UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE"

Transcript

1 UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE Tre interviste per scoprire le qualità di un buon manager, le nuove tendenze negli arredi direzionali e l esperienza di un importante azienda utente di Sara Damascelli L ambiente direzionale dell ufficio si caratterizza e differenzia per la valenza estetica e rappresentativa molto accentuata grazie a forme, proporzioni, finiture e materiali trattati in modo più raffinato. Parlare di ambiente direzionale però equivale non solo a parlare dell arredo che circonda il dirigente, ma anche delle responsabilità e funzioni che lo stesso ha e svolge. E, se da un lato c è l esigenza di costruire un immagine in grado di indicare un livello gerarchico o di comunicare una filosofia aziendale, dall altro c è l esigenza di far funzionare l azienda attraverso l organizzazione del lavoro di un gruppo di persone. Sullo stesso piano ci sono quindi due necessità diverse: di tipo espressivo e di tipo gestionale. In considerazione del cambiamento che lo svolgimento e l organizzazione del lavoro hanno subìto negli anni, un osservazione attenta di quello che dovrebbe essere il ruolo del dirigente può contribuire a descrivere anche il cambiamento sociale, umano e relazionale all interno delle aziende. Dirigere un azienda, oggi, comporta l obbligo di considerare e assecondare richieste, tempistiche e costi difficilmente compatibili. Ci si muove all interno di un quadro in evoluzione, che genera una filiera di risorse umane più articolata e non sempre facilmente e velocemente adattabile ai processi di riorganizzazione delle attività economiche. Si sta attraversando una fase di transizione e di trasformazione tecnologica, economica e culturale che impone alla classe dirigente di avere competenze oggettive ma anche una personalità carismatica, una mentalità aperta e flessibile e abilità nel creare coinvolgimento, soddisfazione e coesione, per far sì che il livello di efficienza e produttività aziendale rimanga elevato. Per stimolare l interesse su questi temi, abbiamo chiamato alcuni professionisti che hanno a che fare con l ambiente direzionale: Alessandro Zollo e Antonella deltorto di Great Place towork Italia, che si occupano della qualità dell ambiente direzionale, l architetto Luca Scacchetti progettista di arredi, e gli architetti Francesco Romani e Massimo Colombo di Intesa Sanpaolo. 16 Officelayout 150 luglio-settembre 2012

2 L AMBIENTE DIREZIONALE MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E DI RELAZIONE Ad accompagnarci nell individuazione delle dinamiche che contribuiscono alla creazione di un ambiente di lavoro di qualità sono Alessandro Zollo e Antonella deltorto, rispettivamente Ceo e Senior Consultant di Great Place to Work Italia, la società di ricerca, consulenza e formazione manageriale. Nata negli Stati Uniti nel 1992, e presente in Italia dal 2001, si distingue per la pubblicazione annuale di una classifica relativa ai migliori ambienti di lavoro che premia i Best Workplace in oltre 48 paesi distribuiti in sei continenti. Per un azienda, rientrare in questa lista significa essere considerata un ambiente di lavoro eccellente, significa ricevere innanzitutto un riconoscimento interno, ma avere anche un ritorno pubblicitario rilevante. La ricerca dei Best Workplace è basata sugli aspetti organizzativi, sulla gestione e sul ruolo della fiducia nella cultura del luogo di lavoro. La valutazione delle aziende e la compilazione delle liste relative alle migliori si basa su di un metodo preciso e oggettivo che stabilisce uno standard globale.tale metodo è costituito da due questionari: il Trust Index, compilato da tutti i dipendenti, chiamati a esprimere un giudizio sulla qualità dell ambiente organizzativo in cui lavorano, e il Culture Audit, riservato invece alla direzione e/o alle risorse umane. Il primo questionario, attraverso cinque gruppi tematici (credibilità, rispetto, equità, orgoglio e cameratismo), misura la fiducia che i dipendenti dimostrano nei confronti dei loro dirigenti, il livello di soddisfazione nei confronti del proprio lavoro, e la qualità del rapporto che hanno instaurato con la propria organizzazione aziendale e con i colleghi. Questo processo di valutazione evidenzia quindi come un ambiente di lavoro eccellente sia caratterizzato dalla qualità di tre relazioni fondamentali: quella capo-collaboratore, quella tra il collaboratore e il proprio lavoro e quella tra colleghi. Il secondo questionario analizza cosa fa l azienda in termini di politiche, pratiche e processi organizzativi quali la selezione e l accoglienza delle persone, la formazione, la comunicazione, la celebrazione dei successi, le retribuzioni e i benefits, ecc. Da tutto questo emerge se esistano discrepanze tra la qualità dei processi e delle pratiche gestionali della cultura aziendale e come le persone la percepiscano e la vivano realmente. Cos è un ambiente di lavoro eccellente? Prospettiva del collaboratore tutti gli ambienti di lavoro possono essere misurati attraverso cinque dimensioni: credibilità, rispetto, equità (attributi della fiducia), e orgoglio e cameratismo atismo equità del trattamento imparzialità giustizia confidenza accoglienza senso di squadra cameratismo equità relazione con i colleghi Dal punto di vista dei Manager raggiungere giungere gli obiettivi aziendali thanking caring sharing lavorare insieme come una squadra coesa listening ing Come valutate gli ambienti di lavoro? Il nostro Modello si basa su un processo di valutazione che non considera solamente il luogo fisico di lavoro, e quello direzionale in particolare, in termini spaziali, estetici e strumentali, ma soprattutto in termini di rapporti, di organizzazione e di gestione delle risorse umane. Siamo convinti che il successo di un azienda e il fatto che risulti essere tra i migliori ambienti di lavoro, dipenda da tre fattori: la qualità delle relazioni, umane e professionali, che si instaurano al suo interno; una cultura lavorativa basata sulla fiducia; e il sostegno che l azienda fornisce ai dipendenti sia attraverso politiche e servizi concreti, sia attraverso il modello e lo spirito di leadership. Il denominatore comune è un top-management forte e lungimirante, seriamente impegnato a creare un tipo di ambiente in cui i dipendenti si fidano del management, sono orgogliosi e soddisfatti del proprio lavoro, intrattengono relazioni positive tra colleghi. Dipendenti che, motivati e dedicati, saranno più produttivi, realizzati e propensi a sostenere e ad aiutare la profiducia relazione con il management persona fiducia credibilità inspiring i i speaking comunicazione a 2 vie competenza integrità tà relazione con il proprio lavoro hiring rispetto sviluppo professionale coinvolgimentonto cura orgoglio un great place to work è un ambiente in cui è possibile raggiungere re gli obiettivi aziendali grazie a persone che danno il proprio o meglio e lavorano insieme come una squadra coesa il tutto in un ambiente caratterizzato da fiducia Il modello Trust Index - Great Place to Work Institute celebrating developing lavoroo personale gruppo po di lavoro immagine aziendale dare il proprio o meglio Officelayout 150 luglio-settembre

3 UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE Rivista XUNONOVE è il programma direzionale di BrunOffice che attraverso la ricerca formale e nuovi accostamenti materici trova modi diversi di esprimere bellezza, importanza e riconoscibilità. Le scrivanie si caratterizzano per la gamba dalla quale si diramano le staffe in pressofusione che sostengono il piano di lavoro, e nuove valenze materiche sono ottenute dall accostamento della struttura in alluminio verniciata, cromata o nichel satinato, a materiali come il vetro soft touch, la pelle, il legno (ebano e noce) e i nobilitati utilizzati per i piani. È corredato da un sistema di tavoli riunioni, sia interi che modulari, e da una linea di mobili contenitori in metallo e melaminico con ante in varie finiture ed essenze. Da evidenziare la soluzione asimmetrica che prevede per le librerie di dimensione 90 cm ante di 60 e 30 cm pria azienda, anche nei momenti di incertezza economica e di crisi. Lo scopo del nostro mestiere è studiare la qualità degli ambienti di lavoro da questo punto di vista: e lo facciamo principalmente attraverso uno strumento di analisi testato da oltre 20 anni, costituito da un questionario indirizzato a tutti i dipendenti, il Trust Index, da cui si evidenzia e si capisce se ci sia corrispondenza tra la qualità presunta dichiarata dall azienda, e la qualità percepita dalle persone. I questionari sono adattati alle differenti modalità lavorative dei diversi paesi? Il nostro modello di ricerca è rigoroso e oggettivo: stabilisce uno standard perché, in questo modo, è possibile fornire indici precisi e fare confronti, anche su scala internazionale. Fare confronti ci permette di aiutare le aziende a migliorare il proprio ambiente di lavoro, indicando qual è il loro posizionamento rispetto alle migliori, e spiegando come lavorare sulle proprie risorse attraverso prospettive, politiche e iniziative diverse, confrontandosi con realtà imprenditoriali importanti che hanno sperimentato con successo l approccio del nostro metodo e che hanno avuto il merito di aver introdotto linee di pensiero e culture organizzative diventando esempi di riferimento. La creazione di un ambiente di lavoro eccellente è di estremo interesse e utilità per l impresa. Le aziende che agiscono secondo questa prospettiva, hanno risultati superiori, guadagnano di più, riducono costi, assenteismo e mobilità, e riscontrano un senso di appartenenza e una disponibilità a restare uniti maggiori, anche nei momenti difficili. Quali sono le caratteristiche delle aziende che riescono a meritarsi l appellativo di miglior ambiente di lavoro? Le aziende che prendiamo in considerazione, in genere a partire da una auto-candidatura, sono quasi tutte multinazionali, più abituate a mettersi in gioco e a confrontarsi su tutto; i settori storicamente più rappresentati sono quelli dell information technology, dei servizi o dell industria farmaceutica: in questo panorama l Italia è l eccezione in quanto riesce a distinguersi con aziende nelle prime posizioni appartenenti al settore manifatturiero. Per partecipare al contesto, le aziende devono avere un minimo di 50 dipendenti, per assicurare maggiore attendibilità statistica dei risultati. Il principio che sottosta alla capacità dell azienda di essere o diventare un great place to work è infatti un interazione basata non più su di un contratto scritto, ma sulla fiducia reciproca, su di un patto sottinteso. L obiettivo è di intervenire sull organizzazione del lavoro, passando da un rapporto di tipo transazionale che prevede una retribuzione a fronte del lavoro dato, secondo la modalità più classica e tradizionale, a un rapporto più elastico e di 18 Officelayout 150 luglio-settembre 2012

4 maggiore fiducia. Da una parte c è un dipendente che dà più di quello che ci si aspetta dalla sua semplice job description in termini di efficienza, idee, entusiasmo, e auto-iniziativa; dall altra parte c è un azienda che riconosce, valorizza e ricompensa questo impegno, assicurandogli oltre alla corretta retribuzione un contesto lavorativo che favorisca un bilancio lavoro-vita privata equilibrato e un effettiva possibilità di sviluppo professionale e di carriera. Rivista Quanto conta un buon manager nella creazione di un ambiente di lavoro eccellente e quali le doti che deve avere per far sì che il benessere dell azienda sia direttamente proporzionale al benessere dei dipendenti? La prima dote è il saper dare l esempio. La fiducia, che è l elemento centrale del nostro Modello di ricerca, si conquista attraverso l esempio, dimostrando che ciò che si dice è esattamente ciò che si fa e rendendo l idea di cosa ci si aspetta realmente da tutti. Un buon manager deve essere autorevole, ottenere il consenso spontaneamente e sapersi guadagnare riconoscibilità e credibilità, perché non è solo importante dare istruzioni, ma coinvolgere i propri collaboratori a 360. Non deve essere solo in grado di avere chiari gli obiettivi e come poterli ottenere, ma farlo con coerenza ottimizzando le risorse del proprio gruppo di lavoro. Non deve aver paura di ribaltare o di re-impostare la scala dei valori e delle priorità. È fondamentale che la direzione, e quindi il top-management, non abbia solo reali competenze tecniche e strategiche, ma l idoneità a gestire, indirizzare e supportare tanto il lavoro delle persone quanto le persone medesime. Saper fare buon lavoro con il proprio gruppo senza perdere di vista il traguardo stabilito. Saper comunicare in maniera chiara ed efficace qual è la filosofia dell azienda, affinché diventi una cultura recepita e condivisa a livello generale. Quindi non è solo importante cosa si comunica, ma come la si comunica. Non è raro verificare che a politiche eccezionali e straordinarie corrispondono purtroppo percezioni sfalsate o incomplete. Questo significa impostare un clima di serenità e rispetto, sapendo comunicare e informare anche attraverso aspetti comportamentali, sostituendo l autorità imposta dall alto con l autorevolezza riconosciuta dal basso, assicurando equità e meritocrazia, adottando un pensiero orizzontale, ascoltando e dando la possibilità a tutti di esprimere opinioni, suggerimenti e idee, integrando anche nuove modalità di lavoro, e sostenendo lo sviluppo dei talenti e le professionalità considerando le singole personalità e le diverse attitudini. Le persone non devono essere viste come pedine intercambiabili, ma come parti fondamentali di un unità; valorizzarle significa riuscire a portare a galla un differenziale competitivo. Investire sull innovazione del capitale umano e su di un modo diverso di vivere l azienda risulta essere una formula di successo con ricadute su produttività e fatturato superiori agli investimenti iniziali. Un accurata combinazione di pelle, legno e metallo, volumi importanti sospesi su una leggera base in metallo, pieni e vuoti che contribuiscono a creare una combinazione equilibrata di solidità e leggerezza. Sono questi gli aspetti che definiscono il carattere di Deck, il direzionale sviluppato da Estel con l obiettivo di un utilizzo trasversale tra lavoro e vita. Design Jorge Pensi Come si traduce fisicamente un ambiente di lavoro eccellente? L ambiente fisico può comunicare tantissimo, è una forma di comunicazione muta ma esplicita. Lo spazio, l allestimento e l arredo sono un chiaro riflesso dell attenzione, della cura, dell etica e della coerenza che l azienda dimostra nei confronti dei propri dipendenti e collaboratori. La componente fisica dell ambiente di lavoro è uno degli aspetti citati del nostro primo questionario ed emerge anche indirettamente, trattandosi di un commento aperto, in maniera consistente ma spontanea. Quello che risulta essere più importante è la sicurezza, che lo spazio di lavoro risulti sicuro.a seguire, se l ambiente è piacevole e salubre, cosa che influisce sullo stato d animo e sul rendimento delle persone; se esistono spazi e strumenti condivisibili; e se l allestimento e gli elementi fisici degli uffici, confermano i valori che l azienda dichiara. Relativamente all ambiente direzionale, nel nostro lavoro abbiamo notato uffici spesso trasparenti, aperti e organizzati per accogliere chi entra, non collocati necessariamente ai piani alti, poco esibizionismo e perfino differenze meno marcate tra le scrivanie operative e manageriali. Un buon manager ha bisogno di uno spazio dedicato, ma non ha bisogno di una scrivania grande il doppio per ottenere consenso e dirigere con successo un azienda.anche il concetto di estetica deve basarsi su criteri più moderni, contemporanei, perché quando cambia il concetto di organizzazione, deve cambiare anche il concetto di allestimento e di arredo. Officelayout 150 luglio-settembre

5 UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE Rivista IANUS , Tecno Un prodotto dal design sia classico che moderno, una scrivania a due facce, che a livello simbolico doveva sottolineare, 25 anni fa, il passaggio tra passato e futuro, tra un prima e un dopo, in una continuità di valori L ARREDO DIREZIONALE RACCONTATO DA CHI LO PROGETTA Se l organizzazione e la gestione del lavoro è cambiata anche nell ambiente direzionale, è spontaneo chiedersi quali siano state le ripercussioni sul modo di progettare l arredo direzionale. Abbiamo chiesto aiuto a un esperto, l architetto Luca Scacchetti che, nel campo del disegno industriale, ha fatto dell arredo direzionale il proprio cavallo di battaglia, con proposte sviluppate attraverso la collaborazione con numerose aziende tra cui Poltrona Frau,Tecno, Ora Acciaio, I 4 Mariani, Babini. Come nasce la sua esperienza nella progettazione di arredi direzionali? Circa 25 anni fa fui chiamato da Tecno per progettare un arredo direzionale pensato per un segmento di mercato piccolo ma importante, quale quello di professionisti, avvocati, notai. Dovendo rendere esplicita la loro autorevolezza in termini di credito, prestigio e potere acquisito, misi a punto Ianus, un prodotto dal design sia classico che moderno, una scrivania a due facce, che a livello simbolico sapesse sottolineare il passaggio tra passato e futuro, tra un prima e un dopo, in una continuità di valori. Nella convinzione che ha sempre segnato il mio lavoro, che non si possa andare avanti se non si guarda anche indietro, se non si tiene cioè in considerazione la storia, ho sviluppato un prodotto contemporaneo, ma al contempo carico di storia e tradizione. Non a caso, il suo nome deve un riferimento all antica divinità bifronte: Giano. Se a livello simbolico è quindi carico di significato, a livello formale si definisce viceversa con leggerezza ed eleganza e sottili spessori. La struttura dalle linee ricercate ma pulite, simile a quella di un tavolo fratino, permette inoltre una grande duttilità d uso, e lo rende oggi molto attuale. Ianus è infatti un pezzo ancora molto apprezzato dal mercato. Parlando di arredo ufficio, il direzionale è quello che esercita il fascino maggiore dato dalle forme e materiali e l abbinamento di elementi di carattere simbolico. Quale stimolo c è nel progettare questa tipologia di arredo? È interessante sottolineare che il tema progettuale di cui stiamo parlando è quello ove occorre più auto-rappresentazione della classe dirigente, e deve essere quindi immaginato in maniera narrativa di un ruolo e di una posizione acquisita. È di fatto il più aziendalistico degli arredi perché rispecchia l identificazione che c è tra l azienda e la sua dirigenza: per mezzo dell arredo scelto infatti, l azienda rende manifesti i propri valori e principi. Inoltre, è il meno effimero degli arredi perché, data una sorta di invariabilità del ruolo, ha tempi di durata più lunghi per utilizzo e per resistenza formale. Potremmo paragonare il direzionale al monumento e l operativo all edilizia. Quali sono le tendenze che definiscono l arredo direzionale di oggi? La tendenza più forte è quella di sostituire ogni forma di opulenza, esibizione e auto-rappresentazione, con una forma di riconoscibilità elegante ed equilibrata, che sappia cioè selezionare quello che conta e non. Nel mondo del direzionale, bulimia e anoressia, ovvero il troppo o il troppo poco, non risultano adeguate. Ci vuole senso della misura, senza arrivare al minimalismo eccessivo, perché le cose devono essere sempre caricate di significati. Risultano però importanti piacevolezza visiva, pulizia di linee e qualità dei materiali che devono necessariamente essere ricchi, ma trattati in modo naturale. Nell organizzazione di un ufficio direzionale, qual è il rapporto tra l arredo e lo spazio? Metaforicamente parlando e rimanendo in Europa, gli uffici si stringono e le scrivanie si allargano: lo spazio perde consistenza perché a fare la differenza è soprattutto l arredo. Questo non significa che l arredamento non debba interagire con l ambiente: i singoli mobili, dalla scrivania all armadio contenitore, ecc., non sono 20 Officelayout 150 luglio-settembre 2012

6 pensati in maniera auto-referenziale, ma distribuiti nello spazio per organizzarlo e diversificarlo, attraverso un gioco di rapporti dimensionali, di trasparenze sospese di assi e piani ad altezza diversa. Un gioco reso possibile anche grazie a un uso più disinvolto di altri materiali rispetto al legno. Come si combinano l elemento tecnologico, funzionale ed estetico? Quale dei tre prevale? Il rapporto tra questi tre requisiti deve risolversi in modo paritario. La tecnologia è data per scontata,e non piace neanche più l idea di esibirla in modo didascalico. Deve quindi essere nascosta, rimanere dentro la scrivania. La funzionalità non è vincolante come per l operativo ma non può mancare. L estetica rimane il presupposto fondamentale, ma se non è concepita solo fine a se stessa. Quanto contano e come si risolvono ergonomia, sicurezza ed eco-sostenibilità in questo tipo di arredo che deve necessariamente essere più bello e rappresentativo che funzionalmente e politicamente corretto? L ergonomia è una componente importante, ma non è mai stata l obiettivo principale della mia indagine progettuale, poiché la considero necessaria ma altresì scontata, ovvia. E se ho ragionato in termini di ergonomia, l ho fatto pensando più ad aspetti comportamentali che antropomorfici. L eco-sostenibilità è anch essa una prerogativa indispensabile, ma non può essere giustificazione a mancanze di ricerche estetiche che sappiano rendere conto a quel sistema di auto rappresentazione a cui accennavo. Per quanto riguarda la sicurezza, infine, c è da precisare che esiste un adeguamento di prassi e non legislativo; nel settore direzionale, diversamente da quanto succede per l arredo operativo, si è più liberi da norme e regole. Standardizzazione o personalizzazione? Si tende ad andare verso la standardizzazione, come per il resto dell arredo per ufficio perché c è uniformità di tendenze e di prodotto: è però un tipo di standardizzazione che sottintende continua capacità di metamorfosi e di caratterizzazione attraverso il modificarsi di piccoli dettagli. Ritiene che l arredo direzionale abbia subito un evoluzione? E, volendo legare l aspetto formale a quello funzionale, ritiene che le attuali modalità di lavorare ne abbiano, in qualche modo, influenzato la progettazione? Certamente c è stato un cambiamento, ma non un evoluzione. Il cambiamento è formale, legato al gusto personale, ma non tipologico: il ruolo e lo spazio dell ufficio direzionale sono rimasti gli stessi, intatti e non condivisibili, anche se meno legati al concetto di potere e di auto-r appresentazione aziendale. Le attuali modalità del lavoro, hanno determinato una semplificazione, quasi una riduzione all osso, delle forme: eccessive esibizioni o caratterizzazioni formali avrebbero dato fastidio a un uso sempre più flessibile degli strumenti di lavoro messi a disposizione e in costante evoluzione. L arredo direzionale continua a segnare i ruoli in modo distintivo, ma la distanza dall arredo operativo si sta fortemente riducendo. Secondo me, in alcuni settori di attività, come per esempio quelli legati all information technology e alla moda, si arriverà addirittura a un pareggio. Così si sta facendo meno netta anche la differenza tra il direzionale dei professionisti e quello dei dirigenti d azienda. Una differenza che era invece molto evidente 25 anni fa, quando ho iniziato a operare in questo settore: questo anche perché lo studio di un professionista costituisce ormai sempre più una sorta di micro-azienda. Inoltre l organizzazione del lavoro sta cambiando, con la conseguenza che si assisterà a una sorta di responsabilizzazione e di allargamento dell operativo e di discesa verso il basso del direzionale.aumenterà così il numero delle linee di middle management e cambierà la figura del manager stesso, e forse con tutto ciò i nostri disegni. CORINTHIA 1996, Poltrona Frau Una sovrapposizione di mondi formali differenti: la consolidata tradizione dei mobili metallici sviluppata dagli anni venti e la tradizione degli ordini dell architettura classica. Così la gamba è una colonna classica mentre il sostegno dei tavoli e della scrivania è una sorta di capitello Officelayout 150 luglio-settembre

7 UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE Rivista L ARREDO DIREZIONALE RACCONTATO DA CHI LO UTILIZZA Intesa Sanpaolo Group Services ha realizzato per la sede londinese della Corporate and Investment Banking Division un piano direzionale il cui concept è stato studiato con lo studio amdl. Le linee guida del concept vengono applicate con un approccio flessibile e adattate alle caratteristiche degli spazi sia in termini di layout che di finiture e di arredi. La costruzione del layout prevede una scrivania che, a seconda dello spazio a disposizione, può essere in cristallo e cuoio, o in noce; un piccolo tavolo riunioni tondo e un armadio basso di appoggio in noce e vetro. Negli uffici, sono presenti immagini dell eccellenza storica, artistica, paesaggistica, industriale e manifatturiera del nostro Paese Ci sono aziende che, per tipologia di attività e clientela, decidono di fare scelte stilistiche precise in termini di spazi, allestimenti e arredi direzionali, perché la filosofia e i principi aziendali possano essere comunicati anche in maniera non verbale. E questo succede soprattutto in una realtà imprenditoriale, la banca, che è presente sul territorio in modo capillare e con diverse sedi e che, per vendere soldi, economie e interessi, deve garantire solidità, fiducia e rigore professionale. In un ambiente di lavoro così strutturato, lo spazio e l arredo direzionale aiutano molto perché sono proiettati verso l esterno e orientati al cliente, e quindi più rivolti a rafforzare l immagine proposta dell azienda che a sottolineare una condizione singola e una posizione gerarchica interna. Ed è questo il caso di Intesa Sanpaolo la banca che ha sviluppato un concept per gli spazi direzionali, da implementare nelle sedi italiane ed estere del gruppo. Per capirne le valenze, ne abbiamo parlato con gli architetti Francesco Romani e Massimo Colombo responsabile del Polo Immobiliare Lombardia e del nucleo estero di Intesa Sanpaolo. Come nasce il concept per gli spazi direzionali di Intesa Sanpaolo? È importante fare una precisazione: l assetto organizzativo di Intesa Sanpaolo prevede tre diverse tipologie di sedi e di servizi che attengono alle divisioni del Corporate, del Private Banking e del Retail. Il concept per gli spazi direzionali interessa però solo le prime due, mentre per il Retail è applicato un modello di filiale che 22 Officelayout 150 luglio-settembre 2012

8 non prevede distinzioni tra il gestore e il direttore di filiale. Al nostro interno, indicazioni generali sulla tipologia di spazi e arredi da utilizzare per livello di responsabilità ci sono sempre state ma, con il nuovo concept, abbiamo dato uniformità e linee guida più codificate pur non esistendo un vero e proprio protocollo scritto. Questo recente aggiornamento d immagine è partito dalla rivisitazione che ha interessato gli uffici Corporate di Londra, con l idea di confermarlo ed estenderlo poi gradualmente a tutti gli uffici direzionali. Le linee guida vengono applicate con un approccio flessibile, adattate cioè alle caratteristiche degli spazi, sia in termini di layout che di finiture e di arredi. Cosa prevedono le linee guida e quale è il rapporto tra l arredo e lo spazio? Gli arredi scelti prevedono linee squadrate, moderne ed essenziali; l uso del legno naturale sottoforma di essenze pregiate come il noce, il wengè e il rovere; l impiego e l accostamento e la combinazione di materiali diversi quali il legno laccato, il vetro, l alluminio. La scrivania, che rimane il pezzo più importante, è circondata da un sistema di tavoli e mobili contenitori bassi di servizio, utili anche per caratterizzare l ufficio in modo più marcato. Si tratta comunque di un sistema di arredo che le aziende produttrici italiane, da noi selezionate, propongono già a catalogo. Molta attenzione viene riservata ai particolari che diventano essenziali: oggi esistono infatti molti prodotti analoghi sul mercato, quasi identici e, a fare la differenza, è lo studio del prodotto attraverso i dettagli, sempre indizio di qualità. Qualità significa anche serietà, da parte di chi la fa e di chi la sceglie. Lo spazio direzionale ha un suo peso, e non è solo una questione di arredamento ma di ambiente. Ci devono essere senso di accoglienza, logica e continuità compositiva. In alcuni casi, i materiali utilizzati negli uffici direzionali sono stati riproposti anche nell ingresso, proprio per far percepire una gestione ordinata e coerente dello spazio al cliente, mettendolo idealmente anche sullo stesso piano. Da sottolineare che negli uffici del management, sono presenti immagini dell italianità, dell eccellenza storica, artistica, culturale, paesaggistica, industriale e manifatturiera del nostro Paese. Questo proprio per dare una personalità ai prodotti e ai servizi venduti dalla Banca. Ritenete che l arredo direzionale in generale, abbia avuto un evoluzione? È importante far notare come l arredo direzionale non sia più sinonimo di un livello gerarchico, ma piuttosto di un livello di professionalità e di modernità, sia in termini di tempo che di servizio. Una modernità che viene rappresentata non solo attraverso le forme, ma anche attraverso un impiego di materiali diversi. L arredo deve risultare ugualmente bello, ergonomico e, non ultimo, studiato in modo tale che la tecnologia risulti accessibile, facile da usare, e contemporaneamente essere perfettamente integrata nell estetica complessiva dell ufficio, nascondendo cavi e hardware, rendendo soddisfacente l organizzazione del lavoro e le dinamiche di relazione. Non è quindi sbagliato dire che l arredo direzionale si sia evoluto. Il direzionale ha bisogno di uno spazio adatto all eventualità di un confronto con le persone, ma nel rispetto della riservatezza. In questo senso, abbiamo avuto modo di verificare che c è la tendenza a voler sostituire la classica scrivania con una più grande, di forma rettangolare di circa 100x250cm, o di forma quadrata di 160x160cm, e con sedute aggiuntive in modo che possa fungere anche da tavolo per riunioni più informale. Zelig è la proposta Babini Office per l ufficio manageriale, un prodotto camaleontico proposto in 3 versioni giocando tra spessori, appoggi e piani. Prevede la declinazione di tutti gli elementi in due finiture legno di colore medio, noce ambra e teak, e due tinte unite, bianco e fango Officelayout 150 luglio-settembre

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

wood 8.1 Una collezione racconta il mondo. Passioni, impulsi e sogni di chi la disegna, di chi la possiede. Alcune durano una stagione, altre una vita intera. Ma una collezione di arredi inventa uno stile,

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Prodotti tecnicamente evoluti

Prodotti tecnicamente evoluti Tavoli&sedie Prodotti tecnicamente evoluti Tavoli & Sedie La collezione Point tavoli & sedie realizzata per Mondo Convenienza raggruppa una famiglia di prodotti adatti per la casa, spazi per l ufficio

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

FOCUS. Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione

FOCUS. Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione FOCUS Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione Versione in acciaio Extra-fort Roue à Colonnes Grande Date 125ème Anniversaire, cronografo automatico con scala tachimetrica. Steel version Extra-fort

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME - CEREA, VERONA IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME DALL AGNELLO F.LLI & C. s.n.c. di Dall Agnello Luigi Via Muselle, 377-37050 ISOLA RIZZA (VR) Tel. +39 045 6970644 - +39 045 7135697 - Fax +39 045

Dettagli

Eterna I DolceVita. puntale placcato oro con terminale in cristallo Swarovski DolceVita Samo --------- 23

Eterna I DolceVita. puntale placcato oro con terminale in cristallo Swarovski DolceVita Samo --------- 23 Eterna Eterna I BS9692AULR8, plated gold finishing profile AUL, satin glass with transparent serigraphy R8 profili placcato oro AUL, cristallo satinato con serigrafia trasparenter8 KDM01AUL, gold plated

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli