Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 13. Patrimonio UNESCO: dalla dieta mediterranea agli stili di vita.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 13. Patrimonio UNESCO: dalla dieta mediterranea agli stili di vita."

Transcript

1 Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 13 Patrimonio UNESCO: dalla dieta mediterranea agli stili di vita Contributo n 40

2 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio 2015 TAVOLO N 13 Tavolo di Lavoro: Patrimonio UNESCO: dalla Dieta Mediterranea agli stili di vita Coordinatore: Prof. Pier Luigi Petrillo, professore associato di Diritto pubblico comparato presso l Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza; membro della Commissione Nazionale per l UNESCO e Legal Advisor dell UNESCO Rapporteur: Carlotta Cortona, Università degli Studi di Milano-Bicocca Partecipanti al Tavolo: 1. Luigi Angelini, Presidente Wellness Foundation, Cesena l 2. Antonio Balenzano, Rapporti Istituzionali e Internazionali, Associazione Nazionale Città dell Olio 3. Gaetano Benedetto, Direttore Politiche Ambientali WWF 4. Dario Cartabellotta, Dirigente Generale Pesca Mediterranea della Regione Sicilia e Responsabile Unico Cluster Biomediterraneo 5. Roberto Ciati, Consigliere di Amministrazione Barilla CFN, Center for Food and Nutrition 6. Amedeo Del Principe, Dirigente Unioncamere 7. Ugo Fabietti, Antropologo Culturale, Università degli Studi di Milano-Bicocca 8. Sara Farnetti, fisiopatologa, autrice del volume Tutto quello che sai sul cibo è falso 9. Mauro Gamboni, Responsabile del progetto dipartimentale Agricoltura Sostenibile e dell Ufficio di Supporto Tecnico e Scientifico presso il Dipartimento Scienze Bio-agroalimentare (DiSBA) del CNR

3 10. Enrico Lupi, Presidente dell Associazione Nazionale Città dell Olio e del Forum Internazionale della Dieta mediterranea 11. Biagio Mataluni, Presidente Oleifici Mataluni (Olio Dante) 12. Elisabetta Moro, Antropologa Culturale, Università Suor Orsola Benincasa, Napoli 13. Marino Niola, Antropologo della Contemporaneità, Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, Editorialista La Repubblica 14. Stefano Pisani, Sindaco Pollica (Salerno), Comunità emblematica della Dieta mediterranea Patrimonio UNESCO 15. Federico Quaranta, Conduttore Decanter-Radio2; Conduttore Linea Verde 16. Alessandro Zagarella, Coordinatore progetto Unitelma Sapienza Medidiet il portale della Dieta Mediterranea SESSIONE MATTUTINA Definizione linee guida della tavola rotonda. Identificare, attraverso il confronto delle singole esperienze, le tipologie di impegni per i quattro clusters: cittadini, associazioni, imprese, istituzioni. Presentazione partecipanti. Primo inquadramento del tema. Dieta Mediterranea: cos è, quando nasce, prima volta in cui se ne parla (cfr. Elisabetta Moro, La Dieta Mediterranea). Nel 2010 la Dieta Mediterranea diventa Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO. L Italia è il Paese con il maggior numero (50) di siti patrimonio culturale materiale ma con un numero bassissimo di riconoscimenti al patrimonio culturale immateriale (6). Occorre superare l idea comune che l intangibile sia patrimonio di rilevanza minore rispetto al tangibile. Rispetto alla Dieta Mediterranea si è invitato a riflettere su: 1. Considerare non solo la piramide alimentare ad essa associata così come oggi si presenta, ma riconoscere il valore della Dieta Mediterranea in termini di stile di vita. Mangiare non è una semplice soddisfazione di bisogni fisiologici, ma occasione conviviale, di condivisione, di dialogo intergenerazionale, interculturale e interreligioso. Ridisegnare la piramide con un volto umano, che dia spazio alla consapevolezza e all opportunità per guadagnare in salute. 2. Individuare impegni che consentano di valorizzarla per salvaguardarla e promuoverla anche all estero. 3. Problema della definizione della Dieta Mediterranea: difficoltà di riassumere il suo senso più profondo con un logo, una parola chiave. 4. Necessità di evitare che i modelli virtuosi di alimentazione siano percepiti erroneamente come un obbligo, un dovere, un regime, puntando esclusivamente alla responsabilità individuale. 5. Interpretare la Dieta Mediterranea come modello di sviluppo, valorizzando il dialogo, vero mezzo per trasporre le conoscenze ai giovani. La memoria e la storia devono assumere un ruolo da protagoniste: non solo cosa mangio, ma come vivo. 6. Ortoressia (mangiare solo cose che pensiamo ci facciano bene, consumandole in solitudine) versus Dieta Mediterranea, che valorizza la convivialità e la socializzazione. 7. Valorizzare la Dieta Mediterranea come uno dei riferimenti mondiali di dieta sostenibile: il legame fra corretta alimentazione e preservare le risorse del pianeta proiettano il modello mediterraneo nel futuro di uno sviluppo sostenibile.

4 Elenco delle parole chiave/concetti raccolti e loro descrizione sintetica: 1. Conoscenza 2. Educazione/formazione 3. Dialogo (interculturale, intergenerazionale, interreligioso) 4. Convivenza 5. Socialità 6. Convivialità 7. Memoria 8. Eticità 9. Consapevolezza 10. Opportunità 11. Territorio 12. Sostenibilità 13. Alimenti/monumenti/documenti 14. Nobiltà 15. Rassicurazione 16. Prevenzione 17. Praticità 18. Reinventare/Reinterpretare Descrizione delle case history segnalate: 1. Marino Niola: Centro di Ricerca MedEatResearch, Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea, di cui è fondatore e direttore. Istituito presso l'università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, nasce nell'aprile del 2012 nell'ambito del progetto denominato CA.RI.NA. (Sicurezza, sostenibilità e competitività delle produzioni agroalimentari della Campania) finanziato dal POR Campania FSE 2007/2013, Asse IV e Asse V. Con l'obiettivo di valorizzare, promuovere, diffondere il patrimonio alimentare del Mezzogiorno d'italia e incentivare gli scambi culturali sull'enogastronomia dei diversi Paesi dell'area mediterranea. 2. Federico Quaranta, Chi vuol essere maialino?, cartone animato in rete, organizzato con il contributo di Regione Puglia, per essere utilizzato come strumento didattico ed educativo durante le visite nelle masserie pugliesi. 3. Alessandro Zagarella rileva come in Paesi quali la Francia, il Portogallo e il Messico, educazione, formazione e conoscenza alimentare passino attraverso giornate specifiche (es. La giornata dedicata al Répas Française) o attraverso la televisione (documentari/romanzi in più puntate trasmessi sulle reti nazionali e raccolti poi in dvd come in Messico e in Spagna). A tal riguardo sintetizza il progetto MEDDIET finanziato dal Mipaaf in cui si prevede di creare un network delle comunità della Dieta Mediterranea chiamate a sottoscrivere la Carta dei Valori della Dieta Mediterranea, impegnandosi così a diffonderla e salvaguardarla in Italia e nel mondo 4. Il Sindaco di Pollica, Stefano Pisani, segnala il brevetto di un kit scolastico della Dieta Mediterranea. Il kit contiene un libro educativo, fogli e matite biodegradabili, che una volta usati, si possono piantare per ottenere piantine di verdura. 5. L Associazione Nazionale Città dell Olio ricorda l evento annuale GirOlio in cui si portano in giro per l Italia gli oli d oliva extra vergine, raccontandone anzitutto il valore culturale. SESSIONE POMERIDIANA Dibattito operativo: ogni presente al tavolo avanza proposte pratiche per diffondere la conoscenza dello stile di vita mediterraneo. Si segnala una assenza di richiami al tema della patrimonializzazione, dinamica cui gli antropologi sono molto attenti e la necessità di utilizzare criticamente le parole identità, identificazione, cultura. Va enfatizzato che queste radici sono le fondamenta per lo sviluppo nel futuro: la solidità della tradizione supportata da scienza nutrizionale e ambientale costituisce una unicità da valorizzare. Mancanza piattaforma per economizzare le proposte: bisogna lavorare sulla comunicazione, sui brand, sulle azioni economiche mirate. Rischio di diventare nobili decaduti: prima si è stati leader nella fase di candidatura della Dieta Mediterranea a patrimonio UNESCO; occorre riprendere una posizione di leadership mirata ad una maggiore risonanza mediatica, economica, sociale della Dieta Mediterranea. Proposta di istituire nell ambito dell EXPO La settimana della Dieta Mediterranea. Questa settimana avrà luogo dal 14 al 20 Settembre 2015 e si sostanzierà in una serie di attività, convegni, percorsi formativi e divulgativi da realizzarsi

5 presso il Cluster Bio-Mediterraneo e il Padiglione Italia. In questa settimana saranno convocate le comunità emblematiche della Dieta Mediterranea e sarà riunito il network delle comunità italiane della Dieta Mediterranea (coordinato dal Comune di Pollica con l aiuto del dr. Zagarella nell ambito del progetto Unitelma Sapienza) e avrà luogo l evento finale del progetto europeo dedicato alla Dieta Mediterranea e realizzato dall Associazione Città dell Olio. Vanno previste sessioni in cui si enfatizzi la validità scientifica e ambientale della Dieta Mediterranea. Nel corso de La settimana della Dieta Mediterranea saranno presentati poi i risultati delle iniziative ad essa collegate svolte in ambito Expo Una sorta di prova generale dei lavori potrà essere sperimentata dal comune di Pollica, che ospiterà nel padiglione della KIP SCHOOL INTERNATIONAL Territori attraenti per un mondo sostenibile tutte le comunità emblematiche per quattro settimane (ultima di Giugno, prime due di Luglio e ultima di Ottobre). Sono emerse ulteriori proposte: - Disegnare una nuova piramide della Dieta Mediterranea, che includa non solo cibo, ma anche ambiente e cultura, partendo da quanto già esiste (vedasi Piramide CIISCAM, Doppia Piramide del Barilla Center for Food and Nutrition) per capitalizzare il percorso. - Valorizzare la Dieta Mediterranea come brand e slogan per il made in Italy. - Tutelare la Dieta con una legge ad hoc. - Educare alla Dieta Mediterranea, scalzando il sentire comune che la intende come regime alimentare ed enfatizzando l aspetto conviviale e di scambio sociale e culturale - Rivedere i disciplinari delle mense scolastiche, aprendo a menù che rispecchino il potenziale nutritivo della piramide alimentare mediterranea. - Rassicurare sulla qualità del cibo. - Rendere operativi e concretizzare empiricamente i valori della Dieta Mediterranea, trasformandola da sapere dei pochi in sentire dei molti. - Tradurre in italiano il secondo studio di Ancel Keys del 1975 in cui sottolinea come l Italia e il Cilento siano la patria della Dieta Mediterranea Elenco degli impegni-raccomandazioni emersi nella discussione (laddove possibile divisi per i cluster di riferimento della Carta 1.cittadini, 2. associazioni, 3.imprese, 4. istituzioni) Istituzioni: concretizzazione. Lo strumento simbolico da solo non basta: deve essere combinato con la praticità, occorre metterlo in atto concretamente. L impegno istituzionale, che deve originare dal ministero dell Agricoltura, insieme ai Ministeri dell Istruzione e dell Ambiente, deve essere di istituire una giornata, meglio una settimana mondiale, improntata ai valori della Dieta Mediterranea, insieme al Ministero della Salute, che ne dovrebbe dare definitiva conferma di solidità nutrizionale. Le istituzioni devono favorire un educazione trasversale facendo convergere salute, ambiente e identità. Le istituzioni devono diventare cabina di regia, dominus, che regolamenti l azione di conoscenza ed educazione. Dare vita a un provvedimento normativo di tutela della Dieta Mediterranea che valorizzi l elemento UNESCO e si basi su dinamiche operative tra istituzioni, comunità e portatori d interesse. Associazioni/imprese: operatività. Il modello di comunicazione già in atto deve diventare capillare e diffuso, educando anzitutto gli insegnanti, in modo che venga trasmessa un idea della sostenibilità e della sicurezza alimentare come virtuosa e felice. Rassicurare è elemento centrale, favorendo alleanze pubblico-private come naturale evoluzione. Bisogna ri-imparare a fidarsi dei produttori e dei rivenditori del cibo. Insistere sulla distinzione che intercorre tra prodotto e dieta. La Carta di Milano deve dare ampio respiro a tre aspetti: armonia, salute e bellezza della Dieta Mediterranea e si devono valorizzare anche attività messe in secondo piano, come la pesca. Impegno alla traduzione in italiano del volume di Ancel Keys dove compare per la prima volta la definizione di Dieta Mediterranea, How to eat well and stay well. The Mediterranean Way Associazioni/cittadini: istituzionalizzare. Indire una giornata dello stile di vita mediterraneo e specificatamente italiano, in modo da rendere il brand della Dieta Mediterranea riconoscibile e vendibile, non delocalizzabile, portatore di un elemento distintivo che lo caratterizzi. Tale brand deve comprendere valori quali la convivialità e il dialogo interculturale e intergenerazionale: bisogna educare e sensibilizzare allo stile di vita italiano. All idea di una giornata segue la proposta concreta di una settimana (14-20 Settembre 2015) della Dieta e dell Orgoglio Mediterraneo, un MedPride, durante il quale cuochi, ristoratori, antropologi, filosofi, sociologi, esperti di diritto, politici, nutrizionisti,

6 economisti, leader di grandi aziende, produttori, insegnanti, cittadini si incontrino per discutere, formare, informare sulla Dieta Mediterranea. In vista dell evento il Sindaco di Pollica, in accordo con il progetto di mappatura che sarà svolto da Unitelma Sapienza, capitanerà le comunità della Dieta Mediterranea in un meeting preparatorio all evento. Il meeting, che si svolgerà a Pollica il prossimo 30 Marzo, avrà come scopo la definizione degli strumenti che potranno valorizzare il riconoscimento UNESCO e i territori di riferimento, anche in una prospettiva internazionale. Proposta è di riunire le comunità emblematiche, rappresentanti del Ministero dell Agricoltura e dell UNESCO per lanciare, così come emerso durante la tavola rotonda, l avvio della c.d. reingegnerizzazione della piramide (dai territori) e soprattutto l ingresso in EXPO della Dieta: dai territori all expo. (Il Sindaco di Pollica incontrerà probabilmente tutti a Roma ad inizio Marzo, presso la FAO). Ad esito dell evento sarà creata una carta per la Dieta Mediterranea aperta alla firma di tutte le comunità che si identificano in essa. La comunicazione sarà curata via radio da Quaranta, attraverso la trasmissione Decanter su Radio2 e via carta stampata da Niola, attraverso alcuni editoriali specifici su Repubblica. Gli eventi si potranno localizzare nel Padiglione Expo-Italia, all interno del Cluster Biomediterraneo coordinato da Cartabellotta e all Expo Gate di Venezia. Temi cardine dell evento saranno: impatto ambientale della Dieta Mediterranea, educazione nelle scuole (per esempio, mense con una promozione della ristorazione della Dieta Mediterranea; cartoni animati educativi; scuola alimentare, con ore di educazione alla sana e corretta alimentazione); educazione alle famiglie; eventi che coinvolgano sia i cittadini sia gli stakholder. Durante l evento GirOlio, inoltre, organizzato da Città dell Olio, tra Maggio e Dicembre, la Carta di Milano sarà portata in giro per l Italia per fare sottoscrivere impegni ed attività a cittadini ed istituzioni. Lavorare ad una nuova piramide della Dieta Mediterranea, in tre dimensioni: alimentare, ambientale e culturale. (Associazioni e cittadini dovranno lavorare insieme alla definizione di un brand che sia espressione culturale del territorio, non solo italiano, che includa un trasferimento esperienziale, per arrivare ad un marchio/riconoscimento della Dieta Mediterranea). Indicazione di eventi, iniziative, progetti, documenti segnalati durante i lavori del tavolo Eventi, iniziative, progetti Gaetano Benedetto parla di progetti di educazione alla sostenibilità ambientale in rapporto al cibo con esempi di eticità e sostenibilità negli istituti alberghieri: non solo cucina tradizionale ma responsabilizzazione al cibo. Mauro Gamboni segnala l evento Esiste ancora la Dieta Mediterranea Nutrizione Salute Qualità Innovazione - Evoluzione che si svolgerà il 14 Maggio 2015 nell ambito dei 24 eventi promossi dal CNR per il Padiglione Italia di Expo L iniziativa è condotta congiuntamente da CNR, CIHEAM-IAMB, CRA, ENEA Forum on Mediterranean Food Cultures, in collaborazione con SapiExpo Ciiscam, International Foundation of Mediterranea Diet e la Fondazione Dieta Mediterranea. Scopo dell evento è quello di riproporre la Dieta Mediterranea affermandola come modello per lo sviluppo di diete sostenibili, contribuendo a ridurre i crescenti cambiamenti dei comportamenti alimentari nel mondo, in particolare nell area mediterranea. Marino Niola e Elisabetta Moro presentano una ricerca in fase conclusiva condotta in diverse università italiane (tra cui Milano-Bicocca, Napoli, Perugia) relativa al livello di conoscenza degli studenti sulla Dieta Mediterranea. Moro, inoltre, segnala la lavorazione in corso di un fumetto educativo sulla sana alimentazione. Enrico Lupi ricorda l iniziativa GirOlio, tour del gusto realizzato in collaborazione con i coordinamenti regionali dell Associazione Nazionale Città dell Olio. Un viaggio nelle produzioni tipiche delle 350 Città dell Olio italiane che da Maggio a Dicembre toccherà 16 regioni italiane - dal Molise alla Trentino Alto Adige - facendo tappa nelle principali piazze d Italia. Stefano Pisani segnala la chiusura, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (manca solo la firma) della costituzione del GETC Dieta Med. Alessandro Zagarella segnala che l Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, attraverso un progetto finanziato dal MIPAAF, sta procedendo ad un operazione di ricerca sulle fonti scientifiche riferibili alla Dieta Mediterranea e a una mappatura delle comunità italiane. Il gruppo di ricerca svilupperà una Carta dei Valori della Dieta Mediterranea (principi, valori, impegni) e un portale internet in 5 lingue articolato in diverse sezioni (glossario, video-lezioni, archivio digitale).

7 Documenti Antonelli, M., Greco, F. (a cura di) (2014), L impronta idrica dell acqua, Rapporto realizzato nell ambito del programma One Planet Food, WWF Italia AA.VV. (2011), Atti del Forum Dieta Mediterranea, Imperia, 6-7 Maggio 2011; Novembre 2011 Bologna, P., Mapelli, F. (a cura di) (senza data), Verso Rio +20. Cibo, acqua, energia. Per tutti. Per sempre. Guida WWF a vent anni di sviluppo insostenibile. Con le proposte ai grandi del pianeta per un vertice capace di futuro Improta, G. (coordinamento generale) (2014), Market Transformation. Sostenibilità e mercati delle risorse primarie MedDiet. Dieta Mediterranea e valorizzazione dei prodotti tradizionali Moro, E. (2014), La dieta mediterranea. Mito e Storia di uno stile di vita, Il Mulino, Bologna Niola, M. (2015), Homo Dieteticus. Viaggio nelle tribù alimentari, Il Mulino, Bologna Petrillo, P.L., Scepi, G. (2012), La dimensione culturale della Dieta Mediterranea patrimonio immateriale dell Umanità, in G. Golinelli (a cura di), Patrimonio culturale e creazione di valore, Cedam, pp. 244 ss. Petrillo, P.L. (2012), La dimensione culturale del patrimonio agro-alimentare italiano in ambito UNESCO. Strumenti e procedure, in T. Scovazzi, Il patrimonio culturale intangibile nelle sue diverse dimensioni, Giuffrè, pp. 211 ss. Petrillo, P.L. (2011), Biocultural diversity and the Mediterranean diet, in AA.VV., Sustainable diets and biodiversity, FAO, Rome, pp. 224 ss. WWF (s.d.), One Planet Economy: la sfida WWF alle imprese per imparare a produrre nei limiti un solo Pianeta SINTESI COMPLESSIVA dei lavori della giornata Il 17 Novembre 2010 la Dieta Mediterranea è stata proclamata Patrimonio Immateriale dell'umanità dall'unesco, oggi condiviso da sette Paesi del Mediterraneo: Italia, Spagna, Grecia, Marocco, Portogallo, Croazia e Cipro. Circa cinquant'anni prima Ancel Keys, biologo e nutrizionista americano, aveva coniato la locuzione Dieta Mediterranea a Pioppi, paese del Cilento facente capo al comune di Pollica-Acciaroli. L indagine di Keys, che aveva scoperto come un alimentazione mediterranea aumentasse la speranza di vita e diminuisse i problemi cardiaci, è stata il punto di partenza per la discussione, una riflessione interdisciplinare, in cui ogni specifico contributo ha assunto una funzione importante nel definire il puzzle della settimana dell Orgoglio Mediterraneo. La convivialità, la condivisione del cibo, i valori nutrizionali, la passionalità, la vena politica, l educazione, l informazione, la sacralità del cibo, il benessere si sono combinati ed equilibrati in un progetto propulsore di informazione, di memoria e di valorizzazione. Una casa in cui biodiversità, Mediterraneo, convivialità, opportunità si potranno combinare ed organizzare nella definizione di un brand e di una celebrazione della Dieta Mediterranea. Tradizione, innovazione, concretizzazione, operatività, rassicurazione, praticità concorreranno a definire una nuova immagine del patrimonio alimentare, un elemento di socializzazione, che integra e pone in relazione culture e generazioni e che trova nell esperienza e nel trasferimento della conoscenza ai più giovani la sua occasione di ascesa e di riconoscimento.

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione 16 DICEMBRE 2008 Sinergie per una corretta alimentazione Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le sue competenze la promozione e lo sviluppo delle politiche alimentari nazionali. In particolare il

Dettagli

Salute e gusto in tavola

Salute e gusto in tavola Salute e gusto in tavola La rete delle istituzioni bolognesi per l educazione, la sicurezza alimentare e la tutela dei consumatori 3 DICEMBRE 2008 Educazione alimentare: le campagne nazionali di comunicazione

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 3. La nostra madre terra. Contributo n 30

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 3. La nostra madre terra. Contributo n 30 Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 3 La nostra madre terra Contributo n 30 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio 2015 TAVOLO N 3 Tavolo di Lavoro:

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 19. Cibo sport e benessere. Contributo n 46

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 19. Cibo sport e benessere. Contributo n 46 Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 19 Cibo sport e benessere Contributo n 46 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio 2015 TAVOLO N 19 Tavolo di Lavoro:

Dettagli

Le competenze del Mipaaf

Le competenze del Mipaaf SANIT 25 GIUGNO 2008 IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE E IL CCM PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CRONICHE Gli accordi interistituzionali: obiettivi e sviluppo Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le

Dettagli

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE COMUNE DI BRUINO Provincia di Torino CAP 10090 Piazza Municipio, n. 3 - Tel. 011 9094411 - Fax 011 9084541 www.comune.bruino.to.it - e-mail ambiente.ecologia@comune.bruino.to.it Settore Urbanistica, Lavori

Dettagli

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Legge Regione Umbria n. 21 del 20/08/2001 Disposizioni in materia di coltivazione, allevamento, sperimentazione, commercializzazione e consumo di organismi

Dettagli

DIALOGHI TRA LE CIVILTÀ DEL MEDITERRANEO

DIALOGHI TRA LE CIVILTÀ DEL MEDITERRANEO SOTTO L ALTO PATRONATO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA REGIONE CALABRIA DIALOGHI TRA LE CIVILTÀ DEL MEDITERRANEO Una Proposta EuroMediterranea di Dialogo e d Azione per Ridurre la Fame e la Malnutrizione

Dettagli

EXPO 2015 NUTRIRE IL PIANETA. ENERGIA PER LA VITA.

EXPO 2015 NUTRIRE IL PIANETA. ENERGIA PER LA VITA. EXPO 2015 NUTRIRE IL PIANETA. ENERGIA PER LA VITA. L EXPO 2015 rappresenta una vetrina internazionale per mezzo della quale sarà possibile dibattere, confrontarsi e interagire sui grandi temi che caratterizzano

Dettagli

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica La Scuola di Volontariato La Scuola di Volontariato è promossa dal Coge Emilia Romagna e dal Coordinamento Centri di Servizio per il Volontariato Emilia Romagna con l intento di stimolare riflessioni sugli

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 14. Educazione Alimentare: un investimento per il futuro.

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 14. Educazione Alimentare: un investimento per il futuro. Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 14 Educazione Alimentare: un investimento per il futuro Contributo n 41 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio

Dettagli

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, nata e promossa nel 2004 dall associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni

Dettagli

Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR),

Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR), Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR), e Comune di Viterbo Educazione alimentare e stili di vita consapevoli: le scuole del

Dettagli

La partecipazione del Ministero della Salute a EXPO 2015

La partecipazione del Ministero della Salute a EXPO 2015 La partecipazione del Ministero della Salute a EXPO 2015 Direttore generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali Ministero della Salute, 7 aprile 2015 Il Ministero della Salute a

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA, UNESCO: PRESENTATO IL LIBRO BIANCO

DIETA MEDITERRANEA, UNESCO: PRESENTATO IL LIBRO BIANCO DIETA MEDITERRANEA, UNESCO: PRESENTATO IL LIBRO BIANCO A cura dell Ufficio Stampa Quotidiano Codice abbonamento: 131364 Il Ministero Quotidiano Data Pagina Foglio 06-05-2016 40 1 Codice abbonamento: 131364

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico.

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico. ASSOCIAZIONE GENITORE AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIVERO COMUNE DI TRIVERO COMUNE DI SOPRANA TITOLO DEL PROGETTO Piatto sano, mi ci ficco. SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA Associazione Genitore Amico.

Dettagli

ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE SECONDA SCUOLA ESTIVA DI ARCHEOLOGIA E ANTROPOLOGIA DELL ALIMENTAZIONE Premessa LE A DEL TELESI@ In attesa di EXPO e nell ambito delle iniziative previste dal MIUR nelle Linee guida La Scuola Italiana

Dettagli

Nuvola Rosa on tour. Gli obiettivi

Nuvola Rosa on tour. Gli obiettivi Nuvola Rosa on tour Il digitale è entrato prepotentemente nelle nostre vite, in tutti i settori di mercato e in tutte le discipline scientifiche, generando opportunità, benessere e sviluppo. Nel percorso

Dettagli

Gli imprenditori agricoli in Lombardia

Gli imprenditori agricoli in Lombardia Saperi e pratiche delle relazioni del cibo nel Parco agricolo Sud Milano SINTESI DEL PROGETTO Il contesto Nel 2010 il Consorzio Cantiere Cuccagna ha vinto il bando dell Archivio Etnografico della Regione

Dettagli

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L FOOD FILM FEST C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L BERGAMO 15-20 SETTEMBRE 2015 piazza dante - domus bergamo quadriportico del sentierone palazzo dei contratti e delle manifestazioni COSA - DOVE

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE LE A DEL TELESI@

ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE LE A DEL TELESI@ SCUOLA ESTIVA DI ARCHEOLOGIA E ANTROPOLOGIA DELL ALIMENTAZIONE LE A DEL TELESI@ Premessa In attesa di EXPO 2015 e nell ambito delle iniziative previste dal MIUR nelle Linee guida La Scuola Italiana per

Dettagli

EXPO BANDO. entaree. per. 1 di 8

EXPO BANDO. entaree. per. 1 di 8 EXPO MILANO 201 5 BANDO Buone Pratiche di Sviluppo Sostenibile per la Sicurezza Alime entaree 1 di 8 1. PREMESSA Lo Sviluppo Sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA. Anno scolastico 2011/2012

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA. Anno scolastico 2011/2012 ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA Anno scolastico 2011/2012 Relazione finale Delle insegnanti Marzoli Valeria, Tartaglini Giovanna FUNZIONE STRUMENTALE SCIENZA NATURA - AMBIENTE 1 PREMESSA

Dettagli

Questo il programma dettagliato degli eventi

Questo il programma dettagliato degli eventi Questo il programma dettagliato degli eventi BENTORNATA! LA DIETA MEDITERRANEA TORNA A CASA LA NOTTE BIANCA DELLA DIETA MEDITERRANEA 13-14-15 NOVEMBRE 2015 Pollica Pioppi (SA) venerdì 13 novembre (piazza

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 6. Ricettività e turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori.

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 6. Ricettività e turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori. Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 6 Ricettività e turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori Contributo n 33 Tavolo 6 TURISMO Sessione Mattutina Verbale narrativo della

Dettagli

PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA

PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA FONDO DI PEREQUAZIONE 2011 2012 Piano operativo marzo 2013 ns. rif. D13PTA0103S046 1. QUADRO DI RIFERIMENTO Il modello alimentare della

Dettagli

Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado

Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado PREMESSA Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado Secondo i calcoli dell impronta ecologica (Living Planet Report) la domanda ha superato l offerta: cioè molti paesi,

Dettagli

L Alleanza Slow Food dei Cuochi

L Alleanza Slow Food dei Cuochi L Alleanza Slow Food dei Cuochi Photos Oliver Migliore, Alberto Peroli Manifesto e regolamento internazionale Le tappe del progetto Nel 2006 oltre 1000 cuochi provenienti da 150 paesi si sono riuniti a

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 40. Post Expo: che fare? Contributo n 67

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 40. Post Expo: che fare? Contributo n 67 Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 40 Post Expo: che fare? Contributo n 67 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio 2015 TAVOLO N 40 Coordinatore:

Dettagli

superato le partenze), solo nel 1993.

superato le partenze), solo nel 1993. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PRESENTATI DA ASSOCIAZIONI, ENTI, ISTITUTI IN ATTUAZIONE DEGLI OBIETTIVI DEL PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE SAPERE I SAPORI -

Dettagli

Il Bio Distretto Cilento, nella Regione Campania Salvatore Basile, AIAB

Il Bio Distretto Cilento, nella Regione Campania Salvatore Basile, AIAB Lo stato dell arte della programmazione e dell attuazione delle misure rilevanti per l agricoltura biologica nei PSR regionali. Prime valutazioni e riflessioni. c) Le esperienze di alcune regioni italiane

Dettagli

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Camst. Il gusto di una bella storia. Camst è tra i più importanti gruppi di ristorazione in Italia ed è interamente costituito da capitale italiano. Nasce

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

Idee, pratiche e azioni per un cibo, una vita, una terra migliore Relazione finale di progetto

Idee, pratiche e azioni per un cibo, una vita, una terra migliore Relazione finale di progetto Idee, pratiche e azioni per un cibo, una vita, una terra migliore Relazione finale di progetto Il Progetto Oxfam Italia, con il contributo dell Ente Cassa di Risparmio di Firenze, ha proposto per l a.s.

Dettagli

1 SAFETY FOR FOOD (S4F)

1 SAFETY FOR FOOD (S4F) 1 SAFETY FOR FOOD (S4F) Cisco Systems Italy srl e Penelope SpA, hanno studiato lo stato dell arte del settore industriale agroalimentare attraverso l analisi del contesto socio-economico, l approfondimento

Dettagli

Polo formativo per l IFTS Economia del Mare FORMARE. Azione di sistema numero 2. Piano di promozione comunicazione e sensibilizzazione.

Polo formativo per l IFTS Economia del Mare FORMARE. Azione di sistema numero 2. Piano di promozione comunicazione e sensibilizzazione. Polo formativo per l IFTS Economia del Mare FORMARE Azione di sistema numero 2 Piano di promozione comunicazione e sensibilizzazione dell utenza 1 INDICE 1. Premessa...3 2. Obiettivi comunicativi...4 3.

Dettagli

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO TUTELA DELLA BIODIVERSITA ED AGRICOLTURA BIOLOGICA Domenica 25 Ottobre 2015 con inizio

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO

In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO Obiettivi TreValli intende promuovere un progetto di educazione alimentare dedicato alle scuole primarie della Regione Marche, in collaborazione con Alimos, società

Dettagli

DOSSIER. PL n. 290/9 di iniziativa del Consigliere A. GRILLO recante: "Interventi per la riscoperta delal dieta mediterranea";

DOSSIER. PL n. 290/9 di iniziativa del Consigliere A. GRILLO recante: Interventi per la riscoperta delal dieta mediterranea; DOSSIER PL n. 290/9 di iniziativa del Consigliere A. GRILLO recante: "Interventi per la riscoperta delal dieta mediterranea"; DATI DELL'ITER NUMERO DEL REGISTRO DEI PROVVEDIMENTI DATA DI PRESENTAZIONE

Dettagli

SPECIFICA DI BASE DELLA PROGETTAZIONE

SPECIFICA DI BASE DELLA PROGETTAZIONE SPECIFICA DI BASE DELLA PROGETTAZIONE 1.0 DENOMINAZIONE 2.0 FASI DI PROGETTO ATTIVITÀ Fase iniziale di innesco mese settembre: Noi siamo ciò che mangiamo L. Feuerbach Realizzazione logo in tutte le classi

Dettagli

da Stile di Vita a modello di Sviluppo Locale REPORT ATTIVITA'2014 SINTESI

da Stile di Vita a modello di Sviluppo Locale REPORT ATTIVITA'2014 SINTESI Pagina1 da Stile di Vita a modello di Sviluppo Locale REPORT ATTIVITA'2014 SINTESI Pagina2 INDICE Cronistoria della candidatura e riconoscimento della DIETA MEDITERRANEA nella lista rappresentativa del

Dettagli

IL PARCO DELLA BIODIVERSITA' E IL PADIGLIONE DEL BIOLOGICO A EXPO

IL PARCO DELLA BIODIVERSITA' E IL PADIGLIONE DEL BIOLOGICO A EXPO EXPO MILANO 2015 NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA BOLOGNA FIERE Official Partner Expo Milano 2015 IL PARCO DELLA BIODIVERSITA' E IL PADIGLIONE DEL BIOLOGICO A EXPO Roma, 23 aprile 2015 IL PARCO

Dettagli

Dieta sostenibile salute, nutrizione, protezione sociale Comune di Anco

Dieta sostenibile salute, nutrizione, protezione sociale Comune di Anco logo Dieta sostenibile salute, nutrizione, protezione sociale Comune di Anco Gianna Ferretti Facoltà di Medicina e Chirurgia Centro Interdipartimentale Educazione Sanitaria e Promozione alla salute Salute

Dettagli

"Educhiamo(ci) alla sostenibilità" Laboratori di educazione al consumo consapevole, al riuso, al riciclo

Educhiamo(ci) alla sostenibilità Laboratori di educazione al consumo consapevole, al riuso, al riciclo "Educhiamo(ci) alla sostenibilità" Laboratori di educazione al consumo consapevole, al riuso, al riciclo Nell anno scolastico 2011-12 appena concluso, gli studenti di numerose scuole di Roma e del Lazio

Dettagli

"Per un mondo all'altezza dei nostri figli" Percorsi reali di sviluppo eco-sostenibile Sostenibilità Agricoltura Alimentazione - Salute

Per un mondo all'altezza dei nostri figli Percorsi reali di sviluppo eco-sostenibile Sostenibilità Agricoltura Alimentazione - Salute II Forum Internazionale Salus Per Cibum "Per un mondo all'altezza dei nostri figli" Percorsi reali di sviluppo eco-sostenibile Sostenibilità Agricoltura Alimentazione - Salute 7-8-9 DICEMBRE 2012 Norcia

Dettagli

XV SESSIONE PROGRAMMATICA CONSIGLIO NAZIONALE DEI CONSUMATORI E DEGLI UTENTI (CNCU) - REGIONI Rimini, 17-18 novembre 2015 Palacongressi Rimini

XV SESSIONE PROGRAMMATICA CONSIGLIO NAZIONALE DEI CONSUMATORI E DEGLI UTENTI (CNCU) - REGIONI Rimini, 17-18 novembre 2015 Palacongressi Rimini XV SESSIONE PROGRAMMATICA CONSIGLIO NAZIONALE DEI CONSUMATORI E DEGLI UTENTI (CNCU) - REGIONI Rimini, 17-18 novembre 2015 Palacongressi Rimini Cibo: educazione, politica, cultura Martedì 17 novembre Ore

Dettagli

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 Agenda Italia 2015 - Master Plan del Governo per Expo Milano 2015 INIZIATIVA N. 17

Dettagli

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. Vanta, inoltre, una varietà e una ricchezza di produzioni e tipicità enogastronomiche difficilmente riscontrabile

Dettagli

Dieta Mediterranea, Patrimonio dell'unesco

Dieta Mediterranea, Patrimonio dell'unesco Dieta Mediterranea, Patrimonio dell'unesco CuDriEc 10 giugno, 2015 La Dieta Mediterranea è Patrimonio dell Unesco, annoverata nel 2010 tra i beni immateriali dell Umanità; un meraviglioso ed equilibrato

Dettagli

OSSERVATORIO DELLA DIETA MEDITERRANEA IL PRESIDENTE

OSSERVATORIO DELLA DIETA MEDITERRANEA IL PRESIDENTE OSSERVATORIO DELLA DIETA MEDITERRANEA IL PRESIDENTE DIRETTRICI DELLA PROGRAMMAZIONE ISTITUZIONALE 2013/2015 1- Impostazione concettuale Nel riconoscere la Dieta Mediterranea patrimonio dell umanità, L

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA 21, 22, 23 Giugno 2013 FIERA DEL LIBRO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO L editoria enogastronomica da alcuni anni registra una crescita notevole. I media hanno dato e continuano

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita.

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. Progetto rivolto alle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell Emilia Romagna a.s. 2014-2015 Novità 2014/15 KIT PER ORTO DEL CONTADINO

Dettagli

CARTA ETICA DEL TURISMO SCOLASTICO

CARTA ETICA DEL TURISMO SCOLASTICO Hanno promosso la redazione della carta i seguenti soggetti: CARTA ETICA DEL TURISMO SCOLASTICO La gita, uno dei rituali scolastici più amati dagli studenti, si rivela spesso come momento di discrepanza

Dettagli

BREND. COS È E PERCHÉ È UTILE ALLA TUA AZIENDA?

BREND. COS È E PERCHÉ È UTILE ALLA TUA AZIENDA? BREND. COS È E PERCHÉ È UTILE ALLA TUA AZIENDA? BREND. COS È E PERCHÉ È UTILE ALLA TUA AZIENDA? BREND è un nuovo polo multiespositivo, che nasce in stretta correlazione con Padiglione Italia Expo2015,

Dettagli

Sanit 2014. Rassegna stampa. 14-17 Dicembre Palazzo dei Congressi Roma

Sanit 2014. Rassegna stampa. 14-17 Dicembre Palazzo dei Congressi Roma Sanit 2014 Rassegna stampa 14-17 Dicembre Palazzo dei Congressi Roma 26 Novembre 2014 Dal 14 al 17 dicembre a Roma SANIT Alimentare la Salute Quattro giorni all insegna della promozione della salute con

Dettagli

La Puglia del Gusto al Salone di Torino

La Puglia del Gusto al Salone di Torino Dal 21 al 25 ottobre al Lingotto Fiere con Regione Puglia, Unioncamere e Slow Food La Puglia del Gusto al Salone di Torino 48 aziende, 45 bancarelle e 12 Presidi tra degustazioni, itinerari e laboratori

Dettagli

L UOMO È CIÒ CHE MANGIA

L UOMO È CIÒ CHE MANGIA L UOMO È CIÒ CHE MANGIA Motivazione Oggi l alimentazione ha assunto un ruolo importante nella determinazione della qualità della vita: essa, pertanto, si configura quale strumento indispensabile per l

Dettagli

I prodotti della nostra terra non fanno il giro della Terra

I prodotti della nostra terra non fanno il giro della Terra I prodotti della nostra terra non fanno il giro della Terra Progetto rivolto alle classi della scuola primaria dell Emilia Romagna per l anno scolastico 2010-2011 COLDIRETTI Coldiretti, con un milione

Dettagli

Una sintesi di tale documento è stata tradotta in lingua italiana e divulgata a cura dell Assessorato alla Cultura della Provincia di Roma.

Una sintesi di tale documento è stata tradotta in lingua italiana e divulgata a cura dell Assessorato alla Cultura della Provincia di Roma. Primo incontro del Gruppo di Lavoro Agenda 21 della Cultura Un impegno delle città e dei governi locali a favore dello sviluppo della Cultura come strumento strategico dei processi di sostenibilità Salerno,

Dettagli

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, nata e promossa nel 2004 dall associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 2. Fino all ultima goccia d acqua. Contributo n 29

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 2. Fino all ultima goccia d acqua. Contributo n 29 Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 2 Fino all ultima goccia d acqua Contributo n 29 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio 2015 TAVOLO N 02 Tavolo

Dettagli

Il Treno Verde arriva in Toscana Farà da tappa in Toscana da domenica 22 a venerdì 27 marzo il Treno Verde,

Il Treno Verde arriva in Toscana Farà da tappa in Toscana da domenica 22 a venerdì 27 marzo il Treno Verde, Firenze, 20 marzo 2015 Comunicato stampa Il Treno Verde arriva in Toscana Tornare alla Terra per seminare futuro: da domenica 22 a venerdì 27 marzo lo speciale convoglio di Legambiente e Ferrovie dello

Dettagli

Diamo valore alle DOP IGP italiane

Diamo valore alle DOP IGP italiane Nel 2012 abbiamo attivato 77 milioni di contatti per 12 milioni di euro di valore della comunicazione Diamo valore alle DOP IGP italiane Rapporto 2012 Rapporto sintetico delle attività di valorizzazione

Dettagli

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi.

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. Obiettivi generali Obiettivi specifici 5. Target: chi può partecipare 6. Progetto Pianifica T.U.:

Dettagli

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia Obiettivi della serata Presentazione del contesto in cui si inserisce il percorso «Famiglie

Dettagli

Contributo per la Carta di Milano

Contributo per la Carta di Milano Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (MAECI-DGCS) Contributo per la Carta di Milano Contributo n 72 Sezione tematica di

Dettagli

PROGETTO EXPO I.C. LECCO 4 SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO A. PONCHIELLI DI MAGGIANICO OBIETTIVI FORMATIVI DEL PROGETTO

PROGETTO EXPO I.C. LECCO 4 SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO A. PONCHIELLI DI MAGGIANICO OBIETTIVI FORMATIVI DEL PROGETTO PROGETTO EXPO I.C. LECCO 4 SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO A. PONCHIELLI DI MAGGIANICO CLASSI DESTINATARIE: 1^E e 1^F - 2^E - 3^E e 3^F OBIETTIVI FORMATIVI DEL PROGETTO Un percorso per cogliere alcuni degli

Dettagli

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto A SCUOLA CON GUSTO Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto Il progetto A SCUOLA CON GUSTO Il progetto A SCUOLA CON GUSTO, giunto oggi alla quarta edizione, mira ad avvicinare adulti e

Dettagli

Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità

Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità Antonella Bachiorri*, Alessandra Puglisi*, Guido Giombi* *Centro Italiano di Ricerca ed Educazione Ambientale (C.I.R.E.A.) Dipartimento

Dettagli

FLAI-CGIL 06-10 luglio 2015

FLAI-CGIL 06-10 luglio 2015 FLAI-CGIL 06-10 luglio 2015 INDICE SCENARIO AGROALIMENTARE 10/07/2015 Avvenire - Nazionale Frodi alimentari, il giro di vite Usa spiazza l'europa 08/07/2015 Il Foglio Tutte le contraddizioni del pauperismo

Dettagli

Investire nel valore e nell identità del Liceo Economico-sociale

Investire nel valore e nell identità del Liceo Economico-sociale Investire nel valore e nell identità del Liceo Economico-sociale MIUR-Direzione Gen. per gli Ordinamenti scol. e per l Autonomia scolastica, Fondazione Rosselli, AEEE-Italia Roma, marzo aprile 2012 2 Investire

Dettagli

Protocollo d Intesa. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) CONFINDUSTRIA

Protocollo d Intesa. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) CONFINDUSTRIA Protocollo d Intesa tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) e CONFINDUSTRIA Adotta una Scuola per l Expo 2015 VISTA - la Legge del 15 Marzo 1997 n.59,

Dettagli

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Prof. Alessandro Vienna Roma, 20.02.13 La Scuola come volàno per l Educazione alla Salute e al Benessere La scorretta alimentazione è stata

Dettagli

DEMOCRATICA DEGLI STUDENTI

DEMOCRATICA DEGLI STUDENTI Progetto PARTECIPA.NET ISTITUZIONI, Esperienze di Formazione e Strumenti per la PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA DEGLI STUDENTI Promosso dall Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna Sintesi a cura

Dettagli

Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo grado

Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo grado SVILUPPO VERTICALE DI UN UNITA DI APPRENDIMENTO SULL ALIMENTAZIONE BEST FOOD Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo grado A.S. 2014/2015 Dirigente Scolastico Prof.ssa Angela Corso Docente

Dettagli

Sport & Nutrizione 2016

Sport & Nutrizione 2016 SPORT VILLAGE CATONA PRESENTA Sport & Nutrizione 2016 Giocare - Crescere Mangiare Nei precedenti Camp organizzati nella struttura dello Sport Village si è ottenuto una larga adesione da parte di molte

Dettagli

Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado

Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado PREMESSA Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado Secondo i calcoli dell impronta ecologica (Living Planet Report) la domanda ha superato l offerta: cioè molti paesi,

Dettagli

Consultazione sulla Food Policy nelle 9 zone

Consultazione sulla Food Policy nelle 9 zone Consultazione sulla Food Policy nelle zone Ecco i principali temi emersi nelle discussioni sulla Food Policy avvenuta nelle zone di Milano tra il e il maggio 0 TEMA ZONA EDUCAZIONE Educazione alimentare

Dettagli

Progetto dedicato a: Expo Milano 2015. OperaExpo 2015

Progetto dedicato a: Expo Milano 2015. OperaExpo 2015 OperaExpo 2015 Concorso per la selezione di un soggetto e la stesura del libretto per la produzione di un opera per il giovane pubblico sui temi dell nell ambito di Opera domani, all interno di Opera education

Dettagli

Strategie educative: importanza del ruolo degli operatori del food. Dr. Rocco SCIARRONE

Strategie educative: importanza del ruolo degli operatori del food. Dr. Rocco SCIARRONE Strategie educative: importanza del ruolo degli operatori del food. Dr. Rocco SCIARRONE Progetto interamente finanziato dalla Camera di Commercio e condiviso dalle Associazioni di Categoria obiettivo

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE C 463/4 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 23.12.2014 Conclusioni del Consiglio e dei Rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, su un piano di lavoro per la cultura

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO Direzione Regionale del Lazio PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, GIOVANI E PARI OPPORTUNITA E AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E GUARDIA

Dettagli

Presidente di Food Education Italy -Fondazione Italiana per l Educazione Alimentare www.foodedu.it

Presidente di Food Education Italy -Fondazione Italiana per l Educazione Alimentare www.foodedu.it Evelina Flachi SPECIALISTA IN SCIENZA DELL ALIMENTAZIONE- NUTRIZIONISTA dal 79 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Milano Laurea in Scienze Biologiche ed iscritta all Ordine dei Biologi a Milano

Dettagli

MedEatResearch/3 Gli studenti universitari conoscono la Dieta Mediterranea?

MedEatResearch/3 Gli studenti universitari conoscono la Dieta Mediterranea? MedEatResearch/3 Gli studenti universitari conoscono la Dieta Mediterranea? Ricerca realizzata dall Università degli Studî Suor Orsola Benincasa di Napoli in collaborazione con le Università di Milano-Bicocca,

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Salute delle persone e sostenibilità ambientale: La Doppia Piramide BCFN. Milano 9 ottobre 2014

Salute delle persone e sostenibilità ambientale: La Doppia Piramide BCFN. Milano 9 ottobre 2014 Salute delle persone e sostenibilità ambientale: La Doppia Piramide BCFN Milano 9 ottobre 2014 Indice 1. Introduzione, motivazione e obiettivi del lavoro 2. Il framework teorico: la Doppia Piramide Alimentare

Dettagli

EXPO incontra le imprese Mercoledì 25 Gennaio 2012 Confindustria, Sala Pininfarina Roma

EXPO incontra le imprese Mercoledì 25 Gennaio 2012 Confindustria, Sala Pininfarina Roma EXPO incontra le imprese Mercoledì 25 Gennaio 2012 Confindustria, Sala Pininfarina Roma Intervento di Shelly Sandall Direttore Marketing & Corporate Partners Expo 2015 S.p.A. Expo Milano 2015 un Evento

Dettagli

VISTO il Decreto Dirigenziale n. 3 del 27 gennaio 2011 di approvazione della graduatoria RETI, del progetto C.A.R.I.N.A;

VISTO il Decreto Dirigenziale n. 3 del 27 gennaio 2011 di approvazione della graduatoria RETI, del progetto C.A.R.I.N.A; DECRETO n. 443 Il Rettore Avviso pubblico per l'affidamento di incarichi di collaborazione per attività connesse alla realizzazione del progetto: PROGETTO CARINA Sicurezza, sostenibilità e competitività

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

La Nuvola Rosa. Girls in STEM. La Nuvola Rosa. Giovani donne, nuove tecnologie, professioni del futuro

La Nuvola Rosa. Girls in STEM. La Nuvola Rosa. Giovani donne, nuove tecnologie, professioni del futuro La Nuvola Rosa Giovani donne, nuove tecnologie, professioni del futuro Girls in STEM Perché così poche? Donne nella Scienza, nella Tecnologia, in Ingegneria e in Matematica : è il titolo di un recente

Dettagli

ANCIEXPO2015 I Comuni d'italia con EXPO 2015

ANCIEXPO2015 I Comuni d'italia con EXPO 2015 ANCIEXPO2015 I Comuni d'italia con EXPO 2015 GLI OBIETTIVI Il primo passo che ha avviato il progetto è stato l evento dello scorso 23 settembre a Milano. Sono stati raggiunti gli obiettivi di coinvolgimento

Dettagli

Laboratori di educazione alimentare in classe

Laboratori di educazione alimentare in classe Laboratori di educazione alimentare in classe La scuola che promuove salute Varese, 10 novembre 2010 Incontri nelle scuole presenza dell esperto in classe I cinque colori della salute Corretto stile di

Dettagli

Workshop NEW INTERNATIONAL SPORT TELEVISION MARKET TRENDS

Workshop NEW INTERNATIONAL SPORT TELEVISION MARKET TRENDS Workshop NEW INTERNATIONAL SPORT TELEVISION MARKET TRENDS Report del PROF. FRANCO B. ASCANI - Presidente Federation Internationale Cinema Television Sportifs - Membro della Commissione Cultura ed Educazione

Dettagli