PROGETTO META. Master in energia, tecnica e ambiente RACCOLTA ARTICOLI GREEN ECONOMY - 26/04/2011 -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO META. Master in energia, tecnica e ambiente RACCOLTA ARTICOLI GREEN ECONOMY - 26/04/2011 -"

Transcript

1 PROGETTO META Master in energia, tecnica e ambiente RACCOLTA ARTICOLI GREEN ECONOMY - 26/04/ Sede Operativa Greenville KW Viale Monte Santo, 1/ Milano, Italy Tel/Fax: Sede Legale BITECO SRL Piazza del Popolo, Como, Italy Tel: Capitale Sociale euro int. vers. P.IVA / C.F.: IT R.I. Como N FONTI RINNOVABILI GREEN BUILDING ENERGY MANAGEMENT

2 Si riportano alcuni articoli che commentano le risultanze degli studi commissionati ad istituti e centri di ricerca negli ultimi mesi, che mettono in evidenza come nel mercato del lavoro si stia aprendo uno spazio importante per i professionisti competenti nei settori legati alle energie rinnovabili e alla tutela dell ambiente. L'Italia punta a 250mila colletti verdi nel 2020 Il nostro Paese, però, deve investire di più sulla formazione dei nuovi lavoratori, avverte uno studio Ires-Cgil 28 Gennaio 2011 I colletti verdi sono sempre più richiesti nel mercato in espansione delle rinnovabili. Secondo il rapporto Energia e lavoro sostenibile diffuso recentemente dall'ires-cgil, l'italia potrebbe aggiungere fino a 150mila occupati da qui al 2020 nelle fonti alternative, arrivando a 250mila lavoratori. Ora sono infatti circa 100mila le persone impiegate direttamente o indirettamente nei vari settori dell'economia verde, in particolare le biomasse (25mila occupati), l'eolico (10mila) e il fotovoltaico (5.700). La quota dei 250mila, secondo l'ires, è un traguardo coerente con il massimo sviluppo delle rinnovabili che il nostro Paese potrà raggiungere nel 2020; bisogna però considerare, avverte il rapporto, i posti di lavoro persi nelle fonti tradizionali. Così la nuova occupazione netta dovrebbe oscillare tra e colletti verdi tra dieci anni. Il contributo maggiore sarà dalle biomasse, con oltre metà dei nuovi posti di lavoro nelle fonti pulite. Le nuove professioni Quali saranno le competenze più richieste dalle aziende? L'Ires ha identificato 54 profili professionali emergenti: ingegneri, tecnici, manager, consulenti e venditori per pianificare, costruire, gestire e mantenere in perfetta efficienza i parchi eolici, le centrali a biomasse, gli impianti solari. Ma ci sono anche figure trasversali: si va dagli esperti in programmazione delle energie rinnovabili agli ingegneri delle smart grids (reti intelligenti), passando per geometri, assicuratori e avvocati specializzati nei temi ambientali. Molte di queste professioni hanno dei contorni ancora sfumati, perché in alcuni casi richiedono solo un aggiornamento di attività più tradizionali (si pensi, per esempio, ai lavoratori del manifatturiero o ai contabili), mentre in altri casi occorre trasformare il proprio bagaglio d'esperienze per adeguarlo alle nuove tecnologie. Investire di più in formazione Ecco perché la formazione dovrebbe giocare un ruolo di primo piano, soprattutto per i giovani e i lavoratori in mobilità che potrebbero indirizzarsi verso i settori della green economy. Ma proprio la formazione è una delle note dolenti nel nostro Paese, che troppo poco investe in questo ambito, lasciando un certo scollamento tra il boom delle rinnovabili e la qualità della forza lavoro. Difatti, segnala il rapporto dell'ires, l'italia è rimasta indietro sul piano della leadership tecnologica, restando fuori dei comparti della produzione e attirando sul mercato italiano attori e aziende straniere. Non basta crescere nella distribuzione e installazione degli impianti, perché sono settori a basso valore aggiunto. È tutta la filiera che deve svilupparsi, iniziando dalla produzione di pannelli solari e turbine eoliche, perché solo così potrà nascere un mercato del lavoro maturo, capace di reggere anche al calare degli incentivi legati alle singole tecnologie. 2

3 Più istruiti e motivati, così si diventa colletti verdi Le opportunità occupazionali delle rinnovabili sono promettenti ma servono competenze tecniche e normative. L'esperienza del Green job centre di Adecco 31 Marzo 2010 Immaginiamo un tecnico siciliano che deve comunicare al telefono (in inglese) con un suo collega tedesco per riparare il guasto di una turbina eolica costruita in Germania; o un tecnico campano che deve tradurre una scheda tecnica (sempre in inglese) per installare dei pannelli fotovoltaici realizzati in Cina. Pensiamo a un azienda del solare che vorrebbe un ingegnere 25enne con cinque anni d esperienza: introvabile sul mercato italiano perché i nostri ingegneri si laureano mediamente a 30 anni. Sono questi alcuni degli ostacoli che possono inceppare il rapporto tra domanda e offerta di lavoro nell energia verde. L Italia deve importare le tecnologie, come i componenti dei moduli fotovoltaici e le turbine eoliche. Manca un industria delle rinnovabili: le nostre imprese sono impegnate soprattutto nella fase finale della filiera (installazione e manutenzione degli impianti) con poche capacità produttive nei primi anelli della catena. Le difficoltà dei candidati C è quindi un cordone ombelicale continuo con i fornitori stranieri, come ha evidenziato Adecco nell esaminare lo sviluppo dell occupazione per l economia verde italiana. Le opportunità sono molto promettenti: i cosiddetti green jobs si stanno diffondendo rapidamente, creando nuove figure professionali indispensabili alle aziende che vogliono investire nelle rinnovabili. Si va dai progettisti degli impianti agli installatori, passando da tanti altri colletti verdi: per esempio quelli che devono cercare e acquistare i terreni su cui costruire le centrali, gli esperti delle leggi nazionali ed europee per i finanziamenti alle fonti pulite, i tecnici per la manutenzione. Perché i candidati incontrano così tante difficoltà? Devono conoscere in modo approfondito gli aspetti tecnici e normativi, esprimersi perfettamente in inglese, assicurare la necessaria flessibilità (di orari e trasferimenti) seguendo diversi progetti. Quando l azienda è straniera, c è uno scoglio in più: spesso l imprenditore estero ignora alcune caratteristiche del mercato del lavoro italiano con richieste difficilmente esaudibili (come l ingegnere 25enne). La risposta di Adecco Così Adecco ha creato una divisione specializzata nelle energie rinnovabili, fondata su accordi con le principali associazioni e aziende del settore: il risultato è il Green job centre che sarà presente anche al prossimo SolarExpo di Verona. Ci sono quasi 13mila candidati nel 2009; 2mila hanno ottenuto contratti a tempo determinato e 425 a tempo indeterminato. La formazione è un punto decisivo per soddisfare le richieste delle imprese, proprio a causa degli ostacoli (non solo linguistici) che altrimenti rischiano di frenare lo sviluppo dei progetti verdi. Siamo in un settore in continua evoluzione tecnologica, dove il mercato del lavoro si sta ancora plasmando. Le stime delle associazioni e dei sindacati, riportate da Adecco, prevedono 150mila occupati nell economia verde italiana entro il Secondo lo studio Gse-Bocconi, invece, ci saranno 250mila occupati nel 2020; il numero potrebbe salire, se nasceranno industrie capaci di produrre impianti e macchinari. 3

4 Green economy un'opportunità, ma in Italia serve più industria L'evento organizzato dalla Fondazione Istud ha messo in luce il ruolo delle energie rinnovabili per incentivare la ripresa 22 Maggio 2009 La sensazione è che si parli molto di energie rinnovabili ma poi, nel concreto, sono più gli ostacoli burocratici, le difficoltà a ottenere incentivi, il basso rendimento rispetto al costo degli impianti a frenare lo sviluppo nel nostro Paese. Questo è il pensiero che ha spinto la Fondazione Istud a organizzare un convegno per focalizzare l'attenzione sulla Green economy e sulla possibilità delle energie rinnovabili di fungere da incentivo per la ripresa economica. Ormai è chiaro che il 2009 è proprio l'anno di consacrazione delle energie rinnovabili. È stato previsto che il settore creerà in Europa 550mila posti di lavoro e, come osserva la Fondazione, si nota già una certa carenza di manager e personale specializzato nel comparto verde. Lo scopo dell'incontro è stato quello di fornire flash e stimoli, assieme alle testimonianze delle aziende che da anni lavorano nel settore: presenti Unendo Energia, Enerray, Atmos, A2a, Marcegaglia Buildtech, Roedl & Partner, Vodafone Italia, Renault Italia, Mps e Ibm. Tante aziende diverse che hanno in comune la voglia di partecipare al processo di rinascita attraverso lo sfruttamento delle fonti rinnovabili. Riccardo Cirillo, a.d. di Atmos, ha affermato: «Dal 2004 al 2008 gli investimenti nelle rinnovabili sono quintuplicati. È proprio questo il mercato più promettente per il futuro, le stime dicono che triplicherà nei prossimi 20 anni. Questo trend di crescita fino a oggi è stato supportato da incentivi, per un primo ambito di crescita downstream. Il solare fotovoltaico in tutto ciò fa la parte del leone, indiscutibilmente dipende dalla disponibilità della risorsa solare e dalla tecnologia ormai testata». L'Italia sarà un mercato di riferimento per gli investimenti nel fotovoltaico però Cirillo parla di una lacuna a livello industriale. «L'industria fotovoltaica in Italia è ancora poco presente. La soluzione è migliorare la tecnologia, ma poi supportarla con l'efficienza operativa». Alla luce delle notizie che danno per certa una rivisitazione al ribasso delle tariffe incentivanti anche in Italia (come in Spagna e Germania), già dalla fine del 2010, si è parlato di un tipo di approccio che deve diventare integrato, cioè distribuito lungo tutta la catena del valore. È certo più difficile investire in una filiera upstream piuttosto che in downstream, ma il presidio delle attività anche a monte aiuta a evolversi bene. «Noi imprenditori chiediamo certezza - ha affermato Raimondo Cinti, presidente di Enerray (Gruppo Maccaferri) e a.d. di Seci Energia -. La nostra richiesta sono strade certe per l'ottenimento dell'autorizzazione alla realizzazione di un impianto e una tariffa incentivante definita». La Green economy secondo gli intervenuti può determinare una crescita economica se ha le condizioni adatte per farlo: e l'italia pare abbia gli attributi giusti. Il settore delle energie rinnovabili rappresenta una nuova frontiera per il nostro Paese, anche attraverso l'internazionalizzazione e la diversificazione. Roberto Pera, dello studio di Roma di Roedl & Partner, ha infine tranquillizzato gli animi: «Il mercato delle energie rinnovabili è interessantissimo. Le banche si stanno organizzando e sono pronte a entrare nel circuito del finanziamento, a dispetto della crisi. Si dimostrano caute, ma vogliono partecipare e molti progetti sono già in fase di studio». 4

5 Le energie pulite porteranno 60mila nuovi posti di lavoro Questo il traguardo al 2020 secondo le stime di Ires-Cgil. Lo sviluppo del settore resta però legato agli incentivi 25 Marzo 2010 Di qui al 2020 l'industria italiana delle energie rinnovabili potrebbe creare nuovi posti di lavoro, considerando gli occupati diretti permanenti (stimati in circa 12mila, di cui 9mila al Sud), quelli indiretti e l'occupazione temporanea. La proiezione, confrontata con il dato attuale ( addetti, diretti e indiretti) comporta un incremento del 60% degli occupati in dieci anni, che di questi tempi non è poco. Addirittura, nell'ipotesi più ottimistica a probabilmente più remota, l'occupazione italiana lorda nelle rinnovabili potrebbe raggiungere le unità, con una predominanza delle biomasse (100mila addetti) seguite da eolico e fotovoltaico. Il potenziamento delle rinnovabili avrebbe però l'effetto di spiazzare i comparti tradizionali di produzione di energia, con un effetto netto sull'occupazione totale inferiore ma comunque in crescita. Queste stime, realizzate dall'osservatorio Energia e Innovazione di Ires-Cgil, si basano sull'incrocio di diverse fonti valutate con l'obiettivo di fornire un quadro interpretativo per le ricadute sull'economia reale del pacchetto clima energia europeo L'Ires-Cgil è ottimista e considera la tendenza incoraggiante: Negli ultimi due anni assistiamo a un intenso sviluppo delle installazioni di impianti di energie rinnovabili dovuto non solo all'iniziativa dei grandi operatori quali Enel, Edison, Sosgenia - si legge nello studio - ma ai numerosi nuovi entranti che vanno da imprese di media dimensione a tante aziende piccole, artigianali, fino alle famiglie. Il fenomeno è ancora più evidente se si analizza il comparto fotovoltaico dove la gran parte degli impianti appartiene alla classe di potenza inferiore ai 20 Kw. Nell'analisi Ires si stima che l'industria delle rinnovabili possa raggiungere un fatturato medio annuo compreso tra i 2,5 e i 5,5 miliardi nei prossimi dieci anni. Una forbice ampia che al suo interno nasconde il limite discriminante tra il successo e il fallimento del settore: la ricerca, infatti, sostiene che per valori inferiori a 3,5/4 miliardi l'anno "la dinamica della produttività non appare sufficiente a garantire l'autonomo e duraturo sviluppo del settore". Tradotto in parole semplici, significa che senza gli incentivi attuali (con particolare riguardo a quelli per il fotovoltaico) il comparto potrebbe rivelarsi non economicamente sostenibile. Ovvia, quindi, l'importanza che gli autori della ricerca danno all'approvazione da parte del Governo del nuovo conto energia che, accanto allo snellimento degli iter autorizzativi e alla trasformazione delle reti elettriche di distribuzione, è un fattore determinante per proseguire l'attuale sviluppo del business e dell'occupazione generato dalle energie pulite. 5

6 Ue, più colletti verdi a patto di centrare il 2020 Lo studio Employ-RES della Commissione europea vede all'orizzonte 2,8 milioni di possibili posti di lavoro nelle rinnovabili 10 Giugno 2009 L'Europa deve spendere di più, per assumere i colletti verdi dei nuovi impieghi legati alle rinnovabili. Secondo un recente studio (Employ-RES) pubblicato dalla Commissione europea, ci sono all'orizzonte 2,8 milioni di posti di lavoro grazie alle fonti alternative, con un aumento della ricchezza pari a 129 miliardi di euro, l'uno per cento del Pil comunitario. A patto di centrare l'obiettivo del vecchio continente per il 2020: soddisfare il 20% del consumo finale di energia con le rinnovabili, come parte delle misure contro i cambiamenti climatici e la riduzione dei gas serra. I benefici ambientali, come ha ricordato in una nota il commissario europeo all'energia, Andris Piebalgs, vanno a braccetto con quelli economici, anche considerando i nuovi occupati al netto dei lavoratori persi in altri settori energetici tradizionali. In quest'ultimo caso, infatti, i colletti verdi in più saranno circa 410mila, con una crescita della ricchezza pari allo 0,24% del Pil europeo. Nel 2005, le rinnovabili impiegavano già quasi un milione e mezzo di persone, generando un valore aggiunto di 58 miliardi di euro. Per tagliare il traguardo del 2020, però, l'ue dovrebbe adottare misure più efficaci. Difatti, uno scenario business as usual condurrebbe a una quota delle rinnovabili nel consumo finale di energia pari al 14% nel 2020 e al 17% nel La politica attuale di Bruxelles per lo sviluppo dell'energia pulita, quindi, è ancora troppo pigra. Il beneficio economico, in termini di Pil e occupazione, si fermerebbe rispettivamente a 99 miliardi di euro e 2,3 milioni di nuovi impiegati. «Tecnologie più innovative in settori come il fotovoltaico, l'eolico off-shore, il solare termico a concentrazione e i biocarburanti di seconda generazione, richiedono un maggiore sostegno finanziario nel breve termine, ma rappresentano la chiave per centrare l'obiettivo Ue del 2020», spiega così una nota del rapporto. 6

7 L'Europa deve cercare più capitali privati per le rinnovabili Uno studio Accenture-Barclays prevede investimenti complessivi pari a miliardi di euro da qui al 2020 nei settori della green economy 11 Febbraio 2011 In Europa si investiranno miliardi di euro da qui al 2020 nell'economia verde: lo sostiene il rapporto Carbon Capital pubblicato da Accenture e Barclays, che ha esaminato il potenziale delle tecnologie pulite in tre settori (energia, edilizia e trasporti) dal lato della domanda. Lo studio, infatti, ha cercato di stimare quanti capitali serviranno nei prossimi dieci anni per assecondare lo sviluppo delle fonti alternative e dell'efficienza energetica nel Vecchio Continente. Di questi miliardi, 265 saranno impiegati in Italia; somme che permetteranno di ridurre le emissioni di Co2 per circa 2,2 miliardi di tonnellate (230 milioni nel nostro Paese) nel Dai governi alle banche Nonostante il ruolo cruciale dei governi, con sussidi pubblici, incentivi e obiettivi nazionali sulle percentuali di energia rinnovabile, investimenti di una portata così ampia richiederanno una vasta fetta di capitali privati. Secondo lo studio, saranno circa il 73% dei miliardi di euro necessari per acquisire e costruire gli impianti, quindi oltre1.650 miliardi di finanziamenti esterni in cui le banche terranno le fila del gioco. Gli altri 600 miliardi, secondo Accenture e Barclays, saranno sborsati per le attività di ricerca, sviluppo e produzione delle tecnologie verdi. Come si ripartirà la cifra complessiva? L'edilizia, riferisce il rapporto, assorbirà la quota maggiore degli investimenti, pari a 600 miliardi di euro per interventi di efficienza energetica e micro generazione domestica (per esempio con impianti solari e mini eolici). I trasporti riceveranno in totale 582 miliardi, concentrati nei veicoli commerciali ecologici (elettrici, ibridi, a gas/metano, alimentati da biocarburanti), mentre le relative infrastrutture, come le stazioni di ricarica per le batterie, si potranno realizzare con 35 miliardi. Eolico e solare a più elevata capitalizzazione Una parte consistente dei nuovi finanziamenti servirà alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Eolico, solare, biomasse e geotermia attireranno poco più di 500 miliardi entro il 2020 in tutta Europa, stando alle previsioni di Accenture e Barclays, cui bisogna aggiungere 529 miliardi per la distribuzione dell'energia verde, che dovrà contare su reti più flessibili e tecnologicamente avanzate di quelle esistenti, capaci di far combaciare il più possibile la domanda e l'offerta di elettricità, per esempio con i contatori intelligenti. Altri 600 miliardi, infine, saranno destinati alle infrastrutture per gli impianti eolici e solari, che guideranno così la classifica delle fonti energetiche a più elevata capitalizzazione nei prossimi anni. Tra rischi e opportunità La finanza sarà quindi una delle principali matasse da cui si dipaneranno i fili delle politiche energetiche europee. I governi, da soli, non potranno centrare i traguardi del 2020; ma per aumentare l'afflusso di contanti privati (e l'interesse delle banche a concedere prestiti), occorre tracciare un quadro normativo omogeneo e stabile, per garantire la redditività degli investimenti. Ci sono tecnologie, come l'eolico offshore, che promettono una crescita rilevante, a fronte però di un rischio piuttosto elevato. I costi per installare le turbine sul mare sono ancora molto ingenti, scoraggiando molti potenziali investitori. Ecco perché, come ricorda lo studio, occorre un'alleanza più stretta fra istituzioni, banche e imprese. 7

8 Il solare mondiale può illuminare mezza Grecia. Per ora Siamo a Gw di potenza installata in tutto il Pianeta, secondo l'ultimo rapporto Solar Generation di Epia-Greenpeace; ma si potrà salire a 180 già nel Febbraio 2011 Per adesso dobbiamo accontentarci di una piccola fetta: nel 2010, tutti gli impianti fotovoltaici del mondo hanno prodotto una quantità di energia elettrica pari a circa metà della domanda annuale della Grecia. Me è poco o tanto? Dipende dai punti di vista. Siamo a Gw di potenza installata a livello internazionale, di cui però circa 15 aggiunti solo l'anno scorso (eravamo a 23 nel 2009). Sono ormai due milioni gli impianti in esercizio sull'intero Pianeta, soprattutto in Europa che vale il 70% del mercato complessivo, come ricorda la sesta edizione del rapporto Solar Generation dell'epia (European photovoltaic association), la lobby del solare nel Vecchio Continente. Dove potremo arrivare con gli attuali ritmi di crescita per questa fonte rinnovabile? Dove saremo nel 2015 Prima di spaziare sulle previsioni al 2030, Greenpeace - che ha firmato il rapporto insieme all'epia - si concentra su una data più vicina e quindi teoricamente più attendibile per formulare delle stime, sempre molto incerte quando si discute di un settore in così rapida espansione come il solare. L'associazione ambientalista indica il traguardo di 180 Gw di capacità disponibile tra quattro anni nel mondo, con la sola Europa che passerebbe da circa 28 a un centinaio di Gw. Gli investimenti nel fotovoltaico, sempre seguendo i ragionamenti di Greenpeace, potrebbero quasi raddoppiare entro il 2015 su scala planetaria, da a oltre 70 miliardi di euro l'anno (per l'europa, da a circa 35 miliardi). Efficienza e costi dei pannelli Lo sviluppo dell'industria solare continuerà a dipendere da due fattori essenziali: pannelli sempre più efficienti e costi in costante diminuzione. Dal 2005, sostiene Greenpeace, i prezzi dei moduli sono calati fino al 40% e lo stesso dovrebbe avvenire da qui al 2015, raggiungendo così la cosiddetta grid parity (un costo dell'energia elettrica generata dai pannelli che sia equivalente, e quindi concorrenziale, rispetto a quello delle fonti tradizionali) in alcuni Paesi europei. Il costo per produrre energia solare, ricorda il rapporto Solar Generation, è sceso mediamente del 22% ogni volta che la potenza disponibile nel mondo è raddoppiata; ora siamo a circa 15 centesimi di euro per kwh in Europa. L'efficienza dei moduli è in lento ma progressivo miglioramento. Il traguardo è un assorbimento medio dei raggi solari pari al 23% entro il 2020, con i pannelli attuali in grado di catturare al massimo il 19,5% delle radiazioni. Ci sono già un migliaio di aziende che fabbricano pannelli di silicio cristallino, la tecnologia più diffusa, mentre una trentina di compagnie si dedica al settore emergente del film sottile. E dove saremo nel 2030 Guardando invece alle previsioni per il 2030, l'epia offre due scenari: il primo si chiama Paradigm Shift, vale a dire un cambio di paradigma in cui la tecnologia fotovoltaica è spinta al massimo potenziale, grazie anche al sostegno pubblico tramite incentivi di vario tipo. Tra meno di vent'anni, allora, potremmo superare Gw di potenza installata e l'europa potrebbe soddisfare il 12% dei suoi consumi elettrici con il solare già nel L'altro scenario ( accelerato nella definizione di Greenpeace) vedrebbe poco più di mille Gw nel 2030, coprendo circa il 4% del fabbisogno elettrico planetario. Sul fronte occupazionale, si potrebbe creare oltre un milione e mezzo di nuovi 8

9 posti di lavoro entro il 2015, salendo a più di quattro milioni e mezzo nel La complessa bilancia degli incentivi Molto dipenderà, come riassume il rapporto, dagli incentivi messi in campo dai vari Paesi, in particolare le tariffe feed-in (come il Conto energia in Italia) che garantiscono gli investimenti nel solare per anni. Bisognerà bilanciare queste tariffe con l'andamento del mercato, assicurando una crescita stabile al solare, senza intoppi burocratici, amministrativi ed economici. Un compito che può essere complesso da gestire, come confermano gli attuali scombussolamenti nel fotovoltaico in Francia e il rischio di misure retroattive per colpire i profitti degli impianti, come avvenuto in Repubblica Ceca. Ricordando che dopo il pionierismo della Germania, che ha mostrato la possibilità di unire sviluppo ambientale e industriale con una politica energetica all'avanguardia nel solare, il mercato del futuro sarà la Cina. Pechino è già il principale produttore mondiale di pannelli e sta pensando a incentivi per portare la sua potenza installata a 20 Gw tra dieci anni. 9

Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia

Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia Briefing Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia Luglio 2009 I leader del G8 a L Aquila hanno l opportunità di dare impulso all economia e all occupazione

Dettagli

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese CONFINDUSTRIA Avviso Comune CGIL CISL UIL Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese Il contesto Con l accordo europeo 20-20-20 l Italia dovrà raggiungere importanti ed onerosi obiettivi

Dettagli

nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile

nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile Fonti rinnovabili e nucleare: nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile del sistema elettrico italiano Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Milano 9 ottobre 2009 - Palazzo Mezzanotte

Dettagli

La certificazione dell impianto come. uno strumento di mitigazione del rischio

La certificazione dell impianto come. uno strumento di mitigazione del rischio La certificazione dell impianto come garanzia della qualità e delle prestazioni: uno strumento di mitigazione del rischio Paolo Gianoglio, Direttore 7 maggio 2010 Dove c è innovazione, c è ICIM ICIM, nel

Dettagli

Energia: una necessità e un opportunità di sviluppo per la Sardegna

Energia: una necessità e un opportunità di sviluppo per la Sardegna Cagliari, 15 luglio 2011 T Hotel, Via dei Giudicati, Cagliari Convegno Regionale della CGIL e della FILCTEM sul tema Energia: una necessità e un opportunità di sviluppo per la Sardegna Allegato 4 IL SOLARE

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia ! "# 1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia 4. Le dinamiche del cambiamento 5. Quali dimensioni

Dettagli

Vittorio Chiesa Politecnico di Milano. 29 novembre 2012. www.energystrategy.it

Vittorio Chiesa Politecnico di Milano. 29 novembre 2012. www.energystrategy.it Vittorio Chiesa Politecnico di Milano 29 novembre 2012 Vengono definiti i seguenti obiettivi al 2020: Riduzione della dipendenza energetica dall estero dall 84 al 67%, con un conseguente risparmio di 15

Dettagli

Il futuro del mondo del lavoro in Italia è sempre più verde?

Il futuro del mondo del lavoro in Italia è sempre più verde? ENERGIE RINNOVABILI E GREEN TECHNOLOGY: QUALI VANTAGGI PER IL MONDO DEL LAVORO? Il futuro del mondo del lavoro in Italia è sempre più verde? Prof. Emma Galli Università di Roma La Sapienza 25 Marzo 2011

Dettagli

1.1.1 Crescita della domanda di elettricità

1.1.1 Crescita della domanda di elettricità 1.1 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE 1.1.1 Crescita della domanda di elettricità In Italia, come in tutti i paesi industrializzati, la domanda di energia elettrica continua ad aumentare

Dettagli

LA POLITICA ENERGETICA DELL UNIONE EUROPEA

LA POLITICA ENERGETICA DELL UNIONE EUROPEA LA POLITICA ENERGETICA DELL UNIONE EUROPEA Che ruolo ha l energia nel processo di integrazione europea? L energia è il motore dell Europa. Il benessere di persone, industrie ed economia dipende da un energia

Dettagli

Acqua, vento, terra, sole

Acqua, vento, terra, sole Acqua, vento, terra, sole Energie rinnovabili nella generazione elettrica in Italia Roberto Meregalli 12 agosto 2010 Il 2009 sarà ricordato a lungo come l annus horribilis 1 dell economia mondiale. A livello

Dettagli

Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico

Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico In questa sezione si analizzano gli aspetti economici, ambientali ed occupazionali collegati alla sviluppo del fotovoltaico. Aspetti economici Per quanto

Dettagli

KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21. Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale

KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21. Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21 Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale Alla COP21 di Parigi è stato raggiunto uno storico accordo internazionale sul

Dettagli

Stato e prospettive dell efficienza energetica in Italia Alessandro Costa Fondazione Centro Studi Enel

Stato e prospettive dell efficienza energetica in Italia Alessandro Costa Fondazione Centro Studi Enel Stato e prospettive dell efficienza energetica in Italia Alessandro Costa Fondazione Centro Studi Enel «La ripresa vuole efficienza» Roma, 27 novembre 2013 Fondazione Centro Studi Enel Istituzione, senza

Dettagli

Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia

Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Milano - 30 novembre 2009 1 TerniEnergia TerniEnergia, costituita nel mese di settembre del 2005 e parte del Gruppo Terni Research, opera nel settore

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

ENERGIA PULITA GLOBALE: Un opportunità da $2.3 trilioni

ENERGIA PULITA GLOBALE: Un opportunità da $2.3 trilioni ENERGIA PULITA GLOBALE: Un opportunità da $2.3 trilioni SOMMARIO ESECUTIVO Negli ultimi cinque anni, l economia dell energia pulita è emersa in tutto il mondo come una nuova, grande opportunità per gli

Dettagli

Da fossili a rinnovabili: la diversificazione come strumento di sviluppo e sostenibilità. L esperienza di api nòva energia

Da fossili a rinnovabili: la diversificazione come strumento di sviluppo e sostenibilità. L esperienza di api nòva energia Da fossili a rinnovabili: la diversificazione come strumento di sviluppo e sostenibilità. L esperienza di api nòva energia Intervento di Ferdinando Brachetti Peretti Amministratore Delegato gruppo api

Dettagli

L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo

L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo Festival della Soft Economy - Symbola Università degli Studi di Camerino 25 Giugno 2014 L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo Andrea Zaghi Responsabile

Dettagli

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani.

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Enel è la più grande azienda di energia elettrica d Italia e la seconda utility quotata d Europa per capacità installata. È un operatore integrato, attivo

Dettagli

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI.

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. www.assoelettrica.it INTRODUZIONE Vieni a scoprire l energia dove nasce ogni giorno. Illumina, nel cui ambito si svolge la terza edizione

Dettagli

Green jobs in cerca di manager. Ecco realtà e prospettive dei lavori verdi

Green jobs in cerca di manager. Ecco realtà e prospettive dei lavori verdi Ilsole24ore.com Data:09 Dicembre 2010 Pagina: web Green jobs in cerca di manager. Ecco realtà e prospettive dei lavori verdi Si espande in Italia, come nel resto del mondo, il mercato dei green jobs, trainato

Dettagli

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca 30 settembre 2007 Agenda La situazione della produzione di energia rinnovabile in Italia

Dettagli

I GREEN JOBS NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI

I GREEN JOBS NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI LA TORSIONE VERDE: OPPORTUNITA IMPRENDITORIALI ED OCCUPAZIONALI DELLA GREEN ECONOMY Forum P.A. -Roma, 19 maggio 2010 I GREEN JOBS NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI Serena Rugiero Coordinatrice Osservatorio

Dettagli

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro.

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Reti intelligenti Reti intelligenti Generalità Una rete elettrica intelligente è in grado di integrare le azioni di tutti gli attori connessi, produttori

Dettagli

ENERGIA RAPPORTI. (Arup) e Scottish Carbon Capture and Storage (SCC)che

ENERGIA RAPPORTI. (Arup) e Scottish Carbon Capture and Storage (SCC)che ENERGIA RAPPORTI Fondazione EnergyLab Energia Nucleare in Italia. Come Proseguire il Percorso gennaio 2011... pag.3 A che punto è il nostro Paese nel suo cammino verso un ritorno al nucleare? Una risposta

Dettagli

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto La Commissione ha pubblicato a metà ottobre un documento dove, con un occhio al passato e uno al futuro, passando per il momento

Dettagli

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA ITALIA, PENSI DI AVERE GLI E FACTOR? Milano, 14 dicembre 2015 GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA Agostino Re Rebaudengo Presidente assorinnovabili ASSORINNOVABILI

Dettagli

Magnetti Goldbeck: l essenza del fotovoltaico. Un alleanza strategica per guardare al futuro.

Magnetti Goldbeck: l essenza del fotovoltaico. Un alleanza strategica per guardare al futuro. 02 Magnetti Goldbeck: l essenza del fotovoltaico. Un alleanza strategica per guardare al futuro. Magnetti Goldbeck è una società specializzata nella progettazione e la costruzione (EPC) di impianti fotovoltaici

Dettagli

Nuovi lavori, nuova occupazione: la green economy energetica

Nuovi lavori, nuova occupazione: la green economy energetica Osservatorio Energia Nuovi lavori, nuova occupazione: la green economy energetica L impatto della nuova politica energetica europea sulla crescita economica e l occupazione in Italia Giuseppe Travaglini

Dettagli

ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA?

ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA? ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA? Il vertice sul clima a Bruxelles in data 8 marzo 2007 ha impegnato i capi di Stato e di governo dei Ventisette dell Unione Europea. Gli obiettivi del vertice sono

Dettagli

Efficienza energetica: opportunità per le aziende e il sistema Italia

Efficienza energetica: opportunità per le aziende e il sistema Italia Efficienza energetica: opportunità per le aziende e il sistema Italia Energy Med Napoli, 23/03/2012 Marco Ballicu, Unità affari istituzionali e regolamentari EGL Italia S.p.A. Una società del Gruppo Indice

Dettagli

Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive. Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem

Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive. Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem Gli obiettivi della Direttiva RED La direttiva 2009/28/CE sulle Energie Rinnovabili

Dettagli

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere GreenItaly Rapporto NUTRIRE IL FUTURO 2013 Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere L attuale momento della vita economica del Paese AUMENTANO I FALLIMENTI 8.900 nei primi 9 mesi dell anno: +6%

Dettagli

LA VERITÀ SULLE BOLLETTE ELETTRICHE

LA VERITÀ SULLE BOLLETTE ELETTRICHE LA VERITÀ SULLE BOLLETTE ELETTRICHE 10 anni di aumenti per le famiglie italiane a causa della dipendenza dalle fonti fossili! Telegiornali e quotidiani lo hanno raccontato con grande enfasi negli ultimi

Dettagli

Prospettive di grid e market parity: quale futuro senza incentivi?

Prospettive di grid e market parity: quale futuro senza incentivi? Workshop: Il sistema elettrico nazionale fra il MERCATO e gli OBIETTIVI di DECARBONIZZAZIONE Roma, 26 novembre 2014 Prospettive di grid e market parity: quale futuro senza incentivi? Andrea Zaghi Responsabile

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Energia, tecnologia e sfide ambientali: fosche previsioni della ricerca europea per il mondo nel 2030

Energia, tecnologia e sfide ambientali: fosche previsioni della ricerca europea per il mondo nel 2030 IP/3/661 Bruxelles, 12 maggio 23 Energia, tecnologia e sfide ambientali: fosche previsioni della ricerca europea per il mondo nel 23 Nel 23 il consumo mondiale di energia risulterà raddoppiato; tra le

Dettagli

BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE

BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE The New Climate Economy Report EXECUTIVE SUMMARY La Commissione Mondiale per l Economia ed il Clima fu istituita per esaminare se sia possible ottenere una crescita economica

Dettagli

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA Prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili per la produzione di energia elettrica. Opportunità per il sistema industriale nazionale. Intervento di Annalisa

Dettagli

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI 3 / PER UN FUTURO A BASSA EMISSIONE DI CARBONIO L Europa si è impegnata a limitare l aumento della temperatura globale a 2 C. Sotto questo livello si calcola che gli impatti

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione CARTA, STAMPA ED EDITORIA Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione Il valore aggiunto prodotto dall industria cartaria e della stampa rappresenta l 1 per cento del Pil italiano.

Dettagli

"Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva"

Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva COMMISSIONE EUROPEA Antonio TAJANI Vicepresidente della Commissione europea, responsabile per l'industria e l'imprenditoria "Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva" Piano d azione

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

ASSPECT Associazione per la Promozione della Cultura Industriale. Energia e Ambiente: solo un problema o anche una grande opportunità industriale?

ASSPECT Associazione per la Promozione della Cultura Industriale. Energia e Ambiente: solo un problema o anche una grande opportunità industriale? ASSPECT Associazione per la Promozione della Cultura Industriale Energia e Ambiente: solo un problema o anche una grande opportunità industriale? 12/06/2013 Ing. Gian Carlo Vaccari 3 Premessa Non si parla

Dettagli

1 PREMESSA. 1.2 La definizione delle Azioni. 1.1 Obiettivo minimo del PAES

1 PREMESSA. 1.2 La definizione delle Azioni. 1.1 Obiettivo minimo del PAES ALLEGATO - Piano d per l Energia Sostenibile LE AZIONI COMUNE DI GUASTALLA Detto ciò, a partire dal suddetto valore emissivo al 2007 verranno valutate nella presente Fase 2 le azioni già messe in atto

Dettagli

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI La riconfigurazione del mercato delle costruzioni Lo scenario delle costruzioni

Dettagli

Senato, Presidente della Comm. Territorio, Ambiente, Beni Ambientali, On. Antonio D Alì

Senato, Presidente della Comm. Territorio, Ambiente, Beni Ambientali, On. Antonio D Alì Al Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Silvio Berlusconi Cc: Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, On. Stefania Prestigiacomo Ministro per le Politiche Europee, On. Andrea

Dettagli

un autentico rilancio dello sviluppo europeo e italiano necessita di un sistema

un autentico rilancio dello sviluppo europeo e italiano necessita di un sistema Le fonti ri n n ova b i l i : politiche e pro s p e t t i ve e u ro p e e di Vittorio Prodi un autentico rilancio dello sviluppo europeo e italiano necessita di un sistema energetico rinnovato e ambientalmente

Dettagli

Pacchetto clima-energia 20-20-20: il ruolo delle Energie Rinnovabili in Italia

Pacchetto clima-energia 20-20-20: il ruolo delle Energie Rinnovabili in Italia Pacchetto clima-energia 20-20-20: il ruolo delle Energie Rinnovabili in Italia Energia e Ambiente verso Copenhagen G.Alimonti INFN Milano La normativa EU Clima-Energia : Gli obiettivi Le Fonti Rinnovabili

Dettagli

ENERGY [R]EVOLUTION ITALY

ENERGY [R]EVOLUTION ITALY ENERGY [R]EVOLUTION ITALY - IL NUOVO RAPPORTO 2013 - PREMESSA Questa seconda edizione del rapporto Energy [R]evolution Italia arriva a quattro anni di distanza dalla prima versione e in un momento di profonde

Dettagli

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Il rapporto racconta con numeri, tabelle, cartine il salto impressionante che si è verificato in Italia nel numero degli impianti installati. Attraverso nuovi impianti

Dettagli

Il mercato energetico in Italia: vantaggi e opportunità per le PMI

Il mercato energetico in Italia: vantaggi e opportunità per le PMI 1 Il mercato energetico in Italia: vantaggi e opportunità per le PMI Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo del Sistema Elettrico Workshop Fondazione idi Milano, 11 Novembre 2010 www.gsel.it1

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

UN PIANO B PER L ITALIA

UN PIANO B PER L ITALIA UN PIANO B PER L ITALIA Toni Federico Bomarzo 25 Aprile 2009 www.fondazionesvilupposostenibile.org LIVELLI DI POVERTA PROIEZIONE DEI LIVELLI DI POVERTA AL 2015 POPOLAZIONE MONDIALE AI DIVERSI LIVELLI DI

Dettagli

Il protocollo di Kyoto

Il protocollo di Kyoto Protocollo di Kyoto Il protocollo di Kyoto E' il primo tentativo globale di coordinamento delle politiche economiche di singoli stati sovrani. Il protocollo di Kyoto è lo storico accordo internazionale

Dettagli

L Italia rinnovabile e la Direttiva UE: situazione e prospettive al 2020

L Italia rinnovabile e la Direttiva UE: situazione e prospettive al 2020 L Italia rinnovabile e la Direttiva UE: situazione e prospettive al 2020 di Pierluigi Adami, esecuti vo Ecodem Contenuto: Gli obiettivi della Direttiva RED La Strategia Energetica Nazionale La situazione

Dettagli

I GREEN JOBS NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI

I GREEN JOBS NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IRES Istituto per le ricerche economiche e sociali Osservatorio Energia e Innovazione Nuovi lavori, nuova occupazione: la green economy energetica I GREEN JOBS NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI Presentazione

Dettagli

Realizzare l Unione Energetica europea. Proposte e raccomandazioni di policy per dare energia alla competitività dell Europa

Realizzare l Unione Energetica europea. Proposte e raccomandazioni di policy per dare energia alla competitività dell Europa Realizzare l Unione Energetica europea Proposte e raccomandazioni di policy per dare energia alla competitività dell Europa Mappa concettuale della Ricerca Contesto di riferimento : un elemento chiave

Dettagli

Politiche europee e nazionali in tema di efficienza energetica

Politiche europee e nazionali in tema di efficienza energetica Politiche europee e nazionali in tema di efficienza energetica Convegno su: EFFICIENZA ENERGETICA, POLITICHE TERRITORIALI E TELERISCALDAMENTO Alba,18 novembre 2011 Luigi De Paoli, Università Bocconi Schema

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

Tutte le bugie del governo sul clima

Tutte le bugie del governo sul clima Tutte le bugie del governo sul clima Roma, 17 ottobre 2008 Il Consiglio europeo del 16 ottobre ha confermato tempi ed obiettivi del Pacchetto Clima e Energia, ma l Italia continua a chiedere più flessibilità

Dettagli

VALUTAZIONI. Paesi europei e cercare di capire le cause della variabilità di questa commodity in Europa. In questo articolo

VALUTAZIONI. Paesi europei e cercare di capire le cause della variabilità di questa commodity in Europa. In questo articolo Spazio a perto VALUTAZIONI Il costo dell energia elettrica per le imprese italiane: un analisi comparata a livello europeo I costi sostenuti dalle imprese italiane per l energia elettrica sono considerati

Dettagli

Fotovoltaico e Sistemi Solari. Il Sole in Italia

Fotovoltaico e Sistemi Solari. Il Sole in Italia Il Sole in Italia L'energia elettrica che tutti noi consumiamo ogni giorno proviene per l'80%, da combustibili fossili mentre solo un esiguo 14% è riconducibile a fonti rinnovabili(principalmente idroelettrico).

Dettagli

SOLUZIONE CHIAVI IN MANO DI ENERGY TOSCANA: EPC (ENGINEERING PROCUREMENT & CONSTRUCTION).

SOLUZIONE CHIAVI IN MANO DI ENERGY TOSCANA: EPC (ENGINEERING PROCUREMENT & CONSTRUCTION). SOLUZIONE CHIAVI IN MANO DI ENERGY TOSCANA: Energy Toscana Servizi propone un servizio completo per la fornitura di sistemi fotovoltaici "chiavi in mano", specificatamente studiati sulle esigenze di ogni

Dettagli

Obiettivo di Kyoto 2012

Obiettivo di Kyoto 2012 Un miliardo e seicentonovantadue milioni di euro in fumo: l autogol dell Italia su Kyoto L Italia continua a non definire una strategia per il rispetto del protocollo di Kyoto e paga dazio. L anno che

Dettagli

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK Per la Diffusione Immediata: 21/1/2016 Stato di New York Executive Chamber Andrew M. Cuomo Governatore IL GOVERNATORE ANDREW M. CUOMO IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 37/21 DEL 21.7.2015. Piano Energetico Ambientale Regionale. Linee di Indirizzo Strategico Verso un economia condivisa dell Energia.

DELIBERAZIONE N. 37/21 DEL 21.7.2015. Piano Energetico Ambientale Regionale. Linee di Indirizzo Strategico Verso un economia condivisa dell Energia. Oggetto: Piano Energetico Ambientale Regionale. Linee di Indirizzo Strategico Verso un economia condivisa dell Energia. L Assessore dell Industria ricorda che con la deliberazione della Giunta regionale

Dettagli

La strada maestra per un Europa elettrica: fonti rinnovabili, smart grid ed efficienza energetica

La strada maestra per un Europa elettrica: fonti rinnovabili, smart grid ed efficienza energetica La strada maestra per un Europa elettrica: fonti rinnovabili, smart grid ed efficienza energetica Daniele Agostini Responsabile Regolamentazione wholesale markets, fonti rinnovabili ed efficienza energetica

Dettagli

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI Ing. Daniele TESTI Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi (DESE) Università di Pisa Definizione di Green Job secondo l ILO (International Labour Organization)

Dettagli

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO Il Legno Arredo italiano il più efficiente e sostenibile in Europa: consumiamo

Dettagli

IL PROGRAMMA ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE

IL PROGRAMMA ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE IL PROGRAMMA ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE Mauro Fasano U.O. Energia e Reti Tecnologiche Dino De Simone Direzione Energia Finlombarda IL PEAR

Dettagli

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI il ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI COS È L ENERGIA fotovoltaica La tecnologia fotovoltaica è un sistema che sfrutta l energia solare e la trasforma, direttamente e istantaneamente,

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE

SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE s i n c e 2 0 0 7 PROFESSIONISTI NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI Solar Geo Tech è nata dall incontro di tecnici e operatori commerciali

Dettagli

Nel complesso quindi possiamo considerare l Italia una nazione all avanguardia in termini di efficienza e di contenimento di emissioni e inquinamento

Nel complesso quindi possiamo considerare l Italia una nazione all avanguardia in termini di efficienza e di contenimento di emissioni e inquinamento Efficienza Energetica L'Italia è tradizionalmente uno dei Paesi dell area OCSE a più elevata efficienza energetica: il consumo finale di energia per abitante, pari a 2,4 tonnellate equivalenti di petrolio/capita

Dettagli

RICARICANDO IL PIANETA

RICARICANDO IL PIANETA RICARICANDO IL PIANETA UN PENSIERO 100% GREEN La General Building - Energie rinnovabili nasce da un idea che risale al 2000 dell imprenditore Marco Maracci il quale, forte della sua lunga esperienza nel

Dettagli

LA SOSTENIBILITÀ È IL NOSTRO VIAGGIO.

LA SOSTENIBILITÀ È IL NOSTRO VIAGGIO. LA SOSTENIBILITÀ È IL NOSTRO VIAGGIO. LA SOSTENIBILITÀ È IL NOSTRO VIAGGIO DATI 2014 E CREA VALORE PER LE COMUNITÀ LOCALI Slovacchia Romania Russia Guatemala El Salvador Colombia Ecuador Perù Messico Panama

Dettagli

La riconversione energetica in atto

La riconversione energetica in atto La riconversione energetica in atto Arturo Lorenzoni Treviso, 18 maggio 2011 Scoprire il nucleare L andamento della popolazione Fonte: C. Carraro La distribuzione della popolazione I consumi elettrici

Dettagli

Le fonti rinnovabili: un opportunità per l industria italiana. Roma, 16 Luglio 2009

Le fonti rinnovabili: un opportunità per l industria italiana. Roma, 16 Luglio 2009 Le fonti rinnovabili: un opportunità per l industria italiana Roma, 16 Luglio 2009 Arturo Lorenzoni IEFE, Università Bocconi e Università degli Studi di Padova L obiettivo del mio intervento Cercare di

Dettagli

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica.

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. La nostra azienda Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. I servizi proposti riguardano in special modo progettazione e installazione

Dettagli

Forse leggermente? CONVEGNO ASSOCARBONI Sistema elettrico italiano e scenari energetici futuri 28 Marzo 2014

Forse leggermente? CONVEGNO ASSOCARBONI Sistema elettrico italiano e scenari energetici futuri 28 Marzo 2014 Forse leggermente? CONVEGNO ASSOCARBONI Sistema elettrico italiano e scenari energetici futuri 28 Marzo 2014 In Italia crediamo che Rinnovabili prevenzione Con le rinnovabili che hanno prodotto il 100%

Dettagli

RASSEGNA STAMPA STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY ASSEMBLEA PROGRAMMATICA SU EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO

RASSEGNA STAMPA STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY ASSEMBLEA PROGRAMMATICA SU EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO RASSEGNA STAMPA STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY ASSEMBLEA PROGRAMMATICA SU EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO INDICE RASSEGNA STAMPA AGENZIE 12.07.2012 9COLONNE - GREEN ECONOMY, LE "10 TESI PER EFFICIENZA

Dettagli

Efficienza per pianificare l energia

Efficienza per pianificare l energia Efficienza per pianificare l energia Simona Murroni - Assessorato Industria - Servizio Energia La RAS - Assessorato Industria Servizio Energia Sta redigendo il Piano Energetico Regionale Ambientale di

Dettagli

Cominciando dai dati, va subito detto che l Italia non è più il motore della crescita europea (come risultava essere fino a pochi anni fa), ma resta

Cominciando dai dati, va subito detto che l Italia non è più il motore della crescita europea (come risultava essere fino a pochi anni fa), ma resta Home > Le 19/06/2014 rinnovabili cercano la salvezza all estero I tagli hanno fatto chiudere in molti. Chi è rimasto cambia si sposta di segmento o punta all estero 19 giugno 2014 Luigi dell Olio Published

Dettagli

Rinnovabili 2015. Energia felice. Roberto Meregalli 1

Rinnovabili 2015. Energia felice. Roberto Meregalli 1 Energia felice Roberto Meregalli 1 L Italia è uno dei paesi più avanzati in Europa e nel mondo in materia di energie rinnovabili. Ricordiamo che già lo scorso anno abbiamo raggiunto il target previsto

Dettagli

SOSTENIBILITÀ AZIONI PER LO SVILUPPO E RETI DI SISTEMA, DI IMPRESE E DI TERRITORIO

SOSTENIBILITÀ AZIONI PER LO SVILUPPO E RETI DI SISTEMA, DI IMPRESE E DI TERRITORIO SOSTENIBILITÀ AZIONI PER LO SVILUPPO E RETI DI SISTEMA, DI IMPRESE E DI TERRITORIO Ing. Pietro Bartolini Responsabile Area ASEQ Confindustria Firenze Fiera di 1 LA CRISI ECONOMICA La recessione sembra

Dettagli

Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Enel presso la 10ª Commissione Industria del Senato. Roma, 03 Ottobre 2012

Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Enel presso la 10ª Commissione Industria del Senato. Roma, 03 Ottobre 2012 Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Enel presso la 10ª Commissione Industria del Senato Roma, 03 Ottobre 2012 A oltre 20 anni dall ultimo Piano Energetico Nazionale 1987

Dettagli

Come produrre energia elettrica

Come produrre energia elettrica Come produrre energia elettrica Il Solare Fotovoltaico e' una tecnologia che permette di utilizzazione l'energia dal sole per la produzione di energia elettrica. Un dispositivo fotovoltaico è, infatti,

Dettagli

Il mercato delle rinnovabili e il nuovo Conto Energia. Paolo Ricci - Consigliere Delegato TerniEnergia

Il mercato delle rinnovabili e il nuovo Conto Energia. Paolo Ricci - Consigliere Delegato TerniEnergia Il mercato delle rinnovabili e il nuovo Conto Energia Paolo Ricci - Consigliere Delegato TerniEnergia 7 ottobre 2011 Il mercato delle rinnovabili nel Mondo GW 6000 5000 4000 Rinnovabili: capacità cumulata

Dettagli

rinnovare l energia Fabrizio Longa 3 giugno 2015

rinnovare l energia Fabrizio Longa 3 giugno 2015 rinnovare l energia Fabrizio Longa 3 giugno 2015 Sommario Scenario Le logiche precedenti, correnti e future Ruolo nazionale e dell Europa Efficienza Energia rinnovabile La componenti di costo nella bolletta

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

Hera ti insegna un mestiere a scuola Gruppo Hera e Istituto Tecnico Industriale Statale G. Marconi di Forlì. Il pacchetto clima energia 20-20-20

Hera ti insegna un mestiere a scuola Gruppo Hera e Istituto Tecnico Industriale Statale G. Marconi di Forlì. Il pacchetto clima energia 20-20-20 Hera ti insegna un mestiere a scuola Gruppo Hera e Istituto Tecnico Industriale Statale G. Marconi di Forlì Il pacchetto clima energia 20-20-20 Sessione 1 La strategia 20-20-20: cos è e a quali problemi

Dettagli