SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
REALIZZAZIONE SITI WEB

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI

Comunicazione d impresa

LA COMUNICAZIONE IN AMBITO ASSOCIATIVO

Branding. Cos è e perché è così importante. Antonio Tresca, 2006

Sharing economy italiana: chi, cosa, quanto quando e dove?

Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità

E il momento di iniziare: le fondamenta del fundraising

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Processi di comunicazione scuola-famiglia

Comunicazione di massa

effetto evento Indagine conoscitiva sulla diffusione degli strumenti di comunicazione nelle aziende italiane Focus sull organizzazione di eventi

CODICE ETICO di FORTES Impresa Sociale SRL

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

RASSEGNA STAMPA 2014

Benvenuti in BPER Banca.

2 al GIUGNO Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

EXPO 2015: Il bilancio degli italiani

IL MARKETING DEL PROFESSIONISTA. A cura di Roberta Dott.ssa Fabbri (Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Docente di Formazione Imprenditoriale)

Concorso idee imprenditoriali

2012 Secondo Rapporto su. Italiani, agricoltura e sicurezza alimentare. Anticipazione del Focus su Vino

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

Excellsium Leading Dental Clinics

Tra il dire e l educare c è di mezzo il web. Come può la comunicazione educare alla cultura dell incontro?

INDAGINE PROFESSIONI A CONFRONTO: COME I RELATORI PUBBLICI E I GIORNALISTI ITALIANI PERCEPISCONO LA PROPRIA PROFESSIONE E QUELLA DELL ALTRO

Riflessioni sulla e-leadership

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

campagna istituzionale

DAL MARCHIO AL BRAND. Avv. Rossella Masetti

SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio

STILI DI VITA COSA SONO?


LE NUOVE REGOLE DEI MUTUI

Progetto Verso una Scuola Amica dei bambini e dei ragazzi

I DONATORI ITALIANI E IL TERZO SETTORE Paolo Anselmi, Vice Presidente GfK Eurisko


PROGETTO PER UN MUSEO DEL MARE A MANFREDONIA

Come Luogo Armonico promuove la tua azienda

L ACQUISTO DI MACCHINE SICURE

Dalla Strategia all Esecuzione Creativa

Policy La sostenibilità

Spazio Qualità e Benessere

IL PATRIMONIO INTANGIBILE. Idee e metodologie per la direzione d impresa. Marzo 2004

Benvenuti nell era del web 2.0

Configurazioni del Bilancio Sociale. Oggi più di ieri e sicuramente meno di domani, il centro di produzione, ovvero il centro di

TREND ANALYSIS PER IL MODERN TRADE

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione

Gli italiani e il solare V RAPPORTO

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Da dove veniamo. giugno 2013, documento riservato. Orgoglio BiancoRosso

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI

Sezione A: indicatori di scenario

Meglio i farmaci o i prodotti naturali?

Servizi per il turismo e la cultura

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Mercoledì, 09 aprile 2014

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE

LA REPUTAZIONE AZIENDALE: UNA RISORSA STRATEGICA PER L IMPRESA. IL CASO FERRERO E IL GLOBAL PULSE 2009 LE BUONE IDEE CONQUISTANO IL MONDO

Il Futuro dei Musei I Musei del Futuro

Misurare il benessere: La cultura, elemento fondamentale Annalisa Cicerchia. 29 Gennaio 2014

GLI ITALIANI E IL FUNDRAISING Chi sono, come si comportano e cosa desiderano i donatori I edizione / 2013

SEGRETERIA TECNICA DI GRUPPO E RELAZIONI ESTERNE

METROPOLI DOC EXPO 2015: Le donne nutrono il pianeta

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

E. Bisetto e D. Bordignon per

LE BANCHE PER LA CULTURA

Corso Marketing Sociale, a.a Dott. Giuseppe Fattori

Specializzati in micro, piccole e medie imprese


La forza. del network

Èuna situazione complessa e per

IL CONTENT MARKETING creazione e condivisione di contenuti rilevanti e di qualità al fine di attrarre

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che. operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella. Provincia di Pisa

Relatore: Paula Eleta

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VERONA. MERCOLEDI 8 OTTOBRE 2014 Dalle ore 9,00 alle ore 19,00

Il lavoro sulle risorse immateriali precede la ricerca delle risorse materiali

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas

PROFILO DI ORIENTAMENTO GIOVANNI BASTIANELLI

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Le nuove strategie di fidelizzazione in Erboristeria: L uso di Facebook

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove

OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

1. Il fine del sistema territoriale. 2. Le dimensioni dello sviluppo sostenibile. 3. Il significato ed il ruolo del marketing territoriale

INDAGINE SULLA CONOSCENZA E SODDISFAZIONE DEI CITTADINI IN MERITO AL PERCORSO DI RAVENNA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019

Come gestire i Social Network

il consorzio siamo noi.

Cos è il fundraising 1

Progettazione curriculare verticale Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I grado

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Laboratorio di Scultura: Ascoltare lo spazio Progettazione e realizzazione di un opere d arte attraverso un intervento site specific

Costruzione dell immagine aziendale. a cura di Claudia Ravelli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

Advertisement
Transcript:

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002

Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore del 2000! Problemi del mercato! Opportunità del mercato Perché investire nel sociale 7-10! Le opportunità del mercato! Alcune considerazioni Progettare l immagine dell identità 11-17 2/ 17

Lo scenario italiano COME LA PENSANO GLI ITALIANI Il 52% del campione (italiani tra i 14 e i 79 anni), a parità di qualità e di prezzi, preferisce acquistare prodotti/servizi di imprese che investono nel sociale Il 55% pensa che le aziende devono investire in modo continuativo e non con eventi spot Il 70% afferma che le imprese non solo devono fare ma anche farlo sapere attraverso la pubblicità e altri mezzi di comunicazione Fonte: Astra e Demoskopea 2000 3/ 17

Lo scenario italiano (segue) COME LA PENSANO GLI ITALIANI Quasi l 80% ritiene che le imprese che investono nel sociale danno un contributo prezioso alla difesa e alla crescita del nostro patrimonio sociale, artistico e culturale L 83% ritiene che lo Stato deve dare consistenti vantaggi fiscali a chi investe in questo settore Fonte: Astra e Demoskopea 2000 4/ 17

Lo scenario italiano (segue) LE CAUSE SOCIALI DI MAGGIOR INTERESSE Salute (ricerca, handicap, ospedali) Ambiente ( territorio, flora e fauna) Assistenza (bambini, anziani, malattie, tossicodipendenza) Istruzione (asili, scuole, università, scuole speciali) Cultura (musei, teatri, monumenti, musica, arte) Estero (iniziative per il Terzo Mondo, Bambini, fame, malattie) 5/ 17

Lo scenario italiano (segue) Il CONSUMATORE DEL 2000 Più attento e consapevole alle conseguenze delle scelte di consumo e di servizio Si sente interlocutore dell impresa, con potere di veto Dopo gli ultimi avvenimenti (11 settembre 2001) aumenta l esigenza di:! Solidarietà! Appartenenza! Sicurezza! Impegno Riscopre l etica nei rapporti personali e nel sociale Maggiori aspettative della collettività nei confronti dell impresa per un maggiore impegno etico 6/ 17

Perché investire nel sociale LE OPPORTUNITÀ DEL MERCATO Aumento del livello di fiducia: maggiore credibilità aziendale e allargamento del dialogo con gli stakeholder Forte applicabilità a livello territoriale: possibilità di studiare progetti declinabili su aree specifiche Ampia integrabilità: facilità di integrare le iniziative sociali nei valori aziendali 7/ 17

Perché investire nel sociale (segue) LE OPPORTUNITÀ DEL MERCATO Possibilità diverse di utilizzo: presentazione dei progetti sociali in contesti quali: convention forza vendita, eventi, presentazioni di prodotto etc. Forte visibilità: i media sono in genere disponibili a dare molto rilievo a questi progetti Valorizzazione dell immagine/reputazione dell azienda: contestualizzare le azioni sociali in rapporto ai valori di marca 8/ 17

Perché investire nel sociale (segue) ALCUNE CONSIDERAZIONI Una precisa policy sociale, potrebbe diventare un plus nella gara per conquistare fette di mercato tra i cosiddetti consumatori responsabili Un azienda che si prende a cuore in modo strutturato le istanze sociali è un azienda che ha a cuore i problemi della collettività e quindi dei propri clienti L investimento nella comunicazione sociale permette alla marca di legarsi profondamente al mondo simbolico dal quale nascono dei valori condivisi su cui si fonda la relazione con il cliente 9/ 17

Perché investire nel sociale (segue) ALCUNE CONSIDERAZIONI La comunicazione sociale deve essere strettamente legata agli sviluppi e processi aziendali sia operativi che di marketing ed è complementare a delle scelte strategiche che l azienda deve compiere a priori. Operazioni spot che siano solo di facciata rischiano di essere inutili se non addirittura dannose Oggi non si comprano solo più prodotti/servizi, ma stili di vita, comportamenti e identità. La marca ci da indicazioni per ESSERE, non più solo per FARE o per AVERE. 10/ 17

Progettare l immagine dell identità (segue) La progettazione architettonica è fondamentale per creare un immagine dell identità di una Società/Gruppo che possa comunicare i valori sociali del marchio aziendale Progettare Obiettivi creando valore per l azienda a tutti i livelli Target Per tutti ma in modo differenziato Strategia Creare progetti in linea con l identità e i valori dell azienda Azioni Realizzare strumenti che non stigmatizzano 11/ 17

Progettare l immagine dell identità (segue) Personalità dell azienda Identità aziendale Sinergia con il marketing Valori dell opinione pubblica Immagine della marca 12/ 17

Progettare l immagine dell identità V alori dell Opinione Pubblica Immagine della marca Solidarietà Appartenenza Sicurezza Impegno Approccio etico al business: integrità, uguaglianza, onestà, rispetto del cliente e dell ambiente Personale competente dedicato Sicurezza dell intero sistema Sinergia con il marketing mix Prodotti/servizi sicuri, di qualità, accessibili e rispettosi dell ambiente Valorizzazione del patrimonio immobiliare dismesso 13/ 17

Progettare l immagine dell identità (segue) Per non stigmatizzare è necessario progettare pensando a 360 La normativa diventa pervasiva quando si comincia a parlare e a progettare per L UTENZA ALLARGATA 14/ 17

Progettare l immagine dell identità (segue) L immagine crea attitudini di pensiero che si radicano in comportamenti molto spesso errati Viene eliminata automaticamente la distinzione di sesso 15/ 17

Progettare l immagine dell identità (segue) 16/ 17

Progettare l immagine dell identità (segue) 17/ 17