Progetto GiM. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto GiM. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema"

Transcript

1 Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto GiM Gestione informata della Mobilità Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative conseguite Gennaio

2 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche ed organizzative, conseguite con i progetti del Programma Elisa, individuando le best practices locali, favorendone la personalizzazione e il riuso in altre realtà del Paese. Nell ambito del progetto GiM sono state sviluppate le seguenti soluzioni: - Sviluppo ed implementazione del sottosistema rilevamento flussi di traffico dei veicoli privati Provincia di Milano Pag Monitoraggio dei livelli di traffico tra aree provinciali e area urbana Comune e Provincia di Firenze Pag Sistema gestione accessi ztl bus Comune di Venezia Pag Sviluppo ed implementazione di un sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico dei veicoli privati Provincia di Roma Pag Realizzazione di un sistema di Infomobilità per il servizio di Trasporto Pubblico Locale Provincia di Reggio Emilia Provincia di Macerata Pag. 46 2

3 Progetto G.i.M. Gestione informata della Mobilità Titolo del servizio o della soluzione oggetto del riuso Sviluppo ed implementazione del sottosistema rilevamento flussi di traffico dei veicoli privati in Provincia di Milano Sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Nome dell Amministrazione proponente Provincia di Milano Referente per l Amministrazione - Ing. Giorgio Bruschi Responsabile del Servizio Sviluppo Attività Tecniche Area Edilizia e Valorizzazione del Patrimonio Viale Piceno, MILANO tel. 02/ fax. 02/ Nome della soluzione Sviluppo ed implementazione di un sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico dei veicoli privati in Provincia di Milano. Ambito amministrativo interessato Urbano/extraurbano. 3

4 Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Nessuna. Tipologie di Amministrazioni che a parere dell Amministrazione cedente sono le più idonee a riutilizzare la soluzione Qualunque amministrazione che sia dotata di sottosistemi periferici diversi per il rilievo di flussi di traffico e che desideri utilizzare un interfaccia unica in grado di elaborare i dati di traffico raccolti dai singoli sottosistemi tradizionali. Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione? Avendo diversi sottosistemi tradizionali per il rilievo dei flussi di traffico è stato fondamentale, al fine di gestire in modo univoco le informazioni ed i dati, la realizzazione di sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico. Tipo di Amministrazioni a cui è destinato Qualunque amministrazione che sia dotata di sottosistemi periferici diversi per il rilievo di flussi di traffico e che desideri utilizzare un interfaccia unica in grado di elaborare i dati di traffico raccolti dai singoli sottosistemi tradizionali. 4

5 SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Non disponibile. Descrizione sintetica della soluzione Il Sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico in corso di realizzazione prevede due componenti principali: Componente Tempo reale : necessaria per trattare gli aspetti funzionali all utilizzo o all elaborazione immediata dei dati, quali la certificazione statistica della validità dei dati pervenuti dai sistemi che li producono, diffusione immediata dello stato del traffico ai vari utilizzatori, ecc.. È a servizio dei processi di gestione della mobilità cosiddetti on-line, quali l infomobilità o la riproduzione live di riprese video effettuate da telecamere afferenti ai sottosistemi. Componente Gestione dati : adatta a conservare grandi quantità di dati per lungo tempo, per le attività di analisi e studio dei comportamenti del traffico. È basata su un Data Base relazionale che ha il compito principale di contenere i dati di traffico raccolti dai sottosistemi per l effettuazione di analisi statistiche. In particolare il Sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico ha il compito di mantenere una rappresentazione completa ed aggiornata in tempo reale dello stato della rete viaria mediante la realizzazione di interfacce fra i sistemi produttori di dati ed il sistema stesso. L aggiornamento in tempo reale richiede che non appena un sottosistema produca un nuovo dato di traffico, oppure cambi il proprio stato di funzionamento, tale informazione sia resa disponibile dal sistema integrato. Il sistema inoltre prevede due funzionalità: Certificazione dei dati: ha lo scopo di verificare l attendibilità dei dati misurati prima che essi diventino oggetto di analisi ed elaborazioni successive. Classificazione degli stati del traffico: per capire se, nel periodo appena trascorso (5 min), lo stato del traffico sia fluido, denso o congestionato. 5

6 Sono stati sviluppati 3 applicativi: intranet: permette di mostrare, al personale addetto, informazioni riguardanti i flussi, le velocità, gli allarmi, ecc nell'ora precedente; internet: permette di mostrare lo stato del traffico nei 5 minuti precedenti; analisi multidimensionale: permette, al personale addetto, di studiare l andamento dei flussi di traffico attraverso una visione integrata dei dati e degli indicatori. 6

7 SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione Il collaudo è stato eseguito in data 28 dicembre Successivamente si è avuta la formazione del personale. N. di addetti operanti con la soluzione Non identificabile. Breve descrizione del contesto organizzativo in cui la soluzione è stata adottata (assegnazione di ruoli e funzioni): Non applicabile. N. di giornate e tipologia di formazione Non applicabile. N. di giornate per manutenzione evolutiva Non applicabile. Formazione specifica erogata Non applicabile. Esiste un manuale d uso della soluzione per gli addetti? No, ma il personale di Provincia di Milano è disponibile ad interfacciarsi con l utente che richieda chiarimenti. Disponibilità di personale dell ente a fornire assistenza Sì, il personale di Provincia di Milano è disponibile ad interfacciarsi con l utente che richieda chiarimenti. La soluzione è di completa proprietà dell amministrazione cedente? Sì. 7

8 SEZIONE 4 ASPETTI DI COSTO DELLA SOLUZIONE SOSTENUTI DALL AMMINISTRAZIONE Costi esterni (fornitori + consulenza) per la realizzazione della soluzione Il Sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico è frutto di uno studio effettuato dal personale di Provincia di Milano in collaborazione con un azienda esterna che già aveva realizzato un sistema simile. Costi interni per la realizzazione della soluzione I costi interni sono relativi allo studio ed alla verifica continua della soluzione adottata. 8

9 SEZIONE 5 BENEFICI OTTENUTI DALL USO DELLA SOLUZIONE Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall Amministrazione; riportare i costi, in euro, relativi al processo supportato dalla soluzione, prima dell adozione della soluzione e dopo l adozione della soluzione stessa Benefici non quantificabili. Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall Amministrazione Benefici non quantificabili. Benefici derivanti all amministrazione dall elaborazione dei dati che la soluzione utilizzata o genera, al fine di orientare in modo più efficace l azione amministrativa Benefici non ancora valutabili. Elementi di semplificazione della procedura tradizionale introdotti dalla soluzione Il Sistema sviluppato permette di gestire in modo univoco le informazioni ed i dati provenienti da sottosistemi periferici diversi, utilizzando un interfaccia unica in grado di elaborare i dati di traffico raccolti dai singoli sottosistemi tradizionali. Altri benefici derivanti dall utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate Il Sistema sviluppato permette di certificare i dati e di classificare lo stato del traffico ogni 5 minuti. 9

10 SEZIONE 6 ASPETTI LEGATI ALLE TECNOLOGIE UTILIZZATE Caratteristiche della soluzione tecnologica Il sistema non richiede soluzioni tecnologiche particolari. Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione; descrizione dell hw e sw di base necessario per riusare la soluzione, ovvero senza la quale la soluzione non è utilizzabile In sede di offerta sono stati proposti i server con le caratteristiche sotto indicate: Processore Memoria Componente Memoria massima Descrizione Intel Xeon X5450 Quad Core a 3GHz Dimm Fully Buffered PC GB Controller HP Smart Harray P400/512MB BBWC (Raid 0/1/1+0/5/6) Sistemi operativi compatibili Windows server 2000, Windows Small Business Server 2003 R2, Windows Server 2003, Windows Server 2008, Windows Server 2008 Hyper-V, Computer Cluster Server 2003, Windows Small Business Server 2008 e Windows Essential Server 2008, Oracle Enterprise Linux (OEL), Red Hat Enterprise Linux, SUSE Linux Enterprise Server, SCO Open Serve, SCO UnixWare, Vmware, Citrix XenServer Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione; indicare il partner/fornitori coinvolti nelle diverse fasi di realizzazione della soluzione: analisi, realizzazione, test, gestione a regime L'attività di implementazione del sistema è stata assegnata, tramite gara pubblica, alla società Project Automation SpA. 10

11 Quanto tempo è durato il progetto (mesi)? Pubblicazione del bando: ottobre 2008 Firma del contratto: giugno 2009 Collaudo: dicembre 2010 Quali sono i volumi di servizio che la soluzione gestisce? Ogni 5 minuti arrivano dati di traffico rilevati da circa 30 sottosistemi tradizionali per il rilievo dei dati di traffico. La soluzione è integrata con altre applicazioni della amministrazione? Il sistema è integrato con i sottosistemi tradizionali per il rilievo dei flussi di traffico, dai quali riceve le informazioni sui dati di traffico, ed è anche predisposto per estensioni quali l utilizzo di Pannelli a Messaggio Variabile, la correlazione con dati di rilevamento meteo. 11

12 SEZIONE 7 ALTRI ASPETTI VINCOLANTI Esigenza di specifici modelli organizzativi No. Necessità di accordi con Enti terzi Non sono necessari accordi con altri Enti. Dipendenza da normative regionali Non ci sono normative regionali vincolanti. 12

13 Progetto G.i.M. Gestione informata della Mobilità Titolo del servizio o della soluzione oggetto del riuso Monitoraggio dei livelli di traffico tra le aree provinciali e l area urbana della città di Firenze. SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Nome dell'amministrazione proponente Comune e Provincia di Firenze. Referente per l Amministrazione - Ing. Vincenzo Tartaglia Tel. 055/ Ing. Simone Mannucci Tel. 055/ Nome della soluzione Monitoraggio dei livelli di traffico tra le aree provinciali e l area urbana della città di Firenze. Ambito amministrativo interessato Mobilità urbana/extraurbana. 13

14 Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione - Comune di Firenze; - società Silfi (Società illuminazione Firenze, che gestisce gli impianti semaforici); - Comune di Bagno a Ripoli (a breve); - Comune di Signa (a breve). Tipologie di Amministrazioni che a parere dell Amministrazione cedente sono le più idonee a riutilizzare la soluzione Province e Comuni interessate a monitorare/ottimizzare i livelli di traffico urbano/extraurbano. Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione? ONDA VERDE. Il monitoraggio del livello di traffico nell area interessata, riduce gli impatti negativi (tempi di percorrenza, inquinamento costi di trasporti), ottimizzando il TPL e contribuendo al controllo di traffico tra le aree provinciali e l area urbana. Tipo di Amministrazioni a cui è destinato Enti locali. 14

15 SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Non disponibile. Descrizione sintetica della soluzione Sviluppo e ammodernamento del sistema di gestione centralizzato dei semafori della città di Firenze implementazione di software aggiornato del precedente sistema, ampliamento del numero di impianti, riprogrammazione dei piani semaforici, implementazioni di nuove direttrici centralizzate, sintonizzazione del sistema con le richieste di ATAF, formazione degli operatori per la progettazione, manutenzione implementazione e programmazione dei impianti. 15

16 SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione 20 gennaio N. di addetti operanti con la soluzione 20. Breve descrizione del contesto organizzativo in cui la soluzione e stata adottata (assegnazione di ruoli e funzioni) Comune di Firenze stazione appaltante. Silfispa Società illuminazione Firenze, che gestisce gli impianti semaforici, implementatrice del sistema. N. di giornate e tipologia di formazione 3 giornate in aula e 5 sul campo. Formazione di tipo operativo con docente proveniente dall aziende fornitrice del sistema SIGMA+, e operatori. N. di giornate per manutenzione evolutiva 20 giornate. Formazione specifica erogata Contenuti della formazione: - programmazione centralini e interfacciamento con impianti semaforici da centralizzare; - programmazione remota; - uso del software e popolazione del DATABASE di sistema. 16

17 Esiste un manuale d uso della soluzione per gli addetti? Si, è disponibile il manuale operativo completo di istruzioni. Disponibilità di personale dell ente a fornire assistenza Si, piena disponibilità per i tuning delle tempistiche semaforiche e dei collaudi in corso d opera. La soluzione è di completa proprietà dell amministrazione cedente? Si. 17

18 SEZIONE 4 ASPETTI DI COSTO DELLA SOLUZIONE SOSTENUTI DALL AMMINISTRAZIONE Costi esterni (fornitori + consulenza) per la realizzazione della soluzione ,53. Costi interni per la realizzazione della soluzione: Categoria # gg Project Manager 9 Analista senior 25 Personale esperto di statistica 40 Personale amministrativo 65 totale

19 SEZIONE 5 BENEFICI OTTENUTI DALL USO DELLA SOLUZIONE Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall Amministrazione; riportare i costi, in euro, relativi al processo supportato dalla soluzione, prima dell adozione della soluzione e dopo l adozione della soluzione stessa Risparmio dei costi fissi di colloquio del vecchio sistema semaforico attraverso linee telefoniche dedicate valutabile in circa ,00 annui. Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall Amministrazione Miglioramento netto dell estensione della rete centralizzata e implementazione di nuove e più ampie direttrice con ONDA VERDE, con notevole fluidità della rete viaria cittadina, e implementazione di piani superaction in occasione di particolari eventi, in grado di fronteggiare grandi flussi veicolari. Benefici derivanti all amministrazione dall elaborazione dei dati che la soluzione utilizzata o genera, al fine di orientare in modo più efficace l azione amministrativa Tenuta costante e tracciata della storia continua dei tempi e delle fasi semaforiche, senza perdita di informazioni circa l evoluzione continua de sistema di centralizzazione, con archiviazione e storicizzazione della rete. Elementi di semplificazione della procedura tradizionale introdotti dalla soluzione Gestione remota di modifiche tempi, e miglioramento delle performance di adattamento sistema ad imprevisti ignoti. Altri benefici derivanti dall utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate Riduzione dei tempi di attesa, ottimizzazione dei tempi di percorrenza utenti della strada. 19

20 SEZIONE 6 ASPETTI LEGATI ALLE TECNOLOGIE UTILIZZATE Caratteristiche della soluzione tecnologica Sistema server di gestione, GPRS trasmissione dati, client su VPN, gestione su campo su APN. Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione; descrizione dell hw e sw di base necessario per riusare la soluzione, ovvero senza la quale la soluzione non è utilizzabile - Server virtuale in server farm del comune di Firenze; - software su server virtuale multi utente e gestore di livello utente; - client remoti per mobilità e manutentore apparati PLc locali per interfacciamento semafori; - sistemi modem GPRS onboard. Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione; indicare il partner/fornitori coinvolti nelle diverse fasi di realizzazione della soluzione: analisi, realizzazione, test, gestione a regime: - ELSAG-Baily; - SILFIspa. Quanto tempo è durato il progetto (mesi)? 10 mesi Quali sono i volumi di servizio che la soluzione gestisce? Dato non disponibile. La soluzione è integrata con altre applicazioni della amministrazione: Si, con il sistema di supervisione cittadino. 20

21 SEZIONE 7 ALTRI ASPETTI VINCOLANTI Esigenza di specifici modelli organizzativi No. Necessità di accordi con Enti terzi Non sono necessari accordi con altri Enti. Dipendenza da normative regionali Non ci sono normative regionali vincolanti. 21

22 Progetto G.i.M. Gestione informata della Mobilità Titolo del servizio o della soluzione oggetto del riuso Sistema gestione accessi ztl bus SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Nome dell'amministrazione proponente Comune di Venezia. Referente per l Amministrazione - Emanuele Filippi Dirigente Amministrativo AVM SpA società in house del Comune di Venezia concessionaria del servizio di gestione delle ZTL Isola Nova del Tronchetto Venezia tel. 041/ Nome della soluzione Sistema gestione accessi ztl bus. Ambito amministrativo interessato Urbano. 22

23 Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Nessuna. Tipologie di Amministrazioni che a parere dell Amministrazione cedente sono le più idonee a riutilizzare la soluzione Qualunque amministrazione interessata ad istituire e gestire una zona a traffico limitato per gli autobus turistici con rilascio di lasciapassare a tempo onerosi. Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione? Sistema di pagamento e rilascio per via telematica dei pass ZTL per i bus turistici, monitoraggio degli accessi a mezzo di varchi elettronici e installazione di pannelli a messaggio variabile per la gestione dei parcheggi incluso indirizzamento e pagamento dei pass e degli stalli. Tipo di Amministrazioni a cui è destinato Amministrazioni che hanno istituito o intendono istituire una zona a traffico limitato per gli autobus turistici con rilascio di lasciapassare a tempo onerosi. 23

24 SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Non ancora disponibile. Descrizione sintetica della soluzione Sistema per il controllo della zona a traffico limitato per i pullman granturismo costituito dai seguenti elementi: piattaforma per la vendita telematica on line dei pass per i bus granturismo; cassa self service per la vendita dei pass presso i check point; software di gestione per il rilascio dei pass; pannelli a messaggio variabile per l indirizzamento ai parcheggi; varchi elettronici per il controllo degli accessi dei bus granturismo nella ztl. La piattaforma per la vendita on line e la cassa self service hanno consentito una notevole riduzione dei tempi di attesa al check point per il rilascio del pass, con conseguente riduzione della congestione derivante dalle code dei pullman in attesa, specialmente nei periodi di grande afflusso. La prenotazione on line del pass inoltre consente un preventivo monitoraggio dei flussi, importante specialmente in occasione di eventi particolari al fine di tarare adeguatamente i servizi. Un ulteriore velocizzazione della procedura di rilascio pass è derivata inoltre dalla realizzazione di un nuovo e più avanzato software di gestione, che consente inoltre una più completa reportistica e una base dati più ricca di informazioni. Il software di gestione è un applicativo sviluppato in Java con tecnologia Ajax. Il software è stato sviluppato come web application. Il software è ospitato ad un server Linux con dischi ridondati, ed è gestito internamente da AVM raggiungibile da tutte le postazioni e check point a mezzo VPN. Il software è collegato ad un totem interattivo che permette il rilascio dei pass in modalità self service a cura dell utente. Per il rilascio, l utente deve essere possesso del barcode (che il totem legge) ovvero digitare manualmente il PNR e il codice ID della prenotazione. In ogni caso il sistema valida i dati e successivamente provvede all emissione del pass. Il sistema di gestione prevede inoltre l utilizzo di pannelli a messaggio variabile gestiti dalla centrale della mobilità che forniscono informazioni circa la 24

25 disponibilità di parcheggio per ogni mezzo a motore, ivi comprese le informazioni necessarie ai bus turistici prima dell accesso ai terminal. Il sistema si completa con i varchi elettronici per la rilevazione dei transiti e la lettura della targa. I varchi sono collegati con il software di gestione da cui consultano una white list che si implementa mediante l inserimento nella lista dei veicoli che hanno ottenuto il lasciapassare oneroso. I dati validati sono utilizzati a fini statistici e sanzionatori. 25

26 SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione 01 marzo N. di addetti operanti con la soluzione 30. Breve descrizione del contesto organizzativo in cui la soluzione e stata adottata (assegnazione di ruoli e funzioni) La gestione della soluzione è demandata al settore ZTL BUS della AVM SpA, società in house del Comune di Venezia concessionaria del servizio. N. di giornate e tipologia di formazione 1 giornata per l apprendimento delle funzionalità essenziali da parte degli operatori di front office, 3 giornate per l apprendimento delle funzioni base da parte degli operatori di back office. N. di giornate per manutenzione evolutiva La manutenzione evolutiva è costante anche perché il sistema è stato concepito in modo da essere molto flessibile per poter recepire tempestivamente le modifiche deliberate dall Ente cui compete di disciplinare il funzionamento della ztl. 26

27 Formazione specifica erogata La formazione riguarda l utilizzo del sistema a livello di front office per il rapporto con l utenza e a livello di back office per la gestione della base dati e della centrale della mobilità. Esiste un manuale d uso della soluzione per gli addetti? No, ma esiste un insieme di procedure scritte da seguire. Disponibilità di personale dell ente a fornire assistenza Sì, il personale di AVM SpA è sempre disponibile a fornire assistenza agli utenti che ne facciano richiesta. La soluzione è di completa proprietà dell amministrazione cedente? AVM SpA e il Comune di Venezia sono proprietari degli impianti ma non delle sorgenti sw del sistema, che sono di proprietà della ditta terza sviluppatrice Pianeta Tecno Sas di Adria (RO). 27

28 SEZIONE 4 ASPETTI DI COSTO DELLA SOLUZIONE SOSTENUTI DALL AMMINISTRAZIONE Costi esterni (fornitori + consulenza) per soluzione la realizzazione della ,00 di cui ,00 per l installazione degli impianti e ,00 per la progettazione e realizzazione del software e per la consulenza. Costi interni per la realizzazione della soluzione: Modificare tabella esemplificativa Categoria # gg Project Manager 164 Esperto analisi dati 72 Responsabile del servizio 88 Personale tecnico 47 Personale amministrativo 103 totale

29 SEZIONE 5 BENEFICI OTTENUTI DALL USO DELLA SOLUZIONE Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall Amministrazione; riportare i costi, in euro, relativi al processo supportato dalla soluzione, prima dell adozione della soluzione e dopo l adozione della soluzione stessa: I benefici in termini di riduzione dei costi per l Amministrazione non sono quantificabili, non essendo questo l obiettivo del progetto che è invece il miglioramento del servizio reso e la maggiore disponibilità di informazioni per l Amministrazione. Indirettamente, la soluzione comporta dei benefici in termini di riduzione dei costi per il personale di front office grazie alla velocizzazione e parziale automatizzazione del rilascio dei pass e per la maggior facilità del sistema sanzionatorio legato all utilizzo automatizzato delle white list nei varchi elettronici. Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall Amministrazione Diminuzione della congestione derivante dalle code dei bus ai check point per il pagamento cash con contestuale rilascio del pass e diminuzione del traffico derivante dai bus alla ricerca di parcheggio. Maggiori possibilità e maggior facilità nelle elaborazioni statistiche. Benefici derivanti all amministrazione dall elaborazione dei dati che la soluzione utilizzata o genera, al fine di orientare in modo più efficace l azione amministrativa. Disponibilità di informazioni più precise e dettagliate sul traffico generato dai pullman granturismo anche in termini di programmazione incentivando le prenotazioni dei pass e il rilascio self service. 29

30 Elementi di semplificazione della procedura tradizionale introdotti dalla soluzione. Possibilità per l utente di procedere autonomamente all ottenimento del pass, previa la sola validazione dei dati da parte del personale operativo e non del loro inserimento. Altri benefici derivanti dall utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate. Contrasto all evasione del pagamento del pass grazie al controllo elettronico degli accessi. 30

31 SEZIONE 6 ASPETTI LEGATI ALLE TECNOLOGIE UTILIZZATE Caratteristiche della soluzione tecnologica. Il software di gestione è un applicativo sviluppato in Java con tecnologia Ajax. Il software è stato sviluppato come web application. Il software è ospitato ad un server Linux con dischi ridondati, ed è gestito internamente da AVM raggiungibile da tutte le postazioni e check point a mezzo VPN. Il sistema è collegato ad un totem interattivo e comunica con la centrale della mobilità per l invio delle white list per l accesso ai varchi. La comunicazione con i pannelli per la gestione dei messaggi è invece manuale, trattandosi di messaggi di testo molto semplici. Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione; descrizione dell hw e sw di base necessario per riusare la soluzione, ovvero senza la quale la soluzione non è utilizzabile: Hw e sw in comune commercio, aggiornati alle versione più recenti. Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione; indicare il partner/fornitori coinvolti nelle diverse fasi di realizzazione della soluzione: analisi, realizzazione, test, gestione a regime: Ditta Pianeta Tecno Sas di Adria (RO) come fornitrice sw del sistema. Quanto tempo è durato il progetto (mesi)? 34 mesi. Quali sono i volumi di servizio che la soluzione gestisce? pass rilasciati/anno per un controvalore per l Amministrazione di circa 16 milioni di euro. La soluzione è integrata con altre applicazioni della amministrazione? La soluzione è integrata col sistema di gestione delle altre ztl istituite dal Comune di Venezia nonché con il sistema di trasporto denominato People Mover, di proprietà del Comune di Venezia e gestito da AVM SpA. 31

32 SEZIONE 7 ALTRI ASPETTI VINCOLANTI Esigenza di specifici modelli organizzativi No. Necessità di accordi con Enti terzi Per utilizzare le sorgenti sw del sistema è necessario l accordo con la ditta sviluppatrice. Dipendenza da normative regionali Non ci sono normative regionali vincolanti. 32

33 Progetto G.i.M. Gestione informata della Mobilità Titolo del servizio o della soluzione oggetto del riuso: Sviluppo ed implementazione del sottosistema rilevamento flussi di traffico dei veicoli privati in Provincia di Roma SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Nome Amministrazione proponente Provincia di Roma. Referente per l Amministrazione - Ing. Giampiero Orsini Provincia di Roma Direttore Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Via L. Pianciani, Roma Tel Fax Nome della soluzione Sviluppo ed implementazione di un sistema integrato di controllo, raccolta e gestione dei dati di traffico dei veicoli privati in Provincia di Roma. 33

34 Ambito amministrativo interessato Urbano e Extraurbano. Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Nessuna. Tipologie di Amministrazioni che a parere dell Amministrazione cedente sono le più idonee a riutilizzare la soluzione Qualunque amministrazione che sia già dotata di una centrale di controllo della mobilità. Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione? Creare una piattaforma per il monitoraggio del livello di saturazione della rete stradale sviluppata sull'integrazione tra sistemi di rilevazione tradizionali ed innovativi (FVD). Tipo di Amministrazioni a cui è destinato Il prodotto è destinato alle amministrazioni che gestiscono centrali di controllo della mobilità e che abbiamo la necessità di scambiare informazioni con altri fornitori o fruitori di informazioni sul traffico. 34

35 SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione: Descrizione sintetica della soluzione Premessa Il progetto di Gestione Informata della Mobilità - G.i.M. nasce per rendere omogenee le informazioni sulla mobilità, che spesso sono carenti o disperse tra soggetti differenti. All'interno di tale progetto la Provincia di Roma ha sviluppato una piattaforma per il monitoraggio del traffico della rete stradale attraverso l'integrazione tra sistemi di rilevazione tradizionali (spire, telecamere, radar, ) e sistemi innovativi di tracciamento satellitare di flotte di veicoli (floating car data). L obiettivo è quello di permettere ai cittadini di collegarsi ad un sito web e visualizzare le condizioni del traffico in tempo reale su tutto il territorio provinciale. Il sito è già online all'indirizzo I dati vengono inoltre resi fruibili all utenza anche in formato opendata sullo specifico portale dell Ente, (http://www.opendata.provincia.roma.it/dataset/monitoraggio-trafficostradale) per creare un meccanismo di trasparenza verso i cittadini e per fornire uno strumento a disposizione delle aziende per lo sviluppo di soluzioni multimediali innovative. La realizzazione Per lo sviluppo del progetto si è stabilito di intraprendere un percorso interdipartimentale, coinvolgendo tutti quei settori dell'amministrazione tra le cui competenze ci sia la possibilità/necessità di gestire, manutenere o utilizzare i dati di traffico. In seguito a ricognizioni interne, è stato verificato che la Provincia di Roma disponeva di una serie di spire elettromagnetiche di rilevamento, i cui dati venivano utilizzati per fini statistici e non per fornire informazioni in tempo reale sullo stato del traffico. Esistevano inoltre webcam e dissuasori, utilizzati dalla 35

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Gestione informata della Mobilità (GiM) Piano Esecutivo

Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Gestione informata della Mobilità (GiM) Piano Esecutivo Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Gestione informata della Mobilità (GiM) Piano Esecutivo Fondo per il sostegno agli investimenti per l innovazione negli enti locali - Comma 893 della legge

Dettagli

Best Practice on User Information

Best Practice on User Information Best Practice on User Information Senigallia Italy 16/07/2013 MARCHE REGION Speaker: Gabriele Frigio Marche Region ELETTRONICA E TELEMATICA NELL ORGANIZZAZIONE DEL TPL SU GOMMA Al fine di incentivare l

Dettagli

FORUM PA 2012. Eco-City: ispirazioni per una città sostenibile. Roma, 17 Maggio 2012

FORUM PA 2012. Eco-City: ispirazioni per una città sostenibile. Roma, 17 Maggio 2012 FORUM PA 2012 Eco-City: ispirazioni per una città sostenibile Roma, 17 Maggio 2012 Indice: Obiettivi Piattaforma integrata di gestione del traffico Supervisore del Traffico e sottosistemi Piattaforma di

Dettagli

Roma servizi per la mobilità Centrale della Mobilità

Roma servizi per la mobilità Centrale della Mobilità Roma servizi per la mobilità Centrale della Mobilità La Centrale della Mobilità Sistemi Tecnologici La Centrale della Mobilità - evoluzione Centrale del Traffico Centrale della Mobilità 2000 STA spa mobilità

Dettagli

Nuove soluzioni per la mobilitàurbana

Nuove soluzioni per la mobilitàurbana Nuove soluzioni per la mobilitàurbana I-BUS : Piattaforma di gestione flotte BUS Turistici Firenze 20/04/2012 Agenda Presentazione Autostrade Tech Autostrade Tech: Il ruolo nella mobilità I Bus turistici

Dettagli

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011 La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech Torino 16/11/2011 Agenda Presentazione Autostrade // Tech Autostrade // Tech: Il ruolo nella mobilità I Bus turistici e la mobilità urbana Prospettive a livello nazionale

Dettagli

5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino

5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino 5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Piero Boccardo Presidente Chi siamo 5T è una società a responsabilità limitata a totale partecipazione pubblica che progetta, realizza

Dettagli

Applicazioni ITS nel TRASPORTO

Applicazioni ITS nel TRASPORTO Applicazioni ITS nel TRASPORTO Comune di Genova Ing. Daniele Villani Direzione Mobilità Uff. Progetti Speciali - Territorio 240 km 2 ; 630.000 abitanti - Area centrale 276.000 abitanti e 28 km 2 di area

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

1. Introduzione. 2. Il Progetto

1. Introduzione. 2. Il Progetto 1. Introduzione Con l espressione trasporto pubblico locale intelligente si intende l uso di tecnologie a supporto della mobilità e degli spostamenti di persone. Grazie allo sviluppo di dispositivi e strumenti

Dettagli

Progetto ConCerto. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema

Progetto ConCerto. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto ConCerto Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative conseguite

Dettagli

La bigliettazione elettronica 2.0: due casi di eccellenza in Italia.

La bigliettazione elettronica 2.0: due casi di eccellenza in Italia. La bigliettazione elettronica 2.0: due casi di eccellenza in Italia. Dott. Giuseppe Mascino Responsabile Gare e Progetti Speciali Pluservice Srl Coordinato da: Organizzato da: 30 31 gennaio 2014 Company

Dettagli

Centro Servizi e Sala Controllo

Centro Servizi e Sala Controllo Progetto SNIFF (Sensor Network Infrastructure For Factors) INFRASTRUTTURA DI SENSORI PER IL RILEVAMENTO DI INQUINANTI NELL ARIA PON RC1 [PON01_02422] Settore Ambiente e Sicurezza Comune di Crotone 1 Napoli,

Dettagli

Progetto Suoni della Memoria. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema

Progetto Suoni della Memoria. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto Suoni della Memoria Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative

Dettagli

Sviluppo del sistema di rilevamento merci pericolose a Genova Lucca, 25 settembre 2015

Sviluppo del sistema di rilevamento merci pericolose a Genova Lucca, 25 settembre 2015 Sviluppo del sistema di rilevamento merci pericolose a Genova Lucca, 25 settembre 2015 Obiettivi di progetto (1/2) Il Comune di Genova nell ambito del progetto LO.SE, ha perseguito l obiettivo legato all

Dettagli

Project Automation S.p.a.

Project Automation S.p.a. PROJECT AUTOMATION S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ è la denominazione assunta nel 1999 da Philips Automation S.p.a., a sua volta costituita nel 1987 rilevando dalla Divisione Industrial & ElectroAcustic

Dettagli

Torino, 11 luglio 2011. Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino

Torino, 11 luglio 2011. Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Torino, 11 luglio 2011 5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Missione 5T progetta, realizza e gestisce sistemi ITS e di infomobilità, nel campo della mobilità pubblica e privata

Dettagli

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa Application Monitoring Broadband Report Analysis Le necessità tipiche del servizio di telefonia Maggiore sicurezza

Dettagli

Microdata MICRO-TPLFLEETMON. Localizzazione satellitare e gestione della flotta veicoli

Microdata MICRO-TPLFLEETMON. Localizzazione satellitare e gestione della flotta veicoli Microdata MICRO-TPLFLEETMON Localizzazione satellitare e gestione della flotta veicoli Microdata S.r.l. Software, Servizi & Soluzioni Società soggetta a direzione e coordinamento da parte di EmiHolding

Dettagli

4. PROGETTO DI MASSIMA Intervento singolo 1.2.c Istituzione ZTL e centralizzazione semaforica

4. PROGETTO DI MASSIMA Intervento singolo 1.2.c Istituzione ZTL e centralizzazione semaforica IL PROGRAMMA INTEGRATO TERRITORIALE PROGRAMMA OPERATIVO 2007 2013 ASSE 3 SVILUPPO URBANO Progetto Integrato: Centro città 4. PROGETTO DI MASSIMA Intervento singolo 1.2.c Istituzione ZTL e centralizzazione

Dettagli

Torino, 28 Settembre 2012

Torino, 28 Settembre 2012 BIP Torino: il sistema di bigliettazione elettronica integrato per l area metropolitana torinese Paolo D Alessio Torino, 28 Settembre 2012 Responsabile Sistemi di Monetica SELEX Elsag Smart Mobility La

Dettagli

ITS Intelligent Transport Systems

ITS Intelligent Transport Systems corso di Teoria e Tecnica della Circolazione + Trasporti e Territorio a.a. 2013-2014 ITS Intelligent Transport Systems TRAFFIC ENFORCEMENT SYSTEMS (sistemi di accertamento automatico delle infrazioni)

Dettagli

Il sistema di infomobilità regionale GIM. Rimini 16.09.2013

Il sistema di infomobilità regionale GIM. Rimini 16.09.2013 Il sistema di infomobilità regionale GIM Rimini 16.09.2013 Stefano Vernarelli Resp. area Pianificazione, Controllo, Sosta e Sviluppo Tecnologico ATR - Agenzia della Mobilità di Forlì-Cesena LA GENESI DEL

Dettagli

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Antonello Pellegrino Direttore del Servizio della pianificazione e programmazione dei sistemi di trasporto Cagliari, 26.06.2013 Riferimenti

Dettagli

Smart cities e buone pratiche per la sostenibilità urbana

Smart cities e buone pratiche per la sostenibilità urbana Smart cities e buone pratiche per la sostenibilità urbana Paolo Ferrecchi Direttore Generale Reti Infrastrutturali, Logistica e Sistemi di Mobilità 28 gennaio 2014, Bari Il progetto MUSA per un nuovo modello

Dettagli

Deliverable 3.2.1 Report on parking management re-organization in Bologna. Riorganizzazione della gestione delle aree di sosta a Bologna.

Deliverable 3.2.1 Report on parking management re-organization in Bologna. Riorganizzazione della gestione delle aree di sosta a Bologna. Deliverable 3.2.1 Report on parking management re-organization in Bologna Riorganizzazione della gestione delle aree di sosta a Bologna. INTRODUZIONE Ad Atc è affidata la realizzazione e la gestione delle

Dettagli

OCS Open Control System

OCS Open Control System OCS Open Control System L OCS è una applicazione software innovativa di supervisione e controllo, progettata e realizzata da Strhold S.p.A. per consentire la gestione centralizzata di sottosistemi periferici.

Dettagli

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale INNOVARE: COSA? L IDEA Ovunque nel mondo si assiste ad un aumento della densità del traffico veicolare. Il fenomeno porta con sé un enorme

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

ET - The Easy Ticketing Applicativo software per Sistemi di Bigliettazione Elettronica

ET - The Easy Ticketing Applicativo software per Sistemi di Bigliettazione Elettronica ET - The Easy Ticketing Applicativo software per Sistemi di Bigliettazione Elettronica La bigliettazione elettronica non è m The Easy Ticketing ET - The Easy Ticketing, è la proposta di AEP destinata a

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO URP on line MarketPlace del Lavoro RIUSO CAPITOLATO TECNICO R.U.P. Il SEGRETARIO GENERALE

COMUNE DI AVELLINO URP on line MarketPlace del Lavoro RIUSO CAPITOLATO TECNICO R.U.P. Il SEGRETARIO GENERALE COMUNE DI AVELLINO Procedura negoziata per la realizzazione delle personalizzazioni e dei servizi relativi agli applicativi di URP on line: Servizi per il Cittadino - MarketPlace del Lavoro: Servizi per

Dettagli

La Nabla Quadro s.r.l.

La Nabla Quadro s.r.l. La Nabla Quadro s.r.l. Nasce dall iniziativa di ingegneri con esperienza decennale nell ambito dello studio e controllo delle ricadute ambientali dovute alla costruzione e all esercizio di infrastrutture

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATICO PER IL MONITORAGGIO E LA GESTIONE DEI

IL SISTEMA INFORMATICO PER IL MONITORAGGIO E LA GESTIONE DEI IL SISTEMA INFORMATICO PER IL MONITORAGGIO E LA GESTIONE DEI CONTRATTI DI SERVIZIO TPL IL CONTESTO Con la riforma del settore dei trasporti pubblici locali, avviata con il D.Lgs. 422/97 e s.m.i., è stata

Dettagli

La normativa ITS e il Regolamento Delegato su RTTI. Ing. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Seminario Progetto TIDE, 21 Settembre 2015

La normativa ITS e il Regolamento Delegato su RTTI. Ing. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Seminario Progetto TIDE, 21 Settembre 2015 La normativa ITS e il Regolamento Delegato su RTTI Ing. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Seminario Progetto TIDE, 21 Settembre 2015 Chi è TTS Italia TTS Italia è l Associazione Nazionale per

Dettagli

VIDEOSORVEGLIANZA DI NUOVA GENERAZIONE

VIDEOSORVEGLIANZA DI NUOVA GENERAZIONE VIDEOSORVEGLIANZA DI NUOVA GENERAZIONE Immagini ovunque e sempre FACE VALIDATION Powered by www.imavis.com RICONOSCIMENTO TARGHE MONITORAGGIO TRAFFICO ANTITERRORISMO MOTION AVANZATO DVR PROFESSIONALE Il

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

IL SISTEMA LEADER di Gestione delle aree di sosta delle Aziende Ospedaliere

IL SISTEMA LEADER di Gestione delle aree di sosta delle Aziende Ospedaliere IL SISTEMA LEADER di Gestione delle aree di sosta delle Aziende Ospedaliere Il progetto multihospital mobility, nasce da una profonda esperienza pluriennale nell ambito del controllo accessi e da una spiccata

Dettagli

L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE

L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE CONTESTO TERRITORIALE E INDIRIZZI STRATEGICI IL TERRITORIO PROVINCIA DI BG

Dettagli

INFOMOBILITA A CAGLIARI E NELL AREA VASTA

INFOMOBILITA A CAGLIARI E NELL AREA VASTA FORUM PA Sponsorizzato da: AL CENTRO DELL INNOVAZIONE INFOMOBILITA A CAGLIARI E NELL AREA VASTA Proto Tilocca Dir. Pian. Qual. CTM S.p.A Cagliari Quadro di riferimento generale ed obiettivi Gli interventi

Dettagli

Infomobilità e ticketing Giovanni Dimopoli

Infomobilità e ticketing Giovanni Dimopoli Infomobilità e ticketing Giovanni Dimopoli Company profile PLUSERVICE è una software-house nata nel 1988, specializzata nel settore del Trasporto Passeggeri Progetta e realizza sistemi informativi di tipo

Dettagli

Sistema di Monitoraggio e Controllo del Traffico nell area Nord-est della Provincia di Milano

Sistema di Monitoraggio e Controllo del Traffico nell area Nord-est della Provincia di Milano S S S M S S Provincia di Milano U.O. Mobilità e Sicurezza della Circolazione Stradale M M S M S M S M M M Localizzazione dei dispositivi Legenda Rete provinciale Altri enti M S M S PM alta priorità PM

Dettagli

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Premessa Ad oggi le procedure di informatizzazione, con inserimento manuale dei dati di controllo degli impianti termici, regolate attraverso

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ

LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ Lo sviluppo del sistema Telepass nell ambito dei servizi urbani di mobilità Ing. Mirco Galvan Responsabile Marketing e Vendite Sistemi

Dettagli

Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati. Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro

Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati. Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro Le macro fasi e prodotti del progetto - 1 Fase 1: Analisi e definizione

Dettagli

Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive. Allegato tecnico al Capitolato d'appalto

Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive. Allegato tecnico al Capitolato d'appalto Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive Allegato tecnico al Capitolato d'appalto 06 luglio 2009 Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive Specifiche

Dettagli

Il tassello mancante per gestire la sicurezza nella tua azienda.

Il tassello mancante per gestire la sicurezza nella tua azienda. Il tassello mancante per gestire la sicurezza nella tua azienda. gestione integrata sicurezza e ambiente gestione integrata sicurezza e ambiente Azienda Unità operativa Adempimenti Sistemi di gestione

Dettagli

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati Affidabilità nel servizio precisione negli strumenti Chanda LPR Chanda LPR è una piattaforma

Dettagli

COGITEK s.r.l. Via Fregene, 14 00183 ROMA Tel. 0689820236 Fax. 0689820213 Cod. Fisc. e Part. IVA 06012550015 Cap. Soc. 70.000 i.v.

COGITEK s.r.l. Via Fregene, 14 00183 ROMA Tel. 0689820236 Fax. 0689820213 Cod. Fisc. e Part. IVA 06012550015 Cap. Soc. 70.000 i.v. Sommario 1. I presupposti di GRAM AUDIT... 4 2. I vantaggi di GRAM AUDIT... 4 3. Aspetti metodologici alla base del Modello... 5 3.1. La gestione degli utenti... 5 3.2. La composizione del Piano di Audit

Dettagli

MIXER: gestione trasmissioni DJ: governance di MIXER

MIXER: gestione trasmissioni DJ: governance di MIXER MIXER-DJ MIXER: gestione trasmissioni DJ: governance di MIXER MIXER Mixer è un ambiente applicativo di tipo Enterprise Service Bus (ESB) per la gestione delle trasmissioni di file su Linux. All'interno

Dettagli

LINEA D INDIRIZZO 6.: GOVERNARE LA MOBILITÀ ATTRAVERSO TECNOLOGIE INNOVATIVE AZIONI MISURE INDICATORI DI RIFERIMENTO

LINEA D INDIRIZZO 6.: GOVERNARE LA MOBILITÀ ATTRAVERSO TECNOLOGIE INNOVATIVE AZIONI MISURE INDICATORI DI RIFERIMENTO 172 AZIONI MISURE INDICATORI DI RIFERIMENTO 6.1. Estendere la gestione telematica del traffico 6.2. Estendere la gestione telematica del trasporto pubblico 6.3. Favorire la mobilità dell utenza debole

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

La soluzione web per Georeferenziare

La soluzione web per Georeferenziare La soluzione web per Georeferenziare contenuti e flussi di lavoro Georeferenzia qualsiasi contenuto Ideale per ogni tipo di workflow Semplifica gli iter aziendali Potenzialità ed applicazioni illimitate

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE.

SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE. SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE. 5 febbraio 2010 1 Esigenze del cliente Per la gestione

Dettagli

Progetto DESTINATION

Progetto DESTINATION CONFERENZA FINALE Progetto DESTINATION TORINO 5 FEBBRAIO 2014 UNA RETE PER IL MONITORAGGIO DEL TRASPORTO DELLE MERCI PERICOLOSE SU STRADA Fabio Borghetti Politecnico di Milano Luca Bonura 5T S.r.l. I collaboratori

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato

Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato Direzione per i giochi LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DI UN SISTEMA DI GIOCO VLT PAG. 2 DI 25 INDICE PREMESSA 4

Dettagli

Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia

Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione:

Dettagli

Server e Gateway VSoIP Pro

Server e Gateway VSoIP Pro IP video Server e Gateway VSoIP Pro Software VSoIP Server 3.2 14/12/2012- G215/2/I Caratteristiche principali VSoIP 3.2 Suite è il sistema di gestione video GANZ per reti Ethernet basato su una reale topologia

Dettagli

La soluzione professionale per la Gestione Flotte via Web

La soluzione professionale per la Gestione Flotte via Web La soluzione professionale per la Gestione Flotte via Web Marzo 2010 Cefin Systems Italia S.r.l La soluzione professionale per la Gestione Flotte via Web La soluzione per ogni settore della mobilità Architettura

Dettagli

26/09/13 Soluzioni di Riuso

26/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO193 SPORVIC_SUAP proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i amministrativo/i

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra

Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra Sommario 1. Il Sistema Orchestra... 3 2. Funzionalità... 3 2.1. Sistema Orchestra... 3 2.2. Pianificazione e monitoraggio dei piani strategici...

Dettagli

Promelit DiMavision. Video OverIP. DiMavision. L intelligenza al servizio della videosorveglianza.

Promelit DiMavision. Video OverIP. DiMavision. L intelligenza al servizio della videosorveglianza. Promelit DiMavision Video OverIP DiMavision. L intelligenza al servizio della videosorveglianza. DiMavision. Il sofware per gestire il sistema di videosorveglianza in modo facile, efficace, distribuito

Dettagli

Ing. Fabio Nussio STA

Ing. Fabio Nussio STA Il progetto HEAVEN, suoi risultati e sviluppi della catena Traffico-Ambiente a Roma Ing. Fabio Nussio STA La S.T.A. S.p.A. ha partecipato in qualità di co-ordinatore e in collaborazione con il Dip. X del

Dettagli

26/09/13 Soluzioni di Riuso

26/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO192 SPORVIC_cittadini proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i

Dettagli

Comune di Monza ProgettoSISCOTEL/CBM Online

Comune di Monza ProgettoSISCOTEL/CBM Online T T Comune di Monza ProgettoSISCOTEL/CBM Online Popolazione interessata / ambito territoriale coperto: Il progetto riguarda principalmente la popolazione dei comuni interessati al progetto: Monza e Cinisello.

Dettagli

Il quadro di riferimento normativo dei sistemi di bigliettazione elettronica e ITS

Il quadro di riferimento normativo dei sistemi di bigliettazione elettronica e ITS Il quadro di riferimento normativo dei sistemi di bigliettazione elettronica e ITS Marco D Onofrio Direttore Divisione 3 della Direzione Generale TPL, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Coordinato

Dettagli

SCHEDA TECNICA CMS SIMPLIT ASMENET 2.0

SCHEDA TECNICA CMS SIMPLIT ASMENET 2.0 SCHEDA TECNICA CMS SIMPLIT ASMENET 2.0 Denominazione CMS SIMPLIT ASMENET 2.0 Amministrazione Asmenet Campania scarl Note e considerazioni sul riuso L aggiornamento dei siti internet è una criticità molto

Dettagli

Mobility Management e sviluppo urbano a Perugia Leonardo Naldini Comune di Perugia Piero Sunzini APM

Mobility Management e sviluppo urbano a Perugia Leonardo Naldini Comune di Perugia Piero Sunzini APM Mobility Management e sviluppo urbano a Perugia Leonardo Naldini Comune di Perugia Piero Sunzini APM Perugia, 10 th of September 2010 RENAISSANCE Midterm Conference La città di Perugia - Il territorio

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto LABOR

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto LABOR Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto LABOR Dicembre 2009 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione

Dettagli

Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE. per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa

Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE. per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa INDICE PREMESSA 5 PARTE PRIMA DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA E FUNZIONI PUBBLICHE AFFIDATE IN CONCESSIONE 6

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

B usiness I ntelligence: L a scintilla che accende. un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno. la conoscenza.

B usiness I ntelligence: L a scintilla che accende. un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno. la conoscenza. B usiness I ntelligence: un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno.... abbiamo constatato ad esempio come le aziende che hanno investito significativamente in BI (Business Intelligence) abbiano

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEL CATASTO IMPIANTI TERMICI

SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEL CATASTO IMPIANTI TERMICI SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEL CATASTO IMPIANTI TERMICI Il sistema informativo con radici profonde SIMAWEB Il sistema informativo per la gestione del Catasto degli impianti termici è il prodotto

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Regole tecniche per l adozione di sistemi di bigliettazione elettronica interoperabili nel territorio nazionale, in attuazione dell art. 8, comma 1, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito,

Dettagli

L integrazione come valore aggiunto nell Infomobilità

L integrazione come valore aggiunto nell Infomobilità L integrazione come valore aggiunto nell Infomobilità Piero Bergamini Responsabile Direzione Servizi Evoluti Autostrade// per l italia Telematic Trends Torino 10 Novembre 2004 1 La rete in gestione Gruppo

Dettagli

Risorsa N 034914. Business Object (Exp. 5 anni) Datastage (Exp. 5 anni) ETL (Exp. 5 anni) Oracle ODI (Exp. 4 anni) Oracle OBIEE (Exp.

Risorsa N 034914. Business Object (Exp. 5 anni) Datastage (Exp. 5 anni) ETL (Exp. 5 anni) Oracle ODI (Exp. 4 anni) Oracle OBIEE (Exp. Risorsa N 034914 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1980 Residente a : Roma ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Diploma di Maturità Scientifica Certificazione di Linux LPIC1 Certificazione di Linux Novell CLA Certificazione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. IBM and Business

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO EDISU PIEMONTE COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE, INSTALLAZIONE E GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DELL EDISU PIEMONTE CIG [3650361530] CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

L integrazione di sistemi differenti: Il caso di Umbria Mobilità Ing. Luigi Sassoli (AEP) e Giuseppe Vasta (Umbria Mobilità)

L integrazione di sistemi differenti: Il caso di Umbria Mobilità Ing. Luigi Sassoli (AEP) e Giuseppe Vasta (Umbria Mobilità) L integrazione di sistemi differenti: Il caso di Umbria Mobilità Ing. Luigi Sassoli (AEP) e Giuseppe Vasta (Umbria Mobilità) La domanda: Umbria Mobilità Compagnia di trasporto pubblico nata dalla fusione

Dettagli

Infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi dell area consortile ASI di Taranto.

Infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi dell area consortile ASI di Taranto. INDICE INDICE...1 1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO...2 2. CARATTERISTICHE TECNICHE...6 2.1 Apparati video...6 2.2 Apparati di videoregistrazione...6 2.3 Apparati di rete wireless...7 2.4 Sistema di centralizzazione

Dettagli

24/09/13 Soluzioni di Riuso

24/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO377 PEOPLE - Servizi alla Persona proposta da Comune di Firenze Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i amministrativo/i interessato/i:

Dettagli

G.A.R.C. 3.0 Gestione Automatica Recupero Crediti

G.A.R.C. 3.0 Gestione Automatica Recupero Crediti Pag. 1 di 29 IL RECUPERO DEL TEMPO E DELL EFFICIENZA RAPPRESENTA IL PRIMO PASSO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI... Pag. 2 di 29 SOMMARIO PRESENTAZIONE DI...3 CON G.A.R.C. FAI TRE BUCHE CON UN COLPO

Dettagli

SAD TRASPORTO LOCALE S.p.a. SAD NAHWERKEHR A.G. Maurizio Cachia Direttore Sistemi informativi SAD Trasporto Locale spa, Bolzano

SAD TRASPORTO LOCALE S.p.a. SAD NAHWERKEHR A.G. Maurizio Cachia Direttore Sistemi informativi SAD Trasporto Locale spa, Bolzano SAD TRASPORTO LOCALE S.p.a. SAD NAHWERKEHR A.G. Maurizio Cachia Direttore Sistemi informativi SAD Trasporto Locale spa, Bolzano La SAD Trasporto Locale S.p.a. Maggior Gestore del TPL in Alto Adige Servizi

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale GiM

Programma ELISA - Proposta progettuale GiM La dinamica del sistema insediativo registrata negli ultimi decenni nei principali comparti territoriali in Italia, con espansione di aree urbane oltre i propri confini e di nuove polarità decentrate (fenomeno

Dettagli

Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino e in Piemonte

Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino e in Piemonte Workshop L INTEGRAZIONE TRA CARD TPL E CARD CIRCUITO NAZIONALE CAR SHARING 31 maggio 2010, Salone di Rappresentanza del Comune di Genova Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino

Dettagli

C P S. Software. Car Plates Server (CPS) è la soluzione sviluppata da SELEA per la

C P S. Software. Car Plates Server (CPS) è la soluzione sviluppata da SELEA per la C P S DATASHEET Software Per postazioni fisse e postazioni mobili Car Plates Server (CPS) è la soluzione sviluppata da SELEA per la memorizzazione, la conservazione, la gestione, la consultazione e la

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

MRC: Nuova Architettura

MRC: Nuova Architettura MRC: Nuova Architettura Release: 1.0 16 febbraio 2014 Autore: Andrea Gualducci MRC: Nuova Architettura Pag. 1 di 12 SOMMARIO MRC: Nuova Architettura... 1 Introduzione...3 Efficienza...3 Deployement...3

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

1. La gestione dei rifiuti con SISTRI: l adozione di So.Ge.R. Pro Sistri. 3. Specifiche del So.Ge.R. Pro Sistri interoperabile e a norma ISO14001

1. La gestione dei rifiuti con SISTRI: l adozione di So.Ge.R. Pro Sistri. 3. Specifiche del So.Ge.R. Pro Sistri interoperabile e a norma ISO14001 DATA: 13 giugno 2011 Descrizione tecnica del software SO.GE.R. Pro Sistri, per la gestione industriale, amministrativa, fiscale e a norma ISO14001/04 dei rifiuti, in base al D.Lgs. n.152/06, e l interoperabilità

Dettagli

Lo sviluppo dei sistemi informativi di bordo aperti, iniziative di standardizzazione e realizzazioni

Lo sviluppo dei sistemi informativi di bordo aperti, iniziative di standardizzazione e realizzazioni BUS&BUS BUSINESS 2009 TAVOLA ROTONDA ANFIA Verona, 18 Novembre 2009 Lo sviluppo dei sistemi informativi di bordo aperti, iniziative di standardizzazione e realizzazioni concrete Vittorio Moreggia www.digigroup.com

Dettagli

LUM&N. LUx Management & maintainer

LUM&N. LUx Management & maintainer Il sistema di telecontrollo su onde radio per una smart city Illuminazione Pubblica Servizio pubblico che consiste nell illuminazione di spazi di libera circolazione. Generalmente è offerto dal Comune

Dettagli

LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI

LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI Esigenza Numerose aziende che operano nel settore della logistica e dei trasporti in conto terzi, nonché le aziende di produzione, che hanno la necessità di

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli