Medaglia d'oro al Valore Civile RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Medaglia d'oro al Valore Civile RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA"

Transcript

1 Medaglia d'oro al Valore Civile RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL TRIENNIO

2 INDICE Sezione I Caratteristiche generali della popolazione, del territorio, dell economia insediata e dei servizi dell Ente pag. 1 Sezione II Analisi delle risorse pag. 161 Sezione III Programmi e progetti pag. 191 Sezione IV Stato di attuazione dei programmi deliberati negli anni precedenti e considerazioni sullo stato di attuazione pag. 437 Sezione V Rilevazione per il consolidamento dei conti pubblici pag. 455 Sezione VI Considerazioni finali sulla coerenza dei programmi rispetto ai piani regionali di sviluppo, ai piani regionali di settore, agli atti programmatici della Regione pag

3 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL ENTE 1

4 POPOLAZIONE Popolazione legale al censimento 2001 n Popolazione residente al n di cui: maschi n femmine n Popolazione scolastica iscritta alle scuole medie superiori di competenza provinciale n Livello di istruzione della popolazione residente Raffronto censimento 2001 con il censimento 1991 La tabella riporta il numero dei residenti distinti per tipo di studio e le percentuali relative alla popolazione residente di 6 anni e più al censimento 1991 comparata con i dati del censimento 2001 (fonte: Istat) Tab. 1 Censimento 2001 Popolazione residente di 6 anni e più Laureati % Laureati 4,26% Diploma universitario o terziario di tipo non universitario % 1,08% Diplomati % Diplomati 22,59% Con licenza media inferiore % Con licenza media inferiore 31,68% Con licenza elementare % Con licenza elementare 32,70% Alfabeti senza titolo di studio % Alfabeti 7,23% Analfabeti % Analfabeti 0,48% 2

5 tab. 2 Censimento 1991 Popolazione residente di 6 anni e più Laureati % Laureati 2,4 Diplomati % Diplomati 15,4 Con licenza media inferiore % Con licenza media inferiore 30,1 Con licenza elementare % Con licenza elementare 42 Alfabeti senza titolo di studio % Alfabeti 9,4 Analfabeti % Analfabeti 0,6 Nel decennio aumentano, sia in termini assoluti sia percentuali, le persone in possesso dei titoli di studio più elevati, in particolare dei diplomi di laurea, dei diplomi universitari e dei diplomi di scuola secondaria superiore. Complessivamente, con riferimento alla popolazione residente di 11 anni e più, coloro che hanno almeno il diploma di scuola secondaria superiore sono passati dal 17,8%del 1991 al 28,9% del

6 Bilancio demografico provinciale Anno 2006 (Fonte:Istat) Al 31 dicembre 2006 la popolazione complessiva della Provincia di Cuneo risulta pari a unità; in relazione alla stessa data del 2005 essa ammontava a unità. Anche nel corso del 2006 si è registrato quindi un incremento della popolazione residente in termini assoluti. La provincia di CUNEO registra un incremento dello 0,3% al pari di quello del 2005; anche le altre province piemontesi si attestano sui valori dell anno precedente. Popolazione residente al e variazioni rispetto al 2005 per province piemontesi tab. 3 Province Popolazione al Variazioni rispetto al Maschi Femmine Totale Assoluta % Torino ,3 Vercelli ,2 Novara ,6 Cuneo ,3 Asti ,4 Alessandria ,2 Biella ,4 Verbano-Cusio-Ossola PIEMONTE ,3 ITALIA NORD-OCC ,5 ITALIA ,6 La variazione di popolazione registrata anche quest anno è stata determinata dalla somma delle seguenti voci di bilancio: il saldo del movimento naturale pari a unità, il saldo del movimento migratorio con l estero pari a , un incremento dovuto alle verifiche post-censuarie e al saldo interno pari a

7 Bilancio demografico anno 2006 e popolazione residente al 31 dicembre tab. 4 Maschi Femmine Totale Popolazione al 1 Gennaio Nati Morti Saldo Naturale Iscritti da altri comuni Iscritti dall'estero Altri iscritti Cancellati per altri comuni Cancellati per l'estero Altri cancellati Saldo Migratorio e per altri motivi Popolazione residente in famiglia Popolazione residente in convivenza Unità in più/meno dovute a variazioni territoriali Popolazione al 31 Dicembre Numero di Famiglie Numero di Convivenze 477 Numero medio di componenti per famiglia 2.3 (Fonte Istat Demografia in cifre) tab.5 Popolazione residente in Provincia di Cuneo dal 1980 al popolazione popolazione totale anni

8 Il saldo naturale: Nel corso del 2006 sono nati in Provincia di Cuneo bambini (78 nati in più rispetto l anno precedente) e sono morte persone (126 in meno rispetto l anno precedente). Il saldo naturale, dato dalla differenza tra nati e morti è di unità. Risulta quindi un saldo negativo come peraltro già nel Movimento anagrafico naturale della popolazione residente nel corso del 2006 e variazioni rispetto al 2005 Provincia di Cuneo tab. 6 Nati vivi Morti Ripartizioni Variazioni sul 2005 Variazioni sul 2005 Saldo Tasso di geografiche 2006 Valori 2006 Valori Naturale crescita naturale assoluti % assoluti % CUNEO , , ,1 Regione P.te , , ,2 Nord-ovest , , ,5 Italia , , ,0 (Fonte: Demo Istat Elaborazioni Servizio Statistica Provincia di Cuneo) 6

9 La tabella 7 ben evidenzia l andamento negativo, con la curva dei morti sempre sovrastante quella dei vivi. La natalità Il numero dei nati è in aumento rispetto l anno precedente; si conferma quindi una tendenza all aumento nel lungo periodo. Tale tendenza è da mettere in relazione alla maggior presenza straniera regolare. negli ultimi anni, infatti, l incidenza delle nascite dei bambini stranieri sul totale dei nati della popolazione residente ha fatto registrare un fortissimo incremento, passando, in valori assoluti da poco più di 300 nel 1999 a quasi 800 nel tab.7 Nati vivi e morti dal 1980 al nati morti (Elaborazioni Servizio Statistica Provincia di Cuneo su dati Istat) La mortalità Il numero dei decessi è inferiore a quello dell anno precedente (tab. 7). Al contrario di quanto avviene per la natalità, per la mortalità il peso degli stranieri risulta irrilevante, a causa della composizione per età particolarmente giovane rispetto alla popolazione italiana. Le migrazioni con l estero L incremento demografico della nostra Provincia è garantito da un saldo migratorio con l estero positivo. Nel corso del 2006 sono state iscritte in anagrafe come provenienti dall estero persone, mentre ammontano a 506 le cancellazioni di persone residenti in Italia trasferitesi all estero. (tab. 8) 7

10 tab. 8 Iscritti e cancellati interni, esteri e per altro motivo, in totale e di cui stranieri ISCRITTI Da altro di cui Dall estero di cui Per altri T O T A L E comune stranieri % stranieri % motivi CUNEO , , Torino , , Vercelli , , Novara , , Asti , , Alessandria , , Biella , , Verb.-Cus.-Oss , , Regione P.te , , CANCELLATI Per altro di cui Per l estero di cui Per altri TOTALE comune stranieri stranieri motivi CUNEO , , Torino , , Vercelli , , Novara , , Asti , , Alessandria , , Biella , , Verb.-Cus.-Oss , , Regione P.te , , tab.9 Movimento migratorio e per altri motivi Anno 2006 Saldo Saldo Saldo TASSO migr. migr. per altri Saldo interno estero motivi migratorio Migr. Migr. Per Migratorio Totale (a) ( b) (a+b) interno estero altri (c+d) (c+d+e) (c) (d) motivi (e) CUNEO ,0 3,8-0,6 5,9 5,2 Torino ,9 4,4 0,2 2,5 5,0 Vercelli ,3 3,8-0,4 3,5 2,1 Novara ,4 4,7-0,4 8,1 7,7 Asti ,6 5,8-0,2 8,4 8,2 Alessandria ,0 4,4 0,9 7,4 8,3 Biella ,0 2,0-0,5 2,0 1,5 Verb.-Cus.-Oss ,3 2,9-0,6 4,2 3,6 REGIONE P.TE ,5 4,2 0,0 4,7 4,7 Nord-Ovest ,3 5,1-0,7 6,4 5,7 ITALIA ,4 3,8 2,3 4,1 6,4 (Fonte Istat Demografia in cifre elaborazioni Servizio Statistica Provincia di Cuneo) 8

11 Struttura demografica nella Provincia di Cuneo Gli indicatori strutturali sono fondamentali per individuare le risorse o le condizioni sfavorevoli nelle diverse aree del territorio provinciale e per comprendere la distribuzione della popolazione residente e la sua struttura sociale. Tassi generici di natalità e mortalità Provincia di Cuneo anno 2006 (per mille abitanti) (Fonte Istat elaborazioni Servizio Statistica Provincia di Cuneo) tab. 10 Ripartizione Geografica Tasso di natalità Tasso di mortalità CUNEO 9,2 11,3 PIEMONTE 8,7 10,9 NORD/OVEST 9,4 9,9 ITALIA 9,5 9,5 Tasso di natalità Il tasso di natalità nel 2005 è pari al 9,2 per mille abitanti, inferiore sia alla media nazionale sia alla media del Nord/Ovest, ma, come già per l anno precedente superiore alla media regionale. Tasso di mortalità L altra componente del saldo naturale, la mortalità, presenta a livello provinciale un valore nettamente più elevato (11,3 per mille abitanti) rispetto sia alla media regionale (10,9 per mille abitati) sia alla media del Nord/Ovest (9,9 per mille abitanti) e sia alla media nazionale (9,5 per mille abitanti.). 9

12 Indici di natalità e mortalità della Provincia di Cuneo in rapporto alla Regione Piemonte, al Nord/Ovest e all'italia ,2 11,3 8,7 10,9 9,4 9,9 9,5 9, Indice di natalità Indice di mortalità 2 0 Cuneo Piemonte Nord/Ovest Ripartizioni geografiche Italia Indice di vecchiaia e di dipendenza L indice di vecchiaia è un indicatore con il quale viene indicata la capacità delle generazioni fino a 14 anni di equilibrare quelle degli ultrasessantacinquenni. E un dato di particolare importanza in quanto permette di analizzare la validità di politiche che contemplano la partecipazione attiva delle forze economiche e lavorative. Valori superiori a 100 uno squilibrio di soggetti anziani rispetto ai più giovani. Strettamente in relazione all indice di vecchiaia è l indice di dipendenza, con il quale si misura la dipendenza della popolazione che si presume non autonoma per ragioni demografiche (giovani al di sotto dei 15 anni e anziani al di sopra del 64 anni) rispetto alla popolazione che, si presume, debba sostenerli con la loro attività. E un dato di importanza economica e sociale per la programmazione delle future politiche di sviluppo economico, assistenziale e sociale. (dati Demo Istat Elaborazioni Servizio Statistica Provincia di Cuneo) tab. 11 Indice di vecchiaia Indice di dipendenza CUNEO 163,0 55,4 PIEMONTE 180,7 53,5 ITALIA NORD/OCCIDENTALE 161,3 51,6 ITALIA 139,9 51,1 Rispetto all anno passato l indice di vecchiaia in provincia di Cuneo è incrementato di 2 punti,così come l indice di dipendenza che è passato dal 54,7 del 2005 al 55, 4 nel

13 Rispetto all Italia sono valori notevolmente più alti, infatti l indice di vecchiaia in Italia risulta essere 139,9, contro il 163,0 della Provincia di Cuneo e il 180,7 della Regione Piemonte. Popolazione straniera (Fonte:Immigrazione in Piemonte Rapporto 2006 Ires Piemonte) L incremento della popolazione della Regione Piemonte cui si assiste da diversi anni a questa parte è dovuto soprattutto all arrivo di cittadini stranieri. La presenza di queste persone, a sua volta, è in rapido cambiamento: si è infatti passati dai singoli individui giunti nella nostra regione per motivi di lavoro, a un immigrazione stabile di famiglie con figli nati all estero o in Italia. Tutto ciò impone sicuramente dei cambiamenti e degli interventi mirati soprattutto in campo sociale. Il Piemonte non fa registrare dati record, ma resta una delle aree ove l afflusso e l insediamento di popolazioni immigrate è più consistente e costante. La percentuale di stranieri residenti sulla popolazione totale non raggiunge i picchi di molte aree del nordest e del centro, ma si situa sopra la media nazionale in 6 province piemontesi su 8. Guidano la graduatoria Asti e CUNEO. tab. 12 (Fonte Piemonte in cifre 2007) Popolazione straniera Percentuale residente al sulla popolazione residente 1 gennaio 2006 al 1 gennaio 2006 CUNEO ,8 Alessandria ,6 Asti ,3 Biella ,3 Novara ,6 Torino ,2 Verb.-C.-O ,8 Vercelli ,0 Piemonte ,3 Italia ,5 11

14 fig.13 Popolazione straniera residente nelle Province Piemontesi percentuali Torino 51% Verb.-C.-O. Vercelli 3% 4% Cuneo 14% Novara 9% Biella 3% Asti 10% Alessandria 6% Cuneo Asti Alessandria Biella Novara Torino Verb.-C.-O. Vercelli Dalla figura 13 si può dedurre che una forte concentrazione della popolazione immigrata, come d altronde di quella totale rimane nella città di Torino e nella sua provincia, sia in termini assoluti che in termini di percentuale. Permessi di soggiorno dal 1 gennaio 2001 al 1 gennaio 2006 tab. 14 Ripartizione geografica % su popolazione del 2006 CUNEO ,2 Piemonte ,1 (dati: Istat Elaborazione Servizio Statistica Provincia di Cuneo) Per quanto riguarda i permessi di soggiorno si assiste dal 2001 al 2006 ad un notevole incremento, soprattutto nell anno I permessi di soggiorno incidono sul totale della popolazione residente nella misura del 4,2% nella provincia di CUNEO e del 4,1% nell intera Regione Piemonte. Nell anno 2006 la ragione della richiesta dei permessi di soggiorno, in provincia di CUNEO, è stata dettata da motivi di: lavoro subordinato (11.985), famiglia (9.072), lavoro autonomo (1.231), residenza elettiva (a) (452), studio (311), ricerca lavoro (291), altro (210), Turismo (b) (114), umanitari e asilo politico (c) (104), religione (58). (a) cittadini stranieri per lo più comunitari che hanno scelto l Italia come paese in cui risiedere (b) l aggregato comprende soltanto i permessi per turismo, concessi nel 2005, ancora in corso di validità al 1/1/2006 (c) permessi concessi per motivi comunitari o asilo politico, o in attesa dell esito della domanda di asilo politico 12

15 Permessi di soggiorno Provincia di Cuneo anni Permessi di soggiorno

16 1.1.5 Condizione socio-economica delle famiglie (fonte: Piemonte Economico Sociale 2006 Ires Piemonte) La relazione annuale dell Ires Piemonte sulla situazione economica, sociale e territoriale del Piemonte analizza gli andamenti più recenti dell economia e della società della Regione nel corso del Rispetto all anno precedente l intera Regione è passata da tenui e impercettibili segnali di ripresa alla conferma di un nuovo ciclo congiunturale positivo. Il tradizionale sondaggio dell Ires condotto presso le famiglie della Regione consente di misurare il clima di opinione prevalente in Piemonte. Per quanto riguarda il giudizio sulla situazione delle famiglie, occorre rilevare che, pur rimanendo il giudizio piuttosto negativo, si è avvertita una certa attenuazione di tale divario negativo. Nonostante il miglioramento avvenuto, permane una situazione meno favorevole per quanto riguarda le categorie del lavoro autonomo. Per quanto riguarda il giudizio sulla situazione patrimoniale delle famiglie il saldo complessivo tra coloro che riescono a risparmiare e coloro che contraggono debiti conferma un progressivo peggioramento passando dal 17,5% al 13,5% portandosi al di sotto della media nazionale: si ha da un lato la contrazione di circa 3 punti di coloro che dichiarano di riuscire a risparmiare e dall altra un lieve aumento di coloro che dichiarano di contrarre debiti, mentre rimane pressoché invariata la situazione di coloro che riescono a quadrare appena il bilancio. Peggiora anche la previsione riguardo la capacità di risparmio delle famiglie, infatti il saldo complessivo tra coloro che ritengono di poter risparmiare in futuro e coloro che non lo ritengono possibile fa rilevare un aumento del segno negativo di circa sei punti percentuali passando da 15,2% al 20,9%. Ma tornando ad un analisi della congiuntura nelle province, si può dire che la realtà cuneese resta probabilmente quella che più si distingue rispetto al complesso dell economia regionale. Questo grazie all elevato grado di specializzazione e sofisticazione che le sue produzioni posseggono tanto sul versante agricolo quanto sul versante industriale. La provincia di CUNEO è infatti il territorio che ha saputo sviluppare con più concretezza un ventaglio differenziato e integrato di attività economiche senza che si determinasse la prevalenza netta di un settore sull altro ad eccezione dell alimentare, che resta però un settore altamente variegato con la compresenza di produzioni che spaziano dalla gamma di massa fino alle nicchie più specializzate. Il quadro occupazionale sembra riprendersi dopo una fase prolungata e intensa di crisi industriale. L indagine infatti trimestrale dell Unioncamere, che dalla seconda metà del 2001 recava indicatori negativi per il Piemonte in termini di produzione, è tornata in attivo nell ultimo trimestre del 2005 (+ 0,9%) e il dato si consolida nell anno 2006, con un tasso di crescita medio interannuale del 3,1%. I dati provinciali indicano, una marcata concentrazione della crescita dei posti di lavoro in provincia di Torino, ma positivo è anche il risultato della provincia di CUNEO (+ 5. addetti, + 2%, trainato dai servizi e dall agricoltura, mentre nel resto della regione prevale una sostanziale stagnazione. 14

17 P.I.L. Pro-Capite Valore Aggiunto La ricchezza prodotta dalla provincia E importante, ai fini della comprensione della situazione economica complessiva della nostra provincia analizzare, oltre alle stime relative al Valore Aggiunto per settori e per l intera economia locale, anche i dati relativi al Prodotto Interno Lordo che è il valore totale dei beni e servizi finali prodotti da un paese in un determinato periodo di tempo con i fattori produttivi impiegati all interno del paese stesso. Il Valore Aggiunto, comparato alla popolazione residente della provincia, consente di attuare confronti con l andamento generale dell economia. Per quanto riguarda il Prodotto Interno Lordo Pro Capitela nostra Provincia risulta, anche nel 2005 ai primi posti nella classifica generale delle Province italiane e prima fra le Province Piemontesi. Prodotto Interno Lordo Totale per Province Piemontesi anni (fonte: Istituto Tagliacarne elaborazioni Settore Statistica Provincia di Cuneo) tab. 15 Prodotto interno Lordo totale (Mil/Euro) Prodotto interno Lordo totale (Mil/Euro) Prodotto interno Lordo totale (Mil/Euro) Variazioni percentuali 2005/2004 anno 2003 anno 2004 anno 2005 Alessandria ,2 Asti ,9 Biella ,3 CUNEO ,8 Novara ,1 Torino ,0 Verbano-Cusio ,8 Ossola Vercelli ,0 Piemonte ,5 Nord/ovest ,7 ITALIA ,1 15

18 Prodotto Interno Lordo pro capite per Province Piemontesi anni (fonte: Istituto Tagliacarne elaborazioni Settore Statistica Provincia di Cuneo) tab. 16 Prodotto interno lordo pro capite (Euro) Prodotto interno lordo pro capite (Euro) Prodotto interno lordo pro capite (Euro) Variazioni percentuali 2005/ Alessandria ,1 Asti ,4 Biella ,5 CUNEO ,3 Novara ,4 Torino ,1 Verbano-Cusio ,1 Ossola Vercelli ,0 Piemonte ,7 Nord/ovest ,6 ITALIA ,2 Valore Aggiunto delle Province Piemontesi in Mil/Euro anni (fonte: Istituto Tagliacarne elaborazioni Settore Statistica Provincia di Cuneo) tab. 17 Valore aggiunto totale Mil/Euro anno 2003 Valore aggiunto totale Mil/Euro anno 2004 Valore aggiunto totale Mil/Euro anno 2005 Alessandria Asti Biella CUNEO Novara Torino Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Piemonte

19 Graduatoria delle Province del Nord-Ovest in base al Prodotto Interno Lordo pro capitale 2005 e differenza rispetto al 2004 tab. 18 Posizione in graduatoria Provincia Euro n.i. Nord/Ovest = 100 Differenza di posto rispetto al Milano ,6 0 2 Aosta ,9 0 3 Mantova ,9 0 4 Brescia ,2 1 5 Cuneo ,4-1 6 Bergamo ,3 0 7 Novara ,2 2 8 Savona ,2 2 9 Vercelli , Torino , Alessandria , Cremona , Imperia , Biella , Genova , Asti , La Spezia , Lecco , Varese , Sondrio , Lodi , Pavia , Como , Verbano-Cusio-Ossola ,8-2 Nord/Ovest Fonte: Istituto Tagliacarne Geo Web Starter 17

20 1.2 TERRITORIO Superficie in Kmq: 6.902, Strade (situazione a settembre 2007) Statali: Regionali (1): Provinciali: Comunali: n.d. Vicinali: Autostrade: (1) Le strade classificate come regionali sono gestite dalla Provincia N.B Nelle strade provinciali non sono comprese le ex strade militari, che vengono gestite a metà carico fra la Provncia e i Comuni interessati Territorio della Provincia Il territorio della Provincia di Cuneo è un territorio vasto e che, proprio per la sua estensione, presenta caratteristiche diverse da zona a zona. Le montagne occupano il 50,79 le colline il 26,61% e la pianura il 22,60%. Solo il 17% della popolazione provinciale occupa il territorio montano. tab. 19 INCIDENZA DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE E DELLA SUPERFICIE TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI CUNEO Popolazione residente Superficie territoriale in Kmq al ,65 Incidenza Incidenza su Piemonte 13,17% su Piemonte 27,2% su Italia Nord Occidentale 3,67% su Italia Nord Occidentale 11,9% su Italia 0,98% su Italia 2,3% Fonte: Istat Elaborazioni Settore Statistica Provincia di Cuneo 18

21 tab. 20 INCIDENZA DELLA SUPERFICIE TERRITORIALE DELLE PROVINCE PIEMONTESI Piemonte Italia Nord Occidentale Italia Torino 26,9% 11,8% 2,3% Vercelli 8,2% 3,6% 0.8% Biella 3,6% 1,6% 0,3% Verbano Cusio Ossola 8,9% 3,9% 0,7% Novara 5,3% 2,3% 0,4% Cuneo 27,2% 11,9% 2,3% Asti 5,9% 2,6% 0,5% Alessandria 14,0% 6,1% 1,2% Fonte: Istat Elaborazioni Settore Statistica Provincia di Cuneo Il vasto territorio della Provincia di Cuneo è composto da 250 Comuni; la maggior parte dei quali compresi nelle classi di ampiezza demografiche più basse. Infatti il 63,5% della popolazione della provincia di Cuneo ( ) risiede in Comuni con popolazione inferiore ai abitanti e di questi il 44,2% in comuni con meno di abitanti, mentre solo il comune capoluogo ha una popolazione superiore ai abitanti. tab. 21 Numero di comuni e popolazione residente per classe di ampiezza demografica al Comuni Popolazione residente Classi di ampiezza demografica Valori assoluti % Valori assoluti % Fino a ,4% ,2% mila 16 6,4% ,3% mila 7 2,8% ,9% Oltre i 50mila 1 0,4% ,6% TOTALE Fonte: Istat Elaborazioni Settore Statistica Provincia di Cuneo 19

22 1.2.3 Strumenti di programmazione socio economica P.T.I. (Programmi Territoriali Integrati) In continuità con l esperienza maturata nel 2006, la Regione Piemonte, anche nel 2007, ha predisposto il nuovo bando Programmi Territoriali Integrati per gli anni concernente il finanziamento di Studi di fattibilità per la redazione di Programmi Integrati di Sviluppo Locale. Il lavoro di coordinamento e indirizzo, svolto a livello provinciale ha consentito la ripresa dei rapporti con gli enti locali potenzialmente beneficiari per la definizione degli ambiti ottimali di programmazione e delle tematiche di riferimento. Grazie a scambi ed approfondimenti fra Provincia / enti locali proponenti sull attività di programmazione del territorio con riferimento a svariati settori di intervento 1) innovazione e transizione produttiva 2) sostenibilità ambientale, efficienza energetica, sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili 3) riqualificazione territoriale 4) valorizzazione delle risorse umane. Sono state presentate 6 candidature per i Programmi territoriali Integrati e i proponenti sono stati: 1) C.M. Valli Gesso e Vermenagna - C.M. Bisalta e Comune di Margarita; 2) Comune di Cuneo C.M. Valle Stura C.M. Valle Grana; 3) Comuni di Alba, Bra, Cherasco, Diano d Alba, Unione di Comuni Sei in Langa, Unione dei Comuni Colline di Langa e del barolo, C.M. Langa delle Valli Belbo, Bormida e Uzzone, Comunità Collinare del Roero, C.M. Alta Langa; 4) Unione Fossanese (Cervere, Genola, Fossano, S. Albano Stura, Trinità), Comuni di Cavallermaggiore, Montanera, Villafalletto, i Comuni costituenti l Unione del Saviglianese composti da Marene, Monasterolo di Savigliano, Savigliano; 5) C.M. Vali Monregalesi, C.M. Alta Val Tanaro, C.M. Mongia, Cevetta e Langa cebana, Comuni di Mondovì, astia di Mondovì, Carrù, Clavesana, Magliano Alpi, Piozzo; 6) Comune di Saluzzo, C.M. Vali o, Bronda e Infernotto, C.M. Vale Varaita, C.M. Vale Maira, Comuni di Lagnasco, Manta, Scarnafigi, Parco Fluviale del Po cuneese. Dopo un confronto tra la Provincia, la Regione ha approvato la graduatoria. Questi finanziamenti rappresentano, come già per i programmi precedenti, un importante opportunità offerta al territorio, al fine di incentivare l attività di programmazione nel rispetto dei principi europei che regolano questa materia. Intesa Istituzionale Il settore Programmazione e Sviluppo, a seguito di intensa attività di concertazione con il territorio e di coordinamento con i diversi settori provinciali coinvolti, ha curato la sottoscrizione di un Intesa Istituzionale con la Regione per la programmazione e il finanziamento di iniziative di carattere strategico da sviluppare sul territorio provinciale. Tra le opere previste figurano interventi di viabilità, di edilizia scolastica, di attenuazione del divario digitale e infrastrutture turistico sportive. Il monitoraggio e l accompagnamento di tutte le iniziative sopraccitate da parte della Provincia rappresenta un ponte verso la nuova fase di programmazione dei fondi strutturali, relativa al periodo , che vedrà proprio le Province - e in particolare il Settore programmazione e sviluppo - direttamente coinvolte dalla Regione nella gestione bandi, per quanto riguarda lo sviluppo locale. Tavolo Verde: : Organo consultivo costituito da rappresentanti di Organizzazioni Agricole, sindacali, artigianato, commercio, consumatori. Viene convocato per 20

23 l esame di problemi di particolare rilevanza per il settore agricolo al fine di acquisire i necessari pareri per le linee di azione da adottare Stati Generali della Provincia di Cuneo E un significativo strumento di programmazione che prevede il coinvolgimento di una pluralità di soggetti, i quali rappresentano il variegato tessuto sociale, economico produttivo, culturale della provincia. Nel corso degli ultimi 2 anni sono state affrontate tematiche di vasto respiro: la prima sessione è stata dedicata alle questioni dell economia, la seconda ha riguardato la sanità, entrando nel merito del nuovo Piano Sanitario Regionale. Insieme alla Presidenza del Consiglio si sta lavorando per una disanima complessiva della risorsa Acqua, a partire dall uso plurimo della stessa, dall irriguo all idropotabile senza dimenticare l idroelettrico. Accordi di Programma ( ) Patti Territoriali ( ) Altri strumenti di Programmazione Negoziata Convenzioni, Protocolli di Intenti, Accordi diversi, Distretti Industriali ( ) Strumenti di Pianificazione Territoriale Programma provinciale dei Trasporti pubblici per il periodo : approvato dal Consiglio Provinciale con deliberazione n. 16 del 04/06/2007. E' il documento di programmazione che definisce sia i servizi di trasporto che saranno affidati della Provincia con gara europea che quelli gestiti da altri Enti Locali del territorio provinciale escluse le conurbazioni. Per il prossimo triennio sono previsti Km/vettura suddivisi in ordinari, in aree a domanda debole, complementari FS, ed urbani. La suddetta pianificazione provinciale rientra nel Programma Triennale Regionale dei servizi di trasporto pubblico locale di cui alla DGR 19/02/2007, n Piano Territoriale Provinciale - Il Piano Territoriale Provinciale, è stato adottato dal Consiglio provinciale con propria deliberazione n. 52 in data 5 settembre 2005 Adozione del Piano Territoriale Provinciale ed in data è stato trasmesso in Regione per l'iter di approvazione da parte del Consiglio regionale. Dell avvenuta adozione è stata data notizia a tutti i soggetti che avevano presentato osservazioni al progetto preliminare di PTP, inviando anche le contro deduzioni approvate dalla Giunta provinciale. Inoltre a tutti i Comuni si è provveduto a fornire indicazioni sulle procedure da seguire nell adozione dei proprio strumenti urbanistici, finalizzate a permettere alla Provincia di accertare la compatibilità degli stessi con le previsioni in salvaguardia del PTP. All inizio del 2006 il PTP è stato sottoposto dalla Regione alla verifica formale degli atti, che ha portato al perfezionamento della documentazione amministrativa, conclusosi nel marzo

Bando. Progetto Potenzialità e Talento

Bando. Progetto Potenzialità e Talento Bando Art.1 Presupposti del progetto Banca Alpi Marittime Cred. Coop. Carrù SCpA pubblica sul proprio sito internet e rende disponibili presso le proprie filiali nelle province di Cuneo, Torino e Savona

Dettagli

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 4

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 4 COPIA COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 4 OGGETTO: SERVIZIO DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO SUL TERRITORIO COMUNALE. ATTIVAZIONE PROCEDURA PER

Dettagli

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio Le parole chiave FONDAZIONI BANCARIE Gennaio 2005 AVVERTENZA Quanto contenuto nei materiali di ogni parola chiave è stato raccolto nel secondo semestre

Dettagli

POLIZZA GLOBALE FABBRICATI CONSISTENZA FABBRICATI A.T.C. AL 16/06/2014

POLIZZA GLOBALE FABBRICATI CONSISTENZA FABBRICATI A.T.C. AL 16/06/2014 costruiti con il contributo dello Stato Codice tà fabbricato Indirizzo POLIZZA GLOBALE FABBRICATI CONSISTENZA FABBRICATI A.T.C. AL 16/06/2014 come ) 0005 Alba C.so Piave, 83/1 2 3 24,00 0014 Alba Str.

Dettagli

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave APPROFONDIMENTO

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave APPROFONDIMENTO Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio Le parole chiave SANITÀ APPROFONDIMENTO Gennaio 2005 AVVERTENZA Quanto contenuto nei materiali di ogni parola chiave è stato raccolto nel secondo semestre

Dettagli

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave SCHEDA

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave SCHEDA Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio Le parole chiave MOBILITÀ SCHEDA Gennaio 2005 AVVERTENZA Quanto contenuto nei materiali di ogni parola chiave è stato raccolto nel secondo semestre

Dettagli

AMBIENTE RAPPORTO CUNEO 2008. I comuni cuneesi "ricloni" BRA DOGLIANI MARENE VILLANOVA MONDOVI' FARIGLIANO RACCONIGI MAGLIANO ALPI VERDUNO

AMBIENTE RAPPORTO CUNEO 2008. I comuni cuneesi ricloni BRA DOGLIANI MARENE VILLANOVA MONDOVI' FARIGLIANO RACCONIGI MAGLIANO ALPI VERDUNO RAPPORTO CUNEO 2008 AMBIENTE Produzione pro-capite di rifiuti urbani (in Kg) - anni 2004-2006 ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO VERBANO-CUSIO-OSSOLA VERCELLI 2004 2005 2006 I comuni cuneesi "ricloni"

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU49 04/12/2014

REGIONE PIEMONTE BU49 04/12/2014 REGIONE PIEMONTE BU49 04/12/2014 Comunicato dell Assessorato alla Sanità, livelli essenziali di assistenza, edilizia sanitaria. Graduatorie provvisorie dei Medici Specialisti Pediatri di libera scelta

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot.n. 5859 Cuneo, 10 agosto 2015 IL DIRIGENTE VISTA la C.M. n. 6753 del 27/2/2015 avente per oggetto Dotazioni organiche del personale docente per l anno scolastico 2015/16 con la quale è stato trasmesso

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI

PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI SEZIONE 5 Sistema di gestione dei veicoli a motore e simili fuori uso e loro parti destinate alla demolizione ed alla rottamazione Luglio 1998 2 SOMMARIO 1.

Dettagli

ProvinciaInforma 35. Agenzia settimanale della Provincia di Cuneo IN EVIDENZA. Anno VI - Numero 35 del 16 settembre 2010

ProvinciaInforma 35. Agenzia settimanale della Provincia di Cuneo IN EVIDENZA. Anno VI - Numero 35 del 16 settembre 2010 Agenzia settimanale della Provincia di Cuneo IN EVIDENZA Consiglio provinciale lunedì 20 settembre Edilizia scolastica: fondi per 1.700.000 euro in due anni Laboratorio orientativo gratuito sulla redazione

Dettagli

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007).

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). Provincia di Torino Ufficio Statistica Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). di Franco A. Fava 1. La popolazione straniera residente. Secondo

Dettagli

UNIVERSITÁ IN GRANDA

UNIVERSITÁ IN GRANDA UNIVERSITÁ IN GRANDA La provincia Granda offre un ampio ventaglio di proposte formative a livello universitario, dislocate su tutto il territorio. Le città interessate sono Cuneo, Alba, Fossano, Mondovì,

Dettagli

AZIENDA CONSORTILE ECOLOGICA DEL MONREGALESE A.C.E.M.

AZIENDA CONSORTILE ECOLOGICA DEL MONREGALESE A.C.E.M. AZIENDA CONSORTILE ECOLOGICA DEL MONREGALESE A.C.E.M. BILANCIO CONSUNTIVO ESERCIZIO 2011 Relazione sulla gestione del Bilancio Nota Integrativa Stato Patrimoniale ed Economico Via Case Rosse, 1-12073 -

Dettagli

SCHEDA REGIONALE PIEMONTE

SCHEDA REGIONALE PIEMONTE SCHEDA REGIONALE PIEMONTE GAL - Promovalsesia GAL - Leader Asti Le colline della qualità GAL - Basso Monferrato Astigiano GAL - Mongioie GAL - Valli del Viso GAL - Alta Langa GAL - Valli Gesso, Vermenagna,

Dettagli

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI COMMERCIALI

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI COMMERCIALI ELENCO PREZZI PRESTAZIONI COMMERCIALI (IN VIGORE DAL 0/06/0) Elenco dei territori comunali con servizio di distribuzione gas affidato da EGEA Ente Gestione Energia ed Ambiente s.p.a. Comuni della Provincia

Dettagli

IS Prefettura di Cuneo

IS Prefettura di Cuneo IS Prefettura di Cuneo Ufficio Territoriale del Governo Elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa Aggiornamento venerdì 20 febbraio

Dettagli

Comuni: 115 Superficie: 1770,57 Kmq Popolazione residente (1.1.2006): 348.367. Fonte: Comuni (dati aggiornati all 1.1.2006)

Comuni: 115 Superficie: 1770,57 Kmq Popolazione residente (1.1.2006): 348.367. Fonte: Comuni (dati aggiornati all 1.1.2006) Territorio La provincia di Cremona si estende a sud della Lombardia al confine con l Emilia Romagna. E completamente pianeggiante, appena digradante verso il Po, con un altitudine che oscilla mediamente

Dettagli

PROFILO DI SALUTE DEL DISTRETTO DI MONDOVI. Progetto PePS Profilo e Piano di Salute

PROFILO DI SALUTE DEL DISTRETTO DI MONDOVI. Progetto PePS Profilo e Piano di Salute PROFILO DI SALUTE DEL DISTRETTO DI MONDOVI Progetto PePS Profilo e Piano di Salute 1 Il presente documento è frutto della collaborazione tra Amministrazioni Comunali, Azienda Sanitaria Locale e cittadini

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE. Laurea in Architettura conseguita presso il Politecnico di Torino in data 22 Febbraio 1988;

FORMAZIONE PROFESSIONALE. Laurea in Architettura conseguita presso il Politecnico di Torino in data 22 Febbraio 1988; FORMAZIONE PROFESSIONALE NOME: Paolo COGNOME: Negri DATA DI NASCITA: 31.05.1960 LUOGO DI NASCITA: Govone (CN) CITTADINANZA: italiana INDIRIZZO: via G. Rossini, 10/1 14015 San Damiano d Asti Iscritto all

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. V i a C a r l o B o g g i o, 1 2 1 2 1 0 0 C u n e o C N. e-mail: protocollo@aslcn1.legalmailpa.it - www.aslcn1.

CAPITOLATO SPECIALE. V i a C a r l o B o g g i o, 1 2 1 2 1 0 0 C u n e o C N. e-mail: protocollo@aslcn1.legalmailpa.it - www.aslcn1. V i a C a r l o B o g g i o, 1 2 1 2 1 0 0 C u n e o C N Tel. +39 0171 450 111 fa x +39 0171 450743 e-mail: protocollo@aslcn1.legalmailpa.it - www.aslcn1.it P.I. /Cod. Fisc. 01128930045 CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU31 02/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 12 luglio 2012, n. 29-4146 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA C o m i t a t o C e n t r a l e SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE Codice di

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Decreto Ministeriale 14 dicembre 2010 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA LANGHE. (G.U. n 301 del 27 dicembre 2010)

Dettagli

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014 Capitolo 5.1 ANALISI DEI MOVIMENTI ANAGRAFICI DELLA PO- POLAZIONE 1 Maria Cristina Migliore Un primo sguardo di sintesi Nel 2014 la popolazione residente in Piemonte è diminuita di oltre 10mila unità.

Dettagli

Software per la gestione della Casa di Riposo e della Casa di Cura di piccola, media e grande dimensione

Software per la gestione della Casa di Riposo e della Casa di Cura di piccola, media e grande dimensione Lineacomputer Cuneo - ProGeo Software Gestione Casa di Riposo Gen_2014 Pag. 1/6 Soluzioni Gestionali per Aziende & Professionisti dal 1987 Software per la gestione della Casa di Riposo e della Casa di

Dettagli

LAVORI PUBBLICI COSTRUZIONI CIVILI

LAVORI PUBBLICI COSTRUZIONI CIVILI LAVORI PUBBLICI COSTRUZIONI CIVILI sistemazione accesso e realizzazione nuovo servizio igienico Cimitero di Castino - Comune di Castino 2009 - oggi Progettazione dei Lavori di ristrutturazione ed ampliamento

Dettagli

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 1.242.123 3.38.42 Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.924,4 a cura del Settore Statistica del Comune di Milano

Dettagli

Una Carta per parlare ai cittadini

Una Carta per parlare ai cittadini Carta dei servizi socio assistenziali Una Carta per parlare ai cittadini La Carta dei servizi socio-assistenziali rappresenta uno strumento per farci conoscere meglio da voi: utenti, famiglie e cittadini

Dettagli

C O M U N I C A T O S T A M P A

C O M U N I C A T O S T A M P A 58^ EDIZIONE FEDELTÀ AL LAVORO E PROGRESSO ECONOMICO Alba - 5 dicembre 2010 - Chiesa di San Domenico Alba - Con la consegna di premi a operatori economici e lavoratori che, con l esempio di una vita dedicata

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU36 08/09/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 30 agosto 2011, n. 18-2532 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Via Andrea Doria, 15-10123 Torino - Tel. 011/8127500 011/8127416 Fax 011/8125775 www.confartigianato.piemonte.it e-mail: info@confartigianato.piemonte.it

Dettagli

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Deborah Erminio Synesis Ricerca sociale, monitoraggio e valutazione E-mail: synesis@fastwebnet.it I migranti: chi dovremmo contare? Come conteggiamo

Dettagli

FOTO. Panorama di Torino. Nel 2008 l'area torinese ha registrato una presenza di 5,3 milioni di turisti. Torino - La Mole Antonelliana

FOTO. Panorama di Torino. Nel 2008 l'area torinese ha registrato una presenza di 5,3 milioni di turisti. Torino - La Mole Antonelliana FOTO Panorama di Torino Capoluogo dell'omonima provincia, con 2,3 milioni di abitanti. È una delle province più estese d'italia oltre ad essere la provincia con il più alto numero di comuni (315). Torino

Dettagli

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE RELAZIONE. Premessa

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE RELAZIONE. Premessa PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE RELAZIONE Premessa Il presente documento, redatto ai sensi dell art. 1, comma 612, L. 190/2014, illustra il piano di razionalizzazione delle

Dettagli

A relazione del Presidente Cota:

A relazione del Presidente Cota: REGIONE PIEMONTE BU28 14/07/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 22 giugno 2011, n. 1-2202 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

PROGETTI DI RIQUALIFICAZIONE LOCALE

PROGETTI DI RIQUALIFICAZIONE LOCALE 74 PROGETTI DI RIQUALIFICAZIONE LOCALE Alla massiccia attività di riqualificazione del territorio avviata attraverso il recupero di siti ed edifici degradati o dismessi, si è accompagnata, a partire dalla

Dettagli

Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI

Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI NUMERO POSTI PREFE RENZE TOTALE STUDENTI SENATO ACCADEMICO: GRUPPO 1: GIURISPRUDENZA. SCIENZE POLITICHE,

Dettagli

Persistenze e cambiamenti negli indicatori sociali dei territori

Persistenze e cambiamenti negli indicatori sociali dei territori Capitolo 5.6 Le province del Piemonte al vaglio della crisi Persistenze e cambiamenti negli indicatori sociali dei territori Luciano Abburrà, Luisa Donato, Carla Nanni In questo capitolo 1 proponiamo una

Dettagli

prosecuzione dei lavori di restauro della Chiesa della Missione di Mondovì: sagrato, sacrestia, banchi e statua, sistemazione esterna illuminazione

prosecuzione dei lavori di restauro della Chiesa della Missione di Mondovì: sagrato, sacrestia, banchi e statua, sistemazione esterna illuminazione FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI SESSIONE EROGATIVA GENERALE 2010 ELENCO CONTRIBUTI DELIBERATI MAGGIORI/UGUALI A Ordinati per Settore di spesa e per Importo deliberato

Dettagli

ELENCO DELLE PROMOZIONI PER COPPIE NELLE STRUTTURE CONVENZIONATE:

ELENCO DELLE PROMOZIONI PER COPPIE NELLE STRUTTURE CONVENZIONATE: ELENCO DELLE PROMOZIONI PER COPPIE NELLE STRUTTURE CONVENZIONATE: NOTE: gli sconti sono validi esclusivamente per le coppie (camera doppia o matrimoniale, cena per due, degustazione per due, omaggio per

Dettagli

Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante (Cuneo)

Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante (Cuneo) Costituita dai Comuni di: Beinette, Boves, Chiusa di Pesio, Entracque, Limone Piemonte, Peveragno, Pianfei, Roaschia, Robilante, Roccavione, Valdieri, Vernante Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

2014 Guida all Ospitalità Italiana di Qualità

2014 Guida all Ospitalità Italiana di Qualità 2014 Guida all Ospitalità Italiana di Qualità Provincia di Cuneo Alberghi - Ristoranti - Agriturismi Bed & Breakfast - Campeggi - Rifugi Agenzie di Viaggio rafiche.it www.tec-artig Dutto foto: Davide INFO

Dettagli

per l inserimento e il re-inserimento lavorativo di giovani e adulti attraverso lo strumento del tirocinio

per l inserimento e il re-inserimento lavorativo di giovani e adulti attraverso lo strumento del tirocinio per l inserimento e il re-inserimento lavorativo di giovani e adulti attraverso lo strumento del tirocinio Progetto della In collaborazione con Medaglia d'oro al Valore Civile Partner tecnici 1. Definizione

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Percorsi formativi quinquennali

Percorsi formativi quinquennali Percorsi formativi quinquennali Settore TECNOLOGICO 1 Biennio + 2 Biennio + 5 anno degli indirizzi: Elettronica ed Elettrotecnica Informatica e Telecomunicazioni Meccanica, Meccatronica ed Energia Settore

Dettagli

Percorsi formativi quinquennali

Percorsi formativi quinquennali Percorsi formativi quinquennali Settore TECNOLOGICO 1 Biennio + Biennio + 5 anno degli indirizzi: Elettronica ed Elettrotecnica Informatica e Telecomunicazioni Meccanica, Meccatronica ed Energia Settore

Dettagli

L AGENZIA PER LA MOBILITÀ METROPOLITANA E REGIONALE DI TORINO

L AGENZIA PER LA MOBILITÀ METROPOLITANA E REGIONALE DI TORINO L GENZI PER L MOBILITÀ METROPOLITN E REGIONLE DI TORINO Cesare Paonessa DT: 8 novembre 2013 CHI SIMO L genzia per la mobilità di Torino e l area metropolitana è stata istituita con la Legge Regionale 1/2000

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nerbano Ivan Via Togliatti 8 Borgo San Dalmazzo (CN) Telefono 0171266817 Fax 01711878208 E-mail

Dettagli

LA LINEA FERROVIARIA CEVA-ORMEA : una risorsa locale per il futuro del trasporto pubblico in Alta Valle Tanaro di Massimo Andreis Allamandola

LA LINEA FERROVIARIA CEVA-ORMEA : una risorsa locale per il futuro del trasporto pubblico in Alta Valle Tanaro di Massimo Andreis Allamandola LA LINEA FERROVIARIA CEVA-ORMEA : una risorsa locale per il futuro del trasporto pubblico in Alta Valle Tanaro di Massimo Andreis Allamandola La realizzazione della linea ferroviaria Ceva-Ormea risale

Dettagli

Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008

Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008 30 luglio 2008 Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008 L Annuario statistico dell Umbria, giunto alla sua dodicesima edizione, è il frutto della proficua collaborazione tra l Ufficio regionale

Dettagli

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 872.367 2.247.78 Superficie (km 2 ) 13,2 6.83,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.71,8 329,1 a cura del Servizio Statistica e Toponomastica Città

Dettagli

COMITATO PROVINCIALE DI CUNEO

COMITATO PROVINCIALE DI CUNEO COMITATO PROVINCIALE DI CUNEO 12100 CUNEO - Via Stoppani, 18/ter Tel. / Fax 0171695673 C.C. Postale n. 17165127 P. IVA 01382321006 Sito internet: www.cuneo.federvolley.it E-mail: cuneo@federvolley.it COMMISSIONE

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU3 17/01/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 11 dicembre 2012, n. 21-5035 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2010\1761.doc

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2010\1761.doc i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2010\1761.doc D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e NUMERO GENERALE 1761 CODICE PROPOSTA BUDGET ADOTT. ANNO PROGR. 000 DIG 10 011 DATA 1 DICEMBRE 2010

Dettagli

!"" #""$%&! #'$ " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$

! #$%&! #'$  # &%!$! ' &! &$)#$*!!# + $!# &'$!$!#$$ !"" #""$%&! #'$ % ( " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$ L anno duemilasette il giorno trenta del mese di maggio nella sala Informalavoro del Comune di Busalla, TRA Il Presidente in rappresentanza

Dettagli

Rapporto sullo stato dell Ambiente 2010-2011

Rapporto sullo stato dell Ambiente 2010-2011 Rapporto sullo stato dell Ambiente 2010-2011 Il contesto socio-economico Alberto Brugnoli Direttore Generale Éupolis Lombardia Rapporto sullo Stato dell Ambiente 2010-2011 Venerdì 11 Maggio 2012, Palazzo

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2011

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2011 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2011 Imprese nel complesso In Lombardia, nel secondo trimestre del 2011 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 6.804 unità. Alla fine di giugno

Dettagli

Osservatorio sull Imprenditoria femminile in provincia di Cuneo 4 edizione. Lunedì 24 novembre 2008 ore 15.00

Osservatorio sull Imprenditoria femminile in provincia di Cuneo 4 edizione. Lunedì 24 novembre 2008 ore 15.00 Osservatorio sull Imprenditoria femminile in provincia di Cuneo 4 edizione Lunedì 24 novembre 2008 ore 15.00 1 L IMPRESA E E FEMMINILE (cfr. L. 215/92) SE: Ditta individuale con titolare donna Società

Dettagli

scaricato da www.risorsedidattiche.net

scaricato da www.risorsedidattiche.net Verifica di Geografia (Il Piemonte) Nome e cognome Classe Data 1. Da che cosa deriva il nome Piemonte? 2. Con quali stati e regioni confina? 3. Il Piemonte è una delle regioni italiane che: ha uno sbocco

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO Valutazione Ambientale Strategica del Piano di Governo del Territorio - 28 luglio 2010 - La VAS nel processo di pianificazione Accompagna il processo della formazione

Dettagli

ELABORATO CONCLUSIVO

ELABORATO CONCLUSIVO Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero per GAL Langhe Roero Leader Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 ASSE IV Leader Piano di Sviluppo Locale Colline da Vivere Misura 313 Azione 2 A Studio

Dettagli

Parma. I numeri del comune. Abitanti* 187.938 443.176 Superficie (km 2 ) 260,6 3.447,48 Densità (ab. per km 2 ) 721,17 128,55

Parma. I numeri del comune. Abitanti* 187.938 443.176 Superficie (km 2 ) 260,6 3.447,48 Densità (ab. per km 2 ) 721,17 128,55 Rapporto Urbes Il benessere equo e sostenibile nelle città Parma I numeri del comune Capoluogo Abitanti* 87.98.7 Superficie (km ),.7,8 Densità (ab. per km ) 7,7 8, * al.. Numero Addetti unità locali Imprese*

Dettagli

ABBIAMO a CUORE il NOSTRO TERRITORIO

ABBIAMO a CUORE il NOSTRO TERRITORIO azienda consortile ecologica monregalese Guida al riciclo e alla raccolta differenziata ABITI USATI CARTA 14 16 INDIFFERENZIATO 18 INGOMBRANTI 20 METALLI 22 ORGANICO 24 PLASTICA 26 ABBIAMO a CUORE il NOSTRO

Dettagli

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE In base all art. 19 del TUEL approvato con D. Lgs. 267 del 18 agosto 2000 spettano alla provincia le funzioni amministrative di interesse provinciale

Dettagli

Segretario Generale FASCIA A. segretariocomunale@comune.barge.cn.it

Segretario Generale FASCIA A. segretariocomunale@comune.barge.cn.it Curriculum Vitae Informazioni personali Nome MANA Paolo Data di nascita 1 giugno 1961 Luogo di nascita Qualifica Incarico attuale Fossano - CN ITALIA Segretario Generale FASCIA A Segretario Generale titolare

Dettagli

VIA SORACCO N 6 12045 FOSSANO CN TEL. : 0172-695423 / 3485404690 E-MAIL: PAELE@TISCALI.IT PEC: ELENA.PAROLA@ARCHIWORLDPEC.

VIA SORACCO N 6 12045 FOSSANO CN TEL. : 0172-695423 / 3485404690 E-MAIL: PAELE@TISCALI.IT PEC: ELENA.PAROLA@ARCHIWORLDPEC. VIA SORACCO N 6 12045 FOSSANO CN TEL. : 0172-695423 / 3485404690 E-MAIL: PAELE@TISCALI.IT PEC: ELENA.PAROLA@ARCHIWORLDPEC.IT PAROLA ELENA INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Parola Nome Elena Residenza Via

Dettagli

CURRICULUM VITAE DICHIARA

CURRICULUM VITAE DICHIARA GENTA GIANDOMENICO DOTTORE IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE RAGIONIERE TRIBUTARISTA REVISORE LEGALE DEI CONTI CONSULENTE DEL LAVORO CONSULENTE TECNICO TRIBUNALE DI CUNEO STUDIO: VIA VITTORIO AMEDEO

Dettagli

Il territorio, l economia, le imprese

Il territorio, l economia, le imprese Il territorio, l economia, le imprese Il territorio e la popolazione La Puglia è suddivisa dal punto di vista amministrativo in cinque province e 258 comuni, distribuiti su un territorio di oltre 300.000

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI FINANZIAMENTO. Sviluppo e commercializzazione di servizi turistici. Misura 313.2.

BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI FINANZIAMENTO. Sviluppo e commercializzazione di servizi turistici. Misura 313.2. GAL Mongioie Piazza Vittorio Veneto 1 12070 Mombasiglio (CN) Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007 2013 Asse IV Leader Programma di Sviluppo Locale IL TURISMO COME MOTORE DI SVILUPPO DEL SISTEMA

Dettagli

LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL

LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL Relazioni con i Media Tel. 02/8515.5288/5224 cell. 335/6413321. Comunicati www.mi.camcom.it La ricerca: Il lavoro dei laureati in tempo di crisi LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL 12%

Dettagli

Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010)

Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010) 20 ottobre 2010 Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010) L Annuario statistico dell Umbria, giunto alla quattordicesima edizione, è il frutto della proficua collaborazione tra l Ufficio regionale

Dettagli

Guida agli uffici della Regione Piemonte

Guida agli uffici della Regione Piemonte Guida 2pal 11-01-2010 9:40 Pagina 2 Urp Alessandria via dei Guasco, 1-15121 Alessandria tel. 0131.285072 fax 0131.285073 urpalessandria@regione.piemonte.it Urp Asti corso Alfieri, 165-14100 Asti tel. 0141.324551

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI CASSA DI RISPARMIO DI ASTI S.P.A. TASSO VARIABILE Eeuribor 3mesi 0.25 01/09/2008 01/09/2011 ISIN IT0004404643 Le presenti

Dettagli

1. PREMESSA Piano Strutturale Comunale (PSC) Accordo Territoriale

1. PREMESSA Piano Strutturale Comunale (PSC) Accordo Territoriale PSC PIANO STRUTTURALE COMUNALE ELABORATO IN FORMA ASSOCIATA CONFERENZA DI PIANIFICAZIONE (art.14, LR 20/2000) VERBALE CONCLUSIVO (BOZZA) 29 novembre2007 Comune di Castenaso Comune di Ozzano dell Emilia

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI

PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI SEZIONE 3 Rifiuti speciali di origine sanitaria Luglio 1998 1 SOMMARIO 1. Quadro conoscitivo -------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Il RESPONSABILE DELL AREA AGRARIA RENDE NOTO ART 1 CARATTERISTICHE DELL ATTIVITA PROFESSIONALE RICHIESTA

Il RESPONSABILE DELL AREA AGRARIA RENDE NOTO ART 1 CARATTERISTICHE DELL ATTIVITA PROFESSIONALE RICHIESTA AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI PER IL REPERIMENTO DI n. 20 RILEVATORI PER LO SVOLGIMENTO DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI Il RESPONSABILE DELL AREA AGRARIA Visto

Dettagli

UFFICIO STATISTICA. Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona

UFFICIO STATISTICA. Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona UFFICIO STATISTICA Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona Anno Accademico 2014-2015 INDICE LE UNIVERSITA CREMONESI pag. 3 STUDENTI ISCRITTI pag. 4 - Dettaglio delle iscrizioni

Dettagli

IL PIEMONTE E LA LEGGE 38. Coordinatore Commissione Terapia del Dolore

IL PIEMONTE E LA LEGGE 38. Coordinatore Commissione Terapia del Dolore IL PIEMONTE E LA LEGGE 38 Dott.ssa Rossella Marzi Coordinatore Commissione Terapia del Dolore Presupposti per la costituzione del modello (Legge 15 marzo 2010 n. 38, Art. 3. all. A) Compiti delle strutture

Dettagli

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE COMUNE DI LUISAGO (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE ANNO 202 INDICE - Introduzione - Territorio - Popolazione - Strutture - Personale - Struttura: dati economico-patrimoniali organizzazione -

Dettagli

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C Prestazioni affidate Incidenza Q Esemplificazione determinazione del compenso CP Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C 1 categoria d opera meccanici

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nerbano Ivan Via Togliatti 8 Borgo San Dalmazzo (CN) Telefono 0171266817 Fax 0171721316 E-mail

Dettagli

GOVERNANCE DEL PROGETTO DA PARTE DELL OSSERVATORIO ATTIVITÀ DI PROPOSTA E DI INTERAZIONE

GOVERNANCE DEL PROGETTO DA PARTE DELL OSSERVATORIO ATTIVITÀ DI PROPOSTA E DI INTERAZIONE . GOVERNANCE DEL PROGETTO DA PARTE DELL OSSERVATORIO ATTIVITÀ DI PROPOSTA E DI INTERAZIONE PROPOSTE PROVENIENTI DAL TERRITORIO RELATIVAMENTE ALLA TRATTA FUNZIONALE GRONDA MERCI (SETTORE NORD OVEST) ED

Dettagli

La spesa pubblica nella Regione Sardegna. Francesca Piras Coordinatrice Nucleo Regionale CPT Sardegna

La spesa pubblica nella Regione Sardegna. Francesca Piras Coordinatrice Nucleo Regionale CPT Sardegna La spesa pubblica nella Regione Sardegna Francesca Piras Coordinatrice Nucleo Regionale CPT Sardegna Definizione dei soggetti nei livelli di governo del SPA AMMINISTRAZIONI CENTRALI STATO.... IMPRESE PUBBLICHE

Dettagli

Roma. I numeri del comune. Abitanti* 2.863.322 4.321.244 Superficie (km 2 ) 1.287,36 5.363,28 Densità (ab. per km 2 ) 2.

Roma. I numeri del comune. Abitanti* 2.863.322 4.321.244 Superficie (km 2 ) 1.287,36 5.363,28 Densità (ab. per km 2 ) 2. Rapporto Urbes 1 Il benessere equo e sostenibile nelle città Roma I numeri del comune Capoluogo Abitanti*.8..1. Superficie (km ) 1.87,.,8 Densità (ab. per km ).,18 8,71 * al 1.1.1 Numero Addetti unità

Dettagli

Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia

Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia 1) Consuntivo strutturale 2004 1.1 Demografia Andamento serie storica demografia delle imprese (5 anni) a livello provinciale 1.1.1 Imprese registrate

Dettagli

Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005

Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005 Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005 1) Consuntivo strutturale 2004 1.1 Demografia 9 maggio 2005 Andamento serie storica demografia delle imprese (5 anni) a livello provinciale

Dettagli

CURRICULUM VITAE DICHIARA

CURRICULUM VITAE DICHIARA GENTA GIANDOMENICO DOTTORE IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE RAGIONIERE TRIBUTARISTA REVISORE LEGALE DEI CONTI CONSULENTE DEL LAVORO CONSULENTE TECNICO TRIBUNALE DI CUNEO STUDIO: VIA VITTORIO AMEDEO

Dettagli

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati Elaborazione promossa dalla Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici di CONFINDUSTRIA PADOVA IL RUOLO DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI NELLA STRUTTURA ECONOMICA DI PADOVA E DEL VENETO Settembre 2010

Dettagli

PATTO TERRITORIALE. Aggiornata al 31.12.2006 #32632

PATTO TERRITORIALE. Aggiornata al 31.12.2006 #32632 PATTO TERRITORIALE CUNEESE RELAZIONE SULL ANDAMENTO DEL PATTO TERRITORIALE CUNEESE Aggiornata al 31.12.2006 #32632 Premessa Il Patto Territoriale Cuneese nasce ufficialmente nel gennaio 1997, con la sottoscrizione

Dettagli

A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO

A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO Tel. 0392807521 0392807511 Gli under 30 italiani e la qualità della vita per provincia A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO Nel capoluogo ligure gli under 30 hanno più opportunità a livello lavorativo e più

Dettagli

COMUNE PROV. INDIRIZZO DESCRIZIONE

COMUNE PROV. INDIRIZZO DESCRIZIONE REGIONE PIEMONTE BU33 20/08/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 13 luglio 2015, n. 13-1729 Piano regionale delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare - Proposta di nuove destinazioni

Dettagli

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni Pagina 1 di 5 Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni giovedì 17 settembre 2015 Chiamparino: soddisfazione per una scelta condivisa, ora accelerazione nei confronti con il

Dettagli

1-2 - 3-4 AGOSTO 2013 il

1-2 - 3-4 AGOSTO 2013 il ASD CENTRO COORDINAMENTO CICLISMO LIBERTAS CUNEO in collaborazione con ASD GS PASSATORE e il Centro Nazionale e Provinciale Libertas con il patrocinio del quotidiano e dei comuni di Cuneo, Savigliano,

Dettagli

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato FUNZIONE SERVIZIO PROCESSO ORGANI ISTITUZIONALI PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE 24 Servizi di supporto interno: Gestire Segreteria, Protocollo, Servizi informativi

Dettagli

3. FORMAZIONE / PIÙ ALLIEVI, MENO UNIVERSITARI

3. FORMAZIONE / PIÙ ALLIEVI, MENO UNIVERSITARI 3. FORMAZIONE / PIÙ ALLIEVI, MENO UNIVERSITARI I LIVELLI DI BASE Da un paio d anni il sistema formativo regionale sta dando segnali di ripresa, dopo il declino quantitativo che durava dagli anni Novanta

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU31 02/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 12 luglio 2012, n. 28-4145 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli