Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2008 2009"

Transcript

1 Milano Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado Anno scolastico Comune di Milano A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati: Ugo Rosario Maria David

2 Scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado Nel comune di Milano la popolazione iscritta all anno scolastico ai primi tre livelli del sistema di istruzione, a gestione statale e paritaria, è composta di 32 mila bambini delle scuole dell infanzia, 54 mila scolari delle scuole primarie e quasi 32 mila frequentanti le scuole secondarie di primo grado. La domanda di educazione prescolare, generalizzata ma facoltativa, ha raggiunto la stessa consistenza dell utenza degli istituti secondari, che come le scuole materne sono triennali, ma la cui frequenza è obbligatoria. Le ragioni sono sia di natura demografica, essendo le fasce di popolazione residenti più numerose fra i piccoli dai 3 ai 5 anni, che per i preadolescenti di anni d età, sia di ordine istituzionale con l apertura delle iscrizioni ai bambini in anticipo rispetto all età regolare (che compiono i tre anni entro il mese di aprile), che rappresentano quasi il 3% sul rispettivo totale. Rispetto alla situazione nazionale, il sistema di istruzione comunale si differenzia per il rilevante contributo delle istituzioni educative non statali al processo di apprendimento e di formazione delle nuove generazioni. La distanza nei confronti del resto del paese è marcata nel primo ciclo di istruzione: a Milano uno scolaro ogni cinque frequenta istituti paritari. Precisamente il 21,7% della popolazione della scuola primaria e il 19,4% del totale studenti della secondaria inferiore; i rispettivi valori nazionali sono pari a 4,9% e a 6,1%. Nella città di Milano l offerta dei servizi all infanzia ha una configurazione particolare per la storica presenza sul territorio delle scuole comunali, attive in ogni quartiere e in grado di assicurare la formazione del 66% dei bambini dai tre ai cinque anni. A questo livello di insegnamento, rimane considerevole l azione formativa delle istituzioni educative rette da ordini religiosi o da associazioni laiche, che accolgono il 27% della popolazione complessiva. I valori ragguardevoli dell insegnamento non statale per ogni livello scolastico mettono in evidenza la preferenza dei genitori per gli istituti che garantiscono più gradi di istruzione, favorendo la continuità didattica per i primi tre livelli del percorso di apprendimento. L andamento degli iscritti si mantiene positivo in ogni settore scolastico, anche se l intensità di crescita risulta meno significativa rispetto ai primi anni del nuovo millennio; la tendenza verso la stabilità rispecchia la flessione nei tassi di crescita degli alunni con cittadinanza straniera, che erano notevoli nel passato, mentre negli anni più recenti si conservano su valori costanti. Nell arco di dieci anni, la popolazione della scuola dell infanzia è salita del 17,2%; l utenza della scuola primaria è aumentata del 13,%; il numero degli studenti degli istituti medi ha registrato una variazione positiva del 14,3%. Nel periodo considerato, a beneficiare in misura maggiore dell incremento della domanda di istruzione sono le scuole paritarie, comprese le poche ma vivaci istituzioni educative non paritarie. Lo sviluppo ha interessato ogni grado di insegnamento, in modo particolare le strutture rivolte all infanzia; negli istituti privati per i bambini in età prescolare le iscrizioni sono passate da 6 mila a 9 mila nell ultimo decennio (+48,3%). Le presenze di alunni di origine straniera nelle aule scolastiche costituiscono una realtà consolidata. La quota di scolari con cittadinanza non italiana tende a stabilizzarsi negli ultimi anni: diminuiscono le neo immigrazioni; aumentano i minori nati a Milano da genitori provenienti dall estero e coloro che sono arrivati in tenera età e hanno imparato a leggere e scrivere nelle scuole locali. L incidenza degli iscritti di madre lingua non italiana è molto più alta a Milano che nel resto della penisola: formano il 18% nel primo ciclo di istruzione, mentre la relativa percentuale nazionale corrisponde all 8%. Diverse sono anche le cittadinanze più rappresentate: nel capoluogo lombardo le comunità più numerose sono quella filippina, egiziana, cinese, peruviana ed ecuadoregna; nel sistema scolastico italiano, ai primi posti appaiono la Romania, l Albania e il Marocco. La classificazione degli stati esteri non è cambiata nel corso degli anni: in testa alla distribuzione degli alunni per provenienza rimangono gli stessi paesi che figuravano cinque anni fa. Le sole variazioni marcate riguardano nazioni poco rappresentante nel passato quali Ucraina, Bangladesh e Romania, che hanno fatto registrare incrementi superiori al 5% nell ultimo quinquennio. La nuova domanda educativa e di integrazione culturale investe in misura diversa la rete scolastica, a causa dell insediamento disomogeneo delle famiglie immigrate sul territorio comunale. Le scuole con oltre il 4% di allievi di provenienza straniera sono pari al 7,% delle strutture per l infanzia, al 1,2% delle primarie e al 13,5% degli istituti secondari di I grado; di contro quelle con un incidenza inferiore al 1% sono il 47,8% delle scuole all infanzia e circa il 37% degli istituti del primo ciclo di istruzione. Comune di Milano Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica

3 Il decreto legislativo n. 59/24 riconosce ai genitori la facoltà di iscrivere il figlio in anticipo in rapporto all età regolare, sia al primo anno di corso della scuola dell infanzia, sia alla classe prima elementare. Nella metropoli lombarda le iscrizioni in anticipo raggiungono valori più consistenti rispetto a quelli nazionali a livello di scuola dell infanzia, mentre sono inferiori di molto a quelli italiani nella scuola primaria. A Milano i bambini di due anni cosituiscono il 3,6% del totale iscritti alle scuole materne; il valore rimane costante nelle sedi statali, comunali e paritarie private. L incidenza nazionale scende al 2,8% e risulta più elevata nelle unità scolastiche private (3,9%) che in quelle pubbliche (2,1%). La situazione cambia per l istruzione primaria: i genitori milanesi appaiono meno propensi al passaggio anticipato dei figli dalla scuola dell infanzia alla classe prima elementare, manifestando apprezzamento per il ruolo educativo delle strutture prescolastiche. Diversamente, le famiglie italiane dimostrano maggiore interesse per l ingresso anticipato alla scuola dell obbligo. A Milano i bambini di cinque anni sono il 6,9% del totale frequentanti il primo anno; raggiungono il 9,% a livello nazionale. Le quote sono più elevate negli istituti paritari o privati, dove le iscrizioni prima dell età normale hanno una lunga tradizione e nel recente passato rappresentavano il solo modo per essere in vantaggio sui tempi di studio. Le iscrizioni in anticipo alla classe prima elementare formano il 5,8% nelle sedi statali e il 1,9% nelle scuole paritarie; i valori italiani sono rispettivamente l 8,5 e il 16,1%. L Anagrafe scolastica comunale, che costituisce la fonte dei dati descritti nelle tavole allegate, viene costituita nei primi anni Novanta con l obiettivo prioritario di poter disporre di un monitoraggio permanente della frequenza obbligatoria, per meglio svolgere le funzioni di vigilanza, prevenzione e intervento nei confronti delle diverse forme di evasione e dispersione. Nell anno scolastico 28-29, sono più di 6 le interruzioni di frequenza registrare nel primo ciclo di istruzione, divise in parti quasi uguali fra le classi primarie e le sezioni degli istituti secondari di primo grado. Diverse sono le ragioni che portano all abbandono delle lezioni nei due livelli di scuola: nel grado elementare sono più numerosi i casi di interruzione non formalizzata, di norma per ragioni familiari quali il ritorno temporaneo al paese di origine o per appartenenza a comunità nomadi. Fra i preadolescenti sono più ricorrenti le interruzioni formalizzate, per proscioglimento o per seguire progetti specifici di preparazione agli esami finali. Complessivamente, le forme di partecipazione irregolare colpiscono in modo maggiore i maschi che le femmine e, riguardo alla cittadinanza, in misura prevalente gli alunni stranieri, che manifestano maggiori difficoltà di apprendimento e di riuscita scolastica. A rischio elevato di abbandono precoce degli studi sono i 4 frequentanti di quindici anni e più, fermi nel primo ciclo di istruzione, che vivono il disagio di essere più grandi dei compagni, in una fascia d età molto sensibile al cambiamento di interessi e di atteggiamenti. Gli indicatori nazionali ed europei disponibili nel settore dell istruzione offrono occasioni di confronti e riflessioni specifiche. Fra gli obiettivi fissati dal Consiglio europeo a Lisbona nel 2 e ridefiniti a Barcellona come risultati attesi per il 22, è compreso il parametro del 95% di partecipazione al sistema di istruzione da parte dei bambini di quattro anni d età. In Italia il traguardo è stato già raggiunto con una quota uguale al 98,6%. A Milano si registra lo stesso tasso di scolarità nazionale ma solo per i frequentanti con cittadinanza italiana; il valore si ferma al 73,2% per la popolazione con cittadinanza straniera, portando il rapporto complessivo al 93,2%. Un altro indice è rappresentanto dal numero medio di alunni per classe. Nel capoluogo, in entrambi i livelli del primo ciclo di istruzione, il tasso di affollamento delle classi statali appare più alto rispetto ai valori nazionali, ma inferiore riguardo ai rapporti europei. Nella scuola primaria, a fronte di 2,5 iscritti per sezione, la media nazionale e quella europea sono rispettivamente pari a 18,6 e a 21,4; nella secondaria di primo grado i parametri sono uguali a: 21,7 per Milano; 21, per Italia; 23,8 per i paesi OCSE. Per concludere, al fine di completare il quadro dei confronti internazionali, viene riportata la percentaule degli early school leavers, dei ragazzi di con la sola licenza media, che a Milano costituiscono il 15,4% (indagine Istat sulle forze di lavoro del 28), in Italia rappresentano il 19,3% (anno 27), mentre è fissato al 1% il benchmarch europeo dei giovani che abbandonano prematuramente l istruzione e la formazione. Comune di Milano Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica

4 Tav. 1 Iscritti per grado di scuola Tipo scuola Infanzia % Primaria % Secondaria di I grado Statale , , ,9 Comunale , 173,3 232,7 Paritaria , , ,6 Privata non paritaria 981 3, ,4 98 2,8 Totale , , , Fonte: Anagrafe scolastica comunale % Fig. 1 Iscritti per grado di scuola - Confronto nazionale 27,9 4, 21,7 6,9 19,4 4,1 72,1 6, 78,3 93,1 8,6 95,9 Milano Italia Milano Italia Milano Italia Infanzia Primaria Secondaria Statale e comunale Paritaria e non paritaria Fig. 2 Iscritti per grado di scuola - Confronto decennale Infanzia ,1 77,9 27,9 22,1 Primaria , 78,3 19, 21,7 Secondaria ,6 8,6 16,4 19,4 Statale e comunale Paritaria e non paritaria

5 Fig.3 Trend decennale delle iscrizioni - Scuola dell'infanzia ,2% + 8,4% ,3% Totale scuole Statali e comunali Paritarie e private Fig.4 Trend decennale delle iscrizioni - Scuola primaria ,% + 9,3% ,8% Totale scuole Statali e comunali Paritarie e private Fig.5 Trend decennale delle iscrizioni - Scuola secondaria di I grado ,3% + 1,2% ,2% Totale scuole Statali e comunali Paritarie e private

6 Tav.2 Tasso di iscrizione alla scuola dell'infanzia dei bambini di 4 anni d'età Milano Alunni con cittadinanza non italiana 98,6% Alunni con cittadinanza italiana 73,2% Italia Obiettivo Europa Totale 93,2% 98,6% 95,% Fonte: Anagrafe scolastica comunale Tav. 3 Iscritti in anticipo rispetto all'età scolare Statali e comunali Scuole dell'infanzia Paritarie e private Totale Iscritti di 2 anni d'età % su totale iscritti alla scuola d'infanzia 3,7 3,4 3,6 Italia 2,1 3,9 2,8 Scuole primarie Statali Paritarie e private Totale Iscritti di 5 anni d'età % su totale iscritti al primo anno 5,8 1,9 6,9 Italia 8,5 16,1 9, Fonte: Anagrafe scolastica comunale Fig.6 Numero medio di alunni per classe - Scuole statali del primo ciclo 2,5 18,6 21,4 21,7 21, 23,8 Primaria Secondaria I grado Milano Italia Media OCSE

7 Fig.7 Alunni in ritardo sul percorso scolastico - Classi terminali del primo ciclo (1) 46,5 2,8 15,7 8,6 5,8 2,6 Classe V elementare Classe III media Totale in ritardo con cittadinanza italiana con cittadinanza straniera (1) Valori percentuali calcolati sui rispettivi totali Fig.8 Alunni con interruzione di frequenza Primaria Secondaria Tipo interruzione Genere Cittadinanza Tipo interruzione Genere Cittadinanza Formalizzata Non formalizzata Maschi Femmine Italiana Non italiana Fig. 9 Alunni a rischio di uscita precoce dal sistema di istruzione N. 433 studenti di 15 e più anni iscritti al primo ciclo di istruzione

8 Tav.4 Alunni con cittadinanza straniera Grado di scuola Alunni con cittadinanza straniera % su totale iscritti di cui nati in Italia di cui neo immigrati % su stranieri % su stranieri Italia % stranieri su iscritti Infanzia ,8 89,8 38,1 7,6 Primaria ,6 65,1 14,7 8,3 Secondaria I grado ,5 38,7 16,5 8, Fig. 1 Trend quinquennale degli alunni con cittadinanza straniera Fig. 11 Scuole distinte per incidenza degli alunni con cittadinanza straniera 7, 7,6 1,2 7,4 13,5 5,7 14,3 23,3 17,6 27,3 22, 22,7 47,8 37,5 36,2 Scuola dell'infanzia Scuola primaria Scuola secondaria di primo grado inferiore al 1% dal 1 al 2% dal 2 al 3% dal 3 al 4% superiore al 4%

9 Tav. 5 Le prime 1 cittadinanze straniere nella scuola milanese - Confronto nazionale Cittadinanza MILANO ITALIA (27-8) Alunni stranieri % su totale stranieri Cittadinanza Alunni stranieri % su totale stranieri FILIPPINA ,6 ROMANIA ,2 EGIZIANA ,7 ALBANIA ,8 CINESE ,8 MAROCCO ,3 PERUVIANA ,8 CINA ,8 ECUADOREGNA ,5 ECUADOR ,1 ROMENA ,4 TUNISIA ,7 MAROCCHINA ,4 SERBIA-MONTENEGRO ,7 DELLO SRI LANKA 885 4,2 FILIPPINE ,7 SALVADOREGNA 545 2,6 INDIA ,6 ALBANESE 5 2,4 MACEDONIA ,5 Totale 78,3 65,4 Fig. 12 Variazioni quinquennali delle quote percentuali FILIPPINA EGIZIANA CINESE PERUVIANA ECUADOREGNA ROMENA MAROCCHINA DELLO SRI LANKA SALVADOREGNA ALBANESE Fig. 13 Le cittadinanze con incrementi maggiori negli ultimi cinque anni

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2009 2010.

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2009 2010. Milano Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado Anno scolastico 2009 2010 Comune di Milano - Dati di sintesi - A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati:

Dettagli

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado. Anno scolastico 2009 2010. Comune di Milano. - Dati di sintesi -

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado. Anno scolastico 2009 2010. Comune di Milano. - Dati di sintesi - Milano Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado Anno scolastico 2009 2010 Comune di Milano - Dati di sintesi - A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati: Ugo Rosario Maria David

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Le presenze straniere in regione I residenti Secondo i dati Istat, a fine 2010 i residenti stranieri in Lombardia sono 1.064.447,

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana

Alunni con cittadinanza non italiana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la partecipazione

Dettagli

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE COSVILUPPO 1 e QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE LORENZO TODESCHINI IMMIGRATI: PROBLEMA O RISORSA? L immigrazione è spesso percepita come fatto negativo e non è facile cambiare mentalità 2 solo di recente

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado Scheda D.I.Ter N. 9/aggiornamento a giugno 2013 Allievi stranieri a scuola in Piemonte. Aggiornamento 2012 La crescita del numero di allievi stranieri in Piemonte è proseguita nell anno scolastico 2011/12

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA Edizione 1/ST/st/26.10.2006

Dettagli

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale popolazione scolastica QUADRO RIASSUNTIVO ALUNNI ISCRITTI A.S.

Dettagli

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi LA COMUNITA CINESE IN ITALIA A cura di Federica Aurizi Acquisizione ed elaborazione dei dati riassunti nelle schede sono ricavati dalle seguenti fonti: Barbagli (a cura di), 1 Rapporto sugli immigrati

Dettagli

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Ricerca Uil Scuola da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Non solo bambini Stranieri adulti sui banchi di scuola Una fotografia dell Italia che

Dettagli

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano Roma, 8 maggio 2014 www.lavoro.gov.it www.integrazionemigranti.gov.it www.italialavoro.it Indice: 1. Presenza e caratteristiche socio-demografiche della

Dettagli

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 aprile 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Direttore Settore Statistica: Redazione a cura di: Gianluigi Bovini Franco Chiarini Brigitta Guarasci L'uso

Dettagli

La Città e i suoi Quartieri al 2014

La Città e i suoi Quartieri al 2014 La Città e i suoi Quartieri al 2014 Un quadro demografico del Quartiere Don Bosco Popolazione residente nel Quartiere per grandi classi di età e sesso FEMMINE MASCHI 65 e più 45-64 30-44 15-29 0-14 0 200

Dettagli

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Gli di nelle scuole della provincia di Torino 2013/2014 A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato

Dettagli

GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri. Venerdì 3 febbraio 2012

GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri. Venerdì 3 febbraio 2012 GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri Venerdì 3 febbraio 2012 L immigrazione in Liguria: un fenomeno strutturale - Residenti al 31 dicembre 2010 = 125.320 - Stima dossier al 31 dicembre 2010= 136.000

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015

La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015 2015 2 La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2013/201 /2014

La Scuola a Monza Anno scolastico 2013/201 /2014 2014 3 La Scuola a Monza Anno scolastico 2013/201 /2014 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

REPORT L'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI A BOLOGNA E PROVINCIA A.S.. 2012/13

REPORT L'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI A BOLOGNA E PROVINCIA A.S.. 2012/13 REPORT L'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI A BOLOGNA E PROVINCIA A.S.. 2012/13 1 Il Report è stato curato da Giulia Rossi (IRS) con la collaborazione di Stefania Sabella (Ce.trans) Si ringraziano i CTP e gli Istituti

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013

La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013 2013 4 La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà In Europa, e specialmente nel nostro Paese, l immigrazione continua a crescere nonostante la crisi,

Dettagli

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006 a cura di Silvana Mosca, Lorenzo Capisani, Antonio D

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Scuola al via, in classe 171.605 alunni Nelle statali

Dettagli

1. LA POPOLAZIONE TORINESE

1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1.1. UNA CITTÀ UN PO PIÙ PICCOLA Torino continua a spopolarsi. Non solo nel 1999, ma durante tutta la seconda metà degli anni novanta, la città continua a perdere popolazione.

Dettagli

Minori e seconde generazioni

Minori e seconde generazioni Minori e seconde generazioni Sono 509mila le nascite in Italia nel 2014, il livello minimo dall Unità d Italia: così segnala l Istituto nazionale di Statistica nel comunicato di febbraio che diffonde le

Dettagli

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Un breve estratto, arricchito di dettagli e approfondimenti, dalla ricerca Gli studenti stranieri nel sistema di istruzione secondaria

Dettagli

CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare. Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane

CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare. Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane L EVOLUZIONE DEL MODELLO FAMILIARE A BASSANO DEL GRAPPA Traccia di lettura dei

Dettagli

Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono?

Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono? MAT E RIALI D IDAT TI C I SULL I M M I GRAZ I O N E C E STIM TEMA DELL INCONTRO/UNITA DIDATTICA OBIETTIVO Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono? Fornire agli studenti alcuni dati utili a

Dettagli

FORMARSI AD UN ETHOS MULTICULTURALE EQUITÀ

FORMARSI AD UN ETHOS MULTICULTURALE EQUITÀ FORMARSI AD UN ETHOS MULTICULTURALE EQUITÀ SUCCESSO SCOLASTICO E ORIENTAMENTO MARIO UBOLDI Rovereto 12/13 ottobre 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO CASA DEL SOLE MILANO una scuola per tutti 2 IL TERRITORIO Zona

Dettagli

GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA

GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA Nel corso degli anni 90, il numero di permessi di soggiorno per l ingresso in Italia di minori stranieri è aumentato notevolmente. Si calcola infatti che negli ultimi

Dettagli

Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici

Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici 17 novembre 2008 La presenza delle donne migranti La presenza straniera in provincia di Milano 120000 131833 117539 119651 115978

Dettagli

Lo stato di salute della scuola torinese

Lo stato di salute della scuola torinese Lo stato di salute della scuola torinese Gli indicatori di salute riferiti al mondo scolastico sono numerosi ma non sempre di facile lettura e reperibilità. Un analisi dettagliata e puntuale della situazione

Dettagli

Oltre la crisi, insieme

Oltre la crisi, insieme Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 21 Rapporto 2011 Edizioni Idos, Roma Oltre la crisi, insieme Stranieri residenti a 150 anni dall Unità d Italia 1861 2010 incidenza 0,4% incidenza 7,5%

Dettagli

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni Giovani, scuola e crisi in Piemonte Progetto giovani carla nanni I giovani in obbligo di istruzione/formativo Descrizione della partecipazione dei giovani in obbligo di istruzione e formazione prima e

Dettagli

I NUMERI DELLA SCUOLA

I NUMERI DELLA SCUOLA Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per la Programmazione Ministeriale, per la Gestione del Bilancio e per le Risorse umane e dell Informazione I NUMERI DELLA SCUOLA settembre 2007 RTI : EDS

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2008 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2008 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2008 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Gli stranieri in Lombardia I cittadini stranieri presenti in Lombardia al 31.12.2007 sono oltre 953.600 in base alla stima massima

Dettagli

F1. INDICATORI DI SINTESI SULLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA E LA CONDIZIONE EDUCATIVA DELLA POPOLAZIONE

F1. INDICATORI DI SINTESI SULLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA E LA CONDIZIONE EDUCATIVA DELLA POPOLAZIONE F1. INDICATORI DI SINTESI SULLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA E LA CONDIZIONE EDUCATIVA DELLA POPOLAZIONE A fronte di un apparato informativo nazionale in fase di rielaborazione (in particolare per quanto

Dettagli

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle Trento, 23 gennaio 2012 La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle La popolazione residente in provincia di Trento

Dettagli

IL MATRIMONIO IN ITALIA DATI ISTAT RELATIVI ALL ANNO 2011

IL MATRIMONIO IN ITALIA DATI ISTAT RELATIVI ALL ANNO 2011 IL MATRIMONIO IN ITALIA DATI ISTAT RELATIVI ALL ANNO 2011 Nel 2011 sono stati celebrati in Italia 204.830 matrimoni (3,4 ogni 1.000 abitanti), 12.870 in meno rispetto al 2010. La tendenza alla diminuzione,

Dettagli

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione :

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : 1 Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : Provincia di Rimini / Ufficio Scuola 2 LA SCUOLA RIMINESE:

Dettagli

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza

Dettagli

QUINTO RAPPORTO ANNUALE

QUINTO RAPPORTO ANNUALE QUINTO RAPPORTO ANNUALE I migranti nel mercato del lavoro in Italia a cura della Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione 20 15 LE NOVITA DEL QUINTO RAPPORTO ANNUALE 2015.

Dettagli

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Cristina Molfetta Ufficio Pastorale Migranti di Torino Firenze 16 Gennaio 2015 1 Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Le Famiglie Cioè l importanza dei legami affettivi e relazionali

Dettagli

Nel 2013 la domanda di credito dei nuovi italiani e stata pari al 11% del totale (era del 11,9% nel 2012)

Nel 2013 la domanda di credito dei nuovi italiani e stata pari al 11% del totale (era del 11,9% nel 2012) Nel 2013 la domanda di credito dei nuovi italiani e stata pari al 11% del totale (era del 11,9% nel 2012) Rumeni ancora in testa con il 21,1% della quota parte; si conferma modesta l incidenza dei cinesi.

Dettagli

Rapporto sull Immigrazione 2013

Rapporto sull Immigrazione 2013 Rapporto sull Immigrazione 2013 Gli stranieri sulla strada: possesso di veicoli e patenti in provincia di Macerata Barbara Vallesi Istat ERM sede per le Marche 15 aprile 2014 Indice Premessa Il possesso

Dettagli

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione)

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione) COMUNE DI COMO I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004 (1 Edizione) Settore Statistica - Agosto 2007 I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004

Dettagli

Adozioni in Toscana, alcuni dati di sintesi

Adozioni in Toscana, alcuni dati di sintesi Adozioni in Toscana, alcuni dati di sintesi A cura del Centro Regionale di Documentazione per l Infanzia e l Adolescenza Istituto degli Innocenti Per quanto le adozioni, coerentemente con quanto avviene

Dettagli

UN VOLONTARIO COMPETENTE :

UN VOLONTARIO COMPETENTE : UN VOLONTARIO COMPETENTE : QUASI UN MICROGARANTE? di Antonella Tosarelli 1 MINORENNI RESIDENTI per classe d etd età e provincia al 1-1-20121 Fonte: Ufficio statistico regionale Emilia Romagna Classe d'età

Dettagli

La relazione tra banche e migranti in Italia

La relazione tra banche e migranti in Italia La relazione fra migranti e banche in Italia è venuta emergendo come un tema di grande interesse, suscitando l attenzione sia delle istituzioni pubbliche che del mondo economico e finanziario. Ciò ha comportato

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA

LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza

Dettagli

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona L immigrazione straniera in Provincia di Cremona di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca Fondazione Ismu Cremona, 16 dicembre 2014 Stranieri residenti ogni 100 residenti nei comuni italiani

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2011 2012-2013

RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2011 2012-2013 RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2011 2012-2013 I N D I C E SEZIONE 1 Caratteristiche generali della popolazione, del territorio, dell economia insediata e dei servizi dell ente - Popolazione pag.

Dettagli

Osservatorio sulle Differenze

Osservatorio sulle Differenze Comune di Bologna Assessorato scuola, formazione e Politiche delle differenze Osservatorio sulle Differenze Sintesi della ricerca: L integrazione scolastica delle seconde generazioni di stranieri nelle

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità L integrazione scolastica degli alunni con disabilità dati statistici A.S. 2012/2013 (ottobre 2013) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati a ottobre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati

Dettagli

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E POLITICHE EUROPEE Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica Popolazione residente a Faenza anno 2013 Edizione 1/ST/st/03.01.2014 Supera: nessuno

Dettagli

I matrimoni a Padova dal 2010 al 2014

I matrimoni a Padova dal 2010 al 2014 Comune di Padova Settore Programmazione Controllo e Statistica La statistica per la città I matrimoni a Padova dal 21 al 214 Analisi dei matrimoni celebrati nel comune di Padova nel quinquennio 21/214

Dettagli

CAMPAGNA INTEGRAZIONE

CAMPAGNA INTEGRAZIONE CAMPAGNA INTEGRAZIONE III parte a cura di Censis Servizi S.p.A. www.censisservizi.com Distribuzione territoriale L indagine è stata svolta mediante l elaborazione di 2.482 questionari distribuiti a soggetti

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015. (novembre 2015)

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015. (novembre 2015) L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015 (novembre 2015) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati al 17 settembre 2015. I dati elaborati e qui pubblicati sono

Dettagli

L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza. Monza, 26 novembre 2014

L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza. Monza, 26 novembre 2014 L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza Monza, 26 novembre 2014 L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca

Dettagli

LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA

LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza degli

Dettagli

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE La parte dedicata alla popolazione assistibile contiene le principali informazioni di carattere demografico sulla popolazione residente in Provincia di Bolzano: struttura della popolazione e sua distribuzione

Dettagli

TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA

TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA Asher Colombo Elisa Martini LA PRESENZA STRANIERA COMPARAZIONI INTERNAZIONALI DIMENSIONI E CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IN ITALIA Cittadini

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana Approfondimenti e analisi

Alunni con cittadinanza non italiana Approfondimenti e analisi Alunni con cittadinanza non italiana Approfondimenti e analisi Quaderni Ismu 1/2013 FONDAZIONE ISMU INIZIATIVE E STUDI SULLA MULTIETNICIT Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione

Dettagli

P. Olivani, A.De Matteo (NAGA Milano) INTRODUZIONE

P. Olivani, A.De Matteo (NAGA Milano) INTRODUZIONE ANTICIPAZIONI RIGUARDO ALL INDAGINE SULLA POPOLAZIONE EXTRACOMUNITARIA IRREGOLARE VISITATA PRESSO L AMBULATORIO NAGA (MILANO) NEL PERIODO GENNAIO-MARZO 2001 E RAFFRONTO CON INDAGINI PRECEDENTI: DATI SOCIO-DEMOGRAFICI.

Dettagli

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri Città di Torino Divisione Servizi Educativi Settore Integrazione educativa Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri a cura di Carla Bonino Gli interventi che la Divisione Servizi

Dettagli

SINTESI 8 RAPPORTO SULL IMMIGRAZIONE STRANIERA IN VENETO

SINTESI 8 RAPPORTO SULL IMMIGRAZIONE STRANIERA IN VENETO SINTESI SINTESI 8 RAPPORTO SULL IMMIGRAZIONE STRANIERA IN VENETO Il Rapporto 2011 sull immigrazione straniera in Veneto propone: un ampio aggiornamento dell analisi del fenomeno in Veneto (nella prima

Dettagli

DIVERSITA LINGUISTICHE TRA I CITTADINI STRANIERI Anno 2011-2012

DIVERSITA LINGUISTICHE TRA I CITTADINI STRANIERI Anno 2011-2012 UNIONE EUROPEA DIVERSITA LINGUISTICHE TRA I CITTADINI STRANIERI Anno 2011-2012 Vengono diffusi oggi i risultati sulle diversità linguistiche dei cittadini stranieri oggetto di una convenzione stipulata

Dettagli

Alunni immigrati, quale scuola? Reggio Emilia 8-9 Maggio 2008

Alunni immigrati, quale scuola? Reggio Emilia 8-9 Maggio 2008 Alunni immigrati, quale scuola? Reggio Emilia 8-9 Maggio 2008 Relazione di Giuliana Casacci docente EMILIA ROMAGNA Questo breve contributo, per motivi organizzativi, non ha un respiro regionale ma riguarda

Dettagli

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani Spunto per uno studio comparativo tra la scuola degli anni 60 e quella di oggi A cura dell OSP di Pisa 1 Premessa

Dettagli

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 a cura di DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE CARITAS/MIGRANTES Via Aurelia 796 00165 ROMA tel. ++39/06/66514345 fax. ++39/06/66540087

Dettagli

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 Natalità in ripresa Mortalità stazionaria Immigrazione in aumento Giovani (0-14) in aumento Giovani (25-35) in diminuzione I giovani

Dettagli

Approfondimenti e-book: I laboratori come strategia didattica autore: Antonia Melchiorre

Approfondimenti e-book: I laboratori come strategia didattica autore: Antonia Melchiorre Approfondimenti e-book: I laboratori come strategia didattica autore: Antonia Melchiorre Breve excursus delle risoluzioni giuridiche introdotte per garantire il diritto al Successo formativo nella scuola

Dettagli

EUROPA 2020 Crescere in coesione PROMUOVERE IL SUCCESSO SCOLASTICO, LE PARI OPPORTUNITÀ E L INCLUSIONE SOCIALE: SVILUPPO DI RETI CONTRO LA

EUROPA 2020 Crescere in coesione PROMUOVERE IL SUCCESSO SCOLASTICO, LE PARI OPPORTUNITÀ E L INCLUSIONE SOCIALE: SVILUPPO DI RETI CONTRO LA EUROPA 2020 Crescere in coesione PROMUOVERE IL SUCCESSO SCOLASTICO, LE PARI OPPORTUNITÀ E L INCLUSIONE SOCIALE: SVILUPPO DI RETI CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA E CREAZIONE DI PROTOTIPI INNOVATIVI 1 EUROPA

Dettagli

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE La parte dedicata alla popolazione assistibile contiene le principali informazioni di carattere demografico sulla popolazione residente in Provincia di Bolzano: struttura della popolazione e sua distribuzione

Dettagli

RSA Provincia di Milano

RSA Provincia di Milano SA Provincia di Milano Popolazione e società Fig. 1: natalità e mortalità in Provincia di Milano Fig. 2: l indice di ricambio (fonte SIA) L analisi ambientale di un territorio rappresenta lo studio del

Dettagli

Appendice Statistica

Appendice Statistica REGIONE CALABRIA Dipartimento Istruzione, Università, Alta Formazione, Innovazione e Ricerca Osservatorio Regionale sull Istruzione e il Diritto allo Studio Dieci anni di scuola calabrese Appendice Statistica

Dettagli

COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007

COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 i Autore Antonio Rinaldi Responsabile progetto Dirigente Settore Affari Generali - Monica Vavassori Avvertenze: I dati fanno riferimento all anno 2006 salvo diversa indicazione.

Dettagli

Sicurezza stradale e nuovi cittadini

Sicurezza stradale e nuovi cittadini Sicurezza stradale e nuovi cittadini Premessa Dall Unità d Italia ad oggi, la presenza straniera nel nostro Paese è profondamente mutata sia nei numeri che nella tipologia. Se, infatti, fino a qualche

Dettagli

COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA

COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA Analisi dei matrimoni nel Comune di Parma anni 2009-2012 A CURA DI RENZO SOLIANI Parma ottobre 2013 Matrimoni a Parma, anni 2009-2012 Nell attuale momento storico affrontare

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA 22 settembre 2011 1 gennaio 2011 LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA Gli stranieri residenti in Italia al 1 gennaio 2011 sono 4.570.317, 335mila in più rispetto all anno precedente (+7,9%). L

Dettagli

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento: Franco Chiarini Redazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI INDICE: PREMESSA 1. FINALITA 2. CONTENUTI 3. LA COMMISSIONE ACCOGLIENZA 4. PRIMA FASE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

LA SCUOLA D INFANZIA A BOLOGNA

LA SCUOLA D INFANZIA A BOLOGNA LA SCUOLA D INFANZIA A BOLOGNA Le prime scuole d'infanzia vengono istituite a Bologna a metà dell 800 dal Comune e da enti religiosi. Per oltre un secolo restano le sole scuole esistenti. La scuola d infanzia

Dettagli

Il mondo della scuola

Il mondo della scuola Anno 2007 Numero 2 Settembre 2007 Il mondo della scuola DOSSIER Scuola Sistema scolastico e servizi educativi, in provincia di Bologna C O M U N E, P R O V I N C I A, P R E F E T T U R A - U. T. G. D I

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI RAFFRONTO RELATIVI ALLE SCUOLE NON STATALI RICONOSCIUTE IN USA, INGHILTERRA, PAESI BASSI, FRANCIA E ITALIA

ALCUNI ELEMENTI DI RAFFRONTO RELATIVI ALLE SCUOLE NON STATALI RICONOSCIUTE IN USA, INGHILTERRA, PAESI BASSI, FRANCIA E ITALIA 1 Quaderno n.10 Scuole pubbliche o solo statali? Per il pluralismo dell offerta ALCUNI ELEMENTI DI RAFFRONTO RELATIVI ALLE SCUOLE NON STATALI RICONOSCIUTE IN USA, INGHILTERRA, PAESI BASSI, FRANCIA E ITALIA

Dettagli

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013 A7. FECONDITÀ, NUZIALITÀ E DIVORZIALITÀ Diminuisce il tasso di fertilità dopo la crescita degli ultimi anni A livello nazionale il tasso di fecondità totale (numero medio di figli per donna in età feconda)

Dettagli

RELAZIONE FINALE QUESTIONARI DI AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO G. CEDERLE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO

RELAZIONE FINALE QUESTIONARI DI AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO G. CEDERLE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca - Dipartimento della Programmazione - D.G. per gli Affari Internazionali Ufficio V Programmazione e gestione dei fondi strutturali europei e nazionali

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2012 2013-2014

RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2012 2013-2014 RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2012 2013-2014 I N D I C E SEZIONE 1 Caratteristiche generali della popolazione, del territorio, dell economia insediata e dei servizi dell ente - Popolazione pag.

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2009-2010 1 2 INDICE Introduzione... 5 Sezione 1 Le scuole... 7 Il sistema scolastico lombardo... 9 1.1 Scuole statali... 9 1.2 Scuole non statali

Dettagli

Rapporto di ricerca realizzato per la Provincia di Bologna dalla Fondazione di ricerca Istituto Carlo Cattaneo

Rapporto di ricerca realizzato per la Provincia di Bologna dalla Fondazione di ricerca Istituto Carlo Cattaneo Fondazione di ricerca Istituto Carlo Cattaneo CITTADINI STRANIERI IN PROVINCIA DI BOLOGNA CARATTERISTICHE E TENDENZE Cittadini stranieri e percorsi scolastici e formativi in provincia di Bologna Edizione

Dettagli

Test di conoscenza della lingua italiana

Test di conoscenza della lingua italiana Prefettura di Torino Ufficio Territoriale di Governo Test di conoscenza della lingua italiana a cura di Donatella Giunti 51 La legge n. 94/2009 ha previsto che, per ottenere il rilascio del permesso di

Dettagli

Sistema scolastico della Repubblica Ceca

Sistema scolastico della Repubblica Ceca Sistema scolastico della Repubblica Ceca Organizzazione del sistema scolastico La frequenza scolastica nella Repubblica Ceca è obbligatoria dai 6 ai 15 anni. La maggior parte dei bambini frequenta scuole

Dettagli

LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO

LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO COMMISSIONE EDUCAZIONE 10 APRILE 2013 1 LA SCUOLA PRIMARIA DI VIA S.GIUSTO La Scuola Civica Primaria è stata istituita con

Dettagli

alunni con cittadinanza non italiana

alunni con cittadinanza non italiana Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale per i Sistemi Informativi Direzione Generale Studi e Programmazione con cittadinanza non italiana scuole statali e non statali anno scolastico /7

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

Famiglia, infanzia e povertà.

Famiglia, infanzia e povertà. Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà Convegno Povertà, Infanzia, Immigrazione in occasione del 70 Anniversario della Mensa del Povero Ancona, 5 aprile 2008 Famiglia, infanzia

Dettagli

I modelli insediativi della popolazione straniera nei Sistemi Locali del Lavoro Italiani

I modelli insediativi della popolazione straniera nei Sistemi Locali del Lavoro Italiani I modelli insediativi della popolazione straniera nei Sistemi Locali del Lavoro Italiani Mauro Albani*, Antonella Guarneri*, Frank Heins**, Conferenza AISRe - Torino, 15-17 settembre 2011 * Istat Servizio

Dettagli