Eraclea. Notiziario di. n.1 Luglio 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Eraclea. Notiziario di. n.1 Luglio 2013"

Transcript

1 n.1 Luglio 2013 Notiziario di Eraclea IN QUESTO NUMERO Green beach la spiaggia ad Eraclea Mare La Pista ciclabile Ponte Crepaldo/Valcasoni Le novità del mondo Scuola I bandi Europei: un opportunità Il Personaggio

2 3 Il Saluto del Sindaco Cari concittadine/i, Vi rivolgo questo saluto proprio nei primi giorni di caldo, una bella stagione che sembrava non arrivare mai, minando, ed in parte anche colpendo l agricoltura, e il turismo, le cui attività sono partite in ritardo. Due realtà importanti del nostro Comune condizionate dagli eventi metereologici che, come detto, non sono stati, di certo, favorevoli, almeno fino alla prima decade di giugno. Un esempio su tutti le mareggiate del mese di maggio che in poche ore hanno annullato gli interventi congiunti del Genio civile, degli operatori e dell Amministrazione comunale per rendere la nostra spiaggia pronta ed accogliente. Soldi gettati in mare come nel caso di coloro che hanno dovuto riseminare i propri terreni. Ecco che la similitudine con il bilancio comune viene spontanea; questi mesi sono stati di incertezza amministrativa a livello nazionale e ci hanno costretto ad approvare il bilancio a fine giugno. E non è detto che le entrate previste corrispondano poi, vista anche la vicenda IMU ancora al vaglio del Governo. Per il momento le uniche certezze sono la sospensione dei versamenti in acconto per quanto riguarda la prima casa ed i terreni agricoli. Con queste e numerose altre incertezze, nonché il costante crescendo dei tagli che subiscono i Comuni (il nostro riceverà, per il 2013, circa euro in meno), il bilancio comunale prevede quest anno un ritocco all addizionale comunale IRPEF; abbiamo resistito lo scorso anno, mentre altri Comuni lo avevano fatto, nella speranza che da Roma ci potessero essere novità positive, ma, visto il contrario, siamo stati costretti ad intervenire in questo capitolo di entrata. Abbiamo ritoccato anche il servizio trasporto e mensa scolastica, che nonostante un piccolo aumento, riusciamo a mantenerne i costi tra i più bassi degli altri Comuni. Ma abbiamo lavorato soprattutto nei tagli, riducendo la spesa per l illuminazione pubblica, i consumi energetici e qualche altra spesa che, seppur poteva darci visibilità, abbiamo preferito tagliare o diminuire. Per la particolarità del momento storico non abbiamo variato le somme a bilancio nel campo sociale, vuoi perché alcune sono vincolate, altre sperando di poter dare una risposta e una speranza alle tante persone che quotidianamente ci chiedono aiuto. Duole, soprattutto a me, chiedere sacrifici ai miei concittadini, ma credetemi l impegno profuso per cercare soluzioni diverse è stato grande, non ho potuto far altro, con i miei collaboratori, accettare la macabra realtà. Con una promessa però che, se la situazione dovesse cambiare in positivo, non esiterò a rivedere questi aumenti. Sono tante le cose che vorrei dirvi o comunicarvi, dalle serate nelle frazioni dove ho avuto modo di dialogare con alcuni di voi, alla certezza che finalmente la rotatoria di Ponte Crepaldo conoscerà la parola fine, dalle molte iniziative che l Amministrazione ha messo in campo ed a quelle che si concretizzeranno, con la collaborazione delle molte associazioni locali, entro l anno, ma due righe le vorrei spendere per i giovani. Ancora casi di giovani vittime in Comuni limitrofi, hanno riempito le pagine dei quotidiani locali; giovani che sulla strada di ritorno dopo il lavoro hanno perso la vita, giovani al lavoro per essere autonomi e pagarsi gli studi, giovani che meritano più che mai la nostra attenzione per i valori forti che portano con sé e perché ci offrono ogni giorno insegnamenti significativi. Mi appello a Voi affinché possiate portare le vostre idee, i vostri valori, la vostra disponibilità, la vostra freschezza a servizio della collettività. I Consigli di frazione potrebbero essere la forma giusta per un nuovo confronto: non perdiamo questa occasione per vivere e costruire la vostra e la nostra Città. Buona estate a tutti. IL SINDACO, dr. agr. Giorgio Talon QUI EDIZIONI edizione locale di Eraclea - luglio 2013 periodicità: semestrale Proprietario/Editore: SE Servizi Editoriali srl - Via Roma, Tricesimo (UD) Tel Fax Direttore responsabile: Silvano Bertossi Stampa: Tipografia Moro (Tolmezzo - UD) finito di stampare: luglio 2013 Registr. Trib. di Udine n. 9/2001 del Nessuna parte della pubblicazione è riproducibile senza il consenso dell editore e dell Amministrazione Comunale.

3 La Giunta e la composizione del Consiglio Le Società Partecipate del Comune di Eraclea (2^ parte) 5 >> La Giunta SINDACO: GIORGIO TALON Referati: Affari Generali e Legali, Servizi Demografici, Polizia Mortuaria, Urbanistica, Ecologia Ambiente, Protezione Civile, Polizia Locale, e quant'altro non specificatamente individuato. Orario di Ricevimento: Il Sindaco riceve il martedì dalle 9.00 alle Per gli altri giorni è possibile prenotare un appuntamento contattando l ufficio Segreteria al numero ITALO TREVISIOL (VICE SINDACO) Referati: Politiche sociali ed Immigrazione. Orario di Ricevimento: Mercoledì mattina dalle ore alle ore 12.00, ricevimento libero; altri giorni solo su appuntamento. Cellulare n. 320/ RENATA FILIPPI Referati: Cultura, Istruzione, Servizi Scolastici, Politiche Comunitarie, Politiche del Personale, Sistemi Informativi Orario di Ricevimento: Lunedì mattina dalle ore 09:00 alle ore 12:30, ricevimento libero; altri giorni solo su appuntamento. Cellulare n. 320/ STEFANO BOSO Referati: Programmazione Finanziaria, Bilancio, Tributi, Economato, Società Patrimoniale e Partecipate, Attività Produttive, Commercio, Turismo, Agricoltura e Sportello Unico Orario di Ricevimento: Giovedì mattina dalle ore 9.00 alle ore 12.00, ricevimento libero; altri giorni solo su appuntamento. Cellulare n. 320/ >> La composizione del Consiglio Comunale LISTA "CIVICA CON TALON" Giorgio TALON Giuliano BATTISTEL Italo TREVISIOL Stefano BOSO Riccardo RIZZETTO delega allo Sport, politiche giovanili, C.e.d., sistema qualità Renzo BACCICHETTO delega partecipazione, decentramento Pier Paolo CIBIN delega associazionismo, volontariato Renata FILIPPI Enrico FINOTTO Stefano STEFANETTO Giancarlo ROSSI (capogruppo) delega patrimonio Silvia VERONESE delega Pari Opportunità GIULIANO BATTISTEL Referati: Lavori Pubblici, Manutentivo, Viabilità e Trasporti, Decoro Urbano Orario di Ricevimento: Giovedì pomeriggio solo su appuntamento; Venerdì mattina dalle ore 9.00 alle ore 12.00, ricevimento libero. Cellulare n. 348/ STEFANO STEFANETTO Referati: Edilizia Privata, Demanio, Edilizia Residenziale Pubblica e Politiche Abitative Orario di Ricevimento: Lunedì mattina dalle ore 9.30 alle ore 12.00, ricevimento libero; Giovedì pomeriggio dalle ore alle ore 17.00, ricevimento libero. Cellulare n. 348/ LISTA "NOI CON VOI PER ERACLEA" Graziano TESO (capogruppo) Angelo CATTELAN Osvaldo CESARO Roberto CATTELAN Riccardo PARO Vuoi visualizzare le delibere del Consiglio e giunta comunali? Collegati al sito: alla sezione gli atti del comune >> Una corretta raccolta differenziata: un occhio all ambiente e uno alle tasche! La raccolta differenziata, una abitudine entrata ormai nella nostra quotidianità, un gesto intelligente e semplice, una corretta gestione dei rifiuti che divengono risorsa e non solo problema. Le parole riciclo e recupero sono diventate di uso comune ma è importante capire perché dobbiamo porre la giusta attenzione a queste attività. E davvero importante effettuare una corretta raccolta differenziata poiché la stessa fa bene da un lato all ambiente e dall altro al portafoglio. I rifiuti differenziati riciclabili che non vengono conferiti correttamente, o perché collocati nei contenitori sbagliati, (es. plastica nella carta o viceversa, frazione organica nel secco ecc.), o perché ancora sporchi, (es. contenitori non lavati contenenti residui alimentari), determinano una contaminazione degli altri rifiuti che devono subire in seguito un ulteriore trattamento manuale con un conseguente allungamento dei tempi di selezione e, di conseguenza, del recupero dei materiali. Non differenziare correttamente, provoca inevitabilmente un aumento dei costi. È bene infatti sapere che i rifiuti raccolti mediante raccolta differenziata, una volta arrivati al centro di recupero, vengono selezionati utilizzando un nastro trasportatore a lato del quale alcuni addetti controllano, manualmente, ogni singolo rifiuto per accertarne la conformità ad essere recuperati nella frazione merceologica di appartenenza (carta, vetro, plastica, alluminio ecc). Se il rifiuto differenziato conferito all impianto di selezione risulta essere sporco o contaminato da altri rifiuti non appartenenti a quella particolare tipologia, diventa inutilizzabile ai fini del riciclo/recupero e purtroppo, deve essere smaltito in discarica senza poter essere riutilizzato causando un aggravio dei costi sia per le operazioni di selezione non andate a buon fine, sia per i costi dello smaltimento in discarica. Maggiore è la percentuale di rifiuti estranei più alta è la percentuale di scarto e, di conseguenza, il rischio di vanificare il comportamento virtuoso di chi si è comportato correttamente, conferendo nel modo giusto i rifiuti. Il principio di base è quello, fondamentale, che nella raccolta dei rifiuti il protagonista è lo stesso utente; gli addetti alla raccolta sono gli esecutori materiali del servizio che migliora nel tempo con la crescente sensibilità da parte di tutti. Per questo è importante che il conferimento avvenga nel modo più corretto possibile visto che, nell ottica del contenimento

4 6 dei costi, non fine a se stessa ma per una corretta gestione del denaro pubblico, il comportamento virtuoso diviene un fattore importantissimo. È bene quindi ricordare che il miglior sistema di separazione dei materiali è quello effettuato dai cittadini all atto del conferimento dei rifiuti nei singoli bidoncini seguendo il calendario prestabilito. Si tratta di un piccolo gesto che può portare grandi vantaggi per tutti. A partire dal 1 Maggio 2012 inoltre anche i piatti e i bicchieri in plastica monouso possono essere riciclati e conferiti quindi con la frazione di rifiuto imballaggi in vetro, plastica e lattine. Una importante novità che permetterà di aumentare ancor più le percentuali della raccolta differenziata del nostro territorio; infatti, grazie ad un accordo del Consorzio di filiera, la COREPLA (il Consorzio per il recupero della plastica), sarà possibile riciclare anche questa frazione di rifiuto, oramai prodotta in notevoli quantità nella nostra Comunità. Anche la raccolta dei rifiuti ingombranti è un aspetto molto importante della raccolta. Esiste un servizio dedicato riservato ai rifiuti ingombranti (poltrone, divani, frigoriferi, apparecchiature elettriche, mobili, ecc.) che vengono prelevati GRA- TUITAMENTE a domicilio telefonando al n (dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00) con un limite massimo di 3 metri cubi per due volte all anno. Ovviamente quantitativi superiori o ulteriori ritiri sono a pagamento. Per chi lo volesse utilizzare, è inoltre presente nel Comune di ERACLEA, ed è aperto al pubblico, l Ecocentro di Via delle Industrie dove è possibile conferire tutte le tipologie di rifiuti che non possono essere raccolte con il sistema domiciliare nonché i rifiuti pericolosi provenienti dai nuclei familiari quali pile, medicinali, olio vegetale, olio minerale, ecc.. L ecocentro è aperto il Lunedì, Martedì, Venerdì e Sabato dalle ore 9.00 alle ore I cittadini di Eraclea si distinguono per il senso di rispetto ambientale: infatti la percentuale di raccolta differenziata dell intero Comune, che ricordiamo essere a vocazione turistica, nell anno 2011 ha oltrepassato la cifra del 67%. >> ASI Azienda Servizi Integrati Il Comune di Eraclea partecipa alla campagna di sensibilizzazione realizzata da A.S.I. S.p.A. per il , dal titolo ASI e il tuo Comune ti invitano a bere l acqua del rubinetto. La campagna attraverso la realizzazione di cartelloni, intende far conoscere i vantaggi ambientali legati all utilizzo dell acqua potabile. A.S.I. S.p.A., da sempre attenta alla tutela dell ambiente, ha intrapreso un percorso di rispetto delle risorse naturali che le ha consentito di ottenere la certificazione secondo la norma internazionale UNI EN ISO 1400:2004 e a breve la Registrazione europea EMAS. Si tratta di strumenti volontari che prevedono di sviluppare e operare con un sistema di gestione per tenere sotto controllo e migliorare le prestazioni ambientali dell azienda. Due importanti traguardi a testimonianza dell impegno nell affrontare il delicato equilibrio tra l attività produttiva aziendale e la riduzione del suo impatto ambientale. I manifesti da esporre presso il Comune, le sue strutture e presso tutte le scuole (elementari, medie, superiori) illustrano, in sintesi, i vantaggi dell acqua del rubinetto rispetto a quella acquistata: il costo ridotto; la mancata produzione di rifiuti derivanti dalle bottiglie di plastica; la garanzia dei controlli cui è sottoposta l acqua distribuita; la comodità di averla direttamente a casa propria. Con un messaggio efficace e diretto e un immagine semplice e chiara si vuole trasmettere al cittadino di oggi e di domani l importanza del consumo dell acqua pubblica e la sua qualità.

5 CULTURA E ISTRUZIONE >> Grandi novità per il prossimo anno scolastico Parte con l a.s la sperimentazione del tempo pieno presso la Scuola Primaria G. Ancilotto di Stretti. La proposta della Dirigente Scolastica è stata ben sostenuta dal fatto che il plesso è stato ideato per un organizzazione oraria a tempo pieno: gli spazi, la molteplicità dei laboratori, l attenzione a una didattica a tempo prolungato. L amministrazione comunale si è presa l impegno di garantire una nuova linea bus navetta che collegherà il capoluogo con il plesso di Stretti. Anche la Scuola Secondaria I grado L. da Vinci amplierà l offerta formativa introducendo un nuovo percorso e un orario di lezione diverso: La proposta della scuola, oltre a rispondere a una richiesta delle famiglie, permetterà una più efficace organizzazione delle discipline, una maggiore presenza dei docenti e una razionalizzazione delle risorse. La chiusura del plesso una giornata la settimana (il sabato), infatti, permetterà dei risparmi importanti in termini di personale e utenze. >> Aula Snoezelen Ad Eraclea arriva la prima stanza Snoezelen tra le scuole pubbliche del territorio, nel nostro Istituto Comprensivo De Amicis. Inaugurata il 25 maggio la stanza Snoezelen è un aula adibita alle innovative tecniche di riabilitazione per i bambini che presentano diverse disabilità, deficit, difficoltà e bisogni speciali. Lo scopo è quello di raggiungere un apprendimento attraverso la comunicazione stimolata da strumenti multisensoriali. La stanza così ricca di stimoli rappresenta non solo una situazione di apprendimento, ma un esperienza di benessere per i bimbi e uno strumento per migliorare la qualità della vita delle famiglie. Fra i relatori un luminare nazionale per la terapia del dolore, il prof. Fanchiotti, che afferma: con orgoglio ritengo questo risultato un piccolo miracolo e l auspicio è che sia il seme di diffusione di questo metodo. Attraverso le stimolazioni sensoriali aumenta la capacità di sentire, di riconoscere le forme e quindi di comunicare e ricordare. Ad impreziosire la giornata c è stata la presenza di altri illustri esperti fra i quali, l ing. Orofino, la prof.ssa Meroni della prima scuola speciale di Milano, docenti e professionisti del territorio. 9 >> Porte aperte al canile comunale Numerosi cagnolini attendono la visita e l adozione delle famiglie di Eraclea. Vi aspettano presso l associazione L ARCA, rifugio Al Parco, via Fossanuova - Musile di Piave. >> ERACLEA ACCOGLIE A BRACCIA APERTE UN SOGNO: Un tappo per il C.R.O. e la Via di Natale di Aviano In modo silenzioso e modesto un primo raccoglitore di tappi della SORGENTE DEI SOGNI è arrivato davanti al Palazzo Municipale. >> Comune di Eraclea: premiato il sito in provincia FESTIVAL DI PRIMAVERA Grandiosa la presenza alla terza edizione del "FESTIVAL DI PRI- MAVERA", organizzato dall Associazione ONLUS "SCUOLA FAMI- GLIA PER CRESCERE ED EDUCARE INSIEME". Con quanto raccolto dalla serata si realizzeranno dei progetti didattici dell' Istituto Comprensivo "E. De Amicis" di Eraclea e delle scuole paritarie del territorio. La somma raccolta è già stata divisa fra i 7 plessi partecipanti (4 statali e 3 parificate). Con il fondo accumulato si auspica l acquisto di altri due testi scolastici per i nuovi iscritti alla scuola secondaria inferiore! Ma le iniziative dell associazione non si sono fermate qui! È stato organizzato un torneo di Buraco a Stretti con l obiettivo d acquisto della prima LIM (lavagna luminosa) per il plesso di Stretti. Venerdì 15 marzo all auditorium della Provincia a Mestre si è conclusa la XII Settimana Web con la proclamazione dei vincitori e la consegna del Premio Polo Est ai migliori portali di Comuni, Scuole e Associazioni della provincia. In tale occasione il sito web del Comune di Eraclea si è distinto per il Premio speciale trasparenza, per la fluidità e la chiarezza dell impaginazione dei contenuti, per la completezza dell informazione in materia di trasparenza amministrativa e di amministrazione aperta. FESTA COUNTRY ERACLEA MARE Terza edizione Programmata per il sabato 31 agosto e domenica 1 settembre la terza edizione della Festa Country, presso il parcheggio Rose a Eraclea Mare. Nella splendida cornice della nostra pineta si svolgerà una delle feste più frizzanti dell estate. Assessore Renata Filippi

6 10 LAVORI PUBBLICI >> Pista Ciclabile Ponte Crepaldo/Valcasoni La pista ciclabile che collega Valcasoni a Ponte Crepaldo e quindi a Eraclea Centro, tramite la pista ciclopedonale già realizzata, si farà. Nonostante le gravi difficoltà economiche in cui versa Eraclea al pari di tutti i Comuni d Italia. La Pista ciclabile Valcasoni- Ponte Crepaldo, infatti, è stata inserita nel programma dei lavori pubblici comunali per il triennio 20013/2015 già approvato. Non solo, l Amministrazione comunale ha approvato anche lo studio di fattibilità, documento che dà inizio alla progettazione dell opera. Tale Pista ciclabile è un collegamento di primaria importanza richiesto con forza dagli abitanti di Valcasoni. L opera, infatti, permetterà di raggiungere Ponte Crepaldo in perfetta sicurezza, viaggiando su un percorso che si svilupperà lungo il lato Est della Triestina Bassa, strada provinciale interessata da un traffico intenso e pesante che diventa particolarmente pericoloso durante i mesi estivi. La nuova pista per pedoni e ciclisti avrà una lunghezza complessiva di più di 2 chilometri, sarà larga 2.5 metri anche se in qualche punto si restringerà a 2 metri a causa delle caratteristiche del terreno. Per una buona parte correrà sull argine Consorziale dei canali Stretti Sud e Sacca, ma interesserà anche porzioni di terreno agricolo. Sono molti i punti di raccordo tra la pista ciclabile e gli accessi alle abitazioni private che saranno rispettati, ma non saranno necessari interventi particolari di tombinamento di fossi o canali, preferendo piuttosto la realizzazione di piccoli ponticelli. Gli interventi previsti saranno tutti di lieve impatto ambientale ma adeguati a garantire la massima sicurezza per chi circola lungo il percorso. Gli abitanti della frazione di Valcasoni presenti il 13 Maggio scorso alla riunione con l Amministrazione comunale, hanno manifestato tutto il loro gradimento per un opera pubblica che permetterà loro di raggiungere facilmente il centro di Ponte Crepaldo, in tutta. Ponte Crepaldo, infatti, è dotato di negozi e servizi vari (ad es. la farmacia comunale) di cui anche gli abitanti di Valcasoni fruiscono. Inoltre, anche la possibilità di arrivare pedalando a Eraclea è per loro motivo di soddisfazione. Eraclea, infatti, è il centro amministrativo e dei servizi, per la presenza del Municipio, della Biblioteca Civica, della Scuola media e del Distretto sanitario. Questo lavoro pubblico oltre a fornire un servizio fondamentale per Valcasoni aiuta anche a rafforzare il sentimento di unione tra gli abitanti dei tre centri. Assessore ai Lavori Pubblici Giuliano Battistel Il tracciato del nuovo percorso si sviluppa sul lato est della strada provinciale, in buona parte sulla sommità dell argine est del canale Stretti Sud e sull argine del canale adiacente la strada e parte su tratti ora adibiti ad uso agricolo. La larghezza della pista viene definita in ml 2.50 come da normativa vigente, ma in alcuni punti è possibile che si ricorra ad una sezione ristretta sino a ml Complessivamente il percorso ciclo-pedonale ha una lunghezza indicativa di ml

7 13 DEMANIO >> Progetti comunitari per l ambiente I percorsi nella pineta Il bosco di Eraclea Mare il Centro di Educazione ambientale Il Comune di Eraclea sta portando avanti azioni concrete a difesa dell'ambiente di Eraclea Mare. Nell'ambito del PSL (Piano di Sviluppo Locale) e del PSR Piano di Sviluppo Rurale stanno prendendo avvio quattro progetti di riqualificazione della Pineta delle aree verdi e del Centro di Educazione Ambientale. Tali progetti sono tutti finanziati con fondi europei a cui il Comune ha concorso per l'assegnazione. PRIMO PROGETTO L intervento prevede la sostituzione o la nuova posa in opera di complessivi ml di staccionate (su circa 800 m di percorsi privi di staccionate e 4800 m di staccionate esistenti), nonché la sistemazione di tutti i percorsi esistenti. Importo euro. SECONDO PROGETTO Sistemazioni degli arredi della Pineta, è prevista la sostituzione di 75 panchine e l'installazione di 10 pannelli informativi. Importo euro. TERZO PROGETTO Rimboschimento del Bosco di Eraclea Mare. Il progetto prevede la piantumazione di alberi e sistemazione dell'area. Importo euro. QUARTO PROGETTO Formazione dello sportello accoglienza presso il centro di educazione ambientale, Con uno spazio per accoglienza dei bambini e sussidi didattici per l'educazione ambientale all'infanzia. Importo euro. >> Giralagune >> Finanziamenti Comunitari il ruolo delle amministrazioni locali e del gruppo di azione locale (vegal) IFinanziamenti COMUNITARI, FEASR, inquadrati nel Piano di Sviluppo Rurale PSR e nel Piano di Sviluppo Locale della Regione Veneto sono stati una opportunità per l intero territorio del veneto orientale. Sappiamo che l Italia è un po il Fanalino di coda dell Europa sull utilizzo degli stanziamenti Europei. Ma questa opportunità offerta dai finanziamenti Europei, l Amministrazione Comunale ha cercato di sfruttarla a pieno. In due anni Amministrazione sono stati messi a punto 9 progetti per un importo di oltre euro. che sono stati finanziati e pronti per la realizzazione. Ciò è stato possibile anche grazie alla collaborazione instaurata tra Enti locali, che insieme hanno maturato una concezione globale degli interventi in funzione ad una riqualificazione complessiva del territorio del Veneto Orientale. In questo quadro dobbiamo sicuramente ringraziare VEGAL, l organizzazione del Gruppo Locale della Venezia Orientale, che ha saputo svolgere una sapiente regia agli interventi, inquadrandoli in una visione unitaria e più avanzata del nostro territorio. PROSPETTO DEI PROGETTI AVVIATI E FINANZIATI DAL COMUNE DI ERACLEA NELL AMBITO DEL PSR- PSL , COORDINATI DA VEGAL PROGETTO PUNTO ACCOGLIENZA PRESSO IL CENTRO EDUCAZIONE AMBIENTALE A ERACLEA MARE PERCORSI E STACCIONATE IN PINETA DESCRIZIONE Trattasi di attrezzare il C.E.A. di un sportello accoglienza, con mostre sull ambiente di Eraclea Mare, un KinderHeim, per l educazione ai bambini. Inoltre funzionerà sportello informativo e organizzazione visite guidate. Rifacimento di 3850 ml. di staccionate ormai vetuste e 800 ml. di nuove staccionate, risistemazione dei percorsi con eliminazione degli ultimi tratti asfaltati e formazione di pavimentazione in ghiaino. SPESA , ,00 CONTRIBUTO , ,00 L'area sosta a Torre di Fine Èun progetto a reguia con gli altri Comuni costieri, che prevede la realizzazione di un itinerario ciclo-pedonale da Punta Sabbioni a San Michele al Tagliamento. Nel nostro territorio il percorso segue il Canale Revedoli fino a Torre di Fine, per poi entrare a Eraclea Mare. A torre di Fine, presso l'area ex conca, il progetto prevede l'attrezzatura di un'area sosta per i ciclisti con l'installazione di panchine, giochi, percorsi, barbecue e pannelli informativi sul territorio e tutti i percorsi esistenti. Importo euro. Assessore al Demanio Stefanetto Stefano ARREDI IN PINETA RIMBOSCHIMENTO Installazione di 75 panchine nuove in legno e ghisa, 10 cartelli informativi e cestini 2 messa a dimora di alberi su 2 ettari del bosco lungo via dei fiori. Il progetto è quello di realizzare finalmente il bosco e creare una cintura verde tra la viabilità di scorrimento e il centro abitato , , , ,00 Continua a pag. 14

8 14 segue da pag. 13 PROGETTO DESCRIZIONE SPESA CONTRIBUTO RECUPERO MAGAZZINO IDRAULICO Progetto di recupero di Un edificio caratteristico, attualmente inutilizzato di proprietà del Genio Civile. Il Comune di Eraclea intende recuperare l immobile per centro anziani e utilizzare l area scoperta (2.500 mq.) per avviare la pratica degli orti sociali , ,00 PIAVELIVE È un progetto a regia con I gal Veneziani, trevigiani e Bellunesi. Il tema è la riqualificazione del rapporto con i fiumi Piave e Livenza. In comune di Eraclea si prevede la realizzazione di una rampa di accesso in corrispondenza della piazza, la sistemazione della golena e la realizzazione di un attracco fluviale , ,00 AUDITORIUM CA MANETTI Nella misura Cultura in concertazione con Vegal è stato presentato un progetto per adeguamento acustico della sala consigliare per farla diventare un auditorium dove potranno tenersi rappresentazioni teatrali, musicali e convegni. Il progetto prevede anche la messa in sicurezza della sala e la sua climatizzazione , , , ,00 Oltre ai progetti sopraelencati, che hanno un ambito di applicazione comunale, ci sono altri due progetti di valenza territoriale che stiamo portando avanti: PROGETTO DESCRIZIONE SPESA CONTRIBUTO 5 PROGETTI INFORMATIVI Trattasi di progetti a Regia, con gli altri Comuni di VEGAL. Volti all informazione sul turismo dell entroterra, rurale, ambientale e culturale dell area del Veneto Orientale. I 5 temi sono: CICLOTURISMO capofila Cavallino; TURISMO AMBIENTALE Caorle; OFFERTA ENOGASTRONOMICA s. Michele al T.; Turismo Fluviale Jesolo; Turismo Culturale Concordia S , ,00 PIANO STRATEGICO DEL CONSORZIO BIM SISTEMA FRUITIVO DEL PIAVE Nell ambito del Piano Strategico del BIM, articolato in 3 sezioni: Mobilità lenta, informazione, energia, il Progetto per il sistema fruitivo del Piave, prevede alcuni interventi nei diversi comuni appartenenti al Consorzio. In particolare il Comune di Eraclea ha proposto un percorso ciclabile, che connetta S. Donà di P. al mare (dal Treno al Mare) si tratta di un percorso di valenza europea, che dovrebbe ricadere a ridosso della canaletta irrigua Piave e la canaletta Tombolino. Per l intero progetto è prevista una spesa di ,00 Assessore al Demanio Stefanetto Stefano

9 17 SPORT >> Festa dello Sport 2013 Giunta ormai alla sua ottava edizione, la rinomata festa che riunisce tutte le Società Sportive che operano nel Comune di Eraclea, darà appuntamento il 14 settembre alle ore in Piazza Garibaldi. Si è scelta la data del 14 Settembre in prossimità con l inizio della scuola e della stagione sportiva. Non mancheranno ospiti d eccezione, dopo la presenza del campione olimpionico pluridecorato Daniele Scarpa della scorsa edizione, è quasi certa per quest anno la presenza di Mara Fulin, ex cestista e allenatrice della nazionale italiana di pallacanestro. L invito è rivolto a tutti gli appassionati sportivi, vi aspettiamo in piazza Garibaldi. >> Stagione sportiva 2012/2013: RISULTATI OTTENUTI Grande soddisfazione anche quest anno è giunta dalle società sportive di Eraclea che, grazie agli sforzi economici e alla passione dei propri tesserati riescono a portare a casa notevoli risultati: A.S.D. Lago Azzurro: raggiunge il secondo piazzamento nel campionato trota torrente oltre al raggiungimento del 1 posto individuale Trota lago cat. Pulcini e giovani e 1 classificato individuale campionato carpa. Union Volley: vittoriosa del torneo U21 titolo provinciale. 2 posto U18 provinciale. Oltre ad aver vinto il torneo della bomboniera (Chiriniago), torneo depentori (Arco di Trento) e il torneo A.C.Marina di Santa Croce: i ragazzi allenati da mister Cristian Terreo raggiungono in una sola stagione il massimo dei risultati vincendo il campionato di calcio amatoriale (girone B), con una sola sconfitta e la coppa disciplina A.I.A.C. vinta ai rigore nella finale contro il Caorle disputata nel campo neutro di Noventa Di Piave. Circolo Velico Mariclea: ha raggiunto il 1 posto al Trofeo dei miti nella categoria 6 da 24,1 a 26 piedi, vincendo entrambe le regate su Tirabora con l equipaggio di Roberto Tonon. Lodevole il risultato di KerKyra che percorre le 6 miglia in meno di 52 minuti, classificandosi 3 alla barcolana Classic 2012 A.S.D. Città di Eraclea Crepaldo: Il miglior risultato è stato ottenuto dalla categoria esordienti i quali si sono classificati 2 nella classifica campionato. 3 Scalino del podio raggiunto dalla categoria Allievi. Buono risultato anche della squadra maggiore che ha raggiunto l obbiettivo permanenza nella II Categoria con ben 6 giornate di anticipo. A.S.D. Pallacanestro Eraclea: gestita dal neo presidente Alessandro Boatto trascina L U19 al 2 posto nella prima fase del campionato locale. 2 scalino del podio raggiunto anche dall U17 che si qualifica alle finali provinciali raggiungendo il 1 piazzamento nella prima fase provinciale. I giovani Acquilotti si classificano 1 nel girne nord-est. La Promozione si qualifica 5 alla prima fase. L Anspi Roller Ponte Crepaldo: ha conquistato alle ultime gare a cui ha partecipato un primo posto maschile con Speretta Tommaso e femminile con Bozzetto Cinzia a Oderzo a Siena un primo posto con Teso Margherita, a Chiarano un primo posto con Uliana Giorgia e Geretto Siria e un secondo posto a Gubbio con Piovesana Giulia e Pizzutto Vanessa. >> A proposito dei numeri civici Ricordo quand ero bambino a mio nonno giunse una cartolina che anziché essere indicato il suo nome e cognome, Francesco Cadamuro, era indicato come era conosciuto, Checco, ed anziché via Roma nr. 21, dove risiedeva, vi era scritto Centro ed il Comune non Eraclea, come lo era diventata da oltre un ventennio, bensì Grisolera. Era impossibile trovare posta di qualche vicino tra la propria, vuoi perché il fenomeno immigrazione (sia dall Italia che dall estero) era sconosciuto, vuoi perché i portalettere, residenti nel Comune e cha da anni svolgevano quel servizio nella propria zona di competenza, conoscevano tutti. Ora, almeno quello che sento dire da più di qualcuno, è sovente che tra la propria posta ci sia anche quella di altri. Il già citato fenomeno dell immigrazione in evoluzione, i portalettere in continua sostituzione, la mancata attenzione da parte di qualcuno nel comunicare ai mittenti il cambio di indirizzo o il numero civico o, ancora, proprio la mancanza di quest ultimo all accesso della propria abitazione sono forse le cause di quanto accade. Se alle prime è più difficile trovare soluzioni o magari implicano un continuo monitoraggio, più facile credo sua quella che ogni abitazione abbia ben esposto il proprio numero civico. Già la legge anagrafica del n. 1228, tra l altro all art. 10 recita Il Comune provvede all indicazione dell onomastica stradale e della numerazione I proprietari di fabbricati provvedono alla indicazione della numerazione interna, Anche il Regolamento anagrafico del n. 213 all art. 42 afferma Le porte e gli accessi dell area di circolazione all interno dei fabbricati di qualsiasi genere devono essere provvisti di appositi numeri da indicarsi su targhe di materiale resistente.. È una società la nostra in continuo cambiamento, negli usi e nei costumi e molto spesso nascono forme di approvvigionamento una volta impensate, come per esempio, i corrieri. Vedo spesso furgoncini lungo le nostre vie, ma spesso spaesati e il più delle volte di intralcio alla viabilità, in cerca di destinatari della merce da consegnare, ma in confusione totale per la numerazione che trovano/non trovano. Penso ai medici della guardia medica notturna o agli specialisti che devono andare a domicilio di qualche paziente o utente e che non conoscono i Nostri paesani, spesso devono fermarsi per chiedere tale numero dove si trova. Ecco, credo che con una spesa modica, ingegnandosi magari con il fai da te, copiando altri, potremo tutti adoperarci un po di più perché sul cancello, sul pilastro, sulla recinzione, sulla colonna delle nostre abitazioni sia ben visibile il proprio numero civico. Italo Trevisiol >> Nordic Walking Terza edizione della prestigiosa tappa di Nordic Walking a Eraclea Mare. Partenza fissata per le ore 16 di sabato 31 Agosto in concomitanza con la festa country. Fantastici i premi in palio ai promi classificati e gruppi più numerosi. Per info ed iscrizione contattare Marigonda Sandro 338/ >> Maratoneti Eraclea In quest ultimi anni i Maratoneti Eraclea 1974 hanno partecipato a varie manifestazioni sportive, mettendosi in gioco con i propri limiti e le proprie capacità, per correre e rimanere in salute. A fine luglio organizzeranno a Eraclea Mare la 24^ staffetta 3x3000 e l 11^Minicorsa Baby. Appuntamento da non mancare. Cons. delegato Riccardo Rizzetto

10 SOCIALE >> Tribunale La Giunta Comunale ha deliberato la Convenzione con il Tribunale Ordinario di Venezia per i lavori di pubblica utilità e a giorni è prevista la firma di sottoscrizione. Ma di cosa si tratta? L art. 54 del D. lgs. 274/2000, nei casi espressamente previsti dalla legge, consente ai soggetti colpiti da sanzione penale di scontare la pena mediante prestazione di lavoro di pubblica utilità; tale possibilità è estesa anche nei casi di analogamente anche per le violazioni al codice della strada, ai sensi dell art. 186 del D. lgs. 285/92. Gli impieghi per il lavoro di pubblica utilità presso il Comune di Eraclea debbono avere ad oggetto le seguenti prestazioni e/o attività: sostegno portatori di handicap, malati, anziani, minori ed ex detenuti; protezione civile e di tutela del patrimonio ambientale e culturale; vigilanza di mostre allestite con il patrocinio comunale; Tutela della flora e della fauna, prevenzione del randagismo; Manutenzione di case di cura, beni del demanio pubblico, con esclusione di immobili usati dalle FFAA e dalle forze di polizia; Altre prestazioni inerenti alla professionalità specifica del condannato. Pertanto con tale atto l Amministrazione Comunale da il consenso allo svolgimento, all interno della propria organizzazione e della programmazione annuale, di attività non retribuita a favore della collettività da parte di soggetti sanzionati, per i quali si renda applicabile l esecuzione della pena, ai sensi ed agli effetti degli articoli di legge sopracitati. Nello specifico il Comune, previa valutazione caso per caso della compatibilità con la propria organizzazione e dell accettazione formale, consente a due condannati (intendendo contemporaneamente) alla pena di pubblica utilità, di prestare attività non retribuita. Tali attività vengono coordinate dai dirigenti comunali, ai quali spetteranno anche le relative istruzioni e le relazioni finali da trasmettere all A.G. competente. Un opportunità quindi da una parte di accrescere, le forze lavorative del nostro Comune, dall altra permettere a chi, magari ingenuamente o scioccamente, ha commesso violazione di piccola entità, soprattutto violando il codice della strada, di scontare la pena impiegando il proprio tempo in modo utile alla collettività. >> Defibrillatori Potrebbe essere definito, da una parte, progetto Sport sicuro la dotazione di defibrillatori negli impianti sportivi, ma dall altra parte, visto che ne è stato collocato uno anche nel palazzo municipale, tale sicurezza è estesa un po a tutti i cittadini. Proprio nel vano-esposizione che divide gli uffici comunali dal distretto sanitario è stato collocato il primo defibrillatore, con l augurio che non sia mai usato, ma che in caso di necessità, all interno, ma anche all esterno del palazzo, sia pronto all uso. L Amministrazione Comunale ha ritenuto che l acquisto di defibrillatori, strumenti essenziali in caso di arresto cardiaco, fosse la più importante spesa da effettuare con gli utili della farmacia comunale. Ricordiamo che in caso di arresto cardiaco abbiamo a disposizione 3-4 minuti prima che il cervello subisca danni irreversibile e che mai come in questo caso la rapidità di intervento possa far la differenza. Con tale dotazione abbiamo anticipato la normativa nazionale che obbligherà anche le società sportive dilettantistiche, fin dalla prossima stagione, a dotarsi di tale presidio sanitario. L amministrazione ha acquistato 5 defibrillatori. Oltre quindi a quello installato nel palazzo municipale, gli altri verranno collocati al palazzetto dello sport e allo stadio comunale di via Largon, nella palestra Filzi del plesso scolastico di Ponte Crepaldo e nella palestra Da Vinci della scuola media inferiore. Chi può usare il defibrillatore? Chiunque. E studiato appositamente per poter essere utilizzato da qualsiasi persona, senza alcuna esperienza medica o para-medica. Il suo funzionamento è molto semplice. Due elettrodi vengono posizionati sul petto del paziente, un computer interno al defibrillatore monitora e analizza la situazione cardiaca del paziente. L apparecchio stesso fornirà al soccorritore precise semplici istruzioni compresa, in caso di necessità l erogazione della scarica elettrica. Si è detto che il suo uso è molto semplice, comunque chi lo utilizzerà dovrà frequentare un corso. Corso non certo impegnativo, della durata di quattro ore circa tra parte teorica e pratica, con obbligo di aggiornamento ogni due anni. Rappresentanti delle Società sportive del mondo scolastico e dell apparato Comunali saranno a breve invitati a partecipare con l auspicio che eventuali interventi possano contribuire a salvare delle vite. Assessore ai Servizi Sociali Italo Trevisiol

11 20 PROMOZIONE DELLE PARI OPPORTUNITÀ di Eraclea ha iniziato da più un anno un percorso, insieme all azienda sanitaria, per la sensibilizzazione tutte le famiglie sul tema dell affido famigliare. L amministrazione Cosa significa avere in affido familiare un bambino? Ottenere l affidamento di un bambino significa sostenerlo per un tratto del suo percorso di vita: l affido solleva il bambino e la sua famiglia da situazioni di temporanea difficoltà. I rapporti tra la famiglia affidataria e i genitori naturali sono regolati da un accordo, avvengono nel rispetto dei diritti di entrambi. L affido può essere diurno (ad esempio i pomeriggi o le mattine) oppure residenziale (per tutta la giornata); in ogni caso, non può superare i 2 anni. Il servizio svolge un attività per la valutazione di famiglie che si dimostrano disponibili all'affido, mediante un percorso formativo. Le politiche sociali prevedono a favore dei genitori: dall indennità di maternità al congedo parentale, dai diritti della madre lavoratrice all assegno di maternità dello Stato o dei Comuni, dagli assegni familiari alle detrazioni fiscali per i figli a carico. Appena arrivata è stata una doccia fredda non sapevo che esistessero famiglie in grado di rinunciare alla propria intimità per far entrare una terza persona, un estraneo..e era proprio una famiglia, una casa Ero silenziosissima..la signora è stata bravissima..è sempre rimasta con il sorriso.. (Carmen ora 30 anni). >> Violenza sulle donne Purtroppo nel 2013 non si è invertito il trend, sono 65 le donne ammazzate dal 1 di gennaio, nella maggioranza dei casi da un uomo che conoscevano: marito, fidanzato, amante, in carica o ex. Le donne, gli uomini, le ammazzano per, rabbia, frustrazione, gelosia e orgoglio. Le motivazioni sono sempre le stesse. È per questo che il comune di Eraclea è in rete con gli altri Enti ed Associazioni. In base al protocollo tra Provincia e Ordine avvocati si possono richiedere attività di consulenza legale gratuita per donne vittime di violenza. Il numero telefonico 1522 è attivo 24 ore su 24 per tutti i giorni dell'anno ed è accessibile dall'intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile, con un'accoglienza disponibile nelle lingue italiano, inglese, francese, spagnolo, russo e arabo. Si forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati attivi a livello locale. Silvia Veronese Cons. Delegata alle Pari Opportunità

12 22 Il Personaggio A sx Lorenzo Boccin Solighetto con la moto campione mondiale e le altre del podio. >> Lorenzo Boccin Solighetto La storia comincia tanti anni fa, con un ragazzino più interessato a smontare e rimontare motorini che a passare il tempo sui libri di scuola. Pian piano la passione si trasformò in lavoro, dapprima a San Donà con un socio, poi in società con la moglie in zona artigianale a Eraclea. In breve è la storia di Lorenzo Solighetto detto Boccin e della sua azienda BCC, officina di preparazione e restauro di moto vecchie e nuove, per la maggior parte Harley Davidson. E proprio il restauro di una vecchia una moto Harley Davidson modello KNUCKLEAD 1946 ( Testa a nocca di pugno ) riferito alla forma della testata del motore, lo ha imposto all attenzione degli appassionati a livello mondiale. Ho trovato questa vecchia moto in Germania, da un vecchietto, in condizioni pietose, racconta Lorenzo. Basti pensare che il motore era in una cassetta e mancavano pezzi come scarichi e parafanghi che ho dovuto ricostruire a mano. La moto era un modello del 1946 ed il recupero mi impegnò a lungo, assieme ad alcuni collaboratori. Completati i restauri, ho presentato la moto al Motor Bike Expo a Verona a gennaio 2012 e si è classificata 2 nella categoria choopper. Poi abbiamo partecipato a Lignano al Biker Fest e ci siamo aggiudicati il viaggio a Daytona per il 2013 di andata e ritorno alla Bike Week a marzo in America. Il sogno di partecipare al concorso AMD, campionato mondiale costruttori, a Sturgis in South Dakota, negli Stati Uniti si avvera dopo essermi aggiudicato il 1 posto al concorso di Londra a luglio Indimenticabile l emozione, prosegue Boccin Solighetto, al concorso americano, quando dopo tre giorni di esami e prove i giudici mi dichiarano CAMPIONE DEL MONDO nella categoria H-D MODI- FIAL cioe un Harley Davidson modificata ma tutta originale. Nel raccontarlo a Lorenzo luccicano gli occhi e accarezza il premio vinto, una coppa di campione mondiale e un motore H-D Screamin'Eagle 120 R del valore di euro 10,000. Complimenti Lorenzo per aver realizzato i tuoi sogni. Tutta Eraclea è orgogliosa dei tuoi successi!

13 24 TURISMO >> Eraclea Mare Green Beach La presentazione del marchio della località, avvenuto in una agitata, partecipata e numerosa assemblea pubblica il 6 giugno, ha coperto uno spazio di comunicazione da troppo tempo vuoto. Il marchio è, per definizione, un simbolo grafico che sintetizza l'oggetto che vuole esprimere. Deve avere alcune caratteristiche (semplicità, equilibrio, forza espressiva) che ne consentono una facile memorizzazione e un costante rimando all'oggetto stesso. In questo caso (Eraclea) una località turistica inserita in un contesto rivierasco fianco a fianco di stazioni balneari piuttosto lanciate e attrattive. Il marchio punta sulla distintivita': la pineta viene considerata quale elemento distintivo di valore, sia per la sua estensione, sia per la scarsa antropizzazione. Si è voluto enfatizzare la conservazione di un luogo avvenuta attraverso il rispetto del principale elemento naturale, la pineta appunto, differentemente da altre aree verdi dei comuni vicini. Eraclea Mare = natura. L'immagine prende spunto da questo aspetto e struttura, attraverso un segno semplice, una silhouette del pino appoggiata sulla scritta Eraclea Mare e, ancora più sotto, Green Beach. Il lettering e' autorevole, forte e chiaro. La scelta della lingua inglese (Green Beach) ne dichiara l'utlizzo preminente in ambito turistico. Le due cromie che accompagnano i segni sono formate dal verde e dall'azzurro, scelti quali colori naturali (mare e pineta), morbidi, e facilmente declinabili. Fondamentalmente esprime un concetto romantico, raffinato della vacanza, un concetto dove rumori, luci, artificialità sono banditi. La distintivita' della località ne esce molto rafforzata soprattutto se, utilizzando il marchio nelle sue innumerevoli declinazioni, lo si inserisce in prodotti ad alto contenuto fotografico. È particolarmente adatto a tutti gli utilizzi legati al web. È il giusto segno che contraddistingue e contraddistinguerà l'evoluzione turistica di Eraclea Mare. Assessore al Turismo Boso Stefano >> L Associazione Valcasoni cambia nome! Valcasoni diventa ASSOCIAZIONE VOLONTA- RI VALCASONI. Già la denominazione stessa spiega lo L associazione scopo dell associazione: il volontariato. Questo è l ideale che sta alla base di un grande gruppo di persone che dedica il proprio tempo lavorando unito per mantenere viva una piccola comunità. Anche quest anno l Associazione Volontari Valcasoni si sta preparando alla grande apertura del centro estivo 2013, intitolato La curiosa storia di un onda gigante. Animatori e bambini sono pronti per trascorrere un mese (dal 1 al 26 Luglio) di puro divertimento. La sua notorietà è stata conquistata grazie alla professionalità e alla passione di coloro vi operano ogni giorno ( nel campo e dietro le quinte ) accompagnando bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni a vivere esperienze significative in armonia con se stessi e con gli altri. Altro appuntamento aspettato con ansia dai ragazzi tra gli 11 e i 14 anni è la settimana in montagna. Lontani dalla famiglia, sostenuti ed aiutati da animatori ed adulti, si cimenteranno in camminate ed attività varie per sviluppare la loro indipendenza. Da quest anno partirà anche un progetto che durerà tutto l anno, rivolto ai giovani dai 13 ai 18 anni. Partendo dai loro desideri e grazie alla collaborazione con la cooperativa Itaca, saranno impegnati in un percorso che li avvicinerà gli uni agli altri, attraverso attività concordate con i ragazzi stessi. Riciclea il mercatino del baratto (che si svolge ogni ultimo sabato del mese presso le ex scuole elementari di Eraclea, a fianco alla chiesa) e altre iniziative dell Associazione Volontari Valcasoni si potranno visualizzare sul sito il quale è in continua evoluzione.

14 26 27 VEDI IL BANDO SU: Sez. GLI ATTI DEL COMUNE Consigli e Consulte Il comune città di Eraclea si è dotato di recente di due strumenti di partecipazione democratica: il regolamento per le Consulte Comunali il regolamento per i Consigli di Frazione l obiettivo comune è diminuire la distanza tra la cittadinanza, con le problematiche delle frazioni e delle realtà sociali rappresentate dalle consulte, e chi amministra la città in quanto eletto. eleggeranno il loro presidente. Egli rappresenterà il consiglio nelle occasioni ufficiali, convocherà le riunioni del consiglio stesso e farà parte della conferenza delle frazioni. Questo sarà l organo di confronto delle esigenze delle frazioni di Eraclea e di raccordo con l Amministrazione Comunale. Ci aspettiamo partecipazione per migliorare il dialogo tra amministratori e cittadini ritenendo che il dibattito, se rispetta le regole di rispetto e democrazia, possa portare frutti alla comunità di Eraclea. Con questo auspicio l amministrazione Vi da appuntamento a settembre per le riunioni preparatorie alle candidature. >> I Consigli di frazione La comunità si sviluppa attorno alla chiesa e alla piazza. Si ritrova per gli eventi più importanti della vita e condivide preoccupazioni, problemi ma anche eventi lieti in specificità di ciascuna frazione. Per conservare questo spirito, mettere in contatto più frequente amministratori e cittadinanza abbiamo proposto e approvato in consiglio comunale il regolamento dei Consigli di Frazione. Perché questa novità? L abbandono delle campagne negli anni del secolo scorso ha comportato lo sviluppo di più nuclei urbani con particolarità e problemi differenti. Ad esempio i problemi delle frazioni a ridosso della costa sono diversi da quelle del capoluogo come diversi sono per il capoluogo o per frazioni lontane dal centro. Il regolamento riconosce queste comunità: - Eraclea Centro - Ponte Crepaldo - Torre di Fine-Eraclea Mare - Brian - Stretti - Valcasoni - Cà Turcata-Paluda ed istituisce per ciascuna di esse un proprio consiglio. Questo sarà composto da cinque membri eletti dai cittadini. A sua volta il consiglio eleggerà un presidente. Compiti del consiglio di frazione. a) la convocazione di assemblee per la pubblica discussione di problemi inerenti la frazione; b) la formulazione di proposte per la soluzione dei problemi amministrativi interessanti la frazione; c) l espressione di pareri, su richiesta dell Amministrazione Comunale, sulle materie di competenza comunale; d) la proposizione e promozione di studi, convegni ed indagini su problemi particolari. Proprio per mantenere lo spirito di comunicazione tra territorio e amministrazione, si è scelto di compiere il giro delle frazioni nel mese di settembre prossimo. Durante tali incontri saranno raccolte le candidature alle elezioni per i consigli. Chi non potesse presenziare all incontro può presentare la candidatura nei cinque giorni successivi, indirizzandola al Sindaco. Terminata la raccolta delle candidature si terranno le votazioni in una sede unica per tutto il Comune. Questa scelta è dettata dall esigenza di risparmio. La partecipazione ai consigli è a titolo volontario e non è previsto nessun compenso. I cinque eletti nel consiglio di ciascuna frazione, senza distinzione tra piccole e grandi perché ognuna ha uguale dignità, >> Le Consulte Comunali Sono istituite le seguenti consulte: Consulta per il Sociale e la terza età Consulta per le Pari Opportunità e per la Cultura Consulta per lo Sport Consulta Giovanile Consulta Attività Produttive La vera novità dell atto è riunire nella stessa assemblea le varie associazioni presenti sul territorio che si confronteranno tra loro e con l amministrazione. L impegno per chi ha sostenuto questa delibera è dar voce alle realtà di vari gruppi o associazioni operanti nel nostro comune. Portare a conoscenza di chi amministra i problemi della terza età, oppure del mondo dello sport o delle attività produttive o dei giovani può stimolare una maggior attenzione a questi argomenti e favorire provvedimenti amministrativi per risolvere tali problemi. Le consulte sono formate da un rappresentante di ciascuna associazione operante nel settore, eventualmente integrate da rappresentanti di singole associazioni indicate dalla Giunta. Il Consiglio Comunale potrà poi integrare i partecipanti con nominativi, massimo cinque, indicate dai gruppi consiliari. I lavori della consulta saranno coordinati dal sindaco o da un suo delegato, preferibilmente sarà l assessore con competenza sull area di interesse della consulta a presiedere. La consulta, come i Consigli di Frazione si scioglierà al decadere dell Amministrazione Comunale e si ricostituiranno con la successiva amministrazione. Chi attualmente amministra si aspetta una grande partecipazione per diminuire la distanza tra palazzo e cittadinanza, un dibattito franco e costruttivo. Crediamo che nessuno possieda la bacchetta magica per affrontare e risolvere i problemi sempre più complessi della nostra realtà e che una maggiore conoscenza possa contribuire a migliorare la nostra vita. I compiti quindi delle consulte sono lo stimolo, la condivisione di problemi specifici e la formulazione di proposte agli amministratori per la soluzione dei problemi della propria area. Dar voce quindi alla maggior parte possibile della nostra società nello spirito del confronto e del dibattito. Anche l amministrazione potrà chiedere alle consulte pareri su argomenti inerenti la propria competenza, giovandosi così di apporti e competenze importanti. Permetteteci una riflessione che può apparire banale ma non lo è affatto: la democrazia si fonda sulla partecipazione dei cittadini e qualunque strumento che la migliori deve essere il benvenuto. Nessuno si senta escluso. a cura del Cons. Del. Renzo Baccichetto

15 28 NOTIZIE IN BREVE >> Il mercatino del baratto RICICLEA NON va in vacanza Riciclea e iniziativa promossa dall associazione Val Casoni & comune di Eraclea volta alla diffusione della prassi del riciclo e del riuso. a grande richiesta per le date estive (29/06-27/07-31/08 dalle ore 9.15 alle ore 13) mettiamo a disposizione la nostra grande bacheka per lo scambio di libri scolastici e grembiuli. Si possono barattare giochi, libri, giornalini, vestiti (0-16) in buono stato, puliti, riutilizzabili. fate spazio nei vostri armadi e nelle vostre soffitte c è qualcuno che cerca proprio quel gioco che vi ha stancato. chissà cosa avrà da offrire in cambio? >> Cercasi Volontari Le persone sono e si sentono portatrici non solo di bisogni, ma anche di idee e capacità da mettere a disposizione; Eraclea è ricca di esempi positivi, spontanei o legati all associazionismo. È con grande soddisfazione che l amministrazione ringrazia la squadra di volontari che si e formata durante l inverno 2013: grazie infinite per i tanti servizi svolti con serietà a: Graziano, Rinaldo, Secondo, Enzo, Natalina, Elia, Socrate, Giancarlo. Se anche tu hai del tempo e vuoi far parte della squadra dei volontari contatta l ufficio Servizi Sociali al numero di telefono >> Croce Rossa Italiana La croce rossa sezione di eraclea ogni martedi mattina da la possibilità di effettuare la misurazione della pressione e prova della glicemia gratuitamente presso edificio delle ex scuole elementari a fianco alla chiesa >> S.O.S. cercasi sede... Lanciamo un annuncio nella speranza che qualche cittadino lo possa raccogliere L Associazione IN CAMMINO CON MARIA che è attiva nel nostro territorio con interventi ed iniziative concrete di solidarietà a favore di persone e famiglie in difficoltà economica, ed in tal senso collabora attivamente con il Comune di Eraclea, ha urgenza di trovare uno spazio da utilizzare come magazzino per il materiale e i generi alimentari che vengono settimanalmente distribuiti. Chi disponesse di un vecchio garage, magazzino.da mettere a disposizione anche solo temporaneamente, può contattare i Servizi Sociali del Comune. >> Servizio farmaci a domicilio Il Comune di Eraclea intende avviare un servizio di distribuzione farmaci a domicilio, riservato a persone in difficoltà. Il servizio sarà effettuato con un mezzo di trasporto comunale, in due pomeriggi la settimana. Si cercano persone volontarie, che abbiano del tempo a libero e che desiderino metterlo a disposizione per realizzare qualcosa di "utile" per gli altri. Per eventuali candidature contattare i Servizi Sociali del Comune di Eraclea.

16 20 capesante 150 g di gamberi 1/2 cipolla 1 gambo di sedano 250 g di pisellini in scatola 2 uova 3 fette di pancarrè 80 g di burro 1/2 bicchiere di vino bianco 1 rametto di dragoncello 1 ciuffo di erba cipollina sale pepe per la sfoglia 300 g di farina 3 uova 1) Impastate, per la sfoglia, la farina con le uova fino a quando il composto diventa perfettamente omogeneo. Lasciatelo riposare per circa 30 minuti. 2) Aprite le valve delle capesante, estraete le noci e i coralli quindi lavatele delicatamente e tagliuzzatele. Fate rosolare la cipolla e il sedano gia mondati e tritati con meta del burro, unite l'erba cipollina sminuzzata, le capesante e fate insaporire per 10 minuti. 3) Trasferite tutto in una ciotola con le uova, il pane senza crosta e sminuzzato, sale e pepe, e amalgamate perfettamente gli ingredienti. Stendete la sfoglia molto sottile e ritagliate tanti dischi di circa 4 cm di diametro. Mettete al centro di ogni disco 1 cucchiaino di composto di capesante, quindi copritelo con l'altra meta sigillando bene i bordi. 4) Sgusciate i gamberi e privateli del filamento scuro C, fate rosolare i loro gusci con il burro rimasto per 5 minuti, quindi levateli e unite i gamberi tagliati a dadini. Fate insaporire per 5 minuti con il dragoncello pulito e tritato e il vino. 5) Aggiungete i piselli scolati e fate cuocere per 10 minuti. Al termine, frullate tutto, salate e pepate. Lessate al dente i ravioli e serviteli con il sugo di gamberi. 2 piccoli calamari già puliti 120 g di prosciutto crudo 40 g di mollica di pane 1 bicchiere di vino bianco secco 2 dl di salsa di pomodoro 2 spicchi d aglio 1 cipolla prezzemolo 4 cucchiai d olio sale pepe In un tegame scaldate un cucchiaio d olio, insaporitevi l aglio e la cipolla tritati finemente e, quando sono diventati trasparenti, aggiungete il prosciutto tritato, il pane sbriciolato e abbondante prezzemolo tritato. Mescolate e dopo due minuti spruzzate il vino, lasciate evaporare, salate e pepate. Raccogliete il composto in una ciotola lasciando l olio di cottura nel tegame. Aiutandovi con un cucchiaino riempite i calamari e chiudete l apertura con uno stecchino di legno. Versate nel tegame il restante olio, lasciatelo scaldare, adagiatevi i calamari e quando saranno dorati versate la salsa di pomodoro. Coprite e cuocete quarantacinque minuti. Servite i calamari caldi.

17

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli