MADA MAsonry DAtabase

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MADA MAsonry DAtabase"

Transcript

1 Selezione online di dati sperimentali sui parametri meccanici delle murature aggiornato al 6 febbraio 2015 Dipartimento di Strutture per l Ingegneria e l Architettura Università degli Studi di Napoli Federico II

2 Sommario 1 Introduzione Simbologia Elemento lapideo Modulo di ricerca Risultati della ricerca Scheda Elemento lapideo Malta Modulo di ricerca Risultati della ricerca Scheda Malta Elemento murario Modulo di ricerca Risultati della ricerca Scheda Elemento murario Esempio di ricerca delle proprietà meccaniche degli elementi lapidei Esempio di ricerca delle proprietà meccaniche delle malte Esempio di ricerca delle proprietà meccaniche degli elementi murari... 29

3 1 Introduzione MADA è una banca dati online di risultati sperimentali relativi alle proprietà meccaniche delle murature e dei loro materiali costituenti (ossia elementi lapidei e malta). Come tale, è possibile consultare MADA all URL ma non è possibile effettuarne il download dal sito web. I dati sperimentali possono essere rapidamente selezionati, attraverso parole chiave singole o multiple. In MADA sono presenti 658 prove su elementi murari raggruppate in 183 schede, 531 prove su elementi lapidei raggruppate in 142 schede e 339 prove su malta raggruppate in 120 schede. Ciascuna scheda contiene sia informazioni generali riguardanti il lavoro scientifico da cui sono stati estratti i dati (titolo, autori e fonte), sia informazioni di dettaglio riguardanti l elemento sottoposto a sperimentazione, le prove condotte, i parametri misurati e quelli calcolati, nonché eventuali diagrammi e fotografie di provini e set-up sperimentali. Nel caso di sperimentazione su pannelli murari è anche possibile risalire alle proprietà degli elementi lapidei e delle malte che li costituivano. Gran parte dei lavori inseriti è geo-referenziata in modo da consentire agli utenti di effettuare ricerche limitate a un determinato territorio. MADA è un prodotto elettronico finanziato dai progetti di ricerca ReLUIS-DPC , ReLUIS- DPC e ReLUIS-DPC Tale database è stato realizzato per supportare i ricercatori e i professionisti nella modellazione meccanica della muratura. Ciò consente di prevedere in modo più affidabile il comportamento strutturale delle costruzioni in muratura esistenti. Un aggiornamento continuo di MADA consentirà, infine, di seguire l evoluzione delle conoscenze sulle murature, dando la possibilità di effettuare analisi statistiche dei dati sperimentali per ciascuna tipologia e di suggerire intervalli di valori sufficientemente affidabili per la loro implementazione nei codici normativi. La struttura di MADA è costituita dalle seguenti pagine principali: - Home; - Simbologia; - Elemento lapideo; - Malta; - Elemento murario. La sezione Home (Fig. 1) descrive gli obiettivi e i contenuti di MADA, fornendo eventuali notizie relative a nuovi aggiornamenti del database. Le quattro sezioni successive consentono di visualizzare e descrivere i simboli impiegati e di effettuare la ricerca di dati sperimentali su elementi lapidei, malte e murature. Di seguito si descrivono brevemente i contenuti e le potenzialità di ciascuna delle sezioni Simbologia, Elemento lapideo, Malta ed Elemento murario, fornendo nella seconda parte del presente tutorial alcuni esempi di ricerca con parole chiave singole o multiple. ATTENZIONE: Gli autori non sono responsabili per l utilizzo di MADA e del suo tutorial. Gli utenti del database sono invitati a selezionare ed elaborare, con molta attenzione, i dati sperimentali ivi contenuti prima di utilizzarli nelle analisi strutturali. L impiego di MADA va citato come segue: Augenti N, Parisi F, Acconcia E (2012). MADA: online experimental database for mechanical modelling of existing masonry assemblages. Proc., 15th World Conference on Earthquake Engineering, Lisbon, Portugal (CD-ROM).

4 Figura 1. Home page di MADA.

5 2 Simbologia Attesa la necessità di utilizzare una simbologia unitaria per tutti i lavori scientifici inseriti in MADA, si è resa necessaria la creazione di un elenco di simboli utilizzati nelle schede, che possono essere impiegati per la ricerca dei dati sperimentali. La sezione principale Simbologia, alla quale è possibile accedere selezionando il link omonimo sulla sinistra della schermata, contiene le seguenti colonne: - SIMBOLO Elenco dei simboli in ordine alfabetico; - UNITÀ Unità di misura adottata per ciascun simbolo; - DESCRIZIONE Definizione di ciascun simbolo.

6 3 Elemento lapideo 3.1 Modulo di ricerca Selezionando il link Elemento lapideo (alla sinistra della schermata) si accede al modulo di ricerca che consente di selezionare dati sperimentali relativi ad elementi lapidei naturali e artificiali. La ricerca può essere condotta attraverso una o più delle seguenti chiavi di interrogazione: - SCHEDA Codice che identifica la scheda sperimentale; - TITOLO Titolo del lavoro scientifico; - AUTORE Cognome e iniziale del nome dell autore; - TIPOLOGIA PROVA Tipo di prova sperimentale effettuata; - NATURA PROVA Effetto della prova sperimentale (distruttivo o non distruttivo); - PROPRIETA MECCANICA Proprietà meccanica caratterizzata sperimentalmente; - ELEMENTO LAPIDEO Tipo di elemento lapideo (pietra, mattone, blocco, etc.). Selezionando un singolo campo di ricerca corrispondente ad una alle chiavi di interrogazione sopra elencate, viene visualizzato un menù a tendina contenente le informazioni inserite in MADA. L utente può dunque selezionare una delle righe del menù e poi il pulsante Cerca. In alternativa, può essere condotta una ricerca multipla selezionando nel modulo di ricerca più righe, ciascuna dal menù a tendina corrispondente ad una delle chiavi di interrogazione sopra elencate. 3.2 Risultati della ricerca Il prodotto della ricerca è un elenco di schede disponibili in MADA che soddisfano uno o più criteri stabiliti dall utente nel Modulo di ricerca. Nel caso di ricerca multipla, MADA visualizza le schede che soddisfano, in modo congiunto, i criteri di selezione stabiliti dall utente. L elenco contiene per ciascuna scheda il codice, gli autori e il titolo del lavoro scientifico dal quale sono stati estratti i dati sperimentali. Selezionando il numero di una scheda in elenco, è possibile visualizzare la scheda stessa per individuare i dati sperimentali di interesse. Selezionando, invece, il nome di un autore delle schede in elenco, MADA effettua una nuova ricerca fornendo la sequenza dei lavori presenti nel database relativi all autore selezionato. 3.3 Scheda Elemento lapideo La scheda Elemento lapideo è caratterizzata dal colore rosso dei testi fissi e si articola in cinque sezioni. La parte superiore della scheda comprende una prima sezione recante le informazioni generali del lavoro da cui sono stati estratti i dati sperimentali e contiene le seguenti informazioni: - SCHEDA Codice che identifica la scheda sperimentale; - TITOLO Titolo del lavoro scientifico;

7 - AUTORI Cognome e iniziale del nome degli autori; - FONTE Sede della pubblicazione (es.: atti di convegno, rivista); - IMMAGINE Immagini o diagrammi relativi alla sperimentazione. La seconda sezione della scheda fornisce ancora informazioni generali sulla prova in esame, ma più specifiche. Sono presenti le seguenti finestre: - TIPOLOGIA PROVA Tipo di prova sperimentale effettuata; - NATURA PROVA Effetto della prova sperimentale (distruttivo o non distruttivo); - LUOGO PROVA Luogo in cui è stata eseguita la prova sperimentale. La terza sezione della scheda riguarda, in dettaglio, le specifiche tecniche di esecuzione della prova. In particolare, i campi ad esse dedicate contengono le seguenti informazioni: - PROPRIETA MECCANICHE Proprietà meccaniche caratterizzate sperimentalmente; - MACCHINA DI PROVA Tipo e caratteristiche della macchina di prova; - MODALITÀ APPL. CARICO Tipo di carico applicato (monotono o ciclico, statico o dinamico, in controllo di forza o di spostamento, etc.); - STRUMENTAZIONE Tipo, numero e disposizione degli strumenti di misura (celle di carico, trasduttori di spostamento induttivi o potenziometrici, trasduttori di deformazione, etc.); - NOTE Annotazioni specifiche non collocabili in altri campi, sebbene importanti ai fini della comprensione della prova. La quarta sezione descrive i provini sottoposti a sperimentazione attraverso i seguenti indicatori: - ELEMENTO LAPIDEO Sigle attribuite ai singoli provini esaminati, ciascuna seguita dal materiale di cui è composto il provino; - γ [kn/m 3 ] Massimo e minimo peso per unità di volume, espressi in kn/m 3 ; - LAVORAZIONE Lavorazione dell elemento lapideo sottoposto a prova; - GRADO DI IMBIBIZIONE Condizioni dell elemento sottoposto a prova (essiccato, asciutto, imbibito, saturo, etc.); - COEFF. IMBIB. Valore del coefficiente di imbibizione. Nel riquadro intitolato DIMENSIONI, SCARTO Q.M., COEFF. VARIAZIONE, per ciascun provino individuato da una specifica Sigla, vengono forniti i valori medi di larghezza B, altezza H e spessore S (espressi in centimetri), unitamente ai rispettivi valori dello scarto quadratico medio s (espressi in centimetri) e del coefficiente di variazione CoV (espresso in percentuale e definito come rapporto tra scarto quadratico medio e media campionaria).

8 La quinta sezione della scheda è dedicata ai risultati numerici contenuti nel lavoro scientifico. Poiché la medesima memoria può comprendere prove eseguite su più tipologie di provini (ognuna contrassegnata da una sigla diversa), tale sezione conterrà informazioni relative a ciascuno di essi. Per ogni proprietà meccanica caratterizzata sperimentalmente sono riportati (al centro di un riquadro) il simbolo e l unità di misura adottati: posizionando il cursore del mouse sul simbolo appare la descrizione della proprietà meccanica. Al di sotto del simbolo della proprietà meccanica vengono visualizzati, per ciascun provino, il singolo dato sperimentale ottenuto o, eventualmente, gli estremi (min/max) dell intervallo di dati ottenuti sperimentalmente. La scheda, in definitiva, può contenere i risultati ottenuti su più provini e, per ciascuno di essi, possono essere riportati i valori sperimentali conseguiti per differenti parametri meccanici. Sono inoltre forniti alcuni riferimenti ipertestuali evidenziati da sottolineatura, che consentono all utente di interagire con il database. Utilizzando tali collegamenti è possibile eseguire altre ricerche basate sul criterio corrispondente al campo ove è presente il link. Ad esempio, se il campo TIPOLOGIA PROVA riporta Compressione, selezionando il collegamento si effettua una ricerca che mira a fornire un elenco di schede di elementi lapidei sottoposti a prova di compressione. Si precisa che, in generale, le voci elencate in precedenza compaiono solamente se per esse sono disponibili informazioni, in accordo con un approccio di visualizzazione dinamica dei dati.

9 4 Malta 4.1 Modulo di ricerca Selezionando il link Malta (alla sinistra della schermata) si accede al modulo di ricerca che consente di selezionare dati sperimentali relativi alle malte. La ricerca può essere condotta attraverso una o più delle seguenti chiavi di interrogazione: - SCHEDA Codice che identifica la scheda sperimentale; - TITOLO Titolo del lavoro scientifico; - AUTORE Cognome e iniziale del nome dell autore; - TIPOLOGIA PROVA Tipo di prova sperimentale effettuata; - NATURA PROVA Effetto della prova sperimentale (distruttivo o non distruttivo); - PROPRIETA MECCANICA Proprietà meccanica caratterizzata sperimentalmente; - MALTA Tipologia di malta (aerea, idraulica, cementizia, etc.). Selezionando un singolo campo di ricerca corrispondente ad una alle chiavi di interrogazione sopra elencate, viene visualizzato un menù a tendina contenente le informazioni inserite in MADA. L utente può dunque selezionare una delle righe del menù e poi il pulsante Cerca. In alternativa, può essere condotta una ricerca multipla selezionando nel modulo di ricerca più righe, ciascuna dal menù a tendina corrispondente ad una delle chiavi di interrogazione sopra elencate. 4.2 Risultati della ricerca Il prodotto della ricerca è un elenco di schede disponibili in MADA che soddisfano uno o più criteri stabiliti dall utente nel modulo di ricerca. Nel caso di ricerca multipla, MADA visualizza le schede che soddisfano, in modo congiunto, i criteri di selezione stabiliti dall utente. L elenco contiene per ciascuna scheda il codice, gli autori e il titolo del lavoro scientifico dal quale sono stati estratti i dati sperimentali. Selezionando il numero di una scheda in elenco, è possibile visualizzare la scheda stessa per individuare i dati sperimentali di interesse. Selezionando, invece, il nome di un autore delle schede in elenco, MADA effettua una nuova ricerca fornendo la sequenza dei lavori presenti nel database relativi all autore selezionato. 4.3 Scheda Malta La scheda Malta è caratterizzata dal colore verde dei testi fissi e si articola in cinque sezioni. La parte superiore della scheda comprende una prima sezione recante le informazioni generali del lavoro da cui sono stati estratti i dati sperimentali e contiene le seguenti informazioni: - SCHEDA Codice che identifica la scheda sperimentale; - TITOLO Titolo del lavoro scientifico;

10 - AUTORI Cognome e iniziale del nome degli autori; - FONTE Sede della pubblicazione (es.: atti di convegno, rivista); - IMMAGINE Immagini o diagrammi relativi alla sperimentazione. La seconda sezione della scheda fornisce ancora informazioni generali sulla prova in esame, ma più specifiche. Sono presenti le seguenti finestre: - TIPOLOGIA PROVA Tipo di prova sperimentale effettuata; - NATURA PROVA Effetto della prova sperimentale (distruttivo o non distruttivo); - LUOGO PROVA Luogo in cui è stata eseguita la prova sperimentale. La terza sezione della scheda riguarda, in dettaglio, le specifiche tecniche di esecuzione della prova. In particolare, i campi ad esse dedicate contengono le seguenti informazioni: - PROPRIETA MECCANICHE Proprietà meccaniche caratterizzate sperimentalmente; - MACCHINA DI PROVA Tipo e caratteristiche della macchina di prova; - MODALITÀ APPL. CARICO Tipo di carico applicato (monotono o ciclico, statico o dinamico, in controllo di forza o di spostamento, etc.); - STRUMENTAZIONE Tipo, numero e disposizione degli strumenti di misura (celle di carico, trasduttori di spostamento induttivi o potenziometrici, trasduttori di deformazione, etc.); - NOTE Annotazioni specifiche non collocabili in altri campi, sebbene importanti ai fini della comprensione della prova. La quarta sezione descrive i provini sottoposti a sperimentazione attraverso i seguenti indicatori: - MALTA Sigle attribuite ai singoli provini esaminati, ciascuna seguita dal materiale di cui è composto il provino; - COMPOSIZIONE Componenti della malta (sabbia, pozzolana, calce, cemento, acqua, etc.) e relative proporzioni (in volume o in peso). La quinta sezione della scheda è dedicata ai risultati numerici contenuti nel lavoro scientifico. Poiché la medesima memoria può comprendere prove eseguite su più provini (ognuno contrassegnato da una sigla diversa), tale sezione conterrà informazioni relative a ciascuno di essi. Per ogni proprietà meccanica caratterizzata sperimentalmente sono riportati (al centro di un riquadro) il simbolo e l unità di misura adottati: posizionando il cursore del mouse sul simbolo appare la descrizione del parametro. Al di sotto del simbolo della proprietà meccanica viene visualizzato, per ogni provino, il valore misurato o, eventualmente, gli estremi (min/max) dell intervallo di valori ottenuti sperimentalmente. La scheda, in definitiva, può contenere i risultati ottenuti su più provini e, per ciascuno di essi, possono

11 essere riportati i valori sperimentali conseguiti per differenti parametri. Sono inoltre forniti alcuni riferimenti ipertestuali evidenziati da sottolineatura, che consentono all utente di interagire con il database. Utilizzando tali collegamenti è possibile eseguire altre ricerche basate sul criterio corrispondente al campo ove è presente il link. Ad esempio, cliccando sul collegamento presente nel campo MALTA si effettua una ricerca che mira a fornire un elenco di schede relative al tipo di malta di interesse.

12 5 Elemento murario 5.1 Modulo di ricerca Selezionando il link Elemento murario (alla sinistra della schermata) si accede al modulo di ricerca che consente di selezionare dati sperimentali relativi alle murature (Fig. 1). Nella parte superiore della pagina è presente una mappa nella quale sono riportate la collocazione geografica dei dati disponibili in MADA. Le icone hanno colori differenti a seconda dell elemento lapideo che costituisce la muratura. La ricerca può essere condotta attraverso una o più delle seguenti chiavi di interrogazione: LUOGO ORIGINE MURATURA: è possibile selezionare il luogo di origine della muratura come criterio di ricerca scegliendo - Nazione Nazione di origine; - Regione Regione amministrativa (disponibile se la nazione scelta è l Italia); - Provincia Provincia (disponibile se è stata scelta la regione); - Città Città (disponibile se è stata scelta la provincia) ELEMENTO MURARIO: è possibile selezionare uno o più parametri che caratterizzano l elemento murario specificando - Elemento lapideo Tipo di elemento lapideo impiegato per la realizzazione del provino (pietra, mattone, blocco, etc.); - Malta Tipo di malta impiegata per la realizzazione del provino; - Composizione muraria Tipo di muratura; - Fattura muraria Lavorazione e assemblaggio degli elementi lapidei componenti; SCHEDA: è possibile selezionare uno o più parametri relativi alla prova effettuata specificando - Autore Cognome e iniziale del nome dell autore; - Titolo Titolo del lavoro scientifico; - Contesto prova Luogo in cui è stata eseguita la prova (in sito o in laboratorio); - Tipologia provino Definizione del provino basata sulla sua geometria;

13 Figura 2. Modulo di ricerca della sezione Elemento murario.

14 - Tipologia prova Tipo di prova sperimentale effettuata; - Proprietà meccanica el. lap. Proprietà meccanica dell elemento lapideo caratterizzata sperimentalmente; - Proprietà meccanica el. mur. Proprietà meccanica della muratura caratterizzata sperimentalmente. Selezionando un singolo campo di ricerca corrispondente ad una alle chiavi di interrogazione sopra elencate, viene visualizzato un menù a tendina contenente le informazioni inserite in MADA. L utente può dunque selezionare una delle righe del menù o scrivere una chiave di ricerca personalizzata e poi il pulsante Cerca. In alternativa, può essere condotta una ricerca multipla selezionando nel modulo di ricerca più righe, ciascuna dal menù a tendina corrispondente ad una delle chiavi di interrogazione sopra elencate. 5.2 Risultati della ricerca Il prodotto della ricerca è un elenco di schede disponibili in MADA che soddisfano uno o più criteri stabiliti dall utente nel modulo di ricerca. Nel caso di ricerca multipla, MADA visualizza le schede che soddisfano, in modo congiunto, i criteri di selezione stabiliti dall utente. L elenco contiene per ciascuna scheda il codice, gli autori e il titolo del lavoro scientifico dal quale sono stati estratti i dati sperimentali. Inoltre i risultati della ricerca sono esposti anche in forma grafica su una mappa sulla quale saranno rappresentati tutti i lavori selezionati. Selezionando il numero di una scheda in elenco o un icona sulla mappa è possibile visualizzare la scheda stessa per individuare i dati sperimentali di interesse. Selezionando, invece, il nome di un autore delle schede in elenco, MADA effettua una nuova ricerca fornendo un elenco dei lavori presenti nel database relativi all autore selezionato. 5.3 Scheda Elemento murario La scheda Elemento murario è caratterizzata dal colore azzurro dei testi fissi e si articola in otto sezioni (tre in più rispetto alle schede Elemento lapideo e Malta). Sia la prima sezione dedicata ai dati generali della fonte (SCHEDA, TITOLO, AUTORI, FONTE, IMMAGINE), sia la seconda sezione (TIPOLOGIA PROVA, LUOGO PROVA) sono in tutto e per tutto analoghe alle omonime sezioni delle schede Elemento lapideo e Malta. La terza sezione riporta il luogo di origine della muratura indicandone la nazione e, nel caso di siti ubicati in Italia, anche la regione, la provincia e il comune (ove disponibili). Il sito di origine è quello in cui il provino di muratura è stato realizzato, estratto (nel caso di provini estratti da edifici esistenti e testati in laboratorio) o sottoposto a prova (nel caso di provini testati in sito). Il luogo di origine è inoltre rappresentato graficamente su una mappa geografica ubicata sul lato destro della sezione. La quarta sezione della scheda riguarda, in dettaglio, le specifiche tecniche di esecuzione della prova. In particolare, i campi ad esse dedicate contengono le seguenti informazioni: - PROPRIETÀ MECCANICHE Proprietà meccaniche caratterizzate sperimentalmente;

15 - MACCHINA DI PROVA Tipo e caratteristiche della macchina di prova; - MODALITÀ APPL. CARICO Tipo di carico applicato (monotono o ciclico, statico o dinamico, in controllo di forza o di spostamento, etc.); - STRUMENTAZIONE Tipo, numero e disposizione degli strumenti di misura (celle di carico, trasduttori di spostamento induttivi o potenziometrici, trasduttori di deformazione, etc.); - TIPOLOGIA PROVINO Definizione del provino basata sulla sua geometria; - NOTE Annotazioni specifiche non collocabili in altri campi, sebbene importanti ai fini della comprensione della prova. La quinta sezione descrive in dettaglio i provini sottoposti a sperimentazione. In ogni campo è riportato un elenco in cui compare prima la sigla del provino e l informazione ad esso relativa. La sigla del provino di un elemento murario è la combinazione delle sigle dell elemento lapideo e della malta che lo compongono, separate dal segno +. Le informazioni contenute nella quinta sezione sono: - COMPOSIZIONE MURARIA Tipo di muratura definita in base al numero di teste, alla costruzione (es.: a sacco), etc.; - DIMENSIONI PANNELLO Valori medi di larghezza B, altezza H e spessore S (espressi in centimetri), unitamente ai rispettivi valori dello scarto quadratico medio s (espresso in centimetri) e del coefficiente di variazione CoV (espresso in percentuale). La sesta sezione fornisce alcune informazioni sull elemento lapideo che costituisce ciascun provino di elemento murario preso in considerazione. Ogni provino di elemento lapideo è individuato attraverso una sigla e il numero della scheda che ne contiene i dati sperimentali eventualmente disponibili. È possibile visualizzare la scheda dell elemento lapideo selezionando il relativo collegamento ipertestuale. Le informazioni presenti nella quinta sezione sono le seguenti: - ELEMENTO LAPIDEO Elemento lapideo impiegato per la realizzazione del provino di muratura, individuato da una sigla seguita dal numero della scheda in cui è presente; - DIMENSIONI, SCARTO Q.M., COEFF. VARIAZIONE Valori medi delle dimensioni (larghezza B, altezza H e spessore S, espressi in centimetri), loro scarto quadratico medio s (espresso in centimetri) e coefficiente di variazione CoV (espresso in percentuale) di ciascun provino di elemento lapideo. - PROVE ESEGUITE SU EL. LAP. E RISULTATI Statistiche delle proprietà meccaniche dell elemento lapideo caratterizzate sperimentalmente, incluso il valore medio indicato con il simbolo med.

16 La settima sezione fornisce alcune informazioni sulla malta che costituiva ciascun provino di elemento murario preso in considerazione. Ogni provino di malta è individuato attraverso una sigla e il numero della scheda che ne contiene i dati sperimentali eventualmente disponibili. È possibile visualizzare la scheda della malta cliccando sul relativo collegamento ipertestuale. Le informazioni presenti nella settima sezione sono le seguenti: - MALTA Sigle attribuite ai singoli provini esaminati, ciascuna seguita dal materiale di cui è composto il provino; - COMPOSIZIONE Componenti della malta (sabbia, pozzolana, calce, cemento, acqua, etc.) e relative proporzioni (in volume o in peso); - PROVE ESEGUITE SU MALTA E RISULTATI Statistiche delle proprietà meccaniche della malta caratterizzate sperimentalmente. L ottava sezione della scheda è dedicata ai risultati numerici contenuti nel lavoro scientifico. Per ogni parametro sono riportati, al centro di un riquadro, il simbolo e l unità di misura adottati. Posizionando il cursore del mouse sul simbolo appare la descrizione del parametro, al di sotto del quale viene fornito, per ogni tipologia di provino contrassegnato da una specifica sigla, il singolo dato sperimentale o, eventualmente, le statistiche dei dati sperimentali in termini di valore minimo (min), valore massimo (max), valore medio (med), scarto quadratico medio (s) e coefficiente di variazione (CoV).

17 6 Esempio di ricerca delle proprietà meccaniche degli elementi lapidei Selezionando il link Elemento lapideo dal menù generale ubicato sulla sinistra della schermata si accede al Modulo di ricerca che consente di selezionare i dati sperimentali relativi a pietre, mattoni e blocchi. La Figura 3 mostra un esempio in cui si vogliono ricercare i dati sperimentali ottenuti mediante prove a compressione. In tale caso, nel campo libero corrispondente alla voce Tipologia prova è possibile digitare la parola Compressione oppure selezionarla dal relativo menù a tendina che compare cliccando sulla freccia diretta verso il basso. Figura 3. Esempio di ricerca semplice di dati su elementi lapidei.

18 Cliccando sul pulsante Cerca appare la pagina contenente i risultati della ricerca. La prima riga indica il numero di schede trovate. Per il caso in esame, la Figura 4 mostra il messaggio 94 schede trovate seguito da una tabella avente tre colonne in cui sono indicati il codice della Scheda, gli Autori e il Titolo dei lavori scientifici che soddisfano i criteri di ricerca. Figura 4. Schede degli elementi lapidei individuate mediante ricerca semplice. Volendo affinare la selezione dei dati sperimentali, è possibile filtrare i risultati della ricerca semplice attraverso l introduzione di un ulteriore chiave di ricerca. In tal modo si effettua una ricerca multipla. La Figura 5 mostra il caso di una ricerca multipla basata, oltre che sulla Tipologia prova (Compressione), anche sulla Proprietà meccanica (E b: modulo di elasticità normale medio degli elementi lapidei). Il numero di schede disponibili che soddisfano i criteri di ricerca anzidetti è pari a 24 (Fig. 6). Qualora, ad esempio, interessi conoscere i soli dati sperimentali relativi alle pietre di tufo, è possibile

19 affinare ulteriormente la ricerca multipla indicando Tufo, come parola chiave addizionale, nel campo corrispondente alla voce Elemento lapideo. In alternativa, cliccando sulla freccia diretta verso il basso, posta a destra del campo, si apre un menù a tendina dal quale è possibile selezionare la parola Tufo (Fig. 7). Tale ricerca multipla consente di visualizzare 10 schede di dati sperimentali (Fig. 8). Figura 5. Esempio di ricerca multipla di dati su elementi lapidei mediante 2 parole chiave.

20 Figura 6. Schede degli elementi lapidei individuate mediante ricerca multipla con 2 parole chiave.

21 Figura 7. Esempio di ricerca multipla di dati su elementi lapidei mediante 3 parole chiave.

22 Figura 8. Schede degli elementi lapidei individuate mediante ricerca multipla con 3 parole chiave. Selezionando la scheda fra quelle ricavate mediante ricerca multipla con 3 parole chiave, è possibile visualizzarla per estrarre i risultati ottenuti mediante prova a compressione (Fig. 9). La scheda selezionata contiene innanzitutto le informazioni bibliografiche (titolo, autori e fonte di pubblicazione). Si precisa che la prova a compressione (di natura distruttiva) è stata effettuata su 4 provini di pietre differenti, misurando la resistenza media a compressione f bm in aggiunta al modulo di elasticità normale medio E b, che era stato scelto come parametro di selezione nel Modulo di ricerca. Il provino identificato dalla lettera D è il risultato finale della ricerca in quanto è relativo all elemento lapideo Tufo. Per esso il modulo E b è risultato variabile tra 2943 MPa e MPa, mentre la resistenza f bm è risultata variabile tra 3 MPa e 7 MPa.

23 Figura 9. Visualizzazione di una scheda contenente dati sperimentali su elementi lapidei. Cliccando sul pulsante Indietro dell internet browser si torna all elenco delle schede visualizzato mediante la ricerca multipla con 3 parole chiave (Fig. 8). E dunque possibile selezionare e visualizzare un altra scheda, ad esempio quella identificata dal codice (Fig. 10). Essa contiene i dati sperimentali ricavati su di un solo provino, per il quale sono stati misurati il modulo di elasticità normale medio E b, la deformazione estensionale longitudinale ε l e la resistenza media a compressione f bm. La scheda visualizzata in Figura 10 contiene anche le dimensioni dei provini che, soprattutto nell ambito di analisi comparative o statistiche, possono essere utili per ottenere un campione sufficientemente omogeneo di dati sperimentali.

24 Figura 10. Visualizzazione di una scheda contenente dati sperimentali su elementi lapidei. Si fa notare che alcune delle voci riportate nelle tabelle che componngono la scheda sono contrassegnate da collegamenti ipertestuali, la cui selezione consente di effettuare una nuova ricerca avente quale parola chiave quella selezionata. Infatti, cliccando sulla parola Tufo riportata affianco alla casella Elemento lapideo in Figura 10, si ricavano 43 schede contenenti i dati sperimentali relativi all Elemento lapideo Tufo (Fig. 11). Se la fonte bibliografica contenuta in una scheda visualizzata non è protetta da diritti d autore, cliccando sul collegamento ipertestuale corrispondente è possibile aprirla e consultarla mediante un qualunque programma di lettura di files PDF (Portable Document Format).

25 Figura 11. Schede degli elementi lapidei individuate mediante collegamento presente in altra scheda.

26 7 Esempio di ricerca delle proprietà meccaniche delle malte Selezionando il link Malta dal menù generale ubicato sulla sinistra della schermata si accede al Modulo di ricerca che consente di selezionare i dati sperimentali relativi alle malte. La Figura 11 mostra un esempio in cui si intende ricercare dati sperimentali su una specifica Proprietà meccanica (E m: modulo di elasticità normale medio della malta). Figura 11. Esempio di ricerca semplice di dati su malte. Tale ricerca multipla consente di visualizzare 16 schede di dati sperimentali (Fig. 13) fra le quali è possibile selezionare, ad esempio, quella identificata dal codice Tale scheda, visibile in Figura 14, contiene le informazioni riguardanti prove di compressione eseguite su provini di malta per

27 i quali sono state caratterizzate due proprietà meccaniche: E msec ed f bm. Essendo disponibile anche un immagine nella scheda selezionata, è possibile visualizzarla cliccando sul link Clicca qui per visualizzare posto in corrispondenza del campo Immagine. Figura 13. Schede delle malte individuate mediante ricerca semplice.

28 Figura 14. Visualizzazione di una scheda contenente dati sperimentali su malte.

29 8 Esempio di ricerca delle proprietà meccaniche degli elementi murari Selezionando il link Elemento murario dal menù generale ubicato sulla sinistra della schermata si accede al Modulo di ricerca che consente di selezionare i dati sperimentali relativi alle murature. La Figura 15 mostra un esempio in cui si vogliono ricercare dati sperimentali derivanti da prove di Compressione su elementi murari composti da pietre di Tufo giallo. Le parole chiave Tufo giallo e Compressione vanno digitate, rispettivamente, nei campi corrispondenti alle voci Elemento lapideo e Tipologia prova oppure è possibile selezionarle dai relativi menù a tendina. Figura 15. Esempio di ricerca multipla di dati su elementi murari mediante 2 parole chiave.

30 La ricerca multipla ha prodotto 10 schede, identificate dai codici 017.1, 097.6, 097.7, 097.8, 098.1, 103.1, 103.2, 105.1, e 138 (Fig. 17). Le Figure 17, 18 e 19 mostrano i contenuti della scheda Si tratta di informazioni ottenute mediante prove di Compressione eseguite su pannelli di altezza media H = 61 cm (deviazione standard s = 0.26 cm, coefficiente di variazione CoV = 0.42%) e spessore medio S = 15 cm (s = 0.09 cm) composti da pietre di Tufo giallo e malta idraulica. I provini sono stati contrassegnati con la sigla dell Elemento lapideo e della Malta che lo componevano (A+I). Per ciascuno di essi sono stati valutati i seguenti parametri: A m; f m; f m//; G //; µ a; ν //. Nella scheda sono anche riassunte le prove effettuate sull Elemento lapideo e sulla Malta che costituivano i pannelli, indicando le dimensioni dell elemento lapideo e la composizione della malta. Si possono visualizzare le schede dell elemento lapideo e della malta collegati all elemento murario. Figura 16. Schede degli elementi murari individuate mediante ricerca multipla con 2 parole chiave.

31 Figura 17. Parte superiore di una scheda contenente dati sperimentali su elementi murari.

32 Figura 18. Parte intermedia di una scheda contenente dati sperimentali su elementi murari.

33 Figura 19. Parte inferiore di una scheda contenente dati sperimentali su elementi murari.

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com INTRODUZIONE Per gestire i contenuti del sito Emporio Vini Cantine G.S. Bernabei, è necessario scrivere nella barra degli indirizzi del proprio

Dettagli

Regione Lombardia GUIDA ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DI REGISTRAZIONE E PROFILAZIONE NEL SISTEMA FER- FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI

Regione Lombardia GUIDA ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DI REGISTRAZIONE E PROFILAZIONE NEL SISTEMA FER- FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI Regione Lombardia GUIDA ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DI REGISTRAZIONE E PROFILAZIONE NEL SISTEMA FER- FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI Revisione del Documento: 03 Data revisione: 20-12-2012 INDICE DEI CONTENUTI

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

RASSEGNA STAMPA DEL POLESINE

RASSEGNA STAMPA DEL POLESINE RASSEGNA STAMPA DEL POLESINE Telpress T-Web Guiida rapiida Guida rapida per l uso di T-Web per la Rassegna Stampa - 1 - Cosa fare per 1. Accedere al servizio...3 2. Consultare la rassegna...3 2.1 Agire

Dettagli

ASSOWEB. Manuale Operatore

ASSOWEB. Manuale Operatore ASSOWEB Manuale Operatore Sistemi Internet per la gestione delle Associazioni dei Donatori di Sangue integrata con il sistema informativo del Servizio Trasfusionale L utilizzo delle più moderne tecnologie

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Gruppo italiano di Meccanica Applicata. Istruzioni per la compilazione del modulo per il monitoraggio della didattica del gruppo GMA

Gruppo italiano di Meccanica Applicata. Istruzioni per la compilazione del modulo per il monitoraggio della didattica del gruppo GMA Gruppo italiano di Meccanica Applicata Istruzioni per la compilazione del modulo per il monitoraggio della didattica del gruppo GMA Maggio 2003 Indice del documento Pag. In generale 1 1 - Sezione 1 Informazioni

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

CONTACT CENTER ISTRUZIONI PER L USO

CONTACT CENTER ISTRUZIONI PER L USO CONTACT CENTER ISTRUZIONI PER L USO Sommario SOMMARIO Accedere al Contact Center... 2 Inviare un quesito alla CIPAG tramite il Contact Center... 5 Consultare lo stato di lavorazione dei quesiti... 8 Recupero

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

USO DI EXCEL CLASSE PRIMAI

USO DI EXCEL CLASSE PRIMAI USO DI EXCEL CLASSE PRIMAI In queste lezioni impareremo ad usare i fogli di calcolo EXCEL per l elaborazione statistica dei dati, per esempio, di un esperienza di laboratorio. Verrà nel seguito spiegato:

Dettagli

Breve visione d insieme

Breve visione d insieme Breve visione d insieme Per accedere occorre semplicemente collegarsi alla pagina http://wm.infocom.it/ ed inserire il proprio indirizzo e-mail e password. Inserimento delle Vostre credenziali Multilingua

Dettagli

Guida online. alla banca dati della documentazione. Versione settembre 2013 a cura della redazione del sito web di Agrea

Guida online. alla banca dati della documentazione. Versione settembre 2013 a cura della redazione del sito web di Agrea Guida online alla banca dati della documentazione Versione settembre 2013 a cura della redazione del sito web di Agrea Indice 1. La maschera Ricerca nella documentazione 2. Esempio di ricerca e visualizzazione

Dettagli

Word processor funzione Stampa Unione

Word processor funzione Stampa Unione Word processor funzione Stampa Unione La funzione Stampa unione permette di collegare un documento che deve essere inviato ad una serie di indirizzi ad un file che contenga i nominativi dei destinatari.

Dettagli

Manuale operatore CUP on-line (v.1)

Manuale operatore CUP on-line (v.1) Manuale operatore CUP on-line (v.1) In questo manuale sarà effettuata una panoramica sull utilizzo e sulle principali funzioni del programma CUP (Centro Unico di Prenotazione), disponibile on-line agli

Dettagli

Gestione e verbalizzazione appelli online - Manuale Studenti

Gestione e verbalizzazione appelli online - Manuale Studenti Gestione e verbalizzazione appelli online MANUALE STUDENTI REV.2 Autore: Sistemi Informativi di Ateneo Revisore: Segreterie Studenti Destinatari: Studenti Data realizzazione: 14/03/2013 Data Revisione:

Dettagli

Voti finali e Scrutini

Voti finali e Scrutini Voti finali e Scrutini Premessa La gestione Scrutini è ora completamente integrata dentro RE. Sono previste diverse funzioni applicative, dall inserimento dei voti proposti alla gestione dello scrutinio

Dettagli

Software di collegamento Dot Com Manuale operativo

Software di collegamento Dot Com Manuale operativo Software di collegamento Dot Com Manuale operativo CAF Do.C. Spa Sede amministrativa: Corso Francia 121 d 12100 Cuneo Tel. 0171 700700 Fax 800 136 818 www.cafdoc.it info@cafdoc.it 1/36 INDICE 1. AVVIO

Dettagli

GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA

GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA Il presente rapporto è contenuto in formato elettronico nel Cd-rom allegato, insieme ai tematismi elaborati per la ricerca, che rappresentano la distribuzione spaziale dei

Dettagli

http://www.apritiscuola.it/consultadeigenitori/ scuole Apritiscuola Consulta dei Genitori

http://www.apritiscuola.it/consultadeigenitori/ scuole Apritiscuola Consulta dei Genitori http://www.apritiscuola.it/consultadeigenitori/ scuole Apritiscuola Consulta dei Genitori 07.10.2014 1 Suggerimenti per la divulgazione tra i genitori Le opportunità del portale Fase di iscrizione Iscrizione

Dettagli

Manuale di supporto all utilizzo delle funzioni del portale ADP per la gestione dei Report EDI

Manuale di supporto all utilizzo delle funzioni del portale ADP per la gestione dei Report EDI D i S Portale ADP Report EDI I Oggetto Descrizione sintetica Categoria documento Versione / Release 2.0 Area emittente Redatto da Mario Zara Rivisto da Mario Zara Emesso il 16/02/2016 Stampato il 16/02/2016

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente E.C.M. Educazione Continua in Medicina MyEcm Manuale utente Versione 1.0 giugno 2013 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. Registrazione 5 3. Accesso a myecm 8 4. Home

Dettagli

Moodle per docenti. Indice:

Moodle per docenti. Indice: Abc Moodle per docenti Indice: 1. 2. 3. 4. ACCEDERE ALL INTERNO DELLA PIATTAFORMA MOODLE. pag 1 INSERIRE UN FILE (es. Piano di lavoro e Programmi finali)... pag 4 ORGANIZZARE UN CORSO DISCIPLINARE (inserire

Dettagli

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna Geoportale web gis Provincia Regionale di Enna Guida alla consultazione del geoportale della Provincia Regionale di Enna Introduzione Cos è il Geoportale: Il Geoportale della Provincia di Enna ha la finalità

Dettagli

BDCC : Guida rapida all utilizzo

BDCC : Guida rapida all utilizzo BDCC : Guida rapida all utilizzo 1 Sommario 1. Funzionamento del sistema... 3 1.1 Cos è e cosa contiene la BDCC... 3 1.2 Meccanismi di funzionamento della BDCC... 3 1.3 Organizzazione di contenuti all

Dettagli

Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem

Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem Versione 5.1 29/10/2015 1 Sommario 1. Accesso all applicazione web... 4 1.1 Autenticazione... 4 1.2 Schermata principale... 6 2. Profilo utente... 8 2.1 Visualizzazione

Dettagli

Manuale rapido di personalizzazione ed uso programma

Manuale rapido di personalizzazione ed uso programma Manuale rapido di personalizzazione ed uso programma In apertura, come previsto dal D.lgs 196 codice privacy -, l accesso al programma è protetto da password. Scrivere nel campo password la parola provademo

Dettagli

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1 Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea 1-1 Introduzione Microsoft Word 2000 è un programma di trattamento testi, in inglese Word Processor, che può essere installato nel proprio computer o come singolo

Dettagli

CREARE UN NUOVO ARTICOLO

CREARE UN NUOVO ARTICOLO CREARE UN NUOVO ARTICOLO I. ACCESSO ALL AREA RISERVATA 1) L aggiunta di un nuovo articolo richiede innanzitutto l accesso all area riservata. Per fare ciò, collegarsi al sito www.campolavoro.it, quindi

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

ARGO SCUOLANET UTENTE DOCENTE

ARGO SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola, mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti Studium.UniCT Tutorial Studenti v. 6 06/03/2014 Pagina 1 Sommario 1. COS È STUDIUM.UniCT... 3 2. COME ACCEDERE A STUDIUM.UniCT... 3 3. COME PERSONALIZZARE IL PROFILO...

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DELLE QUOTAZIONI OMI

GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DELLE QUOTAZIONI OMI GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DELLE QUOTAZIONI OMI LA CONSULTAZIONE DELLE QUOTAZIONI OMI IN MODALITÀ CLASSICA LA CONSULTAZIONE CARTOGRAFICA DELLE QUOTAZIONI OMI DOWNLOAD DEI PERIMETRI DELLE ZONE OMI 1 INTRODUZIONE

Dettagli

Versione 1.0. La cartella di Excel contiene, di default, le seguenti schede: Classe, Criteri, 1,Riepilogo, Doc15 come si vede in figura:

Versione 1.0. La cartella di Excel contiene, di default, le seguenti schede: Classe, Criteri, 1,Riepilogo, Doc15 come si vede in figura: Versione 1.0 Premessa Dixit è la griglia per la definizione del voto d orale all esame di Stato; aiuta a mantenere un criterio unico e oggettivo nell assegnazione del voto. La cartella di Excel contiene,

Dettagli

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine Guida Utente V.0 Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti 7 Risorse 0 Presentazioni Procedura d ordine Cos è aworkbook Prodotti Risorse Presentazione Assortimento aworkbook presenta al

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

MANUALE UTENTE. Portale Web Stoccatori Virtuali GSE STOCCAGGIO GAS

MANUALE UTENTE. Portale Web Stoccatori Virtuali GSE STOCCAGGIO GAS MANUALE UTENTE Portale Web Stoccatori Virtuali GSE STOCCAGGIO GAS Ultimo aggiornamento 20/09/2012 Creato 02/02/2012 INDICE 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.1 Ambito di riferimento... 3 1.2 Organizzazione

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

1. Le macro in Access 2000/2003

1. Le macro in Access 2000/2003 LIBRERIA WEB 1. Le macro in Access 2000/2003 Per creare una macro, si deve aprire l elenco delle macro dalla finestra principale del database: facendo clic su Nuovo, si presenta la griglia che permette

Dettagli

Manuale Utente per l utilizzo della banca dati richiami vivi di Regione Lombardia

Manuale Utente per l utilizzo della banca dati richiami vivi di Regione Lombardia Manuale Utente per l utilizzo della banca dati richiami vivi di Regione Lombardia ATTENZIONE: il manuale è destinato agli utenti che sono già stati registrati nella banca dati dei richiami vivi. Per i

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1

GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1 GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1 I.C. «Pio Fedi» Grotte S. Stefano a.s2014-2015 Indice Guida n.1 Istruzioni per l accesso al portale Accesso al portale Pag.

Dettagli

Laboratorio informatico di base

Laboratorio informatico di base Laboratorio informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche (DISCAG) Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it) Sito Web del corso: www.griadlearn.unical.it/labinf

Dettagli

COMUNI-CHIAMO S.R.L. Via San Martino n. 26/1- Monte San Pietro P.IVA, C.F. e numero di iscrizione alla Camera di Commercio di Bologna 03160171207

COMUNI-CHIAMO S.R.L. Via San Martino n. 26/1- Monte San Pietro P.IVA, C.F. e numero di iscrizione alla Camera di Commercio di Bologna 03160171207 COMUNI-CHIAMO S.R.L. Via San Martino n. 26/1- Monte San Pietro P.IVA, C.F. e numero di iscrizione alla Camera di Commercio di Bologna 03160171207 Capitale sociale. 10.000,00 i.v. Sommario 1. Accedere alla

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

Microsoft Access Maschere

Microsoft Access Maschere Microsoft Access Maschere Anno formativo: 2007-2008 Formatore: Ferretto Massimo Mail: Skype to: ferretto.massimo65 Profile msn: massimoferretto@hotmail.com "Un giorno le macchine riusciranno a risolvere

Dettagli

Portale Tirocini Online

Portale Tirocini Online Portale Tirocini Online Guida per lo studente Links Management and Technology SpA IDENTIFICATIVO VERSIONE Ver. 0.1/14-12-2009 ELENCO ELABORATI ALLEGATI Progr. Nome documento 0.1 Emesso da: Redatto da:

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Guida rapida all uso del registro Scuolanext 2.0

Guida rapida all uso del registro Scuolanext 2.0 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FEDERICO II DI SVEVIA MASCALUCIA Guida rapida all uso del registro Scuolanext 2.0 Prof.ssa Maio Rosaria a.s. 2014/2015 PRIMA PARTE Sommario CAMBIO PASSWORD... 4 ACCESSO...

Dettagli

Le query. Lezione 6 a cura di Maria Novella Mosciatti

Le query. Lezione 6 a cura di Maria Novella Mosciatti Lezione 6 a cura di Maria Novella Mosciatti Le query Le query sono oggetti del DB che consentono di visualizzare, modificare e analizzare i dati in modi diversi. Si possono utilizzare query come origine

Dettagli

Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem

Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem Versione 2.0 29 OTTOBRE 2015 1 Sommario 1. Accesso all applicazione web... 3 1.1 Autenticazione... 3 1.2 Menù e nome utente... 5 2. Profilo utente...

Dettagli

Capitolo 6. 6.1 TOTALI PARZIALI E COMPLESSIVI Aprire la cartella di lavoro Lezione2 e inserire la tabella n 2 nel Foglio1 che chiameremo Totali.

Capitolo 6. 6.1 TOTALI PARZIALI E COMPLESSIVI Aprire la cartella di lavoro Lezione2 e inserire la tabella n 2 nel Foglio1 che chiameremo Totali. Capitolo 6 GESTIONE DEI DATI 6.1 TOTALI PARZIALI E COMPLESSIVI Aprire la cartella di lavoro Lezione2 e inserire la tabella n 2 nel Foglio1 che chiameremo Totali. Figura 86. Tabella Totali Si vuole sapere

Dettagli

MANUALE PORTALE CLIENTI ARREDO 3 CUCINE

MANUALE PORTALE CLIENTI ARREDO 3 CUCINE MANUALE PORTALE CLIENTI ARREDO 3 CUCINE Autore : Simone Tavella Pagina 1 INDICE 1 PORTALE CLIENTI COS E?. PAG. 3 2 SCHERMATA PRINCIPALE (HOME PAGE). PAG. 4 3 ORDINI RICEVUTI DA CONFERMARE. PAG. 6 4 PORTAFOGLIO

Dettagli

Indice Statistiche Univariate Statistiche Bivariate

Indice Statistiche Univariate Statistiche Bivariate Indice 1 Statistiche Univariate 1 1.1 Importazione di un file.data.............................. 1 1.2 Medie e variabilità................................... 6 1.3 Distribuzioni di frequenze...............................

Dettagli

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access Scopo: Familiarizzare con le funzionalità principali del DBMS (Database Management System) Microsoft

Dettagli

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE Servizio INT Sistema Informativo Geografico INDICE Utilizzare il bt.viewer Navigare nella mappa Confrontare foto aeree Tematismi Tematismi: applicare la

Dettagli

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE SardegnaFotoAeree La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA [2] Indice 1. Introduzione 2. Navigatore 5 7 8 9 2.1. Strumenti di navigazione 2.2. Ricerca

Dettagli

Guida alla gestione dei Verbali d esame online

Guida alla gestione dei Verbali d esame online Guida alla gestione dei Procedura informatica ESSE3 Versione 2.2 Autore Stato Revisore Data 31/01/2014 Distribuito a: Gruppo di lavoro ESSE3 Docenti dell Ateneo Sommario Introduzione... 1 1 Accesso all

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

MANUALE RAPIDO SULL'USO DEL REGISTRO ELETTRONICO ARGO

MANUALE RAPIDO SULL'USO DEL REGISTRO ELETTRONICO ARGO MANUALE RAPIDO SULL'USO DEL REGISTRO ELETTRONICO ARGO ACCESSO Per accedere ai registri elettronici bisogna collegarsi al sito www.portaleargo.it e selezionare l'ultima voce Argo ScuolaNext; nella pagina

Dettagli

per immagini guida avanzata Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Il raggruppamento e la struttura dei dati sono due funzioni di gestione dati di Excel, molto simili tra

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati MANUALE UTENTE Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati INDICE ACCESSO AL SERVIZIO... 3 GESTIONE DESTINATARI... 4 Aggiungere destinatari singoli... 5 Importazione utenti...

Dettagli

Barre di scorrimento

Barre di scorrimento Barre di scorrimento La finestra della cartella è come un apertura dalla quale si può vedere una parte del foglio di lavoro Le frecce di scorrimmento permettono di spostarsi di una cella alla volta Le

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE Gli utenti registrati invieranno le richieste di autorizzazione seguendo la procedura automatica prevista dal sistema dei Trasporti Eccezionali. L operatore riceverà quindi

Dettagli

SIPITEC2 SERVIZI DI DATAWAREHOUSING

SIPITEC2 SERVIZI DI DATAWAREHOUSING SIPITEC2 SERVIZI DI DATAWAREHOUSING MANUALE D USO 1 Indice Indice... 2 1. Accesso ai servizi di Datawarehousing... 3 2. La Home Page... 4 3. L accesso agli Archivi... 6 4. I Report... 8 4.1 I Report Dinamici...

Dettagli

Manuale utente. Selezione on-line Manuale.docx. Id documento: Versione: versione 2.4

Manuale utente. Selezione on-line Manuale.docx. Id documento: Versione: versione 2.4 Manuale utente Id documento: Selezione on-line Manuale.docx Versione: versione 2.4 Revisioni: Aggiunte le funzioni Copia in e Sposta in nella sezione Curriculum (paragrafo 4.5) Data: 17/01/2014 Pagina

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

Capitolo 4 Guida operativa del programma TQ Tara

Capitolo 4 Guida operativa del programma TQ Tara Capitolo 4 Guida operativa del programma TQ Tara Panoramica delle funzionalità Questa guida contiene le informazioni necessarie per utilizzare il pacchetto TQ Tara in modo veloce ed efficiente, mediante

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra 4.5 Stampa 4.5.1 Stampare semplici fogli elettronici 4.5.1.1 Usare le opzioni di base della stampa Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando Stampa dal menu File o si utilizza

Dettagli

Sistema informatico per l invio della Dichiarazione di Immediata disponibilità al lavoro

Sistema informatico per l invio della Dichiarazione di Immediata disponibilità al lavoro Regione Siciliana Dipartimento regionale del lavoro, dell impiego, dell orientamento, dei servizi e delle attività formative Sistema informatico per l invio della Dichiarazione di Immediata disponibilità

Dettagli

Creazione di un ipertesto con Word

Creazione di un ipertesto con Word Creazione di un ipertesto con Word Realizzare un ipertesto per illustrare la storia dell esplorazione dello spazio. Descriviamo le fasi principali per la creazione di un ipertesto: a. all inizio occorre

Dettagli

Manuale Utente 1 Ultimo aggiornamento: 2015/12/22 ifatt

Manuale Utente 1 Ultimo aggiornamento: 2015/12/22 ifatt Manuale Utente 1 Ultimo aggiornamento: 2015/12/22 ifatt Indice Introduzione... 1 Interfaccia... 2 Introduzione La fatturazione cambia volto. Semplice, certa, elettronica ifatt cambia il modo di gestire

Dettagli

Guida all utilizzo di

Guida all utilizzo di Guida all utilizzo di L area di cercacasa.it riservata agli agenti immobiliari assistenza@cercacasa.it 1 Sommario 1. Introduzione pag. 3 2. Registrazione agenzia pag. 4 3. Accesso agenzie e collaboratori

Dettagli

MArine Coastal Information SysTEm

MArine Coastal Information SysTEm GUIDA ALL UTILIZZO DELL INTERFACCIA CARTOGRAFICA Il MArine Coastal Information SysTEm è un sistema informativo integrato che permette di gestire dati ambientali interdisciplinari (fisici, chimici e biologici)

Dettagli

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale 1 - Come Accedere a Nuvola 2 - Home Page Area Docente 3 - Come Modificare il proprio Profilo 4 - Come Modificare la propria Password 5 -

Dettagli

Scheda operativa Versione rif. 13.01.3c00. Libro Inventari

Scheda operativa Versione rif. 13.01.3c00. Libro Inventari 1 Inventario... 2 Prepara tabelle Inventario... 2 Gestione Inventario... 3 Tabella esistente... 3 Nuova tabella... 4 Stampa Inventario... 8 Procedure collegate... 11 Anagrafiche Archivi ditta Progressivi

Dettagli

Sulla colonna a destra si trovano invece i blocchi dedicati alle utilità e all amministrazione:

Sulla colonna a destra si trovano invece i blocchi dedicati alle utilità e all amministrazione: GUIDA STUDENTI Benvenuti sulla piattaforma Des-K, basata su Moodle! Di seguito una breve introduzione alla navigazione nell area dedicata alle Work Experience. Per i sistemi Windows si consiglia fortemente

Dettagli

Sistema Bibliotecario di Ateneo STAFF DI DIREZIONE. PROGETTO CASA EDITRICE. Unitn-eprints.PhD. Manuale per il deposito dei documenti. Versione 1.

Sistema Bibliotecario di Ateneo STAFF DI DIREZIONE. PROGETTO CASA EDITRICE. Unitn-eprints.PhD. Manuale per il deposito dei documenti. Versione 1. Unitn-eprints.PhD Manuale per il deposito dei documenti Versione 1.1 Gennaio 2011 1 SOMMARIO 1. DEPOSITO DI UN DOCUMENTO in Unitn-eprints.PhD... 3 2. TEMPI DI VISUALIZZAZIONE DI UN DOCUMENTO IN Unitn-eprints.PhD...

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

Excel Foglio elettronico: esempio

Excel Foglio elettronico: esempio Excel Sist.Elaborazione Inf. excel 1 Foglio elettronico: esempio Sist.Elaborazione Inf. excel 2 Foglio elettronico o spreadsheet griglia o tabella di celle o caselle in cui è possibile inserire: diversi

Dettagli

Manuale di istruzioni

Manuale di istruzioni Manuale di istruzioni GESTIRE IL MERCATO ONLINE Pagina La Pagina Centrale...1 L Area di Lavoro...1 Inserimento dei vostri prodotti...2 Trovare offerte e richieste...3 Fare e ricevere proposte...4 Accettare

Dettagli

Guida docenti all inserimento delle informazioni sugli insegnamenti (programmi, etc.) da web

Guida docenti all inserimento delle informazioni sugli insegnamenti (programmi, etc.) da web Guida docenti all inserimento delle informazioni sugli insegnamenti (programmi, etc.) da web v 1.2 Indice 1. INFORMAZIONI INIZIALI... 3 2. ACCESSO AD ESSE3... 3 3. INSERIMENTO DELLE INFORMAZIONI SUGLI

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Cittadini in Salute Guida rapida al sistema di gestione dei contenuti. Versione 1.0

Cittadini in Salute Guida rapida al sistema di gestione dei contenuti. Versione 1.0 Guida rapida al sistema di gestione dei contenuti Versione 1.0 Sommario 1- Introduzione... 3 2 - Riferimenti al portale e al sistema editoriale... 4 3 - Uno sguardo alla scheda informativa... 5 4 - Uso

Dettagli

HOME. Servizio Download Dati Geografici. Interfaccia utente

HOME. Servizio Download Dati Geografici. Interfaccia utente HOME Servizio Download Dati Geografici Il servizio download offre all'utente la possibilità di scaricare il dato sia in formato raster sia in formato vettoriale. Per ogni livello informativo che si desidera

Dettagli

GUIDA STUDENTI HOMEPAGE DEI CORSI ON-LINE

GUIDA STUDENTI HOMEPAGE DEI CORSI ON-LINE GUIDA STUDENTI Benvenuti sulla piattaforma Des-K, basata su Moodle. Di seguito una breve introduzione alla navigazione tra i contenuti e le attività didattiche dei corsi on-line e una panoramica sui principali

Dettagli

Servizio e-business eni Centro Stampa. Manuale Fornitore

Servizio e-business eni Centro Stampa. Manuale Fornitore Servizio e-business eni Centro Stampa Manuale Fornitore Gentile Utente, questo manuale illustra l utilizzo del servizio di Centro Stampa in qualità di Fornitore. Suggeriamo di dedicare qualche minuto alla

Dettagli

CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE

CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE Quando una parola non è presente nel dizionario di Word, oppure nello scrivere una frase si commettono errori grammaticali, allora si può eseguire una delle seguenti

Dettagli

Shop Remote Client. Manuale Utente

Shop Remote Client. Manuale Utente Shop Remote Client Manuale Utente Indice 1 Installazione del sistema Shop Remote Client... 2 1.1 Requisiti di base... 2 1.2 Installazione del client... 2 1.3 Impostazione stampante... 3 2 Utilizzo del

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo Pag. 1 di 41 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo INDICE Pag. 2 di 41 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA... 4 3. FUNZIONE BACHECA... 8 4. GESTIONE TIROCINANTI...

Dettagli

sistemapiemonte Anagrafe Agricola Unica Manuale d'uso sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Anagrafe Agricola Unica Manuale d'uso sistemapiemonte.it sistemapiemonte Anagrafe Agricola Unica Manuale d'uso sistemapiemonte.it 2 Indice 1 Premessa 3 2 Accesso al servizio 4 2.1 Configurazione minima per l utilizzo 4 2.2 Accesso alla home page del servizio

Dettagli

Altre funzioni utili SINTASSI ED ESEMPI

Altre funzioni utili SINTASSI ED ESEMPI Altre funzioni utili SINTASSI ED ESEMPI Sintassi della funzione CONTA.SE Sintassi della funzione SOMMA.SE È tra le funzioni matematiche e trigonometriche Sintassi della funzione MAX È tra le funzioni statistiche

Dettagli

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Olitech Informatica Telematico Accise Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Versione del manuale: 26-01-2010 1 Indice Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso... 1 Indice... 2 Funzionalità

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

SITO DI ZONA WWW.AGESCIANCONA.ORG

SITO DI ZONA WWW.AGESCIANCONA.ORG SITO DI ZONA WWW.AGESCIANCONA.ORG Questa è come si presenta la Home page del sito. in questo documento vengono descritte le varie sezioni e come utilizzare alcune funzionalità Pagina 1 di 19 Menù principale

Dettagli