Manuale delle competenze del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale delle competenze del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato"

Transcript

1 Manuale delle competenze del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato Rilevazione 2015 Documento ad uso interno Pagina 1 di 26

2 1. Tipologia COMPETENZE MANAGERIALI Area EFFICACIA MANAGERIALE... 6 GENERAL MANAGEMENT... 6 PROJECT MANAGEMENT Tipologia COMPETENZE PERSONALI Area RELAZIONALE... 7 Capacità di negoziazione... 7 Collaborazione e lavoro di gruppo... 7 Comunicazione verbale Area CONCETTUALE... 7 Individuazione e soluzione dei problemi Tipologia COMPETENZE STRUMENTALI Area LINGUE STRANIERE... 8 Francese... 8 Inglese... 8 Spagnolo Area OFFICE AUTOMATION... 8 Conoscenza dei concetti hardware e software... 8 Utilizzo sistema operativo... 8 Editor di testi... 8 Foglio elettronico... 9 Organizzazione e gestione dati... 9 Posta elettronica - Internet... 9 Presentazioni Area APPLICATIVI IN USO AL DIPARTIMENTO Tipologia COMPETENZE TECNICO - SPECIALISTICHE Area CONTABILITA' DI STATO Amministrazione dei beni pubblici Gestione e/o controllo attività contrattuale della P.A Documento ad uso interno Pagina 2 di 26

3 Bilancio dell'u.e Bilancio economico Bilancio finanziario Controllo interno di gestione Finanza regionale e locale Gestione dei capitoli di spesa Gestione dei capitoli di entrata Responsabilità nel comparto della P.A Controllo di regolarità amministrativo-contabile Area ATTIVITA' DI REVISIONE Attività di revisione Enti Pubblici Attività di revisione nelle A.S.L Attività di revisione nelle II.SS Attività di revisione Camere di Commercio e Aziende Speciali Attività di revisione nelle S.p.A Area DIRITTO AMMINISTRATIVO Il procedimento amministrativo della P.A Giustizia Amministrativa Pensioni di guerra Servizi di deposito e istituti giuridici di garanzia Pensioni ordinarie privilegiate tabellari Progetto Tessera Sanitaria Contenzioso amministrativo e giurisdizionale in materia di pensioni di guerra, ordinarie privilegiate tabellari Riconoscimento di inabilità / idoneità / inidoneità al servizio Antiriciclaggio Certificazione del credito Governo e Autorità indipendenti Area DIRITTO DEL LAVORO Documento ad uso interno Pagina 3 di 26

4 Relazioni Sindacali Legislazione sociale Contenzioso del lavoro Area DIRITTO INTERNAZIONALE E COMUNITARIO Diritto comunitario Diritto internazionale Area DIRITTO PARLAMENTARE Commissioni di bilancio e procedure in materia finanziaria e di spesa Procedure parlamentari Area DIRITTO PRIVATO Disciplina del diritto societario Disciplina sulla privacy Area DIRITTO PUBBLICO Atti normativi in materia di autonomie territoriali Area DIRITTO TRIBUTARIO Diritto tributario e fiscale Area FINANZA PUBBLICA Regole e vincoli alla Finanza Pubblica Previsione, analisi e consolidamento dei conti pubblici in termini di SEC Previsione, analisi e consolidamento dei conti pubblici in termini di cassa Patto di stabilità interno Verifica delle relazioni tecniche Area COSTO DEL LAVORO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Analisi e politiche del costo del lavoro Verifica dei costi della contrattazione Aerea ECONOMIA Politiche dei redditi Area GESTIONE DOCUMENTALE Gestione documentale Documento ad uso interno Pagina 4 di 26

5 4.14 Area GIURIDICA Capacità di interpretare testi normativi Capacità di redigere testi normativi Area INFORMATICA Architetture, tecnologie e sistemi operativi Controllo sistemi EDP (Electronic Data Processing) Web mastering Gestione sistemi centrali e distribuiti Gestione della sicurezza delle informazioni Area STATISTICA Analisi statistica Econometria Analisi di efficienza parametrica e non parametrica Area ORGANIZZAZIONE Analisi organizzativa Approvvigionamento e logistica Tecniche di pianificazione degli organici Reingegnerizzazione dei processi Audit interno Area RISORSE UMANE Formazione Istituti remunerativi contrattuali Reclutamento e mobilità Trattamento economico del personale Trattamento giuridico del personale non dirigenziale Trattamento giuridico del personale dirigenziale Area COMUNICAZIONE Comunicazione pubblica Documento ad uso interno Pagina 5 di 26

6 1. Tipologia COMPETENZE MANAGERIALI GENERAL MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT 1.1 Area EFFICACIA MANAGERIALE Capacità di sviluppare e promuovere programmi di cambiamento per adeguarsi all evoluzione dei compiti istituzionali e al contesto operativo di riferimento anche attraverso la valorizzazione delle risorse umane per uno sviluppo professionale e motivazionale. Capacità di orientare e guidare le azioni di collaboratori e colleghi in modo efficace rispetto al raggiungimento degli obiettivi. Capacità di pianificare, gestire e controllare le attività inerenti la propria area di responsabilità o uno specifico ambito progettuale, attraverso l'utilizzo ottimale delle risorse umane, economiche e strumentali disponibili, in funzione degli obiettivi prefissati e nel rispetto dei vincoli esistenti (temporali, legislativi, ecc.). Capacità di prevenire e gestire varianze e picchi di carico operativo delle attività, di valutare ed assegnare il grado di priorità degli obiettivi propri e dei propri collaboratori. Documento ad uso interno Pagina 6 di 26

7 2. Tipologia COMPETENZE PERSONALI Capacità di negoziazione Collaborazione e lavoro di gruppo Comunicazione verbale 2.1 Area RELAZIONALE Capacità di raggiungere il punto di accordo di massimo equilibrio e soddisfazione possibile fra le proprie opinioni o richieste e quelle dei propri interlocutori; flessibilità nell'elaborazione e messa in atto di strategie alternative di contrattazione. Capacità di prevedere il contesto e i contenuti essenziali delle situazioni negoziali. Predisposizione ai rapporti interpersonali, capacità di ascolto, empatia. Capacità di contribuire attivamente alla definizione e realizzazione degli obiettivi del team di lavoro, di risolvere situazioni di conflitto, favorendo la comunicazione all'interno del gruppo e promuovendo una chiara visione degli obiettivi da raggiungere. Capacità di impegnarsi attivamente con altre unità organizzative per il raggiungimento degli obiettivi d interesse dell Amministrazione. Capacità di parlare in pubblico. Capacità di gestire efficacemente la comunicazione sia con utenti interni che esterni alla Pubblica Amministrazione. Individuazione e soluzione dei problemi 2.2 Area CONCETTUALE Capacità di individuare, affrontare e risolvere tempestivamente le situazioni problematiche (ricorrenti o improvvise). Capacità di ricercare ed elaborare informazioni e dati appropriati. Documento ad uso interno Pagina 7 di 26

8 3. Tipologia COMPETENZE STRUMENTALI Francese Inglese Spagnolo 3.1 Area LINGUE STRANIERE Conoscenza della lingua francese parlata e scritta. Conoscenza della lingua inglese parlata e scritta. Conoscenza della lingua spagnola parlata e scritta. Conoscenza dei concetti hardware e software Utilizzo sistema operativo Editor di testi 3.2 Area OFFICE AUTOMATION Comprensione dei concetti fondamentali delle tecnologie dell informazione (ICT) a un livello generale. Conoscenza di base della struttura del personal computer sia dal punto di vista hardware che dal punto di vista software. Comprensione di alcuni concetti di ICT quali la memorizzazione dei dati e la memoria. Conoscenza degli aspetti fondamentali di protezione dei dati. Conoscenza delle modalità di utilizzo delle reti informatiche e dei programmi software più usati. Saper regolare le impostazioni principali, utilizzare le funzionalità di guida in linea e gestire un applicazione che non risponde. Sapere operare efficacemente in ambiente di desktop e operare con icone e finestre; gestire e organizzare file e cartelle; comprimere ed estrarre file da archivi. Saper utilizzare semplici strumenti di elaborazione testi e di gestione stampe disponibili nel sistema operativo. Conoscenza e uso di strumenti informatici di video scrittura; capacità di elaborare testi anche complessi, con inserimento di tabelle, indici, riferimenti interni al documento, cura dell'impaginazione. Documento ad uso interno Pagina 8 di 26

9 Foglio elettronico Organizzazione e gestione dati Posta elettronica - Internet Presentazioni 3.2 Area OFFICE AUTOMATION Conoscenza ed uso di fogli elettronici (ad es. Excel) per impostare e compilare tabelle, report ed elenchi anche complessi; eseguire calcoli ed estrarre dati attraverso l'uso di appropriate funzioni e formule, anche con collegamento tra diversi fogli di lavoro. Costruzione e conseguente utilizzo delle tabelle pivot. Conoscenza ed uso di strumenti informatici per l'organizzazione e la gestione dei dati (ad es. Access, Oracle, SQL); conoscenza ed uso di soluzioni di business intelligence (ad es. DWH, Datamart, OLAP, STATA). Conoscenza e uso di strumenti informatici di gestione della posta elettronica ; visualizzazione e archiviazione di allegati; uso di mailing list. Conoscenza di Internet e di almeno un browser di navigazione (ad es. Internet Explorer); Conoscenza del quadro normativo alla base della PEC ed uso dei relativi strumenti informatici di gestione. Conoscenza e uso di strumenti informatici per la gestione di presentazioni (ad es. Power Point); capacità di creare una presentazione anche con uso di immagini, foto o grafici; capacità di gestire schema, layout e combinazioni di colori della presentazione; capacità di impostare i testi in modo sintetico e con particolare attenzione ai diversi livelli di testo (titolo, paragrafo, punto elenco). Documento ad uso interno Pagina 9 di 26

10 3.3 Area APPLICATIVI IN USO AL DIPARTIMENTO Contabilità economica Controllo di gestione GAM (Gestione attività monitoraggio) GECO IBIS - Inventario Beni Immobili dello Stato NBE (Nuovo bilancio enti) NSBF (Nuovo sistema bilancio finanziario) NUOVO SPESE Patto di stabilità PROTOCOLLO RGS Residui passivi perenti SCAI - Sistema Cicli Acquisti Integrato SIAP SPRING SICO SICOGE SIRGCS SIE - Sistema Informativo Entrate SIOPE SIPATR PATRIMONIO Sistema informativo di tesoreria Documento ad uso interno Pagina 10 di 26

11 3.3 Area APPLICATIVI IN USO AL DIPARTIMENTO SIVAD WFP Prelex ACT per archivio informatizzato antiriciclaggio CDG per il controllo di gestione Fascicolo PG per la gestione anagrafica e movimentazione Pensioni di Guerra GARI per pagamento spese contenzioso NOI PA - Gestione Pensioni NOI PA - Gestione Stipendi SIDP per la gestione attività supporto Commissioni mediche di Verifica SIVA per antiriciclaggio SVILDEP per gestione Cassa depositi e prestiti R.E.D. - Registrazione Elettronica dei Documenti Documento ad uso interno Pagina 11 di 26

12 4. Tipologia COMPETENZE TECNICO - SPECIALISTICHE 4.1 Area CONTABILITA' DI STATO Amministrazione dei beni pubblici Gestione e/o controllo attività contrattuale della P.A. Bilancio dell'u.e. Bilancio economico Bilancio finanziario Conoscenza delle categorie del demanio statale, regionale, provinciale e comunale e dei beni patrimoniali dello Stato, dei Comuni, delle Province e delle Regioni. Conoscenza dei principi di cui al D. Lgs n. 85 e successive modifiche. Conoscenza e applicazione delle procedure di acquisizione, manutenzione, uso e alienazione dei beni pubblici; conoscenza degli inventari dei beni pubblici. Conoscenza dell'attività negoziale della Pubblica Amministrazione, della classificazione dei contratti della Pubblica Amministrazione, della normativa in tema di appalti di opere e di lavori pubblici; conoscenza e applicazione delle procedure di acquisizione dei beni e dei servizi di cui lo Stato necessita con particolare riferimento al sistema delle convenzioni Consip S.p.A., del MEPA e delle tecniche di e-procurement; conoscenza del procedimento di formazione, stipula, approvazione e di esecuzione del contratto; conoscenza delle direttive U.E. in materia di procedure contrattuali e degli adeguamenti delle procedure nazionali. Conoscenza del bilancio dell'unione Europea e dei vincoli U.E. sul bilancio dello Stato. Conoscenza e applicazione delle procedure di bilancio con particolare riferimento agli aspetti finanziari dell'unione Monetaria Europea. Conoscenza dei concetti di bilancio economico; capacità di redazione di un budget; capacità di rilevazione e analisi dei costi e della loro revisione; rendiconto economico. Analisi degli scostamenti dalle previsioni. Integrazione con il bilancio finanziario. Conoscenza delle procedure di spesa: forme di ordinazione primaria e secondaria; ruoli di spese fisse. Le decisioni di bilancio ed i relativi effetti finanziari sui saldi di finanza pubblica. Gestione del bilancio e vincoli alla finanza pubblica. Il cronoprogramma. Rendiconto generale dello Stato: conto del bilancio e conto del patrimonio. Integrazione con il bilancio economico. Documento ad uso interno Pagina 12 di 26

13 Controllo interno di gestione Finanza regionale e locale Gestione dei capitoli di spesa Gestione dei capitoli di entrata Responsabilità nel comparto della P.A. Controllo di regolarità amministrativocontabile 4.1 Area CONTABILITA' DI STATO Conoscenze in materia di controllo di gestione. Capacità di classificare ed elaborare i dati economici dell'attività dell'amministrazione per il controllo dei costi. Capacità di definire e valutare gli indicatori dell'attività gestionale. Conoscenza e comprensione del bilancio dei Comuni, delle Province, delle Regioni e degli Enti pubblici. Conoscenza delle Istruzioni sul Servizio di Tesoreria dello Stato. Capacità di eseguire la procedura di spesa: impegno, liquidazione, ordinazione informatica. Capacità di verificare la situazione del capitolo e di predisporre la corretta documentazione giustificativa. Il cronoprogramma. Conoscenza delle forme di ordinazione primaria e secondaria delle spese con particolare riferimento al mandato informatico e all ordine di accreditamento. La gestione delle spese e la rendicontazione del Funzionario delegato. Conoscenza del sistema integrato di contabilità finanziaria ed economicopatrimoniale analitica per le Amministrazioni dello Stato. Conoscenza delle procedure di entrata: accertamento, riscossione e versamento. Conoscenza delle modalità di riscossione delle entrate. Conoscenza del sistema contabile e della resa dei conti degli agenti contabili dello Stato. Conoscenza delle attività connesse alla contabilizzazione delle risorse proprie della UE. Conoscenza della nozione di illecito amministrativo contabile. Conoscenza della natura della responsabilità amministrativa e contabile e delle componenti strutturali dell illecito. Conoscenza del rapporto tra l illecito amministrativo contabile e l illecito civile, penale, disciplinare. Conoscenza della nozione di danno erariale e connessi obblighi di denuncia. Conoscenza dell evoluzione del sistema dei controlli interni. Conoscenza ed applicazione dei principi e delle modalità del controllo di regolarità amministrativo-contabile esercitato dagli Uffici centrali del Bilancio e dalle Ragionerie territoriali dello Stato sugli atti delle amministrazioni dello Stato. Documento ad uso interno Pagina 13 di 26

14 Attività di revisione negli Enti Pubblici Attività di revisione nelle A.S.L. Attività di revisione nelle II.SS. Attività di revisione nelle Camere di Commercio e Aziende Speciali Attività di revisione nelle S.p.A. 4.2 Area ATTIVITA' DI REVISIONE Conoscenza e capacità di applicazione della normativa sull'attività di revisione negli enti pubblici economici e non economici. Conoscenza e capacità di applicazione della normativa sull'attività di revisione nelle Aziende Sanitarie Locali. Conoscenza e capacità di applicazione della normativa sull'attività di revisione nelle Istituzioni Scolastiche. Conoscenza e capacità di applicazione della normativa sull'attività di revisione nelle Camere di Commercio ed Aziende Speciali. Conoscenza e capacità di applicazione della normativa sull'attività di revisione nelle Società per azioni partecipate dallo Stato. Documento ad uso interno Pagina 14 di 26

15 4.3 Area DIRITTO AMMINISTRATIVO Il procedimento amministrativo della P.A. Giustizia Amministrativa Pensioni di guerra Servizi di deposito e istituti giuridici di garanzia Pensioni ordinarie privilegiate tabellari Progetto Tessera Sanitaria Contenzioso amministrativo e giurisdizionale in materia di pensioni di guerra, ordinarie privilegiate tabellari Conoscenza delle fasi del procedimento, dei poteri e delle competenze del responsabile del procedimento amministrativo nelle varie fasi. Conoscenza delle modalità di attuazione del principio di trasparenza e pubblicità dell azione amministrativa. Conoscenza della disciplina del diritto di accesso ai documenti amministrativi. La semplificazione amministrativa anche in riferimento al controllo sugli atti effettuato dalla RGS. La Giustizia Amministrativa: concetto e funzione. Conoscenza delle norme che regolano il procedimento di ricorso e le diverse tipologie. Conoscenza delle competenze e dei poteri dei Tribunali Amministrativi Regionali. Conoscenza della normativa delle pensioni di guerra ed affini e dei relativi provvedimenti concessori. Trattamento economico. Conoscenza della normativa riguardante i principali istituti giuridici di tutela dei diritti, propedeutica allo svolgimento dei compiti inerenti i servizi in materia di depositi definitivi e provvisori e dei relativi atti amministrativi, provvedimento e pagamenti. Conoscenza della normativa delle pensioni ordinarie privilegiate tabellari e dei relativi provvedimenti concessori. Trattamento economico. Conoscenza della normativa delle sanzioni amministrative per il Progetto Tessera Sanitaria e dei relativi procedimenti. Il giudizio di opposizione a sanzione amministrativa. Contenzioso amministrativo e giurisdizionale innanzi al giudice speciale della Corte dei Conti in materia pensionistica; conoscenza delle norme che regolano il procedimento di ricorso e le diverse tipologie di ricorso amministrativo e giurisdizionale; conoscenza di modalità e strumenti della Corte dei Conti in materia pensionistica; conoscenza di competenze e poteri del Giudice contabile. Documento ad uso interno Pagina 15 di 26

16 Riconoscimento di inabilità / idoneità / inidoneità al servizio. Antiriciclaggio Certificazione del credito Governo e Autorità indipendenti 4.3 Area DIRITTO AMMINISTRATIVO Conoscenza degli atti amministrativi e dei tipi di provvedimento in materia di riconoscimento di inabilità/idoneità/inidoneità al servizio. Conoscenza del vigente quadro normativo in materia di antiriciclaggio. Conoscenza degli atti amministrativi e dei tipi di provvedimento in materia di antiriciclaggio. Il procedimento sanzionatorio. Il giudizio di opposizione a sanzione amministrativa. Conoscenza del vigente quadro normativo in materia di certificazione del credito della P.A., delle procedure di nomina del Commissario ad acta in sostituzione delle P.A. inadempienti. Analisi degli ambiti di operatività del Governo e delle Autorità indipendenti di regolazione. Possibili interferenze di funzioni. Raffronto tra normativa interna e normativa comunitaria. Relazioni Sindacali Legislazione sociale Contenzioso del lavoro 4.4 Area DIRITTO DEL LAVORO Conoscenza della normativa che regola le relazioni sindacali e l attività sindacale. Conoscenza delle caratteristiche dei livelli di contrattazione con particolare riferimento alla contrattazione decentrata. Capacità di condurre trattative sindacali. Limiti, vincoli e poteri del dirigente. Conoscenza degli elementi della legislazione sociale con particolare attenzione alla normativa assistenziale e previdenziale. Conoscenza delle procedure relative alla gestione pensionistica. La previdenza integrativa nel pubblico impiego. Conoscenza degli elementi di diritto del lavoro. Il contenzioso del lavoro e le procedure concernenti la difesa in giudizio dell'amministrazione svolta da rappresentanti delle Ragionerie Territoriali dello Stato. Documento ad uso interno Pagina 16 di 26

17 4.5 Area DIRITTO INTERNAZIONALE E COMUNITARIO Diritto comunitario Diritto internazionale Principali politiche perseguite dall UE e disciplina dei relativi strumenti operativi. Caratteristiche istituzionali e funzionali dell Unione economica e monetaria. Funzioni e competenze delle principali Organizzazioni istituzionali europee. Gli aiuti di Stato. La normativa U.E. riguardante il funzionamento dei Fondi Strutturali anche in riferimento alle attività di supervisione, controllo e monitoraggio delle spese rendicontate. Principi ed elementi del diritto internazionale. Norme della Comunità internazionale, consuetudine, trattati, codificazione del diritto internazionale, atti delle organizzazioni internazionali, responsabilità internazionali dello Stato, controversie internazionali e la loro risoluzione. Principali Convenzioni ratificate dallo Stato italiano in tema di diritto del lavoro e diritto pubblico. Organizzazioni internazionali: caratteristiche e funzioni. Commissioni di bilancio e procedure in materia finanziaria e di spesa Procedure parlamentari 4.6 Area DIRITTO PARLAMENTARE Conoscenza di organizzazione e funzioni delle Commissioni permanenti: Bilancio e Tesoro, Finanze. Conoscenza approfondita delle procedure in merito alle diverse attività: legislativa, di indirizzo, di controllo e conoscitiva. Conoscenza di funzione, ordinamento e procedure del Parlamento italiano. Conoscenza dei regolamenti di Camera e Senato e comprensione di funzionamento e attribuzioni dei diversi organi parlamentari in esso disciplinati (es. gruppi parlamentari, conferenza dei capigruppo, giunte, commissioni). Conoscenza di norme e procedure relative alla produzione legislativa, dei vincoli dell'iniziativa legislativa e delle modalità di pubblicazione delle fonti normative. Comprensione della funzione di controllo delle due Camere e delle relative attività di verifica dello stato di attuazione delle leggi, fattibilità e monitoraggio. Documento ad uso interno Pagina 17 di 26

18 Disciplina del diritto societario Disciplina sulla privacy 4.7 Area DIRITTO PRIVATO Conoscenza dei diversi tipi di Società e dei relativi Organi sociali; Amministratori e Collegio sindacale. Conoscenza delle caratteristiche delle Società di capitali con partecipazione pubblica. Conoscenza delle norme che regolano trasformazioni, scissioni e fusioni delle società. Le procedure concorsuali. Conoscenza del d.lgs. 196/2003 e successive modifiche: i soggetti, gli adempimenti, il trattamento dei dati; informativa e consenso; il diritto alla riservatezza e i principi di trasparenza e pubblicità; peculiarità legislative ed aspetti operativi per le pubbliche amministrazioni; conoscenza delle regole di database management nel rispetto della privacy. Atti normativi in materia di autonomie territoriali 4.8 Area DIRITTO PUBBLICO Conoscenza dei principi fondamentali relativi alle autonomie territoriali, con particolare riferimento alla Riforma del Titolo V della Costituzione Italiana. Giurisprudenza della Corte Costituzionale e della Corte di Giustizia europea. Diritto tributario e fiscale 4.9 Area DIRITTO TRIBUTARIO Conoscenza delle fonti del diritto tributario. Comprensione del ruolo dell'amministrazione finanziaria. Conoscenza delle tipologie di entrate dello Stato. Comprensione degli effetti economici delle imposte. Comprensione delle caratteristiche del contenzioso tributario. Conoscenza dei singoli tributi. Conoscenza delle caratteristiche delle entrate tributarie degli enti locali: Regioni, Province, Comuni. Documento ad uso interno Pagina 18 di 26

19 Regole e vincoli alla Finanza Pubblica Previsione, analisi e consolidamento dei conti pubblici in termini di SEC 2010 Previsione, analisi e consolidamento dei conti pubblici in termini di cassa 4.10 Area FINANZA PUBBLICA Conoscenza dei vincoli alla politica di bilancio imposti dalla normativa nazionale (Costituzione, L. 196/2009 e successive modificazioni, Patto di Stabilità interno e spending review) e da quella comunitaria (Trattato di Maastricht e Patto di Stabilità e Crescita). La trasposizione delle scelte di politica economica nei bilanci delle Amministrazioni pubbliche. La rappresentazione degli indicatori di finanza pubblica nei principali documenti programmatici. Conoscenza degli indicatori e aggregati di riferimento per l analisi di finanza pubblica, saldi (fabbisogno, indebitamento netto e saldo primario) e debito delle Amministrazioni pubbliche. I rapporti con l Unione europea in tema di finanza pubblica: l attività di notifica all Eurostat prevista ai sensi della procedura dei disavanzi eccessivi, l analisi delle problematiche per la normalizzazione dei conti pubblici in termini di adeguamento al Sistema europeo di conti economici integrati; l analisi delle decisioni Eurostat in materia di interpretazione e classificazione dei dati di finanza pubblica. Relazione trimestrale di cassa; saldo (fabbisogno) del settore pubblico e del settore statale; previsione, monitoraggio e consuntivo del fabbisogno del settore statale quale indicatore immediato dell andamento dei conti pubblici e dell indebitamento netto del conto delle Amministrazioni Pubbliche. Conoscenza della gestione della tesoreria dello Stato e il conto disponibilità del Tesoro presso la Banca d Italia; previsione e monitoraggio giornaliero dei flussi di cassa della tesoreria dello Stato per la gestione attiva del saldo del conto disponibilità. Documento ad uso interno Pagina 19 di 26

20 Patto di stabilità interno Verifica delle relazioni tecniche 4.10 Area FINANZA PUBBLICA Conoscenza dello scenario normativo nazionale ed internazionale di riferimento (Trattato di Mastricht e Patto di Stabilità interno) in relazione alle recenti evoluzioni. Valutazione dell'impatto del patto di stabilità interno sui singoli comparti (Regioni, Province e Comuni) e analisi degli indicatori utilizzati. Conoscenza degli obiettivi e delle principali risultanze del Patto. Sistema premiante e sanzionatorio. Il ruolo delle Regioni. Conoscenza delle disposizioni in materia di redazione delle relazioni tecniche da porre a corredo dei provvedimenti legislativi che comportano oneri. Conoscenza dei contenuti che devono essere riportati nelle relazioni tecniche predisposte dalle Amministrazioni proponenti. Approfondimento dell attività specifica del Dipartimento RGS e suo ruolo tecnico-operativo in sede di verifica della correttezza delle quantificazioni e della idoneità, congruità e disponibilità delle coperture finanziarie, indicate nelle relazioni tecniche Area COSTO DEL LAVORO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Analisi e politiche del costo del lavoro Verifica dei costi della contrattazione Conoscenza della politica dei redditi in Italia. Conoscenza della specificità della contrattazione per il pubblico impiego. Conoscenza dei criteri di determinazione delle risorse per i rinnovi contrattuali. Capacità di costruire ed interpretare gli indicatori quantitativi del mercato del lavoro. Conoscenza delle principali banche dati in materia di occupazione e redditi. Relazioni con i principali aggregati di finanza pubblica. Conoscenza delle materie oggetto della contrattazione. I contratti nazionali quadro, di comparto e di amministrazione. Conoscenza dei criteri di determinazione delle risorse per i rinnovi contrattuali. La compatibilità economico-finanziaria della contrattazione nazionale ed integrativa e tecniche di riscontro dei costi; fondi per il salario accessorio. Capacità di utilizzare gli strumenti per il monitoraggio dei costi della contrattazione nazionale e integrativa. Documento ad uso interno Pagina 20 di 26

21 Politiche dei redditi 4.12 Area ECONOMIA Conoscenza delle politiche dei redditi in Italia. Conoscenza degli elementi dell analisi economica del mercato del lavoro: domanda e offerta di lavoro, determinazione dei salari, capitale umano e differenziali salariali. Comprensione degli indicatori quantitativi del mercato del lavoro italiano e internazionale. Capacità di lettura e interpretazione delle scelte di politica economica, nazionali e comunitarie, per la regolamentazione del mercato del lavoro. Comprensione degli effetti sull occupazione dell istituzione di salari minimi, della riduzione dell orario di lavoro, delle misure che incentivano il lavoro part-time. Gestione documentale 4.13 Area GESTIONE DOCUMENTALE Conoscenza e applicazione delle norme che disciplinano la formazione, il rilascio, la tenuta, la conservazione, l archiviazione e lo scarto. Gestione, trasmissione, validità di atti e documenti, anche in formato digitale. Capacità di interpretare testi normativi Capacità di redigere testi normativi 4.14 Area GIURIDICA Capacità di comprendere il corretto significato di un testo normativo e giurisprudenziale. Capacità di evidenziare gli aspetti salienti del testo normativo. Capacità di scrivere utilizzando la terminologia tecnico - giuridica appropriata rispetto al contesto e al tipo di documento: formulazione di pareri, regolamenti, proposte. Documento ad uso interno Pagina 21 di 26

22 Architetture, tecnologie e sistemi operativi Controllo sistemi EDP (Electronic Data Processing) Web mastering 4.15 Area INFORMATICA Conoscenze delle principali architetture dei sistemi informativi (Client/Server, Web, ecc.); architettura di massima dei sistemi operativi. Capacità di rilevazione, diagnosi e soluzione dei problemi; tecniche fondamentali per la protezione e la sicurezza. Capacità di installare e configurare un sistema operativo. Ottimizzazione dell'uso delle risorse. Conoscenza delle principali infrastrutture di rete, dei protocolli applicativi e dei principali componenti hardware (router, switch, schede di rete) e software (proxy, webserver, ecc.); capacità di rilevazione, diagnosi e soluzione dei problemi di rete. Capacità di identificare i punti di maggior criticità sui quali è necessario intervenire e porre il massimo livello di controllo. Capacità di definire con i fornitori condizioni e metodologie di supporto che siano realmente funzionali con le esigenze della struttura e con la tipologia di servizio offerto. Capacità di coordinare lo sviluppo e il mantenimento del sistema informativo. Capacità di valutare e selezionare i software applicativi necessari al supporto dell'utenza. Capacità di gestire il sito/portale web e di coordinare gli attori coinvolti. Capacità di fornire le indicazioni di carattere operativo nella definizione del progetto. Capacità di ottimizzare l'uso dei grafici e della tecnologia multimediale disponibile adattandola alle diverse necessità degli utenti. Documento ad uso interno Pagina 22 di 26

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Decreto Legge 6/7/2011 n. 98 (G.U. 6/7/2011 n. 155) Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria

Decreto Legge 6/7/2011 n. 98 (G.U. 6/7/2011 n. 155) Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria Legge n. 111 del 15 luglio 2011 - Conversione in legge, con modificazioni, del DL 98/11 recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria. (GU n. 164 del 16-07-2011) Decreto Legge 6/7/2011

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Definizioni e denominazioni 3 Art. 2 - Ambito

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Sicurezza La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Con l'emanazione del D.Lgs. n. 81/2008 sono stati definiti gli obblighi inerenti alla sicurezza sul lavoro in caso di affidamento di lavori

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

PROGRAMMA. ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014

PROGRAMMA. ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014 PROGRAMMA ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014 Avv. Renato Botrugno - Avvocato in Roma La normativa prevista dalla legge

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

AREA STRATEGICA 2 - ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' AMMINISTRATIVE E DI GESTIONE

AREA STRATEGICA 2 - ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' AMMINISTRATIVE E DI GESTIONE OBIETTIVO OPERATIVO DESCRIZIONE ATTIVITA' SOGGETTI RESPONSABILI INDICATORI TARGET 2.1.1 2.1.2 Ottimizzazione della Struttura Organizzativa Adozione di un nuovo Organigramma e Funzionigramma della Direzione

Dettagli

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali La procedura della contrattazione decentrata integrativa Comparto Regioni e Autonomie locali Marzo 2013 INDICE 1. Introduzione... 2 2. Le fasi della procedura... 3 3. Nomina delegazione di parte pubblica...

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA Regione Siciliana Azienda Ospedaliera 17 3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA 3.3 18 Le attività da svolgere per soddisfare i requisiti relativi alla politica, obiettivi ed attività consistono nella definizione:

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Dr. Antonino Pusateri. D.ssa Maria Rosaria Marasà

Dr. Antonino Pusateri. D.ssa Maria Rosaria Marasà Il lavoro per obiettivi ed il sistema della performance Dr. Antonino Pusateri D.ssa Maria Rosaria Marasà Nessuno può insegnare qualcosa ad un altro uomo! Può solo aiutarlo a tirare fuori qualcosa che ha

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli