SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie"

Transcript

1 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 1 di 10 SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie Unità 1 Il sistema azienda e i suoi soggetti 1.16 CATEGORIE DI IMPRESE 1. Fabbrica tessile - impresa industriale 2. Negozio di profumeria - impresa commerciale del piccolo dettaglio 3. Supermercato - impresa commerciale della grande distribuzione 4. Pizzeria impresa di servizi 5. Discoteca impresa di servizi 1.17 CATEGORIE DI IMPRESE 1. Ristorante -pizzeria impresa di servizi 2. Banca - impresa bancaria 3. Compagnia di assicurazione - impresa assicuratrice 4. Agenzia di viaggi impresa di servizi 5. Negozi di abbigliamento - impresa commerciale del piccolo dettaglio 6. Ipermercato - impresa commerciale della grande distribuzione 1.18 CATEGORIE DI IMPRESE 1. Fabbrica di montature per occhiali - impresa industriale 2. Negozio di ottica - impresa commerciale del piccolo dettaglio 3. Palestra impresa di servizi 4. Supermercato - impresa commerciale della grande distribuzione 5. Pizzeria impresa di servizi 6. Cascina con stalla, pollaio, terreno coltivato impresa agricola 1.19 SOGGETTI DI UN IMPRESA a) Soggetto giuridico: Fulvio Metra, proprietario del negozio b) Soggetto economico: Fulvio Metra, proprietario del negozio c) Soggetti esterni con cui l impresa entra in rapporto : fornitori (industrie di hardware e software), clienti 1.20 SOGGETTI DELLE IMPRESE Negozio materiale elettrico a) Soggetto giuridico: Andrea Borri, titolare dell impresa b) Soggetto economico: Andrea Borri, titolare dell impresa Fabbrica di biciclette per bambini a) Soggetto giuridico: la società per azioni b) Soggetto economico: Elisabetta Torri, socio di maggioranza della s.p.a.

2 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 2 di SOGGETTI DELLE IMPRESE Officina per la lavorazione del ferro a) Impresa artigiana b) Soggetto giuridico: Carlo Cerri, titolare dell impresa c) Soggetto economico: Carlo Cerri, titolare dell impresa Fabbrica di porte blindate a) Impresa industriale b) Soggetto giuridico: la società a responsabilità limitata (s.r.l.) c) Soggetto economico di fatto: Orietta Setti, socio di maggioranza d) Portatori di interessi interni: i soci, il dirigente Ugo Uberti, i tre impiegati e gli otto operai 1.22 SOGGETTI DELLE IMPRESE a) Impresa industriale b) Soggetto giuridico: la società per azioni c) Soggetto economico di fatto: Paolo Sella, socio di maggioranza e amministratore d) Portatori di interessi interni: i soci, che forniscono capitale e ricevono utili, i due impiegati e i tre operai, che forniscono attività lavorativa e ricevono retribuzioni. Portatori di interessi esterni: banche, che concedono prestiti in cambio di interessi, fornitori, che forniscono materie prime e servizi in cambio di denaro, clienti, quali le imprese edili e le imprese commerciali all ingrosso, che acquistano il prodotto finito, le piastrelle, in cambio di denaro 1.23 ANALISI DI UN SISTEMA AZIENDALE I cinque elementi essenziali del sistema azienda: 1. sociale: l attività di gestione è svolta dal proprietario in collaborazione con le figlie; 2. tecnico: il rifugio è attrezzato per offrire ospitalità e ristoro quindi dispone dei beni necessari per la preparazione dei cibi, la pulizia e il riassetto dei locali e di posti letto; 3. funzionale: il proprietario gestisce l attività coordinando anche il lavoro delle figlie, che hanno compiti specifici inerenti la cucina e la pulizia e l ordine dei locali; 4. aperto: l azienda è in continua relazione con i fornitori dei servizi e dei beni necessari allo svolgimento dell attività di accoglienza e con alpinisti ed escursionisti, clienti del rifugio alpino; 5. dinamico: l attività deve continuamente adeguarsi al numero degli ospiti e alle condizioni climatiche che limitano o rendono difficile il raggiungimento del rifugio. Categoria a) in base allo scopo: azienda profit oriented b) in base all oggetto della attività: impresa di servizi che opera nel settore del turismo Soggetto giuridico: Alberto Sardini, proprietario e gestore del rifugio Soggetto economico: Alberto Sardini, proprietario e gestore del rifugio 1.24 ANALISI DI UN SISTEMA AZIENDALE I cinque elementi essenziali del sistema azienda: 1. sociale: il socio di maggioranza dirige personalmente l azienda, organizzando il lavoro dei nove dipendenti; 2. tecnico: l azienda è dotata di attrezzature moderne per la distribuzione e la vendita di prodotti alimentari, prodotti per la casa e la persona;

3 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 3 di funzionale: dei nove dipendenti una è un impiegata, due sono addetti al reparto carni e gastronomia, tre sono commessi, due sono cassiere e una è addetta alle pulizie. Il loro lavoro è coordinato da Dario Lanzi che dirige l azienda; 4. aperto: l azienda è in continua relazione con i fornitori delle merci, alcuni dei quali sono imprese commerciali all ingrosso, altri sono imprese produttrici, e con la clientela; 5. dinamico: l attività deve continuamente adeguarsi alle esigenze della clientela. Soggetto giuridico: la società per azioni Soggetto economico: Dario Lanzi, socio di maggioranza che dirige l azienda Stakeholder: portatori di interessi interni: i soci, che forniscono capitale e ricevono utili, i nove lavoratori dipendenti, che forniscono attività lavorativa e ricevono retribuzioni; portatori di interessi esterni: i fornitori, che forniscono merci (un impresa commerciale all ingrosso e alcune aziende produttrici) in cambio di denaro e i clienti, in particolare quelli che abitano nella zona residenziale dove è situato il minimarket, che ricevono prodotti alimentari, prodotti per la casa e la persona in cambio di denaro 1.25 ANALISI DI UN SISTEMA AZIENDALE I cinque elementi essenziali del sistema azienda: 1. sociale: il socio di maggioranza dirige personalmente l azienda, organizzando il lavoro dei sette dipendenti; 2. tecnico: l azienda è dotata di attrezzature per la fabbricazione e la vendita di prodotti imbottiti (poltrone e divani); 3. funzionale: dei sette dipendenti due sono impiegate e cinque sono operai. Il loro lavoro è coordinato da Adriana Guiggi che dirige l azienda; 4. aperto: l azienda è in continua relazione con i fornitori di materie prime e accessori, e con la clientela, rappresentata da negozi di arredamento e da privati; 5. dinamico: l attività deve continuamente adeguarsi alle esigenze della clientela per quanto riguarda la linea dei modelli prodotti e i materiali impiegati. Categoria a) in base allo scopo : azienda profit oriented b) in base all oggetto della attività: impresa industriale di piccole dimensioni Fattori produttivi impiegati: attrezzature per la fabbricazione di prodotti imbottiti, un automezzo, materie prime, accessori (per esempio apparecchiature per il sollevamento elettrico), lavoro dipendente di sette addetti Soggetto giuridico: la società per azioni Soggetto economico: Adriana Guiggi, socio di maggioranza che dirige l azienda Stakeholder portatori di interessi interni: i soci, che forniscono capitale e ricevono utili, i sette lavoratori dipendenti, che forniscono attività lavorativa e ricevono retribuzioni; portatori di interessi esterni: i fornitori, che forniscono materie prime e accessori in cambio di denaro e i clienti, sia negozi che privati, che ricevono poltrone e divani in cambio di denaro. Altre forme giuridiche d impresa: impresa individuale, società in nome collettivo, società a responsabilità limitata ANALISI DI UN SISTEMA AZIENDALE I cinque elementi essenziali del sistema azienda: 1. sociale: Giulio Arecchi, titolare dell impresa individuale, dirige l azienda, organizzando il lavoro dei dieci dipendenti;

4 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 4 di tecnico: l azienda dispone di locali a uso ufficio, di un magazzino, di un camioncino, di attrezzature e utensili, oltre ai materiali da utilizzare nei lavori; 3. funzionale: dei dieci dipendenti uno è geometra, una è impiegata, cinque muratori, uno piastrellista, uno idraulico e uno elettricista. Il loro lavoro è coordinato dall ingegnere Giulio Arecchi, che dirige l azienda; 4. aperto: l azienda è in continua relazione con i fornitori dei materiali utilizzati per i lavori e con la clientela, rappresentata da famiglie e da imprese che necessitano di ristrutturazioni, riparazioni o, ingenerale, miglioramento dei loro beni immobili; 5. dinamico: l attività deve continuamente adeguarsi alle esigenze della clientela mantenendosi aggiornata sulle novità in materia di materiali e tecniche di costruzione. Categoria c) in base allo scopo: azienda profit oriented d) in base all oggetto della attività: impresa industriale di tipo artigianale Soggetto giuridico: Giulio Arecchi, proprietario dell impresa Soggetto economico: Giulio Arecchi, proprietario dell impresa Stakeholder portatori di interessi interni: Giulio Arecchi, proprietario dell impresa, che presta la sua attività nell azienda, fornisce capitale e riceve utili, i dieci lavoratori dipendenti, che forniscono attività lavorativa e ricevono retribuzioni; portatori di interessi esterni: i fornitori, che forniscono prodotti per l edilizia in cambio di denaro, e i clienti, sia imprese che privati, che ricevono interventi di ristrutturazione e riparazione dei loro beni immobili in cambio di denaro. Unità 2 - Calcoli Aziendali - I calcoli percentuali riferiti alle imprese 2.16 CALCOLI PERCENTUALI INVERSI a) 180,00-153,00 = 27,00 sconto r = (100 x 27,00)/ 180,00 = 15% percentuale riduzione prezzo b) 112,84/2 = 56,42 62,00-56,42 = 5,58 riduzione prezzo r = (100 x 5,58) / 62,00 = 9% percentuale riduzione prezzo sulla seconda camicia c) S = (22,42 x 100)/95 = 23,60 prezzo di copertina 2.26 ( x 100)/125 = costo di acquisto a) ( x 130)/100 = prezzo di vendita con guadagno 30% del costo di acquisto b) ( x 100) /75 = prezzo di vendita con guadagno 25% del ricavo di vendita

5 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 5 di a) 50 x 128 = costo complessivo delle 50 t b) (6.400 x 5)/100 = 320 spese di trasporto = costo complessivo comprensivo delle spese di trasporto 6.720/50 = 134,40 costo unitario comprensivo delle spese di trasporto c) (134,40 x 110)/100 = 147,84 prezzo vendita unitario impresa Alfa (134,40 x 115)/100 = 154,56 prezzo vendita unitario impresa Delta 147,84 x 18 = 2.661,12 importo totale pagato da impresa Alfa 154,56 x 20 = 3.091,20 importo totale pagato da impresa Delta d) 161,28 134,40 = 26,88 guadagno unitario vendita all impresa Beta (100 x 26,88) /134,40 = 20% percentuale di guadagno vendita all impresa Beta e) (2.661, , ,20) = 7.687,68 importo totale delle vendite (7.687, ,00) = 967,68 (100 x 967,68) / = 14,40% percentuale guadagno su totale vendite 2.29 a) 100 : 5 = : x (1.000 x 5)/100 = 50 tara = kg 950 peso netto b) 950 x 6,40 = prezzo senza IVA (6.080 x 120)/100 = prezzo comprensivo di IVA c) 25% di = (1.824 x 96)/100 = 1.751,04 importo pagato anticipatamente 40% di = 2.918,40 importo pagato alla consegna 35% di = 2.553,60

6 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 6 di 10 (2.553,60 x 105)/100 = 2.681,28 importo pagato posticipatamente 1.751, , ,28 = 7.350,72 importo totale versato al fornitore : 108 = x : (100 x 1.404)/108 = kg peso netto x 7,85 = prezzo pieno complessivo 100 : 98 = : x (98 x )/100 = ,90 importo riscosso 2.38 a) ( x 6)/100 = compenso a Bianchi 100 : 6 = x : = vendite concluse da Rossi b) ( x 105)/ 100 = vendite concluse da Bianchi mese di novembre ( x 6)/100 = 3.036,60 compenso a Bianchi mese di novembre 100 : 6 = x : 2.740,68 = vendite concluse da Rossi mese di novembre = diminuzione vendite Rossi x 100 = 8% a) 100 : 91 = x : 527,80 (100 x 527,80)/91 = 580 prezzo prima dell offerta b) 100 : 89,75 = 580 : x (580 x 89,75) /100 = 520,55 prezzo dopo il ribasso c) (580,00 524,90) = 55,10 ribasso (55,10 x 100)/580 = 9,50% percentuale di ribasso 2.43 Impiegata Donata 100 : 102 = x : 1.377

7 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 7 di 10 x = (100 x 1.377) /102 = stipendio dopo il 1 aumento 100 : 108 = x : x = (100 x 1.350) /108 = stipendio iniziale Impiegata Tiziana 100 : 95 = x : 1.157,10 x = (100 x 1.157,10) /95 = stipendio prima della diminuzione del 5% 100 : 105 = x : x = (100 x 1.218) / 105 = stipendio iniziale 2.45 a) 100 : 88 = x : 464,64 x = (100 x 464,64) / 88 = 528 prezzo prima dell offerta b) 100 : 90 = 528 : x x = (90 x 528) / 100 = 475,20 prezzo con ribasso 10% c) 528,00 448,80 = 79,20 ribasso 100 : x = 528 : 79,20 x = (100 x 79,20) / 528 = 15% percentuale ribasso 2.46 a) 100 : 80 = x : 72 x = (100 x 72) / 80 = 90 t quantità acquistata b) 100 : 20 = 90 : x x = (90 x 20) / 100 = 18 t quantità rivenduta c) 100 : 110 = : x x = (110 x 1.250) / 100 = prezzo alla tonnellata comprensivo delle spese di trasporto x 90 = costo sostenuto per l intero acquisto comprensivo delle spese di trasporto

8 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 8 di 10 d) x 18 = costo della merce rivenduta comprensivo delle spese di trasporto e) 100 : 80 = x : x = (100 x ) / 80 = ,50 somma ricavata con la vendita 2.47 Impiegato Bianchi 100 : 102 = x : 1.877,31 x = (100 x 1.877,31) /102 = 1.840,50 stipendio dopo il 1 aumento 100 : 102,25 = x : 1.840,50 x = (100 x 1.840,50) /102,25 = stipendio iniziale Impiegato Rossi 100 : 103 = x : 1.573,84 x = (100 x 1.573,84) /103 = stipendio prima dell aumento del 3% 100 : 95,5 = x : x = (100 x 1.528) / 95,5 = stipendio iniziale 2.48 Impiegata Fabbri 100 : 105 = x : 1.874,25 x = (100 x 1.874,25) /105 = stipendio dopo il 1 aumento 100 : 105 = x : x = (100 x 1.785) /105 = stipendio iniziale Impiegata Nesti 100 : 98 = x : 1.614,06 x = (100 x 1.614,06) /98 = stipendio prima della diminuzione del 2% 100 : 108 = x : x = (100 x 1.647) / 108 = stipendio iniziale 2.49

9 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 9 di 10 a) 100 : 85 = x : 102 x = (100 x 102) / 85 = 120 q quantità acquistata b) 100 : 15 = 120 : x x = (120 x 15) / 100 = 18 q quantità rivenduta c) 120 x 42,50 = costo acquisto merce 100 : 108 = : x x = (108 x 5.100) / 100 = costo sostenuto per l intero acquisto comprensivo delle spese di trasporto d) 18 x 42,50 = 765 costo merce rivenduta 100 : 108 = 765 : x x = (108 x 765) / 100 = 826,20 costo della merce rivenduta comprensivo delle spese di trasporto e) 100 : 90 = x : 826,20 x = (100 x 826,20) / 90 = 918 somma ricavata con la vendita 2.50 a) 300 x 32 = costo acquisto merce b) 100 : 105 = : x x = (9.600 x 105) / 100 = costo di tutta la merce comprensivo delle spese di trasporto : 300 = 33,60 costo di un contenitore comprensivo delle spese di trasporto 33,60 : 15 = 2,24 costo di 1 litro di idropittura comprensivo delle spese di trasporto c) 100 : 115 = 33,60 : x x = (115 x 33,60) / 100 = 38,64 prezzo di vendita al contenitore a Iride 38,64 x 90 = 3.477,60 importo complessivo pagato da Iride 100 : 80 = x : 33,60 x = (100 x 33,60) / 80 = 42 prezzo di vendita al contenitore a Caleidoscopio 42 x 80 = importo complessivo pagato da Caleidoscopio

10 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 10 di 10 d) 36,96 33,60 = 3,36 guadagno su Arcobaleno 100 : x = 33,60 : 3,36 x = (100 x 3,36) / 33,60 = 10% percentuale guadagno su Arcobaleno e) (3.477, , ,80) = ,40 importo totale delle vendite (11.642, ,00) = 1.562,40 (100 x 1.562,40) / = 15,50% percentuale guadagno su totale vendite

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 3 Rilevazioni aziendali e risultati prodotti dalla gestione

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 3 Rilevazioni aziendali e risultati prodotti dalla gestione Vivere l azienda 2 - Modulo 3 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 1 di 23 SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE MODULO 3 Rilevazioni aziendali e risultati prodotti dalla gestione Unità 2 I risultati prodotti

Dettagli

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 2 UNITÀ 2

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 2 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 2 unità 2 pag. 1 di 11 ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 2 UNITÀ 2 I finanziamenti aziendali * 1. Calcolo delle percentuali di composizione dei finanziamenti e del grado di capitalizzazione

Dettagli

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 2 UNITÀ 2

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 2 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 2 unità 2 Soluzioni pag. 1 di 11 ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 2 UNITÀ 2 I finanziamenti aziendali * 1) Calcolo delle percentuali di composizione dei finanziamenti e del grado

Dettagli

Caso aziendale 01 Bianchini srl

Caso aziendale 01 Bianchini srl Caso aziendale 01 Bianchini srl In data 10 febbraio la ditta Bianchini srl, che commercializza frutta e verdura al dettaglio, ha acquistato dalla ditta Piano Andrea 300 quintali lordi di frutta e verdura

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE DI ECONOMIA AZIENDALE CLASSE PRIMA

COMPITI PER LE VACANZE DI ECONOMIA AZIENDALE CLASSE PRIMA COMPITI PER LE VACANZE DI ECONOMIA AZIENDALE CLASSE PRIMA 1 Il signor Rossi si reca in un supermercato che espone, tra le altre, le seguenti offerte speciali: a) set per scrivania, prezzo euro 150, sconto

Dettagli

Calcoli percentuali applicati alle imposte

Calcoli percentuali applicati alle imposte Calcoli percentuali applicati alle imposte Risolvere i seguenti problemi fiscali utilizzando la tecnica dei calcoli percentuali. La banca liquida gli interessi maturati a favore dei risparmiatori operando

Dettagli

Denominazione Corso:

Denominazione Corso: CODICE: 254 Addetto all approvvigionamento della cucina, conservazione delle materie prime e realizzazione di preparazioni di base Opera nelle diverse aziende della ristorazione commerciale e collettiva.

Dettagli

Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a

Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a UNITÀ B La gestione e i suoi risultati: il patrimonio e il reddito Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a La gestione delle aziende di produzione: settori e profili di analisi Documento Esercizi Operazioni

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE

PRESENTAZIONE AZIENDALE EDIL R.E.M. COSTRUZIONI S.R.L. Località Borgo San Martino 62 12042 Bra (CN) - Tel.0172 478289 - Fax 0172 478128 P.Iva e Cod.Fiscale : 03188050045 - R.E.A. nr. 270189 E-MAIL : info@edilremcostruzioni.it

Dettagli

Attività didattica integrativa di Economia aziendale e principi di contabilità (Prof.ssa Rossi) TUTORING N 1

Attività didattica integrativa di Economia aziendale e principi di contabilità (Prof.ssa Rossi) TUTORING N 1 Attività didattica integrativa di Economia aziendale e principi di contabilità (Prof.ssa Rossi) TUTORING N 1 Gruppo 1: venerdì 10 ottobre 2008 h 16,00 18,30 Dott.ssa Silvia Rondi Gruppo 2: sabato 11 ottobre

Dettagli

TABELLA A Allegata alla Deliberazione G.M. n. del

TABELLA A Allegata alla Deliberazione G.M. n. del Codice categoria Descrizione Categoria Tariffe anno 2006-2007-2008 100 ABITAZIONI 1,21 102 CANTINE- GARAGE-MAGAZZINI-TINELLI 0,61 1100 MUSEI 1,11 1200 BIBLIOTECHE 1,11 1300 SCUOLE 1,11 1400 ASSOCIAZIONI

Dettagli

Il capitale F. GIUNTA ECONOMIA AZIENDALE ESERCIZI

Il capitale F. GIUNTA ECONOMIA AZIENDALE ESERCIZI F. GIUNTA ECONOMIA AZIENDALE ESERCIZI Il capitale Lo svolgimento degli esercizi richiede le seguenti conoscenze: immobilizzazioni; disponibilità; liquidità; capitale netto; debiti di finanziamento; debiti

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale

Biblioteca di Economia aziendale Approfondimenti I calcoli finanziari Il montante e i problemi inversi I problemi inversi si hanno quando, noto il suo ammontare, l incognita è rappresentata dal capitale iniziale o dal tasso d interesse

Dettagli

CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE

CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE 5.1 - Imprese dei settori industria e servizi Al Censimento intermedio dell Industria e dei Servizi (31 dicembre1996) sono state rilevate 3.494 imprese 1 di tipo industriale

Dettagli

E.S.E. Environment Sun and Energy S.r.l. impresa etica di compatibilità ambientale Azienda organizzata con Sistema di Gestione per la Qualità

E.S.E. Environment Sun and Energy S.r.l. impresa etica di compatibilità ambientale Azienda organizzata con Sistema di Gestione per la Qualità La Società E.S.E. s.r.l. Environment Sun and Energy, è nata nel 2005 e attualmente è composta da 7 soci fondatori, ognuno dei quali con la propria professionalità ed esperienza ventennale collabora al

Dettagli

La costituzione delle spa. I finanziamenti dei soci. 23 marzo 2011

La costituzione delle spa. I finanziamenti dei soci. 23 marzo 2011 La costituzione delle spa I finanziamenti dei soci 23 marzo 2011 1 le fonti di finanziamento Possono essere a titolo di: capitale proprio o di rischio (patrimonio netto) capitale di debito o di terzi (passività)

Dettagli

ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE

ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE ACQUISTO E VENDITA: In data 1/7 la società X paga fitti passivi per euro 6000, con denaro in cassa. In data 3/7la società riscuote, in contanti, fitti attivi per euro

Dettagli

DIAMO ALLE GIOVANI IMPRESE

DIAMO ALLE GIOVANI IMPRESE DIAMO ALLE GIOVANI IMPRESE UN OPPORTUNITÀ PER IL FUTURO MODULO DI VALUTAZIONE DELLA NUOVA INIZIATIVA IMPRENDITORIALE PER ACCESSO AI SERVIZI DEGLI INCUBATORI DI IMPRESA DI: GROSSETO SCARLINO MASSA MARITTIMA

Dettagli

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014 Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI Bergamo, Ottobre 2014 Agenda Interventi Nazionali Interventi Regione Lombardia Interventi Regione Piemonte Interventi Regione Puglia 2 Agenda Interventi

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD20U ATTIVITÀ DEI MANISCALCHI ATTIVITÀ 01.62.01 FABBRICAZIONE DI PANNELLI STRATIFICATI IN ATTIVITÀ 24.33.01

STUDIO DI SETTORE UD20U ATTIVITÀ DEI MANISCALCHI ATTIVITÀ 01.62.01 FABBRICAZIONE DI PANNELLI STRATIFICATI IN ATTIVITÀ 24.33.01 STUDIO DI SETTORE UD20U ATTIVITÀ 01.62.01 ATTIVITÀ DEI MANISCALCHI ATTIVITÀ 24.33.01 ATTIVITÀ 25.11.00 ATTIVITÀ 25.21.00 ATTIVITÀ 25.29.00 ATTIVITÀ 25.30.00 ATTIVITÀ 25.50.00 ATTIVITÀ 25.61.00 FABBRICAZIONE

Dettagli

VERIFICA INTERPERIODALE 1 MODULO B

VERIFICA INTERPERIODALE 1 MODULO B VERIFICA INTERPERIODALE 1 MODULO B A] TEST Indica la risposta esatta tra quelle proposte. 1 Il patrimonio netto è rappresentato: a) dalla differenza capitale proprio e capitale di terzi b) dalla differenza

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

Albez edutainment production. Il reddito. Classe III ITC

Albez edutainment production. Il reddito. Classe III ITC Albez edutainment production Il reddito Classe III ITC Alla fine di questo modulo sarete in grado di: Conoscere la condizione di equilibrio economico di un impresa Conoscere la classificazione dei costi

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI COMPUTER, APPARECCHIATURE INFORMATICHE PERIFERICHE E DI SOFTWARE COMMERCIO ALL INGROSSO DI MOBILI PER UFFICIO E NEGOZI

COMMERCIO ALL INGROSSO DI COMPUTER, APPARECCHIATURE INFORMATICHE PERIFERICHE E DI SOFTWARE COMMERCIO ALL INGROSSO DI MOBILI PER UFFICIO E NEGOZI STUDIO DI SETTORE UM41U ATTIVITÀ 46.51.00 COMMERCIO ALL INGROSSO DI COMPUTER, APPARECCHIATURE INFORMATICHE PERIFERICHE E DI SOFTWARE ATTIVITÀ 46.65.00 COMMERCIO ALL INGROSSO DI MOBILI PER UFFICIO E NEGOZI

Dettagli

La gestione dell impresa

La gestione dell impresa Albez edutainment production La gestione dell impresa Classe III ITC In questo modulo: La definizione di impresa e di gestione La classificazione delle operazioni di gestione La differenza tra beni a fecondità

Dettagli

Fattori economici. 1 Costi di manutenzione. Costi di Manutenzione

Fattori economici. 1 Costi di manutenzione. Costi di Manutenzione Fattori economici 1 Costi di manutenzione Totale Life Cycle Cost (costo globale) 611 Manutenzione 296 Gestione operativa (costi di esercizio) 215 Costruzione 100 0 100 200 300 400 500 600 700 Costi di

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM44U ATTIVITÀ 52.48.1 - COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER UFFICIO

STUDIO DI SETTORE SM44U ATTIVITÀ 52.48.1 - COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER UFFICIO STUDIO DI SETTORE SM44U ATTIVITÀ 52.48.1 - COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER UFFICIO Settembre 2002 1 STUDIO DI SETTORE SM44U Numero % sugli invii Invii 3.047 Ritorni 1.808 59,3 Distribuzione

Dettagli

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE INSEGNE PUBBLICITARIE DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE INSEGNE PUBBLICITARIE DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE M PAT 03 Pag. 1/6 DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE Il sottoscritto: nome cognome ; nato a prov. ; il C. F. RICHIEDENTE e legale rappresentante della ditta: con sede in comune di prov. cap via n Tel Fax Sito

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE IMMOBILE

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE IMMOBILE Pag. 1/5 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE ll sottoscritto: nome cognome nato a prov. ; il legale rappresentante della ditta: con sede nel comune di prov. cap via n Tel Fax Sito Internet E mail P. I.V.A.

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM44U ATTIVITÀ 52.48.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER UFFICIO

STUDIO DI SETTORE TM44U ATTIVITÀ 52.48.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER UFFICIO STUDIO DI SETTORE TM44U ATTIVITÀ 52.48.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER UFFICIO Maggio 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM44U Commercio al dettaglio di macchine

Dettagli

e il calcolo percentuale

e il calcolo percentuale SCHEDA 1 Le proporzioni e il calcolo percentuale Gli obiettivi didattici Conoscere i concetti di proporzionalità diretta e inversa Conoscere il calcolo percentuale Saper applicare il calcolo percentuale

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM84U ATTIVITÀ 46.52.09 ATTIVITÀ 46.63.00

STUDIO DI SETTORE UM84U ATTIVITÀ 46.52.09 ATTIVITÀ 46.63.00 STUDIO DI SETTORE UM84U ATTIVITÀ 46.52.09 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE PER TELECOMUNICAZIONI E DI ALTRI COMPONENTI ELETTRONICI ATTIVITÀ 46.61.00 COMMERCIO ALL INGROSSO DI

Dettagli

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento so fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

Sicilia CATANIA. e i principali comuni della provincia. Fimaa Catania Via Madrà, 8-95124 Catania Tel. 095.35.10.84 www.confcommercio.ct.

Sicilia CATANIA. e i principali comuni della provincia. Fimaa Catania Via Madrà, 8-95124 Catania Tel. 095.35.10.84 www.confcommercio.ct. Sicilia CATANIA e i principali comuni della provincia Fimaa Catania Via Madrà, 8-95124 Catania Tel. 095.35.10.84 www.confcommercio.ct.it/fimaa/ CONSUETUDINI LOCALI NELLA COMPRAVENDITA DI AZIENDE Pagamenti

Dettagli

Redditi fondiari, redditi di lavoro dipendente e redditi di lavoro autonomo

Redditi fondiari, redditi di lavoro dipendente e redditi di lavoro autonomo Redditi fondiari, redditi di lavoro dipendente e redditi di lavoro autonomo Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario prof. Giuseppe Zizzo 1 oggetto della lezione

Dettagli

CATEGORIE E-MAIL BTB ADDRESSVITT

CATEGORIE E-MAIL BTB ADDRESSVITT CATEGORIE E-MAIL BTB ADDRESSVITT AMMINISTRAZIONE PUBBLICA COMUNI-ENTI PUBBLICI 17.221 TOTALE 17.221 COMMERCIO, DETTAGLIO ABBIGLIAMENTO, COMMERCIO 14.575 AGRICOLTURA-ZOOTECNIA-FLORICOLTURA, COMMERCIO 6.991

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM44U ATTIVITÀ 47.41.00 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COMPUTER, UNITÀ ATTIVITÀ 47.78.10 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MOBILI PER

STUDIO DI SETTORE UM44U ATTIVITÀ 47.41.00 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COMPUTER, UNITÀ ATTIVITÀ 47.78.10 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MOBILI PER STUDIO DI SETTORE UM44U ATTIVITÀ 47.41.00 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COMPUTER, UNITÀ PERIFERICHE, SOFTWARE E ATTREZZATURE PER UFFICIO IN ESERCIZI SPECIALIZZATI ATTIVITÀ 47.78.10 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI

Dettagli

Cosa sono e come utilizzare le reti solidali

Cosa sono e come utilizzare le reti solidali Freebook è un progetto di libro libero. L Edup dona ai suoi lettori dei veri e propri libri, prodotti editoriali completi rispetto all opera da cui sono tratti. Possono essere letti, stampati, citati,

Dettagli

Attività di consolidamento

Attività di consolidamento Attività di consolidamento 1. Trascrivi le parole in calce nella seconda colonna della tabella individuando i legami logici. (Attenzione, alcuni termini non devono essere inseriti). Prelevamenti, Produzione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2007/120811 Disposizioni in materia di individuazione dei criteri utili per la determinazione del valore normale dei fabbricati di cui all articolo 1, comma 307 della legge 27 dicembre 2006, n. 296

Dettagli

La situazione patrimoniale della nostra impresa

La situazione patrimoniale della nostra impresa La situazione patrimoniale della nostra impresa Gli stakeholders Gli stakeholders sono tutti quei soggetti interessati all'andamento della nostra impresa Banche Creditori Management Clienti Dipendenti

Dettagli

BUILDING 3K ha sede in Monza, dove in un attrezzato 2

BUILDING 3K ha sede in Monza, dove in un attrezzato 2 BUILDING 3K nasce nel 2007 da un'idea di Carlo Giunta, già noto impresario del panorama imprenditoriale monzese, con lo scopo di creare un'azienda altamente specializzata in grado di fornire ai suoi clienti

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE DEL 03 LUGLIO 2008 I Il candidato illustri le finalità economico

Dettagli

L azienda e l economia aziendale

L azienda e l economia aziendale L azienda e l economia aziendale L attività economica le famiglie, le imprese, le amministrazioni pubbliche, svolgono attività economiche, ovvero PRODUCONO beni per l ampliamento delle risorse scarse MEZZI

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2

SOLUZIONI ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 1 unità 2 pag. 1 di 6 SOLUZIONI ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2 I calcoli percentuali riferiti alle imprese CALCOLI PERCENTUALI DIRETTI E INVERSI 1. Completa la seguente

Dettagli

DISCIPLINARE DEL MARCHIO DI PRODOTTO VARESE IN BICICLETTA

DISCIPLINARE DEL MARCHIO DI PRODOTTO VARESE IN BICICLETTA DISCIPLINARE DEL MARCHIO DI PRODOTTO VARESE IN BICICLETTA 1. DEPOSITO CUSTODITO L azienda si impegna a garantire la presenza di un locale sufficientemente spazioso da allestire a deposito per le biciclette.

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VM44U ATTIVITÀ 47.41.00 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COMPUTER, UNITÀ PERIFERICHE, SOFTWARE E ATTREZZATURE PER UFFICIO IN ESERCIZI SPECIALIZZATI ATTIVITÀ 47.78.10 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI

Dettagli

acqua Ore_uomo A 30 25 B 25 20 C 15 15

acqua Ore_uomo A 30 25 B 25 20 C 15 15 ESERCIZIO 1 Una ditta produttrice di formaggi dispone di due stabilimenti per la lavorazione del latte, A e B, due magazzini per la stagionatura, 1 e 2, e due siti per la distribuzione, P e Q. In un determinato

Dettagli

6 La gestione. aziendale. 1 La gestione aziendale SCHEDA

6 La gestione. aziendale. 1 La gestione aziendale SCHEDA SCHEDA 6 La gestione aziendale Gli obiettivi didattici Conoscere il concetto di gestione Conoscere fonti di finanziamento ed elementi del patrimonio Saper classificare le operazioni di gestione Saper classificare

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ricettività Sequenza di processo Gestione e coordinamento dei

Dettagli

PROF. ALBANO SALVATORE

PROF. ALBANO SALVATORE Istituto Statale di Istruzione Superiore Zenale e Butinone Economia aziendale KIT ESTIVO CLASSE 2^BTT PROF. ALBANO SALVATORE Fascicolo A Esercitazioni obbligatorie per tutti gli studenti da consegnare

Dettagli

Sommario CORSI DI RIALLINEAMENTO 28/09/2011 ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012. Proporzioni. Proporzioni

Sommario CORSI DI RIALLINEAMENTO 28/09/2011 ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012. Proporzioni. Proporzioni CORSI DI RIALLINEAMENTO Sommario ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 PROPORZIONI; CALCOLO PERCENTUALE; RIPARTI. Tutor: Dott.ssa Lixi Marta 1 2 Una proporzione è l uguaglianza tra 2 rapporti. Terminologia

Dettagli

Gli esercizi ricettivi - caratteristiche

Gli esercizi ricettivi - caratteristiche Gli esercizi ricettivi - caratteristiche Alberghi, motels e villaggi albergo Gli alberghi sono esercizi ricettivi aperti al pubblico, a gestione unitaria, che forniscono alloggio, eventualmente vitto ed

Dettagli

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile 1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile Fanno parte di questo gruppo i seguenti titoli: Ragioniere Ragioniere, indirizzo amministrativo- Aziende che assumono I settori coinvolti

Dettagli

Ricerca empirica: Il lavoro dell'imprenditore.

Ricerca empirica: Il lavoro dell'imprenditore. Ricerca empirica: Il lavoro dell'imprenditore. 1.Nome e Cognome: Francesca Chiaveri Il settore primario: 2.Ragione sociale dell azienda: Per procurarsi un lavoro e costruire un futuro. 3.Sede dell azienda:

Dettagli

Università degli Studi di Roma Sapienza ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Università degli Studi di Roma Sapienza ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Università degli Studi di Roma Sapienza ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CANALE E-M DANIELA COLUCCIA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE (9 CFU) ORGANIZZAZIONE La struttura dell organizzazione

Dettagli

Dipartimento di Economia e Management - ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI Esercizi sulla BEA- Integrano il E&Cn. 3.10 di Aziende

Dipartimento di Economia e Management - ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI Esercizi sulla BEA- Integrano il E&Cn. 3.10 di Aziende BEA Esercizio n. 1 I costi di caffè, acqua, energia, zucchero e igiene per produrre una tazzina di caffè ammontano a 0,2 ; i costi fissi per affitto, mobilio e altri costi di struttura ammontano a 25.000

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI. Risposta a quesito 2. Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008)

SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI. Risposta a quesito 2. Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008) Risposta a quesito 2 SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI COMUNE di: LAURIA Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008) Indirizzo Via Roma,104 C.A.P. / Provincia 85044 - PZ Tel: 0973 627111 Fax: 0973 823793 E

Dettagli

Randstad Italia Spa, seleziona per importante azienda operante nel settore ristorazione nella zona di Sondrio, Addetti Griglia.

Randstad Italia Spa, seleziona per importante azienda operante nel settore ristorazione nella zona di Sondrio, Addetti Griglia. Randstad Italia Spa, seleziona per importante azienda operante nel settore ristorazione nella zona di Sondrio, Addetti Griglia. La figura all interno della cucina si occuperà della preparazione e cottura

Dettagli

SOLUZIONI MODULO 1 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITÀ 2

SOLUZIONI MODULO 1 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITÀ 2 Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Unità 2 Verifica guidata di fine unità Soluzioni pag. 1 di 6 1. CALCOLI PERCENTUALI DIRETTI c SOLUZIONI MODULO 1 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITÀ 2 I calcoli percentuali riferiti

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM41U ATTIVITÀ 51.84.0 ATTIVITÀ 51.85.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRE COMMERCIO ALL INGROSSO DI COMPUTER,

STUDIO DI SETTORE TM41U ATTIVITÀ 51.84.0 ATTIVITÀ 51.85.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRE COMMERCIO ALL INGROSSO DI COMPUTER, STUDIO DI SETTORE TM41U ATTIVITÀ 51.84.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI COMPUTER, APPARECCHIATURE INFORMATICHE, PERIFERICHE E DI SOFTWARE ATTIVITÀ 51.85.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRE MACCHINE E DI ATTREZZATURE

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI LAZIO Tavole statistiche Risultati del II trimestre 2015 e previsioni per il III trimestre 2015 Indice delle tavole Tavola 1 Tavola 2 Tavola 3 Tavola 4

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE Vivere l azienda 2 Ripasso del programma di prima classe Soluzioni pag. 1 di 7 SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE Ripasso del programma di prima classe 1.6 CALCOLO DELLE PERCENTUALI DI COMPOSIZIONE DEI FINANZIAMENTI

Dettagli

Chi non risolve esercizi non impara la matematica.

Chi non risolve esercizi non impara la matematica. 96 matematica per l economia Esercizio 65. Consideriamo ancora il problema 63 dell azienda vinicola, aggiungendo la condizione che l azienda non può produrre più di 200 bottiglie al mese. Soluzione. La

Dettagli

Cos è Risolvo Casa. titolo 01119445073 PREVENTIVO GRATUITO. info@risolvocasa.it

Cos è Risolvo Casa. titolo 01119445073 PREVENTIVO GRATUITO. info@risolvocasa.it titolo info@risolvocasa.it 01119445073 PREVENTIVO GRATUITO Cos è Risolvo Casa Siamo un agenzia di servizi che si occupa di tutti gli aspetti relativi la cura del vostro immobile. Considerate le difficoltà

Dettagli

COMUNE DI LONGARE. TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013

COMUNE DI LONGARE. TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013 COMUNE DI LONGARE TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013 1.1 Utenze domestiche Il territorio comunale è stato diviso in 5 zone in funzione dei caratteri del servizio fornito, come descritto nella tabella che

Dettagli

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11*

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11* LA SITUAZIONE DELL ECONOMIA DEL VENETO LAVORO 1/6 POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Assunzioni 521,2 6,9% 6,5% -20,6% Cessazioni 478,6 8,7% 0,4% -13,6% ASSUNZIONI DI LAVORO

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE Breve descrizione della situazione aziendale INIZIALE (con riferimento all'ordinamento colturale, all'allevamento, alle attività connesse e alla dotazione

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

Il mercato delle ristrutturazioni a Roma

Il mercato delle ristrutturazioni a Roma CRESME RICERCHE SPA Il mercato delle ristrutturazioni a Roma La cifra di affari realizzata nel 2003 dal settore delle costruzioni nella provincia di Roma ammonta a 7,4 miliardi di, di cui 2,8 miliardi

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE UD42U ATTIVITÀ 26.70.11 FABBRICAZIONE DI ELEMENTI OTTICI E STRUMENTI OTTICI DI PRECISIONE ATTIVITÀ 26.70.20 FABBRICAZIONE DI APPARECCHIATURE FOTOGRAFICHE E CINEMATOGRAFICHE ATTIVITÀ 27.31.02

Dettagli

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI Esempio di costituzione di una S.r.l. Si costituisce il 31 ottobre la S.r.l. Beta, con un capitale sociale di 300.000 sottoscritto dai soci seguenti: - socio A: quota

Dettagli

L INSERTO de L ECO di BG del 03/10/2015

L INSERTO de L ECO di BG del 03/10/2015 SELEZIONE degli annunci di lavoro da L INSERTO de L ECO di BG del 03/10/2015 per la zona dell Isola/ limitrofi e di Bergamo città/limitrofi TECNICI/PROFESSIONISTI STILO Srl ricerca ingegnere elettronico

Dettagli

Responsabile tecnico

Responsabile tecnico Responsabile tecnico La figura è stata rilevata nei seguenti gruppi di attività economica della classificazione Ateco 91: G 50.2 Manutenzione e riparazione di autoveicoli Figure professionali contigue:

Dettagli

AUTOGRU TRASPORTI ECCEZIONALI MOVIMENTAZIONI INTERNE POSIZIONAMENTO CON GRU SOCCORSO STRADALE

AUTOGRU TRASPORTI ECCEZIONALI MOVIMENTAZIONI INTERNE POSIZIONAMENTO CON GRU SOCCORSO STRADALE AUTOGRU TRASPORTI ECCEZIONALI MOVIMENTAZIONI INTERNE POSIZIONAMENTO CON GRU SOCCORSO STRADALE GIOLO AUTOTRASPORTI S.n.c. Via Irpinia, 65 (Z.A. Villatora) 35020 Saonara (PD) - Italia tel. 049 64 05 44 fax.

Dettagli

VERIFICA FINE MODULO 2

VERIFICA FINE MODULO 2 Verifica di fine modulo 2 pag. 1 di 8 VERIFICA FINE MODULO 2 Localizzazione e gestione dell azienda 1. Segna con una crocetta la risposta esatta. 1. Per le imprese industriali la scelta del luogo dove

Dettagli

SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA 1. DESCRIZIONE ATTIVITÀ 2. INFORMAZIONI SUL PUNTO DI VENDITA

SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA 1. DESCRIZIONE ATTIVITÀ 2. INFORMAZIONI SUL PUNTO DI VENDITA SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI La chiave per il tuo futuro IMPEGNO INFORMAZIONE CURIOSITA RESPONSABILITA PASSIONE RICERCA RESPONSABILITA PASSIONI DA COLTIVARE COLLOCAZIONE SUL TERRITORIO SCELTE

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna PREZZI Indici dei prezzi al consumo Gli indici dei prezzi al consumo misurano le variazioni nel tempo dei prezzi che si formano nelle transazioni relative a beni e servizi

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE UTENSILI (INCLUSE LE RELATIVE PARTI INTERCAMBIABILI)

COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE UTENSILI (INCLUSE LE RELATIVE PARTI INTERCAMBIABILI) STUDIO DI SETTORE VM84U ATTIVITÀ 46.52.09 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE PER TELECOMUNICAZIONI E DI ALTRI COMPONENTI ELETTRONICI ATTIVITÀ 46.62.00 COMMERCIO ALL INGROSSO DI

Dettagli

Albez edutainment production. La costituzione. Classe III ITC

Albez edutainment production. La costituzione. Classe III ITC Albez edutainment production La costituzione Classe III ITC 1 La costituzione di un impresa Adempimenti giuridici e fiscali costituzione impresa commerciale individuale Ottenere autorizzazioni (amministrative

Dettagli

I PROCESSI FINANZIARI DELLE IMPRESE

I PROCESSI FINANZIARI DELLE IMPRESE I PROCESSI FINANZIARI DELLE IMPRESE Alessandro Russo Università degli studi di Catania Corso di Economia e Gestione delle Imprese IL RUOLO DEL MANAGER FINANZIARIO Ruolo del manager finanziario quale intermediario

Dettagli

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale)

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) Dati personali Nome e cognome: Data e luogo di nascita: Residenza: Stato civile: Telefono casa: Fax: Telefono cellulare: E-mail:

Dettagli

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2000

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2000 GALLERIA DELLE ESPERIENZE Controllo di Gestione: Best Practices COMUNE DI ALESSANDRIA DIREZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Nota integrativa al bilancio al 31/12/2000 Premessa

Dettagli

Candidata/o: Cognome e nome:.. Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Cantone Ticino Direzione dei Corsi per Adulti

Candidata/o: Cognome e nome:.. Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Cantone Ticino Direzione dei Corsi per Adulti Candidata/o: Cognome e nome:.. Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Cantone Ticino Direzione dei Corsi per Adulti ESAME CANTONALE DI CONTABILITÀ II CORSO (Sabato, 17 maggio 2008) TEMPO

Dettagli

Istituto Professionale per i Servizi dell Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Angelo Berti PROGRAMMA PER CANDIDATI PRIVATISTI

Istituto Professionale per i Servizi dell Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Angelo Berti PROGRAMMA PER CANDIDATI PRIVATISTI DISCIPLINA AMMINISTRAZIONE ALBERGHIERA CLASSE TERZA IFP La costituzione dell impresa turistico-ristorativa (caratteristiche principali) Le tasse, le imposte e di documenti della vendita con particolare

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM11U ATTIVITÀ 46.73.10 ATTIVITÀ 46.73.22 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRI ATTIVITÀ 46.73.23 COMMERCIO ALL INGROSSO DI INFISSI

STUDIO DI SETTORE UM11U ATTIVITÀ 46.73.10 ATTIVITÀ 46.73.22 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRI ATTIVITÀ 46.73.23 COMMERCIO ALL INGROSSO DI INFISSI STUDIO DI SETTORE UM11U ATTIVITÀ 46.73.10 COMMERCIO ALL INGROSSO DI LEGNAME, SEMILAVORATI IN LEGNO E LEGNO ARTIFICIALE ATTIVITÀ 46.73.22 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ALTRI MATERIALI PER RIVESTIMENTI (INCLUSI

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU)

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU) ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU) A.A. 2010-2011 ESERCIZIO N. 1 Si valuti la convenienza di un investimento di ampliamento caratterizzato dai seguenti dati previsionali: Costo dell impianto 40.000

Dettagli

Costi Conto economico Ricavi

Costi Conto economico Ricavi Esercizi introduttivi alla contabilità 32 Esercizio 32: Autoscuola LA RUOTA di Alberto Pini Registra i fatti di gestione e chiudi i conti Allestisci il conto economico e il bilancio finale Nota: l utile

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE, UTENSILI; PER LE MINIERE, LE CAVE, L EDILIZIA E IL GENIO CIVILE;

COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE, UTENSILI; PER LE MINIERE, LE CAVE, L EDILIZIA E IL GENIO CIVILE; STUDIO DI SETTORE TM84U ATTIVITÀ 51.81.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE UTENSILI; ATTIVITÀ 51.82.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE PER LE MINIERE, LE CAVE, L EDILIZIA E IL GENIO CIVILE; ATTIVITÀ

Dettagli

Verifica di fine modulo. Il credito e i calcoli finanziari

Verifica di fine modulo. Il credito e i calcoli finanziari ... Nome... Classe... Data... Verifica di fine modulo. Il credito e i calcoli finanziari Scelta multipla Indicare con una crocetta la risposta esatta. 1. Concorre al soddisfacimento del fabbisogno finanziario

Dettagli

1. Dati generali dell intervento 1.1 Indirizzo dell esercizio. 2. Specifiche relative all attività. B8 Distributori di carburante - 21/10/11

1. Dati generali dell intervento 1.1 Indirizzo dell esercizio. 2. Specifiche relative all attività. B8 Distributori di carburante - 21/10/11 Spazio per la vidimazione da parte del SUAP ALLEGATO B-8 B8 Distributori di carburante - 21/10/11 Distributori di carburante 1. Dati generali dell intervento 1.1 Indirizzo dell esercizio perseguito 1.2

Dettagli

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI Sono 37.086 le imprese della provincia di Modena che svolgono un attività nel settore terziario, che si occupano quindi di commercio o di servizi rivolti alle imprese e alle famiglie; tale numero è in

Dettagli

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72 Determinazione dell incidenza degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria di cui agli artt. 3-4- 7 Legge 10/1977 adeguati alle disposizioni di cui alla L.R. 03 Gennaio 2005, n. 1. A TABELLA (COSTI

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - SARTO Addetto alla rifinitura

Dettagli

ADDETTI PUBBLICI ESERCIZI

ADDETTI PUBBLICI ESERCIZI Provincia di MODENA Centro per l'impiego di SASSUOLO Viale XX Settembre 30/A, 30/B -41049 tel.: 0536-883318 fax: 0536-881126 e-mail: OFFERTE AGGIORNATE IN DATA 22/01/2013 ADDETTI PUBBLICI ESERCIZI Cod.

Dettagli

JOB PROFILE G L O S S A R I O ADDETTO ALLE VENDITE. tratto da. www.isfol.it/orientaonline

JOB PROFILE G L O S S A R I O ADDETTO ALLE VENDITE. tratto da. www.isfol.it/orientaonline G L O S S A R I O JOB PROFILE ADDETTO ALLE VENDITE tratto da www.isfol.it/orientaonline ADDETTO ALLE VENDITE L Addetto alle vendite è una figura che assiste ed orienta i clienti nelle operazioni di acquisto.

Dettagli

COMUNE DI MONTIGNOSO PIANO FINANZIARIO E DEFINIZIONE DELLO SCENARIO. Allegato A

COMUNE DI MONTIGNOSO PIANO FINANZIARIO E DEFINIZIONE DELLO SCENARIO. Allegato A COMUNE DI MONTIGNOSO PIANO FINANZIARIO E DEFINIZIONE DELLO SCENARIO Allegato A RILEVAZIONE SULLO STATO DELL ARTE STATO DELL ARTE La base di partenza dell elaborazione necessaria all analisi per il passaggio

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Le rimanenze di magazzino 1 Le rimanenze 1) DEFINIZIONE: individuazione del significato e delle caratteristiche 2) QUANTIFICAZIONE: enumerazione

Dettagli