THINK GLOBAL. OPENMIND. FARE IMPRESA PASSIONE.CURIOSITà.INTRAPRENDENZA BILANCIO DI SOSTENIBILITà ANNUAL REPORT INNOVAZIONE DIALOGO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "THINK GLOBAL. OPENMIND. FARE IMPRESA PASSIONE.CURIOSITà.INTRAPRENDENZA BILANCIO DI SOSTENIBILITà ANNUAL REPORT INNOVAZIONE DIALOGO"

Transcript

1 THINK GLOBAL. OPENMIND FARE IMPRESA PASSIONE.CURIOSITà.INTRAPRENDENZA BILANCIO DI SOSTENIBILITà 2 12 ANNUAL REPORT INNOVAZIONE DIALOGO VALORE RESPONSABILE.SVILUPPO SOSTENIBILE

2 Questa edizione del Bilancio di Sostenibilità è dedicata ad Andrea.

3 Prefazione di Elena Salda PAG. 2 Guida alla lettura del bilancio PAG. 4 Orientamento alla sostenibilità PAG. 6 Un anno di sostenibilità PAG. 8 I nostri stakeholder PAG. 10 Piano di sostenibilità PAG. 14 I nostri impegni PAG. 16 La Responsabilità Sociale PAG. 22 Better Factory Better Life PAG. 24 Convention Fornitori PAG. 53 Fattore innovazione PAG. 55 I numeri della Responsabilità Sociale PAG. 56 Promuovere la Sostenibilità PAG. 70 La Responsabilità Economica PAG. 72 Fare impresa in Cina PAG. 75 Organizzarsi per crescere PAG. 77 Investimenti tecnologici PAG. 78 Sintesi dei risultati economici PAG. 80 La Responsabilità Ambientale PAG. 90 Sintesi degli indicatori relativi all ambiente PAG. 95 Sintesi degli indicatori relativi alla salute e alla sicurezza PAG. 99 C.M.S. S.p.A. PAG. 102 Gli stabilimenti di C.M.S. S.p.A. PAG. 106 Profilo del GruppoCMS PAG. 107 La storia: le tappe fondamentali PAG. 109 Vision e Mission PAG. 110 Le Certificazioni PAG. 112 Il Codice Etico PAG. 115 Glossario PAG. 116 Indice dei contenuti GRI-G3 PAG. 120 Contatti PAG. 124

4 PREFAzIONE DI ELENA SALDA Lettera ai nostristakeholder, Essere imprenditori significa anche dover affrontare un anno impegnativo come lo è stato il 2012, reagendo con coraggio e determinazione. Il terremoto, che a maggio ha colpito la nostra terra, e la crisi economica di dimensione globale hanno messo in forte difficoltà tutto il sistema impresa locale. Nonostante ciò, durante il 2012 gli imprenditori emiliani hanno dimostrato di saper far squadra e di essere capaci di collaborare, caparbiamente, per ricostruire e sviluppare un area industriale che si è sempre distinta per qualità e produzione, a livello nazionale ed internazionale. La ripresa è purtroppo lenta e lontana, un percorso in salita, pieno di ostacoli soprattutto per quelle imprese che dopo il terremoto si sono trovate a dover ricostruire quasi tutto. Molte aziende, ancora oggi, stanno lottando nel tentativo di salvare un impegno preso anche verso i propri dipendenti e le loro famiglie, industriali che però non hanno perso fiducia, hanno saputo far rete e continuano a investire con entusiasmo in un avventura in cui credono. Sono convinta, e me lo dice il mio vissuto da giovane imprenditrice e da figlia di un imprenditore, che il ruolo di chi oggi deve guidare un azienda, nonostante la situazione così complessa, debba essere particolarmente focalizzato sul futuro, capace di cogliere le opportunità che il contesto economico attuale può offrire, senza perdere tempo e con convinzione. Per questo abbiamo deciso in C.M.S. S.p.A. di continuare ad investire anche nel 2012 in innovazione, nei giovani e nel processo di internazionalizzazione, già definito qualche anno fa, con l obiettivo di raggiungere una sempre maggior integrazione con i nostri clienti. L innovazione è per un impresa un fattore fondamentale, per lo sviluppo nel tempo del business, per costruire un rapporto unico e preferenziale con i propri clienti e per la ricerca di un vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti. Per noi fare innovazione significa credere fermamente nel progresso e nei benefici che può portare, vuol dire sposare principi come la collaborazione e la trasparenza ma anche e soprattutto credere nelle nuove generazioni. Così nel 2012 abbiamo creato un laboratorio di idee, il Ri.Lab, che ospita un team di giovani ingegneri e tecnici focalizzati su progetti dedicati alle aree dell energia e dell ambiente. L altra iniziativa, che ha caratterizzato fortemente il 2012, è stata sicuramente l inizio dei lavori per la costruzione del nostro nuovo stabilimento, localizzato a Wujiang, nella regione di Suzhou in Cina. Un progetto che ci riempie di orgoglio, coerente con quanto inserito nel piano di sviluppo strategico aziendale di medio lungo periodo, che ci permetterà di essere vicini ai nostri clienti, che operano da tempo sul mercato cinese, ma anche di aprire nuovi percorsi di crescita di business per l azienda. C.M.S. S.p.A. vuole, però, prima di tutto esportare in Cina il proprio modo di fare impresa, basato sui principi fondamentali della Sostenibilità. La nostra scelta di internazionalizzazione porta quindi con sé ciò che ci contraddistingue da sempre, il costante impegno verso la Responsabilità Sociale, Economica ed Ambientale, valori fondamentali parte del nostro DNA, validi sempre ed in ogni conteso, che C.M.S. S.p.A. operi in Italia o all estero. Il nostro bilancio di Sostenibilità vuole, quindi, essere questo: una testimonianza, un impegno verso tutti gli interlocutori di C.M.S. S.p.A., uno strumento di relazione attraverso cui dialogare in maniera trasparente, con l obiettivo di comprendere le aspettative degli stakeholder e di individuare un percorso di crescita responsabile e sostenibile nel tempo, che generi valore costante per tutti gli attori coinvolti. È, comunque, possibile guardare al futuro in maniera positiva, ma è indispensabile che le imprese e la società si facciano insieme carico dei temi della Responsabilità Sociale d Impresa, perché lo sviluppo sarà possibile solo se radicato in una sana e condivisa etica di business. 2 CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2011 CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

5 GUIDA ALLA LETTURA DEL BILANCIO C.M.S. S.p.A. è convinta che il Bilancio di Sostenibilità sia uno strumento importante per rendicontare le attività aziendali realizzate in ambito economico, ambientale e sociale, ed in più sia un modo per incentivare il confronto con tutti i propri stakeholder. Un dialogo che è iniziato diversi anni fa e che ne vede oggi, per il quinto anno consecutivo, la pubblicazione dei risultati. C.M.S. S.p.A. ritiene importante dare a questo documento la più ampia diffusione possibile, distribuendolo ai propri dipendenti, inviandolo ai tutti i principali stakeholder, ma soprattutto mettendolo a disposizione di tutta la comunità, pubblicandolo online sul proprio sito, dove può essere scaricato in versione elettronica, in italiano ed in inglese. Il Bilancio riporta i principi che sono alla base del modo di interpretare il fare impresa di C.M.S. S.p.A., le performance raggiunte, gli obiettivi realizzati rispetto a quanto dichiarato e quelli futuri, i risultati del dialogo con gli stakeholder e i progetti in campo. Particolare evidenza è data alle iniziative riguardanti l ambito sociale, fondamentali per riuscire a creare con i propri dipendenti un rapporto privilegiato ed unico. Il Bilancio annuale di Sostenibilità di C.M.S. S.p.A. contiene tutte le attività svolte nel 2012 ed è stato costruito sulla base delle indicazioni contenute nella norma SA8000 e dei criteri del CSR Lab di Confindustria. Da questa pubblicazione si fa riferimento esplicito agli indicatori ufficialmente riconosciuti a livello internazionale contenuti nel GRI- G3 (versione 3.1). Infine sono state seguite le linee guida della ISO che forniscono un continuo supporto culturale, valorizzando principi come la Responsabilità d impresa, la trasparenza, l etica e il rispetto degli interlocutori, principi fondamentali per un azienda che vuole costruire il proprio futuro per e con le persone. Il glossario in appendice spiega alcuni dei termini tecnici usati. Il Bilancio di Sostenibilità è stato redatto dall Ufficio di Comunicazione, in stretto coordinamento con la Direzione aziendale e il Responsabile RSI, sulla base dei dati e delle informazioni fornite dall Ufficio Risorse Umane, dall Ufficio Amministrazione e Finanza, e dalla divisione Sicurezza e Ambiente. C.M.S. S.p.A. ringrazia, inoltre, tutte le persone che direttamente o indirettamente hanno dato il loro contributo, rendendo questo strumento di verifica un esperienza condivisa. Un grazie quindi a chi ha contribuito durante tutto l anno, a chi ci ha spronato a far meglio, a chi ci ha regalato intuizioni ed idee ed anche a chi ci ha soltanto ascoltato. Grazie e buona lettura! strumento stakeholder risultati responsabilità fareimpresa dialogare verifica principi ambientale sociale economica visione RSI rendicontazione valore 4 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

6 ORIENTAMENTO ALLA SOSTENIBILITÀ AREE AZIENDALI CMS SPA AMBIENTE e SICUREZZA DIREZIONE SUPPLY CHAIN Certificazione ISO Osservanza e monitoraggio normative sicurezza AMMINISTRAZIONE E FINANZA COMUNICAZIONE PRODUZIONE QUALITÀ RICERCA PER L INNOVAZIONE RISORSE UMANE SALES & MARKETING Trasparenza rapporti bancari Incontri periodici Customer satisfaction Preventivazione Verifica rispetto tempi cons. Scouting nuovi settori merceologici Gestione in ottica QCD Partnership con fornitori selezionati Condivisione dei feed-back del cliente finale in ottica di miglioramento Convention fornitori annuale Riduzione degli impatti ambientali sui trasporti House organ e newsletter Mezzi di comunicazione interna Strategia aziendale Valutazione nuovi business D.Lgs 231/01 Codice etico Cultura e valori aziendali Valorizzazione territorio Espansione sul territorio Donazioni e filantropia Sponsorizzazioni a società sportive Obiettivi agenda UE 2020 Responsabilizz. trasversale ai valori ambientali Gestione differenziata dei rifiuti Condivisione strategia e obiettivi Efficienza aziendale e rendimenti Tutela del valore Studio esigenze future Ricerca nuovi fonti di energia Rapporti con l università Bilancio di sostenibilità Certificazione SA8000 Questionario clima aziendale Corsi di formazione e aggiornamento Iniziative di conciliazione casa-lavoro Iniziative di sensibilizzazione alla salute Asilo nido aziendale a servizio del territorio Centro estivo Green Summer a servizio del territorio Rapporti con le scuole e l università Snellimento processi Certificazione ISO9001 Focalizzazione sull efficienza energetica Smaltimento rifiuti secondo normative Dashboard Verifica periodica forniture Legenda STAKEHOLDER COINVOLTI CLIENTI DIPENDENTI FORNITORI AZIENDE DEL GRUPPO COMUNITÀ E TERRITORIO AMBIENTE ISTITUTI DI CREDITO AZIONISTI NUOVE GENERAZIONI 6 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

7 UN ANNO DI SOSTENIBILITÀ Ri.Lab automedica all Ospedale di Vignola Donazione Montaggio innovazione in 20 progetti Customer satisfaction analysis: interviste a 50 clienti 10 Modula per una maggiore efficienza nella gestione logistica euro investimenti in macchinari 2240 ore dedicate all IntroduzioneSap 80 fornitori alla quarta convention annuale 6 case in legno come aiuto per il terremoto a Mirandola nuovi +7,5% assunti 7000 ore 183 dipendenti di formazione per 3368 ore di formazione per la sicurezza 56 bimbi per un giorno in ufficio con mamma e papà Progetto Sani stili di vita fondazione Veronesi e Sodalitas 99% in collaborazione con dipendenti partecipanti alla Analisi del Clima Progetto di riqualificazione energetica per 3100mq - 12,21% riduzione produzione totale rifiuti 12 mesi sogno per realizzare il nostro in Cina Oltre investimento in progetti internazionali 20 stagisti ospitati nel 2012 Uno spettacolo Teatro in esclusiva a per tutti i dipendenti delle aziende del Gruppo 8 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

8 I NOSTRI STAKEHOLDER C.M.S. S.p.A. è convinta che una crescita responsabile sia la premessa indispensabile per la creazione di valore costante e sostenibile nel tempo. Stabilire un dialogo aperto e positivo con gli stakeholder è importante per poter definire delle azioni concrete ed efficaci, capaci di creare le condizioni ideali per lo sviluppo. Questa premessa è condivisa da tutte le aziende del Gruppo, di cui C.M.S. S.p.A. è capofila, che a partire dalla redazione di questo bilancio verranno trattate come una nuova categoria di stakeholder. Attraverso molteplici iniziative di dialogo e identificando opportunità specifiche per ogni categoria di interlocutori, C.M.S. S.p.A. ha definito la propria strategia di Sostenibilità. CLIENTI OPPORTUNITÀ - Realizzare progetti e processi che permettano di fornire il miglior prodotto in termini di progettazione, qualità, realizzazione meccanica e di processo. - Attuare sempre nuove politiche di customer satisfaction. - Impegnarsi nell innovazione a 360. INIZIATIVE DI DIALOGO - Apertura tavoli di collaborazione per aumentare l integrazione con i clienti. - Realizzazione annuale di una customer satisfaction analysis. - Collaborazione con diverse università per realizzare progetti nel campo dell innovazione e della ricerca. AMBIENTE NUOVE GENERAZIONI DIPENDENTI OPPORTUNITÀ - Investire nella formazione dei propri dipendenti ad ogni livello. - Attuare politiche di talent development/scouting. - Ampliare il progetto Better Factory Better Life attraverso nuove iniziative. GRUPPO AZIENDE DEL CLIENTI DIPENDENTI INIZIATIVE DI DIALOGO - Incrementare le opportunità di confronto diretto. - Stimolare la proattività dei dipendenti sulle tematiche della sostenibilità. - Realizzazione annuale dell analisi del clima e focus group dedicati di approfondimento. FORNITORI AZIONISTI COMUNITA E TERRITORIO ISTITUTI DI CREDITO FORNITORI OPPORTUNITÀ - Fornire occasioni di sviluppo del business. - Costruire un percorso che permetta una maggiore integrazione. INIZIATIVE DI DIALOGO - Stimolare attraverso il confronto l attitudine a innovare e ad essere meglio organizzati. - Sensibilizzare i fornitori verso le tematiche della sostenibilità in tema di supply chain. - Convention fornitori. 10 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

9 I NOSTRI STAKEHOLDER AZIONISTI OPPORTUNITÀ - Creare reale valore sostenibile. - Ampliare le possibilità di investimento. INIZIATIVE DI DIALOGO - Stimolare il dialogo tra le parti per ottenere una visione condivisa delle possibilità di sviluppo e individuare nuovi percorsi di crescita. - Partecipazione ad incontri e progetti in Confindustria con l obiettivo di condividere le esperienze e confrontarsi sull evoluzione dello scenario economico. AZIENDE DEL GRUPPO OPPORTUNITÀ - Creare sinergie di Gruppo. - Sviluppare nuovi progetti. INIZIATIVE DI DIALOGO - Condividere skill e know how in tavoli di lavoro dedicati. - Condividere best solutions. - Attivare progetti di collaborazione e talent recruiting con diverse Università. COMUNITÀ E TERRITORIO OPPORTUNITÀ - Realizzazione di progetti concreti per la comunità locale. - Partecipazione attiva alla vita e alle problematiche del territorio. - Impegno a migliorare il contesto locale. INIZIATIVE DI DIALOGO - Stimolare le sinergie possibili tra pubblico e privato. - Aumentare le comunicazioni e le opportunità di incontro. - Incontri e partecipazione al Club delle Imprese Modenesi per la Responsabilità Sociale d Impresa. - Incontri tematici di approfondimento con Fondazione Veronesi e Fondazione Sodalitas. NUOVE GENERAZIONI OPPORTUNITÀ - Creare opportunità di inserimento. - Incrementare know how aziendale. INIZIATIVE DI DIALOGO - Costruire percorsi di crescita. - Stimolare il dialogo sull innovazione. ISTITUTI DI CREDITO OPPORTUNITÀ - Costruire insieme un modello economico di impresa sostenibile. - Operare come Partner sul mercato internazionale. INIZIATIVE DI DIALOGO - Tavoli di confronto dedicati agli investimenti finanziari. - Condivisioni di best practise. - Presentazione piano strategico e risultati economici finanziari in incontri dedicati. AMBIENTE OPPORTUNITÀ - Realizzare progetti concreti per diminuire l impatto ambientale. - Impegnarsi a studiare l impiego delle energie alternative. INIZIATIVE DI DIALOGO - Dialogo aperto con le istituzioni preposte al controllo. - Partecipazione a progetti e confronti mirati alla sensibilizzazione ambientale. 12 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

10 PIANO DI SOSTENIBILITÀ L approccio di C.M.S. S.p.A. alla Sostenibilità si basa sulla convinzione che le azioni realizzate in ambito sociale, ambientale ed economico, permettano di ottenere un vantaggio competitivo distintivo per l azienda e diano la possibilità di generare valore aggiunto. Il piano di Sostenibilità di C.M.S. S.p.A. riflette le priorità definite dall azienda nei diversi ambiti della Responsabilità Sociale d Impresa. Better Factory Better Life Emissioni CO 2 Innovazione Internazionalizzazione Talenti Sostenibilità Dedicarsi ad innovare sempre ed in tutti gli ambiti, Rendere Better Factory Better Life un progetto aperto, condiviso, dinamico e sempre più vicino alle aspettative dei propri dipendenti Impegnarsi sempre più a ridurre le emissioni di CO 2 e l impatto ambientale della produzione nella progettazione, nei processi e nelle soluzioni tecnologiche Continuare il processo di internazionalizzazione come via preferenziale per crescere Impegnarsi sempre più verso le nuove generazioni e nella valorizzazione dei talenti Promuovere la sostenibilità all interno della catena di fornitura 14 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

11 I NOSTRI IMPEGNI 2012 Di seguito gli impegni che C.M.S. S.p.A. si è presa nel 2012 e lo stato di avanzamento dei singoli progetti. IN FASE DI PROGETTAZIONE IN FASE DI START UP IN FASE DI COMPLETAMENTO COMPLETATO NON COMPLETATO STAKEHOLDER OBIETTIVI 2012 LIVELLO AL 31/12/2012 DIPENDENTI Ideazione di un progetto, di durata triennale, finalizzato alla realizzazione di attività operative per facilitare la conciliazione dei tempi di lavoro con quelli della famiglia. TIMING COMMENTO CHIUSURA 2015 Progetto definito e in attesa che vengano pubblicati bandi dedicati a queste tematiche. DIPENDENTI Realizzazione di un progetto, che avrà durata triennale, finalizzato a concretizzare effettive pari opportunità tra uomo e donna Progetto definito e in attesa che vengano pubblicati bandi dedicati a queste tematiche. RESP. SOCIALE DIPENDENTI FORNITORI COMUNITA' DIPENDNETI Orientare la formazione del personale a considerare trasversale a tutte le aree la sostenibilità aziendale. Orientare la catena di fornitura verso l applicazione delle linee guida della sostenibilità aziendale. Partecipare ad un progetto di Fondazione Sodalitas per iniziative di Eco-Sostenibilità quali efficienza energetica, riduzione Co 2, fonti rinnovabili. Partecipare ad un progetto di Fondazione Sodalitas e dell'istituto Veronesi sulla Promozione della Salute Realizzate attività di formazione inerenti alla SA8000 e definiti specifici Kpi per sensibilizzare tutti verso le tematiche della sostenibilità Sono stati identificati degli indicatori funzionali a mappare i livelli di sostenibilità dei fornitori In fase di studio di fattibilità Nel 2012 sono state trattate le tematiche relative ai Sani Stili di Vita. DIPENDENTI Implementazione strumento per la valorizzazione delle risorse umane Utilizzo del tool Skill Matrix per la mappatura e valorizzazione delle competenze dei dipendenti. DIPENDENTI Strutturazione di un progetto di Coaching della durata di due anni dedicato ai membri del Comitato Operativo Realizzazione di un progetto per identificare le competenze manageriali funzionali per raggiungere obiettivi professionali. NUOVE GENERAZIONI DIPENDENTI COMUNITA' CLIENTI FORNITORI Progetto accoglienza Young talent Inserimento di 20 stagisti in aree aziendali diverse di cui 3 sono stati assunti. Community day - Mirandola 2012 Realizzazione di un'attività a supporto dei terremotati di Mirandola. Montaggio di case in legno effettuato dai dipendenti di C.M.S. vicino all'ospedale. Progetto Cina: realizzazione di un nuovo stabilimento industriale 2013 Realizzazione entro aprile RESP. ECONOMICA CLIENTI FORNITORI CLIENTI FORNITORI CLIENTI NUOVE GENERAZIONI CLIENTI FORNITORI Supporto alla Start-up produttiva all estero di un cliente multinazionale Obiettivo collaborare sinergicamente con i clienti worldwide, in fase di realizzazione. Polo di produzione e gestione ricambistica nel settore riempimento Creata divisione ad hoc. Progetto di Laboratorio di Ricerca per l Innovazione, centro di eccellenza tecnologica Realizzazione della Divisione Ri-Lab. Magazzino centralizzato automatico Identificata area utilizzabile ed eseguito layout architettonico. In fase di progettazione l'automazione interna. 16 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

12 I NOSTRI IMPEGNI 2012 IN FASE DI PROGETTAZIONE IN FASE DI START UP IN FASE DI COMPLETAMENTO COMPLETATO NON COMPLETATO RESP. AMBIENTALE RESP. ECONOMICA STAKEHOLDER OBIETTIVI 2012 LIVELLO TIMING COMMENTO AL 31/12/2012 CHIUSURA CLIENTI Nuovo reparto tuberie Investimento in un macchinario dedicato alla piegatura dei tubi e accordo con l'azienda Maco per la disponibiltà di utilizzo di una loro area e supporto nella fase di lavorazione. CLIENTI FORNITORI Implementazione sistema SAP Individuazione del erp e del partner consulenziale per l'implementazione.attività di mappatura di tutti i processi aziendali. CLIENTI FORNITORI CLIENTI FORNITORI TUTTI GLI STAKEHOLDER TUTTI GLI STAKEHOLDER TUTTI GLI STAKEHOLDER TUTTI GLI STAKEHOLDER TUTTI GLI STAKEHOLDER Implementazione di Magazzini Verticali "Modula" Aumento dell'efficienza logistica Nuove attrezzature per la Sala Metrologica La sala metrologica è stata incrementata di nuove tecnologie ZEISS per coprire diversi campi di misura e particolari esigenze di flessibilità e precisione. L obiettivo generale dell anno è l avvicinamento all Agenda UE 2020, che prevede la promozione della crescita più verde e socialmente inclusiva. Aumentare efficienza energetica, la cui unità di misura sarà la diminuzione di CO 2 prodotta Implementazione di attività volte al rispetto della direttiva europea Attivate procedure che hanno permesso una riduzione della CO 2. Studio per quanto riguarda l utilizzo delle tecnologie di produzioni di energia da fonti rinnovabili e la conversione della flotta aziendale verso motorizzazioni ecologiche In fase di analisi. Individuazione di sistemi innovativi per il risparmio energetico Selezionato sistema My Leaf. Riduzione del consumo di energia elettrica Riduzione ottenuta principalmente tramite la riqualificazione energetica di 3100mq di stabilimento. 18 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

13 I NOSTRI IMPEGNI 2013 Nel 2013 C.M.S. S.p.A. si pone alcuni nuovi obiettivi per aumentare il proprio impegno in termini di Sostenibilità. STAKEHOLDER OBIETTIVI 2013 TIMING COMMENTO RESP. SOCIALE RESP. AMBIENTALE RESP.ECONOMICA DIPENDENTI COMUNITA' TUTTI GLI STAKEHOLDER Realizzazione di una ludoteca e centro giochi Obiettivo coerente con le attività di welfare aziendali attivate sino ad ora. Costituire il Comitato per la Corporate Social Responsabilty Un Board dedicato ad alimentare il dialogo durante tutto l'anno con gli stakeholder e sensibilizzarli verso le temtiche della sostenibilità. DIPENDENTI Migliorare la soddisfazione dei dipendenti rilevata tramite l'analisi del clima Attuazione di tutte le azioni correttive individuate e condivise in plenaria. TUTTI GLI STAKEHOLDER DIPENDENTI TUTTI GLI STAKEHOLDER NUOVE GENER. DIPENDENTI DIPENDENTI AZ. CONSOCIATE Realizzazione di un focus group multistakeholder - World Cafè Progetto realizzato con l'obiettivo di comprendere meglio le aspettative di tutti gli stakeholder. Introduzione di un progetto che premi i dipendenti che propongono soluzioni innovative in tutti gli ambiti lavorativi Progetto atto ad incentivare l'innovazione nei processi e nelle soluzioni meccaniche. Introduzione di sistemi di misurazione - kpi specifici per il Bilancio di Sostenibilità Progetto in collaborazione con il Club RSI. Ideazione di un progetto di talent scouting Obiettivo raggiungibile tramite collaborazione con Università e Istituzioni pubbliche. Implementazione di un progetto di comunicazione interna dedicato 2013 Obiettivo aumentare la comunicazione di Gruppo. all'integrazione della nuova realtà di C.M.S. China. FORNITORI Introduzione di una scheda per valutare livello di sostenibilità dei fornitori In concomitanza con l'introduzione del sistema Sap. DIPENDENTI Sviluppo del progetto Better Factory Better Life Nuove convenzioni ed iniziative. DIPENDENTI Ideazione ed implementazione di un progetto di "volontariato aziendale" Coinvolgimento diretto del Consiglio di Direzione e del Comitato Operativo. COMUNITA' DIPENDENTI Seconda parte del progetto di Coaching Progetto dedicato a tutti i componenti del Comitato Operativo. DIPENDENTI COMUNITA' Realizzazione del Community Day Realizzare un community day che sia legato ad in progetto indirizzato alla comunità. FORNITORI Ottimizzazione della catena di fornitura Progetto di razionalizzazione e valorizzazione dei fornitori. TUTTI GLI STAKEHOLDER TUTTI GLI STAKEHOLDER Progetto di analisi dei costi e di incremento dell'efficienza per aumentare il vantaggio In fase di studio. competitivo. Certificazione UNI EN ISO DIPENDENTI Realizzare una campagna di Green office Progetto per sensibilizzare tutti i dipendenti verso le tematiche del risparmio delle risorse sui luoghi di lavoro. TUTTI GLI STAKEHOLDER TUTTI GLI STAKEHOLDER Attivare nuovi sistemi di monitoraggio e controllo My Leaf e Fog Control Sostituzione lampade obsolete con lampade a risparmio energetico. Installazione sensori di presenza e temporizzatori in aree poco frequentate. Efficientamento Cabina Elettrica CMS2. Riduzione produzione rifiuti In riferimento alle emulsioni oleose. DIPENDENTI Progetto ambito Salute DIPENDENTI Certificazione OHSAS Certificazione sulla salute e sicurezza dei lavoratori. DIPENDENTI DIPENDENTI Attività di sensibilizzazione e motivazione di team leader e Resp. Area/Reparto in materia di sicurezza sul lavoro (progetto Based Behavior Safety ). Riduzione indice Gravità Infortuni <= 0,40 (ottenuto come rapporto tra numero di giorni di assenza per infortuni e ore lavorate effettive) Organizzazione incontri programmati con team leader Andamento monitorato mensilmente tramite dashboard e specifico kpi. 20 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

14 POSITIVITÀ TEAMWORK. APPARTENENZA ASCOLTO. ONESTÀ TALENT SCOUTING RISPETTO DEI RUOLI CORTESIA. CONDIVISIONE. MERITO RESPONSABILITÀ. PARI OPPORTUNITÀ. CONCRETEZZA COLLABO- RAZIONE C O I N V O L G I M E N T O +7,5% nuovi 7000 ore 183 dipendenti di formazione per 99% Ri.Lab assunti dipendenti partecipanti alla Analisi del Clima 300 libri nella biblioteca aziendale IV C.M.S. community per 297 dipendenti convention annuale per i fornitori innovazione in 20 progetti 20 stagisti ospitati nel 2012 LA RESPONSABILITÀ SOCIALE 22 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

15 LA RESPONSABILITÀ SOCIALE La Responsabilità Sociale rappresenta per C.M.S. S.p.A. il cuore della propria strategia di Sostenibilità. La cultura di impresa dell azienda si fonda sul principio che non esista crescita sostenibile nel tempo, senza rispetto per il territorio, senza la condivisione di obiettivi comuni con tutti gli interlocutori. C.M.S. S.p.A. investe ogni anno in progetti che possano arricchire la propria relazione con tutti gli stakeholder e attraverso il dialogo e il confronto cerca di tradurre in azioni concrete le diverse aspettative. In particolare per i dipendenti ha creato un progetto importante, Better Factory Better Life, attivo dal 2011, che permette all azienda di mettere a disposizione dei propri collaboratori un programma ricco di proposte, ampliate di anno in anno. Questo programma, sempre in continua evoluzione, rappresenta l attenzione speciale che l azienda ha nei confronti dei propri collaboratori ed il tentativo di aumentarne sempre di più il livello di soddisfazione e fidelizzazione. Inoltre nei rapporti con i dipendenti vengono applicate tutte le norme incluse nella SA8000, certificazione che l azienda possiede dal Nel 2012 C.M.S. S.p.A. ha, anche, realizzato diverse iniziative dedicate alla valorizzazione delle risorse interne, all inserimento dei giovani in azienda, alla formazione e ha posto un focus importante sull innovazione, in termini di introduzione di nuovi processi e tecnologie. Infine sentendo forte il legame con il territorio di cui fa parte, l azienda si è impegnata in alcuni progetti a sostegno della comunità, a conferma che insieme si può crescere. BETTER factory BETTER life LA RESPONSABILITÀ SOCIALE WORK LIFE BALANCE WORK IN PROGRESS WORK TOGETHER COMMUNICATION AT WORK 24 C.M.S. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012

16 IN PRIMO PIANO Pagina 06 Pagina 11 PROGETTO COACHING Un esperienza corale In azienda con mamma e papà BIMBI IN UFFICIO 2012 LA RESPONSABILITÀ SOCIALE GREEN SUMMER L estate di oltre 100 bambini a Marano sul Panaro Pagina 15 NUOVE GENERAZIONE Dallo stage all inserimento in azienda Pagina 46 Pagina BETTER factory BETTER life FESTA DI FINE ESTATE Nel backstage della festa di fine estate per conoscere i protagonisti COMUNICAZIONE Dalla bacheca al dashboard informazione costante BETTER factory BETTER life CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

17 Editoriale Il valore delle parole Costruire un modello di crescita economica che si basi sulla soddisfazione dei propri stakeholder ed in particolare dei propri collaboratori è possibile. C.M.S. S.p.A. attraverso il progetto Better Factory Better Life realizza varie iniziative per sostenere e premiare i propri dipendenti e le loro famiglie. L obiettivo è creare un circolo virtuoso per il quale solo con dipendenti motivati e valorizzati l azienda può generare valore aggiunto, poi da distribuire fra i propri stakeholder. Strutturare un piano di welfare aziendale davvero efficace, significa ampliare la visuale e considerare anche il mondo familiare dei dipendenti, soprattutto in riferimento al bilanciamento tempi casa-lavoro. Per meglio comprendere le esigenze e le aspettative dei collaboratori vengono realizzate, durante l intero anno, diverse attività di ascolto e dialogo, come ad esempio l analisi del clima e la realizzazione di focus group dedicati a specifiche tematiche. Il progetto Better Factory Better Life è stato premiato nel 2011, dalla Provincia di Modena per la Responsabilità Sociale d Impresa nella categoria Qualità e Sicurezza del Lavoro, Capitale Umano e Relazioni con i Dipendenti. Si è inoltre classificato come finalista alla nona edizione del Sodalitas Social Award, nella categoria Iniziative a sostegno del valore. Grazie a questo risultato C.M.S. S.p.A. ha potuto partecipare, il 15 Maggio 2012, ad un udienza privata del Presidente della Repubblica Napolitano, che ha ricevuto una rappresentanza di aziende che aderiscono alla Fondazione Sodalitas, considerate all avanguardia ed esempio di eccellenza rispetto ai temi della Responsabilità Sociale d Impresa. WORK LIFE BALANCE 06 Asilo nido aziendale 06 Centro estivo 07 Convenzioni 07 Orario flessibile - Banca ore 07 Benefit 07 Biblioteca aziendale WORK IN PROGRESS 08 I 10 impegni 11 Progetto Coaching 12 Skill matrix 13 Formazione 14 Giornata dei neo assunti 15 L attenzione per le nuove generazioni WORK TOGETHER 16 Analisi del clima aziendale 19 C.M.S. Community COMMUNICATION AT WORK 24 House organ 24 Newsletter 25 Regolamento aziendale 25 Busta paga online 25 Plenarie 25 Dashboard 25 Bacheche 26 Intranet Aziende all avanguardia ed esempio di eccellenza rispetto ai temi della Responsabilità Sociale d Impresa LA RESPONSABILITÀ SOCIALE BETTER factory BETTER life CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

18 Figli di dipendenti e collaboratori PART TIME RETTE DIPENDENTI GRUPPO CMS Part-time 230,00 euro Full-time 250,00 euro FULL COLLABORATORI E TIME NON DIPENDENTI RESIDENTI A MARANO SUL PANARO Part-time 325,00 euro Full-time 345,00 euro NON DIPENDENTI RESIDENTI IN ALTRI COMUNI Part-time 485,00 euro Full-time 505,00 euro Bambini residenti nel Comune di Marano Asilo nido aziendale Il paese dei colori è il nome dell asilo nido aziendale, attivo dal 2007 per rispondere alle necessità dei dipendenti e delle famiglie del territorio. I figli dei dipendenti hanno la possibilità di usufruire di questo servizio a tariffe agevolate e con priorità d accesso. L asilo ogni anno accoglie anche molti bambini residenti a Marano sul Panaro e zone limitrofe (circa il 65%), grazie ad un accordo con il Comune. Questo progetto rappresenta la concreta possibilità di collaborazione tra pubblico e privato, con l obiettivo comune di migliorare il benessere generale della comunità. Proprio per venire incontro alle richieste sempre maggiori di inserimento, nel 2011, con il rinnovo dell autorizzazione al funzionamento, l asilo ha anche ottenuto la possibilità di incrementare il numero dei bambini accolti da 35 a 42, riuscendo così, almeno in parte, ad accogliere alcune domande in esubero. LA RESPONSABILITÀ SOCIALE C.M.S. ha ideato diverse iniziative per sostenere i propri dipendenti nel bilanciamento vita lavoro. Work life balance QUESTIONE DI EQUILIBRIO Migliorare il bilanciamento del tempo casa-lavoro dei dipendenti è fondamentale per C.M.S. S.p.A. Un buon equilibrio incrementa sicuramente l attenzione e il coinvolgimento nell attività lavorativa, generando un solido rapporto di fiducia. Centro estivo Green Summer Il centro estivo, Green Summer, attivo dal 2010, è un progetto realizzato per ampliare le proposte per i figli dei dipendenti, ed è aperto anche per i bimbi residenti a Marano sul Panaro. Il centro estivo si svolge nella casa di campagna, ad uso foresteria, dell azienda, Casa Bonettina. I bambini possono, così, giocare all aperto, nuotare nelle piscine, fare laboratori artistici ed entrare in contatto con gli animali, come ad esempio i cavalli, sempre seguiti da educatrici esperte e preparate. Green Summer è, infatti, gestito dalla stessa Società che si occupa del nido aziendale, permettendo così la continuazione del progetto educativo. Nel 2012, nei mesi di luglio, agosto e settembre sono stati accolti più di 100 bambini, tra i 3 e 6 anni (max 25 bambini a settimana). 05 BETTER factory BETTER life BETTER factory BETTER life CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

19 Convenzioni Ogni anno, in base alle richieste espresse dai dipendenti, C.M.S. S.p.A. attiva delle convenzioni speciali, usufruibili dai dipendenti e dai loro familiari. Nel 2012 sono stati attivati i seguenti servizi: Convenzione con negozio di Vignola per acquisti di materiale sportivo. Work in progress LA RESPONSABILITÀ SOCIALE Contributo per l acquisto di abbonamenti per i corsi invernali organizzati dallo Sci Club di Vignola per i figli di dipendenti dai 4 ai 12 anni. Accordo stipulato con Emilia Romagna Teatro Fondazione, ERT, per l acquisto agevolato di biglietti ed abbonamenti per le rappresentazioni tenute al Teatro Ermanno Fabbri di Vignola e al Teatro Dadà di Castelfranco per tutti i dipendenti del GruppoCMS. Convenzione con la scuola di musica, associazione Effetto Musica, che permette ai figli e nipoti dei dipendenti e a tutti i bambini iscritti all Asilo Nido Il Paese dei colori, di avere tariffe agevolate per frequentare corsi collettivi o individuali secondo il metodo Yamaha. I corsi sono dedicati a bambini dai 3 ai 12 anni di età. Un azienda per essere realmente dinamica e pronta a raccogliere le sfide che lo scenario economico nazionale ed internazionale impone, deve saper valorizzare una delle risorse più importanti che possiede: le persone. Sicuramente per C.M.S. S.p.A. il Capitale Umano rappresenta il fattore determinante per poter affrontare nuove sfide in termini di flessibilità ed innovazione, funzionali allo sviluppo responsabile dell azienda. Nel 2012 l azienda ha realizzato diverse iniziative volte a valorizzare le competenze dei propri collaboratori, come ad esempio il progetto di coaching e l implementazione di un software per la valutazione delle skill professionali. Orario flessibile e Banca ore Sempre per facilitare la gestione della famiglia o per andare incontro ad esigenze di carattere religioso, C.M.S. S.p.A. rende disponibile ai propri collaboratori la possibilità di avere un orario flessibile da concordare con i propri responsabili e le Risorse Umane. Inoltre è stata istituita una banca ore per la compensazione dei tempi di lavoro in relazione alle esigenze personali. Benefit C.M.S. S.p.A. mette a disposizione dei propri dipendenti alcuni benefit, che vengono ampliati ogni anno. Contributo ai futuri sposi Contributo per la nascita di un figlio Convenzioni mensa Convenzioni per attività sportive Disponibilità di spazi per attività ricreative personali Riconoscimenti speciali per anzianità aziendale Ottimale destinazione del TFR Biblioteca aziendale A disposizione dei dipendenti, in azienda nei momenti di pausa e con la possibilità di prestito a casa, è stata istituita la biblioteca aziendale dotata di più di 300 titoli suddivisi per argomento, recensiti e inseriti in una banca dati accessibile dalla rete intranet. I libri, per la biblioteca, possono essere anche acquistati dall azienda su diretto suggerimento dei dipendenti. Il progetto dei 10 impegni sottolinea l importanza che per C.M.S. S.p.A. ricopre il saper lavorare insieme, ogni giorno in maniera collaborativa e costruttiva, e rappresenta un fondamentale valore aziendale ed un elemento distintivo. Questa iniziativa, già in essere dal 2011, coinvolge, a livello di formazione, direttamente tutti i componenti del Comitato Operativo. Il progetto e le sue performance vengono monitorati tramite un kpi inserito nel dashboard aziendale. Nel 2012 si è posta particolare attenzione sulle valutazioni del Consiglio di Direzione nei confronti dell operato del Comitato Operativo. Durante l intero anno sono stati organizzati cicli di incontri atti a stimolare e supportare positivamente i comportamenti delle persone ed aiutarle a migliorare le loro performance. Dai meeting sono emersi alcuni suggerimenti significativi, come l importanza di programmare frequenti momenti di confronto ma anche vere e proprie idee che hanno portato alla realizzazione di nuovi progetti come Ben Fatto..!, relativo alla premiazione dell iniziativa del singolo che si attiva autonomamente per risolvere piccole o grandi problematiche lavorative. 07 BETTER factory BETTER life BETTER factory BETTER life CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

20 i 10 impegni su cui lavorare sono COMUNICARE UNA DECISIONE / OBIETTIVO, ovvero esprimere chiaramente le attese relative ai fatti e alle persone, fornendo i criteri alla base della decisione e assumendosi la responsabilità della decisione. PARLARE IN PUBBLICO, intesa come utilizzare i due piani della comunicazione (logico ed emotivo) e la giusta enfasi, adeguata alla visione che dobbiamo trasmettere agli interlocutori. LA RESPONSABILITÀ SOCIALE CONDURRE UNA RIUNIONE, intesa come: preparare le riunioni con dati dichiarare gli obiettivi da raggiungere per assicurarne l efficacia e l efficienza garantire alle persone le migliori condizioni per partecipare ponendo attenzione alle relazioni ASSEGNARE UN INCARICO, intesa come: valutare il profilo dell incaricato, le sue conoscenze e competenze, i risultati ottenuti prevenire potenziali conflitti di ruolo spiegare le motivazioni alla base dell incarico, dichiarando le aspettative fornire gli strumenti necessari all esecuzione dell incarico chiarire l area di responsabilità e l autorità derivante dall incarico mettere in evidenza le opportunità stimolare l assunzione di un punto di vista collettivo garantire l apporto di tutti utilizzare gli strumenti adeguati (voce, atteggiamento, presentazioni ed immagini) assicurare che la conclusione della riunione sia chiara e che ne consegua un piano d azione FAR LAVORARE IN SQUADRA, ovvero come dare l esempio di lavoro di squadra, rispettando e facendo rispettare i ruoli e le Responsabilità; dare feedback onesti e sollecitare i collaboratori a fare lo stesso. AFFRONTARE UN CONFLITTO ovvero come fare in modo che non si generi lo scontro, cercando una soluzione condivisa attraverso la comunicazione e la negoziazione; non attribuire pubblicamente torti o ragioni; non alimentare l emotività negativa; riaffermare le priorità (scopi ed obiettivi, qui e ora). VALUTARE, ovvero giudicare il lavoro svolto con tempestività e puntualità, dando feedback espliciti ed evitando di esprimere critiche o giudizi sulla persona; dare eguale enfasi e peso sia alla valutazione positiva sia a quella negativa; la valutazione dei risultati deve essere basata su: obiettivi dichiarati parametri noti fatti osservati riscontri dei clienti elementi misurabili mettere in luce le potenzialità delle persone coinvolte raggiungere un miglioramento nelle performance dell intero gruppo SOSTENERE, intesa come ascoltare attivamente per comprendere i singoli bisogni di aiuto, tenersi informati sul lavoro dei collaboratori e dare importanza alla loro formazione CELEBRARE, ovvero condividere con i collaboratori la soddisfazione, la felicità e l entusiasmo per un successo; evidenziare ogni successo con tempestività e chiarezza; stimolare e sollecitare gli apprezzamenti, i commenti e i pareri positivi RAPPRESENTARE L AZIENDA (nei confronti di clienti, fornitori, istituzioni, visitatori), intesa come esprimere con il linguaggio e il comportamento la volontà di: collaborazione, vicinanza/calore, flessibilità, disponibilità al cambiamento, credibilità; inoltre utilizzare gli standard comunicativi aziendali (formati, modelli, termini) 09 BETTER factory BETTER life BETTER factory BETTER life CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT 2012 CMS BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ - ANNUAL REPORT

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA Ottobre 12 Si ringrazia La professione della CSR in Italia Pag. 1 Si ringraziano SAS è presente in Italia dal 1987 ed è la maggiore società indipendente di software e

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli