Il Car Sharing a Torino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Car Sharing a Torino"

Transcript

1 Il Car Sharing a Torino FORUM PA 24 maggio 2007 Flaminio Orazzini

2 Il contesto attuale Forte domanda di mobilità Insufficienza dei trasporti pubblici locali Forte impatto dei veicoli privati sul tessuto urbano Difficoltà crescente di circolazione e di parcheggio

3 Il contesto attuale- limiti alla circolazione veicoli privati Anzianità del parco circolante italiano Peso elevato dei veicoli non ecologici Elevato tasso di inquinamento cittadino conseguenza Piano anti smog Introduzione di barriere e vincoli alla circolazione Limiti alla mobilità individuale

4

5 L auto al centro dei nostri problemi Auto mia quanto mi costi? Il caro assicurazione Non trovo parcheggio La benzina aumenta

6 Il car sharing: obiettivi Diminuire la congestione del traffico Migliorare l impatto ambientale Fluidificare l accesso alle aree regolamentate della città Ridurre il numero di auto private parcheggiate Offrire una modalità di trasporto individuale sostenibile

7 I vantaggi del car sharing Economici l utente paga solo i costi di uso, con un risparmio di oltre il 30% rispetto all utilizzo di una auto di proprietà se percorre circa 7-8 mila km all anno

8 I vantaggi del car sharing Ambientali mediamente un auto in car sharing sostituisce fino a 8 auto private con una riduzione delle emissioni inquinanti una minore occupazione di spazio pubblico una riduzione sui volumi di traffico complessivi

9 I vantaggi del car sharing Versatilità d uso mette a disposizione una flotta di veicoli diversificata ( dalla city car al monovolume) auto distribuite sul territorio nei punti nevralgici aree di sosta riservate, raggiungibili in 5-7 minuti a piedi veicoli in perfette condizioni di efficienza

10 Il car sharing come servizio di interesse pubblico Per l azione di prevenzione e di riduzione delle emissioni inquinanti dei veicoli a motore : I Comuni e le Province possono istituire il servizio car sharing come servizio complementare al trasporto pubblico locale I Gestori attraverso la costituzione di società a capitale misto pubblico o privato assumono l incarico di espletare il servizio

11 Il Car Sharing a Torino: CAR CITY CLUB Il comune di Torino ha aderito all iniziativa I.C.S. ed ha incaricato l azienda di trasporti GTT per la gestione del servizio di Car Sharing sul territorio urbano. In seguito alla gara di appalto indetta da GTT per la gestione del servizio è nata srl, costituita da GTT S.p.A. con il 51% di quota, SAVARENT S.p.A. con il 33% e Autoservizi M. Canuto con il 16%.

12 Schema funzionale del servizio GSM GPS Viva Voce Lettore Card Colleg. sensori Stato carica batteria Portiere... Vetture Servizi: Rifornimento Pulizia Manutenzione. Card Reader Collegamento GSM Contratti Posizione veicolo Abilitazione utente Stato veicolo Chiamata di soccorso.. Rete Internet Operatore Cliente Call Center Prenotazioni Informazioni Emergenza..

13 Come funziona il servizio

14 I parcheggi le botteghe del car sharing

15 Parcheggi : totem di informazione

16 Integrazione con i mezzi pubblici

17 La comunicazione

18

19 Trend crescita abbonati t rend crescit a abbonat i di c-02 gi u-03 di c-03 gi u-04 di c-04 gi u-05 di c-05 gi u-06 di c-06 apr -07 abbonati

20 Trend crescita flotta auto trend crescita auto di c-02 gi u-03 di c-03 gi u-04 di c-04 gi u-05 di c-05 gi u-06 di c-06 apr -07 auto

21 Trend crescita parcheggi t rend crescit a parcheggi di c-02 gi u-03 di c-03 gi u-04 di c-04 gi u-05 di c-05 gi u-06 di c-06 apr -07 par cheggi

22 I numeri del servizio a Torino Il servizio di car sharing, avviato il 18 novembre 2002, ha registrato un trend di crescita costante e, dopo poco più di quattro anni, a maggio 2007 presenta: 99 veicoli in flotta, di cui 54 bipower metano/benzina 6 modelli diversi in flotta 60 parcheggi operativi 60 nuovi abbonati/mese abbonati 4 milioni di chilometri percorsi corse effettuate ore di utilizzo

23 Gli utenti Le professioni Im piegati Studenti Inse gnanti 60 Dirigenti - Funzionari Pensionati Casalinghe Medici Cons ule nti Privati Professionisti Aziende Avvocati Architetti Consulenti Com me rcialis ti Liberi profes sionis ti Agenti di Com m ercio Enti Pubblici Aziende di Consulenza Edilizia Istituti di Credito Aziende di ristorazione Agenzie di pubblicità Case editrici

24 Abbonati per professione mix contratti ripartizione contratti ( dic 06) aziende 21% pr iv ati pr ofes sionis ti professionisti 11% priv ati 68% az iende

25 Abbonati per professioni mix tessere (smart card) ripartizione tessere ( dic 06) aziende 36% pr iv ati pr ofes sionis ti privati 55% aziende professionisti 9%

26 Fatturato per tipologia clientela mix fatturato ( dic 06) privati 30% aziende 55% pr iv ati professionisti aziende professionisti 15%

27 Durata media orarie delle corse Distribuzione corse per durata h corse 1-2 h 2-4 h 4-8 h 8-13 h h h oltre 48 h nr. corse

28 Tipologia corse- durata oraria durata oraria corse peso% 0,35 0,30 0,25 0,20 0,15 0,10 0,05 0,00 media 5,5 h 1-2 h 2-4 h 4-8 h 8-13 h h h oltre 48 h peso% 22,90% 32,10% 29,70% 10,20% 2,90% 1,30% 0,90%

29 Fasce di percorrenza media distribuzione corse per percorrenza media totale km km oltre 300 km nr. corse

30 Percorrenza media delle corse Percorrenza media corse media km km oltre 300 km km

31 I vantaggi per gli Abbonati Usi l auto che vuoi, quando vuoi Prenoti 24 ore su 24, 365 giorni l anno Paghi soltanto le ore di utilizzo ed i chilometri percorsi Hai assistenza costante durante l utilizzo Non paghi il carburante e in tutta la Città di Torino Viaggi nelle corsie preferenziali Viaggi nelle vie riservate ai bus Hai libero accesso alla ZTL (Zona a Traffico Limitato) Viaggi nei giorni a targhe alterne Non paghi il parcheggio nelle zone Blu Non paghi nei parcheggi gestiti da G.T.T.

32 Le tariffe al pubblico Il costo del servizio è composto da costo fisso di abbonamento annuale e costi variabili di utilizzo (orari e chilometrici calcolati in funzione del tipo di veicolo). I COSTI FISSI (IVA compresa) Tipo di Abbonamento Tessera singola Abbonamento annuale Abbonamento sei mesi * Abbonamento tre mesi (con scadenza, rinnovabile) * 179,00 93,00 60,00 Abbonamento di prova (annuale) * 50,00 per i primi tre mesi + 140,00 per i restanti nove * Pagabili unicamente con carta di credito PROPOSTE FAMIGLIA (per i privati) Guidatore aggiuntivo : aggiunta di un secondo famigliare sulla stessa tessera Abbonamento + 11,00 per guidatore aggiuntivo Tessera aggiuntiva : aggiunta di una o più tessere allo stesso contratto famigliare Abbonamento + 21,00 per ogni tessera PROPOSTE PER LE AZIENDE Tessera Trasferibile : tessera intestata all Azienda anziché alla persona, consente l utilizzo del servizio a più dipendenti. Il costo di ogni tessera è pari al costo dell abbonamento prescelto.

33 I costi variabili (IVA compresa) Tariffe orarie Tariffe al Km (per ogni corsa) Modello da 1 a 100 km da 101 a 300 km oltre 300 km Panda 2,00 0,50 0,45 0,29 0,21 Punto 2,10 0,52 0,47 0,32 0,24 Doblò (persone) 2,32 0,58 0,55 0,35 0,26 Doblò Cargo 2,32 0,58 0,55 0,35 0,26 Idea 2,35 0,60 0,57 0,38 0,27 Stilo 2,35 0,60 0,57 0,38 0,27 Multipla 2,58 0,68 0,65 0,40 0,30

34 Esempio di convenienza Fiat Panda con percorrenza di chilometri anno Car Sharing vs. Auto proprietà % Car Sharing vs. Noleggio % Voci di spesa Auto di proprietà Oneri finanziari (svalutazione ), tassa di circolazione, assicurazione, carburante, manutenzione, parcheggi Noleggio Canone medio mensile, carburante Car Sharing 140 corse da 50 chilometri (durata 4 ore), costo abbonamento Fonte: Quattroruote, primarie compagnie di Assicurazione e di noleggio

35 Un esempio di costi : Panda natural power corsa dalle alle con percorrenza di 25 km Tariffa oraria euro 2,00 X 4 ore = euro 8,00 Tariffa km euro 0,45 X 25 km = euro 11,25 Costo totale euro 19,25 IVA e carburante compresi

36 Service Satisfaction - Mapping Modalità di pagamento Assistenza fornita nel servizio Stato di buon funzionamento autovetture Chiarezza informazioni di Chiarezza delle tariffe servizio pagate Facilità di utilizzo Smart Card Prenotazione 24 ore su 24 SODDISFAZIONE Disponibilità di diverse tipologie di auto Variazione del costo a seconda delle fasce orarie e giorno di utilizzo Livello della tariffa di abbonamento Numerosità dei parcheggi a disposizione Livello della tariffa di viaggio IMPORTANZA Facilità di prelievo/restituzione dell'auto Vicinanza dei parcheggi Parcheggi facilmente accessibili Disponibilità della vettura richiesta alla prenotazione

37 Criteri distribuzione parcheggi

38 Mappa parcheggi car sharing a Torino

39 Distribuzione fatturato auto per zona fatturato auto per zona (IV trim 06) totale città ZTL I anello II anello III anello IV anello V anello indice

40 Il piano di sviluppo nel

41 I nuovi progetti Intermodalità con TPL carta multiservizi Intermodalità con FS Trenitalia Servizi turistici e alberghieri Van sharing per il trasporto merci in città Estensione servizio nelle aree periferiche delle città Estensione servizio nei comuni limitrofi Car pooling Formule di pagamento ( prepagato, a pacchetto)

42 I plus per le Aziende Pubbliche MINORI COSTI DI GESTIONE PARCO AZIENDALE Possibilità di integrare il parco auto di servizio, riducendone il numero Nessun costo di manutenzione, riparazione, garage o parcheggio Nessun costo di assicurazione e bollo, minori burocrazie Razionalizzazione dell utilizzo (prenotazione presa e rilascio dell auto) Maggiore controllo dell utilizzo delle vetture aziendali Il "costo di utilizzo" è rendicontato e fatturato mensilmente I costi fissi diventano costi variabili

43 Esempio di utilizzo car sharing Consuntivi utilizzo esercizio 2006 Ente tessere nr.tessere corse km ore km/corsa ore/corsa /corsa fatturato Comune di Torino trasferibili , GTT nominative ,

44 Car sharing punti deboli Cultura italiana ancorata al possesso dell auto Scarsa notorietà del servizio car sharing Forte localizzazione del servizio Mancanza di una normativa/codice della Strada che riconosca legalmente il car sharing Alti rischi di impresa per i gestori locali Sostenibilità economica del servizio

45 Parametri internazionali per il break-even point Utilizzo Più di 20 abbonati per auto Più di 20 corse all anno per abbonato Più del 30% di utilizzo orario ( base 24 ore) Produzione Più di 80 veicoli in flotta ( con circa 1600 abbonati) Area urbana interessata Area urbana/ municipio con più di 150 mila residenti Utenza potenziale 2,7% dei patentati residenti nell area Notorietà più del 60%

46 Break- even point 30,0 28,0 26,0 24,0 22,0 20,0 18,0 16,0 14,0 12,0 10,0 8,0 6,0 # 4,0 2,0 - # Cstrut Cmark Cprod Ctot Ric costi e ricavi / auto (000 euro/anno) auto in servizio

47 Costi di produzione indicizzati costi produzione ,00% 90,00% 80,00% 70,00% 60,00% 50,00% 40,00% Serie1 30,00% 20,00% 10,00% 0,00% locazion e auto RCA-K- F/I- Tasse gestione auto+pa rcheggi persona le carbura nte sistema tecnolog ico call center trasmiss ione dati fatturazi one totale produzi one Serie1 25,46% 16,89% 8,12% 3,26% 14,08% 9,21% 9,00% 11,40% 2,58% 100,00%

48 Conto economico indicizzato conto economico CCC esercizio ,0% 50,0% 0,0% -50,0% -100,0% -150,0% struttura marketin g produzi one totale costi ricavi abbona menti ricavi corse Serie1-37,2% -12,2% -93,4% -142,9% 15,1% 84,9% 100,0% 53,2% -2,7% -0,5% 7,2% ricavi totali rimborsi insoluti oneri finanzia ri RGAI

49 Margine di contribuzione per corsa indici mdc per corsa 100,0% 90,0% 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% locazio ne auto RCA-Kgestion F/Ie auto Tasse carbur ante kit di bordo smart card call center trasmis sione dati fattura zione parche ggi (amm.) costi produz ione ricavi (km+or e) margin e variabil Serie1 28,0% 18,6% 7,9% 15,5% 4,3% 0,8% 9,9% 7,4% 2,9% 1,0% 96,4% 100,0% 3,6%

50 Margine di contribuzione per corsa media m argine operativo variabile per corsa 25,00 20,00 15,00 10,00 5,00 0,00 locazio ne auto RCA-Kgestion F/Ie auto Tasse carbur ante kit di bordo smart card call center trasmis sione dati fattura zione parche ggi (amm.) costi produz ione ricavi (km+or e) margin e variabil Serie1 6,98 4,63 1,98 3,86 1,08 0,20 2,47 1,85 0,71 0,24 24,02 24,91 0,89

51 Struttura organizzativa Circuito Car Sharing ICS ICS ed i Gestori operano attraverso due organizzazioni: Il Comitato dei Gestori ICS per decisioni strategiche, salvaguardia standard di servizio, sviluppo sistema tecnologico, garanzia interoperabilità, relazioni con PA, grandi clienti, comunicazione nazionale, etc. Il Consorzio di Acquisto per contratti di fornitura, riduzione costi operativi, promozioni, convenzioni, attività operative, etc.

52 Strategie di medio-lungo termine circuito car sharing I Gestori italiani si trovano nella fase di sviluppo e consolidamento a livello locale e sono tesi a raggiungere la massa critica per conseguire il punto di pareggio economico ( BEP) I gestori più grandi hanno da poco avviato la prima fase di espansione a livello provinciale e regionale, utilizzando le sinergie offerte dalle risorse e strutture della sede madre Le esperienze internazionali indicano, peraltro, che il consolidamento del car sharing avviene attraverso la diffusione del circuito a livello nazionale e la concentrazione di più gestori come condizione necessaria per raggiungere volumi di attività economicamente sostenibili. La struttura e l organizzazione attuale dei gestori, che operano per lo più attraverso una partecipazione mista di tipo pubblico e privato diversa da caso a caso, costituisce un freno alla concentrazione tra realtà non omogenee.

53 Il car sharing: open point La possibilità e velocità di sviluppo del car sharing in Italia si basa fondamentalmente su: Spinta a favore dell iniziativa ICS da parte del Ministero dell Ambiente, in termini di comunicazione ed incentivi Inserimento del car sharing nell ambito dei finanziamenti a sostegno del miglioramento della qualità dell aria Adozione di iniziative che consentano l estensione del servizio nelle aree più deboli, come le periferie dei grandi centri urbani Ruolo delle pubbliche amministrazioni locali, sia come promotrici sul territorio, sia come utilizzatrici del servizio stesso Ruolo delle aziende locali di trasporto pubblico per l adozione di iniziative atte ad incrementare l intermodalità tra mezzi pubblici e car sharing Intraprendenza dei singoli gestori, nella attuazione di raggruppamenti che permettano di uscire dalla localizzazione del servizio a favore dell estensione a livello nazionale.

54

III FORUM CAR SHARING

III FORUM CAR SHARING III FORUM CAR SHARING Roma 21 novembre 2007 Le strategie di impresa degli operatori di car sharing nazionali Flaminio Orazzini CAR CITY CLUB l esperienza del gestore di Torino Lancio e avvio del servizio

Dettagli

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità Roma, martedi 27 aprile 2004 L esperienza italiana nel contesto internazionale Gestori Circuito I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il Car sharing in Italia è

Dettagli

Genova Car Sharing SpA Società del Gruppo Automotive Sede legale: Via Leonardo Montaldo, 2-16137 Genova Sede operativa: Ponte Morosini, 22/24-16124

Genova Car Sharing SpA Società del Gruppo Automotive Sede legale: Via Leonardo Montaldo, 2-16137 Genova Sede operativa: Ponte Morosini, 22/24-16124 Genova Car Sharing SpA Società del Gruppo Automotive Sede legale: Via Leonardo Montaldo, 2-16137 Genova Sede operativa: Ponte Morosini, 22/24-16124 Genova - Tel 010 2543300 - Fax 010 2517095 info@genovacarsharing.it

Dettagli

Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business. Parma, Gennaio 2015

Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business. Parma, Gennaio 2015 Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business Parma, Gennaio 2015 COSA È IL CAR SHARING Permette di avere a disposizione un auto solo quando se ne ha un effettivo bisogno, senza sostenere i costi di

Dettagli

CAR SHARING SERVICE. Assessore: Ing. Giovanni Avanti. 2 FORUM CAR SHARING nuove città,, nuova mobilità ROMA 13 LUGLIO 2005

CAR SHARING SERVICE. Assessore: Ing. Giovanni Avanti. 2 FORUM CAR SHARING nuove città,, nuova mobilità ROMA 13 LUGLIO 2005 CAR SHARING SERVICE Assessore: Ing. Giovanni Avanti Cosa è il Car Sharing? Il Car Sharing è un servizio di condivisione dell auto nato in Svizzera alla fine degli anni 80 e sviluppatosi in tutta Europa

Dettagli

Circolare nr. 128/2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE

Circolare nr. 128/2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE Circolare nr. 128/2011 Genova, 29 Marzo 2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE In un ottica di sempre maggiore sviluppo dei servizi ai Soci, Spediporto propone per il 2011 una

Dettagli

Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche

Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche IX Riunione Scientifica SIET Economia dei trasporti e Logistica economica: ricerca per

Dettagli

IL CAR SHARING A GENOVA e SAVONA. Civinet Genova, 27 ottobre 2010

IL CAR SHARING A GENOVA e SAVONA. Civinet Genova, 27 ottobre 2010 IL CAR SHARING A GENOVA e SAVONA Civinet Genova, 27 ottobre 2010 1 Cosa è il Car Sharing Letteralmente Condivisione dell automobile ; Pay per use. Si paga solo quello che si utilizza; Servizio flessibile.

Dettagli

Il Circuito ICS. Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015

Il Circuito ICS. Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015 Il Circuito ICS Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015 ICS e il car sharing ICS è un Circuito di servizi di car sharing gestiti da operatori diversi in

Dettagli

COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING

COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING Aziende Proposta Car Sharing Brescia con simulazione dei costi COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING Il car sharing è un servizio che permette di avere a disposizione un auto solo quando se ne ha un effettivo

Dettagli

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE Per una città più sostenibile NUMERI E CRITICITA Congestione: 135 milioni di ore perse = - 1,5 miliardi di euro/anno Sicurezza stradale: 15.782 incidenti 20.670 feriti 154 morti circa 1,3 miliardi di euro/anno

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing

I.C.S. Iniziativa Car Sharing I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il car sharing in Italia, l esperienza di ICS Genova, 27 ottobre 2010 Cosa è il Car Sharing Servizio di mobilità alternativa che produce benefici economici per l automobilista

Dettagli

Direzione Programmazione della Mobilità. 1 Febbraio 2006. Carlo Gentile 1

Direzione Programmazione della Mobilità. 1 Febbraio 2006. Carlo Gentile 1 Direzione Programmazione della Mobilità 1 Febbraio 2006 Carlo Gentile 1 ROMA CAR SHARING Il Car Sharing Una nuova concezione dell uso dell autovettura privata che mira al servizio e non più al possesso:

Dettagli

Il car sharing come alternativa sostenibile alle flotte aziendali Relatore: Stefano Casati

Il car sharing come alternativa sostenibile alle flotte aziendali Relatore: Stefano Casati Il car sharing come alternativa sostenibile alle flotte aziendali Relatore: Stefano Casati MISSION PER DEL CAR SHARING PER LE FLOTTE AUTO AZIENDALI IL CAR SHARING CREA VALORE IN AZIENDA PERCHÉ PERMETTE

Dettagli

Car Sharing L auto solo quando serve

Car Sharing L auto solo quando serve Car Sharing L auto solo quando serve Strumenti per cambiare Cosa possiamo fare per ottenere una mobilità sostenibile? Strumenti classici: Possiamo incrementare l uso dei trasporti pubblici; -Possiamo promuovere

Dettagli

Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino e in Piemonte

Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino e in Piemonte Workshop L INTEGRAZIONE TRA CARD TPL E CARD CIRCUITO NAZIONALE CAR SHARING 31 maggio 2010, Salone di Rappresentanza del Comune di Genova Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 I.C.S. Iniziativa Car Sharing La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 IL CAR SHARING Il CAR SHARING è un servizio di mobilità che consente di acquistare

Dettagli

20 febbraio 2015. Il modello trentino di car sharing: Risultati e potenzialità

20 febbraio 2015. Il modello trentino di car sharing: Risultati e potenzialità 20 febbraio 2015 Il modello trentino di car sharing: Risultati e potenzialità Il car sharing è uno strumento di mobilità sostenibile Lo è (di fatto, perché riduce il numero di auto prodotte e vendute e

Dettagli

Il Circuito ICS. Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014

Il Circuito ICS. Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014 Il Circuito ICS Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014 ICS e il car sharing Il Ministero dell Ambiente, in collaborazione con alcuni Comuni, costituisce

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. I benefici dell integrazione tra car sharing e tpl

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. I benefici dell integrazione tra car sharing e tpl I.C.S. Iniziativa Car Sharing I benefici dell integrazione tra car sharing e tpl Roma, 12 ottobre 2010 Il car sharing e il trasporto pubblico locale: duefacce della stessa medaglia In Italia il car sharing

Dettagli

Scenari di mobilità urbana e ruolo del car sharing

Scenari di mobilità urbana e ruolo del car sharing Scenari di mobilità urbana e ruolo del car sharing Enrico Musso Università di Genova Il Car Sharing per l utente: l interesse, immagine, gradimento Roma, 7 aprile 2009 Auditorium dell Ara Pacis 1. Caratteristiche

Dettagli

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO ICS CAR SHARING Service Satisfaction Job 04- MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO Job 04- Relatore: Andrea Cimenti

Dettagli

FORUM PA 2007. Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente. Arch. Giovanna Rossi

FORUM PA 2007. Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente. Arch. Giovanna Rossi FORUM PA 2007 Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente Arch. Giovanna Rossi Roma maggio 2007 Riduzione delle emissioni inquinanti che derivano dai trasporti

Dettagli

4 Forum Car-Sharing. Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara Pacis Roma. Ing. Antonio Venditti

4 Forum Car-Sharing. Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara Pacis Roma. Ing. Antonio Venditti 4 Forum Car-Sharing Il ruolo del Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nello sviluppo dei servizi di Car Sharing sul territorio nazionale Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. Il car sharing in Italia Genova, 4 febbraio 2010

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. Il car sharing in Italia Genova, 4 febbraio 2010 I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il car sharing in Italia Genova, 4 febbraio 2010 Cosa è il Car Sharing Il CAR SHARING è un servizio di mobilità che consente di acquistare l uso effettivo dell auto per il

Dettagli

IL PROGETTO MILANESE DI INTEGRAZIONE TRA CAR-SHARING E TPL

IL PROGETTO MILANESE DI INTEGRAZIONE TRA CAR-SHARING E TPL IL PROGETTO MILANESE DI INTEGRAZIONE TRA CAR-SHARING E TPL Arch. Filippo Salucci Direttore Settore Attuazione Mobilità e Trasporti Comune di Milano 31 MAGGIO 2010 LO STATO DELL ARTE A MILANO Iscritti:

Dettagli

un modello non convenzionale

un modello non convenzionale Un possibile ruolo del car sharing nel panorama della mobilità dei Comuni medi e piccoli e delle aree urbane Il car sharing in Trentino: un modello non convenzionale ing. Marco Cattani CAR SHARING: NON

Dettagli

MOBILITA. www.e-vai.com

MOBILITA. www.e-vai.com MOBILITA www.e-vai.cm 1 SEMS scietà del Grupp FNM ha sviluppat in Lmbardia a partire dal 2005 una imprtante esperienza nel settre della mbilità sstenibile cn un apprcci frtemente rientat al cliente SERVIZI

Dettagli

AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA

AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA KLIMAMOBILITY 2012, 20 Settembre PAOLO GANDOLFI ASSESSORE MOBILITA e INFRASTRUTTURE COMUNE DI REGGIO EMILIA reggio emilia emilia-romagna abitanti: 170.000 86 giorni di sforamento

Dettagli

Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1

Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1 Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1 Introduzione Il traffico è la causa principale dell inquinamento urbano. Nelle aree urbane e metropolitane si sviluppa circa il 70 per cento di

Dettagli

Testata: Quotidiano Nazionale Periodicità: quotidiano Data: 28 aprile 2004 Diffusione: 149.536 Pagina: 3/3

Testata: Quotidiano Nazionale Periodicità: quotidiano Data: 28 aprile 2004 Diffusione: 149.536 Pagina: 3/3 Testata: Quotidiano Nazionale Diffusione: 149.536 Pagina: 3/3 Testata:.com Data: 26 aprile 2004 Diffusione: n.a. Pagina: 1/1 Testata: www.ansa.it Periodicità: / Data: 27 aprile 2004 Diffusione: n.a. Pagina:

Dettagli

Sviluppo servizio car sharing in Provincia di Milano. Andrea Poggio, vicedirettore generale Legambiente

Sviluppo servizio car sharing in Provincia di Milano. Andrea Poggio, vicedirettore generale Legambiente Sviluppo servizio car sharing in Provincia di Milano Andrea Poggio, vicedirettore generale Legambiente La mobilità oggi Il problema della mobilità è oggi talmente grave da essere diventato una delle maggiori

Dettagli

Hotel. Proposta Car Sharing Brescia soluzioni & costi

Hotel. Proposta Car Sharing Brescia soluzioni & costi Hotel Proposta Car Sharing Brescia soluzioni & costi COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING E un servizio che permette di avere a disposizione un auto solo quando serve, pagando una quota che dipende dall effettivo

Dettagli

PER IL CLIENTE. Possibilità di circolare anche nelle giornate di blocco del traffico

PER IL CLIENTE. Possibilità di circolare anche nelle giornate di blocco del traffico 1. COS E E un servizio che permette di avere a disposizione un auto e pagarla solo per il suo reale utilizzo a tariffa predefinita. Auto di diverse tipologie sono a disposizione dei city users dislocate

Dettagli

La mobilità sostenibile nel contesto urbano LE OPPORTUNITA DA COGLIERE Letizia Rigato

La mobilità sostenibile nel contesto urbano LE OPPORTUNITA DA COGLIERE Letizia Rigato La mobilità sostenibile nel contesto urbano LE OPPORTUNITA DA COGLIERE Letizia Rigato Convegno Direzione Futuro Mobilità Elettrica e Autoriparazione 18 maggio 2013 ore 15.00 CROWNE PLAZA, via Po 197 -

Dettagli

IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA

IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA perchè Bee? l'idea benefici per la città PERCHÈ BEE? Richiesta crescente di mobilità provata Dal 2007, la popolazione mondiale che vive nelle

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013 Smart Mobility per città più vivibili L innovazione della mobilità elettrica in Italia Arch. Giovanna Rossi Responsabile

Dettagli

Un esempio concreto di mobility management: il car sharing di Torino

Un esempio concreto di mobility management: il car sharing di Torino Un esempio concreto di mobility management: il car sharing di Torino Dice il saggio Tutta l infelicità degli uomini deriva da una cosa sola: dal non sapersene stare tranquilli in una stanza. (Blaise Pascal,

Dettagli

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Bozza di indice 1. Il ruolo e i potenziali della mobilità sostenibile Definizione di Green Transport (dal Rapporto Towards a Green economy dell UNEP)

Dettagli

Electric City Transport Ele.C.Tra Italian National Support Group I risultati dell indagine ante-operam: Focal points ed elementi di dettaglio

Electric City Transport Ele.C.Tra Italian National Support Group I risultati dell indagine ante-operam: Focal points ed elementi di dettaglio Electric City Transport Ele.C.Tra Italian National Support Group I risultati dell indagine ante-operam: Focal points ed elementi di dettaglio Contract N : IEE/12/041/SI2.644730 1st July 2013 31st December

Dettagli

Il Car Sharing in Italia I.C.S. Iniziativa Car Sharing. Roma, 21-25 maggio 2007

Il Car Sharing in Italia I.C.S. Iniziativa Car Sharing. Roma, 21-25 maggio 2007 Il Car Sharing in Italia I.C.S. Iniziativa Car Sharing Roma, 21-25 maggio 2007 Cosa è il Car Sharing? Il Car Sharing è un servizio di condivisione dell auto nato in Svizzera alla fine degli anni 80 e sviluppatosi

Dettagli

LOCAZIONE VEICOLI EFFICIENZA NELLA CAR POLICY E BENEFICI PER LE AZIENDE. Pietro Teofilatto ANIASA. Milano, 23 ottobre 2013

LOCAZIONE VEICOLI EFFICIENZA NELLA CAR POLICY E BENEFICI PER LE AZIENDE. Pietro Teofilatto ANIASA. Milano, 23 ottobre 2013 LOCAZIONE VEICOLI EFFICIENZA NELLA CAR POLICY E BENEFICI PER LE AZIENDE Pietro Teofilatto Milano, 23 ottobre 2013 Agenda Scenario del mercato dell auto e del noleggio Nuovo ruolo del Fleet manager: car

Dettagli

Nuove pratiche di mobilità sostenibile finanziate dal Ministero dell Ambiente: lo sviluppo del servizio di car sharing a Bologna

Nuove pratiche di mobilità sostenibile finanziate dal Ministero dell Ambiente: lo sviluppo del servizio di car sharing a Bologna Nuove pratiche di mobilità sostenibile finanziate dal Ministero dell Ambiente: lo sviluppo del servizio di car sharing a Bologna Nicola Nassisi Atc S.p.A. Bologna 1 Mobilità sostenibile Progetti ed attività

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MILANO, 23 Maggio 2012 PAOLO GANDOLFI ASSESSORE MOBILITA e INFRASTRUTTURE COMUNE DI REGGIO EMILIA IL CONTESTO TERRITORIALE CITTA di REGGIO EMILIA

Dettagli

Progetto car sharing Bologna. Caratc. anni 2010-2013

Progetto car sharing Bologna. Caratc. anni 2010-2013 Progetto car sharing Bologna Caratc anni 2010-2013 1 Il quadro normativo A oggi il car sharing non è riconosciuto dal Codice della Strada A oggi il car sharing non è soggetto a finanziamenti pubblici strutturali

Dettagli

Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes»

Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes» Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes» Dalla distribuzione urbana alla smart logistics Fulvio Lino Di Blasio

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

Gli stili di mobilità degli italiani e le potenzialità di sviluppo del car sharing

Gli stili di mobilità degli italiani e le potenzialità di sviluppo del car sharing Gli stili di mobilità degli italiani e le potenzialità di sviluppo del car sharing Carlo Carminucci ccarminucci@isfort.it Roma 7 aprile 2009 La fonte dei dati: l indagine Audimob (Osservatorio Isfort Fondazione

Dettagli

La fase 3 dello Sharing Milanese nel quadro del PUMS: scooter, bici elettriche, area metropolitana

La fase 3 dello Sharing Milanese nel quadro del PUMS: scooter, bici elettriche, area metropolitana 28 aprile 2015 umove BEYOND 2015 LA NUOVA MOBILITA URBANA: DALLO SHARING AL PROGETTO FREVUE La fase 3 dello Sharing Milanese nel quadro del PUMS: scooter, bici elettriche, area metropolitana Maria Berrini,

Dettagli

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma Reorganisation of the distribution of goods within the urban territory of Parma Presentation By Valeria Battaglia

Dettagli

Modelli Pilota per l attuazione dei Piani d Azione per l Energia Sostenibile

Modelli Pilota per l attuazione dei Piani d Azione per l Energia Sostenibile Workshop ManagEnergy Modelli Pilota per l attuazione dei Piani d Azione per l Energia Sostenibile La promozione della Mobilità Sostenibile Simone Antinucci Roma, 8 luglio 2011 Roma, 7-8 Luglio Workshop:

Dettagli

RISPARMIA CON IL BUS DA DOMANI ESCI CON NOI

RISPARMIA CON IL BUS DA DOMANI ESCI CON NOI RISPARMIA CON IL BUS DA DOMANI ESCI CON NOI 1 La seconda auto è un lusso: vale oltre 200 euro al mese La seconda macchina costa mediamente 200 euro/mese in più rispetto al trasporto pubblico. E il risultato

Dettagli

GENOVA CAR SHARING SRL

GENOVA CAR SHARING SRL GENOVA CAR SHARING SRL Sede in VIALE BRIGATE PARTIGIANE 1/A - 16129 GENOVA Capitale sociale Euro 55.000 I.V. Iscritta al Registro Imprese di Genova con n. Cod. Fiscale 01405760990 REA 407161 Società unipersonale

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive MOBILITY MANAGEMENT Piacenza, 7 luglio 2008 Decreto Ronchi Decreto Ronchi del 27 marzo 1998 sulla "Mobilità sostenibile nelle aree urbane" Tutte le Aziende e gli Enti Pubblici con più di 300 dipendenti

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI VINOVO (Provincia di Torino) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n 26/GC ====================================================================== OGGETTO: Attivazione del servizio

Dettagli

I SERVIZI DI CAR SHARING IN ITALIA ELEMENTO DI INNOVAZIONE NELLA CRESCITA DEL SISTEMA URBANO SOSTENIBILE

I SERVIZI DI CAR SHARING IN ITALIA ELEMENTO DI INNOVAZIONE NELLA CRESCITA DEL SISTEMA URBANO SOSTENIBILE I SERVIZI DI CAR SHARING IN ITALIA ELEMENTO DI INNOVAZIONE NELLA CRESCITA DEL SISTEMA URBANO SOSTENIBILE DOMENICO CAMINITI PRESIDENTE CONSORZIO NAZIONALE GESTORI CAR SHARING Mobility Sharing Il consumo

Dettagli

ALLEGATO 1. al Regolamento del servizio Car Sharing Firenze

ALLEGATO 1. al Regolamento del servizio Car Sharing Firenze ALLEGATO 1 al Regolamento del servizio Car Sharing Firenze Condizioni assicurative Penali per inadempienze e indennità amministrative Prenotazioni oltre 3 giorni - Tariffe - Rimborsi In vigore dal 14 marzo

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

Prof. Pietro Rostirolla Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"

Prof. Pietro Rostirolla Università degli Studi di Napoli L'Orientale 10.000 ore della nostra vita perse nel traffico : gli Ingegneri avanzano proposte Il servizio di Taxi quale elemento di offerta di trasporto pubblico : problemi ed esperienze di soluzione applicate nel

Dettagli

Car Sharing: un analisi a livello internazionale

Car Sharing: un analisi a livello internazionale Car Sharing: un analisi a livello internazionale III Forum sul Car Sharing Roma, 21 novembre 2007 Claudia Burlando Università di Genova Marco Mastretta Iniziativa Car Sharing Motivi di aumento uso urbano

Dettagli

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Reti Infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità

Dettagli

LA BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA A VENEZIA

LA BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA A VENEZIA LA BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA A VENEZIA Ing. Giovanni Seno Amministratore Delegato Gruppo AVM Coordinato da: Organizzato da: 30 31 gennaio 2014 Il Gruppo AVM Holding comunale dei servizi di trasporto,

Dettagli

SLF, un partner unico per le tue soluzioni di finanziamento. Leasing, noleggio, finanziamenti, consulenza.

SLF, un partner unico per le tue soluzioni di finanziamento. Leasing, noleggio, finanziamenti, consulenza. SLF, un partner unico per le tue soluzioni di finanziamento. Leasing, noleggio, finanziamenti, consulenza. SLF, per i tuoi progetti, le migliori soluzioni. Il gruppo SLF nasce alla fine degli anni Novanta,

Dettagli

Torino, 11 luglio 2011. Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino

Torino, 11 luglio 2011. Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Torino, 11 luglio 2011 5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Missione 5T progetta, realizza e gestisce sistemi ITS e di infomobilità, nel campo della mobilità pubblica e privata

Dettagli

Analisi del 1 anno di Servizio. 1 febbraio 2010 28 febbraio 2011

Analisi del 1 anno di Servizio. 1 febbraio 2010 28 febbraio 2011 Analisi del 1 anno di Servizio 1 febbraio 2010 28 febbraio 2011 BRESCIA START UP DEL SERVIZIO: 1 febbraio 2010 Dati aggiornati a febbraio 2011 AUTO: 6 STALLI (POSTAZIONI): 5 ABBONATI: 154 AZIENDE: 7 PRIVATI:

Dettagli

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni.

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni. 1 Prima di qualsiasi altra valutazione, vorrei soffermarmi su tre considerazioni, per me fondamentali per meglio definire il contesto in cui si sviluppa la nostra azione o le nostre pratiche sindacali,

Dettagli

ZEC ZERO EMISSION CITY

ZEC ZERO EMISSION CITY ZEC ZERO EMISSION CITY PIANO DI MOBILITÀ ELETTRICA PER LA CITTÀ DI PARMA Carlo Iacovini, Responsabile Progetto Comune di Parma Caratteristiche del progetto ZEC 2 Il progetto ZEC intende implementare un

Dettagli

AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO

AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) RELAZIONE Premesso che: - con delibera di

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011. OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011. OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011 OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip IL SEGRETARIO GENERALE Visto l art. 21 comma 1, lett. B) dello

Dettagli

We ReFeel The World. ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013

We ReFeel The World. ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013 We ReFeel The World ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013 ReFeel ReFeel è un operatore energetico integrato e indipendente, esperto in sostenibilità energetica e presente in Italia, Svizzera, Est Europa

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ

LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ Lo sviluppo del sistema Telepass nell ambito dei servizi urbani di mobilità Ing. Mirco Galvan Responsabile Marketing e Vendite Sistemi

Dettagli

I PRINCIPALI RICONOSCIMENTI

I PRINCIPALI RICONOSCIMENTI Reggio Emilia, 18 settembre 2008 GIORNATA DELL AUTO ELETTRICA Paolo Gandolfi Ass. alla Mobilità del Comune di Reggio Emilia Giovanni Andrea Ferrari - Presidente T.I.L. S.r.l. I PRINCIPALI RICONOSCIMENTI

Dettagli

Metano e trasporti per il governo della mobilità

Metano e trasporti per il governo della mobilità Parma, 16 marzo 2010 Metano e trasporti per il governo della mobilità Lo stato dell arte delle più recenti azioni di mobilità sostenibile promosse dal Ministero dell ambiente Arch. Giovanna Rossi Ministero

Dettagli

E-Ticketing : le nuove forme di pagamento elettronico per la mobilità ed il parcheggio

E-Ticketing : le nuove forme di pagamento elettronico per la mobilità ed il parcheggio E-Ticketing : le nuove forme di pagamento elettronico per la mobilità ed il parcheggio L esperienza di Brescia Mobilità nei sistemi di E-Ticketing e Mobile Payment Ing S. Pace Brescia Mobilità SPA Brescia

Dettagli

CarSharing Esperienze Pratiche. StattAuto

CarSharing Esperienze Pratiche. StattAuto Axel Huck Carsten Petersen CarSharing Esperienze Pratiche StattAuto Il problema 80% delle vetture in città viaggiano per non più di un ora al giorno trasportano in media 1,2 persone per il resto del giorno

Dettagli

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Decreto Legislativo 30 maggio 2005, n. 128 Attuazione della direttiva 2003/30/CE relativa alla

Dettagli

Infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici

Infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici Infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici L esperienza di A2A Paolo Manzoni Ricerca e Innovazione Milano, 10/02/2015 Indice L offerta di A2A per la ricarica dei veicoli elettrici Origine del

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

IDEALE PER MONZA E PER LA BRIANZA (ZONE A DOMANDA DEBOLE)

IDEALE PER MONZA E PER LA BRIANZA (ZONE A DOMANDA DEBOLE) Via Tazzoli 37-20052 Monza IL (Mi) BUS - Email: A DOMANDA hqmonza.info@gmail.com (TAXIBUS) FLESSIBILE, Web: http://hqmonza.tripod.com VELOCE, COMODO Giugno 2002 - Pagina 1 di 6 IDEALE PER MONZA E PER LA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AUTOVETTURE DI PROPRIETA PROVINCIALE. Approvato con Deliberazione consiliare n. 8792/1 del 4 aprile 1984

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AUTOVETTURE DI PROPRIETA PROVINCIALE. Approvato con Deliberazione consiliare n. 8792/1 del 4 aprile 1984 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AUTOVETTURE DI PROPRIETA PROVINCIALE Approvato con Deliberazione consiliare n. 8792/1 del 4 aprile 1984 Articolo 1 - Competenze degli uffici provinciali sul servizio autovetture

Dettagli

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità Elettrica l energia che sposta le persone Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità ecologica? L automazione elettrica delocalizza l inquinamento? polveri

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 - Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 - La disponibilità di

Dettagli

E L AUTO A EMISSIONI ZERO (O QUASI)

E L AUTO A EMISSIONI ZERO (O QUASI) GLI ITALIANI, LA MOBILITA E L AUTO A EMISSIONI ZERO (O QUASI) Le aree metropolitane Per la prima volta, la ricerca si concentra anche sulle grandi aree metropolitane, oltre che sull intera popolazione

Dettagli

ROMA SERVIZI PER LA MOBILITA LE ATTIVITA INTERNAZIONALI E DI MOBILITA SOSTENIBILE

ROMA SERVIZI PER LA MOBILITA LE ATTIVITA INTERNAZIONALI E DI MOBILITA SOSTENIBILE ROMA SERVIZI PER LA MOBILITA LE ATTIVITA INTERNAZIONALI E DI MOBILITA SOSTENIBILE Le attività internazionali di Roma Servizi per la Mobilità si svolgono su diversi fronti: la ricerca co-finanziata dalla

Dettagli

Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO

Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO IL SISTEMA BIP NELLA PROVINCIA DI TORINO UNO STRUMENTO DI PAGAMENTO MULTIAZIENDA SU UNA RETE EXTRAURBANA Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO Coordinato da: Organizzato da: Roma

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA un modello di mobilità sostenibile arch. Alessandro Meggiato Dirigente del Servizio Politiche per la Mobilità Comune di Reggio Emilia IL CONTESTO abitanti

Dettagli

SMOG IN Val Padana. 25 febbraio 2010

SMOG IN Val Padana. 25 febbraio 2010 SMOG IN Val Padana 25 febbraio 2010 Risultati dell'indagine realizzata da Cittalia e SWG su un campione di 1000 cittadini, rappresentativo della popolazione maggiorenne residente nelle regioni del Nord

Dettagli

SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014

SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014 STATI GENERALI della Green Economy Percorsi e strumenti per la diffusione dell ecoinnovazione e del consumo sostenibile SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014 Nicola Tiezzi ICARO Srl Sharing

Dettagli

Italia - Aprile 2008. Fuel Card

Italia - Aprile 2008. Fuel Card Italia - Aprile 2008 Fuel Card 2 COS É E COME FUNZIONA Cos è la Fuel Card E la carta di credito che le consente di includere la spesa prevista di carburante (Fuel Provision) nel canone mensile di Noleggio

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Antonello Pellegrino Direttore del Servizio della pianificazione e programmazione dei sistemi di trasporto Cagliari, 26.06.2013 Riferimenti

Dettagli

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Premessa Entro il 2050, la percentuale di cittadini europei residenti nelle aree urbane arriverà all 82%. La migrazione dalle città

Dettagli

Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini

Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini Gruppo mobilità sostenibile Kyoto Club. Città in movimento: pensare e progettare nuovi spazi di interazione

Dettagli

WORKSHOP ANFIA. Roma, 30 marzo 2010 Il settore delle flotte: i numeri, le problematiche cui la telematica può offrire soluzioni

WORKSHOP ANFIA. Roma, 30 marzo 2010 Il settore delle flotte: i numeri, le problematiche cui la telematica può offrire soluzioni WORKSHOP ANFIA I Vantaggi dei Servizi Telematici per le flotte Roma, 30 marzo 2010 Il settore delle flotte: i numeri, le problematiche cui la telematica può offrire soluzioni 1 Mercato autovetture Immatricolazioni

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME Firenze, 28 maggio 2010 Terra Futura Car pooling e Car sharing Il car pooling (o (o auto di gruppo) è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione

Dettagli

Il Car-sharing 100% elettrico

Il Car-sharing 100% elettrico LE GIORNATE DELL EFFICIENZA ENERGETICA REGIONE EMILIA-ROMAGNA e ANCI-ER 15 e 16 aprile 2013 Sala Rustica - Piano Terra Terza Torre - Viale Della Fiera 6 Il Car-sharing 100% elettrico Cos è il car sharing

Dettagli

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella città di Palermo Progetti di mobilità sostenibile 1 Inventario Base delle Emissioni CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI. Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374)

LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI. Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA E ATC SPA, PER LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374) rappresentato dall Ing.

Dettagli

Il BIP a Torino ad un anno dall avvio operativo

Il BIP a Torino ad un anno dall avvio operativo Il BIP a Torino ad un anno dall avvio operativo Giovanni Foti Direttore Sviluppo Tecnologie 30 Gennaio 2014 Coordinato da: Organizzato da: 30 31 gennaio 2014 FLOTTA Tutta la flotta urbana e suburbana è

Dettagli

MOBILITA E TURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO

MOBILITA E TURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO MOBILITA E TURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO Giulia Pedrocchi www.eenergiagroup.it Perché la mobilità sostenibile? Measuring the Street: New Metrics for 21st Century Streets Secondo uno studio

Dettagli