Modello di Controllo Qualità Applicativa Offerta Assioma.net

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modello di Controllo Qualità Applicativa Offerta Assioma.net"

Transcript

1 V2.2 Modello di Controllo Qualità Applicativa Offerta Assioma.net Tel / Via Rimembranze, Cesano Boscone (MI) / Via G. Spano, 6/ Torino 2014

2 Benefici Descrizione Servizi Proposti 2 AGENDA

3 Benefici introduzione modello Qualità Applicativa Sviluppo Abbattimento dei costi per: Diminuzione degli interventi di correttiva da produzione Diminuzione dei rilasci in emergenza Miglioramento caratteristiche: Manutenibilità Robustezza Efficienza Sicurezza Contratto di Servizio Miglioramento della gestione dei costi: Dimensione Volumi del Change Technical Debt residuo SLA con metriche oggettive sulla qualità di prodotto 3 - Modello di Controllo Qualità Applicativa Modello Controllo Qualità Applicativa Esercizio Diminuzione dei costi di gestione applicativa per: Aumento efficienza Aumento dell affidabilità Aumento della sicurezza Gestione Fornitori Classificazione Dimensione delle applicazioni Distribuzione per tecnologia Volumi del Change Aderenza a standard Governance Portfolio Dimensione del Portfolio applicativo Distribuzione per Unità Organizzative Distribuzione per tecnologia Volumi del Change Correlazione con altre metriche di gestione del Parco Software: Incident Costo

4 Iceberg Quality la nostra visione Sintomi Visibili Radice Invisibile On-time delivery Difettosità durante il processo di sviluppo Difettosità in produzione Costi di manutenzione Manutenibilità Accoppiamento Flessibilità Leggibilità Riusabilità Complessità Testabilità Program Practice Requirement Validation Acceptance Test System Test Regression Test Integration Test Unit Test Code Review Bug Pattern Analysis Programming Style Tecniche di Intervento Robustezza 34 - Modello Introduzione di Controllo Qualità Applicativa

5 Qualità del coding: i 7 debiti dello sviluppo Bugs potenziali Talvolta gli sviluppatori introducono nel codice potenziali problemi che hanno effetti sulla robustezza e sicurezza dell applicazione Programming Practice Spesso la mancanza di linee guida chiare porta ad avere del codice poco chiaro e scarsamente manutenibile N. Potential bugs Rules Compliance Source Code Complessità Codice troppo complesso è indice di bassa manutenibilità e scarsa testabilità Duplicazioni Spesso il codice viene duplicato per mancanza di tempo o coraggio al refactoring, rendendo poco manutenibile l applicazione %Complexity %Duplication Unit Test La verifica unitaria del codice sviluppato è spesso assente o con livelli di copertura molto bassi, rendendo il codice poco robusto Architettura Talvolta l architettura con la quale l applicazione è stata pensata non viene rispettata con implicazioni sulla manutenibilità Commenti L assenza di commenti rende il codice poco leggibile e scarsamente manutenibile %Unit test Coverage Package Index %Comment 5 - Modello di Controllo Qualità Applicativa 5

6 Continuous Improvement Model High Continuous Improvement Continuous Improvement Typical Use Case: Monitoring and improving the quality of mission critical applications on an ongoing basis Frequency of Use: Analysis on applications is done during development phase, whenever major changes are done to the code base (often daily, weekly or based on the build schedule) Time Frequency Application Assessment Application Assessment Typical Use Case: Assessing or auditing the quality of applications to use as a quality gate, help in portfolio level decisions, or providing visibility to management Frequency of Use: Analysis is done very in-frequently (1-4 times a year) or on-demand Low Supplier Quality Gate Quality Improvement Effectiveness High Supplier Quality Gate Typical Use Case: Evaluating the quality of deliverables from vendors against existing Service Level Agreements Frequency of Use: Analysis is done at every major code drop by the vendor either for Quality Assurance or User Acceptance Testing (QA or UAT) 36 - Modello Introduzione di Controllo Qualità Applicativa

7 Continuous Improvement Model: the best overall value Continuous Improvement Model (daily, weekly) Application Assessment Model (1-4 times/year) Less remediation work: Development teams receive monthly for weekly feedback they internalize and incorporate best practices the first time the code it written, resulting in drastic reduction of new violations introduced Sooner identification of violations, results in cheaper and quicker fixing of violations More frequent analysis and remediation results in less reactive work, more proactive attitude of development teams Increased innovation: Once the initial cleaning is done, ongoing remediation becomes a breeze as there are fewer violations and teams can focus on adding innovative new features for business. More remediation work: Developers forget quickly the mistakes they make and keep reintroducing same errors and violation, unless the best practices are reinforced more frequently If violations are not identified fixed immediately, contexts are forgotten so cost of fixing violations becomes high Remediation effort can be seen as a burden and painful because of the high volume of the piled up defect if the analysis is done only once every quarter or semester Increased developer interruptions: Development teams can spend entire weeks to clean the mess rather than focusing on adding new features daily, weekly Q1 Q2 Q3 Q4 Introduction of new violations Software quality improvement Remediation workload 37 - Modello Introduzione di Controllo Qualità Applicativa

8 Technical Debt Il Debito Tecnico è una metafora per riferirsi alle eventuali conseguenze di uno sviluppo poco curato del software. Il debito può essere pensato come ad una attività che deve essere fatta prima che un progetto possa essere considerato completo. Se il debito non viene sanato, tenderà ad accumulare interessi, il che rende difficile attuare le modifiche in seguito. La non gestione del Debito Tecnico aumenta l'entropia del codice software aumentandone i costi di manutenzione. Il debito tecnico di un applicazione tende a crescere nel tempo se non tenuto sotto controllo, aumentando i Costi legati agli Incident ed alla Manutenibilità 8 - Modello di Controllo Qualità Applicativa

9 Servizi proposti da Assioma.net Assessment Base L Assessment Base consente una verifica una tantum del codice applicativo di una determinata applicazione. Ha l obiettivo di valutare la bontà di una applicazione in un momento qualsiasi. Assessment a Progetto L Assessment a Progetto consente la verifica, durante il rilascio, del codice di una determinata applicazione. Il contesto è pensato per introdurre un Gate di qualità sul codice applicativo durante la fase di Verifica di un progetto software. Nel momento in cui la software factory (interna o esterna), rilascia in ambiente di test, viene pianificata e realizzata un attività di verifica formale del codice sorgente. Le non conformità rilevate verranno segnalate e, durante la fase di test, verrà verificata la chiusura o meno delle Issue aperte Governance Portfolio Applicativo Il servizio di Governance del Portfolio Applicativo consente di mettere sotto controllo un elevato numero di applicazione in modalità Continuous Inspection, ovvero intervenendo per periodi di tempo lunghi, nei quali si vuole mettere sotto controllo l applicazione per verificarne le variazioni rispetto alle metriche di qualità nel tempo. Fornisce informazioni utili al management per conoscere il perimetro e la qualità del proprio Parco Applicativo Modello Introduzione di Controllo Qualità Applicativa

10 Assessment Base L Assessment Base è pensato per una verifica una tantum del codice applicativo di una determinata applicazione. Ha l obiettivo di valutare la bontà di una applicazione in un momento qualsiasi. L Assessment Base prevede: Raccolta e studio dei sorgenti dell applicazione, a seguito incontro con gruppi applicativi del Cliente Configurazione ed analisi del codice sorgente su infrastruttura messa disposizione da Assioma.net Realizzazione di una Dashboard web accessibile da parte del Cliente per 6 mesi, contenente i risultati dell analisi di una specifica versione dell applicazione Realizzazione di un documento di Action Plan contenente le anomalie riscontrate durante la fase di analisi, organizzate e descritte sulla base del modello di qualità SQALE Applicazioni Abstract Syntax Tree (AST) Metriche: LOC, Num Files, Num Classes Complessità ciclomatica Duplicazioni Commenti Regole: Manutenibilità Robustezza Performance Efficienza Portabilità Dashboard online 310 -Introduzione Modello di Controllo Qualità Applicativa

11 Case History: Assessment Base Esigenza del Cliente Attività svolta Obiettivi raggiunti Ad un anno dalla scelta di esternalizzare le attività di sviluppo tramite un processo di outsoucing il Cliente necessita di: un assessment sulla qualità del codice al fine di comprendere i rischi correlati un modello di ottimizzazione dei costi del progetto dare rilievo agli aspetti di Robustezza e Performance valutare un processo di verifica continua su tecnologia JAVA e COBOL Raccolta dei sorgenti e suddivisione degli stessi in aree funzionali Configurazione di un infrastruttura presso Assioma.net in grado di analizzare l applicazione Introduzione nella piattaforma del modello SQALE per la misurazione del Technical Debt sulle applicazioni analizzate Realizzazione di un assessment su una applicazione di oltre 5 Milioni LOC Segnalazione di oltre 50 violazioni di tipo bloccante (in grado di causare crash del sistema) Realizzazione di un Action Plan contenente gli aspetti di maggior criticità presenti a sistema Nell arco di 2 mesi è stato: migliorato il livello della robustezza dell applicazione grazie all individuazione (e successivo fix) di problematiche bloccanti migliorato il controllo del lavoro svolto dai fornitori esterni messo sotto controllo il fenomeno della duplicazione del codice che risultava superare la soglia del 40% Applicazione del modello SQALE per la misurazione del Technical Debt Evidenza delle violazioni bloccanti 11 - Modello di Controllo Qualità Applicativa

12 Assessment a Progetto L Assessment a Progetto consente di verificare la qualità del codice applicativo di una determinata applicazione durante la fase di System Test. E pensato per introdurre un Gate di qualità sul codice applicativo durante la fase di Verifica di un progetto software. Nel momento in cui la software factory (interna o esterna), rilascia in ambiente di test, viene pianificata e realizzata un attività di verifica formale del codice sorgente. Le non conformità rilevate verranno segnalate e, durante la fase di test, verrà verificata la chiusura o meno delle Issue aperte. Contiene le stese attività previste per l Assessment Base, ma per un periodo di tempo più ampio. Baseline a inizio progetto Rilasci in Test Passaggio in produzione, l eventuale TD residuo viene portato come Action Plan per il progetto successivo Rilascio in Produzione 28/08/ /09/ /10/ /11/2013 t Added technical debt: +8 g/u Added technical debt: +6 g/u Added technical debt: 4 g/u Quality Gate Rischio Accettabile? Controllo su Progetto - Fine Sviluppo 12 - Modello di Controllo Qualità Applicativa Controllo su Progetto - iterazioni di Sviluppo Blocco rilascio

13 Case History: Assessment a Progetto Esigenza del cliente IT Attività svolta Obiettivi raggiunti Definizione di un Quality Gate verso il fornitore attraverso l introduzione di più fasi di controllo formale all interno del processo di sviluppo software Assegnazione Evolutiva al FORNITORE Condivisione documento di richiesta Evolutiva Creazione Ticket su TRAC in Milestone Creazione di un Folder/ Branch SVN del codice Condivisione Folder/Branch Evolutiva Versionamento iniziale sul Branch Sviluppo e test Evolutiva Controllo preventivo Commit del codice sul Folder/Branch SVN Invio Action Plan NOT OK NEW Richiesta di Change Midrange SI Rilascio con fermo sistemi? Compilazione Esito NO Controllo formale su Branch NEW Comunicazione ad AMS di fine sviluppo Rilascio in Certificazione OK Condivisione risultati con AVIO Certificazione Comunicazione ad AVIO del rilascio in certificazione Eventuale merge su SVN del codice del Folder/Branch Generazione Action Plan NOT OK Esito Comunicazione ad AMS dell esito della certificazione e formalizzazione della data di rilascio Commit del codice su SVN Rilascio con fermo sistemi? Quality Gate Superato? Richiesta di Change Midrange Rilascio in Produzione Controllo formale Produzione 13 - Modello di Controllo Qualità Applicativa NO OK SI NO NEW Analisi del processo attuale e proposta di un nuovo processo di sviluppo in grado di integrare le fasi di: ~ Controllo preventivo da parte degli sviluppatori sul codice sviluppato ~ Controllo formale sul codice rilasciato prima del passaggio in ambiente di certificazione ~ Controllo formale sull intera applicazione con cadenza bimestrale Configurazione di un infrastruttura in grado di supportarne il processo Definizione di un applicazione (Java, C/C++) sulla quale mettere a punto il processo e relativa analisi della stessa Realizzazione dell Action Plan in grado di indirizzare i miglioramenti qualitativi Estensione di nuove regole custom su linguaggio C/C++ Distribuzione delle linee di codice per competenza Nell arco di 4 mesi è stato: formalizzato il nuovo processo e messa in opera dello stesso all interno del gruppo di sviluppo contenente un Quality Gate in grado di controllare la qualità apportato un miglioramento qualitativo dell ordine del 10% rispetto alla baseline iniziale realizzata una forte integrazione ed interazione con i gruppi di sviluppo KPI per tecnologia JAVA Gate superato se Violazioni Bloccanti e Critiche = 0 Rules Compliance > 80% Commenti (%) > 10% Linee duplicate (%) < 30% Complessità ciclomatica < 10 media per singolo metodo KPI per tecnologia C Gate superato se Violazioni Bloccanti e Critiche = 0 Rules Compliance > 80% Commenti (%) > 10% Linee duplicate (%) < 30% Complessità ciclomatica per < 20 singola funzione/procedura Definizione del Quality Gate

14 Governance Portfolio Applicativo Il servizio di Governance del Portfolio Applicativo consente di mettere sotto controllo un elevato numero di applicazione in modalità Continuous Inspection, ovvero intervenendo per periodi di tempo lunghi, nei quali si vuole mettere sotto controllo l applicazione per verificarne le variazioni rispetto alle metriche di qualità nel tempo. Fornisce informazioni utili al management per conoscere il perimetro e la qualità del proprio Parco Applicativo. App 1 CRM System App 2 App 3 J2EE Environment App 4 Billing System App 5 Order Management System App 6 App 7 App 8 App 9 COBOL Enviroment Tutto il portfolio Dashboard online Possibilità di aggregare il portfolio applicativo a qualsiasi livello e profilarlo per viste utenti differenti Possibili aggregazioni: - Per Tecnologia - Per Sistema - Per Unità di Business - Per Fornitore - App 10 App 11 App 12 App 13 App 14 App 15 App 16 SAP Enviroment.NET Enviroment 314 -Introduzione Modello di Controllo Qualità Applicativa

15 Case History: Governance Porfolio Applicativo Esigenza del cliente IT Attività svolta Obiettivi raggiunti Difficoltà nell individuazione e raccolta organica di metriche legate al Parco Software con conseguente impossibilità di: avere un Controllo della qualità del codice realizzato dai gruppi applicativi definire un modello per la rappresentazione del parco applicativo in termini quantitativi e qualitativi definire un processo in grado di migliorare la qualità abbattendo i costi di licenza di Software poco efficaci nell ambito della Governance Raccolta delle metriche del software già in uso Tuning dell infrastruttura sulla quale basare basare la soluzione a supporto del processo Tuning della piattaforma sulla base delle metriche definite Incontri con i gruppi applicativi al fine di condividere i risultati Implementazione della metrica relativa alla movimentazione del parco software Introduzione di un modello di maturità delle applicazioni in funzione dei livelli di qualità raggiunti Supporto ai run quindicinali sull intero parco software Nell arco dei primi 6 mesi: aumentata l efficienza del processo di governance grazie alla dismissione delle licenze relative ad altri prodotti aumentata l efficacia del processo di raccolta delle metriche con estensione del controllo a tutto il parco software (circa 30 Milioni di LOC) ridotto il tempo di analisi del parco software (da settimane a circa 20 h) introdotto un processo di maturità delle applicazioni basato su diverse soglie migliorato il controllo del lavoro svolto dai fornitori esterni Dashboard aggregate dei sistemi software 15 - Modello di Controllo Qualità Applicativa Modello basato su classi di qualità per la riduzione del rischio Misurazione della movimentazione del parco software

16 I NOSTRI CONTATTI Let s start improving your quality application and reduce risk and cost of software lifecycle!!! Torino Via G. Spano, 6/ Torino Tel Fax Milano Via Rimembranze, Cesano Boscone (MI) Tel Fax Claudio Gaiani

Continuous Improvement della Qualità IT

Continuous Improvement della Qualità IT Relatori: Claudio Gaiani, Assioma.net - QA Manager Paolo Baracco, Intesa Sanpaolo IT Architect Continuous Improvement della Qualità IT L esperienza di un grande gruppo bancario Software Testing Forum -

Dettagli

Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele. Qualità del Software

Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele. Qualità del Software Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele Qualità del Software Quality Assurance per tutte le esigenze Web Site Testing Mobile Application

Dettagli

Application Security Governance

Application Security Governance Application Security Governance 28 ottobre 2010 Francesco Baldi Security & Risk Management Practice Principal 1 AGENDA Problematiche di sicurezza applicativa Modello di riferimento Processo di sicurezza

Dettagli

Introduzione di nuove logiche di

Introduzione di nuove logiche di Introduzione di nuove logiche di Romano Brida Venezia Mestre, 6 Ottobre 01 1 Obiettivi del documento Presentare l'approccio NTT DATA al Performance & Quality Management lungo il ciclo di vita del software

Dettagli

The approach to the application security in the cloud space

The approach to the application security in the cloud space Service Line The approach to the application security in the cloud space Manuel Allara CISSP CSSLP Roma 28 Ottobre 2010 Copyright 2010 Accenture All Rights Reserved. Accenture, its logo, and High Performance

Dettagli

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Relatore Felice Del Mauro Roma, Cosa è la Continuous Integration A software development practice where members of a team integrate their

Dettagli

Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web

Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web Agenda Concetti generali di sicurezza applicativa La soluzione IBM La spesa per la sicurezza non è bilanciata Sicurezza Spesa Buffer Overflow

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard Quality gate Nei punti chiave del processo di sviluppo del software, viene integrato un insieme di quality gate per monitorare la qualità del prodotto intermedio prima che quest ultimo possa passare al

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

L importanza di ITIL V3

L importanza di ITIL V3 6HUYLFH'HOLYHU\DQG3URFHVV$XWRPDWLRQ L importanza di ITIL V3 IBM - IT Strategy & Architecture Claudio Valant Le Migliori Prassi (Best Practice) ITIL ƒ ƒ ƒ ƒ,7,/ VWDSHU,QIRUPDWLRQ7HFKQRORJ\,QIUDVWUXFWXUH

Dettagli

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services A COSA SERVE Fornisce supporto a 360 agli Utenti Gestione ottimizzata dell intero «ciclo di vita» degli asset informatici dalla acquisizione alla dismissione, eliminando l impatto della complessità tecnologica

Dettagli

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business Livio Selvini HP IT Governance Senior Consultant Vicenza, 24 novembre Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information

Dettagli

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1 IL PROFILO DELL AZIENDA 1 Chi siamo e la nostra missione Chi siamo: un gruppo di manager che hanno maturato esperienze nella consulenza, nel marketing, nella progettazione, nella vendita di soluzioni e

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

Reply Business Intelligence Overview

Reply Business Intelligence Overview Reply Business Intelligence Overview 2 Coverage B.I. Competency Center Analytical Systems Development Process Analisi di dettaglio Definizione dell Ambito Assessment Aree di Business Interessate Business

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi metodologie a.a. 2003-2004 1 metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi più formalmente: un processo da seguire documenti o altri elaborati da produrre usando linguaggi più o

Dettagli

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014 TXT e-solutions Passion for Quality Marzo 2014 TXT e-solutions S.p.A. Fornitore Internazionale di prodotti e soluzioni software dedicati a Grandi Clienti Un azienda solida, con budget raggiunti e bilanci

Dettagli

La circolare 263 di Banca d Italia

La circolare 263 di Banca d Italia La circolare 263 di Banca d Italia Supporto operativo alla compliance 15 Aprile 2014 Massimo Crubellati CAST Italia m.crubellati@castsoftware.com Il supporto CAST: Titolo V, Capitolo 8, 15 agg. 263 Standard:

Dettagli

Cosa è e come si usa la Organization Intelligence. Fulvio De Caprio Area Manager Nord Ovest, it Consult

Cosa è e come si usa la Organization Intelligence. Fulvio De Caprio Area Manager Nord Ovest, it Consult Cosa è e come si usa la Organization Intelligence Fulvio De Caprio Area Manager Nord Ovest, it Consult Overload Informativo Siamo costretti a navigare in un mare di informazioni nel quale è facile «perdere

Dettagli

SAP Assure SAP Integrity Assure Tool

SAP Assure SAP Integrity Assure Tool Enterprise Fraud Application Risk Management Solution SAP Assure SAP Integrity Assure Tool Agenda Introduzione a SAP Assure Tool Suite Focus su Assure Integrity Presentazione di un caso pratico 1 I prodotti

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Il modello CMMI Engineering nelle organizzazioni software Agenda Focalizzazione sul processo CMMI come modello per il miglioramento dei processi Struttura del modello CMMI Aree di processo Riferimenti

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Technology Consulting and Engineering IMPOSTAZIONE STRATEGICA E GOVERNANCE DELLE ATTIVITÀ DI TEST

Technology Consulting and Engineering IMPOSTAZIONE STRATEGICA E GOVERNANCE DELLE ATTIVITÀ DI TEST Technology Consulting and Engineering IMPOSTAZIONE STRATEGICA E GOVERNANCE DELLE ATTIVITÀ DI TEST AGENDA ALTEN Italia Quanto è importante il testing? Testing Governance: processi e strategia Dal Risk Management

Dettagli

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013 Catalogo Corsi Aggiornato il 16/09/2013 KINETIKON SRL Via Virle, n.1 10138 TORINO info@kinetikon.com http://www.kinetikon.com TEL: +39 011 4337062 FAX: +39 011 4349225 Sommario ITIL Awareness/Overview...

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM 30 Novembre 2005 Sandra Foglia, Francesco Muscuso 1 d i gi t a l IBM d i g i t a l Data General Il contesto: IT Operations Area

Dettagli

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Giovanni Vecchio Marketing Program Manager - Hewlett Packard Italiana S.r.l. Treviso, 13

Dettagli

Ingegneria del Software. Business Object Technology

Ingegneria del Software. Business Object Technology Ingegneria del Software Business Object Technology Premesse I sistemi informativi di qualsiasi organizzazione devono essere capaci di: gestire quantità di dati sempre crescenti fornire supporto a nuovi

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

Marco Raimondo WebSphere Business Development, IBM Italia. Tenere sotto costante controllo i processi di business con cruscotti real-time

Marco Raimondo WebSphere Business Development, IBM Italia. Tenere sotto costante controllo i processi di business con cruscotti real-time Marco Raimondo WebSphere Business Development, IBM Italia Tenere sotto costante controllo i processi di business con cruscotti real-time Agenda BAM : una vista sul processo BAM : l inizio del Business

Dettagli

IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO

IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO 1 Perché l alleanza è vincente Per prevenire le frodi occorre avere un corretto controllo interno che è realizzabile anche grazie al supporto dell

Dettagli

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP.

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. INTERVISTA 13 settembre 2012 ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. Intervista ad Ermanno Pappalardo, Lead Solution Consultant HP Software

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

Revisione dei processi in chiave ITIL

Revisione dei processi in chiave ITIL Il Sole 24 Ore S.p.A. pag. 1 Milano, Perché la revisione dei processi in chiave ITIL Esigenza: necessità di interagire in modo strutturato con un fornitore di servizi (Outsourcer) Creazione e gestione

Dettagli

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Page 1 of 11 IL CERTIFICATO ITIL FOUNDATION IN IT SERVICE MANAGEMENT La

Dettagli

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 1 Sommario L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 2 L azienda 3 Profilo La Società Essematica nasce nel 1987 da un team di specialisti e ricercatori informatici che, aggregando le esperienze maturate

Dettagli

IL PERFORMANCE MANAGEMENT

IL PERFORMANCE MANAGEMENT IT PROFESSIONAL SERVICES UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT for Enterprise Gestire il portfolio applicativo monitorando qualità, produttività e costi dello sviluppo applicativo Overview ARGOMENTI:

Dettagli

Introduzione all Ingegneria del Software

Introduzione all Ingegneria del Software Introduzione all Ingegneria del Software Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 10 Dicembre 2013 Introduzione all Ingegneria del Software Ingegneria del Software Modelli di Sviluppo del Software

Dettagli

Software Embedded Integration Testing. Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011

Software Embedded Integration Testing. Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011 Software Embedded Integration Testing Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011 Chi siamo Skytechnology è una società di ingegneria che opera nell area dei sistemi embedded aiutando i propri Clienti

Dettagli

Il Data Center come elemento abilitante alla competività dell impresa

Il Data Center come elemento abilitante alla competività dell impresa Il Data Center come elemento abilitante alla competività dell impresa Lorenzo Bovo Senior Solution Consultant HP Technology Consulting lorenzo.bovo@hp.com Udine, 23 Novembre 2009 2009 Hewlett-Packard Development

Dettagli

L impatto della 263 sull IT

L impatto della 263 sull IT L impatto della 263 sull IT La qualità al centro dei processi di trasformazione CIRCOLARE 263: QUALI SONO LE NOVITÀ? Focus su GOVERNO STRATEGICO, SISTEMI DI CONTROLLO E GESTIONE DEI RISCHI (In realtà è

Dettagli

UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT

UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT IT PROFESSIONAL SERVICES UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT Gestire il portfolio applicativo monitorando qualità, produttività e costi dello sviluppo software Overview ARGOMENTI: Overview A chi

Dettagli

IT MANAGEMENT CONSULTING DIGITAL SOLUTION IT SECURITY & COMPLIANCE. La ISA nasce nel 1994

IT MANAGEMENT CONSULTING DIGITAL SOLUTION IT SECURITY & COMPLIANCE. La ISA nasce nel 1994 ISA ICT Value Consulting IT MANAGEMENT CONSULTING DIGITAL SOLUTION IT SECURITY & COMPLIANCE La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di Consulting ICT alle organizzazioni

Dettagli

Riccardo Sponza Technical Evangelism Manager Microsoft Italia

Riccardo Sponza Technical Evangelism Manager Microsoft Italia Riccardo Sponza Technical Evangelism Manager Microsoft Italia SOA/EDA Composite Apps Software + Services Esercizio EAI Integrazione Punto-a-Punto Web services Consolidamento dell Infrastruttira Razionalizzazione

Dettagli

L intercanalità in Findomestic: l agilità bancaria raggiunta tramite le tecnologie informatiche: SOA e BPM

L intercanalità in Findomestic: l agilità bancaria raggiunta tramite le tecnologie informatiche: SOA e BPM gg.mm.aa L intercanalità in Findomestic: l agilità bancaria raggiunta tramite le tecnologie informatiche: SOA e BPM Antonello Rossi Responsabile evoluzioni applicative e DWH Silvano Laurenti Direttore

Dettagli

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Sede AICA Liguria Competenze Professionali per l Innovazione Digitale Le competenze per la SOA-Service Oriented Architecture I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Roberto Ferreri

Dettagli

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it Modelli di Processo Il Modello del Processo Il modello del processo stabilisce i principi di base su cui si fonda lo sviluppo del software (e a cui è dovuto il successo o l insuccesso) Non esiste un unico

Dettagli

La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader

La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane Rossella Macinante Practice Leader Firenze, 30 Giugno 2010 Previsioni sull andamento del PIL nei principali Paesi nel 2010-2011 Variazioni %

Dettagli

Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011

Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011 Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011 Il nuovo posizionamento strategico di Lowendalmasaї Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? Un caso di successo Lowendalmasaї è

Dettagli

L esperienza d integrazione in SSC

L esperienza d integrazione in SSC Roma, 10 dicembre 2010 Centro Congressi Cavour L esperienza d integrazione in SSC Approcci multimodello nelle pratiche aziendali Il presente documento contiene informazioni e dati di S.S.C. s.r.l., pertanto

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

RRF Reply Reporting Framework

RRF Reply Reporting Framework RRF Reply Reporting Framework Introduzione L incremento dei servizi erogati nel campo delle telecomunicazioni implica la necessità di effettuare analisi short-term e long-term finalizzate a tenere sotto

Dettagli

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Contenimento dei costi di gestione Acquisizioni/ merge Rafforzare la relazione con

Dettagli

ZeroUno Executive Dinner

ZeroUno Executive Dinner L ICT per il business nelle aziende italiane: mito o realtà? 30 settembre 2008 Milano, 30 settembre 2008 Slide 0 I principali obiettivi strategici delle aziende Quali sono i primi 3 obiettivi di business

Dettagli

Business white paper. Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali

Business white paper. Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali Business white paper Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali Indice 3 Sommario esecutivo 3 Introduzione 3 Best practice a livello aziendale 5 Best practice a

Dettagli

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio L altra strada per il BPM Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il BPM Il BPM (Business Process Management) non è solo una tecnologia, ma più a grandi linee una disciplina

Dettagli

CATEGORIZZAZIONE PREVENTIVA di tutte le tipologie di richieste e dei dati necessari alla loro gestione Change Mgmt

CATEGORIZZAZIONE PREVENTIVA di tutte le tipologie di richieste e dei dati necessari alla loro gestione Change Mgmt Trouble Ticketing Contesto di riferimento I benefici del Trouble Ticketing Nell area Operations Support si collocano le varie fasi della gestione di un infrastruttura IT: a tale area è strettamente correlata

Dettagli

Processo parte III. Modello Code and fix. Modello a cascata. Modello a cascata (waterfall) Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al.

Processo parte III. Modello Code and fix. Modello a cascata. Modello a cascata (waterfall) Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al. Modello Code and fix Processo parte III Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al. Modello iniziale Iterazione di due passi scrittura del codice correzione degli errori Problemi: dopo una serie di cambiamenti, la

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Introduzione all ambiente di sviluppo

Introduzione all ambiente di sviluppo Laboratorio II Raffaella Brighi, a.a. 2005/06 Corso di Laboratorio II. A.A. 2006-07 CdL Operatore Informatico Giuridico. Introduzione all ambiente di sviluppo Raffaella Brighi, a.a. 2005/06 Corso di Laboratorio

Dettagli

ALLEGATO 8.1 DESCRIZIONE PROFILI PROFESSIONALI

ALLEGATO 8.1 DESCRIZIONE PROFILI PROFESSIONALI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, ANALISI, SVILUPPO, MANUTENZIONE ADEGUATIVA, CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DI SISTEMI INFORMATIVI SU PIATTAFORMA IBM WEBSPHERE BPM (EX LOMBARDI)

Dettagli

Un esperienza ASP di successo in un ambito fortemente problematico a livello di compliance e qualità dei servizi

Un esperienza ASP di successo in un ambito fortemente problematico a livello di compliance e qualità dei servizi Servizi ASP Un esperienza ASP di successo in un ambito fortemente problematico a livello di compliance e qualità dei servizi Milano, 8 ottobre 2009 AIEA Sessione di Studio presso UGIS Contenuti I SERVIZI

Dettagli

Strumenti di Migrazione, Testing Applicativo e Infrastrutturale

Strumenti di Migrazione, Testing Applicativo e Infrastrutturale Strumenti di Migrazione, Testing Applicativo e Infrastrutturale Domenico Fortunato Oracle System and Application Management (SAM) Specialist domenico.fortunato@oracle.com Application

Dettagli

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site La Tecnologia evolve velocemente ed anche gli esperti IT più competenti hanno bisogno di una formazione costante per tenere il passo Come

Dettagli

2006 IBM Corporation

2006 IBM Corporation La polarizzazione del mercato Polarizzazione del mercato consumer Bell Curves Crescita e valore percepito Well Curves Mass Competitive Spectrum Targeted Gli specialisti di settore devono possedere value

Dettagli

L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT Management)

L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT Management) L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT ) Claudio Sangiorgi IT Governance Solutions claudio.sangiorgi@it.compuware.com +39.02.66123.235 Sezione di Studio AIEA 25 Novembre 2005 Verona

Dettagli

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it )

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) CEPIS e-cb Italy Report Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) Free online selfassessment tool Online services Enables the identification of competences needed for various ICT roles e-cf Competences

Dettagli

Processo ICAAP: Lo stato dell arte nella progettazione e implementazione dei sistemi di supporto. Anselmo Marmonti SAS

Processo ICAAP: Lo stato dell arte nella progettazione e implementazione dei sistemi di supporto. Anselmo Marmonti SAS Processo ICAAP: Lo stato dell arte nella progettazione e implementazione dei sistemi di supporto Anselmo Marmonti SAS Agenda Premessa Evoluzione delle tematiche implementative di Basilea 2 Internal Rating

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. a Software Improvement. Better, Faster, Cheaper ROMA 21-22 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. a Software Improvement. Better, Faster, Cheaper ROMA 21-22 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GARY GACK MANAGING HIGH RISK PROJECTS a Software Improvement Workshop Better, Faster, Cheaper ROMA 21-22 GIUGNO 2010 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 info@technologytransfer.it

Dettagli

Collaborazione e Service Management

Collaborazione e Service Management Collaborazione e Service Management L opportunità del web 2.0 per Clienti e Fornitori dei servizi IT Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION ISA ICT Value Consulting La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL C

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL C Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL C Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Progetto: JNSIL LEAF. Presentazione: nuova procedura Java based e cross Platform per la gestione di LEAsing e Finanziamenti

Progetto: JNSIL LEAF. Presentazione: nuova procedura Java based e cross Platform per la gestione di LEAsing e Finanziamenti Progetto: JNSIL LEAF Presentazione: nuova procedura Java based e cross Platform per la gestione di LEAsing e Finanziamenti Negli ultimi anni si è diffuso il trend di trasformare applicazioni pensate per

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand Enrico Bozzi Emerging Market IBM Agenda Il difficile mestiere dell ASP Cosa non ha funzionato nella fase 1? L evoluzione del modello ASP verso l

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Manutenzione del software

Manutenzione del software del software Generalità Leggi dell evoluzione del software Classi di manutenzione Legacy systems Modelli di processo per la manutenzione 1 Generalità La manutenzione del software è il processo di modifica

Dettagli

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Seminari Eucip, Esercizio di Sistemi Informativi Service Delivery and Support Dipartimento di Informtica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza ITIL.1 Relazioni con il.2 Pianificazione.3 Gestione

Dettagli

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Al servizio dei professionisti dell IT Governance Capitolo di Milano Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Valter Tozzini - ItSMF Italia Paola Belforte - ItSMF

Dettagli

NEAL. Increase your Siebel productivity

NEAL. Increase your Siebel productivity NEAL Increase your Siebel productivity Improve your management productivity Attraverso Neal puoi avere il controllo, in totale sicurezza, di tutte le Enterprise Siebel che compongono il tuo Business. Se

Dettagli

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia DB 1 Due Situazioni Estreme Realtà Descritta da un documento testuale che rappresenta un insieme di requisiti del software La maggiore

Dettagli

Documentare, negoziare e concordare gli obiettivi di qualità e le responsabilità del Cliente e dei Fornitori nei Service Level Agreements (SLA);

Documentare, negoziare e concordare gli obiettivi di qualità e le responsabilità del Cliente e dei Fornitori nei Service Level Agreements (SLA); L economia della conoscenza presuppone che l informazione venga considerata come la risorsa strategica più importante che ogni organizzazione si trova a dover gestire. La chiave per la raccolta, l analisi,

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5 Francesco Clabot 1 Responsabile erogazione servizi tecnici francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Services Portfolio per gli Istituti Finanziari

Services Portfolio per gli Istituti Finanziari Services Portfolio per gli Istituti Finanziari Servizi di consulenza direzionale e sviluppo sulle tematiche di Security, Compliance e Business Continuity 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale 18 aprile 2012 Il punto di vista dell OEM sulla norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale dei veicoli: la sfida dell integrazione nei processi aziendali Marco Bellotti Functional Safety Manager Contenuti

Dettagli

LightCode. Processi e Tool di Sviluppo del Software v05.00

LightCode. Processi e Tool di Sviluppo del Software v05.00 LightCode Processi e Tool di Sviluppo del Software v05.00 Pagina 1 / 21 Introduzione Questo documento presenta l approccio di LightCode allo sviluppo dei progetti software. Si tratta di un manifesto che

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE METODO SINERGIA: COMPETENZA, CONCRETEZZA

PRESENTAZIONE AZIENDALE METODO SINERGIA: COMPETENZA, CONCRETEZZA PRESENTAZIONE AZIENDALE METODO SINERGIA: COMPETENZA, CONCRETEZZA SINERGIA PROGETTI DI MIGLIORAMENTO CHI SIAMO Una società di servizi per imprese e pubbliche amministrazioni. I nostri punti di forza sono

Dettagli