SPORT GIORNATA NAZIONALE L ASSOCIAZIONE SANITÀ PEGGIO DEL PREVISTO 31 MARZO 1 APRILE 2007 RELAZIONE E BILANCIO 2007 COMMISSIONE MEDICO SCIENTIFICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPORT GIORNATA NAZIONALE L ASSOCIAZIONE SANITÀ PEGGIO DEL PREVISTO 31 MARZO 1 APRILE 2007 RELAZIONE E BILANCIO 2007 COMMISSIONE MEDICO SCIENTIFICA"

Transcript

1 ANNO XII _ N. 1 Pubblicazione semestrale della sezione U.I.L.D.M. di Ancona - ONLUS - Poste Italiane S.P.A. - Spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 conv. in L n. 46 Art. 1 comma 2 D.C.B. Ancona SPORT GIORNATA NAZIONALE L ASSOCIAZIONE PEGGIO DEL PREVISTO 31 MARZO 1 APRILE 2007 RELAZIONE E BILANCIO 2007 UILDM SANITÀ COMMISSIONE MEDICO SCIENTIFICA

2 Editoriale Probabilità e Imprevisti GIUGNO 2007 Semestrale della Sezione di Ancona della UILDM Editoriale Sport Peggio del previsto Alla caccia dei romani Novità sui punteggi Via M. Bufalini, Collemarino (AN) Tel Fax Autorizzazione Tribunale di Ancona del 15/11/95 iscritta al n. 35 del registro periodici Direttore responsabile: Mario Di Cicco In redazione: Stefano Occhialini Roberto Frullini Sauro Salustri Hanno collaborato a questo numero: Massimo Cortese Stefano Borgato Progetto grafico e impaginazione: Cooperativa sociale Oblò Monte S. Vito (AN) Stampa: Tipografia Stampa Nova Jesi Attività Associazione Assemblea soci ad Ancona Relazione sulle attività sociali svolte nel 2006 Bilancio sociale 2006 della sezione di Ancona Le attività del 2007 Terza giornata Nazionale UILDM Manifestazione nazionale Da Napoli una UILDM vitale e rinnovata Telethon La UILDM di Ancona per il Telethon Sanità e Medicina La commissione Medico-Scientifica nazionale Varie Trentadue poveri unfermi La forza, l onestà Cercasi volontari servizio civile Quel mazzo di carte arancioni in mezzo al tabellone di gioco del Monopoli ha sempre avuto su di me un fascino particolare: gli Imprevisti. Nessuna certezza sull esito, l alternativa tra una difficoltà aggiuntiva o una sferzata positiva sulla strada per la vittoria finale. Niente a che vedere con il grigiore delle Probabilità, aiuti sempre certi e mai determinanti. Tensione e adrenalina sono parte del nostro carburante; servono a farci pensare, muovere e lavorare con l intensità necessaria, per guadagnare le nostre conquiste. Negli ultimi mesi, alcuni imprevisti mi hanno portato a diventare consigliere nazionale della nostra associazione. Questo significa affrontare un nuovo impegno personale, ricco di opportunità e sfide, per cercare di portare un contributo all enorme patrimonio umano e valoriale della UILDM, costruito dalle azioni e dalle idee di tutti coloro che ci hanno guidato sino ad oggi. Per la nostra sezione significa un nuovo Presidente, a cui affidare il compito di trascinatore, con cui lavorare duro e condividere oneri e onori. Sono certo che potremo contare su una squadra unita; pronta ad accogliere e coinvolgere tutti coloro che saranno interessati e sensibili alla nostra mission: sconfiggere le distrofie muscolari. A Rolando auguro le stesse soddisfazioni da me provate in questi anni e qualche delusione in meno, la possibilità di costruire una sezione più forte e presente nel nostro territorio. Il mio impegno è di lasciare la carica, ma non abbandonare la lotta. Lungo la strada verso la realizzazione del Centro regionale per le malattie neuromuscolari, in questi due anni, abbiamo collezionato diversi imprevisti negativi, ma siamo arrivati all ultimo giro con molte energie e diverse carte ancora da giocare. Il 2007 è l ultimo termine che abbiamo concesso alla politica sanitaria della nostra Regione, per dare risposte concrete e chiare, ai bisogni gravi e urgenti della nostra gente. Non aspetteremo oltre e non lasceremo che la qualità della nostra vita ed essa stessa debbano dipendere da nessun altro al di fuori di noi. È un dovere che sentiamo verso noi stessi, i nostri compagni di viaggio e coloro che portiamo nelle immagini e nei suoni dei nostri ricordi. L ultimo imprevisto è la nuova versione grafica della nostra rivista, spero migliore e più gradevole, per la quale ringrazio la cooperativa sociale Oblò e, in particolare la stagista. Ringrazio Claudia per avermi ricordato che, nonostante tutto e tutti, i giovani restano l unica speranza, per volgere al meglio le nostre sorti, in questo strano gioco che è la vita. Roberto Frullini 2 3

3 Sport PEGGIO DEL PREVISTO! Stagione tutta da dimenticare, o quasi, per i Dolphins Ancona. Quella che doveva essere l occasione per il rilancio è stata forse la più brutta annata dei Dolphins Ancona. Colpa di un girone sempre più di ferro, dove alle solite Thunder Roma (campione d Italia in carica) e Blue Devils Napoli, si è aggiunta la squadra rivelazione Albalonga s Craziest Cows, che si è addirittura permessa il lusso di battere i cugini romani e di relegare al terzo posto del girone, valido comunque per un posto alle finali scudetto di giugno, la squadra di Liccardo. Colpa forse di punteggi di capacità residue che, da qualche anno a questa parte, penalizzano più di altre squadre la nostra. Ma, dobbiamo essere onesti, colpa soprattutto di un atteggiamento in campo tante volte troppo remissivo e rinunciatario, di allenamenti troppo poco frequenti e di un entusiasmo, che soprattutto tra i veterani, va ogni anno scemando. Eppure il campionato era iniziato bene, con la netta vittoria proprio in occasione del primo derby dell Adriatico, quello di dicembre contro la neonata Skonvolts Pescara: ma si trattava solo di un fuoco di paglia prevedibile. I problemi sono iniziati in casa contro la squadra partenopea a febbraio, in una partita dove Liccardo e compagni hanno sfruttato in maniera perfetta le numerose ingenuità difensive dei dorici. La rocambolesca sconfitta con una Roma ridotta all osso per l influenza e la disfatta contro Albalonga nel weekend romano della settimana seguente, sono stati la conferma di una stagione problematica. Le tre vittorie consecutive di marzo, due contro la neonata Vitersport Viterbo e nel derby di ritorno contro Pescara, sono state solo la dolce parentesi di un campionato assai amaro. Mazzata finale: le tre nuove sconfitte consecutive con la prime tre della classe sopracitate, compresa la resa finale contro i Thunder (1 a 13) davanti al pubblico di casa nell ultima di campionato. Prima conseguenza di tutto ciò, sono state le dimissioni da primo allenatore di Occhialini Gianluigi, certamente non la causa principale di risultati così sottotono. Lo stesso ha comunque assicurato che continuerà a seguire la squadra, magari supervisionando il nuovo mister: staremo a vedere. Ma cosa è mancato quest anno ai nostri delfini? Per prima cosa la voglia di combattere, l occhio della tigre come si recitava in uno dei tanti Rocky, quasi che tutti fossero già appagati da quanto ottenuto nelle stagioni precedenti (cosa poi è tutto da scoprire?) e si nascondessero dietro la scusa dei punteggi. I più di 70 gol subiti in campionato sono il sintomo più chiaro di un atteggiamento rinunciatario cronico, nonché di una concentrazione minima, soprattutto nei momenti di difficoltà. Di sicuro poi è mancata la crescita globale del gruppo dal punto di vista tecnico e tattico, cosa che non si può ottenere in un ora e mezzo appena di allenamento a settimana (visti i problemi di inizio stagione con l ente gestore degli impianti è stato tanto ottenere anche solo questo!). Sono mancate poi anche le carrozzine, ormai indispensabili se si vogliono ottenere risultati di livello. Tutto ciò mentre le altre squadre, Albalonga ne è l esempio più lampante, migliorano progressivamente di anno in anno. Un mea culpa va fatto da tutti, il sottoscritto Presidente in primis assieme agli altri Dirigenti e giocatori in secundis, perché quando si perde così tutti sono responsabili, così come tutti erano artefici delle belle stagioni precedenti.. Non c è un solo colpevole o una sola causa, ma un insieme di fattori che dovranno essere corretti la prossima stagione, se si vuole di nuovo tornare tra le magnifiche otto. Ma vogliamo anche trovare qualcosa di positivo in una stagione tanto nera. Per prima cosa la crescita di Giangiacomi come stick, che nel derby di ritorno contro Pescara ha anche segnato il suo primo gol con la maglia anconitana: complimenti! A proposito di gol, ne ha fatti 11 quest anno Jervicella, raggiungendo il suo record personale, anche a lui i complimenti. Si ripartirà anche da questo il prossimo anno, dall entusiamo di Dena Donna che, pur essendo la meno giovane del gruppo è stata colei che più di tutti ha voglia di riscattarsi. Con questi piccoli segni di positività dunque questa dura stagione si avvia lentamente alla conclusione. In programma, oltre agli ultimi allenamenti, due amichevoli in famiglia, o quasi, il 23 giugno a Castelplanio e il 7 luglio a Moie. Due appuntamenti estivi ormai classici per i Dorici, che speriamo siano utili ad avvicinare forze nuove alla nostra realtà, sarebbe proprio di bel auspicio per il futuro! Proprio la mancanza di persone nuove che girino intorno alla nostra squadra, volonta- I RISULTATI DEI DOLPHINS IN QUESTA STAGIONE: Dolphins Skonvolts Pescara Dolphins Blue Devils Napoli Thunder Dolphins Albalonga Dolphins Skonvolts Pescara Dolphins Vitersport Viterbo Dolphins Dolphins Vitersport Viterbo Blue Devils Napoli Dolphins Dolphins Albalonga Dolphins Thunder ri e giocatori, sono il nostro maggior problema; con questo certamente non voglio affatto togliere nessun merito a giocatori, dirigenti e volontari che anche quest anno hanno reso possibile questa stagione. Colgo anzi l occasione per ringraziarli pubblicamente per tutti i sacrifici che hanno dovuto affrontare. Sono certo però che l entusiasmo di qualche giovane e un ulteriore aiuto all organizzazione non possano che giovare a tutti. Alla prossima stagione allora! CLASSIFICA GIRONE C* A cura di Stefano Occhialini -Thunder Roma p. giocate -Albalonga p. giocate -Blue Devils Napoli p. giocate -Dolphins Ancona p. giocate -Vitersport p. giocate 6-Skonvolts Pescara p. giocate * Classifica aggiornata al maggio 4 5

4 ALLA CACCIA DEI ROMANI NOVITÀ SUI PUNTEGGI Thunder Roma, Dream Team Milano, Skorpions Varese, Red Cobra Palermo, Blue Devils Genova, Pallavicini Bologna, Albalonga s Craziest Cows e Blue Devils Napoli: sono queste le otto contendenti per la vittoria finale del 12 campionato FIWH. Le finali si disputeranno dal sei al nove giugno a Monteprandone (AP); favorite saranno naturalmente i romani dei Thunder, non fosse altro per lo scudetto cucito sul petto, seguiti dalle solite Varese e Milano, che hanno dettato legge nei loro rispettivi gironi. Potranno dire la loro anche i Blue Devils Genova del nuovo fenomeno Ronsval e gli Albalonga s Craziest Cows, rivelazioni di questo ultimo campionato. Bologna, Palermo e Napoli di sicuro non staranno a guardare, soprattutto i Partenopei che hanno sfoggiato un giovane Camponesco in gran spolvero. Chi starà a guardare invece saranno Torino, estromessa dalle finali per differenza reti su Napoli, e Monza, che si sente defraudata da un cambiamento in corsa dei punteggi in favore della diretta rivale Bologna, fatto questo che ha sicuramente favorito gli emililani, che sono forse la meno forte tra le squadre presenti in terra marchigiana. Molto dipenderà dai sorteggi (previsti per martedì 4 giugno) da cui uscirà la griglia degli ottavi, con la sorpresa Albalogna che potrebbe dare subito da fare a Varese e Milano. Roma invece dovrebbe avere la strada spianata verso le semifinali: l unica che potrebbe realmente estrometterla dalle prime quattro d Italia potrebbe essere la squadra ligure della Coppia Ronsval Boschini. Sono proprio i Blue Devils Genova l altra mina vagante oltre ad Albalonga, e proprio queste due squadre potrebbero stravolgere i pronostici. Tanti i protagonisti, citarli tutti sarebbe troppo lungo, allora ne citeremo solo uno per squadra. Incominciamo dai campioni d Italia e da Vittadello, fantasia e tecnica, capace di prendere per mano la sua squadra durante il campionato: non a caso l unica sconfitta dei suoi è avvenuta proprio in sua assenza. Brusati e Fattore invece, stelle rispettivamente del Dream Team Milano e degli Skorpion Varese, cercheranno a suon di gol di trascinare il più lontano possibile le proprie squadre; Ronsval dei Blue Devils Genova cercherà di fare altrettanto, portando il solito scompiglio nelle difese avversarie. La fisicità e l intelligenza del laziale Fierravanti e del napoletano Liccardo, potranno essere le armi vincenti per i Craziest Cows e per i Blue Devils Napoli. Sarà l esperienza invece quello che metterà in campo Giovanni D Aiuto dei Red Cobra Palermo, così come per Cimmarusti, forte stick dei Bolognesi. Pensiamo sia difficile fare pronostici, perchè quest anno, forse più che in altri anni, il livello complessivo delle squadre è veramente molto alto. I Dolphins saranno rilassati spettatori di quello che speriamo sia un bello spettacolo. Speriamo proprio di riprenderci la nostra scena il prossimo anno! Novità, non moltissime a dire il vero, sono scaturite dall incontro tra rappresentanti delle squadre e Commissione Medica della F.I.W.H. riguardo l annoso problema dei punteggi, tenutosi a Bologna nei giorni 12 e 13 maggio alla presenta del Dott. G. Spinelli, specializzato in medicina dello sport e membro della commissione Medica della F.I.W.H.. Di segnali positivi però ce ne sono, a cominciare dall atteggiamento della classificazione, atta a coinvolgere in maniera ponderata la stragrande maggioranza delle patologie. La stessa scheda di valutazione comprenderà molti più punti, prendendo in esame l analisi di braccia, tronco e arti inferiori, con il presupposto che c è bisogno di un requisito minimo di deficit per poter partecipare, proprio come in altri sport per disabili, come l equitazione ad esempio. Forse un arma a doppio taglio, anche se gli unici ad essere esclusi potrebbero essere persone affette da distrofie assai lievi e paragonabili a un normodotato, o amputati a uno solo dei due arti inferiori. Il target di utenti comunque sembra corrispondere a coloro che già sono presenti tra le squadre iscritte. Le note negative sono le solite: prima fra tutte il fatto che a giudicare per il prossimo anno siano ancora i dirigenti, per dare il tempo per formare classificatori autorizzati che entrerebbero all opera nella stagione La speranza è che, essendo moltissimi i test e le valutazioni da dare, ci sia meno spazio all interpretazione, salvo le solite furbate che speriamo vivamente vengano punite qualora si verificassero. Non si è parlato del punteggio massimo di squadra, vero nodo da districare e che verrà preso in esame dalla Federazione, più che dalla Commissione. La volontà sembra quella di allargare il nostro movimento, nel contempo preservando coloro che hanno il diritto di parteciparvi, ossia distrofici con gravi menomazioni e patologie simili, dall esclusione delle squadre o ancora peggio dalla stessa pratica sportiva. Per la prima volta, almeno è sembrato, si è voluto costruire qualcosa insieme, partendo dalle idee delle squadre e dall esperienza del Dott. G. Spinelli, che da anni si occupa di questo campo. C è però ancora tanto da fare, i dubbi più grandi vengono proprio da ciò, soprattutto considerando i precedenti non proprio rassicuranti delle stagioni scorse. Lo scetticismo dunque è una cosa comprensibile, anche il sottoscritto ha paura che si predichi bene e si razzoli un po peggio (per non dire male ), l unica cosa che ci auguriamo tutti quanti è che il pessimismo che potrebbe circolare da questa incertezza, si trasformi in un futuro non tanto lontano nella certezza di vedere cresciuta la maturità di tutti. A cura di Stefano Occhialini 6 7

5 Attività Associazione ASSEMBLEA SOCI AD ANCONA Si è svolta il 10 marzo 2007, presso la nostra sede di Via Bufalini 3 a Collemarino l assemblea annuale dei soci della sezione di Ancona. Gli argomenti dibattuti hanno riguardato l attività svolta nel 2006, il bilancio consuntivo 2006 e preventivo 2007, la nomina dei delegati per assemblea nazionale 2007 e le attività future per il L assemblea dei soci ha nominato delegati per l assemblea nazionale della U.I.L.D.M., che anche quest anno si è tenuta a Napoli dal 17 al 19 maggio, Pesaresi Bruno, Simone Giangiacomi, Rolando Giangiacomi, Bianchetti Sabrina, Salustri Sauro e Vitale Vito Antonio. Gli argomenti di maggior approfondimento durante l assemblea sono stati: le persistenti difficoltà incontrate dalla proposta formulata alla Regione Marche, per la costituzione di una Fondazione di partecipazione dedicata alla gestione di un Centro Regionale per le Malattie Neuromuscolari a Torrette di Ancona; l organizzazione del III Torneo dell Amicizia di Wheelchair Hockey a Marotta, in occasione del trentennale della UILDM di Ancona, nel mese di settembre 2007; organizzare, nel mese di novembre 2007, un convegno sul tema: Tutela della salute per le persone con malattie neuromuscolari ; la possibilità per le Associazioni ONLUS di ricevere dei fondi attraverso la destinazione del 5 per mille dalle dichiarazioni dei redditi. Relazione sulle attività sociali svolte nel Nel corso del 2006, la sezione di Ancona ha parzialmente conseguito gli obiettivi posti durante l assemblea annuale dei soci, nonostante l impegno serio e costante di tutti i propri componenti. L associazione ha continuato a svolgere la propria attività nel territorio della Provincia di Ancona, partecipando alla elaborazione e discussione a livello regionale, delle tematiche legate alla disabilità ed alle malattie neuromuscolari. Il proprio rappresentante è ancora presidente della Consulta regionale per la disabilità, nella quale la nostra associazione ha svolto un ruolo di promozione attiva per le persone disabili, gli operatori sociali e gli amministratori di Enti locali. In particolare sono stati affrontati diversi temi, tra cui: gli interventi socio-sanitari, l integrazione lavorativa, lo sport per disabili, la mobilità, la vita indipendente e il sostegno alle associazioni. Un elemento caratterizzante la nostra attività è stato il tentativo di coordinare i propri interventi, con le altre associazioni, realtà culturali e di volontariato presenti nel territorio. Attualmente partecipiamo al Comitato Associazioni di Tutela insieme ad altre 13 associazioni impegnate nel settore sociale e sanitario. Tra le attività di promozione, collaborando con privati ed Enti pubblici, al fine di realizzare gli interventi più idonei per favorire l integrazione delle persone disabili nel tessuto sociale, riteniamo opportuno segnalare: a) Telethon: Abbiamo partecipato alla raccolta diretta dei fondi a favore di Telethon nel 2006, mediante la predisposizione di alcuni punti di raccolta presso: l Azienda Ospedali Riuniti, lo stadio Del Conero, Castelplanio e Marotta. Importante è stata la collaborazione dell azienda ospedaliera, dell Ancona calcio, del club Noi biancorosse e supporters, oltre a tutti i volontari impegnati. b) Tempo libero e sport: La nostra associazione ha tra le proprie attività il sostegno e la promozione della squadra di hockey in carrozzina dell Associazione sportiva dilettantistica Dolphins Ancona Hockey Club. L attività sportiva si è concretizzata con la partecipazione della nostra rappresentativa al campionato nazionale 2005/2006. Il risultato sportivo è stato il peggiore della sua storia recente, mancando la partecipazione alle fasi finali del campionato. La nostra squadra ha partecipato a numerose iniziative di sensibilizzazione verso i problemi legati alla disabilità e a sostegno della UILDM. Nei giorni 1 e 2 settembre 2006 i Dolphins Ancona hanno partecipato a Monaco di Baviera alla Munich Cup, il prestigioso torneo internazionale giunto ormai alla sua diciassettesima edizione. Eccezionale il quarto posto per la squadra Anconetana, considerato l elevato numero di partecipanti e il livello tecnico espresso di caratura internazionale. La nostra sezione dispone ancora di due cabine balneari accessibili, installate presso la spiaggia di Senigallia, nello stabilimento gestito dal CO.GES.CO. c) Riabilitazione e sanità: La nostra sezione ha continui contatti con le varie strutture sanitarie e universitarie, ma lo sviluppo di una maggiore qualità dei servizi necessari ad affrontare i problemi connessi con le patologie neuromuscolari ha subito una sostanziale regressione. Il Centro regionale per la diagnosi ed il trattamento delle malattie neuromuscolari ha terminato il periodo biennale di sperimentazione approvato dalla Regione Marche e la sua attività è terminata il 9 maggio Attualmente il nostro ruolo è ancora di pressione, verso le autorità competenti della Regione Marche e dell Azienda Ospedali Riuniti, affinché venga realizzata una struttura regionale, che riprenda nei contenuti l attività progettata dal Dott. Dante Paladini e parzialmente continuata dalla Dott. ssa Silvia Cocci Grifoni.Il progetto di fondazione partecipata per la promozione del centro clinico è attualmente in valutazione da parte dell azienda ospedaliera. d) Stampa e informazione: La sezione ha iniziato nel dicembre 1995 la pubblicazione di una propria rivista, la cui diffusione e crescita qualitativa sono stati un impegno importante e significativo. Nel corso del 2006 la rivista è stata pubblicata 2 volte, nonostante i problemi legati all individuazione di nuovi collaboratori da affiancare alla redazione. e) Collaborazione con la sede centrale: La nostra sezione ha partecipato con i propri delegati, come di consuetudine, ai lavori della Assemblea Annuale Nazionale a Napoli. Parti- 8 9

6 BILANCIO SOCIALE DELLA SEZIONE DI ANCONA STATO PATRIMONIALE Attivo Consuntivo 2005 Consuntivo 2006 Cassa,., Banca.,., Posta.,., Crediti Titoli Attrezzature Automezzi.,., Totale attivo.,., Disavanzo, Totale.,., Passivo Consuntivo 2005 Consuntivo 2006 Debiti., Fondo T.F.R. Fondo ammortamento.,., Fondi finalizzati,, Totale passivo.,., Patrimonio.,., Totale.,., Avanzo., 2., Totale a pareggio.,., CONTO ECONOMICO Entrate Consuntivo 2005 Consuntivo 2006 Quote sociali.,., Contributi Raccolta fondi.,., Contributi pubblici.,., Contributi Sponsor hockey.,., Contributi privati.,., Contributi Dolphins Movano., Contributi privati Movano, Proventi attività Interessi attivi,, Proventi attività medico scientifica Totale entrate.,., Disavanzo Totale a pareggio.,., Uscite Consuntivo 2005 Consuntivo 2006 Spese amministrazione.,., Assistenza., Spese Gestione Servizio Civile, Ricerca scientifica., Organizzazione attività Spese visione.,., Spese attività Hockey.,., Partecipazione organi sociali.,., Contributi direzione nazionale.,., Acquisto beni strumentali Beni strumentali.,., Spese furgone.,., Totale uscite.,., Avanzo.,., Totale a pareggio.,., 10 11

7 TERZA GIORNATA NAZIONALE UILDM marzo e aprile 2007 colarmente intensa è stata la collaborazione con il presidente nazionale Alberto Fontana e la commissione medico scientifica nazionale, per sviluppare le strategie future per creare un centro regionale di riferimento. La Seconda Giornata Nazionale, domenica 9 aprile, si è conclusa con uno strepitoso successo economico e di coinvolgimento. La nostra organizzazione ha distribuito sul territorio ben farfalle. Sono stati organizzati numerosi punti di raccolta: numerose parrocchie della Diocesi di Ancona, Cityper Falconara, Università di Medicina, Ospedale di Torrette, oltre che a Marotta e Moie. Tante le persone e le organizzazioni coinvolte, che hanno consolidato i buoni risultati della precedente esperienza. Proficua la collaborazione con l Avis di Montemarciano. f) Sede e attività di segreteria: La sede di Collemarino in via Bufalini, 3 ha svolto una efficace attività di segreteria e consulenza, grazie alle risorse umane attivate con il servizio civile volontario. g) Dati della associazione: La sezione ha chiuso il proprio bilancio con un avanzo economico da destinare alle attività future. Il numero dei soci è stato per il 2006 di 178 tesserati. Le attività del Nel corso del prossimo anno, la nostra associazione sarà chiamata ad un duro confronto con il sistema sanitaria regionale, per cercare di costruire un nuovo Centro regionale per la diagnosi e cura delle malattie neuromuscolari dedicato a Dante Paladini, in collaborazione con la direzione nazionale e il comitato medico scientifico nazionale. L attività sportiva dell hockey in carrozzina rimane una delle attività al centro dell attenzione della nostra sezione. La terza giornata nazionale sarà una ulteriore opportunità per diffondere la conoscenza della nostra associazione e dei bisogni delle persone con disabilità e con malattie neuromuscolari. Le altre attività proposte per il prossimo anno sono divisibili in due gruppi, da un lato i progetti già attivati da sostenere e sviluppare, dall altro lato i nuovi obiettivi. Nel primo gruppo rientrano le seguenti attività: Collaborazione con le associazioni dei disabili del territorio; Sostegno attività sportive per disabili; III Giornata Nazionale U.I.L.D.M.; Sviluppo attività segreteria sociale; Nel secondo gruppo ritengo possano rientrare due obiettivi significativi per il prossimo anno: Realizzazione convegno/seminario su temi legati alla disabilità in occasione dei 30 anni di vita della nostra sezione; Creazione del Centro Regionale per la Diagnosi e Cura delle Malattie Neuromuscolari dedicato a Dante Paladini. A cura di Roberto Frullini La terza giornata nazionale UILDM, denominata Liberi di essere, ha portato sulle piazze di tutta Italia ben centomila esemplari di Gaia, la farfallina di peluche ripiena di cioccolatini. Le centomila farfalline hanno trovato modo di dispiegare le loro ali, grazie alla grande sensibilità dei cittadini ed al prezioso aiuto dei nostri collaboratori». Per il terzo anno consecutivo il simpatico simbolo colorato, adottato da tantissimi cittadini, ha rappresentato quindi il traino ideale per informare sugli scopi dell evento e per raccogliere fondi utili a perseguire la sua realizzazione. Con lei è stato proposto anche il Miele di Sicilia aromatizzato in quattro gusti: fragola, mandarino, arancio e limone. L obiettivo da raggiungere è duplice e guarda sia all aspetto medico-sanitario di una malattia neuromuscolare, sia a quello sociale, riferito cioè alle conseguenze che una situazione del genere può portare nella vita quotidiana. Perciò da una parte il consolidamento e il concreto avvio di un Centro Clinico polispecialistico a Milano, presso l Ospedale Niguarda, dall altra il sostegno sempre maggiore alle Sezioni UILDM presenti sul territorio, per consentire a tutte le persone affette da una distrofia o da un altra malattia neuromuscolare di diventare pienamente protagoniste della propria vita, a scuola, nel lavoro, nel tempo libero, nella sfera privata. Tutto questo è stato spiegato ai cittadini, che hanno ben compreso lo spirito dell iniziativa, ma anche agli organi di informazione che numerosi hanno accolto l appello, dedicando vari spazi alla Giornata Nazionale UIL- DM, tra cui il nostro Corriere Adriatico. Noi della sezione di Ancona siamo riusciti ad ottenere un risultato che ci riempie di orgoglio e di soddisfazione. La nostra organizzazione sul territorio ha consentito, grazie al contributo dei soci, ai volontari ed ai simpatizzanti, la distribuzione di ben farfalline. Gaia era già presente presso l Università di Medicina a Torrette di Ancona, l Ospedale Regionale di Torrette di Ancona, il supermercato Famila di Marina di Montemarciano, il Cityper di Falconara Marittima, la Parrocchia di Marotta di Mondolfo, la Festa degli Spaghetti a Mondolfo, la Festa dei Garagoi a Marotta. Altri punti di distribuzione sono stati costituiti dai partner ormai storici, quali l Avis di Montemarciano e da alcune Parrocchie di Ancona, che hanno ripetuto l esperienza già vissuta con grande partecipazione e soddisfazione in precedenza. A tutti la UILDM di Ancona esprime il proprio ringraziamento per il contributo dato al conseguimento di un tale risultato: ai simpatizzanti, ai volontari, agli amici dell Avis di Montemarciano e Mondolfo, alle Parrocchie che hanno saputo con passione condividere con noi l iniziativa, alla Azienda Ospedaliera di Torrette di Ancona per la disponibilità, ai tifosi dorici Noi Biancorosse and Supporters, alle aziende quali i supermercati Cityper di Falconara Marittima ed il Famila di Marina di Montemarciano per gli spazi concessi, a Dreaming SPA, Serallegri S.r.l., Edil Marotta s.a.s., Lavanderia Adriatica, Marotta Macchine, Mancinelli & partners S.p.A., Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Turistici, della Pubblicità e Sociali Francesco Podesti, alla Società Nuova Folgore, al Sig. Vecchiotti e l Ing. Rognoli della Mediterranea Service, a Paolo e Simonetta, per il prezioso contributo offerto, a Stefano Morici e i suoi colleghi solidali per l enorme spirito collaborativo, ai componenti la squadra dei Dolphins per la loro voglia di vincere sempre, ai soci tutti. A cura di Roberto Frullini 12 13

8 Manifestazione nazionale DA NAPOLI UNA UILDM VITALE E RINNOVATA Telethon LA UILDM DI ANCONA PER IL TELETHON Si sono concluse a Marina di Varcaturo, presso Napoli, le XLIV Manifestazioni Nazionali della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), che hanno portato oltre 500 delegati dell Associazione, provenienti dalle sue 74 Sezioni Provinciali, ad incontrarsi nell accogliente Villaggio Stella Maris, durante un intensa tre giorni di lavori. Innanzitutto gli appuntamenti medico-scientifici, che grazie al lavoro della Commissione Medico-Scientifica Nazionale UILDM, hanno potuto contare sulla presenza di numerosi specialisti italiani del settore, impegnati a fornire ai pazienti, ai familiari e ai medici del territorio gli aggiornamenti sui più recenti progressi riguardanti il trattamento delle distrofie e delle altre malattie neuromuscolari. Viva e presente, poi, anche a Napoli la collaborazione della UILDM con Telethon, che in un proprio spazio ha presentato alcune ricerche, finanziate proprio dalla principale maratona italiana di raccolta fondi, tra le quali quella di Giulio Cossu, dell Istituto San Raffaele di Milano, con l utilizzo delle cellule staminali. Ma grande successo hanno avuto anche gli appuntamenti dedicati agli aggiornamenti legislativi - con la partecipazione di Salvatore Nocera, vicepresidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell Handicap) - alla sensibilizzazione nelle scuole, alla situazione delle varie regioni italiane rispetto alle norme sull assistenza personale dei disabili e alla loro concreta applicazione. Senza dimenticare il corso rivolto agli Operatori Locali di Progetto per il Servizio Civile Volontario o il seminario organizzato dal Gruppo Donne UILDM, incentrato sul vissuto delle persone colpita da una malattia invalidante progressiva. Particolarmente importante, infine, anche la parte più strettamente istituzionale, che ha visto quest anno le elezioni per il rinnovo della Direzione Nazionale UILDM, di durata triennale.tra i tredici consiglieri nazionali eletti, spicca ancora il nome del presidente nazionale in carica Alberto Fontana (Milano), che ha raccolto il maggior numero di consensi ed è stato riconfermato insieme a Marcellino Boscolo (Chioggia), Pasquale Campanile (Caserta), Matteo Falvo (Verona), Enrico Lombardi (Livorno), Enzo Marcheschi (Pisa), Anna Petrone (Salerno) e Omero Toso (Padova). Cinque, invece, i nuovi consiglieri eletti, vale a dire Giuseppina De Vito (Vibo Valentia), Roberto Frullini (Ancona), Maurizio Giovanetti (Roma), Cira Solimene (Napoli) e Andrea Vigna (Omegna).Nei prossimi giorni, all interno di questo nuovo gruppo, verranno scelte le cariche di presidente, vicepresidente, segretario e tesoriere, per il triennio Un evento, dunque, che ha confermato la vitalità e la voglia di incidere di un Associazione che quest anno ha consistentemente aumentato il numero dei propri Soci (da a , con un aumento del 65% circa), in un contesto caldo e festoso come quello garantito dalla UILDM di Napoli, che a contorno dei lavori ha promosso manifestazioni musicali, teatrali e anche uno spettacolo pirotecnico per il gran finale. A cura di Stefano Borgato dell ufficio stampa UILDM La maratona Telethon continua a mietere successi ed ogni edizione supera la precedente. Oltre 30 milioni di euro, il 4,8 per cento in più dell edizione 2005, circa il triplo della prima edizione del 1990, rappresentano un risultato senza precedenti in termini di raccolta. Ancora una volta, a fianco di Telethon, ci siamo schierati compatti noi della UILDM, sempre presenti fin dalla sua prima edizione, ottenendo come al solito risultati eccellenti. La sezione di Ancona, in particolare, ha messo in campo soci, volontari e simpatizzanti; ha interessato aziende, palestre, pubbliche amministrazioni e tutte quelle realtà locali in grado di dare il loro contributo a questa grande iniziativa. Ha predisposto punti informativi e di raccolta fondi presso l Azienda Ospedaliera di Torrette di Ancona, grazie alla disponibilità dell Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I G. M. Lancisi G. Salesi di Ancona ed all interessamento della Dott.ssa Marisa Carnevali, è stata presente allo stadio del Conero in occasione di una partita di campionato dell Ancona Calcio, grazie alla generosa, preziosa e puntuale collaborazione del Club Noi Biancorosse Supporter e della Società Ancona Calcio, alla palestra Sporting Club di Cupramontana. Il risultato ottenuto in termini di raccolta si può definire ampiamente soddisfacente: 3.184,07 Euro tra telethon card e offerte libere, a cui va aggiunto il contributo dal Comune di Fabriano, che la UIL- DM di Ancona ringrazia per la disponibilità e sensibilità mostrate per una iniziativa come il Telethon, forse unica per l intensità partecipativa, dove la ricerca scientifica, la lotta alle malattie geniche, è finanziata dalla gente, da noi tutti, ciascuno con il suo prezioso, seppur minimo, contributo. A cura di Roberto Frullini La commissione Medico Scientifica Nazionale UILDM Il nuovo presidente della Commissione, per il biennio in cui quest ultima sarà in carica, è risultata eletta la dr.ssa Tiziana Mongini, neurologa del Centro Malattie Neuromuscolari P. Peirolo, Dipartimento di Neuroscienze dell Università di Torino e vicepresidente la dr.ssa Elena Pegoraro, neurologa del Dipartimento di Neuroscienze dell Università di Padova. Confermata infine nella carica di segretario la dr.ssa Antonella Pini, neuropsichiatra infantile dell Ospedale Maggiore di Bologna. Ricordiamo anche gli altri membri della Commissione: - dr. Nicola Ambrosino, pneumologo dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa; - dr.ssa Angela Berardinelli, neuropsichiatra infantile dell Istituto Neurologico Mondino di Pavia; - dr. Filippo Maria Santorelli, del Laboratorio di Medicina Molecolare dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma; - dr. Gabriele Siciliano, neurologo dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa; - dr. Andrea Vianello, pneumologo dell Università di Padova, già presidente della Commissione dal 1999 al 2006; - dr. Alessandro Pini, cardiologo dell Ospedale Luigi Sacco di Milano. A cura di Roberto Frullini 14 15

9 Varie TRENTADUE POVERI INFERMI Riguardo al mondo dell handicap, quest anno ricorrono tre importanti anniversari: 1) il 30 dall entrata in vigore della Legge 517, che ha stabilito che i bambini handicappati dovevano essere inseriti nella scuola, mentre questo non avveniva, tanto che vi erano le scuole speciali e le classi differenziali per quelli con qualche problemino o magari troppo vivaci; 2) il 15 dalla emanazione della Legge quadro sull handicap, la ben nota 104; 3) son poi 40 anni dal mio primo giorno di scuola, ma vi prego di non sorridere, poi vi spiegherò come mai sia così importante ricordarvi quell evento privato. Prima però voglio parlarvi di una targa apposta al manicomio di Ancona per ricordare un bombardamento aereo avvenuto nel 1943 e che fece molti morti. La targa dice più o meno così: Il tal giorno un bombardamento causò la morte degli eminenti professori, degli assistenti medici, degli infermieri (tutti con nomi e titoli vari) e trentadue poveri infermi. Da parecchi anni il manicomio, che non esiste più, ospita gli uffici dell azienda sanitaria locale e vicino alla targa per un breve periodo c è stato l ufficio della guardia medica, dove una volta mi ero recato per non ricordo neppure quale ragione. Ebbene, questi trentadue pazienti erano talmente poveri al punto che, una volta morti, non ne hanno neppure ricordato il nome, e pensare che quella struttura era nata per loro, o forse serviva a difendersi da loro: resta inteso che i poveri infermi non contavano niente. Cerchiamo allora di comprendere che rapporto c era tra la scuola e l handicappato, che oggi viene definito il soggetto diversamente abile. Pur avvertendo che non sono un esperto in materia, posso dire che per gli handicappati gravi esistevano le famose scuole speciali, mentre vi erano alunni sani che, per il fatto che non erano seguiti dai genitori o parlavano in dialetto o per le ragioni più disparate e disperate, venivano dirottati, io direi deportati, verso le altrettanto celebri classi differenziali, che permanevano nello stesso edificio scolastico dove si formavano i bambini normali. La classe differenziale ha rappresentato una crudeltà educativa, e la Commissione Falcucci nel 1977 emana la legge 517, che inserisce gli handicappati nella scuola pubblica, e così pure i disaddattati che venivano rovinati dalle classi differenziali. Non dimentichiamo che in Europa l Italia è l unico Stato ad aver fatto una scelta di civiltà del genere, e pensiamo a che cosa deve aver rappresentato per i genitori di queste persone una opportunità che fino all anno prima era stata loro preclusa. Nel 1992 vengono emanate con la Legge 104 tutta una serie di norme sulle persone handicappate e sui loro familiari, perché spesso ci si dimentica del dramma dei genitori dei disabili, che hanno a che fare con milioni di problemi, primo fra tutti l isolamento della loro condizione. E veniamo alla conclusione. Il 2 ottobre 1967 il sottoscritto, che ha sei anni compiuti, va per la prima volta a scuola. Sapevo già leggere, scrivere e far di conto, ma, essendo nato da genitori anziani, la mamma non mi faceva uscire di casa, e probabilmente non parlavo molto bene. Alla visita medica, il dottore che la fece mi propose per la classe differenziale, ma la maestra, che aveva avuto un grave lutto, al suo rientro in sede disse che ero seguito dai miei genitori e che non dovevo andare alle differenziali. La maestra abitava di fronte alla mia casa e fu in quell occasione che sperimentai per la prima volta il fattore C: il Colpo di fortuna. Che cosa sarebbe stata la mia vita se la vicenda avesse avuto un altro epilogo? Le discriminazioni migliori sono quelle che si portano addosso sulla propria pelle. Un ultima notizia prima di concludere. Nel prossimo mese di novembre si terrà a Rimini l ormai consueto convegno sulla qualità dell integrazione scolastica degli alunni diversamente abili che si svolge ogni due anni. Ebbene, per tale momento è in cantiere un allettante e meritevole iniziativa del Gruppo di Docenti Universitari di Pedagogia speciale, che hanno lanciato un questionario rivolto alle famiglie per vedere quello che è successo negli ultimi 50 anni con gli alunni handicappati. E stata infatti divisa la popolazione in sette fasce di cinque anni, dai cinquantenni disabili e via via a ritroso, per vedere che cosa è successo in tutta Italia alle varie fasce d età. Il questionario si compone di una decina di pagine e chi volesse parteciparvi deve andare sul sito o nel sito o trova il questionario, lo scarica. L idea del questionario è stata data dal professor Dario Ianes, docente di Pedadogia speciale dell Università di Bolzano, che lo scorso 2 febbraio è intervenuto ad un convegno organizzato dall Ufficio Scolastico Provinciale, ex Provveditorato agli Studi. L obiettivo dei promotori è di raccogliere almeno diecimila interviste in modo da portare a Rimini un ragionamento che sia una fotografia fondamentale, anche attraverso gli occhi delle famiglie, di quello che è successo nell integrazione sia in quelle famiglie che non hanno fatto l integrazione e in quelle che l hanno sperimentata. Credo comunque che sia un ottima idea, anche perché, se ci prestate attenzione, vi renderete conto che l iniziativa è la risposta che mi attendevo dopo aver parlato dei trentadue poveri infermi. E dire che non ci siamo messi d accordo. A cura di Massimo Cortese 16 17

10 LA FORZA, L ONESTÀ Dicono che i marchigiani siano ruvidi e che come la loro terra si sciolgano solo un po per volta, man mano che si avvicinano al mare. Chissà... Mi è capitato di conoscerne molte di persone nate in quella regione, questi liguri dell Adriatico che si presentano con ferma cortesia e che pian piano ti possono dare la loro fiducia. Se poi te la guadagni, in genere non la perdi più. Edoardo l ho conosciuto in ospedale, non nelle Marche, ma a Padova, a quasi sessant anni, in uno dei momenti più difficili della sua ricerca. Da poco mi ero reso conto cosa volesse dire tentare di spiegare a una persona colpita da una malattia neuromuscolare le conseguenze di quel fatto. E non sempre, come succede tuttora, la scienza te lo consente: ancora troppi buchi neri e soprattutto la mancanza di una cura che consenta di guarire o almeno di migliorare. Ricerche, studi, ancora ricerche, tasselli di un grande puzzle e spesso quella frase da dover dire: «Un risultato che lascia ben sperare in future possibilità di cura per i pazienti neuromuscolari...». La ricerca di Edoardo non era in un laboratorio, ma in un balconcino sul mare delle Marche, vicino a una famiglia bella, con tanti figli, nipoti, una donna forte e segnata come una quercia, affetti importanti da continuare ad amare, a far sentire protetti, nonostante il fisico pian piano si trasformi e si degradi. Ogni tanto il telefono squillava. Era Edoardo che chiedeva come andavano quelle altre ricerche, se progredivano, se i risultati diventavano concreti. E sempre una precisa sensazione, mai dichiarata, che pensasse a quelli che verranno, non a sé, vecchio e concreto amante della lirica che per tanti anni aveva servito di posta - allora dei portalettere si diceva così - le famiglie di Falconara e dintorni. Ero certo che lo sapesse: per lui i risultati sarebbero arrivati difficilmente. C era già stato un fratello a farglielo capire, ma per quei ragazzi con tanti anni davanti c è molto da fare e c è da farlo in fretta: chiedere, incalzare i medici, i ricercatori, far capire che se per loro un successo si misura in anni, per una persona che vede la salute peggiorare giorno dopo giorno, sono anche i minuti a contare. E come si è battuto, Edoardo, per questo! Poi la malattia ha attaccato, duramente, ma sono rimasti gli occhi a continuare la sua ricerca, qualche volta smarriti, come capita ad un uomo, ma sempre a sostenere chi gli stava vicino e guardando anche dove molti altri non guardano. Con onestà e senza clamori, ma con tanta forza, alla marchigiana. Grazie Edoardo. A cura di Stefano Borgato 18

11 UILDM

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

conquista il mondo in pochi minuti!

conquista il mondo in pochi minuti! conquista il mondo in pochi minuti! Il gioco di conquista e sviluppo più veloce che c è! Il gioco si spiega in meno di 1 minuto e dura, per le prime partite, non più di quindici minuti. Mai nessuno ha

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

dare voce a chi non ne ha

dare voce a chi non ne ha Un Progetto per la Coesione Sociale dare voce a chi non ne ha Nota riguardante la Prima Fase Finanziato tramite il Bando Volontariato 2008 1 INTRODUZIONE Per la Consulta delle Organizzazioni del Volontariato

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli