Piano dell Offerta Formativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano dell Offerta Formativa 2014-2015"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI MACERATA Piano dell Offerta Formativa Itinerari operativi 1

2 Indice Progetti d Istituto L italiano per amico pag. 3 Il corpo in gioco pag. 4 Continuità e integrazione pag. 6 Istruzione domiciliare pag. 7 Progetti Scuola dell Infanzia Via F.lli Cervi Il calore dell amicizia pag. 8 La mia scuola per la pace pag. 9 Un libro tira l altro pag. 10 Progetti Scuola dell Infanzia Via Spalato Hai un amico in me pag. 11 E lessero felici e contenti pag. 12 La mia scuola per la pace pag. 14 Suoniamoci su pag. 15 Progetti Scuola Primaria Via F.lli Cervi Orto in condotta pag. 17 Un nuovo Natale pag. 18 Ridi e gioca insieme a noi pag. 19 Un aquilone che vola alto pag. 21 Storie in vetrina pag. 22 Sperimentare l handicap pag.23 Impariamo insieme divertendoci pag. 24 Progetti Scuola Primaria IV Novembre A scuola con Arcobaleno pag. 25 Storie da leggere, storie da gustare pag. 26 A Natale: aggiungi un posto a tavola pag. 27 Orto in condotta pag. 28 Sperimentare l handicap pag. 29 Progetti Scuola Secondaria di 1 grado Orientamento scolastico pag. 30 Continuità educativa e accoglienza pag. 31 Psicologo in classe pag. 33 Ben-essere: educare per crescere, crescere per vivere pag. 34 Giochi d autunno pag. 35 Poteri e le magie delle parole pag. 36 Ed. scientifica ambientale pag. 37 Percorsi della memoria pag. 38 Certificazione inglese KET-PET pag. 40 Soggiorno studio nel Regno Unito pag. 41 Lettorato lingua inglese pag. 42 Certificazione spagnolo DELE pag. 43 Lettorato lingua spagnola pag. 44 Certificazione francese DELF pag. 45 Lettorato lingua francese pag. 46 Soggiorno studio in Francia pag. 47 Scuola di voci pag. 48 La mia scuola per la pace pag. 49 Progetto lettura pag. 50 Cucinare senza fuochi si può pag. 51 Ri-creando pag. 52 Attività sportive scolastiche pag. 53 Progetto recupero pag. 54 Certificazione tedesco FIT 1 pag. 56 Certificazione tedesco FIT 2 pag. 57 2

3 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI ISTITUTO Primaria IV Novembre Primaria Fratelli Cervi Secondaria di primo grado Dante Alighieri didattico integrativo del curricolo in orario scolastico L Italiano per Amico Carletti Floriana Bianchini Francesca, Di Tullio Caterina, Fiorillo Angela, Giglia Angela, Ercoli Romina, Ilari Giuseppina, Monachesi Palma Rosa, Ramadù Oreana, Tartuferi Roberta. Provincia di Macerata, Associazioni di Immigrati, Centro territoriale dei servizi sociali del Comune di Macerata, Famiglie di nazionalità non italiana degli alunni delle scuole dell Istituto Comprensivo, Comune di Macerata. Famiglie e alunni di nazionalità non italiana frequentanti le scuole dell Istituto Comprensivo. Docenti e alunni delle scuole dell Istituto. Tempi: Inizio previsto : settembre 2014 Conclusione prevista: giugno 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Facilitare l integrazione degli alunni di nazionalità non italiana nel tessuto scolastico e sociale. Fornire un alfabetizzazione e/o un consolidamento degli apprendimenti della lingua italiana come L2. Aprirsi alla ricchezza, alla dignità e alla diversità di cui ciascuno è portatore, senza alcuna percezione di minaccia alla propria identità culturale. Facilitare ai genitori e agli alunni di nazionalità non italiana la conoscenza della nuova scuola, dei suoi principi e della sua organizzazione. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Stabilire una comunicazione efficace e produttiva con la scuola. Integrazione positiva di tutti gli alunni coinvolti nel progetto e delle loro famiglie. Fornire una prima alfabetizzazione e favorire la conoscenza delle funzioni linguistico-comunicative principali agli alunni iscritti nelle scuole dell Istituto. Fornire una prima alfabetizzazione e poi favorire la conoscenza delle funzioni linguistiche e comunicative principali alle mamme degli alunni iscritti nelle scuole dell Istituto. 3

4 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI ISTITUTO Scuola Primaria "Via F.lli Cervi" - Scuola Primaria "IV Novembre" didattico integrativo del curricolo in orario scolastico didattico integrativo del curricolo in orario scolastico ed extrascolastico Il corpo in gioco Matè Caterina (docente referente attività motoria). Insegnanti di educazione fisica delle classi di Scuola Primaria (18 in totale). Istruttori (2 in totale) della A.S. Volley-Lube e del CONI che affiancano i docenti della Scuola Primaria durante l attività motoria. Istruttori della A.S. Volley-Lube che, al pomeriggio, in orario extrascolastico, propongono unità di lavoro di gioco-sport. A.S. Volley-Lube (convenzione). Provincia e Comune di Macerata - CONI (convenzione). Gli alunni delle Scuole Primarie in orario scolastico (444 in totale). Gli alunni di Scuola Primaria che frequentano i corsi facoltativi di motoria e minivolley in orario extrascolastico. Tempi: Inizio previsto: 20 ottobre 2014 Conclusione prevista: ultima settimana di maggio

5 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Il movimento per gli alunni è condizione per i futuri apprendimenti e per l acquisizione di abilità e capacità motorie che intervengono sulla corretta integrazione tra individuo e ambiente. L educazione al movimento non solo favorisce un idoneo sviluppo fisico degli schemi motori di base e posturali, delle capacità motorio-gestuali e dei diversi organi e apparati, ma assicura negli individui una migliore e più completa strutturazione dell immagine di sé (AUTOSTIMA). La collaborazione, tra insegnanti e consulenti esperti in scienze motorie, nello svolgimento dell attività motoria, determina una formazione in progress per tutti i docenti. Il corretto uso della bicicletta (rivolto agli alunni delle classi 4ˆe 5ˆ delle Scuole Primarie) e dei suoi molteplici utilizzi favorisce la padronanza dello schema corporeo, la coordinazione dinamica generale e l approccio ad importanti temi di carattere sociale, quali: - la conoscenza delle norme di educazione stradale; - la conoscenza e il rispetto dell ambiente; - l apprendimento di corretti stili di vita. I corsi in orario extrascolastico favoriscono una funzionale organizzazione del tempo libero degli alunni. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Coerentemente con le indicazioni curricolari di educazione fisica, le attività motorie e sportive promuovono esperienze cognitive, sociali, culturali ed affettive. Sul piano delle finalità si evidenziano valori etici che sono alla base della convivenza civile, quali: rispetto delle regole, rispetto di sé e degli altri; condivisione; cooperazione; responsabilità. Nell attuazione del progetto, l attività motoria/sportiva si configura anche come canale per facilitare l integrazione degli alunni di cittadinanza non italiana, in quanto contesto privilegiato dove ciascuno impara a relazionarsi con gli altri e per gli stessi motivi facilita l integrazione degli alunni diversamente abili. 5

6 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI ISTITUTO Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di 1 grado didattico integrativo del curricolo in orario scolastico didattico integrativo del curricolo in orario scolastico ed extrascolastico Continuità integrazione Floriana Carletti Le insegnanti dell Istituto impegnate nelle sezioni dei cinque anni (scuola infanzia), nelle classi quinte (scuola primaria) e nelle classi prime e terze della Scuola Secondaria di 1 grado. Scuole Secondarie di 1 grado presso le quali si iscriveranno gli alunni Gli alunni delle attuali sezioni dei cinque anni, delle classi quinte e della classe prima della scuola secondaria di primo grado, specialmente quelli diversamente abili. Tempi: Inizio previsto : giugno 2015 Conclusione prevista: ottobre 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Favorire l inserimento di tutti gli alunni in un nuovo contesto di apprendimento, in particolar modo dei bambini diversamente abili. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Avere la sicurezza che i propri figli siano accompagnati nella nuova scuola Creare un ambiente sereno e motivante per gli alunni diversamente abili che iniziano un nuovo percorso didattico ed educativo. 6

7 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI ISTITUTO Istituto comprensivo D. Alighieri didattico integrativo del curricolo in orario scolastico extracurricolare Istruzione domiciliare Piccioni Lucia Ara Vasta 9 e Servizi Sociali del Comune di Macerata Alunni eventualmente interessati Tempi: Inizio previsto : novembre 2014 Conclusione prevista: maggio 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Evitare lacune nell apprendimento. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Motivi di salute che impediscono una regolare frequenza scolastica. Reinserimento in sezione/classe senza difficoltà e in coerenza con il lavoro svolto in sezione/classe. 7

8 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola dell Infanzia Via F.lli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico Il calore dell amicizia Simona Cedrone N. ins. 13 Antinori Fiorella, Cedrone Simona, Cervigni Carla, Cignali Silvana, Corneli Isabella, Giacci Elisabetta, Mengoni Daniela, Morbiducci Sabrina, Pasquali Marisa, Pesci Rita, Picchio Tiziana, Vincenzetti Marta, Tombesi Franca. Numero b. 124 scuola dell infanzia plesso F.lli Cervi. Genitori. Nuovi iscritti per l anno scolastico Tempi: Inizio previsto: settembre 2013 Conclusione prevista: giugno 2014 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Far sentire il bambino sereno e a proprio agio attraverso la predisposizione di un ambiente scuola accogliente. Favorire l inserimento dei nuovi iscritti. Agevolare la relazione tra i bambini delle tre fasce di età grazie ad attività di inter-sezione. Promuovere, attraverso visite programmate, l esplorazione dell ambiente scuola da parte dei bambini iscritti per l anno scolastico Far vivere con serenità il passaggio alla scuola primaria da parte dei bambini frequentanti l ultimo anno di scuola materna. Coinvolgere e rendere più consapevoli i genitori alla vita scolastica. Creare una continuità con le esperienze educative pregresse. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Favorire l inserimento scolastico dei bambini superando ansie, timori e paure. Promuovere un graduale distacco del bambino dalle figure parentali. Esplorare con curiosità i materiali didattici e di gioco. Muoversi nello spazio-sezione con sicurezza. Frequenza scolastica serena e costante da parte dei bambini. Relazione positiva tra bambini di età diverse. Partecipazione dei genitori alle attività proposte nell ambito scolastico. 8

9 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO/ISTITUTO Scuola dell Infanzia Via F.lli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico didattico integrativo del curricolo in orario extrascolastico didattico integrativo del curricolo in orario scolastico ed extrascolastico extracurricolare LA MIA SCUOLA PER LA PACE Marta Vincenzetti N Antinori Fiorella, Cedrone Simona, Cervigni Carla, Cignali Silvana, Corneli Isabella, Giacci Elisabetta, Pasquali Marisa, Pesci Rita, Picchio Tiziana, Tombesi Franca, Mengoni Daniela Comune di Macerata Tutti i bambini del plesso (124) Sezione 3 anni, sezione 4 anni, sezione 5 anni Tempi: Inizio previsto : febbraio 2015 Conclusione prevista: maggio 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del In questo momento di crisi e conflitti, i bambini hanno bisogno di capire che un altro mondo è possibile, grazie alla partecipazione di tutti. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Accettare l'altro, come diverso da me Giocare insieme senza escludere nessuno Condividere il materiale Comunicare con gli altri, senza urlare o picchiare 9

10 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola dell Infanzia Via F.lli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico didattico integrativo del curricolo in orario extrascolastico didattico integrativo del curricolo in orario scolastico ed extrascolastico extracurricolare Un libro tira l'altro Ins. Giacci Elisabetta Antinori Fiorella, Cedrone Simona, Cervigni Carla, Cignali Silvana, Corneli Isabella, Giacci Elisabetta, Mengoni Daniela, Morbiducci Sabrina, Pasquali Marisa, Pesci Rita, Picchio Tiziana, Tombesi Franca, Vincenzetti Marta Librerie Giunti al Punto, iniziativa Aiutaci a crescere. Regalaci un libro Tutti i bambini del plesso (124) Tempi: Inizio previsto: ottobre 2014 Conclusione prevista: maggio 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Sensibilizzare i bambini al piacere della lettura e al rispetto del libro Favorire l uso del libro come strumento per stimolare la fantasia dei bambini ed arricchire le proprie conoscenze Migliorare l'attenzione all'ascolto di racconti di vario genere Sottolineare la valenza affettiva della lettura adulto-bambino esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: manifestazioni di consenso da parte degli alunni e delle famiglie A livello curricolare: Incrementare i tempi di ascolto ed attenzione Comprendere la sequenzialità delle fasi di una storia Rielaborare una storia con diversi linguaggi Saper esprimere gusti e preferenze Condividere la lettura di libri personali con i compagni di sezione Tenere in ordine i libri della sezione Aumentare il numero del prestito libri : (almeno 3 libri ogni bambino.) Rispetto delle regole del prestito dei libri della biblioteca scolastica 10

11 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola dell Infanzia Via Spalato didattico integrativo del curricolo in orario scolastico didattico integrativo del curricolo in orario scolastico ed extrascolastico Progetto Accoglienza,integrazione e continuità Hai un amico in me Rampichini Simona Assunta Team Docenti del Costarelli Oriana,Rossiello Rossella,Spè Maria Stella,Zaffrani Patrizia,Mozzicafreddo Annalisa,Ortenzi Monica,Santoncini Rosanna,Piangatelli Chiara,Censi Alessia,Torresi Laura,Rampichini Simona Assunta. Asilo nido e Scuola Primaria IV novembre 127 bambini di anni. Nuovi iscritti per l a. s Tempi: Inizio previsto : Conclusione prevista: Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del 1)Favorire l inserimento a scuola degli iscritti per l a.s ) facilitare l ingresso alla scuola primaria dei bambini del gruppo dei 5 anni 3)promuovere: -L inserimento e l integrazione dei bimbi di 3 anni,dei nuovi iscritti e dei bambini già frequentanti; -Il consolidamento dei rapporti dei bambini già frequentanti; -La collaborazione con le famiglie,per costruire un alleanza educativa proficua e generare legami partecipativi trasversali; -il rapporto di fiducia e la comunicazione con le insegnanti; 4)Avviare e consolidare l apprendimento delle regole del vivere in una comunità; 5)Favorire lo sviluppo psicofisico e co9gnitivo di tutti i bambini nell ottica della prevenzione del disagio e del recupero veloce; 6)valorizzare la specificità in modo particolare dei bambini con bisogni educativi speciali; 7)Formare nel bambino la capacità di confronto, di ascolto,di adattamento a nuove realtà,apportando contributi personali; 8)Promuovere la formazione integrale della personalità dell alunno diversamente abile e la piena integrazione dello stesso nella scuola. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: -Inserimento sereno -promuovere il processo di socializzazione -superamento sereno del distacco familiare(90%) -partecipazione attiva delle famiglie alla vita della scuola(90%) -evitare la dispersione scolastica(10%) -partecipazione attiva del bambino(90%) 11

12 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola dell Infanzia Via Spalato didattico integrativo del curricolo in orario scolastico didattico integrativo del curricolo in orario scolastico ed extrascolastico E LESSERO FELICI E CONTENTI INS. ORTENZI MONICA TUTTE LE INSEGNANTI DEL PLESSO: N. 12 Censi Alessia, Costarelli Oriana, Morbiducci Sabrina, Mozzicafreddo Annalisa, Piangatelli Chiara, Rampichini Simona Assunta, Rossiello Rossella, Santoncini Rosanna, Spè Stella Maria, Torresi Laura, Zaffrani Patrizia. PROGETTO NATI PER LEGGERE DI MACERATA, BIBLIOTECA MOZZI BORGETTI DI MACERATA TUTTI I BAMBINI DELLE 3 SEZIONI DEL PLESSO: TOTALE N. 127 Tempi: Inizio previsto : ottobre 2014 Conclusione prevista: maggio 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Promuovere la conoscenza del libro come strumento educativo sia per i bambini che per gli adulti. Favorire l uso precoce del libro come mezzo per stimolare la fantasia dei bambini ed arricchire le loro conoscenze del mondo e della realtà. Sottolineare la valenza affettiva dei momenti di lettura insieme nei contesti insegnante/alunni, genitori/figli, bambini/bambini, a rafforzamento di un rapporto che si va costruendo e può essere continuamente arricchito. Sviluppare un crescente interesse verso la scoperta del libro ed una ricerca personale del sapere. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: - Allestimento degli spazi in modo che ogni sezione sia provvista di un angolo lettura dotato di libri adatti alle diverse fasce di età e collocati in angoli accessibili e piacevolmente morbidi - Almeno il 50% dei bambini porta un libro da casa per guardarlo insieme ai compagni - Coinvolgimento delle famiglie relativamente alla tematica, la totalità delle famiglie dei nuovi iscritti riceverà un breve depliant informativo 12

13 sull importanza della lettura ad alta voce ai bambini, su come e quando leggere, - Cura dei rapporti con la biblioteca comunale e/o con il Progetto Nati per Leggere di Macerata attraverso attività di promozione delle iniziative cittadine e invito di lettori volontari NPL all interno della scuola - Incremento della consuetudine nel racconto di fiabe e filastrocche prevedendo tempi appositamente dedicati e allestimento degli spazi: in sezione, momento di accoglienza del mattino in intersezione, sabato in intersezione, dopomensa, - Costruzione individuale di libriccini monografici: 2 per almeno il 95% dei bambini della sezione di cinque anni, 1 per almeno il 95% dei bambini della sezione di tre e quattro anni - Fruizione del prestito bibliotecario con cadenza quindicinale nei mesi gennaio/maggio per almeno il 98% dei bambini in orario scolastico - Creazione di elaborati grafico-pittorici da verbalizzare con l insegnante relativo ad ogni libro scelto in biblioteca per almeno il 95% dei bambini della sezione di 5 anni - Invenzione di storie attraverso l utilizzo di flash card per almeno il 95% dei bambini della sezione di cinque anni - Incremento della dotazione libraria attraverso un dono da parte di almeno il 70% dei bambini della sezione di 5 anni di un libro da lasciare alla scuola con dedica - Realizzazione di un lavoro inerente ad una storia scelta da animare in occasione dell apertura/chiusura del Progetto Lettura e della festa di accoglienza dei futuri bambini di 3 anni - Eventuale uscita didattica alla legatoria Il Sentiero per i bambini della sezione di quattro anni - Eventuale uscita didattica alla Biblioteca Comunale Mozzi-Borgetti per i bambini della sezione di cinque anni. 13

14 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola dell'infanzia Via Spalato didattico integrativo del curricolo in orario scolastico LA MIA SCUOLA PER LA PACE Oriana Costarelli Le insegnanti del plesso (n.10): Censi Alessia, Costarelli Oriana, Ortenzi Monica, Piangatelli Chiara, Rampichini Simona Assunta, Rossiello Rossella, Santoncini Rosanna, Spè Stella Maria, Torresi Laura, Zaffrani Patrizia Comune di Macerata Possibili collaborazioni con Associazioni proposte dal Comune di Macerata Tutti i bambini (n. 126) frequentanti la scuola dell infanzia Via Spalato. Tempi: Inizio previsto: Novembre 2014 Conclusione prevista: Maggio 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Far vivere ai bambini esperienze collettive volte a scoprire l importanza della legalità attraverso attività laboratoriali e di progettazione partecipata condotte in intersezione. Stimolare nel bambino la coscienza della necessità di seguire norme di comportamento indispensabili per la democratica convivenza civile. Aiutare i bambini a capire ciò che è giusto fare e ciò che è giusto richiedere ed ottenere per soddisfare i propri bisogni e diritti inviolabili. Formare personalità forti, autonome, rispettose di sé e degli altri. Stimolare la capacità di discutere, affrontare problemi, indicare soluzioni. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Alla data odierna non è possibile fare previsioni attendibili in quanto il progetto viene proposto dall Amministrazione comunale che ne determina tematica e fasi progettuali. Le insegnanti del plesso provvederanno ad adeguare gli itinerari operativi più idonei alla fascia di età dei bambini per lo sviluppo della proposta progettuale. Sarà favorita la fruizione di laboratori e collaborazioni con Associazioni del territorio, generalmente proposte dal Comune di Macerata, per l approfondimento e l interiorizzazione delle tematiche. Il progetto si concluderà con la partecipazione alla mostra finale presso gli Antichi Forni dove saranno esposti elaborati e manufatti realizzati dai bambini. 14

15 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola dell'infanzia Via Spalato didattico integrativo del curricolo in orario scolastico SUONIAMOCI SU! Insegnante Costarelli Oriana Le insegnanti del plesso (n.10): Censi Alessia, Costarelli Oriana, Ortenzi Monica, Piangatelli Chiara, Rampichini Simona Assunta, Rossiello Rossella, Santoncini Rosanna, Spè Stella Maria, Torresi Laura, Zaffrani Patrizia. Docente Celeste Carboni, insegnante presso la Scuola Civica di Musica Scodanibbio e del Progetto El Sistema Nucleo Macerata Tutti i bambini del Plesso Scuola dell Infanzia Via Spalato n. 127 Tempi: Inizio previsto: Gennaio 2015 Conclusione prevista: Maggio lezioni settimanali Appuntamenti: festa di carnevale, festa di primavera, festa di fine anno Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del - Necessità di una formazione musicale specifica per le insegnanti: l attivazione del presente progetto sarà utile all acquisizione di pratiche specialistiche da parte delle docenti che turneranno nell assistere alle lezioni. - Necessità di sviluppare e integrare la crescita culturale e specificatamente sonoro/musicale degli alunni, attraverso attività musicali che tengano conto delle competenze di base (fisiche, culturali, affettive) dei bambini quali l educazione all orecchio, l educazione ritmica, vocale, melodica, strumentale. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Il 98% dei bambini che fruiranno con continuità delle attività didattiche, ovviamente in modo adeguato all età e considerando pienamente l importanza dell aspetto ludico, arriveranno ai seguenti obiettivi di tipo cognitivo, affettivo, corporeo: Obiettivi cognitivi: - capire il suono e la musica - saper operare discriminazioni sonore (momento percettivo) - saper individuare alcuni caratteri fondamentali del suono - saper produrre piccole sequenze musicali, sulla base di logiche scelte del materiale sonoro Obiettivi affettivi: 15

16 - autocontrollo ed autodisciplina nell ascolto e nelle attività conseguenti - saper accettare un valore (messaggio emotivo) - acquisire comportamenti aperti alla collaborazione con gli altri (socializzazione) Obiettivi psicomotori: - avviare un interazione tra suono-movimento-suono, nel più ampio rapporto uomo-suono - sollecitare ordinatamente ed in modo coerente (senza malintesi ed empirici spontaneismi) comportamenti di comunicazione non verbale, intesi all uso armonico del gesto e del mimo (in relazione al suono e alla musica) - saper impugnare e suonare con disinvoltura e adeguato rapporto ritmicotimbrico strumenti a percussione - riproduzione del suono attraverso la voce (intervalli, canti) - coordinazione suono-gesto (mente-occhio-voce-suono) 16

17 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola Primaria Via F.lli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico ORTO IN CONDOTTA BIANCHINI FRANCESCA Giglia Angela, Puccetti Antonella, Katia Rossetti, Catia Meschini, Maria Grazia Caproli, Matè Caterina. Comune di Macerata, Slow Food, Alunni delle classi 5 (23 alunni) e 5B (24 alunni) Alunni delle classi 4 A ( 19 alunni) e 4B ( 21 alunni) Alunni delle classi 3 A ( 23 alunni) e 3B ( 23 alunni) Alunni della classe 2 A (23 alunni) e 2B (22 alunni) Alunni delle classi 1 A ( 22 alunni) e 1B (23 alunni) Tempi: Inizio previsto : ottobre novembre 2014 Conclusione prevista: maggio/giugno 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Educare gli alunni al rispetto della natura e di tutte le creature viventi; cambiare le abitudini alimentari quotidiane per avviarli ai concetti di buono e sano ; avvicinarli alla terra attraverso la coltivazione biologica e biodinamica. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: necessità di un educazione alimentare che porti il bambino a scegliere cibi più adeguati alla crescita e alla salute. -si predilige piantare colture a ciclo breve, in modo da poter osservare il ciclo intero dal seme al raccolto all interno dell anno scolastico. -ad orto già avviato gli insegnanti si preparano ad attività di educazione ambientale da elaborare in classe e da mettere in pratica all aperto. -si preparano inoltre ad insegnare ai bambini il significato della ciclicità delle stagioni. - si cerca di avvicinare i bambini ad un approccio sano e corretto all alimentazione 17

18 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola Primaria Via F.lli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico UN NUOVO NATALE! Rossetti Katia Cicala, Del Giudice, Rossetti, Monteverde, Giglia, Matè, Picchio, Corvatta, Carletti Le insegnanti del plesso. I genitori degli alunni. Tutte le classi del plesso F.lli Cervi. Tempi: Inizio previsto : ottobre 2014 Conclusione prevista: dicembre 2014 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Incrementare negli alunni il senso di condivisione e solidarietà propri del Natale. Sollecitare il lavoro di gruppo con i compagni e gli insegnanti. Favorire comportamenti di inclusione sociale verso ogni provenienza culturale. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Dedicare dei momenti interamente dedicati ai valori e alle tradizioni che si legano alla festa del Natale. Consapevolezza dei diversi significati del Natale, attraverso la costruzione di testi, manufatti e l'esecuzione di musiche. Condivisione delle esperienze costruite in classe con tutti i bambini del plesso. Imparare a stare insieme e ad accogliere tutti. Riscoprire la festa del Natale come rinascita e novità. 18

19 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola Primaria Via F.lli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico Ridi&Gioca insieme a noi! Giorgia Foresi Insegnanti di classe e di sostegno della 1 B / Alunni della classe 1 B (20 bambini) Tempi: Inizio previsto : Ottobre 2014 Conclusione prevista: Giugno 2015 Il Lunedì dalle alle Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del Il progetto integra, con attività giocose e trasversali, i contenuti relativi ai principi basilari delle competenze sociali e civiche. Obiettivi generali Ha cura e rispetto di sé, come presupposto di un sano e corretto stile di vita. Assimila il senso e la necessità del rispetto della convivenza civile.( ) Competenze sociali e civiche: Rispetta regole e norme comuni. Rispetta le consegne ricevute. Spirito di iniziativa e imprenditorialità Manifesta i propri interessi ed è motivato ad apprendere. Motivazioni specifiche del - Maturare un atteggiamento positivo nei confronti della scuola e vivere serenamente la nuova esperienza nella scuola primaria; - incrementare i processi di socializzazione e di integrazione degli alunni diversamente abili, creando relazioni significative attraverso il gioco e le risate insieme; - creare e potenziare la dimensione del gruppo classe, attivando dinamiche basate su comunicazione empatica, collaborazione e aiuto reciproco; - favorire lo sviluppo emotivo, sviluppando l autostima e imparando a gestire meglio lo stress e le emozioni negative; - sostenere i processi di apprendimento e migliorare le prestazioni scolastiche attraverso la sollecitazione della creatività; - favorire l espressività corporea e migliorare la consapevolezza sulla respirazione. 19

20 esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: Supportare l esperienza scolastica appena iniziata stimolando l entusiasmo e creando occasioni per giocare insieme in modo creativo. Favorire l espressività piena del bambino, agendo a livello emotivo, fisico e cognitivo. Potenziare l attenzione, la concentrazione, la creatività e di riflesso - gli apprendimenti. 20

21 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola Primaria Via F.lli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico Un aquilone che vola in alto -Progetto Continuità-Accoglienza Picchio Stefania - Giglia Angela Picchio Stefania - Giglia Angela Matè Caterina Damiani Monica Guardati Silvia Insegnanti Scuola Infanzia plesso F.lli Cervi sez. 5 anni alunni sezione 5 anni scuola Infanzia del plesso alunni classi IV A e B scuola Primaria del plesso Tempi: Inizio previsto : ottobre/novembre 2014 Conclusione prevista: settembre 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del - Favorire il passaggio degli alunni dalla scuola dell Infanzia alla scuola Primaria in maniera serena e positiva. - Stimolare l integrazione dei bambini nel gruppo. - Favorire la comunicazione interpersonale e la costruzione di nuove relazioni. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: - Conoscere i nuovi ambienti, gli spazi, l organizzazione e il personale di riferimento. - Passaggio al successivo ordine di scuola senza ansie, con una buona conoscenza del nuovo ambiente, un approccio alla nuova organizzazione e una prima conoscenza del personale di riferimento. 21

22 SCHEDA DI PROGETTAZIONE DI PLESSO Scuola Primaria Via Fratelli Cervi didattico integrativo del curricolo in orario scolastico Storie in vetrina Torresi Noemi Cicala Carla, Del giudice Giuliana, Bianchini Francesca, Polci Marco, Monteverde Sabrina, Picchio Stefania, Matè Caterina, Caproli Maria Grazia. Incontri con autori o illustratori. Tutti gli alunni del plesso. Tempi: Inizio previsto : ottobre 2014 Conclusione prevista: maggio 2015 Motivazioni, bisogni, esigenze che hanno determinato la scelta del -infondere nei bambini il piacere del leggere, inteso come stimolo della fantasia e della creatività; -far comprendere agli alunni che la lettura è uno stimolo culturale alla crescita emotiva e intellettiva personale; - facilitare la socializzazione dei ragazzi in un ambito prettamente culturale, utilizzando la bancarella per il baratto dei libri che si presenta come un momento di condivisione e di confronto su ciò che si è letto o si vorrebbe leggere. esigenze espresse direttamente da alunni e/o genitori: - Per soddisfare il desiderio di molti alunni di poter leggere più libri si è deciso di predisporre una biblioteca in classe, rendendo così possibile un frequente prestito dei libri. Lettura, da parte d ogni alunno, di un considerevole numero di libri. 22

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5 SCUOLA DELL'INFANZIA "PANTANO" PROGETTI CURRICULARI Anno Scollastico 2013 -- 2014 INDICE 1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

Progettazione annuale di sezione

Progettazione annuale di sezione ISTITUTO COMPRENSIVO GANDHI Via Mannocci, 23 59100 PRATO Scuola dell Infanzia Gandhi Progettazione annuale di sezione Sez. 1 ANNO SCOLASTICO 2014-15 PROGETTAZIONE ANNUALE DI SEZIONE SEZ. 1) CAMPI DI ESPERIENZA

Dettagli

Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009

Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009 Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009 PRESENTAZIONE OBIETTIVI FINALITA Il corso di educazione al suono, al movimento ed all immagine si rivolge principalmente ai bambini delle scuole elementari.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO di MUSICA Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area Periodo di riferimento Traguardi di competenza Obiettivi

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA MATER MEA VIA PUSIANO, 57 MILANO Tel. 02/2722141 Fax 02/2722143 e-mail. Mariamatermea@ libero.it PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO Questo progetto

Dettagli

Istituto Comprensivo Ugo Betti - Piano dell Offerta Formativa

Istituto Comprensivo Ugo Betti - Piano dell Offerta Formativa SCUOLA DELL INFANZIA Dimensione didattico - pedagogica La scuola dell infanzia, liberamente scelta dalle famiglie, si rivolge a tutti i bambini dai 2,5 ai 6 anni di età ed è la risposta al loro diritto

Dettagli

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi Premessa Il Baby Parking/Spazio Bimbi è un servizio socio-educativo che può accogliere bambini dai 13 ai 36 mesi, dal lunedì al venerdì, fino a 6

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

UNA SCUOLA VERDE E BLU

UNA SCUOLA VERDE E BLU La Scuola dell Infanzia si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento nel quale le sollecitazioni che i bambini sperimentano nelle loro esperienze possono essere filtrate, analizzate

Dettagli

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN ROCCO SCUOLA MATERNA VIA FORNACI 66/D - 25131 BRESCIA TEL. E FAX: 0302680472 segreteria@sanroccomaterna.it www.sanroccomaterna.it

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA - SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Porrettana 258 40037 SASSO MARCONI tel.051.841185 fax 051-843224 e-mail: ic.sassomarconi@libero.it -

Dettagli

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola Prot. n.3468b38 Noicattaro, 13.09.2013 Circolo Didattico Statale Alcide De Gasperi via A. De Gasperi, 13 Telefono e fax 080.4793318 E-mail: baee14508@istruzione.it www.degasperi2noicattaro.eu Noicàttaro

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado.

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. c) Compilazione del quadro sintetico riassuntivo d) Analisi dei dati a cura dei docenti e Funzione Strumentale e individuazione degli alunni a rischio e) Valutazione approfondita alunni a rischio entro

Dettagli

La scuola one time e i work shop

La scuola one time e i work shop 2 La scuola media del Collegio Rotondi si riconosce per un percorso culturale proiettato in una dimensione internazionale della form. La ricerca di nuove strade e nuove modalità del fare scuola coinvolge

Dettagli

PROGETTI TRASVERSALI PROGETTO FINALITÀ DESTINATARI

PROGETTI TRASVERSALI PROGETTO FINALITÀ DESTINATARI PROGETTI TRASVERSALI FINALITÀ DESTINATARI SCIENZE MOTORIE: 1. PSICOMOTRICITA 2. GIOCO-SPORT 3. SPORTIVAMENTE A SCUOLA Acquisire la conoscenza-coscienza del proprio Io corporeo e la capacità d interagire

Dettagli

UN AVVENTURA PER CRESCERE

UN AVVENTURA PER CRESCERE UN AVVENTURA PER CRESCERE Progettazione curricolare: i nuclei tematici principali "A scuola con Sismotto e Favilla" "Con il bruco Maisazio gioco, conto e assaporo" Ottobre e Novembre "Benvenuto Gesù bambino!"

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012

SCUOLA DELL'INFANZIA  MADRE LINDA LUCOTTI ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012 ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE PREMESSA L incontro con la fiaba è molto stimolante perché sollecita nei bambini esperienze altamente educative, sul piano cognitivo, affettivo, linguistico e creativo. La fiaba

Dettagli

Ampliamento dell Offerta Formativa pof 2014-15

Ampliamento dell Offerta Formativa pof 2014-15 Ampliamento dell Offerta Formativa pof 2014-15 PROGETTO: GIOCHI MOTORI MINIBASKET Settore progettuale: ATTIVITÀ MOTORIE SCUOLA: INFANZIA AZIONI Attività motoria di gruppo come momento di formazione sociale

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO Premessa NOI SIAMO PARTE DELLA TERRA ED ESSA È PARTE DI NOI INSEGNATE AI VOSTRI BAMBINI CHE LA TERRA È NOSTRA

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021- Ê081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutocomprensivosiano.gov.it

Dettagli

IL SUONO DEGLI ELEMENTI "Aria - Acqua - Terra - Fuoco"

IL SUONO DEGLI ELEMENTI Aria - Acqua - Terra - Fuoco IL SUONO DEGLI ELEMENTI "Aria - Acqua - Terra - Fuoco" Laboratorio Musicale per le classi terze (sez. A e sez. C) della Scuola Primaria C.A. Dalla Chiesa (Anno Scolastico 2014 2015) Il laboratorio si propone

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA Obiettivi generali del processo formativo Costituiscono la base progettuale degli aspetti pedagogico didattici ed organizzativi dell attività didattica.

Dettagli

EDUCAZIONE MUSICALE ANDIAMO IN SALA PROVE MUSICA RIVOLTO A alunni della scuola secondaria di 1 o grado e loro insegnanti. OBIETTIVI - promozione di un servizio del Comune che fornisce una sala prove attrezzata

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 ORGANIZZAZIONE La scuola accoglie i bambini da 3 a 6 anni. E aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30

Dettagli

Progetto Educativo della scuola dell infanzia

Progetto Educativo della scuola dell infanzia Progetto Educativo della scuola dell infanzia Istituto Minutoli - scuola paritaria primaria e dell infanzia Via R. Paolucci, 5 - Palermo Tel. 091 6711022 info@istitutominutoli.it www.istitutominutoli.it

Dettagli

LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI.

LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI. LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI. CINEFORUM LABORATORIO DI CERAMICA LABORATORIO DI SCIENZE MOTORIE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO. Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario...

ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO. Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario... ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario... per avere lo spazio dove ascoltare le esigenze di ogni bambina

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRO VANNUCCI SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 06062 Città della Pieve (PG) Via Marconi, 18 Tel. 0578/298018 Fax 0578/2987 E-mail: pgic82100x@istruzione.it

Dettagli

QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum

QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum Questa storia è stata scelta perché ricca di spunti educativi. Nel periodo dell inserimento ci guiderà DOROTHY che ci aiuterà nella conoscenza delle regole

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LECCO I PROGETTI a.s. 2014/15

ISTITUTO COMPRENSIVO LECCO I PROGETTI a.s. 2014/15 ISTITUTO COMPRENSIVO LECCO I PROGETTI a.s. 2014/15 SCUOLA: Infanzia S. STEFANO Nome progetto Ambito (vedere Classi coinvolte Tempi Obiettivo Costi pof Le attenzioni della scuola ) Progetto Teatro NOI PER

Dettagli

PROGETTI MARCONI ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Progetto Classi coinvolte Docenti Periodo Durata interventi. Secondaria A. Frank

PROGETTI MARCONI ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Progetto Classi coinvolte Docenti Periodo Durata interventi. Secondaria A. Frank PROGETTI MARCONI ANNO SCOLASTICO 2014 2015 OBIETTIVO : SCUOLA COME LUOGO DI APPRENDIMENTO ORIENTATO ALL INNOVAZIONE MUSICA Musica cl. 2^ Docenti di musica di classe e insegnante di musica della Suola Secondaria

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA 3 Via don Minzoni, 244 SANT ANNA 55100 LUCCA C.F. 92051740469 0583/581457 Fax : 0583/581997 ex DD n. 3 di Lucca 0583/584388 Fax: 0583/419187 ex Scuola secondaria 1 Carlo del

Dettagli

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE SCUOLA INFANZIA FONTANELLE PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE A.S. 2014/2015 CAMPO D ESPERIENZA : IL SE E L ALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO IMMAGINI,SUONI,COLORI I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO INSEGNANTI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE referente ins. MASCI LUANA 1 Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C a.s. 2013-2014 Il percorso che quest'anno vogliamo realizzare è alfabetizzare alle emozioni e nasce dall'esigenza di fornire al bambino strumenti

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO "IN CRESCENDO CON IL VIOLINO FINALITA. Il Progetto si chiama In crescendo.

PROGETTO D ISTITUTO IN CRESCENDO CON IL VIOLINO FINALITA. Il Progetto si chiama In crescendo. PROGETTO D ISTITUTO "IN CRESCENDO CON IL VIOLINO FINALITA Il Progetto si chiama In crescendo. Gli alunni conosceranno tutti gli strumenti del mondo, in particolare il violino, in quanto è quello sicuramente

Dettagli

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia.

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia. 1. Macroarea progettuale 4 CREATIVITA ED ESPRESSIVITA 2. Coordinatore progetto DE MARCHI ANTONIETTA. 3. Obiettivi Sviluppare la creatività e la manualità. Potenziare lo sviluppo della motricità fine e

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO SCOLASTICO MARIA MONTESSORI VIA F.DE ROBERTO,2 - SCOGLIERA ACICASTELLO CATANIA TEL. 095 491084 340 5147906

PIANO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO SCOLASTICO MARIA MONTESSORI VIA F.DE ROBERTO,2 - SCOGLIERA ACICASTELLO CATANIA TEL. 095 491084 340 5147906 PIANO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO SCOLASTICO MARIA MONTESSORI VIA F.DE ROBERTO,2 - SCOGLIERA ACICASTELLO CATANIA TEL. 095 491084 340 5147906 ANNO SCOLASTICO 2013 2014 Scuola dell infanzia Presentazione

Dettagli

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico Prot. 4828/A22 Surbo, 25/09/2015 LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 PREMESSA La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e

Dettagli

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Progetto Accoglienza 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! P R E M E S S A I primi giorni di scuola segnano

Dettagli

2. INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Definizione Alla base dei principi dell integrazione c è il riconoscimento del diritto di ciascun soggetto

2. INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Definizione Alla base dei principi dell integrazione c è il riconoscimento del diritto di ciascun soggetto 2. INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Alla base dei principi dell integrazione c è il riconoscimento del diritto di ciascun soggetto a ricevere, nella comunità, tutte le opportunità educative per lo

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia Istituto Comprensivo di Sedegliano Tutti a scuola Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia gennaio 2009 Presentazione Istituto Comprensivo di Sedegliano Questo opuscolo contiene alcune informazioni

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2. Istituto Comprensivo C.

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2. Istituto Comprensivo C. PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2006/2007 Il V Circolo E. De Amicis, con l attuazione dell Autonomia, si rapporta al territorio nella prospettiva di un sistema formativo integrato, attrezzato

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Situazione diagnostica A scuola SerenaMente Il primo giorno di scuola non è lo stesso per tutti i bambini. Per alcuni, si tratta di ritornare in un posto lasciato solo

Dettagli

PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ Creare le condizioni ed i presupposti per un sereno passaggio dei bambini dalla Scuola dell Infanzia alla scuola primaria, con particolare

Dettagli

CONTINUITA EDUCATIVA E DIDATTICA. Scuole dell Infanzia e Scuole Primarie

CONTINUITA EDUCATIVA E DIDATTICA. Scuole dell Infanzia e Scuole Primarie CONTINUITA EDUCATIVA E DIDATTICA Scuole dell Infanzia e Scuole Primarie Porre al centro del progetto educativo l alunno significa attribuire una grande attenzione all originalità di ciascuno, rispettare

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

PRINCIPI E FINALITÀ GENERALI OFFERTA FORMATIVA CURRICOLARE

PRINCIPI E FINALITÀ GENERALI OFFERTA FORMATIVA CURRICOLARE PRINCIPI E FINALITÀ GENERALI LA SCUOLA: Concorre alla formazione dell uomo e del cittadino secondo i principi stabiliti dalla Costituzione. Rispetta e valorizza le diversità individuali, sociali e culturali.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15

9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15 9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15 CENTRO DI INFORMAZIONE E CONSULENZA (C.I.C.) Il servizio prevede la consultazione psicologica individuale aperta a tutte le componenti scolastiche:

Dettagli

2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma

2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma 2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma 3 - il Programma intende coinvolgere tutte le classi prime di Scuola

Dettagli

Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento

Progetto ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune) Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente Comune di TORRE PELLICE Settore d'intervento Educazione e promozione culturale - Animazione sul territorio Obiettivi del progetto Coinvolgere i giovani,

Dettagli

Progetto Bambino oggi, cittadino domani

Progetto Bambino oggi, cittadino domani Istituto Comprensivo Pescara 3 Progetto Bambino oggi, cittadino domani Progetto per l'insegnamento di Cittadinanza e Costituzione in un percorso curricolare verticale anno scolastico 2014/2015 Presentazione

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

LIBROLANDIA Favole, storie, racconti...

LIBROLANDIA Favole, storie, racconti... Scuola Statale dell'infanzia di "Lammari" Progetti educ.-did. anno scolastico 2010/2011 ********************************************************** AREA P.O.F. Linguaggi espressivo_creativi AREA P.O.F.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

PROGETTI INTEGRATIVI ALLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. 2014-2015 SCUOLA DELL INFANZIA di CASTEL DI CASIO

PROGETTI INTEGRATIVI ALLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. 2014-2015 SCUOLA DELL INFANZIA di CASTEL DI CASIO PROGETTI INTEGRATIVI ALLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. 2014-2015 SCUOLA DELL INFANZIA di CASTEL DI CASIO PROGETTO 3-5: UN LIBRO PER. 2 ANNUALITA La tematica scelta come indirizzo principale fra quelli proposti

Dettagli

PROGETTO LET S PLAY AND TALK

PROGETTO LET S PLAY AND TALK PROGETTO LET S PLAY AND TALK FINALITA Il progetto Let s play and talk riguarda tutti i plessi di scuola primaria. Esso intende avvicinare gli alunni alla comprensione ed all uso della lingua straniera

Dettagli

Ma che musica maestre 2!!!

Ma che musica maestre 2!!! Istituto Comprensivo Nicola D Apolito Cagnano Varano Scuola dell infanzia Progetto di educazione musicale Ma che musica maestre 2!!! Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie sensazioni? Ognuno

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE -Anno scolastico 2013/2014 Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie

Dettagli

Scuola dell Infanzia Via dei Mitili. campi di esperienza

Scuola dell Infanzia Via dei Mitili. campi di esperienza Scuola dell Infanzia Via dei Mitili campi di esperienza MOTIVAZIONE CAMPI DI ESPERIENZA: Attraverso il gioco il bambino viene stimolato a potenziare le sue abilità: sensoriale, motorio-prassica, cognitiva,

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I CAMPI DI ESPERIENZA Gli insegnanti accolgono, valorizzano ed estendono le curiosità, le esplorazioni, le proposte dei bambini e creano occasioni di apprendimento

Dettagli

EDUCAZIONE MOTORIA INDICATORE (CATEGORIA) IL CORPO E LA SUA RELAZIONE

EDUCAZIONE MOTORIA INDICATORE (CATEGORIA) IL CORPO E LA SUA RELAZIONE EDUCAZIONE MOTORIA INDICATORE (CATEGORIA) IL CORPO E LA SUA RELAZIONE INFANZIA L alunno raggiunge una buona autonomia personale nell'alimentarsi e nel vestirsi, conosce il proprio corpo e le diverse parti

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA Anno scolastico 2014-2015 LE NOSTRE SCUOLE scuola dell infanzia FUTURA scuola primaria GIOVANNI XXIII scuola secondaria 1^ grado GIUSEPPE

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 1 di 8 SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 2 di 8 1. PREMESSA La scelta pedagogica di istituire la sezione Primavera, all interno della Scuola

Dettagli

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217 ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA segreteria: Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it Pec : boic86400n@pec.istruzione.it sito

Dettagli

Scuola Primaria. LABORATORIO DI MUSICA Classe prima e seconda

Scuola Primaria. LABORATORIO DI MUSICA Classe prima e seconda Circolo Didattico Collodi-Gebbione Scuola Primaria Anno Scolastico 2010/2011 LABORATORIO DI MUSICA Classe prima e seconda Premessa Il bambino quotidianamente vive in un mondo caratterizzato dalla presenza

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA 3 Via don Minzoni, 244 SANT ANNA 55100 LUCCA C.F. 92051740469 0583/581457 Fax : 0583/581997 ex DD n. 3 di Lucca 0583/584388 Fax: 0583/419187 ex Scuola secondaria 1 Carlo del

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 Coordinatrice Luana Masci Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni

Dettagli

L ARTE DI EMOZIONARSI

L ARTE DI EMOZIONARSI ISTITUTO COMPRENSIVO "PIERO FORNARA" DI CARPIGNANO SESIA Via Ettore Piazza, 5-28064 Carpignano Sesia (Novara) C.F.80015590039 Tel. 0321 825185 / 824520 - Fax. 0321 824586 website: http://share.dschola.it/carpignanosesia

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE

ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE La scuola del primo ciclo, avviando il pieno sviluppo della persona, concorre

Dettagli

Area Sociale Servizi Educativi

Area Sociale Servizi Educativi Area Sociale Servizi Educativi Oggetto: Verbale dell incontro con i genitori del 28/10/2014 per presentare il progetto Pomeriggi a scuola. Plesso Capoluogo: Magni Michela, Riva Gloria, Rosa Martina, Vertemati

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014

IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014 Posizione del proprio corpo in relazione agli oggettiprogettazione 2^UdA SCUOLA INFANZIA Dicembre 2013 -- Gennaio 2014 a.s. 2013-2014 Aurora dalle dita di rosa IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014 AFRODITE

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE INIZIATIVE di FORMAZIONE DOCENTI di Scuole Secondarie di 1 Grado (Programmi sintetici) D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE D1) L ACCOGLIENZA A SCUOLA: sviluppare negli alunni il senso

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. Malala Yousafzai Premio Nobel per

Dettagli

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A.Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola dell Infanzia H.C.Andersen Via Buozzi di fronte al Liceo Juvarra Scuola dell Infanzia G.Rodari via

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE I. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati. II. Sa esprimere e comunicare

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

Scuola dell Infanzia Paritaria CAVAGNIS di Zogno (BG) Programmazione didattica- Anno Scolastico 2015/2016

Scuola dell Infanzia Paritaria CAVAGNIS di Zogno (BG) Programmazione didattica- Anno Scolastico 2015/2016 Scuola dell Infanzia Paritaria CAVAGNIS di Zogno (BG) Programmazione didattica- Anno Scolastico 2015/2016 1 Programmazione educativo didattica Premessa Il contesto scolastico rappresenta un ambito formativo

Dettagli

SCHEDE SINTETICHE DEI PROGETTI

SCHEDE SINTETICHE DEI PROGETTI SCHEDE SINTETICHE DEI PROGETTI Scheda progetto: AMBIENTE Il giro del mondo in 200 giorni Terzolo Mariangela interne (nell orario di cattedra) o interne (a pagamento) La natura offre ai bambini numerose

Dettagli

SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15

SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15 SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15 PREMESSA I primi giorni di scuola segnano per i bambini e le famiglie l inizio di un tempo nuovo : un tempo carico di aspettative ma

Dettagli