L esperienza del Veneto

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L esperienza del Veneto"

Transcript

1 Il cancerizzato Reggio Emilia, 7 aprile 20 L esperienza del Veneto Manuel Zorzi Registro Tumori del Veneto

2 Elementi di contesto Programmi di screening attivi su tutto il territorio regionale, a partire dal Registro Tumori del Veneto: dati aggiornati al 2005; non registrazione sistematica dello stadio Limiti grossolani nella qualità dei dati raccolti e la possibilità di analisi progressiva attivazione di un SW regionale

3 Dati principali Residenti 50-69enni Target annuo Residenti in aree con screening Estensione teorica Invitati Estensione effettiva Screenati Copertura del test ,3% ,5% , ,8% ,9% ,6

4 Lesioni diagnosticate 2009 Primi esami Es. successivi Screenati Carcinomi di cui adenomi cancerizzati 8 (27,2%) 44 (28,0%) Adenomi avanzati 599 0

5 Lesioni diagnosticate 2008 Primi esami Es. successivi Screenati Carcinomi di cui adenomi cancerizzati 74 (27,5%) 39 (37,5%) Adenomi avanzati

6 Trattamento dei carcinomi ANNO 2009 N Chirurgia Carcinomi (tutti) Solo Endoscopia Ignoto / rifiuta ,9% 3,7% 2,3% Carcinomi pt 85 83,5% 5,9% 0,6% ANNO 2008 N Chirurgia Solo Endoscopia Ignoto / rifiuta Carcinomi ,9% 2,7%,5% Carcinomi pt 98 73,7% 23,2% 3,%

7 Unità di Endoscopia pre-screening screening entità del problema -2 l anno almeno al mese molto difensivo, con invio quasi sistematico al chirurgo atteggiamento terapeutico

8 La svolta! Recepimento da parte dei patologi delle linee guida del Giscor: - introduzione della microstadiazione, ecc - identificazione della classe di rischio per metastasi linfonodali (pressochè tutti) - alcune AP la riportano nel referto, altrove sono gli endoscopisti che la calcolano

9 Discussione collegiale dei casi in un buon numero di programmi, con un incremento dei trattamenti esclusivamente endoscopici con follow up Il cancerizzato è stato un traino per l introduzione della valutazione collegiale

10 Veneto Percentuale di adenomi cancerizzati sul totale dei carcinomi, per programma x 00 carcinomi , ulss

11 Veneto Percentuale di adenomi cancerizzati sul totale dei carcinomi, per programma x 00 carcinomi , ulss

12 Adenomi cancerizzati diagnosticati nel 2009 RACCOMANDAZIONE completamento/fu 3m completamento/fu 6m fu anno fu 3 anni intervento esce dal programma TOTALE N %

13 Adenomi cancerizzati diagnosticati nel 2009 Esito dei completamenti e FU a 3-6 mesi ESITO Intervento Negativo ABR AAR Altro TOTALE N

14 Adenomi cancerizzati diagnosticati nel 2009 Stadiazione dei casi operati pnpt pn+ pnx Totale X 5 7 Totale

15 Programma di Pieve di Soligo (TV) Periodo: Screenati: Fattori di rischio: margini di resezione invasione vascolare grading Durata del follow up: 33 mesi M. Rinaldi, et al. Abstracts / Digestive and Liver Disease 4S (2009), S S67

16 Programma di Pieve di Soligo (TV) Carcinomi Screen detected Totale round 2 round 3 round di cui adenomi cancerizzati % 22% 28% 32% Alto rischio: 48/54 = 89% Trattamento basso rischio: solo endoscopia alto rischio: chirurgia (46/48, 2 rifiuti) Follow up basso rischio: non recidive locali alto rischio: 2 LN+, 5 recidive, decesso Rinaldi M, et al. Abstracts / Digestive and Liver Disease 4S (2009), S S67

17 Programma di Pieve di Soligo (TV) Positività ai singoli fattori di rischio Margini 74% Grading III 26% Invasione vascolare 87% TOTALE 89% Rinaldi M, et al. Abstracts / Digestive and Liver Disease 4S (2009), S S67

18 Programma di Belluno Periodo: Screenati: Fattori di rischio: grading embolizzazione neoplastica budding margini di resezione microstadiazione Durata del follow up: non riportata Cavallaro LG, et al. Convegno Nazionale GISCoR 200

19 Programma di Belluno Carcinomi Screen detected Totale 93 di cui adenomi cancerizzati 23 24% round % 2 round % Alto rischio: 6/23 = 70% Trattamento basso rischio: solo endoscopia alto rischio: non riportato Follow up basso rischio: non recidive locali Cavallaro LG, et al. Convegno Nazionale GISCoR 200

20 Conclusioni - atteggiamento positivo dei professionisti - gestione estemporanea - necessità di dati più accurati - ambito di approfondimento al livello di programmi e regionale per patologi ed endoscopisti - Gruppo regionale patologi 4 marzo 20 Confronto diagnostico inter-istituzionale in patologia colorettale da screening. Argomento: lesioni pt di difficile interpretazione