Associazione Italiana Pellicceria

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Associazione Italiana Pellicceria"

Transcript

1 Associazione Italiana Pellicceria A Market Without Boundaries: Presente e Futuro della Pellicceria in Italia Marzo 2015

2 L analisi quantitativa del Settore Pellicceria è stata condotta attraverso un questionario inviato agli associati di AIP allo scopo di individuare le principali tendenze in atto Lavoro svolto Advisory Spa è stata incaricata dall Associazione Italiana Pellicceria di svolgere una Ricerca sul mercato della Pellicceria in Italia che analizzi l andamento della produzione e dei consumi negli anni 2014 (stimato) e 2015 (previsione), e i principali trend che si stanno delineando tra gli acquirenti Scopo della Ricerca è monitorare l andamento del settore Pellicceria, che in Italia rappresenta un importante tradizione nella manifattura e nello stile, ed esprime un legame sempre più forte con il mondo del lusso Metodologia Il Questionario per la rilevazione dei dati è stato inviato via mail o via fax nella settimana del Novembre 2014 a 420 Associati AIP 2

3 La filiera della Pellicceria presenta un elevato grado di internazionalizzazione, con attività core rappresentata da Design & Confezione Allevamento Aste Pellicceria Concia & Tintura Design & Confezione Distribuzione Distributore Allevatore Aste Conciatore & Tintore Retail Griffe Pelliccerie GD Designer & Confezionatore Wholesales Consumatore 85% produzione WW di pelli deriva da specie allevate Visone, puzzola, procione cincillà e nutria le specie più allevate allevatori nel mondo 56% pelliccia volpe e 64% pelliccia visone prodotta proviene da Europa Cina e Europa (e.g. Danimarca, Olanda) i maggiori allevatori Fonti: EFBA, Analisi. Pelle non conciata acquistata WW Principali case d asta di pelli da pelliccia: - Copenaghen - Helsinki - Oslo - San Pietroburgo - Seattle Pelli sottoposte ai trattamenti Principali centri in Europa: - Italia - Francia - Germania Pelli conciate e tinte trasformate in: - Capi di pellicceria - Guarnizioni di un capo - Tessuto - Accessori Anno 2014 Produzione Façon 0,6B Produzione WholeSales 0,8B Prodotti finiti raggiungono il consumatore finale attraverso punti di vendita: - Griffe Boutique - Negozi specializzati - Grandi Magazzini Produzione Retail 1,5B 3

4 L attività produttiva della Pellicceria Italiana si concentra in distretti di eccellenza localizzati nelle regioni Lombardia, Toscana e Venet0 Maggiori Distretti Produttivi Pelle & Pellicceria Produzione Distretti Italiani della Pellicceria (2014, percento) Meta-distretto Moda Milano Distretto Concia Vicenza Altri 18% Distretto Industriale Tessile Abbigliamento Casentino- Val Tiberina Distretto Concia Valdarno Superiore Veneto 19% Lombardia 30% Toscana 34% Distretto Concia Solofra Fonti: Osservatorio Nazionale Distretti Italiani, Analisi 4

5 La produzione Italiana della Pellicceria è destinata soprattutto ai marchi specializzati e alle Griffe con un mark-up di c.a. 1,9x a valori Retail Valore Produzione Italiana per Committente (2014, M, volte) Markup WS-Retail ,9x Markup Façon-WS 802 1,3x ,6x ,8x ,0x 362 1,8x 2,0x 1,8x Marchi Abbigliamento Griffe Marchi Pellicceria 0 Facon Whole Sales Retail Façon Wholesales Retail Axis Title Fonti: Analisi. 5

6 Dopo il "rimbalzo" del , la produzione di Pelliccia in Italia mostra un calo a livello façon nel Aspettative di calo anche per il 2015 Valore Produzione Italiana ( M, percento) Retail Wholesale Façon 2005A 2006A 2007A 2008A 2009A 2010A 2011A 2012A 2013A 2014A 2015P Crescita Yoy Façon +11,1% -3,3% -7,0% -22,1% +18,1% +12,3% -7,0% +3,0% -7,4% -5,9% Crescita Yoy Wholesale +12,4% +0,2% -6,1% -24,6% +15,8% +8,8% -6,3% +4,1% -3,7% 1,6% Crescita Yoy Retail +13,1% +0,8% -5,9% -24,8% +15,2% +8,1% -6,2% +2,2% -2,0% 1,8% Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Analisi. 6

7 Il sentiment degli operatori è di un mercato in calo negli ultimi 3 anni, con limitate aspettative di crescita anche per il prossimo futuro Percezione dell'evoluzione del mercato della pellicceria da parte degli operatori (% delle risposte non nulle) Secondo la sua opinione, come si è evoluto/si evolverà il mercato della pellicceria negli scorsi/prossimi 3 anni? Ultimi 3 anni Prossimi 3 anni 75% 4% 21% 51% 3% 46% Con "Market Without Boundaries" è inteso un settore che si spinge oltre il confine geografico del mercato di riferimento, diventando sempre più internazionale ed oltre il confine del prodotto tradizionale, attraverso un'evoluzione ed un'innovazione continua In crescita Stabile In declino Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Istat, Analisi 7

8 Millions Millions Parte del calo della produzione nell'ultimo anno è imputabile alle minori esportazioni nei confronti di Russia (-29%) ed Ucraina (-57%). Su base annuale, il calo delle esportazioni nei confronti di questi due paesi ha contribuito ad un calo della produzione del 3-4% Export Italiano verso Ucraina ( M, valori cumulati) Export Italiano verso Russia ( M, valori cumulati) , ,6 12, ,1-29% ,7 6,2 3,8 3,5 2,5 1,5 1,9 1,1 0,4 0,6 0,7 0,3 0,3 0,4 0,4 0,6 0,4-57% Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott , ,5 29,0 26,2 20,2 20,0 16,5 7,9 3,2 3,2 4,1 2,8 1,6 4,5 7,3 1,2 1,7 2,7 3,6 Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Russia ed Ucraina sono grandi importatori dei prodotti di pellicceria Made in Italy. Interviste con gli operatori del settore rivelano che nel c.60% dei casi questi due paesi sono tra i primi tre destinatari delle esportazioni. Il calo di importazioni, causa la crisi, l'indebolimento del rublo e le restrizioni commerciali ha impattato per il 3-4% sul calo della produzione di pellicceria in Italia (-7,4%) Note: (*) Dati Import/Export riferiti a indumenti e accessori di abbigliamento, di pelli da pellicceria (escl. guanti di cuoio e pelli da pellicceria, scarpe, copricapo e loro parti) Fonti: Istat, Analisi 8

9 Inoltre, il valore della produzione Façon è in parte legata dall andamento del prezzo delle pelli, che nell'ultimo anno ha mostrato un calo marcato rispetto al 2013 (-52% YoY pelle di visone) Trend dei prezzi delle principali Pelli ( per pelle, percento) CAGR YoY Zibellino (Sojuzpushnina) Volpe (SAGA) Visone (KA) % +17% +18% -44% -34% -52% Le aste del 2014 hanno registrato un calo atteso e marcato rispetto ai prezzi del 2013 principalmente a causa di una eccessiva offerta rispetto alla domanda di pelli ed un inverno mite nei due maggiori mercati di consumo, Cina e Russia Al fine di stimolare le vendite all'asta, Kopenhagen Auction ha implementato delle misure per favorire l'accesso al credito da parte dei partecipanti I primi risultati del 2015 mostrano prezzi in ripresa rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente Fonti: Kopenhagen Auction, Sojuzpushnina Auction, SAGA Auction, Analisi 9

10 Gli operatori specializzati producono per Griffe, Marchi di Abbigliamento e Marchi di Pellicceria. La produzione per le Griffe è in tendenziale calo fino al 2012, ma aumenta la sua incidenza negli anni successivi Produzione Italiana per Committente - Wholesales (percento, M, punti percentuali) 100% 90% % 5% 6% 6% 5% 3% 2% 5% 5% 7% 8% 815 pp pp. 80% 70% 46% 48% 54% 56% 51% 48% 43% 43% 44% 48% 50% +1 pp. 60% 50% 40% 30% 20% 49% 47% 41% 38% 44% 48% 55% 53% 50% 45% 42% -4 pp 10% 0% 05A 06A 07A 08A 09A 10A 11A 12A 13A 14A 15P Crescita Yoy Wholesale +12,4% +0,2% -6,1% -24,6% +15,8% +8,8% -6,3% +4,1% -3,7% Marchi Pellicceria Griffe Marchi Abbigliamento +1,6% Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Analisi. 10

11 La pelliccia corta rappresenta il prodotto più utilizzato (57% della produzione) mentre cresce negli ultimi anni il peso degli inserti e degli accessori (+5pp '10-14) Produzione Italiana per Prodotto - Retail (percento, M, punti percentuali) 100% 90% 80% 70% % 6% 8% 8% 10% 8% 15% 15% 5% 4% % 12% 12% 6% 4% pp pp +4 pp -2 pp 60% 50% 40% 57% 52% 50% 54% 57% 0 pp. 30% 20% 10% 18% 20% 23% 16% 14% -4 pp 0% 2010A 2011A 2012A 2013A 2014A Pellicce Lunghe Pellicce Corte Stole & Ponci Inserti Accessori Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Analisi. 11

12 I consumi Wholesale registrano una diminuzione meno marcata nel 2014 (-1,9%), dopo il calo nel 2012 (-16,1%) e nel 2013 (-5,1%) Consumo Italiano - Wholesales ( M, percento) Import Produzione (200) (143) (177) (156) (162) (106) (142) (191) (250) (314) (300) Export (400) Var. Yoy Consumo Wholesale Consumo Retail 2005A 2006A 2007A 2008A 2009A 2010A 2011A 2012A 2013A 2014F +12,1% +1,4% -7,6% -21,9% +14,8% +3,5% -16,1% -5,1% -1,9% Produzione Wholesales Esportazione* Importazione* Consumo Wholesales : 14M di cui - 22M calo di esportazioni verso Russia/Ucraina + 8M incremento esportazioni verso altri paesi Note: (*) Dati Import/Export riferiti a indumenti e accessori di abbigliamento, di pelli da pellicceria (escl. guanti di cuoio e pelli da pellicceria, scarpe, copricapo e loro parti) Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Istat, Analisi 12

13 Cina/HK, Russia (sebbene in calo), Francia e USA rappresentano i principali Paesi di sbocco per l Export Italiano, mentre le importazioni risultano significativamente concentrate dalla Cina/HK (43%) Export Italiano* (2014, M, percento) Share 40 Cina+Hong Kong Nel 2013 la Russia era il primo paese importatore con c. 18% sul totale export Italiano (vs. 13% del 2014) Russia Francia USA Svizzera Regno Unito Germania Corea del Sud Giappone Altri Paesi destinatari: Romania (2,1%) Ucraina (2,0%) Spagna (1,4%) Emirati Arabi Uniti Kazakhstan Altri Export 13% 13% 13% 10% 7% 7% 4% 3% 3% 2% 2% 22% Esportazioni/ Produzione 37% Import Italiano* (2014, M, percento) Importazioni/ Consumo 13% 20 0 Share 32 Cina+Hong Kong Turchia Francia Filippine Grecia Svizzera Regno Unito Germania USA Spagna Moldavia Altri Import 43% 13% 10% 7% 6% 5% 3% 2% 2% 2% 1% 5% Note: (*) Dati Import/Export riferiti a indumenti e accessori di abbigliamento, di pelli da pellicceria (escl. guanti di cuoio e pelli da pellicceria, scarpe, copricapo e loro parti). Il dato presentato è una stima annualizzata calcolata sulla base del dato actual aggiornato a Ottobre 2014 Fonti: Istat, Analisi 13

14 Nonostante l'importanza dell'export (c. 40% della produzione Wholesale), quasi il 60% degli operatori non ha recentemente implementato iniziative per incrementare la propria presenza nei mercati esteri, principalmente a causa del differente modello distributivo e della politica dei prezzi Accesso ai mercati esteri (% dei rispondenti) Ha di recente implementato iniziative al fine di incrementare la sua presenza nei paesi esteri? No 58% Si 42% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 63% 60% Partecipato a fiere/estero/italia Contatti con clienti esteri a cui vendo direttamente 27% Collezione ad hoc per estero 17% 0% Selezionato partner locali per la distribuzione all'estero Aperto filiale all'estero con personale Quali sono le maggiori difficoltà riscontrate nell accedere ai mercati esteri? (è possibile dare più di una risposta) 60% 50% 40% 30% 20% 10% 56% 33% 21% 21% 0% Modello distributivo Politica dei prezzi in rapporto al mercato Preferenze dei consumatori Alta competizione /scarsa conoscenza del brand Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Analisi. 14

15 Inoltre, gli operatori indicano che i consumatori stranieri hanno preferenze in parte diverse da quelle dei consumatori Italiani, principalmente riguardo il contenuto stilistico e la qualità dei capi. Il 31% degli intervistati indica invece che non esistono sostanziali differenze tra i prodotti ricercati da consumatori Italiani e stranieri Preferenze del consumatore (% dei rispondenti) Cosa cerca il consumatore straniero rispetto al consumatore italiano in termini di prodotto? (è possibile dare più di una risposta) 50% 45% 40% 35% 30% 25% 20% 15% 43% 35% 31% 10% 5% 0% Prodotti più vistosi/fashion Prodotti con maggior qualità Prezzi più bassi Prodotti in linea con quanto ricercato dal consumatore italiano 18% Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Analisi. 15

16 Dopo il rimbalzo post-crisi, i consumi Retail mostrano dal 2012 difficoltà di ripresa, con un calo di c. 8% annuo Consumo Retail per Canale Distributivo ( M, %) CAGR Consumo Wholesale ( M) 2005A 2006A 2007A 2008A 2009A 2010A 2011A 2012A 2013A 2014F Negozi Abbigliamento Negozi Specialisti Pellicceria Grande Distribuzione Fonti: Rilevazione di mercato su Associati AIP, Analisi. 16

17 Dopo un andamento positivo a valore nel 2013, la produzione ha registrato nel 2014 un calo a livello Façon (-7,4%). A livello di committente, guadagna sempre più peso la Griffe a discapito dei marchi di pellicceria Key findings: Produzione Produzione Nel 2014 la produzione a valore ha registrato un calo nella fase di Confezione del 7,4% spinto in parte dalla crisi dei consumi, in parte dalle minori esportazioni nei confronti di importanti paesi quali la Russia ed Ucraina (-29% e -57% YoY), in parte da un calo dei prezzi medi delle pelli (e.g. calo del 52% dei prezzo del visone). A livello Wholesale e Retail si osserva un calo inferiore (-3,7% e -2,0% rispettivamente) per effetto di un maggiore share delle Griffe alle quali si applica un mark-up superiore Nel 2015 la produzione dei confezionisti è prevista nuovamente in calo (-5,9% YoY), mentre a livello Wholesale e Retail si attende una lieve crescita (1,6% e 1,8% rispettivamente), anche in questo caso per un favorevole effetto mix. Il sentiment dei produttori per il breve-medio periodo ha infatti portato a prevedere un nuovo calo, seppure in misura più contenuta rispetto al 2014 Committenza A livello Wholesale i prodotti in pelliccia, siano essi capi, accessori o inserti, sono realizzati da produttori specializzati del settore in misura prevalente per il proprio brand (45%) o per le Griffe (48%), e in via residuale per altri marchi di abbigliamento Il crescente peso delle Griffe denota un cambiamento nel modo di concepire la pelliccia, che è sempre più legata al mondo del lusso e sempre più utilizzata per creare nuovi tagli e movimento 17

18 Le esportazioni di prodotti di pellicceria dall'italia sono diminuite nel 2014, dopo 5 anni di incrementi consecutivi, principalmente guidati da Russia ed Ucraina. I consumi interni sono legati a fattori macro-economici e all'andamento del mercato del lusso Key findings: Consumo Import/ Export e Mercati emergenti Nel 2014 la quota di produzione destinata all export raggiunge quasi il 40% a valore. Le esportazioni sono state nel periodo in costante crescita (+31% CAGR 09-13) per poi arrestarsi nel Nel 2014, il calo dell'export di c. 4% a valore sull'anno precedente è dovuto alle minori importazioni di prodotti di lusso e pellicceria da parte di Russia (che per la prima volta dopo molti anni perde il primato come primo paese importatore )ed Ucraina, il cui calo incide per il 7,1% sulle esportazioni del Gli altri paesi continuano, quindi, ad aumentare le importazioni di pellicce dall'italia. Nonostante l'importanza dell'export, molti operatori non hanno recentemente implementato iniziative per incrementare la propria presenza nei mercati esteri, principalmente a causa del differente modello distributivo e della politica dei prezzi I principali Paesi destinatari delle esportazioni italiane sono Cina e Hong Kong (13%), Russia (13%), Francia (13%) e Stati Uniti (10%) Le importazioni, sebbene molto più limitate delle esportazioni, riportano un aumento dell'8%. Le importazioni sono molto concentrate, il 43% proviene da Cina e Hong Kong Consumi e driver di mercato Dopo il rimbalzo post-crisi, i consumi Retail mostrano dal 2012 difficoltà di ripresa, con un calo di c. il 8% annuo Gli operatori indicano principalmente i fattori macro-economici quali principali driver dei consumi di prodotti in pellicceria, oltre all'andamento del settore del lusso Di particolare interesse è il legame con il fashion che dal lato degli acquirenti appare sempre più forte in un contesto in cui la pelliccia è in continua evoluzione 18

19 Pellicce corte "Stripe Medley" o "Pixel" colorate ed accessori spiccano come trend dell'ultimo anno Key findings: Tendenze Tendenze prodotti Le pellicce lunghe hanno lasciato spazio a tagli corti, con le pellicce corte che nel 2014 pesano il 57%, ed accessori e inserti che coprono il 24% Interviste agli operatori evidenziano che il consumatore straniero ha in genere preferenze differenti dal consumatore Italiano, ricerca prodotti generalmente più fashion e più vistosi ed è molto attento alla qualità La pelliccia continua ad essere un capo alla moda e compare sempre più spesso sulle passerelle di importanti stilisti. Nella stagione emergono 8 Mood, in cui i diversi stilisti si identificano. Spiccano i colori e la fantasia, in un contesto in cui la pelliccia è un mezzo di espressione ed innovazione Ma la pelliccia è anche simbolo delle maestranze e della tradizione manifatturiera Italiana; diventa quindi importante per gli operatori del settore il continuo aggiornamento alle nuove tendenze ed esigenze di acquisto del consumatore 19

20 La rassegna stampa internazionale conferma che la pelliccia è sempre più "a market without boundaries", e non solo in termini di geografia Dalle passerelle "La prima volta che vai in qualsiasi fiera internazionale della moda impari una preziosa lezione: Hai bisogno di una pelliccia [ ]. Una pelliccia così particolare, a diversi strati e di colori artificiali, che non può che essere Griffe. Vista la sua posizione all'apice dei principali trend dell'autunno 2014, penseresti che i tempi della recessione siano solo un lontano ricordo la pelliccia è virtualmente ovunque, da un visone hyper-colour di Altuzarra ad un abito rosso e morbido di Prada. Indossala con cautela o, come suggerisce Dior, falla ciondolare sulle braccia con disinvoltura. Fai volare la pelliccia" Innovazione globale "La Kopenhagen Fur association continua a mettere al centro della sua strategia le preferenze del consumatore Cinese. Mantiene un ufficio ed uno studio di design full-time a Pechino. Ha formato diverse partnership con Tsinghua ed altre università per corsi su moda e pellicceria. Sponsorizza voli per Copenhagen per i principali designer Cinesi. Gestisce laboratori nella capitale Danese che hanno l'obiettivo di "spingere la pelle al limite" ( push the skin to its limits ), incoraggiando i designer a lasciar andare la propria immaginazione: caschi da moto ricoperti in visone e cover di ipad, ad esempio. Incorporando la pelliccia in ogni tipologia di prodotto, dai porta-chiavi ai paralumi, punta a fissarsi nel "tessuto" di tutti i giorni, non solo in Cina ma ovunque " Fonti: Rassegna stampa. 20

21 ma anche in termini di prodotto e situazione di utilizzo Without boundaries "Morbida, colorata e anche estiva. La pelliccia ormai non è più una prerogativa della stagione invernale e sceglie nuance audaci o cipriate per vestire donne dal forte carattere. Segno distintivo? L'originalità" "Quindi ha senso che borse in pelliccia siano il trend principale per l'autunno. Gli stilisti competono l'uno con l'altro per vincere nel lusso. [ ] I negozi sono invasi da borsette in pelliccia di Valentino, Burberry, e Fendi. Le collezioni autunnali, che iniziano ad arrivare nei negozi le prossime settimane, sono state una vera parade di borsette in pelliccia stile Marchesa, Fendi, Donna Karan, Marni and Derek Lam" Rekindle, rinnovare, far rivivere, riattizzare, riaccendere.[ ]. Da ciò il nome del progetto Rekindled, Avanguardia Italiana. Bandita l immagine della pelliccia tradizionale, ecco scaturire dall inventiva della bassa Lombardia l idea del recupero dei materiali avanzati dalla lavorazione dei capi di pregio delle più importanti griffe del settore. Poi la bacchetta magica di Davide e dei suoi collaboratori crea nuovi ed intriganti capi. Nulla si butta. Si mescola il visone con la mongolia, uno spruzzo di volpe ed un tocco di colore. Il gioco stilistico è fatto, non senza l abilità dei modellisti e dei sarti. Pellicce nuove, gioiose, lontane dagli stereotipi, giovani, nel contempo portabili anche da chi non lo è di età, ma di spirito. Ed in più l invenzione di una resina innovativa, ad acqua, che protegge ed impermeabilizza pelli, pellicce e tessuti. In più, con l aggiunta dei necessari pigmenti, diventa colore. Davide Pariscenti lavora per il top della pellicceria nazionale ed internazionale traendone grande soddisfazione, ma ha voluto mettersi in gioco anche sul fronte dell innovazione più pura. Finalmente- commenta Davide Pariscenti- i giovani sono tornati a recepire il gusto per la pellicceria, cosa che non vedevo da decenni." Fonti: Rassegna stampa. 21

22 All rights reserved. refers to the network of member firms of PricewaterhouseCoopers International Limited, each of which is a separate and independent legal entity. 22

Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana

Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana Il mercato della Pellicceria Italiana ha raggiunto un plateau nell ultimo periodo dovuto principalmente ad un consumo interno stabile

Dettagli

Associazione Italiana Pellicceria

Associazione Italiana Pellicceria Deals Strategy Associazione Italiana Pellicceria Pellicceria Made in Italy: Sfide e Opportunità di un Settore in Evoluzione Febbraio 2016 La filiera della Pellicceria presenta un elevato grado di internazionalizzazione,

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Le esportazioni di Vicenza e la dinamica del cambio nei mercati del made in Vicenza Tra i primi 20 mercati di destinazione dei prodotti

Dettagli

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 Nota a cura di SMI SISTEMA MODA ITALIA Il commercio con l estero nei primi dieci mesi del 2014 Secondo i dati ISTAT ad oggi disponibili, relativi al periodo gennaio-ottobre

Dettagli

GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT

GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EPORT Intervento di David Pambianco Martedì, 6 novembre 2012 Palazzo Mezzanotte Piazza degli

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT Ricerca INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EPORT Sintesi dell intervento di David Pambianco 6 novembre 2012 La ricerca è preceduta da due

Dettagli

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale Il commercio con l estero dell Italia: I vini Doc-Docg e PREVISIONI Igt nel 2014 di PRODUZIONE Il commercio con l estero dell Italia 14 aprile 2015 L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro:

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

Luxury Market Vision. Le opportunità esistenti per le aziende italiane del lusso nei mercati emergenti. www.pwc.com/it. Giugno 2013.

Luxury Market Vision. Le opportunità esistenti per le aziende italiane del lusso nei mercati emergenti. www.pwc.com/it. Giugno 2013. www.pwc.com.it Giugno 2013 Luxury Market Vision Le opportunità esistenti per le aziende italiane del lusso nei mercati emergenti Giugno 2013 www.pwc.com/it I mercati emergenti guidano lo sviluppo del mercato

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

Il contesto economico crescere nella nuova geografia. Silvano Carletti Servizio Studi BNL Milano, 8 maggio 2012

Il contesto economico crescere nella nuova geografia. Silvano Carletti Servizio Studi BNL Milano, 8 maggio 2012 Il contesto economico crescere nella nuova geografia Silvano Carletti Servizio Studi BNL Milano, 8 maggio 2012 Di cosa parliamo? Crescita, Competizione La nuova geografia Lo scenario cambia ancora 2 In

Dettagli

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014 Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 Osservatorio PMI 2014 -VI Edizione 1 Obiettivi Individuare le

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

L industria alessandrina della gioielleria: il commercio internazionale Osservatorio Internazionale del Distretto di Valenza e del settore orafo Rocco Paradiso Valenza, 31.01.2008 1 Internazionalizzazione.

Dettagli

TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel 2014 sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre.

TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel 2014 sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre. Sant Elpidio a Mare, 22 gennaio 2015 TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre. Approvati dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Agenda ANALISI DEGLI SCENARI MACROECON OMICI I. Analisi degli

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013 Sant Elpidio a Mare, 14 maggio TOD S S.p.A. Forte crescita dei ricavi all estero (Cina: +55,4%, Americhe: +31%). Italia: -26,7%. Solida crescita nei DOS (+16,8%). Confermata l ottima redditività del Gruppo,

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze

Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze Magda Antonioli - Università Bocconi Stati generali in Lombardia 18 aprile 2011 1 I numeri complessivi lombardo (anno 2009) Arrivi: 11,4 mln (12,2

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO

SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO Maggio 2011 Premessa L importazione in Siria è in espansione, ma e ancora contenuta a causa dei dazi doganali elevati e le importazioni di prodotti tessili

Dettagli

I consumi di Formaggi nel mondo

I consumi di Formaggi nel mondo Francesco Biella I consumi di Formaggi nel mondo Global Cheese consumption Il Mercato dei Formaggi in Italia e nei paesi esteri. Le performance nella Distribuzione Moderna Francesco Biella Client Manager

Dettagli

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria.

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Milano, 14 maggio TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del

Dettagli

Flussi Turistici in Piemonte 2015

Flussi Turistici in Piemonte 2015 Flussi Turistici in Piemonte 215 Consuntivo e andamento negli ultimi 1 anni Osservatorio Turistico Regionale Interviene Cristina Bergonzo Contesto internazionale Ifattidel 215 Il turismo internazionale

Dettagli

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica Il turismo nei primi 10 mesi del 2014 Servizio Turismo Ufficio Statistica Presenze province Emilia-Romanga Serie storica Province 2012 2013 Var. % 2012-13 Piacenza 487.398 451.185-7,4 Parma 1.455.669 1.507.066

Dettagli

Motor Study. Messaggi Chiave. Novembre 2015

Motor Study. Messaggi Chiave. Novembre 2015 Motor Study Messaggi Chiave Novembre 2015 1 I principali contenuti dello studio sintesi 1 pagina Deloitte ha effettuato una survey su 9.000 Clienti assicurativi in 8 nazioni Europee (UK, Irlanda, Germania,

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

OSSERVATORIO MERCATI EXTRA UE: OPPORTUNITA E PROSPETTIVE PER I VINI ITALIANI

OSSERVATORIO MERCATI EXTRA UE: OPPORTUNITA E PROSPETTIVE PER I VINI ITALIANI Vinitaly, 23 marzo 2015 OSSERVATORIO MERCATI EXTRA UE: OPPORTUNITA E PROSPETTIVE PER I VINI ITALIANI DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa Outline Perché un Osservatorio

Dettagli

1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto

1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto 1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto Gli Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese sono a capo di piccole imprese di cui definiscono,

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 luglio 2008 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2007 1.1 L andamento del settore nel 2007 Il 2007 è stato un anno positivo per

Dettagli

MERCATO LATTIERO CASEARIO

MERCATO LATTIERO CASEARIO MERCATO LATTIERO CASEARIO Scenario mondiale e nazionale Treviso, 10 giugno 2011 1 LA PRODUZIONE MONDIALE DI LATTE Nel 2010 la produzione mondiale di latte è aumentata, grazie all incremento dell offerta

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

MACEF THE ITALIAN EXPERIENCE. 9-12 settembre 2010. www.macef.it www.mymacef.it. International Home Show

MACEF THE ITALIAN EXPERIENCE. 9-12 settembre 2010. www.macef.it www.mymacef.it. International Home Show THE ITALIAN EXPERIENCE www.macef.it www.mymacef.it 9-12 settembre 2010 International Home Show Macef, Salone Internazionale della Casa THE ITALIAN EXPERIENCE Macef, Salone Internazionale della Casa, da

Dettagli

Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature

Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature 2.5.1.5.2 Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi Le professioni comprese in questa Unità Professionale si occupano dell'implementazione delle strategie di vendita delle imprese, dell'efficienza

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3%

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Milano, 11 novembre 2015 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY?

MADE IN ITALY SENZA ITALY? MADE IN ITALY SENZA ITALY? I nuovi scenari della Moda e del Lusso Intervento di David Pambianco Venerdì, 8 novembre 2013 Palazzo Mezzanotte - Piazza degli Affari 6, Milano SEMPRE PIU BRAND ITALIANI ACQUISITI

Dettagli

OBIETTIVI. SETTORE DI RIFERIMENTO: caratteristiche, esigenze formative, margini di sviluppo

OBIETTIVI. SETTORE DI RIFERIMENTO: caratteristiche, esigenze formative, margini di sviluppo Sede del master: Milano Data del master: Dal 10 al 22 giugno 2013 Durata: 100 ore in full immersion 2 settimane di stage in tutta Italia presso uffici stile, laboratori di moda, atelier e show room Numero

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

INDAGINE APRILE 2016

INDAGINE APRILE 2016 INDAGINE APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA MILANO, 1 APRILE 2016 La crisi è passata anzi no, italiani confusi rispetto alla crisi e alla sua durata: il 33% degli intervistati ritiene che sia in atto una debole

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

SOLO ITALIANO 2014 L ECCELLENZA DEL VINO ITALIANO IN RUSSIA SIMPLY ITALIAN PER LA PRIMA VOLTA A LONDRA UN AUTUNNO IN USA E ASIA DICONO DI NOI...

SOLO ITALIANO 2014 L ECCELLENZA DEL VINO ITALIANO IN RUSSIA SIMPLY ITALIAN PER LA PRIMA VOLTA A LONDRA UN AUTUNNO IN USA E ASIA DICONO DI NOI... newsletter, n 3 giugno 2014 www.simplyitaliangreatwines.com SOLO ITALIANO 2014 L ECCELLENZA DEL VINO ITALIANO IN RUSSIA Nuovi eventi in calendario per Simply Italian Great Wines che, dopo la Germania,

Dettagli

Il mercato del vino in Germania

Il mercato del vino in Germania Il mercato del vino in Germania Baccelle Enrico Aprile 212 milioni di euro milioni di litri Mercato del vino imbottigliato in Germania (GTI, Istituto Spagnolo Commercio Estero -ICEX-, Euromonitor, Aprile

Dettagli

Il Piano Straordinario per il Made in Italy: il Sistema Moda-Persona. Milano, 4 Febbraio 2015

Il Piano Straordinario per il Made in Italy: il Sistema Moda-Persona. Milano, 4 Febbraio 2015 Il Piano Straordinario per il Made in Italy: il Sistema Moda-Persona Milano, 4 Febbraio 2015 1 Il Piano per la Moda-Persona 2015 Il Governo recepisce le priorità del settore declinando un piano di filiera

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013 Milano, 13 novembre 2013 TOD S S.p.A. Solida crescita dei ricavi all estero (Greater China: +28%, Americhe: +14%). Confermata l ottima redditività del Gruppo (margine Ebitda: 26,5%). Aumentate le disponibilità

Dettagli

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio Roma 20 maggio 2015 ore 10.30 Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio La domanda estera sostiene l economia PIL E COMPONENTI DELLA DOMANDA IN ITALIA Variazioni congiunturali percentuali

Dettagli

Alla ricerca della crescita perduta:

Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca opportunità della crescita e ritorni perduta: di un Italia opportunità più internazionale. e ritorni di un Italia più internazionale. roma, 19 novembre

Dettagli

Grande Distribuzione e E-commerce in Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna. 23 luglio 2015

Grande Distribuzione e E-commerce in Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna. 23 luglio 2015 Grande Distribuzione e E-commerce in Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna 23 luglio 2015 Il settore retail rappresenta, già da alcuni anni, una componente rilevante della produzione nazionale Key

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO 1 Introduzione La nuova legge sugli Investimenti Diretti Esteri nel multi-brand retail apre nuovi scenari e nuove opportunità all interno

Dettagli

Vendere per crescere. Il caso della vendita di diritti di edizione nell editoria per ragazzi

Vendere per crescere. Il caso della vendita di diritti di edizione nell editoria per ragazzi Vendere per crescere. Il caso della vendita di diritti di edizione nell editoria per ragazzi Giovanni Peresson (giovanni.peresson@aie.it) Elisa Molinari (elisa.molinari@ediser.it) La compravendita di diritti

Dettagli

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare 11 ottobre 2014 MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare I TEMI DI APPROFONDIMENTO Vini e prodotti alimentari

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 novembre 014 Settembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a settembre 014 si rileva un aumento sia delle esportazioni (+1,5%) sia delle importazioni (+1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Quadro di riferimento Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Tendenze primo semestre 2012 L economia svizzera è una delle più ricche e solide dell Occidente, fortemente orientata ai servizi ed

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

Saldi delle posizioni lavorative dal 30 giugno 2008 per genere e cittadinanza

Saldi delle posizioni lavorative dal 30 giugno 2008 per genere e cittadinanza LA GRANDE CRISI RACCONTATA DAI NUMERI di Maurizio Gambuzza Saldi delle posizioni lavorative dal 3 giugno 28 per genere e cittadinanza 5-5 -1-15 -2-25 Uomini italiani Donne italiane Uomini stranieri Donne

Dettagli

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 Osservatorio Commercio N IT 231513 I consumi alimentari e non alimentari In un contesto di perdurante perdita di potere d acquisto, si registra una contrazione

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA MARZO 2010 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2.

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 SIMONE CAPECCHI * Cresce ancora la domanda di credito da parte delle imprese ma si raffredda negli ultimi 2 trimestri. Al

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-dicembre 2002 Anno VI - n 1 febbraio 2003 La nota congiunturale Confetra sul trasporto

Dettagli

Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori

Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori Chiaffredo Salomone Presidente ASSOFIN Credito al Credito Roma, 26 novembre 2014 ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: CRITICITÀ ED OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento

Dettagli

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino.

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Specializzazione produttiva o SP., competitività internazionale e crescita economica o SP.,

Dettagli

Provincia di Forlì - Cesena

Provincia di Forlì - Cesena 1 Il settore avicolo si presenta Marzo 2013 Introduzione: il settore avicunicolo in carni avicole 19% carni ovicaprine 3% La produzione avicola italiana si compone per oltre il 57% da carne di pollo, per

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IL SISTEMA IMPRENDITORIALE 1 1.1 Le imprese attive per settore e forma giuridica Nei primi tre mesi del 2015 risultano iscritte nel Registro Imprese della Camera di Commercio di Lodi 21.784 posizioni,

Dettagli

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well essere passione beauty s make-up energia passione ile Fabio Rossello make benessere beauty energia ergia Presidente Cosmetica Italia well beauty make passione energia well-being benessere Il quadro macroeconomico

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

Carta e cartone sviluppo della raccolta differenziata e garanzia di riciclo

Carta e cartone sviluppo della raccolta differenziata e garanzia di riciclo Carta e cartone sviluppo della raccolta differenziata e garanzia di riciclo Roberto Di Molfetta Napoli, 24 marzo 212 L Accordo Anci-Conai è motore della crescita della raccolta su tutto il territorio nazionale

Dettagli

Rilevi Group srl viene costituita a Bologna, Italia, nel

Rilevi Group srl viene costituita a Bologna, Italia, nel R G R O U P Company Profile Profilo Rilevi Group srl è un nome che è sinonimo di qualità e servizio nel campo del ricamo fatto a mano fin dal 1991, anno di costituzione. Rilievi Group è conosciuta presso

Dettagli

I modelli insediativi della popolazione straniera nei Sistemi Locali del Lavoro Italiani

I modelli insediativi della popolazione straniera nei Sistemi Locali del Lavoro Italiani I modelli insediativi della popolazione straniera nei Sistemi Locali del Lavoro Italiani Mauro Albani*, Antonella Guarneri*, Frank Heins**, Conferenza AISRe - Torino, 15-17 settembre 2011 * Istat Servizio

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZENITH OPTIMEDIA 2 10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione LUGLIO 2015. 27 luglio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione LUGLIO 2015. 27 luglio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione LUGLIO 2015 27 luglio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 20 e il 25 luglio 2015 con metodologia CATI/CAWI

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione DICEMBRE 2014. 8 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione DICEMBRE 2014. 8 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione DICEMBRE 2014 8 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 18 e il 22 dicembre 2014 con metodologia

Dettagli

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Sett Ott Nov Dic Tot. Tabella 1. Andamento richiesta energia elettrica negli anni 2013, 2014 e 2015

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Sett Ott Nov Dic Tot. Tabella 1. Andamento richiesta energia elettrica negli anni 2013, 2014 e 2015 Marzo, 2016 Quadro energetico 1 La situazione dell energia elettrica in Italia nel 2015 in rapporto al 2014 presenta alcuni elementi caratteristici opposti rispetto al confronto tra 2014 e 2013: il timido

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli

Abbigliamento e accessori per motociclisti

Abbigliamento e accessori per motociclisti ITALIA Abbigliamento e accessori per motociclisti Potenzialità del mercato e comportamenti d acquisto. Lo studio si concentra sui due canali di vendita preferiti: negozi specializzati e concessionari.

Dettagli