PICCOLA GUIDA AL RILASSAMENTO PELVICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PICCOLA GUIDA AL RILASSAMENTO PELVICO"

Transcript

1 PICCOLA GUIDA AL RILASSAMENTO PELVICO

2 IL PAVIMENTO PELVICO Il pavimento pelvico è un complesso insieme di muscoli pelvici che hanno la funzione di sostenere gli organi pelvici (vagina, utero, vescica, ano, retto). L elevatore dell ano, e in particolare la parte del muscolo detta pubococcigeo circonda uretra, vagina ed ano. Se i muscoli del pavimento pelvico sono contratti posso causare dolore pelvico, perché comprimono gli organi in esso contenuti e inoltre schiacciano i nervi della zona pelvica che potrebbero di conseguenza infiammarsi. Per poter rilassare il pavimento pelvico è importante prima di tutto individuare dove si trova questo muscolo. VAGINA PERINEO ANO ANO

3 Riconoscere il il pavimento pelvico mettiamoci sdraiate a a gambe aperte in in posizione ginecologica e osserviamo e la la nostra zona zona genitale: il il perineo è situato è nel nel tratto tratto che che va va dalla dalla fine fine della della vulva vulva all inizio dell ano mentre stiamo urinando sedute sul sul wc wc proviamo per per un un secondo a a trattenere la la pipì, pipì, fermando il il flusso: i muscoli i che che si si contraggono in in questo momento sono sono quelli quelli del del pavimento pelvico mettiamoci sdraiate in in posizione ginecologica e inseriamo e delicatamente un un dito dito in in vagina, usando del del lubrificante; ora ora immaginiamo di di trattenere la la pipì: pipì: sentiremo che che il il nostro dito dito viene viene stretto dai dai muscoli del del pavimento pelvico Controllare il il pavimento pelvico Prima di di iniziare il il vero vero e proprio e lavoro di di rilassamento dobbiamo capire come come funziona il il pavimento pelvico e imparare e a a controllarne i movimenti i in in posizione ginecologica davanti ad ad uno uno specchio appoggiamo un un dito dito sul sul perineo; facciamo una una contrazione (immaginiamo di di trattenere la la pipì) pipì) per per un un secondo e sentiremo e col col dito dito e vedremo e nello nello specchio che che il il perineo va va un un po po indietro; rilassiamo lasciando andare (immaginiamo di di fare fare la la pipì) pipì) e e vedremo che che il il perineo torna torna in in avanti nella nella posizione iniziale. In In posizione ginecologica con con un un dito dito in in vagina contraiamo per per un un secondo (sentiamo il il dito dito che che viene viene stretto) e rilassiamo e (sentiamo la la morsa attorno al al dito dito che che si si attenua) Ogni Ogni volta volta che che tratteniamo la la pipì pipì eseguiamo una una contrazione del del pavimento pelvico. Ogni Ogni volta volta che che facciamo pipì pipì dovremmo eseguire un un rilassamento del del pavimento pelvico. Per Per questo è molto è molto importante NON NON tenere mai mai la la pipì pipì a a lungo lungo e NON e NON spingere per per fare fare pipì pipì ma ma rilassare i muscoli i in in modo modo che che esca esca da da sola. sola.

4 LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA Secondo molte culture e discipline orientali il nostro respiro rappresenta il soffio vitale, il chi, l energia positiva. Tramite il controllo del nostro respiro possiamo percepire e conseguentemente rilassare le parti del nostro corpo. Il diaframma è un muscolo addominale che separa la zona toracica da quella addominale, quindi respirare con il diaframma vuol dire sostanzialmente respirare di pancia. La respirazione diaframmatica aiuta a rilassare tutta l area pelvica. Respirando con il diaframma permetteremo al polmone di espandersi completamente, ottenendo molteplici effetti benefici: i polmoni riceveranno più aria e ossigeno, migliorando la circolazione sanguigna e la disponibilità di ossigeno per tutti gli organi il diaframma innalzandosi e abbassandosi continuamente attua una sorta di massaggio intestinale che agevola il passaggio intestinale delle feci e la loro espulsione essendo strettamente connesso al perineo, il movimento del diaframma si ripercuote anche su di esso, aumentando la tonicità del pavimento pelvico e sciogliendo le contratture (http://cistite.info/joomla/index.php/mriabilitazionepelvica) Mettiamoci in una posizione comoda e appoggiamo una mano sul nostro basso ventre: - inspirando sentiremo la nostra pancia gonfiarsi - espirando la sentiremo sgonfiarsi E molto importante controllare che non siano le spalle o il torace a muoversi, ma solo il diaframma. Esercizio: immagino di di essere un un onda onda che che va va e e che che viene viene oppure una una vela vela che che si si riempie col col vento vento e poi e poi si si svuota. Lascio cadere la la pancia. (Giulietta)

5 L ATMOSFERA GIUSTA Spesso le nostre giornate sono piene di impegni, il lavoro, la scuola, la famiglia assorbono gran parte delle nostre energie e del nostro tempo. Impariamo a ritagliarci un ora per noi ogni giorno, un momento dedicato solamente a noi stesse, al nostro corpo, alla nostra salute. Anche se abbiam la sensazione di rubare del tempo che potremmo impiegare per fare qualcos altro di più utile (portarci avanti con lo studio, finire quel lavoro rimasto a metà ) togliamoci dalla testa questo pensiero: lo studio, la carriera, la realizzazione professionale e la famiglia sono cose che facciamo per noi. Gli esercizi di rilassamento non sono da meno, anzi, la nostra salute è quello che sta alla base e che ci permette di svolgere tutte le altre attività in maniera efficiente. Anche il nostro corpo ha bisogno di quelle attenzioni che nella vita quotidiana troppo spesso gli vengono negate. Inoltre la nostra costanza nel riuscire a dedicare ogni giorno un po di tempo agli esercizi per il pavimento pelvico è un elemento fondamentale per la nostra guarigione, poiché molto dipende da noi nel mantenere il perineo rilassato e supportare e rendere quindi più efficaci le altre eventuali terapie che si stanno seguendo. All inizio forse faremo un po di fatica a ritagliarci questo tempo, a essere costanti con gli esercizi. Creare l atmosfera giusta ci può aiutare a rendere questo momento più piacevole, quasi a farlo divenire un rito quotidiano. Non ci sono regole particolari, poiché molto dipende dalla soggettività di ognuna di noi. L importante è creare un ambiente e un atmosfera confortevoli in cui ci si sente a proprio agio e in cui si possa stare comodi. Inoltre può essere anche l occasione per rilassare la mente, oltre al corpo. L aspetto psicologico è infatti una componente fondamentale delle patologie come vulvodinia, vestibolite e contrattura pelvica, e lo stress ci porta inconsciamente ed involontariamente a contrarre i muscoli del pavimento pelvico. Quindi rilassare la mente, abbandonare per un attimo i pensieri e le preoccupazioni potrà sicuramente aiutarci e farci stare meglio. Spunti e e idee idee - possiamo - sistemarci sul sul letto, letto, oppure su su un un tappetino di di quelli quelli che che si si usano usano per per fare fare yoga yoga o o gli gli addominali; l importante è potersi è appoggiare su su una una superficie morbida;tenere a a portata di di mano mano alcuni cuscini può può essere utile utile per per poter poter svolgere i i vari vari esercizi nella nella posizione più più comoda possibile - indossare - indumenti comodi, ampi ampi e di e di cotone renderà più più liberi liberi i movimenti i - togliamo - bracciali, ciondoli o o ornamenti che che potrebbero distrarre la la nostra attenzione;rimanere a a piedi piedi scalzi scalzi o o soltanto con con i calzini, i come come quando si si fa fa yoga, yoga, ci ci aiuterà a a percepire meglio il il nostro corpo corpo - ascoltare - una una musica rilassante per per favorire la la concentrazione e il e il rilassamento;creare una una luce luce soffusa con con candele o o lampade colorate;usare olii olii essenziali o o incensi per per profumare la la stanza

6 ESERCIZI Esercizio base (Kegel reverse) Consiste nell eseguire una contrazione e poi rilassare i muscoli per molto più tempo di quello in cui li abbiamo contratti. Quindi: - contraiamo il perineo - teniamolo contratto per 1 secondo - rilassiamo il perineo, continuando a dare il comando rilassa per almeno 10 secondi Possiamo fare questo esercizio in qualunque posizione (sedute, sdraiate, in ginocchio ) e in qualunque momento della giornata. E molto importante che la contrazione avvenga solo per il perineo e non interessi invece i glutei o gli addominali. All inizio sembrerà difficile, ma a forza di farlo diventeremo pratiche e ci verrà molto naturale, è questione di allenamento e di prendere confidenza con il proprio corpo. Per cominciare possiamo eseguire l esercizio facendo tre ripetizioni per tre volte al giorno. Quando sentiremo che riusciamo ad eseguire bene questo esercizio, senza fare fatica e percependo bene i movimenti del perineo, potremo passare agli altri esercizi. Alcuni consigli: eseguire gli gli esercizi a a vescica vuota vuota aiuta aiuta a a non non sentire, durante, il rilassamento, la la sensazione di di lasciare uscire la la pipì pipì ricordare sempre che che durante la la respirazione deve deve essere diaframmatica appoggiare un un dito dito sul sul perineo o o inserirlo direttamente in in vagina aiuta aiuta a a percepire meglio i movimenti i del del muscolo, a a capire se se si si sta sta eseguendo correttamente gli gli esercizi

7 1. L onda - Sdraiate su un fianco, respiriamo regolarmente, con la respirazione diaframmatica. - Immaginiamo di essere un onda che va e che viene, oppure una vela che si riempie con il vento e poi si svuota; lasciamo cadere la pancia, come se ci fossimo aperte i pantaloni dopo aver mangiato troppo. - Dopo una decina di respirazioni, immaginiamo che una manina, dall interno, ci afferri il pavimento pelvico, come se fosse una piega dei pantaloni. - Continuiamo a respirare normalmente e poi lasciamo cadere il pavimento pelivco, senza spingere, lasciandolo solo cadere - Ripetiamo per altre due volte - Ci mettiamo a pancia in giù e lasciamo veramente cadere la pancia, e ripetiamo l esercizio di prima - Ci sediamo sui talloni, sempre rimanendo a pancia in giù (come nella posizione del saluto alla Mecca),e ripetiamo nuovamente l esercizio. (Giulietta) 2. Il tubetto del dentifricio - facciamo un po di respirazione diaframmatica - facciamo una bella inspirazione con il naso tenendo il pavimento pelvico molle; - espiriamo e contraiamo il pavimento pelvico, espiriamo immaginando di soffiare da un buchino, come da un tubetto di dentifricio che premi dal fondo - rilasciamo di nuovo la pancia e il pavimento pelvico (Giulietta) 3. Controanatra - ci sdraiamo su un fianco in posizione comoda e facciamo un po di respirazioni diaframmatiche - portiamo in avanti il bacino, immaginando che il coccige sia la cosa che dobbiamo spingere in avanti - continuando a respirare tiriamo in dentro gli addominali, immaginando di comprimere gli organi interni contro la colonna vertebrale - ripetere varie volte (Giulietta)

8 4. Controanatra supina - ripetere l esercizio della controanatra in posizione supina con le ginocchia piegate (Giulietta) 5. Ginocchia al petto - sdraiate supine, portiamo le ginocchia al petto e le stringiamo con le braccia, per allungare la colonna vertebrale - tiriamo in dentro gli addominali, distendiamo la prima gamba e rilasciamo - tiriamo in dentro gli addominali, distendiamo la seconda gamba e rilasciamo (Giulietta) Figura 1: portare le ginocchia al petto Figura 2: stendere prima una gamba e poi l altra 6. Mobilizzare il bacino - sdraiate supine, con le gambe allineate, muoviamo un piede verso il fondo del letto, tenendo fermo l altro - facciamo la stessa cosa con l altro piede - alterniamo il movimento dei due piedi per varie volte (Giulietta)

9 7. La medusa - posizione supina con cuscino sotto la testa, braccia distese lungo il corpo, gambe semiflesse, cosce e ginocchia in linea con le spalle - Fase 1: alziamo lentamente il bacino stringendo i muscoli perineali, espirando torniamo alla posizione di partenza lasciando liberamente cadere il bacino (ripetere per 10 minuti) - Fase 2: manteniamo il bacino appoggiato a terra eseguendo una piccola rotazione in basculamento del bacino - Inspiro: bacino indietro - Espiro: bacino avanti (ripetere per 10 minuti) (Danii) 8. L ascensore - sdraiate sulla schiena con le gambe piegate, immaginiamo il perineo come se fosse un ascensore. Il rilassamento massimo è il piano terra, la massima contrazione il terzo piano. Prima di iniziare assicuriamoci di essere al piano terra, quindi rilassate. - Contraiamo il perineo (sale l ascensore) - Manteniamo la contrazione per 1 secondo (rimaniamo al terzo piano) - Rilasciamo lentamente (scende l ascensore) - Arrivo al piano terra e continuo a rilassare. NB: l esercizio va fatto lentamente e in modo graduale, l ascensore non deve schizzare in alto all improvviso o andare in caduta libera. Ripetere per 3 volte. Stenedere le gambe e rilassare per un po. Fare 3 serie per 3 volte al giorno. (Cles) 9. Un piano alla volta - contraiamo il perineo immaginando che l ascensore salga fino al 5 piano, salendo un piano alla volta - decontraiamo scendendo un piano alla volta, fino ad arrivare al piano terra - all inizio per scaldare il muscolo per le prime due volte possiamo farlo solo con 4 piani - all inizio partiamo con un solo piano, per poi aumentare gradualmente i piani man mano sentiamo che riusciamo ad eseguire bene l esercizio (Frizzina)

10 10. Retroversione del bacino - sdraiate supine in posizione ginecologica contraiamo il pavimento pelvico al 50% (secondo piano) - mantenendo la contrazione andiamo con il bacino in retroversione (in pratica facciamo in modo che tutta la superficie della schiena appoggi sul letto e il sedere risulti un po sollevato - sempre restando con il bacino in retroversione rilasciamo lentamente il perineo - scendiamo con il bacino, sempre rilassando, fino a tornare nella posizione iniziale Ripetere 3 volte, con almeno 4 secondi di pausa fra una volta e l altra. Fare 3 serie (Cles) 11. Aprire e chiudere le ginocchia - sdraiate in posizione supina, contriamo il perineo al 50% (secondo piano) - mantenendo la contrazione avviciniamo le ginocchia (i piedi restano fermi) finchè non si toccano - rilassiamo il perineo, riapriamo le ginocchia e facciamo almeno 4 secondi di riposo Ripetere 10 volte, con calma e con movimenti fluidi - Lo stesso esercizio si fa al contrario, ovvero partendo con le ginocchia vicine, contrarre il perineo al secondo piano, distanziare le ginocchia, rilassare e riposo, per 10 volte (Cles) 12. Contrazione e rilassamento in serie (contraggo, rilasso, pausa) 1) 3 serie da 10 contrazioni con pause da 1 a 3 minuti tra le serie 2) 2 serie da 10 con pausa tra le serie. Inspiro, espiro e contraggo, rilasso 3) 1 serie da 10: contraggo (per 3 secondi) e rilasso (per 6 secondi) 4) 1 serie da 10: inspiro, contraggo, tengo la contrazione, espiro e rilasso. (Frizzina) Note Note Con Con il il tempo, prendendo confidenza con con il il perineo e con e con gli gli esercizi, impareremo a a controllare meglio i muscoli i del del pavimento pelvico. Una Una volta volta che che riusciremo ad ad eseguire gli gli esercizi in in modo modo pulito pulito e senza e senza fare fare sforzo potremo provare ad ad aumentare i i secondi di di contrazione (al (al posto posto che che contrarre 1 1 secondo contrarre per per 2 2 secondi, poi poi 3 3 ecc..) ecc..) e proporzionalmente e aumentiamo anche anche i tempi i tempi di di rilassamento. Proviamo ad ad aumentare i tempi i tempi quando ci ci sentiamo pronte, ma ma se se avvertiamo che che l esercizio risulta troppo difficile o o faticoso vuol vuol dire dire che che dovremo aspettare ancora un un po po Esercizio di rilassamento e dilatazione della vulva

11 - Stendiamoci supine e solleviamo le gambe fino a toccare il pavimento al di sopra della testa.le braccia rimangono ben tese, le palme rivolte verso il basso - Divarichiamo il più possibile le gambe, in modo da abbassare le ginocchia - Controlliamo che le natiche e i muscoli vaginali siano rilassati (Danii) 14. Esericizio per ammorbidire il perineo - in piedi, piedi paralleli e ginocchia leggermente piegate, mettiamo una mano sui genitali e una sull ano - irrigidiamo i muscoli inspirando e rilassiamo i muscoli del pavimento pelvico espirando accompagnando con un movimento basculare del bacino: - inspiro:contraggo e vado indietro - espiro; rilasso e vado avanti - 5 ripetizioni (Danii) 15 Esercizi di rilassamento delle natiche - sedute a gambe unite contraiamo i muscoli delle gambe e rilassiamo - sedute a gambe divaricate contraiamo i muscoli delle gambe e rilassiamo - sdraiate sul fianco contraiamo i muscoli delle natiche e rilassiamo - sdraiate sul ventre contraiamo i muscoli delle natiche e rilassiamo - sdraiate sul dorso con le natiche sollevate contraiamo i muscoli delle natiche e rilassiamo (Danii) stiamo sempre attente a a contrarre SOLO il il pavimento pelvico: gli gli addominali, le le natiche e gli e gli altri altri muscoli devono restare rilassati ogni ogni volta volta che che iniziamo un un esercizio accertiamo ci ci sempre di di essere al al piano piano terra, terra, e in e in caso caso contrario rilassiamo prima prima di di iniziare l esercizio ogni ogni volta volta che che rilassiamo assicuriamoci di di essere veramente arrivate al al piano piano terra, terra, e di e di aver aver quindi rilassato il il più più possibile 16. Il portafoglio

12 - sdraiate supine con le ginocchia piegate unite e i piedi uniti - lentamente divarichiamo le ginocchia, mantenendo unite le piante dei piedi, in modo da aprirci proprio come un portafoglio - ripetere varie volte (frizzina) 17.Il bambino - accovacciamoci sulle ginocchia (in ginocchio, sedere appoggiato ai talloni) le punte dei piedi sono unite, le ginocchia invece un po divaricate - appoggiamo la testa a terra fra le ginocchia, in modo che la schiena formi un arco e lasciamo ricadere le braccia a fianco delle gambe con le palme rivolte verso l alto - la pancia deve stare fra le cosce e fare pressione mentre respiriamo, come se stessimo gonfiando un palloncino che deve spingere verso il basso - sentiremo la nostra vulva e la nostra vagina che si allargano (naty) Esercizi da sedute Sediamoci con la schiena dritta e i piedi appoggiati a terra. 1) - contraiamo il perineo fino al 3 piano, - teniamo la contrazione per 1 secondo e rilassiamo (minimo 4 secondi). - 3 ripetizioni per 3 volte. 2) - Contraiamo il perineo fino al 2 piano - manteniamo la contrazione per 2 secondi e rilassiamo. - 3 ripetizioni x 3 volte. 3) - Contraiamo il perineo fino al 2 piano - manteniamo la contrazione per 2 secondi e rilassiamo ripetizioni

13 4) - Contraiamo il perineo fino al 2 piano - alziamoci mantenendo la contrazione - una volta in piedi rilassiamo. - 5 ripetizioni 5) Da in piedi contraiamo il perineo fino al 2 piano - sediamoci mantenendo la contrazione - una volta sedute rilassiamo. 5 ripetizioni (Cles) 6) Lo sgabello - sediamoci su uno sgabello a gambe divaricate, con le mani sulle ginocchia - iniziamo una contrazione progressiva, stringendo i glutei, la vagina e infine le cosce - interrompiamo di colpo la contrazione passando al rilassamento totale di tutte le parti contratte (Danii) fare fare troppi esercizi di di seguito è controproducente è perché stanca il il perineo; è è quindi consigliabile distribuire gli gli esercizi in in vari vari momenti della della giornata. All inizio possiamo semplicemente scegliere l esercizio di di base base e provare e a a farlo farlo in in vari vari momenti della della giornata Quando avremo preso preso confidenza con con il il perineo e gli e gli esercizi e avremo e scoperto con con quali quali riusciamo a a rilassare meglio la la muscolatura, eseguiamoli ad ad esempio: mattina al al lavoro esercizi da da seduta; pomeriggio: esercizi in in ginocchio; sera: sera: 3 3 esercizi da da supina Esercizi in ginocchio

14 Mettiamoci in ginocchio con i glutei appoggiati ai talloni. Per non dare fastidio alle caviglie ci si può mettere sul bordo del letto con le ginocchia rivolte verso il letto e i piedi che spuntano fuori. 1) - contraiamo perineo fino a 3 piano - manteniamo la contrazione per 1 secondo e rilassiamo - 3 ripetizioni per 3 volte 2) - contraiamo il perineo fino a 3 piano - manteniamo la contrazione per 2 secondi e rilassiamo - 3 ripetizioni 3 volte 3) contraiamo il perineo fino al 2 piano - manteniamo la contrazione per 2 secondi e rilassiamo - 10 ripetizioni 4) - rimaniamo in ginocchio ma alziamo il sedere (come quando di prega sui banchi della chiesa). - Ripetiamo in questa posizione i primi 3 esercizi 5) - partiamo dalla posizione in ginocchio-seduta. - Contraiamo il perineo fino a 2 piano - portiamoci nella posizione preghiera in chiesa, tenendo contratto il perineo - Quando arriviamo in posizione rilassiamo il perineo. - Ripetere per 5 volte 6) contrario del 5 Posizione 1 in ginocchio seduta 7) cane e gatto: Posizione 2: in ginocchio

15 - mettiamoci a 4 zampe, lasciando cadere la pancia, rilassando tutti i muscoli.- - Teniamo le ginocchia leggermente divaricate e immaginiamo la nostra vagina completamente aperta. - Contraiamo il perineo fino al secondo piano e inarchiamo la schiena verso l alto portando la testa verso il basso. - Rilassiamo il perineo e torniamo in posizione 1. - Andare da posizione 1 a 2 con movimento continuativo e fluido per almeno 5volte. - A questo esercizio si può aggiungere la respirazione: espiriamo passando dalla posizione 1 alla posizione 2 e inspiriamo passando dalla posizione 2 alla 1. (Cles) Esercizi in piedi 1. Esercizio base in piedi - piedi paralleli, leggermente distanziati, ginocchia leggermente flesse, bacino centrale (né troppo avanti né troppo indietro) - contraiamo per un secondo il perineo al massimo - teniamo la contrazione per 1 secondo - rilassiamo - 3 ripetizioni x 3 volte 2. La cerniera - mettiamoci in piedi, piedi paralleli e ginocchia leggermente flesse e immaginiamo che il nostro perineo sia una cerniera - andiamo con il bacino in retroversione (ovvero mettiamo il sedere in fuori a papera ) rilassando completamente il perineo, immaginando che la cerniera si apra ora andiamo contraiamo il perineo al massimo e andiamo in antiversione del bacino (ovvero spostiamo il bacino in avanti), immaginando che la cerniera si chiuda rilasso il perineo e torno in retroversione

16 - eseguiamo così lentamente un movimento oscillatorio avanti indietro con il bacino: in avanti: la cerniera si chiude (contrazione) - espiro all indietro: la cerniera si apre (rilassamento) - inspiro - 3 ripetizioni per 3 volte 3. Flessione delle ginocchia - in piedi, piedi paralleli un po distanziati, ginocchia leggermente flesse - contraiamo il perineo fino al secondo piano e teniamolo contratto per 3 secondi, piegando le ginocchia e scendendo verso il basso (le piante dei piedi rimangono ferme appoggiate al pavimento) - rilassiamo il perineo e stendiamo le ginocchia tornando verso l alto - riposo con ginocchia dritte 5 o 10 ripetizioni 4. Flessione delle ginocchia 2 - contrario dell esercizio precedente: partiamo con le ginocchia molto flesse e contraiamo il perineo salendo verso l alto - rilassamento con ginocchia diritte 5 o 10 ripetizioni Note Note - Mentre - facciamo gli gli esercizi ricordiamoci di di respirare sempre con con il il diaframma! - Gli - Gli esercizi da da sedute possiamo farli farli in in qualunque momento della della giornata, sedute sull autobus, in in macchina, al al lavoro - tenere - gli gli occhi occhi chiusi chiusi aiuta aiuta a a concentrarci sul sul perineo. La La nostra mente mente deve deve essere in in quel quel punto punto - per - per sentire meglio il il lavoro del del muscolo possiamo tenere un un dito dito appoggiato sul sul perineo (vale (vale per per gli gli esercizi in in qualsiasi posizione) RILASSAMENTO GENERALE PER MENTE E CORPO

17 La nostra mente e il nostro corpo, per quanto siano due cose distinte, sono comunque collegate: è il nostro cervello infatti che comanda il nostro corpo. Imparando a rilassare la nostra mente possiamo riuscire a trasmettere questo tipo di rilassamento anche al corpo.inoltre, sempre grazie al nostro pensiero, possiamo riuscire a focalizzarci su singole parti del nostro corpo per percepirle meglio. L esercizio spiegato di seguito risulterà utile nella percezione e nel rilassamento del pavimento pelvico, ma anche di tutte le singole parti del nostro corpo. Al di là delle problematiche pelviche, è un buon esercizio che aiuta a rilassarsi prima o dopo una lunga giornata di lavoro o quando se ne ha la necessità. - stendiamoci supine sul letto o per terra, su un tappeto o un tappetino da yoga. Lasciamo che i piedi cadano naturalmente verso l esterno. Le braccia sono distese con i palmi rivolti verso l alto - chiudiamo gli occhi e cominciamo con delle profonde respirazioni diaframmatiche, concentrandoci sul nostro ventre che si gonfia e si sgonfia - cerchiamo di liberare la mente dai pensieri e dalle preoccupazioni della giornata, lasciamo che le energie scorrano liberamente nel nostro corpo - concentriamoci ora sulle varie parti del nostro corpo: partiamo dai piedi, percepiamoli con la mente, concentriamo la nostra attenzione su di loro (il corpo rimane sempre immobile!). - Immaginiamo che quando espiriamo il soffio del nostro respiro scenda lungo tutto il nostro corpo fino ai piedi, sciogliendo le tensioni, e facciamo questo finchè non sentiamo i piedi che diventano pesanti - Ora facciamo la stessa cosa per le altre parti del corpo, salendo verso l alto, soffermandoci su ogni zona e rilassandola con il respiro finchè non la sentiamo diventare pesante: le gambe e le ginocchia, poi le cosce, i glutei, la vulva, la vagina e tutta la zona pelvica, il plesso solare (ovvero il ventre), lo stomaco, il torace, le spalle, poi le mani (cerchiamo di percepire ogni dito), le braccia, la schiena, il collo, il viso (percepiamo anche l interno della bocca, con la lingua e i denti, la gola, le orbite degli occhi), il cuoio capelluto e i capelli - Ora che il nostro corpo è rilassato e pesante assaporiamo questa sensazione, e chiediamoci se sentiamo che qualche parte del nostro corpo è ancora contratta: in tal caso, andiamo con la mente a quella parte e facciamo di nuovo l esercizio del respiro per più volte, finchè non scioglieremo la contrattura - Ora lasciamo che i nostri pensieri fluiscano liberamente, senza elaborarli, senza fermarli, lasciamo solo che vadano e osserviamoli scorrere. Sentiamo la

18 pesantezza del nostro corpo attirato dalla forza di gravità, e il contatto di tutte le sue parti con il letto - Restiamo così finchè ce la sentiamo. - Ora cominciamo a risvegliare il nostro corpo con una nuova energia benefica e revitalizzante: immaginiamo di nuovo il nostro respiro come un soffio vitale pieno di energia e inviamolo fino ai piedi, richiamandoli dallo stato di torpore in cui si trovano (il corpo è sempre immobile!) - Dai piedi risaliamo a tutte le altre parti come prima, riempiendole di questo nuovo soffio revitalizzante che risveglia il nostro corpo - A questo punto muoviamo le dita delle mani e dei piedi, giriamoci sul fianco sinistro e mettiamoci lentamente in posizione seduta - Apriamo gli occhi e alziamoci con calma

19 OGNI GIORNO, IN OGNI MOMENTO Durante la giornata cerchiamo di pensare al nostro perineo, per sentire se inconsciamente lo stiamo tenendo contratto. Dunque, mentre facciamo la spesa, o i mestieri, o qualsiasi altra attività, in qualunque posizione, pensiamo al nostro perineo e chiediamoci il mio perineo è rilassato ora?. Se non lo è rilassiamolo (aiutandoci magari con il respiro) e cerchiamo di mantenerlo rilassato. Abituiamoci a farlo varie volte nel corso della giornata, è un semplice esercizio di attenzione ma ci aiuta a capire in che situazione ci troviamo e a migliorarla. Più prenderemo coscienza del nostro perineo più riusciremo a mantenerlo rilassato nella vita di tutti i giorni. Questo non vuol dire che dobbiamo diventare paranoiche e stare ogni minuto a concentrarci sul perineo, basta farlo ogni tanto, finchè non diverrà automatico e lo faremo quasi senza accorgercene.

20 UNA GINNASTICA PER IL BACINO Solitamente in caso di contrattura del pavimento pelvico si sconsiglia la pratica di attività sportive, poiché tendono ad aumentare la contrazione dei muscoli. Possono essere praticate attività che non prevedono la contrazione di muscoli, come ad esempio alcune danze caraibiche come la salsa cubana. Assolutamente da evitare invece tutte quelle discipline che prevedono la contrazione dei muscoli, come il pilates. La pratica dello yoga, in particolare della disciplina hata, è consigliata poiché aiuta il rilassamento e la percezione del proprio corpo. Lunghe passeggiate inoltre costituiscono una vera e propria ginnastica per il bacino e sono quindi benefiche sia per il pavimento pelvico sia per la neuropatia, poiché aiutano la circolazione del sangue. Approfittiamo quindi di tutte le occasioni per muoverci a piedi quando possiamo, o concediamoci delle belle passeggiate quando ne abbiamo tempo. Oltre al pavimento pelvico faranno bene in generale a tutto il nostro corpo e anche alla nostra mente.

21 DIPENDE DA NOI Gli esercizi di rilassamento del pavimento pelvico sono fondamentali per ottener benefici in tutte quelle situazioni e patologie in cui è presente una contrazione del pavimento pelvico (cistite, vestibolite, vulvodinia ). L impegno costante di ogni donna nell eseguire quotidianamente gli esercizi sarà un contributo importante per il miglioramento dei sintomi. Ci vuole costanza ed impegno, ma ne vale veramente la pena. I miglioramenti dipendono da noi. Le manipolazioni, la TENS, la terapia farmacologica o altro sono nelle mani dei medici a cui ci affidiamo, ma la pratica costante del rilassamento del pavimento pelvico è nelle nostre mani. Pertanto ogni donna dovrebbe cercare di riuscire a predisporre una propria serie di esercizi, in base al tempo che ha a disposizione e all organizzazione della propria giornata. Fare anche solo 6-7 ripetizioni dell esercizio base di kegel reverse per 3 volte al giorno (in qualunque posizione) è un buon compromesso. UN AIUTO IN PIU Fisioterapisti e medici specializzati nel rilassamento del pavimento pelvico possono individuare quale siano gli esercizi più adatti a ciascuna e spiegare quale sia il modo corretto di eseguirli, e possono proporre un percorso personalizzato in base alle esigenze e ai progressivi miglioramenti o peggioramenti della situazione muscolare della donna.

Esercizi per collo, spalle e braccia.

Esercizi per collo, spalle e braccia. DA FARE IN CASA - Esercizi pratici per mantenersi in forma. Esercizi per collo, spalle e braccia. 1 - Muscoli spalle e braccia Sdraiati sulla schiena, sollevare un leggero peso sulla testa e flettendo

Dettagli

Ginnastica preparatoria

Ginnastica preparatoria Ginnastica preparatoria Le attività di una ginnastica per attività sportiva sono essenzialmente 4: Riscaldamento muscolare allungamento dei muscoli tonificazione (potenziamento ) muscolare minimo allenamento

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE Struttura Semplice Dipartimentale Rieducazione Funzionale Ospedale Albenga/Territorio Albenganese Responsabile Dssa. Anna Maria Amato 2

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA La RACHIALGIA, nome scientifico del mal di schiena, si colloca tra le patologie più diffuse, colpendo in modo democratico persone di tutte le età, di tutte le categorie professionali e di tutte le tipologie.

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi.

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi. Dr.Italo Paolini, Medico di medicina generale, Z.T.13 AP, ASUR Marche, Via Salaria 15-63043 Arquata del tronto (AP) Tel.0736809408E-mail: italopaolini@gmail.com TERAPIA DEL DOLORE Ti propongo una serie

Dettagli

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA International Pbi S.p.A. Milano Copyright Pbi SETTEMBRE 1996 15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA Introduzione I muscoli e le articolazioni che danno sostegno alla nostra schiena spesso mancano

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO ASL 4 CHIAVARESE DIPARTIMENTO della RIABILITAZIONE e della DISABILITA Direttore: Dott.ssa Valeria LEONI S.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA A cura di: Mirella DEFILIPPI - Sonia CERETTO CASTIGLIANO - Alice

Dettagli

LA PERLA. Difficoltà: livello 1 FIG. 1

LA PERLA. Difficoltà: livello 1 FIG. 1 Difficoltà: livello 1 LA PERLA FIG. 1 Descrizione Scopo e benefici La perla è uno degli esercizi invisibili più facili, perché non richiede una percezione delle diverse parti della muscolatura pelvica.

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

Esercizi per la fatigue

Esercizi per la fatigue Esercizi per la fatigue È stato dimostrato che, praticando una costante e adeguata attività fisica, la sensazione di fatigue provata dal paziente si riduce notevolmente e che di conseguenza si ottiene

Dettagli

In forma insieme : il protocollo di esercizi per la coppia.

In forma insieme : il protocollo di esercizi per la coppia. In forma insieme : il protocollo di esercizi per la coppia. A cura della Dott.ssa Mag. Arianna Bortolami, Fisioterapista e Responsabile G.I.S. A.I.Fi. riabilitazione del pavimento pelvico In forma insieme

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

Sequenza Disintossicante

Sequenza Disintossicante Sequenza Disintossicante Lezioni e suggerimenti pratici di Kundalini Yoga HTTP://WWW.LEVIEDELDHARMA.IT 1 Sequenza Disintossicante Lezioni e suggerimenti pratici di Kundalini Yoga Detoxification Sequenza

Dettagli

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Specifico per il tiro con la pistola ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7.

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. lunedì datti lo sprint martedì RINVIGORISCITI mercoledì tonificati

Dettagli

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA Il benessere della colonna vertebrale dipende strettamente dalla tonicità dei muscoli della schiena. Se i muscoli sono forti ed elastici grazie allo svolgimento regolare dell attività fisica, la colonna

Dettagli

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita Curare il mal di schiena Nicola Magnavita Lombalgia acuta Vivo dolore alla schiena, che insorge all improvviso dopo un movimento particolare o uno sforzo ( colpo della strega ) Colpisce il 10-15% della

Dettagli

Corso Passo dopo passo RESPIRO

Corso Passo dopo passo RESPIRO I Corsi di 1 Corso Passo dopo passo RESPIRO Per mantenere una salute radiosa, una mente bilanciata e una buona energia per ritrovare pace, serenità e allegria 2 QUANDO IL RESPIRO E IRREGOLARE ANCHE LA

Dettagli

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi Esercizi iniziali Contrazioni dei muscoli flessori del ginocchio

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio 1 Camminata sul posto o in circolo o movimento analogo per la bassa funzione 2 Camminata sul posto o

Dettagli

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio

Dettagli

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014 Codroipo, lì 15 settembre 2014 Prot. 4714LM La Prevenzione del Rischio da Movimentazione Manuale dei Carichi MMC Introduzione Newsletter 08/2014 ECONSULTING del dott. Luciano Martinelli Via Roma, 15 int.

Dettagli

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi 2012 Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi Una raccolta di esercizi specifici per chi pratica ciclismo a tutti i livelli dall'agonista al semplice cicloturista De Servi Giuseppe STUDIO BIOMEC

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani. Dottor Giuseppe Internullo Specialista in Ortopedia e Traumatologia Specialista in Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ortopedica Università di Modena. Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Dettagli

Ricerca dei segni dello stress

Ricerca dei segni dello stress 5 Ricerca dei segni dello stress Prima di iniziare il massaggio vero e proprio, specialmente quando massaggiate una persona per la prima volta, accertate il livello dello stress attraverso la ricerca dei

Dettagli

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile.

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile. ESERCIZI PER LA SCHIENA La maggior parte delle persone che viene nel nostro centro soffre di dolori alla schiena. Vi consigliamo di leggere attentamente questo opuscolo e di attenervi il più possibile

Dettagli

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA Indicazioni Generali Gli esercizi Consigli utili Indicazioni generali Questo capitolo vuole essere un mezzo attraverso il quale si posso avere le giuste informazioni

Dettagli

Angelo Morandi Già insegnante di Educazione fisica al Conservatorio di Parma 50 ESERCIZI DI GINNASTICA FONATORIA

Angelo Morandi Già insegnante di Educazione fisica al Conservatorio di Parma 50 ESERCIZI DI GINNASTICA FONATORIA Angelo Morandi Già insegnante di Educazione fisica al Conservatorio di Parma 50 ESERCIZI DI GINNASTICA FONATORIA 1 Angelo Morandi 50 ESERCIZI di GINNASTICA FONATORIA MOBILITAZIONE DIAFRAMMATICA 1 POSIZIONE:

Dettagli

Mobilizzazione Spalle

Mobilizzazione Spalle Mobilizzazione Spalle www.osteopathicenter.com Appoggiare i gomiti con tutto l avambraccio sull arco di una porta. I gomiti debbono essere allineati un po al di sopra della linea delle spalle. I piedi

Dettagli

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE Esercizio nr. 1) Piegate il busto in avanti in modo che sia parallelo al pavimento ed appoggiatevi con il braccio sano ad uno sgabello o ad un tavolino.

Dettagli

PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE PERINEALE PER PAZIENTI SOTTOPOSTI A PROSTATECTOMIA RADICALE

PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE PERINEALE PER PAZIENTI SOTTOPOSTI A PROSTATECTOMIA RADICALE PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE PERINEALE PER PAZIENTI SOTTOPOSTI A PROSTATECTOMIA RADICALE o CISTECTOMIA RADICALE CON CONFEZIONAMENTO DI NEOVESCICA ORTOTOPICA La vescica consente l accumulo di urina e il

Dettagli

Il lavoro al Videoterminale (VDT)

Il lavoro al Videoterminale (VDT) Servizio Prevenzione e Protezione Viale Innovazione, 2-Edificio U11-20126 Milano tel.02-64486190-fax 02-64486191 Il lavoro al Videoterminale (VDT) Effetti sulla salute e prevenzione I videoterminali Negli

Dettagli

1. Movimento a "macina" del bacino verso sinistra (90 secondi)

1. Movimento a macina del bacino verso sinistra (90 secondi) Guarisci la tua schiena... Ora! 1. Movimento a "maca" del baco verso sistra (90 secondi) Portate mani sul gocchia e comciate a muovervi come una maca ampi cerchi verso sistra. Solvate petto mentre venite

Dettagli

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma Il movimento è fondamentale per il soggetto anziano per mantenere o riacquistare l indipendenza e l autosufficienza. Spesso l atteggiamento della persona di una certa età è di sfiducia e rassegnazione:

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ARTICOLAZIONI DELLA CAVIGLIA Flessioni del piede da stazione eretta con la punta su un rialzo o contro una parete

Dettagli

PROGRAMMA DI STABILIZZAZIONE VERTEBRALE FINALIZZATA ALLA PREVENZIONE E CURA DEI DISTURBI VERTEBRALI

PROGRAMMA DI STABILIZZAZIONE VERTEBRALE FINALIZZATA ALLA PREVENZIONE E CURA DEI DISTURBI VERTEBRALI Servizio di Medicina del lavoro Servizio di Recupero e Rieducazione Funzionale PROGRAMMA DI STABILIZZAZIONE VERTEBRALE FINALIZZATA ALLA PREVENZIONE E CURA DEI DISTURBI VERTEBRALI A cura di: dr Luciano

Dettagli

vivere serenamente la preparazione ad accogliere il nostro bambino cercando di coccolarci e di coccolare la creatura che cresce dentro di noi.

vivere serenamente la preparazione ad accogliere il nostro bambino cercando di coccolarci e di coccolare la creatura che cresce dentro di noi. Gravidanza: maneggiare con cura Molte amiche e colleghe abituate a fare attività fisica e con un idea piuttosto abituale della loro forma fisica, mi chiedono come io abbia affrontato le mie gravidanze

Dettagli

10. Fare prevenzione: esercizi di rilassamento e altre raccomandazioni

10. Fare prevenzione: esercizi di rilassamento e altre raccomandazioni 28 10. Fare prevenzione: esercizi di rilassamento e altre raccomandazioni Muoversi di più Chi lavora abitualmente al videoterminale deve approfittare di qualsiasi occasione per muoversi e cambiare la posizione

Dettagli

Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof.

Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof. Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof. Nino Basaglia MODULO DIPARTIMENTALE ATTIVITÀ AMBULATORIALE Responsabile: Dott. Efisio

Dettagli

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA PETTORALI PANCA PIANA APERTURE PANCA 30 SPALLE LENTO AVANTI ALZATE LATERALI ALZATE 90 GAMBE SQUAT AFFONDI

Dettagli

Il metodo McKenzie Alessandro Aina e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie

Il metodo McKenzie Alessandro Aina  e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie Il metodo McKenzie Alessandro Aina fisioterapista, dip MDT, docente McKenzie Studio v. Spontini 3, Milano, via Ripalta 6A San Donato Mil.se, tel 02 29527326 Si basa essenzialmente sul mantenimento di posizioni

Dettagli

Centro Yoga Matsyendra

Centro Yoga Matsyendra SEMINARIO 13 MARZO 2011 YOGA PER LA SALUTE DELLA SCHIENA A cura di Margherita Buniva PREMESSA La salute della schiena dipende in buona parte dalla salute della colonna vertebrale. In assenza di patologie

Dettagli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli 1 a Fase - Istruzioni generali Tutti gli esercizi devono essere effettuati lentamente e sotto controllo del movimento.

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

Jian Shen fa. del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE

Jian Shen fa. del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE METODO PER LA SALUTE ED IL BENESSERE Jian Shen fa del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE Questo metodo, ispirato da An Chiao (auto-massaggio), da Tu Na (respirazione profonda) e dal Dao Yin (consapevolezza

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto sollevare il tronco sostenendosi sui gomiti, portare il dorso del piede sano sotto la caviglia dell arto operato, per

Dettagli

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio.

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Il portiere di calcio oltre a dover possedere ottime qualità tecniche, deve avere delle componenti fisiche molto importanti, in grado di

Dettagli

PROTOCOLLO Rebalancing Chakra System PERCORSO TRATTAMENTO CLIENTI

PROTOCOLLO Rebalancing Chakra System PERCORSO TRATTAMENTO CLIENTI PROTOCOLLO Rebalancing Chakra System PERCORSO TRATTAMENTO CLIENTI Primo incontro: Indagine conoscitiva su condizioni psicofisiche cliente. Compilazione scheda personale ed esecuzione Chakra Test. Massaggio

Dettagli

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Una corretta attività fisica svolge un azione molto favorevole sull apparato cardiovascolare, riduce tutti i principali

Dettagli

dott. Massimiliano Molfetta

dott. Massimiliano Molfetta dott. Massimiliano Molfetta Telefono amb. 0436890344 Cellulare 330537056 molfettamassimiliano@gmail.com medico chirurgo specialista in chirurgia generale via Annibale De Lotto 34/a San Vito di Cadore esercizi

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

STRETCHING PER GLI ARTI

STRETCHING PER GLI ARTI STRETCHING PER GLI ARTI INFERIORI E SUPERIORI... 1] Stretching attivo del polpaccio (gastrocnemio) In piedi rivolti verso il muro Mantenere ben dritta la gamba posteriore Mantenere il tallone a terra Mantenere

Dettagli

CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015. Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale.

CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015. Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale. CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015 L AUTOMASSAGGIO PER LA GESTIONE DELLO STRESS Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale. L'automassaggio potrebbe

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate Vedi l'articolo completo sui consigli per la protesi d'anca su www.chirurgiarticolare.it Link diretto cliccando qui... APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto

Dettagli

Training autogeno. Approccio occidentale. Approccio orientale Arti marziali. Il Benessere Nelle Organizzazioni Tecniche di rilassamento

Training autogeno. Approccio occidentale. Approccio orientale Arti marziali. Il Benessere Nelle Organizzazioni Tecniche di rilassamento Approccio occidentale Training autogeno Ipnosi Approccio orientale Meditazione guidata Arti marziali 1 Il training Autogeno IlTraining Autogeno è un metodo pratico che agisce sull unità psico somatica

Dettagli

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA Servizio di Recupero e Rieducazione Funzionale Tel. 030 3709750-Fax 030 3709403 COSCERE LA PROPRIA SCHIENA Come è fatta? È costituita da 24 ossa chiamate vertebre. La colonna vertebrale è suddivisa in

Dettagli

Esercizi di preparazione al parto attivo [ Ispirati allo yoga e allo stretching ]

Esercizi di preparazione al parto attivo [ Ispirati allo yoga e allo stretching ] Esercizi di preparazione al parto attivo [ Ispirati allo yoga e allo stretching ] pag. 1 Sommario [ Il lavoro corporeo come strumento di benessere ] Durante il corso di preparazione al parto e tutto il

Dettagli

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini Saverio Ottolini L allenamento posturale per il biker www.mtbpassione.com L allenamento posturale per il biker Per chi si allena e gareggia in Mountain

Dettagli

SINDROME DI SJӦGREN IL RUOLO DI UNA CORRETTARESPIRAZIONE

SINDROME DI SJӦGREN IL RUOLO DI UNA CORRETTARESPIRAZIONE SINDROME DI SJӦGREN La riabilitazione nella sindrome di Sjӧgren svolge un ruolo fondamentale. Essa agisce direttamente sui distretti interessati dalla malattia e parallelamente sui danni secondari, risposte

Dettagli

Yoga facile per un sonno ristoratore

Yoga facile per un sonno ristoratore POSIZIONI YOGA Tutte le nostre posizioni yoga per promuovere il benessere e l equilibrio interiore. Gli esercizi per il corpo e per la respirazione sono adatti a principianti e avanzati. Yoga facile per

Dettagli

Asana per la Gravidanza

Asana per la Gravidanza Yoga in Gravidanza Yoga in Gravidanza La cosa più pura al mondo è il cuore della madre, il chakra del cuore, il centro della madre. E la cosa più pura al mondo. Può muovere Dio. Può muovere l Universo.

Dettagli

ESERCIZI PER IL RECUPERO ARTICOLARE E MUSCOLARE DOPO INTERVENTO DI PROTESI DI ANCA

ESERCIZI PER IL RECUPERO ARTICOLARE E MUSCOLARE DOPO INTERVENTO DI PROTESI DI ANCA SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Tel.: 030-3709750 Fax.: 030-3709403 Dirigente: Dr.ssa Carla Calabretto Aiuto: Dr. Emilio Walter Passeri Assistente: Dr. Luciano Bissolotti Assistente: Dr.ssa

Dettagli

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Il tratto cervicale è la prima parte della colonna vertebrale. Quando si parla di cervicalgia si intende un dolore a livello del collo che

Dettagli

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE FIBS I MANUALI DEL CNT Tratto da The Pitching Edge di Tom House Tom House BASEBALL FIBS-CNT 1 L Allenamento con i Pesi per i Lanciatori non è Body Building L obiettivo è ottenere una forza bilanciata e

Dettagli

Schede degli esercizi

Schede degli esercizi 1 Schede degli esercizi Indice Modulo 1 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Il respiro completo del corpo Il fiume scorre nella valle Acqua su e Fuoco giù La scimmia riposa con le ginocchia in aria Il coccodrillo

Dettagli

LO STRETCHING A cura della Dott.ssa Ft. Bruna Cancelli Tel. 380 3499791 E-mail: bruna.cancelli@cheapnet.it

LO STRETCHING A cura della Dott.ssa Ft. Bruna Cancelli Tel. 380 3499791 E-mail: bruna.cancelli@cheapnet.it LO STRETCHING A cura della Dott.ssa Ft. Bruna Cancelli Tel. 380 3499791 E-mail: bruna.cancelli@cheapnet.it Stretching (da to stretch, allungare) è il nome dato a una serie di tecniche e metodologie, il

Dettagli

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone Introduzione Spessissimo si parla o si leggono articoli su metodologie di allenamento e, in generale, si tratta di argomenti relativi al miglioramento delle prestazioni

Dettagli

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE Con il termine fascite s intende l infiammazione di una fascia anatomica, nel caso specifico della fascite plantare si fa riferimento ad un processo infiammatorio

Dettagli

Corso avanzato di massaggio antistress

Corso avanzato di massaggio antistress Corso avanzato di massaggio antistress Massaggio parte anteriore del corpo, delle mani e del viso 21 novembre 2009 www.cmosteopatica.it Massaggio parte anteriore, Pagina 1 Massaggio parte anteriore Il

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITÀ FISICA ADATTATA PER SINDROMI ALGICHE DA IPOMOBILITÀ

PROGRAMMA DI ATTIVITÀ FISICA ADATTATA PER SINDROMI ALGICHE DA IPOMOBILITÀ PROGRAMMA DI ATTIVITÀ FISICA ADATTATA PER SINDROMI ALGICHE DA IPOMOBILITÀ Sono definite Sindromi algiche da ipomobilità le condizioni di artrosi con disturbo algofunzionale e di altre artropatie non specificate

Dettagli

Guida Pratica dopo intervento di Chirurgia Senologica

Guida Pratica dopo intervento di Chirurgia Senologica Guida Pratica dopo intervento di Chirurgia Senologica Il Servizio di Riabilitazione Oncologica segue la paziente nel momento dell intervento e successivamente, durante le fasi di cura e di follow-up. A

Dettagli

Manuale di riabilitazione cardiologica

Manuale di riabilitazione cardiologica CARDIOLOGIA Manuale di riabilitazione cardiologica Divisione di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE S.p.A. Divisione di Riabilitazione Cardiologica Manuale di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE

Dettagli

Esercizi a domicilio dopo intervento di protesi totale di anca

Esercizi a domicilio dopo intervento di protesi totale di anca DIPARTIMENTO della RIABILITAZIONE e della DISABILITA Direttore: Dott.ssa Valeria LEONI S.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA Esercizi a domicilio dopo intervento di protesi totale di anca Si consiglia di

Dettagli

PILATES SUSPENSION TRAINING

PILATES SUSPENSION TRAINING Introduzione PILATES SUSPENSION TRAINING Il Pilates suspension training è un allenamento di rafforzamento globale della muscolatura finalizzato al miglioramento della capacità di movimento del corpo secondo

Dettagli

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA Esercizi per la scoliosi Medicina Fisica e Riabilitativa 2 Esercizi per la scoliosi 1) Supini;

Dettagli

Che cosa sono i coni vaginali? A che cosa servono i coni vaginali?

Che cosa sono i coni vaginali? A che cosa servono i coni vaginali? 9. I coni vaginali I coni vaginali sono stati ideati nel 1985 da Stanislov Plevnik come strumento di ausilio per valutare e rinforzare i muscoli del pavimento pelvico (perineo). Il pavimento pelvico forma,

Dettagli

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza.

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza. Complimenti, siete sulla linea di partenza. Qui inizia il vostro Zurich percorsovita «...» che avrete a vostra disposizione ogniqualvolta lo vorrete. Resistenza A voi la scelta! Troverete 15 stazioni con

Dettagli

CATALOGO DI ESERCIZI PER PAUSE IN MOVIMENTO. ESERCIZI PER STIMOLARE LA CONCENTRAZIONE

CATALOGO DI ESERCIZI PER PAUSE IN MOVIMENTO. ESERCIZI PER STIMOLARE LA CONCENTRAZIONE MOVING SCHOOL 21 PROGETTO LA SCUOLA IN MOVIMENTO CATALOGO DI ESERCIZI PER PAUSE IN MOVIMENTO. ESERCIZI PER STIMOLARE LA CONCENTRAZIONE Autore: Stephan Riegger, Berlinbewegt e.v., Moving School 21 1 Stimola

Dettagli

Il corretto posizionamento in sella (oltre alle misure.) di Giuseppe De Servi

Il corretto posizionamento in sella (oltre alle misure.) di Giuseppe De Servi Il corretto posizionamento in sella (oltre alle misure.) di Come già accennato in precedenza per avere un buon rendimento a livello di prestazione atletica e di comodità in sella è necessario assumere

Dettagli

esercizi per vivere meglio con la spondilite

esercizi per vivere meglio con la spondilite esercizi per vivere meglio con la spondilite e s e r c i z i per vivere meglio con la spondilite CONSIGLI GENERALI Gli esercizi di ginnastica che vi presentiamo in questo opuscolo hanno lo scopo di aiutarvi

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

ESERCIZI PER LA MOTRICITÀ FINE DELLA MANO a cura di Loredana Soldini (loredana.soldini@tiscali.it)

ESERCIZI PER LA MOTRICITÀ FINE DELLA MANO a cura di Loredana Soldini (loredana.soldini@tiscali.it) A.E.D. ESERCIZI PER LA MOTRICITÀ FINE DELLA MANO a cura di Loredana Soldini (loredana.soldini@tiscali.it) La mano con la sua capacità di opporre il pollice all indice e alle altre dita rappresenta una

Dettagli

Esercizi respiratori raccomandati ai pazienti BPCO

Esercizi respiratori raccomandati ai pazienti BPCO raccomandati ai pazienti BPCO Broncopnemopatia Cronica Ostruttiva per continuare il percorso riabilitativo a domicilio A.C.O. San Filippo Neri Presidio Ospedaliero Salus Infirmorum U.O.S.D. Riabilitazione

Dettagli

MIGLIORA LA TUA IMMAGINE CON LA POSTURA in 6 settimane!!

MIGLIORA LA TUA IMMAGINE CON LA POSTURA in 6 settimane!! MIGLIORA LA TUA IMMAGINE CON LA POSTURA in 6 settimane!! Ciao, in questa guida voglio insegnarti le basi essenziali per un corretto ALLUNGAMENTO MUSCOLARE, fornirti gl esercizi basilari per migliorare

Dettagli

ESERCIZI POSTURALI LOMBARI

ESERCIZI POSTURALI LOMBARI ESERCIZI POSTURALI LOMBARI Gli esercizi, suddivisi in quattro serie di difficoltà via via crescente, vengono eseguiti sotto la guida di un fisioterapista per un periodo medio di 4 settimane. Dopo tale

Dettagli

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA Introduzione: Per limitare i danni provocati alla colonna vertebrale durante l'attività sportiva e garantire una postura corretta nello sviluppo della stessa, è necessario

Dettagli

Stretching 1. Polmoni e Intestino Crasso

Stretching 1. Polmoni e Intestino Crasso Stretching 1 Polmoni e Intestino Crasso Elemento: Metallo mano biancastra come colorito della pelle, viso allungato con labbra a fessura, occhi chiari acquosi e tristi, spalle strette e gambe lunghe, andatura

Dettagli

Servizio di Fisioterapia

Servizio di Fisioterapia Servizio di Fisioterapia Esercizi di riabilitazione motoria dopo interventi chirurgici al seno A cura del Servizio di Fisioterapia Una Guida per i pazienti Our Booklets Istituto Europeo di Oncologia Via

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Francesco Albanese, 67 anni Ex titolare di una impresa edile Operato 5 anni fa di protesi alle ginocchia Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana. Per il bene della vostra salute Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana Per il bene della vostra salute Quante ore al giorno state seduti? Ogni quanto fate una pausa di movimento o di rilassamento? Avete una postazione di lavoro

Dettagli

Riabilitazione motoria dopo intervento di dissezione latero-cervicale

Riabilitazione motoria dopo intervento di dissezione latero-cervicale Riabilitazione motoria dopo intervento di dissezione latero-cervicale Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie

Dettagli

Tutte le misure ed i consigli di comportamento servono per tutelare la salute e prevenire danni fisici.

Tutte le misure ed i consigli di comportamento servono per tutelare la salute e prevenire danni fisici. Riassunto delle misure di prevenzione dell opuscolo sulla movimentazione manuale dei carichi della AUVA ( Heben und tragen ) Le immagini di questo documento provengono dall opuscolo in lingua tedesca Tutte

Dettagli

ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI

ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI BREVE ANATOMIA DEGLI ADDOMINALI La parete addominale è interamente rivestita da muscolatura la cui tonicità occupa importanza estetica e funzionale, garantendo la tenuta dei

Dettagli

Riabilitazione per stupor nervo facciale

Riabilitazione per stupor nervo facciale Riabilitazione per stupor nervo facciale Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da

Dettagli