F.I.L.O.S. Formazione Istruzione Lavoro Orientamento per la Scelta Progetto finanziato dalla

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "F.I.L.O.S. Formazione Istruzione Lavoro Orientamento per la Scelta Progetto finanziato dalla"

Transcript

1 F.I.L.O.S. Formazione Istruzione Lavoro Orientamento per la Scelta Progetto finanziato dalla REGIONE LAZIO Assessorato Lavoro e Formazione AVVISO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI INNOVATIVI DI ORIENTAMENTO ALLO STUDIO E AL LAVORO DEGLI STUDENTI POR F.S.E. Obiettivo 2 Competitività regionale e Occupazione ASSE II OCCUPABILITÀ ASSE IV CAPITALE UMANO Progetto Gestito da Associazione Temporanea di Imprese Soggetto mandatario TIVOLIFORMA S.r.l. Società Unipersonale Soggetto mandante Giunti O.S. Organizzazioni Speciali S.r.l. Soggetto mandante S.I.O. Società Italiana per l Orientamento Soggetto mandante A.N.P. Associazione Nazionale Dirigenti e alte Professionalità della Scuola 1 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

2 Obiettivi generali Il progetto F.I.L.O.S. - Formazione Istruzione Lavoro Orientamento per le Scelte si rivolge agli alunni iscritti al 2 e/o 3 anno delle scuole secondarie di 1 grado e si pone l obiettivo di sostenere gli studenti, ed indirettamente le loro famiglie, nelle fasi di scelta dei percorsi scolastici/formativi/professionali successivi alla c.d. 3 Media. Difatti è proprio in questa peculiare fase di transizione che intervengono numerosi fattori di criticità spesso legati alla difficoltà per i ragazzi e i loro genitori, oltre che di accedere ad informazioni, pareri ed indicazioni in prospettiva, anche di comprendere, soppesare e valutare tali indicazioni in funzione della scelta. E a tali necessità che mira a rispondere il progetto che nasce dalla condivisione di background maturati da soggetti diversi intenzionati (partner costituenda ATS), a condividere le proprie esperienze per elaborare ed implementare un modello d azione per l orientamento assolutamente replicabile, trasferibile e rivolto ad un significativo numero di destinatari. I Partner del progetto assicurano un elevato standard qualitativo: il capofila CFP Tivoli Forma srl, con 3 sedi e 31 anni d esperienza, nella formazione è oggi la più grande realtà formativa della Valle dell Aniene; la Giunti O.S. è leader europeo nel settore dell'assessment psicologico sviluppa test e strumenti per la valutazione e diagnosi nel campo della psicologia, dell orientamento e del counselling; la SIO (Società Italiana per l Orientamento) riunisce docenti, ricercatori universitari e professionisti operanti nel campo dell orientamento; l Associazione Nazionale dei dirigenti e delle alte Professionalità della scuola A.N.P. rappresenta la maggioranza dei presidi delle scuole italiane. Elementi di coerenza del progetto rispetto all avviso nonché suoi punti di forza sono: ll progetto prevede interventi su tutte le cinque provincie del Lazio, coinvolgerà / alunni pari al 40-42% della popolazione studentesca che nell anno 2012/2013 frequenterà il 2 o il 3 anno delle secondarie di I grado (dati rapporto USR Lazio), nonché loro genitori, ed almeno 200 insegnanti; prevedrà l attivazione di 10 presidi di orientamento territoriali (P.O.T.), realizzati nelle 10 scuole Polo già firmatarie di protocolli di collaborazione in tal senso. Per il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi progettuali ci si avvarrà di strumenti, metodologie e strategie di seguito sinteticamente delineate: Organizzazione e gestione del portale F.I.L.O.S. funzionale all erogazione di informazioni e all accesso a strumenti per l autovalutazione, strumenti la cui messa a punto sarà realizzata dal partner Giunti OS. a tale scopo verrà utilizzato il sistema di testing Magellano che è una batteria di orientamento alla scelta della scuola secondaria di II grado. Lo strumento pone particolare enfasi alla riuscita scolastica, favorendo preferenze e scelte o l esclusione di possibilità. In tutto ciò, il successo in matematica, più che in altre discipline scolastiche, e la capacità di comprensione di testi di studio 2 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

3 sembrano ricoprire un ruolo particolarmente importante. Alla valutazione del possesso di queste competenze si affianca quello di dimensioni trasversali (abilità di studio, interessi, capacità di problem-solving). Tutte le informazioni raccolte saranno incrociate/confrontate e ne emergerà un REPORT (profilo di orientamento) che, in modo grafico e descrittivo, si concluderà con una sintesi dei punti di forza dello studente ed un consiglio di orientamento complessivo. E previsto inoltre per garantire pari opportunità l utilizzo dello strumento ASTRID-OR. rivolto a soggetti diversamente abili. Lo strumento è finalizzato all'inserimento professionale, che ha particolare rilevanza per l'apporto che il lavoro deve fornire all'innalzamento dei livelli di autonomia delle persone con menomazioni e all'incremento della soddisfazione di vita, ASTRID-or prende in considerazione le rappresentazioni che i disabili hanno dei concetti del lavoro, il proprio senso di autoefficacia professionale, le capacità di problem-solving e decision-making, gli interessi e gli atteggiamenti verso il proprio futuro lavorativo. Tramite il portale F.I.L.O.S. si potrà inoltre accedere a schede informative riferite alle opportunità di prosecuzione degli studi nel secondo ciclo della scuola secondaria e sia le opportunità per conseguire una qualifica di formazione professionale. Si potrà inoltre accedere alle schede dei profili professionali, agli sbocchi professionali degli indirizzi scolastici, all elenco completo delle sedi scolastiche e formative, alle loro pagine web. Saranno messi on line i dati occupazionali e le loro previsioni a medio termine. Una serie di video con i testimoni privilegiati completerà la parte riferita al lavoro. Organizzazione e gestione di P.O.T. presidi d orientamento territoriali. il progetto prevede l istituzione di 10 P.O.T. 1 per ogni scuola Polo. Questi avranno una forte valenza metodologica, ed orientativa oltre che una importante contestualizzazione. Gli orientatori che opereranno all interno dei presidi sono professionisti dell orientamento con un adeguata esperienza e formazione alcuni dei quali accreditati presso la SIO (Società Italiana per l Orientamento). Gli Orientatori operanti nei POT dovranno realizzare incontri con i genitori, essere in grado di rispondere a dubbi, incertezze in merito alle scelte, sosterranno gli utenti nella fruizione dei test on line, formazione di gruppo, e counseling orientativo nonché di supporto agli insegnanti. Usufruendo dei contenuti del portale FILOS potranno aiutare gli studenti a conoscere le professionalità dei diversi indirizzi di studio, le richieste del mercato del lavoro, le previsioni occupazionali provinciali. formazione orientativa rivolta ad almeno 200 insegnanti delle scuole aderenti al progetto. Docenti che usufruiranno di due incontri per ogni realtà territoriale a garanzia dell equità e territorialità di accesso. L obiettivo sarà quello di introdurre i docenti all uso degli strumenti contenuti nel portale F.I.L.O.S., (schede informative, test di autovalutazione, forum, etc.) condividendone potenzialità, 3 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

4 modalità di accesso ed utilizzo. L idea portante è quella di coinvolgere i docenti attribuendo loro il ruolo di facilitatore per l accesso dei ragazzi frequentanti gli Istituti di loro pertinenza, alle attività di autovalutazione, propedeutiche all orientamento. Tale coinvolgimento oltre che garantire la diffusione di informazioni e metodologie ad un rilevante numero di docenti, (minimo 200) potrà consentire grazie ad un processo a cascata, la possibilità di rivolgersi ad un numero rilevante di ragazzi sostenendo contestualmente la replicabilità dell esperienza. Metodologie di intervento Il progetto FILOS utilizza metodologie estremamente innovative perché sono digitali, multimediali, perché si avvale di un portale creato appositamente; perché consente di raggiungere un elevato numero di studenti; perché prevede la possibilità di informazioni aggiornate sull intero territorio regionale; perché garantisce un accesso equo di orientamento e autovalutazione con particolare attenzione ai ragazzi diversamente abili; perché istituisce 10 presidi di orientamento territoriale (POT) con orientatori professionisti e operatori riconosciuti dalla SIO (Società Italiana per l Orientamento), formazione agli insegnanti referenti dell orientamento, informazione e formazione ai genitori degli allievi, utilizzo di strumenti orientativi di elevato livello scientifico. Il portale F.I.L.O.S. consentirà l accesso alle schede informative riferite alle opportunità di prosecuzione degli studi nel secondo ciclo della scuola secondaria e sia le opportunità per conseguire una qualifica di formazione professionale. Si potrà inoltre accedere sia alle schede dei 21 profili professionali che agli sbocchi professionali degli indirizzi scolastici. Si potrà accedere all elenco completo delle sedi scolastiche e formative, alle loro pagine web. Saranno messi on line i dati occupazionali e le loro previsioni a medio termine. Una serie di video con i testimoni privilegiati completerà la parte riferita al lavoro. L obiettivo è quello di avere un portale che riunisca e migliori la frammentazione delle informazioni rendendole uniche precise e puntuali. Sarà possibile scaricare un piccolo vademecum su come si sceglie, dove a disposizione dei genitori, insegnanti e allievi verranno indicate modalità di scelta utili a ridurre il rischio di errore. Il portale conterrà l area orientamento on line dove si potrà accedere a magellano junior e Astrid-or proprio per rispondere alle esigenze da parte delle scuole di avere uno strumento dalla validità altamente scientifica, che si propone di aiutare studenti e famiglie per una scelta maggiormente consapevole dell indirizzo di studio della scuola superiore di II grado. Per questo è stata prevista l utilizzazione di uno strumento opportunamente messo a punto ed adeguato al progetto FILOS. Magellano junior: una batteria di 8 test messa a punto da un gruppo di ricercatori coordinati dal Prof. Soresi dell Università di Padova, in collaborazione con Giunti O.S. 4 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

5 Il test è completamente on line e veloce nell elaborazione del Profilo finale che integra in un unico report tutti i risultati dei test. La batteria di orientamento, finalizzata alla scelta della scuola secondaria di II grado è rivolta agli studenti della terza media. Attenzione è data ad un elemento come la riuscita scolastica che assume un peso rilevante nell'ambito dell'orientamento favorendo, in caso di esiti positivi, preferenze e scelte o, in caso di risultati considerati negativi, l'esclusione di possibilità. Gli 8 test si articolano tra: credenze di efficacia in matematica, abilità matematiche, abilità di comprensione testi, abilità di studio, interessi professionali, credenze di efficacia nelle proprie capacità di studiare quanto necessario per svolgere specifiche attività professionali, propensioni professionali, strategie di problem-solving. Allo studente viene richiesto anche di riflettere in termini di presa di decisione, dichiarando se ha già deciso cosa fare dopo la scuola secondaria di II grado (andare a lavorare il prima possibile, continuare a studiare per un paio di anni, per 3-5 anni, per più di 5 anni) oppure no. Segue quindi l'invito a scegliere il settore professionale all'interno del quale gli piacerebbe inserirsi. Queste informazioni, ed altre di autovalutazione del proprio successo scolastico e dell'interesse che ha per le materie fino a ora studiate, sono confrontate con i risultati delle varie prove, al fine di generare un profilo di orientamento. Si avrà quindi una sintesi dei punti di forza dello studente, un consiglio di orientamento complessivo ed uno schema che riporta, per ogni settore professionale, le competenze (abilità matematiche, di studio, interessi, ecc.) che una persona dovrebbe possedere per svolgere con successo e soddisfazione personale una professione attinente a quel settore. Nel report, infine, vi è anche una parte dedicata a 'Quale lavoro, quale scuola?', che riporterà per ogni singolo settore lavorativo esempi di professioni associandole a tipi e indirizzi di scuola superiore in base alla recente riforma. ASTRID-OR raccoglie strumenti messi a punto dal Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca Handicap, Disabilità e Riabilitazione dell'università di Padova e sperimentati in attività di counseling e orientamento in numerosi servizi. Finalizzato all'inserimento professionale, che ha particolare rilevanza per l'apporto che il lavoro deve fornire all'innalzamento dei livelli di autonomia delle persone con menomazioni e all'incremento della soddisfazione di vita, ASTRID-or prende in considerazione le rappresentazioni che i disabili hanno dei concetti del lavoro, il proprio senso di autoefficacia professionale, le capacità di problem-solving e decision-making, gli interessi e gli atteggiamenti verso il proprio futuro lavorativo. La possibilità di operare con strumenti multimediali, come i test d orientamento on line, darà la possibilità di raggiungere un numero rilevante di alunni, circa , di offrire loro uno strumento di autoconoscenza e autovalutazione, nello stesso tempo di familiarizzare con il portale FILOS sempre 5 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

6 utilizzando modalità interattive e multimediali molto più vicine al loro modo di apprendere. Potranno inoltre usufruire delle competenze di orientatori che li accompagneranno durante tutte le fasi del progetto. La realizzazione di incontri informativi con i docenti in tutte le province laziali a garanzia dell equità di informazione, incontri finalizzati alla condivisione delle potenzialità progettuali nonché al coinvolgimento dei docenti nel ruolo di facilitatori per le attività di autovalutazione, propedeutiche all orientamento. Tale coinvolgimento oltre che garantire la diffusione di informazioni e metodologie ad un rilevante numero di docenti, (minimo 200) potrà consentire grazie ad un processo a cascata, la possibilità di rivolgersi ad un numero rilevante di destinatari di primo livello (almeno ragazzi), sostenendo contestualmente la replicabilità dell esperienza. La realizzazione di incontri informativi con i genitori: finalizzati alla presentazione ex ante del percorso d orientamento e successivamente ex post per la corretta interpretazione del test. Su richiesta potranno essere organizzati altri incontri sia per aspetti informativi che di consulenza individuale o di piccoli gruppi. L attivazione e gestione di Presidi d orientamento territoriali (POT) che avranno una forte valenza metodologica, ed orientativa. Gli orientatori che opereranno all interno dei presidi sono professionisti dell orientamento con un adeguata esperienza e formazione alcuni dei quali accreditati presso la SIO (società italiana per l orientamento) dovranno curare gli incontri con i genitori, essere in grado di rispondere a dubbi, incertezze in merito alle scelte, potranno aiutare e affiancare gli utenti nella fruizione dei test on line, formazione di gruppo, e counseling orientativo nonché di supporto agli insegnanti. Usufruendo dei contenuti del portale FILOS potranno aiutare gli studenti a conoscere le professionalità dei diversi indirizzi di studio, le richieste del mercato del lavoro, le previsioni occupazionali provinciali. Ad ulteriore garanzia di qualità, di adeguatezza degli interventi i presidi territoriali d orientamento saranno coordinati da un responsabile operante presso Tivoli Forma. I Partner del progetto assicurano un elevato standard qualitativo: il Capofila CFP Tivoli Forma srl, accreditato Regione Lazio e certificato vision 2000, con tre sedi è oggi la più grande realtà formativa della Valle dell Aniene, con 31 anni d esperienza, vanta un offerta formativa completa, la Giunti OS agenzia formativa accreditata Regione Toscana; è azienda certificata UNI EN ISO 9001:2008 per la formazione, per l orientamento, valutazione e selezione e ricerca del personale; è provider ECM per la formazione in aula e FAD.come leader europeo nel settore dell'assessment psicologico sviluppa test e strumenti per la valutazione e diagnosi nel campo della psicologia, dell orientamento e del counselling, SIO (Società Italiana per l Orientamento) con il suo presidente: Prof. Giorgio Ernesto Sangiorgi, e il Prof. Salvatore Soresi, dell'università degli Studi di Padova riunisce docenti, ricercatori universitari e professionisti operanti nel campo dell orientamento. Associazione nazionale dei dirigenti e delle alte 6 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

7 professionalità della scuola A.N.P. è l'associazione maggioritaria della categoria dei dirigenti delle istituzioni scolastiche. Il coinvolgimento e la collaborazione già definita oltre che con le 10 scuole polo, anche con La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed intervento per l orientamento alle scelte Università degli Studi di Padova - Collaborazione che si sostanzierà prioritariamente nell opportunità di analizzare, verificare e confrontare dati derivanti dal progetto F.I.L.O.S. con altri dati emersi o in corso di raccolta legati ai progetti Orientarsi con Magellano Junior realizzati dalla Provincia di Roma in questi ultimi anni. Tale opportunità potrà inoltre sostenere attività di monitoraggio ex post al progetto, finalizzate alla valutazione delle coerenze tra consigli di orientamento e scelte reali effettuate in termini di iscrizioni scolastiche e/o presso CFP. Descrizione di massima e sintetica dei risultati attesi. Gli esiti attesi con la realizzazione del progetto F.I.L.O.S. in termini di copertura delle scuole, degli studenti raggiunti dall intervento e dei territori provinciali sono: Realizzazione di attività di orientamento tramite i servizi erogati dai P.O.T. (Presidi di Orientamento Territoriale) in tutte le 5 province laziali. con una maggiore concentrazione di attività nell ambito della Provincia di Roma dove maggiore sarà la presenza di ragazzi frequentanti il 3 anno della scuola secondaria di primo grado ( si stimano infatti per la sola provincia di Roma circa ragazzi a fronte di circa ragazzi complessivi per gli altri territori provinciali). Istituzione di 10 P.O.T. Presidi di Orientamento Territoriale, nelle seguenti scuole Polo e negli istituti ad essi collegati : Istituto Comprensivo G. RODARI Via Niobe Roma Scuola Media Statale P. LEVI Via Palaverta, Marino RM; Istituto Comprensivo L. DA VINCI Viale Kennedy Ciampino RM Scuola Media Statale Majorana Piazza Minucciano Roma; Istituto Comprensivo Alfieri/Lante Della Rovere via Salaria, 159 / Via Tevere ; Scuola Secondaria di I Grado VINCENZO PACIFICI Via Della Leonina, Tivoli - RM; Scuola Media S.M. L. PIETROBONO FROSINONE Via G. Puccini Frosinone; Istituto Comprensivo Roccasinibalda Via Roma Rocca Sinibalda (RI); Istituto Comprensivo P. Vanni Via C. Cattaneo Viterbo; 7 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

8 Scuola Media Statale Volta Via Botticelle Latina (LT). Informazione ed aggiornamento di almeno 200 docenti per un complessivo di minimo 400 presenze (somma partecipazione ai 2 incontri previsti nell azione 2 ), operanti nelle 5 diverse realtà provinciali della Regione Lazio ed individuati nell ambito delle scuole polo aderenti al progetto, in scuole ad esse collegate, nonché in altri Istituti scolastici interessati. Attività di autovalutazione mediante accesso a portale F.I.L.O.S. a TEST Magellano Junior e ASTRID OR di / ragazzi frequentanti le scuole polo ed istituti ad essi collegati, pari al 40-42% della popolazione studentesca che nell anno 2012/2013 frequenterà il 2 /3 anno delle scuole secondarie di primo grado (dati rapporto USR Lazio I dati del sistema scolastico nel Lazio MIUR). Il coinvolgimento dei destinatari di primo livello (alunni), terrà conto della popolazione studentesca provinciale in uscita dalla c.d. 3 media, pertanto si prevede la realizzazione di attività di autovalutazione ed orientamento rivolte a : un numero di destinatari compresi tra / ragazzi frequentanti scuole con sede nella Provincia di Roma pari al 40-42% circa, dell universo provinciale di riferimento. un numero di destinatari compresi tra 2.000/2.200 ragazzi frequentanti scuole con sede nella Provincia di Frosinone pari al 44-46% circa, dell universo provinciale di riferimento. un numero di destinatari compresi tra 600/800 ragazzi frequentanti scuole con sede nella Provincia di Rieti pari al 52-55% circa, dell universo provinciale di riferimento. un numero di destinatari compresi tra 1.200/1.400 ragazzi frequentanti scuole con sede nella Provincia di Viterbo pari al 48-52% circa, dell universo provinciale di riferimento. un numero di destinatari compresi tra 2.000/2.200 ragazzi frequentanti scuole con sede nella Provincia di Latina pari al 40-42% circa, dell universo provinciale di riferimento. - (Dati rapporto USR Lazio I dati del sistema scolastico nel Lazio MIUR ). 8 Abstract Progetto F.I.L.O.S a cura di M. Pinto Esperto redazione e produzione materiali informativi

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO 1 Esistono difficoltà di accesso degli studenti all Università rilevate dagli esiti dei test di ingresso. 2 A ciò si aggiunge il ritardo negli studi universitari

Dettagli

Circolare n 47. Ai Direttori Generai i degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Circolare n 47. Ai Direttori Generai i degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI MIUR - Ministero dell'istruzione dell'università e della Rice,::]ca AOODGOSV - D.G. per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del S.N.I. REGISTRO UFFICIALE _. Prot. n. 0006257-21Il 0/20 14 - USCITA

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania

Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania Programma Operativo Nazionale: Competenze per lo Sviluppo finanziato con il Fondo Sociale Europeo. Avviso Prot. Num. prot. AOODGAI/2373 DEL

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali

Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali Castel San Pietro Terme, 9 maggio 2014 Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali Ruggeri Denis Docente sezione ospedaliera IIS Castelli Brescia, collaboratore MIUR per il portale nazionale della

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Crema Uno Via Borgo S.Pietro 8-26013 Crema (CR) Tel. 0373-256238 Fax 0373-250556 E-mail ufficio: segreteriacircolo1@libero.it

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci di Sorbolo-Mezzani a.s. 2013-2014 PREMESSA Essere alfabetizzati nella nostra lingua costituisce un buon indicatore,

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014 LICEO CLASSICO SCIENTIFICO SCIENTIFICO TECNOLOGICO E DELLE SCIENZE APPLICATE 7202 - FRANCAVILLA FONTANA (BR) Viale V. Lilla, 25 Tel.: 083.84727 Fax: 083.83744 72024 - ORIA (BR) Via A. Negri, Tel.: 083.87097

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali progetto sperimentale per individuare criteri, strumenti e metodologie per la valutazione esterna delle scuole

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo.

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo. Regolamento G.L.I. Art. 1 Costituzione del G.L.I. (Gruppo di Lavoro per l Inclusione) Ai sensi della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 (Strumenti d intervento per alunni con bisogni educativi

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. SCUOLA PRIMARIA DI ALBINO Piazzale caduti 1, Tel/Fax. 035 751 492

SCUOLA PRIMARIA. SCUOLA PRIMARIA DI ALBINO Piazzale caduti 1, Tel/Fax. 035 751 492 SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL'INFANZIA DI ALBINO Viale Gasparini, Tel/Fax 035 754 420 SCUOLA DELL'INFANZIA DI DESENZANO Via Loverini, Tel/Fax. 035 751 436 SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA DI ALBINO Piazzale

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali Il sistema educativo italiano 29 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca (MIUR)

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

SE MI LASCI NON CRESCI

SE MI LASCI NON CRESCI F.S.E. Fai Scuola con l'europa Evento di lancio del nuovo POR FSE 2014-2020 REGOLAMENTO CONCORSO VIDEO SE MI LASCI NON CRESCI RIVOLTO AGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI II GRADO Regolamento del

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO

AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO Documento approvato dal Consiglio Direttivo dell ANVUR il 09 gennaio 2013 FINALITA DEL DOCUMENTO Questo documento riassume

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA La presenza di un biennio COMUNE offre la possibilità, di potere scegliere il successivo triennio al termine del secondo anno con maggiore consapevolezza e convinzione!

Dettagli

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica Registrazione delle famiglie Come avviene la registrazione da parte delle famiglie La registrazione alle Iscrizioni on-line è necessaria per ottenere le credenziali di accesso al servizio. La registrazione

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli