LA RIORGANIZZAZIONE DEL CATALOGO AZIENDALE SINO ALLA MESSA IN RETE ATTRAVERSO E-COMMERCE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA RIORGANIZZAZIONE DEL CATALOGO AZIENDALE SINO ALLA MESSA IN RETE ATTRAVERSO E-COMMERCE"

Transcript

1 Esperto in ENOLOGIA e MARKETING Master Universitario di I livello MEM LA RIORGANIZZAZIONE DEL CATALOGO AZIENDALE SINO ALLA MESSA IN RETE ATTRAVERSO E-COMMERCE Relazione di Stage di Andrea Gritti A.A. 2012/2013

2 INDICE CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE... 2 CAPITOLO 2 - AZIENDA DI STAGE CAPITOLO 3 - OBIETTIVO DELL ATTIVITÀ DI STAGE CAPITOLO 4 - DESCRIZIONE DELL ATTIVITÀ DI STAGE Impostazione Risultati conseguiti CAPITOLO 5 - CONCLUSIONI RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI SITOGRAFIA ~ 1 ~

3 CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE Il consumo di vino nel mondo da metà degli anni 70 in poi è precipitato drasticamente fino a metà anni 90, passando da circa 285 milioni di ettolitri a circa 220 milioni di ettolitri, con una flessione del 23%. Secondo fonti OIV negli ultimi venti anni l andamento del consumo si è attestato, con oscillazioni piuttosto contenute, sui 235 milioni di ettolitri. D altronde anche i dati relativi alle superfici vitate rispecchiano questo trend essendo passate dai 10 milioni di ettari degli anni 70 agli attuali 7,5 milioni, ovvero un calo del 25%. In Italia si è addirittura passati dal consumo di 45 mila hl del 1983 all attuale che si aggira sui 24 mila hl, registrando un decremento del 47%: in 30 anni si è pressoché ~ 2 ~

4 dimezzato. La situazione quindi è quella di un mercato in forte decrescita rispetto a 40 anni fa, che si è ormai assestato su cifre e quantità di gran lunga inferiori. Ed è un mercato sempre più consapevole, informato e specializzato. Un mercato composto da consumatori che desiderano interagire sempre più con il lato produttivo, secondo una sorta di fidelizzazione inversa, ovvero un fenomeno in cui l input iniziale di creare un collegamento tra le due parti viene dal consumatore stesso; in un simile contesto le aziende devono mettersi in condizione di poter essere trovate e contattate. Altrettanto un mercato così attento premierà con l acquisto preferibilmente la qualità, piuttosto che una quantità anonima ed indifferenziata, poco interessata a sviluppare una strategia di marketing e di rapporto con il cliente. D altronde oggi il vino non è più un alimento, considerato parte integrante della dieta quotidiana, bensì un bene voluttuario, nel cui consumo prevale più l aspetto edonistico della soddisfazione personale piuttosto che la stretta necessità dell acquisizione di pronte calorie. Fiasco e bottiglione erano un tempo sempre presenti sulla tavola delle famiglie italiane, ~ 3 ~

5 specialmente contadine, mentre oggi si tende ad incrementare il consumo in bottiglia, magari dotata di un etichetta affascinante che rispecchi il brand aziendale. Storicamente, il branding si poneva come un processo interno all impresa, e come tante, anche quella vitivinicola condivideva questa visione comune. Il processo aveva inizio con lo svolgimento di un accurata analisi del mercato, proseguiva con il posizionamento strategico/valoriale e terminava con la costruzione di un piano di marketing finalizzato alla conquista del consumatore. È evidente come quest ultimo, all interno del suddetto processo, svolgesse un ruolo passivo, e il brand, in questa prospettiva, non rappresentava altro che un servizio a supporto del prodotto. Un qualcosa di preconfezionato, che il consumatore acquistava e pagava insieme al prodotto. Lo sviluppo del web, però, ha rovesciato i termini di questo gioco. Prima di tutto, le strategie di branding odierne non sono altro che la risultante di un processo largamente esterno all impresa. Un processo che l impresa può solo tentare di governare, ma non gestire e controllare. I motivi sono principalmente due, il primo consiste nel cambiamento dei comportamenti di consumo, come si è più volte ricordato. Il consumo è sempre meno motivato da fattori di status e sempre più da ragioni identitarie. Il brand, perciò, perde la sua funzione primaria di marcare una differenza ed un territorio socio-cognitivo, per divenire strumento attraverso cui costruire relazioni con chi si identifica con certi valori etico - morali. Questo implica che, indipendentemente dalla rete, larga parte del processo di costruzione e comunicazione dei significati di un brand resta al di fuori del controllo dell impresa. L unica cosa che può fare l impresa è tentare di dare un imprinting forte al proprio brand al fine di selezionare sia al proprio interno dipendenti, fornitori e così via che al proprio esterno persone che si identifichino con il sistema di valori che l impresa condivide e si propone di promuovere e diffondere. Molti di questi spazi sono pubblici, per cui, è solo associandosi e promuovendo questi valori che le imprese possono sostenere indirettamente il valore dei propri investimenti in questa direzione. ~ 4 ~

6 In secondo luogo, la rete riduce i costi di ricerca, accesso e condivisione dell informazione, creando ugualmente quel passa parola (necessario a costruire il significato e il valore del brand) che le persone effettuano normalmente al di fuori del web. La rete, da questo punto di vista, non ha fatto altro che moltiplicare all ennesima potenza ciò che è sempre avvenuto nei contesti locali. È per questa ragione che diventa sempre più difficile vendere lo stesso brand in modi diversi e a volte incompatibili tra loro in mercati diversi. L informazione circola ed è condivisa su di una dimensione mondiale. Pensare di riuscire a compartimentalizzare la gestione del brand su singoli mercati è sempre più un utopia. Lo stesso vale per strategie finalizzate a utilizzare brand diversi in mercati diversi per lo stesso prodotto. In ogni caso il ruolo strategico e moltiplicativo assunto dal passa parola, obbliga le imprese del mondo del vino ad adottare strumenti nuovi per monitorare questi flussi comunicativi e di valore; anche perché il processo di diffusione dell informazione non è più gerarchico come un tempo e, in più, gli influenzatori sono molteplici, sempre diversi e difficilmente prevedibili a priori. Gli strumenti di cui si parla non devono essere concepiti solo come strumenti di controllo, attraverso cui cogliere le lamentale al fine di gestirle prima che si trasformino in valore negativo per la nostra impresa. Essi, diversamente, devono essere creativi, utilizzati per tentare di cogliere ed interpretare i bisogni ed i desideri emergenti ed includere il consumatore nel processo creativo. Ecco perché anche la ricerca e sviluppo, oltre che il customer care, dovrebbe utilizzarli. Questo è quanto occorre per entrare in relazione con chi poi comprerà i prodotti e servizi e che pretenderà siano pensati appositamente per lui. Insomma, a buon intenditore poche parole! Media e comunicazione rappresentano la voce del brand, i mezzi attraverso i quali le aziende comunicano ai consumatori valori di un brand e stabiliscono con loro un dialogo. Quali sono, dunque, le opzioni migliori per una corretta strategia di marketing? Le strategie di marketing adottate per affermare e consolidare una marca possono puntare sulla comunicazione di un unico aspetto valoriale o emozionale (per un vino, il colore, il profumo) o su più aspetti sinergici e coerenti tra loro (il gusto e il ~ 5 ~

7 piacere), utilizzare un solo canale di comunicazione (la pubblicità classica) o più canali (la stampa, il direct marketing). Ovviamente è possibile combinare tra loro, al meglio, le varie opzioni di comunicazione e i canali. Pur rappresentando ancora il mezzo portante della comunicazione, la pubblicità non è l unico né il più importante canale per affermare un brand. Il successo di un brand dipende sempre più spesso da strategie di marketing che prevedono l uso combinato di più comunicazioni e canali. L uso coordinato di più canali e messaggi colpisce, infatti, il consumatore in momenti differenti delle sue esperienze d acquisto e contribuisce più rapidamente alla costruzione e all affermazione della brand equity. Definita la strategia di posizionamento del brand, il tipo di messaggio che si intende veicolare e il target verso cui rivolgersi, l impresa interessata dovrà implementare la strategia creativa, stabilendo il modo attraverso cui esprimere gli argomenti per raggiungere il target prescelto e comunicare il posizionamento desiderato. Sceglierà una strategia informativa, se l intento è quello di esaltare caratteristiche e benefits del brand, nonché quello di comunicare al consumatore come e perché il prodotto è in grado di dare una giusta risposta a un suo bisogno. Alternativamente, l impresa preferirà una strategia trasformativa se l obiettivo è quello di fornire un ritratto legato all immagine del prodotto e mira, attraverso la sua personalità distintiva, a soddisfare le aspirazioni e gli stili di vita dei consumatori. Nonostante gli approcci specifici di ciascuna delle due strategie, lo scopo è quello di instaurare tra consumatore e brand una solida relazione. Il cliente fidelizzato a un brand, infatti, non investirà tempo e risorse nella ricerca di prodotti alternativi, ma si rivolgerà istintivamente a quelli contrassegnati da quella determinata marca. Tuttavia, la sfida implicita nella creazione della migliore strategia creativa consiste, nella giungla dei messaggi pubblicitari, nell individuare il modo per distinguersi e per colpire l interesse del consumatore, trasmettere e far recepire il messaggio voluto. Se è vero che la comunicazione fornisce al consumatore una ragione per acquistare un certo prodotto, la promozione ne rappresenta l incentivo. La promozione può essere diretta tanto al distributore quanto al consumatore finale; in entrambi i casi è ~ 6 ~

8 una strategia concepita per incidere sui comportamenti dei rispettivi target, incentivando il rivenditore a offrire e sostenere attivamente il brand in alternativa a quelli della concorrenza, incentivando il consumatore ad acquistare il prodotto in un determinato momento o in una certa quantità. Una promozione di successo, oltre a trasmettere al consumatore una sensazione di urgenza e convenienza, contribuisce alla creazione o al consolidamento della brand equity comunicando informazioni oppure, come spesso accade, la possibilità provare o assaggiare il prodotto. Le promozioni sono, tuttavia, un arma a doppio taglio, quelle realizzate in modo errato comportano il rischio di una svalutazione del prodotto e del brand, con seri danni per l impresa. Le promozioni al trade, invece, consistono generalmente in incentivi o sconti al rivenditore con l unico obiettivo di ottenere uno spazio espositivo o una maggiore visibilità sul punto vendita. Comunque la si voglia mettere, comunque la si voglia vedere, anche nel settore vitivinicolo le imprese oggi scelgono una qualche strategia di branding per competere ad alti livelli sul mercato, che è ormai un mercato globale in cui sono presenti consumatori di ogni parallelo e meridiano. In un tale contesto l arma più incisiva, pervasiva, capillare e, tuttavia, economica è la possibilità offerta dalla rete, attraverso il cosiddetto web 2.0, ovvero di seconda generazione. La tesi è che queste dinamiche non possano essere ignorate, e le aziende debbano aprirsi ad un nuovo modo di comunicare con i clienti, intendendo il web 2.0 non come una moda passeggera da cavalcare superficialmente ma comprendendo cosa rappresenta in profondità e riformulando in base a questo il modo di relazionarsi con le persone, pena il rischio di ritrovarsi sempre più isolate e inascoltate man mano che la percentuale di individui sensibili al cambiamento diviene più rilevante e le altre aziende si sono aperte al nuovo modo di intendere il rapporto col cliente. I nuovi consumatori sono maturi, informati, sanno quali sono le loro esigenze e sono ormai sempre più smaliziati nei confronti della pubblicità; i vecchi modelli di comunicazione non sono più efficaci per riuscire a scalfire quell indifferenza che consegue all enorme flusso di informazioni a cui tutti sono incessantemente sottoposti. ~ 7 ~

9 Ascoltare le persone per conoscerne i bisogni e soddisfarli è un impresa sempre più ardua, la suddivisione in base a parametri socio-economici risulta ormai secondaria quando non inutile: la frammentazione del pubblico infatti è elevatissima, le soggettività sono molteplici, critiche, sfaccettate, sfuggenti; le tendenze sempre più difficilmente riguardano la massa, e ad ogni moda corrisponde quasi sempre una contro-moda. Ecco quindi che l azienda non può più rivolgersi ad un ascoltatore tanto stereotipato quanto inesistente, ma ha bisogno di stabilire un rapporto più profondo con il cliente per conoscerlo e farsi conoscere, in modo da instaurare uno scambio di valori che possa portare ad una frequentazione abituale della marca con l obiettivo di fidelizzare il cliente a questa, e generare acquisti ripetuti nel tempo. La marca postmoderna non può più limitarsi a parlare: deve dialogare, costruire una relazione duratura col consumatore che sia basata sulla sua soddisfazione, essere in grado di condividere uno stile, un immaginario comune, e dargli la possibilità di costruirsi addosso il prodotto-servizio come se fosse proprio quello che immagina, fatto apposta per lui: è il concetto\paradosso della mass customization (personalizzazione di massa). Internet è il mezzo migliore e più economico per farlo. Chi entra in un sito Internet lo fa volutamente, ed è quindi presumibile che sia interessato a interagire con la marca, che sia per informarsi sui prodotti o per intrattenersi, o anche per dare un occhiata veloce, è certo che comunque si trovi nella giusta predisposizione per accogliere i messaggi che gli vengono proposti. A differenza delle pubblicità sui media tradizionali, che sono di tipo push, cioè spinte addosso all utente in momenti che si reputano ottimali, ma che comunque non ha deciso lui, e sono trasmesse in modo irradiante e generico, la navigazione di un sito è di tipo pull, cioè si cerca di attirare l utente sul sito, che se vi accede è perché lo ha voluto espressamente e quindi deciderà modi e tempi dell esposizione alla comunicazione della marca. Le aziende insomma non cercano più di raggiungere il cliente ad ogni costo, ma cercano di mettersi nella migliore condizione possibile affinché sia il cliente a raggiunge loro: la prospettiva si è ribaltata. Il protagonista, la ~ 8 ~

10 star, non è più l azienda ma il consumatore, che è allo stesso tempo maturo e informato, ma anche bambino che ha bisogno di essere intrattenuto e curato. Questo nuovo consumatore ha rimesso tutto in discussione: le modalità di acquisto, il ruolo dei punti vendita, la pubblicità, i prodotti stessi. Gli acquisti sono sempre più spesso caratterizzati dalla seguenti caratteristiche: sono pianificati, soprattutto quelli importanti non vengono mai compiuti di impulso ma valutati e preparati in precedenza; sono poi opportunisti, mirati ad ottenere un alto beneficio al miglior prezzo possibile, approfittando di sconti, promozioni, ecc ; esperti, cioè effettuati avendo un idea chiara dell offerta e delle alternative della concorrenza; socializzanti: gli acquisti spesso avvengono in gruppo, in determinati luoghi riconosciuti non solo come canali di distribuzione ma come rappresentativi di un certo stile di vita. Per rispondere a queste nuove modalità di fare shopping i punti vendita si sono riconvertiti ed evoluti. Tanto che parlare ancora di punti vendita non ha più molto senso, non si tratta infatti di luoghi dove si entra, si compra, e si va via. Sono spazi rituali, all interno dei quali si passa molto tempo, ci si aspetta di vivere un esperienza, sono luoghi di incontro, permanenza, pellegrinaggio, che la marca ha adattato al suo messaggio, ai prodotti, ai valori di cui si fa portatrice. L altro aspetto che, di pari passo, è notevolmente cambiato, è la pubblicità, che ovviamente è sempre più in linea con le nuove esigenze di comunicazione delle aziende e le tendenze dei consumatori che prima abbiamo descritto. Diventa quindi più informativa, cercando di spiegare in profondità la missione della marca e i prodotti\servizi che propone, con la conseguenza che ha bisogno di più spazio per poter fare questo al meglio. Si cerca di andare incontro al consumatore, di rivolgersi a lui da pari a pari, senza cercare di estorcergli l attenzione attraverso facili espedienti o sensazionalismi, ma cercando la sua complicità, stimolandone l intelligenza attraverso messaggi dal tono critico, o ironico, si tenta di soddisfare la personalità e le preoccupazioni dell ascoltatore con pubblicità etiche, sociali, ecologiste, salutiste, ecc ~ 9 ~

11 La marca nel suo discorso deve riuscire ad essere allo stesso tempo informativa e concreta e a fare leva sull emozione e sugli aspetti più intangibili. Il prodotto passa in secondo piano. Con l acquisto si aderisce ad uno stile di vita, ad un modo di vedere il mondo, ci si associa allo stato d essere della marca (o meglio si riconosce in quella determinata marca la stessa nostra maniera di essere). Si acquista un esperienza, non un oggetto. Ed ecco allora che i prodotti stessi non potranno più essere concepiti e realizzati come oggetti fini a se stessi. Innanzitutto il consumatore dà per scontate la qualità, l efficacia, la durata, un buon rapporto qualità\prezzo. Per questo la sfida della marca sta nel riuscire a creare valore aggiunto intorno al prodotto. Si cerca di proporre un pacchetto prodotto\servizio che sia unico per il cliente, prestando la massima attenzione a concetti quali la personalizzazione, il supporto tecnico, l appoggio e assistenza della marca in tutte le situazioni che prevedono il coinvolgimento del prodotto, il trasferimento del prestigio e dell esperienza del marchio sul cliente, il consigli e suggerimenti per un utilizzo ottimale, l attenzione ad ogni minimo dettaglio. Quindi i beni diventano anche dei servizi, comprare abitualmente da una certa marca assomiglia sempre di più all essere iscritti al club che quel marchio rappresenta, la cura del cliente (customer care) e l attenzione verso la sua soddisfazione (customer satisfaction) sono massime. La marca insomma ha bisogno di interagire direttamente con il cliente per conoscerlo e per essere in grado di fornire una certa personalizzazione. E in che modo può farlo? Internet, pur non essendo ancora rappresentativa di tutti i clienti, coinvolge un numero sempre più alto di persone, ed ha le caratteristiche per rispondere adeguatamente ai cambiamenti fin qui elencati: la crescente difficoltà nel ricavare informazioni utili e univoche dalle tradizionali ricerche di mercato è infatti contrastata dal fatto che in rete le indagini possono essere fatte direttamente dall azienda che può sapere quanti visitatori accedono al suo sito, ma soprattutto come vi si comportano all interno, su quali pagine si soffermano di più o di meno, quali percorsi seguono, su quali siti vanno una volta usciti dal nostro, e moltissime ~ 10 ~

12 altre informazioni utili per definire i clienti, la concorrenza, la percezione della nostra marca, e per di più raccolte in tempo reale e senza intermediari. Altre informazioni per segmentare la clientela si ottengono poi attraverso l opt-in marketing, cioè offrendo servizi per iscriversi ai quali il cliente deve compilare un form con i suoi dati e dare il consenso al trattamento di questi per ricerche di mercato e invio di informazioni pubblicitarie. Inoltre è molto facile sul web interagire col cliente, porre domande, ascoltare suggerimenti, consigli, desideri. Dare risposte chiare, veloci, su misura; informazioni sintetiche o molto approfondite; aggiornare rapidamente il catalogo prodotti, i prezzi, lanciare promozioni. I messaggi pubblicitari in Internet possono essere estremamente mirati sul nostro target di riferimento, sia attraverso i banner, le newsletters, o i posizionamenti sui motori di ricerca, perché conosciamo il contesto in cui andiamo a inserirli, che sarà ovviamente pertinente al nostro messaggio, e in più c è il vantaggio di poter misurare nel dettaglio l efficacia della nostra comunicazione ed eventualmente correggerla. Attraverso il sito aziendale si può rafforzare adeguatamente l identità di marca, si possono generare vendite online ma soprattutto aumentare quelle off-line. Infatti i consumatori tendono sempre più spesso ad informarsi in rete prima di intraprendere quegli acquisti che comunque faranno nei negozi, dove arrivano con le idee già chiare sulle qualità del prodotto e sulle alternative che propone la concorrenza: l unica cosa che gli rimane da fare è testarlo fisicamente e, se l impressione costruita on-line è confermata, perfezionare l acquisto. Quando una persona decide di comprare qualcosa che implica un minimo di coinvolgimento (a livello economico ma non solo) è probabile che prima di decidersi cercherà di valutare ogni soluzione possibile per giungere a quella per sé più conveniente, e per farlo si metterà sul web alla ricerca di risposte. Quindi il primo impatto del consumatore con la marca può avvenire in rete, e può essere decisivo per determinare in quale negozio si recherà una volta uscito di casa. Insomma la presenza sul web è un modo, quello più adatto, di avvicinarsi alla nuova tipologia di consumatore, e di assecondare la forma in cui sono stati ripensati gli acquisti, i punti vendita e i prodotti. ~ 11 ~

13 Il web è la risposta alle necessità della marca postmoderna che agisce in una situazione come quella illustrata in precedenza, e per far fronte alla quale sono nate negli ultimi anni diverse tipologie di marketing, approcci che cercano di proporre metodologie efficaci per rispondere alla necessità del marketing attuale che non è tanto quella di vendere meglio ciò che si produce, ma di instaurare e mantenere una relazione costante con il consumatore, ascoltarlo per capire cosa vuole, ed essere i primi a proporglielo nel miglior modo. Gli obiettivi che un azienda si propone di raggiungere attraverso la presenza on-line possono essere vari, dal rafforzare la brand awareness, alla riduzione delle spese di natura logistica ed informativa (VOIP, , PEC), all utilizzo di un catalogo aggiornato e facilmente modificabile in tempo reale, al servizio di assistenza postvendita, all e-commerce. I canali principali sono l ed il web. Per quanto concerne la posta elettronica, i modelli più importanti sono: - la newsletter, un inviata a tutti coloro che ne hanno fatto espressamente richiesta (in caso contrario è considerata spam, pubblicità indesiderata e fastidiosa) e che grazie a questo preventivo consenso dovrebbe risultare efficace, con cadenza periodica, dove si danno informazioni riguardo a prodotti, servizi, eventi, novità della marca, o comunque argomenti di interesse per gli iscritti. Consente di fidelizzare il cliente, di fare promozioni e aggiornamenti, ed è utile inserirvi link per accedere ad approfondimenti e incrementare gli accessi al sito web. - la mailing list: a differenza di una newsletter non è diffusa unilateralmente ma permette un dialogo fra tutti gli utenti iscritti: tutti ricevono e tutti possono inviare messaggi, ed è quindi un gruppo di discussione via e non una semplice comunicazione dell azienda ai clienti, ma può risultare utile per creare delle comunità di persone che dialogano sui prodotti, sul mondo in cui orbita la marca, generando fidelizzazione e fornendo utili feedback. ~ 12 ~

14 Lo strumento principe per quanto riguarda il web è il sito aziendale. Il website è il luogo in cui l azienda dispiega la sua presenza in rete, qualcosa di paragonabile alla sede centrale o al negozio in centro: il posto dove la marca può parlare di se stessa, dove può rappresentare quello che vuole essere per i consumatori. La sua struttura deve essere studiata in base agli obiettivi precedentemente descritti, le modalità di realizzazione sono molto varie ed articolate e il design deve tenere in considerazione i parametri di accessibilità ed usabilità. Si tratta dello strumento fondamentale di presenza on-line, in cui il contatto con l utente è profondo e deve assicurargli un esperienza piacevole, utile e significativa. Un sito web mal realizzato, che non soddisfi le aspettative dell utente o sia addirittura frustrante nell utilizzo, non è solo inutile per raggiungere gli obiettivi di marca, ma si rivela indubbiamente deleterio. E probabile che l utente indispettito o deluso (bastano pochi secondi di navigazione insoddisfacente per determinarlo) abbandoni il nostro sito a favore di quello dei concorrenti, per trovare lì le informazioni, le emozioni, o i prodotti che si aspettava. Tutto quindi deve essere studiato nei minimi particolari tenendo conto degli obiettivi e del target, dell immagine di marca, valutando attentamente la struttura, la grafica, i contenuti, la funzionalità. Sempre facenti parte del filone del WorldWideWeb, ci sono poi tutti gli strumenti finalizzati alla realizzazione della pubblicità online: - banner: sono inserzioni pubblicitarie sul web, inserite su siti e portali che vendono spazi pubblicitari nelle loro pagine. Ovviamente la scelta dei siti e delle pagine su cui vogliamo comparire va fatta con attenzione in base al target, ma c è il vantaggio di poterne misurare l efficacia e il ritorno in termini di visualizzazioni e click di accesso. Si tratta di riquadri che possono avere qualsiasi dimensione e posizione all interno della pagina, anche se nella grande maggioranza dei casi vengono utilizzati formati standard (orizzontali o verticali, fisso o a rotazione con messaggi di altre marche), contengono immagini statiche o animate e consentono di accedere a un sito o pagina web cliccandovi sopra. Essendo estremamente diffusi, una campagna deve tenere conto del senso di saturazione e della crescente indifferenza dei navigatori verso i ~ 13 ~

15 banner, che spesso vengono ignorati. Per questo si cerca di realizzarne versioni che abbiano un forte impatto visuale, attraggano l attenzione ed inducano ad essere cliccati. Una campagna di banner ben studiata può essere utile per aumentare la web popularity, incrementare le vendite di uno specifico prodotto\servizio, generare accessi al sito. - interstitial: è uno spot pubblicitario che viene visualizzato durante l attesa per il caricamento di una pagina web. Ha il difetto di risultare invadente e spesso sgradito per l utente, ma se ben realizzato può invece divertire, interessare, e favorire la memorizzazione, avendo a disposizione tutto lo spazio della pagina seppur per pochi secondi. - sister window: è una finestra contenente messaggi pubblicitari che si apre nel momento in cui accediamo ad una pagina web, viene definita pop-up o pop-under a seconda che si apra davanti o dietro alla schermata del browser. Gioca sull effetto sorpresa per attrarre l attenzione, ma il suo abuso rischia di infastidire l utente con il risultato che viene chiusa immediatamente senza nemmeno essere guardata. - minisiti: sono costruiti appositamente per promuovere un singolo prodotto od evento, hanno una struttura semplice costituita da poche pagine e mirano ad attrarre numerose visite nell arco di poco tempo, quello della durata della promozione, offrendo news aggiornate assiduamente per coinvolgere ed interessare. E importante, per i siti web, essere indicizzati dai motori di ricerca ed avere un buon posizionamento fra i risultati che rispondono all inserimento di determinate parole chiave attinenti al business dell azienda, gran parte del traffico sulle pagine web infatti arriva dai grandi portali e motori di ricerca. Ognuno degli strumenti che sono stati elencati comporta naturalmente dei costi che vanno preventivati e valutati a monte. Nel considerare il budget da dedicare al web va fatta una distinzione fra le spese di web marketing in senso stretto e quelle di web publishing. Le spese di publishing sono quelle per la realizzazione e allocazione del ~ 14 ~

16 sito web e degli altri strumenti, come i costi di programmazione, design, e quelli per l hardware e i software necessari. I costi variano in base al fatto che l azienda disponga di risorse umane interne in grado di progettare\realizzare\gestire un sito web e tutto ciò che comporta o debba rivolgersi a specialisti esterni. Anche per l allocazione fisica del sito le spese variano, a seconda che si scelgano soluzioni di hosting, housing, o in house. Nel primo caso il sito viene ospitato sui server di un azienda che fornisce questo servizio (provider), nel secondo il sito sarà collocato su un server di proprietà dell azienda, che viene custodito e collegato ad Internet nei locali del provider, mentre la terza soluzione è quella di tenere in azienda il proprio server sostenendo i costi di connessione e gestione in proprio. Le spese per queste tre diverse soluzioni sono crescenti, e solitamente la modalità scelta va dall hosting all housing, fino a l in house con il variare delle necessità delle aziende da piccole, a medie, a medio-grandi. Per quanto riguarda i costi di web marketing invece si tratta di tutte quelle spese dedicate alla promozione del sito, all incremento del traffico e delle vendite, alla realizzazione di campagne di banner o di direct marketing tramite , o ancora le spese per ottenere un miglior posizionamento sui motori di ricerca. ~ 15 ~

17 CAPITOLO 2 - AZIENDA DI STAGE La Toso Spa ha sede a Cossano Belbo, in provincia di Cuneo, nel cuore della Valle Belbo, valle del Basso Piemonte, situata lungo il corso dell'omonimo torrente. Attraversa dal confine con la Provincia di Savona, gran parte della Provincia di Asti e parte delle provincie di Alessandria e Cuneo. Sorge in una zona famosa per la produzione di vino e presenta meravigliosi panorami collinari e vignaioli monferrini e langaroli. Il territorio è ricco di fossili. Costituisce lo scenario naturale di alcune delle principali opere di Cesare Pavese e Beppe Fenoglio; se i luoghi pavesiani sono concentrati in una zona ristretta tra Santo Stefano Belbo e Canelli, quelli di Fenoglio spaziano da Canelli a Mombarcaro, nell'epico scenario della guerra partigiana. Nel corso della storia, la Valle Belbo è stata più volte devastata da pesanti e disastrose alluvioni, come nel 1948, 1968, e più recentemente nel 1994, causate dall'esondazione del Belbo e dei suoi principali tributari come il Rio Nizza. Attualmente, è stata avanzata la proposta di candidatura delle zone del Monferrato, Langhe e Roero nella lista del Patrimonio mondiale dell'umanità dell'unesco, e di conseguenza anche della Valle Belbo, perché attraversa e definisce un'area cruciale dove si incontrano e dialogano le Langhe, l'astigiano e l'alto Monferrato; il progetto nacque a Canelli, ed è stato presentato a più riprese e in diverse località fra le quali Nizza Monferrato. I centri principali sono Canelli (AT), Nizza Monferrato (AT), Costigliole d'asti (AT). Santo Stefano Belbo (CN), Castagnole Lanze (AT), Neive (CN), Mombercelli (AT), Incisa Scapaccino (AT), Montegrosso d'asti (AT), Calamandrana (AT). Agliano Terme (AT), Calosso (AT), Mango (CN), Bergamasco (AL), Oviglio (AL), Mombaruzzo (AT), San Marzano Oliveto (AT), Cossano Belbo (CN). ~ 16 ~

18 I vini più importanti sono quelli tipici del Monferrato ovvero Barbera d'asti, Barbera del Monferrato, Dolcetto d'acqui, Dolcetto d'ovada, Grignolino d'asti, Grignolino del Monferrato Casalese, Ruché di Castagnole Monferrato, Freisa d'asti, Asti spumante, Brachetto d'acqui, Malvasia di Casorzo, Moscato d'asti. Avvicinandosi alla zona di Alba incontriamo facilmente anche il Dolcetto d Alba e di Dogliani, il Barbera d Alba, oltre ai classici Barolo e Barbaresco. Proprio questa grande varietà fa della Valle Belbo una delle zone più peculiari e rappresentative del Piemonte enologico e la Toso rappresenta in pieno tale eclettismo. La Toso Spa nasce nel 1910 fondata da Vincenzo Toso, un'azienda ultracentenaria che è arrivata alla quarta generazione di proprietà familiare con l'attuale amministratore delegato Gianfranco Toso, pronipote del fondatore. Legata fin dalla fondazione alla vinificazione delle pregiate uve Moscato e alla produzione dell'asti DOCG, ha sviluppato nel tempo la sua vocazione spumantiera e la specializzazione nella produzione del classico vermouth italiano oggi diffuso in tutto il mondo. Il fatturato degli ultimi anni (figura 1), in costante ascesa, ha sfiorato e successivamente superato i 30 milioni di euro nel 2012, con una crescita del 18% rispetto al fatturato del Figura 1 Fatturato espresso in milioni di euro per anno ~ 17 ~

19 A farla da padroni nel fatturato Toso sono gli spumanti e le bevande aromatizzate a base di vino, che nel 2012, sommati, raggiungono il 61% dell intero totale (Figura 2). Figura 2 Fatturato 2012 suddiviso per macrofamiglia prodotti I prodotti di punta sono senza dubbio l Asti DOCG ed il Moscato d Asti, seguiti dall Aperitivo bianco e rosso e dai Vermouth. Infine, per quanto concerne le vendite, i principali clienti di Toso Spa (figura 3) si concentrano all estero (perlopiù GDO) per circa il 60% e, nel mercato domestico, in GDO, discount e grossisti (20%). Figura 3 Fatturato 2012 suddiviso per clienti di destinazione merce. ~ 18 ~

20 La Toso ha oggi 50 dipendenti tra uffici e produzione, e si sviluppa su mq di superficie coperta, in cui trovano spazio gli uffici amministrativi, i reparti di vinificazione ed imbottigliamento oltre alle aree di stoccaggio di vini e spumanti. La superficie scoperta è invece di mq e ospita zone per la circolazione dei mezzi pesanti, parcheggi e giardini; il tutto circondato da vigneti rigogliosi. Nel reparto stoccaggio (figura 4) il mosto fiore viene conservato a bassa temperatura per impedirne la fermentazione, preservandone così aromi e fragranza, in autoclavi fino a 2500 ettolitri. Autoclavi con capacità variabile dai 60 ai 500 ettolitri sono invece adibite alla trasformazione dei mosti in vini spumanti. La tecnologia applicata ad ogni autoclave permette di controllare, durante la fermentazione, temperatura e pressione dello spumante, a garanzia dell'ottenimento del miglior prodotto. Figura 4 Reparto stoccaggio Spumanti ~ 19 ~

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

strategie d impresa e rapporto con il mercato L E-Business e il consumatore: il nuovo paradigma

strategie d impresa e rapporto con il mercato L E-Business e il consumatore: il nuovo paradigma Gli Strumenti del Commercio Internazionale: Internet, contratti, agevolazioni Struttura congressi Hotel Solara Conca Specchiulla (Otranto) 12-13 giugno 2003 D&L Studio Strategie di Internazionalizzazione

Dettagli

Quali liste per la multimedialità

Quali liste per la multimedialità Quali liste per la multimedialità A seguito di slogan che condividiamo del tipo : 1. il confine tra online e offline è caduto. 2. il futuro della comunicazione è multimediale. 3. il direct marketing sarà

Dettagli

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa Achille Ferraro Web Marketing Manager E-COMMERCE Che cosa è l' E-commerce L'insieme delle transazioni per la commercializzazione di beni e servizi tra produttore

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! MONDO GRAFICA 7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! IL MATTONE di ogni comunicazione Grafica La pubblicità è quella forma di comunicazione che raggruppa la diffusione di messaggi

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Web. Hosting. Application

Web. Hosting. Application amministrazione siti CMS e CRM CONSULENZA WEB APPLICATION WEB DESIGN WEB MARKETING HOSTING GRAFICA Web. Hosting. Application EXPLICO Explico è la Web Agency, costituita nel 99 da professionisti specializzati

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

marketing 19/36 Un filo diretto, utente per utente

marketing 19/36 Un filo diretto, utente per utente direct marketing Un filo diretto, utente per utente implementazione data base gestione data base aziendale riqualificazione data base newsletter dem telemarketing gestione numero verde 19/36 Un DB aziendale

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale

Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale Lingue e Cultura per l Impresa Economia e Gestione delle Imprese Turistiche A.A. 2007-2008 Ddr Fabio Forlani

Dettagli

StileItaliano Italian Flavors

StileItaliano Italian Flavors 2013/2014 La mission Italian Flavors nasce con l intento di promuovere la micro e la piccola impresa del settore dell enogastronomia. La filosofia di base è quella di proporre il meglio delle produzioni

Dettagli

CHARM IN ITALY L ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E LA PROMOZIONE DEL CONSUMO

CHARM IN ITALY L ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E LA PROMOZIONE DEL CONSUMO ti invita ad essere CHARM IN ITALY L ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E LA PROMOZIONE DEL CONSUMO L associazione Charm in Italy nasce con l intento di donare nuova linfa al mercato turistico ricettivo

Dettagli

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito!

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Migliora il tuo sito e migliorerai il tuo business Ti sei mai domandato se il tuo sito aziendale è professionale? È pronto a fare quello che ti aspetti

Dettagli

www.keironetwork.it AFFILIATI - EDIZIONE 2014

www.keironetwork.it AFFILIATI - EDIZIONE 2014 www.keironetwork.it AFFILIATI - EDIZIONE 2014 www.keirone cos è KÉIRON NETWORK Investire in tempo di crisi è come mettere le ali mentre gli altri precipitano. (Steve Jobs, fondatore Microsoft) Per tutte

Dettagli

STARTUP PACK IL SUCCESSO NON PUÒ ASPETTARE

STARTUP PACK IL SUCCESSO NON PUÒ ASPETTARE STARTUP PACK IL SUCCESSO NON PUÒ ASPETTARE Siamo un network di professionisti al servizio di Startup e PMI che vogliano rendere creativa ed efficace la propria immagine attraverso progetti di comunicazione

Dettagli

Benvenuto in MyWellShop.it

Benvenuto in MyWellShop.it Benvenuto in MyWellShop.it Ciao, e benvenuto/a nel programma di Affiliazione di MyWellShop.it Questa pagina ha lo scopo di aiutarti a capire quanto è semplice iniziare a guadagnare con il programma di

Dettagli

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale Un gruppo compatto e professionale, un esperienza pluriennale, un approfondita conoscenza del mondo della comunicazione in tutte le sue sfaccettature,

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA

Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA Tutto ciò che ti serve e quanto devi investire per cominciare Ricapitoliamo quali sono gli strumenti e le risorse

Dettagli

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 $/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 / DUHDGLSURGX]LRQHELRORJLFD A fianco l uso dell olio di oliva tradizionale, sono cresciute la produzione ed il consumo dell olio biologico, con il conseguente aumento dell

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

DELIANet di Amedeo Foti. DELIANet. Frazione Bovaye 10 11010 Pontey (AO) Telefono: 3482841934 Fax: 0166 30106

DELIANet di Amedeo Foti. DELIANet. Frazione Bovaye 10 11010 Pontey (AO) Telefono: 3482841934 Fax: 0166 30106 DELIANet di Amedeo Foti Frazione Bovaye 10 11010 Pontey (AO) Telefono: 3482841934 Fax: 0166 30106 web: http://www.delianet..eu email: info@delianet.it DELIANet WebAgency WebSolutions WebMarketing L AZIENDA

Dettagli

Benvenuti nell era del web 2.0

Benvenuti nell era del web 2.0 Un utente isolatonon può fare nulla. Si relaziona unicamente con l ambiente esterno e sebbene insoddisfatto non ha la possibilitàdi cambiare le cose. Due utentiin relazione possono confrontarsi e l esperienza

Dettagli

Fare Impresanel mercato del 3 Millennio le testimonianze della Filiera della Cartoleria

Fare Impresanel mercato del 3 Millennio le testimonianze della Filiera della Cartoleria Fare Impresanel mercato del 3 Millennio le testimonianze della Filiera della Cartoleria TavolaRotonda organizzata da Federcartolai Ambiente Italia Fiera di Roma Frankfurter Messe Roma, 8 Giugno 2009 Coordinatore

Dettagli

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI Il web è sempre più presente nelle nostre vite e nel nostro lavoro. Lo utilizziamo ogni giorno per dare e ricevere informazioni. È fondamentale per conoscere prodotti

Dettagli

, pr omozione siti web e posizionamento sui motori di ricerca e smart site.

, pr omozione siti web e posizionamento sui motori di ricerca e smart site. TELEVAS, nell'ottica di seguire il suo Cliente nello sviluppo di una propria strategia marketing basata sul WEB, ha predisposto alcune soluzioni per diffondere l'immagine e rendere più popolare la presenza

Dettagli

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza Il Customer Relationship Management (CRM) punta a costruire, estendere ed approfondire le relazioni esistenti tra un'azienda

Dettagli

HandyLex.org La storia, il successo

HandyLex.org La storia, il successo HandyLex.org La storia, il successo DAL 1995 IN LINEA! Dal 1995 HandyLex.org è in linea per offrire documentazione, approfondimenti, risposte e divulgazione sulla normativa in materia di disabilità. È

Dettagli

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer Index Profilo Agenzia Grafica Internet Perchè affidarsi a noi Profilo Dal 2012 lo studio RAMAGLIA si occupa di comunicazione, grafica pubblicitaria, web design e marketing. I nostri servizi si rivolgono

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani Indice Introduzione Ringraziamenti 1. Come effettuare un analisi di mercato low cost 1. Ricerca di mercato low cost 1.1. Ricerca formale 1.2. Ricerca informale 2. Segmentare un mercato in evoluzione 2.1.

Dettagli

WEB MARKETING HOSTING GRAFICA

WEB MARKETING HOSTING GRAFICA WEB DESIGN amministrazione siti CMS e CRM CONSULENZA WEB SOFTWARE PERSONALIZZATI WEB MARKETING HOSTING GRAFICA EXPLICO Explico è la Web Agency, costituita nel 1999 da professionisti specializzati in tecnologie

Dettagli

Commercio in Rete. tra il reale e il virtuale di Giuseppe Castiglia. giuseppe.castiglia@serviceupgrade.it

Commercio in Rete. tra il reale e il virtuale di Giuseppe Castiglia. giuseppe.castiglia@serviceupgrade.it Commercio in Rete tra il reale e il virtuale di Giuseppe Castiglia 1 Giuseppe Castiglia Titolare della Upgrade Electronic Service (www.serviceupgrade.net ) (servizi e hardware in tutta Italia grazie all

Dettagli

SOCIAL NETWORK MARKETING

SOCIAL NETWORK MARKETING SOCIAL NETWORK MARKETING Il social network marketing si pone come ultima evoluzione del web marketing, presentandosi come una forma di promozione virale che sfrutta sapientemente tutti gli aggregatori

Dettagli

Belowthebiz idee in rete

Belowthebiz idee in rete Le 5 forze di Porter Nella formulazione di una strategia un passo fondamentale è la definizione e lo studio delle principali caratteristiche del settore in cui si opera. Lo schema di riferimento più utilizzato

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

PERCHE SCEGLIERE QUI VENDO?

PERCHE SCEGLIERE QUI VENDO? PERCHE SCEGLIERE QUI VENDO? 1 PERCHE' APRIRE 01 E un servizio H24 che non impiega il tempo dei tuoi collaboratori, rispondendo alle esigenze dei tuoi clienti,ed ampliando il tuo mercato. PER RISPARMIARE

Dettagli

Alfa Layer S.r.l. Via Caboto, 53 10129 Torino SOFA WEB

Alfa Layer S.r.l. Via Caboto, 53 10129 Torino SOFA WEB SOFA WEB Sofaweb Business Edition è la soluzione Alfa Layer per portare il commercio elettronico nel mondo dell industria del Salotto. Il nuovo canale di comunicazione del mondo del commercio è il Portale

Dettagli

COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta.

COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta. COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta. Parlare di sessione online è ormai obsoleto: oggi non si va più online, si vive

Dettagli

Forum Luogo di discussione aperto a tutti coloro che vogliono confrontare le proprie esperienze di utilizzo con altri utenti.

Forum Luogo di discussione aperto a tutti coloro che vogliono confrontare le proprie esperienze di utilizzo con altri utenti. Digital.it è la più grande guida italiana all elettronica di consumo, con anteprime, schede tecniche e recensioni di oltre 200.000 prodotti Hi-Tech: dai cellulari alle fotocamere, dai PC Notebook ai lettori

Dettagli

Guadagnare con Internet con. guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com

Guadagnare con Internet con. guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com Guadagnare con Internet con i modelli di business online: guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com Internet e business Molte persone guardano a Internet come strumento

Dettagli

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com Moda e tendenze nel retail online Una nuova passerella per i marchi della moda tradedoubler.com I consumatori stanno reinventando il modo in cui vivono e acquistano articoli di moda; i marchi che si rifiutano

Dettagli

Marketing mix Prodotto

Marketing mix Prodotto Marketing mix Parlare di marketing mix per il settore pubblico è possibile soltanto prendendo i fattori che lo contraddistinguono ed adattarli al settore. Accanto ai tradizionali quattro fattori: prezzo,

Dettagli

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco CORSO DI MARKETING STRATEGICO Alessandro De Nisco Il Corso GLI OBIETTIVI Fornire conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali del marketing strategico e il suo ruolo nella gestione aziendale; il

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

anthericaleadmaker troviamo nuovi clienti, facciamo crescere la tua attività Anno 2009, versione 1.0

anthericaleadmaker troviamo nuovi clienti, facciamo crescere la tua attività Anno 2009, versione 1.0 Anno 2009, versione 1.0 anthericaleadmaker troviamo nuovi clienti, facciamo crescere la tua attività Antherica Srl Via Passo Buole, 82 42123 Reggio Emilia Email: info@antherica.com Web: www.antherica.com

Dettagli

YOU ARE WHAT YOU CURATE COS E LA CONTENT CURATION E COME APPLICARLA

YOU ARE WHAT YOU CURATE COS E LA CONTENT CURATION E COME APPLICARLA YOU ARE WHAT YOU CURATE COS E LA CONTENT CURATION E COME APPLICARLA YOU ARE WHAT YOU CURATE INTRODUZIONE DEFINIZIONE: COS E LA CONTENT CURATION? PERCHE FARNE USO IL CONTENT CURATOR COME NON FARE CONTENT

Dettagli

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati FABIO PICCOLI Esperto Internazionalizzazione Wine Monitor Bologna, 3 aprile 2013 L internazionalizzazione non

Dettagli

Business Consumer Solution. Il compagno ideale

Business Consumer Solution. Il compagno ideale Business Consumer Solution Il compagno ideale per l e-business è la soluzione per l E-Business sviluppata da Treenet per la gestione del commercio elettronico dell'impresa. soddisfa le esigenze di aziende

Dettagli

Usato Smile e l automobilista ti sorride

Usato Smile e l automobilista ti sorride Usato Smile e l automobilista ti sorride Proponi anche tu Usato Smile e otterrai: Nasce un nuovo servizio che ti offre nuove opportunità L accesso a una flotta potenziale di 2,5 milioni di veicoli questo

Dettagli

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 10 CONTATTI 01 ABOUT Il Network di GruppoFacile GruppoFacile

Dettagli

SOLUZIONE Web.Orders online

SOLUZIONE Web.Orders online SOLUZIONE Web.Orders online Gennaio 2005 1 INDICE SOLUZIONE Web.Orders online Introduzione Pag. 3 Obiettivi generali Pag. 4 Modulo di gestione sistema Pag. 5 Modulo di navigazione prodotti Pag. 7 Modulo

Dettagli

PRESENTAZIONE Firenze 2014

PRESENTAZIONE Firenze 2014 PRESENTAZIONE Firenze 2014 INDICE Presentazione generale del progetto... pg 3 Obiettivi... pg 3 Le caratteristiche del nuovo sito e-commerce... pg 3 Strumenti di promozione del progetto web.... pg 4 I

Dettagli

Guida introduttiva al portale

Guida introduttiva al portale Il 1 marketplace per intermediari assicurativi. Guida introduttiva al portale Insurance rena 2014 Rev. 1 Ver.1 Introduzione Cosa è? Insurance rena (www.insurance-arena.com) è il primo marketplace per intermediari

Dettagli

lo standard della comunicazione tra farmacia e distributore farmaceutico

lo standard della comunicazione tra farmacia e distributore farmaceutico lo standard della comunicazione tra farmacia e distributore farmaceutico 4 4 5 6 6 IL PROTOCOLLO WWW.FARMACLICK.IT I SERVIZI L ARCHITETTURA LA CERTIFICAZIONE 3 IL PROTOCOLLO Farmaclick è un nuovo modo

Dettagli

Milanolocation. Presentazione del progetto. da Febbraio 2008 TITOLO PROGETTO CONCEPT. Studiolabo

Milanolocation. Presentazione del progetto. da Febbraio 2008 TITOLO PROGETTO CONCEPT. Studiolabo Milanolocation TITOLO PROGETTO Presentazione del progetto CONCEPT da Febbraio 2008 Studiolabo Studiolabo Concept and communication design Studiolabo c/o Baseb Zona Bovisa via Lambruschini 36 20158 Milano

Dettagli

Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti.

Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti. Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti. Orientarsi e muoversi al meglio nel mercato è sempre più difficile: la concorrenza, è sempre

Dettagli

MARKETING AUTOMATION Per adottare un nuovo metodo di lavoro nel B2B

MARKETING AUTOMATION Per adottare un nuovo metodo di lavoro nel B2B 03 MARKETING AUTOMATION Per adottare un nuovo metodo di lavoro nel B2B Contenuti 3.0 3.1 Marketing Automation, esempi e strategie per nuove opportunità nel B2B Applicazione e vantaggi di un metodo innovativo

Dettagli

Caso di Studio Turismo on-line

Caso di Studio Turismo on-line Caso di Studio Turismo on-line Il sistema SITOVIVO.COM, mi ha dato sicurezza sul reale effetto del messaggio sul cliente finale. Per merito loro ho ottimizzato la mia attività di Marketing Elisabetta Damiani

Dettagli

Gestione WEB Viaggi e Turismo

Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 1 di 11 Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 2 di 11 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...3 2. CARATTERISTICHE E VANTAGGI DI IN.TOUR...4 3. FUNZIONALITA E STRUTTURA SOFTWARE E HARDWARE...6 4. STRUTTURA E CONTENUTI

Dettagli

Il vostro E-Commerce non vi porta da nessuna parte

Il vostro E-Commerce non vi porta da nessuna parte Il vostro E-Commerce non vi porta da nessuna parte Scoprite la soluzione che darà una spinta in avanti al vostro E-Commerce. INTEMPRA realizza soluzioni tecnologiche innovative per ogni tipo di business

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 5 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 5 Modulo 5 Il Sistema Informativo verso il mercato, i canali ed i Clienti: I nuovi modelli di Business di Internet;

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale Le caratteristiche must have del software gestionale ideale ww.microsa Quali sono i principali elementi da tenere in considerazione per la scelta del Quali software sono i ottimale? principali elementi

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 3 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web MISURAZIONE ED OBIETTIVI INDEX 3 7 13 Strumenti di controllo e analisi Perché faccio un sito web? Definisci

Dettagli

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita Vendilo S.p.A La società Vendilo, fondata nel 2006, nasce con l obiettivo di implementare ed offrire soluzioni che aiutino i Privati e le Aziende ad avvicinarsi al mondo di internet e alle vendite online.

Dettagli

IL PRIMO PASSO PER NON FARTI SCHIACCIARE DALLA CONCORRENZA

IL PRIMO PASSO PER NON FARTI SCHIACCIARE DALLA CONCORRENZA Con questo special report vogliamo essere d aiuto e di supporto a tutte quelle aziende e professionisti che cercano nuovi spunti e idee illuminanti per incrementare il numero di clienti e di conseguenza

Dettagli

VisualTailor. Il software di configurazione tecnico commerciale ad hoc

VisualTailor. Il software di configurazione tecnico commerciale ad hoc VisualTailor Il software di configurazione tecnico commerciale ad hoc devo creare le specifiche per realizzare un prodotto personalizzato su richiesta dei miei clienti!!! Come devo fare????? Visual Tailor

Dettagli

Le Liste. Più la lista è mirata e più si comunica con le persone giuste e non si disperde la comunicazione ai non interessati.

Le Liste. Più la lista è mirata e più si comunica con le persone giuste e non si disperde la comunicazione ai non interessati. Le Liste Le liste più importanti sono quelle dei clienti. Per i clienti si usano tecniche di fidelizzazione. In questo articolo invece parleremo di liste di non clienti, che si possono definire leads e

Dettagli

Presentazione Photo Agency

Presentazione Photo Agency Presentazione Photo Agency L Agenzia Mareefotografiche opera sia in ambito Fotografico che Video. Mareefotografiche è un insieme di professionalità diverse, che si sono unite per dare vita a una nuova

Dettagli

DIRECT MARKETING: COME- QUANDO-PERCHE UTILIZZARLO

DIRECT MARKETING: COME- QUANDO-PERCHE UTILIZZARLO DIRECT MARKETING: COME- QUANDO-PERCHE UTILIZZARLO Definire il Direct Marketing, riportando la definizione tratta da Wikipedia, l enciclopedia libera nata grazie ai contributi degli utenti della rete internet:

Dettagli

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE Comune di Ronco Scrivia (Provincia di Genova) PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE INTRODUZIONE Il Piano per la comunicazione e la partecipazione è uno strumento flessibile e quindi in condizione

Dettagli

Il massimo dei risultati, con il minimo sforzo e nel minor tempo possibile! Creative Consulting

Il massimo dei risultati, con il minimo sforzo e nel minor tempo possibile! Creative Consulting Il massimo dei risultati, con il minimo sforzo e nel minor tempo possibile! Creative Consulting La maggior parte della nostra attività di consulenza ruota intorno a un Framework che abbiamo ideato e perfezionato

Dettagli

Concept. Docenti. Destinatari

Concept. Docenti. Destinatari Concept Il Direct Marketing, grazie alla diffusione di internet e in particolare dell e-mail, è oggi utilizzato in modo massivo da un numero considerevole di aziende per comunicare direttamente con i loro

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

REALIZZAZIONE SITI WEB

REALIZZAZIONE SITI WEB COMPANY CREDENTIALS CHI SIAMO Siamo una Web Agency che ha come mission quella di dare massimo supporto e disponibilità al cliente per ogni esigenza che voglia creare. I nostri servizi di realizzazione

Dettagli

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ 1977 2012 35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ DIFFERENZIARSI PER SOPRAVVIVERE ALLA COMPETIZIONE E AVERE SUCCESSO Come un azienda può ritagliarsi un immagine che la distingua in un mercato sovraffollato. CHE

Dettagli

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno!

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Noi ci mettiamo la faccia Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Un portale diverso: utile! Vacanzelandi@è il primo portale

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA

SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA info@nonickname.it 02 INDICE 1. CRESCONO I CONSUMATORI MULTICANALE 2. NUOVE STRATEGIE AZIENDALI 3. SOCIAL MEDIA MARKETING PER LE AZIENDE 4. L

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

www.domuslandia.it Il portale dell edilizia di qualità domuslandia.it è prodotto edysma sas

www.domuslandia.it Il portale dell edilizia di qualità domuslandia.it è prodotto edysma sas domuslandia.it è prodotto edysma sas L evoluzione che ha subito in questi ultimi anni la rete internet e le sue applicazioni finalizzate alla pubblicità, visibilità delle attività che si svolgono e di

Dettagli

Il ruolo delle piattaforme nella distribuzione dei Fondi. Milano 28 gennaio 2015

Il ruolo delle piattaforme nella distribuzione dei Fondi. Milano 28 gennaio 2015 Il ruolo delle piattaforme nella distribuzione dei Fondi Milano 28 gennaio 2015 Stefano Sardelli Direttore Generale Presidente MILLENNIUM Sim La demografia incide in modo molto importante sulla crescita

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

I social network. Intanto sfatiamo subito un po di miti: La sola pubblicità sui social non porta a grandi risultati. Non esiste il miracolo

I social network. Intanto sfatiamo subito un po di miti: La sola pubblicità sui social non porta a grandi risultati. Non esiste il miracolo I social network Intanto sfatiamo subito un po di miti: La sola pubblicità sui social non porta a grandi risultati Non esiste il miracolo Si deve lavorare e lavorare duro per ottenere risultati Le informazioni

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

Teoria della Long Tail

Teoria della Long Tail Il web Definizioni 2/8 Web = un mezzo/strumento per comunicare, informare, raccontare, socializzare, condividere, promuovere, insegnare, apprendere, acquistare, vendere, lavorare, fare business, marketing,

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

Interactive Media Report Osservatorio sui Media Digitali Interattivi

Interactive Media Report Osservatorio sui Media Digitali Interattivi Interactive Media Report Osservatorio sui Media Digitali Interattivi Presentazione dell IMR Osservatorio annuale sui media digitali interattivi e loro impiego in chiave di comunicazione e marketing digitale

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli