I Cittadini e il Mercato Libero dell Energia Elettrica e del Gas Tutto ciò che occorre sapere per non fare una scelta al buio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Cittadini e il Mercato Libero dell Energia Elettrica e del Gas Tutto ciò che occorre sapere per non fare una scelta al buio"

Transcript

1 I Cittadini e il Mercato Libero dell Energia Elettrica e del Gas Tutto ciò che occorre sapere per non fare una scelta al buio guida cittadini mercato libero energia gas.indd 1 18/11/

2 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 2 18/11/

3 I Cittadini e il Mercato Libero dell Energia Elettrica e del Gas Tutto ciò che occorre sapere per non fare una scelta al buio Redazione dei testi realizzata da Dario del Grosso Copertina ideata e realizzata da Flavio Mollicone Impaginazione a cura di Flavio Mollicone Pubblicazione dell Adoc Nazionale Sede Nazionale: Via Chiana, Roma Tel: 06/ / Fax: 06/ Sito web: - Progetto per la divulgazione sul territorio dei diritti dei consumatori dell energia elettrica e del gas. Finanziato dall AEEG con deliberazione 16 ottobre 2009, GOP 44/09 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 3 18/11/

4 INDICE 1. Le Offerte del Mercato Libero e il Mercato Tutelato p.6 2. Il Risparmio nel Mercato Libero p.8 Passaggio al Mercato Lettura dei Contatori al momento dello Switch Contratti Non Richiesti 3. I Diritti dei Consumatori - Reclami e Conciliazioni p.12 Conciliazione Paritetica Sospensione della Fornitura per Morosità Bonus Elettrico e Gas 4. Risparmio Energetico p Glossario p.18 4 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 4 18/11/

5 In Italia per l elettricità ed il gas esiste un mercato libero ed uno tutelato. Il mercato libero è nato a seguito della c.d. Liberalizzazione dell energia elettrica e del gas, che per i consumatori domestici è avvenuta nel 2003 per il gas, nel 2007 per l elettricità. Attualmente circa sei milioni di utenti hanno scelto il mercato libero. La differenza con il mercato tutelato è data dal regime tariffario; in quello libero, il cittadino-consumatore contratta con la società il prezzo della tariffa dell energia elettrica o del gas, potendo scegliere la società di vendita che gli fa l offerta migliore. Attualmente le società di vendita nel mercato elettrico e del gas sono circa 300.Il consumatore del mercato libero può scegliere sia la modalità della tariffa (a fasce o monoraria) sia la durata della stessa nel tempo cioè il prezzo bloccato per un anno o più. Nel sito dell AEEG Autorità per l Energia e il Gas è presente lo strumento Trovaofferte, che aiuta il consumatore ad orientarsi nell ambito delle numerose offerte che le società fanno per acquisire i clienti: la scelta va fatta in base ai propri consumi, sia dell energia elettrica sia del gas. I consumi medi di una famiglia italiana per l elettricità sono circa 2700 kw/h annui che, con una potenza impegnata di 3Kwh, con le tariffe attuali comportano una spesa di circa 520 euro annui. Per il gas la media è di 1400mc annui per una spesa di circa 1200 euro annui. E importante fare riferimento per l elettricità alla potenza impegnata, in quanto la tariffa oraria per Kwh è condizionata proprio da questa; la tariffa per Kwh aumenta in proporzione se la potenza impegnata è più elevata. E ammessa una potenza di 4,5Kwh, con lo stesso costo per Kwh previsto per 3kWh, per una famiglia che abbia almeno 4 figli. 5 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 5 18/11/

6 1 Le Offerte del Mercato Libero e il Mercato Tutelato Le Associazioni dei consumatori hanno spesso criticato molte offerte ingannevoli fatte dalle società di vendita, in quanto fanno apparire come tali risparmi che talvolta non esistono. Le ultime statistiche hanno dimostrato che circa quindicimila clienti ogni anno tornano al mercato di maggior tutela perché delusi dal Mercato libero. E interesse di tutti che il mercato libero funzioni, per questo le AACC hanno denunciato all AEEG le disfunzioni che non rendono appetibile il mercato libero e sollecitato le necessarie correzioni, che si possono riassumere in due provvedimenti indispensabili: 1) Responsabilizzare il Distributore sul flusso di informazioni da fornire in tempi certi alle società di vendita, in particolare consumi reali e non stimati, riscontro a richieste delle società di vendita sui consumi del cliente finale a fronte di un reclamo o conciliazione da definire, penalizzando il distributore che non rispetti i tempi previsti. 2) Attuare il Sistema informatico integrato, con la possibilità di accesso anche alle AACC, per conoscere i dati dei cittadini consumatori in tempo reale in modo da evitare o risolvere il contenzioso già nella fase del reclamo. Nel Mercato Tutelato la tariffa è fissata ogni tre mesi dall AEEG, in base ai prezzi che si sono avuti sul mercato dell energia. Il mercato tutelato serve i clienti domestici, i condomini e le piccole imprese con meno di cinquanta dipendenti 6 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 6 18/11/

7 Chi non sceglie un nuovo fornitore resta nel mercato tutelato, non è obbligato a passare al mercato libero. Attualmente circa 25 milioni di consumatori sono nel mercato tutelato. L energia elettrica al mercato tutelato è fornita dall Acquirente Unico, che è una società pubblica alle dipendenze dell AEEG; l A.U. è una società del Gruppo GSE, Gestore dei servizi Elettrici, che gestisce anche il GME, Gestore del Mercato Elettrico. Sono società interamente pubbliche nate per governare attraverso l AEEG la liberalizzazione in atto. 7 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 7 18/11/

8 2 Il Risparmio nel Mercato Libero Il mercato libero può risultare conveniente per il consumatore, rispetto al mercato tutelato, se il contratto è chiaro e si è concordata una tariffa inferiore a quella del mercato tutelato. I risparmi non sono elevati, in quanto il 47% dei costi della bolletta sono fissi, cioè non dipendono dalla materia prima o dai servizi collegati alla vendita Per orientarsi nella scelta dell offerta più conveniente si può consultare il Trovaofferte sul sito dell Autorità dell Energia e Gas Passaggio al Mercato Libero Il cittadino può scegliere un contratto sul libero mercato, rivolgendosi ad una società di vendita (elettrica e/o gas) per stipulare il tipo di contratto che per le sue esigenze gli sembra più conveniente. Di fatto sono le società di vendita che contattano il consumatore, proponendogli contratti con grossi risparmi con telefonate o con le proposte fatte in locali frequentati quali i centri commerciali o con appositi agenti direttamente a casa Occorre molta attenzione perché spesso il risparmio promesso non è certo, in alcuni casi si paga di più, come già detto, tanto che ci sono molti consumatori delusi che tornano al mercato tutelato Il passaggio al mercato libero spesso avviene nell ambito della stessa società. Esempio: Enel servizio elettrico è la società di vendita di energia per il mercato tutelato; Enel energia opera nel mercato libero; Enel distribuzione è la proprietaria della rete e dei contatori, quindi è 8 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 8 18/11/

9 responsabile delle letture sui consumi da inviare a tutte le società di vendita che operano nell ambito della sua circoscrizione. Chi sceglie il mercato libero può fare il contratto con una qualunque società di vendita I suoi rapporti sono solo con la società di vendita anche sulle letture del contatore che sono di competenza della società di distribuzione. In questo caso il cittadino che ritiene conveniente passare al mercato libero può scegliere Enel Energia che fa parte dello stesso gruppo, o un altra società che abbia i prezzi più bassi, fra le numerose esistenti. Lettura dei Contatori al momento dello switch Il consumatore che sceglie di passare al mercato libero al momento del contratto si deve preoccupare di fotografare i consumi alla data del passaggio, sia per il gas che per l elettricità, in quanto le società di distribuzione che sono obbligate a fornire i dati reali al momento del cambio fornitore spesso lo fanno con notevole ritardo provocando la spiacevole doppia fatturazione, ossia per gli stessi consumi viene richiesto il pagamento da due società diverse. Nella scelta della società oltre al prezzo ed al durata del contratto va considerato anche il rapporto che le società di vendita hanno con le AACC; di fatto solo le più grosse hanno i protocolli in cui è prevista la conciliazione in caso di controversia e la regolamentazione delle fasi del reclamo. Le società che hanno un protocollo per l energia ed il gas sono: Enel, Eni, Edison, Sorgenia, Acea, A2A, Hera, Iris. Continuando nell esempio precedente, Enel servizio elettrico applica le tariffe imposte dall Autorità, che vengono calcolate ogni tre mesi; Enel Energia o altre società di vendita applicano quelle del mercato libero, concordate con il cliente nel contratto stipulato. Altre società che hanno nell ambito dello stesso gruppo una 9 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 9 18/11/

10 società di vendita ed una di distribuzione sono le vecchie municipalizzate come Acea, A2A, Edison. Altre società sono sorte di recente a seguito della liberalizzazione, anche con acquisti di piccole società che esistevano prima della liberalizzazione, con reti di distribuzione locali Quanto scritto per l energia elettrica vale anche per il gas; in questo caso la società di distribuzione che ha una posizione rilevante in campo nazionale è Italgas che fa parte del gruppo Eni. Altre società che operano in questo campo con una buona posizione sono Edison, A2A, Acea, Sorgenia, E.on. Il distributore (Enel, Italgas o altri) ha rapporti con le società di vendita, ha il compito di rilevare i consumi e comunicarli alle stesse per la fatturazione delle bollette sia per l energia elettrica che per il gas, ha l obbligo di fare una lettura reale dei contatori almeno una volta l anno se non esistono i contatori elettronici, come per l elettricità. Inoltre rientrano nelle competenze del distributore l allaccio o stacco del contatore, la potenza assegnata, la comunicazione dei Bonus. Il distributore, per la zona assegnata, ha una posizione di monopolio, per cui le società di vendita che operano in quella zona hanno rapporti obbligati con la società di distribuzione. Contratti Non richiesti Il mercato libero ha generato il fenomeno dei contratti non richiesti, ossia un cittadino si trova con un contratto mai sottoscritto, con il passaggio in molti casi dal mercato tutelato a quello libero senza che l interessato ne sia a conoscenza. Le delibere dell Autorità per contrastare questo fenomeno (in particolare la 153/2012) e le vibrate proteste delle AACC, nonché la costante informazione fatta da queste ultime e dall Autorità attraverso gli sportelli delle AACC aperti sul territorio, finanziati dalla Cassa Conguagli, hanno ridotto notevolmente il fenomeno, anche se ancora persiste. Il consumatore che incappa in un contratto non richiesto può 10 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 10 18/11/

11 fare il reclamo diretto di disconoscimento alla società di vendita e per conoscenza inoltrare lo stesso allo Sportello del Consumatore che opera presso l Acquirente Unico, oppure rivolgersi ad una AACC. Il cittadino può inoltre rivolgersi allo Sportello del Consumatore che opera presso l acquirente Unico per conto dell Autorità dell Energia, anche per altri reclami o conciliazioni. La sopracitata delibera dell Autorità sulla materia (AEEG 153/12) ha disciplinato il fenomeno, stabilendo alcuni obblighi per le società di vendita: 1) La società di vendita, prima di inoltrare alla società di distribuzione la richiesta di switching deve inviare al cliente una lettera di conferma, per contratti acquisiti per telefono; 2) Per le altre tipologie di contratto acquisiti in modo diverso dal contatto telefonico, va richiesta la conferma della volontà del cliente, mediante una telefonata di conferma. Le telefonate devono essere almeno cinque se il cliente non risponde. Alcune società di vendita (Sorgenia ed Edison) hanno inserito nei protocolli di regolamentazione concordati con le AACC che a fronte del mancato contatto telefonico (nonostante numerosi tentativi) rinunciano a dare corso al contratto. Il cliente che inoltra un reclamo per un contratto non richiesto deve farlo entro trenta giorni da quando né è venuto a conoscenza. Il reclamo va inviato alla società di vendita ed allo sportello del Consumatore. La società di vendita deve dimostrare che il contratto è valido e dovrà essere ripristinata la fornitura con il vecchio venditore senza alcun onere per il consumatore. I reclami inviati allo Sportello del Consumatore, per questi casi, saranno esaminati con procedura di urgenza. Lo Sportello valuta il reclamo e se lo ritiene nullo annulla il contratto. Il reclamo può essere fatto direttamente dal cittadino o tramite una AACC. 11 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 11 18/11/

12 3 I Diritti dei Consumatori Reclami e Conciliazioni I consumatori che nel mercato libero o tutelato subiscono un disservizio possono presentare un reclamo per iscritto alla società di vendita che fornisce elettricità o gas. La società deve rispondere entro 40 giorni, altrimenti scattano sanzioni che sono indennizzi da corrispondere al cliente per i seguenti importi: 20,00 euro per risposta oltre i 40 giorni e fino ad 80; 40,00 euro per risposte oltre gli 80 giorni e fino a 120; 60,00 euro per risposte oltre 120 giorni Gli attuali tempi sono troppo lunghi e gli indennizzi sono poca cosa, per questo come AACC abbiamo proposto sia all Autorità che nei protocolli per le conciliazioni paritetiche di migliorare questi parametri. Quali sono le cause dei reclami: 1) Quelli legati al cambio di fornitore - switching; 2) Bollette elevate, in particolare quando si entra nel mercato libero, per conguagli di consumi precedenti non regolarmente fatturati per mancanza di letture regolari; oppure per dati forniti dal distributore stimati non rispondenti ai consumi effettivi.in questo caso è obbligatoria sempre la lettura, ma non sempre tale norma è rispettata dai distributori.; 3) Doppia fatturazione, generata dallo switching; 4) Mancata fatturazione per un lungo periodo da parte della società di vendita (avviene in particolare per il gas); 5) Mancato rispetto del diritto di ripensamento, che può avvenire entro 10 giorni dalla stipula del contratto. 6) Rateizzazione delle bollette con importi elevati spesso per 12 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 12 18/11/

13 causa di mancata fatturazione; 7) Fatturazione sbagliata per mancata lettura; 8) Errato funzionamento del contatore; 9) Mancata corresponsione degli indennizzi automatici; 10) Disattivazione richiesta, ma non eseguita nei tempi previsti 11) Variazione unilaterale dei contratti di fornitura Se si ritiene di contestare una bolletta è necessario presentare reclamo ed evitare di pagarla finché non viene chiarito il reclamo I suddetti reclami sono da indirizzare alle società di vendita. E importante fare subito l autolettura, se viene contestata la fatturazione. La rateizzazione non è prevista quando la bolletta non supera i 50,00 euro. Il numero delle rate deve essere almeno a quello delle bollette di acconto, precedenti al conguaglio. La rateizzazione, se è colpa della società di vendita non è gravata dagli interessi, altrimenti gli interessi sono uguali allo 0,75% aumentato del 3,5% Per i distributori sono previsti i seguenti compiti, che si svolgono con un rapporto con le società di vendita, in alcuni casi direttamente con il cliente finale: 1) Redazione preventivi ed esecuzione di lavori; 2) Attivazioni, disattivazioni fornitura; 3) Verifica del contatore e ricostruzione dei consumi; 4) Verifica della pressione del gas; 5) Risponde ai reclami relativi al servizio di distribuzione; 6) Letture periodiche dei contatori non elettronici. Conciliazione Paritetica Il cittadino può fare valere i suoi diritti quando un reclamo non ha l esito sperato, attraverso la conciliazione paritetica, che va attivata tramite le AACC con le società che hanno un protocollo con le stesse. 13 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 13 18/11/

14 Attualmente sono: Enel energia, Enel servizio elettrico, Eni, Edison, Sorgenia, A2A, Acea, Hera, Iris. Quando è in corso un contenzioso non bisogna mai cambiare società, di fatto viene meno la possibilità di fare la conciliazione paritetica, che è un modo rapido e gratuito per far valere i propri diritti. Purtroppo le società di distribuzione sono il vero ostacolo alla liberalizzazione del mercato, per tanti motivi, in primis non rispondono né alle società di vendita né ai consumatori per reclami sulle mancate letture, non hanno rapporti con le AACC per reclami e conciliazioni, hanno un flusso di notizie con i venditori che non rispetta le esigenze del mercato e l elenco potrebbe continuare. Come AACC sosteniamo che l Autorità dell Energia e Gas debba responsabilizzare i distributori e sanzionare chi non rispetta gli standard stabiliti, prevedendo sanzioni a vantaggio dei consumatori danneggiati, rendendo obbligatoria l accettazione dell autolettura in particolare nel settore gas con la possibilità del venditore di chiedere un riscontro della stessa in tempi certi al distributore. Sono condizioni minime se si vuole estendere il mercato libero, ripristinando la fiducia del consumatore. Sospensione della fornitura per Morosità (delibera AEEG67/2013) Il contratto, nel mercato libero, stabilisce dopo quanti giorni dalla scadenza di una bolletta un consumatore può essere messo in mora. La costituzione in mora avviene con l invio di una lettera raccomandata. I tempi sono 15 giorni se la società documenta il ricevimento della raccomandata, altrimenti 20 giorni. Il distacco avviene solo dopo ulteriori tre giorni da quello previsto per il pagamento dalla lettera di messa in mora. In presenza di contatori elettronici, si fa prima la riduzione di potenza e solo dopo 15 giorni si procede allo stacco. 14 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 14 18/11/

15 Con le società che hanno un protocollo per le conciliazioni paritetiche è stato previsto che qualunque azione è interrotta fino a quando non è definita la conciliazione. Il cliente che ha subito lo stacco dell energia o del gas deve pagare un contributo per la riattivazione. Dal momento del pagamento, ha diritto al riallaccio entro 24 ore. Bonus Elettrico e Gas E un contributo previsto per le famiglie che possono certificare un disagio economico. Il reddito deve essere attestato secondo gli indicatori ISEE, non deve essere superiore a 7500 euro; può essere elevato a euro per le famiglie numerose, cioè che abbiano almeno quattro figli. Il Bonus è previsto sia per il settore elettrico che per il gas; sono cumulabili; durano un anno e possono essere rinnovati finché persiste il disagio. Il Bonus è previsto anche per disagio fisico, cioè per famiglie presso cui vive un malato grave che deve usare macchine a funzionamento elettrico per il mantenimento in vita. Nel primo caso la potenza impegnata per l energia elettrica non può esser superiore a 3KWh, elevabile a 4,5 per famiglie numerose; il bonus per disagio fisico non ha limiti per la potenza impegnata. Il Bonus è riconosciuto direttamente in bolletta. 15 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 15 18/11/

16 4 Risparmio Energetico Il modo più efficace per avere un risparmio sulla bolletta è consumare meno energia. Il risparmio energetico è un obbiettivo che si è posto sia il Governo italiano sia la Comunità Europea, il risparmio dovrebbe raggiungere il 20% nel Gli obbiettivi che la Comunità Europea si è posta infatti sono: il 20% di risparmio energetico da conseguire con una serie di accorgimenti ed interventi sia sugli elettrodomestici sia sulle lampadine, sulle pompe di calore, sugli scaldabagni ecc; interventi strutturali sugli Edifici per contenere i consumi di energia e gas. Questi ultimi si possono riassumere: Isolamento degli edifici con cappotto, ossia un rivesti mento esterno che riduce la dispersione di calore d in verno e favorisce il condizionamento d estate; Rivestimento delle pareti interne; Finestre con doppi vetri; Isolamento dei tetti e dei solai; Pavimenti. Tutti questi interventi sono incentivati con la possibilità di usufruire di un rimborso sul 65% della spesa attraverso una deduzione fiscale da diluire in dieci anni. Lo stesso incentivo è previsto per interventi sui sistemi di riscaldamento, come le caldaie a condensazione, pannelli termici, riscaldamento a pavimento, stufe a pellet. Sono altresì incentivate, oltre le lampade a basso consumo, gli elettrodomestici di classe A. 16 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 16 18/11/

17 Di fatto per gli incentivi fiscali per il Risparmio Energetico sono detraibili tutte le spese necessarie per effettuare un intervento, comprese opere murarie, elettriche e idrauliche. Il risparmio energetico del 20% è inquadrato nel programma comunitario che prevede anche la produzione del 20% di energia utilizzata con fonti rinnovabili. L Italia, grazie agli incentivi molto generosi, ha raggiunto tale obiettivo nel Inoltre la produzione ed il risparmio dovrebbero conseguire una riduzione delle emissioni di anidride carbonica del 20%, per cui la legge è conosciuta con la denominazione di 20, 20, guida cittadini mercato libero energia gas.indd 17 18/11/

18 Glossario - Organismi che governano il settore energetico Autorità per l Energia e gas Garantisce la concorrenza, ogni tre mesi fissa i prezzi del mercato tutelato, stabilisce gli standard di qualità dei servizi di distribuzione e vendita. Acquirente Unico Acquista elettricità per i clienti del mercato tutelato, gestisce lo Sportello del Consumatore; ed il servizio di conciliazione fatto dallo Sportello del Consumatore Terna E la società pubblica nata dallo scorporo della rete da Enel, sviluppa la rete di trasmissione nazionale e gestisce i flussi di energia attraverso il dispacciamento. G.S.E. Gestore dei Servizi Elettrici E la capogruppo di Acquirente Unico ed altre so cietà, gestisce gli incentivi alle fonti rinnovabili (Conto Energia e Conto Termico) 18 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 18 18/11/

19 G.M.E. Gestore Mercato Elettrico E del gruppo GSE, gestisce la borsa del mercato elettrico ed il mercato del gas. R.S.E. Ricerca sul Sistema Elettrico Sviluppo attività di ricerca nel settore elettrico ed energetico 19 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 19 18/11/

20 20 guida cittadini mercato libero energia gas.indd 20 18/11/

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La nuova tariffa bioraria Il 1 luglio del 2010 entreranno in vigore le nuove tariffe biorarie fissate dall'autorità per l'energia Elettrica

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo.

Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo. Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo. Guida semplice per i clienti alla Conciliazione Paritetica on-line Per risolvere le controversie in modo semplice, veloce e gratuito,

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI Allegato A alla deliberazione ARG/com 104/10 versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 BARI ENERGIA Srl Via Junipero Serra, 19 - CAP 70125 Bari (BA) C.F./P.I. 07383800724 2 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS 2015 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS

Dettagli

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI Edison Energia S.p.A. è Certificata ISO 9001:2008 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI La Carta della Qualità dei Servizi di Edison

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 29 MAGGIO 2015 258/2015/R/COM PRIMI INTERVENTI IN MATERIA DI MOROSITÀ NEI MERCATI RETAIL DELL ENERGIA ELETTRICA E GAS NATURALE E REVISIONE DEI TEMPI DELLO SWITCHING NEL SETTORE DEL GAS NATURALE

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV)

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) Allegato A TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) (Versione integrata con le modifiche apportate con le deliberazioni ARG/com

Dettagli

La fattura Hera Comm. Energia Elettrica

La fattura Hera Comm. Energia Elettrica La fattura Hera Comm. Energia Elettrica Hera Comm è la società del Gruppo Hera che fattura i servizi Gas ed Energia elettrica. Nella bolletta multiservizio, il secondo contratto fatturato da Hera Comm

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Distribuzione Energia Elettrica Sommario 1. Ambito di applicazione... 4 2. Nuove connessioni e

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Stampare in modalità fronte-retro

Stampare in modalità fronte-retro CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE ALLEGATO 2 DELIBERAZIONE 6 GIUGNO 2006, N. 108/06 COME MODIFICATO DALLE DELIBERAZIONI 2 OTTOBRE 2007, N. 247/07, 14 DI- CEMBRE 2007, N. 324/07,

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

ASSETTO ORGANIZZATIVO DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. 1. SEGRETERIA ORGANI COLLEGIALI DELL AUTORITÀ - Ufficio Speciale (SOC)

ASSETTO ORGANIZZATIVO DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. 1. SEGRETERIA ORGANI COLLEGIALI DELL AUTORITÀ - Ufficio Speciale (SOC) ASSETTO ORGANIZZATIVO DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS A. UFFICI DI DIRETTA COLLABORAZIONE 1. SEGRETERIA ORGANI COLLEGIALI DELL AUTORITÀ - Ufficio Speciale (SOC) Gestisce il flusso decisionale,

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

Gestione Gas Metano. Inoltre sono state implementate funzioni come la gestione dei clienti idonei e la domiciliazione bancaria delle bollette.

Gestione Gas Metano. Inoltre sono state implementate funzioni come la gestione dei clienti idonei e la domiciliazione bancaria delle bollette. Gestione Gas Metano Introduzione Il bisogno di rispondere in maniera più efficace ed efficiente alle esigenze degli utenti, al continuo cambiamento delle normative e all incessante rinnovamento tecnologico

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI...

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI... TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 16 GENNAIO 2013 6/2013/R/COM DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AGEVOLAZIONI TARIFFARIE E RATEIZZAZIONE DEI PAGAMENTI PER LE POPOLAZIONI COLPITE DAGLI EVENTI SISMICI VERIFICATISI NEI GIORNI DEL 20

Dettagli

ENERGIA ELETTRICA Guida alla lettura dei costi

ENERGIA ELETTRICA Guida alla lettura dei costi Spedizione Abbonamento Postale 45% art. 2 comma 20/b legge 662/96 filiale di Roma ANNO XV - Lire 3.000 - Supplemento al n. 10 di Impresa Artigiana del 01 febbraio 2001 I QUADERNI DI ENERGIA ELETTRICA Guida

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 12 DICEMBRE 2013 578/2013/R/EEL REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI CONNESSIONE, MISURA, TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE, DISPACCIAMENTO E VENDITA NEL CASO DI SISTEMI SEMPLICI DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

MODULO RECLAMO ENERGIA (Se compilato a mano, si prega di scrivere in stampatello)

MODULO RECLAMO ENERGIA (Se compilato a mano, si prega di scrivere in stampatello) MODULO RECLAMO ENERGIA (Se compilato a mano, si prega di scrivere in stampatello) DATI DEL CLIENTE (Titolare della fornitura o richiedente la fornitura/prestazione) Nome e cognome/ragione sociale Cod.

Dettagli

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior

Dettagli

CAMBIO OPERATORE TELEFONICO RETE MOBILE. Che cos è. cambiare operatore mobile, mantenendo al tempo stesso il proprio numero di

CAMBIO OPERATORE TELEFONICO RETE MOBILE. Che cos è. cambiare operatore mobile, mantenendo al tempo stesso il proprio numero di CAMBIO OPERATORE TELEFONICO RETE MOBILE Che cos è La MNP (Mobile Number Portability) è la procedura che consente all utente di cambiare operatore mobile, mantenendo al tempo stesso il proprio numero di

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la battaglia per il recupero del credito residuo

Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la battaglia per il recupero del credito residuo Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XX - n. 23-2 maggio 2008 Stampato in proprio in maggio 2008 In questo numero: Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la

Dettagli

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE)

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE) Per accedere al IV Conto Energia è necessario superare 4 step per i grandi impianti. Questo documento ha lo scopo di analizzare in dettaglio ognuna delle fasi, presentandovi il quadro generale e offrendovi

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Allegato A. Valido dall 1 gennaio 2015

Allegato A. Valido dall 1 gennaio 2015 TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Rifasamento industriale e penali in bolletta. www.icar.com- sales@icar.com

Rifasamento industriale e penali in bolletta. www.icar.com- sales@icar.com Rifasamento industriale e penali in bolletta www.icar.com- sales@icar.com Le penali per basso cosfi Le Aziende Distributrici applicano le penali per basso cosfi perché : devono predisporre impianti di

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60 4. L ENERGIA 4.1. Premessa L 80% circa dell energia consumata nell UE deriva dai combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Di questa percentuale, una parte considerevole, in costante aumento,

Dettagli

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 Più tutele per i consumatori italiani ed europei: è l effetto della direttiva europea recepita dal decreto legislativo n.21 del 21 febbraio

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità 25 Gennaio 2012, Roncegno Terme Workshop: la micro-cogenerazione con celle a combustibile SOF e i progetti in corso in Italia RISORSE ENERGETIHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità Omar

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it Scambio sul posto www.gse.it www.gsel.it 2 Lo scambio sul posto: ammissione al contributo La Deliberazione ARG/elt n. 74/08 (TISP) prevede che lo scambio sul posto sia erogato dal GSE su istanza degli

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas)

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas) Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas) Direzione Consumatori e Utenti Seminario online - organizzazioni PMI 5 marzo 2014

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo 1. come rimediare a errori e dimenticanze: il ravvedimento Il ravvedimento per imposte dirette e Iva Modalità di pagamento Presentazione della dichiarazione

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A.

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. 1. PREMESSA E PRINCIPI FONDAMENTALI Con la sottoscrizione del Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM PosteMobile e del Modulo di richiesta

Dettagli

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M COMUNE DI PICCOLI GESTI PER UN MONDO MIGLIORE La Città di Udine aderisce, con altri 14 enti pubblici europei, al progetto Cyber Display. Lo scopo è aumentare e migliorare la conoscenza nell uso delle risorse

Dettagli

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico GSE Gestore Servizi Energetici Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico D.M. 28 dicembre 2012 Indice dei contenuti 1. Generalità... 4 Finalità del documento... 4 Requisiti minimi per l utilizzo

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli