2.1 Evoluzione dell infosfera. Le nuove fonti di informazione il giornalismo diffuso e i social network

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2.1 Evoluzione dell infosfera. Le nuove fonti di informazione il giornalismo diffuso e i social network"

Transcript

1 Evoluzione dell infosfera. Le nuove fonti di informazione il giornalismo diffuso e i social network Francesco Vitali Il 2 febbraio 2011 Rupert Murdoch sale sul palco del Guggenheim Museum di New York, un luogo emblematico, per lanciare The Daily, il primo prodotto giornalistico pensato solo per l ipad. Lui, che da anni governa il mondo dei media televisivi con Fox e Sky e cartacei con il Wall Street Journal e il Times, solo per citarne alcuni ha deciso di fare il grande passo e di allearsi con Steve Jobs, il re di Apple. The Daily viene presentato come un quotidiano, in realtà è uno strumento giornalistico continuamente aggiornato, multimediale, esteticamente accattivante e dal prezzo degno dei nuovi media: soli 14 centesimi al giorno in abbonamento. I primi blogger analizzano le immagini della presentazione e ipotizzano che Murdoch regga in mano un prototipo della versione aggiornata dell ipad, non ancora in commercio. Sullo sfondo della presentazione appare anche un titolo esplicativo del nuovo quotidiano, sulla rivolta in Egitto e la caduta del Faraone. Il marketing dell evento è studiato con attenzione, e proprio per questo offre un concentrato di parole chiave e spunti per analizzare le evoluzioni di linguaggio e di mezzi che interessano l informazione. Una breve presentazione che ci racconta come è cambiato il mondo dei media, accessibili da qualunque luogo e in qualunque momento, dove i lettori diventano sempre più spesso produttori di notizie, quasi giornalisti freelance. EVOLUZIONE DELL INFOSFERA Queste nuove modalità di accesso all informazione non riguardano solo gli Stati Uniti, dove il 61% della popolazione afferma di informarsi quotidianamente online, ma anche il vecchio mondo e i Paesi in via di sviluppo. Per misurare la situa-

2 188 Nomos & Khaos zione italiana degli on-line news consumer e poterla confrontare con quella americana, un gruppo di ricercatori dell Università di Urbino Carlo Bo 1 ha ripreso un ampio studio del Pew Research Center 2 e l ha riproposto per il nostro paese. Dalla ricerca si evince che ben il 51,1% della popolazione si informa anche attraverso portali internet che aggregano notizie come Google News, Msn e Libero notizie. Si tratta di un dato più basso di quello statunitense, ma molto significativo in una nazione dove sino ad oggi il pubblico è rimasto legato ad un unico media: la televisione. Questo valore sale addirittura al 93,8% nella fascia anni. Il 14,4% del campione (anche se ancora è meno della metà del dato americano), poi, si informa pure attraverso il proprio cellulare. È inoltre molto significativo un dato che riguarda gli utenti dei social network: il 36,4% di loro ha contribuito alla creazione di news, ha inserito commenti o diffuso notizie attraverso la posta elettronica e i siti di social network come Facebook e Twitter. Questi utenti vengono classificati quindi come participatory news consumer. La rilevazione diventa ancor più significativa se la si associa al fatto che un utente di internet su due accede quotidianamente a questa sorta di piazze virtuali 3. In America, come racconta Sergio Maistrello in un interessante libro 4, ha fatto scuola la storia di Janis Krums. Questo 24enne si trova su uno dei ferry boat che collegano New York al New Jersey, quando viene avvistato un aereo adagiato sull acqua. Era il volo Us Airways 1549 decollato da La Guardia e caduto in mare dopo uno scontro con un gruppo di volatili. Krums, senza pensarci un attimo, tira fuori il suo cellulare e scatta una foto. Dopo il click, toccando lo schermo carica l immagine su TwitPic e immediatamente la rilancia con un link su Twitter, il social network che concentra i messaggi dei suoi utenti in soli 140 caratteri, poco più che un sms. In un attimo la sua foto è in rete. È questa la grande differenza tra il suo scatto e quello di tutti gli altri passeggeri del traghetto: lui ha fornito una immagine, una informazione, senza neppure volerlo. In pochi minuti quella foto viene ripresa e condivisa sulla pagine personali di tutti i social network fino ad arrivare sul tavolo delle redazioni dei giornalisti tra- 1 L. Mazzoli, F. Giglietto, A. Bellafiore, M. Orefice, L informazione: da rito a puzzle. Le news e gli italiani: dalla carta stampata, alla rete al mobile, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Dipartimento Scienze della Comunicazione, LaRiCA (Laboratorio di Ricerca sulla Comunicazione Avanzata), 10/2/ K. Purcell, L. Rainie, A. Mitchell, T. Rosenstiel, K. Olmstead, Understanding the Participatory News Consumer, Pew Research Center for the People & the Press, Washington, 1/3/ Dati presentati da Tns-Digital Life Italia al Forum della Comunicazione Digitale, Milano 16/2/ S. Maistrello, Giornalismo e nuovi media. L informazione al tempo del citizen journalism, Apogeo, Milano, 2010.

3 Parte Evoluzione dell infosfera 189 dizionali. In Italia un episodio simile è successo il 29 giugno del 2009 a Viareggio dove Alberto Macaluso, un progettista web trentenne, armato di telefono cellulare e macchina fotografica è il primo a rilanciare le immagini e a raccontare in diretta il deragliamento del treno merci che ha distrutto, tra le fiamme, una parte della città. Sono quasi sempre girate da semplici cittadini anche le immagini sulle rivolte in Medio Oriente, nel Maghreb, dalla Tunisia alla Libia. Immagini mosse e sfocate, ma che nella loro bassa qualità narrano con ancora maggior efficacia la concitazione del momento, il dramma che si sta vivendo. Le agenzie giornalistiche, le tv e i giornali acquisiscono i video caricati su You- Tube, i racconti postati sui social network e li rilanciano immediatamente nei canali mediatici tradizionali trasformandoli in eventi. A volte si comportano da free rider dell informazione, e con il velo del diritto di cronaca acquisiscono il documento e lo propongono come se fosse loro. Altre volte, più correttamente, chiedono a chi ha generato l informazione iniziale il permesso di poterla utilizzare, magari pagandone i diritti come se si rivolgessero a un service giornalistico. Entrambi i casi evidenziano l innovazione incredibile portata da internet e da tutti i device, cellulari inclusi, che permettono di connettersi e di interagire immediatamente con gli altri utenti: a quei documenti caricati in rete viene riconosciuto il valore di fonte giornalistica. Un cambiamento che impone in ogni momento la valutazione del costo-beneficio tra l utilizzo di materiale spesso non verificato 5 e la velocità con cui esso viene caricato all interno del canale affinché la notizia non rischi di essere bruciata dai concorrenti. L eventuale verifica di attendibilità arriva a posteriori, anche da parte degli stessi utenti-blogger. Si evince pertanto che spesso la pubblicazione di un informazione non va di pari passo con la qualità, ma solo con la velocità di immissione nel canale telematico. La comunicazione giornalistica si è sempre basata su tre passaggi lineari: fontigiornalisti-pubblico 6. Una linea retta inattaccabile in cui il giornalista fa da filtro e approfondimento rispetto alla fonte ricevuta e verificata. Oggi questa linea retta si è trasformata in un triangolo: le fonti, i giornalisti e il pubblico sono in realtà legati 5 Esistono innumerevoli esempi di bufale caricare in rete e poi battute immediatamente dalle agenzie di stampa, dai giornali. Le più pericolose, però, sono quelle che vengono introdotte scientificamente un pò alla volta, riducendo così la possibilità dei navigatori di operare da filtro, svelandone la genesi fittizia. Particolarmente interessante è l esempio delle possibili manipolazioni delle voci di Wikipedia, strumento, anch esso, molto usato dai giornalisti. La storia seppur falsificata, una volta che viene socialmente condivisa, difficilmente può essere smentita o cancellata dalla rete. 6 Jeff Jarvis offre alcuni spunti interessanti proprio sull allungamento e l evoluzione del ciclo di vita delle notizie nel tempo dei media digitali in: J. Jarvis, The Press Becomes the Press-sphere, Buzzmachine, 14/4/2008, (14/4/2008, 5:37).

4 190 Nomos & Khaos strettamente e in maniera biunivoca con un do ut des reciproco e costante. È venuto meno il giornalista gatekeeper, quello che decideva cosa sarebbe andato in stampa oppure no. Anche in Italia le redazioni giornalistiche si stanno adeguando al nuovo mondo dove, sempre più spesso, sono i lettori a decidere quali sono le notizie rilevanti che devono essere pubblicate sui media tradizionali. Così le redazioni web aggiornano costantemente la pagina on-line del giornale basandosi anche su quello che viene segnalato dalla rete. Viene quindi inserito un giornalista che monitora quali sono le storie che sono state più cliccate sul sito del proprio quotidiano per poterle poi approfondire nella riunione con i capi-redattori. È come se l avvento dei nuovi media stesse contribuendo a invertire il fenomeno dell Agenda setting 7. Così a determinare alcuni dei temi rilevanti nel dibattito di un paese non sono più i giornalisti, ma i navigatori. Oggi il giornalista deve ritornare alle sue radici, quelle della mediazione giornalistica totale in cui è lui in prima persona a verificare la correttezza di ogni tipo di informazione. Un lavoro che non possono permettersi tutti i fruitori della rete, per mancanza di professionalità, di possibilità e di tempo. Anche un blog, condotto con professionalità, può diventare un archivio interattivo e aggiornato, capace di allearsi o di fare concorrenza esso stesso al sistema mediatico del XXI secolo 8. Ne è conferma proprio l acquisizione avvenuta nel febbraio 2011, per 315 milioni di dollari, da parte della società Ic t Ao l, del sito di informazione Huffington Post. L Huffpo, come è più comunemente chiamato in rete, nasce nel 2005, per iniziativa di Arianna Huffington, Kenneth Lerer e Jonah Poretti, come semplice blog di informazione liberale-progressista che presto coinvolge tra i suoi contributori Barack Obama, Robert Redford e Michael Moore. Cresce rapidamente, rafforzando l inclinazione verso il giornalismo investigativo, fino a diventare uno dei blog più consultati e influenti al mondo 9. Il successo è agevolato anche dalla perfetta interazione con i social network, da Facebook a Twitter, passando per Yahoo e Google. Insieme all Huffpo merita una 7 La base scientifica, a lungo studiata, della teoria delle comunicazioni dell Agenda setting rimane sostanzialmente valida. Le nuove modalità di interazione tra media e lettori generano fenomeni complessi che meriterebbero ulteriori analisi sia qualitative, sia quantitative. Cfr. C. Formenti, Ma il cinguettio non nasce in Rete, Corriere Economia, 28/2/ V. Maccari, Tutti alla ricerca dei contenuti: le notizie diventano merce pregiata, Repubblica supplemento Affari e Finanza, 14/2/ In base alle statistiche di Technorati, Huffpo è valutato il blog più influente al mondo. Vedi technorati.com.

5 Parte Evoluzione dell infosfera 191 menzione particolare ProPublica, società newyorkese senza scopo di lucro finanziata con 10 milioni di euro all anno, per almeno tre anni, da Herbert e Marion Sandler. I due miliardari hanno deciso che l America aveva bisogno di inchieste, di vero giornalismo, quel genere che, come scrive Maistrello 10, la crisi economica e le epocali trasformazioni tecnologiche hanno quasi eliminato, o del quale hanno comunque abbassato il livello. La redazione non mira tanto a produrre articoli per il proprio sito, quanto a portare a conoscenza dell opinione pubblica fatti che rimarrebbero nell ombra, magari con la speranza che il servizio possa poi essere utilizzato dai grandi network: giornalismo e inchiesta, notizie e approfondimenti. Esempi, questi ultimi, che dimostrano come la rete non faccia per forza rima con velocità e superficialità. Nel maggio del 2009 il New York Times inserisce all interno della redazione una nuova figura professionale: il social media editor. La riveste Jennifer Preston, reporter di guerra, professore alla Columbia University, da lungo tempo firma del quotidiano americano. È solo il segnale ufficiale che anche le testate più prestigiose e antiche, se vogliono sopravvivere, non devono integrare e confrontarsi costantemente con il nuovo mondo, quello dei social network. Con il tempo e l evoluzione del marketing, i social editor sono già diventati, nel mondo dell Ic t americano che ama le definizioni enfatiche, social evangelist. IL MONDO VIRTUALE DIVENTA REALE La maggior parte degli studi sui social network si sono concentrati sui tassi di crescita esponenziali degli utenti o, al massimo, sulle dinamiche dei flussi nelle relazioni. I dati di una recente ricerca del Pew Research Center 11 ci consentono finalmente di riflettere sull impatto dei social network sulla società e sulle modalità con cui i gruppi si organizzano attraverso le nuove tecnologie. La ricerca è basata su un campione di cittadini statunitensi maggiorenni, questo aspetto lascia supporre che le tendenze ottenute siano ancora più marcate nel caso di bambini in età scolare o adolescenti che sono nativi del web. Dall analisi delle risposte emerge che internet svolge un grande ruolo di facilitatore delle relazioni sociali, amplificando o comunque semplificando la capacità dei cittadini di coalizzarsi su singoli temi o campagne complesse. Mentre solo il 56% della popolazione che non usa la rete partecipa ad attività di gruppi organizzati, 10 S. Maistrello, 2010, op. cit. p L. Rainie, A. Smith, K. Purcell, The social side of the internet, Pew Internet & American Life Project, Pew Research Center Publications, Washington, 18/1/2011.

6 192 Nomos & Khaos questa percentuale aumenta all 80% tra gli utenti di internet. Tale valore raggiunge l 82% tra gli utenti dei social network in generale, e ben l 85% per gli utilizzatori di Twitter. Sono interessanti anche i dati sul tipo di impatto che le nuove tecnologie hanno sul funzionamento stesso dei gruppi. Il 68% degli americani (75% se consideriamo solo gli utenti della rete) ritiene che internet abbia un grande ruolo nel facilitare la comunicazione tra i membri di un gruppo. Il 62% - il 68% tra gli utenti della rete - ritiene che internet aumenti la capacità dei gruppi di catturare l attenzione su un tema specifico. Il ruolo di facilitatore nell organizzazione sociale dei gruppi emerge da altri tre dati: il 53% degli americani on-line con un ruolo attivo all interno dei gruppi ritiene che internet sia fondamentale per mantenersi aggiornati sui temi di interesse e sull attività del gruppo stesso. Questa capacità incide sicuramente sulla velocità con cui un gruppo tecnologicamente savvy può reagire a improvvisi cambiamenti, siano essi proposte di legge, novità del quadro socio-politico, difficoltà di tipo economico o di altra natura. Il 49% ritiene che internet abbia un notevole impatto anche sulla capacità del gruppo di incidere sulle comunità reali. Il 35% ritiene poi che internet aumenti la capacità di invitare amici e di coinvolgerli nelle attività del gruppo, determinando così un effetto volano sul numero di membri e sul loro impatto potenziale nel mondo reale. La maggior parte degli amici, quindi, si coinvolge ancora nella vita off-line e non in rete. Le aggregazioni di individui createsi su internet tornano però attive sul territorio per incidervi direttamente. Nelle rappresentazioni giornalistiche dei fenomeni della rete, si cerca sempre di dare un volto a un gruppo. È difficile narrare un evento senza caratterizzarlo con il nome di un leader. Spesso vengono così individuati e segnalati personaggi non necessariamente rappresentativi 12. Eppure anche la rete ha un ruolo nella individuazione di nuovi leader. E un cittadino su tre crede che internet abbia un forte impatto sulla capacità di un gruppo di individuare i propri leader. Questo è un dato non banale considerando la natura ancora fortemente policentrica, se non addirittura anarchica, del mondo web. La rete ha un ruolo concreto nel raggiungimento degli obiettivi. Infatti il 53% dei membri di gruppi che sono riusciti a far eleggere un loro candidato in qualche posizione pubblica hanno ritenuto internet fondamentale per il raggiungimento di tale scopo. L utilizzo di internet sembra anche assecondare la natura multidimensionale del cittadino moderno. Il 46% delle persone attive nella vita sociale ritiene 12 Esemplare è stata la rincorsa dei media a intervistare i vari blogger che avrebbero guidato in questi mesi le rivolte nel Maghreb. Anche se i blogger citati sono diventati simbolo di un movimento, non per questo ne sono stati i leader. Ogni caso deve essere valutato singolarmente.

7 Parte Evoluzione dell infosfera 193 che la rete li aiuti a essere attive in un numero di gruppi ai quali non parteciperebbe altrimenti. L individuo della rete sembra quindi recuperare quella dimensione sociale smarrita nelle navigazioni solitarie dei primi geek dell era internet. Sono gli utenti più attivi a utilizzare maggiormente le nuove tecnologie della comunicazione, dai semplici ma potenti sms ai blog e ai social network. Le tendenze appena evidenziate tra gli utenti di internet, diventano ancora più rilevanti proprio in quella parte di popolazione che utilizza i social network. Chi è più attivo nei gruppi fa un uso più intenso dei social network. Viceversa, chi è iscritto a un social network è più facile che assuma un ruolo attivo all interno di un gruppo, pubblicando notizie su Facebook o Twitter, invitando nuove persone ad aderire alla propria iniziativa. Aumenta anche la possibilità di aderire a nuove proposte e campagne sociali. Un ultimo dato particolarmente significativo emerge dalla ricerca: i membri di un gruppo attivi su internet si sentono più fieri di se stessi e dichiarano con maggiore frequenza di aver raggiunto i propri obiettivi. Anche questo effetto, che afferisce più alla sfera della psicologia dell individuo, incidendo sul suo senso di realizzazione, autostima e gratificazione, può avere un impatto sociale quando viene riproposto su larga scala. Sembra quasi generarsi una sorta di spinta all innovazione sociale. Se si confrontano questi dati con l analisi del ruolo dei social network in Tunisia ed Egitto, si comprende immediatamente che la portata analitica e predittiva dei risultati ottenuti non sia confinata alla struttura sociale statunitense 13. SOCIAL MEDIA, DEMOCRAZIA E SOFT POWER Il 21 gennaio 2010, Hillary Clinton, Segretario di Stato americano formalizza una nuova linea di confine nell agenda della politica estera americana. Il discorso ha come titolo Internet Freedom 14. Il discorso del 2010 è il manifesto politico-filosofico che detta il cambio di pas- 13 Un tema del genere non può essere lasciato inesplorato dagli studiosi di scienze umane, al fine di verificare come questo tipo di risultati si possa riproporre in strutture sociali organizzate in maniera differente, come in Medio o Estremo Oriente. 14 È interessante notare come il discorso pubblicato sul sito del Dipartimento di Stato (http://www. state.gov/secretary/rm/2010/01/ htm) non sia consultabile solo in lingua inglese, come la maggior parte della documentazione simile, ma anche in arabo, cinese, francese, persiano, russo, spagnolo e urdu. Tutte lingue sicuramente indicative del target che si voleva raggiungere con questo proclama.

8 194 Nomos & Khaos so del soft power americano. Non rappresenta un innovazione nei temi affrontati, cari alla democrazia americana sin dalle presidenze di Bill Clinton e di George W. Bush, ma esprime con chiarezza quanto Obama e il suo staff abbiano deciso di investire sulla rete, eccezionale strumento moderno di soft power, per proiettare la loro influenza democratica sulle semi-democrazie e sulle dittature del mondo. Il bilancio della strategia definita dal presidente, eletto anche grazie all ottima campagna elettorale sui social network, è pieno di luci e ombre. Forse la miglior analisi di questo periodo è presentata da Clay Shirky nel suo saggio The Political Power of Social Media 15. Lo studioso americano può essere definito un tecno-realista, e nella sua analisi dei social media propone sia i successi delle nuove tecnologie della comunicazione, dai cellulari a internet, per promuovere l azione sociale, sia il rischio per chi li utilizza all interno degli stati totalitari. Queste tecnologie di libertà si trasformano, infatti, in un grande fratello terribilmente pervasivo, in grado non solo di monitorare i movimenti sociali, ma di identificare puntualmente tutti gli oppositori 16. Secondo l autore, gli Stati Uniti si sono concentrati troppo sulle tecnologie, pensando che l uso di internet, e lo sviluppo di software per permettere ai dissidenti di informarsi avrebbero di per sé contribuito all introduzione della democrazia negli stati dittatoriali. Shirky, invece, ritiene che lo sforzo maggiore debba essere indirizzato all incentivazione del libero dialogo all interno della società. Perché è solo con la conversazione che aumenta la consapevolezza politica di un popolo. Shirky sottolinea, ad esempio, che il tentativo di un governo totalitario di impedire ad un ampio gruppo non politico di scambiarsi foto di bei gattini, The Cute Cat Theory of Digital Activism di Ethan Zuckerman 17, ha infatti un costo politico, in termini di maggior dissenso interno, e tecnologico molto superiore a quello che comporta identificare e censurare un singolo dissidente. Ed è per questo motivo che conviene investire più risorse nella libertà di espressione interna, anche se su temi apparentemente futili. Gli stati, non solo quelli totalitari, devono decidere tra due opzioni 18 : da un lato possono incentivare il libero utilizzo dei nuovi media per rafforzare lo sviluppo e 15 C. Shirky, The Political Power of Social Media, Foreign Affairs, gennaio-febbraio 2011, vol. 90, n. 1, pp Esemplare è il caso della fallita onda verde iraniana (Green Revolution). I ribelli persiani del 2009 sono riusciti a coordinare le proteste e a diventare famosi nel mondo grazie all uso combinato dei cellulari e, in particolare, del social network Twitter. Proprio questi strumenti tecnologici hanno poi aiutato il regime a identificare e punire i dissidenti. 17 C. Shirky, op.cit., p Shirky cita il cosiddetto dilemma del dittatore, poi adattato e riproposto nel dilemma conservatore (the conservative dilemma) dallo studioso inglese Asa Briggs.

9 Parte Evoluzione dell infosfera 195 l economia del paese, dall altro possono limitarne il più possibile l accesso, bandire internet e l uso dei cellulari, per evitare di perdere il controllo della società. Un trade-off, che coinvolge sia le democrazie sia i regimi dittatoriali, dai costi economici e sociali ampi e difficili da gestire. La stessa Cina è ben consapevole che, quando utilizza la Grande Muraglia tecnologica 19 per bloccare l accesso sicuro a internet tramite Vp n (Virtual Private Network), sta danneggiando uno strumento molto utile allo sviluppo delle sue imprese. Shirky ritiene che gli Usa, nella campagna per la libertà, abbiano sopravvalutato il potere della tecnologia e sottovalutato il ruolo della società. Sottolinea, tra l altro, che l eccessiva enfasi sull uso di internet 20 spinga i regimi dittatoriali a mettere in opera ulteriori strumenti di controllo e censura, considerando la rete non uno strumento universale qual è, ma uno strumento della politica americana. Gli eventi a cavallo tra il 2010 e il 2011, hanno confermato gran parte delle analisi di Shirky, ma al tempo stesso ne hanno completamente scavalcato le previsioni temporali, mostrando che certe evoluzioni sociali possono essere più veloci dei tempi che sono serviti all autore stesso per analizzare la situazione e scrivere l articolo. DAL CASO WIKILEAKS ALLA PRIMAVERA ARABA Proprio il caso Wikileaks 21 rappresenta un esempio eccezionale di come sia cambiata la comunicazione contemporanea ai tempi di internet e dei social media. Anche volendo solamente segnalare alcuni spunti di analisi, emerge chiaramente come Juliane Assange sia riuscito, con una strategia accurata, a utilizzare, con più o meno successo, strumenti fino a pochi anni fa assolutamente sconosciuti. Ad esempio ha costruito un sistema basandosi sul concetto wiki, che prevede una gestione collaborativa e diffusa del servizio. Il sito e i documenti sono stati resi accessibili sfruttando comuni servizi gratuiti basati sul cloud computing, come quelli offerti da Google e Yahoo. Per facilitare gli utenti e velocizzare il download dei file senza far crollare i sistemi di distribuzione, si sono usate modalità di scambio basate sul peer-to-peer. Assange, poi, da artista della rete, proprio perché perfettamente consapevole dei limiti di diffusione delle informazioni su internet, ha deciso di allearsi con i media 19 Nota anche come The Golden Shield Project. 20 Vedi anche E. Morozov, L autogol di Internet Agenda, Il Sole 24 Ore, n.10, 11/1/ Il caso Cablegate, di cui si accenna qui di seguito, è cominciato il 28 novembre 2010, giorno in cui verranno diffusi i primi dispacci riservati della diplomazia americana.

10 196 Nomos & Khaos tradizionali per raggiungere un pubblico più ampio possibile e generare un forte dibattito di ritorno sui blog e sui siti di informazione on-line. Ha creato competizione tra le testate giornalistiche con delle esclusive mirate e ha cercato di limitare l effetto di saturazione dell informazione cercando di rilasciare, con un accurata tempistica, dispacci organizzati per temi e paesi, senza sovraccaricare il singolo canale di informazione nazionale. Un indicatore del successo della strategia comunicativa adottata è l andamento, ad esempio in Italia (si veda Figura ), del numero di volte che la parola Wikileaks è stata cercata sul motore di ricerca su Google. Essa raggiunge picchi di valore molto alti in brevissimo tempo. Figura Ricerche effettuate su Google in Italia (periodo: febbraio 2010 gennaio 2011) relative al termine wikileaks. I dati sono espressi in valori assoluti e sono indicati nel grafico in migliaia. Fonte: elaborazione F. Vitali su dati Google Adwords. La curva di interesse, naturalmente, varia di nazione in nazione, anche in base alla data di rilascio di notizie con un impatto sulla politica interna. Se prendiamo il caso tunisino si notano, dopo il picco comune a tutto il mondo del 29 novembre 2010, dei rialzi tra l 8 e l 11 dicembre L andamento è simile sia per le ricerche effettuate sul motore generico di Google (si veda Figura ) sia nel motore di ricerca dedicato alle sole news on-line (si veda Figura ). Proprio in quei giorni, infatti, saranno pubblicati i gravi giudizi dei diplomatici americani sulla corruzione del governo tunisino e, in particolare, della famiglia dell allora presidente Zine El-Abidine Ben Ali.

11 Parte Evoluzione dell infosfera 197 Figura Rilevazione delle ricerche nel tempo (1/11/ /12/2010) su Google Ricerche del termine wikileaks da parte degli utenti della Tunisia. Fonte: elaborazione F. Vitali su dati Google Adwords. Figura Rilevazione delle ricerche nel tempo (1/11/ /12/2010) su Google News del termine wikileaks da parte degli utenti della Tunisia. Fonte: elaborazione F. Vitali su dati Google Adwords. I valori rappresentati nei grafici delle figure e indicano il numero di ricerche web eseguite con un termine specifico rispetto al numero totale di ricerche effettuate rispettivamente su Google Ricerche (Fig ) e su Google News (Fig ) nello stesso arco di tempo (1/11/ /12/2010). Non rappresentano i valori del volume di ricerca assoluto, in quanto i dati vengono normalizzati e presentati in scala da 0 a 100; ciascun punto sul grafico viene diviso per il punto massimo o per 100. Quando i dati sono insufficienti, viene visualizzato 0. Assange afferma che la pubblicazione di quelle informazioni abbia avuto un ruolo fondamentale nello scatenare la rivolta tunisina che porterà di lì a un mese alla cacciata del regime. Da un punto di vista sociale, probabilmente, il leader di Wikileaks vanta un merito non suo e la rivolta non può essere spiegata semplicemente con questo fattore. La gente scende infatti in strada dieci giorni dopo, quando un giovane commerciante si dà fuoco in seguito alla requisizione della propria merce. La rivolta attecchisce perché le condizioni economiche, politiche e sociali sono allo stremo. Eppure non si può negare che le rivelazioni di Wikileaks, disvelando

12 198 Nomos & Khaos ad ampi settori della società, militari inclusi 22, che un paese come gli Stati Uniti 23 aveva un opinione così negativa della classe governante, siano servite da efficace detonatore 24. Così le popolazioni del Maghreb hanno preso coscienza che non solo è possibile ribellarsi ai dittatori corrotti, ma anche riuscire a cacciarli attraverso un azione di protesta semi-pacifica. Si genera nei paesi del Nord Africa una sorta di effetto a catena incentivato sul terreno da gruppi organizzati tramite i social network. Gruppi che, come Assange prima, sfruttano con professionalità le sinergie con i media tradizionali al fine di avere una copertura nazionale ed internazionale della loro azione. Anche nella primavera araba i social media hanno dimostrato di non essere solo un amplificatore, un megafono, delle voci della rete, ma di porre in essere un vero e proprio effetto di additivo sociale. Come gli additivi nelle reazioni chimiche, i social media contribuiscono a modificare e rafforzare determinati fenomeni sociali, spesso contribuendo a crearne di nuovi. Un altra lezione sul potere della rete ci viene dall Egitto, ed in particolare da Wael Ghonim, manager di Google e probabilmente il leader del movimento di protesta on-line che ha dato l inizio alla rivolta sociale che porterà alla caduta di Hosni Mubarak. Ghonim, oltre ad avere avuto il coraggio di sfidare a viso aperto il regime, usando in particolare Twitter e Facebook per organizzare i movimenti di protesta 25, dalla sua parte aveva la conoscenza. Essendo il marketing manager di Google in Medio Oriente e in Nord Africa aveva, infatti, sicuro accesso a tutti i trend della rete di quei paesi, delle parole più cercate e in più, degli umori della gente. Sono i dati che, grazie alle attuali tecniche di sentiment analysis e di social network analysis, permettono di effettuare indagini molto più precise di una semplice ricerca sociale e sicuramente predittive dell andamento di un fenomeno. 22 Vedere anche le analisi di M. Naìm in Nella rivolta in Nord Africa più decisivi i fucili e le tv di Twitter e Facebook, Il Sole 24 Ore, 27/2/2011, comunque non in contrasto con il ruolo che ha avuto internet nella svolta araba. 23 I francesi, che consideravano la Tunisia sotto la propria area di influenza, stanno ancora indagando se l impatto delle rivelazioni di Wikileaks non siano state casuali, bensì pilotate dallo stesso governo americano. 24 Due degli slogan della protesta erano Pane e acqua ma Ben Ali fuori (Houbz wa maa wa bin ali ala bara), oppure Pane e acqua ma non Ben Ali (Houbz wa maa wa la bin ali), lasciando capire che il solo miglioramento della situazione economica non avrebbe accontentato il popolo. L obiettivo era cacciare il regime. 25 Lo sviluppo di determinati fenomeni su internet non è quasi mai frutto di semplice spontaneità, ma è indirizzato e alimentato da azioni studiate strategicamente. Vedi ad esempio A. Maher, Per rovesciare Hosni studiavamo Belgrado, Il Riformista, 23/2/2011.

13 Parte Evoluzione dell infosfera 199 Lo sanno bene gli analisti che hanno stimato in circa 100 dollari (si veda Figura ) il valore dei dati di ogni singolo utente di Facebook, lo sanno gli investitori di borsa che usano i dati di Twitter per prevedere l andamento del mercato, lo sa la Cia 26 che ha appositamente investito in Facebook, lo sanno i russi che hanno cercato di fare come gli americani. E proprio il vicepremier russo Igor Secin, lo zar dell energia e uno dei più stretti alleati del Premier Vladimir Putin, arriva ad accusare Google e il suo manager egiziano di aver alimentato la rivolta con una manipolazione di energia popolare 27. Figura Valore del profilo degli utenti: calcolato in base alla stima del valore complessivo della società Facebook Social Network Facebook Facebook Facebook Facebook Facebook Quando 01/ / / / / 2007 Valore società (dollari) Utenti data valutazione (circa) $ $ $ $ $ Evento Investimento Goldman Sachs e Dst Investimento Elevation Partner Investimento Dst Investimento Li Ka Shing Investimento Microsoft Valore x utente nell investimento (dollari) Fonti: CrunchBase, Businessinsider, Facebook, Sec, altre. Elaborazione: Repubblica.it Tratto da M. Munafò, Caro utente, quanto vali? Il listino degli account, Repubblica, 08/1/2011. $ 100 $ 57 $ 50 $ 187 $ 300 Una valutazione sull andamento delle rivolte negli altri paesi arabi, dal Bahrein alla Libia, e sul caso Wikileaks si potrà fare con maggiori informazioni solo in futuro. Probabilmente tra un anno potremo rispondere anche alla domanda che l 11 gennaio scorso 28 si ponevano alcuni diplomatici specializzati in new media: a chi ha giovato la diffusione di documenti diplomatici effettuata da Wikileaks? I primi commentatori avevano parlato dei cinesi. Ora, la risposta non appare più così lineare. Forse gli americani non hanno generato volontariamente il flusso ma, sicuramente, anche se qualche volta con imbarazzo, ne hanno assecondato gli effetti sulla politica internazionale. 26 N. Shachtman, Exclusive: Google, Cia Invest in Future of Web Monitoring, Wired, 28/7/ G. White, Russia s Sechin Defends Investment Climate, The Wall Street Journal, 22/2/2011 (www.wsj.com) 28 L incontro WikiLeaks and the Future of Diplomacy si è tenuto a Ginevra l 11 gennaio Vedi anche

14 200 Nomos & Khaos CONCLUSIONI Il 15 febbraio 2011, nel mezzo della primavera araba, Hillary Clinton pronuncia il suo secondo discorso sulla libertà della rete: Internet Rights and Wrongs: Choices & Challenges in a Networked World 29. Il suo intervento è più articolato, meno filosofico rispetto a quello dell anno precedente. Il Segretario di Stato ha consapevolezza del trade-off proposto da esperti come Shirky e Briggs, e afferma: For the United States, the choice is clear. On the spectrum of internet freedom, we place ourselves on the side of openness. Now, we recognize that an open internet comes with challenges. It calls for ground rules to protect against wrongdoing and harm. And internet freedom raises tensions, like all freedoms do. But we believe the benefits far exceed 30. Anche se al suo interno sono citati gli stati arabi, l Iran, la Cina, questa volta sembra essere indirizzato anche ai governi occidentali, a una parte stessa degli americani che considerano necessario porre internet sotto controllo. Le misure adottate per regolare il web si presentano come interventi spesso leciti e perfettamente giustificati dalla lotta al terrorismo, alle violazioni del copyright, alla semplice diffamazione effettuata su blog e social network. Controlli che spesso offrono, però, alle non democrazie, gli strumenti tecnologici e i principi giuridici per giustificare appunto la censura su un blog, l arresto di un pericoloso hacker, lo stesso spegnimento delle reti di comunicazione pubbliche, in caso di attacco informatico 31 portato avanti dal nemico, sia esso interno o esterno. Due giorni dopo il discorso di Hillary Clinton, Barak Obama sarà a cena con i dodici grandi manager dell Ic t americano, da Mark Zuckerberg a Eric Schmidt, da Carol Bartz a Larry Ellison. Forse per parlare di come riorganizzare la NetFreedom Task Force, forse per discutere con loro del futuro del mondo. Sicuramente i russi e i cinesi non resteranno a guardare. 29 Si veda anche Internet Freedom Fact Sheet (http://www.state.gov/r/pa/prs/ps/2011/02/ htm). 30 Per gli Stati Uniti, la scelta è chiara. Sullo spettro della libertà di Internet, ci poniamo dal lato della apertura. Ormai, siamo consapevoli che un Internet aperto comporta delle sfide. Esige delle regole di base per la protezione dai comportamenti scorretti e dal danno. E come tutte le libertà, la libertà di Internet genera tensioni. Ma crediamo che i vantaggi superino di gran lunga le sfide. 31 Una versione geograficamente limitata del cosiddetto Internet Kill Switch, che dovrebbe consentire al presidente Usa di spegnere internet anche per 120 giorni in caso di cyber attacco (Cfr L. Larivera, La militarizzazione del ciberspazio, La Civiltà Cattolica, 2/10/2010, pp ), è stata messa in atto temporaneamente sia da Mubarak in Egitto, sia da altri dittatori in Nord Africa e in Medio Oriente.

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano Che cos è il social engineering? Il social engineering è l arte di raggirare le persone. Si tratta

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Proteggi la tua faccia

Proteggi la tua faccia Proteggi la tua faccia Tutorial per i minori sull uso sicuro e consapevole di Facebook a cura di Clementina Crocco e Diana Caccavale È come se ogni giorno intingessimo una penna nell inchiostro indelebile

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet OUCH! Ottobre 2012 IN QUESTO NUMERO Introduzione Le precauzioni da prendere Cosa fare in caso di smarrimento o furto Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet L AUTORE DI QUESTO NUMERO Heather

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

UN MONDO SENZA CARTA GIORNALI VS BLOGS: VECCHI E NUOVI MEDIA A CONFRONTO 1

UN MONDO SENZA CARTA GIORNALI VS BLOGS: VECCHI E NUOVI MEDIA A CONFRONTO 1 UN MONDO SENZA CARTA GIORNALI VS BLOGS: VECCHI E NUOVI MEDIA A CONFRONTO 1 In progress Febbraio 2007 Il salto tecnologico e la crisi dei media tradizionali I media sono in crisi? È una domanda più che

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Che cos è e come funziona l e-book

Che cos è e come funziona l e-book Che cos è e come funziona l e-book 1/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Negli ultimi mesi si è parlato molto dell e-book e del fatto che presto rivoluzionerà il mondo dell editoria: sono stati organizzati

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO

IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO business professional IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO www.igrandisoft.it La I Grandi Soft è nata nel 1995 e ha sviluppato l attività su tutto il territorio nazionale. All interno della

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ Riccardo Puglisi Le questioni in ballo Che cosa compra la pubblicità? L attenzione di lettori ed ascoltatori per i prodotti pubblicizzati. I mass mediacome "GianoBifronte (mercatoaduelati)

Dettagli

Lettera aperta agli studenti di questo pianeta

Lettera aperta agli studenti di questo pianeta Lettera aperta agli studenti di questo pianeta Postscritto all edizione tascabile dell estate 2011 di The World Is Open: How Web Technology Is Revolutionizing Education C U R T I S J. B O N K, P R O F

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli 01 Nei secoli, ci siamo abituati a leggere in molti modi (pietra, pergamena, libri). I cambiamenti continueranno e noi

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche ISTRUZIONI PER Usare in modo consapevole i motori di ricerca Valutare un sito web ed utilizzare: Siti istituzionali

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari REAL ESTATE Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari è un sistema progettato per garantire la semplice gestione della presenza online per le agenzie immobiliari. Il

Dettagli

Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza

Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza OUCH! Settembre 2012 IN QUESTO NUMERO I vostri account utente I vostri dispositivi I vostri dati Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza L AUTORE DI QUESTO NUMERO Chad Tilbury ha collaborato alla

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COSA E QUANDO SERVE PERCHE USARLO E un servizio di Cloud Computing dedicato

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 Regolamento 1) PREMESSA Oltre le Mura di Roma è un concorso di fotografia dedicato alle periferie di Roma organizzato dai Global Shapers (www.globalshapersrome.org),

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1 guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 INTRODUZIONE Dopo aver utilizzato internamente per alcuni anni il nostro software di Ticketing, abbiamo deciso di metterlo a disposizione

Dettagli

Verso la Società dell informazione

Verso la Società dell informazione BIBLIOTECARIO NEL 2000 Verso la Società dell informazione Le professioni dell informazione fra ricerca d identità e linee di convergenza di Carla Basili di società dell informazione non è nuova né recente,

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

OGGETTO, FINALITÀ E DURATA

OGGETTO, FINALITÀ E DURATA SELEZIONE PUBBLICA PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI CONSENTIRE LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DELLE PAGINE SOCIAL DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO OGGETTO, FINALITÀ E DURATA Il crescente sviluppo

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

pag. 2/9 INTERNET MARKETING (SYSCON SRL) Rev.1.2 Spett.le Ditta, giorno dopo giorno Internet sta modificando il

pag. 2/9 INTERNET MARKETING (SYSCON SRL) Rev.1.2 Spett.le Ditta, giorno dopo giorno Internet sta modificando il INTERNET MARKETING pag. 2/9 Spett.le Ditta, Rev.1.2 giorno dopo giorno Internet sta modificando il modo di essere azienda : la posta elettronica permette maggiore dinamicità nei rapporti con clienti e

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli