MIGRAZIONE A MOODLE 2 FORMAZIONE PER GLI UTENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MIGRAZIONE A MOODLE 2 FORMAZIONE PER GLI UTENTI"

Transcript

1 MIGRAZIONE A MOODLE 2 FORMAZIONE PER GLI UTENTI Marina Ribaudo Università di Genova SHORT PAPER ARGOMENTO: Istruzione universitaria Abstract Questo breve contributo descrive il corso di formazione organizzato all'università di Genova nei mesi di maggio e giugno 2012 per guidare gli utenti di AulaWeb nella transizione alla versione Moodle 2. Il corso, organizzato internamente e seguito su base volontaria, ha permesso ai partecipanti di sperimentare le nuove funzionalità di Moodle 2 e allo staff tecnico di verificare il corretto funzionamento del prototipo che nell'estate 2012 è andato a rimpiazzare l'installazione precedente. Keywords Moodle 2, formazione. 1 INTRODUZIONE Il portale AulaWeb [4] basato sul software Moodle costituisce da anni una realtà consolidata nell'università di Genova. Introdotto nel 2004, viene usato quotidianamente dagli studenti e dai docenti dell'ateneo, non solo nel contesto degli insegnamenti universitari tradizionali, ma anche per l'erogazione di altri servizi online. Citiamo, a titolo di esempio, la somministrazione dei test di verifica delle conoscenze iniziali per lo studente che intenda iscriversi all'università e la somministrazione dei questionari di valutazione della didattica e dei sondaggi di gradimento sull'uso della piattaforma. Relativamente ai sondaggi sull'uso di AulaWeb, ricordiamo l'ultimo erogato agli studenti: nell'estate del 2010, in risposta ad una richiesta inviata per , sono stati compilati 1397 questionari. I risultati del sondaggio sono stati descritti in dettaglio in [2], riportiamo qui alcuni commenti scritti dai partecipanti, commenti che sono stati trasmessi anche agli organi dell'ateneo. Se, da una parte, gli studenti riconoscono l'utilità del servizio, in alcuni casi lamentano anche un cattivo uso da parte dei docenti: "Purtroppo il servizio (utilissimo) è usato ancora da pochi docenti e non tutti quelli che ne fanno uso lo aggiornano con la dovuta tempestività." Non mancano le critiche che toccano punti diversi, per esempio la lentezza della piattaforma, la grafica poco attraente e la scarsa modernità del portale: La grafica è molto datata, ma questo vale per tutto il sito dell'università è un sito disordinato e poco moderno Viene anche sottolineata l'esigenza di una fase di formazione all'uso di AulaWeb sia per gli studenti che per i docenti dell'ateneo: Bisogna spronare i professori ad utilizzare appieno le risorse del sito, ed insegnare loro come farlo. Infine, non sono mancati i ringraziamenti e qualche curioso suggerimento: Potreste inserire dei banner pubblicitari (pochi: tipo 1 per corso), in questo modo potreste far guadagnare un sacco di soldi all'università. G. Fiorentino (Ed) MoodleMoot Italia Livorno 2012 ISBN

2 Per venire incontro alle esigenze degli studenti si deve lavorare su più fronti. Da una parte vanno sensibilizzati i docenti nel loro uso quotidiano, dall'altra sono necessari continui miglioramenti da un punto di vista tecnico. Per questo motivo, pur essendo consapevoli del fatto che la migrazione non sarà immune da difficoltà, nell'estate 2012 siamo passati alla versione Moodle 2 [5] e, per rendere meno traumatica la migrazione, abbiamo deciso di organizzare un corso di formazione per gli utenti della piattaforma. L'Ateneo genovese ha già offerto in passato corsi sull'uso delle tecnologie ICT per la didattica, chiedendo aiuto agli esperti dell'istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR [1,3], ma questa volta, complici anche la mancanza di finanziamenti e l'impostazione tecnica del corso stesso, abbiamo organizzato il corso completamente al nostro interno, come verrà descritto nel seguito. 2 IL CORSO DI FORMAZIONE Il corso di formazione ha visto una fase preparatoria nella quale abbiamo chiesto ai docenti e al personale dell'ateneo di rispondere ad un breve sondaggio che verrà descritto nel paragrafo 2.1. Una volta note le caratteristiche e le esigenze degli utenti, siamo partiti con l'organizzazione e l'erogazione del corso vero e proprio, come descritto nei paragrafi 2.2, 2.3 e Il sondaggio Pubblicizzato attraverso la mailing list dell'ateneo, il sondaggio, composto da 10 domande, è stato somministrato nel periodo 19/02 9/ e ha visto la partecipazione di 176 utenti suddivisi tra docenti, manager didattici e personale tecnico coinvolto nell'uso della piattaforma. La Figura 1 mostra le risposte alle prime tre domande del sondaggio così come appaiono nell'insegnamento attivato per l'organizzazione del corso di formazione. Figura 1 Risposte al sondaggio erogato per l'organizzazione del corso Alla domanda 1 sull'uso di AulaWeb, poco meno dell'80% del campione dichiara di usare la piattaforma; di questi utenti, il 30,11% la usa raramente mentre il rimanente 48,3% la usa con una certa regolarità. Il 20,45% del campione dichiara di non usare AulaWeb. Nella domanda 2 è stato chiesto agli utilizzatori di AulaWeb di indicare le attività maggiormente usate. Come sempre, la funzionalità più popolare risulta essere quella che permette la distribuzione del materiale didattico, cui segue l'uso di forum per la comunicazione asincrona con la classe (forum news e forum tematici). Vengono anche indicate le attività Lezione e Compito. Il livello di soddisfazione per chi usa AulaWeb risulta essere abbastanza buono: risponde Sì e non potrei più farne a meno il 25.57%, Sì ma mi porta via troppo tempo il 9,09%. Ci sono naturalmente spazi di miglioramento per catturare quegli utenti che rispondono Abbastanza (25%) e No (3,38%). MoodleMoot Italia

3 Nel sondaggio segue una domanda aperta nella quale abbiamo chiesto di indicare eventuali strumenti esterni usati per l'attività didattica. La maggior parte dei partecipanti dichiara di non usare altro, tra chi elenca strumenti esterni emergono Google Docs (citato 14 volte) e i siti web personali (citati 6 volte). Anche la domanda successiva è una domanda aperta nella quale abbiamo chiesto di indicare gli strumenti ritenuti rilevanti nella costruzione del materiale didattico. PowerPoint la fa da padrone e viene citato in 81 risposte (su 176 partecipanti). Chi dice di usare PowerPoint menziona anche Word (10) e/o Excel (5). Vengono anche ricordati il software Adobe Acrobat per la creazione e la fruizione di documenti in PDF (11), LaTex (8) e la suite OpenOffice (5). Ricevono un punticino tutta una serie di software più specialistici tra cui WebMatrix, Adobe Creative Studio, Articulate Studio, Adobe Captivate, Gimp, MS Producer, CourseLab, HotPotato, Movie Maker, e altri. La domanda 6 chiede di elencare le fonti ritenute rilevanti nella costruzione del materiale didattico. La voce più citata è quella degli articoli scientifici seguita dal materiale didattico associato ai libri di testo e dalle slide dei colleghi. Dalle risposte a questa domanda emergono le diverse esigenze dovute alla disciplina insegnata. La consultazione di banche dati e siti di letteratura scientifica per Medicina o Economia, l'utilizzo di sentenze o leggi a Giurisprudenza, i giornali e i dizionari online in ambito umanistico costituiscono un esempio di risposte dettate dalla disciplina di riferimento. Wikipedia viene indicata solo due volte, probabilmente perché considerata uno strumento con contenuti poco affidabili. Le ultime quattro domande sono relative all'organizzazione del corso di formazione vero e proprio: in 129 dichiarano di essere interessati a prendervi parte; alla richiesta di specificare le funzionalità di maggiore interesse spiccano le novità di Moodle 2, seguite dalla solita funzionalità di upload di materiale didattico, dai questionari (per l'autovalutazione e per gli esami) e dal modulo Lezione. 2.2 La formazione dei gruppi di lavoro Dopo la chiusura del sondaggio è partita la fase di formazione dei gruppi di lavoro. I gruppi si sono formati in modo autonomo sulla base delle competenze dichiarate dagli utenti stessi che dovevano decidere se considerarsi utenti Principianti cioè coloro che non avevano mai usato la piattaforma o l'avevano usata molto poco o Medi - cioè coloro che avevano già esperienza con AulaWeb. Un'altra indicazione per la formazione dei gruppi è stata la sede di svolgimento delle lezioni che sono state replicate in zone diverse della città. Hanno partecipato a questa fase 133 utenti, che si sono suddivi in 4 gruppi (2 di utenti Principianti e 2 di utenti Medi). 2.3 Le lezioni Con la formazione dei gruppi sono finalmente partite le lezioni. La prima lezione plenaria è stata organizzata per tutti i partecipanti e ha introdotto l'uso delle tecnologie ICT e del Web 2.0 nella didattica e semplici rudimenti di progettazione didattica. In seguito, per ogni gruppo, sono stati organizzati tre incontri tecnici in laboratorio. Ogni gruppo ha avuto a disposizione un docente tutor, di fatto un docente dell'ateneo considerato utente Esperto, un membro dello staff tecnico e un insegnamento sull'installazione di prova chiamata Palestra2. La Figura 2 visualizza la parte iniziale della pagina principale del mio corso. Gli iscritti al gruppo di lavoro erano circa una quarantina, utenti Medi provenienti da Medicina e Professioni Sanitarie, Ingegneria, Scienze MFN. Dopo la prima lezione alcuni si sono accorti di non essere in grado di seguire le lezioni: avevano sbagliato nel valutare le loro competenze rendendosi conto di non poter tenere il ritmo di un corso per loro troppo impegnativo. Sono arrivati a fine corso circa 30 corsisti. Il programma degli incontri tecnici per gli utenti Medi ha affrontato gli argomenti seguenti: Primo incontro Secondo incontro Terzo incontro Impostazioni del corso, Utenti e ruoli, Creazione di un forum, Creazione di una pagina web, Gestione dei file e delle cartelle, Interazione con repository esterni alla piattaforma. Creazione di un compito, Creazione di un sondaggio, Prenotazioni, Questionari e feedback. Registro delle valutazioni, Creazione dei gruppi, Forum di gruppo, Wiki, Attività condizionate, Cenni di HTML. MoodleMoot Italia

4 Figura 2 Corso per gli utenti Medi nella Palestra2 Non è stato preparato materiale didattico ad hoc ma sono stati usati video e documenti trovati in rete, oltre alle risorse online disponibili sul sito ufficiale Il corso è stato organizzato per argomenti; ad ogni partecipante è stato assegnato il ruolo docente e un argomento come spazio di lavoro, chiedendo di non fare danni nello spazio altrui. In questo modo ognuno ha potuto lavorare nel suo spazio e, contemporaneamente, vedere quello che veniva fatto dagli altri. Lavorare in un insegnamento Moodle con tanti docenti non è stato semplice poiché tutti avevano i privilegi per modificare le impostazioni del corso e aggiungere/modificare/cancellare blocchi, risorse e attività. Inoltre, alcune configurazioni, per esempio la notifica della consegna dei compiti, hanno causato un traffico di messaggi che di solito non si verifica in un corso normale con pochi docenti. Comunque, anche questi errori hanno aumentato la conoscenza della piattaforma, stimolando i corsisti a valutare con maggiore attenzione i parametri di configurazione degli elementi via via inseriti. Particolare enfasi è stata posta sulle novità di Moodle 2, in particolare sulla nuova gestione dei file, una delle funzionalità che ha subito maggiori modifiche rispetto alla versione attualmente in uso. Il File Picker, che costituisce una piacevole soluzione alla gestione dei file, ha spiazzato non pochi utenti. Inoltre, la possibilità di associare metadati ai file, tra cui la licenza d'uso, ha evidenziato una scarsa conoscenza di questo argomento da parte dei corsisti. Per fortuna si tratta di un'opzione non obbligatoria. Altro punto di forza sono state le attività condizionate, che offrono un sofisticato sistema per costruire percorsi guidati da molteplici condizioni di accesso, e che nessuno dei partecipanti aveva mai usato prima. Infine, hanno suscitato interesse le nuove funzionalità dell'interfaccia tra cui quella che permette l'interazione di tipo Drag&Drop per spostare gli elementi della pagina. L'opzione che permette di nascondere i blocchi nel Dock (un area nella parte sinistra della pagina dove i blocchi sono ridotti a icona e vengono ingranditi al passaggio del mouse) ha creato non pochi problemi a quegli utenti che, dopo aver involontariamente nascosto un blocco nel Dock, non sapevano come recuperarlo. Il modulo Lezione, anche se richiesto nel sondaggio iniziale, non è stato visto nei dettagli. In effetti, con l'introduzione delle attività condizionate, quei percorsi personalizzati realizzabili grazie al controllo di flusso del modulo Lezione si possono ottenere anche sfruttando in modo opportuno le condizioni di accesso alle singole risorse e attività. Inoltre, questo modulo è sembrato fin troppo sofisticato per le esigenze della classe e quindi, seppur inizialmente previsto, è stato messo da parte per dare spazio ad una breve introduzione al linguaggio HTML, chiesta esplicitamente dai corsisti. Non hanno riscosso molto interesse il blog di sito e la nuvola di tag. Nel secondo caso c'è stata qualche difficoltà nella scelta dei tag che non sempre sono stati scritti rispettando la sintassi richiesta oppure sono stati interpretati in modo errato. Citiamo ad esempio le scelte Interessi lavorativi: MoodleMoot Italia

5 economia del territorio oppure Mi piaciono la musica classica e la buona tavola che non possono trovare riscontro nella nuvola di tag che si è venuta a formare. Infine, un momento di smarrimento si è verificato quando, via via che i contenuti del corso cominciavano a prendere forma, sono comparsi anche nuovi link grazie alla funzionalità Autolink attiva a livello di sito ma che nessuno conosceva, neppure lo staff di AulaWeb. Si tratta di una funzionalità che crea link automatici quando le parole nel testo (di una pagina web, di un messaggio sul forum, ecc.) corrispondono a parole nei titoli di risorse e attività. In un corso dove molti utenti sono in grado di creare risorse e attività, e che per di più usano spesso le stesse parole ( prova quiz, prova messaggio, testo di prova, ecc.), si è venuto a creare un ipertesto davvero inusuale. Per fortuna anche questa funzionalità si può disabilitare, ed è stata prontamente disabilitata. 2.4 Alcune considerazioni Pur non avendo seguito in prima persona gli altri gruppi, so che nel caso dei Principianti, come era ovvio aspettarsi, è stato svolto un programma ridotto a causa delle maggiori difficoltà ad interagire con la piattaforma. In tutti i casi, comunque, i corsi si sono chiusi con soddisfazione, almeno da parte dei docenti tutor che li hanno condotti. Anche in assenza di un questionario di valutazione finale, l'impressione è che la nuova versione della piattaforma sia piaciuta, come testimoniato dall'entusiamo dimostrato durante le lezioni in laboratorio e da alcuni messaggi ricevuti in forma privata alla fine del corso. Inoltre, ho trovato molto positiva la collaborazione che si è venuta a creare tra i docenti, i manager didattici e il personale tecnico. Troppo spesso si assiste ad un incomprensibile divario tra personale docente e non docente ma in questo caso è stato chiaro fin dall'inizio che tutti i partecipanti erano lì per uno scopo comune: migliorare la qualità della didattica e dei servizi agli studenti. La speranza è che chi si è formato possa diventare di aiuto ai colleghi nelle strutture di appartenenza. 3 LA MIGRAZIONE... La migrazione è avvenuta nell'estate 2012 e nei prossimi mesi lo staff non avrà vita facile. Nonostante l'entusiamo e la soddisfazione generale dei partecipanti al corso, ci sono anche tutti gli altri la maggioranza che si troveranno di fronte ad un ambiente software sicuramente migliore ma con alcune funzionalità e un'interfaccia diverse da quelle cui erano abituati. Sarà necessario un supporto costante per evitare inutili polemiche o, peggio ancora, un allontanamento dalla piattaforma. Oltretutto, contestualmente all'aggiornamento del software, è avvenuta anche una riorganizzazione di AulaWeb dovuta al nuovo assetto dell'ateneo che è passato da 11 Facoltà a 5 Scuole, spostando sui Dipartimenti parte delle competenze in ambito didattico. Questo non farà che aumentare la confusione nei docenti, nei manager didattici e, soprattutto, negli studenti, che sono stati meno coinvolti nel processo che ha ridefinito la nuova organizzazione universitaria. Riferimenti bibliografici [1] M. Cerioli and M. Ribaudo, Great Is the Enemy of Good: Is Perfecting Specific Courses Harmful to Global Curricula Performances? Proceedings of EC-TEL, pp , [2] M. Cerioli, M. Ribaudo, and M. Rui. LMS Adoption at the University of Genova: Ten Years After. In A. Azevedo R. Babo, editor, Higher Education Institutions and Learning Management Systems: Adoption and Standardization. IGI Global, pp , [3] F. Puddu, M. Repetto, and E. Vallarino. The WEL initiative: a model of web enhanced learning for faculty members. Journal of e-learning and Knowledge Society, 4(3), [4] M. Ribaudo and M. Rui, AulaWeb, Web-based Learning as a Commodity - The Experience of the University of Genova. Proceedings of CSEDU, pp , [5] W. Rice, Moodle 2.0 E-Learning Course Development, Packt Publishing, MoodleMoot Italia

Modulo 0. Accesso al portale e-learning AulaWeb

Modulo 0. Accesso al portale e-learning AulaWeb Laboratorio EL&KM E-Learning & Knowledge Management Modulo 0 Accesso al portale e-learning AulaWeb DIBRIS -Università degli Studi di Genova 2 Progetto Info alfabetizzazione informatica La recente riforma

Dettagli

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 L'Open Source entra nell'e Learning Paolo Gatti http://www.paologatti.it E learning: introduzione Per e learning si intende la possibilità di imparare sfruttando la rete

Dettagli

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com Cos è Moodle Moodle è un software per la gestione di corsi a distanza utilizzato a livello mondiale nelle Università, nelle

Dettagli

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9 Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it Moodle-manuale manuale per il docente Generazione Web 2013-14 - G9 Come utilizzare Moodle La versatilità di Moodle consente la totale personalizzazione dell interfaccia,

Dettagli

Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti

Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti Introduzione La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi on-line. Per chi accede come studente, essa

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Guida rapida per i docenti all'uso della piattaforma di e-learning dell'istituto Giua

Guida rapida per i docenti all'uso della piattaforma di e-learning dell'istituto Giua Guida rapida per i docenti all'uso della piattaforma di e-learning dell'istituto Giua Moodle è la piattaforma didattica per l'e-learning utilizzata dall'istituto Giua per consentire ai docenti di creare

Dettagli

Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti

Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti Introduzione La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi on-line. Per chi accede come studente, essa

Dettagli

Moodle al Formez, Imma Citarelli

Moodle al Formez, Imma Citarelli Moodle al Formez Dott.ssa Imma Citarelli Formez - Centro di Formazione e Studi Centro di competenza e-learning e Knowledge management Apprendimento autonomo Libri, riviste, convegni Risorse on line Il

Dettagli

MANUALE MOODLE. Gestione Materiale Didattico

MANUALE MOODLE. Gestione Materiale Didattico MANUALE MOODLE Gestione Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE E DEFINIZIONE DI UN CORSO MOODLE... 4 2. FORMATO DI UN CORSO MOODLE... 6 2.1. Impostazione del formato di un corso Moodle... 6 2.2.

Dettagli

Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL.

Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL. Didattica assistita da Tecnologie I settimana La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate

Dettagli

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Manuale d'uso per l'utente Ver. 1.0 Maggio 2014 I.R.Fo.M. - Istituto di Ricerca e Formazione per il Mezzogiorno 1 Sommario 1. Introduzione...3 1.1 L'ambiente...3 1.2

Dettagli

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl Piattaforma FaD Formazione a distanza Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di formazione a distanza di EFA srl 1 Indice generale 1. Scopo del documento 2. Definizioni e abbreviazioni

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare.

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare. Gestire la conoscenza nell'era del web elearnit: un network di consulenti per la crescita della tua azienda Piattaforma di formazione via web senza costi di licenza Oggi molte aziende utilizzano la formazione

Dettagli

Guida all'utilizzo della Piattaforma di E-Learning Corsi on-line. D.Lgs. 81/2008 denominato TESTO UNICO per la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro

Guida all'utilizzo della Piattaforma di E-Learning Corsi on-line. D.Lgs. 81/2008 denominato TESTO UNICO per la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Guida all'utilizzo della Piattaforma di E-Learning Corsi on-line D.Lgs. 81/2008 denominato TESTO UNICO per la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro www.otj.it MANUALE DEL CORSISTA INTRODUZIONE L'utilizzo di

Dettagli

EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM. Manuale Docente

EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM. Manuale Docente EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM Manuale Docente Distribuito con licenza Gnu Free Documentation License Paolo Tomè Maggio 2012 INTRODUZIONE Software di Base La piattaforma, raggiungibile all'indirizzo

Dettagli

Socializzare la conoscenza comunità online

Socializzare la conoscenza comunità online Socializzare la conoscenza 14 dicembre 2012 Le fasi del processo Socializzazione (da conoscenza tacita a tacita, in persone diverse che interagiscono) Esteriorizzazione o esternalizzazione (da conoscenza

Dettagli

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica learning nella didattica Il presente documento propone la struttura e i contenuti di un possibile documento relativo alle linee guida sull uso dell elearning nell ambito delle attività didattiche con riferimento

Dettagli

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Premessa: La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello

Dettagli

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti GIOVANNI CALABRESE Sito E-learning Istituto Tridente Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti Sommario 1. COS È MOODLE... 1 1.1 Requisiti necessari...1 1.2 Configurazione del browser...1 Impostazione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI elearning Project Graphic elearning Specialist

DOCUMENTO DI SINTESI elearning Project Graphic elearning Specialist RILEVAZIONE BISOGNI DOCUMENTO DI SINTESI elearning Project Graphic elearning Specialist elearning Graphic Specialist: Cos è, Cosa Fa, Come lo Fa Specializzare le Proprie Competenze Trovare un Lavoro Quanto

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

Manuale del Docente - Scienze Politiche

Manuale del Docente - Scienze Politiche Manuale del Docente - Scienze Politiche Questo file è una piccola guida alla creazione di corsi online con il sistema Moodle. Descrive le funzioni principali del sistema, e le attività permesse a / dirette

Dettagli

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per docenti

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per docenti Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari Indice Come collegarsi p. 02 Come effettuare il login p. 03 LaHome del docente p. 04 Header e Funzionalità p. 05 Preferenze del Profilo Utente p. 07 Il Calendario

Dettagli

MOODLE FOR YOU: UN PROGETTO IN RETE PER L INCLUSIONE

MOODLE FOR YOU: UN PROGETTO IN RETE PER L INCLUSIONE MOODLE FOR YOU: UN PROGETTO IN RETE PER L INCLUSIONE Antonia Casiero 1, Giuliana Riondino, Paolo Fiorentino 1 Associazione psicopedagogica PERCORSI Andria BT - Italia casieroantonia@gmail.com giuliana.riondino@istruzione.it

Dettagli

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Sommario Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Introduzione al portale SSIS infofactory - Laboratorio di Intelligenza Artificiale - Univ. degli Studi di Udine 3-4 Dicembre

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso del Docente

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso del Docente Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso del Docente Vers. 1 - Maggio 2009 1 MODULO 1 - INTRODUZIONE 1- Introduzione a Moodle La piattaforma di e-learning è uno strumento didattico, con accesso ed

Dettagli

Guida Ariel Studenti

Guida Ariel Studenti TECNOLOGIE E LA DIDATTICA UNIVERSITARIA MULTIMEDIALE E A DISTANZA Guida Ariel Studenti La logica della piattaforma e i suoi strumenti 9 agosto 2012 CTU -CENTRO DI SERVIZIO PER LE Struttura ad albero Ogni

Dettagli

Caratteristiche del prodotto

Caratteristiche del prodotto Caratteristiche del prodotto Assima Change Management Suite Assima Change Management Suite (ACMS) è la soluzione per guidare l adozione di nuovi processi e sistemi all interno delle aziende. ACMS presenta

Dettagli

Guida rapida per i corsisti

Guida rapida per i corsisti Guida rapida per i corsisti Premessa La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello studente, si presenta come un sito

Dettagli

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA Formazione ed accompagnamento a supporto del processo di conferimento di funzioni in materia di VIA alle Province avviato con la l.r. 5/2010 Milano, 5 dicembre 2012 SEMINARIO LA VIA A PIU' VOCI. A CHE

Dettagli

MOODLE E DINTORNI...L'ESPERIENZA DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA DI BARI

MOODLE E DINTORNI...L'ESPERIENZA DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA DI BARI MOODLE E DINTORNI...L'ESPERIENZA DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA DI BARI Vito Lavolpe, Domenica De Laura, Paolo Livrea Dipartimento di Neuroscienze, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli

Dettagli

Manuale Operativo per l utilizzo della piattaforma E-Learning@AQ. Versione 1.1

Manuale Operativo per l utilizzo della piattaforma E-Learning@AQ. Versione 1.1 Manuale Operativo per l utilizzo della piattaforma E-Learning@AQ Versione 1.1 Autore Antonio Barbieri, antonio.barbieri@gmail.com Data inizio compilazione 11 maggio 2009 Data revisione 14 maggio 2009 Sommario

Dettagli

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Rivolto ai discenti Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Di Potenza Sommario 1. Cos è Moodle... 3 1.1. Accesso alla piattaforma Moodle... 4 1.2. Come

Dettagli

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva DidActive Box Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva Laboratorio aperto Ogni classe, un laboratorio: questa prospettiva è possibile con DidActive Box, che unisce l ultima versione

Dettagli

Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A.

Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A. Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A. Seconda edizione Prof.ssa Mirella Schaerf - Dott.ssa Veronica Mobilio Gli argomenti Lo scenario L impatto organizzativo

Dettagli

Guida rapida all uso di Moodle per i docenti

Guida rapida all uso di Moodle per i docenti Guida rapida all uso di Moodle per i docenti Avvertenze: 1) Questo NON è un manuale completo di Moodle. La guida è esplicitamente diretta a docenti poco esperti che devono cimentarsi per la prima volta

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova anno 2014 Versione 1 Redatta il 27/03/2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Centro servizi informatici

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

Gent.mo Dirigente scolastico, Gent.mo Responsabile dell Orientamento in Uscita,

Gent.mo Dirigente scolastico, Gent.mo Responsabile dell Orientamento in Uscita, Gent.mo Dirigente scolastico, Gent.mo Responsabile dell Orientamento in Uscita, UnidTest ha sviluppato Servizi e Strumenti di Orientamento pensati per studenti, scuole, università, enti pubblici e privati.

Dettagli

Manuale del Docente. fadanep è una piattaforma di supporto all'attività formativa, di aggiornamento e della comunità di pratica

Manuale del Docente. fadanep è una piattaforma di supporto all'attività formativa, di aggiornamento e della comunità di pratica Manuale del Docente fadanep è una piattaforma di supporto all'attività formativa, di aggiornamento e della comunità di pratica promossa da ANEP Associazione Nazionale Educatori Professionali o in collaborazione

Dettagli

Piattaforma di e-learning Moodle

Piattaforma di e-learning Moodle Piattaforma di e-learning Moodle Manuale Utente Indice Introduzione Registrazione/Login/Logout Personalizzazione profilo Navigazione e blocchi Accesso/Iscrizione ai corsi Organizzazione contenuti all interno

Dettagli

Tecniche della comunicazione web - 8 CFU

Tecniche della comunicazione web - 8 CFU Tecniche della Comunicazione Web A.A. 2007/08 Corso di laurea in Scienze e Cultura delle Alpi Tecniche della comunicazione web - 8 CFU DocenTe: Viviana Patti Ricercatrice Dipartimento di Informatica Università

Dettagli

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA A DOCEBO ACCESSO A DOCEBO L indirizzo di DOCEBO dell IPSSAR è il seguente: www.ipssarvieste.info/docebo. C è un apposito link nella parte bassa della

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Didattica e Servizi agli Studenti Percorso Abilitante Speciale P.A.S. a.a. 2014-2015 Laboratorio di Tecnologie Didattiche (3 cfu, 18 ore d aula + 18 ore online) Prof. Giancarlo Gola ggola@units.it Syllabus a.a. 2014-15, versione 01 BREVE

Dettagli

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti AREA STUDENTI Manuale d'uso Rielaborazione del Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti Edizione: 01 Revisione: 00 Release software: 1.8.3 Data: 30/03/2007 ELEARNING SYSTEM ITIS A. Einstein - MANUALE STUDENTI

Dettagli

Valutazione del primo corso e-learning su Archimista

Valutazione del primo corso e-learning su Archimista Valutazione del primo corso e-learning su rchimista Partecipazione Complessivamente gli iscritti al corso sono stati 66. Senza controllare nel dettaglio i log del corso (funzionalità che Moodle mette a

Dettagli

09 L Informatica nel mondo del lavoro. Dott.ssa Ramona Congiu

09 L Informatica nel mondo del lavoro. Dott.ssa Ramona Congiu 09 L Informatica nel mondo del lavoro Dott.ssa Ramona Congiu 1 L informatica in azienda Al giorno d oggi la quantità di informazioni in circolazione è talmente vasta che senza il supporto delle tecnologie

Dettagli

Guida rapida all uso di Moodle per i docenti

Guida rapida all uso di Moodle per i docenti Guida rapida all uso di Moodle per i docenti L intento di questa guida rapida è mostrare, in poche pagine, come diventare operativi in breve tempo con Moodle e riuscire a popolare il proprio corso con

Dettagli

Via Cimabue 9 20096 Pioltello berardi@rosarioberardi.it. Prof. Rosario Berardi. 12 giugno 2007. Relazione finale

Via Cimabue 9 20096 Pioltello berardi@rosarioberardi.it. Prof. Rosario Berardi. 12 giugno 2007. Relazione finale . Via Cimabue 9 20096 Pioltello berardi@rosarioberardi.it Prof. Rosario Berardi 12 giugno 2007 Relazione finale FUNZIONE STRUMENTALE AREA 2 Assistenza, consulenza e coordinamento all'utilizzo delle nuove

Dettagli

Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio

Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio Workshop Portale e Sistemi Informativi Edizione 2015 Sala Rossa e Sala Principi D Acaja, Palazzo del Rettorato 26 e 27 febbraio Piattaforma CampusNet Cosa consente di fare? CampusNet: è un sistema applicativo

Dettagli

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Valentina Gabusi Zanichelli Editore S.p.A. vgabusi@zanichelli.it Dal 2014 a oggi sono più di 14.000 i docenti che hanno

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

Se sei un insegnante o ti occupi comunque di formazione, probabilmente hai già sentito un sacco di chiacchiere su...

Se sei un insegnante o ti occupi comunque di formazione, probabilmente hai già sentito un sacco di chiacchiere su... Se sei un insegnante o ti occupi comunque di formazione, probabilmente hai già sentito un sacco di chiacchiere su... la scuola del 21 secolo l e-learning e le comunità di apprendimento Ma quando le chiacchiere

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

TEACHMOOD Laboratorio ICT Regione Piemonte l'ufficio Scolastico Regionale open source 30 corsi on-line la piattaforma moodle Teachmood,

TEACHMOOD Laboratorio ICT Regione Piemonte l'ufficio Scolastico Regionale open source 30 corsi on-line la piattaforma moodle Teachmood, TEACHMOOD è un iniziativa formativa che il Laboratorio ICT della Regione Piemonte, in collaborazione con l'ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, propone a tutti gli insegnanti delle scuole piemontesi.

Dettagli

Informatica di base. Introduzione all'informatica, Win 95/98, Word

Informatica di base. Introduzione all'informatica, Win 95/98, Word Scheda: 1 Informatica di base Introduzione all'informatica, Win 95/98, Word Il corso si rivolge a coloro che si avvicinano per la prima volta al computer e intendono utilizzarlo per ragioni di lavoro,

Dettagli

Master Executive. MASTER di II Livello IP 01 - LA TUTELA DEL RAPPORTO DI LAVORO. 1500 ore 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015

Master Executive. MASTER di II Livello IP 01 - LA TUTELA DEL RAPPORTO DI LAVORO. 1500 ore 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015 Master Executive MASTER di II Livello IP 01 - LA TUTELA DEL RAPPORTO DI LAVORO 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 Titolo Categoria Livello IP 01 - LA TUTELA DEL RAPPORTO DI LAVORO MASTER II Livello

Dettagli

A Le piattaforme e-learning

A Le piattaforme e-learning A Le piattaforme e-learning Paolo Fusero obiettivo didattico della lezione: introdurre lo studente all utilizzo delle piattaforme e-learning e delle nuove metodologie didattiche che utilizzano la rete

Dettagli

Guida rapida, per i docenti, all uso della piattaforma di e-learning dell ITES Fraccacreta

Guida rapida, per i docenti, all uso della piattaforma di e-learning dell ITES Fraccacreta Guida rapida, per i docenti, all uso della piattaforma di e-learning dell ITES Fraccacreta Sommario Introduzione... 3 Avvertenze:... 3 Note terminologiche... 4 Attivazione corsi... 4 Come accedere alla

Dettagli

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di:

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di: Benvenuto nella piattaforma e-learning dedicata alla formazione in tema di Salute e Sicurezza. Nata per soddisfare le esigenze di decentramento delle attività di formazione, l ambiente di apprendimento

Dettagli

Corso Youtube. Il video marketing con Youtube per aumentare la visibilità del brand

Corso Youtube. Il video marketing con Youtube per aumentare la visibilità del brand Corso Youtube Il video marketing con Youtube per aumentare la visibilità del brand Argomenti del corso di Youtube Fare video marketing con Youtube Tipi di video contenuti per Youtube Creazione di un account

Dettagli

Report. Progetto CREaTION. Formazione sulla Responsabilità Sociale delle Imprese: approcci innovativi

Report. Progetto CREaTION. Formazione sulla Responsabilità Sociale delle Imprese: approcci innovativi notizie di POLITEIA, XXVI, 97, 2010. ISSN 1128-2401 pp. 145-149 145 Report Progetto CREaTION. Formazione sulla Responsabilità Sociale delle Imprese: approcci innovativi ALESSANDRO ZOLLO* Il progetto CREaTION

Dettagli

Circolare n. 327 R DOCENTI. E p.c. ATA

Circolare n. 327 R DOCENTI. E p.c. ATA Circolare n. 327 R Verona, 0 8 / 0 4 / 2 0 1 5 All'attenzione E p.c. DOCENTI ATA Oggetto: MARTEDÌ 28 APRILE - INCONTRO DI AGGIORNAMENTO SUL CORRETTO UTILIZZO DEL REGISTRO ELETTRONICO RIVOLTO AI DOCENTI

Dettagli

Guida alla preparazione dei materiali didattici

Guida alla preparazione dei materiali didattici Guida alla preparazione dei materiali didattici 2 Indice 1. PEGASO 3.0 I-UNIVERSITY ---------------------------------------------------------------------------------------------- 4 2. LINEE GUIDA PER LA

Dettagli

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso La piattaforma MOODLE Le risorse e le attività di un corso Università di Brescia 9/10 aprile 2013 Per iniziare Le sezioni Formato Settimanale vs. per Argomenti Numero di sezioni di un corso, visibilità

Dettagli

E-learning con Docebo

E-learning con Docebo E-learning con Docebo Introduzione La suite Doceboè un progetto open source completamentegratuito che mette a disposizione: LMS (Learning Management System) CMS(Content Management System) Mydocebo( la

Dettagli

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

MOODLE RETE-OUT UNA RISORSA PER L ORIENTAMENTO IN USCITA

MOODLE RETE-OUT UNA RISORSA PER L ORIENTAMENTO IN USCITA MOODLE RETE-OUT UNA RISORSA PER L ORIENTAMENTO IN USCITA Ughetta Caccialupi, M. Elena Frongillo, Marinora Roffi, Roberto Toschi Rete per l orientamento in uscita degli istituti superiori di Livorno e provincia

Dettagli

e - learning introduzione alla piattaforma di Salvatore Abate gennaio 2007 v.1.0

e - learning introduzione alla piattaforma di Salvatore Abate gennaio 2007 v.1.0 e - learning introduzione alla piattaforma di Salvatore Abate gennaio 2007 v.1.0 i FORMAZIONE ON LINE PER ENTI E STUDI PROFESSIONALI e-learning Net2learn formazione Via Bonzanini 9 37136 Verona Tel. 045503272

Dettagli

Valutazione del servizio di reference in ambito economico, medico, pedagogico e psicologico sessioni del 2010. Rapporto di Ilaria Moroni

Valutazione del servizio di reference in ambito economico, medico, pedagogico e psicologico sessioni del 2010. Rapporto di Ilaria Moroni Valutazione del servizio di reference in ambito economico, medico, pedagogico e psicologico sessioni del 2010 Rapporto di Ilaria Moroni Sommario Premessa Oggetto dell indagine Finalità dell indagine Modalità

Dettagli

Wikischool. la scuola della partecipazione

Wikischool. la scuola della partecipazione Wikischool la scuola della partecipazione Il wiki Dalle Laste (home) Che cosa è "wikispaces"? Un wiki è uno spazio sul web in cui è possibile condividere il lavoro e le idee, immagini e link, video e media.

Dettagli

I corsi Open di FirstMaster

I corsi Open di FirstMaster I corsi Open di FirstMaster FIRSTMASTER Vuoi pubblicare i tuoi libri? Gratis 2 guide e 4 corsi online per pubblicare i tuoi libri Open FirstMaster Per pubblicare i tuoi libri, 2 guide e 4 corsi gratis

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

Stato civile: Stato libero. Nazionalità: Italiana. Data di nascita: 11/12/1982. Luogo di nascita: Genova. Residenza: V. F. Delpino 15/9, Genova

Stato civile: Stato libero. Nazionalità: Italiana. Data di nascita: 11/12/1982. Luogo di nascita: Genova. Residenza: V. F. Delpino 15/9, Genova Alessandra Giglio Scheda anagrafica Informazioni personali Stato civile: Stato libero Nazionalità: Italiana Data di nascita: 11/12/1982 Luogo di nascita: Genova Residenza: V. F. Delpino 15/9, Genova Numero

Dettagli

Orientamento Universitario

Orientamento Universitario 1 Orientamento Universitario Moduli di Orientamento Simulazioni e Test per l accesso alle Facoltà a numero chiuso Corsi di Preparazione ai Test di ammissione la chiave per il numero chiuso 2 Indice Orientamento

Dettagli

Moodle 2: nuova generazione e nuovi scenari

Moodle 2: nuova generazione e nuovi scenari Moodle 2: nuova generazione e nuovi scenari Andrea Bicciolo Fondatore e direttore tecnico di MediaTouch 2000 s.r.l. Moodle Partner,, Coordinatore traduzione italiana di Moodle, Facilitatore dei forum italiani

Dettagli

Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori

Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori www.tecnostress.it Ricerca sulla percezione del rischio Tecnostress fra i lavoratori realizzata in collaborazione con: www.puntosicuro.it Il senso di questa ricerca Il tecnostress è una sindrome causata

Dettagli

Giovannina Albano Dipartimento di Ingegneria Elettronica e Ingegneria Informatica, Università degli Studi di Salerno galbano@unisa.

Giovannina Albano Dipartimento di Ingegneria Elettronica e Ingegneria Informatica, Università degli Studi di Salerno galbano@unisa. Albano G., D Aprile M., Maccarini R. (2011). Opinioni di studenti su pratiche di blended learning. TD Tecnologie Didattiche, 19 (3), pp. 189-194 189 OPINIONI DI STUDENTI SU PRATICHE DI BLENDED LEARNING

Dettagli

MOODLE&MAPLE: UNA STRUTTURA INTEGRATA AL SERVIZIO DEL PROGETTO MIUR SU PROBLEM POSING AND SOLVING (PP&S100)

MOODLE&MAPLE: UNA STRUTTURA INTEGRATA AL SERVIZIO DEL PROGETTO MIUR SU PROBLEM POSING AND SOLVING (PP&S100) MOODLE&MAPLE: UNA STRUTTURA INTEGRATA AL SERVIZIO DEL PROGETTO MIUR SU PROBLEM POSING AND SOLVING (PP&S100) Rodolfo Zich 1, Claudio Pardini 2, Marina Marchisio 3 1 AICA E-mail: rodolfo.zich@torinowireless.it

Dettagli

Master Executive. MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE. 1500 ore - 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015

Master Executive. MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE. 1500 ore - 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015 Master Executive MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 Titolo Categoria Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE MASTER I Livello Anno Accademico

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Prot. MIUR AOODRLO R.U. 1817 del 31/01/2013 Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Dentro il cambiamento L introduzione delle tecnologie e la transizione al

Dettagli

Creare una piattaforma blog scolastica con Wordpress Creazione di

Creare una piattaforma blog scolastica con Wordpress Creazione di App per la didattica in ambiente ipad Collezione di App per la didattica che permettono di svolgere lezioni, organizzare l attività di ricerca e catalogazione delle informazioni e di condividere i contenuti.

Dettagli

L e-learning nel supporto alla didattica in presenza: motivazioni per l apprendimento e riprogettazione dei percorsi didattici

L e-learning nel supporto alla didattica in presenza: motivazioni per l apprendimento e riprogettazione dei percorsi didattici L e-learning nel supporto alla didattica in presenza: motivazioni per l apprendimento e riprogettazione dei percorsi didattici Graziella Di Blasi, Agostino Lorenzi ITC B.Belotti, Via Azzano 5, 24126 Bergamo

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell Università di Cagliari Carta dei servizi per lo Studente

Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell Università di Cagliari Carta dei servizi per lo Studente Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell Università di Cagliari Carta dei servizi per lo Studente Art. 1 Principi generali e finalità 1. La Carta dei Servizi per lo Studente è regolata dal D.M.

Dettagli

Guida rapida all uso della piattaforma e-l.unifi.it (Moodle) per i docenti

Guida rapida all uso della piattaforma e-l.unifi.it (Moodle) per i docenti Guida rapida all uso della piattaforma e-l.unifi.it (Moodle) per i docenti Avvertenze: 1) Questa guida è diretta a docenti che debbano allestire rapidamente un corso con Moodle, nell installazione specifica

Dettagli

Moodle: corso base BENVENUTI!

Moodle: corso base BENVENUTI! BENVENUTI! Conoscere Moodle: cos'è, organizzazione, utilizzo Risorse disponibili in rete Saper gestire un semplice corso (strutture di corso, iscrizioni, strumenti) Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia

Dettagli

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net Una piattaforma LMS open-source: a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net I modelli di formazione in modalità e-learning richiedono necessariamente l utilizzo di una tecnologia per la

Dettagli

Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna

Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna Valentina Ciriani, Elvinia Riccobene Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Università degli Studi di Milano Scenario 1

Dettagli

Guida dello studente all'uso di Moodle

Guida dello studente all'uso di Moodle Guida dello studente all'uso di Moodle Indice generale Introduzione...3 Registrazione...3 Iscrizione ad un corso...10 Navigazione nel corso...11 Blocchi...12 Risorse...13 Attività...13 Il tuo profilo...14

Dettagli

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate.

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Cl@sse2.0 Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Progetto di due anni disegnato per la 1Ac. (2010-2012) Cl@sse2.0 Perché questo progetto nazionale? 1. Per rispondere a

Dettagli

Sommario. ELSE D 6.2 Pagina 2 di 10

Sommario. ELSE D 6.2 Pagina 2 di 10 Sommario 1 Aggiornamento del sito web... 3 2... 4 3 Piano di trasferimento... 5 3.1 Social Network... 5 3.2 Siti accademici... 7 3.3 Formazione professionale in ambito medico sanitario... 7 3.4 Comunità

Dettagli