COMUNE DI CARMIANO. Provincia di Lecce

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CARMIANO. Provincia di Lecce"

Transcript

1 COMUNE DI CARMIANO Provincia di Lecce Procedura aperta per l'affidamento del servizio di assistenza e manutenzione Hardware, Software di base, Sistemistica del SIC. Capitolato Tecnico 1. DEFINIZIONE DEL PERIMETRO DI GARA Il Comune di Carmiano (di seguito committente ) intende appaltare il servizio di gestione del proprio sistema informatico. In tale definizione sono compresi i seguenti servizi: a) Servizi di consulenza gestionale I servizi di consulenza gestionale sono quell insieme di attività necessarie per la gestione del sistema informativo comunale (SIC), di seguito elencate: a1) Gestione dell anagrafica del sistema informatico comunale attraverso la formazione di una banca dati informatizzata contenente le informazioni di ogni bene (HW e SW) oggetto di manutenzione, con la previsione di un aggiornamento tempestivo nel rispetto dei seguenti requisiti minimi: catalogazione numerica di ogni bene; Tutti beni accessori di ogni Postazione di Lavoro (PdL) devono essere associati al catalogo padre di riferimento. possibilità di identificare ogni bene almeno attraverso le informazioni relative a: numero di catalogo, numero di serie, marca, modello, tipologia, descrizione, ubicazione, utente assegnatario, data di acquisto, data di ingresso in manutenzione; classificazione di ogni bene in base alla tipologia del bene (critico, non critico), al raggruppamento (Elaboratore elettronico, Server, Stampante, Monitor, ), all ubicazione (Sede, Settore/servizio, ufficio), all utente assegnatario, alla data di acquisto e alla data di ingresso in manutenzione. possibilità di effettuare operazioni di ricerca dei beni su più chiavi (catalogo, descrizione, stato, numero di serie, marca, raggruppamento, ubicazione, ufficio, responsabile); possibilità di effettuare estrazioni di report contenenti le informazioni memorizzate nei formati più comuni (pdf); a2) Mappatura degli interventi effettuati sui beni (HW e SW) oggetto di manutenzione riportando nella banca dati almeno le seguenti informazioni dell intervento: - Richiedente, Ufficio, Catalogo del bene oggetto dell intervento, descrizione della richiesta, data e ora di richiesta, apertura e chiusura dell intervento, descrizione dell attività svolta, tipologia dell intervento (HW e SW di Base, Assistenza Sistemistica, Rimozione Virus, Backup, formazione,.) ed 1

2 indicazione dell eventuale merce consegnata e/o sostituita. Il sistema dovrà provvedere alla stampa del rapportino dell intervento che dovrà essere controfirmato dall utente (gestione postazione di lavoro) o dal supervisore del servizio (Gestione server); a3) Supporto all attività di analisi e pianificazione di interventi di potenziamento dell HW ed aggiornamento del software di base ed applicativo. a4) Studi, analisi e ricerche quali: approfondimento di tematiche particolari inerenti l oggetto della fornitura; predisposizione di approntare modelli revisionali; produzione di un rapporto di analisi della qualità del servizio mediante rilevazione del grado di soddisfacimento dell utente. a5) Supporto al Committente nella reingegnerizzazione dei processi supportati dal sistema informatico e definizione dei requisiti dei nuovi sistemi; a6) Analisi e valutazioni dell impatto determinato dall introduzione di cambiamenti normativi sul sistema informatico; a7) Analisi e valutazioni dell impatto determinato dall introduzione di nuove tecnologie sull organizzazione, sui processi amministrativi, sul sistema informatico preesistente. B) Servizi di Manutenzione e pronto intervento I Servizi di manutenzione e pronto intervento sono quell insieme di attività necessarie a mantenere l ottimale stato di utilizzo delle attrezzature HW e SW di base in dotazione al Comune di Carmiano come di seguito esplicitate: b1) Manutenzione Preventiva: si intende l insieme delle attività da realizzare in via preventiva su tutti i beni oggetto di manutenzione al fine di garantire la disponibilità dei sistemi e degli apparati e prevenire malfunzionamenti di natura hardware e software, quali, ad esempio: - nell ipotesi in cui la casa produttrice delle apparecchiature evidenzi situazioni che potrebbero determinare malfunzionamento (SW) o guasto (HW); - in relazione ad apparecchiature con parti soggette ad usure delle componenti meccaniche; - nell ipotesi di potenziali problemi di sicurezza, effettuando tutti gli interventi raccomandati dal produttore, per assicurare gli adeguati standard di sicurezza. b2) Manutenzione correttiva: è l insieme delle attività da realizzare a seguito di segnalazione di malfunzionamento parziale o totale delle apparecchiature in dotazione al Committente. Con particolare riferimento ai beni di tipologia software, è da intendersi come quell insieme di attività che sono intraprese sia su segnalazione di malfunzionamento da parte del Committente sia su indicazione dei prodotti software (ad es., installazione di patch/fix o di nuove versioni messe a disposizione della software house di produzione). b3) Servizio di pronto intervento: il Servizio di pronto intervento dovrà raccogliere e soddisfare tutte le richieste di assistenza provenienti dal Committente che potrà richiedere alternativamente l assistenza mediante: telefono, cellulare, fax, . Nel caso in cui la problematica non sia risolvibile per via telematica, l aggiudicatario dovrà garantire l intervento di un tecnico qualificato presso la sede del Committente entro i seguenti tempi: Tipologia di Problema Tipo di Bene Valore di soglia Parte del bene HW o SW non disponibili Non critico Entro 48 ore Parte del bene HW o SW non disponibili Critico Entro 14 ore HW, SW o base dati non disponibili Non critico Entro 24 ore 2

3 HW, SW o base dati non disponibili Critico Entro 10 ore Apparecchiature informatiche in dotazione al Comune di Carmiano destinatarie del servizio di pronto intervento: Apparecchiatura informatica Tipo di Bene n.3 Server Critico n.2 Notebook Non critico n.50 Elaboratori elettronici (E.E.) Non critico n.3 Elaboratori elettronici (E.E.) front office Critico n.2 Apparati wireless (bridge-wireless) Critico n.1 Firewall perimetrale (Fortigate 80c) Critico n.2 Apparati Switch 24 Porte Critico n.10 Apparati Switch 5-8 Porte Non Critico n.2 Stampanti ad Aghi Non Critico n.14 Stampanti Laser A4 B/N Non Critico n.1 Plotter Ink Jet A1 Non Critico n.18 Stampanti Getto d inchiostro Non Critico Il Comune di Carmiano è dotato altresì del Sistema informativo comunale (SIC) comprensivo delle seguenti basi di dati: Sistema Informativo Comunale (SIC) /DBMS Tipo di Bene DBMS - SQL SERVER EXPRESS Critico Resta inteso che se il sistema oggetto di intervento riguarda un prodotto coperto da garanzia, l aggiudicatario è tenuto a trasmette la richiesta di intervento alla ditta interessata. Il tecnico dell aggiudicatario intervenuto presso la sede del Committente provvede al ripristino delle normali condizioni di funzionamento dell Hw e del Sw, con eventuale sostituzione delle parti difettose (sono a carico del Committente le eventuali parti sostituite). C) Gestione Server L attività di gestione dei server consiste, oltre a garantire le attività descritte nei Servizi di manutenzione e pronto intervento di cui al precedente punto, nell amministrazione dei server e sistemi server attraverso le seguenti attività: c1) Presa in carico dei server e del Infrastructure Server, delle applicazioni e delle relative basi di dati. In questa fase vengono analizzati la documentazione architetturale di sistema, i requisiti e le procedure operative delle applicazioni e delle basi dati per quanto attiene la loro gestione operativa e funzionale; in particolare: Gestione dell applicazione e della base-dati dal punto di vista operativo. La gestione di una applicazione comporta l esecuzione delle procedure operative analizzate in sede di presa in carico. Le principali attività di gestione sono le seguenti: i. Pianificazione dell attività di installazione di un nuovo applicativo sul server prevedendo una procedura di analisi al fine di constatare la compatibilità della nuova applicazione con quanto precedentemente installato sul server e infrastructure server; ii. Installazione e avviamento delle applicazioni; iii. Monitoraggio dei log di applicazioni software di servizio (esempio: software di gestione back-up centralizzato, ); iv. Attivazione delle procedure di segnalazione anomalie; 3

4 v. Backup e Recovery: la politica di backup dovrà tener conto delle necessità di backup e restore delle singole applicazioni, definendo, ove possibile, una politica comune. La schedulazione dei backup dovrà essere in linea con i requisiti di ripristino di tutte le applicazioni. Gestione dell evoluzione delle applicazioni e delle basi di dati attraverso le seguenti operazioni minime: vi. Installazione di nuove versioni o aggiornamenti; vii. Tracciamento delle segnalazioni di anomalia con i relativi aggiornamenti/nuove versioni installate; Amministrazione degli accessi che consiste nelle attività di gestione del processo di autenticazione ed autorizzazione dell utenza e nella gestione delle aree di salvataggio file condivise da gruppi di utenti con la previsione delle seguenti operazioni minime: viii. Creazione di nuova utenza e nuovi profili nel sistema; ix. Gestione del processo di autenticazione degli utenti nel sistema; x. Assegnazione profili all utenza; xi. Aggiornamento utenza e profili; xii. Cancellazione utenza e profili; xiii. Creazione di cartelle dati condivise, permessi di accesso e utenza; xiv. Assegnazione permessi di accesso all utenza; xv. Gestione delle aree di salvataggio file condivise e relativi permessi di accesso; xvi. Comunicazione informazioni inerenti utenza, profili e aree di salvataggio dei file condivisi, permessi di accesso e utenti al supervisore del servizio al fine di garantire adeguato supporto all attivazione delle procedure di assegnazione delle credenziali di autenticazione all utenza; Monitoraggio server e infrastructure Server. Monitoraggio delle condizioni di base-dati e del funzionamento delle applicazioni al fine di controllare i parametri di funzionamento e le prestazioni dei server ed infrastructure server nei momenti prestabiliti, quali: xvii. Numero di backup necessari; xviii. Verifica dell assenza di virus, worm, trojan, ; xix. Memoria RAM utilizzata dalle applicazioni; xx. Spazio sui dischi utilizzati/disponibili; xxi. Verifica dell assenza delle aree centralizzate di salvataggio di tipologia di dati non autorizzati. D) Gestione della sicurezza logica Il servizio di gestione della sicurezza logica del sistema informatico comunale dovrà garantire l adozione di tutte le misure necessarie a garantire la protezione dell intero sistema informatico comunale da minacce esterne ed interne, ed in particolare: d1) Gestione delle credenziali di accesso di amministratore e di utente del sistema garantendo il rispetto dei seguenti requisiti minimi: Per ogni Elaboratore Elettronico/notebook dovrà essere prevista una password per l amministratore di sistema e una credenziale d accesso (un codice identificativo e una password) a livello utente per l utilizzo dell Elaboratore Elettronico/notebook; Per ogni server dovrà essere prevista una password per l amministratore di sistema; 4

5 Le password devono essere alfanumeriche e di lunghezza non inferiore a 8 caratteri; L utilizzatore dovrà poter modificare la password al primo accesso e successivamente sostituire la stessa password in autonomia; Le credenziali d accesso dovranno essere gestite in modo che ne sia prevista la disattivazione qualora richiesto; Le credenziali dovranno avere una scadenza trimestrale; d2) Gestione della sicurezza dei sistemi operativi e software L aggiudicatario dovrà assicurare l aggiornamento per eliminare le vulnerabilità dei sistemi operativi e software applicativi quali posta elettronica, browser, office automation, installati sugli elaboratori elettronici, al fine di evitare l esposizione a pericoli di attacchi dall esterno che ne provochino il malfunzionamento. Tali aggiornamenti devono essere effettuati con cadenza almeno semestrale. I dati personali gestiti in modalità elettronica dovranno essere protetti contro il rischio di intrusione e dall azione di programmi di cui all art.615-quinquies del codice penale assicurando la presenza e l utilizzo di un sistema antivirus centralizzato da aggiornare con cadenza almeno semestrale. L aggiudicatario e tenuto altresì a provvedere con continuità all aggiornamento dei client antivirus installati sulle postazioni di lavoro (PdL) e alle relative base di dati dei virus e alle impostazioni necessarie per la gestione e il monitoraggio centralizzato delle PdL. Tutto ciò al fine di garantire la protezione di ogni singola Postazione di Lavoro da attacchi di virus, worm, ecc d) Gestione dei dispositivi di sicurezza perimetrale Il servizio consiste nell attuare la politica per la sicurezza dei dispositivi di difesa perimetrale dell amministrazione (firewall) provvedendo anche alla loro gestione sistemistica e alla manutenzione. In particolare, dovranno essere garantiti i seguenti requisiti: d1) il sistema automatizzato di gestione dell accesso remoto per manutenzione e/o utilizzo/consultazione/elaborazione dei sistemi informativi ospitati dai server e infrastructure server o dei dati ospitati su supporti centralizzati di salvataggio dovrà consentire l accesso all utenza solo previa autenticazione con codice identificativo e password; d2) i prodotti utilizzati dovranno cifrare le informazioni durante il transito in rete in modo da garantirne la riservatezza e l integrità delle stesse; d3) i server e gli apparati preposti all erogazione del servizio dovranno discriminare l accesso alle informazioni mediante un sistema di controllo accessi basato sul profilo degli utenti. E) Content filtering Il servizio content filtetering dovrà permette di bloccare o consentire il transito delle informazioni che viaggiano sugli apparati di sicurezza perimetrale sulla base dell analisi del contenuto stesso allo scopo bloccare e contenuti web ritenuti non sicuri per l intera infrastruttura. F) Content security Il servizio di content security dovrà garantire una gestione efficace delle contromisure atte a contrastare la diffusione dei codici malevoli, quali virus o worm su sistemi client (postazione di lavoro) e server. Il servizio dovrà prevedere anche la gestione sistemistica e la manutenzione dei componenti utilizzati. 5

6 G) Security host hardening Il servizio dovrà provvedere alla definizione, implementazione, manutenzione e controllo delle politiche di configurazione e di aggiornamento dei sistemi server rilevanti per il Committente, in termini di sistema operativo e applicazioni di base. Il servizio dovrà garantire i seguenti requisiti minimi: g1) il server e l Infrastructure Server devono contenere solo il software e le informazioni strettamente necessarie per il loro funzionamento; g2) tutti gli accessi ai sistemi devono essere autenticati e tutte le comunicazioni protette per garantire confidenzialità ed integrità; g3) l applicazione sistema di antivirus centralizzato e l applicazione centralizzata di distribuzione degli aggiornamenti dei sistemi operativi e software dovranno essere installate su un server dedicato; è espressamente vietato prevede ed installare tali applicazioni sui server o Infrastructure server che ospitano i Sistemi Informativi automatizzati al fine di: a) tenere separate la gestione del sistema di protezione dai virus dalle banche dati del Committente; b) evitare possibili rallentamenti dei Sistemi Informativi automatizzati e incompatibilità software. H) Monitoraggio della sicurezza Tutti i servizi esplicitati nei punti precedenti dovranno essere altresì interessati dalle seguenti attività: h1) Monitoraggio degli eventi Monitoraggio di tutti gli eventi significativi per la sicurezza, evidenziati durante l erogazione del servizio. L aggiudicatario dovrà garantire il monitoraggio per ogni postazione di lavoro dei seguenti eventi: tipologia, frequenza e banda consumata dei siti web visitati; tipologia dei servizi internet utilizzati; tipologia dei file scaricati o trasmessi comprensiva di banda consumata; traffico generato (banda consumata) analizzato per giorno, ora, servizio, protocollo e direzione (Internet o Intranet); tipologia protocolli di trasmissione; tipologia e gravità di infezioni quali: virus, worm, troian, spyware che hanno generato un attacco; h2) Aggiornamento delle componenti critiche per il servizio L aggiudicatario è tenuto a garantire l aggiornamento periodico di tutte le componenti critiche (hw e sw) per la gestione della sicurezza. Dovrà essere previsto l aggiornamento anche in quei casi in cui la casa produttrice delle apparecchiature e del software evidenzia una situazione che potrebbe portare alla malfunzione (SW) o al guasto (HW). h3) Rendicontazione L aggiudicatario dovrà, con periodicità almeno semestrale, produrre un report riportante: i risultati delle operazioni inerenti tutti i servizi di sicurezza sopra descritti; i problemi di sicurezza rilevati; le statistiche sull andamento di ogni servizio, ed in particolare dei seguenti dati statistici: otraffico Web Generato; ogli Host che hanno generato più traffico; oprotocolli che hanno generato più traffico; oreportistica degli alert che hanno riportato gli apparati di sicurezza; ole Policy applicate sugli apparati di sicurezza; 6

7 oi siti maggiormente visitati; oi siti bloccati che hanno generato più richieste di accesso; otraffico Medio Giornaliero raggruppato per fasce di orario e per giorni della settimana. oattacchi da parte di virus, worm, spyware, ecc. raggruppati per giorno di segnalazione, gravità e postazione di lavoro colpita. h4) Cifratura Al fine di garantire una maggiore sicurezza, l aggiudicatario dovrà cifrare le seguenti informazioni: le informazioni tecniche di configurazione; le reti su cui viaggiano dati personali e informazioni riservate; i log del traffico di rete. h5) Adozione di soluzioni per la gestione del rischio L aggiudicatario dovrà attivare, qualora richiesto e necessario, alert dei sistemi firewall e di antivirus centralizzato sia verso l affidatario che verso il supervisore del Servizio. 2. PENALITA In caso di inadempienze dagli obblighi contrattuali assunti, l Aggiudicatario, oltre alla decurtazione dell importo del mancato servizio prestato, sarà passibile di sanzioni con ammende da applicarsi con Determinazione del Responsabile di Settore. Per i casi di inadempienza e negligenza nella gestione del servizio rispetto alle prescrizioni di cui al punto precedente, sono previste ammende da un minimo di.150,00 ad un max di. 500,00 per ogni episodio. L applicazione della sanzione sarà preceduta da regolare contestazione dell inadempienza che dovrà essere inoltrata con lettera raccomandata A.R. e/o fax dal Responsabile comunale competente alla Ditta Aggiudicataria. La Ditta Aggiudicataria avrà facoltà di presentare, con lettera raccomandata A.R. e/o fax, controdeduzioni entro il termine di 5 (cinque) giorni dalla notifica della contestazione. Il Responsabile comunale competente provvederà entro i successivi 30 (trenta) giorni a pronunciarsi definitivamente sulla procedura di contestazione. L applicazione della penale non preclude all Amministrazione Comunale la possibilità di mettere in atto altre formule di tutela. In caso di mancato od insufficiente inoltro delle controdeduzioni di cui sopra l ammontare delle sanzioni sarà trattenuto sulla prima rata di canone successiva alla contestazione. Inoltre si procederà anche a trattenere sulla stessa rata di canone l importo relativo al mancato servizio contestato. In ogni caso il Comune potrà richiedere alla Ditta Aggiudicataria il risarcimento degli ulteriori danni subiti in conseguenza dell inadempimento o del tardivo adempimento delle proprie obbligazioni. 7

APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL COMUNE DI GALLIPOLI CAPITOLATO DEL SERVIZIO

APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL COMUNE DI GALLIPOLI CAPITOLATO DEL SERVIZIO APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL COMUNE DI GALLIPOLI Febbraio 2013 Indice SCOPO 3 SERVIZI DI CONSULENZA GESTIONALE 4 SERVIZI DI MANUTENZIONE 7 GESTIONE POSTAZIONI DI LAVORO,

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI COMUNE DI ROSSANO VENETO SERVIZI INFORMATICI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI Allegato A) INDICE 1 INTRODUZIONE 2 ASPETTI GENERALI 2.1 Contenuti 2.2 Responsabilità 2.3 Applicabilità

Dettagli

Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale

Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale SEZIONE A TRATTAMENTO DI DATI CON L AUSILIO DI STRUMENTI INFORMATICI Al fine di garantire la riservatezza e l integrità dei dati personali, sensibili

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA Capitolato speciale per l affidamento del servizio di assistenza hardware e software degli apparati del sistema informatico comunale, di amministrazione del sistema

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

1. Esigenze. 2. Ente Banditore

1. Esigenze. 2. Ente Banditore CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE E ASSISTENZA DI SOFTWARE E HARDWARE NONCHÉ INCARICO DI AMMINISTRATORE DI SISTEMA CIG: 0492000838 1. Esigenze Presso le sedi

Dettagli

Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup

Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup La sicurezza informatica Il tema della sicurezza informatica riguarda tutte le componenti del sistema informatico: l hardware, il software, i dati,

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE. Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE. Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO Il Comune di Castrolibero intende affidare il servizio di manutenzione

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

Allegato 5. Definizione delle procedure operative

Allegato 5. Definizione delle procedure operative Allegato 5 Definizione delle procedure operative 1 Procedura di controllo degli accessi Procedura Descrizione sintetica Politiche di sicurezza di riferimento Descrizione Ruoli e Competenze Ruolo Responsabili

Dettagli

Disciplinare per l uso dei sistemi informativi nell Unione Reno Galliera e nei comuni aderenti

Disciplinare per l uso dei sistemi informativi nell Unione Reno Galliera e nei comuni aderenti Disciplinare per l uso dei sistemi informativi nell Unione Reno Galliera e nei comuni aderenti Approvato con Delibera di Giunta N. 19 del 29/06/2010 Parte I Aspetti generali e comportamentali... 2 Art.

Dettagli

Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali

Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali Si chiude il capitolo, dopo sette anni dalla sua emanazione, della legge 675 sulla privacy. Questa viene sostituita da un testo di legge unico

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

A.1.1 Elenco dei trattamenti dei dati personali (Regola 19.1) Struttura di riferimento. 2 Repertorio decreti informatico Area Affari Generali SI 3

A.1.1 Elenco dei trattamenti dei dati personali (Regola 19.1) Struttura di riferimento. 2 Repertorio decreti informatico Area Affari Generali SI 3 Sezione A Dipartimento regionale del, dei Servizi Generali, di Quiescenza, Previdenza ed Assistenza del e uffici di diretta collaborazione dell Assessore ubicati in viale della Regione Siciliana n. 2226

Dettagli

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2000 Area Settore/ Servizio Processo Rev. Data STA EDP P01 02 Novembre 10 GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA TIPO DI PROCEDURA: di supporto AREA DI RIFERIMENTO:

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese MODALITA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Approvato con delib. G.C. n. 9 del 21.01.2006 - esecutiva Per l utilizzo corretto del sistema informatico,

Dettagli

COMUNE DI GALLIPOLI Area delle Politiche territoriali ed Infrastrutturali

COMUNE DI GALLIPOLI Area delle Politiche territoriali ed Infrastrutturali APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 19 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 11/07/2013. " si richiede il seguente

Dettagli

COMUNE DI MOTTA VISCONTI

COMUNE DI MOTTA VISCONTI COMUNE DI MOTTA VISCONTI Provincia di Milano Registro Generale n. 319 del 03/12/2014 Registro di Settore n. 124 del 3/12/2014 OGGETTO: DETERMINA A CONTRARRE PER L'AVVIO PROCEDURA NEGOZIATA MEDIANTE RDO-MEPA

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA (Provincia di Siracusa)

COMUNE DI FLORIDIA (Provincia di Siracusa) COMUNE DI FLORIDIA (Provincia di Siracusa) SERVIZIO INFORMATICO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLE RISORSE DI RETE INFORMATICA 1 INDICE PREMESSA Art. 1 - DEFINIZIONI...3 Art. 2 FUNZIONI

Dettagli

IT for education. soluzioni avanzate per la gestione della rete informatica del tuo Istituto

IT for education. soluzioni avanzate per la gestione della rete informatica del tuo Istituto IT for education soluzioni avanzate per la gestione della rete informatica del tuo Istituto Gli Istituti Scolastici spesso non sono dotati di una struttura centralizzata ed efficiente dedicata alla gestione

Dettagli

SOMMARIO. Mission del libro e ringraziamenti

SOMMARIO. Mission del libro e ringraziamenti L autore Mission del libro e ringraziamenti Prefazione XIX XXI XXIII CAPITOLO PRIMO LA FUNZIONE DI 1 1. Premessa 1 2. Definizione di strategie per la protezione dei dati in conformità allo standard ISO

Dettagli

Si S curezza a sw w net il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione

Si S curezza a sw w net il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione Sicurezza asw net il corretto design del tuo sistema informatico una soluzione Sicurezza asw net un programma completo di intervento come si giunge alla definizione di un programma di intervento? l evoluzione

Dettagli

Vulnerabilità di un Sistema Informativo

Vulnerabilità di un Sistema Informativo Vulnerabilità di un Sistema Informativo Un Sistema Informativo e le principali tipologie di minacce alla vulnerabilità e come le tecniche di backup possono essere utilizzate come contromisure a tali minacce.

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

CONTRATTO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE HARDWARE SOFTWARE DELLA RETE TELEMATICA DELL ISTITUTO E DELLE POSTAZIONI DELL AREA AMMINISTRATIVA

CONTRATTO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE HARDWARE SOFTWARE DELLA RETE TELEMATICA DELL ISTITUTO E DELLE POSTAZIONI DELL AREA AMMINISTRATIVA ISTITUTO MAGISTRALE STATALE CAMILLO FINOCCHIARO APRILE Liceo delle Scienze Umane Liceo delle scienze umane con opzione economico-sociale 90144 PALERMO ( PA ) C.M. PAPM010003 VIA CILEA - TEL. 091/343509

Dettagli

PROCEDURA APERTA: AFFIDAMENTO SERVIZIO DI GESTIONE GLOBALE DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI RELATIVI A VERBALI DI VIOLAZIONE AL CODICE DELLA STRADA

PROCEDURA APERTA: AFFIDAMENTO SERVIZIO DI GESTIONE GLOBALE DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI RELATIVI A VERBALI DI VIOLAZIONE AL CODICE DELLA STRADA COMUNE DI TIVOLI Piazza del Governo n. 1 00019 TIVOLI (ROMA) Tel. 0774 4531 Fax 0774 330675 Indirizzo Internet: www.comune.tivoli.rm.it ALLEGATO C: CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PROCEDURA APERTA: AFFIDAMENTO

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEGLI STUDI LEGALI (DPS) Redatto ai sensi e per gli effetti dell art. 34, c. 1, lett. g) del D.Lgs 196/2003 e del

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA CONDUZIONE

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

Regolamento relativo all'accesso e all'uso della Rete Informatica del Comune di AZZANO SAN PAOLO

Regolamento relativo all'accesso e all'uso della Rete Informatica del Comune di AZZANO SAN PAOLO Comune di Azzano San Paolo Provincia di Bergamo Piazza IV novembre Tel. 035/53.22.80 Fax 035/530073 C.F./IVA n. 00681530168 e-mail: servizio.urp@comune.azzano.bg.it SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE Regolamento

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 N. 30 Reg. Delib. G.C. Seduta del 17/03/2006 OGGETTO: REVISIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI PERSONALI PER L

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA CAPITOLATO TECNICO Oggetto: FORNITURA DEL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE A NORMA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PRODOTTI DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA 1. OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE

Dettagli

Per Pc Service S.r.l.

Per Pc Service S.r.l. Pc Service S.r.l. C.so Europa, 220 Canc 16132 Genova Tel. 010 382447 Fax 010 3745155 P.I 03718740107 Rea 372952 Spettabili Ditte, Società, Professionisti Loro sedi Genova, 2 gennaio 08 Alla cortese attenzione

Dettagli

Offerta Commerciale BT Managed Service Soluzione UTM

Offerta Commerciale BT Managed Service Soluzione UTM BT Managed Service Soluzione UTM Nov 2009 2009 BT In ottemperanza a quanto stabilito dall'autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni, BT rende disponibile la Carta dei Servizi consultabile presso

Dettagli

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli Commissione Telecomunicazioni

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli Commissione Telecomunicazioni EDILMED 2010 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli Commissione Telecomunicazioni SICUREZZA INFORMATICA DEGLI STUDI PROFESSIONALI G. Annunziata, G.Manco Napoli 28 Maggio 2010 EDILMED/ 2010 1

Dettagli

Selezione pubblica per affidamento incarico di assistenza e gestione del sistema informativo,telematico e telefonico del Comune di Fisciano.

Selezione pubblica per affidamento incarico di assistenza e gestione del sistema informativo,telematico e telefonico del Comune di Fisciano. Selezione pubblica per affidamento incarico di assistenza e gestione del sistema informativo,telematico e telefonico del Comune di Fisciano. Oggetto della selezione In esecuzione della delibera di Giunta

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DEL SERVIZIO

SCHEMA DI CONTRATTO DEL SERVIZIO SCHEMA DI CONTRATTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE Regione Puglia Schema di Contratto del Servizio di Gestione Pag. 1 di 8 SCHEMA DI CONTRATTO PER SERVIZIO DI GESTIONE Tra L Ente Regione Puglia codice fiscale

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008)

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) COMUNE DI RAVENNA U.O. Sistema Informativo e Automazione Lett. a. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La Legge Finanziaria 2008

Dettagli

Sicurezza informatica in azienda: solo un problema di costi?

Sicurezza informatica in azienda: solo un problema di costi? Sicurezza informatica in azienda: solo un problema di costi? Silvano Marioni, CISSP Manno, Centro Galleria 2 14 ottobre 2005 www.ated.ch Parliamo di sicurezza informatica Quali minacce possono interessarci

Dettagli

La sicurezza delle reti informatiche : la legge sulla Privacy e la piattaforma Windows. Relatore :Ing. Giuseppe Bono gbono@soluzionidimpresa.

La sicurezza delle reti informatiche : la legge sulla Privacy e la piattaforma Windows. Relatore :Ing. Giuseppe Bono gbono@soluzionidimpresa. La sicurezza delle reti informatiche : la legge sulla Privacy e la piattaforma Windows Relatore :Ing. Giuseppe Bono gbono@soluzionidimpresa.it Legge 196/03: principi base E il D.Lgs. n 196 del 30 giugno

Dettagli

Si S curezza a sw w net Il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione

Si S curezza a sw w net Il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione Sicurezza asw net Il corretto design del tuo sistema informatico una soluzione Dal software all assistenza sui sistemi Arcipelago Software entra nel mercato dei servizi IT come software house supportando

Dettagli

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy Obblighi di sicurezza e relative sanzioni Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy L adozione delle Misure Minime di Sicurezza è obbligatorio per tutti coloro che effettuano trattamenti

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Redatto ai sensi dell art.19 all. B al D.Lgs 196/2003 Codice in materia di trattamento dei dati personali

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Redatto ai sensi dell art.19 all. B al D.Lgs 196/2003 Codice in materia di trattamento dei dati personali DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Redatto ai sensi dell art.19 all. B al D.Lgs 196/2003 Codice in materia di trattamento dei dati personali Introduzione: Il presente documento riguarda il piano operativo

Dettagli

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA C. E. D. (Centro Elaborazione Dati) Il Responsabile (P.I. Filippo Romano)

Dettagli

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo.

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo. Procedura aperta sottosoglia per l affidamento del Servizio di gestione sistemistica, application management e sviluppo dei Servizi informativi di Scuole Civiche di Milano fdp GARA 8/2013 CIG 50973588E2

Dettagli

12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1. STUDIO CASTAGNO Progettazione e consulenza

12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1. STUDIO CASTAGNO Progettazione e consulenza CRONOPROGRAMMA 12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1 COMUNE DI VALENZA (AL) FORNITURA E POSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NELLE FRAZIONI MONTE VALENZA E VILLABELLA

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

GARA EUROPEA PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO INTEGRATO DEI CONSUMABILI DI STAMPA CIG 34918616D9

GARA EUROPEA PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO INTEGRATO DEI CONSUMABILI DI STAMPA CIG 34918616D9 GARA EUROPEA PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO INTEGRATO DEI CONSUMABILI DI STAMPA CIG 34918616D9 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO () 1 INDICE 1 INDICE 2 2 PREMESSA, DEFINIZIONI E CONTESTO ORGANIZZATIVO 3 2.1

Dettagli

Elementi per la stesura del Documento Programmatico sulla Sicurezza 2009 RILEVAZIONE DEGLI ELEMENTI UTILI AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DEL DPS 2009

Elementi per la stesura del Documento Programmatico sulla Sicurezza 2009 RILEVAZIONE DEGLI ELEMENTI UTILI AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DEL DPS 2009 RILEVAZIONE DEGLI ELEMENTI UTILI AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DEL DPS 2009 Premessa Le informazioni di seguito riportate sono riferite a tutto ciò che attiene (dal punto di vista logistico, organizzativo

Dettagli

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03.

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03. DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03.2007 Premessa Gentile Signora xxxxxx, l ORDINE AVVOCATI DI MODENA, nella qualità

Dettagli

Capitolato tecnico. Servizio di gestione dei posti di lavoro on-site della direzione generale dell Enpals.

Capitolato tecnico. Servizio di gestione dei posti di lavoro on-site della direzione generale dell Enpals. Capitolato tecnico Servizio di gestione dei posti di lavoro on-site della direzione generale dell Enpals. Gestione posti di lavoro - Capitolato Tecnico - 1 INDICAZIONI E RIFERIMENTI PRELIMINARI L Enpals

Dettagli

Proposta Fornitura Servizi

Proposta Fornitura Servizi Proposta Fornitura Servizi Assist Informatica è lieta di comunicarle i nuovi servizi che di seguito andiamo a dettagliare nei contenuti e nei costi di abbonamento. La tipologia dei servizi che Assist Informatica

Dettagli

Regolamento al trattamento dati per la piattaforma "Sofia" e Misure di Sicurezza adottate

Regolamento al trattamento dati per la piattaforma Sofia e Misure di Sicurezza adottate Regolamento al trattamento dati per la piattaforma "Sofia" e Pagina 1 di 10 INDICE 1. Definizioni 3 2. Individuazione dei tipi di dati e di operazioni eseguibili 4 3. Titolare del trattamento, oneri informativi

Dettagli

ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL SISTEMA DI SICUREZZA DEL MEF

ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL SISTEMA DI SICUREZZA DEL MEF Gara per l affidamento del servizio di manutenzione del Sistema di Sicurezza del Ministero dell Economia e ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL SISTEMA DI SICUREZZA

Dettagli

Verbale di accordo. tra. premesso che:

Verbale di accordo. tra. premesso che: Verbale di accordo In Padova, in data 28 maggio 2014 tra Cassa di Risparmio del Veneto S.p.A. e le OO.SS. di Cassa di Risparmio del Veneto premesso che: - il d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, rubricato Codice

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Neth Service è un sistema veloce, affidabile e potente per risolvere ogni necessità di comunicazione. Collega la rete Aziendale

Dettagli

NORME ATTUATIVE. del Regolamento di Utilizzo dei Servizi Informatici e di Rete Università degli Studi di Brescia

NORME ATTUATIVE. del Regolamento di Utilizzo dei Servizi Informatici e di Rete Università degli Studi di Brescia NORME ATTUATIVE del Regolamento di Utilizzo dei Servizi Informatici e di Rete Università degli Studi di Brescia Sommario Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione... 2 Art. 2 - Definizioni... 2 Art. 3

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Protezione della propria rete

Protezione della propria rete Protezione della propria rete Introduzione Questo documento vuole essere un promemoria per la protezione della propria rete informatica oltre che fornire una checklist di supporto nelle modalità di progettazione

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

COOPERATIVA UNIVERSIIS. Regolamento interno

COOPERATIVA UNIVERSIIS. Regolamento interno COOPERATIVA UNIVERSIIS Regolamento interno Il contenuto del presente regolamento è parte integrante del manuale Privacy (che dovrà essere consegnato materialmente al dipendente al momento dell assunzione)

Dettagli

security Firewall UTM

security Firewall UTM security Firewall UTM Antispam Firewall UTM Antivirus Communication VPN IDS/IPS Security MultiWAN Hotspot MultiZona Aggiornamenti automatici Proxy Collaboration IP PBX Strumenti & Report Monitraggio Grafici

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALLEGATO A AL DISCIPLINARE DI GARA APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALL AZIENDA U.S.L. ROMA H STRUMENTAZIONE HARDWARE E RELATIVO SOFTWARE DI BASE

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA. Allegato B

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA. Allegato B AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA Allegato B CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN SERVICE, LA MANUTENZIONE E LA CONDUZIONE OPERATIVA PER 5 ANNI, DEL GESTIONALE PER I LABORATORI DI ANALISI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Gestione Operativa Ambiente Distribuito

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Gestione Operativa Ambiente Distribuito Gestione Operativa Ambiente Distribuito Indice dei contenuti 1. 3 1.1. TIPOLOGIA... 3 1.2. SPECIFICHE DEL SERVIZIO... 3 1.2.1 Descrizione del servizio... 3 1.2.2 Obblighi del Fornitore e vincoli operativi...

Dettagli

M ODULO 7 - SYLLABUS 1.0. IT Security. Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa

M ODULO 7 - SYLLABUS 1.0. IT Security. Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa M ODULO 7 - SYLLABUS 1.0 IT Security Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa Minacce ai dati 1 Concetti di sicurezza Differenze fra dati e informazioni Il termine crimine informatico: intercettazione, interferenza,

Dettagli

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Comune di Empoli Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Offerta /P/2014 Vers. 1.0 Data: 17 Luglio 2014 INTRODUZIONE... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4

Dettagli

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI REGOLAMENTO CONCERNENTE LA NOMINA E LE FUNZIONI DELL AMMINISTRATORE DI SISTEMA E GLI ADEMPIMENTI IN MATERIA DI OSSERVANZA DELLE MISURE DI SICUREZZA PRIVACY 1 ARTICOLO 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO Il presente

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877

89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 GARA INFORMALE PER L INDIVIDUAZIONE DI UNA DITTA CUI AFFIDARE IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E

Dettagli

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori INDICE V Indice Prefazione Presentazione Autori XI XIII XV Capitolo 1 Introduzione alla sicurezza delle informazioni 1 1.1 Concetti base 2 1.2 Gestione del rischio 3 1.2.1 Classificazione di beni, minacce,

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / /

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / INDICE CAPO I FINALITA - AMBITO DI APPLICAZIONE - PRINCIPI GENERALI

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO Servizio InfoCertLog

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO Servizio InfoCertLog DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto si intende per: - InfoCert : la InfoCert S.p.A., con sede legale in Roma, Piazza Sallustio n. 9 P. IVA 07945211006, call center 199. 500.130, mail: info@infocert.it,

Dettagli

Capitolato di oneri per il servizio di assistenza tecnica al sistema informativo lavoro della Provincia di Varese NORME GENERALI

Capitolato di oneri per il servizio di assistenza tecnica al sistema informativo lavoro della Provincia di Varese NORME GENERALI Allegato 2 Capitolato di oneri per il servizio di assistenza tecnica al sistema informativo lavoro della Provincia di Varese NORME GENERALI L attività contrattuale della Provincia è disciplinata dalle

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

Altre misure di sicurezza

Altre misure di sicurezza Altre misure di sicurezza Prevenzione dei danni e backup Ombretta Pinazza Altre misure di sicurezza Prevenzione dei danni e backup : Strumenti di protezione hardware Sistemi anti intrusione Backup: supporti

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 Scuola Ipsia Dalmazio Birago Sede legale e operativa Corso Novara 65 10154 Torino Data redazione: 2.10.2012 Versione 1 Rev. 05 anno 2014/2015

Dettagli

Istruzioni ai responsabili ed incaricati del trattamento dei dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari

Istruzioni ai responsabili ed incaricati del trattamento dei dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari Istruzioni ai responsabili ed incaricati del trattamento dei dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari Indice degli argomenti 1 Introduzione... 3 1.1 Riferimenti normativi e alle disposizioni aziendali...

Dettagli

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007 DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007 Premessa Gentile Signora/Egregio Signor., L utilizzo delle

Dettagli

Politica della Sicurezza delle informazioni

Politica della Sicurezza delle informazioni Politica della Sicurezza delle documento redatto in data 25 luglio 2007 e revisionato in data 10 luglio 2012 CONTENUTI Politica SGSI 1. DICHIARAZIONE DI PRINCIPIO... 4 2. INTRODUZIONE... 4 2.1. ESIGENZA

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO TRIENNIO 2012-2014 ARTICOLO 1 OGGETTO DELL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA Oggetto: Informativa e autorizzazione all utilizzo della strumentazione elettronica; informazioni ed istruzioni

Dettagli

Dipartimento della Funzione Pubblica Ufficio per l Informazione Statistica e le Banche Dati Istituzionali. Allegato Tecnico

Dipartimento della Funzione Pubblica Ufficio per l Informazione Statistica e le Banche Dati Istituzionali. Allegato Tecnico Allegato Tecnico Descrizione del Servizio di Help Desk ed Assistenza stemistica del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Dipartimento per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e l Innovazione

Dettagli

Regolamento relativo all'accesso, uso e gestione della Rete Informatica del Comune di CAVERNAGO

Regolamento relativo all'accesso, uso e gestione della Rete Informatica del Comune di CAVERNAGO Regolamento relativo all'accesso, uso e gestione della Rete Informatica del Comune di CAVERNAGO Deliberazione di giunta Comunale del 02-04-2015 Pagina 1 di 10 ART. 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE Il

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA POSTECERT - Postemail Certificata

CONDIZIONI GENERALI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA POSTECERT - Postemail Certificata CONDIZIONI GENERALI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA POSTECERT - Postemail Certificata ART 1 DEFINIZIONI Ai fini della utilizzazione dei servizi oggetto del presente contratto,

Dettagli

Il presente documento ha l obiettivo di definire i principi generali per il corretto utilizzo degli strumenti informatici.

Il presente documento ha l obiettivo di definire i principi generali per il corretto utilizzo degli strumenti informatici. Disciplinare per l utilizzo degli strumenti informatici Versione 1.0 Scopo del Documento: Il presente documento ha l obiettivo di definire i principi generali per il corretto utilizzo degli strumenti informatici.

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 356 DEL 10/09/2012

DETERMINAZIONE N. 356 DEL 10/09/2012 COMUNE DI TORRI DEL BENACO Provincia di Verona Viale F.lli Lavanda, 3 - Cap. 37010 0456205888 - fax 0456205800 P.IVA 00661030239 sito internet: www.comune.torridelbenaco.vr.it e-mail: comune@torridelbenaco.vr.it

Dettagli

ART. 2 REQUISITI MINIMI E CONTENUTI DELLA FORNITURA

ART. 2 REQUISITI MINIMI E CONTENUTI DELLA FORNITURA PROROGA TERMINI CONFRONTO CONCORRENZIALE PER LA FORNITURA DI UN SOFTWARE APPLICATIVO PER LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ E SERVIZIO DI TESORERIA INTEGRATO prot. 4.456/C5-2 del 3/11/2015. L Accademia di Belle

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA Provincia di Torino SETTORE POLITICHE EDUCATIVE E SOCIALI UFFICIO ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA PERIODO SETTEMBRE 2015 GIUGNO 2020 1 INDICE

Dettagli