LE IMPORTAZIONI DEI PRODOTTI DI ACQUACOLTURA NELL UE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE IMPORTAZIONI DEI PRODOTTI DI ACQUACOLTURA NELL UE"

Transcript

1 LE IMPORTAZIONI DEI PRODOTTI DI ACQUACOLTURA NELL UE I principali flussi commerciali nell Unione Europea e in Italia Convegno «Qualità e sicurezza dei prodotti d acquacoltura: regolamenti, controlli e flussi commerciali» Roma, 24 ottobre 2011

2 1

3 DOMANDA MONDIALE La Fao stima per il 2011 un consumo pro capite mondiale di prodotti ittici pari a 17,4 kg, in costante crescita. Attualmente il pesce fornisce il 15,7% delle proteine animali consumate dalla popolazione mondiale e il 6,1% delle proteine totali. Consumo pro-capite (Kg) di prodotti ittici * I dati relativi al 2009, 2010 e 2011 sono stime e sono tratti da Fao, Food Outlook June Fonte: Elaborazioni Ismea su dati FAO Yearbook Fishery and Aquacolture Statistics 2008

4 UTILIZZAZIONE E CONSUMO PRO CAPITE Nell ultimo decennio, la quota di prodotti ittici destinata al consumo umano è aumentata di circa 5 punti percentuali, fino a oltrepassare l 81%. La Fao prevede che tale quota raggiungerà l 84% nel 2020, anno in cui il consumo pro capite di pesce toccherà i 17,9 kg. Fonte: OECD-FAO Agricoltural Outlook 2011

5 RUOLO DELL ACQUACOLTURA NEL CONSUMO DI PESCE Risulta in constante aumento la quota di pesce per il consumo umano proveniente dall acquacoltura (48% il dato stimato nel 2010), mentre scende il contributo della pesca. Nel 2015, la Fao prevede che per la prima volta il contributo dell acquacoltura al consumo umano supererà quello della pesca fino a raggiungere il 54% nel Fonte: OECD-FAO Agricoltural Outlook 2011

6 RUOLO DELL ACQUACOLTURA NELLA PRODUZIONE ITTICA MONDIALE La dinamica produttiva dell ultimo decennio è negativa per la pesca (-4,9% dal 2000 al 2009), mentre l acquacoltura continua a crescere in modo sorprendente (+71,8% nello stesso periodo). Secondo stime Fao, nel biennio la pesca è di fatto stabile, mentre l acquacoltura cresce ancora. Attualmente, con oltre 60 milioni di t., l acquacoltura incide per il 40,5% sul totale prodotto. Acquacoltura e catture mondiali di pesci, molluschi e crostacei 1 (mln t) 1) è esclusa la produzione di mammiferi acquatici, perle, coralli, spugne e piante acquatiche. * I dati relativi al 2010 e al 2011 sono stime. Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Fao.

7 RUOLO DEI PVS NELLA PRODUZIONE DELL ACQUACOLTURA Oltre il 90% della produzione dell acquacoltura proviene dai pvs, primo fra tutti la Cina (62,5% nel 2009). Seguono India (6,8%), Vietnam (4,6%), Indonesia (3,1%), Thailandia (2,5%), Bangladesh (1,9%). Primo paese europeo la Norvegia (1,9%), primo paese sudamericano il Cile (1,4%). (milioni di tonnellate) 1) è esclusa la produzione di mammiferi acquatici, perle, coralli, spugne e piante acquatiche. Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Fao.

8 PROIEZIONI SULLA PRODUZIONE MONDIALE ITTICA Nel 2011, la produzione ittica raggiungerà il nuovo record dei 149 milioni di t. Nei prossimi anni, le proiezioni indicano un ulteriore aumento della produzione, che raggiungerà i 164 milioni di t nel Stabili le catture, sarà l acquacoltura a contribuire alla crescita, anche se a un tasso inferiore al decennio precedente. La quota sul totale prodotto sarà pari al 45%. Tasso di crescita medio annuo della produzione mondiale di pesce (%) Fonte: OECD-FAO Agricoltural Outlook 2011

9 CONSUMI ITTICI NELL UE Il consumo di pesce nell Ue ha raggiunto i 22 kg pro capite e incide per il 10% sul consumo mondiale di pesce (14% è la quota dell intera Europa). Due terzi del consumi mondiali sono concentrati in Asia e la Cina da sola assorbe poco meno di un terzo. Lo sviluppo demografico ed economico spiega l elevato incremento della domanda, soprattutto nei pvs, dove però il consumo pro capite si posiziona a livelli mediamente più bassi di quelli dei ps. Consumo pro-capite (Kg) di prodotti della pesca e dell'acquacoltura 26,5 kg 22,0 kg 16,9 kg Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Fao, Food Balance Sheets

10 PRODUZIONE COMUNITARIA A fronte di una domanda in aumento, la produzione ittica comunitaria accusa a partire dagli anni 90 una chiara flessione e nell ultimo decennio ( ) vi contribuisce anche l acquacoltura (-10,5% nel complesso, -1,1% come media annua). Acquacoltura e catture comunitarie di pesci, molluschi e crostacei 1 (mln di t) 1) è esclusa la produzione di mammiferi acquatici, perle, coralli, spugne e piante acquatiche. Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Fao

11 PRODUZIONE COMUNITARIA La produzione ittica, 6,4 milioni di t nel 2009, risulta composta per l 80% da prodotto pescato e il restante 20% da allevato (poco meno di 1,3 milioni di t). Mitili, trote iridee, orate e spigole incidono per circa due terzi sulla produzione in acquacoltura. Spagna, Francia, Regno Unito, Italia e Grecia sono i principali produttori in acquacoltura (producono il 75% del totale Ue). Produzione comunitaria di pesci, molluschi e crostacei 1 (000 di t) 1) è esclusa la produzione di mammiferi acquatici, perle, coralli, spugne e piante acquatiche. Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Fao

12 INDIVIDUAZIONE DEI PRODOTTI ALLEVATI E ALLEVATI E PESCATI Prodotti esclusivamente o quasi esclusivamente allevati su base mondiale (2009): Pangasio (il 98,5% allevato in acque dolci Vietnam) Trote (il 98,9% allevato Cile, Turchia, Norvegia, Iran, Italia, Francia, Danimarca, ecc.) Mitili o cozze (il 94,7% allevato in mare Cina, Thailandia, Spagna, Cile, Nuova Zelanda) Orate (il 94,6% allevato Grecia, Turchia, Spagna, Italia, Egitto) Spigole (il 90,5% allevato Turchia, Grecia, Spagna, Italia, Egitto) Carpe, anguille, ostriche ecc. Fatto 100 l import totale di prodotti allevati dei 27 paesi Ue, il 44% proviene da paesi extra-ue. Prodotti sia allevati che pescati su base mondiale (2009): Salmoni (il salmone atlantico salmo salar - è allevato; i salmoni del pacifico oncorhynchus keta, oncorhynchus gorbusha, oncorhynchus nerka sono pescati). Il 60% circa è allevato (Norvegia, Cile, Regno Unito, Canada) Gamberi, gamberetti e mazzancolle (ad esempio, il Penaeus vannamei - mazzancolla tropicale - è solamente allevato; il Penaeus monodon gambero gigante indopacifico - è per il 78% circa allevato; il Pandalus borealis gamberetto boreale - è pescato; il Penaeus merguiensis mazzancolla indopacifica - è sia pescato che allevato; il Penaeus chinensis - mazzancolla del pacifico - è prevalentemente pescato; ecc.). Il 52% circa è allevato. Vongole, ecc. Fatto 100 l import totale di tali prodotti dei 27 paesi Ue, il 60% proviene da paesi extra-ue.

13 BILANCIA COMMERCIALE COMUNITARIA (scambi extra-ue) Ue 27 peso % var % t.v.m.a '10/'09 '00-'10 IMPORT Extra Ue (000 t) ,0 1,9 3,6 54,6% del totale import Ue27 - Allevati 289 5,8 282,0 25,9 - Allevati - Pangasio 81 1,6 6,3 15,6 - Allevati e pescati ,5-12,4 6,8 - Pescati ,7 2,6 1,9 26,2% del totale export Ue27 EXPORT Extra Ue (000 t) ,0 8,7 1,6 - Allevati 21 1,3 12,2 3,6 - Allevati e pescati ,1 9,3 8,0 - Pescati ,6 8,5 1,0 SALDO Extra Ue (000 t) ,1 4,6 GRADO DI COPERTURA IMPORT. Extra Ue "allevati" (X/M*100) GRADO DI COPERTURA IMPORT. Extra Ue (X/M*100) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat 7,3-70,6-13,6 32,7 6,6-1,9

14 IMPORTAZIONI COMUNITARIE DI PRODOTTI ALLEVATI Ue 27: Importazioni extra-ue di prodotti "allevati" e "allevati e pescati (tonnellate, 2010) Prodotti "allevati": prodotti esclusivamente o quasi esclusivamente allevati su base mondiale Prodotti "allevati e pescati": prodotti sia pescati che allevati su base mondiale 5,8% 28,5% Pangasio 73% Mitili 15% Trote 5,5% Spigole 3,5% Orate 1,5% = 98,5% Salmoni 46% Gamberi e gamberetti 21,8% Mazzancolle 21,4% = 89,2% * Cappesante e altri pettinidi congelati, secchi, salati o in salamoia. ** Gamberi e gamberetti, escluso i congelati. Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

15 IMPORTAZIONI COMUNITARIE PER PAESE DI PROVENIENZA Ue 27: Importazioni extra-ue di prodotti "allevati" e "allevati e pescati", per paese di provenienza (tonnellate, 2010) Nota: nei riquadri è indicata la % sul totale import Extra-Ue di prodotti rispettivamente "allevati" e "allevati e pescati". Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

16 IMPORTAZIONI COMUNITARIE di prodotti allevati Composizione % delle importazioni extra-ue in volume di prodotti "allevati ( 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

17 IMPORTAZIONI COMUNITARIE di prodotti allevati e pescati Composizione % delle importazioni extra-ue in volume di prodotti "allevati e pescati (2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

18 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dal Vietnam (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

19 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dal Cile (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

20 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dalla Turchia (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

21 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dalla Nuova Zelanda (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

22 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dalla Norvegia (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

23 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dalla Cina (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

24 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dall Ecuador (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

25 IMPORTAZIONI COMUNITARIE: i principali fornitori Importazioni di prodotti "allevati" e "allevati e pescati" dalla Thailandia (tonnellate, 2010) Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

26 IMPORTAZIONI PAESI UE 27 Incidenza % di importazioni extra-ue sul totale delle importazioni in volume, per i paesi comunitari con la maggiore incidenza di importazioni extracomunitarie (2000). Incidenza extra-ue: Allevati - 44% Pescati e allevati - 60% Pescati - 53% Totale - 54,6% Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Eurostat

27 2

28 PRODUZIONE E SCAMBI NAZIONALI DI PESCI, MOLLUSCHI E CROSTACEI1 Negli ultimi dieci anni cala la produzione ittica italiana (-3,4% in media ogni anno). Tale dinamica, seppure con una domanda interna non particolarmente dinamica e in lieve calo negli ultimi tre anni, determina un continuo ricorso al mercato estero e un progressivo peggioramento del disavanzo della bilancia commerciale (nel 2010, pari a oltre 800 mila tonnellate per un deficit di 3,4 miliardi di euro). Italia peso % var % t.v.m.a '10/'09 '01-'10 PRODUZIONE 2 (000 t) ,0-2,3-3,4 Pesca marittima ,9-4,5-5,1 Acquacoltura ,1 0,0-1,2 IMPORT (000 t) ,0 2,3 2,4 - Prodotti ittici freschi ,2 2,0 3,2 - Prodotti ittici lavorati ,8 2,4 2,2 EXPORT (000 t) ,0 0,4 0,2 - Prodotti ittici freschi 71 52,5 6,5 0,1 - Prodotti ittici lavorati 64 47,5-5,6 0,4 SALDO (000 t) ,6 2,8 SALDO NORMALIZZATO (%) -74,9 1) è esclusa la produzione di mammiferi acquatici, perle, coralli, spugne e piante acquatiche. 2) i dati 2010 sono provvisori. Fonte: Elaborazioni su dati: Irepa per la pesca nel Mediterraneo, Istat per la pesca oceanica, API per l'acquacoltura e Istat per il commercio estero

29 BILANCIO DI APPROVVIGIONAMENTO Produzione, importazioni ed esportazioni di prodotti ittici (2000=100, dati su quantità) Principali indicatori economici del settore ittico (%, calcolati sulle quantità) Fonte: elaborazione Ismea su dati Mipaaf-Irepa, Api, Istat Fonte: elaborazione Ismea su dati Mipaaf-Irepa, Api, Istat In Italia, il fabbisogno di prodotti ittici è in larga parte soddisfatto dalle importazioni. Il grado di autoapprovvigionamento passa dal 53% del 2000 al 37% del 2010; la propensione all import cresce dal 58% al 74%.

30 BILANCIA COMMERCIALE ITTICA Le importazioni di prodotti allevati e allevati e pescati hanno inciso nel 2010 per il 27% sulle importazioni complessive italiane, mostrando comunque nell ultimo decennio tassi di crescita nettamente più elevati di quelli registrati dalle importazioni di prodotti pescati. Italia 000 t Peso % var % t.v.m.a '10/'09 '01-'10 Esportazioni ,0 0,4 0,2 - Prodotti allevati 20 14,7 29,7 0,1 - Prodotti pescati e allevati 30 22,0 3,2-0,3 - Prodotti pescati 85 63,3-5,4 0,4 Importazioni ,0 2,3 2,4 - Prodotti allevati ,2 18,6 5,1 - Prodotti pescati e allevati ,8-6,4 4,9 - Prodotti pescati ,1 2,2 1,6 Saldo ,6 2,8 Saldo normalizzato (%) -74,9 0,6 0,7 Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

31 IMPORTAZIONI DI PESCI, MOLLUSCHI E CROSTACEI ALLEVATI Tra le importazioni di prodotti allevati prevalgono quelle provenienti dai paesi comunitari, ma nell ultimo decennio sono cresciute molto di più le importazioni provenienti dai paesi extra-ue. Analoghe dinamiche emergono tra le importazioni di prodotti allevati e pescati. t Inc. % var % t.v.m.a '10/'09 '01-'10 Prodotti "allevati" ,0 100,0 18,6 5,1 - Ue ,0 75,5 8,5 3,4 - Paesi terzi ,0 24,5 66,9 15,8 Prodotti "allevati e pescati" ,0 100,0-6,4 4,9 - Ue ,9 52,7 0,7 3,2 - Paesi terzi ,1 47,3-13,3 7,0 Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

32 SCAMBI NAZIONALI: I PAESI FORNITORI Importazioni di pesci, molluschi e crostacei (t) "allevati" Prodotti quasi sempre vivi, freschi o refrigerati Prodotti vivi, freschi o refrigerati solo da Turchia e Croazia Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

33 SCAMBI NAZIONALI: I PAESI FORNITORI Importazioni di pesci, molluschi e crostacei (t) "allevati e pescati" Prodotti lavorati tranne che dalla Svezia Prodotti lavorati Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

34 I PRINCIPALI PRODOTTI IMPORTATI Prodotti esclusivamente o quasi esclusivamente allevati: Mitili o cozze (66,1% vivi, freschi o refrigerati) Spigole (95,8% fresche o refrigerate) Orate (100% fresche o refrigerate) Pangasio (100% filetti congelati) Ostriche (100% vive, fresche o refrigerate) Anguille, trote e carpe Fatto 100 l import totale di prodotti allevati, il 24,5% proviene da paesi extra-ue. Quasi tutti i prodotti mostrano importazioni in aumento nell ultimo decennio. Prodotti sia pescati che allevati: Mazzancolle (100% congelate) Salmoni (51,8% freschi o refrigerati, 27,8% affumicati) Gamberi e gamberetti (92,5% congelati, preparazioni e conserve) Fatto 100 l import totale di prodotti pescati e allevati, il 47,3% proviene da paesi extra-ue. Importazioni di salmoni e mazzancolle in aumento nell ultimo decennio.

35 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (1) Importazioni (t) di Mazzancolle congelate" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

36 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (2) Importazioni (t) di "Gamberi e gamberetti congelati" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

37 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (3) Importazioni (t) di "Mitili o cozze vivi, freschi e refrigerati" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

38 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (4) Importazioni (t) di "Orate fresche e refrigerate" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

39 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (5) Importazioni (t) di "Spigole fresche e refrigerate" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

40 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (6) Importazioni (t) di "Salmoni freschi e refrigerati" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

41 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (7) Importazioni (t) di "Filetti di pangasio congelati" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

42 SCAMBI NAZIONALI: i principali prodotti importati (8) Importazioni (t) di "Salmoni affumicati (filetti inclusi)" per paese di provenienza Nota: nei riquadri è riportata la % di prodotto importata da ciascun paese nel Fonte: Elaborazioni Ismea su dati Istat

43 3

44 LOCALIZZAZIONE DEI BUYER Per indagare sul sistema degli approvvigionamenti dei prodotti ittici, sono stati intervistati quindici buyer del fresco, delle più importanti catene distributive, operanti nelle seguenti province (cinque nella sola provincia di Milano): Milano Vicenza Modena Pistoia, Livorno, Grosseto Ascoli Piceno Roma Bari Andria Trani Caserta Catanzaro

45 CATEGORIE DI PRODOTTI ITTICI TRATTATI Fra i 15 buyer del fresco intervistati si è rilevato che: tutti acquistano il fresco sfuso, il decongelato e il secco/salato (in particolare, baccalà e stoccafisso); 12 su 15 acquistano il fresco confezionato dalle aziende produttrici; solo 2 buyer acquistano il congelato sfuso. In linea generale, il decongelato che si trova presso i punti di vendita non è altro che il prodotto acquistato congelato e scongelato successivamente. Oltre il 75% del volume d affari complessivo relativo ai prodotti ittici è generato dal prodotto fresco; seguono il decongelato (10% circa) e il secco/salato (6%). Il volume d affari relativo ai prodotti ittici ha una incidenza media sul volume d affari totale della catena compresa fra l 1% (caso in cui l introduzione dell ittico è recente) e il 4-4,5%.

46 LE 5-10 SPECIE FRESCHE PIU IMPORTANTI IN TERMINI DI FATTURATO Tra le prime 5-10 specie fresche più importanti in termini di fatturato, sono state indicati: le orate e le spigole allevate (da tutti e 15 i buyer); le vongole, veraci e lupini (da tutti e 15 i buyer); le alici e/o il pesce azzurro in generale (14 buyer); il salmone, anche in tranci e in filetti (12 buyer); i filetti di persico (11 buyer); i mitili o cozze (11 buyer). Altri prodotti prevalentemente trattati dai buyer sono: il pesce spada e il tonno (in filetti e tranci), le seppie, i polpi, i calamari, le mazzancolle (anche precotte), i merluzzi, ecc.

47 LE PRINCIPALI SPECIE FRESCHE Le più importanti specie fresche trattate dai buyer (in termini di fatturato) Fonte: Ismea 15 rispondenti su 15

48 IL BANCO DEL PESCE E IL NUMERO DI REFERENZE In linea generale, nel banco di vendita assistita si trovano in media dalle 50 alle 70 referenze, di cui: referenze sono fresche pescate; referenze sono fresche allevate; 8-10 referenze sono decongelate. Composizione del banco del pesce in termini di referenze precotto/ cotto altro pescato allevato secco/salato dec. allev. decongelato pescato Fonte: Ismea

49 I PRODOTTI PESCATI E ALLEVATI NELLE VENDITE DEI BUYER INTERVISTATI Fatto 100 il volume di vendita dell ittico fresco sfuso, i prodotti trattati dai buyer sono per lo più allevati (lo è il 55,3%) con una prevalenza del prodotto estero (32,1%); il prodotto estero prevale anche nel pescato fresco; nel decongelato, predomina il prodotto pescato estero (84,5% sul totale decongelato trattato). Ripartizione % delle principali categorie trattate: fresco e decongelato Fonte: Ismea

50 GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE Area MERCATI Francesca Carbonari ) Chiara Bambini Sabrina Navarra

Report ittico 17 dicembre 2012

Report ittico 17 dicembre 2012 Report ittico 17 dicembre 2012 1. Il l settore ittico in i Italia nel 2011 1.1 Il settore in sintesi Si è accentuata, nel 2011, la flessione della produzione ittica in Italia; secondo i dati Irepa, le

Dettagli

IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI FRESCHI IN ITALIA

IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI FRESCHI IN ITALIA Studi di settore IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI FRESCHI IN ITALIA Analisi dell offerta, della domanda e della distribuzione al dettaglio Il settore ittico in Italia I principali indicatori del settore

Dettagli

I CONSUMI ITTICI NEI PRINCIPALI PAESI EUROPEI

I CONSUMI ITTICI NEI PRINCIPALI PAESI EUROPEI Ismea I CONSUMI ITTICI NEI PRINCIPALI PAESI EUROPEI Spagna, Francia, Germania, Grecia, Regno Unito, Paesi Bassi, Norvegia 2008 Responsabile della ricerca Ezio Castiglione Responsabile scientifico Giorgio

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4 L INDUSTRIA ALIMENTARE E IL COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI ALIMENTARI 1. L Industria alimentare (Indagine sui bilanci delle imprese) Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da un aumentato interesse

Dettagli

Catalogo Pesce Surgelato

Catalogo Pesce Surgelato Catalogo Pesce Surgelato ANELLI DI TOTANO ANELLI CIUFFI TAGLIATI 10%gl. - 1 Kg - Patagonia cod. 47214 ANELLI TOTANO 10%gl. - 550 pezzi - 5 Kg - cod. 47205 Marfrio 0%gl. - 100 pezzi - 1 Kg - cod. 47309

Dettagli

Coniugare la qualità con il mercato: i nuovi sistemi di certificazione sotto accreditamento

Coniugare la qualità con il mercato: i nuovi sistemi di certificazione sotto accreditamento Coniugare la qualità con il mercato: i nuovi sistemi di certificazione sotto accreditamento Cremona 22 Ottobre 2014 Francesco Santini Responsabile Area Agroalimentare Dipartimento Certificazione & Ispezione

Dettagli

METODOLOGIA DI RILEVAZIONE E ANALISI DEI CONSUMI DOMESTICI DI PRODOTTI ITTICI

METODOLOGIA DI RILEVAZIONE E ANALISI DEI CONSUMI DOMESTICI DI PRODOTTI ITTICI METODOLOGIA DI RILEVAZIONE E ANALISI DEI CONSUMI DOMESTICI DI PRODOTTI ITTICI Per il monitoraggio degli acquisti di prodotti ittici delle famiglie italiane, l Ismea si avvale di un Panel famiglie gestito

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI Anna Carbone (Università della Tuscia) Antonella Finizia (Ismea) Workshop del Gruppo 2013 L agroalimentare italiano nel commercio mondiale:

Dettagli

UNAITALIA: DATI COMPARTO AVICOLO 2013 STABILI PRODUZIONE E CONSUMI COMPLESSIVI, MA È BOOM DEL POLLO, IN 10 ANNI +18,4%

UNAITALIA: DATI COMPARTO AVICOLO 2013 STABILI PRODUZIONE E CONSUMI COMPLESSIVI, MA È BOOM DEL POLLO, IN 10 ANNI +18,4% UNAITALIA: DATI COMPARTO AVICOLO 2013 STABILI PRODUZIONE E CONSUMI COMPLESSIVI, MA È BOOM DEL POLLO, IN 10 ANNI +18,4% Unaitalia - l Associazione che rappresenta la quasi totalità delle aziende del comparto

Dettagli

Ismea COMPENDIO STATISTICO DEL SETTORE ITTICO

Ismea COMPENDIO STATISTICO DEL SETTORE ITTICO Ismea COMPENDIO STATISTICO DEL SETTORE ITTICO Dicembre 2009 Responsabile della ricerca Ezio Castiglione Responsabile della redazione Fabio Del Bravo Coordinamento operativo Francesca Carbonari Redazione

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

G r a fici e tabelle. s u l l evoluzione d e i consumi d i p r o dotti i ttici i n Svizzera

G r a fici e tabelle. s u l l evoluzione d e i consumi d i p r o dotti i ttici i n Svizzera G r a fici e tabelle s u l l evoluzione d e i consumi d i p r o dotti i ttici i n Svizzera 1 9 8 8-2 6 WWF Svizzera Hohlstrasse 11 81 Zurigo www.wwf.ch Blueyou AG Beratungsbüro für nachhaltige Aquakultur

Dettagli

WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare

WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare Milena TEMPESTA & Francesco ZUPPA C.E.A.M. - Centro di Educazione

Dettagli

La pesca e l acquacoltura in Friuli Venezia Giulia. Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico

La pesca e l acquacoltura in Friuli Venezia Giulia. Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico La pesca e l acquacoltura in Friuli Venezia Giulia Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico 1 Lavoro realizzato dall Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico. È

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il settore alimentare cinese sta progressivamente cambiando grazie all aumento del potere d acquisto e all evoluzione

Dettagli

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco 7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco IN SINTESI Le esportazioni mondiali di prodotti agroalimentari sono piuttosto concentrate con i primi 10 paesi che

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 2. L agricoltura italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, secondo i conti economici dell agricoltura pubblicati da Eurostat, il reddito agricolo italiano

Dettagli

La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna

La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico 1 Lavoro realizzato dall Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico. È consentita

Dettagli

Le produzioni ittiche

Le produzioni ittiche Capitolo ventottesimo Le produzioni ittiche La pesca La situazione mondiale e comunitaria La pesca mondiale, secondo i dati Fao, ammonta nel 2012 a poco più di 91 milioni di tonnellate, registrando una

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Tomas Bosi Cesena, 22 settembre 2015 Melone, superfici e produzione Francia Superficie: meno di 15.000 ha Produzione: 280.000

Dettagli

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana FEDERTRASPORTO L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana I dati dell interscambio con l estero e le tendenze delle M&A e degli Accordi sul mercato globale e nazionale DATI

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie.

Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie. seppie pulite iqf 8/12 6x1 kg Seppia Orientale (Sepiella Japonica) 8001179010663 385 x 195 x 250 260 x 415 seppie pulite iqf 10/20 6x1 kg Seppia Orientale (Sepiella Japonica) 8001179010670 385 x 195 x

Dettagli

PIANO STRATEGICO PER L ACQUACOLTURA IN ITALIA 2014-2020

PIANO STRATEGICO PER L ACQUACOLTURA IN ITALIA 2014-2020 PIANO STRATEGICO PER L ACQUACOLTURA IN ITALIA 2014-2020 Ai sensi dell articolo 34 Promozione dell acquacoltura sostenibile, del Regolamento 1380/2013/UE sulla Politica Comune della Pesca, gli Stati membri

Dettagli

agroalimentare I trimestre 2014

agroalimentare I trimestre 2014 AGRItrend Evoluzione e cifre sull agro-alimentare La bilancia commerciale agroalimentare I trimestre 2014 A 8 LA BILANCIA COMMERCIALE AGROALIMENTARE A differenza di quanto riscontrato nel corso del 2013,

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari I dati dell export piemontese di prodotti alimentari Novara, 29 Ottobre 2015 Corso L export prodotti alimentari di origine animale e vegetale 1 L industria alimentare piemontese in cifre (industria alimentare

Dettagli

GIORNATA BUIATRICA SULLA GESTIONE SANITARIA NEGLI ALLEVAMENTI BOVINI DA CARNE

GIORNATA BUIATRICA SULLA GESTIONE SANITARIA NEGLI ALLEVAMENTI BOVINI DA CARNE SOCIETÀ ITALIANA DI BUIATRIA ORDINE MEDICI VETERINARI IZS VENEZIE GIORNATA BUIATRICA SULLA GESTIONE SANITARIA NEGLI ALLEVAMENTI BOVINI DA CARNE Situazione e prospettive dell allevamento bovino da carne

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Considerazioni, innovazioni e sviluppo del settore produttivo dell acquacoltura. Pier Antonio Salvador Presidente

Considerazioni, innovazioni e sviluppo del settore produttivo dell acquacoltura. Pier Antonio Salvador Presidente Considerazioni, innovazioni e sviluppo del settore produttivo dell acquacoltura. Pier Antonio Salvador Presidente Fiera MSE di Rimini 24 febbraio 2008 Dati macroeconomici dati e previsioni FAO - novembre

Dettagli

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE Direttore Area Agricoltura e Industria alimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Gli scambi

Dettagli

Tabella 1 - ITALIA - Interscambio commerciale per il totale delle attività economiche 1 (mln di euro)

Tabella 1 - ITALIA - Interscambio commerciale per il totale delle attività economiche 1 (mln di euro) Sommario 1. Interscambio commerciale Italia - Federazione Russa 1 2. Interscambio commerciale agroalimentare Italia - Federazione Russa 3 3. I principali prodotti agroalimentari importati ed esportati

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

SETTORE LATTIERO CASEARIO

SETTORE LATTIERO CASEARIO SETTORE LATTIERO CASEARIO Post quote: importanza degli strumenti per il monitoraggio del mercato www.ismea.it www.ismeaservizi.it Cremona, 24 ottobre 2014 1 Crescita, IL MERCATO CHE SARÀ sviluppo, volatilità

Dettagli

Ministero della Salute. Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione

Ministero della Salute. Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Consumo consapevole benefici nutrizionali Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Proprietà nutrizionali Proteine I prodotti della pesca, come

Dettagli

Studi di settore. Gli scambi con l estero dei prodotti ittici nel 2008. 1. La bilancia commerciale ittica. Pesca e Acquacoltura.

Studi di settore. Gli scambi con l estero dei prodotti ittici nel 2008. 1. La bilancia commerciale ittica. Pesca e Acquacoltura. Studi di settore Pesca e Acquacoltura Anno Gli scambi con l estero dei prodotti ittici nel 1. La bilancia commerciale ittica Dopo tre anni di crescita, nel il deficit della bilancia commerciale ittica

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Provincia di Forlì - Cesena

Provincia di Forlì - Cesena 1 Il settore avicolo si presenta Marzo 2013 Introduzione: il settore avicunicolo in carni avicole 19% carni ovicaprine 3% La produzione avicola italiana si compone per oltre il 57% da carne di pollo, per

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare 11 ottobre 2014 MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare I TEMI DI APPROFONDIMENTO Vini e prodotti alimentari

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Ismea Direzione Mercati e Risk management e.deruvo@ismea.it (06 85568460) 1 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 1. I riconoscimenti Alla fine di

Dettagli

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI AGGIORNAMENTO PER LA RIUNIONE DEL COMITATO DI PRODOTTO DELL ORGANISMO INTERPROFESSIONALE «ORTOFRUTTA ITALIA» BRESCELLO, 7 SETTEMBRE 2015 a cura di Mario Schiano lo

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

La competitività dell agroalimentare italiano

La competitività dell agroalimentare italiano dell agroalimentare italiano CHECK UP 2012 Responsabile della ricerca Egidio Sardo Responsabile della redazione Fabio Del Bravo Coordinamento operativo Francesca Carbonari Redazione a cura di: Chiara Bambini,

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

Le esportazioni di Parmigiano-Reggiano nel 2011

Le esportazioni di Parmigiano-Reggiano nel 2011 Le esportazioni di Parmigiano-Reggiano nel 2011 (Elaborazione Si P-R, aggiornamento 17 ottobre 2012) I dati raccolti dai produttori e dalle aziende di confezionamento e commercializzazione inserite nell'elenco

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

Business Questionnaire

Business Questionnaire Allegato B Transnational Networking and Cooperation Initiatives for the Development of coastal SMEs in the Balkan Adriatic Region - CONNECT PROJECT L. 84/01 Business Questionnaire Rivolto alle PMI locali

Dettagli

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la Migranti nel mondo Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la popolazione immigrata periodo 2000/2001

Dettagli

Analisi dei flussi commerciali dei prodotti ittici tra l UE e i suoi partner mediterranei. Massimo Spagnolo

Analisi dei flussi commerciali dei prodotti ittici tra l UE e i suoi partner mediterranei. Massimo Spagnolo Analisi dei flussi commerciali dei prodotti ittici tra l UE e i suoi partner mediterranei Massimo Spagnolo Paper prepared for presentation at the XVI Meeting SIEA Trieste, Italy, June 5-6, 2008 Copyright

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

LA FILIERA DEI PRODOTTI ITTICI. Conoscerli Riconoscerli E gustarli

LA FILIERA DEI PRODOTTI ITTICI. Conoscerli Riconoscerli E gustarli LA FILIERA DEI PRODOTTI ITTICI Conoscerli Riconoscerli E gustarli La filiera dei prodotti ittici Sotto la denominazione di prodotti ittici rientra una vasta gamma di alimenti raggruppati in tre grossi

Dettagli

Fertilizzanti: il quadro mondiale di produzione e impiego

Fertilizzanti: il quadro mondiale di produzione e impiego ECNMIA PRDUZINE, CNSUMI, IMPRT-EXPRT E DETTAGLI PER L ITALIA Fertilizzanti: il quadro mondiale di produzione e impiego Sono relativamente pochi i Paesi che producono la maggior parte dei fertilizzanti

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Ittico: le dinamiche del settore

Ittico: le dinamiche del settore Ittico: le dinamiche del settore Nel 2015 la produzione mondiale di prodotti ittici è prevista in aumento 1 Nel 2015, l'industria mondiale dei prodotti ittici è stata caratterizzata dal crollo dei prezzi

Dettagli

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export Roberto Monducci Istituto nazionale di statistica Direttore del Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche

Dettagli

Ittico: le dinamiche del settore

Ittico: le dinamiche del settore Ittico: le dinamiche del settore L acquacoltura mondiale sostiene la produzione ittica 1 Si stima che la produzione mondiale di pesce sia cresciuta nel 2014 di appena l'1%, a 164,3 milioni di tonnellate,

Dettagli

Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura

Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura Mangia pesce! Il pesce è un alimento che, secondo le linee guida dei nutrizionisti, dovrebbe

Dettagli

IL MERCATO DELLE ARANCE

IL MERCATO DELLE ARANCE IL MERCATO DELLE ARANCE tendenze recenti e dinamiche attese Catania, 11 luglio 2013 QUALI ELEMENTI DI CRITICITÀ dimensione aziendale medio-bassa, impianti poco moderni, problemi fitosanitari (virosi) filiera

Dettagli

Il mercato tedesco del vino

Il mercato tedesco del vino Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco del vino Berlino, marzo 2013 2 INDICE 1. Importanza del mercato

Dettagli

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 Nota a cura di SMI SISTEMA MODA ITALIA Il commercio con l estero nei primi dieci mesi del 2014 Secondo i dati ISTAT ad oggi disponibili, relativi al periodo gennaio-ottobre

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Le esportazioni di Vicenza e la dinamica del cambio nei mercati del made in Vicenza Tra i primi 20 mercati di destinazione dei prodotti

Dettagli

L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA

L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA DANIELE ROSSI Direttore Generale 18 marzo 2013 L Industria Alimentare Italiana Stime 2012 FATTURATO 130 MILIARDI. E il 2 settore manufatturiero in Italia: insieme

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI IN ITALIA

IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI IN ITALIA IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI IN ITALIA Produzione, scambi e consumi EXPO RURALE 2011 Firenze, 18 settembre 2011 1 IL CONTESTO INTERNAZIONALE MERCATO MONDIALE Il mercato mondiale dei prodotti ittici (milioni

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Documento di economia e finanza 2015. Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali

Documento di economia e finanza 2015. Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali Documento di economia e finanza 2015 Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Giorgio Alleva Commissioni riunite V Commissione

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 luglio 2008 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2007 1.1 L andamento del settore nel 2007 Il 2007 è stato un anno positivo per

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c i a

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI Mercoledì 18 marzo 2015, ore 17.00 Camera di Commercio, Sala Arancio, Via Tonale 28/30 - Lecco Materiale a cura di: Direzione Studi e Ricerche,

Dettagli

Filetti di alici marinate

Filetti di alici marinate Ittico Filetti di alici marinate Filetti di alici marinate in olio. filetti di alici engraulls engrasicholus (alici, acqua, aceto di vino, sale) 65% min, olio di semi di girasole, sale, acido citrico,

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-dicembre 2002 Anno VI - n 1 febbraio 2003 La nota congiunturale Confetra sul trasporto

Dettagli

Le imprese a Bologna nel 2013

Le imprese a Bologna nel 2013 Le imprese a Bologna nel 2013 Aprile 2014 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti e Paola Ventura Le elaborazioni sono

Dettagli

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie Federazione Nazionale Fonderie XXXI Congresso di Fonderia Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro Roma 4-5 Ottobre 2012 PRESIDENTE : Enrico Frigerio 1 La Fonderia in Italia

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

IL SETTORE LATTIERO CASEARIO. Dinamiche recenti del mercato mondiale e nazionale e prospettive

IL SETTORE LATTIERO CASEARIO. Dinamiche recenti del mercato mondiale e nazionale e prospettive IL SETTORE LATTIERO CASEARIO Dinamiche recenti del mercato mondiale e nazionale e prospettive www.ismea.it www.ismeaservizi.it Villorba (TV), 25 /03/2015 1 IL CONTESTO INTERNAZIONALE www.ismea.it www.ismeaservizi.it

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%)

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) 01/2015 Mercato Mercati nazionali 5.1.11 di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2014 MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) Nel 2014, il prezzo medio dei suini da industria

Dettagli

Roma, 18 dicembre 2014 Alle Organizzazioni Regionali e Provinciali CONFESERCENTI

Roma, 18 dicembre 2014 Alle Organizzazioni Regionali e Provinciali CONFESERCENTI Ufficio Legislativo e Affari Giuridici Roma, 18 dicembre 2014 Alle Organizzazioni Regionali e Provinciali CONFESERCENTI Ai Responsabili territoriali FIESA, FIEPeT, ASSOTURISMO Loro sedi ed indirizzi Prot.n.

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Suini. Mercato all origine Trend settimanale. N. 27 Settimana n. 36 - dal 1 al 7 settembre 2008. Mercato nazionale Mercato estero-macellazioni

Suini. Mercato all origine Trend settimanale. N. 27 Settimana n. 36 - dal 1 al 7 settembre 2008. Mercato nazionale Mercato estero-macellazioni Suini N. 27 Settimana n. 36 - dal 1 al 7 settembre 20 Mercato nazionale Mercato estero-macellazioni Mercato all origine Trend settimanale L analisi della settimana considerata evidenzia chiari segnali

Dettagli

1 IL MERCATO EUROPEO DEI PRODOTTI ITTICI

1 IL MERCATO EUROPEO DEI PRODOTTI ITTICI 1 IL MERCATO EUROPEO DEI PRODOTTI ITTICI 1.1 FATTORI GUIDA 1.1.1 La situazione dell'offerta L'Unione Europea è tra i tre più importanti mercati del pesce e dei prodotti derivanti dal pesce a livello mondiale,

Dettagli