BORSA. Le azioni italiane di qualità che a questi prezzi vale la pena comprare & tenere LUX BOND TECH

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BORSA. Le azioni italiane di qualità che a questi prezzi vale la pena comprare & tenere LUX BOND TECH"

Transcript

1 MENSILE ANNO 1 NUMERO 5 OTTOBRE ,00 4,00 BORSA Le azioni italiane di qualità che a questi prezzi vale la pena comprare & tenere PRIMO PIANO Paesi-rifugio: Hong Kong & Singapore, Svizzere d Oriente 28 LUX BOND 34 Obbligazioni AAA: sulla carta il meglio ma nei fatti non convengono TECH 58 Quasi quasi mi faccio la reflex: guida all acquisto della vera camera Geox, la svolta nel tech-fashion della scarpa che respira 69 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI

2

3

4

5 Sicurezze & opportunità di Lionello Cadorin Quando gli investimenti meno rischiosi arrivano a non rendere nulla, o addirittura vanno in negativo perché stanno sotto l'inflazione, come nel caso dei titoli di Stato tedeschi, significa che la sicurezza è diventata un costo. E che in fasi di mercato come queste stare alla finestra non paga. Meglio un po' di rischio - calcolato - per puntare a un guadagno. Se consideriamo il livello raggiunto dalle quotazioni di Borsa dopo le ripetute ondate di ribassi, che hanno colpito le azioni italiane più delle altre, determinando situazioni di oggettiva convenienza, ecco spiegata la nostra copertina "Buy Italy!". L'Italia non sta poi così male come sembra, hanno commentato all'indomani della riduzione del rating da parte di Standard & Poor's gli insospettabili analisti del Credit Suisse. Ma al di là della situazione generale dell'economia e delle sue prospettive certo non favorevoli, resta il fatto che nel listino italiano figurano molte società solidissime, forti nei loro mercati, molto internazionalizzate, poco indebitate. In altre parole: con tutte quelle caratteristiche che normalmente sono apprezzate dagli investitori in cerca di valore destinato a crescere nel tempo. Nessuno potrà mai affermare che una fase negativa della Borsa è arrivata ai minimi, ma che gli indici scendano o meno ancora un po' non cambia il giudizio di convenienza per l'acquisto dei titoli italiani che abbiamo giudicato "saldi di qualità". E' stato calcolato che i prezzi delle azioni italiane, a parità di parametri, risultano scontati del 13% rispetto a quelli delle azioni spagnole. E non abbiamo citato né un Paese né una Borsa che attraversino i loro momenti migliori. Con un traguardo temporale di medio-lungo periodo, quale deve essere per investimenti azionari non speculativi, abbiamo ritenuto di schierarci tra quanti vedono nel listino italiano buone opportunità. 05

6

7 OTTOBRE BLOG Ma le banche del 2011 non sono la Lehman B. 10 Corone scandinave nuove valute-rifugio 12 Solare, il mercato italiano resterà tra i primi tre 14 IN COPERTINA 14 BORSA Le azioni italiane che vale la pena comprare & tenere Quanto rende il fotovoltaico se si investe con un fondo 16 Perchè ora la Borsa indiana può tornare a guadagnare 18 HOME COPERTINA Buy Italy, saldi di qualità 20 PRIMO PIANO Se gli euro migrano nelle Svizzere d Oriente 28 BOND TITOLI DI STATO E OBBLIGAZIONI Sulla carta sono il meglio, nei fatti non convengono STARTUP METTERSI IN PROPRIO Venture capital, come creare lavoro di qualità 40 JOB PROFESSIONI & FINANZA Attuari: disoccupazione zero e posti di lavoro in aumento 46 07

8 Menu OTTOBRE 2011 TECH TECNOLOGIA & FINANZA La sicurezza informatica per le aziende è il primo rischio 50 Perché saltare in corsa a bordo dei veicoli a gas LUX LUSSO & FINANZA della scarpa che respira 69 ETF Strumenti-rifugio per cercare sicurezza I portafogli di ottobre 76 F ACADEMY Come investire nelle materie prime 78 CERTIFICATI ICA 2011, tutto il meglio

9 PERSONE & SOCIETÀ ANDREA BRUMGNACH CERTIFICATI Come ingabbiare l Orso Sicuro come l oro Se il sottostante va su 86 PERFORMANCE RENDIMENTI ALTERNATIVI Sterlina in corsa olimpica 88 Immobili, i fondi quotati perdono meno delle azioni 90 Se piove come a giugno, 94 Il meglio del Forum 96 BNP PARIBAS 10 CAMPARI 20 CANON 66 CAPELLO LUIGI 40 CAUDA UGO 94 CRÉDIT AGRICOLE 10 CRENCA GIAMPAOLO 46 CUMMINS INDIA 56 DAIMLER 56 DOHERTY SEAN 51 ENEL 20 ENERGY & STRATEGY GROUP 14 ENLABS 40 FERROVIE DELLO STATO 40 FRATTINI FEDERICO 14 FREIHERR VON CRAMM EGBERT 40 GEOX 69 HONDA 56 IMPREGILO 20 LA SCALA FILIPPO 16 MACQUARIE 84 MAKINGENERGY 14 MORETTI MAURO 40 MORETTI POLEGATO MARIO 69 NATALIZIA VALERIO 14 NIKON 66 ODDERO GIACOMO 94 PENTAX 66 PIAGGIO 20 PRESCA GIORGIO 69 PRYSMIAN 20 RIBOLI MARCO 50 ROYAL BANK OF SCOTLAND 85 SIGMA 66 SOCIÉTÉ GÉNÉRALE 10 SONY 66 SORIN 20 SWISS & GLOBAL AM SGR 16 SYMANTEC 50 TRICHET JEAN-CLAUDE 10 WOOD STEPHEN 20 09

10 BLOG Washington post Ma le banche del 2011 DI COLEMAN KENDALL Economista americano, è consulente di banche e istituzioni f inanziarie negli Stati Uniti, in Giappone, in Svizzera e in Italia. Vive a Washington. Molti analisti di mercato hanno scarsa immaginazione. Piuttosto di studiare una nuova crisi per quello che è, spesso preferiscono indagare fra le crisi del passato alla ricerca di quella che più somiglia alla crisi di oggi. I maggiori quotidiani finanziari (Wall Street Journal, FT, Sole 24 Ore) sono pieni di articoli di paragone fra le banche europee in crisi nel 2011 (SocGen, BNP, Credit Agricole) e le banche d investimento americane nei guai del 2008 (Bear Stearns, Lehman). Il fallimento di Bear e Lehman ha rappresentato una problematica enorme, ma è piuttosto inverosimile che ciò si ripeta. L attenzione che viene riservata alla crisi del 2008 può essere definita strana a diversi livelli e, francamente, non è pratica in uso in quasi tutti gli altri settori. Si consideri ad esempio il calcio: se un analista volesse confrontare il campionato di Seria A nel 2011 con quello, ad esempio, del 2008, verrebbe probabilmente deriso per questo. L Inter non ha più il suo Special One in panchina, Kaka è ora in Spagna e così via. Un raffronto fra la Serie A del 2011 e la Bundesliga del 2008 apparirebbe ancor più bizzarro. Eppure, le pagine economiche dei giornali sono piene di articoli che suggeriscono un diretto paragone fra la crisi europea del 2011 e quella americana del Nel 2008 la Fed non poteva contare su poteri specifici per sostenere le banche in crisi. La banca centrale americana poté far ricorso alla discount window per concedere i prestiti d emergenza alle banche in difficoltà (Citibank e Bank of America incluse) ma non aveva l autorità per fare lo stesso con Bear Stearns e Lehman. La Fed e il Tesoro tentarono a questo punto di trovare un compratore per Lehman, ma ogni trattativa fallì; la storia che segue ha diverse versioni, con dettagli più o meno discordanti, ma è generalmente riconosciuto che i troppi vincoli che legarono le mani alla Fed portarono al collasso di Lehman e a una crisi peggiore di quella che si sarebbe potuto avere. Poco dopo il fallimento di Lehman, Morgan Stanley e Goldman Sachs divennero formalmente delle banche, in modo da poter usufruire degli aiuti negati a Lehman qualora se ne presentasse la necessità. Nel 2011, in Francia, non c è invece motivo perché la BCE e/o il governo francese permettano dei fallimenti nelle grandi banche d oltralpe. Questi istituti saranno probabilmente costretti a riconoscere le perdite sui bond (marking to market, finalmente); per azionisti, investitori in bonds e dipendenti le cose potrebbero andare 10

11 BLOG non sono la Lehman B. peggio ma un fallimento delle banche sembra scongiurato. In altre parole, si può immaginare una bancarotta dei grandi istituti di credito transalpini solo all interno di un contesto ben più catastrofico, tale da non lasciare alle banche in default i titoli da prima pagina. Non nascondo che, se ne avessi l autorità, metterei queste banche di fronte alle loro responsabilità, a dover fare i conti con le perdite causate dall imprudenza del passato. Acquistare dei bond greci per inseguire un piccolo extra-rendimento va bene, ma un manager che investe così tanto da mettere seriamente a rischio la solidità della banca dovrebbe essere persuaso a cambiare mestiere, come dovrebbero esserlo tutti i superiori che hanno permesso che assumesse quella posizione. Quegli azionisti che hanno comprato quote di un'azienda senza Jean - Claude Trichet Presidente uscente BCE capirne le politiche d investimento, così come i detentori di obbligazioni, potrebbero risentirne. Per i piccoli depositi, invece, non dovrebbe esserci pericolo. Le banche a questo punto dovrebbero essere costrette ai necessari aumenti di capitale, dismettendo quelle aziende più lontane dal loro core business. Le attività principali per una banca si presume infatti che siano la raccolta dei depositi e la concessione dei prestiti, e questi devono essere preservati, ma il mondo non sarà di certo peggiore se nel 2013 avremo banche ridimensionate rispetto ai livelli pre-crisi. L analisi dei mercati è un duro lavoro, e per sottrarsi a questo impegno qualche analista tenta di studiare la crisi corrente attraverso le crisi del passato. Troppo di sovente questi analisti indolenti guardano alla crisi del 2008 come se fosse solo una replica di quella del 1929, chiedendosi infine se ora siamo in una situazione tipo 1931 o Analisi semplicistiche come queste non valgono davvero la pena di essere lette. Se le crisi fossero veramente cicliche e tendessero a ripetersi, allora anche i policy makers (per non parlare degli investitori) potrebbero anticiparle ed evitare pesanti perdite. Le lezioni giunte dalla crisi del 2008 sono abbastanza chiare, e senz altro ben vive nella memoria delle autorità europee che difficilmente ripeteranno gli errori visti durante la crisi americana, anche se resta possibile che si tratti di situazioni diverse. Gli allenatori di calcio, così come gli analisti di mercato dovrebbero quindi spendere più tempo nello studio della situazione nel 2011, piuttosto che guardare i replay del F 11

12 BLOG SOLDI AL SICURO Corone scandinave nuove valute-rifugio Fuori causa il franco svizzero dopo che la Banca centrale ne ha limitato l'apprezzamento, le monete di Svezia e Norvegia hanno tutte le caratteristiche per prenderne il posto DI MASSIMO SALEZZE* n seguito al recente annuncio della Banca centrale svizzera di garantire un livello minimo del cambio euro/franco svizzero a 1,20, a costo di difenderlo con tutti i mezzi possibili, ci si chiede quale possa essere la nuova valuta in grado di prendere il posto del franco. Escludiamo lo yen giapponese, che non è una vera moneta rifugio, senza contare il rischio di un intervento della Bank of Japan per limitarne la re un rifugio la moneta di una delle economie emergenti, che nascondono sempre un rischio elevato legato - - po lontano: le nuove valute rifugio sono quelle scandinave, le scandies! PUNTI DI FORZA Sia la corona svedese (SEK) sia quella norvegese (NOK) godono di buona salute e ottime caratteristiche dal punto di vista fondamentale: - forte e robusta situazione economica; - bilancia commerciale in surplus; - solido bilancio; - tassi di interesse in crescita. SVEZIA rizzonte di tempo più breve, potrebbe avere un rendimento maggiore quella svedese: oltre che di forza economica, infatti, gode anche di momentum. Dall inizio dell an- rimasta costante e largamente sopra le attese: in particolare l ultimo dato pubblicato riferito al secondo trimestre ha visto il Pil salire al 5,3% contro le attese degli analisti sto una diminuzione della disoccupazione che rimane accompagnata da una forte intenzione di assumere. L ultimo tasso di disoccupazione reso noto è quello di luglio, che si attestava al 6,9%, ben al di sot- pretando le cosiddette intenzioni ad assumere, la media degli analisti vede la disoccupazione scendere al 6,8% al prossimo annuncio. Che il bilancio sia solido lo si nota osservando che per il secondo semestre sia le partite correnti (+61,3 miliardi di corone) sia la bilancia commerciale (+12,2 miliardi di corone) risultavano nettamente in surplus e molto migliori del trimestre precedente. Anche il mercato immobiliare risulta in crescita, sostenuto da una domanda interna. La crescita è evidente anche nei prez- su base mensile, ben oltre il target della banca centrale svedese (2%). Punto fondamentale a favore della corona svedese come bene rifugio sono i tassi di interesse: aumentarli è una delle manovre monetarie che permettono di combattere l aumento dei prezzi. Proprio ad inizio settembre la Riksbank ha confermato il costo del denaro al 2%, mentre nell incontro precedente di luglio aveva deciso un rialzo di 25 punti base (0,25%), dall 1,75% al 2%. NORVEGIA Lo stesso tipo di analisi si può fare con la moneta della Norvegia, e il risultato non cambia. L economia norvegese ha visto recentemente una forte espansione grazie alla produzione di energia idroelettrica e allo sfruttamento dei giacimenti petroliferi del Mare del Nord. La bilancia commerciale a luglio risultava in surplus con 38,1 miliardi di corone contro i 24,7 di giugno. Nel mercato del lavoro, la disoccupazione si è attestata sotto il 3% per tutto l anno: giugno ha registrato il 2,5%, luglio 2,8% e agosto 2,7%. Si pensi che in eurozona la disoccupazione è sopra al 9%, e anche negli Stati Uniti in agosto era pari al 9,1%. Ciò mostra come la Norvegia sia uno dei no più alto del mondo. Riguardo al tasso d interesse, ad agosto la banca centrale norvegese lo ha alzato al 2,5% dal 2,25% precedente. non siano monete in cui investire - - corona svedese e quella norvegese potranno assolvere questa funzione nei portafogli degli investitori. F * Saxo Bank Italia 12

13 Impianti fotovoltaici e parchi solari di grandi dimensioni Distributori di moduli e sistemi completi Consulenza individuale e gestione professionale La nostra forza - il vostro guadagno

14 BLOG ENERGIE RINNOVABILI Solare, il mercato italiano resterà tra i primi tre Leadership mondiale almeno sino al 2014, quando l'italia raggiungerà una potenza installata cumulata di 17GW. Le prospettive del business dell'energia fotovoltaica in una conferenza di SolarPlaza a Milano ' Italia rimarrà sicuramente uno dei primi tre mercati previsione di SolarPlaza, la piattaforma globale dedicata al fotovoltaico che organizza a Milano, il 6 e 7 ottobre (Hotel Nhow, via Tortona 35), la conferenza The Solar rico Frattini, ricercatore presso il Politecnico di Milano e tegy Group, tra i relatori del rà a sperimentare tassi di crescita piuttosto consistenti, con una nuova potenza installata - - delle stime, dipenderà molto dalle dinamiche dei prezzi dei - centi risultati comunicati dal - duatoria dei grandi impianti, mi sembra di poter dire che il mercato italiano del fotovoltaico non abbia sperimentato, fortunatamente, il blocco delle installazioni che alcu- - punto che molti esperti ritengono che in Italia sia prossimo il momento in cui coste- in modo tradizionale (la co- Federico Frattini: Bisogna tenere conto dei tantissimi pologia di impianto; se viene utilizzato per autoconsumo calizzazione; il prezzo di ac- - ty si raggiungerà prima - di- - 14

15 BLOG Informazione & networking SolarPlaza è una piattaforma internazionale che organizza conferenze, seminari e missioni commerciali in tutto il mondo. La piattaforma com fornisce e condivide conoscenze, opportunità di networking e servizi di informazione gratuita. SolarPlaza pubblica la newletter quotidiana gratuita SUN. La società, creata da Edwin Koot, 17 anni espoerienza nel settore, crede fermamente in un futuro rinnovabile costruito sulla potenza dell energia solare. Dal momento della sua fondazione, nel 2004, ha costruito una rete di migliaia di utenti tra amici, associati, operatori ed esperti del solare di grande valore. Ad oggi sono stati organizzati da SolarPlaza oltre 28 eventi internazionali dedicati al settore fotovoltaico. ti per soddisfare il fabbisogno di utenze industriali e commerciali localizzati nel Sud del Paese e che consumano molta energia elettrica in estate e du- - ni alla grid parity in alcune aree, come Secondo Valerio Natalizia, presiden- re alla conferenza milanese, i nu- specialmente in Italia, dove il ritmo delle installazioni sembra non avere - - di fronte ad un mercato che ha subito - possibili tagli alle tariffe - osserva acora Natalizia - hanno creato e creano ulteriore incertezza e mal si sposano con una politica industriale che invece necessiterebbe di certezze di lungo pe- bisogno di continuità e stabilità norma- - - le infrastrutture di trasmissione dell'e- progetti concreti con un reale piano di de italiane secondo Federico Frattini - avranno ancora margini di cresci- - gie che le aziende adotteranno per ripo- - - hanno puntato molto sul segmento dei - QUANTO CRESCE (GW) LA POTENZA INSTALLATA 2012 e , ,5 Potenza cumulata GW» Il mercato del fotovoltaico in Italia continuerà nei prossimi tre anni a crescere a ritmo consistente, sino a raggiungere nel 2014 una potenza installata cumulata di 17 GW.» Secondo molti osservatori ed esperti è ormai prossimo il punto di pareggio tra il costo dell'energia elettrica prodotta in modo tradizionale e quella fotovoltaica. L'obiettivo dovrebbe essere raggiunto prima nel Sud da impianti realizzati per soddisfare fabbisogni industriali e commerciali.» Le imprese italiane, dopo che il IV Conto energia ha penalizzzato i grandi impianti, devono sapersi riposizionare su quelli piccoli e medi, e di quote di mercato. imprese devono rapidamente riposizionarsi sul segmento dei piccoli-medi italiani dovranno saper cogliere per far riconoscere le proprie eccellenze nel drea Brumgnach, direttore commer- gy, speaker alla conferenza di Milano - po, strutturare in modo rigoroso le attività di post vendita e guardare ai mer- F 15

16 BLOG Quanto rende il fotovoltaico se si investe con un fondo FILIPPO LA SCALA Amministratore delegato di Swiss & Global AM sgr P Perché un fondo specializzato nel fotovoltaico e non su altre tipologie di rinnovabili come eolico o idroelettrico? "Il criterio è stato quello del "minimo teorico, massimo pratico": l'italia ha più sole che vento quindi è soprattutto il fotovoltaico che massimizza le caratteristiche climatiche di un Paese dove l'irraggiamento solare è evidentemente più stabile e prevedibile rispetto alle dinamiche del vento. La costruzione dell'impianto fotovoltaico è inoltre meno problematica, costi di manutenzione. Anche il sistema degli incentivi pubblici è più semplice che riguarda altre fonti rinnovabili". Sinora sono stati realizzati nove impianti per una capacità complessiva di circa 9 Mwp. P er ora l opportunità è riservata agli investitori cosiddetti qualificati. Ma a Filippo La Scala, numero uno in Italia di Swiss & Global, la società di gestione del gruppo indipendente svizzero Julius Baer, piacerebbe molto che potessero partecipare anche i normali risparmiatori, oggi esclusi dalle normative che regolano questo tipo di investimenti. Il business è quello della produzione di energia solare, il cosiddetto fotovoltaico, che in Italia continua a diffondersi. La formula per investire in questo business è, nel caso di Swiss & Global, il fondo immobiliare. Si chiama Clean Energy One e investe in parchi fotovoltaici. Investe direttamente, nel senso che realizza i parchi, con i loro impianti per la produzione di energia solare, e gestisce il business. Per Swiss & Global, storicamente tra le prime case di investimento a innovare la gamma di prodotti con fondi tematici, la creazione di Clean Energy One, lanciato nel luglio 2010, rispondeva all esigenza di offrire a investitori istituzionali e qualificati l opportunità di un investimento sostenibile caratterizzato da rendimenti stabili e flussi costanti nel tempo. Soprattutto, un investimento a bassa volatilità slegato (decorrelato, come si dice in gergo) dall andamento dei mercati finanziari. Il business genera rendimento in base alla produzione di energia elettrica ottenuta dai raggi solari e venduta a prezzi incentivati al GSE, il Gestore dei Servizi Energetici. Insomma, se splende il sole e l impianto funziona bene si guadagna anche se le Borse precipitano e i famigerati spread 16

17 BLOG sui titoli di Stato schizzano in alto. Una manna, di questi tempi. L operazione messa in atto da Swiss & Global, Filippo La Scala tiene a sottolinearlo, non è speculativa, non è fatta con la logica di portare a casa gli incentivi. I business plan non sono troppo ambiziosi, le previsioni sono prudenziali. Nel rapporto con i nostri clienti spiega La Scala - cerchiamo di essere trasparenti e realistici. Per questo non facciamo troppo uso della leva finanziaria. Siamo al 50%, che vuol dire al massimo 5 euro a debito ogni 10 di capitale che mettiamo noi. E di questa pur limitata leva facciamo un uso oculato, con politiche da buon padre di famiglia, come si dice: tasso fisso per poter programmare la gestione finanziaria, e così via. E investiamo solo ciò che abbiamo, un passo dopo l altro. Proprio nei giorni scorsi Clean Energy One ha registrato l impegno a investire nel fondo da parte di due primari investitori istituzionali italiani, la Fondazione Banco di Sardegna e l Epap, l ente di previdenza pluricategoriale di agronomi, attuari, chimici e geologi. Le due nuove sottoscrizioni, per complessivi 20 milioni di euro, portano a 90 milioni i mezzi potenziali a disposizione del fondo. Rispetto al 7% medio dichiarato come obiettivo, dopo poco più di un anno Clean Energy One rende, al netto dei costi di gestione, tra il 9 e il 10,5%. Filippo La Scala, come ha ribadito a F, vorrebbe poter vendere quote accessibili, magari da 5 mila euro, anche agli investitori privati: Sì, mi piacerebbe dare l opportunità anche alle famiglie di investire in uno strumento solido, che offre ritorni stabili nel tempo e che dietro ha dei beni reali, che si toccano con Obiettivo (prudente): 7% Quanto può rendere Clean Energy One? Il rendimento (IRR) medio obiettivo del Fondo è pari al 7% su base annua, calcolato come media ponderata dei rendimenti obiettivo delle due classi di quote di cui si costituisce ogni blocco minimo di sottoscrizione (al netto dei costi). Le quote B sono assimilabili ad obbligazioni e prevedono la distribuzione di un rendimento del 6%. Le quote A si comportano come azioni: l'obiettivo di rendimento è il 12,67% all'anno. Al 30 giugno scorso il Nav, valore della quota, era ,213 euro. "Mi piacerebbe dare l'opportunità anche alle famiglie di investire in uno strumento solido, che offre ritorni stabili e che dietro ha beni reali" mano e che avranno comunque sempre un valore. Avrebbero senso, secondo l amministratore delegato di Swiss & Global AM, anche obbligazioni indicizzate a questo tipo di investimento, e qui siamo invece nel campo del possibile. L unica avvertenza per il largo pubblico sarebbe la consapevolezza che l investimento deve durare quanto il fondo, e quindi almeno 25 anni salvo proroghe finali. Ma qual è l investimento minimo? In teoria sarebbe possibile sottoscrivere una sola quota, di tipologia A o B ciascuna, del valore nominale di euro. In realtà, chiarisce La Scala, si accettano sottoscrizioni soltanto per blocchi di 20 quote, tre di tipologia A ( euro nominali) e 17 di tipologia B ( ). F 17

18 BLOG BRIC Perché ora la Borsa indiana può tornare a guadagnare Secondo Sanjiv Duggal, responsabile delle gestioni azionarie indiane di HSBC, la stretta creditizia sta per f inire. E da infrastrutture e consumi è in arrivo una nuova spinta al listino Quali sono le prospettive per portafoglio verso i settori ciclici. Qual è il settore preferito in automotive in Quali temi attireranno gli inve- la F 18

19

20 HOME BORSA BUY ITALY, SALDI DI QUALITÀ Sei azioni di società italiane dagli ottimi fondamentali che ai prezzi attuali rappresentano autentiche occasioni in un'ottica di medio-lungo periodo 20

21 HOME L a forte discesa di Piazza Affari ha portato diversi titoli a quotazioni estremamente interessanti. Nessuno può garantire che i minimi siano già stati toccati. Ma in ottica di medio termine è tempo di comprare. Finanziari a parte. Meglio cercare tra gli industriali con marcata vocazione estera. Diciamo la verità. Seppur nel panico del crollo estivo di Piazza Affari qualche volta avete pensato: beh, a questi prezzi viene voglia di cominciare a comprare qualcosa!. Ma alla fine il tasto Invia del pc con cui inoltrare l'ordine di acquisto via Internet non lo avete premuto. Né avete aperto il cellulare per chiamare la banca e dire: Compro. qui, saggio. Adesso però potrebbe essere arrivato il momento di premere quel tasto. Per carità, nessuno può garantirvi a priori che il mercato azionario italiano abbia già toccato il minimo. Se qualcuno lo fa, ricordategli i molti guru che hanno perso la faccia, e soldi, con dei buy pieni solo di tanta speranza. Tuttavia si sta creando una miscela di fattori che può far ritrovare in tempi ragionevoli la via della risalita. Magari lenta, ma ricca di opportunità. Gli ingredienti? Fondamentali a sconto usando 21

22 HOME i numeri delle semestrali diffuse in estate, miglioramento del sentiment delle case d'affari, meno paura di una recessione mondiale, passaggio delle importanti scadenze tecniche trimestrali di settembre e, perché no, anche un calendario favorevole. Che ci ricorda che il semestre ottobre-marzo è statisticamente molto più generoso per le azioni rispetto a quello aprile-settembre. D'accordo, a ottobre tutti i proble- ziari non scompariranno improvvisamente. Però quasi tutti gli scenari peggiori sono ormai stati scontati dalle attuali quotazioni. Come dire, è vero che non c'è la certezza te dell'orso, ma se si ragiona con un'ottica di medio-lungo termine, alcuni degli attuali valori di Borsa rappresentano una grande occasione. A condizione di saper scegliere. LO STATO DELL'ARTE La correzione evidenzia- ta dai mercati azionari ad agosto è stata una delle più rapide mai registrate. Soltanto la crisi del 1987 e il fallimento di Lehman Brothers ave- vano causato crolli più pesanti in periodi più brevi. Forse una corre- STARE FERMI NON PAGA Nell'autorevole opinione di Stephen P.Wood, numero uno degli strategist di mercato della famosa casa americana Russell Investments, stare fermi in situazioni come questa non paga. Quando i mercati aprono con un 2% o 3% in più o in meno rispetto alla chiusura del giorno prima, ciò che i trader chiamano "gapping", la tentazione irrefrenabile - osserva Wood - è quella di andare liquidi e aspettare fino a che la fase di follia sia passata. Ma puntare sulla tranquillità non ha solo risvolti positivi. In questa fase, si paga un prezzo anche per tenere la testa sotto la sabbia. I bassi dividendi e i rendimenti dei Treasury al di sotto di qualsiasi ragionevole tasso di inflazione rappresentano un costo implicito troppo ele- vato solo per garantirsi la serenità". Secondo Stephen P.Wood que- sto è il preciso momento di mer- cato in cui è il caso di prendersi alcuni rischi. Si tratta di un ap- proccio che dà una nuova lettu- ra dell'ormai smitizzato clichè dei ("non andare contro la Fed!"). I tassi sono bassi, argomenta lo stratega di Russell Investments, proprio perché la Fed vuole che gli investitori vadano alla ricerca di investimenti alternativi. "Per chiarezza, rischio hanno bisogno di guanti di amianto persino in una buona giornata". Quanto alle scelte di investimento per il portafoglio azionario Wood chiarisce: "Attualmente siamo fuori tori che possono sopravvivere an- quindi siamo lunghi su alcuni titoli nell'healthcare e nel consumer, sia discretionary sia staples". "Interessanti anche le società esposte sui mercati emergenti che possono tranquillamente affrontare il rallentamento dell'economia globale dato che questi paesi hanno semplicemente registrato una correzione, passando da tassi di crescita fantastici a livelli molto, molto buoni. Con l'azionario che ha lasciato sul terreno circa il 15% rispetto ai massimi di alcuni mesi fa è anche facile prevedere che una decelerazione dei Un'ultima precisazione di Wood: "Il nostro orizzonte è a due o tre anni, focalizzandoci sul valore degli investimenti. E oggi, il rischio dà certamente più valore rispetto alla sicurezza. BOB KUNZE-CONCEWITZ Amministratore delegato SET 09 DIC MAR 10 GIU SET DIC MAR 11 GIU SET 6,2 5,7 5,2 4,7 4,2 3,7 3,2 2,7 2,2 1,7 1,2 22

23 HOME SET DIC MAR 10 GIU SET DIC MAR 11 GIU SET Tra chi vede del valore nelle Borse rientrano Credit Suisse ed Equita sim che in particolare punta su alcuni cavalli di razza del recinto di Piazza Affari. Ma andiamo con ordine. Gli analisti della banca elvetica nel complesso esprimono sulle azioni il giudizio «overweight»: sovrappesare, aumentare la quota, metterne in portafoglio un po' di più di quelle che di solito ave- della volatilità è un dato di fatto, ma si possono evincere fondamentali molto favorevoli. Il giudizio a livello macroeconomico è meno ottimistico, ma non implica nel contempo una recessione globale. E, concordano gli analisti di Credit Suisse, anche in Italia c'è del valore. L'importante è avere ben chiara la situazione. Durante le vacanze estive sono accaduti numerosi avveni- ca dei titoli di Stato che in quella dei titoli societari. Dal suo massimo di metà febbraio, il Ftse Mib ha perso il 40% circa e i mesi di luglio ( 8,7%) e agosto ( 19,77%) sono stati molto deludenti. Le revisioni dei pro- ve e la crescita degli utili aggregati per il biennio 2011/2012 è calata dal 23%/19% di inizio anno a un livello ora pari appena al 14%/17%. VALERIO BATTISTA Amministratore delegato EFFETTO-MANOVRA Ma, va detto, in particolare i tito- debole dinamica degli utili. Il governo italiano ha annunciato di recente delle misure di austerity per un totale di almeno 45,5 miliardi di euro, tra cui un rialzo delle imposte dell'iva e tagli alla spesa pubblica. Credit Suisse ritiene che le misu- re incidano sui consumi domestici, con un impatto negativo sui beni di consumo ciclici interni e sul setto- - - ri del mercato italiano, ipotizzano volatile e continui a essere trai- nato dal sentiment, sospinto in particolare dalle notizie provenienti dai Paesi periferici e dalle potenziali ripercussioni - L'aumento della volatilità del mercato azionario è un dato di fatto, ma si possono evincere fondamentali molto favorevoli mo pertanto ipotizzato oscillazio- ni piuttosto consistenti dei mercati le problematiche associate alla crisi del debito sovrano dei Paesi perife- rici europei. OBIETTIVO PIAZZA AFFARI «Il sell-off (forti vendite) cui abbia- mo assistito e la probabile pressio- ne al ribasso dall'abbassamento del rating sul debito Usa ci hanno sug- gerito di individuare alcuni titoli da accumulare con un orizzonte di medio termine», hanno conferma- to gli analisti di Equita. «Ci siamo concentrati su aziende che in virtù delle loro prospettive possono dare 23

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Debiti sovrani PRIMA, Crescita o Recessione DOPO. L' incertezza Continua? 1) In scia ai timori di una ricaduta dell'economia globale sta proseguendo la "fuga dal rischio"

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

Il Mercato del reddito fisso

Il Mercato del reddito fisso S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il Mercato del reddito fisso Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA Sala Convegni Corso Europa, 11 Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

Dettagli

IL MERCATO AZIONARIO: SITUAZIONI E PROSPETTIVE

IL MERCATO AZIONARIO: SITUAZIONI E PROSPETTIVE S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL MERCATO AZIONARIO: SITUAZIONI E PROSPETTIVE ANDREA ROTTI ERSEL S.I.M. 22/11/2013 Milano Scenario 2014: premessa Il decennio 2002-2012 è stato decisamente

Dettagli

AZIMUT SGR SpA PARTE I DEL PROSPETTO INFORMATIVO CARATTERISTICHE DEI FONDI E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

AZIMUT SGR SpA PARTE I DEL PROSPETTO INFORMATIVO CARATTERISTICHE DEI FONDI E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE AZIMUT SGR SpA AZIMUT GARANZIA AZIMUT REDDITO EURO AZIMUT REDDITO USA AZIMUT TREND TASSI AZIMUT SOLIDITY AZIMUT SCUDO AZIMUT BILANCIATO AZIMUT STRATEGIC TREND AZIMUT TREND AMERICA AZIMUT TREND EUROPA AZIMUT

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Seminario ABN AMRO Markets Investire facilmente sui tassi di interesse e di cambio.

Seminario ABN AMRO Markets Investire facilmente sui tassi di interesse e di cambio. Seminario ABN AMRO Markets Investire facilmente sui tassi di interesse e di cambio. Rimini, ITForum, 15-16.05.2008 ABN AMRO Markets. Il nostro impegno è rivolto a massimizzare i vantaggi derivanti dall

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

Le tipologie di rischio

Le tipologie di rischio Le tipologie di rischio In ambito fi nanziario il rischio assume diverse dimensioni, a diversi livelli. La distinzione principale da delineare è fra rischio generico e rischio specifi co, valida per tutti

Dettagli

Sondaggio sul Sentiment degli Investitori Globali

Sondaggio sul Sentiment degli Investitori Globali 2014 Sondaggio sul Sentiment degli Investitori Globali R I S U L T A T I P R I N C I P A L I I risultati del nostro Sondaggio sul Sentiment degli Investitori Globali del 2014 indicano che gli investitori

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Le Bolle speculative

Le Bolle speculative Le Bolle speculative Vito Lops giornalista del Sole 24 Ore Social media editor Sole 24 Ore www.twitter.com/vitolops Autore del blog «L economia della trasparenza» http://vitolops.blog.ilsole24ore.com COME

Dettagli

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008 Comunicato Stampa Bologna, 17 Luglio 2008 Compravendite in diminuzione del 10% rispetto allo scorso anno. Nel 2007 si sono vendute 40 mila case in meno, nel 2008 si prevede un ulteriore calo di almeno

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

Settimanale valute e mercati 3 luglio 2014

Settimanale valute e mercati 3 luglio 2014 Settimanale valute e mercati 3 luglio 2014 Euforia irrazionale, massimi 2000, 2007, 2014? Il mercati azionari accolgono con euforia il macroprudential approach delle banche centrali, mentre valute e obbligazioni

Dettagli

Aggiornamento sui mercati valutari

Aggiornamento sui mercati valutari 9 luglio 2014 Aggiornamento sui mercati valutari A cura di: Peter Butler, Emanuele Del Monte e Pietro Calati Il quadro di riferimento Il mercato dei cambi, dopo l introduzione del pacchetto di misure da

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

Trascrizione Videochat ANIMA del 24 settembre 2015

Trascrizione Videochat ANIMA del 24 settembre 2015 Trascrizione Videochat ANIMA del 24 settembre 2015 Lo strumento che ANIMA utilizza per comunicare con la massima chiarezza e trasparenza ai propri clienti e partner commerciali Partecipano: Luca Felli

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0.

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0. In questa occasione farò un aggiornamento con il quadro generale su tutti i mercati che seguo. In un altro articolo (nella Sezione Opzioni) darò invece le indicazioni Operative di massima che intendo seguire.

Dettagli

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

(http://www.ubs.com/global/it/asset_management/etf/italy.html) (http://www.finanzaoperativa.com) (http://www.borsaitaliana.it/tol)

(http://www.ubs.com/global/it/asset_management/etf/italy.html) (http://www.finanzaoperativa.com) (http://www.borsaitaliana.it/tol) 1 di 7 23/10/2013 16.43 (http://www.ubs.com/global/it/asset_management/etf/italy.html) (http://www.finanzaoperativa.com) (http://www.borsaitaliana.it/tol) Occasioni di Borsa (http://www.finanzaoperativa.com/category/occasionidi-investimento/)

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Allianz Euro Bond Strategy

Allianz Euro Bond Strategy Allianz Euro Bond Strategy Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

Alberto Vai Head of Marketing & Individuals BNP Paribas Reim Rimini, 19 maggio 2011

Alberto Vai Head of Marketing & Individuals BNP Paribas Reim Rimini, 19 maggio 2011 Il mercato immobiliare in Italia e i fondi immobiliari come strumenti di diversificazione dell'asset allocation per la clientela affluent. Alberto Vai Head of Marketing & Individuals BNP Paribas Reim Rimini,

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

Agganciare la ripresa, ma con quali capitali? 10 Annual Economia & Finanza Il Sole 24 Ore

Agganciare la ripresa, ma con quali capitali? 10 Annual Economia & Finanza Il Sole 24 Ore Agganciare la ripresa, ma con quali capitali? 10 Annual Economia & Finanza Il Sole 24 Ore Milano, 28 novembre 2013 Euro mld Il fardello dell economia italiana Debito pubblico dello Stato italiano 2.068.564.740.090

Dettagli

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca?

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? 2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? Venerdì 29 novembre 2013 In questo Diario di Bordo parliamo in sintesi: MERCATO OBBLIGAZIONARIO. MEGLIO FONDI O ETF? MEGLIO OPERARE CON UNA SOLA SOCIETA DI GESTIONE

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011 05/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Maggio 2014 2011 Maggio 2014 Analisi di scenario Mercati 22/05/2014 2 Analisi di scenario Il nuovo Conundrum Tra le principali sorprese del

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016 GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI 06 Maggio 2016 PANORAMICA MACRO Principali Lunedì +/- Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì indici / currency 02/05/2016 03/05/2016-04/05/2016-05/05/2016-06/05/2016

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato 2014 Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.06.03 POLITICA FINANZIARIA E RATING

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

L'oro è l elemento più importante del sistema finanziario mondiale

L'oro è l elemento più importante del sistema finanziario mondiale Cos è l Oro? 1. L oro è il metallo più prezioso, è sinonimo di ricchezza ed eccellenza. 2. L oro non dipende dai governi. 3. L oro non è tassato. 4. L oro non ha scadenza e non si deteriora. 5. L oro non

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

La crisi finanziaria del 2007-2010

La crisi finanziaria del 2007-2010 La crisi finanziaria del 2007-2010 1 La cronologia Agosto 2007-Agosto 2008: il preludio alla crisi 31 luglio 2007: Bearn Sterns liquida due hedge funds (fondi speculativi) che investono in attività finanziarie

Dettagli

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS ARCA FOCUS Outlook dei mercati I Trimestre 2015 Ad uso esclusivo dei Soggetti Collocatori, vietata la diffusione alla clientela. Il presente documento ha semplice scopo informativo. 1 Indice Outlook di

Dettagli

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS 46 BASICS INVESTORS supplemento Salone del Risparmio 2015 OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi Il problema principale che abbiamo

Dettagli

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 - Piigs sotto la lente: il Portogallo - Il dividendo dell euro - Sul ponte sventolo la Bandiera Bianca - Il salvataggio - La cura uccide il malato - Un esercito

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Obbligazioni: i migliori rendimenti sul Mot. E poi occasioni di bond con alti yield più le relative azioni: l oil americano è a sconto!

Obbligazioni: i migliori rendimenti sul Mot. E poi occasioni di bond con alti yield più le relative azioni: l oil americano è a sconto! Cedole & dividendi Obbligazioni: i migliori rendimenti sul Mot. E poi occasioni di bond con alti yield più le relative azioni: l oil americano è a sconto! Volatilità non solo in ambito azionario, ma anche

Dettagli

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati.

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati. FEBBRAIO 2016 Vediamo di riassumere sinteticamente in questa mail le cause che hanno portato allo storno delle borse e grazie all ausilio delle informazioni ricevute da alcuni dei principali gestori mondiali,

Dettagli

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering?

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering? COINCIDENZE? Mercoledì 18 dicembre la Fed ha deciso di diminuire di 10 mld l entità degli acquisti di Titoli di Stato e Mbs, senza sorprendere più di tanto gli operatori. In sostanza è stato alzato molto

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

GP Benchmark GP Quantitative

GP Benchmark GP Quantitative Servizio d'investimento commercializzato da: GP Benchmark GP Quantitative Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario.

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Immobiliare, asset class vincente

Immobiliare, asset class vincente I MERCATI INTERNAZIONALI DEL REAL ESTATE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche che valutano le alternative di impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 6 giugno A cura dell

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

GP Private. Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.

GP Private. Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461. GP Private Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario. Non costituisce offerta

Dettagli

Desenzano del Garda, 24 dicembre 2012. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 24 dicembre 2012. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 24 dicembre 2012 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5 maggio 2015 Mantenere la rotta in mezzo alla volatilità Nonostante il paracadute della Bce nelle ultime settimane sui mercati è tornato il nervosismo. A medio termine lo scenario resta favorevole alle

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

cover story Il peggio è passato, c è fiducia in Basta rendimenti negativi, BTp, high yield e corporate forum gestori

cover story Il peggio è passato, c è fiducia in Basta rendimenti negativi, BTp, high yield e corporate forum gestori 4 Plus24 - Il Sole 24 Ore SABATO 29 DICEMBRE 2012 N. 542 cover story forum gestori Il peggio è passato, c è fiducia in Si è tenuto presso la redazione del Sole 24 Ore, il 17esimo Forum degli asset manager.

Dettagli

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio?

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? 14 marzo, 2011 Dovrebbe essere sufficiente dire che il più grande fondo obbligazionario mondiale, Pimco, ha deciso di uscire dal mercato

Dettagli

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio Newsletter mercati e valute 22 febbraio 2013 Le minute dell ultima riunione della Federal Reserve mostrano divergenze all interno della Banca Centrale Usa sul piano di stimoli monetari a sostegno dell

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

SALVARE IL CAPITALISMO di Alfred Rappaport. di Giancarlo Forestieri pag. 9. di John C. Bogle. Parte prima Le cause e le conseguenze della veduta corta

SALVARE IL CAPITALISMO di Alfred Rappaport. di Giancarlo Forestieri pag. 9. di John C. Bogle. Parte prima Le cause e le conseguenze della veduta corta Indice SALVARE IL CAPITALISMO di Alfred Rappaport Prefazione all edizione italiana di Giancarlo Forestieri pag. 9 Prefazione di John C. Bogle Ringraziamenti Introduzione» 19» 25» 27 Parte prima Le cause

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA

10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA 10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA Agosto 2012 In questo momento l'europa va tutt'altro che evitata e riteniamo che l'attenzione che gravita intorno ai problemi fiscali abbia creato un'opportunità d'investimento,

Dettagli

2006 2007) 500 - -. L

2006 2007) 500 - -. L COMUNICATO STAMPA I Rapporto sul Mercato Immobiliare 27 Tempi più lunghi per vendere o affittare ma i prezzi tengono. I prezzi crescono meno velocemente che in passato: nelle città di medie dimensioni,

Dettagli

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 (ECO) ###Crisi: Cfa, a febbraio piu' ottimismo, +39,4 pt Italy Sentiment Index (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 feb - Cresce l'ottimismo per il futuro dell'economia

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Schroder ISF European Absolute Return

Schroder ISF European Absolute Return Pagina 1 Indice Europa: Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Il fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del fondo al 29 giugno 2007 Il

Dettagli

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi Nel 200 si prevede che la ricchezza finanziaria delle famiglie in Europa centro-orientale raggiungerà i 1 miliardi di euro, sostenuta da una forte crescita economica e da migliorate condizioni del mercato

Dettagli

1 L esposizione al ciclo economico e alla congiuntura delle imprese quotate

1 L esposizione al ciclo economico e alla congiuntura delle imprese quotate III 1 L esposizione al ciclo economico e alla congiuntura delle imprese quotate Le maggiori società quotate non finanziarie dei principali paesi europei si caratterizzano per una esposizione al ciclo economico

Dettagli

Mercati e Valute, 25 settembre 2014 Un feudalesimo dei rendimenti Outlook Bond e Valute

Mercati e Valute, 25 settembre 2014 Un feudalesimo dei rendimenti Outlook Bond e Valute Mercati e Valute, 25 settembre 2014 Un feudalesimo dei rendimenti Outlook Bond e Valute L investitore privato italiano che, deluso dalla politica e in cerca di sicurezza, decidesse in un impeto rivoluzionario

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Indice Banca IMI IMINext Reflex

Indice Banca IMI IMINext Reflex Indice Banca IMI Specialisti per la finanza... pag. 4 IMINext Una linea di prodotti di finanza personale... pag. 5 Reflex Un paniere ufficiale... pag. 6 I mercati a portata di mano... pag. 7 Una replica

Dettagli

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 Benchmark: 100% Benchmark NP Bilanciato 2 Categoria Assogestioni: Bilanciato Nextam Partners Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 % Patrimonio Netto 1 BTP ITALIA 1.65%

Dettagli