DATI E SERVIZI APERTI L ' O P E N N E S S C O M E V O L A N O P E R L O S V I L U P P O D E L B E N E C O M U N E

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DATI E SERVIZI APERTI L ' O P E N N E S S C O M E V O L A N O P E R L O S V I L U P P O D E L B E N E C O M U N E"

Transcript

1 DATI E SERVIZI APERTI L ' O P E N N E S S C O M E V O L A N O P E R L O S V I L U P P O D E L B E N E C O M U N E GIUGNO 14 N.4

2 wededa Legenda Approfondisci Download Indice Tendenze I nuovi luoghi dove si racconta l innovazione tecnologica 4 INSPIRE e Open Data: l importanza di dati sì open, ma armonizzati 5 Le Compagnie assicurative si aprono al mondo 6 wededa Successi Artoni Group va sulla nuvola Dedagroup, in tutta sicurezza 8 INAIL e DDway: consulenza, sviluppo software e system integration per gestire efficacemente il Casellario Centrale Infortuni 12 Trasparenza, accountability, servizi innovativi: il progetto Open Data Lazio 15 Notizie Signum, il Libro Firma Digitale 20 Derga Consulting apre a Dubai 21 Dedagroup all Assemblea delle Credit Unions americane 22 Il nuovo Modello di DWH per BankUp USA 22 Cloud Journey: a che punto siamo arrivati? 23 Biblioteca Apostolica Vaticana: altri manoscritti verranno digitalizzati 23 Fatturazione elettronica: ci siamo! 24 Beltos implementa SAP in Cina 25 Sicurezza informatica: DDway lancia una soluzione per gestire minacce attuali e abbattere rischi futuri 26 Dopo Taranto, Sinergis si aggiudica una nuova Area Vasta 27 I servizi gestiti 2.0 di MC-link 28 L informazione libera passa da Agorà! 29 2 Testata registrata al Tribunale di Trento, n. 12/13

3 Tendenze I nuovi luoghi dove si racconta l innovazione tecnologica INSPIRE e Open Data: l importanza di dati sì open, ma armonizzati Le Compagnie assicurative si aprono al mondo

4 I nuovi luoghi dove si racconta l innovazione tecnologica Tendenze Ci sono luoghi in cui la tecnologia si mescola con la passione e genera nuove visioni. Luoghi dove, in modo unico e originale, si incontrano studenti e guru dell innovazione, community e professionisti, aziende, università e centri di ricerca. Luoghi in cui gli appuntamenti dell evento fisico e lo streaming dell evento virtuale, che anticipa e poi fa proseguire il dialogo attraverso i social, si mescolano generando un flusso continuo in cui le idee innovative approdano, si comunicano e ripartono verso nuovi percorsi. È questa la tendenza che abbiamo colto partecipando lo scorso aprile a due eventi che abbiamo supportato e promosso, per un approccio all innovazione attraverso la contaminazione. Questi eventi sono stati per noi un occasione per incontrare studenti e possibili nuovi colleghi, per comunicare quello che facciamo e, perché no, per imparare nuove cose in un contesto innovativo e stimolante. Dal 2 al 4 aprile siamo stati partner a Trento degli ICT Days Organizzato da Trento RISE in collaborazione con FBK e il DISI dell'università di Trento, ICT Days ha coinvolto l intero ecosistema trentino dell innovazione: dal business agli attori pubblici, dalla PA al mondo della ricerca, dagli studenti ai cittadini. Questo perché l innovazione è un fatto collettivo: la si fa insieme, confrontandosi sulle tecnologie, le metodologie e i modelli di business emergenti. Tra tutti i partecipanti dell edizione di quest anno merita una nota particolare, il coinvolgente keynote di Greg Horowitt, coautore del best seller The Rainforest: the Secret to Building the Next Silicon Valley, che ha portato la propria visione ed esperienza sulla creazione di ecosistemi di innovazione. La sua frase the value in networks is knowledge ben si coniuga con il modello secondo cui sta crescendo il nostro gruppo: un network di competenze. L 11 e 12 aprile abbiamo partecipato, invece, a Codemotion a Roma, la più grande conferenza italiana sul software, i linguaggi e le piattaforme, un luogo in cui la tecnologia, le persone e le visioni si sono mescolati e hanno espresso il volto più innovativo ed emergente dello sviluppo software in Italia, e non solo. Abbiamo supportato questo evento come sponsor e colto l occasione per incontrare persone appassionate di tecnologia, comunicare quello che fa un gruppo in continua evoluzione come il nostro, e per sentire, in un ambiente molto eterogeneo e da esperienze diverse e a volte opposte, il polso dei trend in ambito coding. Ain Zara Consorti 4

5 INSPIRE e Open Data: l importanza di dati sì open, ma armonizzati Tendenze Le aziende private e gli Enti pubblici oggi hanno sempre più bisogno di collaborare tra loro e di condividere conoscenze e informazioni. Questo perché dalla creazione di reti di partnership spesso nascono idee e soluzioni innovative. Per farlo è necessario definire uno standard di comunicazione che renda i dati interoperabili, e il caso delle informazioni geografiche ne è l esempio più concreto. Un informazione geografica interoperabile è cruciale per un numero sempre maggiore di servizi a valore aggiunto realizzati da aziende private che usano gli open data. In tale contesto, le Amministrazioni Pubbliche locali hanno un ruolo cardine perché sono le fonti autoritative, cioè certificate, per tutta una serie di dati open con cui è possibile costruire soluzioni innovative. Dall altro lato, anche le Amministrazioni Pubbliche locali hanno bisogno di usare e riusare informazioni crowd-sourced, cioè generate in modo collaborativo grazie a iniziative comunitarie, come OpenStreetMap. La condivisione dei dati aperti può dare significativi ritorni economici: nel 2011 la Commissione Europea ha stimato che la quota di mercato derivante dalla messa a fattor comune e riuso delle informazioni del solo settore pubblico è di circa 140 miliardi di Euro annui, a livello di Unione. Per poter realizzare appieno questo mercato potenziale è necessario sviluppare strumenti, definire workflow e processi, e soprattutto ottimizzare risorse e competenze. Al momento i principali driver per avere informazioni geografiche open e interoperabili sono la Direttiva sulla Public Sector Information e la Direttiva INSPIRE, che ogni anno fa il punto sugli standard europei per la condivisione dei dati spaziali nella omonima Conferenza. Noi di Sinergis ci saremo anche quest anno e parleremo del progetto eenvplus e del progetto GeoSmartCity. Piergiorgio Cipriano 5

6 Le Compagnie assicurative si aprono al mondo Tendenze Quando si pensa a una Compagnia assicurativa difficilmente il primo aggettivo che viene in mente è aperta. Tradizionalmente il comparto è associato a difficoltà di relazione, clausole oscure e, anche nel caso in cui i servizi offerti al mercato sono innovativi e fortemente orientati al cliente, il nome scelto dalle Compagnie per descriverli è stato scatola nera. Qualcosa, però, sta cambiando. Anche se è stato ancora necessario un decreto legge per far si che ogni Compagnia mettesse a disposizione dei propri clienti informazioni aggiornate e standardizzate, attraverso i cosiddetti portali di Home Insurance, il concetto di openness si sta facendo strada. Come sempre, è il mercato a imporlo: nuove generazioni di consumatori ibridi chiedono di poter entrare in relazione con la Compagnia in molti modi diversi - in agenzia, in banca, via mobile e attraverso siti di comparazione e portali informativi - esigendo coerenza e continuità di rapporto indipendentemente dal canale di accesso. I front end commerciali della Compagnia devono accettare di rendersi permeabili alla condivisione dell informazione anziché difenderne la proprietà. Le tradizionali barriere verso l esterno, costituite da canali di vendita e di gestione rigorosamente segregati, e quelle verso l interno, con funzioni aziendali e applicazioni non facili al dialogo, stanno rapidamente crollando. Il cambiamento richiede disciplina operativa, revisione dei processi, nuove architetture dei sistemi. Anche la carta diventa una barriera alla condivisione dell informazione, lasciando il passo alla digitalizzazione per tagliare costi e tempi di processo. In tale contesto, le soluzioni di dematerializzazione, di trasformazione applicativa e infrastrutturale e le componenti specifiche, come il front-end multi canale, sono potenti abilitatori delle tendenze in atto, come raccontiamo nell infografica Innovare nel settore assicurativo. Enrico Fermi 6

7 Successi Artoni Group va sulla nuvola Dedagroup, in tutta sicurezza INAIL e DDway: consulenza, sviluppo software e system integration per gestire efficacemente il Casellario Centrale Infortuni Trasparenza, accountability, servizi innovativi: il progetto Open Data Lazio

8 Artoni Group va sulla nuvola Dedagroup, in tutta sicurezza Artoni è una delle più importanti realtà italiane nel settore dei trasporti e della logistica integrata e fornisce servizi per il trasporto a oltre aziende clienti, per un totale di 7 milioni di spedizioni l anno che partono dalle 70 filiali distribuite su tutto il territorio. A seguito della forte crescita dei suoi flussi commerciali e logistici, Artoni aveva la necessità di aggiornare l infrastruttura dei sistemi IT per renderla maggiormente in linea con i mutamenti del proprio business, mantenerne il pieno governo, ottimizzarne i costi di gestione. Nasce così il progetto di cloud sourcing avviato con Dedagroup, cui Artoni ha affidato la completa gestione della propria struttura IT. Abbiamo chiesto a Marco Crivelli, CIO di Artoni, e a Paolo Angelini, Direttore della Divisione CAST di Dedagroup, di raccontarci com è andata. Successi 8

9 Successi MARCO CRIVELLI CIO Artoni Group PAOLO ANGELINI Direttore Divisione CAST - Dedagroup 1 Quali sono state le problematiche di business cui la sua azienda ha cercato una soluzione rivolgendosi a Dedagroup? Questo progetto prende il via da due esigenze fondamentali: migliorare il servizio al cliente e contenere le risorse allocate sul potenziamento degli strumenti con cui questo servizio è erogato. In un contesto fortemente competitivo come quello in cui stiamo vivendo, è fondamentale per Artoni poter erogare un servizio di assoluto livello qualitativo sia sotto il profilo dei tempi di resa che dell affidabilità. Al tempo stesso, avevamo la necessità di controllare i costi dell infrastruttura con cui gestiamo le nostre attività. La risposta al problema è stata affidare la gestione del nostro IT alle competenze e al cloud Dedagroup, fornitore identificato con un tender che ha coinvolto i principali player nazionali e internazionali operanti sul mercato italiano. 1 Come la nostra azienda ha analizzato le problematiche di business del cliente e implementato la soluzione individuata? Dedagroup già lavorava in Artoni da circa due anni, avendo in carico una parte dell infrastruttura, i cosiddetti sistemi dipartimentali. Il nostro lavoro si è concentrato, in particolare, sul consolidamento e sulla semplificazione dell infrastruttura, come premessa per la collocazione della stessa nei nostri data center. Indubbiamente la riduzione della complessità dovuta al numero dei sistemi, ed anche al numero dei fornitori coinvolti, è stata una delle principali priorità. Su questo abbiamo lavorato potendo contare al nostro interno su tutte le competenze tecniche e applicative necessarie a supportare l intero sistema informativo di Artoni. 9

10 MARCO CRIVELLI CIO Artoni Group PAOLO ANGELINI Direttore Divisione CAST - Dedagroup Successi 2 Quali attività sono state svolte per rispondere a tali esigenze? Per la componente dipartimentale abbiamo scelto di migrare l infrastruttura esistente e poi, successivamente, di passare in modalità cloud. Per la parte ERP abbiamo deciso di semplificare il passaggio da un lato, ma dall altro di confrontarci con una sfida tecnologica non banale. Infatti la parte ERP è stata migrata dal data center precedente al data center Dedagroup di fatto spegnendo l infrastruttura legacy e ripartendo sul cloud attivato peraltro su HW di un produttore diverso. Questo progetto è stato possibile grazie alla competenza sia tecnica che di project management di Dedagroup con una attenta pianificazione dei test di performance che hanno reso il passaggio del tutto trasparente per gli utenti. L ultimo step ha riguardato l attivazione del servizio di manutenzione applicativa, con cui oggi Dedagroup gestisce per noi l infrastruttura e le applicazioni di tutto il nostro IT. Delegando l intero servizio di supervisione e di manutenzione abbiamo potuto migliorare la velocità di elaborazione dei dati del 30-40% e, al tempo stesso, abbiamo ridotto i costi di circa il 50%. 2 Quali attività sono state svolte per rispondere a tali esigenze? Si trattava di costituire una squadra di professionisti in grado di presidiare le diverse tecnologie a supporto delle applicazioni del cliente, in particolare SAP. Inoltre è stato predisposto un piano di lavoro, con due principali momenti di passaggio: il trasferimento nel nostro data center di Trento dei sistemi dipartimentali, e successivamente quello dei sistemi a supporto di SAP. Per entrambi serviva una finestra temporale sufficientemente ampia per tutte le operazioni fisiche e logiche di trasporto, senza impattare sulla operatività della azienda. Per questo il primo trasferimento è stato effettuato intorno al 15 agosto 2013 ed il secondo nel periodo natalizio. Si è trattato di operazioni molto complesse, e con scarsa possibilità di tornare allo stato precedente, ma sono state entrambe svolte con successo e soddisfazione del cliente. 3 Quali i risultati e i benefici ottenuti dalla soluzione? Il cambiamento nella gestione dei rapporti di fornitura è stato sostanziale: affidare l IT a Dedagroup, infatti, ci ha permesso di ridurre il numero dei vendor da sei a uno, consentendoci di riutilizzare le risorse recuperate per attività a maggior valore. Tra i fattori di successo credo fondamentale risottolineare l ottima conduzione della fase di testing, con cui abbiamo potuto verificare in via preventiva le performance del 10

11 MARCO CRIVELLI CIO Artoni Group PAOLO ANGELINI Direttore Divisione CAST - Dedagroup Successi nuovo sistema, correggere eventuali errori, programmare correttamente anche gli scenari futuri. Tra questi, abbiamo di fatto già concordato di migrare sul cloud Dedagroup anche il nostro sito di logistica e un ultima componente dipartimentale che era rimasta in carico alla struttura interna, con l obiettivo di completare anche questi passaggi entro il mese di luglio Marco Crivelli 3 Quali i risultati e i benefici ottenuti dalla soluzione? Credo che i benefici siano stati quelli attesi da Artoni, ovvero miglioramento dell efficienza e riduzione dei costi. L infrastruttura è stata ottimizzata su piattaforme tecnologiche di ultima generazione, che garantiscono maggiore affidabilità e migliori performance. Il sistema di gestione è basato su procedure certificate e trasparenti. Il cliente riceve report periodici sull andamento delle attività, sull utilizzo delle risorse e sul rispetto dei livelli di servizio. Il personale di Artoni si è potuto concentrare sulle problematiche specifiche dell azienda, delegando la gestione di sistemi complessi, purché assolutamente standard, al nostro team di lavoro. Spesso Il cloud fa pensare a qualcosa di etereo, ma i benefici che ne derivano sono concreti e misurabili. Paolo Angelini 11

12 INAIL e DDway: consulenza, sviluppo software e system integration per gestire efficacemente il Casellario Centrale Infortuni Successi 12

13 CLAUDIO MERCURI Dirigente del Casellario Centrale Infortuni - INAIL PAOLINO CENSI Project Manager - DDway Successi Per svolgere al meglio le sue attività, il Casellario Centrale Infortuni ha bisogno di dialogare con molteplici attori, includendo le imprese di assicurazione, gli enti assicuratori e gli altri Enti che erogano servizi di assistenza sanitaria in caso di infortuni come INPS. In tale contesto, la gestione efficace e integrata dei dati provenienti da fonti diverse è cruciale per garantire la corretta conduzione delle pratiche riguardanti gli infortuni sul lavoro, anche a fini antifrode. Per risolvere tali problematiche, il Casellario Centrale Infortuni di INAIL ha chiesto a DDWay di aiutarlo a definire gli indicatori chiave cui fare riferimento, a raccogliere le informazioni, a creare un database centralizzato in cui gestirle e sviluppare il software che ne consente l acquisizione e l erogazione verso tutti gli attori coinvolti che ne hanno diritto. 1 Quali sono le problematiche che il Casellario Centrale Infortuni ha cercato di risolvere con il progetto in carico a DDway? Il Casellario Centrale Infortuni è la banca dati nazionale del fenomeno infortunistico a supporto delle attività antifrode, raccoglie tutti gli infortuni, accertati da un Istituto Assicuratore, che hanno prodotto invalidità permanente o morte. L obiettivo strategico cui tendono tutte le iniziative è il consolidamento quali/quantitativo e il miglioramento dell affidabilità del patrimonio informativo, insieme ad un evoluzione significativa del servizio reso agli utenti. 1 Come la nostra azienda ha analizzato le problematiche di INAIL e risposto alle sue esigenze? Come sempre quando si inizia un nuovo progetto e ci si inserisce in un ambiente tutto nuovo viene un po di ansia e preoccupazione di essere all altezza, di non deludere le aspettative e di inserirsi rapidamente nel core business del cliente. L approccio DDWay è stato di completa collaborazione con il personale dell Istituto attraverso l inserimento dei nostri analisti nei gruppi di lavoro del cliente, l affiancamento nelle loro attività per poter acquisire direttamente e sul campo tutte le conoscenze necessarie. 13

14 CLAUDIO MERCURI Dirigente del Casellario Centrale Infortuni - INAIL PAOLINO CENSI Project Manager - DDway Successi 2 Quali attività sono state svolte per rispondere a tali esigenze? Con DDway si è proseguito il percorso di valorizzazione dell azione del Casellario sia per le finalità antifrode, sia per quelle di approfondimento della conoscenza del fenomeno infortunistico: monitoraggio della qualità dei dati, degli scarti, studio di indicatori per verificare la completezza dei dati e contrastare i mancati invii e le conseguenti sanzioni amministrative nei confronti delle imprese inadempienti, allineamento delle anagrafiche con quelle di altre banche dati pubbliche, miglioramento dell efficienza ed efficacia e potenziamento della comunicazione e del servizio agli utenti. 3 Quali i benefici ottenuti grazie alla collaborazione con DDway? La collaborazione con DDway, iniziata da poco più di un anno, si sta sviluppando in termini positivi. L azienda ha dimostrato da subito di essere proattiva nell analisi delle esigenze e delle soluzioni innovative a valore aggiunto per il servizio. Le prime realizzazioni hanno consentito di apprezzare risultati concreti sia sotto l aspetto di pianificazione ed esecuzione del contratto, sia per le performance tecniche e di progettualità, sia soprattutto sotto il profilo delle professionalità e disponibilità messe a disposizione. Claudio Mercuri 2 Quali attività sono state svolte nell ambito del progetto? Nell ambito del progetto sono state svolte attività di analisi funzionale e tecnica, partecipando anche a tavoli tecnici con altre Amministrazioni Pubbliche, studi di fattibilità, sviluppo delle soluzioni software e predisposizione per il collaudo dei sistemi sviluppati. Tutte le attività sono state coordinate da una risorsa presente anch essa stabilmente presso il cliente che ha garantito di essere costantemente in contatto per ricevere e per dare informazioni, nonché per reagire con tempestività. 3 Quali i benefici ottenuti? Il principale beneficio ottenuto è senz altro l apprezzamento da parte del cliente per il lavoro svolto e per i risultati raggiunti per la valorizzazione delle attività del Casellario. Ma DDway, lavorando presso il cliente, ha conseguito un ulteriore obiettivo con un team che ha fatto un gioco di squadra dove ciascuno ha aumentato il senso di appartenenza, il livello di autonomia e la soddisfazione del proprio lavoro, oltre ad aver acquisito know-how sulle tecnologie adottate, sulle strategie di integrazione e raccordo con altre banche dati, sulla gestione della comunicazione tra il Casellario Centrale Infortuni e i suoi utenti. Paolino Censi 14

15 Successi Trasparenza, accountability, servizi innovativi: il progetto Open Data Lazio Pubblicare i dati dell Amministrazione Pubblica. Ma anche renderli comprensibili dai cittadini, così da offrire loro servizi migliori, e la possibilità di arricchire le informazioni pubbliche per migliorarle ancora. Modernizzare la PA da dentro, innescando un nuovo modo di considerare il bene pubblico, che partendo dalla condivisione dell informazione crea servizi migliori. Offrire alle aziende un set di dati su cui costruire altri servizi e altra innovazione. Questi in estrema sintesi gli obiettivi del progetto Open Data Lazio. Abbiamo chiesto a Simone Ursini, Application Services Director di LAit, e a Luigi Zanella, Direttore Business Development Divisione PA - Sinergis - Dedagroup ICT Network, come lo stanno affrontando. 15

16 SIMONE URSINI Application Services Director - LAit LUIGI ZANELLA Dir. Business Development Divisione PA Sinergis - Dedagroup ICT Network wededa Successi 1 Quali sono gli obiettivi cui LAit cerca di rispondere con il progetto Open Data Lazio? Con questo progetto intendiamo realizzare un portale open data di seconda generazione, ovvero non più e non soltanto un mero catalogo di data set ma uno strumento che risponda alla domanda di partecipazione da parte dei cittadini, delle imprese e degli altri Enti pubblici. Attraverso la pubblicazione di dati aperti e di qualità, è possibile instaurare un rapporto biunivoco tra gli stakeholders, interni ed esterni, coinvolti nell azione dell Amministrazione. Con questo progetto miriamo al miglioramento della qualità dell azione amministrativa regionale attraverso una maggiore trasparenza e una maggiore interazione dell Ente con i suoi interlocutori, nonché ad abilitare il riuso di dati aperti di qualità quale volano per lo sviluppo di servizi innovativi, sia da parte della PA, sia da parte dei privati. 1 In che modo la nostra azienda ha analizzato le esigenze e gli obiettivi di LAit per individuare la soluzione più adatta a rispondervi? Il bando di gara della Regione Lazio per la realizzazione del portale Open Data è partito da un esigenza prioritaria: costruire un modello di pubblicazione degli open data in grado di innescare il reale coinvolgimento dei cittadini e delle imprese. Quest idea ha, pertanto, stimolato la costruzione di un progetto che fosse un tassello importante della strategia di trasparenza della Regione: avere un portale che non solo pubblica i dati ma che metta i cittadini in condizioni di comprendere il contenuto dei dati, di poter partecipare alla discussione sui dati e di poter contribuire al miglioramento della qualità dei dati. 16

17 SIMONE URSINI Application Services Director - LAit LUIGI ZANELLA Dir. Business Development Divisione PA Sinergis - Dedagroup ICT Network wededa Successi 2 Quali attività saranno svolte per rispondere a tali esigenze? Nella prima fase ci occuperemo del reperimento e del censimento dei dati. E un opera di auto coscienza che l Amministrazione fa su se stessa, laddove spesso le informazioni rimangono chiuse all interno delle diverse funzioni senza che se ne abbia consapevolezza. In seguito, avvieremo le attività di raffinamento, normalizzazione e pubblicazione progressiva delle informazioni. L obiettivo è realizzare un cambiamento culturale, un circolo virtuoso, all interno e all esterno della Pubblica Amministrazione regionale. Dal punto di vista interno, attraverso il coinvolgimento della struttura amministrativa di Regione Lazio nel processo di miglioramento dei metodi di lavoro delle diverse funzioni; dal punto di vista esterno, attraverso la partecipazione al processo di valutazione e miglioramento delle informazioni pubbliche 2 Quali attività svolgeremo per rispondere a tali esigenze? Nella costruzione del progetto ci siamo riferiti a tre principi: il primo è che la realizzazione di un portale di Open Government Data si deve ispirare a un approccio socio-tecnico, creando un mix vincente tra tecnologia, comunicazione, empowerment dei dipendenti pubblici, coinvolgimento degli stakeholder e dei destinatari; il secondo è che il portale deve creare le condizioni per una maggiore trasparenza e accountability dell azione pubblica; il terzo si riferisce alle possibilità offerte dagli Open Data come acceleratori economici per lo sviluppo del territorio e la creazione di servizi e applicazioni innovative. La risposta arriva da tre aziende con competenze ed esperienze complementari: Sinergis, che si occupa principalmente delle 17

18 SIMONE URSINI Application Services Director - LAit LUIGI ZANELLA Dir. Business Development Divisione PA Sinergis - Dedagroup ICT Network wededa Successi da parte dei potenziali fruitori dei dati, includendo cittadini, imprese del territorio e associazioni di categoria. Vogliamo stimolare il coinvolgimento di tutti: questo progetto può raggiungere obiettivi che vanno ben al di là della semplice pubblicazione dei dati su web. 3 Quali i risultati e i benefici che pensate di ottenere con la soluzione individuata da Sinergis? Sono benefici di ordine diverso. Uno di questi, che potremmo definire politico, riguarda il favorire una maggiore trasparenza e, dunque, la partecipazione democratica dei cittadini al governo dell Ente regionale. In questo modo contiamo di instaurare un rapporto più costruttivo, immediato e interattivo tra Regione, cittadini e imprese. L altro beneficio atteso riguarda il miglioramento dell efficacia dell azione amministrativa, sia attraverso la nostra capacità di monitorare le performance dei servizi offerti dalla Regione basandoci su informazioni più puntuali, chiare e trasparenti, sia consentendo anche agli altri, i cittadini e le imprese, di visionare il modo in cui l Amministrazione alloca le proprie risorse strumentali ed economiche. Infine, l apertura dei dati dell Amministrazione Pubblica può innescare un ulteriore obiettivo di questo progetto: ovvero il riuso delle informazioni da parte di terzi per sviluppare servizi e prodotti innovativi, a beneficio di tutti, con ricadute economiche sensibili. Simone Ursini tecnologie, portando 25 anni di esperienza nella realizzazione e gestione di progetti complessi per la Pubblica Amministrazione Locale, in particolare nel campo della gestione di dati territoriali; Forum PA, che è una società specializzata in relazioni pubbliche, comunicazione istituzionale e supporto alle Amministrazioni Pubbliche in tutti i processi di innovazione, cambiamento e modernizzazione; DEPP, che si occupa di progetti ICT dedicati ai dati pubblici ed è un content provider esperto in monitoraggio parlamentare e analisi politica, sostenendo con le proprie attività il progetto dell associazione Openpolis. 3 Quali benefici si attendono da questo progetto? L obiettivo che vogliamo raggiungere è quello di riuscire a spogliare il dato del suo significato tecnologico e burocratico per far emergere quello di risorsa comune, dando così l'innesco a processi di riuso effettivi. Vogliamo coinvolgere la comunità fin dalle prime fasi di realizzazione: cosa fare, come farlo e come migliorarlo, scelte che maturano con l'evoluzione del rapporto e della collaborazione tra i diversi attori territoriali coinvolti. Ci aspettiamo che il portale, come infrastruttura tecnologica, ma anche l esperienza, le scelte ed il modello di engagement, possano diventare un riferimento per altri Enti italiani e che si possa creare una contaminazione positiva tra territori per far crescere il sistema Italia. Luigi Zanella 18

19 Signum, il Libro Firma Digitale wededa Derga Consulting apre a Dubai Dedagroup all Assemblea delle Credit Unions americane Notizie Il nuovo Modello di DWH per BankUp USA Cloud Journey: a che punto siamo arrivati? Biblioteca Apostolica Vaticana: altri manoscritti verranno digitalizzati Fatturazione elettronica: ci siamo! Beltos implementa SAP in Cina Sicurezza informatica: DDway lancia una soluzione per gestire minacce attuali e abbattere rischi futuri Dopo Taranto, Sinergis si aggiudica una nuova Area Vasta I servizi gestiti 2.0 di MC-link L informazione libera passa da Agorà!

20 Notizie Signum,il Libro Firma Digitale All interno di un Ente i dirigenti che devono firmare degli atti spesso si trovano sulla propria scrivania diversi documenti provenienti da vari uffici e da diversi applicativi software. Per poter apporre sugli atti la firma digitale i firmatari sono costretti ad accedere ai vari gestionali (protocollo, atti formali, contabilità, tributi, pratiche, altri) e ciò richiede l apprendimento delle modalità di utilizzo di ciascun applicativo. Al fine di snellire questo tipo di attività, Dedagroup ha realizzato l applicazione SIGNUM. Completamente web based, realizzata in ambiente open source e fruibile anche da mobile, SIGNUM consente alle funzioni dirigenziali di visualizzare in un unica pagina l elenco di tutti i documenti di propria competenza su cui apporre la firma digitale, indipendentemente dal modulo software che ha prodotto il file, alla stregua di quanto avviene con il Libro Firma cartaceo. Il modulo è già Michele Brugnara integrato con la suite Civilia di Dedagroup ed è predisposto per l integrazione con altri software. 20

21 Derga Consulting apre a Dubai Notizie Per rispondere al meglio alle esigenze del mercato mediorientale è stata appena lanciata una joint venture tra Derga Consulting e MDS Tech, società punto di riferimento per l ICT in Medio Oriente. L azienda, che è parte del Gruppo Midis, raccoglie oltre 150 società associate e più di collaboratori in tutto il mondo. La nuova realtà si chiama Derga Middle East e ha la sua sede principale a Dubai. Il business plan approvato dalle due società prevede un fatturato di 4 milioni di Euro per il Derga Middle East, che avrà filiali anche in Libano, Arabia Saudita, Kuwait, Qatar e Bahrein, si occuperà della commercializzazione e dell implementazione di soluzioni SAP (ERP, Business Intelligence, mobilità, Cloud ecc.) in Medio Oriente per industrie operanti in diversi ambiti, quali largo consumo, metalmeccanico, chimico, servizi e utilities. Derga Consulting consolida così la propria esperienza pluriennale in questi settori, continuando a sviluppare per aziende leader in tutto il mondo modelli preconfigurati che migliorano i processi di business e garantiscono, al contempo, l alta qualità di un implementazione del software rapida e veloce. Giulia Costa 21

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Scheda descrittiva del progetto

Scheda descrittiva del progetto Scheda descrittiva del progetto 1. Anagrafica di progetto Titolo Banda ultralarga Acronimo (se esiste) UltraNet Data Inizio Data Fine 01/09/2011 31/12/2014 Budget totale (migliaia di euro) 60,50k Responsabile

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Bilancio d Esercizio al 31 dicembre 2012. 1 Premessa 4. 2 Organi di Controllo 5. 3 Management esecutivo 6

Bilancio d Esercizio al 31 dicembre 2012. 1 Premessa 4. 2 Organi di Controllo 5. 3 Management esecutivo 6 Bilancio d Esercizio al 31 dicembre 2012 DEDAGROUP Indice dei contenuti 1 Premessa 4 2 Organi di Controllo 5 3 Management esecutivo 6 4 Sintesi dei risultati di Gruppo 7 4.1 Ricavi (in Euro/000) 7 4.2

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli