THE EVOLUTIONARY PSYCHOLOGY OF FACIAL BEAUTY

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "THE EVOLUTIONARY PSYCHOLOGY OF FACIAL BEAUTY"

Transcript

1 THE EVOLUTIONARY PSYCHOLOGY OF FACIAL BEAUTY Gillian Rhodes School of Psychology, University of Western Austriala, Crawley, Perth, WA 6009, Austriala,

2 CHE COSA RENDE UNA FACCIA ATTRAENTE E PERCHE ABBIAMO DELLE PREFERENZE RISPETTO AD ESSA?

3 L emergere delle preferenze nella fase iniziale dello sviluppo dell essere umano sfida una prospettiva sull attrazione che ha a lungo ritenuto che le nostre preferenze rispecchino canoni di bellezza fissati dalla cultura BIOLOGIA Basi biologiche della bellezza VS sottoprodotti del cervello CULTURA

4 BASI BIOLOGICHE DELLA BELLEZZA NORMALITA :i tratti del volto che rientrano nella media delle popolazioni SIMMETRIA: esatta corrispondenza nella grandezza, nella figura e nell ordine tra le varie parti di uno stesso volto DIMORFISMO SESSUALE: esistenza di due forme distinte per una medesima specie (maschi e femmine) Ciascuna componente è ritenuta attraente sia nel volto maschile che femminile e adattiva per la scelta del compagno, in quanto espressione delle qualità dello stesso

5 Sono due le constatazioni attraverso le quali possiamo affermare che le preferenze per determinati volti sono parte del nostro apparato biologico piuttosto che del nostro patrimonio culturale. 1. Le persone di diverse culture concordano su quali tipi di volti siano attraenti. 2. Le preferenze per i volti attraenti emersero nelle prime fasi di sviluppo prima ancora che gli standard culturali della bellezza potessero essere assimilati

6 A sostegno di quanto detto alcuni studi hanno dimostrato che esistono diversi tipi di attrazione per i volti: Attrazione sessuale Riconoscimento di un potenziale alleato..con differenze affettive e conseguenze motivazionali.. Eccitazione sessuale competitività

7 Tali studi hanno semplicemente chiesto ai soggetti di giudicare l aspetto attraente ed è stato rilevato che le persone utilizzano giudizi estetici/affettivi comuni per volti di entrambi i sessi. Tali giudizi possono essere utilizzati dai soggetti anche verso persone dello stesso sesso per valutare quali di esse potrebbero rappresentare dei potenziali rivali

8 ESPERIMENTO A SOSTEGNO DELLA NORMALITA COME TRATTO ATTRAENTE DELLA BELLEZZA DEL VISO Molti ricercatori hanno suggerito che le caratteristiche dei volti rientranti nella media riflettono stabilità nello sviluppo e sono ottimali in termini funzionali soprattutto per la resistenza alle malattie. La normalità è quindi espressione delle qualità positive del partner. A sostegno di questa tesi alcuni ricercatori hanno condotto uno studio creando attraverso dei software dei volti che avessero tratti rientranti nella media

9 I soggetti considerarono più attraenti i volti elaborati dai ricercatori rispetto a volti reali. Tuttavia i critici hanno messo in evidenza come tali volti avessero in realtà caratteristiche fuori dalla media come occhi e labbra larghe. Pertanto i volti furono armonizzati e anche in questo caso i soggetti continuarono a preferirli E evidente che tali scelte non fossero dovute a preferenze particolari nei partecipanti perché la maggior parte dei soggetti era d accordo su quali volti fossero attraenti.

10 IN CONCLUSIONE: Possiamo affermare che i volti tipici, ossia i volti più vicini alla media della popolazione sono sistematicamente giudicati più attraenti dei volti particolari. Poiché questi studi sono stati condotti con volti occidentali anche su soggetti di culture differenti e quest ultimi hanno dimostrato di preferire volti che rientrano nella media anziché quelli particolari appartenenti alla propria cultura, possiamo confermare che la normalità dei volti sia attraente

11 ARGOMENTI A SOSTEGNO DELLA SIMMETRIA Negli ultimi 10 anni la ricerca sull attrattiva della simmetria facciale è stata prolifica, motivata dall idea che la simmetria fosse un segnale di qualità del partner. Tutto ciò viene confermato dalla constatazione che le asimmetrie facciali sono deviazioni soggette a variazioni rispetto alla simmetria bilaterale dei visi normali. Tali asimmetrie riflettono instabilità nell evoluzione, inabilità ad affrontare le pressioni durante lo sviluppo e in particolare negli esseri umani aumentano con l accoppiamento tra i consanguinei, nascite premature, psicosi e ritardi mentali.

12 Se tutto ciò produce tali conseguenze è evidente che la simmetria del volto è espressione delle qualità positive del partner. Di recente infatti, studi hanno dimostrato che volti perfettamente simmetrici sono più attraenti rispetto agli originali volti leggermente asimmetrici. Questo però può essere confermato solo se i volti simmetrici vengono costruiti unendo immagini normali e riflessi allo specchio (simmetria speculare) e ancor di più se tale simmetria è osservata sui volti reali.

13 Tutto ciò è conseguenza del fatto che studi precedenti, nei quali i volti venivano costruiti riflettendo un emivolto rispetto all asse di simmetria verticale, producevano anomalie strutturali che deviavano l interpretazione dei soggetti nella simmetria del volto. Tanto meno sono stati condotti esperimenti sull asimmetria nonostante la costatazione degli effetti negativi che essa produce, in quanto tali esperimenti fallirono nella replicabilità e nella loro validità

14 DIMORFISMO SESSUALE Volti maschili e femminili iniziano a divergere dalla pubertà. FEMMINE MASCHI Testosterone: barba, mascella grande, zigomi, sporgenza della fronte, dominanza e status sociale. Estrogeno: inibisce i caratteri secondari maschili, aumenta le dimensioni delle labbra. Entrambi riflettono salute e capacità immunitarie Poiché il diformismo sessuale aumenta con la pubertà i tratti sessualmente dimorfici segnalano maturità del potenziale riproduttivo e differenti qualità del partner

15 LA FEMMINILITA La femminilità nei volti delle donne è ovviamente attraente. I volti che risultano essere più femminili rispetto alla media sono anche quelli considerati più attraenti. Caratteristiche principali: mento piccolo, zigomi alti, area del viso ridotta, labbra carnose.

16 LA MASCOLINITA Rispetto alla femminilità i tratti più mascolini hanno un effetto minore sull attrazione dei volti maschili. Oltre a ciò è stato dimostrato che le donne preferiscono la mascolinità dei volti maschili reali piuttosto che dei volti resi artificialmente più mascolini. Possiamo concludere affermando che sia i tratti comuni che quelli mascolini contribuiscano indipendentemente all attrazione maschile.

17 EFFETTI DEL CICLO MESTRUALE Le donne durante la fase fertile del ciclo mestruale preferiscono volti più mascolini, ad esempio con carnagione più scura. In particolare i tratti relativamente più mascolini sono preferiti quando il concepimento è più probabile e questo riflette le preferenze adattive delle donne per la trasmissione dei geni migliori.

18 F M E A S C M M I N I L I O L I N I T A

19 L EVOLUZIONE DELLE PREFERENZE in che modo la selezione naturale potrebbe aver plasmato l evoluzione delle preferenze dei volti? 1. SELEZIONE SESSUALE Le preferenze influenzano la scelta dei compagni migliorando il loro successo riproduttivo in quanto i compagni attraenti potrebbero fornire benefici diretti (risorse, cure parentali, ridotto rischio di contagio) 2. SOTTOPRODOTTI CELEBRALI Volti attraenti provocano forti reazioni nel nostro sistema percettivo spingendoci a preferire determinati tratti dei volti piuttosto che altri

20 PREFERENZE COME ADATTAMENTI PER LA SCELTA DEL COMPAGNO Le preferenze per determinati volti sono adattive per la scelta del compagno in quanto espressione della qualità dello stesso. Per QUALITA intendiamo intelligenza, fertilità, cure parentali e soprattutto la salute: argomento centrale nella maggior parte degli studi.

21 Tali studi hanno confermato la correlazione tra la SALUTE e quattro componenti: 1. ATTRATTIVITA : la medicina moderna può aver leggermente modificato tale aspetto in quanto può interferire con i reali legami tra attrazione e salute 2. NORMALITA : i tratti rientranti nella media della popolazione sono correlati positivamente con un buono stato di salute. 3. SIMMETRIA: rispecchia un buono stato di salute in quanto non si presentano disfunzioni nell organismo come invece avviene in presenza di asimmetria facciale 4. DIMORFISMO SESSUALE: le preferenze per individui del sesso opposto sono utili in quanto permettono di evitare i compagni di bassa qualità e fare distinzioni tra individui di qualità superiore.

22 Il segno distintivo di un adattamento è specializzato per ogni persona di diverso sesso: DONNE: La femminilità è attraente in quanto espressione di fertilità e perché è stata interpretata come una specializzazione per l ottenimento di vantaggi diretti come la riduzione del rischio di contagio dopo il concepimento UOMINI: Nonostante la mascolinità sia attraente essa ha un effetto minore rispetto alla femminilità nelle donne

23 Un altra specializzazione possibile è una preferenza per i volti di soggetti nati da genitori di razze diverse che dimostrano un aspetto più sano rispetto agli altri volti, questo è possibile perché i geni si adattano ai diversi ambienti con una maggiore resistenza alle malattie rispetto a coloro che hanno genitori provenienti dalla medesima razza.

24 PREFERENZE COME SOTTOPRODOTTO DEL PROCESSO D INFORMAZIONE DEL CERVELLO La seconda alternativa biologica sulla preferenza dei volti prevede che esse, essendosi evolute attraverso la selezione naturale, seguano dei processi meccanici, i quali possono essere indicatori delle qualità del compagno. Più specificatamente le preferenze sono prodotte dalla formazione di reti neurali. Le preferenze come sottoprodotti del processo d informazione del cervello non sono limitate ai potenziali compagni ma sono ampiamente rivolte anche a stimoli familiari. Questi meccanismi psicologici sono la base per cui l individuo ha le proprie preferenze

25 CONCLUSIONI Negli ultimi 10 anni la psicologia evolutiva è emersa come un campo distinto all interno della psicologia. In questo studio la prospettiva evolutiva ha plasmato la ricerca sulla capacità di attrazione del volto. Abbiamo visto che la NORMALITA, la SIMMETRIA, e il DIMORFISMO SESSUALE, sono attraenti sia nei volti di sesso femminile che di quelli maschili e come essi rappresentino le qualità del partner. Infine abbiamo constatato che i processi d informazione del cervello possono influenzare le nostre preferenze. Chiaramente lo studio sull evoluzione psicologica dell attrazione per il volto è solo all inizio!!!

La psicologia sociale evoluzionistica. Dalla selezione sessuale ai processi cognitivi di tipo sociale

La psicologia sociale evoluzionistica. Dalla selezione sessuale ai processi cognitivi di tipo sociale La psicologia sociale evoluzionistica Dalla selezione sessuale ai processi cognitivi di tipo sociale La psicologia sociale evoluzionistica La prospettiva evoluzionistica, facendo riferimento ai concetti

Dettagli

ADOLESCENZA? Proviamo con un Brain Storming di immagini e idee?

ADOLESCENZA? Proviamo con un Brain Storming di immagini e idee? Università degli Studi di Torino Facoltà di Scienze Politiche Sede di Biella ADOLESCENZA - ADOLESCENZE 1 ADOLESCENZA? Proviamo con un Brain Storming di immagini e idee? 2 1 3 ADOLESCENZA Qual è il periodo

Dettagli

IL CORPO CAMBIA: LA CRESCITA E LA CONOSCENZA DISÈ. Dott.ssa Valeria Rossi Badia Polesine, 3 aprile 2014

IL CORPO CAMBIA: LA CRESCITA E LA CONOSCENZA DISÈ. Dott.ssa Valeria Rossi Badia Polesine, 3 aprile 2014 IL CORPO CAMBIA: LA CRESCITA E LA CONOSCENZA DISÈ Dott.ssa Valeria Rossi Badia Polesine, 3 aprile 2014 Da bambino ad adulto: un percorso accidentato maschio femmina Spesso durante l età infantile le differenza

Dettagli

I costrutti di base: l identità, il genere e l orientamento sessuale

I costrutti di base: l identità, il genere e l orientamento sessuale Università di Ferrara Corso Donne, politica, istituzioni 2013 I costrutti di base: l identità, il genere e l orientamento sessuale Chiara Baiamonte SESSO PSICOLOGICO SESSO BIOLOGICO SESSO SOCIALE DIFFERENZA

Dettagli

Promozione del rapporto vita-fianchi delle accompagnatrici su internet: una prospettiva evolutiva

Promozione del rapporto vita-fianchi delle accompagnatrici su internet: una prospettiva evolutiva Promozione del rapporto vita-fianchi delle accompagnatrici su internet: una prospettiva evolutiva Gad Saad Professore di Marketing alla Concordia University, Canada Promozione del rapporto vita-fianchi

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Capitolo 3. Sé e identità

Capitolo 3. Sé e identità Capitolo 3 Sé e identità Concetto di sé come Soggetto e oggetto di conoscenza Io / me, autoconsapevolezza Processo di conoscenza Struttura cognitiva Insieme di spinte motivazionali: autovalutazione, autoverifica

Dettagli

LA COSTRUZIONE DEL PEDIGREE NELLA GENETICA UMANA

LA COSTRUZIONE DEL PEDIGREE NELLA GENETICA UMANA LA COSTRUZIONE DEL PEDIGREE NELLA GENETICA UMANA Un metodo di base di analisi genetica negli esseri umani è la costruzione di una storia familiare per seguire la trasmissione ereditaria di un carattere.

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

I media. Sport, media e genere.

I media. Sport, media e genere. INTRODUZIONE Nell anno 2012/2013 la nostra scuola, il Liceo Marconi di Foggia, ci ha offerto la possibilità di partecipare ad un corso formativo al fine di ampliare la nostra conoscenza su quello che è

Dettagli

PARITA TRA I SESSI NELLE CARRIERE ACCADEMICHE TESTIMONIANZA DALLA AUSTRALIA

PARITA TRA I SESSI NELLE CARRIERE ACCADEMICHE TESTIMONIANZA DALLA AUSTRALIA PARITA TRA I SESSI NELLE CARRIERE ACCADEMICHE TESTIMONIANZA DALLA AUSTRALIA Gillian Whitehouse School of Political Science and International Studies University of Queensland Australia Temi e punti centrali

Dettagli

PIANO ISS LEGGERE L AMBIENTE. Organismi modello: drosophila melanogaster

PIANO ISS LEGGERE L AMBIENTE. Organismi modello: drosophila melanogaster PIANO ISS LEGGERE L AMBIENTE Organismi modello: drosophila melanogaster PRESIDIO Liceo Scientifico A: Genoino Cava de Tirreni ( Salerno) PROGETTAZIONE Le attività sperimentali con Drosophila Melanogaster

Dettagli

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e siccome la valutazione si basa sulle abilità dimostrate

Dettagli

Percezione temporale. Una illusione percettiva di contrazione temporale. Facoltà di Psicologia Università degli Studi di Firenze Marzo 2013

Percezione temporale. Una illusione percettiva di contrazione temporale. Facoltà di Psicologia Università degli Studi di Firenze Marzo 2013 Percezione temporale Una illusione percettiva di contrazione temporale Facoltà di Psicologia Università degli Studi di Firenze Marzo 2013 Bene, dopo aver visto i fenomeni di dilatazione temporale (Lezione

Dettagli

OSSITOCINA L ORMONE-NEUROTRASMETTITORE DEL CERVELLO EMOTIVO

OSSITOCINA L ORMONE-NEUROTRASMETTITORE DEL CERVELLO EMOTIVO 22 Convegno di Psicosomatica PNEI OSSITOCINA L ORMONE-NEUROTRASMETTITORE DEL CERVELLO EMOTIVO "La notte ha mille occhi, il giorno uno solo eppure la luce del mondo muore, quando il sole è finito. La mente

Dettagli

PROGETTO. A scuola di parità. Finanziato da: per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne

PROGETTO. A scuola di parità. Finanziato da: per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne PROGETTO A scuola di parità per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne Finanziato da: Premessa. Il Progetto A scuola di parità si rivolge ai bambini, alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze

Dettagli

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

ATTRAZIONE FISICA MASCHILE IN GRAN BRETAGNA E IN MALESIA: UNO STUDIO TRANSCULTURALE (Swami e Tovèe) di Ferrante Oscar e De Angelis Federico

ATTRAZIONE FISICA MASCHILE IN GRAN BRETAGNA E IN MALESIA: UNO STUDIO TRANSCULTURALE (Swami e Tovèe) di Ferrante Oscar e De Angelis Federico ATTRAZIONE FISICA MASCHILE IN GRAN BRETAGNA E IN MALESIA: UNO STUDIO TRANSCULTURALE (Swami e Tovèe) di Ferrante Oscar e De Angelis Federico Alcuni studi hanno rilevato alcuni indici d attrattività della

Dettagli

I laureati e lo studio

I laureati e lo studio 28 aprile 2006 I laureati e lo studio Inserimento professionale dei laureati Indagine 2004 Informazioni e chiarimenti: Servizio Popolazione, istruzione e cultura Viale Liegi, 13-00198 Roma Paola Ungaro

Dettagli

ATTRAZIONE FISICA FEMMINILE

ATTRAZIONE FISICA FEMMINILE ATTRAZIONE FISICA FEMMINILE in Gran Bretagna e Malesia di Viven Swami, Martin j. Tovée Slides a cura di Di Campli Nicola e Ferrante Oscar Questo studio si pone di misurare l attrattività fisica femminile

Dettagli

LO SVILUPPO, IL BAMBINO, L AMBIENTE

LO SVILUPPO, IL BAMBINO, L AMBIENTE URIE BRONFENBRENNER E L APPROCCIO ECOLOGICO - PRIMA PARTE PROF. BARBARA DE CANALE Indice 1 LO SVILUPPO, IL BAMBINO, L AMBIENTE -------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Luglio 2011 Indice Premessa... pag. 3 Documenti e ricerche... pag. 5 Gli obiettivi... pag.

Dettagli

I DOTTORI DI RICERCA: UNA RISORSA DA NON SPRECARE

I DOTTORI DI RICERCA: UNA RISORSA DA NON SPRECARE I DOTTORI DI RICERCA: UNA RISORSA DA NON SPRECARE di Liana Verzicco IL CAPITALE UMANO DI LIVELLO TERZIARIO Il solo obiettivo della strategia di Lisbona che l Unione Europea ha pienamente raggiunto prima

Dettagli

Differenze uomo donna

Differenze uomo donna Differenze uomo donna Una vastissima letteratura documenta che in numerosi domini, soprattutto nella sfera economica, donne e uomini differiscono sistematicamente. Dibattito intenso sul perché 1. Perché

Dettagli

Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne,

Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne, Francoise Héritier, Maschile e femminile. Il pensiero della differenza, Laterza, Bari 2000 Ilenya Burrini Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne, cioè

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

L OGGETTIVAZIONE DELLA DONNA

L OGGETTIVAZIONE DELLA DONNA L OGGETTIVAZIONE DELLA DONNA Secondo Martha Nussbaum (1999) il concetto di oggettivazione comprende sette dimensioni: 1. Strumentalità: l oggetto è uno strumento per gli scopi altrui; 2. Negazione dell

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Riproduzione - aspetti ginecologici; La trasformazione morfologica in adulto (pubertà) avviene nei cani in un periodo che può variare dai 6 ai 24 mesi a seconda della razza e della taglia. Il pieno sviluppo

Dettagli

ricerca di relazioni sociali e affettive fuori dalla famiglia, con i coetanei; è

ricerca di relazioni sociali e affettive fuori dalla famiglia, con i coetanei; è L adolescenza è una fase di sviluppo che copre approssimativamente il periodo che va dagli 11 ai 22 anni. La parola pubertà è spesso utilizzata per denotare manifestazioni fisiche dello sviluppo sessuale.

Dettagli

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori porta avanti da diversi anni interventi di informazione-educazione nelle scuole di ogni ordine e grado, tenuti da un medico

Dettagli

Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3

Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE: IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3 2 di

Dettagli

L intervento psicoterapeutico nei disturbi sessuali Dott.ssa Valentina Selbmann

L intervento psicoterapeutico nei disturbi sessuali Dott.ssa Valentina Selbmann L intervento psicoterapeutico nei disturbi sessuali Dott.ssa Valentina Selbmann Attualmente uno dei temi più discussi a livello di mass media, capace di attrarre l attenzione della maggior parte di persone,

Dettagli

GENETICA MENDELIANA. Per i suoi studi, Mendel utilizzò piante di pisello odoroso (Pisum sativum) Facilità di coltivazione. Disponibilità di varietà

GENETICA MENDELIANA. Per i suoi studi, Mendel utilizzò piante di pisello odoroso (Pisum sativum) Facilità di coltivazione. Disponibilità di varietà GENETICA: è la scienza che studia i caratteri ereditari degli organismi viventi, i meccanismi attraverso i quali si trasmettono ai discendenti e le modalità con cui si manifestano. La genetica moderna

Dettagli

irsutismo femminile ipertricosi femminile Oggi una bellezza femminile senza peli problemi di salute

irsutismo femminile ipertricosi femminile Oggi una bellezza femminile senza peli problemi di salute La peluriia femmiiniile iin eccesso Un sserriio prrobllema perr lla ffemmiiniilliittà delllla donna Il modello di un corpo senza peli e con la pelle vellutata Peluria in eccesso : il sentirsi poco femminile

Dettagli

Riflessioni intorno a : Identità, genere, differenza, femminile, materno.

Riflessioni intorno a : Identità, genere, differenza, femminile, materno. Riflessioni intorno a : Identità, genere, differenza, femminile, materno. Solo oggi iniziamo ad accorgerci di quanto sia normale per noi vedere la vita con sguardi maschili, scopriamo come teorie, in passato

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Le scuole superiori nel Comune di Civitavecchia: alcuni dati quantitativi

Le scuole superiori nel Comune di Civitavecchia: alcuni dati quantitativi Le scuole superiori nel Comune di Civitavecchia: alcuni dati quantitativi a cura di PAMELA PINTUS SCUOLE SUPERIORI Nell ambito di questo lavoro, l attenzione è stata focalizzata esclusivamente sulle scuole

Dettagli

Differenze di genere e Assertività

Differenze di genere e Assertività Differenze di genere e Assertività 24 gennaio 2015, Portogruaro Maura Di Mauro Differenze di Genere e Assertività 2 Differenze di Genere e Assertività 3 Genere, o sesso? Differenze sessuali = differenze

Dettagli

5 modulo didattico - Patologia cromosomica.

5 modulo didattico - Patologia cromosomica. 5 modulo didattico - Patologia cromosomica. G0 IL CICLO CELLULARE DI UNA CELLULA DI MAMMIFERO Avviene ogni volta che la cellula si divide Le tappe fondamentali del processo sono: Separazione dei due filamenti

Dettagli

LUCIDI DEL CORSO DI PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

LUCIDI DEL CORSO DI PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA A.A. 2006-07 LUCIDI DEL CORSO DI PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO M.A. ZANETTI R. RENATI S. PERUSELLI Programma Psicologia dello sviluppo Area 1 3 semestre

Dettagli

Capitolo 3 Riproduzione e trasmissione dei cromosomi

Capitolo 3 Riproduzione e trasmissione dei cromosomi Capitolo 3 Riproduzione e trasmissione dei cromosomi 3.1 Nelle cellule somatiche del topolino domestico vi sono 40 cromosomi. a. Quanti cromosomi riceve dal padre? b. Quanti autosomi sono presenti nel

Dettagli

VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI VITA DEGLI STUDENTI INTALIANI: L ESPERIENZA DI PAVIA

VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI VITA DEGLI STUDENTI INTALIANI: L ESPERIENZA DI PAVIA Firenze, 9-10 Settembre 2010 Qualità di vita in età evolutiva VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI VITA DEGLI STUDENTI INTALIANI: L ESPERIENZA DI PAVIA Verri A 1., Cremante A 1., Clerici F 1., Vernice M 2., Chester

Dettagli

LIFE SPAN PSYCHOLOGY Prof Anna Pelama7 AA 2013-14

LIFE SPAN PSYCHOLOGY Prof Anna Pelama7 AA 2013-14 LIFE SPAN PSYCHOLOGY Prof Anna Pelama7 AA 2013-14 1 Psicologia dell età evolutiva Per molto tempo l oggetto principale è stato lo sviluppo dalla nascita alla fine dell adolescenza Necessità pratiche: Ø

Dettagli

LA GENETICA. Dott.ssa Valentina Terio

LA GENETICA. Dott.ssa Valentina Terio LA GENETICA Dott.ssa Valentina Terio LLA GENETCA SCIENZA NATA CIRCA 150 ANNI FA GRAZIE AD UN STUDIOSO AUSTRIACO DI NOME MENDEL Pisello da giardino per la facilità di crescita e la possibilità di una impollinazione

Dettagli

La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment.

La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment. La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment. A. Genovese, M. Bassetti, S. Scaramuzza Centro per i Disturbi del Comportamento

Dettagli

CAPITOLO II. (non downloader consapevoli)

CAPITOLO II. (non downloader consapevoli) CAPITOLO II Utenti che non hanno scaricato contenuti digitali nell ultimo anno ma sono consapevoli della possibilità di acquistare contenuti culturali da internet (non downloader consapevoli) I COMPORTAMENTI

Dettagli

LA POPOLAZIONE OMOSESSUALE NELLA SOCIETÀ ITALIANA

LA POPOLAZIONE OMOSESSUALE NELLA SOCIETÀ ITALIANA Anno 2011 LA POPOLAZIONE OMOSESSUALE NELLA SOCIETÀ ITALIANA 17 maggio 2012 Il 61,3% dei cittadini tra i 18 e i 74 anni ritiene che in Italia gli omosessuali sono molto o abbastanza discriminati, l 80,3%

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

Interferenti endocrini

Interferenti endocrini 2 Interferenti endocrini Nell ambiente si diffondono con sempre maggiore intensità particolari categorie di sostanze naturali o di sintesi in grado di interferire negli equilibri degli ormoni sessuali

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema delle donne è così composto: - 1 attività

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2)

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2) I n d i c e 9 Introduzione 11 CAP. 1 I test di intelligenza potenziale 17 CAP. 2 La misura dell intelligenza potenziale nella scuola dell infanzia 31 CAP. 3 La misura dell intelligenza potenziale nella

Dettagli

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ www.lezione-online.it 1 PREFAZIONE Da sempre la letteratura psicologica, pedagogica e scientifica propone modelli che sovente, negli anni, perdono di valore e

Dettagli

Introduzione al Graphic Design

Introduzione al Graphic Design Introduzione al Graphic Design Principi di Design Utilizzando gli elementi formali, descritti nella prima unità didattica, nella realizzazione di una composizione grafica andremo ad applicare dei principi

Dettagli

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007)

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) Capitolo 1 Funzioni mentali FUNZIONI CORPOREE Funzioni mentali globali (b110-b139) b110 Funzioni della coscienza b114 Funzioni dell orientamento

Dettagli

CANNABIS. Generazione In- Dipendente

CANNABIS. Generazione In- Dipendente CANNABIS Generazione In- Dipendente CANNABIS Introduzione CANAPA (CANNABIS SATIVA) Principi attivi: tetraidrocannabinolo (Δ 9 -THC) Altri Principi non attivi: cannabinolo, cannabidiolo Con i termini hashis

Dettagli

Economia del Lavoro 2010

Economia del Lavoro 2010 Economia del Lavoro 2010 Capitolo 2-1 Applicazioni dell offerta di lavoro - Introduzione - 1 Introduzione I modelli statici d offerta di lavoro spiegano: 1.come gli individui distribuiscano il tempo tra

Dettagli

NEOPLASIE ED INFERTILITA

NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE E FERTILITA UN TEMA DA AFFRONTARE INSIEME CONOSCERE IL PROPRIO PROBLEMA Ogni anno circa 11000 persone in età riproduttiva si ammalano di tumore. Per queste persone affrontare

Dettagli

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino 1 febbraio 2005 Le coppie che chiedono l adozione di un bambino Anno 2003 L Istat diffonde i risultati dell indagine sulle domande di adozione, condotta per la prima volta nel 2003 presso i 29 tribunali

Dettagli

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università 2. Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università Nella popolazione indagata si manifesta una sovrarappresentazione dei laureati provenienti da contesti familiari avvantaggiati dal punto

Dettagli

Disturbi Specifici del Linguaggio - DSL - Dott.ssa Camilla Fagetti Psicologa Psicoterapeuta

Disturbi Specifici del Linguaggio - DSL - Dott.ssa Camilla Fagetti Psicologa Psicoterapeuta Disturbi Specifici del Linguaggio - DSL - Dott.ssa Camilla Fagetti Psicologa Psicoterapeuta Novate, 20 Aprile 2015 Programma 1 parte Competenza linguistica Sviluppo linguistico Indici di riferimento Parlatori

Dettagli

Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino

Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino Il ruolo dell istruttore nel Minibasket è di fondamentale importanza in quanto deve migliorare

Dettagli

Osservatorio sulle Differenze

Osservatorio sulle Differenze Comune di Bologna Assessorato scuola, formazione e Politiche delle differenze Osservatorio sulle Differenze Sintesi della ricerca: L integrazione scolastica delle seconde generazioni di stranieri nelle

Dettagli

La tutela della salute e della sicurezza sul lavoro ponendo l attenzione alla differenze di genere

La tutela della salute e della sicurezza sul lavoro ponendo l attenzione alla differenze di genere La tutela della salute e della sicurezza sul lavoro ponendo l attenzione alla differenze di genere dott.ssa Cinzia Frascheri Responsabile nazionale CISL Salute e Sicurezza sul Lavoro Estratto da pubblicazione

Dettagli

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE ANATOMIA 2 Il corpo umano è costituito da organi ed apparati uguali tra maschi e femmine ad esclusione dell apparato riproduttivo. L apparato riproduttivo è composto

Dettagli

DONNE ED AMBIENTE DI LAVORO

DONNE ED AMBIENTE DI LAVORO DONNE ED AMBIENTE DI LAVORO La sicurezza di genere nell ambiente di lavoro: benessere organizzativo e mobbing. Casistica e politiche di prevenzione Francesca Larese Filon La parità tra uomini e donne deve

Dettagli

RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE DEI LAUREATI E DOTTORI DEL POLITECNICO DI MILANO

RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE DEI LAUREATI E DOTTORI DEL POLITECNICO DI MILANO RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE DEI LAUREATI E DOTTORI DEL POLITECNICO DI MILANO dicembre 2010 Il Presidente Prof. Bruno Dente Indice Rapporto 1. I laureati del Politecnico di Milano nel 2005-2008 e i dottori

Dettagli

BIOLOGIA GENERALE 12 dicembre 2007

BIOLOGIA GENERALE 12 dicembre 2007 BIOLOGIA GENERALE 12 dicembre 2007 dispense basate su quelle della Prof.ssa Laura Beani e del Prof. Francesco Dessì Tecniche di Psicologia Generale e Sperimentale Alessandro Massolo Dip. Biologia Animale

Dettagli

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS Un emergenza da non dimenticare A livello globale, l epidemia di HIV-AIDS pare essersi stabilizzata. Il tasso di nuove infezioni è in costante diminuzione dalla

Dettagli

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone Glossario essenziale a cura di Salvino Leone I molti termini tecnici usati dagli addetti ai lavori in materia di procreazione assistita non sono usuali. Ne proponiamo un elenco che pur non essendo completo

Dettagli

PROMUOVERE LE COMPETENZE GENITORIALI: DALLA VALUTAZIONE INIZIALE AL SOSTEGNO POST-ADOZIONE. Jesús Palacios Università di Siviglia, Spagna

PROMUOVERE LE COMPETENZE GENITORIALI: DALLA VALUTAZIONE INIZIALE AL SOSTEGNO POST-ADOZIONE. Jesús Palacios Università di Siviglia, Spagna PROMUOVERE LE COMPETENZE GENITORIALI: DALLA VALUTAZIONE INIZIALE AL SOSTEGNO POST-ADOZIONE Jesús Palacios Università di Siviglia, Spagna Milano, 10 giugno, 2011 Genitorialità adottiva Bambini e bambine

Dettagli

I DENTI CI PARLANO Cosa ci dicono i denti

I DENTI CI PARLANO Cosa ci dicono i denti I DENTI CI PARLANO Cosa ci dicono i denti Dott. Luca Bastianello 2 3 Odontoiatria Olistica Olos in greco significa l intero, il tutto e l'olismo è dunque un modo unitario e organico di vedere la realtà,

Dettagli

TEST FINALE Corso di Grafologia-Affinità di coppia

TEST FINALE Corso di Grafologia-Affinità di coppia TEST FINALE Corso di Grafologia-Affinità di coppia NOTA BENE: le risposte corrette sono riportate al termine del documento 1) Quali sono i dati fondamentali che lo scrivente deve fornire al grafologo per

Dettagli

SISTEMA RIPRODUTTIVO TOSSICITA RIPRODUTTIVA

SISTEMA RIPRODUTTIVO TOSSICITA RIPRODUTTIVA TOSSICITA RIPRODUTTIVA disfunzione indotta da sostanze xenobiotiche che colpiscono i processi di gametogenesi dal loro stadio più precoce all impianto del prodotto del concepimento nell endometrio. La

Dettagli

Uno dei maggiori esperti di marchio a livello mondiale, specializzato nel Branding rivolto ai Professionisti e alle piccole/medie Aziende

Uno dei maggiori esperti di marchio a livello mondiale, specializzato nel Branding rivolto ai Professionisti e alle piccole/medie Aziende 7 Esclusivo appuntamento organizzato da Martin Lindstrom Uno dei maggiori esperti di marchio a livello mondiale, specializzato nel Branding rivolto ai Professionisti e alle piccole/medie Aziende Una delle

Dettagli

Convegno AUSER Dalla cura come destino alla cura come risorsa. Intervento di Mara Nardini Segretaria nazionale SPI CGIL

Convegno AUSER Dalla cura come destino alla cura come risorsa. Intervento di Mara Nardini Segretaria nazionale SPI CGIL 1 Milano 21 novembre 2014 Convegno AUSER Dalla cura come destino alla cura come risorsa. Intervento di Mara Nardini Segretaria nazionale SPI CGIL L ingresso massiccio delle donne nel mercato del lavoro,

Dettagli

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI URBINO Carlo Bo FACOLTA' DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA AZIENDALE CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE Alessandro

Dettagli

Studio di Psicologia Centro Studi D.S.A.

Studio di Psicologia Centro Studi D.S.A. SCUOLA STATALE SECONDARIA DI PRIMO GRADO LUIGI PIEROBON CITTADELLA CENTRO TERRITORIALE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE DEGLI ADULTI ANNO SCOLASTICO 2009/2010 Lettura veloce: imparare a leggere e studiare

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM 2 INTRODUZIONE Scopo di queste pagine è di fornire alcune informazioni di carattere generale, ma scientificamente corrette, circa il trattamento ormonale che viene somministrato alle persone affette da

Dettagli

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA Preambolo Istanbul, 11 maggio 2011 Gli Stati membri del Consiglio d

Dettagli

disturbo da desiderio sessuale ipoattivo disturbo da avversione sessuale Diminuzione o perdita del desiderio sessuale Evitamento sessuale e mancanza di godimento sessuale disturbo dell eccitazione sessuale

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Analisi di alcuni indicatori statistici relativi alla mobilità Marzo 2008 Direttore Gianluigi

Dettagli

Un cervello, due lingue: vantaggi linguistici e cognitivi del bilinguismo infantile Antonella Sorace Università di Edimburgo

Un cervello, due lingue: vantaggi linguistici e cognitivi del bilinguismo infantile Antonella Sorace Università di Edimburgo Un cervello, due lingue: vantaggi linguistici e cognitivi del bilinguismo infantile Antonella Sorace Università di Edimburgo Il mantenimento della diversità linguistica, in Italia e nel resto dell Europa,

Dettagli

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE FINALITA far conoscere, differenziare e fare memorizzare il prodotto e la marca ad accrescerne il valore percepito (significati simbolici, segnali di valore) La differenziazione

Dettagli

Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo e secondo globulo polare (PB)

Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo e secondo globulo polare (PB) Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo e secondo globulo polare (PB) Diagnosi Preimpianto delle alterazioni cromosomiche mediante array-cgh La sottoscritta (partner femmiile).. Data

Dettagli

Uso terminologico e campo di applicazione

Uso terminologico e campo di applicazione Uso terminologico e campo di applicazione Con il termine Disturbi evolutivi Specifici di Apprendimento (acronimo convenzionale: DSA) ci si riferisce ai soli disturbi delle abilità scolastiche, e in particolare

Dettagli

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia 10 maggio 2004 La vita quotidiana di separati e in Italia Media 2001-2002 Ogni anno le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Corso di Medicina del Lavoro

Corso di Medicina del Lavoro Corso di Medicina del Lavoro Malattie da cancerogeni, mutageni e genotossici Valutazione del rischio per la riproduzione in ambiente di lavoro 1 of 28 A quali agenti è esposto il lavoratore o la lavoratrice?

Dettagli

La qualità della vita lavorativa nei call center

La qualità della vita lavorativa nei call center La qualità della vita lavorativa nei call center Obiettivi, metodologia di ricerca e descrizione del campione di Sergio Mauceri (Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale Sapienza Università di Roma)

Dettagli

Screening oculistico-ortottico nei bambini in età scolare: prevenire e migliorare le cure

Screening oculistico-ortottico nei bambini in età scolare: prevenire e migliorare le cure Presidio Ospedaliero S. Liberatore Atri - Unità Operativa di Oculistica Associazione per la vista Teramo Atri ONLUS Screening oculistico-ortottico nei bambini in età scolare: prevenire e migliorare le

Dettagli

Disabilità e Internet: il progetto www.vostromondo.it

Disabilità e Internet: il progetto www.vostromondo.it Disabilità e Internet: il progetto www.vostromondo.it Facoltà di Psicologia La sperimentazione di un intervento di comunicazione mediata come strumento riabilitativo Relatore Chiarissimo Professore Carlo

Dettagli

Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione. CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione. Psicologia Generale

Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione. CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione. Psicologia Generale Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione Psicologia Generale A.A. 2013-2014 Docente: prof.ssa Tiziana Lanciano t.lanciano@psico.uniba.it

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO "INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL'OCCUPAZIONE"

PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL'OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO "INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL'OCCUPAZIONE" CCI 2014IT05SFOP014 Titolo POR Sicilia FSE Versione 1.1 Primo anno 2014 Ultimo anno 2020 Ammissibile

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE Procreazione medico assistita L assistenza di un medico e di un biologo si dimostrano talvolta indispensabili per riuscire a diventare genitori. Quando una metodica di laboratorio, più o meno complessa,

Dettagli

Analizziamo le informazioni

Analizziamo le informazioni Analizziamo le informazioni Lato osservatore 27 Analizziamo le informazioni 28 Analizziamo le informazioni 29 Analizziamo le informazioni 30 Analizziamo le informazioni 1 sfondo 2 volto 3 fronte 4 occhio

Dettagli

Pensare con i numeri

Pensare con i numeri Pensare con i numeri Fondamenti di Psicologia Generale A cura di M. Zorzi e V. Girotto Cap. 19 Pensare con i numeri Stefania Pighin stefania.pighin@unitn.it 3 aspetti principali: La rappresentazione mentale

Dettagli