei PlaceHolder disponibili. Ciascuna delle chiavi utilizzate è delimitata dai simboli $$ e la loro rappresentazione nel documento è simile a quella mostrata in Figura 18.

24 24 Figura 18 Documento Word compilato con i PlaceHolder Al momento della redazione di un atto all interno della Consolle del Magistrato, tutti i PlaceHolder utilizzati nel modello realizzato con il Modellatore, verranno tradotti e sostituiti dai dati di riferimento registrati nel database locale della Consolle. 5.2 Crea da Word La funzione di Creazione Crea da Word è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante : A seguire viene riportata la maschera che si apre alla pressione del tasto relativo alla funzione, come da Figura 19.

25 25 Figura 19 Funzione Crea da Word La funzione di Crea da Word consente di creare un nuovo modello a partire da un modello già precedentemente creato su un file di Word. Una volta trovato il file di interesse non si dovrà fare altro che ripercorrere le fasi descritte nel paragrafo precedente, come da Figura 11 e Figura 12. Una volta classificato il modello, questo verrà visualizzato nell Area di Visualizzazione insieme agli altri precedentemente creati.

26 Importa La funzione di Importa è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante : Questa funzione consente di importare all interno del Modellatore uno o più modelli che si trovano sul file system (pen drive, allegato di posta elettronica, ecc ). E bene ricordare che i modelli importati devono essere contenuti in un file zip creato ad hoc da un altra installazione di Modellatore. La scelta del file da importare avviene come mostrato in Figura 20. Figura 20 Finestra delle Risorse del Computer Una volta selezionato il file che si desidera importare si aprirà una maschera, come in Figura 21, in cui si dovrà spuntare il modello o i modelli che si desidera importare e premere il tasto Importa. Il modello così importato verrà visualizzato nell Area di Visualizzazione. Figura 21 Finestra di selezione del Modello

27 Esporta La funzione di Esporta è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante. Questa funzione consente di esportare un modello per condividerlo con altri Magistrati. Una volta selezionato il pulsante di Esporta, il Modellatore aprirà una maschera da cui sarà possibile selezionare il modello che si vuole esportare, come raffigurato in Figura 22. Figura 22 Maschera Esporta Modelli Una volta selezionato il modello si aprirà una maschera (Figura 23) che permetterà di selezionare la directory in cui salvare il modello da esportare.

28 28 Figura 23 Finestra delle Risorse del Computer (Salva) Alla pressione del tasto Salva, il modello verrà salvato nella directory scelta all interno in di un file zip, così da permetterne lo scambio con altri utenti. 5.5 Importa da server Attivando la funzionalità il sistema consente di selezionare quali modelli importare dal Repository Documentale. Selezionando un modello dalla lista è possibile visualizzare l autore dell ultima archiviazione, la data di archiviazione ed eventuali note. Inoltre cliccando sul tasto visualizzare l anteprima del modello remoto selezionato. è possibile

29 29 Figura 24 Finestra di importazione modelli dal server Il sistema, all interno della funzione importa evidenzia: - In verde i modelli non ancora importati - In blu i modelli di cui sul server esiste una versione più recente - In rosso i modelli di cui sul server esiste una versione meno recente - In nero i modelli archiviati che non presentano differenze con quelli in uso 5.6 Archivia su server Attivando la funzionalità il sistema consente di selezionare quali modelli archiviare sul Repository Documentale.

30 30 Figura 25 Finestra di archiviazione modelli sul server Il sistema, all interno della funzione archivia evidenzia: - In verde i modelli non ancora archiviati - In blu i modelli di cui sul server esiste una versione meno recente - In rosso i modelli di cui sul server esiste una versione più recente - In nero i modelli archiviati che non presentano differenze con quelli in uso Una volta archiviati i modelli divengono disponibili a tutti gli assistenti e possono essere condivisi tra le varie installazioni che il Magistrato usi. I modelli possono essere modificati ed aggiornati anche in maniera incrociata tra magistrati e assistenti e tra diverse installazioni di consolle utilizzate. 5.7 Modelli per ordine di pagamento europeo Nel contesto del menu 1 indicato in figura Figura 1 è presente la voce Attivazione modelli ordine di pagamento europeo che consente di attivare ovvero visualizzare nell elenco dei modelli disponibili, i modelli definiti dalla comunità europea nel contesto del progetto e-codex 1. I modelli che vengono attivati a seguito della selezione della voce di menu di cui sopra sono otto ovvero quattro modelli associati al rito Contenzioso e quattro modelli associati al rito Diritto del 1 e-codex è un progetto europeo a larga scala, cofinanziato dalla Commissione Europea, finalizzato a migliorare l'accesso transfrontaliero dei cittadini, dei legali e delle imprese in ambito Giustizia. Il progetto mira a realizzare un sistema di interoperabilità presso alcuni Stati Membri dell Unione Europea, al fine di consentire la gestione in formato elettronico di procedimenti transfrontalieri. Il Ministero della Giustizia si è impegnato, in particolare, a rendere telematico l ordine di pagamento europeo (acronimo EPO = European Payment Order), sostenuto da un apposito regolamento comunitario (Reg.1896/2006).

31 31 Lavoro; non vi sono differenze tra i modelli associati alle due ritualità che sono infatti identificati con lo stesso nome. I modelli disponibili sono di seguito elencati - Modulo B - Richiesta al ricorrente di completare e/o correggere la domanda di ingiunzione di pagamento europea - Modulo C - Proposta al ricorrente di modificare una domanda di ingiunzione di pagamento europea - Modulo D - Decisione di rifiuto di una domanda di ingiunzione di pagamento europea - Modulo E - Ingiunzione di pagamento europea Pur mantenendo le caratteristiche di tutti i modelli definibili in Consolle, quelli elencati al punto elenco di cui sopra non saranno modificabili ne in termini di layout ne in termini di placeholder al fine di evitare il disallineamento del modello con quanto previsto nel contesto del progetto europeo.

32 32 6 Menù di Gestione Il Menù di gestione consente di copiare il modello creato, modificare il profilo e/o il modello, eliminare il modello creato. Nella Tabella 1 seguente sono riportate le funzioni attraverso cui è possibile effettuare le operazioni relative ai modelli creati. Consente di copiare un Modello precedentemente creato andando a modificarne solo alcune parti. Consente di modificare esclusivamente i dati che necessariamente devono essere indicati nella prima maschera del Wizard al momento della creazione un nuovo Modello. Consente di modificare un Modello precedentemente creato aprendo direttamente la finestra dei PlaceHolder e il file di Word. Accorpa le funzione di modifica profilo e modifica Modello. Consente di eliminare un modello precedentemente creato. 6.1 Copia Modello Tabella 1 Funzioni contenute nel Menù di Gestione Come già anticipato la funzione di Copia Modello consente di copiare un Modello precedentemente creato permettendo di apportare delle modifiche solo ad alcune parti. La logica di funzionamento di questo strumento è simile a quella già nota per la creazione di un nuovo modello con la sola e importante differenza che già si ha un modello di base da cui partire per effettuare le modifiche desiderate. Facciamo un esempio. Come si evince dall Area di Visualizzazione in Figura 26 è stato selezionato il Modello con il nome decreto e alla pressione del pulsante Copia Modello si è aperta la maschera del Wizard che permette di indicare i dati necessari per la classificazione del modello da copiare.

33 33 Figura 26 Esempio della funzione Copia Modello 6.2 Modifica Profilo La funzione di Modifica Profilo consente di modificare il profilo di un Modello precedentemente creato. Questo strumento permette di modificare i campi Nome del Modello, Rito di Riferimento e Tipologia di Atto di un modello selezionato tra quello disponibili nell Area di visualizzazione. Al termine del wizard i dati dell Area di visualizzazione verranno aggiornati. 6.3 Modifica Modello La funzione di Modifica Modello consente di effettuare le modifiche desiderate su un modello precedentemente creato. Una volta selezionato il modello su cui si intende operare, è sufficiente premere il pulsante della funzione Modifica Modello e si aprirà direttamente la maschera dei PlaceHolder e il file di Word sul quale potranno essere effettuate le modifiche da apportare al modello. 6.4 Modifica Profilo e Modello

34 34 La funzione di Modifica Profilo e Modello consente di apportare modifiche tanto al profilo identificativo di un modello precedentemente creato quanto al contenuto stesso del modello. Le due operazioni di modifica sono esattamente quelle descritte nei precedenti paragrafi con la sola differenza che possono essere fatte in un unica operazione. Si rimanda pertanto a quanto sopra descritto. 6.5 Elimina Modello La funzione di Elimina Modello consente di eliminare il/i modelli selezionati nell Area di Visualizzazione. Come indicato in Figura 27, a seguito della pressione del tasto Elimina Modello comparirà un messaggio di sicurezza che chiederà la conferma dell operazione di eliminazione del modello selezionato. 7 I frasari Figura 27 Messaggio di Conferma Eliminazione La sezione dei Frasari consente la creazione dei frasari. Un frasario può essere utilizzato nella costruzione di un modello. In questa sezione si può creare un frasario nuovo, importare un frasario da file (pen drive, allegato di posta elettronica, ecc ), esportare un frasario per condividerlo con altri magistrati. Le funzioni inerenti ai frasari, disponibili in questa sezione sono: Crea Nuovo Importa Esporta Importa da server Archivia su server Per ognuna di queste funzioni viene attivata una sezione corrispondente, in cui è possibile eseguire tutte le operazioni specifiche al riguardo. 7.1 Crea Nuovo Frasario La funzione di Creazione Nuovo Frasario è accessibile dalla sezione Frasari tramite il relativo pulsante.

35 35 Di seguito viene riportata la maschera principale del Wizard che permette la creazione del nuovo Frasario, come da Figura 28, funzione riconoscibile dall icona. Figura 28 Wizard Creazione Frasario (Fase 1) Il Wizard appositamente preposto alla creazione del Frasario si compone di due fasi. Nella Prima Fase, Figura 28, vengono richiesti una serie di dati: 1. Rito di Riferimento: Attraverso il menù a tendina l utente può scegliere il rito a cui associare il frasrio. 2. Tipologia di Atto: L utente è libero di scegliere il tipo di atto a cui associare cui il nuovo frasario. Una volta selezionato il rito, la scelta dell atto è limitata soltanto tra quelli propri del rito selezionato. 3. Descrizione del Frasario: Il nome da attribuire al Frasario è assolutamente personale. Sarà l utente infatti a decidere il nome che gli permetterà in futuro di riconoscere e identificare il frasario creato. 4. PlaceHolder: il campo non è editabile ed indica il nome con cui il sistema individuerà il frasario che si sta creando. Il valore viene calcolato in automatico in base campo Descrizione del Frasario compilato dall utente. Nella Seconda Fase, Figura 29, viene data la possibilità di scegliere la tipologia di frasario e visualizzare i restanti campi compilati in automatico: 1. La tipologia di Frasario: Il tipo di frasario può essere di tre tipi: a. Parte b. Controparte c. Storico

36 36 2. Data di creazione: La data in cui è stato creato il nuovo frasario. 3. Data di ultima Modifica: La data in cui è stata effettuata l ultima modifica al frasario. La scelta della tipologia stabilisce la modalità con cui il frasario viene tradotto (in fase di redazione) all interno del modello in cui è inserito. Nel caso il frasario sia di tipo Parte il suo contenuto verrà replicato un numero di volte pari al numero delle parti del fascicolo. Analogamente accadrà per i frasari di tipo Controparte dove però il numero di volte in cui verrà replicato sarà pari al numero delle controparti del fascicolo. Infine un frasario di tipo Storico sarà ripetuto un numero di volte pari al numero di eventi che caratterizzano lo storico del fascicolo. Figura 29 Wizard Creazione Frasario (Fase 2) Alla pressione del tasto Fine si aprirà una maschera chiamata PlaceHolder insieme al file di Word che conterrà il Frasario vero e proprio. Per la descrizione dei PlaceHolder si rimanda a quanto già detto nel paragrafo 5.1 Crea Nuovo Modello Come anticipato nel paragrafo relativo alla creazione di un nuovo modello, anche per quanto riguarda quella di un nuovo frasario, la logica di funzionamento dei PlaceHolder non cambia. Questo vuol dire che anche per i frasari, durante la fase di redazione, i PlaceHolder utilizzati verranno sostituiti con valori reali del fascicolo.

37 7.2 Importa un Frasario MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. 37 La funzione di Espota è accessibile dalla sezione Frasari tramite il relativo pulsante. Il procedimento relativo all importazione di un frasario è identica a quella già vista relativamente ai modelli. Anche in questo caso sarà necessario selezionare il frasario già presente dai documenti Figura 30 Importa un Frasario Alla pressione del pulsante Importa si aprirà la maschera, come in Figura 30, della directory per la selezione del frasario salvato sul pc. L utente andrà a selezionarlo in qualunque cartella lo abbia salvato per poi procedere all importazione. Il frasario così importato verrà visualizzato nell Area di Visualizzazione insieme a quelli già esistenti.

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE Gruppo Sportello i M A N U A L E U T E N T E SofTech srl SofTech srl Via G. Di Vittorio 21/B2 40013 Castel Maggiore (BO) Tel 051-704.112 (r.a.) Fax 051-700.097

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS...

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... Manuale Utente (Gestione Formazione) Versione 2.0.2 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... 4 2.1. Pagina Iniziale... 6 3. CARICAMENTO ORE FORMAZIONE GENERALE... 9 3.1. RECUPERO MODELLO

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

Stampa Unione per lettere tipo

Stampa Unione per lettere tipo per lettere tipo Con Stampa Unione è possibile creare lettere tipo, etichette per indirizzi, buste, elenchi indirizzi e liste per la distribuzione via posta elettronica e fax in grandi quantitativi. Lo

Dettagli

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Indice e Sommario 1 PRODUZIONE LETTERE INTERNE ED IN USCITA 3 1.1 Descrizione del flusso 3 1.2 Lettere Interne 3 1.2.1 Redazione 3 1.2.2 Firmatario

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO

INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO MANUALE UTENTE INDICE INDICE... 1 1. INTRODUZIONE... 2 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 2 2 DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA... 3 3 GESTIONE DELLA PROPOSTA

Dettagli

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 1. Menù generale Inseriti i dati di configurazione in maniera completa, il sistema presenta una schermata d approccio all applicazione

Dettagli

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Panoramica delle funzionalità Questa guida contiene le informazioni necessarie per utilizzare il pacchetto TQ Sistema in modo veloce ed efficiente, mediante

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Edilnet Soldo Edilnet Web Sistema On Line Denunce Operai Sportello virtuale per gli utenti aperto h24 Cfp Informatica Srl

Dettagli

Il personale docente e la segreteria didattica per effettuare la gestione degli scrutini dovranno eseguire semplici operazioni.

Il personale docente e la segreteria didattica per effettuare la gestione degli scrutini dovranno eseguire semplici operazioni. GESTIONE SCRUTINI SEGRETERIA - DOCENTI Il personale docente e la segreteria didattica per effettuare la gestione degli scrutini dovranno eseguire semplici operazioni. Per quanto riguarda il personale Docente

Dettagli

GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO

GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO parte seconda LA GESTIONE DEL CONTO CORRENTE PER TUTTI manuale seconda parte pag. 1 La gestione dei movimenti Prima di caricare i movimenti, è indispensabile aprire il

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni EdilnetSoldo EdilnetWeb Sistema On Line Denunce Operai Sportello virtuale per gli utenti aperto h24 CfpInformaticaSrl Release1.4

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti Studium.UniCT Tutorial Studenti v. 6 06/03/2014 Pagina 1 Sommario 1. COS È STUDIUM.UniCT... 3 2. COME ACCEDERE A STUDIUM.UniCT... 3 3. COME PERSONALIZZARE IL PROFILO...

Dettagli

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE GESTIONE PRESENZE MANUALE Gestione archivi La prima operazione da effettuare, per poter utilizzare gestione presenze, è la creazione dell archivio dove saranno memorizzati tutti i dati riconducibili ad

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Edilnet Soldo EdilnetWeb Sistema On Line Denunce Operai Sportello virtuale per gli utenti aperto h24 Cfp Informatica Srl

Dettagli

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE La stampa unione permette di stampare unitamente due file di WinWord (o anche file creati con altri programmi come Excel o Access), solitamente un file che contiene dati ed un file di testo. Generalmente

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Prof. Antonio Sestini

Prof. Antonio Sestini Prof. Antonio Sestini 1 - Formattazione Disposizione del testo intorno ad una tabella Selezionare la tabella Dal menù contestuale scegliere il comando «proprietà» Selezionare lo stile di disposizione del

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA FASE PREPARATORIA SCRUTINI SISSIWeb

PROCEDURA OPERATIVA FASE PREPARATORIA SCRUTINI SISSIWeb PROCEDURA OPERATIVA FASE PREPARATORIA SCRUTINI SISSIWeb La segreteria didattica dovrà eseguire semplici operazioni per effettuare, senza alcun problema, lo scrutinio elettronico: 1. CONTROLLO PIANI DI

Dettagli

Introduzione. EMS è un sistema di raccolta e gestione ordini clienti. Si compone in due parti:

Introduzione. EMS è un sistema di raccolta e gestione ordini clienti. Si compone in due parti: Introduzione EMS è un sistema di raccolta e gestione ordini clienti Si compone in due parti: Il sistema centrale che raccoglie e convalida gli ordini e altri dati inviati dagli agenti. Il sistema client

Dettagli

MODULO 5 BASI DI DATI

MODULO 5 BASI DI DATI MODULO 5 BASI DI DATI A cura degli alunni della VD 2005/06 del Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento NA Supervisione prof. Ciro Chiaiese SOMMARIO 5.1 USARE L APPLICAZIONE... 3 5.1.1 Concetti fondamentali...

Dettagli

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12)

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12) Manuale utente per l ordine online del materiale pubblicitario e modulistica, biglietti da visita e timbri Versione 1.0 del 18/6/12 Login Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI GUIDA AL SITO ANIN MANUALE DI ISTRUZIONI Prima Sezione COME MUOVERSI NELL AREA PUBBLICA DELL ANIN Seconda Sezione COME MUOVERSI NELL AREA RISERVATA DELL ANIN http://www.anin.it Prima Sezione 1) FORMAZIONE

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

RELEASE NOTE PROSPETTO DI CONCILIAZIONE CONTO ECONOMICO CONTO DEL PATRIMONIO CON EXCEL 2.00.00

RELEASE NOTE PROSPETTO DI CONCILIAZIONE CONTO ECONOMICO CONTO DEL PATRIMONIO CON EXCEL 2.00.00 PROGETTO ASCOT COD. VERS. : 2.00.00 DATA : 15.04.2002 RELEASE NOTE CONTO ECONOMICO CONTO DEL PATRIMONIO CON EXCEL 2.00.00 AGGIORNAMENTI VER. DATA PAG. RIMOSSE PAG. INSERITE PAG. REVISIONATE 1 2 3 4 5 6

Dettagli

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1).

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1). La barra multifunzione La barra multifunzione e il pulsante Microsoft Office Se avete lavorato per tanti anni con la suite da ufficio Office, questa nuova versione 2007 può disorientarvi davvero molto.

Dettagli

Agenda legale Guida Utente

Agenda legale Guida Utente Agenda legale Guida Utente Versione 2.2 Guida Utente all uso di Agenda legale Sommario Premessa... 2 Struttura... 3 Le tre sezioni dell agenda legale... 11 1.1 Udienze... 11 1.1.1 Inserire una nuova udienza...

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Procedura Operativa Guida GESTIONE AZIENDA

Procedura Operativa Guida GESTIONE AZIENDA Procedura Operativa Guida GESTIONE AZIENDA 16/11/2011 Guida GESTIONE AZIENDA Pagina 1 di 64 Sommario 1. Introduzione... 4 2. Accesso a GESTIONE AZIENDA... 5 3. Modifica Anagrafica...10 3.1 Menu Principale:

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

Conferma della Validità della patente di guida

Conferma della Validità della patente di guida Tomassini Conferma della Validità della patente di guida Manuale Utente per Medico/Struttura/CML Servizio di sviluppo SVI Pagina 1 di 104 INDICE DEI CONTENUTI 1 GENERALITÀ... 4 1.1 LISTA DI DISTRIBUZIONE...

Dettagli

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO Guida per l Istituto Convenzionato Versione 1.1 Sommario 1 Novità nella procedura informatica... 2 2 Valutazione tecnica... 2 2.1 Valutazione costi... 2 2.2

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO 5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO In questo capitolo tratteremo: a) dello scarico della pratica, b) della predisposizione della distinta di accompagnamento e c) di tutte

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. www.tdgroup.it Presentazione funzionale (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. Via del Fischione, 19 56019 Vecchiano - Migliarino P. (PI) Tel. (+39) 050.8971 Fax (+39) 050.897

Dettagli

Manuale utente OTTOBRE 2015

Manuale utente OTTOBRE 2015 Manuale utente OTTOBRE 2015 1 1. PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE... 4 2. COME ACCEDERE AL PROTOCOLLO INFORMATICO... 4 3. COME DARE I COMANDI... 4 3.1 ATTRAVERSO IL NAVIGATORE...

Dettagli

Word processor funzione Stampa Unione

Word processor funzione Stampa Unione Word processor funzione Stampa Unione La funzione Stampa unione permette di collegare un documento che deve essere inviato ad una serie di indirizzi ad un file che contenga i nominativi dei destinatari.

Dettagli

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice Manuale Backoffice Indice 1 Introduzione... 1 2 Attivazione del Backoffice... 1 3 Impostazione di un agenda... 3 3.1 Modificare o creare un agenda... 3 3.2 Associare prestazioni a un agenda... 4 3.3 Abilitare

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI AVVIO ATTIVITA GESTIONE DIDATTICA GESTIONE OPERATIVA 1 Amministrazione...3 1.1 Profili utente...3 1.2 Profilazione...4 1.3 Utenti...5 2 Sezione Anagrafica delle Imprese...7

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE PREMESSA MENU PRINCIPALE Il programma ARGO costituisce uno strumento flessibile, affidabile e semplice per venire incontro alle esigenze delle Istituzioni scolastiche in materia di gestione informatizzata

Dettagli

Formazione sistema editoriale CMS

Formazione sistema editoriale CMS Ufficio Società dell'informazione Nome del Progetto Acronimo del Progetto Formazione sistema editoriale CMS Documento Data di stesura Maggio 2010 Versione 1.2 Sommario 1 Scopo... 3 2 Campo di applicazione...

Dettagli

Archiflow 8. guida utente WEB

Archiflow 8. guida utente WEB Archiflow 8 guida utente WEB 1 Introduzione Il modulo ArchiflowWEB permette l accesso al database di Archiflow, quindi ai documenti archiviati, ed agli altri moduli utilizzati, tramite browser. L applicazione,

Dettagli

Manuale rapido di personalizzazione ed uso programma

Manuale rapido di personalizzazione ed uso programma Manuale rapido di personalizzazione ed uso programma In apertura, come previsto dal D.lgs 196 codice privacy -, l accesso al programma è protetto da password. Scrivere nel campo password la parola provademo

Dettagli

PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014

PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 Il parere al bilancio di previsione 2014 predisposto da ANCREL è disponibile in un file.zip Si consiglia di salvare il file

Dettagli

PCT Processo Civile Telematico

PCT Processo Civile Telematico PCT Processo Civile Telematico Manuale informativo Blog di supporto: appellopct.wordpress.com Corte d Appello di Milano Ufficio Innovazione Tel: 02/54334600 e-mail: innovazione.ca.milano@giustizia.it 2

Dettagli

Manuale di utilizzo applicativo aziendale di Gestione Cartelle Cliniche Infoclin

Manuale di utilizzo applicativo aziendale di Gestione Cartelle Cliniche Infoclin Manuale di utilizzo applicativo aziendale di Gestione Cartelle Cliniche Infoclin EVENTI FORMATIVI 27 giugno 9 e 13 luglio 2012 ore 9,00 13,00 AULA MAGNA DEL PALACONGRESSI Staff della Direzione Strategica

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

1. Aprire Microsoft Word

1. Aprire Microsoft Word Guida n 3 Realizzare, impaginare e stampare un documento (volantino) con Microsoft Word 1. Avviare Word e Creare un nuovo documento 2. Digitare un testo 3. Il comando annulla 4. Salvare un documento 5.

Dettagli

Il calendario di Windows Vista

Il calendario di Windows Vista Il calendario di Windows Vista Una delle novità introdotte in Windows Vista è il Calendario di Windows, un programma utilissimo per la gestione degli appuntamenti, delle ricorrenze e delle attività lavorative

Dettagli

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery Writer è il programma per l'elaborazione di testi della suite OpenOffice.org che ti consente di creare documenti, lettere, newsletter, brochures, grafici, etc. Gli elementi dello schermo: Di seguito le

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage Gestione home page egovernment L home page del portale Halley egovernment permette all Amministrazione di pubblicare contenuti e informazioni e di organizzarle in blocchi. Questa struttura per argomenti

Dettagli

GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER

GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER (vers. 1.0.2) GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER (vers. 1.0.2)... 1 Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 7 Funzionalità... 8 Anagrafica... 9 Registrazione

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

Allegato6 - Manuale operativo

Allegato6 - Manuale operativo Allegato6 - Manuale operativo (versione di riferimento: PI 2.00.02) Nel documento: il riferimento ai tasti non contenenti icone è indicato scrivendone la descrizione tra parentesi quadre - es. [Lista trovati]

Dettagli

Office 2007 Lezione 08

Office 2007 Lezione 08 Word: gli stili veloci e i temi Da questa lezione, iniziamo ad occuparci delle innovazioni che riguardano specificamente Word. Cominceremo parlando di stili e temi. Nella filosofia di questo nuovo Word,

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MANUALE UTENTE Versione SNT: 1.4.4 Versione 2.2 09 Febbraio 2015 Indice 1. Generalità... 4

Dettagli

Posta Elettronica Certificata. Manuale di utilizzo del servizio Webmail Light di Telecom Italia Trust Technologies

Posta Elettronica Certificata. Manuale di utilizzo del servizio Webmail Light di Telecom Italia Trust Technologies Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail Light di Telecom Italia Trust Technologies Documento Interno Pag. 1 di 28 Indice degli argomenti Indice degli argomenti... 2 1 Introduzione...

Dettagli

Manuale d uso Applicazione Gestione Documenti

Manuale d uso Applicazione Gestione Documenti Manuale d uso Applicazione Gestione Documenti 1 rev. 0-240414 Indice Manuale d uso Sommario 4 La home page dell applicazione... 4 Funzionalità trasversali... 4 Come importare i dati mediante foglio di

Dettagli

Indice dei contenuti

Indice dei contenuti Gesttiione Knowlledge Base Serrviiziio dii Conttactt Centterr 055055 Manualle dii consullttaziione Indice dei contenuti 1. Introduzione... 4 2. Modalità di accesso alle informazioni... 5 2.1. Accesso diretto

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2014 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

MULTIMEDIA INFORMATION DISTRIBUTED ACCESS IL MONDO DELLE BANCHE DATI CLICK IN UN

MULTIMEDIA INFORMATION DISTRIBUTED ACCESS IL MONDO DELLE BANCHE DATI CLICK IN UN MULTIMEDIA INFORMATION DISTRIBUTED ACCESS IL MONDO DELLE BANCHE DATI IN UN CLICK MIDA - Primo Accesso Effettuato l accesso al sistema MIDA troviamo, in alto a destra dello schermo, una serie di link di

Dettagli

INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH

INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH IMPOSTAZIONE DI UNA IMMAGINE ALL INTERNO DI UNA PAGINA WEB: In questo capitolo è spiegata la procedura di inserimento e modifica di una immagine

Dettagli

P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree

P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree DOKMAWEB P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree BBL Technology Srl Via Bruno Buozzi 8 Lissone (MI) Tel 039 2454013 Fax 039 2451959 www.bbl.it www.dokmaweb.it BBL Technology srl (WWW.BBL.IT)

Dettagli

COME PROCEDERE: Per accedere a SIGECweb è necessario collegarsi all indirizzo web: www.sigecweb.beniculturali.it

COME PROCEDERE: Per accedere a SIGECweb è necessario collegarsi all indirizzo web: www.sigecweb.beniculturali.it COMPILAZIONE MODI (MODULO INFORMATIVO) APPLICAZIONE ALLE ENTITA IMMATERIALI COSA: Il presente micromanuale è rivolto agli schedatori impegnati nella compilazione del MODI (Modulo informativo)-applicazione

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access Scopo: Familiarizzare con le funzionalità principali del DBMS (Database Management System) Microsoft

Dettagli

L amministratore di dominio

L amministratore di dominio L amministratore di dominio Netbuilder consente ai suoi clienti di gestire autonomamente le caselle del proprio dominio nel rispetto dei vincoli contrattuali. Ciò è reso possibile dall esistenza di un

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

Archimede Beta 1. Manuale utente

Archimede Beta 1. Manuale utente Archimede Beta 1 Manuale utente Archimede (Beta 1) Antares I.T. s.r.l. Indice Prerequisiti... 3 Installazione... 3 Accesso... 4 Recupero password... 4 Scadenza password... 4 Gestione Clienti... 6 Ricerca

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

GUIDA ALL INSERIMENTO DEI DATI PAES

GUIDA ALL INSERIMENTO DEI DATI PAES GUIDA ALL INSERIMENTO DEI DATI PAES Indice 1 MENU PAES... 5 1.1 ADESIONE AL PATTO DEI SINDACI... 5 1.2 CARICAMENTO DATI... 6 1.2.1 Il template vuoto... 6 1.2.2 Caricamento file PAES compilato... 7 1.3

Dettagli

BIBLIO. Fabio Cannone Consulente Software. Settembre 2014. email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb

BIBLIO. Fabio Cannone Consulente Software. Settembre 2014. email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb Fabio Cannone Consulente Software Settembre 2014 email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb BIBLIO è il software per la catalogazione e la gestione del prestito dei libri adottato

Dettagli

Mon Ami 3000 Documentale Archiviazione elettronica dei documenti cartacei

Mon Ami 3000 Documentale Archiviazione elettronica dei documenti cartacei Prerequisiti Mon Ami 3000 Documentale Archiviazione elettronica dei documenti cartacei L opzione Documentale può essere attivata in qualsiasi momento e si integra perfettamente con tutte le funzioni già

Dettagli

Word prima lezione. Prof. Raffaele Palladino

Word prima lezione. Prof. Raffaele Palladino 7 Word prima lezione Word per iniziare aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli