LA CINA DICE NO PENSANDO A TAIWAN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CINA DICE NO PENSANDO A TAIWAN"

Transcript

1 Lim 3-08 virdis :22 Pagina 1 KOSOVO, NON SOLO BALCANI LA CINA DICE NO PENSANDO A TAIWAN di Alessia VIRDIS Pechino rifiuta di riconoscere l indipendenza del Kosovo perché teme possa diventare un precedente per le tentazioni secessioniste che periodicamente si materializzano al di là dello Stretto. Mentre Taipei festeggia e plaude a Priština. 1. UN COLPETTO AL MAPPAMONDO, migliaia di chilometri di distanza, dal Kosovo si arriva in Cina. Una volta nel gigante asiatico, corta è la «strada» per toccare Taiwan. La dichiarazione d indipendenza del nuovo staterello, tanto lontano da Pechino, fa male alla Cina. In Kosovo, assicurano studiosi e giornalisti cinesi, Pechino non ha interessi né strategici, né economici rilevanti 1. Ma il gigante asiatico deve da sempre fare i conti con Taiwan, che considera una provincia ribelle. Ed ecco che dopo la dichiarazione d indipendenza della nuova piccola entità nel cuore dei Balcani, Pechino torna a ricordare quali sono i rapporti tra le due parti dello Stretto, cerca di «mettere al suo posto» l isola, che invece non si fa sfuggire l occasione per far sentire la sua voce, per parlare di «libertà» e «democrazia». La reazione negativa della Cina alla mossa del Kosovo non è difficile da spiegare se non si dimentica che esiste un isola che una volta fu rifugio per i nazionalisti di Chiang Kai-shek sconfitti dalle truppe di Mao Zedong e che oggi costituisce un esempio di «democrazia alla cinese». Quest isola, protetta dalla «strategica ambiguità» della politica statunitense, che si impegna a difenderla e allo stesso tempo riconosce il principio di un unica Cina, deve essere secondo il gigante asiatico ricongiunta pacificamente alla «madrepatria» e va dissuasa da ogni tentazione di cedere all attrazione fatale dell indipendenza formale. In Cina l unità nazionale è un dogma e il caso del Kosovo ricorda a Pechino i suoi «problemi interni». Taiwan è per Pechino la questione numero uno. Anche perché sull isola c è chi «osa». Osa, per primo, il suo presidente Chen Shui-bian, prossimo ad abbandonare la guida di Taiwan, che sfida la Cina con i suoi progetti politicamente spregiu- 1. Conversazioni con Limes dello studioso e giornalista cinese in Italia Song Liming (Roma, 29/2/2008) e, a condizione di anonimato, di un giornalista cinese del principale quotidiano ufficiale di Pechino. 1

2 Lim 3-08 virdis :22 Pagina 2 LA CINA DICE NO PENSANDO A TAIWAN dicati. Taipei osa anche mentre Pechino cerca di centrare in pieno l obiettivo delle Olimpiadi perfette facendo questioni sul passaggio della fiaccola olimpica sul suo territorio. E il gigante asiatico non fa che ricordare alla sua provincia che non è uno Stato sovrano, che appartiene alla Cina e che la sua riannessione è un sacrosanto diritto. 2. Subito dopo la dichiarazione d indipendenza del Kosovo sono arrivate le «congratulazioni» di Taiwan, con la speranza che la nuova entità nel cuore dei Balcani «possa godere dei frutti della democrazia e della libertà». «La Repubblica di Cina [questo il nome di Taiwan] sostiene sempre gli Stati sovrani che perseguono la democrazia, la sovranità e l indipendenza attraverso mezzi pacifici», hanno fatto sapere le autorità dell isola 2, colpendo con due parole appena («democrazia» e «libertà») il cuore del sistema cinese. Con un altro applauso al Kosovo, più sonoro, arrivato dopo aver visto le prime reazioni dei paesi che contano alla dichiarazione d indipendenza, Taiwan ha ricordato anche di essere «un membro della comunità internazionale» 3. Dall altra parte dello Stretto, invece, niente battimani, ma solo tanta «preoccupazione» per una «mossa unilaterale», che «porterà a una serie di conseguenze», e timori per «ripercussioni negative sulla pace e sulla stabilità nella regione dei Balcani». Per la Cina, la Serbia e il Kosovo devono «continuare i negoziati» rimanendo «all interno della legalità internazionale». Contemporaneamente c è l urgenza di ricordare «cosa è» Taiwan. E non occorrono molte parole per farlo. Bastano quelle di sempre. E quindi: «A tutti è noto che in quanto parte della Cina, Taiwan non ha alcun diritto» di parlare di riconoscimento del Kosovo. Ma soprattutto: «Al mondo esiste una sola Cina. Il governo della Repubblica Popolare Cinese è il solo governo legittimo che rappresenta l intera Cina e Taiwan è una parte inseparabile del territorio cinese» 4. Poi ci sono le Nazioni Unite. Nel Consiglio di Sicurezza Pechino, membro permanente, dispone del diritto di veto ed è più che attenta alle situazioni che possono creare pericolosi precedenti. Al di là di ogni scenario, «conta moltissimo già la minaccia di ricorrere al diritto di veto». Se un giorno si dovesse arrivare a votare sul Kosovo, la Cina potrebbe astenersi solo se certa che qualcun altro bloccasse ciò che meno le piace 5. Pechino ha già espresso i propri timori per le ripercussioni che la dichiarazione d indipendenza del Kosovo avrà in seno al Consiglio di Sicurezza, dove Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti guidano il fronte dei «paesi amici» del Kosovo, mentre la Russia considera inaccettabile la mossa del nuovo mini-stato. L ambasciatore cinese all Onu Wang Guangya non ha usato mezzi termini. Fa «Taiwan congratulates Kosovo on independence», Dpa, Taipei, 17/2/ Il comunicato del ministero degli Esteri di Taiwan del 18/2/2008 è consultabile all indirizzo 4. Le dichiarazioni del portavoce del ministero degli Esteri di Pechino Liu Jianchao del 18/2/2008 sono disponibili integralmente all indirizzo 5. Colloquio con Limes di Francesco Paolo Fulci, già ambasciatore Onu e due volte presidente del Consiglio di Sicurezza, Roma, 6/3/2008.

3 Lim 3-08 virdis :22 Pagina 3 KOSOVO, NON SOLO BALCANI cendo riferimento alla risoluzione , ha sottolineato che se un documento «adottato dal Consiglio di Sicurezza non viene rispettato e attuato», diventa «un semplice pezzo di carta» e vengono compromesse «l autorità e la credibilità del Consiglio di Sicurezza come organismo principale per tutelare la pace e la sicurezza nel mondo» 7. Dalla dichiarazione d indipendenza del Kosovo, più volte Pechino ha fatto riferimento alla risoluzione Onu 1244 del 1999, uno dei modi «diplomatici» per mostrare il proprio dissenso di fronte alla «mossa unilaterale» del Kosovo. Proprio qui, mentre si scrive, è atteso l arrivo di un nuovo piccolo contingente di agenti cinesi nell ambito della missione delle Nazioni Unite 8. Dal momento che la Cina sembra non avere interessi economici e strategici nei Balcani, anche la partecipazione a questa missione va letta semplicemente considerando che Pechino è «un membro del Consiglio di Sicurezza, ha una responsabilità» e «tutta la questione dei Balcani viene affrontata solo in qualità di membro dell Onu» 9. Con l occhio e il pensiero sempre rivolti a Taiwan. Sull isola tra l altro le decisioni, almeno in alcuni casi, vengono prese indipendentemente da quello che si dice in Cina, che dopo la dichiarazione d indipendenza del Kosovo ha più volte ricordato quali sono le relazioni tra le due parti dello Stretto 10. Senza troppe reticenze Taiwan ha comunque annunciato di «riconoscere formalmente la Repubblica del Kosovo» 11 : una decisione che, ha spiegato il ministro degli Esteri James C.F. Huang, è stata presa «dopo che gli Stati Uniti e altri paesi europei hanno riconosciuto la sovranità del Kosovo» 12. Come a dire: non dopo la reazione di Pechino alle «congratulazioni» arrivate dall isola. Secondo il capo della diplomazia di Taipei, infatti, «in quanto paese sovrano e indipendente e parte della comunità internazionale con 23 alleati, non vi è alcun dubbio che Taiwan abbia il diritto di riconoscere il Kosovo» 13. Ventitré alleati nel mondo. E se in futuro l isola volesse persino attirare questa nuova piccola entità nella sua poco fitta rete di «amici» con pedine costituite da piccoli paesi? Potrebbe tentare. Non lo ha escluso neanche lo stesso Huang. Così, il Kosovo potrebbe subentrare al Malawi, che lo scorso gennaio ha voltato le spalle a 6. Il testo completo della risoluzione 1244 è reperibile all indirizzo daccessdds.un.org/doc/undoc/ GEN/N99/172/89/PDF/N pdf?OpenElement 7. «China gravely concerned over Kosovo proclamation of independence», Xinhua, 18/2/ Per ulteriori dettagli si vedano HUANG ZHILING, «Peacekeepers prepare for Kosovo mission», China Daily, Chengdu, 8/1/2008 (www.chinadaily.com.cn/cndy/ /08/content_ htm); «China expresses concern over Kosovo», China Daily, 19/2/2008 (www.chinadaily.com.cn/china/ /19/content_ htm); «China to send fifth contingent of peacekeepers to Kosovo», Xinhua, Pechino, 20/2/ Affermazioni del giornalista cinese del principale quotidiano ufficiale di Pechino. 10. Il testo dell incontro con la stampa del portavoce del ministero degli Esteri di Pechino Liu Jianchao del 19/2/2008 è consultabile all indirizzo 11. La nota del ministero degli Esteri di Taiwan del 19/2/2008 è disponibile all indirizzo 12. «Taiwan officially recognizes Kosovo independence», Cna, Taipei, 19/2/2008, 13. Ibidem. 3

4 Lim 3-08 virdis :22 Pagina 4 LA CINA DICE NO PENSANDO A TAIWAN Taiwan, inaugurando il capitolo delle relazioni diplomatiche con Pechino e inchinandosi di fronte al principio di un unica Cina. Allora si era tornati alle accuse di «diplomazia dell assegno». Adesso il ministro degli Esteri di Taiwan parla di rapporti tra l isola e il Kosovo negli ultimi due anni e afferma che Taipei «continuerà con i contatti bilaterali e svilupperà ulteriori relazioni» 14. Ma bisogna fare i conti con le autorità del nuovo mini-stato, oggi in una situazione di limbo, ma certamente consapevoli che instaurare rapporti diplomatici con Taiwan farebbe quantomeno irritare Pechino. E quindi, forse, quelli di Taipei sono solo sogni, di alcuni. E per ora la Cina sta a guardare. Oltre a Taiwan, le altre due «ragioni principali» della reazione di Pechino di fronte alla dichiarazione d indipendenza del Kosovo sono «il Tibet e il Xinjiang» 15. Il problema quindi non sarebbero solo l isola ribelle e le aspirazioni di alcuni al taglio definitivo del cordone ombelicale con la Cina: ci sono anche le minoranze etniche, 56 in tutto il gigante asiatico. Il timore, pertanto, è che il Kosovo diventi il famoso, pericoloso precedente. Al contrario, c è chi sostiene che Pechino «non ha paura di ripercussioni sulla sua situazione interna» e, in ogni caso, non bisogna «confondere i problemi» 16. Sebbene si possa trovare qualche analogia tra il Kosovo pre-indipendenza e Taiwan, c è comunque da chiedersi in quanti sarebbero disposti a schierarsi dalla parte dell isola, che pure avrebbe carte migliori da giocare rispetto allo staterello appena nato, qualora questa dovesse azzardare una dichiarazione d indipendenza dalla Cina. O meglio: in quanti, al mondo, si metterebbero contro il gigante asiatico? Gli stessi Stati Uniti caldeggiano il mantenimento dell attuale status quo, anche per preservare le istituzioni democratiche di Taiwan. Washington, impegnata in base al Taiwan Relations Act del 1979 a difendere la provincia ribelle, cui vende armamenti, e al tempo stesso sostenitrice del principio di un unica Cina, condanna ogni mossa proveniente dall isola che possa scatenare le ire di Pechino. Ed esorta la Cina a non ricorrere all uso della forza con Taiwan, contro cui sarebbe puntato un migliaio di missili cinesi Intanto Pechino continua ad annunciare «balzi in avanti» nelle spese per la difesa, che quest anno dovrebbero raggiungere i 417,769 miliardi di yuan (poco più di 38 miliardi di euro) 18, e ripete che un incremento del budget è necessario Ibidem. 15. Osservazioni di Song Liming. 16. Affermazioni del giornalista cinese del principale quotidiano ufficiale di Pechino. 17. Secondo l ultimo rapporto annuale al Congresso del Dipartimento della Difesa statunitense «Military Power of the People s Republic of China 2008», Pechino avrebbe tra i 990 e i missili balistici a corto raggio CSS-6 e CSS-7 puntati contro Taiwan. Il documento è consultabile all indirizzo 18. «China s defense budget to grow 17.6 percent in 2008», Xinhua, Pechino, 4/3/2008. Le cifre fornite da Pechino vengono contestate dagli Stati Uniti, che chiedono maggiore trasparenza alle autorità cinesi, parlano di spese per il 2007 pari a oltre il doppio o quasi al triplo di quelle dichiarate ufficialmente dal gigante asiatico ed esprimono preoccupazione per la poca chiarezza delle intenzioni strategiche della Cina. A tal proposito si veda il già citato rapporto del Dipartimento della Difesa.

5 Lim 3-08 virdis :22 Pagina 5 KOSOVO, NON SOLO BALCANI per «tutelare l indipendenza, la sovranità e l integrità territoriale» e che non costituisce una «minaccia per altri paesi» 19. Non va neanche dimenticato che la maggior parte degli elettori di Taiwan preferisce lo status quo, la stabilità, come ha confermato alle elezioni legislative dello scorso gennaio, decretando la sconfitta del Partito democratico progressista (Pdp), travolto anche da una serie di scandali, e del presidente Chen, noto per i suoi piani indipendentisti. A gennaio gli abitanti dell isola hanno dato fiducia al Kuomintang. Inoltre, a dispetto di ogni tensione politica, crescono i contatti sociali tra le due sponde dello Stretto e le relazioni economiche tra Cina e Taiwan sono in continuo miglioramento 20. Anche questo aspetto potrebbe essere letto, almeno da un certo punto di vista, come un successo della strategia cinese nel mantenere stretta a sé la provincia ribelle, evitando la temuta dichiarazione d indipendenza che aprirebbe uno scenario più che difficile non solo per le due parti dello Stretto, ma anche per molti altri attori. Anche per questo gli Stati Uniti, contrari alle mosse unilaterali da entrambe le parti, considerano provocatoria la consultazione popolare a Taiwan in concomitanza con le presidenziali per chiedere il ritorno all Onu dell isola 21. Una richiesta che, tra l altro, non avrebbe il sostegno di molti elettori di Taiwan e che viene vista da Pechino come un tentativo per cambiare il rapporto tra le due sponde dello Stretto mettendo a rischio la pace. In perfetta linea con la legge antisecessione varata ad hoc nel 2005 per far fronte al «problema» Taiwan 22, nuove dichiarazioni forti sono arrivate all apertura della sessione parlamentare del Congresso nazionale del popolo, quando Pechino, annunciando i nuovi sviluppi della sua corsa agli armamenti, ha ricordato che Chen e la leadership dell isola pagheranno «un caro prezzo» se continueranno a percorrere la strada che porta all «indipendenza di Taiwan» 23. Lo stesso presidente cinese Hu Jintao ha ribadito all inizio di marzo che le attività degli indipendentisti di Taiwan rappresentano «la più grande minaccia alla sovranità nazionale e all integrità territoriale, il più grande ostacolo allo sviluppo delle relazioni tra le due sponde dello Stretto e la più grande minaccia per la pace e la stabilità nello Stretto di Taiwan» 24. Alle sue condizioni, ha poi offerto nuovamente all isola un esile ramoscello d olivo, affermando che la Cina è «pronta a scambi, colloqui, consultazioni e negoziati con ogni forza politica di Taiwan che riconosca che entrambe le parti 19. «Defense budget to rise by 17.6%», Zhu Zhe, China Daily, 5/3/2008, 20. «Taiwan-China indirect trade hit 102 billion US dollars in 2007», Dpa, Taipei, 27/2/ Il segretario di Stato americano Condoleezza Rice ha ribadito la posizione di Washington in occasione della sua visita a Pechino del febbraio scorso. A tal proposito si veda «Rice reiterates U.S. opposition to referendum on Taiwan s UN membership», Xinhua, Pechino, 26/2/ Il testo della legge antisecessione è disponibile in inglese all indirizzo english.peopledaily.com.cn/200503/14/eng _ html 23. «Defense budget to rise by 17.6%», cit. 24. «Taiwan independence doomed to fail - Hu», Xinhua, Pechino, 4/3/2008, 5

6 Lim 3-08 virdis :22 Pagina 6 LA CINA DICE NO PENSANDO A TAIWAN dello Stretto di Taiwan appartengono a un unica Cina» 25. Ovviamente, le condizioni di Hu non sono piaciute alla provincia ribelle 26. Così, a prescindere dal «caso-kosovo», i rapporti tra Pechino e l isola sono destinati a rimanere quelli attuali, anche perché «senza l appoggio degli Stati Uniti, Taiwan non può fare nulla» e oggi la provincia ribelle «è indipendente di fatto» dalla Cina 27. E a coloro che sognano l indipendenza non resta «ancora una volta che sedersi da una parte a guardare con invidia una nuova nazione che celebra la sua libertà» Ibidem. Anche nell ottobre del 2007 Hu ha proposto a Taiwan di raggiungere un accordo di pace sulla base del principio di un unica Cina e Chen ha respinto l offerta, convinto che la condizione posta da Pechino renderebbe il documento un «accordo di resa». 26. «Taiwan condemns China for creating cross-strait confrontation», Dpa, Taipei, 5/3/ Affermazioni di Song Liming. 28. «One rule for Kosovo, one for Taiwan», Taipei Times, Taipei, 21/2/2008, News/editorials/archives/2008/02/21/

Panorama Internazionale

Panorama Internazionale Panorama Internazionale 22 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 2/2012 TAIWANRODOLFO BASTIANELLI LO STATUS INTERNAZIONALE DI PANORAMA INTERNAZIONALE 23 Uno dei temi politici più delicati che la Cina si è trovata

Dettagli

Senso della storia e azione politica

Senso della storia e azione politica Francesco Rossolillo Senso della storia e azione politica II. La battaglia per la Federazione europea a cura di Giovanni Vigo Società editrice il Mulino L Europa e la guerra nel Kosovo La guerra del Kosovo

Dettagli

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE 544 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE Le reazioni degli attori internazionali 25 luglio 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Le reazioni degli attori

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI Sede legale e amministrativa: Palazzo Besso - Largo di Torre Argentina, 11-00186 Roma Sede secondaria: Largo Luigi Antonelli, 4-00145 Roma Web: www.ifiadvisory.com; Mail: info@ifiadvisory.com Umberto Profazio

Dettagli

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)]

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani (Traduzione non ufficiale) L

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

CREARE UN ONU ADATTA AL 21 SECOLO

CREARE UN ONU ADATTA AL 21 SECOLO CREARE UN ONU ADATTA AL 21 SECOLO Il Vertice Mondiale 2005 dibatterà le proposte che potrebbero dar vita alla ristrutturazione di maggiore portata che le Nazioni Unite abbiano mai conosciuto nei sessanta

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

DOCUMENTI IAI LA COOPERAZIONE NATO-RUSSIA: SVILUPPI RECENTI E PROSPETTIVE. a cura dell Istituto Affari Internazionali

DOCUMENTI IAI LA COOPERAZIONE NATO-RUSSIA: SVILUPPI RECENTI E PROSPETTIVE. a cura dell Istituto Affari Internazionali DOCUMENTI IAI LA COOPERAZIONE NATO-RUSSIA: SVILUPPI RECENTI E PROSPETTIVE a cura dell Istituto Affari Internazionali Saggio presentato nell ambito de Osservatorio Transatlantico a cura dell Istituto Affari

Dettagli

Consultazione per il programma del PSE per le elezioni europee 2009: Documento di lavoro. L Europa nel mondo

Consultazione per il programma del PSE per le elezioni europee 2009: Documento di lavoro. L Europa nel mondo Consultazione per il programma del PSE per le elezioni europee 2009: Documento di lavoro 1. La sfida L Europa nel mondo Negli ultimi 20 anni, il mondo è cambiato in modo irreversibile. La stessa natura

Dettagli

Si allegano per le delegazioni le conclusioni del Consiglio sul Sud Sudan, adottate dal Consiglio nella 3466ª sessione tenutasi il 23 maggio 2016.

Si allegano per le delegazioni le conclusioni del Consiglio sul Sud Sudan, adottate dal Consiglio nella 3466ª sessione tenutasi il 23 maggio 2016. Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 23 maggio 2016 (OR. en) 9110/16 RISULTATI DEI LAVORI Origine: in data: 23 maggio 2016 Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni n. doc. prec.:

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO CAMERA DEI DEPUTATI Febbraio 2010 SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO MAURO PILI INTERROGAZIONE DOSSIER SUL CASO ENERGIA - SARDEGNA NELL ISOLA IL COSTO PIU ELEVATO D EUROPA SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

Dettagli

La Manipolazione Mentale

La Manipolazione Mentale La Manipolazione Mentale Argomento vasto e complesso per le tante sfaccettature che può presentare. Innanzitutto poniamoci una domanda: cosa si intende per manipolazione mentale? Vuol dire semplicemente

Dettagli

with the support of 15 maggio 2006 DRAFT (12) 47 Posizione ufficiale Associazione delle Agenzie della Democrazia Locale 2006-2009

with the support of 15 maggio 2006 DRAFT (12) 47 Posizione ufficiale Associazione delle Agenzie della Democrazia Locale 2006-2009 15 maggio 2006 DRAFT (12) 47 Posizione ufficiale Associazione delle Agenzie della Democrazia Locale 2006-2009 Il programma delle Agenzie della Democrazia Locale come attore per la Pace e la Democrazia

Dettagli

I TRANELLI DEL SALVABANCHE: LA BOMBA RESTA INNESCATA

I TRANELLI DEL SALVABANCHE: LA BOMBA RESTA INNESCATA 989 I TRANELLI DEL SALVABANCHE: R. Brunetta per Il Giornale 20 dicembre 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Povero

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Il processo di pace e democratizzazione nella Repubblica Democratica del Congo

Il processo di pace e democratizzazione nella Repubblica Democratica del Congo Il processo di pace e democratizzazione nella Repubblica Democratica del Congo Il conflitto negli anni 90 RDC e sviluppo umano 2006: le prime elezioni democratiche nel paese Il ruolo delle Nazioni Unite

Dettagli

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI ALLEGATO E DGR 535/2015 (estratto) REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI LINEE DI INDIRIZZO IN MATERIA DI PARTECIPAZIONE E ASCOLTO DEI MINORENNI Servizio Famiglia, Minori e Pari Opportunità

Dettagli

I mercati di fronte alla crisi russo-georgiana

I mercati di fronte alla crisi russo-georgiana I mercati di fronte alla crisi russo-georgiana La crisi tra Russia e Georgia, scoppiata in tutta la sua drammaticità lo scorso 8 agosto, sembra spaventare i mercati finanziari, già messi a dura prova dalla

Dettagli

La Giornata Internazionale della Pace

La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace viene celebrata il 21 settembre di ogni anno. Le seguenti proposte di lavoro riguardano i diversi gradi di scolarità, qui indicati

Dettagli

Imparare e Usare il Metodo di Studio

Imparare e Usare il Metodo di Studio Imparare e Usare il Metodo di Studio Per gli studenti: con questa semplice guida puoi imparare a usare un buon metodo di studio. Per imparare, leggi e cerca di capire bene i passi seguenti e allenati ogni

Dettagli

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 Caro Signor Presidente della Repubblica, Dott. Giorgio Napolitano, Cari ospiti stranieri e relatori,

Dettagli

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE Torino 11-12 giugno 2008 Prof. Marcello Pierini Nelle Conclusioni della Presidenza del Consiglio Europeo del 21 e 22 giugno 2007

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

Guida per gli acquirenti

Guida per gli acquirenti Guida per gli acquirenti Abbiamo creato una breve guida per i privati al fine di fornire le informazioni più importanti per l acquisto di un azienda. Desiderate avere una vostra azienda? L acquisto di

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA Relazione del Presidente Fabio Sponghini Rigenerare comunità per ricostruire il Paese. Acli artefici di democrazia partecipativa e buona economia. Fabio Sponghini Care amiche e cari amici congressisti,

Dettagli

FORUM DISTRETTUALE SULLA LEADERSHIP

FORUM DISTRETTUALE SULLA LEADERSHIP FORUM DISTRETTUALE SULLA LEADERSHIP Treviso, 6 Settembre 2014 Nota: trovate in questa sezione del sito anche una dettagliata descrizione della metodologia utilizzata, che si chiama World Cafè. Dopo i saluti

Dettagli

726 a SEDUTA PLENARIA DEL FORO

726 a SEDUTA PLENARIA DEL FORO FSC.JOUR/732 Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa Foro di cooperazione per la sicurezza ITALIAN Original: ENGLISH Presidenza: Lussemburgo 726 a SEDUTA PLENARIA DEL FORO 1. Data:

Dettagli

Storia d Israele in mappe

Storia d Israele in mappe Storia d Israele in mappe INDICE Introduzione............................................................. p. 1 MAPPE DEL PERIODO ANTICO ll regno di Davide e Salomone..........................................

Dettagli

Indice. Presentazione p. 7 Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo

Indice. Presentazione p. 7 Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo Indice Presentazione p. 7 Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo PARTE PRIMA - La RSU 11 Capitolo I Che cosa è la RSu 13 Capitolo II Come lavora la RSu 18 Capitolo III - Il negoziato: tempi

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Versione breve del rendiconto della ricerca

Versione breve del rendiconto della ricerca Versione breve del rendiconto della ricerca «Digital Seniors» Pro Senectute Svizzera L utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone di 65 e più anni in

Dettagli

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI DEL GIAPPONE. Nome Comunemente. Utilizzato nella Comunità Internazionale. Mar del Giappone

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI DEL GIAPPONE. Nome Comunemente. Utilizzato nella Comunità Internazionale. Mar del Giappone MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI DEL GIAPPONE L unico Nome Comunemente Utilizzato nella Comunità Internazionale Mar del Giappone 1 Mar del Giappone è l unico nome stabilito a livello internazionale per l

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

L IMPRENDITORE MIGRANTE

L IMPRENDITORE MIGRANTE 1 L IMPRENDITORE MIGRANTE Relatore: Maurizio GALLO ORSI In questa breve chiacchierata cercheremo di esaminare la posizione dell imprenditore migrante cioè di colui che intende aprire un azienda all estero

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente MOZIONE SULLA SIRIA 11 settembre 2013

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente MOZIONE SULLA SIRIA 11 settembre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 297 MOZIONE SULLA SIRIA 11 settembre 2013 2 La Camera, premesso che: la crisi siriana ha raggiunto

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE ASSEMBLEA PARLAMENTARE PARETICA ACP-UE Commissione per gli affari politici 31.7.2014 PROGETTO DI RELAZIONE sulla sfida della riconciliazione nazionale nei paesi in situazione di postconflitto e di post-crisi

Dettagli

F-35, la verità a scoppio ritardato

F-35, la verità a scoppio ritardato F-35, la verità a scoppio ritardato Giornalettismo Mazzetta Con un anno di ritardo emergono alle cronache i difetti già denunciati da tempo nel costosissimo programma del JSF di Lockheed Martin In questi

Dettagli

Tweet Verybello.it Dario Franceschini errori di progettazione e realizzazione legittimità della pubblicazione

Tweet Verybello.it Dario Franceschini errori di progettazione e realizzazione legittimità della pubblicazione 1 di 7 28/01/2015 21:09 Tweet 52 La vicenda è ormai nota, come note sono le decine di critiche che hanno travolto l ideazione, realizzazione e gestione di Verybello.it che avrebbe dovuto essere ma difficilmente

Dettagli

Risoluzione. L'Assemblea Legislativa dell'emilia-romagna

Risoluzione. L'Assemblea Legislativa dell'emilia-romagna Regione EmiliaRomagna Assemblea legislativa AL/2015/16305 del 16/04/2015 OGGETTO 473 Bologna, 14/04/2015 G Risoluzione Alla Presidente Dell'Assemblea Legislativa Simonetta Saliera Sede L'Assemblea Legislativa

Dettagli

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE MC.DEC/7/14/Corr.1 1 Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa Consiglio dei ministri Basilea 2014 ITALIAN Original: ENGLISH Secondo giorno della ventunesima Riunione Giornale MC(21)

Dettagli

Lo scoppio della guerra fredda

Lo scoppio della guerra fredda Lo scoppio della guerra fredda 1) 1945: muta la percezione americana dell URSS da alleato ad avversario e nemico 2) 1946: ambio dibattito interno all amministrazione Truman sulla svolta in politica estera

Dettagli

Smantellata con la II guerra mondiale

Smantellata con la II guerra mondiale Europa dopoguerra I organismo di cooperazione Devastata, sminuito il ruolo centrale del potere economico e politico Nasce a Ginevra, 10/01/1920 Inizialmente scarsi risultati politici Società delle Nazioni

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001

1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001 1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001 B5-0666, 0668 e 0674/2001 Risoluzione del Parlamento europeo sulla riunione straordinaria del Consiglio europeo del 21 settembre 2001 a

Dettagli

Pubblicazioni Centro Studi per la Pace www.studiperlapace.it CONVENZIONE QUADRO PER LA PROTEZIONE DELLE MINORANZE NAZIONALI , S

Pubblicazioni Centro Studi per la Pace www.studiperlapace.it CONVENZIONE QUADRO PER LA PROTEZIONE DELLE MINORANZE NAZIONALI , S Pubblicazioni Centro Studi per la Pace CONVENZIONE QUADRO PER LA PROTEZIONE DELLE MINORANZE NAZIONALI CONSIGLIO D EUROPAE UROPA,, STRASBURGOS E, S 1 febbraio 1995; entrata in vigore il 1 febbraio 1998

Dettagli

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Facoltà di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Modulo 7 Breve storia delle politiche commerciali Krugman-Obstfeld, cap 9 (seconda parte), integrato

Dettagli

Roma 2015. Rassegna Stampa. VII edizione

Roma 2015. Rassegna Stampa. VII edizione Roma 2015 Rassegna Stampa VII edizione Nel mondo che cambia sempre più velocemente cercando con fatica di riprendersi dalla crisi, aumentano le sfide, la paura, le incertezze. La domanda che da sempre

Dettagli

Gli studi del cristianesimo in Cina

Gli studi del cristianesimo in Cina Gli studi del cristianesimo in Cina Gli studi del cristianesimo in Cina costituiscono sia un tema vecchio che un orrizonte assai nuovo. Essi hanno percorso le due ultime dinastie dei Ming e dei Qing come

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

LE VENDITE COMPLESSE

LE VENDITE COMPLESSE LE VENDITE COMPLESSE 1 LE VENDITE COMPLESSE - PRINCIPI GENERALI Le vendite complesse differiscono da quelle semplici per molti importanti aspetti. Per avere successo è essenziale comprendere la psicologia

Dettagli

Selling Italy by the Pound

Selling Italy by the Pound Selling Italy by the Pound L Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, non sul debito. Di lavoro pero in questo momento ce n è poco e di debito tanto: not good. Vediamo allora cosa c è dietro all ennesima

Dettagli

2.6. Organizzazioni non governative

2.6. Organizzazioni non governative 2.6. Organizzazioni non governative L espressione ONG è stata introdotta per la prima volta in un trattato internazionale dall articolo 71 della Carta delle Nazioni Unite, che prevede la possibilità del

Dettagli

Il trattato di Lisbona parte II La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona

Il trattato di Lisbona parte II La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona Il trattato di Lisbona parte II La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona La nuova politica estera e di sicurezza Tra le politiche europee la politica estera e di sicurezza

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO di Aurelio Alaimo I. I. S. Caduti della Direttissima - Castiglione dei Pepoli (Bologna) aurelio.alaimo@iperbole.bologna.it (critiche, osservazioni e commenti

Dettagli

Professione Investitore I salvataggi bancari, prove tecniche di bail in in Italia

Professione Investitore I salvataggi bancari, prove tecniche di bail in in Italia Professione Investitore I salvataggi bancari, prove tecniche di bail in in Italia Di Massimo Milani / 01 settembre 2015 La crisi finanziaria iniziata col tracollo della Lehman nel 2008 ha evidenziato una

Dettagli

Report Leadership Matching

Report Leadership Matching Leader: Mario Rossi Collaboratore: Francesca Colombo Questo Report è un prodotto di PDA International. PDA International è leader nell approvvigionamento di valutazioni comportamentali utilizzate per reclutare,motivare

Dettagli

欧 洲 中 国 政 治 经 济 DOSSIER AGICHINA24

欧 洲 中 国 政 治 经 济 DOSSIER AGICHINA24 欧 洲 欧 洲 中 国 中 国 经 济 政 治 政 治 欧 洲 DOSSIER 经 济 AGICHINA24 经 济 政 治 欧 洲 中 国 中 国 经 济 Milano, 23 Maggio 2011 COME LA CINA PERCEPISCE L UNIONE EUROPEA 2 di Enrico Fardella e Federica Cedro* Il tema della percezione

Dettagli

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore Ruolo, caratteristiche, criticità 1 La definizione Terzo Settore nasce per identificare tutto ciò che non appartiene né al Primo settore, ossia alla sfera pubblica (stato, regioni, enti locali, altri enti)

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Maurizio Ambrosini, Università di Milano, Direttore della rivista Mondi migranti

Maurizio Ambrosini, Università di Milano, Direttore della rivista Mondi migranti Maurizio Ambrosini, Università di Milano, Direttore della rivista Mondi migranti Chi sono gli immigrati? ONU: L immigrato è una persona che si è spostata in un paese diverso da quello di residenza abituale

Dettagli

L alunno di origine cinese

L alunno di origine cinese L alunno di origine cinese Il contesto culturale e le problematiche nella scuola italiana La Cina e il popolo cinese; Cenni storici; L organizzazione sociale; Il fenomeno migratorio; I cinesi in Italia;

Dettagli

Geneva Centre for Security Policy

Geneva Centre for Security Policy Geneva Centre for Security Policy Great Expectations: UN Peacekeeping, Civilian Protection, and the Use of Force author: Alan Doss Copyright Geneva Centre for Security Policy, 2011 Traduzione non ufficiale

Dettagli

Newsletter Agosto 2010

Newsletter Agosto 2010 Newsletter Agosto 2010 Decreto intercettazioni: OSCE e ONU dicono NO! Ammonimenti internazionali per il disegno di legge in materia di intercettazioni elettroniche (Legge n. 1611 del 11 giugno 2009) Il

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Buon Giorno Asia - 20-21 febbraio 2012. Il Punto della Settimana

Buon Giorno Asia - 20-21 febbraio 2012. Il Punto della Settimana Buon Giorno Asia - 20-21 febbraio 2012 Il Punto della Settimana a. LA CINA INCONTRA... Settimana di incontri e vertici importanti per Pechino. In primo luogo, c è la missione americana del Vicepresidente

Dettagli

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD IB/1043/99IT (EN) COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE I RELAZIONI ESTERNE: POLITICA COMMERCIALE, RELAZIONI CON L AMERICA SETTENTRIONALE, L ESTREMO ORIENTE, L AUSTRALIA E LA NUOVA ZELANDA Direzione F

Dettagli

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 PREMESSA Il Consiglio nazionale del Movimento europeo ha discusso della situazione europea alla vigilia del voto di fiducia del

Dettagli

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA CASA BIANCA Ufficio stampa PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA NOSTRA MISSIONE Il discorso del Presidente riafferma l obiettivo

Dettagli

ASSOCIAZIONE RETETOSTA ONLUS

ASSOCIAZIONE RETETOSTA ONLUS ASSOCIAZIONE RETETOSTA ONLUS IL MANIFESTO Il Manifesto esprime i principali concetti ispiratori dei soci fondatori dell Associazione, che contribuiscono a definirne gli aspetti caratteristici e a indirizzarne

Dettagli

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania Manifesto Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012 Bucarest, Romania Manifesto del PPE (Adottato durante il Congresso del PPE, Bucarest, 17 e 18 Ottobre 2012) 1. Chi siamo? Il Partito Popolare Europeo

Dettagli

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO MASTER / COORDINAMENTO LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE

Dettagli

4. Il movimento comunista: Ho Chi Minh... 85

4. Il movimento comunista: Ho Chi Minh... 85 Indice Prefazione... 1 1. Vietnam e Cina nella storia... 5 1.1. Origini della civiltà vietnamita... 5 1.2. Il Vietnam nel sistema sinocentrico... 9 1.3. La civiltà cinese in Vietnam e i primi tentativi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI ASSEMBLEA PARLAMENTARE DELL OSCE. Sessione Annuale di Vilnius, Lituania, (29 giugno 3 luglio 2009)

CAMERA DEI DEPUTATI ASSEMBLEA PARLAMENTARE DELL OSCE. Sessione Annuale di Vilnius, Lituania, (29 giugno 3 luglio 2009) Camera dei Deputati 1 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI Doc. XII-quinquies N. 38 CAMERA DEI DEPUTATI ASSEMBLEA PARLAMENTARE DELL OSCE Sessione Annuale di Vilnius,

Dettagli

DA SUDDITI A CITTADINI

DA SUDDITI A CITTADINI DA SUDDITI A CITTADINI LO STATO ASSOLUTO 1) L'assolutismo. Lo Stato nasce in Europa a partire dal 15 secolo: i sovrani stabilirono il loro poteri su territori che avevano in comune razza, lingua, religione

Dettagli

AFGHANISTAN LA CONFERENZA DI KABUL: LA SVOLTA CHE NON C È STATA ARGO. Agosto 2010 Rapporto n. 13

AFGHANISTAN LA CONFERENZA DI KABUL: LA SVOLTA CHE NON C È STATA ARGO. Agosto 2010 Rapporto n. 13 Agosto 2010 Rapporto n. 13 AFGHANISTAN LA CONFERENZA DI KABUL: LA SVOLTA CHE NON C È STATA ARGO Analisi e Ricerche Geopolitiche sull Oriente Osservatorio sull Asia minore, centrale e meridionale Piazza

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

REGGENZA DELLA REPUBBLICA

REGGENZA DELLA REPUBBLICA INTERVENTO DELLA ECCELLENTISSIMA REGGENZA IN OCCASIONE DELLA INVESTITURA La Reggenza porge un cordiale saluto ed esprime sentimenti di viva gratitudine a Monsignor Adriano Bernardini, Nunzio Apostolico,

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

Anche per coloro che pure hanno

Anche per coloro che pure hanno Negli ultimi vent anni, la disgregazione dell ex Iugoslavia ha fatto nascere una pluralità di Stati che hanno saputo intrecciare solidi rapporti con l Europa. A ciò ha dato un contributo non marginale

Dettagli

La crisi libica: un punto di svolta nella dottrina della responsabilità di proteggere?

La crisi libica: un punto di svolta nella dottrina della responsabilità di proteggere? La crisi libica: un punto di svolta nella dottrina della responsabilità di proteggere? di Carlo Focarelli La crisi libica può considerarsi, almeno per alcuni aspetti, un punto di svolta nella storia della

Dettagli

!!! PROGETTI MODEL UNITED NATIONS. Anno Scolastico 2014/2015

!!! PROGETTI MODEL UNITED NATIONS. Anno Scolastico 2014/2015 PROGETTI MODEL UNITED NATIONS Anno Scolastico 2014/2015 INTRODUZIONE UNlab è un ente composto da giovani professionisti e studenti che cooperano per diffondere in Italia e in Europa la conoscenza della

Dettagli

Processi di cambiamento strategico e organizzativo richiedono attori

Processi di cambiamento strategico e organizzativo richiedono attori Le competenze organizzative come vantaggio distintivo di Domenico Bodega Processi di cambiamento strategico e organizzativo richiedono attori rapidi nel pensiero, nel giudizio, nell azione e nella parola.

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI

CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI Raccomandazione Rec(2001)1 del Comitato dei Ministri (degli Esteri) agli Stati membri sul Servizio Sociale (adottato dal Comitato dei Ministri (degli Esteri)0il

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

MOZamBIQUE LA NEWSLETTER BIMESTRALE di TUTTO CIÒ CHE BISOGNA SAPERE SUL MOZAMBICO

MOZamBIQUE LA NEWSLETTER BIMESTRALE di TUTTO CIÒ CHE BISOGNA SAPERE SUL MOZAMBICO 2015 MOZamBIQUE LA NEWSLETTER BIMESTRALE di TUTTO CIÒ CHE BISOGNA SAPERE SUL MOZAMBICO Mozambico: Guebuza si dimette da Presidente del Frelimo Armando Guebuza si è dimesso da Presidente del partito mozambicano

Dettagli