Dividendi generosi. Nuove emissioni In Italia il primo smart beta su bond societari high yield

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dividendi generosi. Nuove emissioni In Italia il primo smart beta su bond societari high yield"

Transcript

1 È disponibile la nuova app di ETF news per il tuo Ipad, è gratis! NUMERO MAGGIO Nuove emissioni In Italia il primo smart beta su bond societari high yield News dal mondo ETF A Milano l Amundi ETF S&P500 buybacks Da SSGA il primo ETF su bond convertibili globali Tema caldo Alla ricerca di rendimento, l opzione dei replicanti dai dividendi generosi Focus Banca IMI Mercati volatili in trading range ETF in cifre ETF Plus: migliori, peggiori e più scambiati a uno e sei mesi Commento agli ETF Corrono ancora gli ETF sull azionario cinese e i settoriali oil&gas Dividendi generosi

2 a cura di Titta Ferraro 2 NUOVE EMISSIONI In Italia il primo smart beta su bond societari high yield La ricerca di valore in un contesto di tassi d interesse ai minimi storici sta spingendo tanti investitori a guardare alle opportunità offerte dalle obbligazioni corporate, sia investment grade sia high yield. Tra le ultime novità per puntare sui bond societari attraverso gli ETF spicca il PIMCO Short-Term High Yield Corporate Bond Index Source UCITS ETF che attraverso un approccio smart beta applica un filtro ideato per escludere i crediti più deboli. Il risultato di questo filtro, che è unico in questo segmento di mercato, è un livello di rendimento simile rispetto a quello Il nuovo ETF proposto da Source e Pimco applica un fi ltro qualità nella selezione dei bond a basso merito di credito. Novità anche da Ubs con un replicante legato ai bond corporate Usa dei più tradizionali indici high yield a lungo termine, ma con una volatilità e un rischio di duration inferiori, sottolinea Stefano Caleffi, responsabile di Source per l Italia. L indice sottostante, il BofA Merrill Lynch 0-5 Year US High Yield Constrained, è composto da titoli di debito a breve termine denominati in Dollari Usa di emittenti societari con una qualità del credito al di sotto dell investment grade. Per essere inseriti nell Indice i titoli di debito devono avere una scadenza residua inferiore a cinque anni, cedola fissa e un importo minimo in circolazione di 100 milioni di dollari. Dal momento che l ETF è quotato in Euro e che il rendimento dell Indice è in dollari Usa, l investitore domestico è esposto alle variazioni del tasso di cambio tra euro e dollaro. Secondo Mike Trovato, Head of Product Management di PIMCO Europe, gli investitori in Europa incontrano difficoltà sempre maggiori a generare un reddito significativo, soprattutto perché i rendimenti dei titoli di Stato e i tassi di interesse in Europa resteranno probabilmente a un livello basso ancora per un prolungato periodo. In questo scenario, gli investitori stanno guardando oltre le fonti di reddito tradizionali e trovano opportunità in comparti come l high yield. Dato l appiattimento della curva dei rendimenti e i timori degli investitori riguardo al rischio di duration, le obbligazioni high yield con scadenze più brevi possono rappresentare la giusta alternativa. Da UBS un nuovo ETF sull obbligazionario corporate Us Debutto sull ETFplus a fine aprile anche per l UBS (LU) Barclays US Liquid Corporates 1 5 UCITS ETF (hedged to EUR) A-acc. Il nuovo replicante proposto dall emittente svizzero permette di investire in un paniere diversificato delle principali obbligazioni corporate investment-grade emesse da società quotate sui listini USA e con scadenza tra 1 e 5 anni neutralizzando il rischio di cambio. L indice sottostante, il Barclays US Liquid Corporates 1-5 Year (hedged to EUR) Total Return, è composto da oltre 100 obbligazioni societarie denominate in dollari americani selezionate in funzione della loro liquidità e del loro merito di credito (rating minimo BAA3). Questo strumento è un perfetto esempio delle due principali aree sulle quali ci concentreremo: l asset class obbligazionaria e la possibilità di investire coprendo il rischio di cambio, commenta Simone Rosti, responsabile Italia di UBS ETF. Primo trimestre record per l ETFplus Il mercato ETFplus di Borsa Italiana ha chiuso il primo trimestre con masse in gestione ai nuovi livelli record. Il trimestre si è chiuso conmasse gestite salite a quota 41,89 miliardi di euro, +55,29% rispetto a 12 mesi prima. I flussi netti su ETF sono stati pari a 3,75 miliardi di euro (+107% rispetto al primo trimestre del 2014). La media giornaliera da gennaio a marzo è stata di contratti, +32,7% rispetto allo stesso trimestre del 2014, per un controvalore di 349 milioni di euro; gli ETC hanno visto invece contratti giornalieri (+173% rispetto allo stesso trimestre del 2014) per un controvalore di 86,6 milioni di euro. Il mercato conta 671 ETF e 256 ETC/ ETN sul listino per un totale di 13 emittenti. Caratteristiche del PIMCO Short-Term High Yield Corporate Bond Index Source UCITS ETF Indice di riferimento Categoria Codice di negoziazione Codice Isin Armonizzato Valuta dell'etf Costi totali annui (TER) BofA Merrill Lynch 0-5 Year US High Yield Constrained Obbligazionario corporate STHY IE00B7N3YW49 Sì (UCITS IV) Euro 0,60% l anno Fonte: Lyxor

3 NEWS DAL MONDO ETF News Amundi: in arrivo in Italia il primo ETF che replica l S&P 500 Buyback Amundi ha avviato l iter di ammissione alla quotazione su Borsa Italiana di AMUNDI ETF S&P 500 Buyback UCITS ETF, il primo ETF in Europa che replica l indice S&P 500 BuyBack, già quotato su Euronext Parigi dal mese di febbraio. L ETf presenta un TER dello 0,15%. Lo S&P 500 Buyback è un indice progettato per valutare la performance delle prime 100 azioni nell indice S&P 500 con il più elevato tasso di riacquisto (cd. buyback ratio) nel corso dei precedenti 12 mesi. Le componenti dell indice sono equiponderate, consentendo così di ottenere un esposizione integrale al tema del riacquisto di azioni proprie. L indice S&P 500 Buyback ha sovraperformato l indice S&P volte negli ultimi 20 anni. Il nuovo Amundi ETF S&P 500 Buyback UCITS ETF si aggiunge alla gamma azionaria US di Amundi e consente di rispondere alla crescente domanda di strumenti Smart Beta da parte degli investitori, ha commentato Valerie Baudson, Global Head of ETF and Indexing in Amundi. Da SSGA il primo ETF su obbligazioni convertibili globali State Street Global Advisors (SSGA) ha quotato su Borsa Italiana lo SPDR Thomson Reuters Global Convertible Bond UCITS ETF. L ETF, lanciato lo scorso ottobre e già quotato su Deutsche Börse Xetra e LSE, replica il Thomson Reuters Qualified Global Convertible Index che comprende obbligazioni convertibili di emittenti globali denominate in diverse valute. Le obbligazioni convertibili incorporano un opzione che dà all obbligazionista la facoltà, ma non l obbligo, di convertire il bond in un numero predeterminato di azioni della società emittente. Questo implica che gli investitori siano potenzialmente protetti nelle fasi ribassiste, ma possano anche beneficiare delle fasi di rialzo dato che il valore dell opzione cresce parallelamente a quello delle azioni. Le obbligazioni convertibili hanno mostrato storicamente una minore correlazione con i mercati azionari e obbligazionari tradizionali e tipicamente avranno una minore sensibilità alle variazioni dei tassi di interesse rispetto ai normali bond. Questo li rende un valido strumento di diversificazione dei portafogli, rimarca Francesco Lomartire, SPDR ETFs sales specialist per l Italia e il Ticino di SSGA. 3 Lyxor porta a Parigi un ETF su corporate bond high yield Debutto a Parigi per il Lyxor iboxx EUR Liquid High Yield BB UCITS ETF che offre accesso a corporate bond denominati in Euro con il più alto rating creditizio della categoria non-investment grade per offrire un rendimento potenziale più elevato. Il nuovo ETF proposto da Lyxor si rifà all indice Markit iboxx EUR HY Corporates BB Top 50 Total Return, composto dai 50 più grandi e più liquidi corporate bond emessi in Euro e con un rating non-investment grade.

4 TEMA CALDO a cura di Titta Ferraro Alla ricerca di rendimento, l opzione dei replicanti con dividendi corposi Con il mese di maggio entra nel vivo la stagione dei dividendi e il fascino della cedola è sempre più vivo tra i risparmiatori alla luce dell attuale contesto di rendimenti ai minimi storici sull obbligazionario. In Italia per la prima volta il Bot a sei mesi è stato allocato a tasso zero alla fine di aprile e anche nella parte lunga della curva dei tassi il rendimento viaggia poco sopra la soglia dell 1%. Uno difficile contesto che spinge gli investitori a valutare alternative più remunerative quali i bond ad alto rendimento ed emergenti oppure, volgendo all azionario, i titoli caratterizzati da dividendi elevati. In Europa lo scorso anno il rendimento medio da dividendi è stato del 3,3% per l indice MSCI Europe e spread tra dividend yield e rendimenti dei titoli di stato e societari europei ai massimi storici. Uno studio condotto da AllianzGI rivela come i dividendi hanno rappresentato circa il 39% del rendimento annualizzato totale degli investimenti azionari per l MSCI Europe per l intero periodo dal 1970 al 2014 e per più di un terzo alla performance totale anche in altre regioni quali Nord America (MSCI North America) e Asia-Pacifico (MSCI Pacific). Dividend yield molto generosi caratterizzano diversi ETF che prevedono la distribuzione periodica della cedola. Tra quelli quotati in Italia, sono oltre 300 i replicanti che prevedono lo stacco della cedola con rapporti dividendo/prezzo che superano il 4% sia sia tra gli ETF azionari che tra quelli obbligazionari. Tra gli ETF più generosi a livello di dividend yield spiccano quelli che prevedono lo stacco della cedola almeno due volte l anno con presenza soprattutto di strumenti legati a bond emergenti in valuta locale e obbligazioni societarie ad alto rendimento sul fronte reddito fisso e tra gli azionari figurano ETF strategia select dividend che selezionano le azioni al loro interno guardando all ammontare dei dividendi ma anche alla sostenibilità della cedola nel tempo. Cedola sì La politica di distribuzione o meno della cedola da parte di un ETF viene decisa dall emittente che lo indica nel prospetto informativo del singolo fondo. Per quelli a stacco cedola, il pagamento del dividendo avviene almeno una volta l anno, con cadenza che diventa semestrale o anche trimestrale soprattutto quando si tratta di ETF obbligazionari. La preferenza verso gli ETF a distribuzione può essere dettata semplicemente una preferenza emotiva che influenza chi desidera godere di una rendita periodica a prescindere dal fatto che sia più o meno cospicua. In particolare per i piccoli risparmiatori l incasso dei dividendi ha sempre rappresentato un modo semplice di prendere profitto sull investimento effet- Gli ETF a distribuzione offrono un elevata remunerazione periodica del capitale investito con stacco cedola fino a quattro volte l anno 4

5 Chi sceglie i replicanti che staccano la cedola deve considerare il potenziale impatto sulle performance del cash drag tuato. Inoltre, quando si parla di somme limitate, non si pone il problema di dover reinvestire la somma riscossa e i proventi della distribuzione dei dividendi possono essere maneggiati per far fronte alle uscite limitando così la necessità di smobilizzare posizioni. La convenienza o meno degli ETF a distribuzione rispetto a quelli che capitalizzano i dividendi nel loro patrimonio (ETF ad accumulazione) dipendere da molte componenti, alcune delle quali prettamente soggettive. A far pendere la bilancia a favore dell una o dell altra tipologia di ETF sono principalmente le priorità del singolo investitore. Prima di prendere una decisione è consigliabile ponderare anche tutti gli aspetti in gioco per valutare la convenienza o meno dello stacco cedola. Se da un lato gli ETF a distribuzione risultano interessanti per quegli investitori che cercano una rendita od un flusso cedolare regolare nel tempo, dall altro gli ETF a capitalizzazione si fanno preferire per il minore tracking error. Cedola no Non mancano i potenziali svantaggi dello stacco cedola. Gli ETF che pagano i dividendi non reinvestono i proventi delle azioni nell ETF stesso, ma li lasciano cash o li parcheggiano in fondi monetari sino alla data ex-stacco cedola da parte del fondo; mantenere tali proventi sotto forma di liquidità senza provvedere al loro reinvestimento determina il cosiddetto cash drag che porta a un aumento del tracking error, ossia una sottoperformance rispetto all indice sottostante. Scostamento rispetto all indice replicato che nel breve periodo risulta poco significativo, mentre aumenta su orizzonti temporali medio-lunghi rendendo gli investitori istituzionali più propensi a optare per i fondi ad accumulazione. Per alleggerire gli effetti del cash drag l emittente può decidere di reinvestire i dividendi ed i flussi cedolari in nuove quote del sottostante del fondo o redistribuire i proventi ai sottoscrittori con maggior frequenza. Il cash drag è poi da valutare in relazione alle tendenze del mercato: risulta infatti penalizzante in contesti rialzisti quando il reinvestimento della liquidità genererebbe rendimenti più alti, mentre si può tramutare in un vantaggio in fasi ribassiste poiché i proventi detenuti in liquidità non vanno a subire alcuna perdita. I 10 ETF quotati in Italia con i dividend yield più alti La componente fiscale Infine va valutata la componente fiscale. Il dividendo, quando viene corrisposto, genera una tassazione indipendentemente dalle perdite che si stanno realizzando in conto capitale, impedendo quindi di compensare l imposta (già pagata) con la futura minusvalenza. Gli ETF che prevedono il reinvestimento delle cedole distribuite dai titoli facenti parte del paniere godono pertanto di un trattamento fiscale più vantaggioso in caso di perdite in conto capitale. Inoltre, gli ETF ad accumulazione presentano generalmente minori costi di intermediazione sia in termini effettivi (l intermediario spesso applica una commissione per accreditare il dividendo sul conto), sia in termini di giorni valuta (si arriva a situazioni in cui trascorrono alcune settimane tra la data di stacco cedola e quella di pagamento del dividendo). Nome Isin Dividend yield (a 12 mesi) Distribuzione dividendo ishares Msci Brazil Ucits ETF (Inc) IE00B0M ,45% Trimestrale ishares Emerging Markets Local Government Bond Ucits ETF IE00B5M4WH52 5,33% Semestrale Lyxor Ucits ETF Stoxx Europe Select Dividend 30 FR ,07% Semestrale ishares Asia Pacific Dividend Ucits ETF IE00B14X4T88 4,92% Trimestrale SPDR Barclays Emerging Markets Local Bond Ucits ETF IE00B ,85% Semestrale ishares Euro High Yield Corporate Bond UCITS ETF IE00B66F4759 4,64% Semestrale Lyxor Ucits ETF iboxx $ Liquid Emerging Markets Sovereigns FR ,48% Semestrale SPDR S&P Emerging Markets Dividend Ucits ETF IE00B6YX5B26 4,30% Semestrale SPDR Barclays Euro High Yield Bond Ucits ETF IE00B6YX5M31 4,24% Semestrale ishares Ftse Uk Dividend Plus Ucits ETF IE00B0M ,08% Trimestrale Fonte: Elaborazione ETF NEWS su dati Bloomberg 5

6 FOCUS BANCA IMI Collegati al sito per leggere tutte le ricerche o ascoltare i risultati con il servizio Podcast L APPROFONDIMENTO DI BANCA IMI Mercati volatili in trading range Prosegue la forza degli indici europei, sostenuti dalle prospettive di miglioramento della congiuntura, con il FTSE MIB che ritraccia moderatamente dopo aver registrato un nuovo massimo degli ultimi 5 anni. A livello settoriale europeo si registra una rotazione a favore di Utility ed Energia, con quest ultima che conferma forza relativa sulla scia del recupero del petrolio e delle operazioni straordinarie. Aumenta la volatilità sugli indici europei in seguito all apprezzamento delle quotazioni, anche se al momento non si evidenziano segnali concreti di cedimento. Gli indici statunitensi restano a ridosso dei massimi: il focus è sulle trimestrali, che dovrebbero confermare un ritmo di crescita degli utili più lento rispetto all esercizio precedente. In merito alle stime di crescita a livello globale, la Banca Mondiale ha tagliato le previsioni per l area EAP (Asia orientale e Pacifico) al 6,7% nel 2015 e 2016, dal 6,9% atteso per l anno in corso e 6,8% del Per la Cina si attende un tasso del 7,1% nel 2015 e del 7% nel 2016 dal 7,4% del 2014, rispetto alla precedente stima di, rispettivamente, +7,2% e +7,1%. Secondo il FMI le stime di crescita in Cina vertono al 6,8% nel 2015 e al 6,3% nel 2016, mentre le stime degli USA vengono riviste al ribasso al 3,1% per entrambi gli anni considerati, dal precedente 3,6% e 3,3%. Fra i rischi citiamo soprattutto la crisi di Atene con le parti in cerca di un accordo e per il quale si attende l esito del vertice di lunedì 11 maggio, anche se la notizia del commissariamento di Varoufakis e il cambio della squadra che sta negoziando con i creditori lascia intravedere maggiori possibilità in tal senso. Il 12 maggio Atene dovrà rimborsare al FMI 780 mln di euro di debito in scadenza. I titoli di stato greci hanno subito forti ondate di vendite (il tasso biennale è salito oltre al 30%), ma il resto dell area euro non ha sofferto particolarmente, nonostante un aumento della volatilità. I rischi di un eventuale uscita dall euro della Grecia sono attesi limitati, anche se non del tutto prevedibili dato che non si è mai verificata prima una tale situazione. Permangono anche i rischi geopolitici con le tensioni in Medio Oriente, i timori di un rallentamento della crescita degli utili nei gruppi statunitensi dovuto soprattutto all apprezzamento del dollaro e la decelerazione della crescita in Cina, evidenziato anche dalla produzione industriale di aprile, che ha registrato un nuovo calo. In tale contesto, la Banca centrale cinese ha deciso di ridurre gli ammontari che le banche devono tenere obbligatoriamente a riserva per favorire il credito a sostegno della congiuntura. Relativamente ai fondamentali, l Euro Stoxx continua a quotare a multipli moderatamente a premio rispetto alla media storica 2008/2014, a fronte di stime di crescita degli utili elevate e pari a circa il 15,9% per il biennio Le prime trimestrali confermano il miglioramento dei conti dei principali gruppi europei, favoriti dall effetto valutario, che mediamente ha consentito una revisione al rialzo delle stime da parte del consenso. A livello settoriale europeo, recuperano forza le Utility grazie a una 6

7 FOCUS BANCA IMI Collegati al sito per leggere tutte le ricerche o ascoltare i risultati con il servizio Podcast L APPROFONDIMENTO DI BANCA IMI rotazione settoriale e alle attese di una ripresa della domanda di energia elettrica. I fondamentali mostrano multipli di utile a moderato sconto e sembrano aver ormai incorporato il rallentamento degli utili attesi per il biennio in corso; il focus si sposta pertanto sulle attese di miglioramento della domanda di energia elettrica. Moderata Positività per il settore così come per l Energia: quest ultima recupera forza relativa sulla scia del rimbalzo del greggio che, dai supporti testati a 42 dollari, ha recuperato oltre figure tornando a scambiare in area dollari. Il settore sta beneficiando anche di operazioni di consolidamento che espandono i multipli; inoltre, si intravedono i primi segnali di un riequilibrio tra domanda e offerta di petrolio, con un sostegno che potrebbe giungere dalla Cina, dove le Autorità stanno attuando operazioni di stimolo all economia. Moderata Positività per le Costruzioni, che confermano stime di crescita degli utili a doppia cifra, e per gli Industriali, per i quali sono state riviste al rialzo le attese di crescita sulla scia degli stimoli monetari. Si rivede a Moderatamente Positivo da Neutrale il giudizio sul Telefonico, che beneficia di una decisa revisione al rialzo delle stime di consenso e delle operazioni di consolidamento che interessano il settore. Dopo i decisi apprezzamenti, aumenta la volatilità sui settori Auto e Bancario, per i quali si conferma Moderata Positività dovuta al favorevole rapporto multipli/crescite. Si ribadisce Moderata Positività per il DAX che registra un nuovo massimo storico a punti per poi ritracciare in modo fisiologico, mantenendo la leadership di miglior indice europeo degli ultimi anni. I fondamentali non evidenziano una ipervalutazione e i P/E rimangono a sconto rispetto al benchmark europeo a fronte di utili in continua crescita negli anni. Favorevole anche il rapporto multipli/ crescite di EBITDA ed EBIT rispetto agli altri indici europei. Sul fronte congiunturale, nonostante il rallentamento atteso per il primo trimestre dell anno (PIL stimato in aumento dello 0,5% dallo 0,7% del 4Q 2014) la Germania continua a trainare la crescita europea. In tale contesto, il governo tedesco ha alzato le stime di crescita all 1,8% per quest anno, mentre i centri di Multipli, crescite e PEG dei principali indici azionari ( ) Settore Valore P/E (x) Var. EPS % PEG E 2016E E 2016E Media E Euro Stoxx 387,59 14,46 16,96 14,88 19,03 17,95 13,97 15,96 1,06 Auto 648,15 10,69 12,01 10,54 27,46 23,71 13,95 18,83 0,64 Banche 159,09 13,86 13,49 10,96 78,15 68,82 23,02 45,92 0,29 Risorse di base 214,92 15,42 20,21 13,94 169,52 75,87 44,98 60,42 0,33 Chimici 1.154,10 15,81 18,92 16,98 11,18 12,68 11,41 12,04 1,57 Costruzioni e Materiali 376,31 16,88 18,94 16,13 14,39 14,54 17,38 15,96 1,19 Servizi finanziari 373,00 16,04 18,63 16,27 3,78 27,63 14,51 21,07 0,88 Alimentari 619,65 18,26 22,43 20,54 5,19 5,75 9,19 7,47 3,00 Farmaceutici 874,47 16,25 20,20 18,62 5,45 9,38 8,49 8,93 2,26 Beni e servizi Industriali 705,75 16,34 18,72 16,67 22,20 18,27 12,32 15,30 1,22 Assicurazioni 258,44 9,90 11,03 10,67 10,87 8,23 3,42 5,82 1,89 Media 259,02 19,44 23,60 21,30 3,20 21,57 10,82 16,20 1,46 Petrolio & Gas 337,62 11,02 17,77 13,76 7,52-36,52 29,14-3,69-4,82 Beni personali e per la casa 668,05 19,46 23,18 21,05 13,31 20,89 10,12 15,50 1,50 Real Estate 240,15 16,44 22,07 20,55 4,17 9,60 7,41 8,51 2,60 Retail 474,97 17,07 20,24 18,07 15,23 13,22 12,02 12,62 1,60 Tecnologici 407,94 19,62 21,20 18,23 67,87 16,90 16,26 16,58 1,28 Telecom 401,32 14,07 20,66 18,43-6,75 40,64 12,10 26,37 0,78 Turismo e Tempo libero 203,33 18,03 17,67 14,14 71,96 81,90 24,89 53,40 0,33 Utility 303,66 14,09 15,73 15,44-10,10 2,76 1,89 2,32 6,77 (P/E 15E su var. EPS E) Nota: i valori degli indici sono in valuta locale. E= expected, atteso; NS= non significativo; High= valore fortemente positivo, che spesso scaturisce da un confronto con un valore precedente molto ridotto; Neg.= dato negativo. Fonte: FactSet 7

8 FOCUS BANCA IMI Collegati al sito per leggere tutte le ricerche o ascoltare i risultati con il servizio Podcast L APPROFONDIMENTO DI BANCA IMI ricerca economica si attendono un aumento del 2%, con qualche eccezione che si spinge fino al 2,4% sulla scia di una ripresa della spese delle famiglie, che renderà forte la domanda domestica e di conseguenza le importazioni. L indice IFO relativo alla fiducia delle imprese è salito ad aprile a 108,6 superando le attese e registrando i massimi a 10 mesi, sostenuto da QE e cambio; di contro, i PMI hanno deluso mostrando un rallentamento della crescita del settore privato. Moderata Positività per gli indici domestici, favoriti dal momento congiunturale particolarmente favorevole dovuto a cambio, petrolio e QE. Solo l eventuale perdita dell area per il FTSE MIB fornirebbe un primo segnale di ritracciamento più evidente. Il processo di riforme sta proseguendo e gli indicatori di fiducia confermano una moderata ripresa della congiuntura. L Italia dovrebbe ottenere dalla Commissione Europea un margine di flessibilità per il deficit nel 2016 grazie alla clausola che prevede questa possibilità quando si implementa un programma di riforme strutturali. Secondo il documento programmatico del governo DEF, i target di crescita per il PIL italiano sono dello 0,7% per il 2015 e dell 1,4% per il 2016 e sono stati definiti realistici dalla Commissione. Inoltre, è in corso la trattativa tra Italia e UE sulla possibilità per lo Stato di intervenire nel problema delle sofferenze bancarie. Relativamente ai fondamentali, gli indici domestici confermano multipli di utile, di EBIT e di EBITDA 2015 superiori alla media storica e moderatamente a premio rispetto al benchmark; la moderata sopravvalutazione dovrebbe essere compensata dalle attese di crescite degli utili decisamente elevate e favorite soprattutto dalla debolezza dell euro. Il cambio favorevole ha permesso a molti gruppi domestici soprattutto del Lusso di incrementare le esportazioni in particolare verso gli Stati Uniti. Secondo i dati ICE, per il comparto tessileabbigliamento gli USA rappresentano il terzo mercato di sbocco per l Italia dopo Germania e Francia e gli aumenti sono di circa il 10% rispetto al 2014, compensando i rallentamenti della Cina e della Russia. Moderato ritracciamento di Piazza Affari dopo aver toccato i massimi a 5 anni. A livello settoriale recuperano forza le utilities europee Gli indici statunitensi si riportano in prossimità dei massimi storici. La politica monetaria della Fed si conferma ancora accomodante, in un contesto in cui la volatilità si riduce con l indice Vix tornato sui minimi degli ultimi mesi. Sul fronte delle trimestrali, i primi risultati mostrano indicazioni miste, seppur evidenziando sorprese positive nel 72% dei casi; inoltre, utili e fatturati risultano comunque in crescita, nonostante le decise flessioni del comparto Energia e l apprezzamento del dollaro che riduce la competitività. L economia si conferma solida, anche se alcuni dati macro evidenziano un rallentamento della crescita, come i beni durevoli, la produzione industriale e l attività manifatturiera, che alimentano i timori delle conseguenze del rafforzamento del dollaro soprattutto per i gruppi con maggiore esposizione ai mercati esteri. Le prospettive di crescita del PIL 2015 subiscono una revisione al ribasso dal 3% al 2,8% data la debolezza del PIL preliminare del 1 trimestre, risultato inferiore alle attese (-0,1%). L apprezzamento del dollaro comporterebbe un impatto negativo sul PIL dello 0,6%; inoltre, il calo del greggio non giova agli investimenti. Confermiamo pertanto la view di un rialzo dei tassi non prima dell autunno. Al momento le stime di crescita sul PIL vertono al 3% per il Di contro, per l anno in corso vengono riviste al ribasso le stime per l inflazione dal +1,6% al +1,3%. Si conferma Neutralità sull S&P500, che mantiene P/E superiori alla media storica e al benchmark europeo, a fronte di crescite di utili in rallentamento dovute soprattutto al rafforzamento del dollaro e ai pessimi risultati del comparto Energia. Globalmente per il primo trimestre le attese di consenso di crescita degli utili vengono riviste al rialzo al -2,9% rispetto al precedente -5,8%: il calo è imputabile alla decisa flessione del comparto Energia (-64%) e delle Risorse di Base (-10%); al netto dell Energia, gli utili risulterebbero in crescita intorno al 5%. Buono anche l apporto dei Finanziari che registrano significativi aumenti degli utili. Il rafforzamento del dollaro ha comportato una revisione delle stime degli utili da parte del consenso soprattutto tra dicembre e gennaio, incorporando il forte recupero del biglietto verde di fine anno e le attese di ulteriori apprezzamenti in vista del QE europeo. Il comparto Energia ha risentito del deciso ridimensionamento del greggio (56 dollari al barile, rispetto ai 100 di inizio 2014). Le stime di consenso per quest ultimo sono state riviste al rialzo sia per l anno in corso (nel secondo trimestre si attende un riequilibrio tra domanda e offerta) che per il 2016 (69 dollari al barile; Fonte Bloomberg). Al momento gli Stati Uniti hanno ridotto la produzione degli impianti di perforazione e questo sembra aver dato forza al petrolio, che ha beneficiato anche della rinegoziazione dei contratti dell Arabia Saudita con l Est Asiatico. 8

9 9 OSSERVATORIO ETF La pagina dei numeri di ETF News Europa - Indice EuroStoxx 50 CHIUSURA VARIAZIONE% 3 MESI 6 MESI 12 MESI Eurostoxx ,71 24,29 16,99 Ftse Mib ,77 22,43 7,96 Dax ,46 33,81 24,77 Ftse ,82 10,67 6,44 Far East - Indice Nikkei CHIUSURA VARIAZIONE% 3 MESI 6 MESI 12 MESI Giappone ,08 34,32 35,26 Cina ,49 37,64 58,98 Russia ,31-6,41-16,18 Brasile ,22 2,53 3,17 Usa - Indice S&P 500 CHIUSURA VARIAZIONE% 3 MESI 6 MESI 12 MESI Dow Jones ,74 8,55 8,64 S&P ,36 8,20 11,60 Nasdaq ,37 11,23 24,09 Russell ,46 13,67 10,73 Commodity - Indice CRB CHIUSURA VARIAZIONE% 3 MESI 6 MESI 12 MESI Crb 224 0,67-18,42-28,10 Petrolio Wti 56 17,60-32,15-46,16 Oro ,54-4,38-7,136 Cacao 378-3,29 5,41-23,18 Nelle tabelle sono riportati solamente gli Etf quotati sul segmento ETFplus di Borsa Italiana Spa. I dati sono elaborati su base quindicinale. Il trend indicato nelle ultime due colonne è dato dall incrocio di due medie mobili. Per quella di breve periodo, l indicazione è positiva tutte le volte che la media mobile esponenziale a 5 giorni perfora verso l alto quella a 20 giorni mentre è negativa ogni volta che la media a 5 giorni perfora verso il basso quella a 20 giorni. Per quello di medio termine l indicazione è positiva tutte le volte che la media mobile esponenziale a 20 giorni perfora verso l alto quella a 50 giorni mentre è negativa ogni volta che la media a 20 giorni perfora verso il basso quella a 50 giorni. PREZZO VOLUMI PER % 1 MESE PER % 6 MESI TREND BT TREND MT I MIGLIORI A 1 MESE Amundi Etf Msci China Ucits 327, ,03 53,26 = Lyxor Ucits Etf Russia Dj 27, ,05 9,98 = Lyxor Etf Stoxx Oil & Gas 38, ,72 10,71 Dbx Stx Europe Oil & Gas 73, ,59 10,44 Lyxor Etf Epranareit Asiaxjp 12, ,92 33,75 I MIGLIORI A 6 MESI Amundi Etf Msci China Ucits 327, ,03 53,26 = Dbx Lev Dax Daily 116, ,31 52,52 Etfx Dax 2X Long Fund 303, ,19 52 Lyxor Daily Levdax Ucits Etf 107, ,89 50,81 Lyxor Ucits Etf China Enterp 172, ,76 47,48 = I PEGGIORI A 1 MESE Dbx Hsi Short Daily 6, ,04-8,63 Dbx Msci Indonesia 12, ,39 6,72 Lyxor Etf Msci Indonesia 110, ,06 6,4 Dbx Stx Eur Oil & Gas Short 15, ,96-13,3 Amundi Etf Msci India Ucits 461, ,16 6,65 I PEGGIORI A 6 MESI Etfx Dax 2X Short Fund 7, ,47-40,18 Dbx Short Dax 2X Daily 6, ,56-40,17 Lyxor Etf Daily Shortdax X2 6, ,31-39,32 Etfx Ftse Mib Super Sh St 2X 16, ,3-36,44 Lyxor Etf Ftsemib Daily 2Xsh 7, ,39-35,7 I PIÙ SCAMBIATI / QUANTITÀ Lyxor Etf Ftsemib Daily Lev 11, ,81 36,88 Lyxor Etf Ftsemib Daily 2Xsh 7, ,39-35,7 Lyxor Etf Ftse Mib 23, ,86 18,59 Lyxor Etf Ftse Athex 20 1, ,79-21,48 Ishares S&P 500 Ucits Etf Di ,25 17,68 I PIÙ SCAMBIATI / VALORE Lyxor Etf Ftsemib Daily Lev 11, ,81 36,88 Lyxor Etf Ftse Mib 23, ,86 18,59 Lyxor Etf Ftsemib Daily 2Xsh 7, ,39-35,7 Ishares Euro Stoxx 50 Ucits 36, ,23 18,42 Ishares Core S&P 500 Ucits E 174, ,39 18,86 Fonte: Bloomberg - dati aggiornati al 21/04/2015

10 OSSERVATORIO ETF Nonostante il rallentamento delle ultime sedute, la Borsa cinese rimane la grande protagonista positiva di questo primo scorcio d anno sotto la spinta delle aspettative di nuove misure di stimolo monetario da parte della People Bank of China. nella classifica dei migliori ETF a 30 giorni svetta ancora il l Amundi ETF Msci China Ucits con un +12,03%, seguito a breve distanza dal Lyxor Ucits ETF Russia (+11,05%) che beneficia del rally della Borsa di Mosca, spalleggiato dall ascesa dei prezzi del petrolio. Il rimbalzo del greggio ha sostenuto anche gli ETF settoriali oil &gas con rialzi a doppia cifra per il Lyxor Etf Stoxx Oil & Gas e il Db x-trackers Stoxx Europe Oil & Gas. Guardando al saldo degli ultimi 6 mesi a primeggiare sull ETFPlus è sempre l Amundi Etf Msci China Ucits (+53,26%), seguito dai replicanti a leva 2 sul Dax: +62% circa per il Db X-Trackers Lev Dax Daily e l ETFX Dax 2X Long Fund. Tra i peggiori dell ultimo mese spicca il calo a doppia cifra dello short sulla Cina (db x-trackers Hsi Short Daily) con un calo del 13%. In affanno anche gli ETF legati all Indonesia. A sei mesi i peggiori performer sono invece tre ETF short a leva sul Dax tedesco. Tra i prodotti più scambiati per numero di pezzi spiccano ancora una volta i prodotti legati a Piazza Affari. Il Lyxor UCITS Etf Ftse Mib Daily Leverage primeggia Paesi emergenti e settore oil & gas protagonisti in positivo nell ultimo mese. Il lyxor ETF a leva sul Ftse Mib si conferma il più scambiato con una media giornaliera di 3,91 milioni di pezzi con scambi in costante aumento nell ultimo mese. Segue il Lyxor UCITS Etf Ftse Mib Daily 2x Short con transazioni medie per 2,04 milioni di pezzi. Terzo posto per il Lyxor UCITS Etf Ftse Mib con 1,15 milioni di pezzi. Tra i più scambiati per controvalore primeggia sempre il Lyxor UCITS ETF Ftse Mib Daily 2X Lev con transazioni per 54,3 milioni di euro. Seconda piazza per il Lyxor ETF Ftse Mib con 23,03 milioni di euro; ultimo gradino del podio per il Lyxor ETF Ftse Mib Daily 2x Short con transazioni per 16,8 milioni di euro. SOTTOSTANTE NOME ETF BLOOMBERG ISIN Corporate Bond, Tasso Variabile ( ) Corporate Bond, Tasso Fisso ( ) Corporate Bond, Tasso Fisso, escluso settore Finanziario ( ) High Yield Bond, Tasso Fisso, escluso settore Finanziario ( ) LYXOR UCITS ETF Barclays FLOATING RATE Euro 0-7Y LYXOR UCITS ETF Euro Corporate Bond LYXOR UCITS ETF Euro Corporate Bond Ex-Financial LYXOR UCITS ETF Liquid High Yield 30 Ex-Financial FLOT IM CRPE IM CBEF IM HY IM FR FR FR FR La presente newsletter ETF News ha carattere puramente informativo e non rappresenta né un offerta né una sollecitazione ad effettuare alcuna operazione di acquisto o vendita di strumenti finanziari. Il Documento è stato preparato da Brown Editore S.p.A (l editore) in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell Editore stesso. Il presente Documento è distribuito per posta elettronica a chi è iscritto ai servizi di newsletter di Finanza.com ed a chi ne ha fatto richiesta, è destinato al pubblico indistinto e non può essere riprodotto o pubblicato, nemmeno in una sua parte, senza la preventiva autorizzazione scritta di Brown Editore S.p.a. Qualsiasi informazione, opinione, valutazione e previsione contenute nel presente Documento è stata ottenuta da fonti che gli Editori ritengono attendibili, ma della cui accuratezza e precisione l editore non potrà essere ritenuto responsabile né possono assumersi responsabilità alcuna sulle conseguenze finanziarie, fiscali o di altra natura che potrebbero derivare dall utilizzazione di tali informazioni.

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO GOLD 2.0 NEWSLETTER OPERATIVA SUL MERCATO AZIONARIO a cura di Pierluigi Gerbino ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

DAILY REPORT 20 Agosto 2014

DAILY REPORT 20 Agosto 2014 DAILY REPORT 20 Agosto 2014 I DATI DELLA GIORNATA PROVE DI TENUTA? Ieri abbiamo esaminato l indice Dax. Per certi versi le dinamiche degli ultimi 2 anni sembrano le stesse, anche se il terreno un tantino

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

VARIAZIONI DELLA GAMMA ishares Conferma di fusioni e altre modifiche dei fondi ishares 27 maggio 2015

VARIAZIONI DELLA GAMMA ishares Conferma di fusioni e altre modifiche dei fondi ishares 27 maggio 2015 AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI SVIZZERI VARIAZIONI DELLA GAMMA ishares Conferma di fusioni e altre modifiche dei fondi ishares 27 maggio 2015 1. Premesse Il 1 luglio 2013, BlackRock ha completato l'acquisizione

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli