La SOA richiesta ai fini della partecipazione alla procedura (categoria 0530 classifica I) è relativa unicamente alla parte inerente i lavori.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La SOA richiesta ai fini della partecipazione alla procedura (categoria 0530 classifica I) è relativa unicamente alla parte inerente i lavori."

Transcript

1 PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA, POSA IN OPERA, AVVIO OPERATIVO, COLLAUDO, MANUTENZIONE IN GARANZIA E RELATIVA PROGETTAZIONE DEL NUOVO SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI DEL CENTRO AGROALIMENTARE DI ROMA. CIG: CUP: F99G ELENCO DELLE RISPOSTE A TUTTI I QUESITI PERVENUTI l. Nell'apposito paragrafo a pag. 5 del Disciplinare di Gara, al punto 6.7 si dice "Possesso di attestato rilasciato da una SOA regolarmente autorizzata, D.P.R. n. 207/2010, che documenti il possesso della qualificazione in categorie e classifiche adeguate all'importo complessivo dell'appalto; in assenza di SOA: poiché l'importo dei lavori, comprensivo degli oneri per la sicurezza, è inferiore a Euro , "Pertanto le chiedo cortesemente di chiarirmi se la SOA deve riguardare l'importo complessivo dell'appalto (ovvero , 04 Euro) oppure la sola parte inerente i lavori ( ,00 Euro). La SOA richiesta ai fini della partecipazione alla procedura (categoria 0530 classifica I) è relativa unicamente alla parte inerente i lavori. 2. Nel bando di gara e nel disciplinare vengono richieste le seguenti prove relative a capacità economico-finanziari : fatturato globale d'impresa nel triennio importo relativo ai servizi oggetto della gara nel triennio capacità tecniche : un elenco delle principali forniture, analoghe a quelle richieste, prestate nel triennio 2010/2012, con l'indicazione degli importi, delle date e dei destinatari, pubblici o privati, delle forniture stesse; non si evince alcun importo di riferimento, può, indicarci a che tetto massimo dobbiamo fare riferimento per ognuno dei requisiti richiesti? Non è previsto alcun limite di importo. 3. Il Computo Metrico non riporta alcuna voce relativa ai Monitor Informativi, si chiede di confermare che i monitor siano oggetto di offerta e la loro eventuale collocazione all'interno del Computo Metrico. Il computo meh ico non riporta alcuna voce sui monitor informativi in quanto non sono contemplate nelle opere di base previste nel capitolato. Il sistema dovrà comunque prevederne la futura installazione e gestione.

2 4. Il Computo Metrico riporta la. voce BPM al pmgressivo P084, scorrendo i documenti tecnici (Capitolato e Relazione) tali voci non sono riportate, né come requisito principale né come componente di piattaforma., è possibile un chiarimento in merito? Il BPM è inerente alla piattaforma DB che verrà fornita, in quanto elaboratore ed aggregatore dei dati in esso presenti. Viene lasciato alla società offerente di presentare il prodotto che ritiene più adatto, fermo restando che il sistema dovrà essere aperto e non vincolato da alcun limite di utilizzo, nonché utilizzabile successivamente integrato con gli altri applicativi del CAR. 5. Documento: Disciplinare di Gara Riferimento: 3.3 Importo complessivo stimato dell'appalto Domanda: l'attestazione SOA convenzionalmente richiesta per le forniture e le attività oggetto dell'appalto è la 055 e non la 0530, come invece indicato nel Bando di Gara e nel Disciplinare di Gara; è possibile, pertanto, partecipare con la sola attestazione SOA-055 e relativa qualifica per prestazione di pmgettazione e costruzione? La Soa richiesta è la 0530 classifica I. Ad ogni modo, in assenza di tale SOA è comunque possibile partecipare alla procedura poiché l'importo dei lavori è inferiore a Euro ,00, In tal caso l'operatore economico dovrà dimosh are anche i requisiti tecnico-organizzati vi, mediante dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante, da cui risulti il possesso dei seguenti requisiti di ordine tecnico-organizzativo (art. 90 co. 1 DPR N.207 /2010) : a) importo dei lavori analoghi eseguiti direttamente nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando non inferiore all'importo dei lavori da effettuare (pari ad almeno ,00); b) costo complessivo sostenuto per il personale dipendente non inferiore al quindici per cento dell'importo dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando; nel caso in cui il rapporto h a il suddetto costo e l'importo dei lavori sia inferiore a quanto richiesto, l'importo dei lavori è figurativamente e proporzionalmente ridotto in modo da ristabilire la percentuale richiesta; l'importo dei lavori così figurativamente ridotto vale per la dimostrazione del possesso del requisito di cui alla lettera a); c) adeguata attrezzatura tecnica. 6. Documento: Disciplinare di Gara Riferimento: Pag.6 "Le Offerte verranno valutate in base ai seguenti criteri:" Servizio di supporto e di manutenzione correttiva ed evolutiva e di assistenza tecnica Domanda: si conferma che il servizio di supporto e manutenzione indicato al punto 3. si riferisce al solo periodo di garanzia della fornitura, pari a 12 mesi? I servizi di supporto e di manutenzione correttiva ed evolutiva e di assistenza tecnica non sono com1essi con la garanzia dei prodotti che rimane obbligatoria per la durata di 24 mesi così come previsto dalla normativa vigente. Vedi anche domanda n. 24

3 7. Relativamente al periodo di garanzia di 12 mesi su indicato, cosa si intende esattamente per manutenzione evolutiva? Per servizi di supporto e di manutenzione correttiva ed evolutiva e di assistenza tecnica, si intendono tutte le attività a correzione di bug, problemi relativi all'utilizzo del sistema proposto, adeguamento e miglioramento delle procedure. Nello specifico per manutenzione evolutiva si prevede la continua verifica dell'efficacia dei sistemi e l'adozione delle eventuali misure necessarie per la loro ottimizzazione. Vedi anche risposte alle domande n. 6 e Documento: Disciplinare di Gara Riferimento: 9.2 BUSTA B (Offerta tecnica) Domanda: si conferma che la Busta B deve contenere solo le 3 dichiarazioni di cui ai punti l, 2 e 3 del suddetto paragrafo oltre al Progetto Definitivo dell'opera? Si. La Busta B dovrà contenere, olh e al progetto definitivo dell'opera, una relazione tecnica, in lingua italiana, priva di qualsivoglia indicazione (diretta o indiretta) di carattere economico, dalla quale si evincano, in modo completo e dettagliato: 1. le prestazioni funzionali ed operative del sistema del conh ollo degli accessi; 2. le caratteristiche tecniche, scalabilità e possibili evoluzioni del sistema di conh ollo degli accessi; 3. il servizio supporto e di manutenzione corretiva ed evolutiva e di assistenza tecnica. 9. Si conferma che per 'Progetto Definitivo' ed 'Offerta Tecnica' si intende lo stesso documento identificato con due termini differenti? No. Il progetto definitivo dovrà essere corredato con le dichiarazioni di cui al punto 9.2 del Disciplinare di gara. Vedi anche domande 8 e Si conferma che gli Elaborati Grafici di Progetto sono considerati 'immagini' e che, in quanto tal( non fanno parte delle 50 pagine indicate come limite massimo per l'offerta tecnica? Si. Gli elaborati grafici sono considerati immagini e come tali non sono computati nel limite delle 50 pagine. 11. Per quanto riguarda la produzione di elaborati grafici di progetto, è richiesta la possibilità di avere disponibili i file delle planimetrie del sito oggetto di gara in formato.dwg, al fine di permettere una più completa, corretta e puntuale progettazione del sistema? Sono disponibili i seguenti disegni in PDF: Planimeh ia Varchi e Pese 2001 Sezione e Vista Frontale Varchi 2001

4 12. Documento: Disciplinare di Gara Riferimento: 6. Requisiti Generali Si conferma che, in caso di RTI costituita e/o costituenda, gli unici requisiti generali posseduti da tutte le aziende facenti parte del raggruppamento sono il certificato CCIAA ed almeno due referenze di altrettanti istituti bancari? Ciascun componenti il RTI dovrà autonomamente presentare il proprio Certificato CCIAA, la dichiarazione relativa all'assenza delle cause di esclusione di cui all'art. 38 del D. Lgs 163/02 ed almeno n. 2 referenze bancarie. 13. Al punto del Capitolato tecnico, controllore del varco (Dati tecnici) Ed al Punto del Capitolato tecnico lettore RFID (Dati tecnici) Si richiedono specifiche tecniche estremamente dettagliate, quali il peso del dispositivo, o la memoria per le transizioni. Specifiche che, come ad esempio nel caso della memoria delle transizioni del lettore RDIF, risultano essere, a nostro avviso, un Minus e non un Plus. Infatti un sistema che necessita di una memoria, per ogni controller, fino a 10 milioni di transiti, è un pessimo sistema, in quanto evidenziante un rischio sul funzionamento an line anche di alcuni mesz. Inoltre la descrizione fa dettagliatamente e chiaramente riferimento ad un dispositivo di una marca italiana di lettori, lo stesso dicasi per il controlla. Al punto della Relazione Tecnico descrittiva: (I lettori di badge saranno dotati di diplay transflettivo, ottimamente visibile anche in piena luce, 128x64 a led bianchi, sul quale saranno visualizzate le informazioni principali), ci si chiede perché i lettori devono essere dotati per forza di un display di quelle dimensioni e perché i led devono essere bianchi, anche in questo caso si evidenzia il riferimento ad un ben definito prodotto di produttore italiano. Ed al punto del Capitolato tecnico attraverso l'inte1jaccia USB, presente su ciascun MIP, dovrà essere possibile, in caso di necessità, collegare localmente un PC portatile, dotato di software in emulazione videoterminale e operante in modalità protetta; tale software fornirà lo strumento per gestire in modo sicuro le funzioni di configurazione, parametrizzazione e diagnostica del MIP. Anche qui riteniamo che la modalità con cui si collega ad un pc il dispositivo : cavo Cross di rete? Porta seriale? Porta USB? Interfaccia infrared? Non possa essere descritto con la sola componente USB ma più genericamente sempre al fine di non evidenziare un solo prodotto. Nel Computo metrico: (Varco ad ante motorizzate, realizzato con pannelli in poliuretano verniciato color 11 Canna di Fucile 11 metallizzato e pannelli in acciaio i no x AISI 304 satinato, ante in vetro temperato sp.12 mm: due passaggi pedonali da 600 mm ed un passaggio per disabili da 900 m), anche in questo caso la descrizione a nostro avviso, supera il concetto di indicazione di massima del tipo dio varco necessario, per entrare nel dettaglio sul colore canna di fucile ed altri particolari che portano l'evidenza di un determinato prodotto di una certa marca. Conclusioni: Premesso che per quanto sopra citato, ed in correlazione con il fatto che, come del resto riteniamo assai corretto, gran parte del punteggio di gara è legato alla soluzione tecnica, tali descrizioni possono chiaramente portare ad un punteggio massimo se completamente avvallate o minimo se non completamente avvallate dall'offerente. La scrivente Società richiede di avere dalla Stazione appaltante una chiara indicazione della marca e modello richieste o in alternativa, una nota dove si evinca chiaramente che tali informazioni sono di carattere generico e che la valorizzazione del punteggio tecnico verrà data in base allo sviluppo globale dello stesso, senza che venga data alcuna rilevanza di punteggio a tali descrizioni di dettaglio e ad altre non esplicitamente qui riportate, descrizioni che evidenzino un determinato prodotto/marca di apparati.

5 I dati e le indicazioni delle apparecchiature sono indicativi e non è richiesto un particolare prodotto/marca. E' lasciata all'azienda offerente la presentazione del prodotto che ritiene più valido e dalle specifiche tecniche più evolute ed innovative, nonché dall'utilizzo più dinamico e scalabile. Ugualmente si dica per le connessioni a PC, per i display che dovranno permettere di fornire un elevato ed adeguato numero di informazioni e per le sh utture generali. 14. Una società in possesso di SOA per progettazione e costruzione con categoria OS30 a classifica illimitata, avente alle proprie dipendenze un progettista in possesso dei seguenti requisiti: a) Iscrizione all'ordine degli ingegneri da più di cinque anni; b) Insussistenza delle cause di esclusione di cui agli artt. 38 e 90 comma 8 del D. Lgs. 163/2006 e s.m. i: c) Insussistenza delle cause di esclusione di cui all'art. 253 comma l del D.P.R. 207/2010 e s.m. i.; d) Di non essere individuato quale progettista qualifico ad altro concorrente; Soddisfa i requisiti richiesti nel bando di gara con riferimento ai progettisti? Si. 15. Con riferimento al punto 7) del disciplinare di gara, si chiede chiarimento in merito alla presentazione della procura: può essere la stessa prodotta in semplice copia fotostatica con dichiarazione di conformità ex L.445/2000? Si. La procura può essere prodotta, in originale o copia conforme ai sensi del D.P.R. 445/ Rif Disciplinare di gara - Punto 9.2 Busta B (Offerta tecnica) Si chiede di chiarire se l'offerta tecnica deve essere costituita dalle sole dichiarazioni oppure se debba essere prodotto anche il progetto definitivo. Vedi risposta alla domanda n Nel caso in cui debba essere prodotto il progetto definitivo si chiede di poter disporre dei disegni del progetto preliminare e le planimetrie delle aree oggetto dell'intervento in formato Autocad. V e di risposta alla domanda n Nel caso in cui debba essere prodotto il progetto definitivo si chiede di confermare che il limite di 50 pagine è da considerare per le sole dichiarazioni. Vedi risposta alla domanda n Si chiede conferma che la valutazione delle offerte sarà fatta solo in base alle tre dichiarazioni previste in offerta tecnica.

6 Le offerte verranno valutate in base ai seguenti criteri: 1. Prestazioni funzionali ed operative del sistema di conh ollo degli accessi; 2. Caratteristiche tecniche, scalabilità e possibili evoluzioni del sistema di controllo degli accessi; 3. Servizio di supporto e di manutenzione correttiva ed evolutiva e di assistenza tecnica; 4. Prezzo. L'offerta tecnica dovrà, pertanto, essere redatta in modo tale che si evincano, in modo completo e dettagliato, le caratteristiche dei servizi offerti e le modalità di prestazione, con riferimento ai requisiti indicati nel Capitolato Tecnico, nonché httti gli elementi che l'impresa riterrà utile fornire ai fini della valutazione dell'offerta, con riferimento ai suddetti criteri di aggiudicazione. 20. Si chiede di confermare che non è prevista la fornitura dei Pannelli a messaggio variabile descritti al par.4 del Capitolato d'appalto ma non presenti in computo metrico. Vedi risposta alla domanda n Si chiede di confermare che i tablet industriali non devono essere dotati di lettore badge integrato. I tablet dovranno essere equipaggiati con adeguati sistemi per permettere il controllo rapido dei Badge. Nel caso il sistema offerto preveda tale operazione h amite rilevazione con lettore, questo dovrà essere integrato nel tablet. Nel caso sia prevista un' alh a modalità di rilevazione, non è obbligatorio che il tablet sia dotato di lettore integrato. 22. Si chiede di specificare la tecnologia richiesta per il CHIP dei badges. Indicativamente si ritiene la SLE5542 è la tecnologia che mantiene una correlazione con l'attuale sistema e permette ampi sviluppi futuri. Alh e tecnologie sono permesse e lasciate alle offerenti, fermo restando che non dovranno essere offerte tecnologie proprietarie o chiuse. 23. Si chiede di specificare eventuali vincoli dimensionali sull'altezza delle ante dei varchi motorizzati. I vincoli di dimensioni o alh i limiti, sono da verificare a cura della società offerente. 24. Si chiede di confermare che il servizio di manutenzione e assistenza tecnica oggetto della dichiarazione al punto 3. dell'offerta tecnica è relativo unicamente a quanto richiesto al punto 4.4 della relazione tecnica descrittiva e quindi riferito al solo sistema mercato. In caso contrario si chiede di specificare, come fatto per il sistema mercato, i servizi richiesti e relativi SLA. l

7 Le proposte dei servizi e gli SLA dell'intera manutenzione sono rimandati all'offerente e saranno valutati come previsto da disciplinare. V e di anche risposte alle domande n. 6 e Il Progetto definitivo che si richiede come documentazione da presentare in sede di offerta è da ritenersi quale quello previsto dal DPR 207/2010 con tutti gli elaborati annessi (relazione generale; relazioni tecniche e relazioni specialistiche; rilievi plano altimetrici e studio dettagliato di inserimento urbanistico; elaborati grafici; studio di impatto ambientale ave previsto dalle vigenti normative ovvero studio di fattibilità ambientale; calcoli delle strutture e degli impianti; disciplinare descrittivo e prestazionale degli elementi tecnici; censimento e progetto di risoluzione delle intejferenze; piano particellare di esproprio; elenco dei prezzi unitari ed eventuali analisi; computo metrico estimativo; aggiornamento del documento contenente le prime indicazioni e disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza; quadro economico con l'indicazione dei costi della sicurezza) ave applicabili? Si, ave applicabili e comunque limitatamente alle sole opere. Vedi anche domanda La mancata presentazione di uno degli elaborati sopra indicati è motivo di esclusione dalla gara? No, sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione Aggiudicatrice. 27. E' disponibile un computo metrico che ha determinato i costi della sicurezza? I costi della sicurezza sono stati calcolati tenendo presente che la procedura di affidamento ha come attività prevalente la fornitura. 28. Nel caso di risposta negativa al quesito precedente, e qualora fosse a carico del proponente l'elaborazione delle /1 disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza", è richiesta al propone n te l'elaborazione di un computo metrico dei costi della sicurezza? Vedi risposta alla domanda n Quali sono gli N requisiti e i relativi pesi o punteggi (TI\') secondo cui verrà effettuata la valutazione dell'offerta? In particolare se si esauriscono con i criteri di seguito riportati?(prestazioniftmzionali ed operative del sistema di controllo degli accessi: fino ad un massimo di 30 punti; Caratteristiche tecniche, scalnbilità e possibili evoluzioni del sistema di controllo degli accessi: fino ad un massimo di 25 punti; Servizio di supporto e di manutenzione conettiva ed evolutiva di assistenza tecnica: fino ad un massimo di 10 punti; Prezzo: fino ad un massimo di 35 punti). Si, come indicato al paragrafo 7 del Disciplinare di gara, le offerte verranno valutate in base ai seguenti criteri: 1. Prestazioni funzionali ed operative del sistema di conh ollo degli accessi;

8 2. Caratteristiche tecniche, scalabilità e possibili evoluzioni del sistema di conh ollo degli accessi; 3. Servizio di supporto e di manutenzione correttiva ed evolutiva e di assistenza tecnica; 4. Prezzo. 30. Nella relazione tecnica descrittiva sono indicati 2 varchi decentrati per le aziende di gestione, tuttavia nel Computo Metrico e negli elaborati grafici non sono né menzionati, né computati. Devono essere realizzati? No. V e di risposta alla domanda Nella relazione tecnica descrittiva sono indicati 3 varchi pedonali al Centro Direzionale A e 3 varchi pedonali al Centro Direzionale B per un totale di 6 varchi pedonali (direzionali), tuttavia nel Computo Metrico il numero si riduce a 2. Quanti ne devono essere realizzati? Se ne richiede una descrizione. Gli accessi ai direzionali devono avere un percorso obbligato ath averso i varchi pedonali (2 Direzionale A e 2 Direzionale B), installati in modo che coprano httto l'attuale spazio di accesso. Va mantenuta la bidirezionalità dei varchi e l'accesso per i disabili. Dovranno essere forniti varchi a barriera (con 2 ante h asparenti- es. meh opolitana Roma). Lo spazio operativo dei varchi a barriera è stato previsto sufficiente a coprire l'intera area di pertinenza. 32. In caso di RTI costituendo, il sopralluogo può essere effettuato solo da una delle società che compongono l'rti o deve essere effettuato da tutte? Si, in caso di RTI è sufficiente che il sopralluogo sia effettuato da almeno un componente del raggruppamento. 33. I dati tecnici, le specifiche tecniche e le caratteristiche minime delle componenti HW, indicate nei vari documenti di gara, vanno considerate in modo vincolante o possono essere considerate puramente indicative? Vedi domanda Si chiede conferma che tutti i punti oggetto di installazione (varchi carrai, gabbiotti, ufficio ingressi, Ced, pese, palazzine direzionali, etc.) siano già raggiunti da condutture per il passaggio dei cavi che possano essere utilizzate ai fini del progetto. Nel caso queste siano sature si chiede conferma della possibilità di poter sostituire eventuali cavi in rame con nuovi in fibra ottica. I luoghi oggetto di installazioni sono dotati di cavidotti interrati e/ o passaggi aerei, utilizzabili per la posa di eventuali cavi in rame o fibre. La scelta delle fibre è preferibile e fl

9 nel caso fossero posate è obbligatorio prevedere quanto necessario per il collegamento con la rete del CAR. 35.Si chiede conferma che i pannelli a messaggio variabile descritti nel capitolato non devono essere considerati come parte integrante e non prescindibile della fornitura oggetto di gara, ma sono da considerarsi opzionali. Vedi domanda Si richiedono chiarimenti in merito alle opere richieste per la ristrntturazione dei gabbiotti dei varchi stradali. In particolare si chiede di esplicitare quali sono gli interventi previsti/richiesti e per quali e quanti gabbiotti. "Per i 13 varchi occorrerà prevedere una ristrutturazione dei gabbiotti previsti per il personale. Per tali gabbiotti dovrà essere predisposta una sh uttura completa per ospitare le apparecchiature tecnologiche ed informatiche necessarie a gestire gli ingressi/uscite e le informazioni agli utenti (lettori, display/ monitor, etc.) e ad ospitare, rispettando le norma ti ve di legge previste, il personale operante al momento nel varco". In tutti i gabbiotti dovranno essere rivisti e rifatti tutti i cablaggi elettrici e di rete per accogliere le apparecchiature. Inolh e, dovrà essere rivista la parte infrash utturale edile per modernizzare i varchi e renderli più accoglienti, climatizzati ed impermeabilizzati. 37.Il sistema di anti accodamento deve essere realizzato obbligatoriamente mediante spire magnetiche o possono esse proposte soluzioni alternative? E' preferibile un sistema mediante spire magnetiche. Viene lasciato comunque all'azienda offerente di proporre il sistema che più si ritiene valido per tm sistema antiaccodamento. Sarà valutato in sede di commissione. 38.Si richiede conferma che la gestione degli abbonamenti prepagati e dei relativi crediti, oltre ad essere gestita dalle funzioni del componente di Accounting badge/crediti del BPM, non deve necessariamente prevedere la registrazione sul supporto (badge). Il sistema dovrà essere previsto ed adeguato per rispondere alle esigenze del CAR nel conh ollo accessi per permettere la verifica e l'autorizzazione all'ingresso (e nei conh olli interni) h amite i badge anche in condizioni in cui non sia funzionante la connessione con il DB centrale. All'offerente è lasciata la scelta del sistema che ritiene più valido. Sarà valutato in sede di commissione. 39. Si richiede conferma che il Sistema dovrà essere aperto a fornire informazioni al: a. software di contabilità Sigla; b. software gestione paghe di Zucchetti; e le attività per la progettazione e la realizzazione degli eventuali moduli di integrazione con tali sistemi non sono oggetto della gara, ma sono opzionali?

10 Il sistema dovrà essere in chiaro e non vincolato da licenze o proprietà intellettuali (salvo componenti generali o legate ad un particolare Vendor internazionale, come ad esempio il DB Oracle, la virtualizzazione VMWare, Sistema Operativo Microsoft, ecc... obbligatoriamente vincolate), dovrà permettere lo scambio dei dati, fornendoli in formati compatibili e accettati dagli altri sistemi del mercato o ad esso correlati. Il Sistema dovrà essere predisposto per accogliere l'integrazione con gli applicativi già presenti. 40. Si richiede conferma che il Sistema dovrà intejfacciare direttamente: l. registratori di cassa (per emissione degli scontrini); 2. controllore delle pese mediante intejfaccia RS232; 3. sbarre e sistema semaforico dei varchi carrai. Altresì si chiede conferma che non siano richiesti altri interfacciamenti a sistemi terzi. Il sistema dovrà interfacciarsi con tutti i sistemi attualmente presenti, descritti e non nel capitolato tecnico. 41. Si chiede conferma che le opere oggetto della gara previste per il varco aggiuntivo sono: a. fornitura e posa in opera della barriera per automezzi da realizzarsi mediante sbarra; b. fornitura e posa in opera del sistema semaforico; c. fornitura dell'hardware necessario al controllo del varco (controllore, lettori di prossimità, telecamera rilevazione targhe, tag RFID, quadro elettrico, sistema anti accodamento) in analogia con quanto proposto per i varchi esistenti. No. Vedi risposta Il CAR dispone già di una codifica dei beni commercializzati al suo interno (beni del mercato ortofrutticolo e ittico)? Essi sono identificabili mediante codice a barre, QRCODE, o altro sistema d'identificazione? Non è presente alcuna codifica dei beni in quanto commercializzate da aziende terze e non sono identificate con codici a barre o QR Code. 43. Attualmente un visitatore occasionale può richiedere accessi singoli per un massimo di 3 volte, dopo di che gli viene proposta/assegnata una tessera personale. Si chiede se questa regola dovrà essere adottata e gestita nel nuovo Sistema Mercato. Si dovrà essere adottata, gestita e controllata dal sistema. 44. Si richiedono chiarimenti sulla gestione dei consumatori privati e sul biglietto immateriale, In particolare: in cosa consiste il biglietto immateriale? È già adottato? Chi lo emette e per quali categorie di persone è previsto?

11 come avviene l'identificazione delle persone non fornite di badge all'interno della stmttura (es: visitatori occasionali)? Non è adottato un sistema di biglietto immateriale. Il sistema dovrà prevedere schermate di inserimento e controllo dei visitatori e dei giomalieri. Chi non è accreditato con un titolo di accesso permanente, poh à essere autorizzato all'accesso h amite l'emissione di badge temporanei o, preferibilmente, con titoli di accesso immateriali. L'accesso avverrà tramite consegna di un documento e controllo della targa del veicolo al passaggio nel varco (sia in ingresso che in uscita). Il controllo all'interno del mercato avverrà sui tablet, tramite nome e cognome che sono stati precedentemente fomiti all'ingresso. Vedi domanda Si richiedono chiarimenti sull'emissione di fatture richieste direttamente ai varchi da parte dell'utenza: modalità di richiesta, tempi di consegna, eventuali annullamenti dello scontrino. Il sistema dovrà prevedere, tramite la connessione con il sistema di contabilità, la possibilità di emettere fatture immediate direttamente nei varchi al momento della ricarica. La fatturazione dovrà essere conh ollata a livello automatico/informatico e solo nel caso siano presenti tutti i dati (contabili, informazioni aziendali, ecc... ) poh à essere emessa al momento stesso della ricarica. Evenhtali anomalie o annullamenti seguiranno le attuali procedure fiscali. 46. Può cambiare la struttura fisica dei box interni ai capannoni? Eventualmente, con che frequenza? Con che frequenza cambia l'assegnazione dei box assegnati ai fornitori? Può cambiare sia la sh uttura fisica sia l'assegnazione. La frequenza è randomica e non prevedibile. 47. Si chiede la proroga dei termini di presentazione dell'offerta. Il periodo utile per rispondere alla gara, dal momento in cui si dispongono le risposte ai chiarimenti (01/08/2013), è penalizzato dalla chiusura aziendale e dalle ferie autorizzate. Ci si riserva una decisione in tempi rapidi. 48. In merito alla procedura in oggetto alla quale l'azienda che rappresento, siamo a richiedere maggiori indicazioni relativamente alla stesura del Progetto Definitivo che dovrà essere presentato unitamente all'offerta Tecnica. In particolare si richiede di elencare quali elaborati dovranno comporre il Progetto che la Committente si attende di ricevere. Vedi risposta alla domanda Disciplinare di Gara al punto del 6. 7 lettera c) capitolo "Requisiti di ordine Tecnico- professionale, alla lettera c) Adeguata attrezzatura tecnica Cosa s'intende per adeguata attrezzatura tecnica?

12 Attrezzatura idonea alla perfetta esecuzione delle attività dell'appalto. 50. Disciplinare di Gara capitolo 11 Cauzioni punto 11.1 Cauzione provvisoria. All'atto della presentazione dell'offerta deve essere presentato un documento comprovante la costituzione di una "cauzione provvisoria pari al 2% dell'importo complessivo di gara" Con quale forma? Fideiussione bancaria o assegno circolare? La garanzia deve essere prestata secondo le forme e con le modalità previste dall'art. 75 del D. Lgs 163/06 e s.m.i. 51. Barriere e lanterne. Nel computo metrico, alla voce corrispondente al Cod. Articolo P015, si richiede la fornitura di unn sola barriera automatica per sbarre fino a 4 metri e, alla voce corrispondente al Cod. Articolo P016, si richiede la fornitura di una sola lanterna semaforica. Si chiede di specificare: 1. Se tale barriera e tale lanterna vanno utilizzate per l'implementazione del "varco supplementare alla zona commerciale per le aziende di gestione" indicato nella relazione tecnico descrittiva alla sezione 1.2; 2. Se nella fornitura va prevista anche una lanterna di tettoia che non è menzionata nel computo metrico; 3. Se nei 12 varchi già installati si prevede di lasciare le barriere e le lanterne in uso senza alcuna sostituzione. I varchi sono 13 di cui uno bidirezionale. La barriera e la lanterna saranno posizionate dove sarà ritenuto più necessario da parte della committente in base alle esigenze ath1ali. Nei varchi in uso è previsto il mantenimento dell'attuale salvo la sistemazione dell'impianto semaforico (LED). Vedi anche domanda Codificatore MIFARE.Nel computo metrico, alla voce corrispondente al Cod. Articolo P007, è indicato che la stampante a colori per badge deve esser dotata di n.l codificatore MIFARE e smart card. Si chiede di specificare se tale codificatore deve essere abilitato anche alla scrittura dei dati su CHIP card oltre che alla lettura di essi. La stampante dovrà essere dotata di codificatore contact less che codifichi il badge durante la stampa. Per la codifica del CHIP poh à essere fornito un lettore/ codificatore esterno da collegare a PC (OS Windows). 53. Colonnine Nel computo metrico non viene menzionata la fornitura di colonnine, nemmeno per il"varco supplementare" da implementare ex-nova. Si chiede di specificare se: 1. Le colonnine sono da considerarsi escluse dalla fornitura; 2. In caso sia da considerarsi comprese, di specificare il numero e le caratteristiche richieste per esse.

13 Vedi domanda 3 e Allegati Nel disciplinare di gara, a pagina 13 (Sezione 9.2) è indicato chiaramente che l'offerta tecnica non può superare le 50 pagine. Si chiede di specificare se è possibile inserire nella busta B, oltre all'offerta tecnica, anche degli allegati. Vedi domanda in riferimento a quanto in oggetto, sono a richiederle ufficialmente, la possibilità di avere una proroga sui termini di presentazione dell'offerta, posticipando la data dal 3 settembre allo settembre. Vedi domanda Offerta Economica: L'offerta economica deve riportare il dettaglio prezzi di cui al Computo Metrico? Esiste un fac-simile o un modello di offerta economica da utilizzare? No, l'offerta economica non deve riportare alcun dettaglio prezzi. Non esiste alcun modello di offerta economica. 57. Per quanto attiene ai monitor informativi previsti nel capitolato d'appalto gli stessi non compaiono nel computo metrico, si richiede di confermare se sono oggetto di offerta. Vedi domanda Criteri di Valutazione: Alla formula per l'assegnazione dei punteggi l'indice (i) fa riferimento ai criteri 1,2, 3A di cui alla pagina 6? Alla formula per il calcolo del coefficiente per il requisito 4 (prezzo) appare evidente un errore, il coefficiente infatti aumenta in maniera direttamente proporzionale rispetto all'aumentare dell'offerta economica e non al suo diminuire, si chiede di confermare o rettificare la formula. Sì, l'indice (i) fa riferimento ai criteri 1,2,3A di cui alla pagina 6. La formula utilizzata per l'elemento prezzo è corretta. Con riferimento a tale formula si evidenzia che: Ra = valore offerta dal concorrente iesimo (= ribasso percentuale offerto dal concorrente rispetto all'importo posto a base di gara). RMax = valore dell'offerta più conveniente ( = ribasso percentuale massimo offerto rispetto all'importo posto a base di gara).

14 59. Cauzione Provvisoria Si richiede se la cauzione provvisoria può essere costituita anche mediante polizza fidejussoria o assicurativa La garanzia deve essere prestata secondo le forme e con le modalità previste dall'art. 75 del D. Lgs 163/06 e s.m.i. 60. Schema di contratto, articolo 4, la garanzia decorre dall'esito favorevole del collaudo definitivo. Nel successivo articolo 9 si dice che il collaudo diviene definitivo dopo due anni dal certificato di collaudo. Si chiede conferma sulla tempistica e sulla decorrenza (ad es. dal collaudo provvisorio)? E' corretto quando indicato nel contratto. La garanzia degli impianti decorre dall'esito favorevole del collaudo definitivo e, pertanto, a partire da 2 anni dal ceritificato di collaudo. Durante il periodo di provvisorietà, l'appaltatore deve rispondere per difformità e VIZI dell'opera riconoscibili, purché tempestivamente denunciati dalla Committente. 61. Elaborato B- Pannelli a messaggio variabile: nel computo abbiamo rilevato quantità e posizionamento Elaborato A - monitor informativi nel computo non li abbiamo rilevati (a meno si tratti degli stessi che nell'elaborato A sono denominati PMV) dove devono essere considerati? devono essere uno per ogni varco carraio? si chiede conferma della quantità di 3 (uno per padiglione)? Vedi domanda Casse: Si chiede conferma se si mantengono le esistenti? Nel caso: In che modalità sono collegate attualmente al sistema? Quale è il protocollo di comunicazione? I registratori di cassa rimangono quelli attuali e, per il sistema attuale, utilizzano la connessione seriale. Potranno essere previsti ulteriori e migliorativi sistemi di connessione punto 1.1 Badge: viene richiesto un badge a doppia tecnologia RFID+Chip. Manca la definizione/specifica del Chip da utilizzare Vedi domanda E' possibile avere il file delle basi progettuali allegate alla documentazione di gara in formato dwg?

15 Vedi domanda Stabilito che uno dei varchi direzionali è posto presso lrz Palazzina 11A 11, il secondo varco direzionale è posto presso la Palazzina 11 B 1 1? Si. 66. Nel Computo Metrico alla posizione P086, il termine 11pmv 11 cosa significa? Vedi domanda Nel Computo Metrico ci sono posizioni relative a scavi per interro di tubazioni e pozzetti rompi tratta. Per quali esigenze sono state previste? Per l'adeguamento dei cablaggi previsti nei punti interessati dalle attività. 68. Nel documento 11 Capitolato d1appalto11 - cod. 11 B 11, alla voce viene indicato java come linguaggio di programmazione da utilizzare per i programmi del sistema di controllo. E 1 concessa la possibilità di affiancare l1 utilizzo di altri linguaggi? Si. Vedi anche domanda E 1 confermata la necessità della scrittura dei dati sui Badge attraverso le teste di lettura? Si. 70. Nel computo metrico vanno incluse anche i costi di licenza della base dati Oracle o questa viene fornita dall 1appaltante? Le licenze dei software (qualsiasi essi siano ed in elenco indicativo e non esaustivo, DataBase, Sistemi Operativi, Applicativi, Sistemi Virhmlizzazione, ecc... ) sono a carico della società appaltatrice. 71. Nel computo metrico vanno inclusi anche i costi dei sistemi operativi Windows Server e Windows per le postazioni client o queste verranno fo rnite dall 1 appaltante? Vedi domanda 70.

16 72. Nel computo metrico vanno inclusi anche i costi relativa a tutta l'infrastruttura SERVER Hardware ridondata su piattaforma VMWare. Le licenze SW del prodotto VMWare sono da fornire o vengono messe a disposizione dall'appaltante? Vedi domanda In merito alle caratteristiche del sistema ridondato ed in alta affidabilità è possibile chiarire se è da considerarsi ridondato in tempo reale anche il Database Oracle e se questo è da considerarsi installato su macchina Virtuale anch'esso? Installato su piattaforma virtuale. 74. Eseguendo una ricerca della descrizione testuale riportata a capitolato del sistema di supervisione e del sistema di lettura targhe, si viene riportati direttamente alle schede prodotto delle soluzioni del produttore ETH SecuritJ;, rispettivamente al prodotto Xentinelle per il sistema di supervisione e al prodotto SekuPlate per il sistemi di rilevamento targhe. Sono questi i prodotti richiesti o e possibile o questi i prodotti richiesti o e possibile valutare prodotti alternativi con caratteristiche analoghe? Vedi domanda In merito alla descrizione delle metodologie di accesso quindi le categorie Fornitori ed Acquirenti potranno accedere solo con il dopo controllo TARGA e BADGE. Viceversa per gli Occasionali l'accesso avviene solo con riconoscimento targa. Lo stesso varco potrà essere utilizzato sia per i fornitori che per gli occasionali. Il varco deve quindi poter distinguere le due categorie e consentire l'accesso agli occasionali al solo riconoscimento della targa, mentre per i fornitori è richiesta in aggiunta anche la timbratura con un badge per completare l'accesso. E' corretta l'interpretazione appena descritta? In ogni caso e per ogni categoria configurata e che sarà creata, dovrà essere possibile discriminare le metodologie di verifica accesso, utilizzandone una, due o tutte quelle disponibili. La scelta di quali verifiche utilizzare dovrà essere configurabile e modificabile nel sistema centrale e gestibile manualmente se necessario dagli operatori dei Varchi e del Cenh o Ingressi. 76. Il TAG veicolare identifica il veicolo, può essere considerato un metodo alternativo al riconoscimento della targa? Si può descrivere meglio la fase di accesso di questa tipologia e la tipologia di utente che la utilizza? Non è alternativo e ove predisposto concomitante con gli alh i sistemi di verifica accessi. 77. Al paragrafo 2.2 si indica che la categoria Grandi Aziende non sono soggette a particolari restrizioni di accesso e che potrebbero avere un varco dedicato; viceversa al paragrafo si equiparano le Grandi

17 Aziende ai Fornitori che invece possono accedere solo con riconoscimento targa più badge. Si può descrivere meglio il metodo di accesso per le Grandi aziende? Vedi domanda Al paragrafo E1 possibile dettagliare meglio le fasi logiche ed i singoli step che devono eseguire gli utenti per gestire la fase di accesso di utenti non provvisti di abbonamento? Gli utenti, non provvisti di badge permanenti, poh rumo accedere previa regish azione da parte degli operatori del cenh o ingressi di targa e documento d'identità. A queste tipologie poh à non essere consegnato un titolo d'ingresso (Badge) in quanto l'accesso sarà abilitato tramite lettura delle targhe ed i conh olli interni sui tablet potrrumo essere effettuati verificando nome e cognome. Nel caso di più utenti in un singolo veicolo, tutti devono essere regish ati. Vedi domanda Al paragrafo 2. 7 si descrive la fase di emissione e stampa dei titoli di ingresso via stampante. Tutta la descrizione è incentrata sul BADGE, tuttavia si cita tra i punti 11Codice TAG11 Si vuole tuttavia intendere con tale termine il 11 codice del badge 11 e quello del TAG veicolare, corretto? Si intendono i codici relativi ed identificativi del badge e del TAG veicolare ave applicabile. 80. Si chiede conferma se le operazioni e attività di virtualizzazione dei server esistenti non san oggetto della fornitura in gara. No, le attività di virtualizzazione dei server esistenti non sono oggetto della gara. 81. In riferimento alle domande sopra elencate e a quelle già precedentemente inviate via FAX e mail, se le risposte avranno esito positivo potremo partecipare alla gara, tuttavia le risposte non perverranno prima del 1 Agosto, quindi fino ad oggi e fino al 1 Agosto, non abbiamo avuto e non avremo, modo per poter sviluppare un computo metrico preciso ed altrettanto una relazione tecnica coerente, siamo quindi a chiedervi la possibilità di un rinvio dei termini di chiusura della gara di almeno 15gg. Vedi domanda Nel Disciplinare di gara paragrafo 9.2 (Busta B (offerta tecnica) Ai fini della valutazione dell'offerta, l'impresa concorrente dovrà trasmettere, unitamente al progetto definitivo dell'opera, le seguenti dichiarazioni, successivamente verifica bili, rese ai sensi del DPR 445/00: 1. Dichiarazione relativa alle prestazioni funzionali del sistema del controllo degli accessi; 2. Dichiarazione relativa alle caratteristiche tecniche del sistema di controllo degli accessi; 3. Dichiarazione relativa al servizio di manutenzione e assistenza tecnica. Per effettuare tali dichiarazioni devono essere utilizzati dei particolari template?

18 Vedi domande 8 e 10. No, non deve essere utilizzato alcun particolare templete. 83. E' corretto affermare che la busta B è composta da n. 4 documenti ovvero le 3 suddette dichiarazioni e l'offerta tecnica che non dovrà superare le 50 pagine? Vedi domanda Nei documenti di gara viene fornito uno specifico item denominato "computo metrico" che identifica in modo dettagliato gli oggetti di fornitura, è corretto intendere che le forniture richieste siano solamente quelle riportate nel documento menzionato? No. Sono parte integrante ed oggetto della gara le procedure ed i materiali riportati in tutti i documenti di gara, salvo quanto espressamente menzionato nel presente documento riportante le risposte ai quesiti pervenuti (vedi a titolo esemplificativo e non esaustivo le risposte alle domande nn. 3 e correlate). 85. con riferimento al capitolato di gara e al computo metrico allegato, si chiede gentile conferma del numero di varchi da fornire. In particolare si chiede di confermare che i 13 ingressi principali indicati nel paragrafo 2.2 del documento "Relazione tecnica descrittiva" e nel computo metrico comprendono, oltre agli 11 varchi monodirezionali e al varco bidirezionale dell'ingresso principale, anche il varco secondario (supplementare) per l'ingresso delle "aziende di gestione". In caso negativo, si chiede di specificare, all'interno del computo metrico, dove è prevista la fornitura di tale varco supplementare; I varchi sono le 13 piste, di cui una bidirezionale, presenti al Cenh o Ingressi 86. con riferimento al capitolato di gara ed al computo metrico allegato, si chiede gentile conferma del numero di sbarre automatiche, di lanterne semaforiche e di sirene da fornire; Quante necessarie per la sistemazione dei semafori e dei varchi di accesso e permettere la normale operatività di accesso al mercato. Vedi anche domanda con riferimento al capitolato di gara ed al computo metrico allegato, si chiede gentile conferma del numero di PMV da fornire. Inoltre si chiedono dei chiarimenti in merito alle modalità di alimentazione e di collegamento di tali PMV con il sistema centrale; Vedi domanda nella configurazione dell'armadio mele da prevedere presso il varco n. 3 e n. ll non è compreso lo switch. E' da prevedere in offerta e pertanto da ritenersi compreso in fornitura?

19 Gli switch e tutti i componenti (ad esempio le gbic) per permettere la connessione con la rete in fibra sono da intendersi compresi nella fornitura a cura della società appaltatrice 89. relativamente alla citofonia IP, si chiede di specificare se devono essere previsti due citofoni per ogni varco, ad altezza auto e autotreno, oppure uno soltanto e, in tal caso, a quale altezza. L'apparecchio citofonico per ogni varco può anche essere 1 solo purché abbia 2 speaker e 2 microfoni ad altezze congrue per permettere un utilizzo comodo degli stessi 90. al paragrafo 4.1 del documento "Relazione tecnica descrittiva" si legge che deve essere fo rnita una SAN, ma nel computo metrico alla voce SAN non corrisponde alcuna quantità. È da prevedere nella fo rnitura del posto centrale? Si, la fornitura della SAN e di tutti gli apparecchi (switch, schede in fibra, ecc... ) di connessione con i server e con la piattaforma virtuale devono essere forniti a cura della società appaltatrice. Il Responsa edimento Dott. Fro s m ottini

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA COMMISSIONE TASSAZIONE NOTULE FASI O "LIVELLI DI ELABORAZIONE E REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO NEI LAVORI PRIVATI PREMESSA L'accertamento

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

*'ffis. bk# crrrà DI AcIREALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. in opera di attrezzature.

*'ffis. bk# crrrà DI AcIREALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. in opera di attrezzature. \w *'ffis bk# crrrà D AcREALE SETTORE PROTEZONE CVLE --ooooooo Automatizzazione del parcheggio a pagamento di via Galatea - Fornitura e posa in opera di attrezzature. COMPUTO METRCO ESTMATVO., ':. \ r

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di e-procurement per Amministrazioni MEPA

Manuale d uso del Sistema di e-procurement per Amministrazioni MEPA Manuale d uso del Sistema di e-procurement per Amministrazioni MEPA Procedura di acquisto tramite RdO aggiudicata all offerta economicamente più vantaggiosa Pagina 1 di 82 INDICE 1. TUTTE LE FASI DELLA

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

STA ST Z A IO Z N IO E U

STA ST Z A IO Z N IO E U MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE CAMPANIA MOLISE UFFICIO DIRIGENZIALE V UFFICIO TECNICO III UNITA OPERATIVA DI CASERTA Via Cesare Battisti

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi:

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi: Quesito nr. 1 gara Global Service Siamo a chiedere, con la presente, di poter conoscere il nome degli attuali gestori dei servizi relativi ai lotti 1 e 2? Risposta al Quesito nr. 1 L'attuale gestore del

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli