Case Study. Corso di Informazione Multimediale Integrata. Prof. Paolo Macrì. Informazione e social media: comunicare nell'epoca del Web 2.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Case Study. Corso di Informazione Multimediale Integrata. Prof. Paolo Macrì. Informazione e social media: comunicare nell'epoca del Web 2."

Transcript

1 Case Study Corso di Informazione Multimediale Integrata Prof. Paolo Macrì Informazione e social media: comunicare nell'epoca del Web 2.0 Di Mattia Cutrone 1

2 Indice 1. Dal Web 2.0 ai social media Un nuovo Web dopo la prima crisi...3 Le caratteristiche del Web L'apporto degli utenti come valore aggiunto...7 Fiducia, partecipazione, compatibilità...8 Social media e social network: qual'è la differenza?...10 Prospettive di Web Giornalismo e social media Una svolta epocale...14 Scrivere sui social media...16 Twitter: il social network per l'informazione...18 Il rapporto coi media tradizionali Social media marketing Definizione e portata...27 Engagement...28 Il marketing su Facebook, Twitter e Instagram...31 Instant marketing...36 Uno scenario in continua evoluzione La faccia peggiore dei social media La questione della privacy...43 La dipendenza da social network

3 1. Dal Web 2.0 ai social media Un nuovo Web dopo la prima crisi Il termine Web 2.0 compare per la prima volta in un articolo di una giovane blogger e aspirante grafico, Darcy Di Nucci, pubblicato nell'edizione dell'aprile 1999 della rivista americana Print1. Il Web che conosciamo adesso è soltanto un embrione del Web che verrà. Iniziano ad apparire i primi barlumi di Web 2.0, stiamo soltanto iniziando a vedere il modo in cui quell'embrione si svilupperà. Il Web sarà inteso non più come schermate di testo e grafiche, ma come un meccanismo di trasporto, il mezzo che renderà possibile l'interattività. Lo vedremo non solo sui computer, ma anche sulla TV, sui cruscotti delle auto, sui telefoni cellulari, su videogiochi portatili, forse pure sui forni a microonde 2. L'articolo, intitolato Fragmented Future (futuro frammentato), racconta di un nuovo Web nato dai frammenti del vecchio, che si esauriva essenzialmente nell'utilizzo di un browser3 per navigare online. Qualcosa di tremendamente più comprensivo, una piattaforma capace di sfruttare le sconfinate potenzialità del meccanismo dei collegamenti ipertestuali e portare internet su più dispositivi. Nessuna novità tecnica, soltanto una nuova concezione. La lungimiranza di un'idea simile è notevole. Soprattutto se si considera che gli ultimi anni del secondo millennio sono stati caratterizzati da un periodo di enorme crisi per internet, identificato dagli storici e dagli economisti come bolla delle Dot-com, un fenomeno causato dal desiderio comune di molti imprenditori in erba: cavalcare il crescente utilizzo del Web. Verso la metà degli anni '90, sono state create a questo scopo un gran numero di aziende operative in Internet, chiamate generalmente Dot-com. Si tratta di compagnie con scarsissima stabilità, quasi sempre prive dei capitali necessari alle spalle, mosse soltanto dalla fede nel progresso tecnologico. In un primo momento, la Print è un magazine americano generalista, che esce a cadenza bimestrale. D. Di Nucci, Fragmented future, in Print, 1999, pp. 32, Un browser per internet (detto anche Web browser) è lo strumento grazie a cui è possibile accedere a internet, da qualsiasi dispositivo. 3

4 risposta degli utenti sembra giustificare la nascita delle Dot-com. La crescita rapida e imponente della domanda di servizi sul Web fa impennare il valore dei siti/startup generati, provocando un autentico boom. Ma i limiti finanziari strutturali delle imprese, come era prevedibile, stroncano sul nascere l'entusiasmo iniziale. Alcune di esse, come Yahoo4, Amazon e Ebay5, tutte nate nel 1994, resistono alla crisi, affermandosi dopo qualche anno come due delle più grandi fornitrici (provider) di servizi del Web. Altre non ce la fanno, e diventano il simbolo dell'esperienza delle Dot-com. Theglobe.com, autodefinitosi uno dei primi social media di sempre, nasce nel 1995, ed è un ottimo esempio di come la bolla si sia gonfiata in un attimo per poi scoppiare. Il sito, fondato da Stephan Paternot e Todd Krizelman, due studenti della Cornell University di New York, si occupa di mettere in contatto gruppi di persone secondo i loro interessi, consentendogli anche di chattare tra loro. La compagnia viene quotata in Borsa il 13 novembre 1998, facendo registrare il più grande guadagno mai raggiunto da un titolo al suo primo giorno. Come facciamo a capire quando l'esuberanza irrazionale oltrepassa il rendimento azionario? Parole pronunciate a una conferenza del 1996 da Alan Greenspan, storico economista newyorkese, all'epoca presidente della Federal Reserve, la Banca Centrale degli Stati Uniti. Parole profetiche. Nonostante la già citata apertura record di due anni dopo, Wall Street si rende conto abbastanza presto che per quanto affascinante, Theglobe.com non ha possibilità di generare alcun profitto, così come tante altre compagnie simili, protagoniste della stessa ascesa repentina. Dopo un classico lunedì nero, apice del crollo delle azioni, la bolla scoppia definitivamente, lasciando sul lastrico investitori e imprenditori. Ma nonostante questa paradossale esperienza, non c'è nessun motivo di smettere di credere nelle potenzialità del nuovo World Wide Web. Lo dimostrano le storie di Amazon, Yahoo e Ebay: le buone idee possono incontrare ostacoli, ma nutrite nel modo giusto non possono che esplodere. Magari tendendo più agli aspetti tecnici, rispetto al desiderio molto poco romantico di speculazione dissennata. Darcy Di Nucci, in quel suo articolo, lo aveva capito. Bolla a parte, l'esperienza delle Dot-com rappresenta il primo passo verso la 4 5 Yahoo.com è oggi uno dei maggiori provider di servizi internet. Amazon.com e Ebay.com sono oggi i maggiori siti di commercio elettronico mondiale. 4

5 rivoluzione tecnologica che viviamo ancora oggi e verso la comunicazione 2.0, di cui i social network rappresentano l'aspetto più evidente. Le caratteristiche del Web 2.0 Della lungimirante definizione di Darcy Di Nucci non si sentirà più parlare per qualche tempo. A riportarla in auge ci pensa Tim O'Reilly, fondatore della O'Reilly Media6, noto sostenitore del movimento Open Source. 7 Durante la Web 2.0 Conference di fine 2004, una delle tantissime prestigiose conferenze organizzate dalla sua compagnia, l'imprenditore americano classe 1954 definisce le caratteristiche del cosiddetto Web 2.0, sfruttando definitivamente l'assist di quella pubblicazione su Print di 5 anni prima. Come nell'idea di Darcy Di Nucci, O'Reilly non annuncia un nuovo dispositivo o software che spiegasse da solo la transizione verso il modello 2.0. Semplicemente, con la conferenza vuole studiare e certificare il cambiamento in corso. La necessità di tale operazione nasce da una sessione di brainstorming fra lui e Dale Dougherty, pioniere di internet e vice-presidente della O'Reilly Media. I due si rendono conto di come il Web sia destinato a guidare la rivoluzione tecnologica, nonostante l'esplosione della bolla delle Dot-com. Essa non segna la chiusura di un breve ciclo del Web 2.0, ma soltanto l'inizio. Non casualmente, i siti sopravvissuti hanno più di un punto in comune. O'Reilly e Dougherty partono da qui. Nel brainstorming preliminare, stilano una lista di transizioni tecnologiche, per provare a esemplificare la portata del cambiamento. Ad esempio, notano che con il Web 2.0 le straordinarie ma poco affascinanti enciclopedie di Britannica Online8 si trasformano in Wikipedia9, mentre i siti personali diventano blog. La lista si evolve in una mappa concettuale, la Web 2.0 Meme Map, che riassume le idee di O'Reilly La O'Reilly Media è una compagnia nata nel 1978, che si occupa di pubblicare libri e sviluppare siti internet, oltre a produrre appuntamenti di interesse concernenti la tecnologia. Il movimento Open Source, anche detto Software libero, promuove la diffusione di software attraverso una collaborazione pubblica, in modo completamente gratuito. Encyclopedia Britannica Online è il sito della Encyclopedia Britannica, Inc, una compagnia americana di origine scozzese che produce l'enciclopedia più datata esistente oggi. 5

6 Fig La Meme Map disegnata da O'Reilly. La mappa diventa virale, così come la definizione stessa. A detta di O'Reilly, il termine Web 2.0 viene citato su internet 9,5 milioni di volte nel giro di un anno e mezzo10. Ma il conio di una nuova definizione così pregnante, non accompagnato da un cambiamento materiale, crea una discreta confusione. Le aziende appendevano la mappa negli uffici, senza capire bene cosa dicesse spiega proprio O'Reilly Come fosse un'operazione di marketing. Di nuovo, questo upgrade del Web è una realtà concettuale, non tecnologica, brillante nel predefinire moltissime tendenze oggi dominanti nell'evoluzione tecnologica. Affrontare il nuovo scenario da un unico punto di vista, oppure fissandosi su una particolare invenzione, lascia il tempo che trova. Una delle parole d'ordine della nuova comunicazione è multitasking, a indicare la capacità di essere abile nell'operare in più campi della stessa disciplina, sviluppando quindi conoscenze e competenze diverse. Non è più sufficiente creare un team di persone atte a un singolo compito. In era di crisi e di tagli del personale poi, poter essere utile in più modi è una risorsa invalutabile nel mondo del lavoro. 10 T. O'Reilly, What is Web 2.0,

7 L'apporto degli utenti come valore aggiunto La chiave per avvantaggiarsi sulla concorrenza quando si crea un'applicazione in internet è data dalla possibilità per gli utenti di aggiungere materiale rispetto a quello fornito dal provider. Dato ciò, non è consigliabile restringere l'architettura della partecipazione quando si sviluppano i propri software. Gli utenti vanno inclusi in modo implicito ed esplicito, aggiungono valore all'applicazione 11. Tra i tanti aspetti innovativi del Web 2.0, Tim O'Reilly individua il più importante con queste affermazioni. L'apporto di chi usufruisce dei servizi di un software, un sito o un'applicazione Web, può essere determinante per aumentare il valore dei contenuti e dei servizi stessi. L'intuizione è figlia del successo della già citata Amazon, che a sua volta aveva avuto per prima, nel 1995, l'idea di consentire agli utenti di pubblicare recensioni sui libri comprati direttamente dal sito, aggiungendo informazioni utilissime per i prossimi lettori/consumatori. In un certo senso, si trattava di un embrione di social network: gli iscritti al portale, uniti dalla passione comune per i libri, esprimono e scambiano opinioni sulle opere acquistate e lette. L'utente, caldamente invitato a postare un commento personale, inizia a sentirsi parte di una comunità, percepisce il suo apporto come un valore aggiunto. L architettura partecipativa messa a disposizione attribuisce agli iscritti il ruolo di co-sviluppatori, facendo proprie le dinamiche del movimento Open Source. Lo scenario aperto rovescia il tipico rapporto top-down in cui il fornitore di servizi indirizza il consumatore: partendo dall'esperienza di Amazon, con l'apporto degli iscritti ad aumentare esponenzialmente il valore della piattaforma, si arriva fino al social network, dove togliendo i contenuti inseriti dagli utenti si rimane di fronte a una pagina vuota. La splendida sintesi di O'Reilly si traduce in realtà nel giro di qualche anno, come dimostrato dalle statistiche di Alexa 12. Tra i quindici siti internet a oggi più visitati in assoluto, ben sei sono costituiti da contenuti offerti direttamente dai loro utenti. Essi sono Youtube13, la videoteca online del mondo, l'enciclopedia libera di Wikipedia, il sito di micro-blogging asiatico Sina Weibo 14 e poi tre social network: Linkedin, Twitter e ovviamente Facebook Ibidem, p La Alexa Internet Inc. è un'azienda statunitense sussidiaria di Amazon.com che si occupa di statistiche sul traffico di Internet. La sua fondazione risale al Ultimo controllo: 1 febbraio

8 Fiducia, partecipazione, compatibilità Quando O'Reilly parla di radical trust, cioè di fiducia incondizionata, associa a questo concetto la più grande enciclopedia libera mai concepita, ossia Wikipedia. Il portale, lanciato da Jimmy Wales e Larry Sanger 16 nel 2001, è ospitato dalla Wikimedia Foundation, un'organizzazione no-profit creata nel 2003 proprio per supportare le Wiki, piattaforme che permettono agli utenti di gestirne i contenuti 17. L'idea di un'enciclopedia aperta a tutti, senza scopi di lucro, ha fatto impazzire il Web: oggi Wikipedia è il sesto indirizzo internet più visitato del mondo 18, tradotto in più di 200 lingue, con più di 22 milioni di iscritti, 73mila di questi attivamente impegnati nell'editare i contributi: la versione inglese, la più completa, conta attualmente 4.7 milioni di articoli19. Dopo i primi anni di vita del portale, dove chiunque poteva dispensare conoscenza, English Wikipedia ha deciso di modificare il regolamento del sito, esempio poi seguito da tante altre versioni. Ad esempio, è stata inserita la necessità di registrarsi al sito per poter partecipare alla gestione degli articoli, e non è più possibile a tutti, nonostante l'iscrizione, modificare alcune voci considerate particolarmente controverse. Se poi un utente ritenesse offensive o semplicemente sbagliate le informazioni inserite sul sito, può segnalarlo, rimettendo agli amministratori la possibilità di accogliere la rimostranza, modificando o eliminando l'articolo incriminato, oppure respingerla, motivando la decisione. Al di là di queste scarne regolamentazioni, sorge spontanea una domanda. Com'è possibile che un'enciclopedia formata esclusivamente da contenuti creati da utenti potenzialmente senza alcuna istruzione sia il sesto sito più visitato del globo? La risposta sta proprio in quella fiducia incondizionata, la radical trust teorizzata da O'Reilly, per cui gli internauti ritengono affidabile un portale gestibile da chiunque abbia accesso a un Web browser. Tale fiducia incondizionata è straripata negli anni, uscendo dal contesto delle enciclopedie online e trasferendosi sul Web 2.0, 16 Jimmy Wales (8 agosto 1966) e Larry Sanger (16 luglio 1968) sono rispettivamente un imprenditore e uno sviluppatore internet, entrambi americani. 17 Tra le tantissime Wiki, si possono citare ad esempio Wikiquote, che si occupa di immagazzinare le citazioni dei personaggi famosi, o Wikitionary, un dizionario multilingua. 18 Dati Alexa. Ultimo controllo: 1 febbraio Dati di Wikipedia, resi noti nel maggio del

9 particolarmente sui social network, che come abbiamo detto ne sono l'espressione più significativa. Per accorgersene, è sufficiente constatare la disinvoltura con cui centinaia di milioni di utenti non si pongono alcun problema nell'affidare a Facebook i loro dati personali, per poi magari postarvi tutti i dettagli della propria esistenza, anche i più segreti: ne parleremo. Al di là dei social network, la fiducia radicale si esprime anche nell'attribuzione di enorme autorevolezza alle opinioni sui forum online, consultate ad esempio per valutare la qualità di un prodotto o farsi un'idea su un avvenimento. Oppure, andando a cercare un lato positivo, nella facilità con cui gli internauti scaricano e diffondono software Open Source20. Oltre alla fiducia, il Web 2.0 si caratterizza con un'altra parola magica: partecipazione, un concetto che va a sostituirsi a quello di pubblicazione. Participate, not publishing, come si legge nella Meme Map di O'Reilly. Non è un mistero che il mondo dell'editoria, non solo in Italia, abbia risentito della crisi economica mondiale più di molti altri, particolarmente con un vistoso calo dei ricavi da pubblicità. Le difficoltà dei produttori professionali di contenuti sono state in qualche modo bilanciate dalla diffusione della cultura della partecipazione e della condivisione. L'uomo comune non vuole più limitarsi ad assorbire le informazioni passate dai mass-media, bensì desidera produrle lui stesso. Si passa così da casi esasperati di citizen journalism21 alla spettacolarizzazione della propria vita privata, in bella mostra sui social network, ancora una volta i mezzi principali attraverso cui questa tendenza alla partecipazione, tra le tante altre individuate da O'Reilly, si realizza pienamente. La portata del fenomeno è tale da indurre alla formulazione di nuovi modelli di comunicazione adatti ai social media, tanto pregnanti da influenzare la sacralità di quelli tradizionali. Un'ultima sottolineatura, più tecnica. Probabilmente la visione più lungimirante del fondatore della O'Reilly Media. Il PC non è più l'unico dispositivo in grado di accedere alle applicazioni in internet. Ne consegue che le applicazioni accessibili da un singolo tipo di dispositivo hanno un valore molto basso. Dunque, è consigliabile progettare applicazioni con servizi integrabili tra PC, dispositivi portatili e servers F. Tissoni, Social Network. Comunicazione e marketing, Maggioli Editore, Milano, Per citizen journalism si intende un giornalismo partecipativo, in cui anche i lettori partecipano al racconto di una notizia. 22 T. O'Reilly, What is Web 2.0, O'Reilly.com,

10 L'anno in cui queste parole vengono pronunciate e poi trascritte è il Oggi, la compatibilità con più strumenti e piattaforme è uno dei requisiti più importanti da seguire nel processo di creazione di una qualunque applicazione Web. Ma all'epoca, la tecnologia touchscreen non faceva parte della vita di tutti i giorni delle persone comuni, e gli smartphone e i tablet di ultima generazione non erano in commercio. L'arrivo a una simile conclusione, più di un decennio fa, dice quanto O'Reilly e le sue teorie abbiano precorso i tempi. Social media e social network: qual'è la differenza? Per specificare la differenza tra social media e social network, su cui spesso viene fatta parecchia confusione, si può fare riferimento al lavoro di due professori della ESCP Europe23, i tedeschi Andreas Kaplan e Michael Haenlein. Nel 2009, hanno cercato di definire le caratteristiche principali dei social media24. Secondo i loro studi, i social media sono un gruppo di servizi basati sul Web e costruiti sui paradigmi tecnologici ed ideologici del Web 2.0, che permettono lo scambio e la creazione di contenuti generati dagli utenti. In altre parole, sono mezzi per condividere informazioni con una comunità, ciò che rende possibile l'interazione tra gli utenti del software, un vero e proprio mezzo di comunicazione, anche se così diverso dai tradizionali. Secondo la classificazione di Kaplan e Haenlein, esistono sei tipi diversi di social media. Uno di questi è proprio il social network, definito a sua volta come un reticolo di persone unite tra loro da interessi di varia natura, che decidono di costruire una comunità intorno a un qualcosa da condividere. Le altre cinque famiglie principali di social media sono i blog (e micro-blog), i mondi virtuali di gioco, i mondi virtuali sociali, le Wiki e i progetti collaborativi, di cui abbiamo già parlato, e le comunità basate su contenuti multimediali, di cui Youtube rappresenta l'esempio principale. Inevitabilmente, nel corso degli anni sono nati tantissimi social media capaci di mischiare caratteristiche da più famiglie. Ad esempio, Twitter è un 23 La ESCP Europe è una Business School fondata a Parigi nel 1819, la più antica a livello mondiale, con sedi a Parigi, Londra, Berlino, Madrid e Torino 24 A. Kaplan, M. Haenlein, Users of the world, unite! The challenges and opportunities of social media, Business Horizons,

11 social network basato sul micro-blogging dove è possibile condividere contenuti multimediali, mentre Facebook, il social network per eccellenza, è arrivato a un livello tale di sviluppo da poter comprendere tutte quante le tipologie. Questo spiega la difficoltà degli utenti nel differenziare social network e social media: i primi sono solamente un sottoinsieme dei secondi, ma la loro onnipresenza è tale da indurre tantissimi utenti a invertire il rapporto tra i due. Facebook, al momento della sua nascita, rispecchia in pieno la definizione di social network di Kaplan e Haenlein, senza mostrare troppe velleità di espansione. Ma grazie all'incredibile risposta del pubblico e alla lungimiranza del suo fondatore e amministratore delegato Mark Zuckerberg, oggi offre ai propri iscritti infinite possibilità, come fosse un provider di servizi Web, rendendo sempre più difficile mantenere la distinzione social media social network. Discorso molto simile per Twitter, che come Facebook è quindi punto centrale di questa analisi. Andiamo a ripercorrere rapidamente la loro storia, partendo dagli albori, per arrivare a valutare nel dettaglio il modo in cui hanno cambiato, probabilmente per sempre, il mondo della comunicazione, non solo a livello professionale. Prospettive di Web 3.0 Considerato il meritatissimo successo avuto dalle teorie di O'Reilly, non sono mancati i tentativi di corsa alla definizione di un successivo Web 3.0, appena due anni dopo la conferenza del Come abbiamo detto, il Web 2.0 non può essere definito scientificamente, ma rappresenta una realtà concettuale molto chiara, proprio grazie al lavoro della O'Reilly Media. Se non altro, la Meme Map offre una visione d'insieme piuttosto completa del fenomeno. Le persone si continuano a chiedere cos è il Web 3.0. Penso che, forse, quando si sarà ottenuta una sovrapposizione della Grafica Vettoriale Scalabile oggi tutto appare poco nitido, con pieghe ed increspature nel Web 2.0, e l accesso ad un Web semantico integrato attraverso un grosso quantitativo di dati, si potrà ottenere l accesso ad uno sconfinato serbatoio di dati V. Shannon, A 'more revolutionary' Web, 2006, New 11 York Times Online.

12 Dichiarazioni di Tim Berners-Lee26, l'inventore del World Wide Web, datate A quasi un decennio di distanza però, l'esistenza di un nuovo passaggio evolutivo che possa far parlare di Web 3.0 resta oggetto di un dibattito non troppo acceso. Oggi si tende a identificare il Web 3.0 con il cosiddetto Web Semantico, che secondo il World Wide Web Consortium27 si occupa di fornire un terreno comune su cui condividere e riutilizzare i dati con l'aiuto delle applicazioni, in modo intelligente. In altre parole, agisce con due scopi. Il primo è integrare e combinare i dati da diverse fonti. In seconda battuta, il Web Semantico rende giustizia al suo nome e si concentra sul linguaggio, cercando di capire in che modo i dati reperiti trovano riscontro nel mondo reale, effettuando collegamenti senza bisogno della mediazione dell'uomo. Un utente internet può quindi partire da un database e venire automaticamente reindirizzato attraverso una serie infinita di altri database, non uniti da una rete di fili ma dal solo fatto di far parte di uno stesso gruppo semantico 28. Stiamo parlando di una presunta capacità di una macchina di leggere e interpretare i dati, ragionando. Non si tratta di uno scenario già divenuto realtà, almeno non interamente, ma come si è concretizzata la visione di O'Reilly di undici anni fa, non è escluso che anche questa possa essere portata a compimento. Come detto, oggi c'è la tendenza a identificare il Web Semantico con l'intero concetto di Web 3.0. In realtà, per tanti esperti ne sarebbe soltanto uno dei tratti salienti. Le altre caratteristiche di base sono l'apporto della tridimensionalità e la nozione di realtà aumentata. Con i televisori 3D sempre più accessibili economicamente, è ragionevole pensare di poter applicare tale nuova tecnologia al Web, creando uno spazio interattivo, tridimensionale, fino a qualche anno fa immaginabile soltanto in un film di fantascienza. Per realtà aumentata invece si intende la sovrapposizione di una realtà virtuale generata dal computer alla realtà percepita da un soggetto. L'esemplificazione di questo concetto può essere l'utilizzo di invenzioni come i Google Glass, un dispositivo indossabile come un paio di 26 Sir Timothy John Berners-Lee (8 giugno 1955) è un informatico britannico, co-inventore insieme a Robert Cailliau del World Wide Web. 27 Il World Wide Web Consortium, anche conosciuto come W3C, è un'organizzazione non governativa internazionale che si occupa di sviluppare tutte le potenzialità del World Wide Web. 28 Dal sito della W3C, 12

13 occhiali dotato di un display ottico, capace quindi di aggiungere elementi rispetto alla vista a occhio nudo, come se si guardasse ininterrottamente uno schermo 29. La recentissima sospensione delle vendite di questo pezzo di alta tecnologia, dovuta a un gran numero di problemi di svariata natura, prova che persino un'azienda come Google, la più grande multinazionale specializzata in servizi per internet, non ritiene i tempi ancora maturi per un salto simile La vendita dei Google Glass è stata sospesa da Google il 15 gennaio del 2015, con il proposito di ripensare il progetto e riproporlo sul mercato in futuro. 30 R. Bandiera, cos'è il Web 3.0?, 2014, Rudybandiera.com 13

14 2. Giornalismo e social media Una svolta epocale L'editoria tradizionale è piombata da diversi anni in una crisi mondiale da cui sembra sempre più difficile uscire. E l'italia non fa eccezione, basta effettuare una ricerca nemmeno troppo elaborata su internet per trovare una dettagliata letteratura a riguardo. Secondo un articolo pubblicato sul sito del Fatto Quotidiano 31 nell'aprile , le vendite dei quotidiani solo calate del 10% nel corso del solo 2013, mentre i loro ricavi pubblicitari sono scesi del 19,4%. Ancora peggio per quanto riguarda gli altri periodici, che fanno segnare un preoccupante -9,8% in edicola e un tragico -24,5% alla casella dei guadagni provenienti dagli inserzionisti. Niente di troppo sorprendente, considerando che i ricavi dalle pagine pubblicitarie non conoscono aumenti dal Tirando le somme, nel 2013 quotidiani e periodici vari hanno perso il 21,2% degli introiti da pubblicità, più una bella fetta di lettori: quelli dei soli quotidiani sono diventati 20,6 milioni contro i quasi 25 del 2011, mentre per gli altri periodici c'è stato un calo di 4,4 milioni nel giro di 12 mesi, da 28,4 a 24 milioni. L'unico barlume di luce proviene dall'online: i lettori dei quotidiani elettronici sono passati da 2,7 a 3,7 milioni in due anni, dal 2011 al Comunque poco per compensare il calo generale. I dati relativi al 2014 dell'osservatorio Stampa Fcp non lasciano troppo spazio a speranze di ripresa, indicando un -8,6% nei ricavi pubblicitari per l'intero settore, precisamente -9,7% per i quotidiani, i più in difficoltà, e -6,5% tra settimanali e mensili33. Oltre alla Grande Recessione, la crisi economica mondiale iniziata nel 2007 e tuttora in corso, impossibile da trascurare, uno dei motivi di questi numeri drammatici è proprio l'esplosione dei social media. Il mondo del giornalismo è cambiato per 31 Il Fatto Quotidiano è un quotidiano italiano fondato nel 2009 da Antonio Padellaro. 32 RQuotidiano, Editoria, in cinque anni persi posti. Nel 2013 crollo di lettori e pubblicità, 2014, Il Fatto Quotidiano Online

15 sempre, non tanto e non solo perché stringendo le amicizie giuste su Facebook o seguendo gli aggiornamenti di account utili e affidabili su Twitter si possono ottenere tutte le notizie di cui si ha bisogno, gratuitamente, in tempo reale e in modo più affascinante e pratico rispetto alla lettura del vecchio quotidiano cartaceo. E nemmeno perché i social consentono di essere reporter per un giorno, trovandosi per caso nel posto giusto al momento giusto. La questione è molto più complessa. L'intero mondo della comunicazione giornalistica è stato spinto verso un adattamento ai nuovi media, sui giornali come in televisione o in radio. La crisi dell'editoria, unita all'enorme presa dei social, obbliga l'operatore della comunicazione moderno a un costante aggiornamento professionale. Non a caso, sempre secondo il Fatto Quotidiano, nel 2013 i lettori di testate online sono passati da 2,7 milioni a 3,7 milioni in due anni, mentre il ricavo complessivo dei siti d'informazione ha inciso per il 6,4% del fatturato totale, contro il 3,9% di due anni prima. Non basta per compensare il calo generale, ma è certamente un dato significativo. Noi giornalisti dobbiamo capire che non esiste più un diritto divino a fare questo mestiere ed essere pagati. Bisogna cambiare e conquistarselo di nuovo. Parole dell'ultrasessantenne guru del giornalismo e del Web Jeff Jarvis 34, che ben spiegano le nuove prerogative della professione di giornalista, nell'epoca del Web Così come quelle di Paul Verna, analista americano di emarketer36 autore di diverse ricerche sul rapporto tra comunicazione e social media. I contenuti giornalistici si stanno indirizzando sempre più verso il social web: gli utenti si sono trasformati in partecipanti attivi di questo processo 37. Ritorna Tim O'Reilly e la conferenza sulla definizione del nuovo Web 2.0: partecipazione, non più solo pubblicazione. 34 Jeff Jarvis (15 luglio 1954) è un giornalista e professore americano. Ha iniziato la carriera nel 1972, oggi si occupa più che altro di giornalismo online. 35 B. Sgarzi, Summit al Guardian: come cambiano i media, 2014, Vanity Fair Online. 36 emarketer è una compagnia indipendente che si occupa di ricerche di mercato, specializzata in marketing digitale e nuovi media. 37 M. Pratellesi, Social Media e etica del giornalismo: a proposito delle linee guida 2012, Vanity Fair Online. 15

CORSO FARE UN GIORNALE modulo 3. COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica

CORSO FARE UN GIORNALE modulo 3. COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica!!1 Differenza tra i media (www.gandalf.it)!2 GIORNALISMO ON LINE Pasquale Mallozzi CRISI DEL GIORNALISMO TRADIZIONALE non è solo economica, ma investe

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo. Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO

Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo. Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO Il Corso, a titolo gratuito per un solo partecipante per

Dettagli

CORSO DI COMUNICAZIONE E NUOVE FORME DI GIORNALISMO PER LA PALLAVOLO

CORSO DI COMUNICAZIONE E NUOVE FORME DI GIORNALISMO PER LA PALLAVOLO CORSO DI COMUNICAZIONE E NUOVE FORME DI GIORNALISMO PER LA PALLAVOLO BANDO DI INDIZIONE E PROGRAMMA PRELIMINARE È un Progetto di Formazione in partnership con Pag. 1 di 7 1. DESTINATARI Il corso è rivolto

Dettagli

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo CAPITOLO 1 Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo Le origini della conversazione Internet ha dato alle persone una possibilità tanto semplice quanto potente. Quella di farsi ascoltare.

Dettagli

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO CULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA MODULO 4. MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO Arianna Alessandro ariannaalessandro@um.es BLOCCO 1. I mezzi di comunicazione nell Italia contemporanea: panoramica attuale

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 2 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web LE BASI INDEX 3 7 13 16 Come creare e gestire con semplicità un sito web Le fasi da seguire per costruire

Dettagli

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico.

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Per raggiungere i vostri obiettivi affidatevi a dei professionisti. UFFICI STAMPA PR WEB UFFICI STAMPA

Dettagli

Il Web 2.0: per connettersi, comunicare, condividere, collaborare

Il Web 2.0: per connettersi, comunicare, condividere, collaborare Capitolo 1 Il Web 2.0: per connettersi, comunicare, condividere, collaborare 1.1 Tutto è 2.0, tutti siamo 2.0, niente è 2.0! L etichetta 2.0 è ormai entrata nel gergo comune per indicare qualcosa di nuovo

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "http:// luigisettembrini.gov.it/wp-content/uploads/ 2014/02/iloquotidiano.it"Ilquotidianoinclasse.it

Dettagli

BENVENUTI! Corso di Web Marketing

BENVENUTI! Corso di Web Marketing BENVENUTI! Corso di Web Marketing PRESENTIAMOCI Chi siamo? I DOCENTI : Barbara Gorlini - Marketing, Communication & Digital PR Fabio Dell Orto - Web Marketing, SEO&SEM E TU? raccontaci. Le tue aspettative

Dettagli

Come cambia l ufficio stampa nell era del web 2.0

Come cambia l ufficio stampa nell era del web 2.0 Come cambia l ufficio stampa nell era del web 2.0 Anna Maria Tononi Forum PA 2012 WEB 2.0: USER GENERATED CONTENT Chiunque può creare e distribuire contenuti o "viralizzare quelli di altri Cambia il paradigma

Dettagli

Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0. Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net

Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0. Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0 Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net Il Computer più nuovo al mondo non può che peggiorare, grazie alla sua velocità,

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

Blog. Per un blog di successo: Sfrutta i Motori di Ricerca (MdR) e le Directory per ottenere visibilità e monitorare la blogosfera.

Blog. Per un blog di successo: Sfrutta i Motori di Ricerca (MdR) e le Directory per ottenere visibilità e monitorare la blogosfera. BLOG, Motori di Ricerca e Motori Motori Motori Motori Motori Motori Motori di di di di di di di Ricerca Ricerca Ricerca Ricerca Ricerca Ricerca Ricerca e e e e e e e www.qualitascuola.com/bdc www.qualitascuola.com/bdc

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Le performance delle testate giornalistiche italiane sui social media. Vincenzo Cosenza @vincos

Le performance delle testate giornalistiche italiane sui social media. Vincenzo Cosenza @vincos Le performance delle testate giornalistiche italiane sui social media Vincenzo Cosenza @vincos Perugia, 25 aprile 2013 Metodologia Oggetto dell analisi: 56 pagine facebook e 38 profili twitter dei quotidiani

Dettagli

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara. 2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Novembre 2015 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB

Dettagli

I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi

I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi www.aioroma.it Intervista a Maurizio Patitucci A cura di Michelangelo Marino Buongiorno Maurizio, sono ormai diversi anni che insieme

Dettagli

Turismo e Social Network

Turismo e Social Network Turismo e Social Network Elaborato di Eleonora Cancialli Cosa sono i social network e come sono nati. Social network è un termine inglese che, se utilizzato nell ambito del web, serve ad indicare quei

Dettagli

Un idea per Eden Viaggi

Un idea per Eden Viaggi Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Sociologia Corso di Laurea in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (CPO) Un idea per Eden Viaggi Anno Accademico 2009/2010 INDICE Premessa

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 11 -

Informatica per la comunicazione - lezione 11 - Informatica per la comunicazione" - lezione 11 - Wiki" Wiki deriva dall espressione hawaiana wiki wiki, che significa rapido : il termine è stato introdotto da B. Leuf and W. Cunningham (in The Wiki Way:

Dettagli

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare 7 Ecommerce di Gianluca Diegoli 1. Alcune leggende da sfatare Si pensa spesso, da parte di un imprenditore, all ecommerce come a una panacea per un fatturato stagnante, o peggio come un arma magica che

Dettagli

Book 8. Conoscere cosa sono i social media e social network. Conoscere cosa sono gli strumenti, i social media e social network

Book 8. Conoscere cosa sono i social media e social network. Conoscere cosa sono gli strumenti, i social media e social network Book 8 Conoscere cosa sono i social media e social network Conoscere cosa sono gli strumenti, i social media e social network Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani,

Dettagli

By Junior Melo (Own work) [CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

By Junior Melo (Own work) [CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons By Junior Melo (Own work) [CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons DIDATTICA DIGITALE CON I DOCENTI Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti

Dettagli

PicoWeb è un sistema di monitoraggio Web e Social, in tempo reale, basato su tecnologia proprietaria che aiuta l'utente finale a fare ordine nella

PicoWeb è un sistema di monitoraggio Web e Social, in tempo reale, basato su tecnologia proprietaria che aiuta l'utente finale a fare ordine nella PicoWeb è un sistema di monitoraggio Web e Social, in tempo reale, basato su tecnologia proprietaria che aiuta l'utente finale a fare ordine nella gran mole di dati disomogenei provenienti dalla rete.

Dettagli

L'ALFABETO BREVE GLOSSARIO DEL WEB MARKETING

L'ALFABETO BREVE GLOSSARIO DEL WEB MARKETING L'ALFABETO BREVE GLOSSARIO DEL WEB MARKETING A come app: è il diminutivo di applicazione (application, in inglese) ed è una parola popolare nel contesto mobile, degli smartphone (iphone, telefonini con

Dettagli

COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica

COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica 1 Differenza tra i media (www.gandalf.it) 2 WEB 2.0 termine abusato (nato nel 2004 con la nascita di Myspace) che è associato ai social network : è il

Dettagli

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT Introdurre nuove competenze e applicarle rapidamente al ruolo per ottenere risultati rapidi e tangibili sul business:

Dettagli

AIC LOMBARDIA ONLUS: l'associazione in rete. Assemblea dei Soci Milano, 28 marzo 2015

AIC LOMBARDIA ONLUS: l'associazione in rete. Assemblea dei Soci Milano, 28 marzo 2015 AIC LOMBARDIA ONLUS: l'associazione in rete Assemblea dei Soci WEB 2.0: nasce la cultura partecipata delle tecnologie digitali Il Web 2.0 è un termine utilizzato per indicare uno stato dell'evoluzione

Dettagli

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Net-Me Net-Me Net-Me nasce da un idea di Marco C. Bandino: sviluppare la sua passione per l

Dettagli

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO INTRODUZIONE Con l invenzione della stampa e il suo progressivo miglioramento la cultura e il sapere hanno potuto circolare più facilmente. Ma la storia,

Dettagli

La storia Hardware Upgrade dal 2007 diversificazione editoriale Appunti Digitali TV tech Business Magazine Hwfiles Gamemag Fotografi Digitali

La storia Hardware Upgrade dal 2007 diversificazione editoriale Appunti Digitali TV tech Business Magazine Hwfiles Gamemag Fotografi Digitali Presentazione 2013 La storia Hardware Upgrade è un marchio storico nel panorama delle riviste sul web italiano: online dal 1997, è il principale sito sulla tecnologia. L informazione giornaliera verte

Dettagli

SOCIAL NETWORK MANUALE OPERATIVO

SOCIAL NETWORK MANUALE OPERATIVO SOCIAL NETWORK MANUALE OPERATIVO 1 INTRODUZIONE I social media sono diventati uno strumento essenziale di comunicazione e marketing e vengono utilizzati da utenti di ogni fascia di età: dai teenager agli

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

Internet e la sua evoluzione L O R E N Z O P A R I S I

Internet e la sua evoluzione L O R E N Z O P A R I S I Internet e la sua evoluzione L O R E N Z O P A R I S I Internet Rete mondiale di computer (rete di reti) È un infrastruttura basata su cavi e nodi Nata nel 1969 con il nome di Arpanet Fornisce molti servizi

Dettagli

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 3: BRAND REPUTATION. La reputazione di un brand dipende da due fattori collegati e interconnessi:

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 3: BRAND REPUTATION. La reputazione di un brand dipende da due fattori collegati e interconnessi: WEB 2.0 STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 3: BRAND REPUTATION Tina Fasulo VERSO LA DIGITAL BRAND REPUTATION La reputazione di un brand dipende da due fattori collegati e interconnessi: Ciò che viene comunicato

Dettagli

Professor Luca Piergiovanni luca.piergiovanni@libero.it 3387594929

Professor Luca Piergiovanni luca.piergiovanni@libero.it 3387594929 CORSI DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i Social Network e gli strumenti didattici 2.0 Ricordo ai corsisti questo fatto importante, ovvero che alle lezioni in presenza, le quali avranno un taglio

Dettagli

PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG

PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG 16 gennaio 2015 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG Introduzione Le attività dei blogger I social influencer

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE WEB 2.0 STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE Tina Fasulo CRISI DEL MODELLO 1 A MOLTI La moltiplicazione dei contenuti digitali e distribuzione dell attenzione su molteplici canali

Dettagli

INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING

INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING FIRENZE, 13 APRILE 2013 Nicola Carmignani @nicocarmigna www.nicolacarmignani.it PRESENTAZIONI Nicola Carmignani @nicocarmigna Blog: Uno Spreco di Bit! www.nicolacarmignani.it

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

Università Roma Tre. Corso di laurea magistrale CINEMA TELEVISIONE E PRODUZIONEMULTIMEDIALE

Università Roma Tre. Corso di laurea magistrale CINEMA TELEVISIONE E PRODUZIONEMULTIMEDIALE Università Roma Tre Corso di laurea magistrale CINEMA TELEVISIONE E PRODUZIONEMULTIMEDIALE Corso Media digitali: Televisione, video, Internet Docente: Enrico Menduni Il Web 2.0 IX lezione Giovedì 24 ottobre

Dettagli

Trovare nuovi clienti. sito web aziendale

Trovare nuovi clienti. sito web aziendale Consigli pratici per Trovare nuovi clienti con il tuo sito web aziendale Come ottimizzare il tuo sito aziendale e ottenere i risultati desiderati Maintenance SEO Statistics Testing Hosting Promotion Idea

Dettagli

L'uso dei Social Media tra i giuristi d'impresa. I risultati del primo studio del settore e le implicazioni nel campo del Legal Marketing

L'uso dei Social Media tra i giuristi d'impresa. I risultati del primo studio del settore e le implicazioni nel campo del Legal Marketing L'uso dei Social Media tra i giuristi d'impresa I risultati del primo studio del settore e le implicazioni nel campo del Legal Marketing segretaria24.it L utilizzo dei Social Media tra i professionisti

Dettagli

Il consulente per l accesso al web e ai social network A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it www.facebook.com/zarabaraclaudia Giugno

Il consulente per l accesso al web e ai social network A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it www.facebook.com/zarabaraclaudia Giugno Il consulente per l accesso al web e ai social network A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it www.facebook.com/zarabaraclaudia Giugno 2014 Connessione Internet in Italia I dati (Censis) gli

Dettagli

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO vip vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO Viral Idea Project (VIP) è un progetto nato da un team di professionisti

Dettagli

INFORMATICA (II modulo)

INFORMATICA (II modulo) INFORMATICA (II modulo) Evoluzione del Web Docente: Francesca Scozzari Dipartimento di Scienze Università di Chieti-Pescara Evoluzioni Web 1.0: statico Web 2.0: dinamico Web 3.0: semantico Primo sito web

Dettagli

SI PUÒ USARE QUALSIASI COMPUTER?

SI PUÒ USARE QUALSIASI COMPUTER? INTERNÈTTARE 2000 il WEB, l'ipertesto globale prof. Gianfranco Rosati INTRODUZIONE. Per quasi 30 anni Internet è stata usata dall esercito e dalle università USA per scambiare velocemente dati, nonché

Dettagli

Che cosa sono i social network e a che cosa servono

Che cosa sono i social network e a che cosa servono Che cosa sono i social network e a che cosa servono 1000.000.000. Ad ottobre 2012, il fondatore di Facebook dichiarò 1 che il suo social network aveva raggiunto tale numero di connessioni mensili, con

Dettagli

PIANO EDITORIALE E ORGANIZZATIVO SISTEMA CORRIERE DELLA SERA

PIANO EDITORIALE E ORGANIZZATIVO SISTEMA CORRIERE DELLA SERA PIANO EDITORIALE E ORGANIZZATIVO SISTEMA CORRIERE DELLA SERA SITUAZIONE ATTUALE Il sistema Corriere della Sera ha avuto negli ultimi anni una forte trasformazione. Il sito web compete per la leadership,

Dettagli

Social Network. Marco Battini

Social Network. Marco Battini Social Network Marco Battini Luoghi immateriali che grazie all elettricità si sono trasformati in realtà oggettiva frequentata da milioni di persone nel mondo. Luoghi che ti permettono di essere sempre

Dettagli

ONLINE REPUTATION GUIDE

ONLINE REPUTATION GUIDE ONLINE REPUTATION GUIDE Consigli per gestire la Web Reputation La Web Reputation può influenzare la crescita o il declino di un'azienda. Cosa stanno dicendo i tuoi clienti circa il tuo business, prodotto

Dettagli

Focus. Prima dell avvento del web: marketing dell interruzione

Focus. Prima dell avvento del web: marketing dell interruzione Da dove si comincia? Come orientarsi nella grande quantità di risorse, distinguere le informazioni rilevanti da quelle non rilevanti, quelle aggiornate da quelle scadute, verificarne l attendibilità. Avere

Dettagli

Walter Martino per Lhg12 Socialnetworks

Walter Martino per Lhg12 Socialnetworks Walter Martino per Lhg12 Socialnetworks Lighthousegenova12.org 1 Origine dei socialnetworks Socialnetwork - servizio di rete sociale. Negli USA un gruppo di studenti universitari, per tenersi in contatto

Dettagli

Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. mercoledì 26 settembre 12

Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. mercoledì 26 settembre 12 Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. Paolo Faustini @abspillo Prato, 27 Settembre 2012 Individui, non più masse Comunicazione: da monologo a conversazione. Democraticizzazione: da

Dettagli

Dalla connessione ai social network. Federico Cappellini

Dalla connessione ai social network. Federico Cappellini Dalla connessione ai social network Federico Cappellini Internet Internet è una rete mondiale di computer ad accesso pubblico Conta circa 2 miliardi e 300 milioni di utenti nel mondo Permette lo scambio

Dettagli

Normativa sui Cookie cosa dice la legge, come adeguarsi e quali siti lo devono fare

Normativa sui Cookie cosa dice la legge, come adeguarsi e quali siti lo devono fare Normativa sui Cookie cosa dice la legge, come adeguarsi e quali siti lo devono fare Nella giornata del 3 giugno 2015 è entrata in vigore in Italia la tanto discussa cookie law conformemente a quanto stabilito

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show.

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show. Comunicazione Video Testi Slide Show Twitter Brochure Linkedin Slide Portale Immagini Editoria Newsletter Show Web Portale Editoria Editoria Flickr Digitale Device Mappe Cataloghi GPS Facebook Magazine

Dettagli

Expo 2015 Report attività social Aprile 2015

Expo 2015 Report attività social Aprile 2015 Expo 2015 Report attività social Aprile 2015 Quali sono state le attività di aprile del social media team di Expo 2015? Ogni mese pubblichiamo un report sulle nostre attività. Il mese di aprile 2015 si

Dettagli

Search Engine Optimization (SEO) up-grade ottobre 2013

Search Engine Optimization (SEO) up-grade ottobre 2013 marketing highlights Search Engine Optimization (SEO) up-grade ottobre 2013 A cura di: dott. Fabio Pinello dott. Dario Valentino La Search Engine Optimization (SEO) individua le attività da mettere in

Dettagli

Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti.

Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti. Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti. La mia Azienda si occupa, sin dall anno di fondazione, di Produzione Cinematografica e Video,

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Realizzazione siti web. Ipertesti e Ipermedia

Realizzazione siti web. Ipertesti e Ipermedia Realizzazione siti web Ipertesti e Ipermedia Ipertesto e Ipermedia Ipertesto e Ipermedia (con riferimento a ipermedia HTML) Progettazione di un ipermedia Valutazione di siti web Esercitazione pratica progettazione

Dettagli

E-learning. Struttura dei moduli formativi

E-learning. Struttura dei moduli formativi E-learning Per e-learning (o apprendimento on-line) s intende l uso delle tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell apprendimento facilitando l accesso alle risorse e ai servizi,

Dettagli

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ciascuno di noi ha oggi a disposizione uno spazio potenzialmente illimitato

Dettagli

Le imprese, il credito, Internet

Le imprese, il credito, Internet Brescia, 10 Novembre 2000 Convegno di studio Le imprese, il credito, Internet Il ruolo della funzione finanziaria aziendale per lo sfruttamento delle nuove opportunità " La creazione di valore e la valutazione

Dettagli

Centro Bartolomeo Garelli. Internet & Sicurezza: «come aiutare i nostri figli nell uso di Social, smartphone e Pc»

Centro Bartolomeo Garelli. Internet & Sicurezza: «come aiutare i nostri figli nell uso di Social, smartphone e Pc» Centro Bartolomeo Garelli Internet & Sicurezza: «come aiutare i nostri figli nell uso di Social, smartphone e Pc» 7 maggio 2015 - Incontro con genitori e ragazzi Umberto Torelli - Corriere della Sera Coordina:

Dettagli

APPRENDIMENTO PRATICO SOCIAL MEDIA

APPRENDIMENTO PRATICO SOCIAL MEDIA APPRENDIMENTO PRATICO SOCIAL MEDIA Davide Nonino - Social media strategy; - Facebook marketing - YouTube marketing. * Hello! Padova 10/10/2012 1 ESSERE ONLINE LATO AZIENDA Portali di settore Blog Sito

Dettagli

EXPO2015 SOCIAL MEDIA REPORT EXPO 2015. Report attività social Luglio 2015 30-6-2015

EXPO2015 SOCIAL MEDIA REPORT EXPO 2015. Report attività social Luglio 2015 30-6-2015 EXPO 2015 Report attività social 30-6-2015 EXPO 2015 / A cosa servono i social Gli obiettivi strategici dei social media di Expo 2015 (si vedano i documenti di strategia) sono i seguenti: Generare brand

Dettagli

Internet e il Direct Marketing

Internet e il Direct Marketing 1 Internet e il Direct Marketing Obiettivi...1 Introduzione...2 Interattività...2 Misurabilità...2 Multimedialità...3 Le opportunità che Internet offre al Direct marketing...3 Raccolta informazioni...3

Dettagli

LA TUA CITTA A PORTATA DÌ CLICK. www.mycityweb.info

LA TUA CITTA A PORTATA DÌ CLICK. www.mycityweb.info LA TUA CITTA A PORTATA DÌ CLICK www.mycityweb.info IDEA INNOVATIVO SERVIZIO WEB/APP PER LA RICERCA DINEGOZI, RISTORANTI, PRODOTTI/SERVIZI ALL INTERNO DELL ECOSISTEMA CITTADINO. AVVICINARE LE PERSONE AI

Dettagli

Evoluzione nel web: dai primi siti ai social networks

Evoluzione nel web: dai primi siti ai social networks Evoluzione nel web: dai primi siti ai social networks Nel mondo web rispetto alle origini c è stata una notevole evoluzione e gradualmente si è passati dal sito vero proprio ( prima statico e poi dinamico)

Dettagli

In quei giorni, su Facebook girava un post con un

In quei giorni, su Facebook girava un post con un P PROFESSIONE Le potenzialità In quei giorni, su Facebook girava un post con un elenco delle 11 cose che Mark Zuckerberg avrebbe potuto acquistare con quella stessa, astronomica, cifra. Avrebbe potuto

Dettagli

Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing

Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing Nethics siti internet e SMM C.so Stati Uniti 72 - Susa (TO) manutenzione@nethics.it - Tel.: 0122/881266 Programma del corso

Dettagli

Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali.

Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali. Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali.info - www.delta-informatica.com INTRODUZIONE Il futuro è sempre più proiettato

Dettagli

Our Mobile Planet: Italia

Our Mobile Planet: Italia Our Mobile Planet: Italia Identikit dell utente smartphone Maggio 2013 1 Riepilogo Gli smartphone sono diventati indispensabili nella nostra vita quotidiana. La penetrazione degli smartphone è aumentata

Dettagli

I GIORNALISTI ITALIANI, L ETICA PROFESSIONALE, L INFORMAZIONE ON LINE

I GIORNALISTI ITALIANI, L ETICA PROFESSIONALE, L INFORMAZIONE ON LINE I GIORNALISTI ITALIANI, L ETICA PROFESSIONALE, L INFORMAZIONE ON LINE sintesi della ricerca quantitativa realizzata da AstraRicerche per il Consiglio Nazionale dell Ordine dei Giornalisti L indagine è

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Temi avanzati SEMINARIO

Temi avanzati SEMINARIO Temi avanzati SEMINARIO WEB 2.0: Tecnologie ed opportunità per business Prof. Folgieri, Università dell Insubria aa 2009/2010 WEB 2.0 Un esempio di applicazione: trasformazione di un portale da web 1.0

Dettagli

Introduzione alla scrittura sul web

Introduzione alla scrittura sul web Una miniguida di Anna Colagè - Web content editor e content strategist Introduzione alla scrittura sul web Impara i fondamentali per scrivere in modo scorrevole per lo schermo partendo col piede giusto

Dettagli

Introduzione a Wordpress. Corso completo alla conoscenza e all uso del CMS Open Source WP (incontro 1/6)

Introduzione a Wordpress. Corso completo alla conoscenza e all uso del CMS Open Source WP (incontro 1/6) Introduzione a Wordpress Corso completo alla conoscenza e all uso del CMS Open Source WP (incontro 1/6) Indice Rilevazione aspettative e competenze in ingresso Patto formativo Presentazione di WP Premesse

Dettagli

Uso dei Blog Aulevirt e Polser per lo studio e il lavoro professionale

Uso dei Blog Aulevirt e Polser per lo studio e il lavoro professionale E stato chiesto da un partecipante al Laboratorio di dedicare uno spazio alle tecniche di creazione e uso dei Blog. Poiché il tema non fa parte esplicitamente parte del nostro percorso didattico ho pensato

Dettagli

Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto

Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto 2/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Continua l inchiesta sull e-book in Italia: dopo aver visto che cos è e come funziona il libro digitale,

Dettagli

SPORT E SOCIAL NETWORK: RICONOSCIAMONE LE POTENZIALITA E IMPARIAMO A USARLI Scuola Regionale dello Sport CONI Marche Ancona, 05 maggio 2014

SPORT E SOCIAL NETWORK: RICONOSCIAMONE LE POTENZIALITA E IMPARIAMO A USARLI Scuola Regionale dello Sport CONI Marche Ancona, 05 maggio 2014 SPORT E SOCIAL NETWORK: RICONOSCIAMONE LE POTENZIALITA E IMPARIAMO A USARLI Scuola Regionale dello Sport CONI Marche Ancona, 05 maggio 2014 dott.giacomo Baldassari LO SPORT, UN FENOMENO SOCIALE Lo sport

Dettagli

LA TUA CITTA A PORTATA DÌ CLICK. www.mycityweb.info

LA TUA CITTA A PORTATA DÌ CLICK. www.mycityweb.info LA TUA CITTA A PORTATA DÌ CLICK www.mycityweb.info Giulia si trova a Milano per un appuntamento di lavoro, le servono un paio di scarpe rosse e non sa in quale negozio trovarle. Allora decide di affidarsi

Dettagli

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE 3 DIECI STEP PER SVILUPPARE LA COLLANA I QUADERNI DI ORIENTAMENTO I Quaderni di Orientamento nascono per aiutare chi, per la prima volta, intende avviare un attività

Dettagli

FREE WEBINAR SOCIAL MEDIA E WEB 2.0 Docente Daniele Simonetti Social Media Manager Web Developer Web 2.0 Mobile

FREE WEBINAR SOCIAL MEDIA E WEB 2.0 Docente Daniele Simonetti Social Media Manager Web Developer Web 2.0 Mobile Consulenza in Marketing turistico, Web Marketing e Destination Management FREE WEBINAR SOCIAL MEDIA E WEB 2.0 Docente Daniele Simonetti Social Media Manager Web Developer Web 2.0 Mobile FOURTOURISM 2015

Dettagli

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo Metodologie Informatiche Applicate al Turismo 13. Il Web 2.0 Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Scienze

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DEL COMUNE DI LODI. Linee di azione per il periodo 2008-2011. Il Web 2.0

PIANO DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DEL COMUNE DI LODI. Linee di azione per il periodo 2008-2011. Il Web 2.0 PIANO DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DEL COMUNE DI LODI Linee di azione per il periodo 2008-2011 Il Web 2.0 Il Comune di Lodi sui social network: Facebook e YouTube Per info: Ufficio Relazioni col Pubblico

Dettagli

Promuovere con successo un attività utilizzando Internet

Promuovere con successo un attività utilizzando Internet Promuovere con successo un attività utilizzando Internet Il piano operativo Quando si opera su Web non ci si deve lanciare in operazioni disorganizzate valutando solamente i costi. È fondamentale studiare

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli