Domande a risposta aperta: cambiale e Ri.Ba. Rispondere alle seguenti domande:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Domande a risposta aperta: cambiale e Ri.Ba. Rispondere alle seguenti domande:"

Transcript

1 88 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato VERIFICHE DI INGRESSO 1 NOTA BENE: il diverso grado di difficoltà degli esercizi è così contrassegnato: livello di difficoltà basso livello di difficoltà medio livello di difficoltà elevato Le negoziazioni in valori mobiliari, se non è indicato diversamente, sono effettuate sui mercati regolamentati e hanno per oggetto titoli quotati. Nei calcoli dei ratei relativi alle negoziazioni in valori mobiliari, si consiglia di non considerare la presenza di anni bisestili. Domande a risposta aperta: cambiale e Ri.Ba. Rispondere alle seguenti domande: a. Per quale motivo la cambiale è un titolo di credito astratto? b. Quali soggetti compaiono in un pagherò? E in una tratta? c. In che cosa consiste l accettazione di una tratta? d. Quali conseguenze derivano dalla mancata accettazione? e. Che cosa significa scadenza a 3 mesi data? f. Qual è la differenza tra una girata propria e una impropria? g. Che cos è l avallo cambiario? h. Quali sono le azioni cambiarie esecutive? i. Che cos è l atto di protesto? l. Qual è il suo scopo? m.quali sono le principali differenze tra cambiale e disposizione elettronica Ri.Ba.? n. Che cosa si intende per banca d appoggio di una Ri.Ba.? 2 Ri.Ba. Il grossista Enzo Bertelli di Modena il 24 giugno emette la fattura n. 280 di sul commerciante al dettaglio Fabrizio Bosi di Ferrara. Il regolamento della fornitura è stabilito per 1/2 a 45 giorni e il saldo a 90 giorni, a mezzo disposizioni elettroniche Ri.Ba. appoggiate dal debitore presso la Banca di Credito Cooperativo di Ferrara, Agenzia n. 6. Presentare la ricevuta rilasciata per quietanza al signor Bosi in relazione alla prima delle 2 scadenze, considerando che l impresa venditrice ha presentato il credito all incasso presso la Sede centrale della UniCredit Banca. 3 Domande a risposta aperta: assegno bancario Rispondere alle seguenti domande: a. Quali sono i requisiti essenziali dell assegno bancario? b. Può l assegno bancario essere emesso al portatore? c. Quali sono le clausole che possono limitare la circolazione di un assegno bancario? d. Qual è la differenza tra lo sbarramento generale e quello speciale? e. Può la banca rifiutare il pagamento di un assegno bancario emesso da un correntista? f. Per quale ragione non è prudente accettare in pagamento un assegno bancario retrodatato? g. Nei riguardi di chi il legittimo possessore di un assegno a vuoto può agire? h. Che cosa sono gli assegni turistici?

2 VERIFICHE DI INGRESSO 89 Domande a risposta aperta: assegno circolare Rispondere alle seguenti domande: 4 a. Può l assegno circolare essere emesso al portatore? b. Per quale ragione l assegno circolare non può essere a vuoto? c. Qual è l ammontare massimo di un assegno circolare? d. Quali sono le principali differenze tra l assegno bancario e l assegno circolare? S.n.c.: costituzione, recesso e ingresso di soci, finanziamento di un socio In data 01/03 si costituisce a Lodi la Bassi & C. s.n.c. tra i signori Bassi, Jeman e Cattani, che sottoscrivono rispettivamente le seguenti quote di capitale: , , Il socio Jeman apporta mobili per e un credito per la parte residua. Il socio Cattani apporta la sua azienda funzionante, che ha la seguente consistenza patrimoniale: Debiti v/fornitori ; Crediti v/clienti 3.000; Merci 7.500; Debiti diversi 7.000; Debiti per TFR 3.500; Attrezzature Il socio Bassi versa la sua quota con assegni. La società paga la parcella inviata dal notaio che ha curato la costituzione, che comprende onorari e spese per , di cui soggetti a IVA ordinaria (ritenuta fiscale di legge). Durante l esercizio avvengono, fra le altre, le seguenti operazioni: prelevati dal socio Cattani 750 in conto utili; ottenuto, in data 01/07, un finanziamento per un anno di da parte del socio Bassi; gli interessi, al tasso del 7%, saranno versati semestralmente in via posticipata; rilevati e pagati, al 31/12, gli interessi sul finanziamento del socio Bassi, al netto della ritenuta fiscale; rilevato il 31/12 un utile netto di Nell esercizio successivo avvengono, fra le altre, le seguenti operazioni: ripartito e pagato l utile ai soci, al netto dell accantonamento a Riserva volontaria del 10%; recesso del socio Cattani, al quale viene liquidata e versata con assegno bancario la quota di sua spettanza, valutata pari a ; ingresso del socio Modesti, che versa in contanti come quota capitale ed da accantonare a Riserva; estinto il finanziamento del socio e corrisposti gli interessi maturati, al netto della ritenuta; rilevata una perdita di esercizio di Presentare le scritture in P.D. relative alle operazioni indicate. 5 S.n.c.: operazioni di gestione, finanziamento di un socio, recesso di un socio La Sali & C. s.n.c. di Mantova ha un Capitale sociale di conferito per il 40% dal socio Sali, per il 40% dal socio Renzi e per il 20% dal socio Rocca, oltre a una Riserva volontaria di Durante l esercizio n avvengono, tra le altre, le seguenti operazioni: 20/03 presentata alla banca una Ri.Ba. al dopo incasso di 8.400; 25/03 la società concede il parziale rinnovo di una cambiale in scadenza di come segue: il debitore rilascia un assegno di a parziale estinzione del debito e un pagherò a 125 giorni aumentato degli interessi al 7%, per i quali è emessa la fattura n. 301; 30/03 la banca restituisce una cambiale di precedentemente presentata al dopo incasso e addebita in conto corrente spese di protesto per 86 e commissioni per 5,20; 05/04 il socio Renzi rilascia un assegno di a titolo di finanziamento al tasso del 10%, con interessi da corrispondere in via posticipata ogni quattro mesi; 06/04 la società gira l assegno ricevuto in data 05/04 e rilascia inoltre un A/B di alla concessionaria IVECAR, come anticipo per l acquisto di un autocarro; dopo 5 giorni si riceve la fattura relativa all anticipo; 20/04 la IVECAR consegna l autocarro, del valore di IVA; la Sali & C. s.n.c. rilascia un effetto a saldo; 6

3 90 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato 7 CONTI 01/05 il socio Rocca decide di recedere dalla società; la società liquida la sua quota in base al valore economico che risulta dal Bilancio straordinario, pari a ; 10/05 estinto un finanziamento bancario di in scadenza, ottenuto nella forma di pagherò diretto; 15/05 emessa la fattura n. 310 per una vendita di merci per , sconto incondizionato 3%; in fattura sono addebitate anche spese di trasporto non documentate per 300. IVA sull imponibile; regolamento a 60 giorni con Ri.Ba.; 20/06 la banca comunica che la Ri.Ba. di presentata il 20/03 è andata a buon fine e addebita commissioni per 5,20; 05/08 pagata la rata di interessi sul finanziamento del socio; 05/12 pagata la rata d interessi sul finanziamento del socio; 31/12 rilevati interessi di competenza relativi al finanziamento del socio; 05/04/n+1 estinto il finanziamento verso il socio, al quale vengono anche corrisposti gli interessi. 31/12/n+1 si rileva un utile netto di Presentare: 1. i calcoli per determinare le percentuali di partecipazione dei soci Sali e Renzi, dopo il recesso del socio Rocca; 2. i calcoli relativi alla ripartizione dell utile netto dopo un accantonamento a Riserva volontaria del 10%; 3. le registrazioni in P.D. relative alle operazioni descritte. Costituzione di una s.n.c. - Completamento di scritture La Tomaselli & C. s.n.c. di Ortona, dopo la costituzione, presenta la seguente situazione contabile: TOTALI SALDI Dare Avere Dare Avere SOCIO TOMASELLI C/CONFERIMENTI SOCIO MICALI C/CONFERIMENTI COSTI D IMPIANTO CAPITALE SOCIALE FABBRICATI AUTOMEZZI AVVIAMENTO MERCI CREDITI V/CLIENTI IVA A CREDITO 600 BANCA X C/C ASSEGNI DENARO IN CASSA SOVVENZIONI BANCARIE DEBITI PER TFR MUTUI PASSIVI DEBITI V/FORNITORI DEBITI DIVERSI ERARIO C/RITENUTE DA VERSARE 600 RATEI PASSIVI APPORTI DI MERCI

4 VERIFICHE DI INGRESSO 91 Dopo aver completato la situazione contabile inserendo i dati mancanti nelle colonne dei totali e dei saldi, presentare le registrazioni in P.D. relative: 1. alla costituzione della società; 2. alla movimentazione dei conti presenti. Valore teorico del diritto d opzione La Modasprint s.p.a. di Carugate, con Capitale sociale di diviso in azioni del valore nominale di 3, ha il patrimonio netto composto dalla Riserva legale di , dalla Riserva statutaria di e da utili a nuovo di L assemblea straordinaria in data 01/07 delibera di portare il Capitale sociale a , con emissione di azioni offerte a un prezzo pari al loro valore contabile aumentato del 10%. Determinare il valore teorico del diritto d opzione, tenuto conto che il valore di mercato delle azioni prima dell aumento del Capitale sociale è di 7,50. Rispondere inoltre alle seguenti domande: a. Perché l art C.C. richiede che le azioni in circolazione siano interamente liberate, prima di poter aumentare il Capitale sociale? b. A che cosa corrisponde il valore teorico del diritto di opzione? c. Quali effetti produce sul valore corrente delle azioni l aumento del Capitale sociale? d. Perché le società ricorrono all aumento del Capitale sociale? Diritto di opzione: differenti comportamenti di azionisti La Posillipo s.p.a. di Napoli ha Capitale sociale di 12 milioni, suddiviso in azioni del valore nominale di 50; l assemblea straordinaria ne delibera l aumento a 15 milioni mediante l emissione di nuove azioni al prezzo di 61 (valore di mercato 70). Commentare, determinando l eventuale costo complessivamente sostenuto da ciascuno di essi per partecipare all aumento di Capitale (commissione bancaria applicata alla negoziazione dei diritti 7 ), il comportamento dei seguenti azionisti: Cavalli, che possiede n azioni e intende portarle a n complessive; Credico, che possiede n azioni e intende portarle a n complessive; Carfagnini, che possiede n azioni e non intende partecipare all aumento di Capitale sociale; Ricci, che possiede n azioni e intende sottoscrivere il numero di nuove azioni consentitogli dai diritti posseduti. 8 9 Emissione di un prestito obbligazionario La Terme di Bognanco s.p.a. emette un prestito obbligazionario decennale di , costituito da obbligazioni del valore nominale unitario di 1 (tasso lordo 4,50%, godimento 07/06 e 07/12) al prezzo di 0,98. Il prestito viene sottoscritto in data 07/06. I sottoscrittori versano l intero importo in data 27/06, cioè venti giorni dopo l inizio di maturazione della prima cedola. Presentare le registrazioni in P.D. relative alle operazioni indicate. 10 Emissione di un prestito obbligazionario e pagamento della cedola di interessi In data 01/03 la Zignago s.p.a. di Gallipoli, con Capitale sociale di interamente versato, emette un prestito obbligazionario di , costituito da obbligazioni del valore nominale di 1 con godimento 01/03-01/09, tasso 3,90%. Il prestito, della durata di cinque anni, è emesso alla pari e viene sottoscritto nel giorno di emissione. I sottoscrittori effettuano il versamento con 18 giorni di ritardo rispetto all inizio di maturazione della prima cedola. 11

5 92 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato Il 10/09 la banca comunica di aver effettuato il pagamento della cedola semestrale. Presentare i calcoli e le registrazioni in P.D. relative alle operazioni indicate S.p.a.: aumento di Capitale a pagamento, riparto dell utile in presenza di azioni non interamente versate La Vini del Brenta s.p.a. di Bassano ha un Capitale sociale di suddiviso in n azioni, delle quali n sono versate per l 80%. L assemblea degli azionisti, riunitasi in seduta straordinaria il 15/03/n, delibera un aumento di Capitale di mediante emissione di nuove azioni con godimento 01/06 da offrire agli azionisti al prezzo di 121,50, di cui 1,50 a titolo di conguaglio utili, previo richiamo dei versamenti residui; la sottoscrizione deve avvenire entro il mese di aprile. In data 24/04 i soci versano sul c/c bancario quanto dovuto per legge. La società il 29/04 riceve la fattura relativa alle spese di ampliamento per , di cui soggetti a IVA ordinaria e a ritenuta fiscale d acconto. La fattura è pagata con assegno bancario in data 03/05. Al 31/12 si rileva un utile d esercizio di , che il 20/04 dell anno successivo viene ripartito nel modo seguente: il 5% a Riserva legale; la parte restante agli azionisti, con arrotondamento del dividendo lordo ai 5 centesimi di euro, considerando che i versamenti residui relativi alle vecchie azioni avevano godimento 01/04 e che la società dispone di un utile a nuovo di Presentare: 1. le scritture in P.D. relative alle operazioni descritte; 2. il progetto di riparto dell utile d esercizio. Articoli in P.D. Indicare le operazioni che hanno originato i seguenti articoli in P.D. e inserire le descrizioni / PRESTITI OBBL.RI CONVERTIBILI , 00 10/ PARTECIPAZIONI IN CONTROLLATE , 00 10/ PLUSVALENZE STRAORDINARIE , / PRESTITI OBBL.RI CONVERTIBILI , 00 20/ CAPITALE SOCIALE , 00 20/ RISERVA SOVRAPPREZZO AZIONI , / ERARIO C/RITENUTE DA VERSARE , 19 16/ ARROTONDAMENTI ATTIVI... 0, 19 16/ DENARO IN CASSA , / PRESTITI OBBLIGAZIONARI , 00 10/ OBBLIGAZIONI ESTRATTE , 00

6 VERIFICHE DI INGRESSO / OBBLIGAZ.STI C/SOTTOSCRIZIONE , 00 01/ PRESTITI OBBL.RI CONVERTIBILI , 00 01/ BANCA X C/C , 00 01/ OBBLIGAZ.STI C/SOTTOSCRIZIONE , / AMM.TO DISAGGIO SU PRESTITI , 00 31/ DISAGGIO SU PRESTITI , / CONTO ECONOMICO , 00 31/ INTERESSI SU OBBLIGAZIONI , / STATO PATRIMONIALE INIZIALE , 00 01/ RATEI PASSIVI , 00 S.p.a.: inserimento di voci in Bilancio Inserire nello Stato patrimoniale e nel Conto economico del Bilancio d esercizio (articoli 2424 e 2425 C.C.) della IMEX s.p.a., relativi agli esercizi n e n+1, le voci e i valori che derivano da quanto di seguito esposto. Al 31/12/n: Capitale sociale suddiviso in n azioni del valore nominale 50 (di esse n sono in portafoglio); Riserva legale ; Riserva statutaria ; Riserva azioni proprie ; utili portati a nuovo 5.760; utile d esercizio ; prestito obbligazionario emesso in data 01/08 e interamente sottoscritto, suddiviso in n obbligazioni del valore nominale 1, tasso lordo 4,20%, godimento 01/02 e 01/08; disaggio sul prestito , ammortizzato per il 10%; rateo relativo agli interessi sulle obbligazioni; partecipazione nella Climax s.p.a. costituita da n azioni del valore nominale di 10, iscritta in Bilancio a Esercizio n+1: 1. approvato il Bilancio dell esercizio n e ripartito l utile assegnando il 5% a Riserva legale, il 4% a Riserva statutaria e il resto agli azionisti (dividendo arrotondato al centesimo di euro), tenendo conto delle azioni proprie in portafoglio; 2. vendute a mezzo banca tutte le azioni in portafoglio al prezzo unitario di 58; 3. aumentato il Capitale sociale assegnando ogni 10 azioni possedute n. 1 azione gratuita e n. 3 azioni a pagamento con un sovrapprezzo di 15. Gli azionisti sottoscrivono tutte le azioni e versano entro il 31/12 complessivamente il 70% del valore nominale più l intero sovrapprezzo. L aumento gratuito viene eseguito capitalizzando la Riserva statutaria; 14

7 94 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato acquistate sul mercato, in data 01/06, n obbligazioni sociali a 0,97. Le obbligazioni vengono annullate in data 01/08; 5. riscosso un dividendo unitario di 1,35 per ogni azione Climax s.p.a.; 6. in seguito all aumento di Capitale sociale della Climax s.p.a., in ragione di n. 3 nuove azioni ogni 5 possedute, vengono sottoscritte azioni al prezzo di emissione di 30,50; 7. valutate le azioni Climax s.p.a. in base al costo di acquisto. S.p.a.: costituzione, riparto utili, aumento di Capitale In data 02/01/n si costituisce a Milano la Altec s.p.a., con Capitale sociale di suddiviso in n azioni: n sono sottoscritte dal socio Fioravanti, che effettua il conferimento apportando un locale uso magazzino, valutato e gravato da un mutuo ipotecario (interessi al 5% pagabili posticipatamente in data 01/03 e 01/09 di ogni anno) di e assegni per la differenza. Le rimanenti azioni sono assegnate all azionista Calabrese, che apporta un immobile, al quale la relazione giurata di stima redatta ai sensi dell art C.C. ha attribuito il valore di Viene effettuato il versamento del 25% sui conferimenti in denaro, costituendo un c/c vincolato. Successivamente vengono compiute le operazioni che seguono. 03/03/n Dopo aver ottenuto l iscrizione della società nel Registro delle imprese, si svincolano i versamenti legali, su cui sono maturati gli interessi al tasso del 2,25% al lordo della ritenuta fiscale. L intera somma disponibile viene versata sul c/c della società. 10/03/n Si riceve la parcella del notaio Ghetti, che ha curato le formalità legali. In essa sono indicate imposte e oneri anticipati per conto della società per e onorari professionali soggetti a IVA e a ritenuta fiscale d acconto per La parcella viene pagata con assegno bancario il 31/03/n. 20/03/n Ricevuta fattura della tipografia per IVA, relativa alla stampa delle azioni. Regolamento con assegno bancario il giorno stesso. 15/04/n Si effettua a mezzo banca il versamento delle ritenute operate nel mese precedente. 31/05/n Si richiamano i versamenti residui, che affluiscono il 15/06 sul c/c bancario. Entro i termini di legge, l amministratore provvede al controllo della valutazione dell immobile apportato dal socio Calabrese e stimano in il valore del bene. A fine esercizio, in sede di stesura del progetto di bilancio, l amministratore calcola l ammortamento dei costi d impianto applicando un aliquota del 20%. Si rileva poi un utile d esercizio di Il 30/04/n+1 l assemblea degli azionisti, in seduta ordinaria, approva il piano di riparto dell utile che prevede: alla Riserva legale l accantonamento di quanto stabilito dall art C.C.; agli azionisti il residuo, tenuto conto dei costi d impianto ancora da ammortizzare, arrotondando il dividendo al centesimo di euro. In sede straordinaria l assemblea degli azionisti delibera l aumento del Capitale sociale con l emissione di n. 1 nuova azione ogni n. 4 possedute, da assegnare in opzione ai vecchi soci al prezzo di 5,40. Le nuove azioni sono emesse con godimento 01/06 e all atto della sottoscrizione viene versato il 70% più l intero sovrapprezzo. Il pagamento dei dividendi agli azionisti avviene in data 03/05/n+1. Il 10/05/n+1 perviene la parcella emessa dal notaio Ghetti, relativa all aumento del Capitale sociale: in essa sono esposti rimborsi di spese documentate sostenute per conto della società per e onorari per 1.650, soggetti a IVA e a ritenuta d acconto. La fattura è pagata il giorno stesso con rilascio di un assegno bancario.

8 VERIFICHE DI INGRESSO L esercizio si chiude con un utile di (i costi di impianto e quelli di ampliamento vengono ammortizzati con la stessa aliquota dell esercizio precedente). Il 30/04/n+2 l assemblea ordinaria approva il piano di riparto degli utili, redatto secondo gli stessi criteri dell esercizio precedente. Il pagamento dei dividendi avviene in data 03/05. Presentare: 1. il piano di ammortamento dei costi di impianto e di ampliamento negli esercizi n e n+1; 2. il progetto di riparto dell utile di entrambi gli esercizi. S.p.a.: costituzione, aumento di Capitale, prestito obbligazionario, riparto utili In data 01/04 dell anno n a Ferrara si costituisce la Selva s.p.a., con Capitale sociale di , suddiviso in azioni del valore nominale di 50 ciascuna, sottoscritte nel modo seguente: n. 500 azioni dal socio Camprini, che conferisce merci; n azioni dal socio Turchi, che apporta la sua azienda. Gli elementi patrimoniali apportati sono così valutati: Impianti , Attrezzature commerciali , Merci , Automezzi , Crediti v/clienti , Debiti v/fornitori , Sovvenzioni bancarie , Debiti per TFR ; n azioni dal socio Aldini, che conferisce un fabbricato valutato e un assegno bancario. Sull immobile grava un mutuo di , su cui maturano interessi al 5% da pagare posticipatamente in data 01/01 e 01/07 di ogni anno; le restanti azioni da altri azionisti, che conferiscono denaro. Il 25% di legge relativo alle azioni liberate in contanti è vincolato in un apposito conto aperto presso la Banca popolare dell Emilia Romagna. Il 15/05, completate le operazioni di costituzione, si svincola il 25% dei conferimenti in denaro, depositandolo sul conto corrente bancario della società aperto presso la Banca Intesa unitamente agli interessi maturati al tasso del 2,50% al lordo della ritenuta fiscale. Il 20/05 si riceve la parcella del notaio Piovaccari, relativa alle spese di costituzione di , di cui soggetti a IVA e a ritenuta d acconto. Il pagamento è eseguito con assegno bancario il 25/05 e la ritenuta fiscale è versata nei termini di legge. Il 10/06 gli amministratori richiamano i versamenti residui; tre giorni dopo la banca comunica il relativo accredito sul c/c della società. In data 20/06 gli amministratori comunicano al socio Aldini che in seguito alla revisione della stima del fabbricato da lui apportato, eseguita ai sensi dell art. 2343, 3 comma, C.C., è stato assegnato a tale bene un valore di Il giorno stesso il socio esegue un versamento sul c/c bancario per il reintegro del valore dell immobile. Al termine dell esercizio la società rileva una perdita di 5.340,50, determinata tenendo conto anche della quota di ammortamento del 20% dei costi d impianto. In data 18/05 dell esercizio n+1 viene deliberato l aumento di Capitale a pagamento con emissione di n nuove azioni al prezzo di emissione di 55 ciascuna. L aumento è sottoscritto dai soci, che versano l intera somma in data 01/06 sul c/c bancario della società. In data 01/08 gli amministratori deliberano l emissione di un prestito obbligazionario quinquennale costituito da n obbligazioni del valore nominale di 5 al tasso del 4%, godimento 01/04 e 01/10. Il prestito, emesso al prezzo di 96, viene sottoscritto in data 01/09 e versato sul c/c bancario con un ritardo di 60 giorni rispetto all inizio del godimento della prima cedola. L esercizio si chiude con un utile di ,90, determinato tenendo conto, tra l altro, della quota del 20% di ammortamento dei costi d impianto. In data 01/04 dell esercizio n+2 la società liquida e paga la prima cedola di interessi sul prestito obbligazionario

9 96 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato In data 18/04 l assemblea ordinaria dei soci delibera la destinazione dell utile nel modo seguente: la somma necessaria a copertura della perdita dell esercizio precedente; il 5% a Riserva legale; la quota residua (tenuto conto degli accantonamenti previsti dalla legge) agli azionisti, con il dividendo arrotondato ai 5 centesimi di euro. Il 10/05 vengono pagati dividendi agli azionisti a mezzo banca, al netto delle ritenute fiscali, che vengono versate nei termini di legge. In data 01/10 la società liquida la seconda cedola di interessi sul prestito obbligazionario; in data 08/10 esegue il relativo pagamento mediante c/c bancario. Il 31/12 si procede alla registrazione delle scritture di assestamento relative al prestito obbligazionario. Presentare: 1. il piano di riparto dell utile dell esercizio n+1; 2. le registrazioni in P.D. relative alle operazioni descritte. Iscrizione di voci in Bilancio Una società per azioni quotata in Borsa presenta nella situazione contabile al 31/12 dell anno n le voci tipiche che derivano da quanto segue: a. la società ha il Capitale sociale formato da n azioni del valore nominale di 5, di cui il 40% versate per il 70%; il restante 30% è già stato richiamato e ha godimento 01/05/n; b. la Riserva legale ammonta a ; c. l utile dell esercizio n 1 ammonta a ,40 e l utile portato a nuovo è pari a 7.836,45; il riparto avviene assegnando alla Riserva legale il minimo di legge e la parte restante agli azionisti, con arrotondamento del dividendo ai 5 centesimi di euro; d. la società ha in corso un prestito obbligazionario emesso al tasso del 5% con cedole pagabili semestralmente in data 01/01 e 01/07 di ogni anno; al 31/12/n sono in circolazione n obbligazioni del valore nominale di 1 che erano state emesse alla pari; la società ha acquistato il 10/11, per effettuare annullamento nell esercizio successivo, n obbligazioni sociali al prezzo di 0,96; e. risultano non ancora pagati a obbligazionisti interessi relativi a n cedole già scadute e non ancora pagati ad azionisti dividendi su n. 600 azioni relativi a utili conseguiti nell esercizio precedente e liquidati in 0,09 lordi per azione; f. la società ha in portafoglio n azioni acquistate a 5,2 contro utilizzo della Riserva straordinaria; g. al 31/12 l utile dell esercizio ammonta a ,50. Presentare la situazione contabile patrimoniale e lo Stato patrimoniale del Bilancio d esercizio al 31/12 dell esercizio n. Domande a risposta aperta: i titoli pubblici Rispondere alle seguenti domande: a. Qual è la durata dei BOT? b. Quali sono le principali differenze tra i BOT e i CTZ? c. E tra i BTP e i CCT? d. Per quale motivo il tasso di rendimento semplice dei BOT semestrali non coincide con il tasso di rendimento composto? e. Qual è il trattamento fiscale degli interessi e degli altri frutti dei titoli a reddito predeterminato? f. Che cos è lo scarto di emissione? g. Che cosa sono i BOC? h. Quali elementi influenzano la redditività dei titoli a reddito predeterminato?

10 Domande a risposta aperta: i titoli privati Rispondere alle seguenti domande: a. Che cosa sono le cambiali finanziarie? b. Quali imprese possono emetterle? c. Quali sono le differenze tra le obbligazioni convertibili e le obbligazioni con warrant? d. Che cos è il diritto di opzione? A chi spetta? e. Da quali elementi scaturisce la redditività dei titoli a reddito variabile? f. Quali sono le principali categorie di azioni? g. Quali diritti possono essere attribuiti agli azionisti di risparmio? Domande a risposta aperta: la Borsa valori e gli strumenti derivati Rispondere alle seguenti domande: a. Che cosa si intende con l espressione capitalizzazione di Borsa? b. Quali soggetti sono abilitati all intermediazione mobiliare? c. Quali sono le fasi della contrattazione continua? d. Che cosa sono gli indici di Borsa? e. Che cosa sono gli strumenti derivati? f. Con quali obiettivi possono essere stipulati contratti futures? g. Che cosa sono le call options? E le put options? I titoli a reddito predeterminato: verifica delle conoscenze 1. Il taglio minimo di un obbligazione privata corrisponde: a. Al minimo valore nominale che è possibile acquistare b. All ammontare complessivamente emesso dalla s.p.a. c. Al prezzo di mercato di ciascuna obbligazione d. All ammontare di ciascuna cedola VERIFICHE DI INGRESSO 2. Indicare se le affermazioni che seguono sono vere o false: V F a. L emissione sotto la pari costituisce per il sottoscrittore un vantaggio b. Le cedole spettanti agli obbligazionisti sono calcolate sul valore nominale del titolo c. Un titolo è emesso alla pari quando il valore di emissione è uguale al valore nominale d. Lo scarto di emissione è la differenza tra il valore di emissione e il valore nominale 3. Il valore di rimborso netto di un obbligazione è la differenza tra: a. Il valore di rimborso lordo e il valore di emissione b. Il valore di rimborso lordo e il valore nominale c. Il valore di rimborso lordo e l eventuale imposta, calcolata sullo scarto di emissione d. Il valore nominale e l eventuale imposta, calcolata sullo scarto di emissione 4. Il valore di mercato di un titolo di Stato: a. È sempre inferiore al valore nominale b. È espresso con quotazione percentuale c. È detto anche valore corrente d. Risente della legge della domanda e dell offerta 5. I titoli emessi dallo Stato: a. Sono tutti a reddito predeterminato b. Possono essere a reddito indicizzato c. Hanno taglio minimo pari a d. Attribuiscono sempre al possessore cedole periodiche

11 98 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato Indicare se le affermazioni che seguono sono vere o false: V F a. Tutti i titoli di Stato sono quotati a corso secco b. L imposta sostitutiva è applicata ai CTZ al momento della riscossione delle cedole semestrali c. I BOT hanno durata compresa tra 3 e 18 mesi d. I CTZ sono titoli a rendimento indicizzato I titoli pubblici: verifica delle conoscenze 1. I Buoni del Tesoro Pluriennali: a. Sono solitamente emessi sopra la pari b. Fanno parte del debito dello Stato a breve termine c. Sono titoli a tasso fisso d. Attribuiscono al possessore cedole semestrali 2. I Certificati di Credito del Tesoro: a. Sono titoli zero coupon b. Hanno durata pari a 18 mesi o a 2 anni c. Attribuiscono al possessore un rendimento indicizzato all andamento della Borsa valori d. Sono detti titoli a sconto 3. Indicare se le affermazioni che seguono sono vere o false: V F a. Il valore di emissione dei CCT è indicizzato al rendimento dei BOT semestrali b. I CCT hanno valore nominale unitario pari a c. L ammontare dello spread dei CCT varia a seconda delle emissioni d. I CCT nell ipotesi di un rialzo dei tassi di mercato sono più vantaggiosi rispetto ai BTP 4. Il valore di rimborso dei BOT è: a. Uguale al valore nominale b. Superiore al valore nominale c. Inferiore al valore nominale d. Superiore al valore di emissione 5. Il valore di rimborso dei CCT: a. È sempre inferiore al valore nominale b. Può essere superiore al valore nominale c. Può coincidere con il valore nominale d. È sempre uguale al valore di emissione 6. I Certificati Zero Coupon: a. Sono privi di cedole b. Attribuiscono al possessore cedole semestrali indicizzate al rendimento dei BOT c. Sono emessi alla pari d. Sono quotati a corso secco 23 I valori mobiliari: verifica delle conoscenze 1. La cedola dell 1,95% di nominali di Obbligazioni Delta indicizzate god. 01/04 e 01/10 ammontano, al lordo dell eventuale prelievo fiscale, a: a b. 780 c. 682,50 d ,80

12 VERIFICHE DI INGRESSO Indicare se le affermazioni che seguono sono vere o false: V F a. Il tasso di rendimento semplice dei BOT può coincidere con il tasso composto b. I BTP sono titoli dal rendimento indicizzato c. Un obbligazione emessa a 98 e rimborsabile a 102 a un soggetto nettista sarà rimborsata al valore netto di 99,50 d. Un obbligazione emessa a 96 e rimborsabile a 100 a un soggetto lordista sarà rimborsata alla pari 3. Possono essere emesse sotto la pari: a. Le obbligazioni ordinarie b. Le azioni c. Le obbligazioni convertibili d. Le obbligazioni emesse dallo Stato 4. Una banca che vende a un cliente titoli di Stato: a. Può applicare la commissione dello 0,35% sul controvalore dei titoli negoziati b. Non può eseguire l operazione, riservata ad altri intermediari c. Può non applicare commissioni d. Non può applicare commissioni 5. Indicare se le affermazioni che seguono sono vere o false: V F a. Il diritto di opzione spetta soltanto ai titolari di azioni privilegiate b. Le azioni ordinarie rappresentano una parte del Capitale sociale di una s.p.a. c. Le azioni di risparmio possono attribuire al possessore maggiori diritti in sede di riparto degli utili d. Le azioni di risparmio sono generalmente al portatore Sottoscrizione e rimborso di obbligazioni Un risparmiatore acquista all emissione nominali di Obbligazioni Parmalat 5,45%, god. unico 01/02, emesse a 97,80 e rimborsabili alla pari dieci anni dopo. Determinare: 1. la somma spesa per la sottoscrizione dei titoli; 2. il numero delle cedole complessivamente riscosse durante l intera vita del titolo e l ammontare di ciascuna di esse; 3. la somma riscossa alla scadenza delle obbligazioni per valore di rimborso e ultima cedola. 24 Sottoscrizione di BOT e di CTZ Il signor Gianfranco De Castro di Reggio Calabria il 26 aprile ordina alla locale filiale della Banca di Roma l acquisto, sul mercato primario, di: nominali di BOT semestrali al prezzo lordo di 98,50; nominali di BOT annuali al prezzo lordo di 96,95; di CTZ a 18 mesi, emessi a 94,90. Considerando che la banca applica la commissione dello 0,15% sui BOT semestrali e dello 0,25% su quelli annuali, determinare: 1. la somma complessivamente spesa per la sottoscrizione dei titoli; 2. la somma riscossa alla scadenza di ciascuno dei titoli acquistati; 3. l ammontare dell interesse netto complessivamente percepito dal signor De Castro. 25 Sottoscrizione e rimborso di titoli pubblici Il signor Salvatore Ricci di Gambettola in data 1 ottobre si rivolge alla Banca Romagna Est - Credito Cooperativo, presso la quale è correntista, per ordinare l acquisto, in sede di emissione, dei seguenti titoli pubblici: 26

13 100 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato nominali di BOT annuali, emessi al prezzo lordo di 97,15. Commissione bancaria 0,20%; nominali di CTZ biennali, emessi a 94,60; nominali di BTP 3,20% decennali, god. 01/10 e 01/04, emessi a 99,15. Determinare, con riferimento a ciascuno dei titoli acquistati: 1. la somma spesa per la sottoscrizione; 2. la somma che sarà riscossa alla scadenza. Calcolare, inoltre, l ammontare delle cedole riscosse in occasione di ciascuna data di godimento dei BTP. Vendita di BTP - Sottoscrizione di obbligazioni In data 1 agosto dell anno n presso la filiale di Rovigo della Banca Antonveneta avvengono le seguenti operazioni: la Comex s.r.l. ordina la vendita di nominali di BTP quadriennali 3,40%, god. 01/06 e 01/12, emessi in data 01/06/n-1 a 99,60 e quotati 101,65. Commissione bancaria 0,35%; la signora Daniela Di Girolamo sottoscrive nominali di Obbl. IMI 3,50%, god. unico 01/08, emesse il giorno stesso al prezzo di 97,45. Determinare: 1. la somma ricavata dalla Comex s.r.l.; 2. le rilevazioni in P.D. della Comex s.r.l. relative alla vendita dei BTP e alla riscossione del controvalore con accredito del c/c bancario; 3. la somma impiegata dalla signora Di Girolamo. Rimborso di obbligazioni - Negoziazione di titoli a reddito predeterminato - Rilevazioni in P.D. In data 1 dicembre dell anno n presso la filiale di Pordenone della Banca Intesa, che applica la commissione di negoziazione dello 0,45%, avvengono le seguenti operazioni: il signor Renzo Savorelli riscuote il valore di rimborso, insieme all ultima cedola dello 0,90%, di di Obbl. Zaini indicizzate, god. 01/12, 01/03, 01/06 e 01/09. I titoli, rimborsabili a 101,60, erano stati emessi 5 anni prima al nominale; la Alberto Zauli & C. s.n.c., disponendo di una temporanea eccedenza di liquidità, ordina l acquisto di nominali di BTP ottennali 4%, god. 15/04 e 15/10, emessi in data 15/04/n 3 a 99,60 e quotati 97,55; il signor Giuseppe Santopadre ordina l acquisto, alla quotazione di 97,15, di nominali di Obbl. ENEL decennali 3,60%, god. 20/05, rimborsabili alla pari ed emesse il 20/05/n 4 a 99,20; il signor Luca Mattei ordina l acquisto di nominali di Obbl. Telecom 4%, god. 15/10, quotate 96,94. I titoli, di durata quadriennale, sono stati emessi lo stesso anno a 96,20 e saranno rimborsati alla pari. Presentare: 1. la somma complessivamente riscossa dal signor Savorelli; 2. la somma impiegata dalla Alberto Zauli & C. s.n.c.; 3. le rilevazioni in P.D. della Alberto Zauli & C. s.n.c. relative all acquisto dei titoli e all assestamento del 31/12, considerando che in tale data la loro quotazione ammonta a 99,25; 4. la somma impiegata dal signor Santopadre; 5. la somma impiegata dal signor Mattei.

14 Negoziazioni di titoli a reddito predeterminato - Rilevazioni in P.D. VERIFICHE DI INGRESSO In data 22 ottobre dell anno n presso la filiale di Chieti della Banca di Roma, che applica alle negoziazioni la commissione dello 0,40%, avvengono le seguenti operazioni: il signor Alessio Di Giovanni ordina l acquisto di nominali di CCT quadriennali, god. 01/04 e 01/10, emessi in data 01/04/n 2 a 99,20 e quotati 97,55. Cedola in maturazione 1,80%; il signor Giacomo Foglietta ordina la vendita di nominali di Obbl. IMI decennali 4,15%, god. 16/06, rimborsabili alla pari ed emesse a 95 il 16/06/n 7, quotate 100,25; le Obbligazioni erano state acquistate sul mercato il 12/12/n 1 al corso di 98,35 (commissione bancaria inclusa); la Lorenzo Aleotti & C. s.n.c., disponendo di una temporanea eccedenza di liquidità, ordina l acquisto di nominali di BTP 4%, god. 15/11 e 15/05, quotati 99,10. I BTP, di durata ottennale, sono stati emessi il 15/05 dello stesso anno a 98. Presentare: 1. la somma impiegata dal signor Di Giovanni; 2. la somma ricavata dal signor Foglietta, che ha optato per il regime fiscale del risparmio amministrato; 3. la somma impiegata dalla Lorenzo Aleotti & C. s.n.c.; 4. le rilevazioni in P.D. della Lorenzo Aleotti & C. s.n.c. relative all acquisto dei titoli, alla riscossione delle cedole del 15/11 e alle scritture di assestamento del 31/12, considerando che in tale data la quotazione dei BTP è pari a 97,05. Investimento di una somma in titoli a reddito predeterminato Il signor Ernesto Grillenzoni di Ventimiglia, che dispone di , in data 7 febbraio dell anno n si rivolge alla sede locale della Banca Toscana per ordinare l acquisto sul mercato secondario, al corso di 100,05, di un certo numero di Obbligazioni Az. Aut. FS 3,50% quinquennali, god. 01/05 e 01/11. I titoli, rimborsabili a 101,20, sono stati emessi alla pari in data 01/05/n 3. Determinare, considerando la provvigione bancaria dello 0,50%: 1. il numero delle obbligazioni da nominali acquistate; 2. il loro valore nominale complessivo; 3. la somma impiegata e quella rimasta inutilizzata; 4. il ricavo conseguito dalla vendita dei titoli, avvenuta in data 20/11 dell anno successivo al corso di 101,25 (al netto di commissione bancaria), considerando che il signor Grillenzoni è in regime fiscale del risparmio amministrato Acquisto di BOT - Negoziazioni di titoli a reddito predeterminato - Rimborso di CTZ - Rilevazioni in P.D. In data 18 dicembre dell anno n presso l agenzia n. 3 di Bologna della Banca Nazionale del Lavoro avvengono le seguenti operazioni: il signor Giancarlo Lodi ordina la vendita al corso di 100,14 di nominali di Obbl. ENI quinquennali 3,85%, god. unico 20/10, rimborsabili alla pari ed emesse il 20/10/n 3 al prezzo di 97,20; le Obbligazioni erano state acquistate alcuni mesi prima al prezzo di 98,85 (commissione bancaria inclusa). Il signor Lodi ha optano per il regime fiscale del risparmio amministrato; la IRCE s.p.a., che intende investire momentanee eccedenze di liquidità, ordina l acquisto di nominali di BTP quinquennali 3,70%, god. 01/12 e 01/06, quotati 99,88; il signor Mario Forti riscuote il valore di rimborso di nominali di CTZ emessi 18 mesi prima a 95,90; 31

15 102 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato la signora Loretta Merighi ordina l acquisto di nominali di Obbl. quadriennali IRIS 3,60%, god. 12/03 e 12/09, quotate 97,25. I titoli, emessi a 98,60 in data 12/03/n 2, saranno rimborsati alla pari. Presentare, considerando che l istituto di credito applica la commissione dello 0,45%: 1. la somma ricavata dal signor Lodi, al netto dell imposizione fiscale; 2. la somma impiegata dalla IRCE s.p.a.; 3. le rilevazioni in P.D. della IRCE s.p.a. relative all acquisto dei titoli e all assestamento del 31/12, considerando che in tale data la loro quotazione ammonta a 99,55; 4. la somma riscossa dal signor Forti; 5. la somma impiegata dalla signora Merighi. Operazioni in titoli di una s.p.a. Rilevare in P.D. sul giornale della Vega s.p.a. di Torino le seguenti operazioni in titoli, considerando che la banca cui la società si rivolge per le negoziazioni applica la commissione dello 0,35%: 01/01 il portafoglio titoli comprende nominali di BTP 3,60%, god. 15/06 e 15/12, valutati al costo medio ponderato di 100,25; 16/03 acquistati nominali degli stessi BTP al corso secco di 98,75; 02/06 acquistati nominali di Obbl. IMI 3,40%, god. unico 01/04, al corso secco di 97,05; 15/06 maturate e accreditate in c/c le cedole sui BTP; 22/09 venduti nominali di BTP e acquistati nominali di Obbl. IMI al corso secco rispettivamente di 101 e di 98,10; 15/12 maturate e accreditate in c/c le cedole sui BTP; 31/12 si rilevano i ratei di interesse e si valutano i titoli in portafoglio, considerando che il corso dei BTP e quello delle Obbl. IMI sono rispettivamente pari a 101,15 e a 97,90. Lotto d acquisto - Livello di riordino - Scheda di magazzino - Indice di rotazione a quantità fisiche - Giacenza media L Atelier della Sposa di Remo Calamaro di Lecce, azienda grossista in abiti per cerimonie, tratta tra gli altri modelli il Sogno nuziale, che acquista al prezzo di IVA e rivende ai dettaglianti applicando il ricarico del 25% sul costo di acquisto. Le vendite annue previste ammontano a 180 unità. In data 01/01 le esistenze di magazzino sono pari a 19 abiti; nel corso del 1 trimestre si sono verificati i seguenti movimenti: 03/01 vendita di 5 unità 28/02 vendita di 2 unità 16/01 vendita di 6 unità 02/03 vendita di 5 unità 27/01 vendita di 6 unità 16/03 acquisto di 1 lotto 28/01 acquisto di 1 lotto 17/03 vendita di 1 unità 04/02 vendita di 7 unità 22/03 vendita di 4 unità 22/02 acquisto di 1 lotto 26/03 vendita di 4 unità 24/02 vendita di 3 unità 29/03 vendita di 7 unità 26/02 vendita di 4 unità Determinare: 1. il lotto economico d acquisto, sapendo che le spese di giacenza sono valutate pari al 30% del costo delle scorte, che il costo per ciascun ordine ammonta a 60 e che gli acquisti sono programmati in modo da disporre a fine anno di un ammontare di rimanenze corrispondenti al livello di riordino; 2. il livello di riordino, tenendo presente che per il riapprovvigionamento sono mediamente necessari 15 giorni e che l azienda ritiene opportuna una scorta di sicurezza pari al fabbisogno di 5 giorni.

16 VERIFICHE DI INGRESSO 103 Presentare inoltre la scheda di magazzino dell articolo considerato, con l indice trimestrale di rotazione a quantità fisiche, e il calcolo della giacenza media. Valutazione delle rimanenze finali - Indice di rotazione - Registrazione in P.D. L impresa industriale Methodo s.r.l. di Cantù produce, in particolare, moquettes per pavimenti il cui processo produttivo richiede l impiego di un materiale sintetico, codificato SAH/7, che acquista presso fornitori della Lombardia (IVA ad aliquota ordinaria). All inizio dell esercizio la quantità di materia prima presente in magazzino ammonta a q 23,4; la relativa valutazione è pari a 3,20/kg. Nel corso dell esercizio si verificano le seguenti movimentazioni di magazzino: 22/01 scarico di q 8,4 29/01 acquisto di q 22 al prezzo di 3,32/kg, con addebito di spese di trasporto non documentate per /02 scarico di q 11,6 10/03 scarico di q 10,4 22/03 acquisto di q 24 al prezzo di 3,44/kg, con addebito di spese di trasporto documentate pari a 828 (IVA ordinaria inclusa) 18/04 scarico di q 12,4 05/05 scarico di q 8,1 17/05 scarico di q 7 09/06 acquisto di q 28 al prezzo di 3,56/kg; consegna franco destino 28/06 scarico di q 10 18/07 scarico di q 5,8 31/07 scarico di q 8,8 10/09 acquisto di q 26 al prezzo di 3,52/kg; consegna franco destino 29/09 scarico di q 11,6 17/10 scarico di q 7,4 04/11 scarico di q 11,9 28/11 acquisto di q 25 al prezzo di 3,40/kg; addebito di spese di trasporto documentate pari a 798 (IVA ordinaria inclusa) 29/11 scarico di q 5,7 15/12 scarico di q 8,1 29/12 scarico di q 13,2 Presentare: 1. la scheda di magazzino a quantità fisiche del materiale SAH/7 relativa all intero esercizio considerato; 2. il calcolo dell indice di rotazione; 3. la determinazione del valore da attribuire alle rimanenze finali della materia prima, adottando i seguenti metodi: costo medio ponderato continuo; costo medio ponderato per periodo; LIFO continuo; LIFO a scatti annuale; FIFO; 4. le registrazioni in P.D. relative alle fatture d acquisto del 29/01 e del 22/03; 5. la registrazione in P.D. con la quale, al 31/12, si rilevano le rimanenze finali (valutate al LIFO continuo) e l iscrizione dei conti tipici nel bilancio d esercizio. Liquidazione e pagamento di retribuzioni - Cessazione del rapporto di lavoro - Rilevazioni in P.D. - Iscrizione di voci tipiche in bilancio Nella situazione contabile della Formital s.p.a. di Siena al 30/11 sono presenti i seguenti conti: 34 35

17 104 PARTE TERZA Verifiche di ingresso ed esercizi di preparazione all Esame di Stato 36 retribuzioni oneri sociali debiti per TFR Durante il mese di dicembre avvengono, tra le altre, le seguenti operazioni: 10/12 concessi, a mezzo assegni circolari richiesti in giornata alla BNL contro addebito del c/c, anticipi ai dipendenti per complessive 5.600; 12/12 liquidato a un dipendente dimissionario il TFR maturato a suo favore per , di cui 1.860,60 relativi all esercizio in corso; le ritenute fiscali operate dall impresa ammontano a 9.489; 15/12 pagato con assegno circolare, richiesto in giornata alla BNL contro addebito del c/c, il TFR al dipendente dimissionario; 22/12 liquidate retribuzioni e tredicesime mensilità per e assegni per il nucleo familiare e indennità di malattia per 8.878; 23/12 pagate con addebito in c/c bancario le competenze nette spettanti ai dipendenti, tenendo conto degli anticipi concessi il 10/12, di ritenute fiscali per e sociali per 5.087; 28/12 liquidati contributi obbligatori a carico dell azienda per e il contributo per il miglioramento delle pensioni dello 0,50%; 31/12 rilevata la quota di TFR maturata nel corso dell esercizio, considerando che l incremento dell indice ISTAT rispetto al mese di dicembre è pari al 2,80%; 31/12 si definiscono le posizioni nei confronti dell Erario e degli Istituti previdenziali. Presentare registrazioni in P.D. e l iscrizione dei conti tipici in bilancio. Analisi della struttura finanziaria di un azienda industriale La Atlante s.p.a. di Como, che svolge attività industriale, a una certa data presenta la struttura finanziaria proposta a pagina seguente (dati espressi in milioni di euro). Impieghi Fonti Immobilizzazioni nette 28 Capitale proprio 24 Rimanenze 11,6 Passività consolidate 11,2 Liquidità differite 14,3 Passività a breve 19 Liquidità immediate 0,3 Totale impieghi 54,2 Totale fonti 54,2 Considerando che la scorta permanente di magazzino è valutata , presentare l analisi della struttura finanziaria attraverso l elaborazione di: 1. margine di struttura; 2. capitale circolante netto; 3. margine di tesoreria. 37 Domande a risposta aperta: i cambi esteri Rispondere alle seguenti domande: a. Qual è la differenza tra le tecniche di quotazione incerto per certo e certo per incerto? b. Che cosa significa l espressione cambi reciproci? c. In quale ipotesi due cambi reciproci sono equivalenti d. A quali mezzi di pagamento è applicato il cambio cable? E il cambio chèque? e. Attraverso quale calcolo è possibile, conoscendo il cambio cable, determinare il corrispondente cambio chèque? f. In che cosa consiste la negoziazione di divise estere? g. Che cosa sono i cambi a termine?

18 Cambi esteri: verifica delle conoscenze VERIFICHE DI INGRESSO 1. Mercoledì 14 marzo un operatore commerciale acquista per contanti una divisa di USD scadente a 30 giorni; il relativo pagamento ha luogo: a. In giornata c. Il 19 marzo b. Il 16 marzo d. Il giorno di scadenza della divisa 2. Due cambi si dicono equivalenti quando: a. Sono reciproci b. Il prodotto delle quotazioni è uguale al prodotto delle basi del cambio c. Effettuando arbitraggi è possibile conseguire vantaggi economici d. Per un operatore è indifferente negoziare valuta nella piazza nazionale o in quella estera 3. Il cambio forward è impiegato: a. Nella negoziazione di divise aventi scadenza futura b. Per cautelarsi dal rischio di cambio c. Nell acquisto di assegni turistici d. Nell acquisto di opzioni in cambi Arbitraggio per mancata equivalenza L esportatore Carmine Lo Padre di Napoli deve riscuotere dal cliente Patrick Sheene di Baltimora la somma di USD Sulla base delle seguenti quotazioni: EUR/USD 1,2955 USD/EUR 0,7642 determinare se conviene riscuotere il credito applicando il cambio di Milano o il cambio di New York. Arbitraggio per mancata equivalenza L impresa importatrice Oleificio del Golfo di La Spezia ha un debito di USD nei confronti della Chemical Star s.a. di Boston. Considerando i seguenti cambi: EUR/USD 1,3353 USD/EUR 0,7230 determinare la soluzione più conveniente per il pagamento Operazioni in valuta: registrazioni in P.D. Presentare le registrazioni in P.D. relative alle seguenti operazioni, effettuate dalla Santoro s.p.a. di Lodi: 11/04 stipulato con la Green Tree Ltd di Boston un contratto di acquisto di una partita di cereali al prezzo di USD , spedizione entro il 15/05, regolamento anticipato. Il cambio odierno è EUR/USD 1,3005; 20/04 stipulato con la Zucker s.a. di Basilea un contratto di vendita di una partita di avena al prezzo di CHF , consegna e regolamento entro il 30/06; il cambio odierno del franco svizzero è EUR/CHF 1,5181; 22/04 trasmesso alla Green Tree Ltd un bonifico a saldo della fornitura contrattata l 11/04. Il cambio del dollaro USA è EUR/USD 1,3112; 23/04 ottenuto dalla Banca Popolare di Milano un finanziamento di CHF scadente al 30/06, convertito al cambio EUR/CHF 1,5203 e accreditato in c/c; 14/05 ricevuta dalla Green Tree Ltd la merce pattuita, accompagnata da regolare fattura; 27/06 emessa fattura sulla Zucker s.a.; 29/06 la fattura viene riscossa mediante accredito in c/c, al cambio EUR/CHF 1,5265; 30/06 estinto con addebito in c/c il finanziamento in franchi svizzeri al cambio EUR/CHF 1,5352. Gli interessi sono calcolati al tasso del 3,875%. 41

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante:

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante: Regolamento delle fatture di acquisto. Quando paghiamo una fattura di acquisto il nostro patrimonio netto non subisce variazione dal punto di vista quantitativo, ma solo qualitativo. Se paghiamo in contante

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Il riparto dell utile nelle società per Azioni

Il riparto dell utile nelle società per Azioni Il riparto dell utile nelle società per Azioni Il riparto dell utile nelle spa è soggetto alle limitazioni imposte dal codice civile e dallo statuto. Solo dopo aver soddisfatto i predetti vincoli l utile

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice

- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice UNIVERSITÁ degli STUDI di FOGGIA FACOLTÁ di ECONOMIA Elementi di Calcolo commerciale trattati in seno al corso di Economia aziendale tenuto dal prof. M. Milone nell a.a. 2011-12 Indice: A) Calcolo mercantile

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli