MEDMOOD: UNA PIATTOFORMA PER LA FORMAZIONE A DISTANZA IN AMBITO SANITARIO NELLA REGIONE PIEMONTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MEDMOOD: UNA PIATTOFORMA PER LA FORMAZIONE A DISTANZA IN AMBITO SANITARIO NELLA REGIONE PIEMONTE"

Transcript

1 MEDMOOD: UNA PIATTOFORMA PER LA FORMAZIONE A DISTANZA IN AMBITO SANITARIO NELLA REGIONE PIEMONTE Cristina Bardelle 2, Michela Casella 1, Claudio De Pieri 1, Giuliana Franceschinis 2, Margherita Italiano 3, Monica Maestri 3, Roberto Pinna 2 1 AReSS Piemonte 2 DiSIT, Università del Piemonte Orientale, Alessandria 3 CSI Piemonte {margherita.italiano, SHORT PAPER ARGOMENTO: Formazione continua, Ambito sanitario Abstract Il progetto Media Educativi in Sanità (MES) dell AreSS Piemonte, nasce dall esigenza di mettere in comune risorse, competenze, strumenti e prodotti per la Formazione a Distanza (FAD), tra le diverse articolazioni del Servizio Sanitario Regionale per la formazione continua del personale e l educazione alla salute dei cittadini. Il programma, ancora in divenire, prevede diverse fasi: definizione dell architettura organizzativa regionale e dei processi della FAD, scelta del Learning Content Management System (LCMS), adattamento dello stesso ed interfacciamento alla piattaforma ECM, test, formazione degli amministratori/provider, messa a disposizione dei provider istituzionali regionali dell LCMS. La piattaforma scelta è Moodle 1.9 nell adattamento MedMood, i provider coinvolti sono attualmente venti. Sono stati effettuati tre corsi per amministratori e i primi corsi sperimentali per utenti sono stati conclusi con successo. Si prevede che la costruzione di una rete regionale basata su MedMood consentirà miglioramenti qualitativi dei prodotti FAD e rilevanti economie di scala. Keywords FAD, empowerment, sanità, sistema ECM. 1 INTRODUZIONE Il progetto MES-Piemonte dell Agenzia Regionale per i Servizi Sanitari del Piemonte, (AreSS) finanziato dalla Compagnia San Paolo ed attuato con la collaborazione di CSI Piemonte e del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica (DiSIT) dell Università del Piemonte Orientale, nasce dalla messa in comune delle esperienze maturate in AReSS e in alcune Aziende Sanitarie Piemontesi sulla Formazione a Distanza (FAD) e sull Empowerment del Cittadino. La stretta finanziaria, unitamente all esigenza di mantenere le attività di educazione alla salute per il cittadino e di formazione continua degli operatori su livelli adeguati, anche in risposta agli obblighi ECM (Educazione Continua in Medicina), rappresenta una spinta verso lo sviluppo del sistema di formazione a distanza regionale. In alcune Aziende Sanitarie della Regione Piemonte, la FAD costituiva già, nella sua tradizionale forma erogativa, una valida integrazione e in alcuni casi un alternativa alla tradizionale formazione d aula. Nel periodo 1/1/ /12/2011, i CFU ottenuti attraverso corsi FAD sono ammontati a circa il 3 % del totale dei crediti ECM dovuti e il 5,4% dei crediti erogati, presentando ampi margini di crescita; si è osservato che l accesso è stato estremamente disomogeneo da Azienda ad Azienda. G. Fiorentino (Ed) MoodleMoot Italia Livorno 2012 ISBN

2 La recente approvazione delle regole regionali per il riconoscimento, all interno della formazione ECM, di modalità didattiche quali la Formazione sul Campo e le Comunità di Pratica, rappresenta un ulteriore incentivo allo sviluppo di questa attività, aprendo al tempo stesso nuovi scenari di interazione della FAD con altre forme di didattica. L attenzione rivolta alla FAD e più in generale agli strumenti LCMS deriva da alcune considerazioni di seguito elencate: I prodotti FAD tradizionali (unidirezionali) possono essere replicati a bassi costi, teoricamente all infinito Tanto più vasta è la platea alla quale essi possono rivolgersi, tanto più è il vantaggio che ne deriva. Le piattaforme LCMS più recenti, oltre alle attività FAD tradizionali, supportano agevolmente comunità virtuali (Comunità di Pratica) che si aggregano on-line attorno ad una problematica da approfondire o da sviluppare. Le comunità di pratica pur non garantendo gli stessi vantaggi rispetto ai numeri di soggetti coinvolgibili, (il lavoro di gruppo, anche se a distanza, richiede, per essere efficace, numeri limitati di soggetti interagenti), presenta, sul piano economico, almeno due vantaggi: (1) consente l instaurarsi di rapporti collaborativi, su problematiche specialistiche, tra professionisti anche molto lontani, evitando i costi del contatto diretto; (2) rende economicamente sostenibili attività formative per quei gruppi di professionisti caratterizzati da bassa numerosità, per i quali l offerta formativa è generalmente carente. La forma blended può consentire un ampia interazione tra momenti d aula, esercitazioni pratiche, attività di formazione sul campo, aumentando enormemente lo strumentario della progettazione didattica e la flessibilità nello sviluppo dei corsi. Inoltre, sul versante dell educazione alla salute, dell educazione terapeutica e più in generale di quelle attività tese a sviluppare l empowerment del cittadino, l utilizzo di LCMS consente: (1) la messa a disposizione con costi limitati, da parte delle strutture sanitarie, di materiali informativi/formativi/interattivi destinati a diffondere le conoscenze/competenze di auto cura; (2) la promozione di attività di auto-aiuto e di peer-education tra cittadini, mediate dalla tecnologia anche sfruttando la multimedialità; (3) il supporto on-line da parte di esperti. Le soluzioni tecnologiche, le competenze e le infrastrutture necessarie a sostenere attività di formazione per gli operatori e di educazione alla salute per i cittadini sono in larga parte sovrapponibili, fatto questo che può consentire la razionalizzazione nell impiego delle risorse e la messa in comune di esperienze. Esistono sul mercato molti fornitori di prodotti FAD tradizionali. L esperienza fin qui fatta, anche in sede di sperimentazione regionale della FAD, dimostra però che il costo di tali prodotti è in genere elevato e l adattamento dei materiali alle esigenze locali è difficile. Spesso i committenti (ASL/AO), che sono portatori delle conoscenze riguardanti i contenuti da sviluppare, svolgono un attività rilevante nello sviluppo di prodotti poi rivenduti sul mercato. Il SSR Piemontese dispone di operatori con elevata professionalità nel campo della progettazione e dell editing di materiali FAD, che hanno già dimostrato di essere in grado di sviluppare prodotti di elevata qualità, rispondenti alle esigenze di adattamento locale e attenti all evoluzione della domanda. Infine, una considerazione andrebbe aperta sull efficacia dei diversi strumenti utilizzabili nella didattica. Al di là della necessità di confronto tra i risultati ottenibili con modalità tradizionali (aula, etc.) e insegnamento/apprendimento a distanza, anche all interno di quest ultimo andrebbero analizzate le diverse rese, in termini di apprendimento e di costi/benefici, tra modalità che utilizzano strumenti di editing particolarmente complessi (SCORM, animazioni, video) e modalità tecnologicamente light, che sfruttano le opportunità offerte dai LCMS disponibili sul mercato. 2 IL PROGETTO MES-PIEMONTE A partire dalle considerazioni esposte nella Sezione 1, nell anno 2011 AReSS Piemonte [1] ha dato avvio al progetto MES Media Educativi in Sanità con i seguenti obiettivi operativi: (1) Definire ed attivare l articolazione organizzativa per lo sviluppo e lo scambio di materiale da mettere on-line; (2) Sviluppare l infrastruttura tecnologica necessaria a supportare ed integrare attività on-line; (3) Attivare iniziative di informazione e formazione atte ad allargare la base dei produttori e dei fruitori di attività formative e di social networking sanitario; (4) Svolgere attività di studio sull impatto delle tecnologie MoodleMoot Italia

3 per l apprendimento a distanza su cittadini ed operatori. Nel seguito discuteremo le iniziative intraprese in questa prima fase del progetto, allo scopo di raggiungere gli obiettivi indicati. 1) Definire ed attivare l articolazione organizzativa per lo sviluppo delle attività on-line Data la novità della proposta, e l impossibilità di poter far riferimento ad analoghe esperienze, si è resa necessaria una fase di sperimentazione iniziale, atta a valutare l efficacia della strumentazione tecnologica disponibile e a definire l assetto organizzativo più idoneo al perseguimento delle finalità poste. E stato dato avvio ad una sperimentazione, tra AReSS e le aziende sanitarie AOU S. Giovanni Battista di Torino, ASL TO 3 e ASL TO 4, quali aziende leader nella produzione di attività didattiche FAD, con il supporto tecnologico del CSI Piemonte avente oggetto la messa a punto della struttura tecnologica e la definizione delle regole di collaborazione. 2) Sviluppare l infrastruttura tecnologica necessaria a supportare ed integrare attività on-line AReSS si è dotato della piattaforma MedMood [2] basata su Moodle per supportare l insieme dell attività FAD regionali, affiancandola alla precedente piattaforma FAD Piemonte, a spiccata vocazione erogativa. Si è proceduto alla definizione dell interfaccia grafica, delle aree riservate a ciascun provider all interno delle quali collocare i propri corsi. Nel prosieguo dell attività si dovrà valutare se sia possibile utilizzare la sola piattaforma MedMood. Il CSI Piemonte ha sviluppato il sistema MedMood (Sezione 3), sulla base dei requisiti espressi da AReSS, e ne garantisce in esercizio i servizi di amministrazione di piattaforma, hosting nella propria WebFarm, assistenza tecnica di primo e secondo livello, supporto alle attività di tutoraggio. Si sta procedendo ad una integrazione sempre più spinta con la piattaforma che gestisce le procedure ECM, le anagrafiche di tutti gli operatori del SSR e i loro curricula formativi. Attualmente l integrazione tra le due piattaforme avviene attraverso lo scambio di tracciati in excel. Si prevede, dopo l upgrade di MedMood di sviluppare una modalità di scambio dati diretta, tramite appositi protocolli. L obiettivo è di poter garantire la massima semplicità nelle procedure di iscrizione ai corsi, accesso e certificazione dell attività svolta da parte dell utente, per favorire l utilizzo massiccio della FAD. È in corso di definizione un documento contenente gli standard regionali necessari a garantire l interoperabilità tra piattaforme erogatrici e client (browser, plugin, sofware multimediali,ecc). Infine sono oggetto di studio le modalità per attivare l integrazione della piattaforma con strumenti avanzati di Social Networking, con la Biblioteca Virtuale della Sanità Piemontese [3], e con Dors [4], il centro di documentazione per l educazione alla salute del Piemonte. 3) Attivare iniziative di informazione e formazione atte ad allargare la base dei produttori e dei fruitori di attività di social network sanitario e formative. Il numero di formatori che fino al momento di inizio del progetto avevano collaborato alla progettazione di iniziative FAD, non sembrava tale da garantire il buon sviluppo di questa metodologia sul territorio Regionale. Si è pertanto deciso di accompagnare il percorso di crescita del progetto, con attività formative indirizzate innanzi tutto ai potenziali gestori e docenti. Si è definito un programma di corsi articolato i cui contenuti vanno dalla familiarizzazione con la piattaforma Moodle nell adattamento MedMood, allo sviluppo di competenze didattiche per la progettazione di attività formative on-line ed in particolare quelle basate sulla logica del costruttivismo, all addestramento all utilizzo di strumenti di CMC (Comunicazione Mediata dal Computer) e di RELAD (Rapid e-learning Authoring and Development). Sono stati tenuti da personale del CSI Piemonte e da docenti del DiSIT, Università del Piemonte Orientale, i primi tre corsi per Amministratori/Provider riguardo ai quali si entrerà più dettagliatamente nel merito nella Sezione 4. 4) Svolgere attività di studio sull impatto delle tecnologie per l apprendimento a distanza su cittadini ed operatori; Nel 2010 sono state svolte indagini mirate a rilevare la domanda e l offerta di attività finalizzate all empowerment del cittadino nel sistema sanitario piemontese. In parallelo è stata condotta un indagine sull impatto della formazione a distanza sull organizzazione sanitaria. In entrambe queste indagini non era prevista la valutazione dell accoglienza che sistemi di formazione/informazione a distanza e di social network possono avere da parte dell utilizzatore. Questo elemento rappresenta una particolare criticità. MoodleMoot Italia

4 Al fine di evitare un inutile spreco di risorse si è deciso di affinare gli strumenti relativi alla valutazione del gradimento, della partecipazione, dell interazione e sviluppare attività di indagine mirata, in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell Università di Torino. Figura 1 Architettura Didattica per la FAD in Piemonte 3 LA PIATTAFORMA MEDMOOD La struttura della piattaforma Medmood [2] è stata definita sulla base di un lavoro di analisi organizzativa del flusso di erogazione della formazione da parte delle aziende sanitarie verso i propri dipendenti (Figura 1). Si è così stabilito di predisporre lo spazio su Moodle in modo uniforme per ogni provider seguendo delle regole comuni. Nello specifico sono state create tante categorie di primo livello, una per ogni provider. Ogni categoria contiene delle sottocategorie che si riferiscono all anno. All interno della sottocategoria anno i corsi vengono raggruppati secondo tre tipologie: FAD unidirezionale, Comunità di Pratica e Attività blended. Per venire incontro alle specifiche esigenze organizzative e amministrative della gestione dei corsi sono state realizzate le seguenti personalizzazioni della piattaforma: Il ruolo del Provider ECM è centrale nel processo formativo regionale, infatti è un obbligo normativo gestire, attraverso l accreditamento dei Provider, il riconoscimento dei crediti ECM per i professionisti della Sanità. MedMood gestisce il ruolo di Provider come personalizzazione dei ruoli standard. In particolare il Provider può, localmente alla propria Categoria di corsi, di operare con privilegi di Amministratore di Piattaforma con riferimento anche alla possibilità di inserire nuovi utenti da iscrivere ai propri corsi. Nello specifico il ruolo Provider è un misto tra i ruoli Teacher, Course Creator e Administrator: inserisce utenti in piattaforma tramite il blocco importa utenti creato appositamente, visualizza i report di monitoraggio delle attività del corso, gestisce le sottocategorie e i corsi all interno della propria categoria, accede al registro delle valutazioni, ha la completa gestione dei corsi, attribuisce ruoli (di livello inferiore al suo) sui corsi, può effettuare la valutazione dei compiti. La gestione del processo formativo ECM avviene attraverso un sistema regionale (sistema NBS), che centralizza l accreditamento dei corsi, l iscrizione degli utenti, il rilascio dei crediti. Per questo motivo è stato creato su MedMood un blocco Importa utenti che consente esclusivamente ai Provider di iscrivere gli utenti in piattaforma e ai corsi di propria competenza. L import avviene a partire da un file excel (.xls), di formato concordato con la piattaforma NBS, relativo all iscrizione di un gruppo di utenti. Il gruppo viene associato e gestito come una edizione del corso. Il Provider seleziona il corso di interesse attraverso una tendina a discesa popolata dai soli corsi di sua competenza. L applicazione esegue controlli sui parametri passati (id corso, data di edizione) e verifica che l utente che richiede l importazione disponga delle necessarie autorizzazioni (relative alla categoria e al corso selezionati). Il file viene letto riga per riga, vengono effettuati controlli sull univocità dei campi obbligatori (user name, cognome, nome, mail, CF), e gli utenti vengono iscritti in piattaforma, se non ancora presenti, e al corso. Questa iscrizione genera un invio automatico di una mail ai corsisti con le credenziali e l avviso di iscrizione al corso. E stato realizzata una funzione, disponibile ai Provider, per esportare verso il sistema NBS i dati di valutazione: l utente accede al corso, nel box di amministrazione accede alla funzionalità valutazioni, e dal registro valutatore imposta l estrazione di un file excel che contiene i dati di valutazione degli utenti iscritti al corso. Sono state realizzate personalizzazioni per adattare il formato di uscita di Moodle al formato concordato con il sistema di gestione amministrativa NBS. MoodleMoot Italia

5 Sono stati inoltre installati alcuni plugin aggiuntivi: il Certificate, per consentire in futuro il rilascio di attestati nonché meccanismi di valutazione più articolati; il Feedback, nell ottica di integrare i questionari di gradimento di fine corso e l activity locking per gestire le attività condizionali. Nel corso del primo semestre 2012 il sistema è stato utilizzato, sperimentalmente, da un gruppo di provider con lo scopo di individuare i miglioramenti funzionali necessari per il suo dispiegamento a livello regionale. 4 FORMAZIONE DI AMMINISTRATORI E PROVIDER Nei mesi di maggio-giugno 2012 si sono svolte tre edizioni di un primo corso rivolto a futuri utenti della piattaforma MedMood che ricopriranno ruoli di Provider e/o Docente. Il numero complessivo di partecipanti è stato di circa 45, appartenenti a 20 ASL / AO o altri enti collegati al SSR. La maggior parte dei partecipanti non aveva alcuna conoscenza di Moodle o ne aveva una conoscenza superficiale per averlo utilizzato nel ruolo di studente, una piccola minoranza aveva già avuto modo di sperimentarlo per predisporre corsi. Il corso aveva come principale obiettivo quello di presentare l organizzazione generale della piattaforma, le principali funzionalità messe a disposizione dalla stessa, le modalità di interfacciamento con la piattaforma ECM e di far acquisire rapidamente ai partecipanti le competenze e le abilità pratiche necessarie alla creazione e gestione di corsi sulla piattaforma. La struttura del corso comprendeva una parte in presenza (tre lezioni da 5 ore) e una parte significativa (35 ore) da svolgere a distanza in autonomia, con la disponibilità costante di tutor ai quali chiedere delucidazioni o aiuto. Durante le ore in presenza sono state mostrate le caratteristiche e le funzionalità della piattaforma alternando ai momenti di presentazione da parte dei docenti, momenti di esercitazione pratica propedeutici allo svolgimento dei compiti che venivano assegnati alla fine di ciascuna lezione in presenza. Sono stati assegnati tre compiti; dopo la consegna i compiti svolti sono stati valutati dai docenti e discussi in alcune sessioni di debriefing. Durante il corso la piattaforma è stata utilizzata dai discenti sia nel ruolo di studenti, sia nel ruolo di Provider/Docenti all interno di una categoria Test creata per permettere lo svolgimento di esercizi pratici individuali. I principali argomenti trattati sono stati: Corsi, Categorie, Ruoli; Come creare un corso, configurarlo ed importare gli iscritti dalla piattaforma ECM; Organizzare un corso per Argomenti; il Forum News e altri tipi di forum; Come caricare o creare risorse e organizzarle negli Argomenti; Compiti; Quiz: come creare domande di diverse tipologie, importarle ed esportarle, come comporre un attività quiz attingendo al deposito delle domande ; Scelta e Questionario (Feedback); Cenni sulle attività Glossario, Lezione e Wiki; Cenni sull uso delle attività condizionali; Gruppi, Raggruppamenti e regole di visibilità; Il registro delle Valutazioni; Esportare l esito finale della valutazione verso la piattaforma ECM. È stata anche svolta una breve lezione sulle problematiche relative al diritto d autore nel contesto specifico dell e-learning. Complessivamente il corso è stato apprezzato dai partecipanti. La maggior parte dei discenti ha raggiunto gli obiettivi formativi previsti. Il taglio pratico ha permesso il raggiungimento di una competenza di base sufficiente a costruire semplici corsi e/o a formare all uso di MedMood (livello base) altri docenti/tutor FAD presso le proprie strutture di appartenenza. 5 CONCLUSIONI Il progetto MES, promosso da AReSS Piemonte e finanziato dalla Compagnia di San Paolo, ha avuto inizio nei primi mesi del 2011 e dopo una prima fase di studio e progettazione è ora entrato in una fase operativa. Dopo l attivazione della piattaforma MedMood, basata su Moodle, e la formazione di alcune decine di operatori provenienti da 20 provider piemontesi (ASL e Aziende Ospedaliere) si intende lavorare affinché i diversi provider attivino un numero significativo di corsi sulla nuova piattaforma a beneficio dei propri operatori, anche in un ottica di condivisione tra aziende, con l obiettivo di poter rapidamente arrivare a coprire le esigenze di una buona parte dell utenza potenziale (alcune decine di migliaia di utenti, considerando solo gli operatori del SSR). Contemporaneamente continuerà l esplorazione delle possibilità offerte dall ampia gamma di strumenti a disposizione, sia per favorire la formazione di comunità di pratica tra gli operatori sanitari, appoggiandosi anche su strumenti di social networking, sia per iniziative di educazione alla salute rivolte ai cittadini. MoodleMoot Italia

6 Riferimenti bibliografici e sitografia [1] [2] [3] [4] MoodleMoot Italia

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 INDICE GESTIONE DELLE RISORSE Messa a disposizione delle risorse Competenza, consapevolezza, addestramento Infrastrutture Ambiente di lavoro MANUALE DELLA QUALITÀ Pag.

Dettagli

L elearning nell Accordo Stato Regioni per la formazione dei lavoratori (21 dicembre 2011) RUO FSRU Formazione Tecnico-Specialistica e Finanziata

L elearning nell Accordo Stato Regioni per la formazione dei lavoratori (21 dicembre 2011) RUO FSRU Formazione Tecnico-Specialistica e Finanziata L elearning nell Accordo Stato Regioni per la formazione dei lavoratori (21 dicembre 2011) Indice 2 1. L elearning nell Accordo Stato Regioni: applicabilità e requisiti 2. Sede e strumentazione 3. Programma

Dettagli

-Durata 4 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI

-Durata 4 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI Corsi di formazione e informazione in materia di sicurezza destinati alle varie figure aziendali C006 - Corsi di aggiornamento per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza per aziende da 15 a 50

Dettagli

ALLEGATO B. Nel corso degli anni il monitoraggio ha previsto nelle diverse annualità:

ALLEGATO B. Nel corso degli anni il monitoraggio ha previsto nelle diverse annualità: ALLEGATO B Il modello di monitoraggio Il gruppo di Progetto di PQM, nell anno scolastico 2010-2011 ha costituito un gruppo di lavoro tecnico composto dal gruppo di progetto stesso e dai ricercatori dei

Dettagli

ILMS. Integrated Learning Management System

ILMS. Integrated Learning Management System ILMS Integrated Learning Management System ILMS ILMS è una piattaforma applicativa web che integra tutte funzionalità, gli strumenti e i controlli necessari alla gestione di tutti i processi legati alla

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE SCUOLA SUPERIORE AIFOS DI FORMAZIONE DEI FORMATORI CON METODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE corsi per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Aula, Training on the job, e

Dettagli

Regione Piemonte Portale Rilevazioni Crediti EELL Manuale Utente

Regione Piemonte Portale Rilevazioni Crediti EELL Manuale Utente Pag. 1 di 15 VERS V01 REDAZIONE VERIFICHE E APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE NOME DATA NOME DATA NOME DATA A. Marchisio C. Pernumian 29/12/2014 M. Molino 27/02/2015 M. Molino

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA Revisione: Sezione 4 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

MANUALE DELLA QUALITA Revisione: Sezione 4 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Pagina: 1 di 5 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4.0 SCOPO DELLA SEZIONE Illustrare la struttura del Sistema di Gestione Qualità SGQ dell Istituto. Per gli aspetti di dettaglio, la Procedura di riferimento

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI Corso di Laurea Triennale in Scienze del Servizio Sociale Regolamento attività di Stage 1. Lo Stage L attività di Stage del terzo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE

UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE COMUNITA DI PRATICA E COMUNICAZIONE ON LINE : IL CASO MASTER GESCOM RELATORE Prof.ssa Giuditta ALESSANDRINI Laureanda Chiara LOLLI Matr. n. 203597 CORRELATORE Prof.ssa Isabella

Dettagli

GUIDA UTENTE... 2 Come si accede alla piattaforma del FORMAS?... 2 Quali sono i Browser da utilizzare?... 2 Quali sono le modalità di iscrizione?...

GUIDA UTENTE... 2 Come si accede alla piattaforma del FORMAS?... 2 Quali sono i Browser da utilizzare?... 2 Quali sono le modalità di iscrizione?... GUIDA UTENTE... 2 Come si accede alla piattaforma del FORMAS?... 2 Quali sono i Browser da utilizzare?... 2 Quali sono le modalità di iscrizione?... 2 Iscrizione da parte del FORMAS... 2 Quando devono

Dettagli

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Scheda progetto Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Il progetto si sviluppa in otto comuni delle province di Bergamo e Brescia. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

Istituto Tecnico Superiore per l Aerospazio

Istituto Tecnico Superiore per l Aerospazio Istituto Tecnico Superiore per l Aerospazio Presentazione del nuovo corso di Istruzione Tecnica Superiore inserito nei percorsi di Alta Formazione previsti dal Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca.

Dettagli

Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità di Napoli

Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità di Napoli Polo della Qualità di Napoli: Il Laboratorio EQDL per conseguire Un progetto ponte fra Scuola e Nuove professionalità del mondo del Lavoro Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità

Dettagli

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning CNA FORMERETE COSA È L E-LEARNING è l'insieme delle attività didattiche svolte all'interno di un progetto educativo

Dettagli

Durata 6 ore OBIETTIVI DESTINATARI. ARTICOLAZIONE DEL CORSO Il corso e learning è articolato in tre moduli.

Durata 6 ore OBIETTIVI DESTINATARI. ARTICOLAZIONE DEL CORSO Il corso e learning è articolato in tre moduli. Corsi di formazione e informazione in materia di sicurezza destinati alle varie figure aziendali C012 Corso di aggiornamento destinato ai preposti Art. 37 comma 7 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Accordo Stato

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Costruire corsi online con Moodle

Costruire corsi online con Moodle Agenzia per la valorizzazione dell individuo nelle organizzazioni di servizio Corso di formazione Costruire corsi online con Moodle Sito internet: www.avios.it E-mail: avios@avios.it Destinatari Obiettivi

Dettagli

COSTRUIRE CORSI ONLINE CON MOODLE

COSTRUIRE CORSI ONLINE CON MOODLE Libera Università del Volontariato e dell'impresa Sociale Corso di formazione COSTRUIRE CORSI ONLINE CON MOODLE Docente: Francesca Miliucci Sito internet: uniluvis.it E-mail: luvis@erbasacra.com Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DI UN PROGETTO DI SERVIZIO SOCIALE

PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DI UN PROGETTO DI SERVIZIO SOCIALE PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DI UN PROGETTO DI SERVIZIO SOCIALE A.S. Dott.ssa Carmen Prizzon Il progetto Operazione complessa unica e di durata limitata rivolta a produrre un risultato specifico attraverso

Dettagli

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale.

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale. Università degli Studi di Bergamo Centro Servizi del Volontariato Anno Accademico 2005/2006 3 Corso di perfezionamento Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale Presentazione Giunto

Dettagli

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA Luigi Barberini Studiodelta S.r.l. Bari /Italia l.barberini@studiodelta.it FULL PAPER Obiettivo principale del progetto è stato la formazione informatica di base per un numero di circa 0 dipendenti dell

Dettagli

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E 08/02/2011 Pag. 1 di 7 GESTIONE DELLA FORMAZIONE E DELL ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli / Istruzioni... 2 4.

Dettagli

PIATTAFORMA DOCUMENTALE CRG

PIATTAFORMA DOCUMENTALE CRG SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DMS24 PIATTAFORMA DOCUMENTALE CRG APPLICAZIONE PER LE PROCEDURE DI GARE D AMBITO 1 AGENDA 1. Introduzione 2. I Livelli di accesso 3. Architettura di configurazione 4. Accesso

Dettagli

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Rivolto ai discenti Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Di Potenza Sommario 1. Cos è Moodle... 3 1.1. Accesso alla piattaforma Moodle... 4 1.2. Come

Dettagli

Università per Stranieri Siena

Università per Stranieri Siena Università per Stranieri Siena per Stranieri di Siena Piazza Carlo Rosselli, 27/28-53100 Siena Tel. +39 0577.240.249-274 e-mail:fast@unistrasi.it sito:www.unistrasi.it Piazza Carlo Rosselli, 27/28-53100

Dettagli

Lauree magistrali Tirocini e stage: cosa sono Il tirocinio formativo e di orientamento è un periodo di formazione in strutture organizzative (enti,

Lauree magistrali Tirocini e stage: cosa sono Il tirocinio formativo e di orientamento è un periodo di formazione in strutture organizzative (enti, Lauree magistrali Tirocini e stage: cosa sono Il tirocinio formativo e di orientamento è un periodo di formazione in strutture organizzative (enti, aziende, ecc.) che offre agli studenti l'occasione per

Dettagli

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning nelle Strutture Ospedaliere Caso Studio Le esigenze delle Strutture Ospedaliere Disporre di una soluzione tecnologica avanzata per gestire efficientemente

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. Patrizia

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE corsi per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Aula, Training on the job, e-learning

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE corsi per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Aula, Training on the job, e-learning SCUOLA SUPERIORE AIFOS DI FORMAZIONE DEI FORMATORI CON METODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE corsi per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Aula, Training on the job, e-learning

Dettagli

Manuale del Sistema di Gestione Integrato per la Qualità e l Ambiente INDICE

Manuale del Sistema di Gestione Integrato per la Qualità e l Ambiente INDICE Pag. 1 di 5 RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE INDICE 1. Scopo... 2 2. Principi guida... 2 3. Politica per la qualità e l Ambiente... 2 4. Pianificazione... 2 5. Responsabilità, autorità e comunicazione...

Dettagli

La Garanzia Giovani in Veneto. Maggio 2014

La Garanzia Giovani in Veneto. Maggio 2014 Maggio 2014 La strategia è rivolta a: prevenire e contrastare la dispersione scolastica e formativa; rafforzare le competenze dei giovani a vantaggio dell occupabilità; favorire le occasioni di efficace

Dettagli

Facilitare, per quanto possibile, i contatti fra lo studente e la scuola italiana.

Facilitare, per quanto possibile, i contatti fra lo studente e la scuola italiana. Liceo Scientifico Statale Piero Gobetti di Torino Mobilità degli Studenti - Regolamento d Istituto a.s. 2015/16 Il documento presente si rivolge ai Genitori, agli Studenti e ai Docenti e costituisce norma,

Dettagli

SEMINARIO. Come cambia la formazione in materia di Sicurezza sul lavoro dopo i recenti accordi Stato-Regioni

SEMINARIO. Come cambia la formazione in materia di Sicurezza sul lavoro dopo i recenti accordi Stato-Regioni SEMINARIO Come cambia la formazione in materia di Sicurezza sul lavoro dopo i recenti accordi Stato-Regioni La formazione in materia di sicurezza obbligatoria e normata, i requisiti dei documenti e degli

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI STAGE

REGOLAMENTO PER GLI STAGE REGOLAMENTO PER GLI STAGE emanato con D.R. n. 5146 del 2000, successivamente modificato con D.R. n. 9 del 16 gennaio 2007 e D.R. n. 198 del 29 novembre 2011 1/5 ART. 1 Ambito di applicazione 1.1 Il presente

Dettagli

LINEE GUIDA PER L EROGAZIONE DELLA FORMAZIONE INTERNA

LINEE GUIDA PER L EROGAZIONE DELLA FORMAZIONE INTERNA LINEE GUIDA PER L EROGAZIONE DELLA FORMAZIONE INTERNA Versione 01 25/10/2012 Indice PREMESSA... 2 1 ACCETTAZIONE CONDIZIONI GENERALI PER L EROGAZIONE DELLA FORMAZIONE INTERNA... 2 2 DEFINIZIONE MODULI

Dettagli

Formazione Immigrazione

Formazione Immigrazione Formazione Immigrazione Programma di Formazione Integrata per l innovazione dei processi organizzativi di accoglienza e integrazione dei cittadini stranieri e comunitari I edizione Workshop conclusivo

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Criteri e modalità di selezione Criteri autonomi di selezione dell ente presentati ed approvati unitamente al progetto Le procedure di selezione proposti in progetto e con esso

Dettagli

Alternanza scuola lavoro: che cosa significa

Alternanza scuola lavoro: che cosa significa Alternanza scuola lavoro: che cosa significa È una modalità didattica realizzata in collaborazione fra scuole e imprese per offrire ai giovani competenze spendibili nel mercato del lavoro e favorire l

Dettagli

Comune di Nuoro DISCIPLINARE PER LA FORMAZIONE DELLE RISORSE UMANE. Settore AA.GG. e Personale. Ufficio Formazione

Comune di Nuoro DISCIPLINARE PER LA FORMAZIONE DELLE RISORSE UMANE. Settore AA.GG. e Personale. Ufficio Formazione Comune di Nuoro Settore AA.GG. e Personale Ufficio Formazione DISCIPLINARE PER LA FORMAZIONE DELLE RISORSE UMANE Ultimo aggiornamento settembre 2008 Art. 1 (Oggetto e finalità) 1. Le disposizioni contenute

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ SEZIONE 5.1: FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

MANUALE DELLA QUALITÀ SEZIONE 5.1: FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ REV. 00 pagina 1/4 MANUALE DELLA QUALITÀ Rif.to: UNI EN ISO 9001:2008 PARTE 5: RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE SEZIONE 5.1: FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ SOMMARIO A Impegno della

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

A cura di Giorgio Mezzasalma

A cura di Giorgio Mezzasalma GUIDA METODOLOGICA PER IL MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE FSE P.O.R. 2007-2013 E DEI RELATIVI PIANI OPERATIVI DI COMUNICAZIONE ANNUALI A cura di Giorgio Mezzasalma

Dettagli

Sistema di Gestione Integrata Qualità/Ambiente/Sicurezza Doc.3 Politiche aziendale. Qualità/Ambiente

Sistema di Gestione Integrata Qualità/Ambiente/Sicurezza Doc.3 Politiche aziendale. Qualità/Ambiente Pag. 1 di 5 Qualità/Ambiente L azienda Di Leo Nobile S.p.A. è nata nel 1956 a Castel San Giorgio (Sa) ed è uno stabilimento di circa m² 16.591 di cui 10.000 m² coperti, nel quale è concentrata l attività

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

Ruolo e attività del punto nuova impresa

Ruolo e attività del punto nuova impresa SISTEMA DOTALE E CULTURA D IMPRESA: UNA RETE DI SERVIZI PER IL TERRITORIO MANTOVANO a cura di Alessandra Ligabue PROMOIMPRESA Ruolo e attività del punto nuova impresa PromoImpresa, in qualità di Azienda

Dettagli

Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007

Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007 Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007 REGOLAMENTO CENTRO ON LINE STORIA E CULTURA DELL INDUSTRIA: IL NORD OVEST DAL 1850 ARTICOLO 1 Obiettivi e finalità

Dettagli

Vuole rappresentare un punto di riferimento affidabile in quei delicati momenti di cambiamento e di sviluppo del nuovo.

Vuole rappresentare un punto di riferimento affidabile in quei delicati momenti di cambiamento e di sviluppo del nuovo. MASTER si propone come facilitatore nella costruzione e pianificazione di strategie di medio e lungo termine necessarie ad interagire con gli scenari economici e sociali ad elevato dinamismo. Vuole rappresentare

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDEA

CARTA DEI SERVIZI MEDEA CARTA DEI SERVIZI MEDEA Indice 1. Introduzione 2. MEDEA e la Carta dei Servizi: chi siamo, obiettivi e finalità 3. I principi fondamentali 4. Standard qualitativi 5. I servizi erogati 6. Validità della

Dettagli

PO 01 Rev. 0. Azienda S.p.A.

PO 01 Rev. 0. Azienda S.p.A. INDICE 1 GENERALITA... 2 2 RESPONSABILITA... 2 3 MODALITA DI GESTIONE DELLA... 2 3.1 DEI NEOASSUNTI... 3 3.2 MANSIONI SPECIFICHE... 4 3.3 PREPOSTI... 4 3.4 ALTRI INTERVENTI FORMATIVI... 4 3.5 DOCUMENTAZIONE

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA Fornitore: Publisys Prodotto: Intranet Provincia di Potenza http://www.provincia.potenza.it/intranet Indice 1. Introduzione... 3 2. I servizi dell Intranet...

Dettagli

Percorso Abilitante Speciale - P.A.S. a.a. 2014-2015. LABORATORIO DI TECNOLOGIE DIDATTICHE (classe A059) Prof.ssa Laura Grandi

Percorso Abilitante Speciale - P.A.S. a.a. 2014-2015. LABORATORIO DI TECNOLOGIE DIDATTICHE (classe A059) Prof.ssa Laura Grandi Percorso Abilitante Speciale - P.A.S. a.a. 204-205 LABORATORIO DI TECNOLOGIE DIDATTICHE (classe A059) Prof.ssa Laura Grandi Syllabus a.a. 204-205 versione.0 BREVE INTRODUZIONE AL MODULO Il Syllabus indica

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE Non c è mai una seconda occasione per dare una prima impressione 1. Lo scenario Oggi mantenere le proprie posizioni o aumentare le quote di mercato

Dettagli

2012 Le Nuove Indicazioni

2012 Le Nuove Indicazioni REPORT CONCLUSIVO DELL ATTIVITA DI RICERCA-AZIONE: 2012-Le Nuove Indicazioni ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERNOLE (LE) 2012 Le Nuove Indicazioni RESTITUZIONE FINALE CONDIVISIONE DEI PERCORSI DIDATTICI EFFETTUATI

Dettagli

PROMOZIONE LAVORO SERVIZI AL LAVORO

PROMOZIONE LAVORO SERVIZI AL LAVORO COOPERATIVA SOCIALE DI SOLIDARIETÀ PROMOZIONE LAVORO CARTA SERVIZI SERVIZI AL LAVORO Ente accreditato per la Formazione Superiore presso la Regione Veneto con Decreto 854 del 08/08/2003 Ente accreditato

Dettagli

4. GESTIONE DELLE RISORSE

4. GESTIONE DELLE RISORSE Pagina 1 di 6 Manuale Qualità Gestione delle Risorse INDICE DELLE EDIZIONI.REVISIONI N DATA DESCRIZIONE Paragraf i variati Pagine variate 1.0 Prima emissione Tutti Tutte ELABORAZIONE VERIFICA E APPROVAZIONE

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto PARLA CON NOI Settore ed area di intervento del progetto Settore E) EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE

Dettagli

Bando di concorso INNOVADIDATTICA. Progetti di innovazione didattica a sostegno dell obbligo di istruzione

Bando di concorso INNOVADIDATTICA. Progetti di innovazione didattica a sostegno dell obbligo di istruzione Bando di concorso INNOVADIDATTICA Progetti di innovazione didattica a sostegno dell obbligo di istruzione In relazione alle linee guida trasmesse alle istituzioni scolastiche del primo e secondo ciclo

Dettagli

MODULO PER LA GESTIONE DEI RESI

MODULO PER LA GESTIONE DEI RESI MODULO PER LA GESTIONE DEI RESI Clienti, prodotti, categorie merceologiche e stabilimenti di produzione. Difetti, tipologia difetti, test ed esiti finali di verifica. Raggruppamento dei test loro in schede

Dettagli

Progetto IDENTITAS: Formazione agli operatori di Bilancio di Competenze

Progetto IDENTITAS: Formazione agli operatori di Bilancio di Competenze Progetto IDENTITAS: Formazione agli operatori di Bilancio di Competenze Provincia di Roma Anno 2005 Indice Il problema affrontato...3 Obiettivi attesi/risultati raggiunti...3 Soggetti coinvolti...3 Il

Dettagli

PSNET UC RUPAR PIEMONTE MANUALE OPERATIVO

PSNET UC RUPAR PIEMONTE MANUALE OPERATIVO Pag. 1 di 17 VERIFICHE E APPROVAZIONI VERSIONE V01 REDAZIONE CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE NOME DATA NOME DATA NOME DATA PRATESI STATO DELLE VARIAZIONI VERSIONE PARAGRAFO O DESCRIZIONE

Dettagli

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI A.S. 2014/2015 AREA 1. REVISIONE E GESTIONE DEL POF REVISIONE E GESTIONE DEL POF ATTIVITA INTERNE PER IL POTENZIAMENTO E AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AREA 2. SERVIZI AL PERSONALE DOCENTE GESTIONE

Dettagli

A.I.N.I. Associazione Imprenditoriale della Nazionalità Italiana Udruga Poduzetnika Talijanske Narodnosti

A.I.N.I. Associazione Imprenditoriale della Nazionalità Italiana Udruga Poduzetnika Talijanske Narodnosti L AINI ( ) è un Associazione di artigiani e di piccole e medie imprese appartenenti ai diversi settori merceologici i cui proprietari sono appartenenti alla Comunità Nazionale Italiana in Croazia (CNI),

Dettagli

Mattone 3 - Evoluzione del sistema DRG nazionale

Mattone 3 - Evoluzione del sistema DRG nazionale Mattone 3 - Evoluzione del sistema DRG nazionale Portale web e Corso FAD Roma 25 ottobre 2006 MATTONI SSN Nolan, Norton Italia Attività Portale web predisposto nell ambito delle Attività di Manutenzione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE CULTURA FORMAZIONE LAVORO Servizio Formazione Professionale

DIREZIONE GENERALE CULTURA FORMAZIONE LAVORO Servizio Formazione Professionale I professionisti del care Figure professionali la cui definizione e formazione è di competenza Ministeriale (Università) Medici Assistente Sociale Fisioterapista Infermiere professionale Terapista della

Dettagli

LA COMUNICAZIONE EFFICACE

LA COMUNICAZIONE EFFICACE LA COMUNICAZIONE EFFICACE Corso ECM Formazione a Distanza su piattaforma multimediale interattiva web Obiettivo formativo: Comunicazione efficace, privacy ed il consenso informato Ore di formazione previste:

Dettagli

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 0 12.07.2007 1ª Emissione Presidente Comitato di Certificazione Presidente

Dettagli

Corso di aggiornamento destinato al Coordinatore per la progettazione e al Coordinatore per l esecuzione dei lavori A002 - PSC e costi della sicurezza

Corso di aggiornamento destinato al Coordinatore per la progettazione e al Coordinatore per l esecuzione dei lavori A002 - PSC e costi della sicurezza Corso di aggiornamento destinato al Coordinatore per la progettazione e al Coordinatore per l esecuzione dei lavori A002 - PSC e costi della sicurezza -Durata 9 ore- DESTINATARI Il corso è destinato ai

Dettagli

Come accedere ai laboratori del DPSS CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO

Come accedere ai laboratori del DPSS CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO DPSS Dipartimento di Psicologia dello Come accedere ai laboratori del DPSS GUIDA RAPIDA 1. Scaricare e compilare la " Scheda di accesso ai corsi per i frequentatori dei laboratori" 2. Accedere a: https://elearning.unipd.it/servizioformazione/

Dettagli

IL CASO DELL AZIENDA. Perché SAP. www.softwarebusiness.it

IL CASO DELL AZIENDA. Perché SAP. www.softwarebusiness.it LA SOLUZIONE SAP FOR PROFESSIONAL SERVICES IL CASO DELL AZIENDA Perché SAP Grazie a SAP siamo riusciti a pianificare meglio e ad ottenere tempestive informazioni su tempi e costi delle nostre commesse.

Dettagli

Il modello veneto di Bilancio Sociale Avis

Il modello veneto di Bilancio Sociale Avis Il modello veneto di Bilancio Sociale Avis Le organizzazioni di volontariato ritengono essenziale la legalità e la trasparenza in tutta la loro attività e particolarmente nella raccolta e nell uso corretto

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo NORD 2 - Brescia Via Costalunga, 15-25123 BRESCIA Cod. Min. BSIC88400D - Cod.Fisc. 80049710173 Tel.030307858-0308379448-9

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Formazione a distanza. La piattaforma Directio

Formazione a distanza. La piattaforma Directio Formazione a distanza La piattaforma Directio Formazione a distanza il modello Directio Personalizzazione, semplicità, efficacia I corsi di Formazione a distanza (FAD) Directio sono la soluzione multimediale

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: E01 (Settore Educazione e Promozione culturale; Area Centro di aggregazione giovani)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: E01 (Settore Educazione e Promozione culturale; Area Centro di aggregazione giovani) ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: Giovani Energie Alternative Garanzia Giovani ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: E01 (Settore Educazione e Promozione culturale; Area Centro di

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

E-LEARNING ACADEMY GUIDA OPERATIVA

E-LEARNING ACADEMY GUIDA OPERATIVA E-LEARNING ACADEMY INDICE PREMESSA 3 1. FUNZIONALITÀ DELLA PIATTAFORMA E-LEARNING ACADEMY 4 2. REGISTRATI 5 2.1 COME EFFETTUARE LA REGISTRAZIONE 5 3. PERCORSI 8 3.1 COME FRUIRE DEI CONTENUTI FORMATIVI

Dettagli

tutto quanto sopra premesso e considerato, tra:

tutto quanto sopra premesso e considerato, tra: Protocollo d intesa tra la Regione Piemonte e la Direzione Investigativa Antimafia - Centro Operativo di Torino per le modalità di fruizione di dati informativi concernenti il ciclo di esecuzione dei contratti

Dettagli

MIUR.AOODGPS.REGISTRO UFFICIALE(U).0000187.14-02-2014

MIUR.AOODGPS.REGISTRO UFFICIALE(U).0000187.14-02-2014 MIUR.AOODGPS.REGISTRO UFFICIALE(U).0000187.14-02-2014 ALLEGATO A RELAZIONE TECNICA CONFAO, in relazione alle richieste provenienti dagli istituti scolastici associati e al fine di promuovere un apprendimento

Dettagli

WBT Authoring. Web Based Training STUDIO

WBT Authoring. Web Based Training STUDIO Web Based Training STUDIO AU-1.0-IT http://www.must.it Introduzione è un applicazione on-line in grado di soddisfare un gran numero di esigenze nel campo della formazione a distanza e della comunicazione.

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI INDICE: PREMESSA 1. FINALITA 2. CONTENUTI 3. LA COMMISSIONE ACCOGLIENZA 4. PRIMA FASE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO. Tutte le risposte alle domande più frequenti

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO. Tutte le risposte alle domande più frequenti FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO Tutte le risposte alle domande più frequenti Le Linee Guida del CNAPPC del 22 gennaio 2014 sono state aggiornate con delibera del 26 novembre 2014; le variazioni

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

L offerta formativa in Veneto Corso FAD Buone pratiche vaccinali. Padova 19 giugno 2015 Maria Rosa Valetto valetto@zadig.it

L offerta formativa in Veneto Corso FAD Buone pratiche vaccinali. Padova 19 giugno 2015 Maria Rosa Valetto valetto@zadig.it L offerta formativa in Veneto Corso FAD Buone pratiche vaccinali Padova 19 giugno 2015 Maria Rosa Valetto valetto@zadig.it Obiettivi del programma formativo (2014-2015) aumentare le conoscenze degli operatori

Dettagli

Sede del Corso: HELIAIME Centro di Formazione e Addestramento H.E.M.S. c/o Polo Formativo Universitario Ente Ecclesiastico Ospedale Generale

Sede del Corso: HELIAIME Centro di Formazione e Addestramento H.E.M.S. c/o Polo Formativo Universitario Ente Ecclesiastico Ospedale Generale Sede del Corso: HELIAIME Centro di Formazione e Addestramento H.E.M.S. c/o Polo Formativo Universitario Ente Ecclesiastico Ospedale Generale Regionale F. Miulli S.P. 127 Acquaviva delle Fonti Santeramo

Dettagli

UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA CENTRO INTERATENEO PER LA RICERCA DIDATTICA E LA FORMAZIONE AVANZATA ASSOCIAZIONE ITALIANA FORMATORI VENETO

UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA CENTRO INTERATENEO PER LA RICERCA DIDATTICA E LA FORMAZIONE AVANZATA ASSOCIAZIONE ITALIANA FORMATORI VENETO UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA CENTRO INTERATENEO PER LA RICERCA DIDATTICA E LA FORMAZIONE AVANZATA ASSOCIAZIONE ITALIANA FORMATORI VENETO BANDO AMMISSIONE AL CORSO DI PERFEZIONAMENTO in Tecnologie Didattiche

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ SEZIONE 5.1: FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

MANUALE DELLA QUALITÀ SEZIONE 5.1: FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ MANUALE GESTIONE QUALITÀ SEZ. 5.1 REV. 02 pagina 1/5 MANUALE DELLA QUALITÀ Rif.to: UNI EN ISO 9001:2008 PARTE 5: RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE SEZIONE 5.1: FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA

Dettagli

Padova, 13 gennaio 2011. Il cruccio del Provider: ci sono o ci faccio? Marisa Sartori e Mauro Zaniboni

Padova, 13 gennaio 2011. Il cruccio del Provider: ci sono o ci faccio? Marisa Sartori e Mauro Zaniboni Il cruccio del Provider: ci sono o ci faccio? Fase sperimentale ECM 2002 Fase a regime ECM Accordo Stato-Regioni Novembre 2009 LA NOVITA PIU RILEVANTE: Non si accreditano più gli EVENTI MA si accreditano

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 Azienda Sanitaria Locale della provincia di Como Direzione Sanitaria, Dipartimento Attività Socio Sanitarie Integrate (A.S.S.I.) Dipartimento Servizi Sanitari di Base, Staff Educazione

Dettagli

PROGETTO Edizione 2015-2016

PROGETTO Edizione 2015-2016 in collaborazione con PROGETTO Edizione 2015-2016 Pag. 1 di 5 Introduzione La Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (di seguito abbreviata in Fondazione), persona giuridica privata senza fini di lucro

Dettagli

Soluzioni integrate per la gestione del magazzino

Soluzioni integrate per la gestione del magazzino Soluzioni integrate per la gestione del magazzino whsystem Light è la versione di whsystem dedicata alla gestione di magazzini convenzionali. Questa variante prevede un modulo aggiuntivo progettato per

Dettagli

HR - Sicurezza. Parma 17/12/2015

HR - Sicurezza. Parma 17/12/2015 HR - Sicurezza Parma 17/12/2015 FG Software Produce software gestionale da più di 10 anni Opera nel mondo del software qualità da 15 anni Sviluppa i propri software con un motore completamente proprietario

Dettagli

ASQ SINERGIE SRL ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

ASQ SINERGIE SRL ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO PARTE I DATORI DI LAVORO che svolgono il compito di RSPP I soggetti formatori possono organizzare corsi di durata superiore contente argomenti

Dettagli

SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA

SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA PROGETTO TRASFERIMENTO BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA Piano di attività integrate fra i progetti: Ministero Pubblica Istruzione - Impresa Formativa Simulata e Ministero

Dettagli

C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO

C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO durata 3 ore Artt. 36-37 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 DESTINATARI DEL CORSO Il corso di formazione è destinato

Dettagli

Università degli Studi di Messina

Università degli Studi di Messina Università degli Studi di Messina Guida alla Rendicontazione on-line delle Attività del Docente Versione della revisione: 2.02/2013-07 A cura di: Fabio Adelardi Università degli studi di Messina Centro

Dettagli

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia Sala Manzoni Palazzo delle Stelline Milano aprile ore 14.30.30 ATTI DEL SEMINARIO Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia L Ufficio Servizio

Dettagli