Osservatorio SANA 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio SANA 2012"

Transcript

1 Osservatorio SANA 2012 A cura di: Evento organizzato da: In collaborazione con: I CONSUMI ALIMENTARI BIOLOGICI DI FRONTE ALLA CRISI ECONOMICA I risultati dell indagine di Nomisma Fabio Lunati - Silvia Zucconi

2 LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO SI SANA L Osservatorio di SANA sul biologico nasce con l intento di mettere a disposizione degli operatori della filiera agroalimentare informazioni in grado di consentire valutazioni accurate sull evolversi del consumi alimentari biologici. REALIZZAZIONE DI UNA INDAGINE SU 810 RESPONSABILI DEGLI ACQUISTI ALIMENTARI DELLA FAMIGLIA STRUMENTO INDISPENSABILE PER COGLIERE LE DINAMICHE DI MERCATO ABITUDINI DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIO DISPONIBILITÀ A PAGARE TENDENZE RECENTI PERCEZIONE SUI PLUS DEL BIO 2

3 3 I COMPORTAMENTI DI CONSUMO PER LA SPESA ALIMENTARE

4 QUANDO COMPRA PRODOTTI ALIMENTARI SCEGLIE SOPRATTUTTO IN BASE A. Aspetto del prodotto (gusto, profumo, colore, sapore) Presenza di un marchio a denominazione di origine Presenza del marchio biologico Presenza di promozioni (es.3x2) Marca del supermercato (coop, esselunga, auchan, PREZZO 31% 4 Altro Consiglio del negoziante Prodotto italiano Marca del produttore Prezzo basso TOTALE 2,1% 1,9% 8,5% 4,3% 5,3% 4,2% 9,8% 14,7% 16,4% MARCHIO BIO 5% 32,8% MARCA 14% 0,0% 20,0% 40,0% Prima risposta in ordine di importanza ACQUIRENTI BIO La provenienza italiana del prodotto è il principale criterio di acquisto delle famiglie per i prodotti alimentari (criterio ancor più importante se il consumatore acquista BIO - 34% vs 31% in chi non acquista) Il consumatore BIO è meno sensibile a prezzo e promozioni che rappresentano il principale criterio per il 26% dei consumatori BIO (37% tra chi non consuma) Il 10% dei consumi BIO usa la presenza del marchio come primo criterio prevalente per la scelta dei prodotti alimentari Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA 2012.

5 IN QUALE TIPOLOGIA DI PUNTI VENDITA EFFETTUA LA MAGGIOR PARTE DELLA SPESA ALIMENTARE? TOTALE ACQUIRENTI BIO Dettaglio indipende nte; 11,6% Mercati rionali; 5,7% Discount; 5,3% Direttame nte dal produttore ; 3,1% Interneton line; 0,1% Altro; 0,4% Iper e super; 73,8% Anche per gli acquirenti bio iper e supermercati sono i canali in cui effettua prevalentemente la maggior parte della spesa alimentare della famiglia (72% in chi acquista vs 76% in chi non acquista); Più alta la quota di chi usa tra i primi 3 canali food, l acquisto diretto dal produttore: 10% tra i consumatori bio (vs 4% tra i non acquirenti). Prima risposta in ordine di importanza Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

6 6 I COMPORTAMENTI DI ACQUISTO DI PRODOTTI BIOLOGICI

7 No; 46,8% 7 NEGLI ULTIMI 12 MESI HA ACQUISTATO IN ALMENO UN OCCASIONE UN PRODOTTO ALIMENTARE CON MARCHIO BIOLOGICO? Tasso penetrazione Bio per target TOTALE Si; 53,2% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA Totale - ITALIA Laurea Reddito - Oltre Famiglia CON figli minore 12 anni * Reddito - Da a Centro Licenza media superiore Nord Famiglia CON figli conviventi * Reddito - Da a Famiglia SENZA figli conviventi Famiglia SENZA figli minore 12 Sud-Isole * Reddito - Fino a euro 65+ Licenza media inferiore Nessun titolo Licenza elementare 53% 71% 69% 64% 64% 58% 58% 58% 57% 56% 56% 53% 52% 51% 51% 49% 46% 45% 41% 40% 33% 31% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% *REDDITO MEDIO MENSILE FAMILIARE

8 NELLA SUA FAMIGLIA CON QUALE FREQUENZA SI CONSUMANO, MEDIAMENTE, PRODOTTI ALIMENTARI BIOLOGICI? CONSUMATORI OCCASIONALI 36% Piu raramente; 15,4% Ogni giorno o quasi; 32,4% 32% della popolazione consuma prodotti BIO almeno 1 volta a settimana Qualche volta al mese; 20,7% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA Almeno una volta a settimana; 31,5% FREQUENT BUYER FEDELI AL BIO 64%

9 QUANDO COMPRA PRODOTTI ALIMENTARI A MARCHIO BIOLOGICO PER SE E LA SUA FAMIGLIA SCEGLIE SOPRATTUTTO IN BASE A ACQUIRENTI BIO Marca del supermercato (coop, esselunga, natura Consiglio del negoziante 4,6% 4,9% La «sensibilità» al prezzo per l acquisto di prodotti alimentari nel consumatore bio è inferiore rispetto a chi non acquista bio e scende ulteriormente nella scelta dei prodotti biologici Altro Presenza di promozioni (es.3x2) Prezzo basso Marca del produttore Aspetto del prodotto (gusto, profumo, colore, Prodotto italiano 5,4% 6,6% 8,0% 11,5% 13,9% PREZZO 14,6% Prima risposta in ordine di importanza 45,1% 0,0% 10,0% 20,0% 30,0% 40,0% 50,0% TOTALE CONSUMATORI PREZZO 37% ACQUIRENTI BIO QUANDO ACQUISTA PROD. ALIM IN GENERALE PREZZO 26% ACQUIRENTI BIO QUANDO ACQUISTA PROD. ALIM BIO PREZZO 15% Chi risponde Altro specifica di scegliere i prodotti bio in base a abitudini di consumo precedenti/esperienza. Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

10 ACQUIRENTI BIO IN QUALI TIPOLOGIE DI PUNTI VENDITA EFFETTUA PIÙ SPESSO LA SPESA PER PRODOTTI ALIMENTARI A MARCHIO BIOLOGICO? Iper e supermercati Negozi specializzati in prodotti biologici Direttamente dal produttore/contadino Piccoli negozi di generi alimentari Mercati rionali Discount Mercati dei contadini Altro Internet/on line Feste e sagre di paese 11,5% 7,3% 5,6% 4,1% 3,7% 3,2% 1,2% 0,5% 0,5% 10,5% Acquisti diretti dal produttore 62,4% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% Prima risposta in ordine di importanza in base alla frequenza di utilizzo del canale Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

11 IN QUALI TIPOLOGIE DI PUNTI VENDITA EFFETTUA PIÙ SPESSO LA SPESA PER PRODOTTI ALIMENTARI A MARCHIO BIOLOGICO? analisi per frequenza di consumo Altri canali Dettaglio indipendente Direttam. dal produttore Negozi spec. BIO 100% 90% 80% 70% 60% Iper-Super Prima risposta in ordine di importanza per frequenza di consumo 50% 40% 30% 20% 10% 0% Ogni giorno o quasi Almeno una volta a settimana Qualche volta/più raramente FEDELI AL BIO OCCASIONALI Nelle famiglie dove il bio si consuma più spesso, il canale specializzato e gli acquisti diretti assumono un ruolo assolutamente più rilevante 11 Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA 2012.

12 I VALORI DELLE VENDITE DEL BIO PER CANALE 27% del totale GDO 895 Negozi specializzati 45% del totale Ristorazione Altri canali 2011 milioni di Fonte: elaborazioni Nomisma su dati ASSOBIO. Nonostante il consumatore BIO possa acquistare con grande frequenza nella GDO, in termini di valore di mercato la quota più alta è quella dei negozi specializzati in cui si realizza il 45% delle vendite (895 milioni) 12

13 13 LE CARATTERISTICHE DEL CARRELLO DELLA SPESA BIO

14 ALMENO UNA VOLTA NEGLI ULTIMI 12 MESI HA COMPRATO I SEGUENTI PRODOTTI CON MARCHIO BIO? Frutta fresca Verdura e ortaggi freschi Marmellate e miele Uova Yogurt Olio extra vergine d'oliva Formaggi Succhi di frutta Biscotti Carne Pasta Te' e tisane Latte Conserve e sughi Grissini, crackers, prodotti da forno Pane Aceto di vino e di mele Salumi Spezie Vino Caffe Surgelati Altri oli altro prodotto biologico Prodotti per l'infanzia Cibi pronti 59% 57% 55% 48% 47% 42% 41% 39% 38% 36% 35% 34% 30% 25% 24% 23% 20% 19% % di si 15% 14% 14% 14% 13% 9% 73% 71% 0,0% 10,0% 20,0% 30,0% 40,0% 50,0% 60,0% 70,0% 80,0% Nelle famiglie con figli minori di 12 anni è più alto l acquisto di prodotti bio con elevata frequenza di consumo: frutta fresca 77% (contro il 69% di chi non ha figli minori di 12 anni); verdura fresca (78% contro 67%); latte (41% contro 33%); yogurt 60% (vs 51%) e succhi di frutta 55,4% (contro il 40%). Altri prodotti (14%) è caratterizzata soprattutto da acquisti di legumi, cereali per la colazione, farina. Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

15 QUALI SONO I PRODOTTI ALIMENTARI PER CUI NON POTREBBE PER NESSUN MOTIVO RINUNCIARE AL MARCHIO BIOLOGICO? Frutta fresca Tutti i prodotti alimentari Verdura e ortaggi freschi Uova Olio extra vergine d oliva Latte Pasta Marmellate e miele Formaggi Carne Altro Yogurt Succhi di frutta Prodotti da forno Pane Conserve e sughi Prodotti per l infanzia Te e tisane Biscotti Salumi Aceto di vino e mele Spezie Caffe Vino 7,1% 7,1% 5,1% 4,9% 4,6% 4,1% 3,4% 2,7% 2,2% 2,2% 1,7% 1,5% 1,5% 1,0% 0,7% 0,7% 0,7% 0,5% 0,5% 0,2% 0,2% 0,2% 3,6% per famiglie con figli <12 anni Prima risposta in ordine di importanza 19,0% 17,6% 0% 2% 4% 6% 8% 10% 12% 14% 16% 18% 20% Il 6% delle famiglie con figli minori di 12 anni non potrebbe rinunciare al latte biologico (3% tra chi non ha figli minori di 12 anni). In generale, in queste famiglie, si conferma l irrinunciabilità per i prodotti ad alta frequenza di consumo in tale gruppo. Il 6,7% degli ultrasessantenni non potrebbe rinunciare a marmellate e miele biologico. Il 14,8% di coloro che hanno un reddito elevato, non rinuncia ad acquistare uova biologiche. Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

16 16 CONSIDERANDO LA SOLA SPESA ALIMENTARE PER PRODOTTI BIOLOGICI DELLA SUA FAMIGLIA, QUALI SONO LE CATEGORIE DI PRODOTTO BIOLOGICO PER CUI NEGLI ULTIMI 12 MESI HA SPESO DI PIÙ? Frutta fresca Verdura e ortaggi freschi NR Olio extra vergine d oliva Altro Pasta Latte Carne Uova Formaggi Marmellate e miele Yogurt Succhi di frutta Prodotti per l infanzia Te e tisane Conserve e sughi Biscotti Pane Salumi Caffe Spezie Surgelati Vino Aceto di vino e di mele Grissini, crackers, prodotti da forno 7,6% 6,8% 6,6% 5,6% 5,4% 5,1% 5,1% 5,1% 1,7% 4,1% 4,9% 1,2% 1,0% 1,0% 1,0% 1,0% 0,7% 0,5% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 11,0% Prima risposta in ordine di importanza Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA ,4% 0,0% 5,0% 10,0% 15,0% 20,0% 25,0%

17 17 LA PERCEZIONE DEI PRODOTTI BIOLOGICI

18 SECONDO LEI I PRODOTTI ALIMENTARI A MARCHIO BIOLOGICO HANNO QUALITA MEDIAMENTE Uguale o quasi uguale; 28,8% ACQUIRENTI BIO Piu bassa; 2,0% NR 4,4% Più elevata 64,9% Il 67,4% delle famiglie con figli e il 73,5% delle famiglie con figli minori di 12 anni, dichiara che i prodotti alimentari a marchio biologico hanno qualità mediamente più elevata rispetto a quelli senza marchio. Piu elevata Uguale o quasi Più bassa NR Qualche volta/più raramente 49% 39% 5% Almeno una volta a settimana 72% 25% 0% Ogni giorno 76% 21% 1% 0% 20% 40% 60% 80% 100% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

19 LEI ACQUISTA PRODOTTI ALIMENTARI BIOLOGICI PERCHÉ SONO PIÙ NR; 3,4% ACQUIRENTI BIO Buoni; 25,4% Il 71% delle famiglie con figli e il 68,7% delle famiglie con figli minori di 12 anni, dichiara che acquista i prodotti alimentari a marchio biologico perché sono più sicuri rispetto a quelli senza marchio. Il 33,3% dei giovani i prodotti biologici più buoni. Qualche volta/più raramente Buoni Piu sicuri NR 21% 72% 7% Sicuri; 71,2% Almeno una volta a settimana Ogni giorno 27% 29% 72% 70% 1% 2% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA % 20% 40% 60% 80% 100% 19

20 20 LE TENDENZE IN ATTO

21 RISPETTO ALL ANNO SCORSO, LA SPESA ALIMENTARE DELLA SUA FAMIGLIA PER PRODOTTI CON MARCHIO BIO E Forte aumento (>+15%); 1,5% NR; 1,0% Forte diminuzione 1,5% Diminuzione (tra -15% e - 5%) 6,8% 8,3% Aumento (tra +5% e +15%) 20,0% 21,5% Stabile 69,3% ACQUIRENTI BIO Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

22 PER I PROSSIMI 12 MESI, LA SPESA ALIMENTARE DELLA SUA FAMIGLIA CON MARCHIO BIOLOGICO SARÀ ACQUIRENTI BIO Forte aumento (>+15%) 0,7% Aumento (tra +5% e +15%) 12,4% NR; 2,9% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA Forte diminuzione 1,0% Diminuzione (tra -15% e - 5%) 7,1% 8,1% 13% Stabile; 75,9% 22

23 RISPETTO AD UN PRODOTTO SENZA MARCHIO, LEI PER IL BIOLOGICO È DISPOSTO A PAGARE FINO A Più del +20% 4,4% Tra +10% e +20% 11% NR Nessuna differenza 1% 13,7% Fino al +5% 39,5% Tra +5% e +10% 30,5% DISPONIBILITÀ A PAGARE Almeno 5% in più rispetto al convenzionale: 85% dei consumatori BIO Almeno il 10% in più rispetto al convenzionale: 45,8% dei consumatori BIO Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

24 24 CHI NON CONSUMA BIOLOGICO: motivazioni, disponibilità, caratteristiche

25 QUALI SONO LE MOTIVAZIONI CHE L HANNO INDOTTA A NON ACQUISTARE PRODOTTI ALIMENTARI A MARCHIO BIOLOGICO? Prima risposta in ordine di importanza NR Altro Non mi fido delle garanzie offerte dal marchio biologico Non trovo nessuna differenza rispetto ai prodotti senza marchio Non mi fido della qualita Le marche che preferisco non hanno la linea biologica In genere i prodotti biologici non mi piacciono 0,8% 7,0% 8,4% 14,2% 8,7% 4,2% 6,9% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA Il 33,5% di chi non acquista bio ed ha un reddito mediobasso dichiara che non ha acquistato biologico perche il prezzo è troppo elevato. Il 13% di chi non acquista bio ed ha un reddito mediobasso non trova differenza tra un prodotto con marchio biologico e uno senza. Prezzo troppo elevato Non ci sono nei negozi in cui vado 11,6% 30,1% NON ACQUISTA BIO 25

26 SE TROVASSE PRESSO I SUOI PUNTI VENDITA ABITUALI DEI PRODOTTI ALIMENTARI BIOLOGICI, LI COMPREREBBE? No, probabilm ente; 17,3% No, sicuramen te; 5,8% NR; 1,9% Si, sicuramen te; 17,3% Interesse potenziale in caso di reperibilità 75% Si, probabilm ente; 57,7% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

27 SE I PRODOTTI ALIMENTARI BIOLOGICI COSTASSERO MENO, LI COMPREREBBE? No, sicurame No, nte; probabil 14,8% mente; 10,8% NR; 2,1% Si, sicurame nte; 28,2% Interesse potenziale in caso di minor costo 72% Si, probabil mente; 44,1% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA

28 SE I PRODOTTI BIOLOGICI COSTASSERO MENO, QUALI PRODOTTI ALIMENTARI BIOLOGICI ACQUISTEREBBE? Frutta fresca Pasta Non comprerei comunque nessun prodotto Tutti i prodotti alimentari Latte Verdura e ortaggi freschi Formaggi Salumi Olio extra vergine d oliva Altro Marmellate e miele Biscotti NR Yogurt Succhi di frutta Carne Pane Te e tisane Prodotti per l infanzia Spezie Caffe Conserve e sughi Altri oli Grissini, crackers, prodotti da forno Uova 28 11,6% 4,2% 6,6% 6,9% 9,5% 11,1% 2,9% 2,9% 2,4% 2,4% 2,4% 1,8% 1,8% 1,6% 1,6% 1,6% 1,3% 1,1% 0,5% 0,5% 0,5% 0,5% 0,3% 0,3% 23,7% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA 2012.

29 RISPETTO AD UN PRODOTTO ALIMENTARE NON BIOLOGICO, LEI PER IL BIOLOGICO SAREBBE DISPOSTO A PAGARE FINO A NR; 3,2% Fino al 5% in piu; 37,5% Non sono disposto a pagare nessuna differenza di prezzo; 38,3% Anche piu del 20 % in piu; 2,4% Tra il 10% e il 20 % in piu; 2,4% Tra il 5% e il 10% in piu; 16,4% Fonte: elaborazioni Nomisma per Osservatorio SANA NON ACQUISTA BIO 29

30 30 ALCUNE CONSIDERAZIONI DI SINTESI

31 ALCUNE CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE/1 Quello del BIO è un mercato che resiste alla crisi, non solo perché cresce il valore delle vendite ma anche perché aumenta il numero delle famiglie in cui questi prodotti entrano nel carrello. Il 53% degli italiani ha acquistato almeno un prodotto Bio nell ultimo anno. Il mercato è composto da famiglie «occasionali» e frequent user: in Italia il 32% delle famiglie consumano Bio almeno 1 volta a settimana. Ciò che attrae del Bio sono sicurezza, garanzie aggiuntive e esternalità positive offerte (sistema produttivo che rispetta l ambiente). Si acquista Bio anche perchè è buono: la percezione sulla qualità è molto positiva. 31

32 ALCUNE CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE/2 Tante sono le motivazioni che fan si che il mercato del Bio sia in crescita. Innanzitutto il profilo di chi consuma biologico ha caratteristiche ben marcate: è un consumatore con reddito e titolo di studio mediamente più elevato, quindi con maggiore capacità di spesa. Tra l altro è forte la presenza di consumatori Bio anche nelle famiglie con figli piccoli (minori di 12 anni). In questo caso la motivazione che porta ad acquistare cibi biologici fa si che questi rappresentino beni irrinunciabili. L indagine Nomisma segnala inoltre come il consumatore biologico sia assolutamente meno sensibile al prezzo quando sceglie i prodotti che finiscono nel carrello. 32

33 ALCUNE CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE/3 Le prospettive del mercato sono positive, anche per i prossimi 12 mesi. Se oggi il Bio con 2 miliardi di di vendite - «pesa» per l 1,3% sui consumi interni domestici, è possibile pensare che tale quota possa espandersi, raggiungendo un incidenza maggiore, come del resto accade già oggi in molti paesi europei; Svizzera (6%), Austria (7%), Francia (2%). Le opportunità di crescita del mercato ci sono: il 72% di chi oggi non acquista Bio è disponibile ad provarlo nel caso di prezzo più basso. La disponibilità quindi è alta e in molti casi l offerta a prezzo quasi in linea con il convenzionale c è già. E importante quindi una forte strategia di comunicazione che valorizzi non solo i plus di sicurezza offerti da Bio ma anche quelli la qualità offerta. Così come è importante salvaguardare la grande fiducia che il consumatore oggi ripone nelle garanzie offerte dal biologico. 33

34 Per informazioni SILVIA ZUCCONI FABIO LUNATI GRAZIE PER L ATTENZIONE

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi Evento organizzato da: In collaborazione con: LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO

Dettagli

Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze. Roberto Pinton

Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze. Roberto Pinton Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze Roberto Pinton Federazione unitaria interprofessionale Fondata nel 1992 35 associazioni nazionali o regionali di agricoltori biologici 2

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE GLI EFFETTI DELLA CRISI: EROSIONE DEL CETO MEDIO E CRESCITA DELLA POVERTA COLLOCAZIONE SOCIALE DELLE FAMIGLIE IN BASE AL REDDITO, AI COMPORTAMENTI DI CONSUMO E AGLI STILI DI VITA COME E CAMBIATA LA SPESA

Dettagli

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA In collaborazione con A cura di Evento organizzato da RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA OSSERVATORIO SANA il contributo di Nomisma Il Bio in cifre Consumer Survey Retail Survey strumento

Dettagli

Panel Famiglie. La spesa domestica per i prodotti biologici confezionati nel 2002

Panel Famiglie. La spesa domestica per i prodotti biologici confezionati nel 2002 OSSERVATORIO CONSUMI Panel Famiglie La spesa domestica per i prodotti biologici confezionati nel 2002 Gli acquisti nazionali Si stima in 301 milioni di euro il valore degli acquisti domestici di prodotti

Dettagli

IL BIO IN CIFRE OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA

IL BIO IN CIFRE OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA In collaborazione con A cura di Evento organizzato da IL BIO IN CIFRE OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA OSSERVATORIO SANA il contributo di Nomisma Il Bio in cifre Consumer Survey Retail Survey strumento

Dettagli

Il Mercato del Biologico

Il Mercato del Biologico Il Mercato del Biologico Tendenza del mercato biologico Mercato Bio globale Nel mondo gli acquisti di prodotti bio continuano a crescere con una media del 7-9% e hanno raggiunto un mercato di 19,5 miliardi

Dettagli

Cos è l Agricoltura Biologica?

Cos è l Agricoltura Biologica? Cos è l Agricoltura Biologica? La produzione biologica è un sistema globale di gestione dell azienda agricola e di produzione agroalimentare basato sull interazione tra le migliori pratiche ambientali,

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

L organizzazione delle filiere biologiche italiane. Roberto Pinton

L organizzazione delle filiere biologiche italiane. Roberto Pinton L organizzazione delle filiere biologiche italiane Roberto Pinton Federazione unitaria interprofessionale Fondata nel 1992 35 associazioni nazionali o regionali di agricoltori biologici 2 associazioni

Dettagli

I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010

I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010 I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010 Fiere e Comunicazioni commenta con soddisfazione la panoramica aggiornata del bio italiano nel 2010. Con la top ten delle bio-vendite e altre

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Cosa spiega le differenze nei consumi

Cosa spiega le differenze nei consumi I consumi di prodotti agro-alimentari: differenziazioni nello spazio e nel tempo Cosa spiega le differenze nei consumi tra individui diversi tra paesi diversi per uno stesso individuo, o per uno stesso

Dettagli

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 1 Il contesto strutturale in Italia Numeri importanti, ma c è ancora

Dettagli

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Bologna 12 15 settembre 2015 1. Dimensione del mercato tedesco. La Germania, con oltre 80,5 milioni di abitanti,

Dettagli

Estensione territoriale: nazionale Numerosità campionaria: 1000

Estensione territoriale: nazionale Numerosità campionaria: 1000 Public Affairs S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS La spesa alimentare tra sicurezza, qualità e convenienza Risultati Pubblicati sul Messaggero del 24 novembre 2009 e presentati in

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

I PRODOTTI DOP E IGP PUGLIESI: STATO DELL ARTE, CRITICITA, PERCORSI PER UNA MAGGIORE MERCATO DENIS PANTINI

I PRODOTTI DOP E IGP PUGLIESI: STATO DELL ARTE, CRITICITA, PERCORSI PER UNA MAGGIORE MERCATO DENIS PANTINI I PRODOTTI DOP E IGP PUGLIESI: STATO DELL ARTE, CRITICITA, PERCORSI PER UNA MAGGIORE VALORIZZAZIONE DI MERCATO DENIS PANTINI I temi di approfondimento Il sistema dei prodotti Dop/Igp della Puglia: produttori,

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

Il mercato tedesco dei prodotti agroalimentari biologici

Il mercato tedesco dei prodotti agroalimentari biologici Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco dei prodotti agroalimentari biologici Berlino, luglio 2015 1. Dimensione del mercato tedesco. La Germania, con oltre 80,5 milioni di abitanti, si colloca

Dettagli

IL CONTESTO - Il 2014 era atteso come l anno dell inversione di tendenza, dopo i timidi segnali di ripresa registrati nel primo trimestre.

IL CONTESTO - Il 2014 era atteso come l anno dell inversione di tendenza, dopo i timidi segnali di ripresa registrati nel primo trimestre. Silvia Zucconi, Coordinatore Area Agroalimentare silvia.zucconi@nomisma.it IL CONTESTO - Il 2014 era atteso come l anno dell inversione di tendenza, dopo i timidi segnali di ripresa registrati nel primo

Dettagli

Acquisti Domestici: DERIVATI DEI CEREALI (1)

Acquisti Domestici: DERIVATI DEI CEREALI (1) Consumi Indagini speciali News Panel Consumi Acquisti Domestici: DERIVATI DEI CEREALI (1) N. 1 2000-2004 La tendenza degli acquisti La tendenza degli acquisti in volume 2000-2004 Il volume degli acquisti

Dettagli

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE Bolzano, 29 maggio 2015 PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Il Made in Italy Dop e Igp :

Dettagli

1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI

1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI 1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI Uno studio realizzato da Federalimentare in occasione del 25 anniversario dalla sua nascita fotografa l evoluzione della

Dettagli

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Nata nel 1957, l'associazione Nazionale delle Cooperative Agroalimentari

Dettagli

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE Settimana 18 24 giugno 2012 numero 1/12 6 luglio 2012 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE L andamento dei prezzi al dettaglio nella settimana compresa tra il 18-24 giugno, rispetto

Dettagli

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Evento IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Roberta Callieris Roma, 16 Dicembre 2010 1 : 85 Campione : 17 Summer Fancy Food: 16 Aree di provenienza degli espositori (%) Summer Fancy Food I fatturati

Dettagli

Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma. Svezia. Il mercato dei prodotti biologici

Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma. Svezia. Il mercato dei prodotti biologici Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma Svezia Il mercato dei prodotti biologici agosto 2013 INDICE 1. ASPETTI NORMATIVI SULLE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI AGRO- ALIMENTARI (SINTESI)...2 2. IL SISTEMA DISTRIBUTIVO

Dettagli

La spesa domestica per i prodotti alimentari

La spesa domestica per i prodotti alimentari OSSERVATORIO CONSUMI La spesa domestica per i prodotti alimentari Panel Famiglie Periodo terminante: 15 dicembre 2001 Il trend nazionale Gli acquisti domestici nazionali di prodotti alimentari manifestano,

Dettagli

BAROMETRO CONSUMATORI

BAROMETRO CONSUMATORI INDICOD BAROMETRO CONSUMATORI Presentazione dei principali risultati 2 a fase A. LA STRUTTURA DEL MERCATO I GRUPPI TIPOLOGICI A1. DIMENSIONE DEI GRUPPI TIPOLOGICI (BASE: SECONDA FASE N=400) FIDUCIOSI NELLA

Dettagli

Il rilancio del discount

Il rilancio del discount Il rilancio del discount Cristina Farina Parma, 7 maggio 2012 cristina.farina@nielsen.com Agenda Fotografia del canale e contesto di riferimento Andamenti del Discount Il Discount e le famiglie italiane

Dettagli

Presentazione dei primi dati della ricerca sui 450 Gas lombardi

Presentazione dei primi dati della ricerca sui 450 Gas lombardi METROPOLI AGRICOLE Milano 25 marzo 2013 Presentazione dei primi dati della ricerca sui 450 Gas lombardi Relazione a cura di Francesca Forno e Silvia Salvi Osservatorio CORES-Università di Bergamo www.unibg.it/cores

Dettagli

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare 11 ottobre 2014 MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare I TEMI DI APPROFONDIMENTO Vini e prodotti alimentari

Dettagli

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino Giovanni Peira Università degli studi di Torino L agricoltura dalla parte del consumatore Domanda e offerta di prodotti agroalimentari: il punto di vista del consumatore. 2 dicembre 2008, Torino 1 Evoluzione

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA Fabio Del Bravo ISMEA Bologna, 6 settembre 2014 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA 1. Come cambiano i consumi alimentari e che ruolo ha assunto

Dettagli

Sicurezza alimentare. La percezione dei consumatori. Marzo 2011

Sicurezza alimentare. La percezione dei consumatori. Marzo 2011 Sicurezza alimentare. La percezione dei consumatori Marzo 2011 1 Metodologia Universo di riferimento Popolazione italiana Numerosità campionaria 1.000 cittadini, disaggregati per sesso, età, area di residenza

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce IL MERCATO AGROALIMENTARE IN THAILANDIA Il settore del Food in Thailandia è sicuramente uno dei piu promettenti e in rapida crescita. La concorrenza sta crescendo di pari passo; ogni anno infatti assistiamo

Dettagli

non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica

non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica I prodotti dell agricoltura biologica non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica due prodotti assolutamente identici possono essere l uno il risultato del metodo di produzione

Dettagli

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 Marco Pedroni Presidente Coop Italia Milano,5 Settembre 2013 I numeri di Coop 2012 Cooperative 109 Punti vendita 1.467 di cui Iper 103 MQ Area Vendita

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c i a

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di:

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di: Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza con il coordinamento scientifico di: La rilevazione 2 LA RILEVAZIONE DEI PREZZI Oggetto della rilevazione: Beni di largo consumo: prodotti alimentari

Dettagli

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 Osservatorio Commercio N IT 231513 I consumi alimentari e non alimentari In un contesto di perdurante perdita di potere d acquisto, si registra una contrazione

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 Le nuove tendenze del largo consumo Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 La fiducia dei consumatori Più risparmio Italiani preoccupati 25% ha paura di perdere il lavoro

Dettagli

IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS

IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS Alessandro Marino Segretario Generale Camera di Commercio Italo-Tedesca IMPORT TEDESCO ALIMENTARE Altri 33,3% Paesi Bassi 18,7%

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA STUDIO DI SETTORE WM21E ATTIVITÀ 46.31.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI ATTIVITÀ 46.32.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA ATTIVITÀ 46.33.10 COMMERCIO ALL INGROSSO

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI shangguan chao jiang jiabei roberto manzari dong mi huang qin enrico rondinelli maicol zoia evoluzione dei PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI BIJKER s SCOT THEORY esemplificazione sul nostro caso studio

Dettagli

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica La linea bio-logici Coop Agenda 1. Coop 3. Il mercato 5. Il consumatore 7. Il marchio bio-logici Coop Coop Dati economici di Coop DATI STRUTTURALI COOP

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D 1 C o r e a d e l S u d G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a B

Dettagli

Vendita diretta Prodotti Bio in Italia

Vendita diretta Prodotti Bio in Italia Il consumo dei prodotti biologici in Italia [ ] IL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA C I P Negli ultimi anni in Italia è stato registrato un incremento del consumo di prodotti da agricoltura biologica.

Dettagli

Alimentazione nel bambino in età scolare

Alimentazione nel bambino in età scolare Martellago 05 marzo 2015 Alimentazione nel bambino in età scolare Dr.ssa Maria Tumino Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Veneto Sovrappeso Obesità Obesità severa 17,45% 5,5% 1,5% latte

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO Sportello Itinerante Agroambientale Rozzano, 4 Aprile 2008. Prof. Alberto Pirani Dott.ssa Martina Licitra Pedol

PROVINCIA DI MILANO Sportello Itinerante Agroambientale Rozzano, 4 Aprile 2008. Prof. Alberto Pirani Dott.ssa Martina Licitra Pedol PROVINCIA DI MILANO Sportello Itinerante Agroambientale Rozzano, 4 Aprile 2008 Prof. Alberto Pirani Dott.ssa Martina Licitra Pedol Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale

Dettagli

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in DANIMARCA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in DANIMARCA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in DANIMARCA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Bologna 12 15 settembre 2015 Nascita del mercato bio in Danimarca Nel 1982 il primo prodotto biologico fu

Dettagli

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla Mercato del biologico La Filiera Relazione dott. G.Tecilla Il mercato BIO in Italia Il BIO in Italia vale 3 miliardi di euro e continua a crescere: la spesa domestica di prodotti biologici è salita nel

Dettagli

LE BOTTEGHE: la voce dei clienti

LE BOTTEGHE: la voce dei clienti per LE BOTTEGHE: la voce dei clienti Marzo 2013 Profilo anagrafico dei frequentatori SESSO Italia Roma maschio 34 42 femmina 66 58 ETÀ Italia Roma 18-24 anni 2 2 25-34 anni 17 15 35-44 anni 27 19 45-54

Dettagli

Da dove derivano i nostri cibi preferiti? Gli alimenti derivano in gran parte dall agricoltura e dall allevamento degli animali domestici

Da dove derivano i nostri cibi preferiti? Gli alimenti derivano in gran parte dall agricoltura e dall allevamento degli animali domestici Da dove derivano i nostri cibi preferiti? Gli alimenti derivano in gran parte dall agricoltura e dall allevamento degli animali domestici L AGRICOLTURA L'agricoltura è l'attività economica che consiste

Dettagli

Osservatorio Sentiment 2015: La percezione degli italiani sull andamento dei prezzi e sull evoluzione del proprio potere di acquisto

Osservatorio Sentiment 2015: La percezione degli italiani sull andamento dei prezzi e sull evoluzione del proprio potere di acquisto CERMES Centro di Ricerca su Marketing e Servizi Osservatorio Sentiment 2015: La percezione degli italiani sull andamento dei prezzi e sull evoluzione del proprio potere di acquisto Milano, marzo 2015 Conten

Dettagli

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI Anna Carbone (Università della Tuscia) Antonella Finizia (Ismea) Workshop del Gruppo 2013 L agroalimentare italiano nel commercio mondiale:

Dettagli

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 1 Dove e quando si svolge? In via Alzaia Naviglio Pavese in Milano Domenica 29 Settembre 2013 Dalle ore 08.00 alle ore 19.30 2 Programma Dalle ore 08.00 alle

Dettagli

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO)

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) I Forum di Cronache di Gusto Taormina, 20 ottobre 2014 IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento Lo scenario:

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

03/04/2014. Il mercato biologico globale: situazione e tendenze. Roberto Pinton

03/04/2014. Il mercato biologico globale: situazione e tendenze. Roberto Pinton Il mercato biologico globale: situazione e tendenze Roberto Pinton 1 Federazione unitaria interprofessionale Fondata nel 1992 35 associazioni nazionali o regionali di agricoltori biologici 2 associazioni

Dettagli

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Regione Lombardia, 4 dicembre

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Ismea Direzione Mercati e Risk management e.deruvo@ismea.it (06 85568460) 1 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 1. I riconoscimenti Alla fine di

Dettagli

Il mercato dei prodotti biologici II quadrimestre 2006. Mercato nazionale

Il mercato dei prodotti biologici II quadrimestre 2006. Mercato nazionale Osservatorio biologico Ismea Newsletter Il mercato dei prodotti biologici II quadrimestre 2006 Numero 3 novembre 2006 L andamento dei prezzi al consumo dei prodotti biologici nel II quadrimestre 2006 Mercato

Dettagli

Il sistema agroalimentare

Il sistema agroalimentare ENAA 2015/2016 Il sistema agroalimentare Obiettivo: conoscere le principali componenti e caratteristiche del sistema agroalimentare italiano. SETTORE PRIMARIO Forme di conduzione e occupazione

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

Spese alimentari. pane e cereali 15% dolci e drogheria 14% carni 24%

Spese alimentari. pane e cereali 15% dolci e drogheria 14% carni 24% Come e quanto si spende sotto la Mole Aumentano le spese necessarie e diminuiscono quelle accessorie: abitazione e trasporti assorbono oltre la metà delle spese non alimentari, mentre tengono le spese

Dettagli

Attori coinvolti. Con il coordinamento e la consulenza tecnica dell Istat

Attori coinvolti. Con il coordinamento e la consulenza tecnica dell Istat Osservatorio Regionale Prezzi Spesa consapevole per il benessere dei consumatori Convegno Nazionale Usci Attori coinvolti Dal 2003 la Regione dell Umbria ha promosso la realizzazione di un importante progetto

Dettagli

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015).

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). L agricoltura biologica nel mondo ha registrato negli ultimi venti anni un trend

Dettagli

Pensare globalmente, agire localmente.

Pensare globalmente, agire localmente. Pensare globalmente, agire localmente. Consapevolezza alimentare degli studenti del Liceo V. Gioberti di Torino Pensare globalmente, agire localmente. Questo lo slogan del progetto Comenius 2013/2015 che

Dettagli

I prodotti dell agricoltura biologica

I prodotti dell agricoltura biologica I prodotti dell agricoltura biologica non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica due prodotti privi di residui chimici ed assolutamente identici possono essere l uno il

Dettagli

Nuovi modelli di produzione e consumo

Nuovi modelli di produzione e consumo Nuovi modelli di produzione e consumo Francesco Bertolini Francesco.bertolini@unibocconi.it Una crisi senza precedenti La crisi che stiamo attraversando ha caratteristiche che la rendono, nella percezione

Dettagli

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni)

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO - Servizio Igiene della Nutrizione Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) Per una crescita armoniosa è importante che il bambino assuma i pasti in modo

Dettagli

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal Marcella Pedroni Fiere di Parma Spa Confindustria Palermo, 16 aprile 2014 L Industria Alimentare Italiana Consuntivo 2013 Fatturato

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

Analisi economica del settore agricolo

Analisi economica del settore agricolo LE FILIERE BIOLOGICHE IN LOMBARDIA Analisi economica del settore agricolo Alessandro Banterle Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano

Dettagli

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano Convegno IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali La vendita del Parmigiano-Reggiano

Dettagli

I CONSUMI ALIMENTARI IN ITALIA: Tra Discontinuità e Contraddizioni

I CONSUMI ALIMENTARI IN ITALIA: Tra Discontinuità e Contraddizioni Gruppo e-laborando www.gruppoe-laborando.it I CONSUMI ALIMENTARI IN ITALIA: Tra Discontinuità e Contraddizioni Antonio Flamini, Paolo Bettoni e Andrea Laudadio Pablo Picasso, El toro, litografia PREMESSA

Dettagli

I RAPPORTI DI STATISTICA E ANALISI DI MERCATO (SAM) IL RAPPORTO SAM 2015. Rapporto SAM2015 02/04/2015. Dipartimento di Economia e Impresa 1

I RAPPORTI DI STATISTICA E ANALISI DI MERCATO (SAM) IL RAPPORTO SAM 2015. Rapporto SAM2015 02/04/2015. Dipartimento di Economia e Impresa 1 DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E IMPRESA I RAPPORTI DI STATISTICA E ANALISI DI MERCATO (SAM) Rapporto di Statistica e Analisi di Mercato (SAM 2015) LA SICILIA NEL CARRELLO DELLA SPESA: CHI, COSA E PERCHÈ a cura

Dettagli

Romania: il mercato dei prodotti BIOLOGICI

Romania: il mercato dei prodotti BIOLOGICI Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Romania: il mercato dei prodotti BIOLOGICI Ufficio di Bucarest Str.A, D. Xenopol nr.15, 010472 Bucuresti T +40 21

Dettagli

Dalla campagna a casa tua

Dalla campagna a casa tua Prodotti di agricoltura locale Dalla campagna a casa tua Ricevi a casa prodotti freschissimi di agricoltura locale a poche ore dal raccolto! Esci dal supermercato, entra in agricoltura Prodotti di agricoltura

Dettagli

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO Produzione Superficie agricola nel Comune di Milano: 49,2% (8.948 ettari) nel 1955 21,9% ( 3.988 ettari) nel 1999 19% (3.448 ettari) nel 2012 Distretti agricoli: 1 distretto

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a F r a n c i a m

Dettagli

Alimentiamoci di BUONE REGOLE: partecipiamo ad una CORRETTA ALIMENTAZIONE

Alimentiamoci di BUONE REGOLE: partecipiamo ad una CORRETTA ALIMENTAZIONE con il patrocinio di Alimentiamoci di BUONE REGOLE: partecipiamo ad una CORRETTA ALIMENTAZIONE Un progetto realizzato da Cittadinanzattiva Lazio, Confconsumatori Federazione Regionale Lazio e Movimento

Dettagli

Lombardia Low cost. Frutta e verdura

Lombardia Low cost. Frutta e verdura Progetto realizzato nell ambito del Programma generale di intervento 2009 della Regione Lombardia con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Alla ricerca della qualità Supermercato

Dettagli

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 11/12/2015

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 11/12/2015 Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato 11/12/2015 SPECIALE NATALE 2015 L'artigianato alimentare ed il made in Italy di prodotti alimentari e bevande in Al III trimestre 2015 il settore dell

Dettagli

Progetto Osservatorio Regionale Prezzi MINIPANIERE UMBRO

Progetto Osservatorio Regionale Prezzi MINIPANIERE UMBRO Progetto Osservatorio Regionale Prezzi Regione dell'umbria Giunta Regionale Assessorato Attività Produttive Istituto Nazionale di Statistica Comune di Spoleto MINIPANIERE UMBRO Università degli Studi di

Dettagli

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C KF-30-08-128-IT-C Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale www.organic-farming.europa.eu La scelta naturale Cosa significa acquistare biologico Fa bene alla natura, fa bene a te. Cos è l agricoltura

Dettagli

Campagna Obesity Day 10 Ottobre 2014 OBESITÀ FACCIAMO INSIEME IL PRIMO PASSO! Questionario

Campagna Obesity Day 10 Ottobre 2014 OBESITÀ FACCIAMO INSIEME IL PRIMO PASSO! Questionario Campagna Obesity Day 10 Ottobre 2014 OBESITÀ FACCIAMO INSIEME IL PRIMO PASSO! Questionario Campagna Obesity Day 2014 questionario SCHEDA PAZIENTE 1. Provincia... 2. Data... 3. Sesso... A) M B) F 4. Età...

Dettagli

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA 2 BIO-RETAIL: INDAGINE ISMEA SUL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA - 2014 IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA I n base alle stime

Dettagli

agroalimentare I trimestre 2014

agroalimentare I trimestre 2014 AGRItrend Evoluzione e cifre sull agro-alimentare La bilancia commerciale agroalimentare I trimestre 2014 A 8 LA BILANCIA COMMERCIALE AGROALIMENTARE A differenza di quanto riscontrato nel corso del 2013,

Dettagli

Summit imprese fuori casa 2010 - Progetto Futuro - Milano 8 novembre Roberto Pinton Il food tra gusto e identità culinarie

Summit imprese fuori casa 2010 - Progetto Futuro - Milano 8 novembre Roberto Pinton Il food tra gusto e identità culinarie Il valore del mercato biologico europeo 2010 è stimato in circa 22 miliardi di euro, con un incremento sul 2009 superiore al 10%. Il settore è quello con tasso di crescita più elevato dell intero mercato

Dettagli