CENTRALINO IP-PBX MANUALE DELL UTENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CENTRALINO IP-PBX MANUALE DELL UTENTE"

Transcript

1

2 CENTRALINO IP-PBX MANUALE DELL UTENTE

3 Edizione 2011 Copyright Il presente manuale è proprietà intellettuale di Hymera s.r.l. Tutti i diritti riservati. Per copiare, distribuire e/o modificare il presente documento, è necessario attenersi ai termini indicati nella licenza GFDL (GNU Free Documentation License), versione 1.2 o successive, pubblicata da Free Software Foundation senza sezioni non variabili, testo di copertina anteriore e testo di copertina posteriore. Per una copia della licenza GFDL, è possibile visitare il sito all'indirizzo (in lingua inglese). La massima attenzione è stata posta nella redazione del presente manuale. Non è possibile, tuttavia, escludere del tutto la presenza di indicazioni non corrette Hymera s.r.l. non si assume, pertanto, alcuna responsabilità giuridica e non risponde in ordine ad eventuali errori e alle rispettive conseguenze. Hymera s.r.l. si riserva, inoltre, il diritto di aggiornare il presente manuale modificandone il contenuto in qualsiasi momento senza alcun obbligo di preavviso. Hymera s.r.l. detiene i diritti di proprietà intellettuale relativi alla tecnologia incorporata nel prodotto descritto in questo documento. Hymera s.r.l. Via L. Einaudi, Riesi (CL) Italia Il centralino Hydra è un IP PBX basato su architettura Linux - Asterisk. Il team di sviluppo segue costantemente l evoluzione di Asterisk, procedendo all integrazione di aggiornamenti o nuove release, se ciò è ritenuto opportuno ai fini della funzionalità e dopo tutte le necessarie verifiche. Le parti di Hydra sviluppate autonomamente sono di proprietà di Hymera s.r.l. che ne detiene tutti i diritti. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Materiali di terze parti Asterisk è un marchio registrato di proprietà della Digium Inc. Tutti i marchi di fabbrica di terze parti appartengono ai rispettivi proprietari. Parti del presente manuale sono soggette a copyright 2011 Hymera Engineering s.r.l. Autori: Hymera Team Versione: II

4 Introduzione Lo scopo di questo manuale è quello di fornire agli utenti le indicazioni necessarie per la corretta amministrazione del centralino Hydra. Il manuale è suddiviso in capitoli e paragrafi in modo che essi vengano letti in sequenza: ciascuno di essi approfondisce infatti concetti affrontati nei capitoli precedenti. Ogni capitolo presenta, inoltre, esempi e soluzioni pratiche per una migliore comprensione delle modalità di configurazione dell apparato. Per una corretta gestione del centralino, si consiglia di leggere gli argomenti contenuti nel primo capitolo dove si potranno trovare utili cenni alla tecnologia VoIP, alle diverse implementazioni e ai protocolli di utilizzo. A una prima lettura è possibile tralasciare tale capitolo purchè si abbia già una certa familiarità con la tecnologia VoIP. Versioni aggiornate di questo documento possono essere scaricate all indirizzo Suggerimenti e segnalazioni possono essere comunicati a Convenzioni tipografiche Per agevolare la lettura di questo manuale sono state impiegate le seguenti convenzioni tipografiche: User Create New User: campi di testo, voci di menu, nomi di pulsanti. VoIP: nomi propri, marchi, protocolli. provider: sinonimi o termini tecnici. nomi di percorsi, indirizzi IP, domini, input utente. MAIUSC+INVIO: uno o più tasti da premere contemporaneamente. Ove si è ritenuto opportuno, accanto al termine in italiano è stato riportato il corrispondente termine inglese e viceversa, in modo che, in quello che segue, i due lemmi vengono usati senza distinzione. Manuale dell utente III

5 Indice 1 Cos'è il VoIP Tecnologia e Funzionamento del VoIP SIP (Session Initiation Protocol) Requisiti minimi per il VoIP VoIP in ambito Aziendale Vantaggi del VoIP Architettura IP-PBX/VOIP Cos'è Hydra Architettura Hydra Funzionalità di Hydra Amministrare Hydra Introduzione Problematiche riscontrabili Accesso al sistema Login del sistema System Status Logout del sistema Trunk Creazione di un trunk Outgoing Calling Rules Dial Plans Creazione di un dialplan Users Ring Group Music on Hold Call Queues Voice Menus Time Intervals Incoming Calling Rules Voic (casella vocale) IV

6 3.14 Paging/Intercom Conferencing Follow me: trasferimento di chiamata Directory Call Features Voic Groups Voice Menu Prompts System info Backup Options Hydra Logs Call Detail Records Active Channels File Editor Hydra CLI SIP Settings Glossario Manuale dell utente V

7 1 Cos'è il VoIP Il ruolo della tecnologia VoIP (Voice Over IP) è ormai divenuto di primaria importanza nello sviluppo delle telecomunicazioni non solo per la significativa riduzione in termini di costo delle comunicazioni vocali a lunga distanza, ma soprattutto nei vantaggi operativi e di semplificazione delle infrastrutture che esso comporta. Questa tecnologia è alla base di un sistema di comunicazione economico poichè permette di effettuare una conversazione telefonica utilizzando una connessione Internet o un altra rete LAN o WAN che utilizzi il protocollo IP anziché avvalersi della rete telefonica tradizionale (PSTN). Ciò consente uno sfruttamento più efficiente della linea dati integrando più tipologie di servizi sullo stesso mezzo con conseguente abbattimento dei costi. Come detto, le conversazioni VoIP non devono necessariamente viaggiare su internet ma possono anche utilizzare come mezzo trasmissivo una qualsiasi rete privata basata sul protocollo IP, per esempio una LAN all'interno di un edificio o di un gruppo di edifici. I protocolli usati per codificare e trasmettere le conversazioni VoIP sono solitamente denominati Voice Over IP protocols. 1.1 Tecnologia e Funzionamento del VoIP Per la trasmissione della voce il VoIP utilizza il metodo a commutazione di pacchetto. Immaginiamo una situazione in cui due utenti comunicano tra loro mediante due telefoni VoIP. Il parlato viene digitalizzato, cioé trasformato in una sequenza di bit che viene a sua volta suddivisa in piccole porzioni (pacchetti) via via inoltrati al destinatario tramite la rete di cui si dispone. Ogni pacchetto inviato segue un proprio percorso di rete per raggiungere l'utente all'altro capo del telefono. A destinazione l'apparecchio provvede a riordinare e riassemblare i pacchetti in modo da ricostruire la sequenza di bit orginale che verrà convertita in segnale audio giungendo finalmente all'orecchio dell'utente remoto. Il processo avviene ovviamente per entrambi gli utenti contemporaneamente e in modo del tutto trasparente. Questa tecnica ottimizza l'utilizzo della rete poichè permette a più utenti di condividere lo stesso canale di comunicazione in maniera radicamente differente dal metodo a commutazione di circuito. In quest'ultimo caso, infatti, il canale è dedicato cioè viene assegnato esclusivamente alle sole due stazioni, fino al termine della comunicazione. Manuale dell utente 1

8 1.2 SIP (Session Initiation Protocol) SIP è, ad oggi, il protocollo più utilizzato tra gli endpoint di un sistema VOIP. Sviluppato da IETF (Internet Engineering Task Force), l ente che gestisce i protocolli internet e progettato per collaborare con applicazioni esistenti, SIP è un protocollo dello strato applicazione della pila OSI che utilizza generalmente la porta 5060 e protocollo di trasporto UDP. Si occupa solamente della segnalazione, cioè di stabilire, modificare e terminare sessioni multimediali (come le chiamate VoIP); non specifica invece il trasporto vero e proprio della comunicazone tra gli utenti (peer): a questo scopo sfrutta RTP (Figura 1.1). SIP rappresenta i numeri telefonici come URL secondo lo schema: Figura Architettura SIP. 1.3 Requisiti minimi per il VoIP Un utente che voglia avvalersi della tecnologia VoIP deve dotarsi di una connessione a banda larga (almeno ADSL) e di un router al quale sarà collegato l'apparecchio Hydra. I requisiti minimi sono una banda di almeno 128 Kbit/sec bidirezionali e una latenza corrispondente a 150 ms di round trip time. Se, infatti, la percentuale di banda per il traffico voce non è adeguata, può accadere che la qualità della voce degradi o la comunicazione si interrompa. A seconda del traffico da gestire è, dunque, consigliato 2

9 predisporre una banda più consistente. Per un servizio accettabile, un ADSL standard (1.2Mbps download e 256Kbps upload) può comunque essere sufficiente. 1.4 VoIP in ambito Aziendale A tutt oggi, a differenza dell ambito domestico, numerosi utenti business dispongono di installazioni di reti VoIP utilizzando sempre più spesso la telefonia IP per implementare comunicazioni telefoniche fra sedi differenti. Considerando, inoltre, l integrazione con la tecnologia Wi-Fi, si comprende l'interesse di importanti realtà aziendali che mirano a realizzare una rete convergente nei servizi, permettendo al personale di comunicare agevolmente sia attraverso il telefono dell'ufficio, che dal proprio pc, portatile o dispositivo smartphone con la sola condizione di disporre di un client VoIP. 1.5 Vantaggi del VoIP Il motivo del crescente interesse che questa tecnologia sta suscitando si spiega con gli importanti vantaggi che la sua adozione consente di ottenere rispetto alla telefonia tradizionale: Azzeramento totale dei costi telefonici tra sedi aziendali attraverso la soluzione Intranet.. Eliminazione del canone del fornitore del servizio di telefonia. Chiamate a costo zero tra utenti VoIP e a costi convenienti con gli altri utenti. Possibilità di far convergere tutti i servizi multimediali voce, dati, audio, video su un unica rete. Integrazione con le tradizionali reti di comunicazione (ISDN, PSTN). Possibilità di cambiare operatore mantenendo lo stesso numero telefonico. 1.6 Architettura IP-PBX/VOIP L'architettura telefonica di un sistema IP-PBX/VoIP (Figura 1.2), comprende: uno o più terminali SIP (telefoni VoIP). un centralino IP-PBX: il funzionamento è simile ad un proxy server. I client SIP per effettuare una chiamata, si interfacciano al centralino chiedono di stabilire una connessione. Il centralino, al suo interno, possiede una directory configurata Manuale dell utente 3

10 centenente la lista degli utenti con i corrispondenti indirizzi SIP. Ciò permetterà di collegare una chiamata interna oppure di reindirizzare una chiamata esterna sia attraverso il gateway VoIP sia tramite un service provider VoIP. un gateway VoIP: opzionale, rappresenta la soluzione più semplice per estendere il centralino in modo da trasformare una linea analogica o ISDN in linea VoIP e viceversa. In tal modo aree ed uffici anche geograficamente distanti possono essere connessi al vostro centralino analogico, come se fossero utenti interni, evitando quindi di pagare costi telefonici per comunicare con le sedi remote. Figura Architettura IP-PBX/VoIP. 2 Cos'è Hydra Hydra è un centralino di nuova generazione realizzato in Italia e progettato per gestire appieno le comunicazioni VoIP e interfacciarsi eventualmente con linee PSTN (rete telefonica tradizionale). A differenza di un centralino tradizionale, le chiamate sono instradate mediante pacchetti 4

11 dati attraverso una comune rete LAN o WAN piuttosto che sulla linea telefonica tradizionale. Esso sostituisce il PBX tradizionale garantendo la compatibilità con la telefonia di vecchia generazione ed aggiungendo caratteristiche e servizi di un sistema informatico. Hydra è stato progettato per soddisfare in maniera economica e efficiente le esigenze di comunicazione di qualsiasi azienda. In Figura 2.1 è presentato un esempio di possibile architettura di rete con tre distinte sedi situate in città diverse. L'installazione di un solo centralino Hydra presso una delle tre sedi permette di instaurare e gestire in modo centralizzato le comunicazioni tra le tre sedi stesse. Un dipendente che lavora a Milano potrà comunicare con un collega di Palermo semplicemente componendo il numero dell'interno (come se questi si trovasse nell'ufficio accanto), senza ulteriori costi per l'azienda oltre quello che ha già speso per la realizzazione della propria rete LAN e la connessione ad Internet. I telefoni IP sono costantemente collegati al centralino aziendale utilizzando la rete locale e la connessione internet per le comunicazioni verso l'esterno. È appena il caso di far notare che in caso di mancanza di corrente elettrica il sistema ovviamente cessa di funzionare; a seconda delle applicazioni può, quindi, risultare opportuno ricorrere a un adeguato gruppo di continuità. Figura Possibile esempio di architettura Hydra. Manuale dell utente 5

12 2.1 Architettura Hydra Secondo un approccio down-top, Hydra si compone di uno switching core che si occupa delle interconnessioni PBX ove si possono individuare quattro entità funzionali distinte: PBX switching: il nocciolo del sistema, permette di commutare il traffico telefonico in arrivo dai terminali interni, cioè quelli direttamente connessi al centralino per mezzo della rete locale. Application launcher: consente l'esecuzione delle applicazioni (es: voic , conferencing etc...); Codec translator: espleta funzioni di codifica/decodifica dei diversi formati audio compressi, che possono essere concordati tra i client anche rispetto ai parametri quali banda impiegata e qualità audio; Scheduler e I/O manager: gestisce le attività di schedulazione a basso livello per permettere una buona adattabilità a diversi carichi di lavoro. 2.2 Funzionalità di Hydra Hydra offre numerose funzionalità non riscontrabili nei centralini tradizionali e utili sia per l utenza privata che aziendale. Ecco alcuni esempi: Caselle vocali personalizzate e illimitate. Voice mail e integrazione (servizi di posta elettronica). Segreteria telefonica. Risponditore automatico multilivello programmabile (IVR). Piano di chiamata completo su più sedi. Modalità di risposta differenziate. Instradamento automatizzato delle chiamate. Reportistica e registrazione delle chiamate. Gestione delle chiamate in attesa. Supporto del CallerID (identificativo del chiamante) anche sulle chiamate in attesa. Interfaccia web per funzioni utente. Possibilità di abbinare un firewall. Annunci vocali personalizzati. 6

13 Funzioni giorno, notte, festivi e pausa personalizzabili. Servizi di autenticazione, password e codici di sicurezza. Funzionalità complete del VoIP. 3 Amministrare Hydra Sarà mostrato come gestire e personalizzare in maniera completa l'apparato Hydra secondo le preferenze funzionali dell'utente. 3.1 Introduzione Prima di procedere alla descrizione della procedura di configurazione del centralino, ai fini di completo e corretta impostazione delle chiamate entranti e uscenti, è necessario predisporre un'account SIP presso un provider VoIP, ad esempio EuteliaVoIP, DigiTel Italia, Messagenet ecc., in maniera da consentire l'accesso ai servizi VoIP offerti dall'operatore stesso. In sostanza serve l'attribuzione di un numero telefonico geografico, riferimento necessario per ricevere le telefonate e l'acquisto di traffico prepagato per eseguire chiamate verso linea fissa o mobile. Effettuando la registrazione presso un operatore, vi saranno assegnati questi parametri (oltre al numero telefonico con prefisso della località che avete scelto): Numero geografico assegnato: xxxxxxxxxx Username VoIP: 655xxxxxxx Password: secret SIP Proxy: sip.provider.it A fini esemplificativi, si consideri il caso di una chiamata eseguita attraverso Hydra, da un client SIP ad un numero su rete fissa, attraverso l'operatore EuteliaVoIP: il client SIP chiede a Hydra di chiamare quel numero su rete fissa, per esempio XXX Hydra contatta il provider VoIP indicandogli di voler chiamare quel numero il provider contatta quel numero su rete fissa, il telefono squilla, il segnale viene passato a Hydra, che a sua volta lo invia al client SIP. Il mittente riscontra la chiamata perché ascolta lo squillo. quando il destinatario risponde, Hydra invierà al client SIP la voce del Manuale dell utente 7

14 destinatario che riceve la chiamata su un apparecchio connesso alla linea telefonica tradizionale, e viceversa la voce dal client SIP verrà inviata al destinatario Problematiche riscontrabili Se nella vostra rete locale o aziendale è presente un sistema firewall, alcune porte devono essere abilitate a Hydra per consentirgli di comunicare verso l'operatore VoIP. Ad esempio, nel caso di utilizzo del provider EuteliaVoIP le porte sono quelle elencate nella Figura 3.1. Porta e numero Servizio UDP 3478 UDP 5060 UDP 8000 UDP 8001 STUN SIP RTP RTCP Figura Apertura delle porte in presenza di Firewall verso l'operatore EuteliaVoIP. 3.2 Accesso al sistema Sarà mostrato l ambiente grafico di Hydra, approfondendo alcuni aspetti di base necessari per iniziare a utilizzare il centralino Login del sistema Il centralino Hydra ha un'interfaccia di gestione mediante web browser che consente una facile configurazione e amministrazione del sistema telefonico VoIP. Ogni utente con un minimo di esperienza nel campo ITC può configurare in maniera veloce l'apparato. Il dispositivo Hydra è impostato con un indirizzo IP preimpostato di fabbrica che è Per il primo avvio è necessario connettersi via LAN all'apparato da qualsiasi PC a cui si è preventivamente assegnato un indirizzo IP coerente, aprire un 8

15 browser (Internet Explorer, Firefox, IE ecc...) e digitare l'url: :8088/asterisk/static/config/index.html Sarà mostrata una finestra di login per l'utente amministratore (Figura 3.2). Figura Finestra di login dell'apparato Hydra. Per effettuare il login, procedere come segue: Nel campo Username inserire admin. Nel campo Password inserire hymera. Cliccare sul pulsante Login (Figura 3.3). Nota: il sistema distingue tra lettere maiuscole e minuscole. Figura Inserire le credenziali per accedere al sistema. Una volta effettuato il login, apparirà l interfaccia di amministrazione del sistema facile da utilizzare e che consente di configurare rapidamente tutti gli aspetti del centralino (Figura 3.4). Manuale dell utente 9

16 Figura Grafica di Hydra System Status La prima voce sul menu di navigazione a sinistra della schermata è System Status. Tale funzione sintetizza lo stato del centralino in tre aree: il menu di navigazione a sinistra, per accedere rapidamente alla selezione dei singoli servizi e funzioni offerte dal centralino (Figura 3.5). il riquadro centrale ove è possibile visualizzare: Trunks (fasci): rappresentano le linee di uscita (connessioni ai provider VoIP) configurate e attive, aventi la funzione di collegare gli apparati interni alla rete locale con il mondo esterno. In pratica servono a stabilire una connessione virtuale tra due o più terminali in modo che possa instaurarsi la comunicazione. Extensions (estensioni): gli interni configurati e attivi. Queues (code di chiamata): è possibile, ad esempio, gestire le chiamate entranti in modo che, all arrivo vengano aggiunte tutte ad una coda unica e smistarle in seguito verso un interno disponibile, oppure ad un gruppo di interni sulla base di priorità predefinite. 10

17 DESCRIZIONE FUNZIONI System Status Stato del centralino Trunks Linee del centralino Outgoing Calling Rules Regole per la gestione delle chiamate in uscita Dial Plans Set di regole di chiamata da assegnare ad uno o più utenti Users Utenti del centralino Ring Groups Gruppi di chiamate Music On Hold Gestione delle melodie di attesa Call Queues Gestione delle code di chiamate Voice Menus Gestione dei menu vocali Time Intervals Intervalli di tempo utilizzati per il routing delle chiamate Incoming Calling Rules Regole per la gestione delle chiamate in entrata Voic Impostazioni generali per la segreteria telefonica Paging/Intercom Annuncio generale ad un gruppo di telefoni con altoparlante Conferencing Chiamate con più partecipanti Follow Me Trasferimento di chiamate Directory Gestione della rubrica Call Features Gestione delle chiamate in attesa Voic Groups Impostazioni per la segreteria telefonica di gruppo Voice Menu Prompts Registrare nuove voci di menu System Info Info sullo stato del sistema Backup Gestione dei backup della configurazione del sistema Options Impostazioni di amministrazione Hydra Logs Visualizzare messaggi di logs Figura Menu di navigazione del centralino Hydra Logout del sistema Per terminare di operare con l'interfaccia web dell'apparato Hydra, cliccare sul pulsante Logout presente in alto a destra della pagina; apparirà una finestra che richiederà la conferma (Figura 3.6). Figura 3.6- Cliccare il pulsante OK per eseguire il logout. Manuale dell utente 11

18 3.3 Trunk Affrontiamo la configurazione del centralino Hydra mostrando come configurare uno o più numeri telefonici VoIP all'interno della rete in maniera da poter effettuare chiamate in uscita e riceverne in ingresso. La premessa necessaria è, come anticipato, quella essere in possesso della numerazione telefonica VoIP fornita dal VoIP provider Creazione di un trunk Per creare un trunk, dal menu di navigazione, cliccare su Trunks VoIP Trunks Create New SIP/IAX Trunk e compilare le varie sezioni (Figura 3.7). Type: inserire il protocollo utilizzato dal provider VoIP di riferimento (solitamente il protocollo SIP). Context Naming: selezione del contesto da eseguire; si può lasciare l opzione di default. Provider Name: inserire il numero telefonico geografico che vi è stato assegnato (nell'esempio EuteliaVoIP). Hostname: inserire il dominio dell'operatore VoIP (nell'esempio voip.eutelia.it). Username: inserire l identificatore dell'utente (username, fornito dall operatore). Password: inserire il codice segreto (fornito dall operatore). Figura Inserire i parametri per la creazione di un trunk. Premere il tasto Salva per salvare quanto fatto, Cancel per annullare. La Figura 3.8 riporta un possibile esempio di configurazione dei canali trunks utilizzando Eutelia come operatore (carrier) VoIP. 12

19 Figura Tabella amministrativa contenente i trunk Come si vede, si ha la possibilità di modificare (Figura 3.9) o eliminare ogni canale SIP configurato. È necessario prestare molta attenzione: qualsiasi modifica o eliminazione di un solo record della tabella potrebbe compromettere l'utilizzo o il corretto funzionamento del centralino. Figura Modifica dei campi per il trunk Outgoing Calling Rules Questa funzionalità permette di inserire delle regole d uscita cioé di disciplinare i terminali all uso delle risorse interne e gli instradamenti delle chiamate in uscita dal centralino dirette a utenti esterni. Per aggiungere una regola cliccare su Outgoing Calling Rules New Calling Rule, Manuale dell utente 13

20 apparirà una finestra con alcuni campi da riempire (Figura 3.10): Figura Inserire una regola di uscita. Calling Rule Name: indica un nome per la regola per le chiamate in uscita (es: Locali, Nazionali, Internazionali); Pattern: si riferisce a quanto digitato dall'utente mediante la tastiera telefonica. Il formato viene espresso mediante la seguente sintassi: X una qualunque cifra da 0 a 9 Z una qualunque cifra da 1 a 9 N una qualunque cifra da 2 a 9 [ ] autorizza le cifre 1,2,3,5,6,7,8,9;. una o più cifre; esclude il prefisso, ossia le cifre che lo precedono. Ad esempio: X. consente agli interni di poter chiamare qualunque numero esterno. 14

21 Send to Local Destination: consente di creare una regola di uscita per una destinazione locale. In tal caso selezionare dal menu a tendina il terminale interno (Figura 3.11). Figura Inserire una regola per una chiamata interna. Send this call through trunk: selezionare dal menu a tendina il trunk (linea di uscita) attraverso cui instradare la chiamata in uscita. Use FailOver Trunk: permette di specificare un secondo trunk alternativo al primo. Tale linea verrà utilizzata ad esempio quando quella primaria è occupata o non attiva ecc (Figura 3.12). Manuale dell utente 15

22 Figura Inserire una regola per la chiamata in uscita. Una volta terminato l inserimento dei parametri, premere il tasto Salva per salvare la regola, altrimenti il tasto Cancel per annullare la procedura. 3.5 Dial Plans Il dialplan, gestisce la logica operativa di Hydra, cioè l'insieme di regole applicate al centralino in risposta agli eventi telefonici (sia entranti che uscenti). In pratica si definisce il comportamento di tutte le connessioni che attraversano il centralino, cioè come questo deve operare quando riceve una chiamata oppure quando un utente compone un numero. Si può, ad esempio, pensare ad una regola denominata DialPlan1 che consente ad un gruppo di utenti, sia le chiamate locali che le chiamate verso la numerazione pubblica. Oppure, un'altra regola, ad es. DialPlan2, che consente di limitare ad altri utenti il traffico alle sole chiamate locali ecc. (Figura 3.13 e Figura 3.14) Creazione di un dialplan Per creare un dialplan cliccare su: Dial Plans New DialPlan, sarà mostrata una finestra (Figura 3.13) ove inserire: 16

23 Outgoing Calling Rules: una volta creata la Calling Rule (par. 3.4) per consentire chiamate verso la numerazione pubblica, impostare la linea di uscita nell'esempio identificata dal numero , mediante un segno di spunta. Local Contexts: il sistema suggerisce automaticamente una serie di estensioni. Togliere il segno di spunta sulle estensioni che non si vogliono includere per questa dialplan. Nell'esempio, tra le altre, sono abilitate le parkedcalls, conferences, queues, ringgroups le cui funzionalità e configurazioni saranno esposte nei paragrafi successivi. Figura Pannello di creazione della DialPlan. A titolo esemplificativo, in Figura 3.14 è mostrata la tabella delle regole di chiamata (dialplans) configurate nel sistema secondo l esigenza aziendale. Dal primo campo Default, è presente un segno di spunta sulla DialPlan1 per far in modo che, per ogni nuovo interno (utente), se non si seleziona una specifica dialplan dal menu a tendina (come sarà illustrato nel prossimo capitolo), il sistema assegnerà a detto utente la DialPlan1. Figura Esempi di dialplans configurate nel sistema. 3.6 Users Cliccando su User Create New User è possibile aggiungere nuovi interni (utenti). Sarà mostrata una finestra (Figura 3.15) ove inserire i parametri di configurazione: Manuale dell utente 17

24 18 Extension: inserire il numero dell'interno. Il sistema suggerisce automaticamente un numero predefinito. CallerID Name: inserire la stringa identificativa dell'interno (opzionale). Si tratta, in pratica, di un identificatore che apparirà sul display del telefono chiamato. Ad esempio, Pippo_Cell. DialPlan: selezionare dal menu a tendina la dialplan che si desidera attribuire a questo utente, eventualmente anche quella predefinita (Default). CallerID Number: inserire il numero di interno. Si tratta, in pratica, del numero che appare sul display del telefono chiamato. In genere, tale numero si sceglie uguale a quello riportato nel campo Extension. Nell'esempio di Figura 3.15, viene creato l'utente corrispondente al numero Da un qualunque altro interno, digitando tale numero squillerà il telefono interessato. Enable Voic for this User: abilita/disabilita la segreteria telefonica per l interno in questione. Se attiva, è possibile impostare: - Voic Access PIN code: password per accedere alla segreteria; deve essere una sequenza di cifre (0-9). - Address: l'indirizzo di posta elettronica a cui sarà notificata la presenza di messaggi in segreteria. Technology: impostare attraverso un segno di spunta il protocollo di comunicazione utilizzato dall'apparecchio dell'utente (SIP, IAX). - Codec Preference: Scelta dell'algoritmo di codifica del parlato. Sono disponibili GSM, ALAW, ULAW, H.263, H.263p, ILBC, G.729, G.723. Codec suggeriti (default): First: u-law Second: a-law, Third: GSM, Fourth: H.263, Fifth: H.263p. VoIP Settings: - Inserire il MAC Address dell'apparecchio (opzionale). - Line Number, Line Keys. - SIP/IAX Password: inserire la password per l'account utente SIP/IAX. - NAT: se l'estensione si trova dietro un infrastruttura di rete sottoposta a routing NAT apporre un segno di spunta. Other Options: - In Directory: apporre un segno di spunta su questa opzione per inserire l'utente nella rubrica telefonica. - Is Agent: In Hydra è possibile qualificare un utente, cioè un numero di

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese SOHO IP-PBX - NE 1 NE Oggi, per competere, anche le piccole imprese devono dotarsi di sistemi di telecomunicazione evoluti, che riducano i costi telefonici, accrescano produttività e qualità del servizio.

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli