Gestione commerciale e finanziaria dell azienda

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione commerciale e finanziaria dell azienda"

Transcript

1 Stephan Junker, Ralph Meyer Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Uno strumento didattico per la preparazione all'esame di capacità professionale come trasportatore di passeggeri e merci su strada MATERIA 5

2 Stephan Junker, Ralph Meyer Materia 5 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Gruppo complementare: Urs Strebel, UTP Maria Beyeler, ASTAG David Piras, Les Routiers Suisses Direzione del progetto/lettorato: Peter Egger Thomas Kaiser h.e.p. verlag ag Bildung. Medien. Kommunikation Brunngasse 36 CH-3011 Bern Creazione: Büro eigenart, Stefan Schaer, Bern Tutti i diritti sono riservati Commissione d esame per l'accesso alla professione di trasportatore su strada

3 Stephan Junker, Ralph Meyer Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Uno strumento didattico per la preparazione all'esame di capacità professionale come trasportatore di passeggeri e merci su strada MATERIA 5

4

5 Prefazione La commissione d esame per l accesso alla professione di trasportatore su strada è lieta di offrire uno strumento didattico a chi è interessato ad avviare un impresa come trasportatore di passeggeri e merci su strada. Il presente strumento didattico vi aiuterà a prepararvi all esame per la prova d idoneità professionale «Gestione commerciale e finanziaria dell azienda» (materia 5). Essendo uno strumento didattico e di controllo, troverete alla fine di ogni capitolo le relative domande di riepilogo; le risposte sono elencate alla fine del libro. Adottando la persona fittizia Pietro Stradella, del quale conoscerete la storia nell introduzione, si garantisce l elevato orientamento pratico del testo. Gli esempi concreti e le liste di controllo in allegato vi aiuteranno sia nella fase di pianificazione, sia durante il primo periodo d autonomia. Gli autori vi presenteranno le loro esperienze nell ambito direzionale, di management, di contabilità e di marketing di un azienda. Nella stesura dello strumento didattico sono intervenute l Unione dei trasporti pubblici UTP, l Associazione svizzera dei trasportatori stradali ASTAG e l Associazione Les Routiers Suisses. Per una piacevole lettura, saranno usate solamente le forme maschili nel testo. Ovviamente il riferimento alle denominazioni femminili è sempre sottinteso. A nome della commissione d esame, vi auguro buona fortuna per l esame e per l attività professionale indipendente. Urs Strebel Presidente della commissione d esame per l accesso alla professione di trasportatore su strada Pagnia 3 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Prefazione

6 Pagina 4 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Indice Indice Introduzione 7 Capitolo 1: Dall idea dell attività imprenditoriale alla sua realizzazione 9 Capitolo 2: Basi giuridiche Indicazioni per la licenza e l autorizzazione alla guida 13 Capitolo 3: Azienda e mercato L idea dell attività imprenditoriale Definizione del mercato Concetto marketing Strumenti di marketing mix di marketing Organizzazione del servizio Politica dei prezzi Politica di comunicazione Politica di distribuzione 30 Capitolo 4: Forma giuridica Riflessioni fondamentali Società di persone Società anonima SA Società a garanzia limitata s.a.g.l Iscrizione nel registro di commercio Vantaggi e svantaggi delle forme giuridiche 34 Capitolo 5: Valutazione dell autoveicolo Fondamentale Questionario per l acquisto dell autoveicolo Schema di valutazione per la scelta dell autoveicolo 38 Capitolo 6: Collaboratori organizzazione Leggi sul lavoro Contratti collettivi di lavoro CCL Contratto di lavoro singolo CLS Conteggio del salario Organizzazione 45

7 Capitolo 7: Assicurazioni Comportamento in casi di rischi Assicurazione di persone Assicurazione di responsabilità civile Assicurazione di cose 52 Capitolo 8: Finanziamento Pianificazione del fabbisogno finanziario Principi di finanziamento Riepilogo delle possibilità di finanziamento Finanziamento proprio Finanziamento di terzi Crediti bancari Crediti/prestiti di persone private Crediti di intermediari di credito Crediti di fornitori Factoring Leasing Locazione Proposta di finanziamento di Pietro Stradella Bilancio preventivo Piano di fabbisogno finanziario Proposta di finanziamento 68 Capitolo 9: Businessplan Che cosa significa il termine businessplan? Che cosa si trova in un businessplan? A cosa serve un businessplan? Chi redige il businessplan? Quando e ogni quanto tempo viene redatto un businessplan? Com è la struttura di un businessplan? Quanto esaustivo è un businessplan? 73 Capitolo 10: La contabilità Significato e basi giuridiche della contabilità Il bilancio preventivo La contabilità Il conto Il quadro contabile Il piano contabile Il bilancio Il conto economico Le registrazioni La chiusura contabile Ammortamenti Riserve occulte Transitori attivi e passivi Accantonamenti Perdite in conto debitori delcredere Riserve 96 Pagnia 5 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Indice

8 Pagina 6 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Indice Documentazione e preparazione della chiusura di fine anno Mezzi di pagamento Pianificazione e controllo Pianificazione della liquidità Indici di riferimento L imposta sul valore aggiunto Obbligo fiscale Modalità di conteggio Documentazione corretta Collaborazione con il fiduciario 107 Capitolo 11: Calcolazione Struttura dei costi La soglia di utile Il contributo di copertura Calcolazione veicoli Valori iniziali Singoli tipi di costi 114 Capitolo12: Vantaggi e svantaggi di imprenditore autonomo 119 Allegato 125 Soluzioni 147 Conclusione 155 Ringraziamento 156 Bibliografia 157 Indice analitico 158

9 Introduzione Già da bambino Pietro Stradella voleva diventare un autista. Si immaginava come fosse meraviglioso andare in giro con un grande camion. Questo è il sapore della libertà, pensava. Ma i suoi genitori erano di un altra opinione: il loro figlio maschio doveva imparare un mestiere «serio» e, poiché il macellaio Romano del paese vicino offriva un posto di apprendista, Pietro frequentò un apprendistato come macellaio. Lavorò un po di tempo in questo settore, ma non riusciva a dimenticare il suo sogno d infanzia. Così si decise a sostenere l esame per diventare camionista e, da un anno, viaggia come autista di una ditta di trasporti in Svizzera e all estero. Qui potrebbe finire la biografia professionale inventata di Pietro Stradella. Ma può esistere anche un seguito: in Pietro cresce il desiderio di avere un camion proprio e una ditta di trasporti. Sua moglie condivide i suoi progetti e suo suocero sarebbe pronto ad aiutarlo finanziariamente, ma a condizione che Pietro gli presenti un piano, in cui sono esposti in modo chiaro gli scopi della ditta, l ambito lavorativo e il bilancio preventivo. Pietro Stradella si trova di fronte a molte domande: cosa comprende tale concetto? Come elaboro un businessplan? Quale documentazione e quali informazioni devo fornire? Quali norme giuridiche devo osservare? Di quali aspetti sociali devo tener conto come padre di famiglia con un bambino? Di quanto denaro ho bisogno? Mi occorrono assicurazioni particolari? Sappiamo, dalla nostra attività pluriennale nel settore del trasporto e della logistica, che il Curriculum Vitae di Pietro Stradella non è un caso isolato. Probabilmente la sua carriera personale ha alcuni punti in comune con la Vostra: anche Voi volete diventare trasportatori autonomi. Per questo motivo Pietro Stradella vi accompagnerà in questo libro e, con i suoi esempi, vi mostreremo le problematiche che dovranno essere affrontate e superate per raggiungere l indipendenza professionale. Dovrete essere consapevoli che la prima pietra per un azienda di successo viene posta con una pianificazione accurata, un analisi del mercato, delle proprie possibilità e delle opportunità che emergeranno da queste ultime. Gli autori di questo libro sono esperti del mestiere e, in qualità di specialisti del loro settore, vi forniranno soluzioni e risposte pratiche e attuali alle Vostre domande. Dopo lo studio di questo libro dovreste essere in grado di far diventare verde il primo semaforo sulla strada verso il vostro futuro come azienda di trasporti. Con ciò vi auguriamo una preparazione avvincente, aderente alla realtà e utile al perseguimento dei vostri obiettivi. Stephan Junker, Ralph Meyer Pagnia 7 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Introduzione

10

11 Capitolo 1 Dall idea dell attività imprenditoriale alla sua realizzazione Il periodo che intercorre tra l idea di dar vita a un attività imprenditoriale e la sua realizzazione costituisce uno dei momenti più avvincenti della carriera lavorativa di Pietro Stradella. Come si dice: la gioia anticipata è la gioia più bella. Per far sì che la gioia continui, tutto deve essere ben pianificato. Spesso non è per niente facile, a causa del carico di lavoro come autista impiegato. Pietro ne è consapevole e prepara un orario da poter rispettare realisticamente. Idea dell attività imprenditoriale Concretizzazione dei piani (per iscritto) Definizione del finanziamento Pietro Stradella stima di aver bisogno di sei mesi per realizzare la sua idea. Conformemente alla sua pianificazione devono essere osservate le seguenti cose: 6 mesi prima dell inizio dell attività Interruzione del rapporto di lavoro Creazione della ditta Iscrizione nel registro di commercio Contatti concreti con collaboratori e potenziali clienti 6 mesi 5 mesi 4 mesi 3 mesi 2 mesi 1 mese Definizioni giuridiche Iscrizioni: Corsi Esame di licenza Valutazione del mezzo di trasporto Esame di licenza Orfine dell autoveicolo Richiesta assicurativa, iscrizione AVS+IVA Inizio Avviare un azienda oggi non è più facile come una volta. Pietro si informa presso l Associazione del lavoro sulle condizioni generali che deve soddisfare come macellaio qualificato con esperienza di conducente per poter fondare la sua azienda. I collaboratori dell Associazione del lavoro lo informano sul cosiddetto esame di licenza, che deve superare prima dell inizio dell attività come titolare di un impresa di trasporto. Pietro Stradella s iscrive subito ai corsi di preparazione necessari e agli esami, poiché questi ultimi vengono effettuati solo poche volte l anno. Pagnia 9 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 1

12 Pagina 10 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 1 5 mesi prima dell inizio dell attività L idea prende sempre più forma. Pietro Stradella sviluppa un concetto marketing, perché vuole avere successo come imprenditore, e lo mette su carta. Le Associazioni del lavoro sono perciò delle utili fonti d informazione. Inoltre un collega di lavoro gli consiglia un fiduciario, che gli dà altri suggerimenti e consigli. Allo stesso tempo si informa su quale autoveicolo e quale equipaggiamento potrebbe impiegare idealmente per la sua futura attività. Pietro si occupa relativamente presto di tutto ciò, per determinare a quanto ammonterà l investimento. 4 mesi prima dell inizio dell attività Con il suo concetto marketing e le caratteristiche dell autoveicolo da impiegare si assicura il finanziamento per il suo progetto. Per fortuna lo aiuta suo suocero, ma è possibile rivolgersi anche a una banca. 3 mesi prima dell inizio dell attività Pietro Stradella ha fatto gli esami di licenza necessari. È intenzionato a interrompere il suo attuale rapporto di lavoro solo quando riceverà un esito positivo dalla commissione d esame. Il superamento degli esami è un presupposto anche per l acquisto dell autoveicolo, poiché Pietro vuole affrontare consapevolmente dei costi solo se avrà ottenuto la necessaria licenza. 2 mesi prima dell inizio dell attività Pietro Stradella ha superato gli esami e il suo sogno diventa lentamente realtà. Ora può dimettersi e anche l autoveicolo può essere ordinato. Bisogna solo fissare un appuntamento per la fondazione dell azienda. In base alla forma giuridica è necessaria una certificazione ufficiale, e con ciò la presenza di un notaio. Il contratto di lavoro di Pietro Stradella non prevede nessun obbligo d autorizzazione da parte del datore di lavoro, perciò può già creare la sua ditta prima del suo ultimo giorno di lavoro. Dopo la fondazione Pietro Stradella si informa presso la Cassa di compensazione sulle modalità di conteggio dell AVS. Inoltre richiede all Erario IVA l assegnazione di un numero di partita IVA. Adesso devono essere richiesti anche i moduli d assicurazione, alcuni di questi richiedono una visita medica. Perciò è consigliabile calcolare il tempo anche per questo. 1 mese prima dell inizio dell attività Nel suo tempo libero Pietro Stradella si occupa, già prima della scadenza del suo rapporto di lavoro, della concretizzazione dei contatti con i clienti potenziali e i collaboratori. Sa però che copiare i dati dei clienti del suo vecchio datore di lavoro avrebbe conseguenze legali, per cui si limita a prendere appunti propri.

13 Domanda di riepilogo 1. Valutate l affermazione seguente: per avere successo, l idea di creare un attività imprenditoriale deve essere applicata il più presto possibile! Pagnia 11 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 1

14

15 Capitolo 2 Basi giuridiche Indicazioni per la licenza e l autorizzazione alla guida Pietro Stradella è consapevole che da imprenditore deve rispettare diverse leggi. Inizialmente si occupa dell abilitazione di lavoro per aziende di trasporto, sulla quale si è molto discusso negli ultimi tempi. Sul sito internet trova informazioni importanti sulle licenze relative alla concessione dell abilitazione da parte dell Ufficio Federale dei Trasporti UFT. Su questo sito viene anche a conoscenza dei settori professionali che vengono esaminati per ricevere una concessione. Questi si suddividono in otto materie: Quadro del materiale degli esami d abilitazione al lavoro Materia 1: Codice delle obbligazioni Materia 2: Diritto commerciale, Codice delle obbligazioni, Legge sull esecuzione e sul fallimento Materia 3: Diritto del lavoro Materia 4: Legislazione fiscale Materia 5: Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Materia 6: Accesso al mercato Materia 7: Norme tecniche ed esercizio tecnico Materia 8: Sicurezza nella circolazione stradale Pietro respira profondamente, ma poi si accorge subito che il tutto non è così grave. Il suo apprendistato come macellaio e la sua patente per il camion gli tornano utili. Nella lista seguente, contenuta nel sito internet trova che grazie a questa preparazione deve assolvere solo 2 materie su 8. Formazione Materie Prima formazione: apprendistato con esame finale o liceo-ginnasio/maturità Conducente di camion X X X X X X X G 3 e 4 anni d apprendistato X X X X Tutti i tipi di scuola di commercio X X X X X Altri certificati ed esperienze lavorative Titolari di patente C rispettivamente D X X 5 anni di attività lavorativa in funzione direttiva X X X X presso un azienda di trasporti stradali X = esonero dalla materia d esame Pagnia 13 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 2

16 Pagina 14 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 2 Poiché senza licenza non possono essere effettuati trasporti, si iscrive subito al corso e all esame. Con ciò non ha ovviamente finito con gli aspetti legali, anzi è solo all inizio. Viene confrontato continuamente con le leggi seguenti. Leggi importanti Codice della strada LCStr e i suoi decreti, come ad esempio l ordinanza sulla durata del lavoro e del riposo dei conducenti professionali di veicoli a motore ORL (trattato nelle materie 7 e 8) Legge federale sulla tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni TTPCP (trattata nella materia 4) Codice delle obbligazioni (trattato nelle materie 1, 2, 3) per tutte le domande di diritto contrattuale e di lavoro Legge sull Orario di lavoro LDL in particolare la Legge sul lavoro (trattata nella materia 3) per la durata del lavoro e del riposo e l applicazione di straordinari per i collaboratori, esclusi i conducenti professionisti (ORL) La legge IVA (trattata nella materia 4) per il calcolo e la corretta applicazione dell IVA Legge sull esecuzione e il fallimento LEF (trattata nella materia 2) per la riscossione di richieste Legge sui generi alimentari LDerr e decreti per il trasporto di generi alimentari Tutto ciò è un concentrato. Pietro Stradella sa però che può sempre ricevere consigli dal suo fiduciario o dall associazione di categoria. Per maggiore sicurezza stipula un assicurazione di protezione giuridica professionale. Domande di riepilogo 2. Senza licenza, nessun trasporto è esatto? 3. Con quali leggi viene confrontata ogni giorno un azienda di trasporto?

17 Capitolo 3 Azienda e mercato 3.1 L idea dell attività imprenditoriale Circa cinque mesi prima dell inizio dell attività per Pietro Stradella è arrivato il momento di formulare in modo concreto la sua idea di attività imprenditoriale e i suoi obiettivi. Per poter stimare veramente quanto siano realizzabili questi ultimi, deve perciò farsi un idea del «mercato» futuro, cioè dei possibili clienti, della concorrenza e dell offerta del suo servizio. Bisogna infatti assolutamente tener conto del fatto che anche l idea più geniale non serve a niente se non esiste un mercato, cioè la domanda. Nella ricerca di un idea promettente ci si deve orientare in primo luogo sulle proprie capacità, esperienze, interessi e possibilità finanziarie. L esempio dell autista, che è diventato un ricco mediatore immobiliare, è così avulso dalla realtà come quello della parrucchiera, che oggi lavora come consulente aziendale di successo. Ciò non significa però che le nuove ditte non debbano offrire qualcosa di nuovo. Proprio i nuovi imprenditori si devono differenziare dalla concorrenza in modo chiaro con la loro offerta, ad esempio a livello di qualità, servizio o con prestazioni accessorie. L esperienza ha mostrato chiaramente che i piccoli imprenditori sono o devono essere più veloci, più flessibili e soprattutto più capaci di adattarsi rispetto ai grandi imprenditori. Dopo alcuni colloqui interessanti con professionisti del settore e colleghi di lavoro, Pietro ha deciso di concentrarsi sulle proprie capacità nella realizzazione della sua «visione». La sua formazione professionale di macellaio, l esperienza pratica nel trasporto di merce fresca, il suo impegno personale e il suo «fiuto» nei rapporti con le persone devono essere la base per la sua attività futura come imprenditore di trasporti. Il suo motto è: «Io non offro trasporti, bensì soluzioni per il trasporto.» vedi allegato 1, l idea dell attività imprenditoriale 3.2 Definizione del mercato Adesso Pietro vuole saperlo con esattezza! Per poter capire se la sua idea di attività imprenditoriale si potrà mai realizzare, nei prossimi giorni deve raccogliere tutte le informazioni possibili sulla base delle seguenti domande: Chi o dove sono i miei possibili clienti? Quali esigenze e quali richieste hanno nel settore dei trasporti di merce fresca? Pagnia 15 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 3

18 Pagina 16 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 3 Chi sono i miei concorrenti? Com è suddiviso e organizzato il mercato, specialmente nel settore del trasporto di carni? Quali tendenze di sviluppo economico e tecnico si delineano? Solo chi conosce il mercato (grandezza, struttura, particolarità) e i motivi che regolano le azioni dei clienti può trasformare la sua idea di attività imprenditoriale in un prodotto o un servizio che riscontri l interesse del potenziale utente. Nel rilevamento di dati qualitativamente e quantitativamente rilevanti nella ricerca di mercato si distinguono i metodi seguenti: Ricerca di mercato primaria Sondaggio Osservazione Test Ricerca di mercato primaria Con questo metodo di regola viene incaricata un azienda specializzata nella ricerca di mercato di rilevare esclusivamente dati molto specifici. Tramite sondaggi sistematici, osservazioni e test specifici vengono raccolte non solo informazioni quantitative sul «quanto», bensì soprattutto le cosiddette informazioni qualitative sul «perché». Diventano così centrali le domande sui veri desideri e preferenze dei clienti futuri e sui motivi che influenzano in modo determinante la loro decisione d acquisto. Per motivi di costi però anche un piccolo sondaggio costa alcune migliaia di franchi i «piccoli imprenditori» sono obbligati nella maggior parte dei casi a rinunciare all aiuto di tali aziende. Ma anche il profano è in grado di ottenere risposte a queste domande. Il metodo più efficiente per constatare il «quanto» e il «perché» è il colloquio diretto con i potenziali clienti. Non si può apprendere da nessuno più velocemente e precisamente che dal potenziale cliente se il servizio incontra interesse oppure no. Spesso un paio di colloqui dettagliati e strutturati chiaramente sono più significativi e rappresentativi dell invio di cento questionari. Il motto di Pietro deve essere: non costruire castelli in aria, ma essere attivi già adesso nel mercato! Ricerca di mercato secondaria Metodi di ricerca di mercato Ricerca di mercato secondaria Fonti interne all azienda Fonti esterne all azienda Con questo metodo vengono raccolti tutti i fattori d esperienza interni all azienda, rilevanti per la definizione del mercato, gli studi di ricerca di mercato pubblicati, dati della e sulla concorrenza, le pubblicazioni e le statistiche analizzate sistematicamente. In primo piano si trovano soprattutto informazioni quantitative sul «quanto».

19 Dati statistici interessanti vengono raccolti e pubblicati regolarmente tra l altro dai seguenti uffici: Ufficio federale di statistica (annuario di statistica), Dipartimento d economia politica cantonale, Unione svizzera delle arti e dei mestieri (USAM), Associazioni di settore con elenco per categorie come ASTAG, Les Routiers Suisses, Unione dei trasporti pubblici VöV, Associazione professionale e di categoria (ad esempio Associazione macellai svizzeri) Organizzazioni e riviste dei consumatori Banche con rapporti di congiuntura e di settore pubblicati regolarmente Economiesuisse (Associazione imprenditori svizzeri), Ufficio Svizzero per l Espansione Commerciale (OSEC), Ulteriori informazioni vengono fornite da: Pubblicazioni d istituti di ricerca di mercato Associazione Svizzera di Specialisti in Ricerca Marketing e Sociale, Pubblicazioni di banche e assicurazioni Statistica di settore dell Unione Svizzera Creditreform, Orell Füssli Verlag con «Who Owns Whom», Archivi dei media della NZZ, Weltwoche, Ringier, Handelszeitung, Cash, Bilanz, ATS, (L accesso all archivio tramite internet gratuito e illimitato in parte possibile.) Centri pubblici di documentazioni accessibili delle Università e delle Accademie tecniche Ufficio centrale per la documentazione economica a Zurigo, Centro d informazione UBS a Zurigo, Informazioni internet specifiche (richiedono molto tempo) Con questa grande quantità di dati è molto importante farsi il più presto possibile un idea generale di questo «flusso d informazioni» e non perdere la testa. Solo i fatti essenziali, cioè quelli rilevanti per il raggiungimento degli scopi, devono essere strutturati e analizzati sistematicamente. Nell analisi non devono mancare ovviamente le informazioni più importanti sui concorrenti futuri come il numero, la grandezza, l offerta di servizio, la politica dei prezzi, eccetera. Secondo il motto «di meno è spesso molto di più», Pietro Stradella analizza i dati raccolti in base allo schema seguente: Domande sulla definizione del mercato 1. Mercato Quanto è grande il mercato (volume)? Quanto sarà grande la mia quota di mercato? Come valuto lo sviluppo di mercato (crescita, tendenze di sviluppo ecc.)? Quali esigenze vengono coperte in modo insufficiente fino ad ora? Pagnia 17 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 3

20 Pagina 18 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 3 2. Clienti Chi sono i miei clienti? Quali esigenze o richieste hanno i miei clienti? Quali fattori hanno un ruolo nella decisione d acquisto (motivi d acquisto)? Quali fattori hanno un ruolo importante nella presa di decisioni? Di quali tendenze bisogna tener conto nei desideri dei clienti? 3. Concorrenza Quali sono i miei concorrenti diretti? Quanto sono grandi i miei concorrenti (numero di collaboratori, numero di autoveicoli ecc.)? Quali servizi offrono i singoli concorrenti? A quale prezzo i miei concorrenti vendono i loro servizi? Di quali infrastrutture dispongono i miei concorrenti (piattaforme, magazzino ecc.)? Quali sono i punti forti e quali i punti deboli dei miei concorrenti? 4. Ambiente Quali obblighi giuridici ed ecologici influenzano i miei servizi? Come sono le condizioni generali economiche e la situazione congiunturale? Di quali tendenze di sviluppo devo tenere conto (ad esempio norme europee, decreti di generi alimentari ecc.)? Nonostante Pietro sia consapevole che «i clienti non sono lì ad aspettarlo», è abbastanza ottimista di fronte ai risultati della sua ricerca di mercato. Poiché ora, grazie alle spiegazioni, conosce abbastanza bene il mercato «trasporti di carne in Svizzera» (dimensioni del mercato, struttura dei clienti, esigenze dei clienti, situazione della concorrenza, struttura dei prezzi e tendenze di sviluppo), crede innanzitutto nella opportunità e vuole continuare a portare avanti il progetto. 3.3 Concetto marketing Pietro è consapevole del fatto che il mercato dei trasporti, nonostante la «pulizia del mercato» spesso profetizzata, è saturo da molti anni; ciò significa che ci sono troppi trasportatori per rapporto ai clienti. Ciò porta automaticamente ad una concorrenza spietata estremamente dura e a una corrispondente pressione sui prezzi. In questa situazione solo l imprenditore (trasportatore) che offre una prestazione con il miglior valore aggiunto, si imporrà sulla concorrenza. Al centro delle riflessioni aziendali non deve essere il camion, bensì le richieste dei clienti. Inoltre Pietro sa che la maggior parte dei clienti è particolarmente diffidente nei confronti di nuovi imprenditori e dei loro prodotti e servizi. Per questi motivi, per creare un azienda di successo, è assolutamente necessario un marketing professionale. Il marketing è una filosofia aziendale che mette al centro di tutte le attività dell azienda il cliente e il soddisfacimento dei suoi desideri.

21 Il marketing è la politica aziendale adattata al mercato o indirizzata ad esso; le attività sono incentrate sui desideri e sulle aspettative del cliente. Chi riesce non «solo» ad acquisire nuovi clienti, bensì a crearsi clienti abituali (clienti che fanno pubblicità e che ordinano nuovamente), ha il marketing migliore. Ciò però è possibile solo se l imprenditore si mette nella situazione dei suoi clienti e agisce conseguentemente. Praticare il marketing in modo istintivo e solo nel momento del bisogno, non porta però al successo; il marketing deve essere eseguito o «vissuto» sistematicamente e continuamente in un azienda. Per questo motivo i nuovi imprenditori devono assolutamente studiare a fondo un concetto facile prima dell avvio dell attività, e devono fissare gli obiettivi strategici, il modo di procedere con i mezzi a disposizione, le misure da adottare e fissare le priorità. Concetto marketing Visione/idea di fondo Scopi del marketing 1. Scopi del marketing Concetto marketing Analisi di mercato Strategia di marketing Strumenti del marketing (mix di marketing): Servizio Prezzo Comunicazione Distribuzione Bilancio preventivo Nonostante la determinazione degli obiettivi sia relativamente difficile, questi ultimi devono essere definiti assolutamente per iscritto. Essi «costringono» infatti l imprenditore ad occuparsi a fondo del mercato, e formano l ambito d orientamento per un «mirato impegno delle forze» (strategia di marketing). Inoltre il successo della strategia scelta può essere analizzato o valutato meglio. In ogni caso gli scopi devono essere stabiliti chiaramente in modo quantitativo e qualitativo. Formulazioni come «il prossimo anno vogliamo aumentare il nostro fatturato» o «nell anno 2005 deve riuscire l apertura al mercato tedesco» non sono mete chiaramente misurabili. Gli obiettivi di marketing si riferiscono soprattutto al fatturato, Pagnia 19 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 3

22 Pagina 20 Gestione commerciale e finanziaria dell azienda Capitolo 3 alla quota di mercato, ai mercati geografici, alla soddisfazione dei clienti e alla redditività (ad esempio: aumentare del 5% il fatturato di trasporto in Svizzera nel 2005). 2. Strategia di marketing Con la formulazione della strategia ci si assicura che gli scopi siano coordinati e realizzati il più possibile efficacemente. Anche la strategia («piano di battaglia») deve essere elaborata per iscritto, poiché altrimenti rischia di diventare vittima della frenetica routine quotidiana. È importante che una volta scelta una strategia, essa sia conseguita con costanza anche nel trambusto del lavoro giornaliero, e non sia ridefinita ogni due giorni. Bisogna riflettere bene come formulare dettagliatamente la strategia. Da una parte si tendono a considerare possibilmente tutte le riflessioni che hanno portato alla strategia e agli obiettivi. D altra parte persiste però il pericolo che i punti fondamentali sfumino nel valutare troppi dettagli. Per motivi di tempo, e dal momento che la strategia non deve sparire per sempre nel cassetto della scrivania come «una tesi difficile da digerire», Pietro Stradella opta per la versione «ridotta» (vedi lista di controllo), che contiene solo i punti fondamentali e che è assolutamente più che sufficiente per il businessplan. Questo «GPS» deve mostrare a Pietro come può raggiungere i suoi scopi nel modo più efficiente possibile, e deve rispondere alle domande seguenti: Quali servizi offro, con quali vantaggi per i clienti? Come si distinguono i miei servizi da quelli della concorrenza? A quali/e clienti/gruppo di clienti (destinatari) offro i miei servizi? Quale immagine voglio raggiungere? Come e dove offro i miei servizi? vedi allegato 2, strategia di marketing La pratica mostra che non c è una strategia giusta tutt al più una più o meno sensata. Gli influssi che hanno effetto sul mercato sono troppo numerosi. Per ditte più piccole o per esordienti nuovi con un bilancio preventivo limitato si consiglia comunque molto spesso la cosiddetta «strategia delle nicchie di mercato». Con questa strategia l offerente si concentra su servizi singoli con campi d impiego strettamente limitati. Importante è che la strategia scelta da Pietro si basi sull idea di fondo e sulle proprie capacità, e che i clienti possano riconoscere chiaramente quale vantaggio concorrenziale gli viene offerto. Inoltre Pietro è consapevole che il successo della sua strategia dipende dallo strumento di marketing applicato armoniosamente, e che esso si misura con la redditività (controllo del successo). Nonostante egli sappia che i concetti dovrebbero essere piuttosto a lungo termine (dai 3 ai 5 anni circa), progetta già adesso di valutare tra un anno i risultati, di controllare accuratamente le sue finalità e la strategia scelta, ed eventualmente di adattarle al diverso approccio dell azienda rispettivamente a quello del mercato.

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN COS È IL BUSINESS PLAN E QUAL È LA SUA UTILITÀ? Il business plan è un documento scritto che descrive la vostra azienda, i suoi obiettivi e le sue strategie, i

Dettagli

Guida per i venditori

Guida per i venditori Guida per i venditori Vendere un azienda può essere complicato e impegnativo ed è generalmente un evento che si presenta una volta nella vita. Vi preghiamo di leggere con attenzione i seguenti paragrafi.

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Unità procedurali (UP)

Unità procedurali (UP) Elemento 4 Indice: 1. Base concettuale Pagina 1 2. Processi / unità procedurali 2.1 Definizione / esempio Pagina 2 2.2 Obiettivo delle unità procedurali Pagina 2 2.3 Numero di unità procedurali Pagina

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

Il supporto per eccellenza alle PMI

Il supporto per eccellenza alle PMI Tutto sul conto WIR Il supporto per eccellenza alle PMI 1 Indice La partecipazione al sistema WIR, un opportunità pagina 1 Avere successo negli affari con WIR pagina 2 Budget e piazzamento WIR pagina 2

Dettagli

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA Factoring tour: Brescia - Il factoring: la gestione professionale dei crediti al servizio dell impresa (10 ottobre 2006 ) Giuseppe Masserdotti - Stefana S.p.A. Il factoring come soluzione ad alcune problematiche

Dettagli

Verificate il vostro modello di business

Verificate il vostro modello di business Verificate il vostro modello di business a cura di Luigi Pavan Best Control www.best-control.it Dovete predisporre il modello di business per la vostra nuova attività o dovete verificare se quello esistente

Dettagli

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE La comunicazione efficace - cioè quella qualità nella comunicazione che produce il risultato desiderato nell interlocutore prescelto - è il prodotto di un perfetto ed equilibrato mix di scientificità,

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE COMMERCIALE. Roma, Milano, Verona, 11 Gennaio 2013

L ORGANIZZAZIONE COMMERCIALE. Roma, Milano, Verona, 11 Gennaio 2013 L ORGANIZZAZIONE COMMERCIALE Roma, Milano, Verona, 11 Gennaio 2013 EUGENIO VANDA General Manager Un'organizzazione è un gruppo di persone formalmente unite per raggiungere uno o più obiettivi comuni che

Dettagli

Factoring Liquidità assicurata

Factoring Liquidità assicurata Liquidità assicurata Più flessibilità grazie al factoring. Volete che la vostra azienda cresca con le sue forze? Desiderate espandervi all estero, oppure ampliare il vostro raggio di azione finanziario?

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli

Guida agli investimenti

Guida agli investimenti 19 Ottobre 2012 Guida agli investimenti Cos è l ESMA? L ESMA è l Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati. È un autorità di regolamentazione indipendente dell Unione europea, con sede

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado 5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado Percorso didattico: Accogliere e orientare Autore Corrado Marchi e Franca Regazzoni Scuola Scuola secondaria di secondo grado Classi Prima, terza, quarta

Dettagli

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA 1 SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE: Tale sintesi dovrebbe dare al lettore una chiara idea del progetto imprenditoriale e dell opportunità di business che questo

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Communication mix - Advertising

Communication mix - Advertising Economia e Tecnica della Comunicazione Aziendale Communication mix - Advertising Lezione 11 Pubblicità Qualunque forma di presentazione e promozione non personale di idee, beni o servizi svolta dietro

Dettagli

Svolge un attività indipendente? Consigli per accertare lo stato di indipendente

Svolge un attività indipendente? Consigli per accertare lo stato di indipendente Svolge un attività indipendente? Consigli per accertare lo stato di indipendente Non è sempre facile riconoscere a prima vista un attività indipendente Ha intenzione di mettersi in proprio? Assegna dei

Dettagli

VERIFICATE IL VOSTRO MODELLO DI BUSINESS

VERIFICATE IL VOSTRO MODELLO DI BUSINESS VERIFICATE IL VOSTRO MODELLO DI BUSINESS Chiarimenti per applicare questa monografia? Telefonate al nr. 3387400641, la consulenza telefonica è gratuita. Best Control Milano www.best-control.it Pag. 1 Dovete

Dettagli

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ Il caso in esame di un impresa che opera nella maglieria maschile, mette in evidenza una debolezza della prestazione in due fattori competitivi chiave (qualità

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato!

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Realizzato da Luca Giovannetti, responsabile marketing di Europromo La società Europromo

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Corso di Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it LE LEVE OPERATIVE di MARKETING: il MARKETING MIX, DOMANDA e QUOTA di MERCATO I Mktg-L08

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

FAQ per i datori di lavoro

FAQ per i datori di lavoro FAQ per i datori di lavoro - Perché io, imprenditore, dovrei aspettarmi aiuto da un istituzione come l ufficio AI? L ufficio AI si impegna a mantenere o reinserire nel mondo del lavoro le persone diversamente

Dettagli

Assicurazione crediti. La protezione delle perdite sul fatturato/

Assicurazione crediti. La protezione delle perdite sul fatturato/ Assicurazione crediti La protezione delle perdite sul fatturato/ Spesso la fiducia non paga/ Il pericolo di perdere il proprio denaro è in agguato in ogni fattura emessa. Le cose possono andare bene per

Dettagli

qui Deutschland Via Piave, 41-o - 24068 Seriate (Bergamo) Tel. 035 19969 163 Cell. 331 741 8242 www.qui-deutschland.com info@qui-deutschland.

qui Deutschland Via Piave, 41-o - 24068 Seriate (Bergamo) Tel. 035 19969 163 Cell. 331 741 8242 www.qui-deutschland.com info@qui-deutschland. Chi siamo La vostra forza nei mercati di lingua tedesca Ogni mercato deve essere gestito in modo diverso, per questo Vi aiutiamo a vendere con successo i Vostri prodotti nel mercato tedesco, curando tutti

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita Vendilo S.p.A La società Vendilo, fondata nel 2006, nasce con l obiettivo di implementare ed offrire soluzioni che aiutino i Privati e le Aziende ad avvicinarsi al mondo di internet e alle vendite online.

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

I vantaggi dell internazionalizzazione delle imprese

I vantaggi dell internazionalizzazione delle imprese delle imprese presentazione Le imprese che avviano un attività di esportazione hanno la possibilità di cogliere una serie importante di opportunità di sviluppo e prosperità quali ad esempio: aumento del

Dettagli

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it Il Business Plan Che cos è il business plan Documento di pianificazione e comunicazione che analizza e descrive l idea imprenditoriale e ne consente una

Dettagli

Marketing mix Prodotto

Marketing mix Prodotto Marketing mix Parlare di marketing mix per il settore pubblico è possibile soltanto prendendo i fattori che lo contraddistinguono ed adattarli al settore. Accanto ai tradizionali quattro fattori: prezzo,

Dettagli

COME PREPARARE UN BUSINESS PLAN DI SUCCESSO

COME PREPARARE UN BUSINESS PLAN DI SUCCESSO COME PREPARARE UN BUSINESS PLAN DI SUCCESSO Chiarimenti per applicare questa monografia? Telefonate al nr. 3387400641, la consulenza telefonica è gratuita. Best Control Milano www.best-control.it Pag.

Dettagli

Introduzione al PIP (Programma Informativo per i medici) Come aumentare il vostro volume d affari in 4 passaggi

Introduzione al PIP (Programma Informativo per i medici) Come aumentare il vostro volume d affari in 4 passaggi Introduzione al PIP (Programma Informativo per i medici) Come aumentare il vostro volume d affari in 4 passaggi Benvenuti al PIP (Programma Informativo per i medici) La visione di Phonak è aiutare gli

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità Implenia Real Estate In qualità di fornitore globale di servizi, vi affianchiamo durante l intero ciclo di vita del vostro bene immobiliare. Con costanza e vicinanza al cliente. 2 4 Implenia Development

Dettagli

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE INDICE DEL BUSINESS PLAN 1. SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE 2. LA COMPAGINE IMPRENDITORIALE 3. LA BUSINESS

Dettagli

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan TRIESTE 25 gennaio - 15 febbraio 2014 Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan GIORGIO VALENTINUZ DEAMS «Bruno de Finetti» Università di Trieste www.deams.units.it Il business

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

La misurazione e la previsione della domanda

La misurazione e la previsione della domanda La misurazione e la previsione della domanda Le domande fondamentali Quali sono i principi che sottendono alla misurazione e alla previsione della domanda? Come si può stimare la domanda attuale? Come

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

Strategie di web-marketing

Strategie di web-marketing Strategie di web-marketing Prima di iniziare il web-marketing Prima di iniziare una strategia di web-marketing, è necessario comprendere se questo possa essere veramente utile alla propria azienda: Cosa

Dettagli

Data. Copyright UBS e IFJ Institut für Jungunternehmen, San Gallo. Progetto / azienda. Indirizzo di contatto. Autore

Data. Copyright UBS e IFJ Institut für Jungunternehmen, San Gallo. Progetto / azienda. Indirizzo di contatto. Autore Progetto / azienda Indirizzo di contatto Autore Data Copyright UBS e IFJ Institut für Jungunternehmen, San Gallo Il Business Plan Introduzione Il Business Plan è un importante e utile ausilio per ogni

Dettagli

RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE: ALTRE SEDI:

RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE: ALTRE SEDI: AZIENDA RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: TIPO AZIENDA: di produzione Commerciale Di servizio Altro: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE:

Dettagli

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi PRIVACY E SICUREZZA LA PRIVACY DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Tale politica

Dettagli

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY 28 NOVEMBRE e 12 DICEMBRE DOMANDE E RISPOSTE DOMANDE GENERALI Che cos è il Btp day? Il BTP-day è una iniziativa che ha l obiettivo di agevolare temporaneamente i

Dettagli

GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE

GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE Norme e regolamenti Contratti Diritto e Giurisdizione Termini di consegna Termini di pagamento, finanziamenti, assicurazioni Documentazione Confezionamento NORME

Dettagli

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Estratto dal progetto Foundations for Work per gentile concessione di DiversityWorks (Progetto n. 2012-1-GB2-LEO05-08201) Introduzione Perché

Dettagli

Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine

Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine Perché il margine e non solo il fatturato Viviamo grazie al margine! Se vogliamo puntare

Dettagli

Oggetto: invio preventivo per realizzazione di Campagna Pubblicitaria Online

Oggetto: invio preventivo per realizzazione di Campagna Pubblicitaria Online Alla cortese attenzione Direzione Aziendale Oggetto: invio preventivo per realizzazione di Campagna Pubblicitaria Online ID: PREVPUBLUC200510-1 Egregio Signore, Gentile Signora, Come indicato sul sito

Dettagli

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0 Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 5 SOSTEGNO 5.0 DESCRIZIONE Il buon funzionamento dell istituto esige la gestione di tutta una serie di attività che, pur non creando direttamente valore

Dettagli

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione La lettera di presentazione Sai perché scrivere una lettera di presentazione è importante? E soprattutto come scriverla per bene per arrivare a colpire in maniera mirata chi la legge? Ti è mai capitato

Dettagli

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani Indice Introduzione Ringraziamenti 1. Come effettuare un analisi di mercato low cost 1. Ricerca di mercato low cost 1.1. Ricerca formale 1.2. Ricerca informale 2. Segmentare un mercato in evoluzione 2.1.

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita Tel@com srl GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Colloquio di vendita Il nostro processo comunicativo 1 Presentazione personale 2 Feeling 3Motivo dell'incontro 4 Presentazione Aziendale 5 Conferma

Dettagli

MasterCard Business Card. La prima vera carta di credito per PMI

MasterCard Business Card. La prima vera carta di credito per PMI MasterCard Business Card La prima vera carta di credito per PMI Permetteteci Configurate voi di offrirvi stessi la qualcosa. vostra carta. Con la Business Card Argento potete farlo. Con una foto di vostra

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

BUSINESS COACHING: COS E E COME FUNZIONA

BUSINESS COACHING: COS E E COME FUNZIONA BUSINESS COACHING: COS E E COME FUNZIONA Chiarimenti per applicare questa monografia? Telefonate al nr. 3387400641, la consulenza telefonica è gratuita. Best Control Milano www.best-control.it Pag. 1 Il

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione Marketing MARKETING DEL Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende TURISMO II MODULO STATISTICA ECONOMICA E MARKETING

Dettagli

Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario. a cura dell Area Finanza di Assolombarda. Sintesi dei contenuti

Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario. a cura dell Area Finanza di Assolombarda. Sintesi dei contenuti LE 5 C DEL CREDITO Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario a cura dell Area Finanza di Assolombarda Sintesi dei contenuti 1 Consapevolezza L'impresa deve avere consapevolezza

Dettagli

Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale

Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale Desiderate aggiornarvi sul mondo delle PMI? Ulteriori dettagli sui cicli di formazione PMI e sui Business Tools sono disponibili su www.bancacoop.ch/business

Dettagli

LA LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO

LA LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO LA LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO DEFINIZIONE E CARATTERISTICHE La Lettera di Accompagnamento (al curriculum vitae) è uno strumento importante nella ricerca del lavoro, e rappresenta una modalità per entrare

Dettagli

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Autoimpiego: le misure agevolative e i territori

Dettagli

Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco.

Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco. Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco. La Sua Assicurazione svizzera. 1/7 Helvetia PV-Prospetto

Dettagli

1. Ramo e azienda (conoscenze del ramo banca)

1. Ramo e azienda (conoscenze del ramo banca) Guida modello Profilo E / Profilo B Catalogo degli obiettivi di formazione (conoscenze del ramo banca) Competenze chiave Sistema bancario 1.7.1 Legge sulle banche 1.7.2 Convenzione relativa all obbligo

Dettagli

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO in collaborazione con PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO Fausto Ciarcia (Direttore HR W. Astoria Hilton) Stefano Biscioni (Presidente ESI) Giovedi 13/03/2014 Salone

Dettagli

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco CORSO DI MARKETING STRATEGICO Alessandro De Nisco Il Corso GLI OBIETTIVI Fornire conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali del marketing strategico e il suo ruolo nella gestione aziendale; il

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Individuazione dei pericoli e pianificazione delle misure nelle piccole aziende

Individuazione dei pericoli e pianificazione delle misure nelle piccole aziende Individuazione dei pericoli e pianificazione delle misure nelle piccole aziende Questo opuscolo, rivolto principalmente alle piccole aziende, illustra come individuare i pericoli in azienda e come pianificare

Dettagli

FARE PUBBLICITA IN TEMPO DI CRISI UNA SEMPLICE GUIDA PER AUMENTARE I VOSTRI CLIENTI ED I VOSTRI PROFITTI

FARE PUBBLICITA IN TEMPO DI CRISI UNA SEMPLICE GUIDA PER AUMENTARE I VOSTRI CLIENTI ED I VOSTRI PROFITTI UNA SEMPLICE GUIDA PER AUMENTARE I VOSTRI CLIENTI ED I VOSTRI PROFITTI 1 CONOSCERE IL PROPRIO PUBBLICO Tutte le attività commerciali, prima di programmare qualsiasi tipo di strategia di marketing, DEVONO

Dettagli

28/02/2011. Renato Agati IL MARKETING. Cos'è il marketing? MARKETING =

28/02/2011. Renato Agati IL MARKETING. Cos'è il marketing? MARKETING = Renato Agati IL MARKETING Cos'è il marketing? MARKETING = tutto ciò che fa mercato 1 IL MARKETING Il Marketing è l'attività che costruisce e regola il rapporto tra l'impresa e il mercato La funzione del

Dettagli

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola Svolta in collaborazione con gli IRRE e con i Consigli Territoriali dell Ordine degli Psicologi 1. Attività

Dettagli

Quaderno di campo Sport di campo/trekking

Quaderno di campo Sport di campo/trekking Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin 30.401.310 / Edizione 2003 Quaderno di campo Sport di campo/trekking UFSPO 2532 Macolin La base: la fiducia La fiducia è l elemento

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Una sintesi finale! Piano di marketing del prodotto x per. anni n ANALISI (vari strumenti e modelli)

Una sintesi finale! Piano di marketing del prodotto x per. anni n ANALISI (vari strumenti e modelli) IL BUSINESS PLAN Piano di marketing del prodotto x per Una sintesi finale! STRATEGIA AZIENDALE - MKG ANALITICO anni n ANALISI (vari strumenti e modelli) Esterna: clienti, bisogni e desideri ambiente competitivo

Dettagli

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE Scegliere l abito Distinguere le forme giuridiche per svolgere l attività imprenditoriale e individuare la forma più idonea in funzione dell idea d impresa Spesso le persone che intendono orientarsi all

Dettagli

Federica Danesi federica.danesi@unife.it. Telelavoro: perché? Ferrara, 27/10/2014

Federica Danesi federica.danesi@unife.it. Telelavoro: perché? Ferrara, 27/10/2014 Federica Danesi federica.danesi@unife.it Telelavoro: perché? Ferrara, 27/10/2014 Com è cominciata Ho due bimbe, una di 6 e l altra di 2 anni, mio marito spesso lavora fuori città e da febbraio 2013 IO

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

A cura di M. Lia Negri -Rev. 2014

A cura di M. Lia Negri -Rev. 2014 STRATEGIE E STRUMENTI PER LA RICERCA DI LAVORO 1 A cura di M. Lia Negri -Rev. 2014 CERCARE LAVORO: UN GROSSO PROBLEMA che si ridimensiona un po se lo scomponiamo in tanti piccoli e li affrontiamo uno alla

Dettagli

Clientela commerciale

Clientela commerciale Clientela commerciale Approfittate della nostra gamma completa di prodotti e servizi. Prodotti e servizi in tutta lealtà, ritagliati sulle vostre esigenze Siete a capo di un azienda che ha già saputo affermarsi

Dettagli

Contenuti di un sito web alcune considerazioni

Contenuti di un sito web alcune considerazioni Contenuti di un sito web alcune considerazioni Contenuti unici, interessanti e di qualità Il principale problema che tutti i siti devono affrontare riguarda l aere contenuti unici, interessanti e di qualità.

Dettagli

leonardogatti pubblicità & comunicazione

leonardogatti pubblicità & comunicazione leonardogatti pubblicità & comunicazione Sempre al vostro fianco. chi siamo Leonardo Gatti & Partner: sempre al vostro fianco. Siamo un gruppo di professionisti che operano nel mondo pubblicitario e del

Dettagli

GUIDA AL BUSINESS PLAN*

GUIDA AL BUSINESS PLAN* GUIDA AL BUSINESS PLAN* *La guida può essere utilizzata dai partecipanti al Concorso che non richiedono assistenza per la compilazione del businnes plan INDICE Introduzione 1. Quando e perché un business

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

Entusiasmo? «Helvetia un posto dove lavorare, che lascia spazio per vivere.»

Entusiasmo? «Helvetia un posto dove lavorare, che lascia spazio per vivere.» Entusiasmo? «Helvetia un posto dove lavorare, che lascia spazio per vivere.» Apprendistato commerciale. Un ingresso efficace nel mondo del lavoro. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco.

Dettagli

Contratti per differenza (CFD)

Contratti per differenza (CFD) Avvertenza per gli investitori 28/02/2013 Contratti per differenza (CFD) Messaggi chiave I CFD ( contracts for difference ) sono prodotti complessi e non sono adatti a tutti gli investitori. Non investite

Dettagli

LEZIONE N. 1. Il Marketing Concetti Introduttivi. Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing

LEZIONE N. 1. Il Marketing Concetti Introduttivi. Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing LEZIONE N. 1 Il Marketing Concetti Introduttivi Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing Il Corso OBIETTIVI DEL CORSO Fornire agli studenti conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali

Dettagli

la prima volta di un piatto non sarà mai ottimale ogni nuova ricetta 5 consigli per amare e conservare i clienti www.studiocentromarketing.

la prima volta di un piatto non sarà mai ottimale ogni nuova ricetta 5 consigli per amare e conservare i clienti www.studiocentromarketing. la prima volta di un piatto non sarà mai 5 consigli per amare e conservare i clienti www.studiocentromarketing.it ottimale ogni nuova ricetta richiede uno specifico know how che si apprende nel tempo Il

Dettagli

Novità. Documentazione dell apprendimento e delle prestazioni Impiegata/impiegato di commercio AFC S&A. Servizi e. amministrazione

Novità. Documentazione dell apprendimento e delle prestazioni Impiegata/impiegato di commercio AFC S&A. Servizi e. amministrazione Documentazione dell apprendimento e delle prestazioni Impiegata/impiegato di commercio AFC Novità S&A Servizi e amministrazione Sommario Panoramica In breve 1 Introduzione 2 Impiegata/impiegato di commercio

Dettagli

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it La scelta dei canali di entrata Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa Individuare il canale che, meglio degli altri può essere efficace per la propria attività nei mercati esteri non è semplice

Dettagli

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione 00 Xx/xx/xxxx Prima emissione INDICE SCOPO DELLA PROCEDURA RESPONSABILITÀ CAMPO DI APPLICAZIONE MODALITÀ

Dettagli

1. Da quanto tempo è stato nominato incaricato diocesano per la promozione del sovvenire? anni (2) (3)

1. Da quanto tempo è stato nominato incaricato diocesano per la promozione del sovvenire? anni (2) (3) Gentile Incaricato, La preghiamo di compilare il questionario mettendo una crocetta sulle risposte scelte, oppure le scriva per esteso, laddove è richiesto. Se non vi sono specifiche particolari, scelga

Dettagli

Dalla Strategia all Esecuzione Creativa

Dalla Strategia all Esecuzione Creativa Dalla Strategia all Esecuzione Creativa Prof. Bruno Buzzo Docente di Tecnica della Comunicazione Facoltà di Economia - Università di Genova Amministratore Delegato e Condirettore Generale PBCOM S.p.A.

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE La qualità del servizio passa attraverso la qualità delle persone 1. Lo scenario In presenza di una concorrenza

Dettagli

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 Modulo 1 Parte 1 Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 1.1.1.1 pag. 21 Quale, tra le affermazioni che seguono relative al concetto di qualità, è la più corretta? A. Il termine qualità

Dettagli