Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico"

Transcript

1 Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico Manuale Utente del Modellatore Versione Protocollo n D Documento predisposto dal R.T.I composto da:

2 2 Sommario Sommario... 2 Indice delle Figure... 3 Storia delle modifiche Premessa Introduzione Modalità di accesso e maschera principale Menù Principale Componenti grafiche comuni all area di visualizzazione La funzione di Raggruppamento e applicazione dei Filtri Menù di Gestione Filtri Componenti di lookup del Menù di gestione filtri Anteprima e Note I Modelli Crea Nuovo Modello Crea da Word Importa Esporta Importa da server Archivia su server Modelli per ordine di pagamento europeo Menù di Gestione Copia Modello Modifica Profilo Modifica Modello Modifica Profilo e Modello Elimina Modello I frasari Crea Nuovo Frasario Importa un Frasario Esporta un Frasario Importa da server Archivia su server Menù di Gestione Frasari relativi ad ordine di pagamento europeo Il Punto di Motivazione Crea un nuovo Punto di Motivazione Importa un Punto di Motivazione Esporta un Punto di Motivazione Importa da server Archivia su server Menù di Gestione... 50

3 Indice delle Figure 3 Figura 1 Menù Principale... 7 Figura 2 Criterio di Raggruppamento... 9 Figura 3 Esempio di utilizzo della funzione di Raggruppamento Figura 4 Esempio della funzione di Auto-completamento Figura 5 Esempio della funzione di Selezione Data Figura 6 Configurazione Griglia Figura 7 Funzioni Espandi Tutto e Collassa Tutto Figura 8 Menù Gestione Filtri (Visualizzazione filtri applicati) Figura 9 Anteprima Figura 10 Il campo Note Figura 11 Creazione di un Nuovo Modello (Fase 1) Figura 12 - Creazione di un Nuovo Modello (Fase 2) Figura 13 Finestra dei PlaceHolder Figura 14 Lista dei PlaceHolder divisi per gruppi Figura 15 Tutti i PlaceHolder Figura 16 I Frasari Figura 17 I Punti di Motivazione Figura 18 Documento Word compilato con i PlaceHolder Figura 19 Funzione Crea da Word Figura 20 Finestra delle Risorse del Computer Figura 21 Finestra di selezione del Modello Figura 22 Maschera Esporta Modelli Figura 23 Finestra delle Risorse del Computer (Salva) Figura 24 Finestra di importazione modelli dal server Figura 25 Finestra di archiviazione modelli sul server Figura 26 Esempio della funzione Copia Modello Figura 27 Messaggio di Conferma Eliminazione Figura 28 Wizard Creazione Frasario (Fase 1) Figura 29 Wizard Creazione Frasario (Fase 2) Figura 30 Importa un Frasario Figura 31 Esporta Frasari Figura 32 Salva il Frasario sul PC Figura 33 Finestra di importazione frasari dal server Figura 34 Finestra di archiviazione frasari sul server Figura 35 Crea un Punto di Motivazione (Fase 1) Figura 36 - Crea un Punto di Motivazione (Fase 2) Figura 37 Importa un Punto di Motivazione Figura 38 Esporta un Punto di Motivazione Figura 39 Salva il Punto di Motivazione sul PC Figura 40 Finestra di importazione punti di motivazione dal server Figura 41 Finestra di archiviazione punti di motivazione sul server... 50

4 4 STORIA DELLE MODIFICHE Versione Documento Data Descrizione Modifica /06/2008 Prima emissione /06/2012 Aggiunti paragrafi 5.5, 5.6, 7.5, 7.6, 8.5, /03/2013 Aggiunti paragrafi 5.7, 7.7

5 1 Premessa MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. 5 Il Modellatore è uno strumento integrato nella Consolle del Magistrato che permette di creare, gestire e organizzare l attività di creazione dei modelli di atti da utilizzare nella redazione quotidiana dei provvedimenti. Questo strumento di modellazione degli atti ha come punto di forza quello di essere particolarmente flessibile nella redazione dei modelli, nella loro gestione e condivisione, mettendo a disposizione tutti gli strumenti per una corretta organizzazione dell attività. La creazione dei modelli avviene attraverso un Wizard che guida l utente nelle varie fasi previste dall applicazione e a conclusione delle quali il modello prodotto entra a far parte dell insieme di modelli a disposizione per la futura fase di redazione.

6 2 Introduzione MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. 6 Nel presente manuale sono riportate le istruzioni necessarie al corretto utilizzo del Modellatore. Per una più facile lettura del manuale è stato adottato il seguente formalismo per contraddistinguere sezioni di una maschera che necessitano di una descrizione dettagliata. Per distinguere quelle funzionalità non del tutto uniformabili tra i diversi registri è stato scelto di introdurre apposite note col simbolo (*). In più, nella stesura del presente manuale sono state adottate le seguenti simbologie: Simboleggia una nota Simboleggia una nota cui fare attenzione Infine, per una migliore comprensione dei contenuti del presente documento, si consiglia di eseguire le operazioni descritte durante le fasi di lettura verificando immediatamente la rispondenza dell applicativo a quanto esposto.

7 7 3 Modalità di accesso e maschera principale Il Modellatore è accessibile attraverso la voce di menu Modellatore presente nella parte sinistra dell applicazione Consolle del Magistrato. 3.1 Menù Principale Una volta selezionata la funzione Modellatore viene presentata la maschera principale, Figura 1, che risulta essere suddivisa in 7 parti: Figura 1 Menù Principale 1. menù che consente di modificare il nome utente da associare ai modelli prodotti, di ricevere informazioni sul numero di versione del modellatore, di importare modelli (stessa funzione disponibile nel menu di cui al punto 2) e di importare i modelli relativi agli Ordini di pagamento europeo. 2. menù di navigazione dei Modelli: è possibile accedere a tutte le macro funzioni dell applicazione relative alla creazione e all utilizzo dei modelli.

8 8 3. menù di navigazione dei Frasari: è possibile accedere a tutte le macro funzioni dell applicazione relative alla creazione e all utilizzo dei frasari. 4. menù di navigazione del Punto di Motivazione: è possibile accedere a tutte le macro funzioni dell applicazione relative alla creazione e all utilizzo del Punto di Motivazione. 5. toolbar delle funzioni applicabile e utilizzabile solo per i modelli esistenti: consente di copiare il modello creato, modificare il profilo e/o il modello, eliminare il modello creato. 6. area di visualizzazione e Menù di gestione Filtri: visualizza le informazioni relative alla funzionalità selezionate nei menù di navigazione e indica se sono stati applicati dei filtri, permette di ottenere una cronistoria dei filtri applicati e di crearne di nuovi in modo assolutamente personalizzato. 7. Area di Anteprima e Campo Note: permette di visualizzare in anteprima, in formato html i modelli, i frasari e i punti di motivazione creati. E possibile inoltre creare delle note visibile successivamente nell Area di Visualizzazione.

9 9 4 Componenti grafiche comuni all area di visualizzazione In quella che abbiamo chiamato Area di Visualizzazione esistono delle funzioni comuni che permettono una organizzazione i modelli creati a seconda del tipo di criterio selezionato. 4.1 La funzione di Raggruppamento e applicazione dei Filtri Come si evince dalla Figura 2, la funzione di Raggruppamento permette di visualizzare i modelli presenti in tabella aggregandoli in base a uno o più criteri. I criteri utilizzabili sono i seguenti: Identificativo Nome Modello Data di Creazione Data Ultima Modifica Rito di Riferimento Tipologia Atto Autore Annotazioni Figura 2 Criterio di Raggruppamento

10 10 La Figura 3 propone un esempio di raggruppamento in cui sono stati selezionati i criteri Rito di Riferimento e Data di Creazione. Il risultato ottenuto, pertanto, permette di visualizzare i modelli raggruppandoli in base al rito e all interno di questo in base alla data di creazione. Figura 3 Esempio di utilizzo della funzione di Raggruppamento Oltre al raggruppamento l utente dispone di due strumenti di filtro che gli consentono di selezionare in modo mirato i modelli di suo interesse: - Funzione di filtro ad avanzamento progressivo, come in Figura 4; - Funzione di filtro a scelta tra quelli calcolati dal sistema (filtro accessibile dal menu a tendina attivato cliccando sulla icona presente in ogni intestazione di colonna). Figura 4 Esempio della funzione di Auto-completamento

11 11 Figura 5 Esempio della funzione di Selezione Data

12 12 Qualora su una colonna della tabella sia stato impostato un filtro (non importa di quale tipo) il già noto simbolo del filtro verrà evidenziato in rosso. E bene ricordare che l applicazione dei filtri può inibire la visibilità dei modelli non contemplati dalla scelta dei filtri stessi. Per tornare ad avere la totale visibilità dei modelli nell area di visualizzazione basterà annullare la funzione dei filtri come indicato nel prosieguo del capitolo. Ai fini di una migliore organizzazione dei filtri applicabili alle colonne mostrate nell Area di Visualizzazione è inoltre possibile utilizzare la funzione della Configurazione griglia attraverso la pressione con il tasto destro del mouse sulla piccola icona posizionata sul lato destro delle colonne. La maschera che si apre è quella mostrata in Figura 6, attraverso la quale è possibile decidere di selezionare o deselezionare i tipi di filtri esistenti o modificare le impostazioni relative alla grandezza del carattere piuttosto che i colori delle righe nell Area di Visualizzazione. Figura 6 Configurazione Griglia Attraverso le funzioni di Espandi Tutto e Collassa Tutto è possibile aprire o chiudere i raggruppamenti creati attraverso la funzione Raggruppamento. Figura 7 Funzioni Espandi Tutto e Collassa Tutto

13 Menù di Gestione Filtri In calce alla maschera principale è possibile servirsi del Menù di Gestione Filtri. Ogni volta che nell Area di Visualizzazione vengono applicati dei filtri è possibile avere una visibilità completa delle operazioni effettuate. Dall esempio riportato in Figura 8 si evince l applicazione del filtro Data di Creazione e la visualizzazione nella barra del menù del tipo di filtro applicato. Figura 8 Menù Gestione Filtri (Visualizzazione filtri applicati)

14 4.1.2 Componenti di lookup del Menù di gestione filtri 14 Il pulsante rosso permette di eliminare i filtri applicati e visualizzare il totale degli elementi presenti nell Area di Visualizzazione. La freccia permette di visualizzare la cronistoria dei filtri applicati attraverso l apertura di una piccola maschera, come mostrato nella figura sottostante. Alla pressione del tasto Modifica si aprirà una maschera che permetterà di creare nuovi filtri in modo assolutamente personalizzato a partire da quelli eventualmente già impostati (vedi figura sottostante).

15 Anteprima e Note In qualunque sezione ci si trovi è possibile avere un anteprima del Modello, Frasario o Punto di Motivazione creato. La rappresentazione che verrà visualizzata sarà simile a quella rappresentata in Figura 9. Figura 9 Anteprima Accanto alla funzione dell Anteprima si trova il campo Note. L utente può decidere di annotare qualunque riferimento al modello creato e verificarne il contenuto dalla colonna nell Area di Visualizzazione che prende il nome di Annotazioni. Figura 10 Il campo Note

16 16 5 I Modelli La sezione dei Modelli consente la creazione dei modelli. In questa sezione si può creare un nuovo modello, utilizzare un modello preesistente su un file Word, importare un modello da file (pen drive, allegato di posta elettronica, ecc ), esportare un modello per condividerlo. Le funzioni inerenti ai modelli, disponibili in questa sezione sono: Crea Nuovo Crea da Word Importa Esporta Importa da server Archivia su server Per ognuna di queste funzioni viene attivata una sezione corrispondente, in cui è possibile eseguire tutte le operazioni specifiche al riguardo. 5.1 Crea Nuovo Modello La funzione di Creazione Nuovo Modello è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante:

17 17 Di seguito viene riportata la maschera principale del Wizard (Figura 11) che permette la creazione di un nuovo modello; la funzione è riconoscibile dall icona Figura 11 Creazione di un Nuovo Modello (Fase 1) Il Wizard appositamente preposto alla creazione del Modello si compone di due fasi. Nella Prima Fase, Figura 11, vengono richiesti i seguenti dati: 1. Rito di Riferimento: Attraverso il menù a tendina l utente può scegliere il rito a cui associare il modello. 2. La tipologia di Atto: Si tratta di un ulteriore criterio di identificazione del nuovo modello. L utente può scegliere il tipo di atto per il quale sta creando il modello. 3. Il nome del Modello: Il nome da attribuire al Modello è assolutamente personale. Sarà l utente infatti a decidere il nome che gli permetterà in futuro di riconoscere e identificare il modello creato.

18 18 Figura 12 - Creazione di un Nuovo Modello (Fase 2) Nella Seconda Fase, Figura 12, vengono compilati i seguenti dati: 1. Data di creazione: La data in cui è stato creato il nuovo Modello (il campo non è editabile). 2. Data di ultima Modifica: La data in cui è stata effettuata l ultima modifica al modello (il campo non è editabile). 3. Autore: Il nome di chi ha effettuato la creazione del nuovo Modello. 4. Note: Si tratta di un campo libero. L utente può decidere di scrivere un ulteriore riferimento identificativo per il nuovo modello da creare o decidere di non scrivere nulla. Alla pressione del tasto Fine si aprirà una maschera chiamata PlaceHolder insieme al file di Word che rappresenterà il contenuto del modello.

19 19 Figura 13 Finestra dei PlaceHolder Il PlaceHolder è una parola chiave da inserire nel modello; tale parola chiave verrà individuata dallo strumento di redazione che la sostituirà automaticamente con il corrispondente valore calcolato a partire dai dati del fascicolo per il quale verrà scritto il provvedimento. La scelta dei Placeholder da inserire in un modello non è libera ma guidata dal sistema, che propone una la lista di quelli disponibili come mostrato nella Figura 13. All apertura della maschera di Figura 13 è possibile distinguere quattro diversi folder: 1 PlaceHolder del documento 2 PlaceHolder per gruppi 3 PlaceHolder

20 20 4 Frasari 5 PDM (Punto di Motivazione) 5.1 Il PlaceHolder del documento: contiene la lista di tutti i placeholder specifici del tipo di documento a cui è associato il modello e suddivisi per gruppi; 5.2 Il PlaceHolder per gruppi: contiene la lista di tutti i placeholder suddivisi per gruppi. I gruppi in esso contenuti sono quelli che risultano da Figura 14. Figura 14 Lista dei PlaceHolder divisi per gruppi 5.3 Tutti: contiene la lista di tutti i PlaceHolder ordinati in ordine alfabetico come mostrato in Figura 15.

21 21 Figura 15 Tutti i PlaceHolder 5.4 I Frasari: contengono i frasari creati come mostrato in Figura Il Punto di Motivazione: contiene i Punti di Motivazione creati. Per la descrizione dei Frasari si rimanda al capitolo 7. Per la descrizione dei PdM si rimanda al capitolo 8.

22 22 Figura 16 I Frasari Frasari e PdM possono essere entrambi inseriti in un modello insieme ai PlaceHolder.

23 23 Figura 17 I Punti di Motivazione Al fine di consentire una più rapida ricerca del PlaceHolder desiderato, viene messo a disposizione dell utente un ulteriore strumento di ricerca: Questo strumento permette di scrivere in tutto o in parte il nome del PlaceHolder che si intende inserire nel modello, cominciando a selezionare, tra i gruppi esistenti, soltanto quelli le cui iniziali corrispondono alle lettere inserite. L inserimento dei PlaceHolder nel file di Word del modello avviene attraverso la pressione, con un doppio clic, su ciascuno dei PlaceHolder disponibili. Ciascuna delle chiavi utilizzate è delimitata dai simboli $$ e la loro rappresentazione nel documento è simile a quella mostrata in Figura 18.

24 24 Figura 18 Documento Word compilato con i PlaceHolder Al momento della redazione di un atto all interno della Consolle del Magistrato, tutti i PlaceHolder utilizzati nel modello realizzato con il Modellatore, verranno tradotti e sostituiti dai dati di riferimento registrati nel database locale della Consolle. 5.2 Crea da Word La funzione di Creazione Crea da Word è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante : A seguire viene riportata la maschera che si apre alla pressione del tasto relativo alla funzione, come da Figura 19.

25 25 Figura 19 Funzione Crea da Word La funzione di Crea da Word consente di creare un nuovo modello a partire da un modello già precedentemente creato su un file di Word. Una volta trovato il file di interesse non si dovrà fare altro che ripercorrere le fasi descritte nel paragrafo precedente, come da Figura 11 e Figura 12. Una volta classificato il modello, questo verrà visualizzato nell Area di Visualizzazione insieme agli altri precedentemente creati.

26 Importa La funzione di Importa è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante : Questa funzione consente di importare all interno del Modellatore uno o più modelli che si trovano sul file system (pen drive, allegato di posta elettronica, ecc ). E bene ricordare che i modelli importati devono essere contenuti in un file zip creato ad hoc da un altra installazione di Modellatore. La scelta del file da importare avviene come mostrato in Figura 20. Figura 20 Finestra delle Risorse del Computer Una volta selezionato il file che si desidera importare si aprirà una maschera, come in Figura 21, in cui si dovrà spuntare il modello o i modelli che si desidera importare e premere il tasto Importa. Il modello così importato verrà visualizzato nell Area di Visualizzazione. Figura 21 Finestra di selezione del Modello

27 Esporta La funzione di Esporta è accessibile dalla sezione Modelli tramite il relativo pulsante. Questa funzione consente di esportare un modello per condividerlo con altri Magistrati. Una volta selezionato il pulsante di Esporta, il Modellatore aprirà una maschera da cui sarà possibile selezionare il modello che si vuole esportare, come raffigurato in Figura 22. Figura 22 Maschera Esporta Modelli Una volta selezionato il modello si aprirà una maschera (Figura 23) che permetterà di selezionare la directory in cui salvare il modello da esportare.

28 28 Figura 23 Finestra delle Risorse del Computer (Salva) Alla pressione del tasto Salva, il modello verrà salvato nella directory scelta all interno in di un file zip, così da permetterne lo scambio con altri utenti. 5.5 Importa da server Attivando la funzionalità il sistema consente di selezionare quali modelli importare dal Repository Documentale. Selezionando un modello dalla lista è possibile visualizzare l autore dell ultima archiviazione, la data di archiviazione ed eventuali note. Inoltre cliccando sul tasto visualizzare l anteprima del modello remoto selezionato. è possibile

29 29 Figura 24 Finestra di importazione modelli dal server Il sistema, all interno della funzione importa evidenzia: - In verde i modelli non ancora importati - In blu i modelli di cui sul server esiste una versione più recente - In rosso i modelli di cui sul server esiste una versione meno recente - In nero i modelli archiviati che non presentano differenze con quelli in uso 5.6 Archivia su server Attivando la funzionalità il sistema consente di selezionare quali modelli archiviare sul Repository Documentale.

30 30 Figura 25 Finestra di archiviazione modelli sul server Il sistema, all interno della funzione archivia evidenzia: - In verde i modelli non ancora archiviati - In blu i modelli di cui sul server esiste una versione meno recente - In rosso i modelli di cui sul server esiste una versione più recente - In nero i modelli archiviati che non presentano differenze con quelli in uso Una volta archiviati i modelli divengono disponibili a tutti gli assistenti e possono essere condivisi tra le varie installazioni che il Magistrato usi. I modelli possono essere modificati ed aggiornati anche in maniera incrociata tra magistrati e assistenti e tra diverse installazioni di consolle utilizzate. 5.7 Modelli per ordine di pagamento europeo Nel contesto del menu 1 indicato in figura Figura 1 è presente la voce Attivazione modelli ordine di pagamento europeo che consente di attivare ovvero visualizzare nell elenco dei modelli disponibili, i modelli definiti dalla comunità europea nel contesto del progetto e-codex 1. I modelli che vengono attivati a seguito della selezione della voce di menu di cui sopra sono otto ovvero quattro modelli associati al rito Contenzioso e quattro modelli associati al rito Diritto del 1 e-codex è un progetto europeo a larga scala, cofinanziato dalla Commissione Europea, finalizzato a migliorare l'accesso transfrontaliero dei cittadini, dei legali e delle imprese in ambito Giustizia. Il progetto mira a realizzare un sistema di interoperabilità presso alcuni Stati Membri dell Unione Europea, al fine di consentire la gestione in formato elettronico di procedimenti transfrontalieri. Il Ministero della Giustizia si è impegnato, in particolare, a rendere telematico l ordine di pagamento europeo (acronimo EPO = European Payment Order), sostenuto da un apposito regolamento comunitario (Reg.1896/2006).

31 31 Lavoro; non vi sono differenze tra i modelli associati alle due ritualità che sono infatti identificati con lo stesso nome. I modelli disponibili sono di seguito elencati - Modulo B - Richiesta al ricorrente di completare e/o correggere la domanda di ingiunzione di pagamento europea - Modulo C - Proposta al ricorrente di modificare una domanda di ingiunzione di pagamento europea - Modulo D - Decisione di rifiuto di una domanda di ingiunzione di pagamento europea - Modulo E - Ingiunzione di pagamento europea Pur mantenendo le caratteristiche di tutti i modelli definibili in Consolle, quelli elencati al punto elenco di cui sopra non saranno modificabili ne in termini di layout ne in termini di placeholder al fine di evitare il disallineamento del modello con quanto previsto nel contesto del progetto europeo.

32 32 6 Menù di Gestione Il Menù di gestione consente di copiare il modello creato, modificare il profilo e/o il modello, eliminare il modello creato. Nella Tabella 1 seguente sono riportate le funzioni attraverso cui è possibile effettuare le operazioni relative ai modelli creati. Consente di copiare un Modello precedentemente creato andando a modificarne solo alcune parti. Consente di modificare esclusivamente i dati che necessariamente devono essere indicati nella prima maschera del Wizard al momento della creazione un nuovo Modello. Consente di modificare un Modello precedentemente creato aprendo direttamente la finestra dei PlaceHolder e il file di Word. Accorpa le funzione di modifica profilo e modifica Modello. Consente di eliminare un modello precedentemente creato. 6.1 Copia Modello Tabella 1 Funzioni contenute nel Menù di Gestione Come già anticipato la funzione di Copia Modello consente di copiare un Modello precedentemente creato permettendo di apportare delle modifiche solo ad alcune parti. La logica di funzionamento di questo strumento è simile a quella già nota per la creazione di un nuovo modello con la sola e importante differenza che già si ha un modello di base da cui partire per effettuare le modifiche desiderate. Facciamo un esempio. Come si evince dall Area di Visualizzazione in Figura 26 è stato selezionato il Modello con il nome decreto e alla pressione del pulsante Copia Modello si è aperta la maschera del Wizard che permette di indicare i dati necessari per la classificazione del modello da copiare.

33 33 Figura 26 Esempio della funzione Copia Modello 6.2 Modifica Profilo La funzione di Modifica Profilo consente di modificare il profilo di un Modello precedentemente creato. Questo strumento permette di modificare i campi Nome del Modello, Rito di Riferimento e Tipologia di Atto di un modello selezionato tra quello disponibili nell Area di visualizzazione. Al termine del wizard i dati dell Area di visualizzazione verranno aggiornati. 6.3 Modifica Modello La funzione di Modifica Modello consente di effettuare le modifiche desiderate su un modello precedentemente creato. Una volta selezionato il modello su cui si intende operare, è sufficiente premere il pulsante della funzione Modifica Modello e si aprirà direttamente la maschera dei PlaceHolder e il file di Word sul quale potranno essere effettuate le modifiche da apportare al modello. 6.4 Modifica Profilo e Modello

34 34 La funzione di Modifica Profilo e Modello consente di apportare modifiche tanto al profilo identificativo di un modello precedentemente creato quanto al contenuto stesso del modello. Le due operazioni di modifica sono esattamente quelle descritte nei precedenti paragrafi con la sola differenza che possono essere fatte in un unica operazione. Si rimanda pertanto a quanto sopra descritto. 6.5 Elimina Modello La funzione di Elimina Modello consente di eliminare il/i modelli selezionati nell Area di Visualizzazione. Come indicato in Figura 27, a seguito della pressione del tasto Elimina Modello comparirà un messaggio di sicurezza che chiederà la conferma dell operazione di eliminazione del modello selezionato. 7 I frasari Figura 27 Messaggio di Conferma Eliminazione La sezione dei Frasari consente la creazione dei frasari. Un frasario può essere utilizzato nella costruzione di un modello. In questa sezione si può creare un frasario nuovo, importare un frasario da file (pen drive, allegato di posta elettronica, ecc ), esportare un frasario per condividerlo con altri magistrati. Le funzioni inerenti ai frasari, disponibili in questa sezione sono: Crea Nuovo Importa Esporta Importa da server Archivia su server Per ognuna di queste funzioni viene attivata una sezione corrispondente, in cui è possibile eseguire tutte le operazioni specifiche al riguardo. 7.1 Crea Nuovo Frasario La funzione di Creazione Nuovo Frasario è accessibile dalla sezione Frasari tramite il relativo pulsante.

35 35 Di seguito viene riportata la maschera principale del Wizard che permette la creazione del nuovo Frasario, come da Figura 28, funzione riconoscibile dall icona. Figura 28 Wizard Creazione Frasario (Fase 1) Il Wizard appositamente preposto alla creazione del Frasario si compone di due fasi. Nella Prima Fase, Figura 28, vengono richiesti una serie di dati: 1. Rito di Riferimento: Attraverso il menù a tendina l utente può scegliere il rito a cui associare il frasrio. 2. Tipologia di Atto: L utente è libero di scegliere il tipo di atto a cui associare cui il nuovo frasario. Una volta selezionato il rito, la scelta dell atto è limitata soltanto tra quelli propri del rito selezionato. 3. Descrizione del Frasario: Il nome da attribuire al Frasario è assolutamente personale. Sarà l utente infatti a decidere il nome che gli permetterà in futuro di riconoscere e identificare il frasario creato. 4. PlaceHolder: il campo non è editabile ed indica il nome con cui il sistema individuerà il frasario che si sta creando. Il valore viene calcolato in automatico in base campo Descrizione del Frasario compilato dall utente. Nella Seconda Fase, Figura 29, viene data la possibilità di scegliere la tipologia di frasario e visualizzare i restanti campi compilati in automatico: 1. La tipologia di Frasario: Il tipo di frasario può essere di tre tipi: a. Parte b. Controparte c. Storico

36 36 2. Data di creazione: La data in cui è stato creato il nuovo frasario. 3. Data di ultima Modifica: La data in cui è stata effettuata l ultima modifica al frasario. La scelta della tipologia stabilisce la modalità con cui il frasario viene tradotto (in fase di redazione) all interno del modello in cui è inserito. Nel caso il frasario sia di tipo Parte il suo contenuto verrà replicato un numero di volte pari al numero delle parti del fascicolo. Analogamente accadrà per i frasari di tipo Controparte dove però il numero di volte in cui verrà replicato sarà pari al numero delle controparti del fascicolo. Infine un frasario di tipo Storico sarà ripetuto un numero di volte pari al numero di eventi che caratterizzano lo storico del fascicolo. Figura 29 Wizard Creazione Frasario (Fase 2) Alla pressione del tasto Fine si aprirà una maschera chiamata PlaceHolder insieme al file di Word che conterrà il Frasario vero e proprio. Per la descrizione dei PlaceHolder si rimanda a quanto già detto nel paragrafo 5.1 Crea Nuovo Modello Come anticipato nel paragrafo relativo alla creazione di un nuovo modello, anche per quanto riguarda quella di un nuovo frasario, la logica di funzionamento dei PlaceHolder non cambia. Questo vuol dire che anche per i frasari, durante la fase di redazione, i PlaceHolder utilizzati verranno sostituiti con valori reali del fascicolo.

37 7.2 Importa un Frasario MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. 37 La funzione di Espota è accessibile dalla sezione Frasari tramite il relativo pulsante. Il procedimento relativo all importazione di un frasario è identica a quella già vista relativamente ai modelli. Anche in questo caso sarà necessario selezionare il frasario già presente dai documenti Figura 30 Importa un Frasario Alla pressione del pulsante Importa si aprirà la maschera, come in Figura 30, della directory per la selezione del frasario salvato sul pc. L utente andrà a selezionarlo in qualunque cartella lo abbia salvato per poi procedere all importazione. Il frasario così importato verrà visualizzato nell Area di Visualizzazione insieme a quelli già esistenti.

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Procedura Import tracciato ministeriale

Procedura Import tracciato ministeriale Progetto SINTESI Dominio Provinciale Modulo Applicativo:COB Procedura Import tracciato ministeriale 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 LETTURA DEL FILE... 4 3 IMPORT DEI FILE... 10 4 VERIFICA DELLE BOZZE E

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Gestione Fascicoli Guida Utente

Gestione Fascicoli Guida Utente Gestione Fascicoli Guida Utente Versione 2.3 Guida Utente all uso di Gestione Fascicoli AVVOCATI Sommario Premessa... 4 Struttura... 5 Pagamento fascicoli... 9 Anagrafica Avvocati... 17 1.1 Inserimento

Dettagli

MANUALE DI RIFERIMENTO

MANUALE DI RIFERIMENTO - Dominio Provinciale Tecnologia dei Processi UALE DI RIFERIMENTO Procedura COB Import tracciato Ministeriale Preparato da: Paolo.Meyer Firma Data Verificato da: Carlo di Fede Firma Data Approvato da:

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI GENERAZIONE ARCHIVI Per generazione archivi si intende il riportare nel nuovo anno scolastico tutta una serie di informazioni necessarie a preparare il lavoro

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0 Leg@lCom EasyM@IL Manuale Utente 1 Sommario Login... 5 Schermata Principale... 6 Posta Elettronica... 8 Componi... 8 Rispondi, Rispondi tutti, Inoltra, Cancella, Stampa... 15 Cerca... 15 Filtri... 18 Cartelle...

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI "Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA La Scheda Valutazione Anziano FRAgile al momento dell inserimento è abbinata al paziente. E possibile modificarla o inserirne una nuova per quest ultimo. Verrà considerata

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma 1 Il Momento Legislativo Istruzioni stampa Messaggi e Ricevute relative

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di supporto

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI Dalla Home page del sito dell Agenzia delle Entrate Cliccare sulla voce SID Selezionare ACCREDITAMENTO Impostare UTENTE e PASSWORD Gli stessi abilitati ad entrare nella AREA RISERVATA del sito (Fisconline

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT PMS SYSTEM PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT Giovanni Serpelloni 1), Massimo Margiotta 2) 1. Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria Azienda

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

Manuale Utente. Gestione Fascicolo post aggiudicazione. Versione 1.0. Direzione Generale Osservatorio Servizi Informatici e delle Telecomunicazioni

Manuale Utente. Gestione Fascicolo post aggiudicazione. Versione 1.0. Direzione Generale Osservatorio Servizi Informatici e delle Telecomunicazioni Direzione Generale Osservatorio Servizi Informatici e delle Telecomunicazioni AVCP Manuale Utente Gestione Fascicolo post aggiudicazione Versione Codice del Servizio AVCPS_REL_ Versione documento Versione

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli