Glossario della Finanza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Glossario della Finanza"

Transcript

1 A ABI Acronimo di Associazione Bancaria Italiana. Organismo di categoria delle aziende di credito operante dal 12 settembre ACCUMULAZIONE La prima fase di un mercato visto in rialzo. Gli investitori, specialmente quelli professionali cominciano ad acquistare azioni da venditori che hanno una visione negativa sull'andamento del mercato. Questa fase è generalmente accompagnata da volume moderato ma in crescita. ACQUISIZIONE STRATEGICA ADSL ABSOLUTE RETURN AFTERMARKET AFTERMARKET PERFORMANCE AGGIOTAGGIO ALERT ALFA ALL OR NONE Operazione generalmente non concorrenziale in cui la società acquirente ha un buon motivo commerciale per la fusione, come ad esempio l'espansione della capacità produttiva. Acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line. Tecnologia di trasmissione a banda larga che sfrutta il cavo di rame del doppino telefonico. Consente l'utilizzo di due linee contemporaneamente: mentre si telefona è possibile collegarsi ad Internet. Per scaricare i dati in uscita da Internet la velocità di trasmissione varia da 1 a 6 MEGABIT (MB) al secondo; mentre per inviare dati la velocità di trasmissione si attesta sui 64 KILOBIT (KB) al secondo. Si tratta di un espressione comunemente usata per caratterizzare politiche di investimento aventi come obiettivo un rendimento comunque positivo, indipendente dall'andamento del mercato di riferimento e da qualsiasi benchmark. Compravendita di titoli azionari di una Ipo nel mercato secondario. Apprezzamento o deprezzamento di una Ipo nel mercato secondario rispetto al prezzo di collocamento usato come benchmark. Operazione con la quale si provoca artificiosamente un rialzo o un ribasso dei prezzi di una attività finanziaria con l'introduzione sul mercato di notizie false e tendenziose. Servizio per il monitoraggio dei titoli. A seconda delle informazioni immesse si possono tenere sotto controllo particolari condizioni di mercato, il prezzo massimo e minimo che si è disposti ad accettare, l andamento di un titolo. Gli alert possono essere comunicati tramite , fax e SMS, che svincola l utente dalla necessità di essere costantemente online. Coefficiente che rappresenta la componente di rendimento di un titolo direttamente legato allo stesso, e indipendente dal mercato. Alfa indica quindi il rendimento che può essere ottenuto da un titolo nel caso in cui il rendimento di mercato sia nullo. Operazione di Ipo che può essere cancellata dal lead manager qualora non sia completamente sottoscritta in un periodo di tempo dichiarato. La maggior parte delle Ipo sono "all or none" ("tutto o niente"). ALL OR NOTHING Ordine eseguito solo qualora vengano rispettati i parametri di

2 (AON) ALLOCATION AMERICAN DEPOSITARY RECEIPT (ADR) AMERICANO (STILE) AMEX ANALISI DEGLI SCENARI ANALISI DEL MERCATO ANALISI FONDAMENTALE ANALISI QUALITATIVA ANALISI QUANTITATIVA quantità fissati, in caso contrario viene cancellato ( fill or kill ). Quantitativo di azioni consegnato da un underwriter ad un investitore in una Ipo. Generalmente i titoli consegnati ai richiedenti sono significativamente minori dei titoli richiesti Le società non statunitensi che desiderano quotarsi negli Stati Uniti devono conformarsi alla regolamentazione della SEC. Tali titoli sono chiamati 'receipt' perché rappresentano un certo ammontare di azioni della società emittente. Caratteristica di un covered warrant che può essere esercitato in qualsiasi giorno fino alla data di scadenza. Acronimo di American Stock Exchange. Una delle due principali Borse degli Stati Uniti, l'altra è il New York Stock Exchange (NYSE). Generalmente i titoli quotati all'amex non sono quotati al NYSE. Metodo di analisi e previsione economica a medio e lungo periodo, qualitativa e quantitativa, che consiste nell'ipotizzare una serie di possibili alternative future per un gruppo di variabili economiche o finanziarie, attribuire una probabilità a ciascuna di esse e infine trarre conclusioni previsive dall'insieme delle informazioni raccolte. Esame effettuato da analisti specializzati sulle caratteristiche presenti e future di una economia, di un settore economico o di una società. Lo scopo principale è in genere quello di individuare le migliori opportunità di investimento, oppure il miglior modo di allocare le risorse disponibili. Analisi economica che si concentra sull'esame delle relazioni esistenti fra le principali grandezze macro e micro economiche, ai fini di un esame strutturale e previsionale delle stesse. Metodo di analisi dell'andamento e delle relazioni fra grandezze economiche che prende in considerazione soprattutto elementi che non possono essere direttamente o indirettamente misurati. Metodo di analisi economica che si concentra nell'individuazione di relazioni matematiche e statistiche fra grandezze economiche che siano misurabili per mezzo dei numeri. ANALISI TECNICA Metodo di analisi dei titoli o dei mercati finanziari che si concentra sulla storia passata di variabili come i prezzi dei titoli e i volumi di contrattazione. APERTURA ARBITRAGGIO ASK (LETTERA) Fase iniziale della seduta di negoziazione di Borsa, durante la quale un sistema telematico di contrattazione continua effettua la conclusione automatica dei contratti, ad un unico prezzo e mediante abbinamento di proposte di segno contrario. Acquisto di un bene o di un'attività finanziaria e contestuale vendita su un altro mercato dove il prezzo è più alto. Dall'arbitraggio si ottiene un profitto in assenza di rischio, dato dalla differenza tra i prezzi che si determinano nei diversi mercati in cui uno stesso bene è quotato. Livello di prezzo a cui i venditori di un titolo sono disposti a vendere ai compratori. In italiano Lettera.

3 ASK PRICE ASP ASSET ASSET ALLOCATION ASSOGESTIONI Si veda: Prezzo Lettera Acronimo di Application Service Provider. Società che offre infrastrutture e servizi tecnologici a operatori in linea. Qualsiasi cosa si possa valutare ed esprimere in termini finanziari (macchine, investimenti, immobili, affari, eccetera). In italiano Attività. Processo in cui si definisce la filosofia a cui riferirsi nella scelta di investimento al fine di soddisfare al meglio i propri obbiettivi. Scelto il benchmark cui parametrarsi, si selezionano gli strumenti finanziari (strumenti del mercato monetario, titoli di stato, obbligazioni, azioni, fondi, gpm/gpf) e i singoli titoli con cui concretizzare la scelta di investimento. Associazione delle società di gestione che svolgono attività di gestione del risparmio. L'associazione, nata nel 1984, intende favorire condizioni di funzionalità e efficienza, sotto il profilo normativo e operativo, per l'attività di gestione del risparmio e per i mercati in cui esso si realizza. ASTA CONTINUA Gli operatori interagiscono facendo incontrare domanda e offerta nel mercato aperto (fase continua della seduta borsistica). ASTA COMPETITIVA Assegnazione dell'oggetto dell'asta al prezzo indicato da ciascun partecipante seguendo l'ordine decrescente dei prezzi dati dagli operatori fino a completare l'assegnazione. Utilizzata anche per il collocamento dei BOT e dei BTE. ASTA MARGINALE Assegnazione dell'oggetto dell'asta al prezzo meno elevato tra quelli indicati dai partecipanti aggiudicatari. Utilizzata anche per il collocamento dei BTP e dei CCT. Nella terminologia borsistica, gli operatori immettono ordini con indicazione di prezzo e quantità. Sono conclusi i contratti che soddisfano in numero e volume le maggiori condizioni di prezzo e quantità presenti nelle proposte (fase di preapertura della seduta borsistica). ATTIVITÁ FINANZIARIE Le attività economiche (diverse da quelle di produzione di beni e servizi) comprendenti i mezzi di pagamento, gli strumenti finanziari e le attività economiche aventi natura simile agli strumenti finanziari. ATTIVITÁ Le attività finanziarie sull'interno: attività monetarie, altri depositi FINANZIARIE DEI (non inclusi nella moneta), Buoni ordinari del Tesoro; titoli di RESIDENTI Stato a medio e lungo termine (incluse le vendite pronti contro ITALIANI termine), obbligazioni non incluse nelle attività monetarie, altre attività sull'interno detenute dai fondi comuni non monetari (incluse le azioni emesse da residenti in Italia), altre attività finanziarie. Non comprendono le azioni (con l'eccezione di quelle emesse da residenti in Italia e detenute dai fondi comuni non monetari). ATTIVITÁ LIQUIDE Le attività finanziarie di cui si può esigere la conversione immediata in moneta o la trasferibilità mediante assegno, ordine di pagamento, ecc. AT-THE-MONEY Condizione di un covered warrant con uno strike price uguale (o molto vicino) al livello del sottostante.

4 ATTIVITÁ SOTTOSTANTE AUMENTO DI CAPITALE AVANZO E DISAVANZO COMPLESSIVO (Stato e altri enti pubblici) AZIONE AZIONI ORDINARIE AZIONE DI RISPARMIO AZIONI PRIVILEGIATE Si veda: Sottostante. Offerta di titoli azionari di nuova emissione agli azionisti esistenti, in proporzione ai titoli posseduti. L'offerta avviene in genere ad un prezzo inferiore a quello di mercato del titolo e tramite l'intermediazione di una banca d'investimento che può garantire la sottoscrizione residuale di tutti quei titoli che non sono stati accettati dagli azionisti esistenti. Il risultato differenziale tra le operazioni di entrata e di spesa complessive. Esso emerge solo in sede di esecuzione o di gestione del bilancio (sia di competenza sia di cassa) e misura l'eccedenza (avanzo) o l'insufficienza (disavanzo) delle risorse acquisibili o acquisite rispetto agli impieghi effettuabili o effettuati (rispettivamente per le dotazioni di competenza e cassa). Rappresenta la frazione minima del capitale sociale di un impresa. Il possesso di azioni implica la partecipazione all attività della società e la riscossione di una parte dell utile della società (dividendi). Esistono diverse tipologie di azioni: ordinarie, di risparmio e privilegiate. Categoria di azioni che consente ai possessori di partecipare alle assemblee, di esercitare il diritto di voto e di percepire il dividendo nella misura stabilita dall'assemblea. Categoria di azioni che può essere emessa dalle sole società aventi azioni ordinarie quotate. Le azioni di risparmio si caratterizzano per il privilegio nella corresponsione del dividendo e sul capitale in caso di liquidazione della società mentre non hanno diritto di voto, se non per eleggere un rappresentante comune. Categoria di azioni che consente ai possessori di essere privilegiati nella corresponsione dei dividendi e nell'eventuale rimborso del capitale ma che non dà diritto di partecipazione alle assemblee.

5 B B2B B2C Business To Business. E-commerce tra imprese. Business To Consumer. E-commerce tra imprese e consumatori. BANCA CENTRALE Istituto che, per delega dello Stato, gestisce la circolazione monetaria e sovrintende alla disciplina tecnica del sistema bancario. BANCA DEPOSITARIA BANNER BASE BASIS BASIS POINT BASKET Banca presso la quale sono depositate fisicamente le somme investite dai risparmiatori. Quando facciamo qualsiasi investimento mobiliare, il denaro è versato su un conto corrente intestato alla società di gestione presso una banca depositaria. La banca depositaria ha anche compiti di controllo sulle operazione fatte dalle società di gestione: verifica la congruità delle operazioni effettuate rispetto al regolamento dell'investimento. Piccola immagine presente sulla pagina internet, contenente pubblicità e/o collegamenti ipertestuali. Si veda: Strike Price Differenza tra il prezzo del future, sul mercato a termine, ed il prezzo del contratto sottostante, sul mercato a pronti. Variazione dello 0,01% di un tasso di interesse. Per esempio, se i tassi salgono da 5,75% a 6%, si dice che il tasso è salito di 25 basis point. In italiano Punti Base. Si veda: Paniere. BEARISH MARKET Termine inglese (derivante da bear =orso) con il quale si indica un mercato con tendenza al ribasso. BEIGE BOOK BENCHMARK BENCHMARK (CW) BENE DI CONSUMO BENE DI INVESTIMENTO Rapporto sulle condizioni economiche pubblicato dalla Federal Reserve otto volte all'anno. Parametro oggettivo, spesso un indice, che rispecchia il profilo di investimento in termini di obiettivi e rischiosità e a cui fare riferimento per valutare la performance delle proprie scelte di investimento. Strumenti finanziari che replicano la performance di un indice di Borsa. Sono assimilabili a covered warrant call con strike price pari a zero e delta 100%, il cui valore cambia in misura proporzionale alla variazione dell indice di riferimento. A differenza dei covered warrant di tipo tradizionale, cosiddetti "plain vanilla", i Benchmark non risentono del trascorrere del tempo e di variazioni della volatilità implicita. Diversamente dall investimento diretto in azioni, i Benchmark non pagano dividendi e sono per questo motivo generalmente trattati a sconto rispetto al valore dell indice stesso. I prodotti di questa tipologia emessi da Citibank prendono il nome di Cititrak. Si veda anche: Segmento covered warrant Il bene impiegato per soddisfare direttamente i bisogni umani. Il bene utilizzato per la produzione di altri beni (macchine, mezzi di trasporto, ecc.), destinato ad essere utilizzato per un periodo

6 BENE INTERMEDIO BENEFICIARIO BETA BID (DENARO) superiore ad un anno. Il bene incorporato nella produzione di altri beni. In un contratto di assicurazione è colui che beneficia della prestazione offerta dalla compagnia di assicurazione. Coefficiente che rappresenta il legame esistente tra i rendimenti ottenibili dal titolo in oggetto e quelli che derivano dal mercato. Se Beta risulta maggiore di 1 amplifica i movimenti del mercato (titolo aggressivo), li attenua se è minore di 1 (titolo difensivo). Livello di prezzo a cui i compratori di un titolo sono disposti ad acquistare dai venditori. In italiano Denaro. BID-ASK SPREAD Termine inglese che indica "scarto" e normalmente rappresenta la differenza che tra la miglior proposta in vendita e la miglior proposta in acquisto presenti nelle contrattazioni di un titolo. La differenza tra bid e ask price non può superare determinati livelli fissati dall'autorità di mercato. BID PRICE BILANCIA DEI PAGAMENTI BILANCIO BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE (Stato e altri enti pubblici) BILANCIO CONSOLIDATO BILANCIO CONSUNTIVO (Stato e altri enti pubblici) Si veda: Prezzo Denaro Lo schema contabile che registra le transazioni economiche intervenute in un dato periodo fra i residenti e i non residenti di un'economia. Per residente di un'economia si intende ogni persona fisica e giuridica il cui centro di interessi economici risieda, su base non temporanea, in quella economia. Le transazioni economiche consistono nel passaggio di proprietà di risorse sia reali (beni, servizi, redditi), sia finanziarie: in questo ultimo caso esse danno luogo ad una variazione delle attività o passività finanziarie dei residenti verso l'estero. Documento contabile redatto annualmente dagli amministratori che riporta tutte le attività e le passività relative all'impresa, rappresenta la consistenza patrimoniale della società al termine di ogni esercizio e indica i relativi utili e perdite. Il bilancio finanziario che registra in termini previsionali le operazioni di entrata e di uscita monetarie nelle quali si estrinseca l'attività gestionale del soggetto pubblico (Stato ed altri enti pubblici). I bilanci di tutti gli enti pubblici sono stati uniformati con riferimento sia alla struttura, sia al sistema di registrazione delle operazioni. In relazione a questo ultimo aspetto, le operazioni di acquisizione delle entrate e di esecuzione delle spese vengono previste nel Bilancio: sia nella fase di diritto, vale a dire dell'accertamento e dell'impegno (Bilancio di competenza); sia nella fase di fatto, vale a dire dell'incasso e del pagamento (Bilancio di cassa). Bilancio in cui vengono indicate attività, passività e mezzi propri della società capogruppo, che lo redige, e delle società da essa controllate. Il rendiconto finanziario che comprende i risultati della gestione di bilancio del soggetto pubblico (Stato ed altri enti pubblici), per le entrate (accertate, riscosse e residui attivi) e per le spese (impegnate, pagate e residui passivi), distintamente per titoli,

7 BIT BINOMIALE, modello BLACK & SCHOLES, modello di BLOCCO BLOW OFF BLUE CHIP BONUS SHARE BOOK BORSA ITALIANA SpA BOT BOTTOM UP BOUGHT DEAL BOVESPA categorie e capitoli Unità base della comunicazione informatica. Rappresenta un elemento binario. Modello matematico per determinare il valore teorico di una opzione americana. Formula matematica per determinare il valore teorico di una opzione europea, tenuto conto dei fattori che ne influenzano il prezzo: quotazione del sottostante, dividendi attesi, tasso di interesse privo di rischio, volatilità del sottostante, vita residua. Black & Scholes è uno dei primi e più noti modelli quantitativi di valutazione delle opzioni. Si veda anche: Binomiale Singola operazione di compravendita di azioni con controvalore superiore ad una determinata soglia stabilita dalla Borsa Spa. Il valore monetario del blocco varia da titolo a titolo in funzione della sua contrattazione media giornaliera. I blocchi possono essere scambiati fuori dalle normali contrattazioni di Borsa ad un prezzo concordato fra le parti e l'intermediario venditore ha l'obbligo di una tempestiva comunicazione al mercato riguardante l'operazione. In analisi tecnica è l'azione "esplosiva" di un prezzo verso l'alto. Nome attribuito ai titoli relativi alle società ad alta capitalizzazione, che dimostrano un buon andamento degli utili e prezzi stabili. Con il termine bonus share ci si riferisce all'assegnazione gratuita di azioni in circostanze particolari o predeterminate. Spesso infatti il prospetto informativo di società in fase di privatizzazione e Ipo segnalava la possibilità di bonus share seguendo modalità e tempi prestabiliti. Prospetto relativo al titolo e che riporta sia la migliore domanda (ask), sia la migliore offerta (bid). I book migliori sono quelli che offrono più livelli come per esempio il book a 5 livelli, che presenta i migliori 5 prezzi e le relative quantità. Società costituita SpA nel 1998 (prima si chiamava Consiglio di Borsa) la cui attività è l organizzazione e la gestione del mercato azionario italiano. Buono Ordinario del Tesoro, titolo a breve termine emesso dal Tesoro per provvedere al fabbisogno statale. E' un titolo senza cedole emesso sotto la pari, cioè al di sotto del valore nominale, e rimborsato al valore nominale. Stile di gestione specializzato nella selezione di titoli di aziende prescelte indipendentemente dal settore di appartenenza, ma solo sulla base dei dati di bilancio. Si contrappone a top down. Clausola con la quale il lead manager si impegna ad acquistare l'intero ammontare di titoli offerti assumendosi in tal modo il rischio finanziario del collocamento presso il pubblico. Indice della Borsa di San Paolo in Brasile.

8 BRADY BONDS BREAK-EVEN PONIT (punto di pareggio) BREAKOUT BROKER Si tratta di obbligazioni emesse dai Governi del Paesi in Via di Sviluppo, e sono tra i titoli più liquidi emessi nei Paesi Emergenti. Si chiamano così in omaggio a Nicholas Brady, Segretario al Tesoro degli Stati Uniti, che si dedicò in modo particolare alla ristrutturazione del debito di tali Paesi. I movimenti dei prezzi di questi titoli fornisce preziose indicazioni sul sentiment del mercato sui Paesi che li hanno emessi. La maggior parte degli emittenti sono Paesi dell America Latina. Per approfondire l'argomento clicca qui Livello minimo che il sottostante deve raggiungere affinché l'investitore in covered warrant non subisca una perdita in caso di esercizio. Il break-even per un covered warrant call è uguale allo strike price più il prezzo del covered warrant diviso per il suo multiplo. Il break-even di un covered warrant put è invece uguale allo strike price meno il prezzo del covered warrant diviso per il suo multiplo. Superamento di una resistenza, solitamente si accompagna ad un elevato volume. Dopo un breakout può verificarsi un pullback. Persona fisica o giuridica che agisce per conto di un terzo. BROKER ONLINE Intermediario online che si occupa di gestire l acquisto e la vendita di strumenti finanziari. Rappresenta l esecutore materiale delle operazioni comunemente intese come trading online. BROWSER BTP Interfaccia che consente all'utente di vedere il materiale presente su una pagina Internet. Buono del Tesoro Pluriennale, titolo a medio lungo termine emesso dal tesoro al fine di finanziare il debito pubblico allungando nel contempo la scadenza media. E' un titolo di credito con rendimento a tasso fisso. BULLISH MARKET Termine inglese (derivante da bull =toro) con il quale si indica un mercato con tendenza al rialzo. BUND BUSINESS CONFIDENCE BUSINESS PLAN BUY BUY BACK BYTE Titoli di Stato a medio e a lungo termine emessi dal governo tedesco. Indice della fiducia degli investitori sulla futura evoluzione del ciclo economico. Viene elaborato sulla base di sondaggi di opinione alle imprese. In italiano Indice Congiunturale. Documento contenente la pianificazione dello sviluppo dell attività di una società. Segnale di acquisto. Operazione con la quale l'emittente di un titolo decide di riacquistare una determinata quantità del titolo stesso sul mercato. In italiano acquisto di azioni proprie. Raggruppa otto BIT e corrisponde ad un carattere, ovvero una lettera o uno spazio.

9 C CAC 40 CALL CANALE CAP LEVEL CAPITALE SOCIALE CAPITAL GAIN - CAPITAL LOSS CAPITALIZZAZIO NE DI MERCATO CARICAMENTI CARTOLARIZZAZI ONE CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI (CIG) CASH CASH FLOW CASH SETTLEMENT Indice della Borsa di Parigi. Comprende i 40 principali titoli per capitalizzazione e liquidità quotati. Tipologia di covered warrant che attribuisce al suo possessore il diritto ma non l obbligo di acquistare, entro (oppure a) una certa data, una determinata quantità del sottostante a un prezzo prefissato. Andamento dei prezzi che fa individuare due trendline parallele in un determinato periodo. Si può sviluppare un canale ascendente o un canale discendente rispettivamente a seconda che i massimi e minimi di reazione segnati siano crescenti o decrescenti. Profitto massimo che sarà possibile guadagnare con un determinato strumento derivato. Una opzione con un cap level prefissato è naturalmente meno costosa di una opzione che abbia le stesse caratteristiche ma senza cap. Somma totale versata dagli azionisti di una società per costituire la società stessa. Termini inglesi che indicano la differenza tra il valore di un titolo al momento dell acquisto e il valore alla vendita. Capital gain si riferisce ad un guadagno o plusvalenza, capital loss ad una perdita o minusvalenza. Valore di una società quotata ottenuto moltiplicando il prezzo di quotazione del titolo per il numero di azioni in circolazione della società. Per una Borsa nel suo complesso, la capitalizzazione è data dal totale dei titoli trattati per il rispettivo controvalore. Costi di una polizza assicurativa: normalmente sono espressi in termini di caricamenti medi per l'intera durata della polizza, in realtà la massima parte di questi caricamenti pesa sui primissimi premi di polizza. Termine con cui si indica la conversione di valori mobiliari simili (in inglese security) e non negoziabili, per esempio mutui o obbligazioni, in valori mobiliari che possono essere scambiati sul mercato. Il termine inglese è securitization. Lo strumento attraverso il quale lo Stato interviene a sostegno delle imprese che, a causa delle situazioni di crisi o difficoltà tipizzata dalla legge, sono costrette, momentaneamente, a contrarre o sospendere la propria attività. L'intervento consiste nell'erogazione gestita dall'inps di una indennità sostitutiva della retribuzione in favore dei dipendenti sospesi dal lavoro o sottoposti a riduzione di orario. Mercato in cui sono scambiate le merci sottostanti ai future e alle opzioni. Termine inglese che indica il flusso di cassa: il contante generato da un investimento o da un business relativo ad un determinato periodo di tempo a cui si sottrae l'esborso di cassa. Si veda: Regolamento a contanti

10 CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA CATEGORIE ASSOGESTIONI CERTIFICATI DI DEPOSITO (oltre il breve termine) CERTIFICATES CCT Società per azioni avente la funzione di garantire il buon fine e la compensazione dei contratti uniformi a termine e il buon fine della liquidazione attraverso stanza di compensazione dei contratti relativi ai titoli quotati in Borsa. In inglese Clearing House. Classificazione operata da Assogestioni sulla base dei valori mobiliari oggetto dell'investimento e dei settori e/o aree geografiche dove il fondo investe. I certificati non rimborsabili prima di 18 mesi. Covered warrant call, con strike price pari a zero, il cui sottostante è costituito da un paniere di titoli strutturato dallo stesso emittente. Si veda anche: Segmento covered warrant Certificato di Credito del Tesoro, titolo a medio lungo termine emesso dal tesoro al fine di finanziare il debito pubblico allungando nel contempo la scadenza media. E' un titolo di credito con rendimento a tasso variabile. CHANGE Differenza assoluta tra il prezzo di chiusura (settle) del giorno t-1 e quello del giorno t. CHART CHEAPEST TO DELIVER (CTD) CITITRAK Rappresentazione grafica dell'andamento dell'attività finanziaria in termini di prezzo e/o volume. In italiano Grafico. Titolo più economico secondo le valutazione dell'arbitraggista. Si veda: Benchmark CLEARING HOUSE Organo che presiede ogni mercato a termine. Rappresenta l'effettiva controparte del contratto per ogni partecipante al mercato. In italiano Cassa di Compensazione e Garanzia. CLUP CODICE ISIN COLLOCAMENTO COLLOCATORE CO-MANAGER COMIT GLOBALE Acronimo di Costo del Lavoro per Unità Prodotta. Rappresenta il costo totale (salari, stipendi e benefit) di un'unità del fattore produttivo lavoro per ogni unità di prodotto. La variazione del CLUP è quindi uguale alla variazione del costo unitario del lavoro meno la variazione della produttività. Si veda: ISIN Operazione attraverso la quale i titoli vengono posti in vendita sul mercato e acquistati dagli investitori. Istituzione o ente incaricato che sovrintende al collocamento delle azioni o delle quote di un fondo di investimento presso il pubblico dei risparmiatori. La maggior parte delle Ipo e delle offerte secondarie presentano più di un underwriter. E' chiamato lead-manager chi controlla l'offerta, i restanti underwriter sono detti co-manager. L indice considera tutti i titoli azionari italiani trattati nel mercato telematico della Borsa italiana: rappresenta la media ponderata dei prezzi dei singoli titoli del listino. Il peso assegnato a ciascun

11 COMMISSIONE COMMISSIONE DI GESTIONE COMMISSIONE DI PERFORMANCE titolo è rappresentato dal valore di capitalizzazione di borsa del titolo rispetto alla capitalizzazione di Borsa complessiva. L indice fornisce informazioni sul valore medio corrente dei prezzi dei titoli del mercato azionario italiano. L indice dà indicazioni sull andamento del valore di un ipotetico investimento effettuato azioni delle aziende considerate nell indice. Onere richiesto dall intermediario per l esecuzione di un operazione in titoli. Commissione applicata a titolo di compenso per l'attività di gestione dei valori mobiliari del fondo e rappresenta quella percentuale del patrimonio totale del fondo che la società di gestione trattiene. La commissione di gestione è normalmente più alta per i fondi azionari e più bassa per quelli obbligazionari. Questa commissione è calcolata e trattenuta quotidianamente dalla società di gestione, ed è direttamente applicata al valore quotidiano della quota del fondo. In questo senso la commissione di gestione non è un costo palese: i rendimenti del fondo calcolati sull'andamento della quota sono già comprensivi della stessa commissione di gestione. Dal punto di vista pratico questa commissione tende a ridurre il rendimento complessivo del fondo: infatti a parità di performance lorda di due fondi, quello con una commissione di gestione superiore sarà penalizzato ed avrà quindi un minore rendimento. Nel caso delle gestioni patrimoniali le commissioni di gestione, pur avendo lo stesso significato, sono normalmente calcolate su base trimestrale e sono palesemente espresse, quindi appaiono in modo più chiaro all'investitore. Commissione trattenuta dalla società di gestione in base esclusivamente ai risultati conseguiti dal fondo. La percentuale è solitamente commisurata all'incremento del valore della quota rispetto all'incremento di un parametro di riferimento. Questo parametro di riferimento può essere sia il benchmark, sia altri parametri come ad esempio l'inflazione. COMMISSIONE DI Commissione pagata dall'aderente a un fondo al momento della SOTTOSCRIZIONE sottoscrizione e in occasione dei versamenti successivi. Questa commissione varia da fondo a fondo e solitamente è più elevata per i fondi azionari. Generalmente, la commissione di ingresso rappresenta il maggior costo a carico del sottoscrittore ed è una tantum. COMMISSIONE DI SWITCH COMMISSIONE DI USCITA COMMISSIONE FISSA Commissione pagata dal partecipante a un fondo quando decide di cambiare tipo di fondo fra quelli proposti dalla medesima società di gestione. Commissione pagata dal sottoscrittore del fondo al momento del disinvestimento dal fondo e sulla somma disinvestita. Può essere fissa o variabile, ma non è prevista da tutti i fondi. Onere prestabilito dall intermediario che deve essere pagato per l esecuzione di un operazione, indipendentemente dal volume dell operazione.

12 COMMISSIONE MISTA COMMISSIONE PERCENTUALE COMPAGNIA DI ASSICURAZIONE COMPLETION CONFERMA CONGESTIONE CONSENSUS CONSOB CONSOLIDAMENT O DELLE PRESTAZIONI CONSUMER CONFIDENCE CONSUMI DELLE FAMIGLIE Onere prestabilito dall intermediario che comporta il pagamento di una parte del servizio con una commissione fissa alla quale si aggiunge una percentuale sul volume delle contrattazioni. Onere prestabilito dall intermediario calcolato in percentuale sul volume di operazioni svolte. La compagnia di assicurazione è una società per azioni che deve avere dei requisiti ben specifici di solidità patrimoniale. Una Ipo non è considerata conclusa finché non viene completato il suo complesso procedimento e tutte le negoziazioni sono dichiarate ufficiali. Ciò accade generalmente 5 giorni dopo la quotazione del titolo. Fino a tale momento l'ipo può essere cancellata e le transazioni annullate con la restituzione del denaro ai titolari. Nella teoria di Dow si ha un segnale di conferma quando l'indice dei titoli industriali e quello dei titoli dei trasporti hanno registrato nuovi massimi o minimi durante lo stesso rialzo o ribasso. Se uno degli indici stabilisce un nuovo massimo o minimo e l'altro non si muove allo stesso modo, si verifica una non-conferma o divergenza. Lo stesso vale per gli oscillatori. Per confermare un nuovo massimo o minimo nell'andamento di un titolo, anche l'oscillatore deve raggiungere un nuovo massimo o minimo. Il fallimento di una conferma si chiama divergenza e dovrebbe essere considerata come una prima indicazione di una potenziale inversione di tendenza. Andamento laterale dei prezzi, generalmente accompagnato da una diminuzione della volatilità, che può precedere un movimento forte sia rialzista sia ribassista. Esprime le previsioni sull'andamento delle principiali variabili finanziarie e dei risultati societari come media delle opinioni espresse dagli analisti dei principali Uffici Studi del mondo. Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. E' l'organo preposto alla vigilanza sul funzionamento dei mercati e sui comportamenti degli intermediari finanziari. Obbliga tutte le società che rivolgono la loro attività verso il pubblico ad osservare una serie di regole di trasparenza. Caratteristica di molte polizze vita a capitale: grazie a questa caratteristica tutti gli interessi maturati negli anni precedenti non possono essere in alcun modo intaccati. In altri il capitale maturato non è soggetto a riduzione. Indice della fiducia dei consumatori sulla futura evoluzione del ciclo economico. Viene elaborato sulla base di sondaggi di opinione ai consumatori. In italiano Indice Congiunturale. I beni e i servizi acquistati o autoconsumati dalle famiglie per il soddisfacimento dei propri bisogni. Rientrano i beni che provengono dal proprio orto o azienda agricola, i beni e i servizi forniti dal datore di lavoro ai dipendenti a titolo di salario, i fitti stimati delle abitazioni godute in proprietà. CONSUMI FINALI Rappresentano il valore dei beni e servizi impiegati per soddisfare

13 (Sistema europeo dei conti, SEC 95) CONSUMI INTERMEDI (Sistema europeo dei conti, SEC 95) CONTABILITA' NAZIONALE CONTI ECONOMICI NAZIONALE (Sistema europeo dei conti, SEC95) CONTO ECONOMICO (Imprese di assicurazione) (D.L. 26/05/97) CONTRAENTE CONTROASSICUR AZIONE CONTROVALORE CONVEXITY COOKIE direttamente i bisogni umani, siano essi individuali o collettivi. Sono utilizzati due concetti: la spesa per consumi finali e i consumi finali effettivi. La differenza fra i due concetti sta nel trattamento riservato ad alcuni beni e servizi che sono finanziati dalle amministrazioni pubbliche o dalle istituzioni senza scopo di lucro al servizio delle famiglie, ma che sono forniti alle famiglie come trasferimenti sociali in natura; questi beni sono compresi nel consumo effettivo delle famiglie, mentre sono esclusi dalla loro spesa finale. Il valore dei beni e dei servizi consumati quali input in un processo di produzione, escluso il capitale fisso il cui consumo è registrato come ammortamento. I beni e i servizi possono essere trasformati oppure esauriti nel processo produttivo. L'insieme di tutti i conti economici che descrivono l'attività economica di un Paese o di una circoscrizione territoriale. Essa ha per oggetto l'osservazione quantitativa e lo studio statistico del sistema economico o dei sub-sistemi che lo compongono a diversi livelli territoriali. I quadri sintetici delle relazioni economiche che si hanno tra le differenti unità economiche di una data comunità in un determinato periodo. Essi riportano, in un certo ordine, le cifre relative alla situazione economica del Paese, sulle risorse disponibili e sul loro uso, sul reddito che si è formato e sulle sue componenti, sul processo di accumulazione e sul suo finanziamento, sulle relazioni con il resto del mondo e su altri fenomeni. Il conto in cui sono raggruppate, a partire dal 1998, le seguenti voci: conto tecnico del ramo danni; conto tecnico del ramo vita, conto non tecnico. Colui che versa il premio ed è il titolare del contratto stesso. Garanzia aggiuntiva introdotta nelle polizze a capitale e/o rendita, grazie alla quale, qualora avvenga il decesso dell'assicurato prima del termine del contratto, l'intero ammontare del capitale versato dalla polizza sarà erogato ai beneficiari designati in polizza. Valore delle azioni moltiplicato per il numero di azioni acquistate o vendute. Il trading online esprime tutti i valori monetari in euro. Convexity (in italiano convessità) è una misura della volatilità delle obbligazioni e si riferisce alla variazione della duration di un titolo a reddito fisso al variare del suo rendimento. Corrisponde alla derivata seconda negativa del rapporto prezzo/rendimento dell'obbligazione. Per esempio, se la duration di un'obbligazione aumenta al diminuire del rendimento, la sua convessità risulta positiva. Piccola sequenza di codici che gli operatori di un sito web possono memorizzare dal disco fisso del visitatore, contenenti dati che consentono di essere riconosciuti in visite successive.

14 COPERTURA CORE CORREZIONE COSTO DEL LAVORO COVERED WARRANT CPI-PPI CREDITO TOTALE INTERNO CROSS ORDER CROSS SELLING Si vedano: Hedging e Delta Hedging Stile gestionale specializzato nella selezione di azioni delle aziende più rappresentative del mercato, cosiddette blue chip. Movimento al ribasso dei prezzi di un titolo nella direzione opposta al trend rialzista prevalente. Sinonimo di Storno. L'ammontare costituito dalle retribuzioni lorde, dai contributi sociali, dalle provvidenze al personale e dagli accantonamenti per il trattamento di fine rapporto. Opzione cartolarizzata, cioè incorporata in un titolo negoziabile, emessa da istituzioni finanziarie, che attribuisce il diritto ma non l obbligo, di acquistare (covered warrant di tipo call) o di vendere (covered warrant di tipo put) una determinata attività finanziaria o una merce (sottostante) a un prezzo prefissato (strike price), entro una certa data (stile americano) o a una certa data (stile europeo). Acronimi rispettivamente di Consumer Price Index e Producer Price Index, ossia livello dei prezzi al consumo e alla produzione o ingrosso. Tali indici vengono elaborati dal Labor Department americano e sono costituiti da panieri di beni tipici rappresentativi del costo della vita. Quando si parla di PPI e CPI ex food & energy, si fa riferimento agli stessi indici depurati da componenti volatili (tipicamente quelli energetico e alimentare). Il PPI viene considerato un buon anticipatore dell'indice dei prezzi al consumo (l'inflazione vera e propria). I finanziamenti interni agli "altri residenti" italiani; il debito sull'interno delle Amministrazioni pubbliche italiane. Incrocio sul mercato di due ordini di segno opposto provenienti dallo stesso operatore (abbinamento automatico). E la strategia di spingere nuovi prodotti a clienti, basandosi anche sui loro acquisti passati. E' una strategia ideata per aumentare l'affidabilità di un cliente nei confronti di una compagnia e scongiurare il pericolo che il cliente stesso possa cambiare idea e passare alla concorrenza. Grazie per l'attenzione con cui ci segue.

15 D DATABASE DATA DI ESERCIZIO DATA DI SCADENZA Si veda: Scadenza. DAX DEALER DEBITO CONSOLIDATO DEBITO FLUTTUANTE Magazzino di informazioni disponibile in Rete. Data alla quale il possessore di un covered warrant esercita il diritto incorporato nel covered warrant stesso. Indice della Borsa di Francoforte. Rileva l'andamento dei titoli solamente dalle 10,30 alle 13,30. Soggetto (o società) che opera in un mercato fornendo quotazioni su beni specifici impegnandosi a onorare le applicazioni da parte delle contropartite. Il dealer opera per conto proprio, possedendo una posizione nel bene trattato. I debiti (titoli) per i quali lo Stato non si impegna a rimborsare il valore a data certa, ma solo al pagamento degli interessi in misura fissa. L'insieme dei debiti dell'ente aventi scadenza non superiore a dodici mesi, quali BOT e prestiti presso la Banca d'italia o altri Istituti di credito. DEBITO PUBBLICO L'ammontare dei debiti dello Stato sia all'interno che all'estero. DEDUCIBILITÀ FISCALE DEEP IN THE MONEY DEEP OUT-OF-THE- MONEY DEFAULT DEFLAZIONE (Sistema europeo dei conti, SEC 95) In base alla normativa fiscale esistente è possibile dedurre dalle imposte sui redditi una somma pari al 19% dell'importo versato in una assicurazione vita, sino ad un versamento annuo massimo di lit Condizione di un covered warrant con uno strike molto al di sotto (se call) o molto al di sopra (se put) del prezzo corrente del sottostante. Condizione di un covered warrant con uno strike molto al di sopra (se call) o molto al di sotto (se put) del prezzo corrente del sottostante. Impossibilità di adempiere alle scadenze dei pagamenti del debito o di sottostare a determinate condizioni di un accordo. L'insieme di procedimenti di calcolo con i quali si elimina dai valori espressi in termini correnti l'influenza dovuta alle modificazioni dei prezzi. Le variazioni monetarie degli aggregati possono essere infatti scomposte nelle due componenti di quantità e di prezzo, in presenza dell'equazione tipica V (valore) = P (prezzo o deflatore implicito) x Q (quantità). Questa operazione si applica perfettamente ad aggregati economici che riflettono operazioni su beni e servizi (produzione, consumi, investimenti, importazioni ed esportazioni, variazione delle scorte), mentre il trattamento degli aggregati riflettenti le operazioni di distribuzione e redistribuzione del reddito e le operazioni monetarie e finanziarie presenta notevoli difficoltà, superabili introducendo opportune ipotesi riguardanti la destinazione finale delle grandezze considerate. DELISTING Termine inglese che indica la rimozione di un titolo dal listino (e

16 DELTA DELTA HEDGING DENARO (BID) DEPOSITI DERIVATO DIFFERENZIALE DIRECT PUBBLIC OFFERING (DPO) DIREZIONALITÁ quindi la sospensione della quotazione), generalmente questa azione è motivata dalla violazione o dalla mancanza del mantenimento di determinati requisiti finanziari. Parametro che misura la variazione del prezzo di un covered warrant al variare di una unità del prezzo del sottostante, fermi restando gli altri fattori che influenzano il prezzo di un covered warrant. Per i call, il Delta assume valori tra 0 e 1; per i put tra 1 e 0. Questo indicatore può essere espresso anche in percentuale (compreso tra 0 e 100% per i call e 0 e -100% per i put). Un Delta pari a 20%, ad esempio, significa che se il sottostante salisse di 1 euro il prezzo del covered warrant call aumenterebbe del 20% di 1 euro moltiplicato per il multiplo. Il Delta in percentuale può essere interpretato anche come la probabilità che il covered warrant scada in the money. In tal modo, è possibile utilizzare il Delta come una misura della rischiosità di un covered warrant (più il Delta è basso, maggiore sarà il rischio connesso all'investimento). Attività che consiste nell'acquisto o nella vendita del sottostante di una opzione, come metodo di copertura dal rischio del venditore di opzioni. Il market maker deve comprare (vendere) il sottostante ogni volta che vende un covered warrant call (put). La quantità di sottostante da comprare o vendere viene calcolata utilizzando il Delta. In teoria, ogni volta che cambia il Delta di una opzione la copertura dovrebbe essere ricalcolata. Livello di prezzo a cui i compratori di un titolo sono disposti ad acquistare dai venditori. In inglese Bid. La raccolta effettuata dalle banche da soggetti non bancari sotto forma di depositi a risparmio liberi o vincolati, buoni fruttiferi, certificati di deposito, conti correnti liberi e vincolati. Strumento finanziario il cui valore dipende dal valore di un altra attività, detta Sottostante. I contratti a termine (future e forward), i contratti di opzione e gli swap sono tipi di strumenti derivati. Somma di denaro liquidata dall'emittente all'investitore che ha esercitato il covered warrant. Per i covered warrant call, questa somma è pari alla differenza (se positiva) tra il prezzo del sottostante e lo strike price del covered warrant, moltiplicata per il multiplo. Per i covered warrant put l'importo liquidato è pari invece alla differenza (se positiva) tra lo strike price e il prezzo del sottostante, moltiplicata per il multiplo. Si veda anche: Regolamento a contanti. Alcune società preferiscono vendere direttamente le proprie azioni al pubblico, evitando in tal modo le spese di costosi legali e underwriter. Generalmente le imprese che ricorrono alle DPO sono di piccole dimensioni e con clienti affezionati ai quali vengono proposte le azioni in offerta. Sinonimo di Net Offering. Andamento dei prezzi che fa individuare una direzione, rialzista o ribassista, senza tale direzione si ha una congestione.

17 DISAVANZO PRIMARIO (Stato e altri enti pubblici) Il disavanzo delle operazioni correnti al netto della spesa per interessi. DISCOUNT BROKER Società di intermediazione finanziaria che applica sconti sulle commissioni. DISTRIBUZIONE DIVERGENZA Andamento altalenante che chiude un movimento rialzista e precede un mercato orso. E' caratterizzato da volumi in diminuzione. Quando il movimento dei prezzi va in senso opposto da quello di un indicatore, l'indicazione principale (rialzista o ribassista) è data dall'indicatore, non dai prezzi. Si veda anche la voce Conferma. DIVERSIFICAZIONE Suddivisione del proprio investimento in titoli, fondi, obbligazioni diverse e appartenenti a industrie differenti al fine di ridurre il rischio totale. DIVIDENDO DIVIDEND YIELD DOPPIO MASSIMO O DOPPIO MINIMO DOW JONES DOWNGRADE DOWNSIDE RISK DOWNSTREAM DUE DILIGENCE DURATION Quota di utile distribuita da una società per azioni ai soci e agli azionisti alla fine dell esercizio a titolo di remunerazione del capitale investito. Rappresenta il tasso di rendimento azionario ed è il rapporto tra il dividendo annuale e il prezzo di mercato del titolo. Figura grafica di analisi tecnica caratterizzata dalla sostanziale coincidenza tra due massimi o due minimi di prezzo. Il doppio massimo dà un'indicazione ribassista, il doppio minimo rialzista. Indice della Borsa di New York. Viene calcolato come media aritmetica del prezzo dei 30 titoli a maggiore capitalizzazione. Termine inglese con cui si designa il peggioramento del giudizio di una banca d'affari nei confronti di un titolo. L'opposto è Upgrade. La perdita presumibile di prezzo da parte di un titolo conseguente all andamento negativo dei fattori economici capaci di influenzarne la valutazione. Raffinazione del petrolio Parte fondamentale del processo di avvicinamento di una società al mercato dei capitali. In tale fase gli underwriter e i legali conducono un'analisi dettagliata della società, approfondendo con il management i bilanci, le prospettive, le strategie e i concorrenti nel mercato. Misura della durata residua di un'obbligazione, valutata in un'ottica puramente finanziaria. Si ottiene calcolando la media ponderata delle scadenze temporali in cui saranno incassate le cedole e verrà rimborsato il capitale. L'indice, definito dal numero di anni e di giorni residui (ad esempio 3,225 significa 3 anni e 225 giorni) diminuisce con l'avvicinarsi della scadenza reale del prestito mentre cresce all'assottigliarsi delle cedole. In italiano Durata Media Finanziaria.

18 E EARN OUT EARNING YIELD EASDAQ EBIT EBITDA E-COMMERCE EFFAS USD 3M EFFETTO LEVA E-MANAGER Parte variabile del prezzo per l acquisto di un azienda riconosciuta al venditore, solitamente nell arco di un triennio, subordinatamente al conseguimento di determinati obiettivi economico-finanziari (ad esempio di fatturato, margine operativo lordo o utile). Permette spesso di mediare tra le aspettative di prezzo di un venditore che ritenga la propria società sottovalutata (tenuto conto del suo potenziale) e quelle di un compratore che basi ragionevolmente la sua valutazione sulla performance storica. Rappresenta il reciproco del P/E cioè l'utile diviso per il prezzo di un'azione. Una misura aggregata è costituita dal rapporto earning per share, visto come media dell'utile per azione di tutte le società quotate in una Borsa, e il valore dell'indice borsistico. Acronimo di European Association of Securities Dealers Automated Quotations. Mercato europeo nato nel 1996 che ha come obiettivo la raccolta di denaro per gli imprenditori di piccole e medie dimensioni, quelli cioè che dispongono di buone idee e potenzialità di crescita, ma non di capitale sufficiente. La struttura è basata sul modello del Nasdaq americano. Acronimo di Earnings Before Interest and Taxes. Corrisponde al risultato operativo (RO) di una società. Acronimo di Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation, Amortization. Corrisponde al margine operativo lordo (MOL) di una società. Realizzazione di una transazione economica attraverso il Web. E un indice di liquidità: dà la misura di come viene remunerato un ipotetico deposito bancario nel breve termine. L indice è legato all andamento di un tasso di interesse di riferimento, il LIBOR (London Interbank offered rate), che rappresenta il tasso al quale le banche scambiano flussi monetari espressi in dollari. L indice è espresso in USD. L indice dà indicazione sul tasso di rendimento di operazioni di investimento in USD a brevissimo termine. Indicatore che misura di quante volte il guadagno o la perdita derivanti da un investimento in covered warrant possono essere superiori rispetto all'investimento diretto nel sottostante. L'effetto leva, detto anche gearing, può essere lordo o netto. Il gearing lordo si ottiene dividendo il livello del sottostante per il prezzo del covered warrant (diviso per il proprio multiplo). Il gearing netto, invece, si calcola semplicemente moltiplicando il gearing lordo per il delta del covered warrant ed è una misura più precisa del potenziale di rendimento del covered warrant rispetto all'investimento diretto nel sottostante. Società di brokeraggio specializzate nel trading on line e nella partecipazione alla sottoscrizione di Ipo. Gli e-manager hanno accordi con i lead manager per l'allocazione di un determinato

19 EMBEDDED VALUE EMITTENTE ENTRATE CORRENTI ammontare dell'offerta ai propri clienti, generalmente investitori individuali. E' un metodo di valutazione comunemente usato per le compagnie di assicurazione, dovrebbe mettere in evidenza il valore del business principale della società e identificare le fonti di profitto e di perdita. L'embedded value si basa sulla stima di cash flow (qui intesi come flussi di reddito) futuri e sulla determinazione dei loro valori attuali, si ottiene dalla somma del valore di portafoglio in vigore, cioè le attività assicurative in essere (valore attuale dei flussi futuri di profitto generati da ciascuna polizza in vigore), con il free surplus, cioè la parte di capitale proprio a disposizione in quanto svincolata dall'attività in essere. Soggetto (normalmente una banca d investimento) che emette i covered warrant. Le entrate destinate al finanziamento dell'attività di produzione e di ridistribuzione dei redditi per fini non direttamente produttivi. EQUALIZZATORE Meccanismo correttivo introdotto dal Ministero della Finanza per rendere omogenea la tassazione del regime del risparmio gestito, che segue il principio di maturazione, con quello del risparmio amministrato, che segue il principio del realizzo. L'equalizzatore è entrato in funzione l'1 gennaio EQUITY EPS ESENZIONE DALLE TASSE DI SUCCESSIONE ESERCIZIO ESERCIZIO AUTOMATICO ESOTICO ESPORTAZIONI Termine inglese che indica il capitale netto, cioè il valore al quale sarebbe rimborsata ciascun azione se l'impresa venisse chiusa e le attività vendute. Acronimo inglese di Earnings Per Share. Si calcola dividendo l'utile netto della società per il numero di azioni in circolazione; è il valore che serve per calcolare il P/E (Price Earnings), ossia il rapporto prezzo-utile per azione. Le prestazioni offerte dalle polizze di assicurazione non rientrano nell'asse ereditario e pertanto non sono soggette a tasse di successione. Azione con la quale il possessore di un covered warrant si avvale del diritto ad acquistare o vendere l'attività sottostante, alle condizioni prestabilite. L esercizio, può essere automatico o non automatico. Nel primo caso, anche in assenza di richiesta di esercizio, l'emittente provvede a scadenza ad accreditare all'intermediario (banca o sim) l'importo spettante all'investitore. Nel secondo caso, invece, è necessario richiedere esplicitamente, attraverso il proprio intermediario, l esercizio del covered warrant. Se la richiesta non viene effettuata entro i termini prestabiliti, l'investitore perde il diritto a ricevere la somma a lui spettante. Si veda: Esercizio Coverei warrant. Si veda: Segmento covered warrant I trasferimenti di beni (merci) e di servizi da operatori residenti a operatori non residenti (Resto del mondo). Le esportazioni di beni

20 ESPORTAZIONI TEMPORANEE ESPOSIZIONE AL MERCATO ESPOSIZIONE NETTA ETF includono tutti i beni (nazionali o nazionalizzati, nuovi o usati) che, a titolo oneroso o gratuito, escono dal territorio economico del Paese per essere destinati al Resto del mondo. Esse sono valutate al valore Fob (Free on board) che corrisponde al prezzo di mercato alla frontiera del Paese esportatore. Questo prezzo comprende: il prezzo ex fabbrica, i margini commerciali, le spese di trasporto internazionale, gli eventuali diritti all'esportazione. Le esportazioni di servizi comprendono tutti i servizi (trasporto, assicurazione, altri) prestati da unità residenti a unità non residenti. Le merci spedite temporaneamente in uno stato estero a scopo di perfezionamento, per subire una lavorazione, trasformazione o riparazione. Ammontare di un portafoglio esposto al rischio di mercato, o sistemico, perché non controbilanciato da una posizione corrispondente. Percentuale di un portafoglio esposta alle fluttuazione del mercato perché le posizioni lunghe non sono controbilanciate da posizioni corte aventi uno stesso importo. Acronimo di Exchange Traded Fund. Fondi indicizzati quotati sul mercato. EUROPEO (STILE) Caratteristica di un covered warrant che può essere esercitato soltanto a una data prefissata. I Benchmark (Cititrak per Citibank), solitamente sono di tipo europeo. EV Acronimo di Enterprise Value. Metodo di valutazione di un'azienda quotata che corrisponde alla capitalizzazione di borsa + indebitamento finanziario netto. Se l'azienda ha una posizione finanziaria netta positiva, alla capitalizzazione di borsa viene tolta la liquidità netta. Di solito questo valore viene rapportato all'ebit o all'ebitda: più il rapporto EV/EBIT o EV/EBITDA è basso, più l'azienda risulta essere sottovalutata dal mercato, rispetto naturalmente alle aziende comparabili.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli