VALORE DI LIQUIDAZIONE ORDINARIO. GBS GROUP S.p.A. I.CO.M.A. S.r.l. ubicate a: Padova Quinto di Treviso (TV) Manfredonia (FG)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VALORE DI LIQUIDAZIONE ORDINARIO. GBS GROUP S.p.A. I.CO.M.A. S.r.l. ubicate a: Padova Quinto di Treviso (TV) Manfredonia (FG)"

Transcript

1 VALORE DI LIQUIDAZIONE ORDINARIO GBS GROUP S.p.A. I.CO.M.A. S.r.l. ubicate a: Padova Quinto di Treviso (TV) Manfredonia (FG) alla data di riferimento del 31 maggio 2008

2 American Appraisal Italia S.r.l. Galleria Trieste, Padova / Italia tel / fax Padova, 15 luglio 2008 Pos. n Spettabile S.p.A. Corso Stati Uniti, 7 I PADOVA PD Alla cortese attenzione del Dott.Giovanni Bottecchia In conformità all'incarico conferitoci abbiamo effettuato una valutazione delle Immobilizzazioni Materiali indicateci quali proprietà della Società: ubicate a: SpA I.CO.M.A. S.r.l.. in amministrazione straordinaria Padova, Quinto di Treviso (TV) e Manfredonia (FG) Con la presente Vi trasmettiamo n.1 copia del rapporto di stima del Valore di Liquidazione Ordinario al 31 maggio 2008, relativo alle proprietà citate. Distinti saluti. AMERICAN APPRAISAL ITALIA S.r.l. Ufficio di Padova - Segreteria Flavia Matteazzi Sede Legale / Viale Vittorio Veneto 4 / Milano Capitale Sociale ,00 i.v. / R.E.A. Milano / C.F. / Reg. Imprese / P.IVA

3 Padova, 15 luglio 2008 Pos. n Abbiamo effettuato una valutazione delle Immobilizzazioni Materiali indicateci quali proprietà della Società: SpA I.CO.M.A. S.r.l.. in amministrazione straordinaria ubicate a: Padova, Quinto di Treviso (TV) e Manfredonia (FO) ed esprimiamo la nostra opinione sul loro VALORE DI LIQUIDAZIONE ORDINARIO al 31 maggio 2008, al fine di verifiche interne all Azienda. La stima in oggetto è stata elaborata secondo gli standard qualitativi definiti dal Sistema Assicurazione Qualità di American Appraisal Italia certificato dal Lloyd s Register Quality Assurance certificato nr. LRC secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000. Oggetto dello studio Lo studio ha incluso le immobilizzazioni materiali di proprietà SpA. e I.CO.M.A. S.r.l in amministrazione straordinaria ed appartenenti alle categorie: terreni, fabbricati, impianti generici, impianti specifici, attrezzatura, mobili e macchine per ufficio, macchine elaborazione dati e mezzi di trasporto. Tali beni sono riconducibili essenzialmente agli stabilimenti industriali per la produzione di macchinari ed impianti per l industria molitoria Il ciclo comprende essenzialmente fasi di lavorazione meccanica ad a- sportazione di truciolo, verniciatura ed assemblaggio.. Risulta escluso dallo studio ogni altro bene con particolare riferimento a beni di terzi, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, scorte in genere, ricambi e beni immateriali (marchi, brevetti, software gestionale ed applicativo). Pos. n Data stima 31/05/2008 2

4 Definizioni "Immobilizzazioni Materiali" indica i seguenti beni oggetto di stima: - complesso immobiliare (terreni, fabbricati, impianti generici), AAI ha determinato il valore della Proprietà assumendo come ipotesi di riferimento una compravendita in blocco (non frazionata), presupponendola libera e immediatamente disponibile (non locata). - beni mobili: (macchinari ed impianti specifici, attrezzature generali e di laboratorio, mobilie e macchine per ufficio, macchine elaborazione dati, mezzi di trasporto interno ed mezzi di trasporto esterno) con espressa esclusione di ogni altro bene ivi compresi beni di terzi, materie prime, semilavorati, prodotti finiti, scorte in genere, ricambi, beni immateriali (marchi, brevetti, software gestionale ed applicativo). Valore di Liquidazione del Complesso Immobiliare indica il più probabile prezzo di trasferimento (compravendita) della Proprietà. Il Valore di Liquidazione è determinato nel presupposto dei seguenti assunti: - la libera determinazione delle parti alla conclusione del contratto, senza condizionamenti coercitivi della volontà; - una ragionevole conoscenza da parte di entrambe le parti dei possibili usi e delle caratteristiche della proprietà, nonché delle condizioni esistenti sul libero mercato; - l ipotesi che la Proprietà sia offerta sul libero mercato per un periodo corrispondente a quello ragionevolmente sufficiente per reperire un compratore. Valore di Liquidazione dei Beni Mobili indica il più probabile valore che si potrebbe realizzare dalla vendita dei beni sul libero mercato, avendo a disposizione un ragionevole periodo di tempo, durante il quale trovare un compratore. I Beni si intendono messi in vendita "come sono e dove sono", con i costi di disinstallazione e di rimozione a carico dell'acquirente. Criteri valutativi e limiti della stima In sede di stima AAI si attenuta a metodi e principi valutativi di generale accettazione, in particolare ricorrendo al criterio di valutazione del: - Metodo Comparativo (o del Mercato), basato sul confronto fra il bene in oggetto ed altri simili recentemente oggetto di compravendita o correntemente offerti sullo stesso mercato o su piazze concorrenziali. Al fine di determinare il valore AAI ha effettuato una ispezione delle Immobilizzazioni Tecniche per rilevare, in aggiunta alle informazioni fornite dal Cliente, i dati ad esse relativi (consistenza, qualità, condizioni, caratteristiche, ecc.) necessari per lo sviluppo della stima, ha analizzato le condizioni del mercato immobiliare locale, considerando i dati economici in esso rilevati ed adattandoli alle specifiche caratteristiche della proprietà attraverso opportune elaborazioni statistiche, ha determinato il valore della Proprietà nel presupposto del suo massimo e migliore utilizzo, e cioè considerando, tra tutti gli usi tecnicamente possibili, legalmente consentiti e finanziariamente fattibili soltanto quelli potenzialmente in grado di conferire alla Proprietà stessa il massimo valore. Per i beni mobili ha inoltre considerato fattori tra cui l appetibilità dei beni, l obsolescenza, le condizioni fisiche, le dimensioni, i costi di disinstallazione ed ogni altro fattore opportuno. AAI non ha considerato le eventuali passività ambientali gravanti sulla proprietà in oggetto. Per "Passività Ambientali" si intendono i costi da sostenere, sia per evitare danni all'ambiente, sia per sanare situazioni non conformi a quanto prescritto dalle vigenti normative. Pos. n Data stima 31/05/2008 3

5 Alcuni tipi di beni (es. attrezzature generiche e specifiche, mobili e macchine d'ufficio) sono stati descritti sinteticamente per gruppi omogenei. Contenuto del rapporto Il rapporto comprende le seguenti parti: - questa lettera che identifica la proprietà stimata, descrive il tipo di indagine svolta, presenta e certifica le conclusioni di valore; - rapporto descrittivo; - inventario; - planimetria che indica la posizione dei singoli fabbricati; - assunzioni e limiti della stima; Conclusioni In base all'indagine svolta e a quanto precedentemente indicato è nostra opinione che al 31 maggio 2008, il Valore di Liquidazione Ordinario (VLO) delle Immobilizzazioni Materiali stimate sia ragionevolmente espresso in ,00, suddiviso per classifica fiscale come segue: VLO euro S.p.A. in a.s. - Padova 02-IMMOBILE (TERRENO+FABBRICATI) ,00 03-IMPIANTI GENERALI ,00 04-MACCHINARI ,00 07-MACCHINE UFFICIO ELETTRONICHE ,00 08-MEZZI TRASP. INTERNO ,00 09-ATTREZZATURE SPECIALI 0,00 20-MACCHINARI NON OPERATIVI ,00 05-ATTREZZATURE VARIE 4.865,00 06-MOBILI ED ARREDI 0,00 90-BENI IN LEASING 1.440,00 Totale ,00 S.p.A. in a.s. Quinto di Treviso (TV) 02-IMMOBILE (TERRENO+FABBRICATI) ,00 03-IMPIANTI GENERALI ,00 04-MACCHINARI ,00 07-MACCHINE UFFICIO ELETTRONICHE 7.518,00 08-MEZZI TRASP. INTERNO ,00 09-ATTREZZATURE SPECIALI 0,00 20-MACCHINARI NON OPERATIVI ,00 05-ATTREZZATURE VARIE 0,00 06-MOBILI ED ARREDI 1.750,00 90-BENI IN LEASING ,00 Totale ,00 Pos. n Data stima 31/05/2008 4

6 VLO euro I.CO.M.A. SRL Manfredonia (FG) 02-IMMOBILE (TERRENO+FABBRICATI) ,00 03-IMPIANTI GENERALI ,00 04-MACCHINARI ,00 07-MACCHINE UFFICIO ELETTRONICHE ,00 08-MEZZI TRASP. INTERNO ,00 05-ATTREZZATURE VARIE ,00 06-MOBILI ED ARREDI 0,00 Totale ,00 TOTALE GENERALE ,00 Distinti saluti. AMERICAN APPRAISAL ITALIA S.r.l. Ufficio di Padova Carlo Meroni Responsabile Tecnico Pos. n Data stima 31/05/2008 5

7 I N D I C E RAPPORTO DESCRITTIVO 7 CENNI INFORMATIVI 8 ELENCO IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 9 1- GBS GROUP S.P.A. IN A. S. - PADOVA RIEPILOGO VALORI UBICAZIONE E DESCRIZIONE DELLA ZONA DESCRIZIONE DELLA PROPRIETA' CONSISTENZA EDILIZIA SITUAZIONE URBANISTICA MERCATO IMMOBILIARE CONSIDERAZIONI VALUTATIVE - VALUTAZIONE CONCLUSIONI FOTOGRAFIE 31 - I N V E N T A R I O GBS GROUP S.P.A. IN A. S. QUINTO DI TREVISO (TV) RIEPILOGO VALORI UBICAZIONE E DESCRIZIONE DELLA ZONA DESCRIZIONE DELLA PROPRIETA' CONSISTENZA EDILIZIA SITUAZIONE URBANISTICA MERCATO IMMOBILIARE CONSIDERAZIONI VALUTATIVE - VALUTAZIONE CONCLUSIONI FOTOGRAFIE 67 - I N V E N T A R I O I.CO.M.A. S.R.L. IN A. S. MANFREDONIA (FG) RIEPILOGO VALORI UBICAZIONE E DESCRIZIONE DELLA ZONA DESCRIZIONE DELLA PROPRIETA' CONSISTENZA EDILIZIA SITUAZIONE URBANISTICA MERCATO IMMOBILIARE CONSIDERAZIONI VALUTATIVE - VALUTAZIONE CONCLUSIONI FOTOGRAFIE 99 - I N V E N T A R I O 102 SCORTE 106 VERIFICA ESISTENZA FISICA 107 ASSUNZIONI E LIMITI DELLA STIMA 108 Pos. n Data stima 31/05/2008 6

8 RAPPORTO DESCRITTIVO Pos. n Data stima 31/05/2008 7

9 CENNI INFORMATIVI American Appraisal Italia S.r.l. ha effettuato la valutazione delle immobilizzazioni materiali di proprietà di GBS GROUP S.p.A. e I.CO.MA., società in Amministrazione Straordinaria. La Società GBS viene costituita, agli inizi degli anni 90, dalla fusione di due Società: la Berga, di Treviso, e la Sangati, di Padova. Verso la fine degli anni 90, con l accorpamento della Società Golfetto, viene fondata la S.p.A. Nel periodo precedente l attuale crisi la S.p.A. era prima in Italia, non ché al secondo posto nel mondo, nel settore molitorio e nella produzione di handling e di mangimi. Pos. n Data stima 31/05/2008 8

10 ELENCO IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Pos. n Data stima 31/05/2008 9

11 1- GBS GROUP S.p.A. in a. s. - Padova Pos. n Data stima 31/05/

12 1.1 Riepilogo valori Valore di Liquidazione Ordinario euro Padova 02-IMMOBILE (TERRENO+FABBRICATI) ,00 03-IMPIANTI GENERALI ,00 04-MACCHINARI ,00 07-MACCHINE UFFICIO ELETTRONICHE ,00 08-MEZZI TRASP. INTERNO ,00 09-ATTREZZATURE SPECIALI 0,00 20-MACCHINARI NON OPERATIVI ,00 05-ATTREZZATURE VARIE 0,00 06-MOBILI ED ARREDI 4.865,00 90-BENI IN LEASING 1.440,00 TOTALE ,00 Pos. n Data stima 31/05/

13 1.2 Ubicazione e descrizione della zona Il Complesso Immobiliare, oggetto di stima, è ubicato nel Comune di Padova, in Corso Stati Uniti, 7. Padova è una città di circa abitanti ( con l hinterland) collocata all'estremità orientale della Pianura Padana, circa 10 km a nord dei Colli Euganei e 20 km a ovest della Laguna Veneta ad un altitudine media di m 12 s.l.m. e confina con i comuni di Abano Terme, Albignasego, Cadoneghe, Legnaro, Limena, Noventa Padovana, Ponte San Nicolò, Rubano, Saonara, Selvazzano Dentro, Vigodarzere, Vigonovo (VE), Vigonza e Villafranca Padovana. Il territorio comunale, interamente pianeggiante, è solcato da vari corsi d'acqua, che hanno dato nei secoli la forma e la protezione alla città. Padova annovera all interno del proprio territorio comunale numerosi monumenti ed architetture di valenza culturale ed artistica oltre alla prestigiosa Università. Padova costituisce uno dei maggiori centri economici del nord est oltre ad essere uno dei più importanti poli intermodali, di tutta Europa. La zona industriale di Padova ha cominciato a svilupparsi a partire dal secondo dopoguerra nella zona orientale della città e costituisce una delle più grandi zone industriali d'europa, caratterizzata da una superficie di circa 10,5 milioni di mq ed oltre imprese. Al suo interno si trova anche il più grande Interporto multimodale d'italia attraverso il quale transita una grande quantità di merci da e per l'europa. Tale zona industriale è servita da numerose infrastrutture stradali e da una linea ferroviaria dedicata che la collega alla stazione centrale di Padova. La Proprietà, oggetto della valutazione, si trova a circa quattro chilometri di distanza in direzione est rispetto al centro della città, nella Zona Industriale Commerciale e del Porto Fluviale. Nelle immediate vicinanze della Proprietà si trovano immobili produttivi costruiti in epoche differenti e destinati a svariate attività quali industriale, artigianale, logistica, direzionale, commerciale e servizi. L'accessibilità viabilistica alla zona è ottima infatti la Proprietà si trova nelle immediate vicinanze del casello autostradale Padova Zona Industriale posto lungo il raccordo della A4 con la A13. La viabilità locale è inoltre favorita da un anello di tangenziali (Grande Raccordo Anulare di Padova) che per l'80 per cento del percorso è composta da quattro corsie principali più due corsia di emergenza. Nella zona, la disponibilità di parcheggi esterni alla Proprietà è piuttosto scarsa. Lo stabilimento, oggetto della valutazione, dispone comunque di piazzali interni dotati di posti auto. Allegato - Stralcio carta stradale d Italia. Pos. n Data stima 31/05/

14 Pos. n Data stima 31/05/

15 1.3 Descrizione della proprieta' La Proprietà, oggetto della valutazione, consta di un Complesso Immobiliare adibito alla progettazione, realizzazione ed installazione di impianti completi chiavi in mano per: - molini da grano tenero e duro; - molini da mais; - mangimifici; - riserie; - sistemi portuali di carico e scarico dei cereali dalle navi; - silos di stoccaggio di materie prime e prodotti finiti. Terreno Il Complesso industriale insiste su un lotto di terreno a destinazione produttiva avente una superficie fondiaria di circa mq , caratterizzato da giacitura piana e forma rettangolare. La Proprietà confina a sud con Corso Stati Uniti e per il resto con insediamenti produttivi proprietà di terzi. Il terreno ha ulteriore capacità edificatoria. Fabbricati Il Complesso Immobiliare, composto da più corpi di fabbrica edificati tra gli anni 1980 e 1984, ha una superficie coperta di circa mq ed una totale di circa mq Esso consta di palazzina con uffici, mensa ed abitazione, fabbricati destinati alla produzione e deposito, ed una serie di tettoie adibite a parcheggio. La Proprietà dispone di un accesso carraio da Corso Stati Uniti e di altri due ingressi secondari da una strada privata che permette l accesso alla Veneta Motori s.n.c. FABBRICATO 1 - UFFICI / MENSA / APPARTAMENTO Superficie coperta: mq. Superficie totale: mq. Caratteristiche costruttive: edificio prospiciente Corso Stati Uniti realizzato su quattro livelli: piano seminterrato, piano terra (intermedio), piano rialzato e piano primo. Il piano seminterrato è adibito a spazi aziendali, archivi, autorimessa ( 8 / 9 posti auto) e locali tecnici; il piano terra è ad uso uffici; il piano rialzato è destinato a mensa, uffici, spogliatoi ed ingresso con guardiola; il piano primo è adibito ad uffici, sale riunioni ed alloggio per il custode. Tale fabbricato, è caratterizzato da pianta piuttosto articolata, struttura di fondazione in c.a. gettato in opera, struttura in elevazione costituita da travi e pilastri in c.a., solai presumibilmente in laterocemento / lastre predalles, copertura piana in con strato coibente ed impermeabilizzazione, tamponamenti in c.a. prefabbricato e paramento interno in laterizio con interposto pannello isolante, divisori interni in muratura di laterizio / pareti mobili modulari / pareti attrezzate, corpi scala e vano ascensore in c.a., controsoffitti in pannelli / doghe di alluminio e/o pannelli in fibra minerale, pavimentazione flottante con rivestimento superiore in moquette / quadrotti di ceramica, pietra naturale, piastrelle di ceramica, gres rosso, pavimentazione industriale (archivi / garage), serramenti (finestrature a nastro) in alluminio e vetrocamera semi riflettente, porte interne di tipo tamburate, saracinesche elettriche per accesso al garage, finiture in intonaco civile tinteggiato. Anno di costruzione: Stato d uso: discreto / buono. Necessità di interventi puntuali di ripristino dell impermeabilizzazione della copertura. Pos. n Data stima 31/05/

16 FABBRICATO 2 PRODUZIONE Superficie coperta: mq. Superficie totale: mq. Caratteristiche costruttive: fabbricato destinato a produzione, deposito, lavorazione, falegnameria, verniciatura, spogliatoi, locali tecnici, torre laboratorio prove, sviluppato principalmente su un unico piano terra ed in parte su due livelli (piano terra e primo). Tale immobile è caratterizzato da pianta ad L, altezza utile variabile da m 7 a m 8 per i reparti atti alle attività produttive e circa m 16 / 18 per la torre laboratorio prove. La porzione centrale dell immobile è caratterizzata da fondazioni in c.a., struttura portante in carpenteria metallica saldata e/o bullonata, tamponamenti costituiti da travi di fondazione continua in c.a. e soprastanti pannelli sandwich, copertura a shed con struttura in acciaio, pannelli sandwich e manto di rivestimento presumibilmente in eternit / fibrocemento, compartimentazione interna con muri tagliafuoco realizzati con prismi di calcestruzzo con giunti stilati e completi di porte tagliafuoco, pavimentazione di tipo industriale in c.a., finestrature in ferro e policarbonato, portoni a libro / scorrevoli. All interno della porzione centrale dell immobile ci sono dei blocchi servizi (piano primo) ed un blocco uffici (piani terra e primo) caratterizzati da struttura portante metallica, solai predalles e tamponamenti in blocchi di cls. La torre laboratorio prove ha struttura portante in carpenteria metallica saldata e/o bullonata, tamponamenti in blocchi di calcestruzzo / pannelli sandwich, finestre in alluminio e policarbonato, pavimentazione industriale in c.a. orizzontamenti, scala interna e struttura montacarichi in acciaio. La porzione retrostante dell immobile è caratterizzata da fondazioni in c.a., struttura portante in elementi prefabbricati in c.a.p., tamponamenti costituiti da travi di fondazione continua in c.a. e soprastanti pannelli prefabbricati in c.a. / pannelli sandwich, copertura in c.a.p. ed interposti tegoli costolati in c.a. prefabbricato e manto di rivestimento presumibilmente in eternit / fibrocemento, compartimentazione interna con muri tagliafuoco realizzati con prismi di calcestruzzo con giunti stilati e completi di porte tagliafuoco, finestre in ferro e policarbonato, pavimentazione di tipo industriale in c.a., portoni a libro / scorrevoli. Anno di costruzione: Stato d uso: discreto. Pavimentazione danneggiata in alcune zone dello stabilimento. FABBRICATO 3 - TETTOIE Superficie coperta: mq. Superficie totale: mq. Caratteristiche costruttive: n. 3 pensiline di elevate dimensione più una quarta di dimensioni più contenute destinate a parcheggio auto / motocicli sviluppate su un unico piano fuori terra. Tali immobili, sono caratterizzati da struttura portante in acciaio, altezza di circa m 3 e copertura piana in lamiera grecata. Stato d uso: discreto / buono. Sistemazioni esterne Pavimentazione La Proprietà in oggetto dispone di un area esterna asfaltata circostante il complesso produttivo, utilizzata come area di manovra, piazzale di stoccaggio e parcheggi. Le condizioni generali di manutenzione della pavimentazione sono scarse. Pos. n Data stima 31/05/

17 Recinzione La Proprietà di pertinenza allo stabilimento è recintata con elementi prefabbricati in c.a e soprastante filo spinato o ringhiera metallica su muretto in c.a. L accesso carraio principale è munito di cancello elettrico scorrevole in ferro e sbarra elevatrice comandata elettricamente. La recinzione gode di un sufficiente stato d uso. Fognatura Rete di raccolta ed allacciamento alla rete fognaria cittadina. Allegato - Planimetria Generale della Proprietà. Pos. n Data stima 31/05/

18 Pos. n Data stima 31/05/

19 1.4 Consistenza edilizia La consistenza del Complesso Immobiliare è la seguente: Terreno Terreno Industriale (mq) Fabbricati FABB. N. IDENTIFICATIVO DESTINAZIONE PIANO SUP.COP mq SUP.TOT mq 1 UFFICI / MENSA / APPARTAMENTO - autorimessa seminterrato spazi aziendali / sindacali seminterrato archivi seminterrato coll. vert. seminterrato loc. tecn. seminterrato Parziale uffici terra coll. vert. terra 6 30 Parziale uffici / atrio / spogliatoi rialzato guardiola rialzato 18 - mensa rialzato cucina / servizi rialzato portici rialzato 72 - coll. vert. rialzato 130 Parziale uffici / sale riunioni primo ristoro dirigenti primo abitazione primo terrazza (abitazione) primo 13 - coll. vert. primo 87 2 PRODUZIONE Parziale Totale deposito lavorazione terra spogliatoi / servizi / infermeria terra portici terra torre laboratorio prove terra locali tecnici (centrali) terra archivi / uffici (capo reparto) terra Pos. n Data stima 31/05/

20 FABB. N. IDENTIFICATIVO DESTINAZIONE PIANO SUP.COP mq SUP.TOT mq - verniciatura terra falegnameria terra depositi terra taglio legname terra imballaggio terra deposito macchine finite terra carico terra tettoia deposito legnami terra Parziale spogliatoio primo archivi / uffici (capo reparto) primo servizi primo 135 Parziale 435 Totale TETTOIE - tettoie parcheggio auto terra tettoia parcheggio motocicli terra Totale TOTALE Note: - superficie coperta: superficie risultante dalla proiezione sul piano orizzontale delle parti edificate fuori terra, delimitate dalle superfici esterne delle murature perimetrali; - superficie totale: è quella misurata al filo esterno dei muri perimetrali ed alla mezzeria delle murature confinanti verso terzi e/o di diverse destinazioni d uso; è espressa in mq; Le superfici del fabbricato sono state computate graficamente da planimetrie in scala forniteci dalla Proprietà. Pos. n Data stima 31/05/

21 1.5 Situazione urbanistica Il Comune di Padova é dotato di Variante Generale al Piano Regolatore Generale approvata con Delibera di Giunta Regionale Veneto n del 03/07/2007. L area in oggetto è classificata nel suddetto strumento urbanistico come segue: - Zona Industriale (art. 21 delle N.T.A.). L area è compresa nel perimetro della Zona Industriale Commerciale e del Porto Fluviale. Parte dell area in oggetto è interessata da Area di Rispetto di Elettrodotto (art. 33 delle N.T.A.). Allegati - stralcio del P.R.G. e delle relative N.T.A. Pos. n Data stima 31/05/

22 Pos. n Data stima 31/05/

23 Pos. n Data stima 31/05/

24 Pos. n Data stima 31/05/

25 Pos. n Data stima 31/05/

26 Pos. n Data stima 31/05/

27 Pos. n Data stima 31/05/

28 Pos. n Data stima 31/05/

29 1.6 Mercato Immobiliare La Proprietà, oggetto della presente valutazione, è ubicata nella zona industriale artigianale commerciale nell area orientale di Padova. All interno di tale zona produttiva si trovano complessi produttivi di medio grandi dimensioni atti alla conduzione di svariate attività quali acciaierie, produzione di minuterie metalliche, logistica, corriere espresso, produzioni artigianali, direzionale, commerciale (autosaloni, showroom, ecc.) e servizi vari. Da segnalare nella zona la presenza dell importante interporto con la linea ferroviaria dedicata e la vicinanza delle infrastrutture autostradali che rende particolarmente appetibile la zona per lo sviluppo della logistica / corriere espresso. Il mercato immobiliare di Padova relativo al settore industriale artigianale - commerciale è caratterizzato da una domanda di immobili in lieve calo rispetto al passato. Sul mercato sono richiesti svariati tagli dimensionali adatti a soddisfare le esigenze delle diverse attività svolte all interno del territorio comunale. Si varia dalle piccole pezzature richieste per la conduzione di attività artigianali ai grandi tagli richiesti dagli spedizionieri. L offerta di terreni industriali artigianali sul mercato è discreta e si concentra lungo le principali vie di comunicazione come le autostrade e tangenziali. Le superfici attualmente ricercate sono inferiori rispetto a quelle richieste nel passato. Dalle ricerche effettuate direttamente presso gli operatori immobiliari e relative alla zona oggetto di analisi, abbiamo rilevato quanto segue: - per edifici industriali - artigianali di taglio dimensionale medio (inferiori a mq ), siti nella zona, il prezzo richiesto oscilla tra 900 e Euro/mq. - per terreni industriali - artigianali, urbanizzati, di taglio medio, siti nella zona, il prezzo richiesto o- scilla tra 200 e 250 Euro/mq. Pos. n Data stima 31/05/

30 1.7 Considerazioni valutative - Valutazione La presente valutazione consiste nella determinazione del Valore di Liquidazione Ordinario col Metodo del Mercato, come precedentemente illustrato. I prezzi utilizzati nell applicazione del metodo valutativo adottato sono stati dedotti dal mercato immobiliare di riferimento e adattati con opportuni coefficienti alla Proprietà. Poiché, infatti, non esistono due beni immobili perfettamente identici, le informazioni disponibili devono essere elaborate per consentire i necessari confronti. La Proprietà è stata pertanto valutata considerando le sue specifiche caratteristiche di ubicazione, dimensionali, tipologiche e architettoniche, che risultano sostanzialmente non in linea con quelle rispondenti alla prevalente domanda locale. Allegato - prospetto VLO Pos. n Data stima 31/05/

31 1.8 Conclusioni In base alle indagini svolte ed a quanto precedentemente indicato è nostra opinione che, al 31 maggio 2008, il Valore di Liquidazione Ordinario del Complesso Immobiliare in oggetto sia da esprimersi come segue ,00 (euro ventritremilioniseicentoottantatremila/00) Pos. n Data stima 31/05/

32 1.9 Fotografie Pos. n Data stima 31/05/

33 Pos. n Data stima 31/05/

34 Pos. n Data stima 31/05/

35 Pos. n Data stima 31/05/

36 Pos. n Data stima 31/05/

37 Pos. n Data stima 31/05/

38 - I N V E N T A R I O Q.ta Descrizione Anno VLO euro 1 Complesso immobiliare ,00 1 Terreno ,00 mq Fabbricati ,00 - Uffici / Mensa / Appartamenti - Produzione - Tettoie - Opere edili esterne - pavimentazione - recinzione - fognatura Totale fabbricati ,00 1 Impianti generali - 1 IMPIANTO ARIA COMPRESSA ,00 1 IMPIANTO DI RISCALDAMENTO ,00 1 IMPIANTO ANTINCENDIO ,00 1 IMPIANTO FM ,00 1 SERIE DI CARRI PONTE ,00 1 IMPIANTO DI ASPIRAZIONE ,00 1 IMPIANTO DI PESATURA ,00 6 SERIE DI GRU A BANDIERA ,00 15 SALDATRICI AD ELETTRODO ,00 15 SALDATRICI A FILO ,00 2 SALDATRICI MIG ,00 2 SALDATRICI PLASMA ,00 Totale impianti generali ,00 Pos. n Data stima 31/05/

39 Q.ta Descrizione Costruttore Anno VLO euro 1 Macchinari - 1 PRESETTING PER UTENSILI SPERONI RETTIFICATRICE ASSIALE BERNI LAPIDELLO PER PIANI LTF TRAPANO A MANO SEERMAC AFFILATRICE PER PONTE 3M AFFILATRICE A MOLA MOLA ABRASIVA AD ACQUA CON B.TO TORNIO PARALLELO PASQUINO AFFILATRICE STANGATI MOLE ABRASIVE A BASAMENTO SINGOLE/DOPPIE MOLA ABRASIVA ELETTRICA BANCO ASPIRAZIONE CFN TRAPANO RADIALE S.ROCCO TAVOLA ROTANTE MECASTEL PIATTAFORMA CON BRACCIO SNODO DALMEC ASPIRATORE (2 BRACCI) ASPIROFRO PRESSA PIEGATRICE GASPARINI TRAPANO (C/CREMAGLIERA+TELEINV.) TRAPANO (C/CREMAGLIERA) ROTOLATRICE MOTORIZZATA A 3 CILINDRI BANCO ASPIRAZIONE CFN PIEGA LAMIERE MOTORIZZATO MANUALE ROTOLATRICE MOTORIZZATA HILLUS ROTOLATRICE MOTORIZZATA A 3 CILINDRI BORDATRICE TRAPANO MASCHIATORE IM ASPIRATORE (1 BRACCIO) TRAPANO RADIALE BORDATRICE HILLUS ASPIRATORE FRO ASPIROCORD SEGA A DISCO OMES PRESSA PIEGATRICE CON MANIPOLATORE PIEGATRICE GASPARINI COMBINATA CON PLC WHITNEY TRAPANO A COLONNA FAMUP PRESSA OLEODINAMICA (vedi MARIO NAVA) GIGANT ROTOLATRICE MOTORIZZATA A 3 CILINDRI TRAPANO A COLONNA FAMUP BANCO ASPIRAZIONE CFN PIATTAFORMA AD UN PANTOGRAFO PIATTAFORMA OLEOD. n 045P LEVIGATRICE A NASTRO SMERIGLIATRICE A NASTRO VERT BORDATRICE MOTORIZZATA Pos. n Data stima 31/05/

40 Q.ta Descrizione Costruttore Anno VLO euro 1 Macchinari - 1 TRAPANO A COLONNA SERRAMAC PIEGA LAMIERA MANUALE HYILLUS TAVOLA ROTANTE PRESSA IDRAULICA A TELAIO ASPIRATORE/DEPURATORE SEGA A NASTRO FMB SEGHETTO FMB SEGATRICE A NASTRO FENDO SEGATRICE A NASTRO FENDO SMERIGLIATRICE A NASTRO TRONCATRICE A NASTRO TRITON SEGHETTO A DISCO PER ALLUMINIO RIGATRICE SANGATI RIGATRICE SANGATI TORNIO CNC 10 PUNTE MANUALE UTITA PRESSA IDRAULICA INNESTO COLLI RULLI ALIMENTAZ RETTIFICATRICE SANGATI RETTIFICATRICE SANGATI CENTRO DI LAVORO MANDELLI CENTRO DI LAVORO 8 (CNC) MANDELLI FRESATRICE UNIVERSALE CON VISUALIZZATORE QUOTE FRESATRICE CAVATRICE FROMAG TORNIO PARALLELO GORNATI TORNIO O.P.M TORNIO SAFOP TORNIO PARALLELO DANIA TORNIO PARALLELO URSUS FREGATRICE A NASTRO TRAPANO SERMAC TORNIO CNC 12 UTENSILI GRAZIANO CENTRO DI LAVORO (CNC) TESTA VERTICALE SIGMA TORNIO CNC CON TORRETTA 12 UTENS. UTITA TRAPANO RADIALE EMA TRAPANO A COLONNA TRAPANO RADIALE EMA RETTIFICATRICE INTERNI/ESTERNI GIORA LAVAPEZZI EUROTECNE PRESSA GIGANT TRAPANO RADIALE G.BREDA TORNIO PARALLELO URSUS TRAPANO INVEMA FRESATRICE A DUE ALBERI A 3 ASSI FIL Pos. n Data stima 31/05/

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A.

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE P.R.G. VIGENTE In base alla tavola di Zonizzazione del P.R.G. vigente l area oggetto dell intervento è normata come

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI

PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI Nel presente fascicolo verranno definiti e trattati i seguenti argomenti: a. Parametri Urbanistici; b. Edifici e parti di Edificio; c. Standard Residenziale per Abitante;

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici Allegato 1 Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici 1. Premessa 1.1 Ambito di applicazione ed efficacia. Ai sensi dell art. 9, comma 3, della legge regionale n. 19 del 2008,

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia REGOLAMENTO Variazioni ecografiche- numerazione civica esterna Numerazione civica interna Riferimenti normativi: Legge 24 dicembre 1954, n. 1228 artt. 9 e 10 D.P.R.

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE ATTIVITÀ 42.99.01 LOTTIZZAZIONE DEI TERRENI CONNESSA CON L URBANIZZAZIONE ATTIVITÀ 68.10.00 COMPRAVENDITA DI

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

Relazione tecnica. Interferenze

Relazione tecnica. Interferenze Relazione tecnica L autorimessa interrata di Via Camillo Corsanego, viene realizzata nel V Municipio ai sensi della Legge 122/89 art.9 comma 4 (Legge Tognoli). Il dimensionamento dell intervento è stato

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

per un fai da te di alta qualità

per un fai da te di alta qualità per un fai da te di alta qualità container su misura e programmati 4 anni insieme senza pensieri La garanzia copre tutto il territorio italiano. qualità tedesca 360 affidabilità Sistema di imballaggio

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 2. VALUTAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO... 6 2.1 COSTO DI PRODUZIONE DI UN FABBRICATO... 6 2.2 INCIDENZA DEL VALORE DEL TERRENO SUL FABBRICATO...

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9 Indice Parte Prima Premessa... pag. 2 Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3 Parte Seconda A) Definizioni. pag. 9 B) Disposizioni riguardanti aspetti generali. 10 C) Disposizioni in materia di

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI DEMOLIZIONE EDIFICI 1. DEMOLIZIONI MANUALI E1 DEMOLIZIONI STRUTTURE RAFFORZAMENTI E UNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OERE ADIACENTI DEMOLIZIONE VOLTE; DEMOLIZIONE SOLAI IN LEGNO; DEMOLIZIONE SOLAI LATERO-

Dettagli

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE TOP SOL TOP BRIDGE E S S E D I V I S I O N E INFRASTRUTTURE E D INF IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI giulianedmp SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L EDILIZIA giulianedmp TOP SOL / TOP BRIDGE Impalcati

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

Solai osservazioni generali

Solai osservazioni generali SOLAI Struttura orizzontale posta ad ogni piano di un edificio. Ha lo scopo di sostenere il proprio peso, dei pavimenti, delle pareti divisorie e dei carichi di esercizio. Per orizzontamento si intende

Dettagli

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente tel. 055.32061 - fax 055.5305615 PEC: arpat.protocollo@postacert.toscana.it p.iva 04686190481 Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente Guida pratica per le informazioni sulle fasce

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA LA MODERNA VIA URBANA RICALCA IL PERCORSO DI UN ANTICA STRADA ROMANA (IL VICUS PATRICIUS), SEDE DI RESIDENZE PATRIZIE DI EPOCA REPUBBLICANA E IMPERIALE, A CUI SI ALTERNAVANO

Dettagli

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA 123 4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA Il presente esempio è finalizzato a guidare il progettista alla compilazione del SI-ERC per un edificio con struttura a telaio in CA per il quale è

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

Non brucia. Lana di roccia la naturale protezione antincendio. www.flumroc.ch

Non brucia. Lana di roccia la naturale protezione antincendio. www.flumroc.ch Non brucia. Lana di roccia la naturale protezione antincendio. www.flumroc.ch Ogni giorno si registrano più di 50 allarmi incendio Pagina 4 Ecco cosa blocca la propagazione di un incendio Pagina 7 Combustibile

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM Ubicazione dell edificio sede del COM: Comune di : RIMINI Località : Padulli Indirizzo : Via Marecchiese n.193/195 Dati Generali Stralcio C.T.R.: 256113 Coordinate (lat. long.):

Dettagli

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE PROVINCIA DI FIRENZE AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE Variante normativa al Regolamento Urbanistico vigente di adeguamento al "regolamento di attuazione dell'articolo 144 della L.R. n. 1/2005

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. E. Cosenza NORME TECNICHE Costruzioni di calcestruzzo Edoardo Cosenza Dipartimento di Ingegneria Strutturale Università di Napoli Federico II 4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

NUOVO EDIFICIO PER UFFICI E OPERE DI MANUTENZIONE

NUOVO EDIFICIO PER UFFICI E OPERE DI MANUTENZIONE PROGETTO N. 557/BIS Comune di Bagno a Ripoli Provincia di Firenze Istituto Comprensivo Bagno a Ripoli Capoluogo Ampliamento Plesso Scolastico Francesco Granacci NUOVO EDIFICIO PER UFFICI E OPERE DI MANUTENZIONE

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Il vetro nell architettura

Il vetro nell architettura Opuscolo tecnico Il vetro nell architettura upi Ufficio prevenzione infortuni Uso sicuro del vetro nell edilizia Nell architettura moderna il vetro non è utilizzato soltanto per le finestre, bensì come

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI BIBBONA PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO EDILIZIO (Testo Unico dei Comuni della Bassa Val di Cecina) ANNO 2013 Bibbona, Gennaio 2013 Visto: Il Sindaco Fiorella Marini Il Responsabile Area Edilizia

Dettagli

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R.

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VIGENTE MODIFICATO ARTICOLO 31 ZONE AGRICOLE 1. Sono considerate zone agricole assimilabili alle zone E del D.M. n

Dettagli

L8000P76 1 - LOGICA PROGETTUALE. 1.1 - Lettura e socializzazione

L8000P76 1 - LOGICA PROGETTUALE. 1.1 - Lettura e socializzazione 1 - LOGICA PROGETTUALE 1.1 - Lettura e socializzazione La vera forza di una biblioteca non dovrebbe stare nel raccogliere i libri, ma nell ospitare i lettori che li usano. E il suo involucro non dovrebbe

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Aggiornamento della Perizia di Stima degli stabilimenti di proprietà della S.O.N. SpA Società Ossigeno Napoli siti in: Dott. Ing. Ugo Maria Cerciello

Aggiornamento della Perizia di Stima degli stabilimenti di proprietà della S.O.N. SpA Società Ossigeno Napoli siti in: Dott. Ing. Ugo Maria Cerciello Aggiornamento della Perizia di Stima degli stabilimenti di proprietà della S.O.N. SpA Società Ossigeno Napoli siti in: 1) MONTEPRANDONE (AP) Via XXIV Maggio n.55 2) FOGGIA Via Trinitapoli n.1 km 0,300

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli