SeIV GROUP. architects

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SeIV GROUP. architects"

Transcript

1 SeIV GROUP architects

2

3 SeIV Group

4 I PROTAGONISTI SeIV Group. Valentino. Stefano. Massimo SEBELLIN

5 Valentino Ivano Sebellin (Mussolente, Vicenza 1954). Si laurea presso l IUAV l Istituto universitario di architettura di Venezia nel Inizia l attività di libero professionista nel 1981, partecipa nel 1982 alla costituzione del gruppo di progettazione, urbanistica ed ingegneria AISA Progetti e nel 2004 alla fondazione del SeIV Group stp, team di professionisti che operano in ambito nazionale, all interno del quale oggi lavora. Nel 2009 fonda la Wide Project International Srl, società che ha curato e sviluppato idee e progetti a livello internazionale. Realizza diverse opere nel settore pubblico e privato con particolare attenzione alla composizione architettonica, all architettura del paesaggio, alla pianificazione urbanistica e alla conservazione e riuso dei grandi complessi storici. Stefano Sebellin (Bassano del Grappa, Vicenza 1986). Si diploma presso il liceo Scientifico Tecnologico Cavanis di Possagno (Treviso) e frequenta il biennio di ingegneria informatica all università degli studi di Padova. Inizia l attività di consulente libero professionista nel 1992 con un ruolo determinante nella predisposizione di sofisticati hardware ed software per l operatività dello studio di architettura. Oggi è parte attiva e socio del SeIV Group stp. Massimo Sebellin (Bassano del Grappa, Vicenza 1990). Si diploma presso l Istituto Tecnico Industriale Cavanis di Possagno (Treviso). Attualmente frequenta il corso di laurea in architettura presso l IUAV Istituto Universitario di Architettura di Venezia - e collabora attivamente con lo studio di architettura nell ambito dello sviluppo e ricerca delle più moderne idee ed applicazioni funzionali alla produzione architettonica. Oggi è parte attiva e socio del SeIV Group stp

6 UNA MOTIVAZIONE

7 Architettura perché? Uno Studio di architettura si configura, innanzitutto, per le motivazioni che lo caratterizza. Per questo SeIV Group ha collocato al primo posto temi di architettura di interesse ambientale, industriale, pubblico e privato. L orientamento è proprio quello di proporre una strategia efficace ed in grado di trasmettere un messaggio di professionalità volto al conseguimento di risultati destinati a durare nel tempo. Questo studio di architettura si propone, anche, come completamento di professionalità derivato da esperienze più che trentennali. Presente nel contesto internazionale per aver partecipato a concorsi ed aver realizzato progetti commissionati da enti nazionali ed internazionali, ha saputo, nel tempo, patrimonializzare professionalità derivate dai dialoghi interdisciplinari intercorsi con architetti e specialisti italiani e stranieri. Architettura come testimonianza della Storia La creatività e l innovazione sono state espresse sempre con lo sguardo rivolto al passato e con un confronto con le realtà circostanti. Il connubio Architettura e Storia ed Architettura e Paesaggio è stato prioritario. All interno dello Studio si attuano riflessioni su quali pratiche organizzative attivare per poter raggiungere gli obiettivi prefissati. D altro canto il tentativo di facilitare processi di innovazione e di attuare una dimensione creativa al passo coi tempi, è e rimane nelle priorità, destinate a ricercare livelli di assoluta efficienza. Architettura come futuro La formula organizzativa di SeIV Group vuole, così, rispondere ad esigenze organizzative che permettano uno sviluppo futuro da individuare in una formula capace di esprimersi con un linguaggio nuovo. I temi affrontati sono, perciò, in sintonia con le nuove tendenze: imprenditorialità, crescita e sviluppo, competenze e conoscenze al passo coi tempi vanno di pari passo con la ricerca. Le considerazioni rilevanti ritornano, allora nel dibattito continuo e proficuo in workshop direzionali e di confronto. Nello Studio di architettura di SeIV Group si attua una contaminazione tra architettura e management. (Mario Guderzo)

8

9 Architettura Residenziale 1 Architettura Particolari 2 Architettura Industriale 3 Architettura Direzionale e commerciale 4 5 Architettura Conservazione e riuso 6 Architettura Interni 7 Architettura Giardini e paesaggio 8 Urbanistica Pianificazione territoriale

10 IL SOMMARIO COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO SIDI Sport EDIFICIO PRODUTTIVO Mq MASER (TV) - ITALY COMMITENTE IL GRIFONE PROGETTO CENTRO COMMERCIALE REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA Mq LUOGO BASSANO DEL GR. (VI) - ITALY COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO SCOTTON SpA EDIFICIO PRODUTTIVO Mq BORSO DEL GR. (TV) - ITALY FILK SpA EDIFICIO PRODUTTIVO Mq MUSSOLENTE (VI) - ITALY COMMITENTE PALABASSANO PROGETTO SPORT e SPETTACOLO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA 2000 spettatori LUOGO BASSANO DEL GR. (VI) - ITALY COMMITENTE CMA UMI 4. PPCM PROGETTO COMMERCIALE e DIREZIONALE REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA Mq LUOGO MUSSOLENTE (VI) - ITALY

11 COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO CARRON SpA EDIFICIO DIREZIONALE Mq SAN ZENONE (TV) - ITALY COMMITENTE BANCA DI ROMANO E S. CATERINA PROGETTO EDIFICIO DIREZIONALE REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA Mq LUOGO BASSANO DEL GR. (VI) - ITALY COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO COLORPLAST EDIFICIO PRODUTTIVO Mq JELENIA GORA - POLONIA COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO CMA SpA EDIFICIO PRODUTTIVO Mq MUSSOLENTE (VI) - ITALY COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO TERRAPIANA BAGGI SRL Mq ROSA (VI) - ITALY COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO LA CONTRADA COMPLESSO RESIDENZIALE Mq ASOLO (TV) - ITALY COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO IL CASTELLARO EDIFICIO RESIDENZIALE Mq. 350 MUSSOLENTE (VI) - ITALY COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE COSTRUITA LUOGO CREMASCO Mario EDIFICIO RESIDENZIALE Mq. 400 MUSSOLENTE (VI) - ITALY

12 COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE RESTAURATA LUOGO VILLA DRIGO CREMASCO CONSERVAZIONE E RIUSO Mq MUSSOLENTE (VI) - ITALY COMMITENTE VILLA RINALDI PROGETTO REALIZZAZIONE CONSERVAZIONE E RIUSO CONSISTENZA DEL RIUSO 30 unità abitative LUOGO ASOLO (TV) - ITALY COMMITENTE PROGETTO REALIZZAZIONE SUPERFICIE RESTAURATA LUOGO VILLA DE MATTIA CONSERVAZIONE E RIUSO Mq ASOLO (TV) - ITALY COMMITENTE AREA MERCATO PROGETTO COMMERCIALE E RESIDENZIALE ELABORAZIONE 2013 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO STIP - MACEDONIA COMMITENTE GNESAU PROGETTO COMPLESSO RESIDENZIALE ELABORAZIONE 2014 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO CARINZIA - AUSTRIA COMMITENTE HOCHRINDL PROGETTO VILLAGGIO MULTIPROPRIETA ELABORAZIONE 2013 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO CARINZIA - AUSTRIA COMMITENTE EMAPRICE PROGETTO TERME DI ALLEGHE E CAPRILE ELABORAZIONE 2011 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO ALLEGHE - ITALY COMMITENTE CMF VAVILON PROGETTO EDIFICIO MULTIFUNZIONALE ELABORAZIONE 2013 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO NOVOURALSK - RF

13 COMMITENTE REGIONE SVERDLOVSK (R.F.) PROGETTO EKATERINBURG EXPO ELABORAZIONE 2011 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO EKATERINBURG - RF COMMITENTE JEDI PROGETTO ELABORAZIONE DIREZIONALE E RESIDENZIALE 2008 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO MOSCA - RF COMMITENTE PROGETTO ELABORAZIONE SUPERFICIE COMPLESSIVA LUOGO WPI AD TOWERS 2009 ABU DHABI - UAE COMMITENTE FERRARO PROGETTO ELABORAZIONE DIREZIONALE E RESIDENZIALE 2009 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO SLIVEN - BULGARIA COMMITENTE PROGETTO ELABORAZIONE SUPERFICIE COMPLESSIVA LUOGO WPI ABU DHABI HOTEL 2009 Mq ABU DHABI - UAE COMMITENTE WA.MA - DE FILIPPI PROGETTO POLO DI INTENSA ATTIVITA ELABORAZIONE 2011 SUPERFICIE COMPLESSIVA Mq LUOGO VENEZIA - ITALY COMMITENTE PROGETTO ELABORAZIONE SUPERFICIE COMPLESSIVA LUOGO WPI ABU DHABI TOWER 2010 Mq ABU DHABI - UAE COMMITENTE PROGETTO ELABORAZIONE SPETTATORI LUOGO WPI ABU DHABI STADIUM ABU DHABI - UAE

14 SIDI Sport Maser (TV) Italy Il complesso architettonico della SIDI Sport, azienda leader mondiale nel settore della produzione e commercializzazione di calzature speciali per lo sport, è composto da due corpi di fabbrica in stretto rapporto tra loro, destinati uno alla produzione l'altro alle attività direzionali, commerciali ed amministrative. La parte di edificio destinato alla produzione è costituito da un piano terra, da un piano primo e da una piattaforma a livello del solaio di copertura (in corrispondenza delle torri tecnologiche) per gli impianti tecnologici. Particolare attenzione è stata posta in fase di definizione del progetto ai collegamenti verticali nella loro totalità - persone, cose ed impianti - tanto da individuare nella parte centrale dell'edificio produttivo un sistema di "torri tecnologiche" utilizzate esclusivamente per gli impianti ed i collegamenti verticali con scale ed elevatori. Il sistema costruttivo adottato per la parte di edificio produttivo è quello della prefabbricazione pesante in c.a.p. - pilastri, travi, solai alveolari, tegoli di copertura a shed, pannelli di tamponamento di prima facciata - e delle opere d'impresa tradizionali quali: plinti, muri in elevazione, solai a lastra, scale ecc. ecc. La seconda parte del complesso architettonico destinata agli uffici è un fabbricato a tre livelli di cui uno completamente interrato dove sono stati ricavati parte dei parcheggi coperti. Il piano terra riservato alla hall d'ingresso, al centro di controllo, agli uffici per gli arrivi e le spedizioni, alle sale di attesa e contrattazione ed alla sala conferenze è reso accessibile da un percorso geometrico parallelo alla forma metallica delle colline asolane, sostenuta da quattro boomerang ad inclinazione variabile. Dalla hall e per mezzo di un'ampia scala aperta, si accede al piano primo sede degli uffici direzionali, amministrativi e commerciali della Società coperti da una "grande nuvola" ondula in acciaio e alluminio che conferisce all'insieme i caratteri tipici dell'architettura high tech. La parte del complesso industriale destinata agli uffici e ai servizi è costruita con criteri moderni dove fondazioni, muri di tamponamento e parte delle strutture sono in cemento armato, i solai in acciaio, le pareti divisorie e attrezzate in alluminio e vetro, i pavimenti del piano terra e primo in legno su supporti tecnologici rialzati per consentire il massimo di flessibilità e razionalità degli impianti. 14

15 15

16 16

17 17

18 SCOTTON SpA Borso del Grappa (TV) Italy Quando si pensa all architettura moderna oppure alla sua storia più recente ci si riferisce in genere a tipologie di edifici di varia natura, da quelli per lo sport a quelli per il culto, dagli edifici direzionali ai musei, alle ville, agli edifici pubblici in genere. Quasi mai si pensa agli edifici per la produzione e per il lavoro con l eccezione degli edifici per uffici cui è destinato da sempre il ruolo di immagine per le strutture produttive che li generano. Se a questo si aggiunge la cattiva fama della provincia italiana, che si vorrebbe solo patria di abusi e brutture, dove l architettura non è più arte del costruire ma diventa spunto di riflessione sul cattivo vivere moderno e sulla mancanza di gusto dei suoi operatori, si capisce come sarebbe facile etichettare a priori negativamente un opera che nasce in un simile contesto. La nuova sede della SCOTTON, azienda leader mondiale nella produzione di scatole di carta e di cartone, smentisce questo luogo comune e si offre come esempio emblematico di un architettura innovativa e fuori dagli schemi comuni. Il complesso produttivo, iniziato nell'anno 2006 ed ultimato alla fine dell'anno 2010, costituito da diversi corpi di fabbrica, ha una superficie complessiva di circa mq., sorge in un area particolare posta alle pendici del Monte Grappa (Treviso) in un contesto molto delicato dal punto di vista paesaggistico, sottoposta a tutela da parte della Soprintendenza di Venezia per i beni architettonici e paesaggistici del Veneto orientale. 18

19 19

20 20

21 21

22 PALABASSANO Bassano del Grappa (VI) Italy L idea progettuale, che ha guidato l intervento, si fonda sui principi di un architettura funzionale, semplice e minimale: l esterno si presenta come un elemento solido sollevato da terra quale effetto dovuto al nastro perimetrale delle finestre, il portico è l elemento di passaggio attraverso cui si accede e rivela già le particolari strutture portanti verticali e di copertura di questo edificio destinato allo sport e a manifestazioni culturali e di pubblico spettacolo. L interno offre una moltitudine di elementi che giocano con lo spazio e con la luce: grandi travi reticolari in acciaio di colore bianco conferiscono ritmo ed armonia alla grande vela di copertura sostenuta da 16 pilastri in calcestruzzo bianco a forma di V. I servizi per gli atleti e quelli per il pubblico (spogliatoi, bagni, infermeria, magazzini, spazi tecnici) occupano gli spazi ricavati sotto le tribune prefabbricate. Nel rispetto delle norme vigenti sono stati dimensionati gli spazi interni ed esterni, le vie d esodo, la distribuzione interna, le separazioni tra i diversi fruitori e la scelta dei materiali usati. Il nuovo PalaBassano ha una superficie coperta di circa mq. progettato per spettatori con le le seguenti dimensioni: in pianta 49,70 x 63,70 metri; l area di gioco posta a quota di 4,50 metri, gli accessi a quota + 0,55 m. La base dell edificio è stata posta ad un livello inferiore rispetto alla quota campagna e l' altezza interna di 12 metri viene mitigata dallo scavo; i prospetti che ne derivano hanno un altezza di 7 metri fuori terra. Nella grande hall d ingresso c e la biglietteria e le entrate per il pubblico da cui si potrà accedere nella parte alta delle tribune poste a quota + 0,55 m. I collegamenti verticali sono garantiti da due grandi scale interne poste sul lato ovest, con vano centrale predisposto per il posizionamento di due ascensori porta lettiga uno dei quali sarà da subito realizzato e messo in funzione, l altro solo predisposto, che collegano la quota + 0,55 m e l ultima seduta delle tribune, all area di gioco e agli spazi di servizio sottotribune quali, servizi igienici per il pubblico, infermeria, spogliatoi per gli atleti, per gli arbitri, sala presidiata centrale rivelazione incendi centrale diffusione sonora e magazzini. 22

23 23

24 24

25 25

26 IL GRIFONE Bassano del Grappa (VI) Italy Si ritiene che l efficacia di un progetto si basi sulla corrispondenza tra le risorse finanziarie investite, le soluzioni adottate e i risultati economici perseguiti. Il percorso progettuale per il centro commerciale "Il Grifone", perciò, non considera esclusivamente l organizzazione tecnica e formale degli spazi, ma investe la progettazione di soluzioni collaterali vale a dire di quelle soluzioni in grado di proporre un nuovo modello d attività commerciale ovvero di una futura Città mercato. In sostanza uno dei risultati che si vogliono ottenere è quello di far interagire il tempo libero con il tempo del mercato e questo non può che aver influenzato le forme dell architettura. E' nata così l idea di un complesso architettonico di grandi dimensioni, sviluppato su piani diversi e caratterizzato da una provocante soluzione architettonica fatta di lame colorate e di forme montuose che assegnano alla luce naturale del giorno e a quella artificiale della sera una funzione straordinaria di riconoscimento. Le forme montuose ed annuvolate sono generate da un complesso sistema di elementi variabili in acciaio rivestiti in vetro ed in metallo graffato di colore verde. La soluzione architettonica ha trovato così la sua origine nella lettura attenta del paesaggio circostante, tipico della pedemontana veneta, dove il movimento ondulato dell altipiano di Asiago e le forme montuose del Massiccio del Grappa si incontrano all inizio della Valsugana, la vallata che unisce e collega la regione del Veneto e quella del Trentino Alto Adige. I colori stessi del complesso architettonico vengono suggeriti dall osservazione della natura, due colori solo ma molto significativi: il marrone, bruno scuro della terra ed il verde dei pendii montagnosi. 26

27 27

28 28

29 29

30 FILK SpA Mussolente (VI) Italy Il tema della grande fabbrica è spesso stato affrontato in modo banale e riduttivo. Il grande capannone è tristemente diventato l icona del fare architettura per l industria, dove a un lavoro quasi sempre ripetitivo si affiancava un ambiente privo di spunti emotivi, un semplice contenitore di funzioni. Lo stesso termine fabbrica si è trasformato nel corso dei secoli dall accezione vitruviana di attività del costruire fino all identificazione del luogo di svolgimento dell attività stessa, spesso con una sfumatura negativa che deriva proprio dalle caratteristiche tipologiche e formali dell edificio. Se a questo aggiungiamo la cattiva fama della provincia italiana, che si vorrebbe solo patria di abusi e brutture, dove l architettura non è più arte del costruire ma diventa spunto di riflessione sul cattivo vivere moderno e sulla mancanza di gusto dei suoi operatori, si capisce come sarebbe facile etichettare a pri- ori negativamente un opera che nasce in un simile contesto. La nuova sede Filk, costruita in provincia di Vicenza, smentisce questo luogo comune e si offre come esempio emblematico di un architettura innovativa e fuori dagli schemi per due motivi: propone una soluzione elegante al tema della grande fabbrica e lo fa partendo da una posizione esterna al dibattito e alle scuole accademiche. L edificio strutturato come una specie di fortezza, è composto da due corpi di fabbrica in stretta relazione tra di loro, uno di mq. destinato alla produzione e l altro di mq. dedicato alle attività direzionali, amministrative, commerciali e di ricerca. I due blocchi, hanno una diversa connotazione formale e organizzativa. La parte degli uffici si articola in un fabbricato di quattro piani, di cui due completamente interrati, mentre la parte produttiva si sviluppa su tre piani che formano un complesso produttivo pensato appositamente per gestire l intero ciclo di produzione delle catene in oro. I fronti esterni riprendono il linguaggio antico dell architettura nei tre classici episodi: l attacco a terra, rappresentato da un basamento porticato con piccoli elementi curvilinei in acciaio; la fascia centrale che presenta un rivestimento metallico aggettante a doppia pelle; il coronamento, che conclude il prospetto con un arretramento del filo di facciata e un diverso rivestimento della struttura. 30

31 31

32 CMA UMI 4. PPCM Mussolente (VI) Italy Il complesso architettonico è un edificio che riempie un vuoto di Piazza Vittoria quello generato dall ultima unità minima d intervento (UMI 4) del Piano Particolareggiato del Centro di Mussolente (Vicenza) rimasta ancora da costruire. Il fabbricato costruito a destinazione commerciale, direzionale e residenziale occupa una superficie complessiva di circa mq su più piani. Si compone di tre livelli fuori terra più uno interrato destinato a parcheggio, un oggetto architettonico complesso con un linguaggio di contrapposizione tra il vuoto apparente del piano terra e le massa piena e forte del livello intermedio, quello a destinazione direzionale per finire con un corpo di fabbricata color nebbia che avvolge l intero manto di copertura e la cornice visibile di gronda. Per le strutture portanti verticali ed orizzontali è stato usato il cemento armato mentre per i rivestimenti di facciata il metallo, il vetro ed il legno. Particolare sensibilità ed attenzione è stata posta alla classe energetica dell edificio, alla sua capacità di isolamento acustico, all impiego di fonti di energia integrativa quali il solare ed il fotovoltaico. 32

33 33

34 CARRON SpA San Zenone degli Ezzelini (TV) Italy La nuova sede della società CARRON Cav. ANGELO SpA, Impresa Costruzioni Generali, è stata realizzata nel comune di San Zenone degli Ezzelini (Treviso). L esigenza di costruire questo nuovo edificio in aperta campagna nasce dalla volontà di avere una sede che, anche nell immagine, manifestasse lo stile dell azienda e raggruppasse tutti i collaboratori in un unico ambiente permettendo il contatto e il dialogo tra le varie divisioni. L idea progettuale fondante è stata quella di realizzare un edificio ad andamento lineare di due piani fuori terra costituito da due corpi di fabbrica uniti tra loro dalla hall centrale a doppia altezza dove è collocato l ingresso principale. L edificio costruito nell anno 2001 copre una superficie complessiva di circa mq. tutti destinati alle attività tecniche, direzionali, commerciali, amministrative ed immobiliari della società di costruzioni generali. 34

35 35

36 Bassano del Grappa (VI) BCC Italy BANCA DI ROMANO E S. CATERINA Il progetto ha come obiettivo la ristrutturazione edilizia di un fabbricato esistente per essere destinato a sede centrale della Banca di Romano e S. Caterina con annessa Filiale oltre a ricavare degli importanti spazi commerciali al piano terra in stretta relazione con la strada principale di accesso alla città. L esigenza di intervenire su di un edificio esistente ha guidato la progettazione nel recupero totale degli spazi e delle destinazioni d uso esistenti e la rivisitazione in termini moderni e funzionali dell architettura esterna. Particolare attenzione è stata posta all uso di materiali compatibili con l ambiente selezionati anche in funzione della elevata classe energetica richiesta e garantita dal recupero dell acqua piovana per essere riutilizzata per usi non potabili, dall impiego di fonti di energia alternativa ed integrativa quali pannelli solari e pannelli fotovoltaici con pompe di calore poste in copertura. La superficie ristrutturata, compreso il piano interrato in parte destinato ad archivio ed in parte a parcheggio, è di complessivi mq. destinati alle attività direzionali e commerciali richieste. 36

37 37

38 COLORPLAST Jelenia Gora Polonia Con questo nuovo intervento si è cercato di riqualificare un area produttiva attraverso una concreta risposta alle esigenze della Colorplast azienda produttrice di oggetti in materiali plastico. L architettura industriale della Polonia, dove presente, è caratterizzata da edifici industriali costruiti in laterizio con ciminiere che nel Secolo scorso sono stati un simbolo di progresso e economico con l introduzione delle macchine nella produzione. Il complesso produttivo, di superficie coperta, pari a mq., è stato costruito in un area industriale a bassa densità e immersa nel verde ed è il risultato architettonico di un idea progettuale semplice, ma funzionale: un unico volume in cui lo spazio viene mantenuto libero ed illuminato dagli shed di copertura e dalle finestre a nastro poste sui lati più lunghi dell edificio. L impatto ambientale è mitigato dalla linea curva che caratterizza i prospetti laterali e dagli stessi materiali usati come l acciaio, il vetro e l alluminio che evocano i colori naturali del paesaggio circostante ed immergono l edificio nel paesaggio. 38

39 39

40 CMA SpA Stabilimento produttivo nr. 4 Mussolente (VI) Italy CMA SpA è un azienda fondata nel 1967, leader mondiale nelle lavorazioni di attrezzature meccaniche di alta precisione e di elevata tecnologia. Grazie alle competenze tecniche, alla flessibilità ed alla sua efficienza è diventata un partner affidabile nella costruzione di macchine speciali per la trivellazione verticale e orizzontale e la produzione di manufatti speciali in acciaio (es: cerniere del Mose di Venezia). E proprio nel particolare mercato degli impianti speciali per la trivellazione che l azienda ha sviluppato competenza e credibilità, diventando un partner affidabile nella produzione di costruzioni di grandi dimensioni e di pesi elevati fornendo soluzioni integrate studiate dall inizio del processo fino all avviamento dell impianto per la trivellazione delle gallerie. Gli stabilimenti in attività occupano complessivamente una superficie coperta di circa mq. progettati e realizzati in tempi record con l impiego delle più avanzate tecniche di costruzione ed i materiali tipici di queste costruzioni: il calcestruzzo e l acciaio. 40

41 41

42 TERRAPIANA Travettore di Rosà (VI) Italy ha senso dividere le città in due: quelle che continuano attraverso gli anni e le mutazioni a dare la loro forma ai desideri e quelle in cui i desideri o riescono a cancellare la città o ne sono cancellati. Da Le città invisibili di Italo Calvino TERRAPIANA è un principio di città, un luogo diverso dagli altri, discreto e tranquillo, pensata per la gioia e il piacere di vivere la nostra contemporaneità. Ha abitazioni ed altro ancora dove poter esercitare il lavoro quotidiano; ha un centro dedicato allo sport ed uno al tempo libero. E il luogo degli incontri per riassaporare il piacere di stare insieme; ha strade, aree di sosta e percorsi sicuri, luce ed ombre regolate dalla natura, come pure domato dalla natura sarà il rumore prodotto dalle azioni quotidiane. Ha un corretto rapporto tra vuoti e pieni, tra il verde e il costruito; gli edifici sono diversi per forma e consistenza, sempre discreti nelle dimensioni per essere goduti da chi li vive. La luce diurna e serale con le sue trasparenze e quella notturna fatta di buio, ombre e penombre; la luce artificiale, il suono generato dalle voci e dalla natura, gli aromi e i colori si fondano in un unica essenza che rappresenta la quotidianità del vivere in TERRAPIANA. La progettazione urbanistica ed architettonica viene esercitata su di un area di circa mq. completamente pianeggiante e per questo da noi chiamata Terrapiana. Terrapiana affonda le sue radici nella pianura veneta a sud di Bassano del Grappa nelle immediate vicinanze del centro di Travettore, frazione di Rosà, comuni della provincia di Vicenza. E servita da una delle principali arterie di connessione territoriale (attualmente Gasparona, domani Autostrada Pedementana Veneta) che unisce il settore ovest di Vicenza-Thiene-Marostica della pedementana veneta con quello est di Bassano del Grappa e le direttrici della SS.47 Valsugana e SS.248 Montebelluna-Conegliano. L accessibilità avviene da via Baggi attraverso un sistema sgonfiabile di percorsi veicolari e ciclo-pedonali che consentono concreti e sicuri spostamenti all interno dell edificato e dall area verso il centro del paese. La strada principale di Terrapiana è tale solo fino alla prima rotatoria, la rotonda del Celtis australis e subito dopo tutta la viabilità è caratterizzata da strade secondarie di lento movimento, ad anello oppure a fondo chiuso, costruite negli appositi spazi generati dal piano urbanistico e classificati come corridoi di movimento. Nei corridoi di quiete invece sono stati realizzati i percorso ciclo-pedonali, le aree a verde attrezzato per il gioco e i filari di alberi differenziati in altezza con chiome basse e folte, sempreverdi e spoglianti che costituiscono una efficace barriera acustica. Tutti i parcheggi in suolo sono stati localizzati nei corridoi di movimento ed anche in quelli di quiete in modo da consentirne un uso completo e funzionale da parte degli utenti. 42 IL centro sportivo con i relativi servizi, pari a circa il 40% dell intera area d intervento, è posto ai margini dell edificato e reso accessibile solo dal sistema dei percorsi ciclopedonali mentre l accessibilità veicolare avviene dal centro di Travettore con un nuovo ponte che attraversa il corso d acqua esistente. Gli edifici suddivisi per tipologia, dimensioni, altezza e destinazione d uso, sono collocati all interno di stanze che il piano urbanistico individua quale spazio di risulta generato dalla creazione dei corridoi di quiete e dei corridoi di movimento. All interno delle stanze di edificazione, in due fasi d intervento nettamente distinte, saranno realizzate circa 210 unità immobiliari, in 28 edifici indipendenti per una superficie utile complessiva di mq. ed un volume costruito fuori terra di mc. corrispondente a 360 abitanti equivalenti.

43 43

44 44

45 45

46 LA CONTRADA Asolo (TV) Italy Il luogo dove sorge il complesso La Contrada è l area che per alcuni decenni è stata la sede asolana delle Scuole Filippin; si raggiunge risalendo il Foresto di Pagnano fino al colle di Sant Anna appena superata la Casa Longobarda. Ci troviamo in centro storico di Asolo a pochi passi dalla piazza maggiore. La Contrada, costruita in uno dei luoghi storici più suggestivi ed affascinanti del Veneto, di assoluto privilegio, è un complesso di 44 unità immobiliari, prevalentemente residenziali, distribuite in 11 edifici costruiti attorno ad una corte che costituisce il prolungamento naturale verso ponente della città di Asolo. Questa soluzione è il risultato di una ricerca storico ed architettonica incentrata nella valorizzazione del luogo. L intero intervento edilizio, sottoposto a tutela paesaggista ed architettonica da parte della Soprintendenza di Venezia, attua l unità minima d intervento - UMI 2 - del piano di recupero di iniziativa pubblica denominato Area Ex Filippin in contrada Santa Caterina e si integra elegantemente con la seicentesca Villa De Mattia con la quale confina. 46

47 47

48 IL CASTELLARO Mussolente (VI) Italy La costruzione sorge in uno dei luoghi più suggestivi e ricchi di storia della pedemontana veneta: Il colle Castellaro nel comune di Mussolente (VI). Dalla posizione dove è stato costruito l'edificio originario, risalente alla fine del XIX secolo, la vista si estende in modo completo verso tutti i punti cardinali offrendo al visitatore un orizzonte infinito ed un panorama unico sia di giorno che di notte. La villa è stata ristrutturata all'inizio degli anni duemila attraverso un importante e sapiente lavoro di maestranze ed artigiani di grandissima esperienza, interventi che hanno interessato anche il colle Castellaro con il recupero dei cipressi storici, il potenziamento della piantagione di olivi e la messa a dimora di numerose essenze arboree di natura autoctona.

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione Il mobile 4 incorpora la porta da cui si accede al corridoio di servizio e ad un vano scale; sulla parete di destra l arredo è composto da più elementi di mobili (5, 6, 7, 8) e risulta più eterogeneo.

Dettagli

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14 Piazzetta Cardo Nord Est mag. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI CLUSTER

Dettagli

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Le opere oggetto del presente incarico saranno realizzate in tre distinti interventi funzionali nel capoluogo con la possibilità

Dettagli

STEKO mattoni in legno per le Vostre IDEE. STEKO mattoni in legno per le Vostre idee.

STEKO mattoni in legno per le Vostre IDEE. STEKO mattoni in legno per le Vostre idee. STEKO mattoni in legno per le Vostre IDEE. STEKO mattoni in legno per le Vostre idee. Da UN antico Desiderio ad una NUOVA IDEA. Da un antico desiderio ad una nuova idea. UN NUOVO MODO DI COSTRUIRE RICHIEDE

Dettagli

DESCRIZIONE IMMOBILE IN VENDITA

DESCRIZIONE IMMOBILE IN VENDITA DESCRIZIONE IMMOBILE IN VENDITA 1 Villa Elisa in Mira- Riviera del Brenta Venezia progetto architetto Arnaldo Abate Città: Mira Provincia: Venezia Prezzo richiesto : 1.200.000,00 Proprietario : privato

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

Viale Giusti, 593 55100 - Lucca Tel. +39 0583 955662 Fax +39 0583 91163 www.repartner.it

Viale Giusti, 593 55100 - Lucca Tel. +39 0583 955662 Fax +39 0583 91163 www.repartner.it Viale Giusti, 593 55100 - Lucca Tel. +39 0583 955662 Fax +39 0583 91163 www.repartner.it Loc. Al Poggione - Via del Poggione Diecimo - Borgo a Mozzano (LU) Tel. +39 0583 835140 Fax. +39 0583 835230 www.ciprianocostruzioni.it

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DELLE ARCHITETTURE DI SERVIZIO EXPO MILANO 2015

CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DELLE ARCHITETTURE DI SERVIZIO EXPO MILANO 2015 CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DELLE ARCHITETTURE DI SERVIZIO EXPO MILANO 2015 PROGETTISTI: ARCHITREND ARCHITECTURE COTTONE+INDELICATO ARCHITECTS ABGROUP S.N.C G.M.G. ENGINEERING PROJECT S.R.L.

Dettagli

Casa unifamiliare a Morcote, Svizzera A. Paolella, WWF Ricerche e Progetti

Casa unifamiliare a Morcote, Svizzera A. Paolella, WWF Ricerche e Progetti Casa unifamiliare a Morcote, Svizzera A. Paolella, WWF Ricerche e Progetti Il laterizio costituisce il principale materiale da costruzione della casa. La scelta di adottare elementi naturali e sostenibili

Dettagli

UNIONE DI MENTI, CONDIVISIONE DI OBIETTIVI, INTERCONNESSIONE DI AFFARI.

UNIONE DI MENTI, CONDIVISIONE DI OBIETTIVI, INTERCONNESSIONE DI AFFARI. UNIONE DI MENTI, CONDIVISIONE DI OBIETTIVI, INTERCONNESSIONE DI AFFARI. LACITY è un progetto di Iniziative Immobiliari Abruzzesi Spa, una società costituita da affermate realtà imprenditoriali locali,

Dettagli

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello DEEPER UNDERGROUND RELAZIONE GENERALE Criteri Progettuali L idea progettuale di base, per la realizzazione

Dettagli

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14 Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest ago. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI

Dettagli

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A.

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. Torino, Palazzo del Lavoro Veicolo societario 100% Pentagramma Piemonte S.p.A. (50% CDP Immobiliare S.r.l. - 50% G.E.F.I.M.) Localizzazione L edificio del Palazzo del Lavoro

Dettagli

LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE

LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE SENIGALLIA LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE RINASCE UN AREA DI SENIGALLIA Si chiama RESIDENZE SAN SEBASTIANO. Un nome che già appartiene all identità cittadina: San Sebastiano è il nome dell antistante

Dettagli

Il complesso edilizio NEGOZI. Il nuovo segno sul territorio della città di Udine

Il complesso edilizio NEGOZI. Il nuovo segno sul territorio della città di Udine Il complesso edilizio MERIDIANA si compone di 6 piani per un totale di 50 mila metri cubi con tre differenti destinazioni d uso: Spazi commerciali sono disponibili al piano terra e 1 piano Uffici e ambienti

Dettagli

Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone

Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone RELAZIONE TECNICA Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone PO FESR SICILIA 2007-2013 DELL OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3 LINEA D'INTERVENTO 3.1.3.3 PROGETTO BIENNALE

Dettagli

Complesso Reniccioli

Complesso Reniccioli Complesso Reniccioli Alcune informazioni sui restauri del complesso Reniccioli. Il primo restauro effettuato sotto la direzione dell arch. A. Tosatti, nel 1970 riporta allo splendore iniziale, la villa.

Dettagli

L edificio amministrativo Pollmeier

L edificio amministrativo Pollmeier L edificio amministrativo Pollmeier Il nuovo edificio amministrativo dell azienda Pollmeier di Creuzburg (Germania), una segheria con 400 collaboratori, ha ricevuto nel 2002, per la sua architettura, il

Dettagli

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec.

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. MARTA MATTIOLO CHIARA ROTA MARIA CRIPPA -PROGETTO 21- I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. Negli ultimi anni numerosi sono stati gli interventi architettonici all' interno della città di Lecco. Alcuni di questi

Dettagli

CASTELLO IN VENDITA IN UMBRIA. PERUGIA

CASTELLO IN VENDITA IN UMBRIA. PERUGIA Rif 374 - CASTELLO GALLENGA STUART Trattativa Riservata CASTELLO IN VENDITA IN UMBRIA. PERUGIA Perugia - Perugia - Umbria www.romolini.com/it/374 Superficie: 3500 mq Terreno: 6 ettari Camere: 28 Bagni:

Dettagli

Milano, Giugno 2014. Proposta Immobiliare Turate Via Salvo D Acquisto, 8/14

Milano, Giugno 2014. Proposta Immobiliare Turate Via Salvo D Acquisto, 8/14 Milano, Giugno 2014 Proposta Immobiliare Turate Via Salvo D Acquisto, 8/14 Celtic Italy Srl - all right reserved Milano,Giugno 2014 Introduzione Complesso produttivo multipiano, fronte autostrada, realizzato

Dettagli

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE L immobile è ubicato nella primissima periferia cittadina in un contesto di alta qualità, con abitazioni circostanti prevalentemente

Dettagli

Norbert Dalsass. Maso Lampele. Novacella

Norbert Dalsass. Maso Lampele. Novacella Norbert Dalsass Maso Lampele Novacella _1 La corte interna che si viene a creare tra due dei 3 copri di fabbrica grazie alla posizione trasversale degli stessi. Sulla destra, il corpo di fabbrica più a

Dettagli

EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl

EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA EDIFICIO RESIDENZIALE IN BIOEDILIZIA A BASSO CONSUMO ENERGETICO Piano di Lottizzazione loc. Bassone lotto B5 EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl

Dettagli

Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore)

Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore) Università di Camerino Esame di Stato di Abilitazione ad Esercizio della Professione di Architetto Sessione Novembre 2009 Laurea Specialistica Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore) Tema N.1. Complesso residenziale

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE A.T.R. N. 3-1 RELAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE A.T.R. N. 3-1 RELAZIONE RELAZIONE PIANO DI LOTTIZZAZIONE A.T.R. N. 3-1 RELAZIONE CARATTERI TERRITORIALI DELL AMBITO CARATTERISTICHE AMBIENTALI L ambito di trasformazione residenziale in località San Gottardo, definito dal P.G.T.

Dettagli

Centro culturale a Villanueva de la Cañada, Madrid

Centro culturale a Villanueva de la Cañada, Madrid Progetti Carmen Murua Schizzo di studio. Nella pagina a fianco: particolare del fronte d ingresso (ovest). Il piccolo paese di Villanueva de la Cañada si trova nei dintorni di Madrid, inserito nel paesaggio

Dettagli

EX LIBRIS RELAZIONE ILLUSTRATIVA

EX LIBRIS RELAZIONE ILLUSTRATIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN MARANELLO RELAZIONE ILLUSTRATIVA I vincoli dati dai confini e l esigenza di evitare costi eccessivi, ci hanno indotto a scelte il

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Oggetto: PIANO ATTUATIVO DI RISTRUTTURAZIONE URBANISTICA E RICONVERSIONE FUNZIONALE DI EDIFICIO ARTIGIANALE DISMESSO A RESIDENZIALE; SUBORDINATO ALLA REALIZZAZIONE E CESSIONE DEL PARCHEGGIO PREVISTO NELLA

Dettagli

BENVENUTI NEL FUTURO DI ROMA

BENVENUTI NEL FUTURO DI ROMA BENVENUTI NEL FUTURO DI ROMA CITTÀ DEL SOLE È UN INNOVATIVO PROGETTO URBANO ED ARCHITETTONICO NATO CON L INTENTO DI CREARE UN LUOGO CAPACE DI CONCILIARE LA MISURA E LA VIVIBILITÀ DI QUARTIERE CON I CANONI

Dettagli

La Vostra Casa per le Vacanze a Basso Consumo Energetico nel Posto più Bello!!!

La Vostra Casa per le Vacanze a Basso Consumo Energetico nel Posto più Bello!!! La Vostra Casa per le Vacanze a Basso Consumo Energetico nel Posto più Bello!!! Chalet di Montagna progettati in CLASSE A+ sulle Piste da Sci Per informazioni: PERGHER COSTRUZIONI Via Luigi Cadorna n.

Dettagli

Osservatorio Fillea sulla Casa Scheda di censimento Alloggio sostenibile

Osservatorio Fillea sulla Casa Scheda di censimento Alloggio sostenibile Osservatorio Fillea sulla Casa Scheda di censimento Alloggio sostenibile Regione Lombardia Progetto RDB Casa- Sistema innovativo e flessibile di edilizia sociale idustrializzata Scheda Milano n. 23 Fonte

Dettagli

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO COMUNE DI GALLIO VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO SCHEDA DI RILEVAMENTO E DI NORMATIVA N. 182 UNITA DI RILEVAMENTO / CENTRO STORICO del Capoluogo della frazione

Dettagli

Art. 101 Volume dell'edificio

Art. 101 Volume dell'edificio Comune di Padova Settore Edilizia Privata Settore Pianificazione Urbanistica Piano Regolatore Generale Nuovo Regolamento Edilizio Comunale Approvato con Deliberazione del C.C. n. 41 del 05/06/2006 In vigore

Dettagli

Edificio unifamiliare PF Pergine Valsugana,

Edificio unifamiliare PF Pergine Valsugana, 54 55 Burnazzi Feltrin/ pegoretti Edificio unifamiliare PF Pergine Valsugana, Trento intervento ampliamento destinazione residenziale AMbito privato schemi assonometrici: stato di fatto/stato di progetto

Dettagli

L area in cui è situato il residence Aurora si colloca alle porte di Pasiano, all incrocio tra via Roma e via Pasiano di Sotto.

L area in cui è situato il residence Aurora si colloca alle porte di Pasiano, all incrocio tra via Roma e via Pasiano di Sotto. IMMOBILARE DAL ZIN S.R.L. Ogni cosa che vedo e faccio prende senso in uno spazio della mente dove regna la stessa calma di qui, la stessa penombra, lo stesso silenzio percorso da fruscii di foglie. I.

Dettagli

La nostra azienda. Questi siamo noi.

La nostra azienda. Questi siamo noi. La nostra azienda Questi siamo noi. La nostra azienda opera nel settore delle costruzioni e delle ristrutturazioni da vent anni, in luoghi dai contesti unici e prestigiosi, prevalentemente in provincia

Dettagli

your new home JESOLO/VENICE/ITALY

your new home JESOLO/VENICE/ITALY your new home JESOLO/VENICE/ITALY Nympheas mare villaggio concepito come luogo di residenza sul litorale di Jesolo, si inserisce all interno della nuova lottizzazione Nember, nei pressi dell omonima piazza.

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO

DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO Il complesso immobiliare, oggetto di richiesta di variante, è ubicato in Comune di CAVOUR, Via Gioberti - Piazza San Martino n 2, ed è costituito da un area si sui

Dettagli

LA CASA IL BENE INDISPENSABILE

LA CASA IL BENE INDISPENSABILE LA CASA LA CASA La GerSin srl, in qualità di General Contractor di un Pool di Imprese con molteplici esperienze nei vari settori civili ed in industriali, si pone come unico interlocutore con il principale

Dettagli

casella Finalmente a casa!

casella Finalmente a casa! casella Finalmente a casa! casella Il complesso residenziale Cascina Casella è situato la preesistente tipologia a corte aperta. nel Comune di Cremona, località San Felice. Posta vicino all Ospedale, servita

Dettagli

Progetto di sviluppo delle residenze dell Università di Milano-Bicocca. Milano - Monza - Cinisello Balsamo

Progetto di sviluppo delle residenze dell Università di Milano-Bicocca. Milano - Monza - Cinisello Balsamo Progetto di sviluppo delle residenze dell Università di Milano-Bicocca Milano - Monza - Cinisello Balsamo Residenza Universitaria denominata U10.2 Piazza dell Ateneo Nuovo, 2 Milano Superficie totale Alloggi

Dettagli

1. STRUTTURE 2. CHIUSURE ESTERNE

1. STRUTTURE 2. CHIUSURE ESTERNE SCOMPOSIZIONE TECNICA di un EDIFICIO Didattica nov122012 L involucro edilizio è un elemento architettonico che delimita l organismo costruttivo e strutturale, come fosse una scatola la cui funzione è di

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE COMUNE DI MONTIGNOSO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE Variante artt. 26 47 62 63 Progettisti: Arch. Stefano Francesconi Geom. Giovanni Antonio Del Freo Testo Eliminato = Evidenziato

Dettagli

UBICAZIONE Il Comune di Legnano

UBICAZIONE Il Comune di Legnano Ex Fonderia LEGNANO UBICAZIONE Il Comune di Legnano Il Comune di Legnano ha 60.000 abitanti ed è situato a circa 20 km a nord ovest di Milano. L area della Ex Fonderia, inserita in un contesto prettamente

Dettagli

Scuola dell infanzia, Cassarate

Scuola dell infanzia, Cassarate Bruno Fioretti Marquez Architetti testo Sabra Mülchi Ali foto Alessandra Chemollo Scuola dell infanzia, Cassarate Situazione Da un punto di vista urbanistico e architettonico la realizzazione di questo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Committente: AUTOSTORE S.R.L. Via Fonderia n. 47/A Treviso Compilatore: Ing. Bonaldo Simone Via Riva IV Novembre n. 38 Cittadella (PD) Data

Dettagli

AGGIORNAMENTO SCHEDE UNITA EDILIZIE ALLEGATO G AL PIANO DI GESTIONE delle TENUTE DI TOMBOLO E COLTANO (ESTRATTO)

AGGIORNAMENTO SCHEDE UNITA EDILIZIE ALLEGATO G AL PIANO DI GESTIONE delle TENUTE DI TOMBOLO E COLTANO (ESTRATTO) ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI AGGIORNAMENTO SCHEDE UNITA EDILIZIE ALLEGATO G AL PIANO DI GESTIONE delle TENUTE DI TOMBOLO E COLTANO (ESTRATTO) 1 2 3 UNITA EDILIZIA N. 1 Sono

Dettagli

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Giugno 2014

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Giugno 2014 Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Giugno 2014 Prova pratico-grafica (6 ore) Tema n.1 Consideriamo un edificio

Dettagli

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Novembre 2014

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Novembre 2014 Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Novembre 2014 Prova pratico-grafica (6 ore) Tema n.1 In un contesto semiperiferico

Dettagli

I fabbricati industriali

I fabbricati industriali I fabbricati industriali Fabbricati industriali 1 Generalità La scelta di un tipo di fabbricato è determinata dal plant layout, ossia dalla sistemazione dei macchinari, dei reparti dei servizi e quant

Dettagli

29M15 CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE

29M15 CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE 29M15 CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE INTRODUZIONE L idea per la nuova biblioteca di maranello, nasce innanzitutto da due

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA Lo scrivente Ufficio Lavori Pubblici è stato incaricato dall Amministrazione Comunale della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva dei lavori di ristrutturazione

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA LIVELLO PROGETTUALE Progetto definitivo OPERE Nuova costruzione LAVORI Villa Privata ELABORATO RELAZIONE ILLUSTRATIVA Data stampa: 19/09/10 DOCUMENTAZIONE ILLUSTRATIVA 1 CONTESTO Il paese in cui è situato

Dettagli

Presentazione del progetto architettonico Centre Pompidou Malaga

Presentazione del progetto architettonico Centre Pompidou Malaga Presentazione del progetto architettonico Centre Pompidou Malaga Committente Architetti: Francisco Javier Pérez de la Fuente Juan Antonio Marín Malavé Sito: Lo spazio espositivo si trova all angolo tra

Dettagli

abitare in via Campari Arch. Mario Botta

abitare in via Campari Arch. Mario Botta abitare in via Campari Arch. Mario Botta Dalla ricerca di una centralità decentrata alla cultura dell abitare. una scelta del bello come valore della vita e investimento senza tempo. La rinascita di

Dettagli

4.4. 4.4.6 Linee guida per un regolamento edilizio di tipo regionale. Lo scenario strategico. Linee guida regionali

4.4. 4.4.6 Linee guida per un regolamento edilizio di tipo regionale. Lo scenario strategico. Linee guida regionali Lo scenario strategico 4 4.4 Linee guida regionali 4.4.6 Linee guida per un regolamento edilizio di tipo regionale REGIONE PUGLIA - Assessorato all Assetto del Territorio 4 LINEE GUIDA* DESCRIZIONE Nome

Dettagli

La dimensione. di Valentina Valente

La dimensione. di Valentina Valente 10 Aa Inverno 2012 La dimensione sostenibile dell edificio, tra uffici e spazi pubblici di Valentina Valente Massima funzionalità ed equilibrio tra natura ed edificato: ecco i principi che hanno guidato

Dettagli

CENTRO SOCIO ASSISTENZIALE IN SANT ANDREA IN BESANIGO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO

CENTRO SOCIO ASSISTENZIALE IN SANT ANDREA IN BESANIGO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO 1 PREMESSA Con delibera di CC n 46 del 25/07/2007 il Comune di Coriano acquistava, per 30 anni, il diritto di superficie, sulla casa Santa Marta, per la realizzazione

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N. 3 Frazione

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO UNIFICATO

REGOLAMENTO EDILIZIO UNIFICATO COMUNE DI CAPANNOLI REGOLAMENTO EDILIZIO UNIFICATO ALLEGATO A disposizioni diversificate in rapporto alle specificità dei singoli Comuni 1 INDICE TITOLO I Disposizioni diversificate Capo I - Norme specifiche

Dettagli

Linee e dettagli di stile innovativo e contemporaneo senza dimenticare la tradizione

Linee e dettagli di stile innovativo e contemporaneo senza dimenticare la tradizione alberghi Abbiamo chiesto di creare atmosfere di intenso coinvolgimento emotivo. Rivisitando il rustico, Concreta, ha saputo creare un ambiente decisamente moderno! Albino, Annamaria e Marco Peruz Linee

Dettagli

A1 Le origini dell urbanistica moderna

A1 Le origini dell urbanistica moderna ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE E PER GEOMETRI "ALBERTO BAGGI" di SASSUOLO (MO) Sezione 1 - La forma della città PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI 5 e CAT MODULI A - Elementi di urbanistica B

Dettagli

CONFETTI LEGNAMI srl. Presentazione. Sinteticamente i servizi forniti sono i seguenti: Sopralluogo in cantiere per rilievi e misure

CONFETTI LEGNAMI srl. Presentazione. Sinteticamente i servizi forniti sono i seguenti: Sopralluogo in cantiere per rilievi e misure La Confetti Legnami è specializzata nella realizzazione di strutture lignee in lamellare e massiccio di abete e rovere. Avvalendosi dell esperienza consolidata negli anni, si pone come obiettivo principale

Dettagli

Giochi di luce e trasparenze

Giochi di luce e trasparenze Progetto di Antonella Scarpitta Giochi di luce e trasparenze Il progetto di recupero di un vecchio edificio industriale, metallo, vetro e luce, elementi composti tra loro in modo efficace determinano il

Dettagli

Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica

Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica Lottizzazione e rilievo del verde (storiografia) Schizzi preliminari di studio Tavola a studio del piano terra Tavola b studio del primo piano Tavola

Dettagli

SCUOLA MATERNA MONTESSORI

SCUOLA MATERNA MONTESSORI SETTORE LL.PP. UFFICIO PROGETTAZIONE SCUOLA MATERNA MONTESSORI REALIZZAZIONE AMPLIAMENTO Presentazione realizzata da: Arch. Teresa Pochettino, Immagini grafiche :Geom. Roberto Valentino OGGETTO INTERVENTO:

Dettagli

Fabbricati per stabilimenti

Fabbricati per stabilimenti Impostazioni progettuali dello stabilimento Fabbricati per stabilimenti industriali Classificazione dei fabbricati e sistemi costruttivi Elementi principali dei fabbricati industriali Strutture varie Piano

Dettagli

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA STUDIO DI FATTIBILITA PER LA RISTRUTTURAZIONE E RIFUNZIONALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA AZZARITA RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA L immobile oggetto dello studio di fattibilità è ubicato in Via Barisano

Dettagli

Ristrutturazione di un edificio in via Zenale, Milano

Ristrutturazione di un edificio in via Zenale, Milano Progetti Roberto Gamba filippo taidelli Ristrutturazione di un edificio in via Zenale, Milano Sezione schematica dell intervento. Nella pagina a fianco: la facciata su strada, affiancata al volume sul

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Il Piano Attuativo in progetto concerne gli immobili situati in Tavernerio Via Giovanni XXIII contraddistinti al Catasto Terreni Foglio 9 dai mapp. n. 668 (parte), 1329, 1327,

Dettagli

Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE.

Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE. Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE. LA STORIA DELL EDIFICIO GENERALE La nuova sede dell Ospizio di Carità (Regio Istituto di Riposo per la Vecchiaia),

Dettagli

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Sessione anno 1990 Prima prova scritto-grafica A confine con una strada di un centro

Dettagli

STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva

STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva. Quello che viene qui presentato è un edificio industriale senza precedenti, un nuovo modello di sviluppo per i progetti

Dettagli

Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico

Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico Concorso, 2 classificato Perugia 2001 Massimo e Gabriella Carmassi con Paolo Vinti Il nostro progetto si propone

Dettagli

UNA STANZA SENZA LIBRI E COME UN CORPO SENZA ANIMA

UNA STANZA SENZA LIBRI E COME UN CORPO SENZA ANIMA UNA STANZA SENZA LIBRI E COME UN CORPO SENZA ANIMA Premessa Il progetto per la nuova biblioteca comunale di Maranello si inserisce all interno di un area residenziale a ridosso del cuore della città. Attualemente

Dettagli

MASSALOMBAR SSALOMBARDARAV RDARAVENNA

MASSALOMBAR SSALOMBARDARAV RDARAVENNA MASSALOMBAR SSALOMBARDARAV RDARAVENNA UN ECCELLENTEOPPORTUNITÀDIRIQUALIFIC ECCELLENTEOPPORTUNITÀDIRIQUALIFICAZIONEIMMOBIL PPORTUNITÀDI RIQUALIFICAZIONEIMMOBILIAREUN ECCE ALIFICAZIONEIMMOBILIARE L EX ZUCCHERIFICIO

Dettagli

Ristrutturazione urbana del complesso della Caserma Demaniale Di Tullio Progetto preliminare

Ristrutturazione urbana del complesso della Caserma Demaniale Di Tullio Progetto preliminare Ristrutturazione urbana del complesso della Caserma Demaniale Di Tullio Progetto preliminare Macerata 2002 Massimo e Gabriella Carmassi L area demaniale Di Tullio di forma rettangolare occupa il margine

Dettagli

FORMALE ESSENZIALITÀ RISTRUTTURAZIONE

FORMALE ESSENZIALITÀ RISTRUTTURAZIONE Cord. S. Lucia ok imp._3 sed. A Casa 11/06/10 11:23 Pagina 2 RISTRUTTURAZIONE PH. GIANNI CANALI (CALEIDOSTUDIO) IN PRIMIS... SINTONIA CON IL COMMITTENTE. QUESTA LA STRATEGIA VINCENTE CHE CONSENTE DI DARE

Dettagli

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione 5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3 ART.1 Limite di massima edificazione Per questa parte di zona appositamente delimitata, vale esattamente questo piano con le relative norme di attuazione.

Dettagli

MICHELE PERLINI. la villa DEL FUTURO. 74 ristrutturare

MICHELE PERLINI. la villa DEL FUTURO. 74 ristrutturare MICHELE PERLINI la villa DEL FUTURO Indipendente, economica, a basso impatto ambientale. Ecco la casa progettata dall`architetto e designer Veronese Michele Perlini 74 ristrutturare ristrutturare 75 76

Dettagli

La barchessa diventa un edificio di classe

La barchessa diventa un edificio di classe L ASCENSORE99IDEE La barchessa diventa un edificio di classe Sotto il porticato restaurato, l ascensore è il centro del design interno della ristrutturazione Progetto Arch. Toni Follina Testo Leonardo

Dettagli

Progetto di Adeguamento Architettonico della Biblioteca Laudense

Progetto di Adeguamento Architettonico della Biblioteca Laudense Progetto di Adeguamento Architettonico della Biblioteca Laudense Relazione Tecnica Interventi di progettazione dell allestimento degli spazi interni dell edificio ex-convento di San Filippo, destinato

Dettagli

Villino Liberty, costruzione del 1910, di ca 250 mq coperti con annessa dependance di ca 50 mq ed altra costruzione (rudere, unità collabente) di ca 80 mq, (ex abitazioni dei coloni) per complessivi 380

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN STORIA E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI E AMBIENTALI

CORSO DI LAUREA IN STORIA E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI E AMBIENTALI CORSO DI LAUREA IN STORIA E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI E AMBIENTALI LABMATER=Laboratorio dei "Materiali e risparmio energetico" Corso di: A.A. 2011/2012 Tema d anno: Ambienti Mediterranei e

Dettagli

ESSERE IN UN LUOGO UNICO Ville Aimaro

ESSERE IN UN LUOGO UNICO Ville Aimaro ESSERE IN UN LUOGO UNICO Ville Aimaro ESSERE IN UN LUOGO UNICO UNO SCENARIO SUGGESTIVO FATTO DI DELICATI EQUILIBRI PH MARCO NEGRI LOCALIZZAZIONE A 300 metri dalla riva del lago di Garda, a 2 km dal centro

Dettagli

QUESTIONARIO - CAR E DECENNALE POSTUMA Danni Diretti all immobile

QUESTIONARIO - CAR E DECENNALE POSTUMA Danni Diretti all immobile QUESTIONARIO - CAR E DECENNALE POSTUMA Danni Diretti all immobile La Società si impegna a fare uso riservato di queste notizie ed informazioni. E importante: - RISPONDERE a tutte le domande contenute nelle

Dettagli

I servizi. Pianificazione del progetto, piani di fattibilità e pianificazione costi; Progettazione architettonica ed esecutiva;

I servizi. Pianificazione del progetto, piani di fattibilità e pianificazione costi; Progettazione architettonica ed esecutiva; profilo Before Project è stata fondata nel 1990 dal suo attuale Direttore tecnico Daniele Previti. La principale attività è la fornitura di Servizi tecnici e prodotti per sviluppi costruttivi, con particolare

Dettagli

Conferenza Internazionale Riuso Sostenibile del Patrimonio Edilizio Torino, 5 giugno 2007 L ENERGIA: CHIAVE DI VOLTA DEL RIUSO EDILIZIO SOSTENIBILE Marco Filippi Dipartimento di Energetica, Politecnico

Dettagli

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari.

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari. UNITÀ IMMOBILIARE: Sita in Roma via Giacomo Venezian, 22, piano primo interno 1 con asservito posto auto via Gaetano Sacchi,19 - DESTINAZIONE D USO: abitazione Prezzo Appartamento più Garage: 870.000 Euro

Dettagli

PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO

PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO Via F. Baldinucci n. 3-20158 Milano - Italia Tel. (+39).02.56.81.43.93 r.a. - Fax (+39) 02.56.94.110 e-mail: architetto@andreaferraro.it www.architettoferraro.com

Dettagli

La natura non è un posto da visitare, è casa nostra

La natura non è un posto da visitare, è casa nostra Una grande magnolia, un oasi verde in città, un corso d acqua, un foglio bianco. La natura non è un posto da visitare, è casa nostra gary Snider il progetto nasce così, con una sfida: dare vita a un nuovo

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO SOSTENIBILE Allegato al regolamento edilizio. Estratto del Regolamento Elementi obbligatori

REGOLAMENTO EDILIZIO SOSTENIBILE Allegato al regolamento edilizio. Estratto del Regolamento Elementi obbligatori REGOLAMENTO EDILIZIO SOSTENIBILE Allegato al regolamento edilizio Estratto del Regolamento Elementi obbligatori Adottato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 14 in data 10/04/2013 Approvato con deliberazione

Dettagli

Veneto ANNONE VENETO (VE) LOGISTICA - INDUSTRIALE

Veneto ANNONE VENETO (VE) LOGISTICA - INDUSTRIALE Veneto ANNONE VENETO (VE) LOGISTICA - INDUSTRIALE ANNONE VENETO (VE) Ubicazione AUSTRIA TRENTINO BELLUNO SS51 BELLUNO PEDEMONTANA Conegliano UDINE PORDENONE ANNONE VENETO UDINE PORDENONE TRIESTE MILANO

Dettagli

STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA

STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA GRASSOBBIO - Via Orio al Serio n.25-27 Dati tecnici e Descrizione delle caratteristiche Costruttive generali PREMESSA Trattasi di una struttura produttiva

Dettagli

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI 1 1.1 Comune di Cismon, Cismon. Fabbrica ex Lancia. (ora in parte adibita a fungaia) ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI LUOGO. Cismon, OGGETTO. Fabbrica ex

Dettagli

Tecnologie edili per l ambiente. facciate continue serramenti - pareti mobili

Tecnologie edili per l ambiente. facciate continue serramenti - pareti mobili Certificato n. 4858 Tecnologie edili per l ambiente facciate continue serramenti - pareti mobili Progetto di ampliamento della sede Arnoldo Mondadori Editore con completa ristrutturazione della CASCINA

Dettagli

Art. 6.10. Ambito del polo scolastico Art. 6.10 bis. Ambito Bertanella

Art. 6.10. Ambito del polo scolastico Art. 6.10 bis. Ambito Bertanella DELIBERA 1. DI ADOTTARE la variante parziale al P.S.C. consistente nella modifica delle classificazioni delle aree Bertanella (tav. 2) e Golf (tav. 1B) e della normativa (artt. 6.10 6.10 bis 6.19-7.4.4);

Dettagli