IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE"

Transcript

1 IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE TERRITORIO di riferimento PROVINCIA DI VARESE ESTENSIONE TERRITORIALE: Kmq DENSITÀ ABITATIVA: 744,48 abitanti per Kmq (01/01/2015) TOTALE COMUNI: 139 POPOLAZIONE RESIDENTE ALL 1/1/2015 : POPOLAZIONE BERSAGLIO ANNUALE TUMORE AL COLON RETTO ALL 1/1/2015 : PERSONE ASL VARESE : 6 AREE DISTRETTUALI CHE COMPRENDONO 12 DISTRETTI SOCIO SANITARI FINALITÀ SPECIFICHE del programma di screening colon rettale La finalità del programma di screening colon rettale è diminuire la mortalità specifica per il carcinoma del colon retto nella popolazione, che viene invitata a effettuare controlli periodici. Grazie all anticipazione diagnostica ovvero prima della sua manifestazione clinica - è, infatti, possibile: 1. identificare le lesioni pre-tumorali asintomatiche in fase iniziale; 2. aumentare i tassi di malattia diagnosticata in fase iniziale; 3. migliorare la qualità di vita dei pazienti aumentando la possibilità di intervenire con trattamenti meno invasivi.

2 - COS È lo screening colon rettale e A CHI SI RIVOLGE Lo screening del carcinoma del colon retto consiste nella ricerca del sangue occulto nelle feci. La sua eventuale presenza, seguita da un esame di approfondimento specifico come la colonscopia, può svelare tumori molto piccoli, anche di pochi millimetri, rendendo più efficace il trattamento. La popolazione di entrambi i sessi invitata è compresa nella fascia di età anni. Gli inviti sono a cadenza biennale. L esecuzione del test di screening è gratuita e non richiede l impegnativa del medico curante. L offerta della ricerca del sangue occulto nelle feci attraverso un programma organizzato rivolto in modo attivo a tutta la popolazione favorisce l equità di accesso anche per le persone più svantaggiate o meno informate sull importanza della diagnosi precoce. SCREENING COLON RETTALE A chi si rivolge Esame di riferimento Frequenza dell esame La situazione in Italia La situazione nell ASL di Varese Persone di entrambi i sessi tra 50 e 69 anni Ricerca del sangue occulto nelle feci Ogni 24 mesi Tra i tumori più frequenti si colloca quello colon rettale che costituisce attualmente quasi il 10 % di tutte le diagnosi tumorali. La mortalità correlata è in calo, così pure, anche l incidenza (n. di nuovi casi all anno) 1. Andamenti: - Mortalità: - Incidenza: Nell ASL di Varese si registra, negli ultimi anni, una riduzione dell incidenza (n. di nuovi casi all anno) e una riduzione della mortalità 2. Andamenti: Mortalità: - Incidenza: - Efficacia dello Riduzione rischio di morte -30% screening 1 AIRTUM -RAPPORTO SUI TUMORI IN ITALIA. 2 AIRTUM -RAPPORTO SUI TUMORI IN ITALIA

3 L ORGANIZZAZIONE del programma di screening nell ASL di Varese Lo screening colon rettale provinciale è organizzato dal Centro Screening dell UOC Prevenzione e Promozione della Salute nelle Comunità del Dipartimento di Prevenzione Medico della Direzione Sanitaria dell ASL, in collaborazione con le tre Aziende Ospedaliere (A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese, A.O. S. Antonio Abate di Gallarate e A.O. Ospedale di Circolo di Busto Arsizio) e con due case di cura private convenzionate di Castellanza (Istituto Clinico Humanitas - Mater Domini e Multimedica Holding) presso i cui Presidi si trovano i Centri di Endoscopia Digestiva per l erogazione degli accertamenti di secondo livello del percorso di screening e presso i quali sono garantiti eventuali successivi accertamenti. La ASL, attraverso il Centro Screening, invia alla popolazione una lettera di invito a partecipare allo screening, con le indicazioni sulle modalità di adesione, consistenti nel recarsi in una delle Farmacie aderenti allo screening colon retto, a ritirare il kit necessario per il successivo espletamento dell esame; la lettera è corredata da un foglio illustrativo dell iniziativa; dopo 60 giorni, alle persone non aderenti viene inviata una seconda lettera, di sollecito. E possibile consultare l elenco delle Farmacie aderenti sul sito internet seguendo sull home page il seguente percorso: Servizi/Screening/Il programma di screening del tumore del colon retto/elenco farmacie aderenti La ricerca del sangue occulto avviene sul campione fecale, che viene portato dal cittadino alla Farmacia aderente allo screening colon retto e da qui ritirato da personale apposito e consegnato al Laboratorio di Sanità Pubblica Biomedica e Ambientale dell ASL. In caso di ricerca del sangue occulto negativa per patologia tumorale il cittadino riceve l esito tramite lettera dal Centro Screening, entro 15 giorni dall esame, sul cui retro sono riportati consigli su sani stili di vita per la prevenzione (prevenzione primaria); dopo due anni gli verrà spedito un nuovo invito a ripeter l esame, fino al compimento di 69 anni. In caso di ricerca del sangue occulto positiva, il cittadino viene contattato telefonicamente dal Centro Screening e gli viene fissato un appuntamento presso uno dei Centri di Endoscopia Digestiva che collaborano allo screening, per eseguire l ulteriore accertamento di secondo livello diagnostico, la colonscopia; ai fini dell effettuazione di questo esame gli vengono fornite indicazioni specifiche per un adeguata preparazione. Contestualmente viene invitato a presentarsi dal suo Medico Curante, che gli deve fornire supporto adeguato secondo un protocollo concordato. Viene infatti inviata in tale ottica dal Centro Screening una comunicazione della positività anche ai Medici Curanti, previa acquisizione scritta in tal senso del cittadino assistito aderente. Se, dopo la colonscopia, emerge una diagnosi di negatività, il cittadino rientrerà nello screening, ma con un invito a cadenza quinquennale; nel caso di positività per tumore il cittadino esce dal percorso di screening e seguirà un protocollo diagnostico-terapeutico specifico. Dall inizio dello screening colon rettale, l , alla fine del 2014, nelle persone sottoposte a colonscopia sono stati già stati finora individuate 563 forme neoplastiche maligne (ovvero tumori maligni, per la maggior parte di dimensioni molto piccole, inferiori a 2 cm, e adenomi cancerizzati) ma soprattutto adenomi avanzati o adenomi iniziali, ovvero forme tumorali nascoste che avrebbero potuto diventare maligne, scoperte solo con lo screening. Inoltre, a margine della diagnosi precoce di neoplasie maligne o potenzialmente tali, si sono individuate con le colonscopie di screening anche 1822 neoplasie benigne del grosso intestino e patologie non neoplastiche.

4 I casi di esame colonscopico totalmente negativi per qualsiasi patologia sono risultati 3.879, ovvero il 27,5% del totale. Da questi dati emerge inoltre che il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci ha una buona sensibilità e specificità e che quindi è estremamente importante, in caso di positività al test, eseguire una colonscopia di controllo. In considerazione della sua complessità, la riuscita ottimale del programma di screening dipende dalla collaborazione integrata dei numerosi operatori interni ed esterni all ASL che collaborano all iniziativa: i Medici di Assistenza Primaria, che stimolano l adesione e forniscono indicazioni per gli esami di approfondimento, le Farmacie, coordinate da Federfarma, per la consegna dei kit del test al cittadino e il loro successivo ritiro, i Centri di Endoscopia Digestiva Ospedalieri per gli accertamenti di secondo livello, l UOC Osservatorio Epidemiologico per la valutazione epidemiologica dello screening, il Centro Screening dell UOC Prevenzione e Promozione della salute nelle Comunità, che ha il compito di effettuare organizzazione e regia del sistema. NUMERO VERDE SCREENING COLON RETTO operativo da LUNEDI a GIOVEDI dalle ore 9.00 alle ore Fax : mail : Attraverso il numero verde si possono avere informazioni sullo screening, modificare gli appuntamenti e comunicare con un operatore dedicato Scarica l opuscolo informativo (allegato) Scarica l opuscolo informativo consigli sani stili di vita (allegato) Scarica fac simile invito (allegato) Scarica elenco farmacie aderenti (allegato)

5 AZIENDE OSPEDALIERE CHE PARTECIPANO AL PROGRAMMA DI SCREENING DEL COLON RETTO SCREENING COLON RETTO A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese - PO di Varese A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese - PO di Luino A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese - PO di Cittiglio A.O. S. Antonio Abate di Gallarate- PO di Gallarate A.O. S. Antonio Abate di Gallarate PO di Angera A.O. Ospedale di Circolo di Busto Arsizio - PO di Busto Arsizio A.O. Ospedale di Circolo di Busto Arsizio - PO di Saronno A.O. Ospedale di Circolo di Busto Arsizio - PO di Tradate Istituto Clinico Humanitas Mater Domini Casa di cura Santa Maria- Mulrtimedica Holding INDIRIZZO Viale Borri, 57 - Varese Via Forlanini, 6 - Luino Via Marconi 40 - Cittiglio Largo Boito, 1 - Gallarate Via Bordini, 9 - Angera Via Arnaldo da Brescia, 1 Busto Arsizio Piazzale Borella, 1 - Saronno Piazzale Zanaboni - Tradate Via Gerenzano 2 Castellanza Viale Piemonte 70 - Castellanza

6 Il PERCORSO del cittadino-utente Si riporta di seguito il PERCORSO DEL CITTADINO-UTENTE nell ambito del programma di screening in cui sono definite le modalità di partecipazione dei cittadini. ASL Sollecito dopo 60 giorni Invito Se NON aderisce Se aderisce Farmacia TEST Laboratorio I LIVELLO Se positivo Se negativo Colonscopia di approfondimento Nuovo invito dopo 24 mesi II LIVELLO Se positivo Se negativo Trattamento e follow up periodici Rientra nello screening dopo 5 anni con RSO III LIVELLO

7 Ha qualche dubbio? A cosa serve? Come si svolge? Quanto costa? Perché farlo? Può consultare la sezione Domande Frequenti

8 LE DOMANDE PIU FREQUENTI SULLO SCREENING DELLA DIAGNOSI PRECOCE DEL CANCRO DEL COLON RETTO Cos è il tumore del colon retto E un tumore che colpisce l ultima parte dell intestino. E al secondo posto come frequenza tra le malattie tumorali in Italia e in Europa. La sopravvivenza dopo l asportazione del tumore è strettamente legata alla precocità della diagnosi. Come si forma In genere si sviluppa a partire da piccole formazioni benigne, chiamate polipi o più precisamente adenomi, che si possono formare nell intestino con l età. Solo una piccola percentuale di questi adenomi può trasformarsi in tumore maligno. Il processo di trasformazione è abitualmente lento. Cosa si può fare per diagnosticare precocemente il tumore del colon retto? E scientificamente provato che la ricerca del sangue occulto nelle feci e la colonscopia sono in grado di diagnosticare il tumore in fase molto precoce. I tumori del colon retto si sviluppano molto lentamente a partire da piccole formazioni benigne chiamate polipi (adenomi), che possono iniziare a sanguinare diversi anni prima della comparsa di altri disturbi. All inizio questo sangue non si vede a occhio nudo, ma può essere identificato con un esame delle feci chiamato ricerca del sangue occulto. Cos'è lo screening colonrettale? E' un esame semplice e non doloroso che permette di rilevare nelle feci la presenza di sangue occulto, cioè non visibile ad occhio nudo. Come si esegue il test? Il test consiste nella raccolta di un piccolo campione di feci da inserire in una provetta per mezzo di un apposito bastoncino seguendo le istruzioni fornite dall ASL. Il test utilizzato nello screening è di ultima generazione : non sarà quindi necessario seguire una dieta particolare e basterà un unico campione di feci.

9 A chi è rivolto il test? Alle donne e agli uomini di età compresa tra i 50 e i 69 anni residenti nell ASL della Provincia di Varese che sono invitati tramite lettera a sottoporsi al test ogni due anni. Perché lo screening è previsto nella fascia d età dai 50 ai 69 anni? Perché la malattia è più frequente dopo i 50 anni. Dopo i 69 anni non si viene più invitati, bisogna ricordarselo da soli e fare il test ogni due anni, con la richiesta del proprio medico curante. Quanto tempo passa tra un esame e un altro? L intervallo previsto tra un esame e il successivo è di due anni, così come è proposto dalle raccomandazioni e linee guida nazionali ed internazionali. E utile comunque che in tale intervallo si presti particolare attenzione alla eventuale comparsa di sintomi, da segnalare al proprio medico curante. Serve la richiesta del Medico Curante? No, non è necessaria. L'esame è gratuito a partire dai 50 anni per coloro che non lo hanno eseguito nei due anni precedenti a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Ogni tanto vedo un po di sangue, ho le emorroidi: posso fare il test? Premesso che è importante che la diagnosi di emorroidi sia stata fatta da personale medico, il test si può fare lo stesso. Se il test è positivo, pur essendo le emorroidi la causa probabile della presenza di sangue, si consiglia comunque la colonscopia per ricercare la presenza di eventuali altre lesioni. Come ricevo la risposta? In caso di normalità, il referto viene recapitato per posta al domicilio. Se il risultato fosse positivo per la ricerca del sangue occulto, il centro screening contatterà il cittadino interessato per effettuare gli approfondimenti diagnostici necessari

10 Quando l esame è negativo sono sicuro al 100% che non ho un tumore? L esame del sangue occulto è molto affidabile, come ogni altro esame però ha dei limiti; inoltre può capitare che un polipo o una lesione tumorale ci siano, ma non sanguinino il giorno dell esame. Per questo è importante ogni 2 anni ripetere lo screening e non sottovalutare eventuali disturbi che possono manifestarsi anche dopo un esame di screening normale (dolori, stitichezza o diarrea persistenti, presenza di sangue nelle feci evidente ad occhio nudo), che vanno segnalati al proprio medico curante. In caso di test positivo cosa devo fare? Su 100 persone che eseguono il test, circa cinque possono risultare positive per la presenza di sangue occulto nelle feci. Questo non indica necessariamente la presenza di tumori o di polipi intestinali. In questi casi è necessario fare la colonscopia che permette di vedere la parete intestinale e individuare così la causa del sanguinamento. Il sanguinamento può essere dovuto a diversi fattori: potrebbero esserci emorroidi, ragadi o altre piccole lesioni sanguinanti, potrebbe esserci anche un piccolo polipo (adenoma) che sarà asportato durante la colonscopia. Che cos e la colonscopia? E un accertamento eseguito da medici specialisti negli ambulatori di strutture ospedaliere che permette la visione diretta delle pareti del grosso intestino. Dura circa minuti ed è generalmente ben tollerato. Per una corretta osservazione è necessaria una pulizia intestinale che si esegue presso il proprio domicilio Come devo fare per eseguire la colonscopia? Un operatore sanitario del Centro Screening dell ASL di Varese Le telefonerà per informarla del suo test positivo e potrà concordare un appuntamento presso uno dei Centri di riferimento specialistici dello screening per l esecuzione della colonscopia. Potrà anche valutare l opportunità di consigliarsi con il suo medico curante prima di fissare l appuntamento per la colonscopia. Il Centro Screening inoltre, dopo aver ricevuto il suo consenso, informerà il suo medico curante del risultato positivo del test per la ricerca del sangue occulto nelle feci. L esame delle feci è positivo: può essere sangue proveniente da altre parti, come per esempio gengive, esofago, stomaco? No, il test rileva solo sangue proveniente dall ultimo tratto dell intestino

11 Il test è positivo, può dipendere dal fatto che sono stitico? Potrebbe anche essere quello: si consiglia comunque l approfondimento tramite colonscopia proprio per escludere la presenza di altre lesioni. Il mio esame è positivo: devo proprio fare la colonscopia? Si, se non effettua la colonscopia non è possibile conoscere le cause del sanguinamento. Il mio esame è positivo, non voglio fare la colonscopia, posso ripetere il test per verificare se veramente positivo. No, basta un solo esame positivo per consigliare la colonscopia perché potrebbe esserci un piccolo polipo che però non sanguina il giorno in cui lei ripete l esame.

LA ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL COLON RETTO AGGIORNAMENTO AL 30 APRILE 2008

LA ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL COLON RETTO AGGIORNAMENTO AL 30 APRILE 2008 LA ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL COLON RETTO AGGIORNAMENTO AL 30 APRILE 2008 Dal luglio 2006 è iniziato il programma di screening del cancro del colon retto organizzato

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SCREENING MAMMOGRAFICO

IL PROGRAMMA DI SCREENING MAMMOGRAFICO IL PROGRAMMA DI SCREENING MAMMOGRAFICO PROVINCIA DI VARESE Il TERRITORIO di riferimento ESTENSIONE TERRITORIALE: 1.1.99 Kmq DENSITÀ ABITATIVA: 740,39 abitanti per Kmq TOTALE COMUNI: 141 POPOLAZIONE RESIDENTE

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007 Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale Conferenza stampa per la presentazione della Campagna di prevenzione a favore

Dettagli

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA:

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: LO SCREENING DEL CANCRO COLON-RETTALE AIGO PER I PAZIENTI: INFORMAZIONE SANITARIA A CURA DELLE COMMISSIONI AIGO

Dettagli

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO COMUNICATO STAMPA LA PREVENZIONE PUO SALVARE LA VITA : APPELLO DELL ASL A PRESENTARSI ALL INVITO. RISULTANO POSITIVI CIRCA IL 6% DI ESAMI (162 SU 2.840), SUBITO INVIATI ALLA COLONSCOPIA DI APPROFONDIMENTO

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Prevenire il tumore del colon retto INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 21-0 05/09/2012 INDICE Prevenire il tumore del colon. 4 Come si esegue

Dettagli

La linea giusta è prevenire.

La linea giusta è prevenire. La linea giusta è prevenire. PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO I.P. Regione_ER_Opuscolo_Colon_14,7x19,7.indd 1 28/03/11 14.17 entile Signora e gentile Signore, mi rivolgo

Dettagli

Regione Toscana e ASL 1 di Massa e Carrara Servizio Sanitario della Toscana Liceo Artistico Statale Artemisia Gentileschi Progetto per migliorare l informazione ed il rapporto con i cittadini, attuato

Dettagli

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO Impatto sulla Medicina Generale SCOPI DEGLI SCREENING ONCOLOGICI Uno screening è un esame sistematico della popolazione per individuare le persone affette da una

Dettagli

Dr. Francesco Rastrelli. 19 gennaio 2015. Reti per promuovere gli screening: il ruolo dei Farmacisti

Dr. Francesco Rastrelli. 19 gennaio 2015. Reti per promuovere gli screening: il ruolo dei Farmacisti Dr. Francesco Rastrelli 19 gennaio 2015 Reti per promuovere gli screening: il ruolo dei Farmacisti Riassetto organizzativo Farmacisti territoriali Medici specialisti MEDICINA GENERALE Infermieri Medici

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE

IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE PROVINCIA DI VARESE Il TERRITORIO di riferimento ESTENSIONE TERRITORIALE: 1.1.99 Kmq DENSITÀ ABITATIVA: 740,39 abitanti per Kmq TOTALE COMUNI: 141 POPOLAZIONE RESIDENTE

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. Presentazione del convegno Prevenzione Brescia. 10 anni di screening oncologico 19 gennaio 2015

CONFERENZA STAMPA. Presentazione del convegno Prevenzione Brescia. 10 anni di screening oncologico 19 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE U.O. Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: comunicazione@aslbrescia.it CONFERENZA

Dettagli

Altre informazioni sullo screening del colon retto

Altre informazioni sullo screening del colon retto Altre informazioni sullo screening del colon retto AGGIORNAMENTO: Queste informazioni per utenti e operatori completano quelle contenute nei documenti Un semplice esame contro il tumore del colon retto

Dettagli

Screening oncologici

Screening oncologici Screening oncologici Il Centro Screening Oncologici, fa parte della UOC di Igiene e Sanità Pubblica nel Dipartimento di Prevenzione ed il Responsabile della struttura è il Dott. Francesco Silvio Congiu.

Dettagli

Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles

Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles 3 www.bowelscreeningwales.org.uk Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles Perché è consigliato effettuare lo screening per i

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI A CURA DI Centro screening - Dipartimento di Sanità Pubblica Programma Screening per la prevenzione dei tumori-direzione Sanitaria AUSL Bologna I tumori rappresentano

Dettagli

La linea giusta è prevenire.

La linea giusta è prevenire. La linea giusta è prevenire. PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO I.P. filo diretto con la sanità: www.saluter.it programmi di screening, che propongono controlli mirati

Dettagli

Cancro. Ecco i 3 screening salva vita.

Cancro. Ecco i 3 screening salva vita. Cancro. Ecco i 3 screening salva vita. Come tenersi aggiornati sui test offerti dal Ssn per il tumore del seno, della cervice uterina e del colon retto. Il vademecum del ministero Il ministero della Salute

Dettagli

Screening del Cancro Colon Rettale (CCR) in Asl 5 Spezzino

Screening del Cancro Colon Rettale (CCR) in Asl 5 Spezzino Screening del Cancro Colon Rettale (CCR) in Asl 5 Spezzino Gli screening oncologici Per la prevenzione dei tumori caratterizzati da lento accrescimento in Italia viene promossa la pratica dello screening

Dettagli

PROGETTO DI SCREENING DEL CARCINOMA COLON-RETTALE

PROGETTO DI SCREENING DEL CARCINOMA COLON-RETTALE PROGETTO DI SCREENING DEL CARCINOMA COLON-RETTALE 1. Background Epidemiologico Il cancro del colon retto colpisce ogni anno in Italia circa 33 mila persone ed è responsabile di 18 mila morti, rappresentando

Dettagli

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO Combattere i tumori è possibile. Prima di tutto prevenendone la comparsa attraverso la riduzione dei fattori di rischio, adottando stili di vita sani come evitare il

Dettagli

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO In tutto il mondo il carcinoma della mammella è il tumore più frequente nella popolazione femminile, sia per incidenza sia per mortalità. L Organizzazione Mondiale della

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via , Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

Gentile signora, Giovanni Bissoni Assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna

Gentile signora, Giovanni Bissoni Assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Gentile signora, dal 1 gennaio 2010 in Emilia Romagna il programma di screening per la diagnosi precoce dei tumori della mammella è esteso a tutte le donne dai 45 ai 74 anni. La Giunta regionale ha preso

Dettagli

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta la popolazione anche attraverso campagne di promozione e di informazione, rappresentano uno strumento

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta la popolazione anche attraverso campagne di promozione e di informazione, rappresentano uno strumento Prevenzione medica A seguito della segnalazione da parte dei sanitari che hanno diagnosticato una malattia infettiva potenzialmente contagiosa, il personale sanitario dell ASL attua idonei interventi di

Dettagli

ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012

ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012 ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE Allegato 2 PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012 1) Regione: Regione Autonoma della Sardegna 2) Titolo del progetto o del programma:

Dettagli

Risultati del programma di screening dei tumori del colon retto a Ferrara

Risultati del programma di screening dei tumori del colon retto a Ferrara Risultati del programma di screening dei tumori del colon retto a Ferrara Aldo De Togni direttore Unità Operativa Organizzazione Oncologica Dipartimento di Sanità Pubblica Il tumore del colon-retto è un

Dettagli

8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova

8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova 8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova I programmi di screening per la prevenzione dei tumori della mammella, del colon retto e della cervice uterina

Dettagli

Screening del Carcinoma Colon Retto. nell ASL 4 Chiavarese

Screening del Carcinoma Colon Retto. nell ASL 4 Chiavarese Regione Liguria ASL 4 Chiavarese Screening del Carcinoma Colon Retto nell ASL 4 Chiavarese Maura Ferrari Bravo 10 gennaio 2009 Screening E un programma organizzato in cui viene sistematicamente invitata

Dettagli

L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE

L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE RENATO CANNIZZARO S.O.C. GASTROENTEROLOGIA ONCOLOGICA CRO-ISTITUTO NAZIONALE TUMORI IRCCS - AVIANO L IMPORTANZA DELLO SCREENING L IMPATTO SULLE RISORSE

Dettagli

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Qualche numero Sul territorio nazionale: Incidenza CRC: 52.000 nuovi casi diagnosticati

Dettagli

Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità

Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Assessorato alle Politiche della Salute Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione Il presente allegato, parte

Dettagli

Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico

Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico Programma valdese di screening del cancro del colon Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico Dépistage du cancer du colon Canton de Vaud Indice Decisione assistita

Dettagli

TESTO TRATTO DAL DOCUMENTO GISCOR

TESTO TRATTO DAL DOCUMENTO GISCOR TESTO TRATTO DAL DOCUMENTO GISCOR 1 Che cosa sono le 100 domande sullo screening colorettale? Sono quattro documenti di domande e risposte sullo screening del carcinoma del colon retto (CCR). Tre sono

Dettagli

PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEI TUMORI DEL COLON-RETTO NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEI TUMORI DEL COLON-RETTO NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEI TUMORI DEL COLON-RETTO NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Dati epidemiologici In Emilia-Romagna i tumori del colon-retto costituiscono la seconda causa

Dettagli

Gentile signora, Carlo Lusenti

Gentile signora, Carlo Lusenti Gentile signora, I programmi di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori della mammella e del collo dell utero sono in corso nella nostra regione dal 1996, rappresentando un elemento

Dettagli

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA Regione Puglia ALLEGATO E PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA (ai sensi della Legge 138/2004 e dell Intesa Stato-Regioni e Province Autonome

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Progetto di consolidamento dello screening del cercivocarcinoma La popolazione target del Veneto è di circa 1.350.000 donne e programmi di screening citologico sono attivi in tutte le 21 Aziende ULSS della

Dettagli

Analisi organizzativa

Analisi organizzativa Dott.ssa Cristina Nicolai Responsabile Organizzativa Screening Analisi organizzativa Revisione 05/04/2011 Revisione gennaio 2015 Massa Carrara, 9/07/2009 Protocollo organizzativo Mammografia Screening

Dettagli

Screening del Carcinoma Colon Rettale in Regione Lombardia Aggiornamento 2012

Screening del Carcinoma Colon Rettale in Regione Lombardia Aggiornamento 2012 Screening del Carcinoma Colon Rettale in Regione Lombardia Aggiornamento 2012 Ottobre 2013 Si riporta l aggiornamento al 2012 dei dati d attività e di risultato dello screening del carcinoma colon-rettale

Dettagli

BILANCIO SOCIALE 2012 DEL PROGRAMMA DI SCREENING MAMMOGRAFICO ASL VARESE

BILANCIO SOCIALE 2012 DEL PROGRAMMA DI SCREENING MAMMOGRAFICO ASL VARESE BILANCIO SOCIALE 2012 DEL PROGRAMMA DI SCREENING MAMMOGRAFICO ASL VARESE INDICE IDENTITÀ... 3 PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI DI SCREENING... 3 COSA significa screening... 3 FINALITÀ dell attività di screening...

Dettagli

1 GIORNATA DI STUDIO SUL PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO

1 GIORNATA DI STUDIO SUL PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO 1 GIORNATA DI STUDIO SUL PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO SIGNIFICATO E RUOLO DEL CENTRO SCREENING NELLA GESTIONE E CONTROLLO DEL PROGRAMMA BOLOGNA, 10 MARZO 2005 dr.ssa

Dettagli

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta Prevenzione medica A seguito della segnalazione da parte dei sanitari relativa alla diagnosi di malattia infettiva contagiosa, il personale sanitario dell ASL attua idonei interventi di profilassi. In

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Per seno e cervicocarcinoma già spedite nelle abitazioni degli utenti circa 8.000 missive di convocazione.

COMUNICATO STAMPA. Per seno e cervicocarcinoma già spedite nelle abitazioni degli utenti circa 8.000 missive di convocazione. REGIONE ABRUZZO AZIENDA SANITARIA LOCALE n. 1 Avezzano-Sulmona-L Aquila ---------------------------------- Sede Legale - Via Saragat 67100 L Aquila Ufficio Stampa Vittorio Tucceri 333/4647018 Giovedì 18-9-

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Livelli di Assistenza

Dettagli

SCREENING. REPORT PASSI ASL Latina 2008-2011. Diagnosi precoce delle neoplasie : del collo dell utero della mammella del colon-retto

SCREENING. REPORT PASSI ASL Latina 2008-2011. Diagnosi precoce delle neoplasie : del collo dell utero della mammella del colon-retto Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia REPORT PASSI ASL Latina 2008-2011 SCREENING Diagnosi precoce delle neoplasie : del collo dell utero della mammella del colon-retto 1 Diagnosi precoce

Dettagli

Lo screening del carcinoma colorettale

Lo screening del carcinoma colorettale Lo screening del carcinoma colorettale SCUOLA SUPERIORE DI EPIDEMIOLOGIA E MEDICINA PREVENTIVA"G. D'ALESSANDRO" Erice (Trapani), 26 novembre - 1 dicembre 2013 XLIV CORSO La prevenzione dei tumori. Aspetti

Dettagli

Cancro del Colon-Retto

Cancro del Colon-Retto Cancro del Colon-Retto Prevenzione, Screening e Sorveglianza Dott. Marco La Torre Dipartimento di Chirurgia Generale Azienda Ospedaliera Sant Andrea Epidemiologia Il carcinoma colon- rettale (CCR) è al

Dettagli

Screening del Carcinoma Colon Rettale in Regione Lombardia

Screening del Carcinoma Colon Rettale in Regione Lombardia Screening del Carcinoma Colon Rettale in Regione Lombardia Aggiornamento 2009 Giugno 2011 Pagina 1 di 15 INTRODUZIONE Si riporta di seguito un aggiornamento al 2009 dei dati di attività e risultato dello

Dettagli

Informazioni relative alla COLONSCOPIA E POLIPECTOMIA

Informazioni relative alla COLONSCOPIA E POLIPECTOMIA Informazioni relative alla COLONSCOPIA E POLIPECTOMIA 2 COS È LA COLONSCOPIA Il termine colonscopia indica una speciale tecnica che ci consente, attraverso l uso di un endoscopio, di esplorare l interno

Dettagli

TITOLO SCREENING ONCOLOGICO DEL TUMORE DEL COLON-RETTO IN PROVINCIA DI RAGUSA: TASSI DI INVITI E ADESIONI PERIODO 2011-2014.

TITOLO SCREENING ONCOLOGICO DEL TUMORE DEL COLON-RETTO IN PROVINCIA DI RAGUSA: TASSI DI INVITI E ADESIONI PERIODO 2011-2014. TITOLO SCREENING ONCOLOGICO DEL TUMORE DEL COLON-RETTO IN PROVINCIA DI RAGUSA: TASSI DI INVITI E ADESIONI PERIODO 2011-2014. Ferrera G.* Cilia S.**, Puglisi C.***, Aprile E., Venga R.. * Resp. U.O. Epidemiologia

Dettagli

Analisi organizzativa

Analisi organizzativa Cristina Nicolai Responsabile Organizzativa Screening Analisi organizzativa Protocollo organizzativo Colon Retto Massa Carrara, 20/05/2010 Revisione del 09/01/14 Protocollo organizzativo Colon Retto Screening

Dettagli

Cosa è il cancro colorettale

Cosa è il cancro colorettale Cosa è il cancro colorettale La maggioranza dei cancri colorettali si sviluppa da un ingrossamento non-maligno nel grosso intestino conosciuta come adenoma. Nelle prime fasi, gli adenomi assomigliano a

Dettagli

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini scheda 01.05 Diagnostica per immagini 01.05 pag. 2 Cos è Le patologie ricercate MediClinic offre la possibilità di effettuare, in condizioni di massima sicurezza e confortevolezza, i due principali esami

Dettagli

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43 E evidente che lo screening per un tumore può diagnosticare la malattia molto precocemente, ma nel caso del tumore alla prostata il ricorso al test del PSA può creare dati incerti e rischi sanitari in

Dettagli

Aggiornamento sul carcinoma mammario Brebbia (VA), 5 ottobre 2013

Aggiornamento sul carcinoma mammario Brebbia (VA), 5 ottobre 2013 Aggiornamento sul carcinoma mammario Brebbia (VA), 5 ottobre 2013 Screening mammografico in provincia di Varese: a che punto siamo? Franca Sambo Centro Screening - U.O.C. Prevenzione e Promozione della

Dettagli

I servizi sociosanitari nelle zone montane

I servizi sociosanitari nelle zone montane I servizi sociosanitari nelle zone montane San Giovanni Bianco (Bg Bg), 11 ottobre 2014 Dr.ssa Mara Azzi Direttore Generale Asl Bergamo PRINCIPALI EVIDENZE DEMOGRAFICHE ED EPIDEMIOLOGICHE L ambito della

Dettagli

GESTIONE INFORMATICA E ASPETTI ORGANIZZATIVI

GESTIONE INFORMATICA E ASPETTI ORGANIZZATIVI GESTIONE INFORMATICA E ASPETTI ORGANIZZATIVI HPV come test primario di screening 23-30 settembre 21-28 ottobre 2014 Cristina Larato PROTOCOLLO INVITO PAP TEST < 30 anni e rand cito Test HPV. Protocollo

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Che cosa è la colonscopia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Che cosa è la colonscopia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Che cosa è la colonscopia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 23-0 09/09/2012 INDICE Che cos è la "colonscopia? 4 Chi fa la colonscopia e a

Dettagli

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva I NOSTRI IMPEGNI NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI Garanzia e tutela Il personale si impegna ad effettuare, a cadenze stabilite, la rilevazione della soddisfazione degli utenti e garantisce che i risultati delle

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

Lo screening per il carcinoma colorettale Napoli 13 dicembre 2006

Lo screening per il carcinoma colorettale Napoli 13 dicembre 2006 Agenzia Regionale Sanitaria Lo screening per il carcinoma colorettale Napoli 13 dicembre 2006 L organizzazione del programma di screening Dr.ssa G. Grazzini Protocollo organizzativo RESIDENTI 50-70ENNI

Dettagli

Screening oncologici rivolti alla popolazione femminile Integrazione con i Medici di Medicina Generale Accordo

Screening oncologici rivolti alla popolazione femminile Integrazione con i Medici di Medicina Generale Accordo Premessa Screening oncologici rivolti alla popolazione femminile Integrazione con i Medici di Medicina Generale Accordo Il Piano Oncologico Nazionale (PON) 2010-2012 conferma che i Programmi organizzati

Dettagli

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA Allegato A PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA Background Epidemiologico Esclusi i carcinomi della cute, In Italia i cinque tumori più frequentemente diagnosticati

Dettagli

ANNO MASCHI FEMMINE TOTALE TOTALE 1974 2513 4487

ANNO MASCHI FEMMINE TOTALE TOTALE 1974 2513 4487 MORTALITÀ Tra i residenti della ULSS n. 1 nel corso del triennio 2010-2012 si sono verificati 4487 decessi (1974 nei maschi e 2513 nelle femmine, media per anno 1496), in leggero aumento rispetto al dato

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Direzione Sanitaria PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente nel sesso femminile, in tutte le fasce

Dettagli

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Milano - Nonostante la sua aggressività è definito il tumore silenzioso. Data la sua scarsa pubblicizzazione, infatti,

Dettagli

XVII Riunione annuale AIRTUM Bolzano 22 marzo 2013

XVII Riunione annuale AIRTUM Bolzano 22 marzo 2013 XVII Riunione annuale AIRTUM Bolzano 22 marzo 2013 Comunicazione orale: I carcinomi del colon-retto e gli adenomi con displasia di alto grado: confronto nel periodo pre e post screening Relatore: Dott.

Dettagli

Screening ASL Città di Milano: la comunicazione telefonica

Screening ASL Città di Milano: la comunicazione telefonica Esperienze di buona pratica nella gestione del secondo livello Screening ASL Città di Milano: la comunicazione telefonica Anna Dina De Mezza, Infermiera Professionale Comunicare con tutti 4 seminario su

Dettagli

I PROGRAMMI DI SCREENING DEL CARCINOMA COLON RETTALE IN REGIONE LOMBARDIA. Attività e risultati del biennio 2005-2006

I PROGRAMMI DI SCREENING DEL CARCINOMA COLON RETTALE IN REGIONE LOMBARDIA. Attività e risultati del biennio 2005-2006 I PROGRAMMI DI SCREENING DEL CARCINOMA COLON RETTALE IN REGIONE LOMBARDIA Attività e risultati del biennio 2005-2006 Dicembre 2007 1. Premessa In Regione Lombardia, a seguito della Delibera del Consiglio

Dettagli

Il modello organizzativo della Regione Lazio

Il modello organizzativo della Regione Lazio Workshop Lo screening del cancro del colonretto mediante sangue occulto fecale ROMA, 4 Febbraio 2005 Il modello organizzativo della Regione Lazio Antonio Federici Responsabile U.O.C. Screening Screening:

Dettagli

N u o v o P r o g r a m m a d i S c r e e n i n g 2 0 1 4 - S e n o l o g i a D i a g n o s t i c a -

N u o v o P r o g r a m m a d i S c r e e n i n g 2 0 1 4 - S e n o l o g i a D i a g n o s t i c a - N u o v o P r o g r a m m a d i S c r e e n i n g 2 0 1 4 - S e n o l o g i a D i a g n o s t i c a - Di seguito si intende riportare, in sequenza non ordinata, i vari elementi che incidono sul primo approccio

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SCREENING REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLLO DELL'UTERO

IL PROGRAMMA DI SCREENING REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLLO DELL'UTERO SCREENING DEL TUMORE DEL COLLO DELL'UTERO IL TUMORE DEL COLLO DELL UTERO Il tumore del collo dell utero (o della cervice) è uno dei tumori più frequenti nella donna. In Italia ogni anno ci sono 3.500 nuovi

Dettagli

E possibile applicare la metodologia dello Studio Impact al colon retto?

E possibile applicare la metodologia dello Studio Impact al colon retto? Gruppo Italiano Screening Colorettale E possibile applicare la metodologia dello Studio Impact al colon retto? Dott. Fabio Falcini Registro Tumori della Romagna Napoli - 11 dicembre 2006 1 Lo Studio Impact:

Dettagli

REGISTRO REGIONALE TUMORI E PROGRAMMI DI SCREENING: ATTUALITÀ E PROSPETTIVE

REGISTRO REGIONALE TUMORI E PROGRAMMI DI SCREENING: ATTUALITÀ E PROSPETTIVE REGISTRO REGIONALE TUMORI E PROGRAMMI DI SCREENING: ATTUALITÀ E PROSPETTIVE - Diego Serraino - SOC Epidemiologia e Biostatistica Registro Tumori Friuli Venezia Giulia IRCCS Centro di Riferimento Oncologico,

Dettagli

IL POLIPO E IL CANCRO IN ENDOSCOPIA

IL POLIPO E IL CANCRO IN ENDOSCOPIA IL POLIPO E IL CANCRO IN ENDOSCOPIA Giacomo Trallori SABATO 17 MARZO 2012 MALATTIA DIVERTICOLARE E TUMORI DEL COLON Cancro colorettale nel mondo tasso di mortalità alto medio basso dati non disponibili

Dettagli

VARESE. BESOZZO VIA PERGOLESI, 26 0332-773.201/207 Orario di apertura. INDUNO OLONA VIA MAGNASCO, 2 0332-201.558 Orario di apertura

VARESE. BESOZZO VIA PERGOLESI, 26 0332-773.201/207 Orario di apertura. INDUNO OLONA VIA MAGNASCO, 2 0332-201.558 Orario di apertura VARESE Sedi territoriali UONPIA VARESE VIA PIATTI, 10 (ZONA VELATE) 0332-825.725 ORARIO DI APERTURA LUNEDI VENERDI dalle ore 8.30 alle ore16.00 Sedute individuali o di gruppo per bambini e adolescenti

Dettagli

AGGEI TWO 2 Campus Nazionale AGGEI 6-8 giugno, Imola

AGGEI TWO 2 Campus Nazionale AGGEI 6-8 giugno, Imola AGGEI TWO 2 Campus Nazionale AGGEI 6-8 giugno, Imola FOLLOW-UP NELLE PATOLOGIE NEOPLASTICHE DEL COLON Felice Cosentino PRINCIPALI RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI J Bond, Polyp Guideline, The Am J of Gastroent.,

Dettagli

PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013

PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013 PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013 Certificato N 9122 AOLS Data applicazione Redazione Verifica Approvazione 24.10.2013 Dr.ssa S. Ferrario Dr.ssa M.V. Forleo Dr.ssa E. Piazza Dr.ssa G. Saporetti Dr. E. Goggi

Dettagli

Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna

Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Non ti scordar di te Ricordati di partecipare agli screening del servizio sanitario regionale, e di fare solo gli esami che ti consiglia il tuo medico Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Non ti scordar

Dettagli

SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it

SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it SC U.O. GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it M.04.F.CONS. REV. 2 DEL 26/03/2014 PAGINA 1 DI

Dettagli

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007)

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007) Allegato A In risposta alle osservazioni sul progetto di screening colorettale della Regione Emilia- Romagna: Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la

Dettagli

Innanzitutto procurarsi il flacone apposito in farmacia. A casa, raccogliere in un contenitore pulito e asciutto, un campione di feci.

Innanzitutto procurarsi il flacone apposito in farmacia. A casa, raccogliere in un contenitore pulito e asciutto, un campione di feci. COME SI ESEGUE IL TEST SUL SANGUE OCCULTO Innanzitutto procurarsi il flacone apposito in farmacia. A casa, raccogliere in un contenitore pulito e asciutto, un campione di feci. Poi si procede aprendo il

Dettagli

IL MMG E LO SCREENING

IL MMG E LO SCREENING IL MMG E LO SCREENING Tirocinio Medicina Generale Siena 2009 RUOLO DEI MMG NEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICO 1. Progettazione 2. Correzione liste di invito 3. Firma dell invito personalizzato 4. Consegna

Dettagli

Il programma di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del colon-retto

Il programma di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del colon-retto Il programma di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del colon-retto Le donne e gli uomini a cui si rivolge, l organizzazione, i tre interventi previsti, i dati di attività a un

Dettagli

FS procedura d esame

FS procedura d esame FS procedura d esame Preparazione Clistere (33 ml) auto-somministrato a domicilio 2 ore prima dell esame esame e ritirato gratuitamente in farmacia Esame eseguito in servizi di endoscopia ospedalieri Invio

Dettagli

TICINO. Palermo 11.05.2011 2. Palermo 11.05.2011. 2

TICINO. Palermo 11.05.2011 2. Palermo 11.05.2011. 2 IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO CONSAPEVOLE ALLE CURE Palermo 11.05.2011 1 TICINO Palermo 11.05.2011 2 Palermo 11.05.2011. 2 Richiesta parlamentare di un programma di screening mammografico in

Dettagli

Screening del colon retto: informazioni per gli operatori

Screening del colon retto: informazioni per gli operatori Screening del colon retto: informazioni per gli operatori Queste informazioni per operatori completano quelle contenute nel documento Altre informazioni sullo screening del colon retto (pagina 8). Commenti

Dettagli

SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE

SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE Francesco Tonelli Cattedra di Chirurgia Generale, Università di Firenze AOU Careggi Convegno medico UniSalute APPROPRIATEZZA ED EFFICACIA DEGLI SCREENING Bologna 12 ottobre

Dettagli

Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico?

Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico? FAQ COLONPROCTOLOGIA Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico? Sempre! Deve essere sempre formulata

Dettagli

Prevenzione e stili di vita al femminile: sviluppi ed impatti a lungo termine

Prevenzione e stili di vita al femminile: sviluppi ed impatti a lungo termine Sanità 2040: progetti per innovare LUISS BUSINESS SCHOOL 27 Marzo 2015 Prevenzione e stili di vita al femminile: sviluppi ed impatti a lungo termine Riccardo Masetti Professore Ordinario di Chirurgia Generale

Dettagli

Prevenzione: abitudine. la nostra buona. Call Center 800.318.318 www.sanita.regione.lombardia.it

Prevenzione: abitudine. la nostra buona. Call Center 800.318.318 www.sanita.regione.lombardia.it Call Center 800.318.318 www.sanita.regione.lombardia.it Prevenzione: la nostra buona abitudine Carcinoma della cervice uterina: attacchiamolo da più fronti Il carcinoma della cervice uterina: una conseguenza

Dettagli

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE INDICE PREMESSA ANALISI DELLE CRITICITA' TERRITORIALI AREE PRIORITARIE DI INTERVENTO NEL RISPETTO DEGLI INDIRIZZI

Dettagli

Prof. Marisa Arpesella Dipartimento di Sanità Pubblica e Neuroscienze Sezione igiene

Prof. Marisa Arpesella Dipartimento di Sanità Pubblica e Neuroscienze Sezione igiene Screening Prof. Marisa Arpesella Dipartimento di Sanità Pubblica e Neuroscienze Sezione igiene Definizione Con il termine di screening, si intende un esame sistematico condotto con mezzi clinici, strumentali

Dettagli

R e g i o n e L a z i o

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i o Titolo del programma: Innovazione tecnologica PS su mammella, cervice uterina e colon-retto Identificativo della Linea di intervento generale: 3.1 Prevenzione della popolazione

Dettagli

La continuità assistenziale: il modello PAI. Divisione Oncologia Medica

La continuità assistenziale: il modello PAI. Divisione Oncologia Medica La continuità assistenziale: il modello PAI LIVIA DE SIO Divisione Oncologia Medica ACO A.C.O. SanFilippoNeriRoma RETE SANITARIA IN ONCOLOGIA: obiettivi Presa in carico del paziente in modo globale Riconoscimentoi

Dettagli

IL PROGRAMMA FOBT 2011

IL PROGRAMMA FOBT 2011 PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING COLORETTALE PREVENZIONE SERENA: WORKSHOP 2012 IL PROGRAMMA FOBT 2011 Dr. Enrico MORELLO S.C Gastroenterologia ASL TO4 2011 2010 2009 ESAMINATI 50.610 58.210 30.129 FOBT

Dettagli

AGGIORNAMENTI UROLOGICI PER IL MEDICO DI MG DATA E SEDE

AGGIORNAMENTI UROLOGICI PER IL MEDICO DI MG DATA E SEDE SEZIONE PROVINCIALE BARI AGGIORNAMENTI UROLOGICI PER IL MEDICO DI MG DATA E SEDE 09 Febbraio 2013 HOTEL SHERATON ROMA Viale del Pattinaggio, 100 00144 ROMA PROGRAMMA ORE 08,00 REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI

Dettagli

AZIENDA SANITARIA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO Corso Bramante, 88 LABORATORIO ANALISI SCREENING DIPARTIMENTO INTERAZIENDALE DI

AZIENDA SANITARIA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO Corso Bramante, 88 LABORATORIO ANALISI SCREENING DIPARTIMENTO INTERAZIENDALE DI AZIENDA SANITARIA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO Corso Bramante, 88 LABORATORIO ANALISI SCREENING DIPARTIMENTO INTERAZIENDALE DI PREVENZIONE SECONDARIA DEI TUMORI Dr. Fabrizio Gili M2PK Uno

Dettagli

Commenti alla sezione 1: MI AVETE MANDATO UNA LETTERA

Commenti alla sezione 1: MI AVETE MANDATO UNA LETTERA COMUNICAZIONE - Screening del colon retto: informazioni per gli operatori ultimo aggiornamento 21 Agosto, 2007 TORNA AL MENU Queste informazioni per operatori completano quelle contenute nel documento

Dettagli