Storage of red blood cell units: new technology applied to the quality procedure system

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Storage of red blood cell units: new technology applied to the quality procedure system"

Transcript

1 Storage of red blood cell units: new technology applied to the quality procedure system Diego Ardenghi, Marina Martinengo, Ennio Schiaffonati, Daniela Bisi, Gino Tripodi Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale - Istituto Giannina Gaslini Genova (Responsabile: Dott. Gino Tripodi) This paper describes the application of new technologies that were adopted in 2002 at the Service of Immunohaematology and Transfusion Medicine (SIMT) of the Giannina Gaslini Institute (in Genoa) for the control of the storage of red blood cell (RBC) units. We first describe the instrumentation used, which consists of various probes and the corresponding temperature monitoring systems. We then detail the quality control procedures that use this instrumentation. Finally, we report and analyse the results obtained at SIMT the in the first six months of Parole chiave: processo sistema qualità; concentrati eritrocitari; conservazione; controllo; registrazione Key words: quality procedure system; RBCs; storage; control; registration Introduction and aim According to current legislation, indicators of the survival of red blood cells must be assayed (recommendation R (95) 15 of the Councin of Europe 1 ) and sterility tests performed on the units 2,3 to monitor for the presence of bacterial contamination, which is often undervalued 3-7. However, these controls, carried out only on some samples, do not exclude the possibility that one or more units that have not been monitored may not be suitable for transfusion purposes. Furthermore, even if the bacterial load at the time of possible contamination of a Received: 20 August Accepted: 1 October 2003 Correspondence: Dott. Diego Ardenghi SIMT Istituto Giannina Gaslini Largo Gerolamo Gaslini Genova Introduzione e scopo Secondo la normativa vigente è necessario eseguire il dosaggio degli indicatori di sopravvivenza delle emazie (raccomandazione R (95) 15 del Consiglio d' Europa 1 ) e i controlli di sterilità sulle unità 2,3 per il monitoraggio della contaminazione batterica, spesso sottostimata 3-7. Tuttavia, tali controlli "a campione" non escludono la possibilità che una o più unità non monitorate possano essere non idonee a essere trasfuse. Infatti, anche se la carica batterica al momento di una eventuale contaminazione degli emocomponenti può essere molto bassa, la conservazione sino a 42 giorni può consentire ad alcune specie microbiche di proliferare fino a 10 9 CFU/mL 8,9. Sappiamo altresì che la conservazione sino a 42 giorni comporta una alterazione delle caratteristiche emoreologiche delle cellule che non è evidenziabile con normali test biochimici 10,11. Pertanto, una applicazione standardizzata del processo di conservazione, la registrazione delle operazioni e dei controlli e l'introduzione di nuove tecnologie, quali gli indicatori per le unità di emazie e le sonde informatizzate per temperatura, possono aumentare l'efficacia del sistema qualità sulla conservazione dei concentrati eritrocitari (CE). La conservazione dei CE effettuata presso il SIMT dell'istituto Giannina Gaslini, struttura certificata ISO 9001: , è controllata da un Processo Sistema Qualità interamente convalidato, descritto da Procedure Operative Standard (SOP) e registrato tramite specifica documentazione La puntuale applicazione del processo, garantisce l'utilizzo di prodotti rispondenti alle normative della legge trasfusionale 16 e alla politica della qualità perseguita dal SIMT. Questa ha tre obiettivi: 1- la soddisfazione del cliente/utente (in tal caso il 266

2 New technologies in RBC storage blood component may be very low, some microbial species can proliferate to reach loads of 10 9 CFU/mL in a unit stored for 42 days 8,9. We also know that storage up to 42 days causes changes in the rheological properties of the cells and that these changes are not demonstrated by normal biochemical tests 10,11. For this reason, standardised application of storage procedures, with records of the operations and their controls, as well as the introduction of new technology, such as computerised indicators for blood cell units and temperature probes, can increase the efficiency of quality system for the storage of red cell concentrates (RBC). The storage of RBC at the SIMT of the Giannina Gaslini Institute, a structure with ISO 9001:2000 certification 12, is controlled by an entirely/internally convalidated Quality System Procedure, described by Standard Operating Procedures (SOPs) and recorded using specific documentation The precise application of the procedure guarantees that the products comply with legislation on transfusion products 16 and that they fulfil the policy of quality that our SIMT pursues. This has three aims: 1- to satisfy the customer/user (in this case the recipient) by supplying a product (a transfused unit of blood) which conforms with the relevant legislation; 2- to reduce the number of complaints from wards and departments; 3- to decrease the number of episodes of non-conformity and anomalies recorded for the RBC. This report describes the application of new technology introduced in our SIMT in 2002 to control the process of RBC storage. Materials and methods There are three types of instruments used at our SIMT to control temperature: 1- the SPYT probe system with readings transferable to SPYTalk software (SPYco SA, Yverdon-les-Bains, Switzerland) to monitor the temperature of the refrigerated blood storage cabinet; 2- type 1 Hemo Control (HC) indicators (BBS, Blood Bank Service srl, San Donato Milanese, MI, Italy) with a cumulative memory to monitor the storage temperature of each RCC unit from the time of validation to expiry; 3- type 2 HC indicators (BBS) with a peak memory to monitor the temperature of each RBC unit during transfers. ricevente) tramite fornitura di un prodotto (l'unità trasfusionale di emazie) conforme alle norme legislative stesse; 2- la riduzione del numero di reclami da parte delle Unità Operative; 3- la diminuzione delle non conformità e delle anomalie registrate sui CE. Questo lavoro si propone di illustrare l'applicazione delle nuove tecnologie che sono state adottate presso il SIMT a partire dall'anno 2002 per il controllo del processo di conservazione delle unità CE. Materiali e metodi I dispositivi adottati presso il SIMT per il controllo delle temperature sono di tre tipi: 1- il sistema a sonde SPYT con letture trasferibili al software SPYTalk (SPYco SA, Yverdon-les-Bains, Svizzera) per il controllo delle emoteche; 2- gli indicatori Hemo Control (HC) di tipo 1 (BBS, Blood Bank Service srl, San Donato Milanese, MI, Italia) a memoria di accumulo per il monitoraggio della temperatura di conservazione di ogni singola unità di CE dalla validazione alla scadenza; 3- gli indicatori HC di tipo 2 (BBS) a memoria di picco per il monitoraggio della temperatura di conservazione di ogni singola unità di CE durante la movimentazione. Ciascuno di questi dispositivi viene utilizzato in una specifica fase del processo di conservazione i cui dettagli sono descritti nel seguito. Il Processo del Sistema Qualità è applicato alla conservazione durante l'intero flusso di movimentazione dei CE ed è costituito da due sottoprocessi: il controllo delle unità giacenti al SIMT e il controllo delle unità distribuite. Controllo delle unità giacenti al SIMT Questo sottoprocesso è applicato al controllo delle emoteche ed al controllo delle unità di CE conservate al SIMT. Il controllo delle emoteche è attuato secondo quanto previsto dalla norme di legge 16 e dagli standard internazionali 13 mediante la verifica della temperatura dell'emoteca sia istantanea, sull'apposito display, sia continuativa tramite termoregistratore. Inoltre è in funzione un sistema di allarme sonoro e visivo dell'emoteca.questi controlli vengono integrati da un monitoraggio informatizzato della temperatura tramite il sistema a sonde SPYco. 267

3 D Ardenghi et al. Figure 1 - A temperature/time histogram obtained from the data transferred from the SPYT probe to the SPYTalk data support: peaks of temperature outside the programmed limits can be noted Each of these devices is used in specific stage of the storage whose details are described later. The Quality System Procedure is applied to storage during the entire flow of movement of the RCC and is formed of two subprocedures: the control of the unit in the SIMT and the control of the units distributed. Control of the units in the SIMT This subprocedure is applied to the control of the refrigerated blood storage cabinets and to the control of the units of RBC stored in the SIMT. Control of the refrigerated blood storage cabinets. This is carried out as laid down by law 16 and by international standards 13 through the verification of the temperature of the refrigerated blood storage cabinet, both instantaneously on a specific display, and continuously by a temperature recorder. Furthermore, there is a system of audio-visual alarms in the refrigerators. These controls are integrated by computerised monitoring of the temperature through a SPYco probe system. This is formed of a central control unit operating on a personal 268 Questo è costituito da una unità centrale di controllo operante su PC e da sonde di temperatura programmabili. Tali sonde vengono programmate secondo parametri conformi alle norme di legge sulla temperatura di conservazione dei CE 16 e seguendo le indicazioni fornite dalla ditta produttrice dell'emoteca. Ogni emoteca viene dotata di una sonda che registra continuamente la temperatura fornendo, attraverso letture giornaliere programmate, informazioni sulla conformità dell'emoteca stessa. Il protocollo prevede il trasferimento sull'unità centrale, tramite software dedicato (SPYTalk), della temperatura registrata dalla sonda nell'arco di due mesi. Gli istogrammi Temperatura/Tempo ottenuti (Figura 1) sono archiviati nella documentazione riguardante la strumentazione. In caso di rilevazione di temperatura non conforme durante le letture giornaliere, la sonda viene collegata immediatamente al sistema informatico e può così fornire informazioni dettagliate sul periodo in cui la temperatura non è rientrata nei parametri impostati. Si possono quindi valutare le possibili azioni correttive da intraprendere e l'idoneità trasfusionale delle unità.

4 New technologies in RBC storage Figure 2 - Hemo control indicators of type 1 and 2, kinetics, conformity and programmed limits computer and temperature probes that can be programmed. These probes are programmed to meet the parameters described in the legislation on the temperature of storage of RBC 16 and also according to the indications provided by the company manufacturing the blood storage cabinet. Each refrigerated blood storage cabinet is provided with a probe that continuously records the temperature and provides programmed daily readings that show whether the storage cabinet is complying with the planned parameters. The protocol sets out that the data recorded by the probe over a period of two months are transferred, by specific software (SPYTalk), to the central unit. The temperature/time histograms obtained (Figure 1) are stored with the documentation on the instrument. If the thermometer records a temperature that does not comply with the predetermined limits, the probe is immediately connected to the computer which then provides detailed information on the period in which the temperature has been outside the set parameters. It is then possible to evaluate whether there are corrective actions that can be taken and to assess the suitability of the unit for transfusion. The control of the RBC units. The RBC are controlled through visual inspection, as laid down by Il controllo delle unità CE avviene tramite l'ispezione visiva prevista dalla legge 16 e dagli standard internazionali 13,17 (colorazione non conforme del sangue, presenza di emolisi o torbidità della frazione plasmatica residua, presenza di coaguli o fibrina). Presso il nostro SIMT è stato inoltre introdotto un ulteriore controllo che utilizza indicatori HC di tipo 1, applicati alle unità al momento della validazione che consentono di monitorare le due variabili tempo e temperatura per un corretta conservazione delle unità (Figura 2). In condizioni di conservazioni ottimali (temperatura fra +2 C e +4 C), e nel caso in cui l'unità non sia stata movimentata, l'indicatore al 42 giorno (scadenza della unità) mostrerà il viraggio completo e quindi la non conformità. Qualora la sacca sia stata movimentata, l'indicatore memorizza gli sbalzi termici subiti grazie alla memoria di accumulo e riduce il tempo di emivita dell'indicatore segnalando una eventuale conservazione inefficace. Controllo delle unità distribuite Questo sottoprocesso ottimizza il controllo delle unità 269

5 D Ardenghi et al. law 16 and by international standards 13,17 (non-conformity of the colour of the blood, evidence of haemolysis or turbidity of the residual plasma fraction, presence of clots or fibrin). Our SIMT has introduced a further control involving type 1 Hemo Control indicators, applied to the units at the moment of validation. These indicators monitor two variables - time and temperature - in order to provide a record of the correct storage of the units (Figure 2). In conditions of optimal storage (temperature between + 2 C and + 4 C), and in the case in which the units are not moved, the indicator at the 42 nd day (expiry of the unit) will have made one complete turn, thus indicating nonconformity. Whenever the bag is moved, the indicator memorises the thermal changes undergone, thanks to its cumulative memory, and reduces the half-life of the indicator, signalling any inefficient storage. Control of the units distributed This subprocedure optimises the control of the units delivered to wards and departments (UO) and the control of the units not transfused and returned to the SIMT. The SIMT has activated an information service for the UO of the Institute on the methods and times of storage and the transport of blood components. This information is provided during documented consultations and training meetings with staff. Furthermore, a site has been opened on the Institute's intranet; this can be consulted for information on the characteristics of transfusion products and their ways of being stored. Control of the units issued. HC indicators are attached to each RCC unit and and SPYCo probes are included within the transport containers. At the time of delivery a type 2 Hemo Control indicator is applied to the unit: this is calibrated to last 80 hours at 8 C. Exposure to heat sources accelerates the half-life of the indicator itself (Figure 2) and thus demonstrates inappropriate storage in the UO. The SPYCo probes included in the containers for transporting blood components are intended to monitor the internal temperature in a way analogous to that described for the refrigerated blood storage cabinets. The control of the units returned. This is done by standard visual inspection 13,17 and by evaluation of the type 1 HC indicator (applied to the unit at the time of validation) and the type 2 indicator (applied at the moment of delivery). These controls are recorded on specific form which is consegnate alle Unità Operative (UO) ed il controllo delle unità non trasfuse e rientrate al SIMT. Il SIMT ha attivato un servizio informativo ai reparti dell'istituto (UO) sui modi e sui tempi di conservazione e di trasporto degli emocomponenti attraverso consulenze documentate e incontri di addestramento con il personale. È stato inoltre attivato un sito visualizzabile sul servizio intranet dell'istituto nel quale sono descritte le caratteristiche dei prodotti trasfusionali distribuiti e le modalità di conservazione. Il controllo delle unità consegnate avviene tramite gli indicatori HC per ogni Unità CE e con sonde SPYCo inserite nel contenitori per il trasporto. Al momento della consegna viene applicato sulla unità un indicatore HC di tipo 2: questo è calibrato per durare 80 ore a 8 C. L'esposizione a fonti di calore accelera il tempo di emivita dell'indicatore stesso (Figura 2) e consente di segnalare una conservazione non idonea presso le UO. Le sonde SPYCo inserite nei contenitori per il trasporto emocomponenti hanno il compito di monitorare la temperatura interna in maniera simile a quanto già descritto per le emoteche. Il controllo delle unità rientrate avviene attraverso l'ispezione visiva standard 13,17 e tramite la valutazione degli indicatori HC di tipo 1 (applicato sull'unità al momento della validazione) e del tipo 2 (applicato al momento della consegna). Questi controlli sono registrati su apposito modulo consegnato alla UO al momento del ritiro dell'unità e che deve essere riconsegnato al SIMT contestualmente alla unità non utilizzata. Sul modulo deve inoltre essere dichiarata, da parte della UO, la corretta conservazione dell'unità, il suo eventuale trasferimento ad altre UO e se l'unità stessa deve essere tenuta a disposizione per il paziente. Registrazione e documentazione I controlli descritti nel processo devono essere integralmente registrati utilizzando la procedura di documentazione prevista dal Sistema Qualità del SIMT e in particolare: 1- i controlli effettuati sulle emoteche devono essere registrati sulle Schede di Manutenzione Contenitori Termoregolati; 2- i controlli effettuati sulle unità di emazie devono essere registrati sul Modulo Ritiro resa e Movimentazione Unità Trasfusionali; 3- le Anomalie riscontrate devono essere registrate sul Registro Rilevazione Anomalie; 4- le Non Conformità e i Reclami riscontrati devono essere segnalate all'ufficio Assicurazione Qualità che 270

6 New technologies in RBC storage given to the UO at the time of withdrawing the unit and must be returned to the SIMT with the unused unit. This form should also include a statement by the UO that the unit has been stored correctly, information on whether the unit of blood was sent to any other wards and whether the unit is to be kept available for the patient. Records and documentation The controls described in the procedure must be recorded fully using the documentation procedure laid out in the Quality System of the SIMT. In particular: 1- the controls carried out on the refrigerated blood storage cabinets must be recorded on the Forms of Maintenance of Controlled Temperature Containers; 2- the controls carried out on the units of blood must be recorded on the Form Withdrawal and Movement of Transfusion Units; 3- the Anomalies found must be recorded in the Register of Anomalous Readings; 4- non-conformity and complaints must be reported to the Quality Assurance Office which, using appropriate documentation, will start the procedure to resolve the problem. It is worth specifying that for Non-Conformity means unexpected events during the process for which corrective actions were not planned. Anomalies signify departures from the process for which there are standardised resolutive actions. The control of any transfusion reactions, laid down by the blood surveillance programme, is carried out through a computerised archive. All the documents are recorded and can be retraced immediately. Results During the first six months of 2003, there were no episodes of Non-Conformity and no Complaints concerning the storage of RBC. Some Anomalies did, however, occur. These anomalies are described below. 1- The most frequently observed anomalies were due to brief periods of storage at temperatures not within the pre-determined parameters. These events occurred during the periods of greatest movement of the RBC units. However, thanks to the Hemo Control indicators it was possible to exclude that the units were no longer suitable for transfusion. 2- During the first series of readings of the SPYCo probes it was noted that there was a clear difference between attraverso idonea documentazione avvia la procedura di risoluzione. È bene specificare che per Non Conformità intendiamo eventi inaspettati durante lo svolgimento del processo per i quali non erano state previste azioni correttive. Con Anomalie si intendono scostamenti dal processo per i quali sono attuabili soluzioni standardizzate. Il controllo delle reazioni trasfusionali previsto dal programma di emovigilanza viene effettuato tramite un archivio informatizzato. Tutti i documenti sono archiviati e sono immediatamente rintracciabili. Risultati Durante il primo semestre del 2003, nell'ambito del processo di conservazione delle Unità CE, non si sono verificati Reclami e Non Conformità. Si sono peraltro registrate le Anomalie di seguito descritte. 1- Le anomalie osservate più frequentemente sono dovute a brevi periodi di conservazione a temperatura non compresa entro i parametri impostati. Questi eventi si sono verificati in concomitanza con i momenti di più intensa movimentazione delle unità CE. Grazie al controllo degli indicatori HC si è potuta escludere la presenza di unità non idonee. 2- È stata evidenziata durante la prima serie di letture delle sonde SPYCo una sensibile discrepanza della temperatura segnalata dal display e dal termoregistratore di una emoteca rispetto alla temperatura registrata dalla sonda. Ciò ha indotto alla esecuzione di una manutenzione straordinaria di taratura dell'apparecchiatura evitando così la conservazione di Unità CE a temperatura non idonea. 3- Si sono registrate anomalie su 8 Unità CE che presentavano viraggio dell'indicatore al limite di programmazione. Tutte queste unità erano state prelevate da non più di 20 giorni ed erano state tutte precedentemente movimentate. È interessante notare che nessuna di queste presentava segni apprezzabili di non idoneità all'ispezione visiva 13,17, ma il dosaggio del potassio evidenziava valori sovrapponibili a quelli presenti in unità alla fine del periodo di validità: mediamente superiori a 35 mmo/l; nessuna di queste aveva subito irradiamento lavaggio o deleucocitazione 4- Le anomalie riferibili alla temperatura dei contenitori per trasporto emocomponenti sono state piuttosto frequenti. Questa problematica richiederà un adeguato approfondimento per la individuazione di opportune azioni correttive. 271

7 D Ardenghi et al. Table I - Transfusion reactions - Each symptoms is counted individually, but more than one could be present Tranfusion reaction Symptoms Month 2003 RBC transfused Moderate % Severe Fever Urticaria Chills Headache Vomiting Bronchospasm Cough Dysponoea Cyanosis Totale 1, the temperatures shown on the display and on the temperature recording of one of the refrigerated blood storage cabinets and the temperature recorded by the SPYCo probe. This led us to perform unscheduled maintenance of the equipment involving new calibration of the instrument, thus preventing the units of RCC from being stored at inappropriate temperatures. 3- There were anomalies in 8 units of RBC which showed that the indicator had turned completely to the limit of the programme. All these units had been collected/harvested no more than 20 days earlier but all had been moved previously. It is interesting to note that none of these units showed appreciable signs of not being suitable by visual inspection 13,17, but assay of potassium levels showed levels similar to those in units at the end of their storage life: on average above 35 mmo/l; none of these units had undergone irradiation, washing or leucodepletion. 4- Anomalies involving the temperature of the containers for transporting blood components were fairly frequent. This problem will require further investigation to identify the opportune corrective actions. It was also noted that there was a substantial decrease in the time units stayed in the UO as a result of the information and the form accompanying the units. Conclusions From an analysis of the results reported, we can state that the process of storing RBC has been qualitatively effective, a recurrent emphasis of the ISO 9001:2000 certification 12, both during the phase of issue and during that of returning units not transfused. Si è altresì evidenziata una sostanziale diminuzione dei tempi di giacenza delle unità presso le UO grazie alla informazione e alla modulistica di accompagnamento delle unità. Conclusioni Dall'analisi dei risultati riportati, possiamo affermare che il processo di conservazione dei CE, ha dimostrato una sostanziale efficacia della qualità, punto ricorrente della norma ISO 9001: , sia in fase di distribuzione che in fase di riammissione nel circuito trasfusionale delle unità non trasfuse. Dall'attività di emovigilanza effettuata in questo periodo si è anche osservato che su trasfusioni di CE effettuate nel primo trimestre 2003, le reazioni trasfusionali riferite dalle UO sono state 20, tutte di moderata entità e accompagnate dalla sintomatologia riportata in tabella I. L'entità delle reazioni e la loro tipologia suggeriscono che esse non siano dovute ad una scorretta conservazione delle unità trasfuse ma piuttosto alla risposta dei pazienti. Nello stesso periodo, non sono stati riferiti, da parte delle UO, casi di iperpotassiemia post-trasfusionale come quelli registrati precedentemente all'applicazione del processo. Pertanto, gli obiettivi della politica della qualità del SIMT, dichiarati nell'introduzione di questo lavoro e rivolti soprattutto alla soddisfazione del cliente/utente, sono stati perseguiti con procedure sicuramente più efficaci rispetto al recente passato. Riassunto Questo lavoro si propone di illustrare l'applicazione 272

8 New technologies in RBC storage The blood surveillance carried out in this period showed that for 1,730 transfusions of RBC carried out in the first quarter of 2003, the UO reported 20 transfusion reactions, all of a moderate entity and accompanied by the symptoms reported in table I. The entity and type of the reactions suggest that they were not due to incorrect storage of the units transfused, but rather due to the patients' response. In the same period, no cases of post-transfusional hyerkalaemia were reported by the UO, whereas such events had been recorded prior to the application of the procedure. Thus, the aims of the quality policy of the SIMT, declared at the start of this study and directed particularly at the customer/client satisfaction, have been pursued with procedures that are definitely more effective than those of the recent past. delle nuove tecnologie che sono state adottate presso il SIMT dell'istituto Giannina Gaslini a partire dall'anno 2002 per il controllo del processo di conservazione delle unità CE. Viene dapprima descritta la strumentazione impiegata, ovvero le sonde ed i sistemi di monitoraggio della temperatura. Quindi vengono dettagliate le procedure di controllo qualità che utilizzano tale strumentazione. Infine sono riportati e discussi i risultati ottenuti presso il SIMT nel primo semestre References 1) Consiglio d'europa. Comitato dei Ministri. Raccomandazione n R (95)15. Il Servizio Trasfusionale, XXV (supplemento al n 3), sett/ott, ) Bertola F. Approccio metodologico al controllo di qualità degli emocomponenti. La Trasf. del Sangue 1990; 36, ) Barrett BB, Andersen JW, Andersen KC. Strategies for the avoidance of bacterial contamination of blood components. Transfusion 1993; 33, ) Murphy WG. Disease transmission by blood products: past present and future. Phathophysiol Haemost Thromb 2002; 32 (Suppl 1): ) Tosti ME, Solinas S, Prati D, et al. An estimate of the current risk of transmitting blood-borne infections through blood transfusion in Italy. Br J Haematol 2002; 117, ) Hoher PG. Microbial safety of blood product. Infusionsther Trasfusionsmed 1996; 23: ) D'Antonio D, Bonfini T, Iacone A. Contaminazione microbica dei componenti ematici. La Trasf del Sangue 2002; 47: ) Blajchmann MA. Bacterial contamination and proliferation during the storage of cellular components. Vox Sang 1998; 74 (Suppl 2): ) Jacobs MR, Pavalecino E, Yomtovian R. Don't bug me: the problem of bacterial contamination of blood components-challenges and solutions. Transfusion 2001; 41: ) Martorana MC, Giuliani E. La membrana del globulo rosso: alterazioni da conservazione. Aspetti omereologici e biochimici. La Trasf del Sangue 1999; 44: ) Martorana MC, Zulli E, Mojoli G, et al. Comportamento reologico e modificazioni morfologiche nei globuli rossi conservati. La Trasf del Sangue 1993; 38: ) UNI. Ente Nazionale di Unificazione: UNI EN ISO Sistemi di gestione per la qualità. Requisiti. Dicembre ) Menitove J, editor. Standards for Blood Banks and Transfusion Services. 19 th ed. Bethesda, MD, AABB; ) Ziebell LW, Kavemeier K, editors. Quality Control: A Component of Process Control in Blood Banking and Transfusion Medicine. Bethesda, MD, AABB; ) A quality system model for health care; proposed guideline. GP26-P. Vol. 18 N 10. Wayne, PA: NCCLS, ) Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana: Decreto 25 gennaio Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue ed emocomponenti. GU, Serie generale, n ) Kim DM, Breche ME, Bland LA, et al. Visual identification of bacterially contaminated red cells. Transfusion 1992; 32:

Quality Certificates

Quality Certificates Quality Certificates Le più importanti certificazioni aziendali, di processo e di prodotto, a testimonianza del nostro costante impegno ed elevato livello di competenze. Qualità * certificata * Certified

Dettagli

Software Sirius Lite 2

Software Sirius Lite 2 Software Sirius Lite 2 Il software Sirius Lite 2 gestisce la configurazione dei data logger, la visualizzazione in tempo reale degli allarmi sui logger, la visualizzazione della tabella dati e del multigrafico

Dettagli

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT PROGRAMMA DI ASSICURAZIONE QUALITÀ QUALITY ASSURANCE PROGRAMM PROCEDURA DI QUALITÀ PQ 008 QUALITY PROCEDURE Pag. 1 di 6 REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION

Dettagli

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra CHI SIAMO Nel 1998 nasce AGAN, societa specializzata nei servizi di logistica a disposizione di aziende che operano nel settore food del surgelato e del fresco. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino clelia.lombardi@lab-to.camcom.it Criteri microbiologici nei processi produttivi della ristorazione: verifica

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT Si prega il medico di famiglia di rispondere con accuratezza ad ogni singola domanda The Medical Attendant is requested to take particular

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT Titolo (Title): VIBRATION TEST ON FRIGOBOX T0056 Richiedente (Customer): Ente/Società (Dept./Firm): Sig. (Mr.): Indirizzo (Address): EUROENGEL S.R.L. C. SCAMARDELLA Via Ferrini,

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

CERTIFICATO CE DI CONFORMITÀ < PRODOTTO(I) (2) >

CERTIFICATO CE DI CONFORMITÀ < PRODOTTO(I) (2) > Allegato 1: Facsimile di Certificato per s.a.c. 1+ < Logo dell Organismo di certificazione > > CERTIFICATO CE DI CONFORMITÀ In conformità alla Direttiva

Dettagli

CONFIGURATION MANUAL

CONFIGURATION MANUAL RELAY PROTOCOL CONFIGURATION TYPE CONFIGURATION MANUAL Copyright 2010 Data 18.06.2013 Rev. 1 Pag. 1 of 15 1. ENG General connection information for the IEC 61850 board 3 2. ENG Steps to retrieve and connect

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12437 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Manuale delle Corporate Actions - Amendment to the Corporate Action -

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM Fuel Transmission Pipeline HEL.PE El Venizelos Airport YEAR: 2001-2006 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak

Dettagli

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION PAGINA 1 DI 7 SPECIFICATION Customer : ELCART Applied To : Product Name : Piezo Buzzer Model Name : : Compliance with ROHS PAGINA 2 DI 7 2/7 CONTENTS 1. Scope 2. General 3. Maximum Rating 4. Electrical

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

TEMPLATE FOR CC MEMBERS TO SUBMIT QUESTIONS AT THE 22 nd MEETING OF THE EA CERTIFICATION COMMITTEE

TEMPLATE FOR CC MEMBERS TO SUBMIT QUESTIONS AT THE 22 nd MEETING OF THE EA CERTIFICATION COMMITTEE Agenda Item 9 EACC(11)M22Prep-QUESTIONS TEMPLATE FOR CC MEMBERS TO SUBMIT QUESTIONS AT THE 22 nd MEETING OF THE EA CERTIFICATION COMMITTEE WARNING: Documento NON UFFICIALE. Quando disponibile il verbale

Dettagli

monitoraggio odorizzazione odorization monitor

monitoraggio odorizzazione odorization monitor monitoraggio odorizzazione odorization monitor EDOR monitoraggio odorizzazione Applicazione EDOR è il nuovo sensore per il monitoraggio del tasso di odorizzazione del gas naturale, utilizzato come stazione

Dettagli

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY Il presente documento viene diffuso attraverso il sito del

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM YEAR: 2001 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak Detection System (ecolds) for the transportation system for

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

AVVISO n.11560. 20 Giugno 2012 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.11560. 20 Giugno 2012 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.11560 20 Giugno 2012 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Migrazione alla piattaforma Millennium IT: conferma entrata in vigore/migration to

Dettagli

quali sono scambi di assicurazione sanitaria

quali sono scambi di assicurazione sanitaria quali sono scambi di assicurazione sanitaria Most of the time, quali sono scambi di assicurazione sanitaria is definitely instructions concerning how to upload it. quali sono scambi di assicurazione sanitaria

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

IP TV and Internet TV

IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 1 IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 2 IP TV and Internet TV IPTV (Internet Protocol Television) is the service provided by a system for the distribution of digital

Dettagli

Renzo Andrich renzo.andrich@siva.it

Renzo Andrich renzo.andrich@siva.it Gruppo di Studio SIGG La cura nella fase terminale della vita sostenuto da un contributo non condizionato della Fondazione Alitti SOSTENIBILITA DELLE CURE DI FINE VITA TRA CULTURA E ORGANIZZAZIONE Bologna

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

On Line Press Agency - Price List 2014

On Line Press Agency - Price List 2014 On Line Press Agency - Price List Partnerships with Il Sole 24 Ore Guida Viaggi, under the brand GVBusiness, is the official publishing contents supplier of Il Sole 24 Ore - Viaggi 24 web edition, more

Dettagli

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page.

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page. This release introduces some new features: -TUNE PITCH -FREE SPACE -TUNER -DRUMKIT EDITOR From the PARAM MIDI page, it is possible to modify the "TUNE PITCH" parameter, which allows you to tune up the

Dettagli

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione Allegato 2 TRACCIATO DATI PER ANAGRAFICHE TITOLI INTERMEDIARI Per uniformare l invio delle informazioni sui titoli trattati presso gli internalizzatori sistematici si propone l invio di un file in formato

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

INDICE nuovi prodotti abbigliamento pelletteria new products clothing leather

INDICE nuovi prodotti abbigliamento pelletteria new products clothing leather Catalogo generale Le chiusure, sono presenti sul mercato della pelletteria dalla nascita del prodotto e sono contraddistinte dalla famosa scatola marrone. Il marchio e la qualità, non necessitano di particolare

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

correzione, verifica e validazione dei risultati

correzione, verifica e validazione dei risultati Università degli Studi di Padova Scuola di Specializzazione in Biochimica Clinica (A.A. 2005-2006) INDIRIZZI: DIAGNOSTICO E ANALITICO TECNOLOGICO Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica: automazione

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto

Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto Giornata di studio Applicazione del Quality by Design (QbD) ai processi farmaceutici 22 Aprile 2013 Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto Paolo Mazzoni Agenda Cosa è il Quality

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities The success of the previous two European Workshops on Focused Ultrasound Therapy, has led us to organize a third conference which will take place in London, October 15-16, 2015. The congress will take

Dettagli

Individuazione e classificazione dei rifiuti pericolosi

Individuazione e classificazione dei rifiuti pericolosi Individuazione e classificazione dei rifiuti pericolosi Paolo Pipere Responsabile Servizio Ambiente ed Ecosostenibilità Camera di Commercio di Milano Classificazione dei rifiuti I criteri di classificazione

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

OBJECT : Instructions on how to deposit the italian translation of an European Patent

OBJECT : Instructions on how to deposit the italian translation of an European Patent Ministry of Economic Development Department for enterprise and internationalisation Directorate general for the fight against counterfeiting XII Division VIA MOLISE 19 00187 ROMA OBJECT : Instructions

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

THETIS Water Management System for Settignano acqueduct (Firenze, Italy) Water Management System for Settignano aqueduct (Firenze, Italy)

THETIS Water Management System for Settignano acqueduct (Firenze, Italy) Water Management System for Settignano aqueduct (Firenze, Italy) THETIS for Settignano aqueduct (Firenze, Italy) YEAR: 2003 CUSTOMERS: S.E.I.C. Srl developed the Water Monitoring System for the distribution network of Settignano Municipality Aqueduct. THE PROJECT Il

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Roberto Butinar Cristiano Dal Farra Danilo Selva 1 Agenda Panoramica sulla metodologia CRISP-DM (CRoss-Industry Standard Process

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM YEAR: 2007-2008 / 2012 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak Detection System (ecolds) for Gaeta-Pomezia Pipeline

Dettagli

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it Lean

Dettagli

Good Practice Guide: Calibration Management

Good Practice Guide: Calibration Management Predictive Maintenance & Calibration Milano 14 dicembre 2005 GAMP Good Practice Guide: Calibration Management Giorgio Civaroli Le GAMP Good Practice Guides Calibration Management Validation of Process

Dettagli

su efficienza ed etichettatura dei prodotti ErP e Labelling - guida ai regolamenti UE on EU efficiency and product labelling

su efficienza ed etichettatura dei prodotti ErP e Labelling - guida ai regolamenti UE on EU efficiency and product labelling ErP e Labelling - guida ai regolamenti UE su efficienza ed etichettatura dei prodotti ErP and Labelling - quick guide on EU efficiency and product labelling Settembre 2015 September 2015 2015 ErP/EcoDesign

Dettagli

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003 Mod. 1067 DS1067-019 LBT8388 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE Sch./Ref.1067/003 ITALIANO DESCRIZIONE GENERALE L interfaccia 1067/003 consente di collegare alla Centrale 1067/032 o 1067/042 (ver. 2.00

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

ITALTRONIC SUPPORT XT SUPPORT XT

ITALTRONIC SUPPORT XT SUPPORT XT SUPPORT XT 289 CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 60715 Materiale Blend (PC/ABS) autoestinguente GENERAL FEATURES Standard EN 60715 Material self-extinguishing Blend (PC/ABS) Supporti modulari per schede

Dettagli

ACQUISTI PORTALE. Purchasing Portal

ACQUISTI PORTALE. Purchasing Portal ACQUISTI PORTALE Purchasing Portal Il portale acquisti della Mario De Cecco è ideato per: The Mario De Cecco purchase portal is conceived for: - ordinare on line in modo semplice e rapido i prodotti desiderati,

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM YEAR: 2011 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak Detection System (ecolds) for Ferrera - Cremona Pipeline which

Dettagli

rappresentazione alchemica

rappresentazione alchemica La moderna diagnostica esige una impostazione sistematica del monitoraggio della qualità del dato di laboratorio, una impostazione che deve avere caratteristiche di razionalità, di globalità, di integrazione.

Dettagli

Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente

Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente Università degli Studi di Palermo Prof. Gianfranco Rizzo Energy Manager dell Ateneo di Palermo Plan Do Check Act (PDCA) process. This cyclic

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

MANUALE UTENTE MODULO ESPANSIONE TASTI MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Descrizione Il modulo fornisce al telefono VOIspeed V-605 flessibilità e adattabilità, mediante l aggiunta di trenta tasti memoria facilmente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

CERTIFICATO N. EMS-1318/S CERTIFICATE No. FALPI S.R.L. RINA Services S.p.A. Via Corsica 12-16128 Genova Italy

CERTIFICATO N. EMS-1318/S CERTIFICATE No. FALPI S.R.L. RINA Services S.p.A. Via Corsica 12-16128 Genova Italy EMS-1318/S SI CERTIFICA CHE IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE DI IT IS HEREBY CERTIFIED THAT THE ENVIRONMENTAL MANAGEMENT SYSTEM OF È CONFORME ALLA NORMA IS IN COMPLIANCE WITH THE STANDARD ISO 14001:2004

Dettagli

SOLUZIONI PER IL FUTURO

SOLUZIONI PER IL FUTURO SOLUZIONI PER IL FUTURO Alta tecnologia al vostro servizio Alta affidabilità e Sicurezza Sede legale e operativa: Via Bologna, 9 04012 CISTERNA DI LATINA Tel. 06/96871088 Fax 06/96884109 www.mariniimpianti.it

Dettagli

CERTIFICATO N. CERTIFICATE No. 1548/98/S TECNOINOX S.R.L. ISO 9001:2008 VIA TORRICELLI, 1 33080 PORCIA (PN) ITA

CERTIFICATO N. CERTIFICATE No. 1548/98/S TECNOINOX S.R.L. ISO 9001:2008 VIA TORRICELLI, 1 33080 PORCIA (PN) ITA CERTIFICATO N. CERTIFICATE No. 1548/98/S SI CERTIFICA CHE IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ DI IT IS HEREBY CERTIFIED THAT THE QUALITY MANAGEMENT SYSTEM OF VIA TORRICELLI, 1 33080 PORCIA (PN) ITA Per

Dettagli

ACCESSORI MODA IN PELLE

ACCESSORI MODA IN PELLE ACCESSORI MODA IN PELLE LEMIE S.p.a. Azienda - Company Produzione - Manufacturing Stile - Style Prodotto - Product Marchi - Brands 5 9 13 15 17 AZIENDA - COMPANY LEMIE nasce negli anni settanta come

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no.

Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no. Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no. 327/2011 In base alla direttiva ErP e al regolamento UE n. 327/2011, si impone

Dettagli

Documentazione distribuita da A.I.CHE. - Associazione Italiana CHEratoconici ONLUS (www.assocheratocono.org) 1. Siena X-linking. Siena 2 Febbraio 2007

Documentazione distribuita da A.I.CHE. - Associazione Italiana CHEratoconici ONLUS (www.assocheratocono.org) 1. Siena X-linking. Siena 2 Febbraio 2007 1 Siena X-linking Siena 2 Febbraio 2007 Andrea Paolini Comitato Etico per la sperimantazione clinica dei medicinali Azienda Ospedaliera Universitaria Senese 0577 233204 c_etico@unisi.it Fondazione Toscana

Dettagli

Università degli Studi di Pisa

Università degli Studi di Pisa Università degli Studi di Pisa Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi Anno accademico 2010/2011 Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica Tesi di Laurea; Analisi di fattibilità di piccola

Dettagli

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management Idee per emergere Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management FI Consulting Srl Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (TV) Tel. 0438 360422 Fax 0438 411469 E-mail: info@ficonsulting.it

Dettagli

quali sono scambi di assicurazione sanitaria

quali sono scambi di assicurazione sanitaria quali sono scambi di assicurazione sanitaria These guides have a lot information especially advanced tips such as the optimum settings configuration for quali sono scambi di assicurazione sanitaria. QUALI

Dettagli

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014 Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT Incontro del 1 Piano di lavoro 1. Condivisione nuova versione guide operative RNDT 2. Revisione regole tecniche RNDT (allegati 1 e 2 del Decreto 10 novembre 2011) a)

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

INDUSTRIAL AUTOMATION

INDUSTRIAL AUTOMATION INDUSTRIAL AUTOMATION INDUSTRIAL AUTOMATION PRELIMINARY VERIFICATION DESIGN CONSTRUCTION INSTALLATIONS START SYSTEM INDUSTRIAL AUTOMATION Gli impianti industriali di produzione sono completati da apparecchiature

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

3 rd INTERREGIONAL FORUM: CYCLING POLICIES IN ITALY: PROBLEMS, SOLUTIONS, PROJECTS

3 rd INTERREGIONAL FORUM: CYCLING POLICIES IN ITALY: PROBLEMS, SOLUTIONS, PROJECTS 3 rd INTERREGIONAL FORUM: CYCLING POLICIES IN ITALY: PROBLEMS, SOLUTIONS, PROJECTS BIKEMI, BIKE SHARING MILANO Gestione: CLEAR CHANNEL Committenti: ATM, Azienda Trasporti Milanesi e Comune di Milano BIKEMI,

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems

Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems Dr. Geologo Luca Dei Cas Dirigente U.O. Centro Monitoraggio Geologico di ARPA Lombardia The Geologic Monitoring Center (CMG) started

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli

TECNOLOGIA LASER LASER TECHNOLOGY

TECNOLOGIA LASER LASER TECHNOLOGY TECNOLOGIA LASER LASER TECHNOLOGY UNI EN 14342:2005 Certificati per offrire maggiore qualità Certified to give top quality warranty Trasparenza, soddisfazione del cliente, qualità dei prodotti si traducono

Dettagli

Attuatore a relè Manuale di istruzioni

Attuatore a relè Manuale di istruzioni Attuatore a relè Manuale di istruzioni www.ecodhome.com 1 Sommario 3 Introduzione 4 Descrizione e specifiche prodotto 5 Installazione 6 Funzionamento 6 Garanzia 2 Introduzione SmartDHOME vi ringrazia per

Dettagli

EN IT. Computer Manual. Manuale computer. Console

EN IT. Computer Manual. Manuale computer. Console Computer Manual Manuale computer EN IT Console www.energetics.eu Table of contents / Indice 1. English....................................... p. 4 2. Italiano....................................... p.

Dettagli

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide Newsletter Application 4/2007 OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella APPLICABILITÀ: CONTROLLO NUMERICO itnc 530 DA VERSIONE SOFTWARE 340 49x-03 REQUISITI HARDWARE: MC 420

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

GSM WATER CONTROL TELECONTROLLO REMOTO DI IMPIANTI, GESTIONE ACQUA SERBATOI, CONDUTTURE

GSM WATER CONTROL TELECONTROLLO REMOTO DI IMPIANTI, GESTIONE ACQUA SERBATOI, CONDUTTURE GSM WATER CONTROL TELECONTROLLO REMOTO DI IMPIANTI, GESTIONE ACQUA SERBATOI, CONDUTTURE REMOTE CONTROL SYSTEM, MANAGEMENT OF WATER, TANKS AND PIPELINE TELELETTURA REMOTA DI INVASI, ACQUEDOTTI, CONDUTTURE,CONTATORI

Dettagli

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca tecnologica insieme all'attenzione per il cliente, alla ricerca della qualità e alla volontà di mostrare e di far toccar con

Dettagli

Settori Applicativi Field of Application

Settori Applicativi Field of Application ERIMAKI Brochure_23 Luglio_okDEFINITIVO_Layout 1 23/07/12 12.51 Pagina 1 Settori Applicativi Field of Application Trattamento Plastica Plastic treatment Legno e Vetro Wood and glass Stoccaggio Storage

Dettagli

Abstract Women Collection

Abstract Women Collection Abstract collection Head: J 271 Mod.: 3919 Body Col.: 287 Glossy White 2 Head: J 269 Body Col.: Glossy Black Mod.: 3965 3 Head: J 250 Mod.: 3966 Body Col.: 287 Glossy White 4 Head: J 248 Body Col.: 287

Dettagli

Energia pulita. da reflui zootecnici e biomasse Clean energy from zootechnical sewage and biomasses

Energia pulita. da reflui zootecnici e biomasse Clean energy from zootechnical sewage and biomasses Energia pulita da reflui zootecnici e biomasse Clean energy from zootechnical sewage and biomasses Biogengas si propone come società primaria nella progettazione e realizzazione di impianti per la produzione

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.18306 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : IVS GROUP Oggetto : CHIUSURA ANTICIPATA PERIODO DI DISTRIBUZIONE DEL PRESTITO "IVS

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

Valvole a sfera INOX

Valvole a sfera INOX Valvole a sfera INOX Pag. Note sulla Direttiva 94/9/EC-ATEX 2.2 2 pezzi FF a passaggio totale SF2 SF2T comando a leva basic 2.3 3 pezzi FF e SW SF3T 2.4 Wafer SFW 2.5 3vie FF SFMV 2.6 Split body SFSB 2.7

Dettagli

Umbra Cuscinetti. Quality Supplier Requirements

Umbra Cuscinetti. Quality Supplier Requirements Pagina: 1 di 5 Distribuzione controllata / Controlled Distribution Ciclo di Vita / Life cycle Redatto / Revisionato: Verificato: Approvato: M. Tozzi P.Trasciatti G. Sturniolo Indice Revisioni / Revision

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

PMBOK Guide 3 rd Edition 2004

PMBOK Guide 3 rd Edition 2004 PMBOK Guide 3 rd Edition 2004 Un modello di riferimento per la gestione progetti a cura di Tiziano Villa, PMP febbraio 2006 PMI, PMP, CAPM, PMBOK, PgMP SM, OPM3 are either marks or registered marks of

Dettagli

Telecontrol systems for renewables: from systems to services

Telecontrol systems for renewables: from systems to services ABB -- Power Systems Division Telecontrol systems for renewables: from systems to Adrian Timbus - ABB Power Systems Division, Switzerland Adrian Domenico Timbus Fortugno ABB - Power ABB Power Systems Systems

Dettagli