Abilitazione teorica per il pilotaggio del DRONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Abilitazione teorica per il pilotaggio del DRONE"

Transcript

1 Abilitazione teorica per il pilotaggio del DRONE Il regolamento ENAC per i Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto, in vigore dal 30 aprile 2014, prevede che il Pilota di SAPR deve conseguire un Attestato di volo sportivo ai sensi del DPR 133/2010, che consiste in un Abilitazione Teorica ed una pratica che si possono conseguire presso un Aero club. Il programma di addestramento teorico verte sulle materie seguenti: 1) SICUREZZA VOLO 2) REGOLE DELL ARIA 3) AEROTECNICA E PRESTAZIONI 4) METEOROLOGIA 5) MEDICINA AERONAUTICA 6) TECNOLOGIE E PRESTAZIONI DEGLI APPARECCHI 7) TECNICHE DI PILOTAGGIO 8) OPERAZIONI ED ATTERRAGGI DI EMERGENZA 9) NORMATIVA SAPR Requisiti per essere ammessi al corso: Età minima: 18 anni; Visita medica di 2 classe in corso di validità. Programma per l abilitazione teorica: 33 ore 1. Sicurezza Volo, doveri e responsabilità del pilota: 4 ore Cos'è la Sicurezza Volo, la prevenzione; Il fattore rischio nelle operazioni con i DRONI; Matrice di rischio; Risk assessment; Incidenti ed inconvenienti di volo: criticità; Responsabilità e notifica incidenti e inconvenienti; Norme comportamentali del pilota, Effetto dei farmaci; Uso dei mezzi estinguenti; Gestione emergenze a terra ed in volo; Infrazioni delle regole di navigazione e sanzioni; Le 4 M: man, machine, meteo; maintenance; Catena degli eventi;

2 La prevenzione ed il programma di prevenzione; Programma di Security; Safety e Security; Fonti normative di riferimento; Cenni sulle misure antiterrorismo; Interferenze e contromisure elettroniche; Siti, istallazioni, aree sensibili osservanza delle norme sulla riservatezza. 2. Regole dell'aria, elementi di radiotelefonia aeronautica, elementi di navigazione: 6 ore. Cenni storici, la CINA il PICAO la fondazione dell'icao, le cinque liberta dell'aria; Cenni sul diritto aeronautico il Codice della Navigazione, le fonti del diritto aeronautico; La normativa di riferimento ICAO circ. 328, EASA, JARUS, ENAC, DPR 133/2010, il Regolamento ENAC; Le Regole generali dell Aria; Responsabilità del pilota e doveri sulla notifica degli incidenti; L'organizzazione sanitaria; Cenni sull organizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell E.N.A.C.; L'assistenza al Traffico aereo L'E.N.A.V. Il servizio Informazioni obiettivi e servizi degli enti ATS (assistenza del traffico aereo); Definizione, suddivisione e Classificazione degli spazi aerei, enti ATS di competenza e la specifica fornitura di servizi; Zone proibite, ristrette e pericolose (Papa, Romeo e Delta), spazio aereo segregato; Acronimi: AIP, FIR, FIC, ATZ e CTR, ATS, NOTAM, VFR, IFR, VMC; Regole del VFR; Come, dove e a chi chiedere e come documentarsi per ottenere autorizzazioni al volo; Lettura della carta aeronautica; Consultazione AIP, i NOTAM ed altre informazioni sul controllo del traffico aereo, le attività di potenziale pericolo per la navigazione aerea; Le onde elettromagnetiche; Frequenze aeronautiche; Principi di comunicazione TBT; Radiotelefonia e comunicazioni; Scambio di comunicazioni tra stazioni fisse e stazioni di aeromobile, concetto di messaggio all aria e sua utilizzazione; Messaggi di partenza, in rotta, in avvicinamento ed in circuito; Interruzione delle comunicazioni; Priorità dei messaggi, messaggi di soccorso e di urgenza; Cenni tecnici; Uso del trasponder;

3 I moduli A,C,S; classificazione della navigazione, la navigazione stimata; Le carte di navigazione; simbologia e lettura, Nord Geografico, declinazione magnetica e Nord Magnetico correzione bussola; Differenza tra IAS e GS sia in funzione della pianificazione che della navigazione; Nozioni sull utilizzo del GPS; Preparazione del volo e procedure in volo; Prestazioni e limitazioni operative; Strumenti ed equipaggiamenti; Comunicazioni ed equipaggiamenti per la navigazione e loro manutenzione; Infrazioni delle regole di navigazione. 3. Aerotecnica e prestazioni: 5 ore. Classificazione degli Aeromobili; Parti costituenti gli aeromobili; Ali e Profili alari e relativa nomenclatura; Comandi di volo, i movimenti elementari dell aeromobile nello spazio (assi di movimento, rollio beccheggio e imbardata) L elemento fluido nel quale si muove l aeromobile parametri fisici e chimici Richiami di fisica (Energia-Lavoro-Potenza-Velocità-Accelerazione), i principi della dinamica, le grandezze vettoriali; Principi del sostentamento ala fissa ed ala rotante; Portanza resistenza peso trazione; Diagrammi, CP/CR (polare dell ala) lo stallo; Elementi di Meccanica del volo; Scomposizione delle forze in volo, il fattore di carico; Meccanica del volo planato raggio d'azione concetto di efficienza; Peso e centramento effetti sul volo, relativo calcolo; Atmosfera standard Concetti di altitudine Pressione ed Altitudine densità; Potenza necessaria e potenza disponibile; Polare della potenza; Inviluppo di volo distribuzione delle forze in manovra; Velocità caratteristiche dell aeromobile; Azione invertita dei piani di coda nelle virate ad alto angolo; Stabilità dinamica, longitudinale, trasversale, verticale; assi di stabilità; Importanza del volo coordinato; Le manovre di emergenza.

4 4. Meteorologia: 5 ore. Composizione dell'atmosfera sua suddivisione in base all'altitudine; Parametri fisici e chimici dell'aria; Pressione atmosferica, temperatura ed umidità; Cenni sulla composizione dei vari strati dell'atmosfera; Dinamica delle masse d aria nell atmosfera; Circolazione dell aria in regime di bassa pressione e alta pressione il vento di gradiente e geostrofico l'accelerazione di Corolis, le brezze; Riscaldamento dell aria e temperatura, gradiente termico, inversione termica; Il gradiente barico verticale ed orizzontale, il gradiente termico verticale, i moti convettivi; Umidità dell aria, passaggi di stato del vapore acqueo contenuto nell atmosfera; Stabilità e instabilità dell aria, confronto tra adiabatiche secche o sature, la curva di stato, il fenomeno dello Stau Foehn; Classificazione e Tipi delle nubi; La circolazione depressionaria, caratteristiche dei fronti nuvolosi; Situazioni meteo in relazione all orografia del terreno; Le densità dell'aria variazioni delle prestazioni di volo in finzione di quota e temperatura; Micrometeorologia applicata agli APR; Effetti della pioggia su motore e strumenti; Cenni sul volo in valle ed in montagna; Le previsioni meteorologiche, cenni sulla meteorologia sinottica, i Metar e Taf. 5. Medicina aeronautica 2 ore. La vista; Crisi cardiaca; Effetti di alcol e fumo; Difficoltà da eccessiva esposizione all ambiente esterno (troppo calore o toppo raffreddamento, disidratazione); Nozioni base di primo-pronto soccorso; Crisi anafilattica da puntura di insetto o avvelenamento da morso di serpente. 6. Tecnologie e prestazioni degli apparecchi Nozioni di teletrasmissioni SAPR Laboratorio SAPR: 4 ore. Classificazione dei mezzi SAPR; Nozioni sui motori alternativi; I motori Elettrici, Motori brushless; Nozioni sulle grandezze Elettriche: Tensione, Corrente, Capacita, Potenza elettrica P(Watt) = V(Volt) x I(Ampere), Potenza meccanica P(Watt) = 2 Pi x n x C (NM) Energia E(Watth) = P (Watt) x Tempo (Hour) Potenza, kv;

5 Electronic Speed Controller. ESC; Giroscopio, Accelerazione angolare, Precessione; Accelerometro, direzione dell accelerazione gravitazionale; Magnetometro, una bussola magnetica, Barometro, la quota; Batteria LiPo, Num. Elementi 3.7v, Carica/Scarica, Capacità, C, cicli (S,mAh,C); Battery Eliminator Circuit; Eliche a passo fisso e Variabile, Monopala, Bipala, Tripala, ecc. in Legno, Plastica, Nylon, Carbonio, Bilanciamento; Componenti Hardware e sensori utilizzabili; Frequenze utilizzabili; Ground control station; Software di pilotaggio manuale e semiautomatico; Sistemi di backup; Utilizzo e manutenzione batterie; Materiali e tecniche costruttive; Limiti operativi; Manovre vietate; Fattore di carico e sollecitazione del mezzo; Manutenzioni periodiche; Installazione dei motori e principali problematiche correlate; Impiego del motore Prestazioni; Strumenti motore; Bilanciamento dell apparecchio ed effetti della variazione della massa; Spazio e corsa di decollo ed atterraggio. 7. Tecniche di pilotaggio: ala fissa ed ala rotante: 2 ore. Nomenclatura effetto comandi, sistemi di comando dei movimenti; Angolo di incidenza e controllo della velocità; Concetto di sostentamento, stallo, fattore di carico; Effetti dell angolo d incidenza nella gestione del volo; Rapporto tra assetto, angolo d incidenza e velocità in relazione al peso reale od apparente dell apparecchio; Tecnica di decollo e atterraggio la posizione del pilota; Il rotore come organo di sostentamento; Massa d aria - velocità indotta - potenza indotta e necessaria; I comandi di volo - loro uso - comportamento del SAPR nei vari tipi di volo; Variazioni della coppia motrice e di reazione; Salita verticale, ripida, troppo rapida; Discesa verticale, ripida, troppo rapida; Effetto suolo, perdite di giri; Portanza di traslazione, insufficiente portanza in decollo ed atterraggio;

6 Accenni ai fenomeni indotti dal moto traslato - asimmetria della portanza; Volo in quota; Autorotazione; Anelli vorticosi; Stabilità; Diagrammi velocità; Dynamic roil over; Scelta superfici di atterraggio non idonee; Valutazione erronea della distanza (altezza) dal terreno e dagli ostacoli; Allontanamento di eventuali persone nelle vicinanze delle aree di decollo ed atterraggio. 8. Operazioni ed atterraggi di emergenza: 1 ore Rateo di planata, concetto di raggio di Razione-Efficienza, l'autorotazione; Procedure ed atterraggi precauzionali; Fattori condizionanti; Procedure atterraggio emergenza. 9. Normativa SAPR, modulistica e certificazioni: 4 ore. Regolamento ENAC Rilettura del testo della normativa: Classificazione degli APR Circolari e Linee guida; Requisiti per operazioni specializzate; Qualificazione degli equipaggi, piloti, età e idoneità psicofisica; Assicurazione per le operazioni; Dichiarazione di conformità al regolamento per operazioni in zone non critiche attività propedeutica; Operazioni specializzate non critiche; Autorizzazione al volo per operazioni specializzate critiche L'identificazione del SAPR; Manuale operativo, di volo, tecnico; Gli elementi necessari alla richiesta di operare la valutazione del rischio, azioni di mitigazioni, relativo buffer di sicurezza; I documenti di bordo; Macchina e pilota; Gestione scadenze, licenze, autorizzazioni, dichiarazioni; Registrazione dati su logboook APR; Responsabilità della corretta compilazione dei documenti.

7 Prova esame per l abilitazione teorica: La prova d esame consiste in un questionario composto da 70 domande scritte, a risposta multipla. Ad ogni candidato verrà consegnato un questionario diverso e avrà a disposizione 90 minuti per la consegna. Ai fini del superamento della prova sono ammessi errori in misura non superiore al 10%, pertanto occorre rispondere correttamente a 63 domande sulle 70 proposte. Le domande vertono su tutti gli argomenti del corso con le proporzionalità seguenti: Materie N. di Domande Aerodinamica 8 Meteorologia 8 Tecnologia e Prestazioni Apparecchi 8 Tecnica di Pilotaggio 8 Operazioni ed Atterraggi di Emergenza 4 Norme di Circolazione ed Elementi di Fonia 12 Navigazione Aerea 6 Elementi di legislazione Aeronautica 12 Sicurezza del Volo 4

N ORTH W EST S ERVICE

N ORTH W EST S ERVICE N ORTH W EST S ERVICE APPROVED TRAINING ORGANIZATION IT.ATO.0044 Fornitore ufficiale corsi di abilitazione al pilotaggio per la Croce Rossa Italiana CORSO DI ABILITZIONE TEORICO - PRATICO PER IL RILASCIO

Dettagli

RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014

RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014 RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014 Approvato il 25.06.2014 RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT.

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Parte 1 - AERODINAMICA 1 Il fenomeno aerodinamico della vite è caratterizzato da: A) semiala interna alla rotazione completamente stallata;

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Parte 1 - AERODINAMICA Parte 2 - METEOROLOGIA Parte 3 - TECNOLOGIA E PRESTAZIONI DEGLI APPARECCHI VDS Parte 4 -

Dettagli

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA Edizione 2 del 25 marzo 2015 Regole dell Aria Italia Ed. 2 pag. 2 di 22 STATO DI AGGIORNAMENTO Emendamento Data Delibera N Edizione 1 18/11/2014 Delibera 51/2014 Emendamento

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE

LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI ED ELIPORTUALI LECTURE 08 METEOROLOGIA NELLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a

Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a TRAFFICO AEREO S.A.T. Security air traffic E il traffico operativo militare svolto per la sicurezza nazionale ; comprende

Dettagli

Flight Controller. CPU (Central Processing Unit) Uscite PWM Entrate PWM PPM SBUS IMU (Inertial Measurement Unit) Software di gestione o Trimmer

Flight Controller. CPU (Central Processing Unit) Uscite PWM Entrate PWM PPM SBUS IMU (Inertial Measurement Unit) Software di gestione o Trimmer Flight Controller FLIGHT CONTROLLER OpenPilot CC3D I Flight Controller o Flight Control System sono il cervello di ogni Drone. Un drone senza FC non può auto-stabilizzarsi in volo ne percepire la propria

Dettagli

Milano, 15 giugno 2015. Droni e Giornalismo: nuove opportunità e deontologia

Milano, 15 giugno 2015. Droni e Giornalismo: nuove opportunità e deontologia Milano, 15 giugno 2015 Droni e Giornalismo: nuove opportunità e deontologia Droni e implicazioni di Pubblica Sicurezza Luca Tagliagambe sui Droni, ormai, sapete tutto Per cominciare un po di numeri La

Dettagli

CIRCOLARE ENAC MEZZI AEREI

CIRCOLARE ENAC MEZZI AEREI CIRCOLARE ENAC MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO Roma, 10 giugno 2014 Carmine Cifaldi Direttore Direzione Regolazione Navigabilità Operazioni si effettuano sotto Dichiarazione Autorizzazione PROCESSO OPERATORE

Dettagli

considerazioni sulla sicurezza metodi PER migliorare la COmPEtEnzA DEi PilOti Di EliCOttERO OPusCOlO tecnico ADDEstRAtiVO

considerazioni sulla sicurezza metodi PER migliorare la COmPEtEnzA DEi PilOti Di EliCOttERO OPusCOlO tecnico ADDEstRAtiVO CONSIDERAZIONI SULLA SICUREZZA Metodi per migliorare la competenza dei piloti di elicottero Opuscolo Tecnico Addestrativo HE 1 2 >> Metodi per migliorare l abilità dei piloti di elicottero Pubblicazione

Dettagli

Sicurezza del Volo. Analisi di un incidente

Sicurezza del Volo. Analisi di un incidente Sicurezza del Volo Aeroclub dello Stretto Scuola di volo Magis fatigo ut doleas DO NOT MISS DO NOT FORGET DO NOT MISS DO NOT FORGET DO NOT MISS Briefing del 11 maggio 2013 ore 18.00LMT Speaker: C.Ti: Ezio

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA AI FINI DELL APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO SCHEMA SEQUENZIALE

NOTA ESPLICATIVA AI FINI DELL APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO SCHEMA SEQUENZIALE NOTA ESPLICATIVA AI FINI DELL APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO SCHEMA SEQUENZIALE Questa nota è a beneficio degli operatori che intendono svolgere operazioni specializzate, a titolo oneroso (commerciali o

Dettagli

IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE

IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE BREVE GUIDA PER PILOTI DI PARAPENDIO E DELTAPLANO redatta con il supporto dell amico, socio e pilota Daniele Baranzini Pagina 1 La presente dispensa si pone come

Dettagli

Indice generale. Introduzione...xiii. Capitolo 1 Da dove iniziare... 1. Come vola un drone...27. Dedicato a tutti gli amanti del volo...

Indice generale. Introduzione...xiii. Capitolo 1 Da dove iniziare... 1. Come vola un drone...27. Dedicato a tutti gli amanti del volo... Introduzione...xiii Dedicato a tutti gli amanti del volo... xiii Capitolo 1 Da dove iniziare... 1 Breve storia del drone... 1 I primi UAV... 1 Il primo quadricottero... 5 Tipi di drone... 7 I giorni nostri...

Dettagli

REGOLAMENTO SCALO AEROPORTO. di Carpi. a cura dell Aeroclub Carpi

REGOLAMENTO SCALO AEROPORTO. di Carpi. a cura dell Aeroclub Carpi REGOLAMENTO DI SCALO AEROPORTO di Carpi a cura dell Aeroclub Carpi Edizione: Revisione: Inizio Validità: 1 0 01-01-2013 Edizione 1 Inizio Validità 01/01/2013 Revisione 0 1 2 INDICE Capitolo 1 PREMESSA

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

CORSO PRATICO PER PILOTA APR E CERTIFICAZIONE AL VOLO

CORSO PRATICO PER PILOTA APR E CERTIFICAZIONE AL VOLO Pag. 1 di 5 REGOLE GENERALI PREREQUISITI CANDIDATO CORSO PRATICO PER PILOTA APR E CERTIFICAZIONE AL VOLO 1. I candidati devono avere almeno 18 anni di età. 2. I candidati devono fornire prova di aver superato

Dettagli

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l.

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Aerofotogrammetria Dettagli costruttivi Aerofotogrammetria con SAPR Introduzione Al-To Drones Srl 2 Introduzione Lunghezza focale

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: / / Pag. di

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: / / Pag. di INDIRIZZO SCOLASTICO DISCIPLINA DOCENTI CLASSI PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. 2014 / 2015 MECCANICA e MECCATRONICA ELETTRONICA X LOGISTICA e TRASPORTI LICEO SCIENTIFICO SCIENZE DELLA NAVIGAZIONE AEREA Buonincontri

Dettagli

AERO CLUB F. BARACCA LUGO DI ROMAGNA SCUOLA DI ACROBAZIA

AERO CLUB F. BARACCA LUGO DI ROMAGNA SCUOLA DI ACROBAZIA Il presente regolamento è stato redatto per dare a tutti la possibilità di uniformarsi alle procedure che permettono il volo acrobatico in sicurezza. Tutti i piloti sono tenuti a seguire, divulgare e meditare

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN Tipi di aeromobile e marche Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del volo Persone a bordo

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. REGOLE DELL ARIA EUROPEE REG. (UE) n. 923/2012 APPLICAZIONE DIFFERITA AL 4 DICEMBRE 2014. Piloti Responsabili, Titolari di COA

NOTA INFORMATIVA. REGOLE DELL ARIA EUROPEE REG. (UE) n. 923/2012 APPLICAZIONE DIFFERITA AL 4 DICEMBRE 2014. Piloti Responsabili, Titolari di COA NI-2012-016 del 4 dicembre 2012 NOTA INFORMATIVA REGOLE DELL ARIA EUROPEE REG. (UE) n. 923/2012 APPLICAZIONE DIFFERITA AL 4 DICEMBRE 2014 Le note informative contengono informazioni attinenti l area della

Dettagli

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Aero Club d Italia Roma, 25 giugno 2009

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Aero Club d Italia Roma, 25 giugno 2009 Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Aero Club d Italia Roma, 25 giugno 2009 SISTEMA AVIAZIONE CIVILE Ministero dei trasporti Ente nazionale per l aviazione i civile il (ENAC) Aero club d

Dettagli

Formazione di base nel volo in aliante

Formazione di base nel volo in aliante Documentazione di formazione: Cognome: Nome: Federazione svizzera di volo a vela (FSVV) Formazione di base nel volo in aliante Corso di formazione per l ottenimento delle licenze CH di volo a vela, LAPL

Dettagli

Corso di Formazione. Pilota di S.A.P.R. Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto

Corso di Formazione. Pilota di S.A.P.R. Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto Corso di Formazione Pilota di S.A.P.R. Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto Spett.le Partner, Analist Group è stata inserita da ENAC nell elenco delle sedi riconosciute per l addestramento per i piloti

Dettagli

ANS Training Aeromobili

ANS Training Aeromobili CAPITOLO 5 STRUMENTI MOTORE Il monitoraggio continuo dell efficienza e della funzionalità dell apparato motopropulsore è prioritario rispetto a qualsiasi verifica sugli altri apparati di bordo. Tutto ciò

Dettagli

APPUNTI DI DINAMICA DEL VOLO. Roberto Speziali

APPUNTI DI DINAMICA DEL VOLO. Roberto Speziali APPUNTI DI DINAMICA DEL VOLO Roberto Speziali 1 LE FORZE E LE LEGGI DELLA DINAMICA...2 2 LE FORZE CHE AGISCONO SULL AEREO...3 2.1 LA FORZA PESO...3 2.2 LA PORTANZA...3 2.2.1 Il coefficiente di portanza...5

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEI METEO PLOTTER F.I.V.L.

GUIDA ALLA LETTURA DEI METEO PLOTTER F.I.V.L. GUIDA ALLA LETTURA DEI METEO PLOTTER F.I.V.L. (a cura di Deivi Gavriil e Damiano Zanocco) I modelli sono l'eta2006 e 2007 che si sono rivelati mediamente buoni sia in presenza di alta pressione e stabilità,

Dettagli

ELICOTTERO AB212. PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

ELICOTTERO AB212. PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com ELICOTTERO AB212 Descrizione generale COSTRUTTORE AGUSTA su licenza della Bell Helicopter Company ( U.S.A. ). TIPOLOGIA DELLE MISSIONI Addestramento al volo; Concorso in operazioni S.A.R. ( Search And

Dettagli

CAPITOLO 18 I SISTEMI DELL AUTOGIRO

CAPITOLO 18 I SISTEMI DELL AUTOGIRO CAPITOLO 18 I SISTEMI DELL AUTOGIRO Di autogiri ne esistono di tutti i tipi e la gamma spazia dalle costruzioni amatoriali ai velivoli certificati. Parimenti è altrettanto vasta la gamma dei sistemi impiegati

Dettagli

FPL - Novità introdotte AIRAC 11/2014

FPL - Novità introdotte AIRAC 11/2014 FPL - Novità introdotte AIRAC 11/2014 enav.it Web conference 02/12/2014 Documenti fonte REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 923/2012 DELLA COMMISSIONE del 26 settembre 2012 + determinazioni ENAC ad esito

Dettagli

Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori. (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata.

Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori. (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata. Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata.) CONSIDERAZIONI PRELIMINARI 1. Le prestazioni del vostro aeroplano

Dettagli

Seminario di Energetica L energia eolica

Seminario di Energetica L energia eolica 1. Potenza di una vena di vento Seminario di Energetica L energia eolica L energia eolica è una delle forme in cui si presenta l energia della radiazione solare incidente e della radiazione termica emessa

Dettagli

Meteorologia Sinottica Proprietà dell Atmosfera PRESSIONE ATMOSFERICA. (parte 3^) 1

Meteorologia Sinottica Proprietà dell Atmosfera PRESSIONE ATMOSFERICA. (parte 3^) 1 PRESSIONE ATMOSFERICA (parte 3^) 1 PRESSIONE ATMOSFERICA misura della pressione atmosferica: barometri barometro a mercurio (Torricelli( Torricelli) è il più accurato necessita di correzioni per: altitudine

Dettagli

Programmi per le Patenti Nautiche entro le 12 mg e senza limiti dalla costa

Programmi per le Patenti Nautiche entro le 12 mg e senza limiti dalla costa Programmi per le Patenti Nautiche entro le 12 mg e senza limiti dalla costa La nostra Scuola Nautica non ha mai preso in considerazione corsi accelerati full immersion in week-end o similari ritenendo

Dettagli

CITTÀ DI MESAGNE MAPPE DI VINCOLO DELL AEROPORTO DI BRINDISI

CITTÀ DI MESAGNE MAPPE DI VINCOLO DELL AEROPORTO DI BRINDISI CITTÀ DI MESAGNE ASSESSORATO ALL URBANISTICA E ASSETTO DEL TERRITORIO UFFICIO DEL PIANO URBANISTICO GENERALE MAPPE DI VINCOLO DELL AEROPORTO DI e relative limitazioni agli ostacoli ed ai potenziali pericoli

Dettagli

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna (LIPE) su un aereo da addestramento Cessna C172SP Skyhawk,

Dettagli

CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO

CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO ICC information and syllabus CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO Per la navigazione all estero il requisito della certificazione di idoneità varia a seconda dei paesi. In

Dettagli

GUIDA ALLE PROVE SPERIMENTALI ENAC PER DRONI SAPR

GUIDA ALLE PROVE SPERIMENTALI ENAC PER DRONI SAPR GUIDA ALLE PROVE SPERIMENTALI ENAC PER DRONI SAPR Prova: Capacità di comando e controllo alla max distanza e max quota (70m) operativa in condizioni di peso max Questa prova è volta alla verifica dei comandi

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT.

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Parte 5 - OPERAZIONI ED ATTERRAGGI DI EMERGENZA 1 Se una situazione d emergenza richiede un atterraggio con vento in coda, il pilota deve

Dettagli

Il controllo del traffico Aereo

Il controllo del traffico Aereo Il controllo del traffico Aereo Dispensa a cura di Giulio Di Pinto (MED107) Rev. 03 - Mar/11 1 Il controllo del traffico aereo (ATC - Air Traffic Control) è quell'insieme di regole ed organismi che contribuiscono

Dettagli

www.interaviosup.it ias@interaviosup.it tel. +39 0831 555625 GALLERIA DEL VENTO SUBSONICA

www.interaviosup.it ias@interaviosup.it tel. +39 0831 555625 GALLERIA DEL VENTO SUBSONICA www.interaviosup.it ias@interaviosup.it tel. +39 0831 555625 GALLERIA DEL VENTO SUBSONICA L azienda Nata nel 1985 come fornitore internazionale di ricambi aeronautici, sia per il settore militare che per

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA RESPONSABILITÀ VERSO TERZI DALL USO DI AEROMOBILI A PILOTAGG I O REMOTO ( APR)

QUESTIONARIO SULLA RESPONSABILITÀ VERSO TERZI DALL USO DI AEROMOBILI A PILOTAGG I O REMOTO ( APR) QUESTIONARIO SULLA RESPONSABILITÀ VERSO TERZI DALL USO DI AEROMOBILI A PILOTAGG I O REMOTO ( APR) NOME E COGNOME DEL PROPONENTE (COLUI CHE CONTRAE): INDIRIZZO: CODICE FISCALE/P.IVA: NOME E COGNOME DELL

Dettagli

Commissione Tecnica. QUESITO TECNICO Sezione di Cuneo Levaldigi. Piani di volo per attività HEMS

Commissione Tecnica. QUESITO TECNICO Sezione di Cuneo Levaldigi. Piani di volo per attività HEMS Associazione Nazionale Assistenti e Controllori della Navigazione Aerea Commissione Tecnica QUESITO TECNICO Sezione di Cuneo Levaldigi Piani di volo per attività HEMS Commissione Tecnica ANACNA Pag. 1

Dettagli

Formazione per l abilitazione al traino di alianti

Formazione per l abilitazione al traino di alianti Documento di formazione per: Cognome: Nome: Federazione Svizzera Volo a Vela (FSVV) Formazione per l abilitazione al traino di alianti Formazione al traino di alianti per piloti con licenze LAPL (A), PPL

Dettagli

Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte;

Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Obiettivi generali. Laboratorio di Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Manuale di Elettrotecnica e Automazione, Hoepli;

Dettagli

Training su LIRP. - Conoscenza almeno delle basi del volo IFR, intercettazioni radiali VOR, Holding

Training su LIRP. - Conoscenza almeno delle basi del volo IFR, intercettazioni radiali VOR, Holding Training su LIRP Col presente documento si vuol cercare di aiutare i piloti virtuali alle prime armi che si cimentano a volare Online su IVAO ad effettuare correttamente procedure IFR pubblicate, holding,

Dettagli

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La trasformazione dell energia cinetica posseduta dal vento in energia elettrica richiede macchine complesse e molto sofisticate.

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO OPERATIVO DELLA SCUOLA VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI MUNITI DI MOTORE.

REGOLAMENTO TECNICO OPERATIVO DELLA SCUOLA VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI MUNITI DI MOTORE. REGOLAMENTO TECNICO OPERATIVO DELLA SCUOLA VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI MUNITI DI MOTORE. 1. RIFERIMENTI RIFERIMENTI : DPR n. 133, 9 luglio 2010 - Nuovo regolamento di attuazione della legge

Dettagli

Meccanica del Volo. Il Volo in Salita. Prof. Giuliano Deledda

Meccanica del Volo. Il Volo in Salita. Prof. Giuliano Deledda Meccanica del Volo Prof. Giuliano Deledda Istituto Tecnico G. P. Chironi - Nuoro Indirizzo Trasporti e Logistica - Conduzione del Mezzo Aereo 21 marzo 2014 Prof. Giuliano Deledda Meccanica del Volo 21

Dettagli

Aero Club Parma gara ae.c.pr 2015 pag 1

Aero Club Parma gara ae.c.pr 2015 pag 1 Aero Club Parma gara ae.c.pr 2015 pag 1 GARA AEREA TERRE VERDIANE 2015 REGOLAMENTO PARTICOLARE b1 1. L'Aeroclub 'Gaspare Bolla' di PARMA con sede in Via Adriano Mantelli 19A, 43126 Parma organizza sull

Dettagli

Materia: Circolazione Aerea. Programmazione dei moduli didattici

Materia: Circolazione Aerea. Programmazione dei moduli didattici Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO / OPERATIVO PER IL V.D.S. / V.M.

REGOLAMENTO TECNICO / OPERATIVO PER IL V.D.S. / V.M. REGOLAMENTO TECNICO / OPERATIVO PER IL V.D.S. / V.M. (Volo da Diporto o Sportivo) Il VDS è disciplinato dalla seguente normativa: - Legge 106 del 25 marzo 1985; - D.P.R. 404 del 4 agosto 1988; - D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT)

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) 1 PREFAZIONE Il presente Regolamento Operativo costituisce una piccola raccolta di disposizioni,norme e criteri operativi che devono essere

Dettagli

Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI

Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI Febbraio, 2006 PARTE 1: GLI SPAZI AEREI In questa sezione cercheremo di spiegare come è strutturato il cielo per chi lo percorre a bordo di un aeromobile. Non può e non

Dettagli

TECNOLOGIE E DIAGNOSTICA PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DI FISICA A.A. 2015/2016

TECNOLOGIE E DIAGNOSTICA PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DI FISICA A.A. 2015/2016 TECNOLOGIE E DIAGNOSTICA PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DI FISICA A.A. 2015/2016 Docente: GASPARRINI FABIO Testo di riferimento: D. Halliday, R. Resnick, J. Walker,

Dettagli

Ing. Fabio Nicolai Direttore Centrale Attività Aeronautiche. ENAC - Ente Nazionale per l Aviazione Civile

Ing. Fabio Nicolai Direttore Centrale Attività Aeronautiche. ENAC - Ente Nazionale per l Aviazione Civile Ing. Fabio Nicolai Direttore Centrale Attività Aeronautiche ENAC - Ente Nazionale per l Aviazione Civile 1 Incidenti con perdita del velivolo (Jet di costruzione occidentale) per Milione di Tratte Giugno

Dettagli

Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO DI EMERGENZA: Flight following

Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO DI EMERGENZA: Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA PIANO DI EMERGENZA: Flight following Redatto a cura di Centrale Operativa 118 - Elisoccorso Regione F.V.G. PRIMA EDIZIONE OTTOBRE 2001 Edizione ottobre 2001 1 2 FLIGHT

Dettagli

Avv. Giovanni Battista Gallus LL.M. Ph.d. ISO 27001 Lead Auditor @gbgallus

Avv. Giovanni Battista Gallus LL.M. Ph.d. ISO 27001 Lead Auditor @gbgallus Il regolamento ENAC sugli APR e l impiego dei mezzi aerei a pilotaggio remoto per i Corpi dello Stato e le attività di studio e ricerca LL.M. Ph.d. ISO 27001 Lead Auditor I Droni pubblici Droni come aeromobili

Dettagli

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA turbine eoliche ad asse verticale VAWT A.A. 2008/09 Energie Alternative Prof.B.Fortunato

Dettagli

Parla la prima azienda italiana che ha ottenuto il permesso di volare anche nello spazio aereo non segregato

Parla la prima azienda italiana che ha ottenuto il permesso di volare anche nello spazio aereo non segregato Parla la prima azienda italiana che ha ottenuto il permesso di volare anche nello spazio aereo non segregato tenere i permessi per le nostre macchine. Siamo stati noi a spingere per la nascita dell associazione,

Dettagli

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV)

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo L Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) è stata istituita con il decreto legislativo 25 febbraio

Dettagli

Combustione energia termica trasmissione del calore

Combustione energia termica trasmissione del calore Scheda riassuntiva 6 capitoli 3-4 Combustione energia termica trasmissione del calore Combustibili e combustione Combustione Reazione chimica rapida e con forte produzione di energia termica (esotermica)

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 230:1997 31/10/1997 Bruciatori monoblocco di olio combustibile a polverizzazione. Dispositivi di sicurezza, di comando e di regolazione. Tempi di sicurezza. UNI EN 247:2001 31/05/2001 Scambiatori

Dettagli

REGOLAMENTO SCALO AEROPORTO DI CAPANNORI - LIQL

REGOLAMENTO SCALO AEROPORTO DI CAPANNORI - LIQL REGOLAMENTO DI SCALO AEROPORTO DI CAPANNORI - LIQL a cura della Direzione Aeroportuale di Aeroporto di Capannori - LIQL Edizione: 1.0 Revisione: Prima edizione Inizio Validità: 01.08.2014 1 INDICE 2 Capitolo

Dettagli

Mus. civ. Rovereto Atti del Workshop in geofisica 14 dicembre 2012 141-147 2013

Mus. civ. Rovereto Atti del Workshop in geofisica 14 dicembre 2012 141-147 2013 Mus. civ. Rovereto Atti del Workshop in geofisica 14 dicembre 2012 141-147 2013 MARIO PIZZOLON ( 1 ) & SAMUELE POLCAN ( 2 ) L UTILIZZO DI DRONI PER LO STUDIO DEL TERRITORIO E LE APPLICAZIONI IN PROTEZIONE

Dettagli

Questionario di Assicurazione per raccolta informazioni su Aeromobili a Pilotaggio Remoto - APR DATI PROPONENTE DURATA COPERTURA ASSICURATIVA DATI APR

Questionario di Assicurazione per raccolta informazioni su Aeromobili a Pilotaggio Remoto - APR DATI PROPONENTE DURATA COPERTURA ASSICURATIVA DATI APR RAMO AERONAUTICA Questionario di Assicurazione per raccolta informazioni su Aeromobili a Pilotaggio Remoto - APR La sottoscrizione del presente Questionario non impegna il Sottoscrittore né la Compagnia

Dettagli

1 CORSO INTEGRATO Vola da Diporto e Sportivo + Fonia aeronautica. Corso base di pilotaggio su apparecchi VDS-ULM. Corso di fonia aeronautica [GRATIS]

1 CORSO INTEGRATO Vola da Diporto e Sportivo + Fonia aeronautica. Corso base di pilotaggio su apparecchi VDS-ULM. Corso di fonia aeronautica [GRATIS] SCUOLA DI VOLO ARIA DELL'ELBA A.S.D. 1 CORSO INTEGRATO Vola da Diporto e Sportivo + Fonia aeronautica Corso base di pilotaggio su apparecchi VDS-ULM Corso di fonia aeronautica [GRATIS] Corso base di pilotaggio,

Dettagli

Prof. Duilio Tazzi Le Canne Fumarie. LE CANNE FUMARIE

Prof. Duilio Tazzi Le Canne Fumarie. LE CANNE FUMARIE LE CANNE FUMARIE Il camino, o canna fumaria, è il componente dell impianto termico che serve principalmente a smaltire i prodotti della combustione del generatore di calore nell atmosfera. Per tracciare

Dettagli

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO Unità 3 PRODUZIONE E MENU VITI A RICIRCOLO DI SFERE TESTA MOTRICE CONTROTESTA CONTROMANDRINO AZIONAMENTO MANDRINO AZIONAMENTO ASSI ELETTROMANDRINI SERVIZI DI MACCHINA

Dettagli

LA RADIAZIONE SOLARE. Tecnica del Controllo Ambientale. Prof. Maurizio Cellura

LA RADIAZIONE SOLARE. Tecnica del Controllo Ambientale. Prof. Maurizio Cellura LA RADIAZIONE SOLARE Tecnica del Controllo Ambientale Prof. Maurizio Cellura INTRODUZIONE Il progettista deve: 1. Definire le condizioni climatiche generali e locali; 2. Ricercale le soluzioni idonee;

Dettagli

Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici.

Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici. GLI ATTUATORI Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici. La casistica è assai vasta ; sono comuni i semplici azionamenti magnetici (elettromagneti

Dettagli

n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30

n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30 Matteo Vecchi Lezione del n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30 Il Moto Esterno Con il termine moto esterno intendiamo quella branca della fluidodinamica che studia il moto dei fluidi attorno ad un

Dettagli

MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI IN CORRENTE ALTERNATA

MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI IN CORRENTE ALTERNATA RICHIAMI SUI SISTEMI TRIFASE E SUI TRASFORMATORI - Ripasso generale sui sistemi trifase. - Ripasso generale sulle misure di potenza nei sistemi trifase. - Ripasso generale sui trasformatori monofase e

Dettagli

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA L ENERGIA e IL LAVORO Non è facile dare una definizione semplice e precisa della parola energia, perché è un concetto molto astratto che

Dettagli

Studio proposta modifica zona 1 CTR ATZ PALERMO ( LICJ)

Studio proposta modifica zona 1 CTR ATZ PALERMO ( LICJ) ITALIAN AIR TRAFFIC CONTROLLERS ASSOCIATION MEMBER OF IFATCA INTERNATIONAL FEDERATION OF AIR TRAFFIC CONTROLLERS ASSOCIATIONS SEZIONE DI PALERMO Studio proposta modifica zona 1 CTR ATZ PALERMO ( LICJ)

Dettagli

Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Università degli Studi dell Insubria

Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Università degli Studi dell Insubria Università degli Studi dell Insubria Corso integrato: FISICA E STATISTICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Dott. Raffaele NOVARIO Recapito: raffaele.novario@uninsubria.it Orario ricevimento: Da concordare

Dettagli

AIR EXTREME 2010. Venezia Lido ORDINE DI MANIFESTAZIONE. Tempi: tutti i tempi sono in ora locale

AIR EXTREME 2010. Venezia Lido ORDINE DI MANIFESTAZIONE. Tempi: tutti i tempi sono in ora locale MANIFESTAZIONE AEREA AIR EXTREME 2010 Quando l energia prende il volo Venezia Lido 24, 25 e 26 settembre 2010 ORDINE DI MANIFESTAZIONE Tempi: tutti i tempi sono in ora locale Redatto dal Col Pil (ris)

Dettagli

Regole della mano destra.

Regole della mano destra. Regole della mano destra. Macchina in continua con una spira e collettore. Macchina in continua con due spire e collettore. Macchina in continua: schematizzazione di indotto. Macchina in continua. Schematizzazione

Dettagli

SERVIZIO SPAZIO AEREO CERVIA

SERVIZIO SPAZIO AEREO CERVIA SERVIZIO SPAZIO AEREO C CAPO Sezione Add.to & Stand.ne UFF.LE SV/ATM CAP AAras CSA-TA Angelo STICCO 15 STORMO C/SAR 415 Gr.STO Servizio CSA STRUTTURA C ARO TWR GCA 1 PUNTI di CONTATTO CAPO SERVIZIO C.S.A.

Dettagli

EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. PRE-START (VERIFICA DEI COMANDI). 1. Freni di Parcheggio: Attivati; 2. Manette: Impostate al minimo (IDLE); 3. Interruttore

Dettagli

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Anno: 1 Semestre: 1 Corso integrato: MATEMATICA, FISICA, STATISTICA ED INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof.

Dettagli

LOCALIZZAZIONE E CLASSIFICAZIONE DELLE FUGHE GAS:

LOCALIZZAZIONE E CLASSIFICAZIONE DELLE FUGHE GAS: S.r.l. LOCALIZZAZIONE E CLASSIFICAZIONE DELLE FUGHE GAS: evoluzioni e relative strumentazioni ing. Walter Brand HANS BRAND srl - Milano Fasi dell ispezione della rete secondo le linee guida ATIG Programmazione

Dettagli

4 Azioni sulle costruzioni

4 Azioni sulle costruzioni 4 Azioni sulle costruzioni Classificazione delle azioni 1/2 Si definisce azione ogni causa o insieme di cause capace di indurre stati limite in una struttura. Si definisce sollecitazione ogni effetto interno

Dettagli

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Università di Catania Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile AA 1011 1 Fondamenti di Trasporti Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Giuseppe Inturri Dipartimento

Dettagli

Aspetti energetici. Capitolo 2

Aspetti energetici. Capitolo 2 Capitolo 2 Aspetti energetici 2.1 2.1 Introduzione Un impianto è costituito da componenti uniti fra di loro tramite collegamenti nei quali avviene un trasferimento di potenza esprimibile attraverso il

Dettagli

ESSICCAZIONE E COTTURA DI PIASTRELLE CERAMICHE

ESSICCAZIONE E COTTURA DI PIASTRELLE CERAMICHE ESSICCAZIONE E COTTURA DI PIASTRELLE CERAMICHE Indice Premessa Nota degli autori PARTE PRIMA ESSICCAZIONE E COTTURA: NOZIONI FONDAMENTALI Capitolo 1. INTRODUZIONE Capitolo 2. IL CALORE 1. I principali

Dettagli

CFRM 2010 - IT CFRM CORSI DI FORMAZIONE PER OPERATORI

CFRM 2010 - IT CFRM CORSI DI FORMAZIONE PER OPERATORI CFRM 2010 - IT CFRM CORSI DI FORMAZIONE PER OPERATORI La formazione vincente. CFRM CENTRO FORMAZIONE E RICERCA MACCHINE Una formazione adeguata è fondamentale per realizzare una prevenzione effi cace.

Dettagli

Sistemi robotizzati, i diversi utilizzi di nuove tecnologie

Sistemi robotizzati, i diversi utilizzi di nuove tecnologie Sistemi robotizzati, i diversi utilizzi di nuove tecnologie di Federica Masserotti L'aumento del costo della manodopera e gli errori che può commettere un operatore umano, hanno indotto le maggiori aziende

Dettagli

SICUREZZA VOLO. TOP GUN FLY SCHOOL 18 Set. 2014. Ing. Stefano Cavaliere

SICUREZZA VOLO. TOP GUN FLY SCHOOL 18 Set. 2014. Ing. Stefano Cavaliere SICUREZZA VOLO TOP GUN FLY SCHOOL 18 Set. 2014 Ing. Stefano Cavaliere 50 STORMO PIACENZA SERVIZIO CONTROLLO SPAZIO AEREO Magg. CSA-TA Leonardo PIERALISI ARGOMENTI FONTI NORMATIVE; SPAZI AEREI D E G ; PIACENZA

Dettagli

Le macchine come sistemi tecnici

Le macchine come sistemi tecnici Le macchine come sistemi tecnici L industrializzazione dell Europa e iniziata grazie alla comparsa di macchine capaci di trasformare energia termica in energia meccanica. Un motore a vapore e un esempio

Dettagli

PRESENTAZIONE ZEFIRO RICERCA&INNOVAZIONESRL IL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO E IL FLIGHT TEST CENTER NELL AEROPORTO DI CAPANNORI LUCCA

PRESENTAZIONE ZEFIRO RICERCA&INNOVAZIONESRL IL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO E IL FLIGHT TEST CENTER NELL AEROPORTO DI CAPANNORI LUCCA PRESENTAZIONE ZEFIRO RICERCA&INNOVAZIONESRL IL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO E IL FLIGHT TEST CENTER NELL AEROPORTO DI CAPANNORI LUCCA Contestualmente alle attività tradizionali di aviazione civile e ai servizi

Dettagli

Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica

Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Corso di laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Fisica dell Atmosfera e del Clima Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO CORSO DI LAUREA ON LINE IN INGEGNERIA INFORMATICA ESAME DI FISICA

POLITECNICO DI MILANO CORSO DI LAUREA ON LINE IN INGEGNERIA INFORMATICA ESAME DI FISICA 1 POLITECNICO DI MILANO CORSO DI LAUREA ON LINE IN INGEGNERIA INFORMATICA ESAME DI FISICA Per ogni punto del programma d esame vengono qui di seguito indicate le pagine corrispondenti nel testo G. Tonzig,

Dettagli

QUESTIONARIO SITUAZIONE ENTE

QUESTIONARIO SITUAZIONE ENTE QUESTIONARIO TUAZIONE ENTE MINATIVO ENTE: DATA DI COMPILAZIONE DELLA SCHEDA: INDIRIZZO ENTE Via nr. C.A.P. Località ( ) Tel. cell. Fax e-mail NR. SOCI VOLO LIBERO AEROMOBILI POSSEDUTI (Velivoli/elicotteri/Alianti/ULM

Dettagli

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI 1. LE CARTE AEROPORTUALI. le carte aeroportuali individuano le aeree e gli spazi entro i quali i velivoli di varie categorie possono manovrare, decollare

Dettagli

Letter Of Agreement. IVAO Italia - LoA Interna 2012. Treviso APP - Padova ACC. Marco Milesi - LIPP-ACH. Massimo Soffientini. Simone Amerini - IT-AOAC

Letter Of Agreement. IVAO Italia - LoA Interna 2012. Treviso APP - Padova ACC. Marco Milesi - LIPP-ACH. Massimo Soffientini. Simone Amerini - IT-AOAC Letter Of Agreement Treviso APP - Padova ACC Aprile 2012 Marco Milesi - LIPP-CH Massimo Soffientini - LIPP-ACH Simone Amerini - IT-AOAC INDICE: 1. Generalità 1.1 - Scopo 2. Area di responsabilità e delega

Dettagli