Infosecurity italia 2003 INFORMATION WARFARE & BUSINESS INTELLIGENCE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Infosecurity italia 2003 INFORMATION WARFARE & BUSINESS INTELLIGENCE"

Transcript

1 Infosecurity italia 2003 INFORMATION WARFARE & BUSINESS INTELLIGENCE INTRODUZIONE AI LAVORI Ferrante Pierantoni

2 Introduzione ai Lavori La rapida evoluzione degli ultimi decenni e la conseguente trasformazione del mondo in un Villaggio Globale costituisce un'esperienza senza precedenti nella storia dell'umanità per i tempi brevissimi che l hanno caratterizzata e per l ampiezza e la rilevanza dei mutamenti che ha indotto.

3 Il Villaggio Globale 1. Rapidissima evoluzione tecnologica; 2. Sempre maggiore velocità delle transazioni internazionali; 3. Diffusa dematerializzazione dell'economia; 4. Capacità produttiva a livello mondiale in eccesso rispetto alla domanda ed alle necessità elementari 5. Ampia possibilità per tutti di accesso alle informazioni; 6. Esigenza di una elevata trasparenza delle varie operazioni in competizione con quella di una elevata riservatezza dei dati personali; 7. Globalizzazione e liberalizzazione dei mercati ed internazionalizzazione delle reti di energia, trasporti, telecomunicazioni e trasmissioni televisive.

4 Il Villaggio Globale La nascita del Villaggio Globale ha messo in atto una rivoluzione non solo economica e sociale ma anche politica nella quale dovremo imparare a vivere ed ha, nel contempo, alterato non solo le modalità dei conflitti tra le nazioni, ma le finalità e la stessa natura di questi conflitti.

5 Introduzione ai Lavori La complessità del Mondo in cui viviamo è al di sopra delle nostre attuali capacità di analisi e comporterà, molto probabilmente, lo sviluppo di nuove modalità di conflitti militari, provocando inoltre l'erosione graduale delle nazioni-stato ed intaccando il loro monopolio della violenza organizzata.

6 Il Villaggio Globale Oggi dovrebbe essere ampiamente dimostrato a tutti, vincitori e vinti, che la guerra tradizionale è un gioco a somma troppo negativa, e che gli "imperi" sono un lusso estremamente costoso, che nessuno può più permettersi.

7 Il Villaggio Globale Lo sviluppo delle tecnologie di comunicazione e di informazione, assieme alla nascita del cyberspazio, pone il possesso delle informazioni e il relativo controllo ad ogni livello di diffusione come l'obiettivo geopolitico determinante, come nei secoli passati lo era il controllo del traffico commerciale e quello delle risorse materiali ed in precedenza quello delle capacità produttive agricole.

8 Il Villaggio Globale Oggi l'annientamento fisico dell'avversario e l'occupazione fisica del suo territorio non sono più un obbiettivo da perseguire.

9 Il Villaggio Globale Oggi i morti in guerra, propri o del nemico, sono diventati un sottoprodotto, non solo non desiderato, ma assolutamente da evitare.

10 Il Villaggio Globale Se proprio si deve fare una guerra, non bisogna uccidere i nemici, in linea con gli insegnamenti di Sun Tzu che, già venticinque secoli or sono, scriveva che i generali eccellenti non sono quelli che uccidono il maggior numero di nemici in battaglia, bensì quelli che vincono la resistenza del nemico senza usare la spada.

11 La Guerra Informatica In sintesi, la Guerra avrà come obbiettivo di sottomettere l'avversario, virtualmente, possibilmente senza l'uso di violenza fisica e con un numero molto limitato di "morti e feriti" per azioni di guerra, possibilmente senza che il nemico se ne accorga "troppo", utilizzando un ampio ventaglio di differenti tecnologie.

12 La Guerra Informatica Non sarà facile combattere un tale tipo di guerra.

13 La Guerra Informatica L'obiettivo della guerra oggi non è più il controllo di questo territorio, di quella popolazione o di una particolare risorsa naturale, ma quello dei processi di regolamentazione e della semantica dei sistemi informativi, mentre l'interconnessione sempre più stretta delle diverse reti ha aumentato la vulnerabilità della nostra società a livelli impensabili solo cinquant'anni fa.

14 La Guerra Informatica Il pericolo maggiore deriva dall'estendersi inarrestabile dell'interoperabilità delle reti telematiche che consente vantaggi enormi sul piano dell'aumento dell'efficienza e della riduzione dei costi a prezzo di un fortissimo aumento della vulnerabilità del sistema.

15 Le Vulnerabilità La tendenza quasi patologica verso la standardizzazione e la riduzione della ridondanza rendono infatti la vita sempre più facile agli eventuali aggressori.

16 Le Vulnerabilità Inoltre non esistono solo i virus ed i crackers, oggi è fin troppo semplice paralizzare l'economia, la politica o le strutture decisionali di una nazione sviluppata, interrompendo uno o più servizi di base attraverso un articolato piano di sabotaggio degli archivi dati o delle reti, o mediante una serie articolata di attacchi con dispositivi ad impulsi elettromagnetici.

17 L Ambiguità Inoltre si è di fronte a dimensioni nuove, virtuali. Tutto sta diventando sempre più opinabile. All'epoca di Omero le cose erano semplici. Gli eroi si battevano in duello. Achille vinceva e viveva, Ettore perdeva e moriva.

18 L Ambiguità Non solo gli eroi oggi non ci sono più, ma non è mai indiscutibile, in una prospettiva temporale di medio e lungo termine, chi ha vinto e chi ha perso. Basta guardare al Vietnam.

19 L Ambiguità Rimane però sempre valido il concetto che non si può combattere una guerra se per vincerla non si è disposti a morire sia pure solo virtualmente.

20 L importanza del Tempo Il tempo è per contro diventato molto più critico. Ciascuna azione e reazione richiede tempi estremamente brevi. Infatti, la guerra informatica non ha praticamente inerzia per la sua intrinseca natura virtuale. Il tempo che intercorre tra la decisione di iniziare una guerra e il suo effettivo inizio può essere dell'ordine di secondi.

21 L importanza del Tempo Bisognerà imparare a reagire istantaneamente agli attacchi. L'unico elemento che può rallentare l'azione sono i media, ma il loro effetto di ritardo è comunque misurabile in ore. Inoltre sarà molto difficile, per chi è attaccato, accorgersi chiaramente dell'inizio delle ostilità, al contrario di quello che accadeva nei combattimenti tradizionali, dove artiglieria, missili o bombe rivelavano anche al più sprovveduto dei Governi che era in corso un attacco contro il suo Paese.

22 La Guerra Informatica In sintesi, la tipica guerra informatica avrà come obiettivo di sottomettere l'avversario, virtualmente, senza l'uso della violenza e, possibilmente, dissimulando le proprie intenzioni, sulla scia degli insegnamenti di Ulisse.

23 La Guerra Informatica Non sarà facile.

24 Il ruolo dell Intelligence Diventerà sempre più necessario essere capaci di raccogliere e analizzare tutte le informazioni ottenute, sia tramite le classiche strutture dei Servizi, sia attraverso analisi sempre più sofisticate e globali delle fonti aperte.

25 Il ruolo dell Intelligence Bisognerà soprattutto imparare a distribuire in modo selettivo le informazioni raccolte per favorire, sostenere e difendere la competitività economica della propria Nazione, sia a livello di grandi comparti industriali che di specifiche imprese.

26 Il ruolo dell Intelligence Nelle grandi democrazie occidentali realizzare un sistema di business intelligence, effettivamente integrato con le strutture industriali nazionali, presenterà difficoltà maggiori di quelle che si sono dovute affrontare per definire nel Secoli XVIII e XIX i relativi poteri del Governo e del Parlamento.

27 Il ruolo dell Intelligence Non sarà facile per le Nazioni accettare che la spina dorsale dei loro sistemi di difesa sia costituita essenzialmente da servizi di intelligence abbandonando il culto del mito di Giove, che agisce in modo trasparente usando la forza, per quello di Ulisse, che opera d astuzia rimanendo nell ombra.

28 Il ruolo dell Intelligence Lo stesso Omero ci ricorda che tremila anni fa Troia non fu sconfitta da Achille ma da Ulisse.

29 Le Istituzioni La natura virtuale sta quindi cambiando sostanzialmente la guerra e in futuro obbligherà tutti a rivedere attentamente i vari aspetti istituzionali, politici e giuridici sviluppati con molta fatica in oltre due millenni.

30 La Guerra Informatica Distinguere un combattimento con le informazioni, effettuato con azioni di disturbo alle reti telematiche ed intrusioni e manomissioni di dati o del software, da altre operazioni nel cyberspazio, come intrusioni per gioco o per vanità, spionaggio a livello di nazioni o di corporazioni industriali, frodi e furti elettronici, sarà estremamente difficile.

31 La Guerra Informatica Per non parlare della difficoltà di attribuire le relative responsabilità

32 Le Istituzioni Le democrazie parlamentari potrebbero incontrare grandi difficoltà nel gestire le guerre informatiche perché, nella battaglia quotidiana per mantenere il controllo delle risorse informative del nemico, non sono in grado di gestire, in tempo reale, le principali variabili politiche, culturali, sociali ed economiche.

33 Le Istituzioni Un simile ampio coordinamento orizzontale comporta infatti l'esigenza di dare, a livello istituzionale, una risposta non ambigua, pena la certezza di subire una sconfitta, a due grandi interrogativi: 1. chi, in un mondo che cambia rapidamente a tutti i livelli, sociale, economico, culturale e tecnologico, ha il compito di stabilire quali sono gli interessi nazionali e di farli conoscere in modo opportuno ai vari livelli? 2. chi, in tempo di pace in un Paese a regime democratico parlamentare, ha il compito di difendere gli interessi nazionali?

34 Conclusione Si richiede dunque un enorme sforzo di aggiornamento culturale. Inoltre si dovrà passare da strutture di tipo gerarchico, basate sull'obbedienza, a strutture reticolari che poggiano le loro basi sul coinvolgimento e la cooperazione spontanea, sulla comprensione delle cause del conflitto unite ad elevati livelli di creatività e di onestà intellettuale.

Hacking the United Nations

Hacking the United Nations Hacking the United Nations Dentro i meccanismi di governo della rete Vittorio Bertola Hacker istituzionale ToShare Festival 2007 Torino, 24 gennaio 2007 Le ragioni del successo di Internet Intelligenza

Dettagli

InfoCert progetta e sviluppa servizi e soluzioni di alto livello per la dematerializzazione, gestione e trasmissione dei documenti.

InfoCert progetta e sviluppa servizi e soluzioni di alto livello per la dematerializzazione, gestione e trasmissione dei documenti. InfoCert progetta e sviluppa servizi e soluzioni di alto livello per la dematerializzazione, gestione e trasmissione dei documenti. Con pieno valore legale. 2 InfoCert InfoCert. Garanzia di soluzioni.

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Principi cardine del DIU e organi della violenza bellica. Corso diritto internazionale avanzato Lez. 2/4 Aldo Piccone

Principi cardine del DIU e organi della violenza bellica. Corso diritto internazionale avanzato Lez. 2/4 Aldo Piccone Principi cardine del DIU e organi della violenza bellica Corso diritto internazionale avanzato Lez. 2/4 Aldo Piccone Contenuti: Principio di necessità militare Principio di proporzionalità Principio di

Dettagli

Il ruolo della sicurezza delle informazioni nella Sanità elettronica

Il ruolo della sicurezza delle informazioni nella Sanità elettronica Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! Il ruolo della sicurezza delle informazioni nella Sanità elettronica Corrado Giustozzi Security Evangelist Capgemini Italia Responsabile

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari EURO 6 L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari Giovanni Berneschi Dopo anni di attesa e di preparazione, a partire dal 1 gennaio 2002 l Euro ha preso il posto di dodici monete nazionali

Dettagli

Seminario DATI APERTI DI QUALITA OPEN DATA E QUALITA DEI DATI

Seminario DATI APERTI DI QUALITA OPEN DATA E QUALITA DEI DATI Seminario DATI APERTI DI QUALITA Roma, 3 Dicembre 2012 OPEN DATA E QUALITA DEI DATI Enrico Viola (enrico.viola@pico2000.it) AGENDA La qualità per i dati: definizione, rilevanza, specificità Il ciclo di

Dettagli

MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE

MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE MASTER DI I E II LIVELLO IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE MILANO 30 settembre 1 ottobre Tecniche di Negoziazione LE FASI DELLA NEGOZIAZIONE E LE ARMI DELLA PERSUASIONE Sergio Zucchetti 1 Fasi nella Negoziazione

Dettagli

Nome modulo: VIGENTI DISPOSIZIONI DI LEGGE IN MATERIA DI TUTELA DEI DATI E DI CRIMINALITÀ INFORMATICA ANCHE EUROPEE

Nome modulo: VIGENTI DISPOSIZIONI DI LEGGE IN MATERIA DI TUTELA DEI DATI E DI CRIMINALITÀ INFORMATICA ANCHE EUROPEE NOME LEZIONE: INTRODUZIONE Il Codice privacy è entrato in vigore il 1 gennaio 2004 e riunisce in un unico contesto la legge 675/1996 e gli altri decreti legislativi in materia, i regolamenti e i codici

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA II REPARTO INFORMAZIONI E SICUREZZA CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA II REPARTO INFORMAZIONI E SICUREZZA CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE STATO MAGGIORE DELLA DIFESA II REPARTO INFORMAZIONI E SICUREZZA CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE (NC) Ruolo e prospettive dell intelligence militare per la sicurezza cibernetica e a difesa delle infrastrutture

Dettagli

Il Rapporto CLUSIT 2015 sulla sicurezza ICT in Italia

Il Rapporto CLUSIT 2015 sulla sicurezza ICT in Italia Il Rapporto CLUSIT 2015 sulla sicurezza ICT in Italia Il tema della sicurezza informatica sta acquisendo sempre maggiore rilevanza, sia dal punto di vista sociale che economico. Gli ultimi dieci anni hanno

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Sicurezza, protezione, aspetti legali

CORSO EDA Informatica di base. Sicurezza, protezione, aspetti legali CORSO EDA Informatica di base Sicurezza, protezione, aspetti legali Rischi informatici Le principali fonti di rischio di perdita/danneggiamento dati informatici sono: - rischi legati all ambiente: rappresentano

Dettagli

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone Diritto Internazionale Umanitario Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone DIRITTO Insieme di regole esterne alla morale o alla religione che disciplinano i rapporti sociali NAZIONALE: insieme di norme

Dettagli

Fabrizio Minniti Il regime di non proliferazione nucleare

Fabrizio Minniti Il regime di non proliferazione nucleare A12 Fabrizio Minniti Il regime di non proliferazione nucleare Copyright MMXV Aracne editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Quarto Negroni, 15 00040 Ariccia (RM) (06) 93781065

Dettagli

COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs)

COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs) COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs) Spesso la tecnologia dell informazione assume la forma di un sistema, ovvero un insieme di componenti che hanno valore quando funzionano insieme. Per esempio, hardware

Dettagli

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE Attività del gruppo GUE/NGL nella commissione per i diritti delle donne e l uguaglianza di genere del Parlamento europeo Uguaglianza di genere, solidarietà, azione

Dettagli

Sistemi e schedulazione in tempo reale

Sistemi e schedulazione in tempo reale Sistemi e schedulazione in tempo reale 1 Sistemi in tempo reale Sistemi di calcolo in cui la correttezza del funzionamento dipende criticamente dal tempo in cui i risultati sono prodotti. Possibili campi

Dettagli

N. 9-2008. Presidente: Prof. Giuseppe Bianchi. Via Piemonte, 101 00187 Roma telefono 06.4818443 gbianchi.isril@tiscali.it

N. 9-2008. Presidente: Prof. Giuseppe Bianchi. Via Piemonte, 101 00187 Roma telefono 06.4818443 gbianchi.isril@tiscali.it N. 9-2008 Presidente: Prof. Giuseppe Bianchi Via Piemonte, 101 00187 Roma telefono 06.4818443 gbianchi.isril@tiscali.it 1 Anche per i paesi a forte vocazione anarcoide, come l Italia, arriva il momento

Dettagli

Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma

Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma Via Orrea, 23 00123 Roma Tel. 063037022 - fax o630436063 Staffetta 4 x 100 misti tutti in gara per la Cittadinanza, Costituzione, Salute e Sicurezza! L importante non

Dettagli

Capacità dell impresa di ottenere (o ha la possibilità di conseguirla) nel medio-lungo periodo una redditività superiore a quella dei suoi

Capacità dell impresa di ottenere (o ha la possibilità di conseguirla) nel medio-lungo periodo una redditività superiore a quella dei suoi Capacità dell impresa di ottenere (o ha la possibilità di conseguirla) nel medio-lungo periodo una redditività superiore a quella dei suoi concorrenti. IL VANTAGGIO COMPETITIVO NASCE DA FONTI ESTERNE E/O

Dettagli

ANTONIO MARTELLI MARTE E MERCURIO. Strategie militari e Strategie aziendali. Workshop del CeRiCo Marte e Mercusio : 26 Gennaio 2012

ANTONIO MARTELLI MARTE E MERCURIO. Strategie militari e Strategie aziendali. Workshop del CeRiCo Marte e Mercusio : 26 Gennaio 2012 ANTONIO MARTELLI MARTE E MERCURIO 1 Strategia d impresa e polemologia: quale rapporto? 2 Ma che c entra la strategia d impresa con la polemologia?... eppure un rapporto esiste. 3 La polemologia occidentale:

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

4. Il movimento comunista: Ho Chi Minh... 85

4. Il movimento comunista: Ho Chi Minh... 85 Indice Prefazione... 1 1. Vietnam e Cina nella storia... 5 1.1. Origini della civiltà vietnamita... 5 1.2. Il Vietnam nel sistema sinocentrico... 9 1.3. La civiltà cinese in Vietnam e i primi tentativi

Dettagli

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l Riassunto L India è uno dei paesi più grandi del mondo, il secondo in quanto a popolazione e uno di quelli in via di sviluppo che negli ultimi anni ha mostrato le maggiori potenzialità di crescita economica

Dettagli

Imparare e Usare il Metodo di Studio

Imparare e Usare il Metodo di Studio Imparare e Usare il Metodo di Studio Per gli studenti: con questa semplice guida puoi imparare a usare un buon metodo di studio. Per imparare, leggi e cerca di capire bene i passi seguenti e allenati ogni

Dettagli

Preparazione. Lo spazio davanti ad ogni giocatore è suddiviso in aree specifche:

Preparazione. Lo spazio davanti ad ogni giocatore è suddiviso in aree specifche: Manuale uffciale Preparazione L'unica cosa necessaria per poter giocare è un mazzo da 52 carte francesi per due giocatori; eventuali carte Jolly possono essere utilizzate, ma non sono strettamente necessarie

Dettagli

STORIA CONTENUTI E TEMPI

STORIA CONTENUTI E TEMPI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA CLASSE 1ª Z TUR DOCENTE SERRACCHIOLI IRENE STORIA COMPETENZE DISCIPLINARI Conoscenza

Dettagli

Immagini della guerra del Vietnam 1959-1975

Immagini della guerra del Vietnam 1959-1975 Immagini della guerra del Vietnam 1959-1975 25 maggio 1954. L ultima fotografia di Robert Capa prima di morire calpestando una mina a Thai Binh, al seguito delle truppe francesi. Il Vietnam si chiama ancora

Dettagli

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava Storia e civiltà d'italia Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org Opava Ideologia fascista? Il fascismo nasce come movimento, non come pensiero politico. La parola

Dettagli

TREND MICRO DEEP SECURITY

TREND MICRO DEEP SECURITY TREND MICRO DEEP SECURITY Protezione Server Integrata Semplice Agentless Compatibilità Totale Retroattiva Scopri tutti i nostri servizi su www.clouditalia.com Il nostro obiettivo è la vostra competitività.

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello internazionale

Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello internazionale Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello internazionale 1 Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello

Dettagli

VINCERE NELLE VENDITE COMPLESSE: LA VALUE PROPOSITION EFFICACE NASCE CON IL PROCESSO DI VENDITA

VINCERE NELLE VENDITE COMPLESSE: LA VALUE PROPOSITION EFFICACE NASCE CON IL PROCESSO DI VENDITA VINCERE NELLE VENDITE COMPLESSE: LA VALUE PROPOSITION EFFICACE NASCE CON IL PROCESSO DI VENDITA BUYVALUESELL: VENDERE VALORE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ DISPORRE DI PROCESSI COMMERCIALI INNOVATIVI? Gli

Dettagli

Sfide regolatorie per la gestione patrimoniale transfrontaliera in Svizzera e opzioni strategiche

Sfide regolatorie per la gestione patrimoniale transfrontaliera in Svizzera e opzioni strategiche Rapporto del gruppo di esperti «Ulteriore sviluppo della strategia in materia di mercati finanziari» Sfide regolatorie per la gestione patrimoniale transfrontaliera in Svizzera e opzioni strategiche 6

Dettagli

Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro

Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro L AGROALIMENTARE ITALIANO: PROSPETTIVE DI SVILUPPO E CRITICITÀ. Forum Internazionale dell Agricoltura e dell Alimentazione. Coldiretti Antonio MARZANO Presidente

Dettagli

Perché affidarsi a tecnico di proget

Perché affidarsi a tecnico di proget TEC. Baroni 45 imp 2-04-2004 10:54 Pagina 50 TECNICA Perché affidarsi a tecnico di proget d i S a r a B a r o n i Uno studio di ingegneria, maturando esperienza in realtà differenti, sviluppa una competenza

Dettagli

GLI ASPETTI GIURIDICI DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE

GLI ASPETTI GIURIDICI DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE GLI ASPETTI GIURIDICI DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE SOMMARIO 1. Chi non comunica non esiste! Diritto all informazione 2. Tutela della privacy Privacy e riservatezza 3. Diritto d autore 4. Software

Dettagli

Trojan di Stato (Ops, captatori informatici) ovvero come lo stato gioca a fare il blackhat Andrea Ghirardini

Trojan di Stato (Ops, captatori informatici) ovvero come lo stato gioca a fare il blackhat Andrea Ghirardini Trojan di Stato (Ops, captatori informatici) ovvero come lo stato gioca a fare il blackhat Andrea Ghirardini Di cosa parleremo Cosa sono Perché ci sono Chi li usa Chi ne abusa Cosa fare Come difendersi

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE LE GUERRE PERSIANE Mentre le città greche si sviluppavano, i Persiani crearono un vastissimo impero sottomettendo tutti i popoli conquistati. Sparta e Atene, piuttosto di perdere la propria libertà affrontarono

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Corso di Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it Il I Mktg-L02 Marketing B2C vs Marketing B2B Business to Consumer (B2C): l acquirente

Dettagli

La mia scuola per la pace

La mia scuola per la pace La mia scuola per la pace Programma nazionale di educazione alla pace e ai diritti umani Anno scolastico 2005-2006 promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e

Dettagli

MINIGUIDA PER RISORSE SU CLASH OF CLANS

MINIGUIDA PER RISORSE SU CLASH OF CLANS MINIGUIDA PER RISORSE SU CLASH OF CLANS Visto che le richieste in chat sono sempre maggiori ed è difficile riassumere in poche righe il sistema che utilizzo per fare risorse in poco tempo, ho pensato che

Dettagli

La volatilità come causa di instabilità

La volatilità come causa di instabilità sicurezza internazionale La volatilità come causa di instabilità LUISA FRANCHINA ALESSANDRO PASTORE L ESIGENZA DI UNA FOOD INTELLIGENCE PER LA DIFESA E LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE. MA NON SOLO. LA

Dettagli

Viro Hunter è un Edu-Game adatto a tutte le età, a partire dal teenager per arrivare fino al papà nostalgico dei videogame «Arcade».

Viro Hunter è un Edu-Game adatto a tutte le età, a partire dal teenager per arrivare fino al papà nostalgico dei videogame «Arcade». La Sanofi Pasteur MSD, già da qualche anno, coglie le opportunità offerte dai nuovi media per attivare campagne di informazione incentrate su comunicazioni digitali e non convenzionali. Per questo motivo

Dettagli

15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX

15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX 15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX Milano, 21 febbraio 2009 Alessandro Profumo CEO UniCredit Group Relazione Introduttiva In questi ultimi anni il sistema finanziario internazionale è stato caratterizzato

Dettagli

Sommario IX. Indice analitico 331

Sommario IX. Indice analitico 331 Sommario Prefazione X CAPITOLO 1 Introduzione ai sistemi informativi 1 1.1 Il prodotto del secolo 1 1.2 Prodotti e servizi divenuti indispensabili 2 1.3 Orientarsi nelle definizioni 4 1.4 Informatica e

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DAMIANO, BARETTA, BELLANOVA, BERRETTA, BOCCUZZI, CODURELLI, GNECCHI, MIGLIOLI, RAMPI, SCHIRRU

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DAMIANO, BARETTA, BELLANOVA, BERRETTA, BOCCUZZI, CODURELLI, GNECCHI, MIGLIOLI, RAMPI, SCHIRRU Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4340 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DAMIANO, BARETTA, BELLANOVA, BERRETTA, BOCCUZZI, CODURELLI, GNECCHI, MIGLIOLI, RAMPI, SCHIRRU

Dettagli

Agenti Mobili Intelligenti e Sicurezza Informatica Utilizzare un nuovo paradigma applicativo per la realizzazione di sistemi informatici sicuri.

Agenti Mobili Intelligenti e Sicurezza Informatica Utilizzare un nuovo paradigma applicativo per la realizzazione di sistemi informatici sicuri. Agenti Mobili Intelligenti e Sicurezza Informatica Utilizzare un nuovo paradigma applicativo per la realizzazione di sistemi informatici sicuri. Roma, 25 ottobre 2010 Ing. Antonio Salomè Ing. Luca Lezzerini

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

* *Non esiste luogo più sicuro

* *Non esiste luogo più sicuro Soluzioni per l Hosting * *Non esiste luogo più sicuro per i vostri dati Le soluzioni hosting di Interoute offrono una collocazione (co-location) sicura, dedicata e a prezzi competitivi per i sistemi e

Dettagli

Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8. Government Accountability Office Stati Uniti d America

Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8. Government Accountability Office Stati Uniti d America Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8 7 giugno 2006 Government Accountability Office Stati Uniti d America Sicurezza energetica Per decenni gli Stati Uniti e

Dettagli

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI L Iliade Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI Sara S Da nove anni si combatte sotto la città di Troia: Greci e Troiani si affrontano in una battaglia sanguinosa.

Dettagli

Economia e politica di gestione del territorio. Lezione n.2: Il ruolo del settore. [1:cap.1]

Economia e politica di gestione del territorio. Lezione n.2: Il ruolo del settore. [1:cap.1] Economia e politica di gestione del territorio Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie (L.M.) A.A. 2013-2014 Lezione n.2: Il ruolo del settore pubblico in un'economia mista [1:cap.1] Docente: Antonio

Dettagli

Parte 1 La strategia di espansione internazionale

Parte 1 La strategia di espansione internazionale Prefazione alla seconda edizione Autori Ringraziamenti dell Editore XIII XVI XVIII Parte 1 La strategia di espansione internazionale Capitolo 1 L internazionalizzazione delle imprese: scenari e tendenze

Dettagli

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79.

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. di Cristina Gazzetta Il libro che qui si segnala al lettore è il risultato

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI I COSTI LOGISTICI COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI di Andrea Moneta Produzione e logistica >> Logistica DEFINIZIONE E AREE DI COMPETENZA Quando si parla di costi logistici generalmente si tende ad associare

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 06 La crisi dello SME-Sistema Monetario Europeo (capitolo 2) La crisi messicana (capitolo 2) La crisi dello SME - 1 La caduta degli accordi di Bretton

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO 27 SOCIETÀ, STATO E DIRITTO Caratteri dello Stato Dal feudalesimo alla nascita dello Stato moderno Le idee del filosofo Immanuel Kant Le idee del filosofo greco Aristotele Il moderno Stato di diritto La

Dettagli

Intervento Inforav rinnovamento modernizzazione maggiore effettività cogenza

Intervento Inforav rinnovamento modernizzazione maggiore effettività cogenza Intervento Inforav Il 25 gennaio 2011 è entrato in vigore il decreto legislativo n. 235 del 2010 che, in attuazione della delega contenuta nella legge n. 69 del 2009, ha profondamente modificato e innovato

Dettagli

Scaletta della lezione:

Scaletta della lezione: LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA Scaletta della lezione: 1. Evoluzione del concetto di pianificazione strategica 2. Alcuni significati di strategia 3. Il processo decisionale strategico: la SWOT analysis 4.

Dettagli

Budapest 2015 Intersteno Note taking and reporting Italian Gara Presa di appunti e sommario

Budapest 2015 Intersteno Note taking and reporting Italian Gara Presa di appunti e sommario Budapest 2015 Intersteno Note taking and reporting Italian Gara Presa di appunti e sommario Testo italiano in base alla VI Colonna della tabella all articolo 19.1 dei Regolamenti per le gare INTERSTENO

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell

La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell indifferenza generale La Direttiva Comunitaria per prevenire

Dettagli

Storia contemporanea

Storia contemporanea Storia contemporanea Prof. Roberto Chiarini http://rchiarinisc.ariel.ctu.unimi.it Anno Accademico 2008/2009 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

Dott. Tomaso M ansutti Vice Presidente M ANSUTTI spa

Dott. Tomaso M ansutti Vice Presidente M ANSUTTI spa Il mercato assicurativo e le coperture del patrimonio informatico e delle relative responsabilità Dott. Tomaso M ansutti Vice Presidente M ANSUTTI spa Questa presentazione è strettamente confidenziale

Dettagli

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Nel Semestre di Presidenza del Consorzio ELIS FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Executive Summary Sistema integrato di iniziative formative di innovazione per la famiglia professionale ICT Febbraio 2011

Dettagli

Abstract Tesi di Laurea di Serena Sartini. L Unione Europea e gli aiuti umanitari. La Crisi dei Grandi Laghi.

Abstract Tesi di Laurea di Serena Sartini. L Unione Europea e gli aiuti umanitari. La Crisi dei Grandi Laghi. Abstract Tesi di Laurea di Serena Sartini L Unione Europea e gli aiuti umanitari. La Crisi dei Grandi Laghi. L oggetto principale dello studio è stata l analisi della politica di aiuto umanitario dell

Dettagli

Sul Diritto Internazionale Umanitario

Sul Diritto Internazionale Umanitario Sul Diritto Internazionale Umanitario Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario: Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino 1 Emanuele Biolcati Diritto Internazionale Umanitario Sommario 1 4 CG

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Linee guida per una Riforma del Terzo Settore UN VERO E PROPRIO CIVIL ACT: GLI OBIETTIVI Per realizzare il cambiamento economico, sociale, culturale, istituzionale di cui il Paese ha bisogno, è necessario

Dettagli

L'insicurezza del Web: dai Trojan alle frodi online

L'insicurezza del Web: dai Trojan alle frodi online Information Security n. 3 Anno 2, Marzo 2011 p. 1 di 6 L'insicurezza del Web: dai Trojan alle frodi online Sommario: Il grande successo dell'utilizzo di Internet per le transazioni economiche ha portato

Dettagli

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO!

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! I N F I N I T Y P R O J E C T PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! L avvento del web 2.0 ha modificato radicalmente il modo di pensare e sviluppare i processi aziendali. Velocità, precisione, aggiornamento continuo

Dettagli

Diritti Umani una materia dimenticata QUESTIONARIO RICOGNITIVO. diritti umani pena di morte tortura. SEZIONE A: Diritti Umani

Diritti Umani una materia dimenticata QUESTIONARIO RICOGNITIVO. diritti umani pena di morte tortura. SEZIONE A: Diritti Umani Diritti Umani una materia dimenticata diritti umani pena di morte tortura QUESTIONARIO RICOGNITIVO SEZIONE A: Diritti Umani 1. Scegli, tra le seguenti definizioni di diritti umani, quella che ritieni più

Dettagli

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali Indice-Sommario Premessa alla quarta edizione XIII Premessa alla terza edizione XV Premessa alla seconda edizione XVII Premessa alla prima edizione XIX Abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

Web Privacy Policy ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 Art. 13

Web Privacy Policy ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 Art. 13 Web Privacy Policy ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 Art. 13 Gentile Utente, H3G S.p.A. (di seguito 3 ) è titolare di Sue informazioni qualificate come dati personali, che Le sono richieste per

Dettagli

Principi del DIU (Diritto Internazionale Umanitario)

Principi del DIU (Diritto Internazionale Umanitario) Principi del DIU (Diritto Internazionale Umanitario) Corso Volontari Trento 31 gennaio 2013 Istr.DIU Michele Beretta Definizione: Il Diritto Internazionale Umanitario è una branca del diritto Internazionale

Dettagli

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Facoltà di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Modulo 7 Breve storia delle politiche commerciali Krugman-Obstfeld, cap 9 (seconda parte), integrato

Dettagli

Piano di Marketing Come realizzare il piano di marketing, finalmente in pratica.

Piano di Marketing Come realizzare il piano di marketing, finalmente in pratica. Piano di Marketing Come realizzare il piano di marketing, finalmente in pratica. Intro Introduzione: La pianificazione di marketing L obiettivo principale del piano di marketing strategico è quello di

Dettagli

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management L organizzazione del lavoro per progetti è stata per lungo tempo una caratteristica prevalente delle aziende che operano

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti VIII. 1979-1984. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti VIII. 1979-1984. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti VIII. 1979-1984 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino Nota sulla Polonia Il caso polacco ha valore storico, nel senso che pone per tutti, e non solo per

Dettagli

MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO

MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO 1943, versione riveduta nel 1970 Il problema di garantire il pieno impiego tramite l espansione della spesa pubblica, finanziata col debito pubblico,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE APPLICATA AL MONDO DELLA FARMACIA

BUSINESS INTELLIGENCE APPLICATA AL MONDO DELLA FARMACIA BUSINESS INTELLIGENCE APPLICATA AL MONDO DELLA FARMACIA Conoscere l'altro e se stessi cento battaglie, senza rischi Non conoscere l'altro, e conoscere se stessi a volte, vittoria; a volte, sconfitta; Non

Dettagli

ciò incrementare le forme di collaborazione basate su rapporti consolidati e veloci; perché è proprio nella lentezza delle indagini a estensione

ciò incrementare le forme di collaborazione basate su rapporti consolidati e veloci; perché è proprio nella lentezza delle indagini a estensione Presentazione La protezione delle infrastrutture critiche per le reti di telecomunicazione è un argomento importante per gli Stati moderni, nei quali si riscontra una progressiva trasformazione della società

Dettagli

NOTE AL DOCUMENTO PRIMI ELEMENTI PER IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA. Il contributo di Unione Interporti Riuniti Settembre 2010

NOTE AL DOCUMENTO PRIMI ELEMENTI PER IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA. Il contributo di Unione Interporti Riuniti Settembre 2010 NOTE AL DOCUMENTO PRIMI ELEMENTI PER IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 1 Il contributo di Unione Interporti Riuniti Settembre 2010 1.Considerazioni di carattere generale sul documento L analisi

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE Premessa: Le nazioni europee più forti Vogliono imporsi sulle altre Rafforzano il proprio esercito Conquistano le ultime zone rimaste libere in Africa e Asia (colonie) Si creano

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

Il processo di unificazione (1849-1861)

Il processo di unificazione (1849-1861) Il processo di unificazione (1849-1861) Il Piemonte dopo il 48 Il Regno di Sardegna è l unico stato italiano che mantiene lo Statuto. Crisi tra il re Vittorio Emanuele II e il suo ministro D Azeglio e

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione

Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione Contenuti Minacce: Da cosa deve essere protetto un sistema informatico? Danni: Quali sono i danni per l azienda? Risorse: Cosa proteggere? Hackers e Crackers:

Dettagli

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese DANIELE CAPEZZONE, Presidente della X Commissione, Attività produttive, commercio e turismo, delegato al coordinamento delle attività del Comitato VAST. Ringraziamo Gilles Maquet per questo intervento.

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA I II REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE III NORME DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE DIRETTIVE PER LA SICUREZZA DEI SERVIZI DI RETE SOMMARIO PREFAZIONE 3 PROFILO DI RISCHIO:

Dettagli

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012.

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. di Giacomo Fabiani e Vera Facchinutti, 5 F Sull'onda della moda esplosa negli ultimi anni degli studi sui servizi

Dettagli