L ASSISTENTE DENTALE NELLE STRUTTURE PUBBLICHE E PRIVATE: IL NUOVO PROFILO PROFESSIONALE 26 marzo 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ASSISTENTE DENTALE NELLE STRUTTURE PUBBLICHE E PRIVATE: IL NUOVO PROFILO PROFESSIONALE 26 marzo 2011"

Transcript

1 Con il Patrocinio dell Assessorato alla Salute del Comune di Milano L ASSISTENTE DENTALE NELLE STRUTTURE PUBBLICHE E PRIVATE: IL NUOVO PROFILO PROFESSIONALE 26 marzo 2011 Relazione della giornata La giornata IDEA, incentrata sulla definizione del profilo professionale dell Assistente Dentale (ASO), si apre con il Prof. Giampietro Farronato, Presidente del Corso di Laurea in Igiene Dentale e Direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia presso l Università degli Studi di Milano, che ringrazia gli ospiti portando i saluti del Dott. L. Bresciani, Assessore alla Sanità della Regione Lombardia. La giornalista Michela Vuga, moderatrice della giornata, introduce il tema della discussione e presenta gli ospiti del tavolo dando inizio al dibattito. Il Prof. Enrico Gherlone, in qualità di Membro del Consiglio superiore di Sanità, Referente del Ministero della Salute Prof. F. Fazio, sottolinea la necessità di regolamentare la figura delle ASO, figura professionale non ancora riconosciuta. Il Prof. Gherlone sottolinea che le parti sono d accordo sulle competenze della figura professionale e sulla necessità di una formazione adeguata mettendo in luce le criticità legate soprattutto all elevato numero delle assistenti dentali presenti sul territorio, alla disomogeneità di preparazione, alla necessità di salvaguardare i posti di lavoro. Il Prof. Corrado Paganelli, Rappresentante Italiano designato presso il CEDCO (Council of European Chief Dental Officers), illustra la situazione europea in cui non esiste un unico quadro di riferimento da seguire, ma coesistono diversi modelli. La Dental Nurse britannica e la Therapist scandinava sono due esempi di figure formate all interno delle strutture sanitarie nazionali del tutto differenti dalla professione di igienista. Il modello latino è invece privo di figure professionali assistenziali attualmente riconosciute. Non essendo presente un singolo modello europeo di riferimento ed essendoci in Italia un offerta odontoiatrica prevalentemente privata, è necessario creare un modello innovativo che garantisca un riconoscimento della figura professionale della ASO in accordo con le esigenze del nostro paese. Il professore sottolinea inoltre l estrema importanza della collaborazione in team di più professionisti: per un grande risultato clinico è necessaria una elevata professionalità da parte di tutti, ognuno per il proprio ruolo. Il Capitano Paolo Belgi, comandante dei Carabinieri del NAS di Milano, illustra le attività di controllo e le iniziative intraprese sul territorio per garantire un corretto svolgimento delle professioni sanitarie. Più di ispezioni eseguite nell ultimo anno hanno messo in luce criticità legate ai rischi delle professioni sanitarie e alla presenza in ambito odontoiatrico di diverse figure

2 professionali. In questo panorama è fondamentale che l assistente dentale riceva una adeguata formazione per svolgere le mansioni fondamentali per la protezione del personale sanitario oltre che per i pazienti odontoiatrici. Le sue funzioni stanno alla base del corretto controllo di una efficace sterilizzazione, essenziale per la prevenzione delle malattie trasmissibili. E compito dell assistente dentale conoscere le norme di gestione e smaltimento dei rifiuti sanitari. Nell ambito del team sanitario l assistente dentale risulta essere una figura chiave ed è per questo che, come sono riconosciute le figure dell odontotecnico e dell igienista dentale, è necessario che venga attuato un piano di formazione per questa professione. La Sig.ra Annamaria Girardi, Presidente AIASO (Associazione Italiana Assistenti Studio Odontoiatrico), sottolinea che è necessaria una realizzazione nei tempi e nei modi, di una riqualificazione della figura dell ASO che è parte integrante del team odontoiatrico e per la quale è necessario insistere e credere in una formazione iniziale e specifica nei compiti professionali nelle varie discipline odontoiatriche, auspicando che le ASO proseguano quotidianamente con un curriculum professionale adeguato per ogni singolo studio odontoiatrico, con un giusto riconoscimento degli anni di lavoro svolti e degli aggiornamenti effettuati in un unica lettura su scala nazionale. Un grazie alle Istituzioni che, ascoltandoci, hanno dato inizio a un cambiamento significativo per il riconoscimento e per una definizione ufficiale della nostra figura professionale. La Sig.ra Paola Barbera, Presidente IDEA (Italian Dental Assistant), ringrazia il Prof. Giampietro Farronato e i partecipanti per aver realizzato e compreso il valore e l importanza del tema trattato. In Italia le assistenti sono quasi , portano avanti un lavoro complesso ed essendo un valore indispensabile all interno dello studio odontoiatrico la categoria chiede un adeguato riconoscimento professionale. Forti della consapevolezza che uno studio odontoiatrico non possa funzionare efficacemente senza il lavoro dell assistente dentale, auspica che si attui al più presto un progetto di formazione professionale. La Sig.ra Fulvia Magenga, Presidente SIASO (Sindacato Italiano Assistenti di Studio Odontoiatrico), cita il lavoro del Prof. Carlo Guastamacchia che già negli anni 70 riconosceva l importanza della formazione dell assistente dentale e ricorda che in Lombardia dal 2007 al 2009 si sono qualificate soltanto 123 persone nonostante la regione si sia impegnata a creare corsi di formazione. L assenza di formazione impedisce all assistente dentale di lavorare adeguatamente e da qui nasce l esigenza di garantire un ruolo professionale in cui venga considerata anche la riqualificazione del personale che già sta lavorando. E solo attraverso un attenta formazione che si può garantire a livello nazionale una prevenzione per la collettività; dare dignità professionale significa trasmettere responsabilità agli operatori e quindi garantire un servizio migliore. Il Dott. Valerio Brucoli, Presidente della Commissione Albo Odontoiatri-Ordine dei Medici e Chirurghi di Milano, spiega come la proposta del nuovo profilo professionale delle ASO sia un tema complesso in cui bisogna distinguere un aspetto culturale - e qui condivide la richiesta di una preparazione uniforme e adeguata per una figura di fondamentale ausilio-ed uno giuridico. Da questo punto di vista ritiene necessario un approfondimento per valutare le conseguenze dirette ed indirette che la sua istituzione potrebbe comportare, in primis sugli studi monoprofessionali sempre più vicini ad essere considerati strutture. Un discorso che rimanda alla contrapposizione tra il modello in cui si riconosce l Ordine, che mette al centro la cura e il rapporto medico-paziente, ed uno aziendalistico che mette al centro, soprattutto nel privato, la prestazione e il rapporto struttura-cliente.

3 L effetto, in questo secondo caso, è l allontanamento da quell obiettivo di umanizzazione che è aspetto primario nella tutela della salute. Il Dott. Nicola Balduzzi, Presidente ANDI Milano e Lodi (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), dopo la premessa che il suo ruolo al convegno ha una valenza regionale, in quanto il presidente regionale ANDI ha ritenuto di affidargli completa delega a rappresentarlo al convegno, presenta brevemente la posizione di ANDINAZIONALE cosi come espressa dalla commissione ASO, elencandone i 7 punti: salvaguardia della situazione lavorativa esistente, corsi di formazione con accreditamento regionale, accesso alla scuola dell obbligo, riconoscimento dei corsi ANDI ed accreditamenti di ANDI come ente formatore, l ASO deve rimanere inquadrata nel ccnl Confprofessioni, miglioramento dell attuale mansionario previsto dal ccnl, mantenere l apprendistato, attivarsi affinché l attestazione certificativa venga rilasciata dalle regioni.si sofferma poi su alcune specificità della Lombardia. 1- In Lombardia è già stata normata una figura di ASO, e questo crea pertanto confusione in quanto la ASO lombarda è figura diversa da quanto si è ipotizzato al Ministero. La ASO Lombarda alla fine del percorso formativo di 1000 ore trova collocazione nelle strutture sanitarie pubbliche o private accreditate. Sottolinea che nessuno dice che i requisiti per l accreditamento di tali strutture richiedano la presenza di UNA ASO; il resto del personale non possiede requisiti specifici. 2- In Lombardia la maggior parte degli studi non sono strutture ma sono riclassificati come AOM. Se per caso non si attuasse la riclassificazione molti studi, sia per motivi economici che per motivi strutturali,non potrebbero adeguarsi ai nuovi requisiti strutturali e sarebbero costretti a chiudere, con drammatiche conseguenze sia per i titolari che per i dipendenti. In ultimo sottolinea come la creazione di un nuovo profilo professionale renderebbe non più applicabile il ccnl attualmente in vigore, con conseguenze non del tutto prevedibili, specialmente per il nostro personale. Il Dott. Alessandro Staffelli, Dirigente Nazionale AIO (Associazione Italiana Odontoiatri), concorda con quanto espresso dai rappresentanti del Ministero nel corso della riunione avvenuta lo scorso febbraio, che tale figura non debba trovare collocazione tra gli operatori in campo sanitario, ma tra figure operanti nei servizi alla persona e non sulla persona, ritiene che i corsi di formazione debbano essere organizzati dalle associazioni di categoria, autonomamente e/o in collaborazione con i centri di formazione professionale istituzionalmente riconosciuti che, di concerto con il Ministero del Lavoro, sia possibile, qualora ne ricorrano i requisiti, l'assunzione con contratto di apprendistato, formazione lavoro e contratti similari, anche di persone già in possesso del relativo attestato formativo, che le ASO già assunte con tale funzione siano equiparate alle ASO che hanno frequentato l'apposito corso formativo, che le ASO possano essere assunte solamente da iscritti all Albo Odontoiatri o da strutture che abbiano le opportune autorizzazioni per gli ambulatori odontoiatrici. Il Dott. Staffelli conclude auspicando che gli attestati formativi, ovunque conseguiti, siano validi su tutto il territorio nazionale, con un reciproco riconoscimento. Il Dott. Paolo Picchioni, Presidente Nazionale SUSO (Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia), rappresentando la branca ortodontica, mette in luce la necessità di individuare una

4 formazione specifica per le assistenti dell ambito ortodontico. Riconosce i grandi passi che l odontoiatria italiana ha fatto negli ultimi anni per adeguarsi all Europa, come dimostrato dall introduzione del corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria e dal corso di laurea in Igiene Dentale. Ritiene che sia giunto il momento di inquadrare anche la figura professionale dell assistente dentale attraverso un percorso di istruzione specifico in grado di formare le nuove leve e qualificare le assistenti già operative. L Avv. Giampaolo Landi di Chiavenna, Assessore alla Salute - Comune di Milano, illustra l importanza sociale ed economica del controllo degli stili di vita e della prevenzione aspetti fondamentali anche per la salute del cavo orale. Il Comune di Milano, in questo senso, ha costruito un percorso di sensibilizzazione e, in accordo con la Società Italiana di Ortodonzia (SIDO), ha organizzato iniziative di prevenzione, offrendo ai cittadini la possibilità di sottoporsi a una visita odontoiatrica gratuita. L Assessore Landi prosegue illustrando il panorama generale odontoiatrico italiano e la necessità specifica di perseguire la qualità dei servizi determinata anche dalla formazione di odontoiatri e assistenti dentali. L assistente deve essere di alta qualificazione professionale in quanto anello strategico in ambito odontoiatrico, inoltre favorire la crescita professionale determina l eccellenza dei servizi sanitari erogati dalla Regione. In conclusione, auspica di continuare ad avere sinergia con il mondo scientifico e spirito unitario per superare i limiti. Il Dott. Ugo D Aloja, Presidente ASIO (Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia), riprende il discorso del Dott. Paolo Picchioni sulle peculiarità specifiche delle diverse branche dell odontoiatria e della conseguente necessità di riconoscimento professionale per chi è già operante e di formazione per chi dovrà iniziare. Il mondo e l Europa si muovono in ordine sparso: non bisogna quindi far riferimento al modello europeo, data la diversa forma di organizzazione di ogni singolo paese: pertanto è indispensabile istituire un processo formativo adeguato alle esigenze del nostro territorio nazionale. Avere personale qualificato garantisce allo studio odontoiatrico un servizio qualitativamente migliore. La seconda parte della mattinata si è aperta con l intervento della Dott.ssa Marialice Boldi, Presidente AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani), che ha sollevato un problema importante. In molti studi, infatti, le ASO svolgono incarichi che esulano dalle loro competenze, andando per esempio a ricoprire il ruolo di igienisti dentali. Considerando che ciò è ascrivibile all esercizio abusivo della professione, reato peraltro perseguibile penalmente, la relatrice ha esortato le assistenti a trovare la forza e la responsabilità necessarie a rifiutare di svolgere un compito che richiede competenze diverse. L intervento ha inoltre sottolineato come la formazione sia necessaria in tutti i campi lavorativi, ma diventi fondamentale in ambito sanitario. Il bagaglio di conoscenze teoriche e competenze pratiche dovrà essere uniforme in tutto il territorio nazionale, e sarà compito dell odontoiatra plasmare l assistente al proprio modus operandi, fermo restando che le conoscenze di base siano acquisite. Il Dott. Gianfranco Sorgente, Presidente UNID (Unione Nazionale Igienisti Dentali), ha successivamente espresso la piena condivisione con i concetti precedenti, ribadendo la necessità urgente di un riconoscimento giuridico delle ASA, in ambito sanitario ma non come professione sanitaria, si è dichiarato favorevole alla istituzione di percorsi di formazione specifici, a patto che vi siano una serie di meccanismi di controllo capaci di garantire l uniformità dei requisiti e degli insegnamenti in tutta la penisola. Vigilanza attenta che non ci siano spazi per una sovrapposizione di ruoli in particolare con la professione di Igienista Dentale.

5 Il Prof. Antonino Salvato, Direttore dell Unità Operativa Istituto Stomatologico Italiano, ha quindi evidenziato il ruolo dell Università quale luogo formativo per eccellenza. Ha poi aggiunto che nella creazione del nuovo profilo professionale sarà necessario stabilire a priori le esigenze e i requisiti, e bisognerà ispirarsi ai modelli di Lombardia, Veneto e Toscana, le regioni che da circa 10 anni sono in prima linea in questo campo. Il Prof. Andrea Sardella, intervenuto in sostituzione del Prof. Carrassi, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria, ha reso noto che alcuni docenti del corso di laurea in Odontoiatria dell Università di Milano in passato hanno collaborato, seppure in modo indiretto, con la regione Lombardia durante l istituzione dei corsi ASO. Ha inoltre espresso la disponibilità dell ambiente universitario a supportare l aspetto culturale ed educativo sia delle nuove assistenti, sia delle figure professionali da riqualificare. Riprendendo il pensiero del Prof. Gherlone e del Prof. Salvato, il Prof. Giampietro Farronato ha ribadito che l Accademia farà la sua parte, e che la sede più appropriata per la creazione del processo formativo è la Regione, ambiente in cui verranno stabilite tutte le regole e gli obiettivi per garantire l uniformità delle conoscenze. Ha poi approfondito le relazioni esistenti all interno dell Unità Operativa a cui appartiene, all interno della quale convivono figure Ospedaliere ed Universitarie, due Corsi di Laurea, e due Scuole di Specializzazione. Nella stessa struttura non è prevista la figura dell ASO, in quanto il personale ausiliario strutturato è composto da infermieri/e professionali di indubbia preparazione e validità, ma con dei limiti sulla preparazione specialistica odontoiatrica. Sarebbe auspicabile affiancare il percorso dell assistente all ambiente universitario, in modo che il concetto di team odontoiatrico si sviluppi già nella fase precedente all ingresso nel mondo del lavoro. Nell ultimo intervento della giornata, la Dott.ssa Gaggiani, in rappresentanza dell UNIDI (Unione Nazionale Industrie Dentarie Italiane), ha poi espresso il punto di vista delle industrie del settore odontoiatrico, esprimendo la massima disponibilità alla gestione e alla formazione del personale a tutti i livelli, compresi quello istituzionale e quello di gestione delle risorse umane. Il dibattito è stato aperto dal Prof. Domenico Virgillito, che ha portato l esperienza del Pio Albergo Trivulzio. In questa sede, indirizzata principalmente al paziente geriatrico, lavorano OSS (operatori socio-sanitari) e OSA (operatori socio-assistenziali), capaci di fornire un miglioramento ed una semplificazione del servizio, ma non utilizzabili a pieno titolo in ambito clinico. Da qui la necessità di creare percorsi specifici, con l Università come ente formativo primario. Il Prof. Gherlone ha evidenziato però il limite di questa scelta: solo poche Università sono in grado attualmente di fornire un supporto del genere, e al momento non è sostenibile l istituzione di un corso universitario. L idea più appropriata è invece demandare questo compito alle singole Regioni. Ha quindi focalizzato l attenzione su un altro aspetto: quello medico-legale. Quando le assistenti odontoiatriche saranno accreditate, bisognerà scindere la responsabilità professionale dell odontoiatra da quella dell assistente. La Sig.ra Barbera si è poi rivolta direttamente alle colleghe, stimolandole ad avere maggior consapevolezza della propria rilevanza all interno dello studio odontoiatrico, e alla necessità di uno spirito di corporazione. Il Prof. Gherlone ha successivamente reso noto che al Ministero sono pervenute diverse istanze, segno che la volontà corporativa esiste, così come la consapevolezza della necessità di creare percorsi di formazione specifici. Tuttavia, non è ancora possibile avere un idea certa sui tempi di realizzazione, in quanto bisognerà prima uniformare le richieste, e poi considerare le tempistiche delle Regioni.

6 Il Prof. Salvato ed il Prof. Paganelli, chiamati a concludere i lavori, hanno sottolineato che la giornata non era da intendersi conclusiva, ma che rappresentava un ottimo punto di inizio e la prima di una serie di iniziative simili. Entrambi inoltre hanno espresso l auspicio di vedere al più presto l istituzione del profilo professionale dell ASO. Il Prof. Farronato ha infine espresso la soddisfazione per la qualità e l intensità del confronto, e dopo aver salutato tutti coloro che avevano reso possibile l evento, ha ribadito la necessità del lavoro di squadra e la consapevolezza di perseguire obiettivi comuni. Si ringrazia per la gradita e fattiva collaborazione:

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO N 13 Marzo 2008 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO Inaugurato il 14 febbraio un ambulatorio

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI MAIETTI STEFANIA ESPERIENZA LAVORATIVA

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI MAIETTI STEFANIA ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail MAIETTI STEFANIA Nazionalità italiana Data di nascita 08/05/1977 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) 1998-2001

Dettagli

O GG E TTO : DELIBERA QUADRO - SISTEMA SOCIOEDUCATIVO DI PROMOZIONE, PREVENZIONE E TUTELA PER BAMBINI E ADOLESCENTI LA GIUNTA REGIONALE

O GG E TTO : DELIBERA QUADRO - SISTEMA SOCIOEDUCATIVO DI PROMOZIONE, PREVENZIONE E TUTELA PER BAMBINI E ADOLESCENTI LA GIUNTA REGIONALE O GG E TTO : DELIBERA QUADRO - SISTEMA SOCIOEDUCATIVO DI PROMOZIONE, PREVENZIONE E TUTELA PER BAMBINI E ADOLESCENTI N. 535 IN 27/03/2015 RICHIAMATI: LA GIUNTA REGIONALE del REGISTRO ATTI DELLA GIUNTA -

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa della deputata VEZZALI. Istituzione della figura professionale

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa della deputata VEZZALI. Istituzione della figura professionale Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 3319 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa della deputata VEZZALI Istituzione della figura

Dettagli

Professioni sanitarie:

Professioni sanitarie: Professioni sanitarie: Natura e controllo delle professioni sanitarie Generalità. Secondo il Testo unico delle leggi sanitarie le professioni sanitarie si distinguono in principali, ausiliari e arti ausiliari

Dettagli

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale ACCADEMIA PER UFFICIALI E SOTTUFFICIALI DI POLIZIA LOCALE Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale Codice APL3003/AE Sede: Colonia Enrichetta, Via

Dettagli

Il ruolo del chimico per la sicurezza ambientale

Il ruolo del chimico per la sicurezza ambientale ambientale di Piero Frediani * Ciampolini A. (a cura di). L innovazione per lo sviluppo locale ISBN 88-8453-362-7 (online) 2005 Firenze University Press Nell Anno Accademico 1996-97 l Università di Firenze

Dettagli

ISTRUTTORIE E ANTITRUST Ancora sulla pubblicità sanitaria. Da Gennaio obbligo del POS per i professionisti. F.A.Q Risposte alle domande più frequenti

ISTRUTTORIE E ANTITRUST Ancora sulla pubblicità sanitaria. Da Gennaio obbligo del POS per i professionisti. F.A.Q Risposte alle domande più frequenti N 59 Ottobre 2013 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Nicola Balduzzi ISTRUTTORIE E ANTITRUST Ancora sulla pubblicità sanitaria

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) 28 NOVEMBRE 2014. 9.00-13.00 Titolo/argomento Relatori

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) 28 NOVEMBRE 2014. 9.00-13.00 Titolo/argomento Relatori UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) LE BASI DELLA TECNICA TWEED NELLA PRATICA CLINICA CONTEMPORANEA Obiettivo n 18: Contenuti tecnico-professionali (conoscenze

Dettagli

Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P. A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi. CIRCOLARE n. 4. Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis

Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P. A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi. CIRCOLARE n. 4. Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi CIRCOLARE n. 4 Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis Premessa Le circolari e le norme A seguito dei diversi

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI FALCONI BRUNO 9 VIA LORESCHI 24060 VILLONGO (BG) bruno.falconi@alice.it. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI FALCONI BRUNO 9 VIA LORESCHI 24060 VILLONGO (BG) bruno.falconi@alice.it. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo FALCONI BRUNO 9 VIA LORESCHI 24060 VILLONGO (BG) Telefono 347 243 21 73 Fax 035 927304 E-mail bruno.falconi@alice.it Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

Il Consiglio di Stato ribadisce i limiti delle Competenze dell Odontotecnico

Il Consiglio di Stato ribadisce i limiti delle Competenze dell Odontotecnico N 41 Marzo2011 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Luigi Paglia Il Consiglio di Stato ribadisce i limiti delle Competenze dell

Dettagli

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA L università che cambia Il volto e l organizzazione degli atenei in Italia è in continua trasformazione. Nell anno accademico 2001/2002, infatti, è stata applicata in tutti gli atenei la riforma universitaria

Dettagli

L Infermiere Coordinatore e la Professione Sanitaria di Infermiere

L Infermiere Coordinatore e la Professione Sanitaria di Infermiere . COORDINAMENTO NAZIONALE CAPOSALA Abilitati alle Funzioni Direttive dell'assistenza Infermieristica Regione Sicilia L Infermiere Coordinatore e la Professione Sanitaria di Infermiere A.G. La professione

Dettagli

PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri. di Gradisca d Isonzo. Comune di Gradisca d Isonzo

PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri. di Gradisca d Isonzo. Comune di Gradisca d Isonzo PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri di Gradisca d Isonzo Comune di Gradisca d Isonzo Indice QUADRO DI RIFERIMENTO E MOTIVAZIONI pag. 3 FINALITA, OBIETTIVI

Dettagli

Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015

Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015 DIPARTIMENTO di GIURISPRUDENZA Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015 Il giorno giovedì 12 febbraio 2015, alle ore 11.00, presso la Sala del Consiglio, sita in via Ostiense 163, I piano,

Dettagli

Master. di Ortodonzia linguale Incognito. Prof. Roberto Martina Dott. Roberto Stradi

Master. di Ortodonzia linguale Incognito. Prof. Roberto Martina Dott. Roberto Stradi Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia Direttore: Prof. Ambra Michelotti Master di Ortodonzia linguale Incognito Prof. Roberto Martina Dott. Roberto Stradi In collaborazione con Direttore del corso

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1657 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore CUTRUFO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 GIUGNO 2007 Disposizioni per l utilizzazione delle apparecchiature laser

Dettagli

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARCHETTI FEDERICA Indirizzo PIAZZA DELLE VETTOVAGLIE, 35 56126 PISA Telefono cell. 347/3658099 ufficio 050/995751

Dettagli

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO DIREZIONE Viterbo, REGIONALE LAZIO CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO PER : TIROCINIO FORMATIVO STUDENTI ; RICONOSCIMENTO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Danilo Gariboldi Telefono 366-7772071 Fax 0281844577 E-mail segr.dg@aochiari.it Nazionalità italiana

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Patrizia Biancucci Corso Massimo d Azeglio 114, 10126 Torino 011-19713737 Cell 3358307669 E-mail patrizia.biancucci@fastwebnet.it Cittadinanza Italiana

Dettagli

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1 Clinica di Mestre Brochure per festa 1 La professionalità del tuo medico L eccellenza del nostro servizio Brochure per festa 2 LA FILOSOFIA LCO MISSIONE E VALORI I PUNTI DI FORZA I PROFESSIONISTI CHE OPERANO

Dettagli

CURRICULUM VITAE DELLA DOTT. RAFFAELLA RINALDI

CURRICULUM VITAE DELLA DOTT. RAFFAELLA RINALDI CURRICULUM VITAE DELLA DOTT. RAFFAELLA RINALDI La dott. Raffaella Rinaldi, nata a Latina l'11 luglio 1964, si è iscritta alla Facoltà di medicina e chirurgia dell'università degli Studi di Roma "La Sapienza"

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Pontello Giuseppina Indirizzo Via Buccella 71/3 Vigevano (PV) Telefono 0381 333464 (lavoro) - 0381 82831 (casa) Fax 0381 88175 E-mail

Dettagli

Egr. Sig. Dott. Gian Mario Spacca PRESIDENTE della REGIONE MARCHE Via Gentile da Fabriano, 9 60125 ANCONA

Egr. Sig. Dott. Gian Mario Spacca PRESIDENTE della REGIONE MARCHE Via Gentile da Fabriano, 9 60125 ANCONA Member of Dott. Gian Mario Spacca PRESIDENTE Via Gentile da Fabriano, 9 Dott. Almerino Mezzolani ASSESSORE ALLA SANITA Via Gentile da Fabriano, 3 Dott. Giuseppe Zuccatelli Direttore Generale Sanità Via

Dettagli

SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/F1 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/28

SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/F1 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/28 SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N. POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/F SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/28 (Malattie odontostomatologiche) PRESSO IL DIPARTIMENTO

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LAFFRANCO, FUCCI, BERNARDO, BIANCONI, CIRACÌ, COR- SARO, FABRIZIO DI STEFANO, MAROTTA, SALTAMARTINI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LAFFRANCO, FUCCI, BERNARDO, BIANCONI, CIRACÌ, COR- SARO, FABRIZIO DI STEFANO, MAROTTA, SALTAMARTINI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2614 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI LAFFRANCO, FUCCI, BERNARDO, BIANCONI, CIRACÌ, COR- SARO, FABRIZIO DI STEFANO, MAROTTA, SALTAMARTINI

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia III edizione Anno Accademico 2013/2014 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014 OGGETTO: Rinnovo convenzione con l'associazione Volontari Ospedalieri (A.V.O.)

Dettagli

A.S.O. formazione professionale. assistente di studio odontoiatrico. corso di. www.scuolalatecnica.it C O M P T A T O S E T A T E T E N Z A

A.S.O. formazione professionale. assistente di studio odontoiatrico. corso di. www.scuolalatecnica.it C O M P T A T O S E T A T E T E N Z A corso di formazione professionale ACCREDITATA S E T A T T A T O D I C O M P E T E N Z A A.S.O. assistente di studio odontoiatrico www.scuolalatecnica.it La Scuola la Tecnica è un Istituto di Istruzione

Dettagli

Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia

Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia PROGRAMMA Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia Anno 2013 2014 PREMESSA L ASL di Brescia, in collaborazione con SItI - Società

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail RICHIESTA PUBBLICITA SANITARIA Strutture complesse Marca da Bollo (Solo Regione) AL SIGNOR DIRIGENTE REGIONALE DIREZIONE PER I SERVIZI SOCIO-SANITARI DORSODURO 3493 30123 VENEZIA AL SIG. PRESIDENTE DELL

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale 1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità della formazione continua,

Dettagli

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE . IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE Considerato che l ordinamento professionale riserva ai Consigli dell Ordine degli Avvocati, in collaborazione con il Consiglio Nazionale Forense e ferma

Dettagli

Dal 1/09/2001 a tutt oggi Azienda Ospedaliera di Desenzano. Università degli Studi di Brescia. Istruzione pubblica Corso di Laurea in Infermieristica

Dal 1/09/2001 a tutt oggi Azienda Ospedaliera di Desenzano. Università degli Studi di Brescia. Istruzione pubblica Corso di Laurea in Infermieristica F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità ENRICA PODAVINI Italiana Data di nascita 8/06/1963 Date (da a) Nome e indirizzo del datore di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti Allegato al bando di ammissione pubblicato in data 21/04/2015 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master universitario di I livello in Igienista dentale

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II

Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II 1. Premesse Lo scenario di riferimento Il profondo mutamento del panorama normativo posto

Dettagli

Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo

Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.bxm.a.a.a.a 1 di 2 27/12/2011 17.02 Giu 23 2011 Lettera al Comparto Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo Ogni giorno nel nostro Paese migliaia di cittadini

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome VEGLIA ANNA MARIA Data di nascita 16/08/52 Qualifica Operatore Professionale Assistente Sociale Esperto cat.ds Amministrazione Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome PAOLA COZZA Indirizzo VIA METAPONTO 7 Telefono 335322478 Fax 0670474183 E-mail paolacozza@tiscali.it Nazionalità

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome PODAVITTE FAUSTA Sede di servizio ASL Brescia V.le Duca degli Abruzzi 15 Telefono (istituzionale)

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE DELLA 2 L. 196/97 Art. 17. Approvazione del Regolamento istitutivo del Dispositivo di accreditamento delle strutture formative della Regione Marche (DAFORM). LA VISTO il documento istruttorio

Dettagli

LIBERTAS. REGOLAMENTO AREA FORMATIVA UNI EN ISO 9001: 2008 Req. 7.3. File: SPEC 01 Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013

LIBERTAS. REGOLAMENTO AREA FORMATIVA UNI EN ISO 9001: 2008 Req. 7.3. File: SPEC 01 Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013 0 LIBERTAS AREA FORMATIVA Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013 Pagina 1 di 31 2013/2016 Revisione n. 4 approvata dalla Giunta Nazionale del 12 dicembre 2013 Pagina 2 di 31 STRUTTURA DIPARTIMENTO FORMAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie.

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. Oggetto: Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale ricorda che nel Patto della

Dettagli

ISTRUZIONI PER UN CORRETTO USO DEI TITOLI ACCADEMICI E DI CARRIERA

ISTRUZIONI PER UN CORRETTO USO DEI TITOLI ACCADEMICI E DI CARRIERA ISTRUZIONI PER UN CORRETTO USO DEI TITOLI ACCADEMICI E DI CARRIERA 1. DEONTOLOGIA MEDICA 1.1. Informazione sanitaria Nella comunicazione in materia sanitaria è sempre necessaria la massima cautela al fine

Dettagli

Evoluzione della professione di. Tecnico Sanitario di Radiologia Medica

Evoluzione della professione di. Tecnico Sanitario di Radiologia Medica BOZZA Evoluzione della professione di Tecnico Sanitario di Radiologia Medica TSRM con esperienze avanzate e professionista specialista Aree di competenza nei nuovi scenari sanitari e socio sanitari Tavolo

Dettagli

DICEMBRE 2010 AD OGGI

DICEMBRE 2010 AD OGGI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PIRRELLO GABRIELLA VALERIA Indirizzo VIA CAPO CALAVÀ, 13 95030 MASCALUCIA, CATANIA, ITALIA. Telefono 095 / 727.80.97 328 / 95.82.510

Dettagli

PROPOSTE OPERATIVE DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE INGEGNERIA DELLA SICUREZZA

PROPOSTE OPERATIVE DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE INGEGNERIA DELLA SICUREZZA PROPOSTE OPERATIVE DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE INGEGNERIA DELLA SICUREZZA 1) Potenziamento e riassetto degli Organi di Vigilanza 2) Formazione e promozione della cultura della prevenzione. Inserimento

Dettagli

Il Dottorato industriale

Il Dottorato industriale Il Dottorato industriale Milano, 16 aprile 2014 Il quadro normativo Decreto ministeriale 8 febbraio 2013, n. 45, che disciplina: a) le modalità di accreditamento delle sedi e dei corsi di dottorato b)

Dettagli

RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI OBIETTIVI E PROPOSTE dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bergamo Nello svolgimento dei compiti istituzionali di garanzia pubblica e di rappresentanza

Dettagli

1 di 2 28/12/2011 16.47

1 di 2 28/12/2011 16.47 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/andinl_newshtml_297.mn 1 di 2 28/12/2011 16.47 Numero 9 - Febbraio 2011 L'espressione della volontà degli Iscritti ad ANDI Cari Colleghi, come già vi ho informato con una

Dettagli

La legge individua due diverse tipologie di autorizzazioni:

La legge individua due diverse tipologie di autorizzazioni: IMPORTANTI NOVITA PER CHI DEVE APRIRE UNO STUDIO PROFESSIONALE Legge regionale n. 10 del 21.07.2006 AUTORIZZAZIONE ALL ESERCIZIO DI ATTIVITA SANITARIE. La Legge Regionale n. 10 del 21.07.2006 ha provveduto

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Testo aggiornato al 11 ottobre 2012 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 26 luglio 2011 Gazzetta Ufficiale 18 agosto 2011, n. 191 Criteri e modalità per il riconoscimento dell equivalenza

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA Questo regolamento è il risultato di riflessioni e aggiornamenti avvenuti a partire dal 1989, anno in cui il Centro di Psicologia e Analisi Transazionale di Milano ha avviato la

Dettagli

BENVENUTI IN UNA REALTÀ CHE PARLA CON I FATTI.

BENVENUTI IN UNA REALTÀ CHE PARLA CON I FATTI. BENVENUTI IN UNA REALTÀ CHE PARLA CON I FATTI. DOOC è una società italiana che si propone di diventare il network nazionale leader delle cure specialistiche all avanguardia. La differenza non sta solo

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2007

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2007 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2007 Titolo progetto Attività Integrative all Assistenza Domiciliare Integrata Tipologia destinatari A06 Disabili Giorni /ore di servizio 5 giorni

Dettagli

NOTA SU LA BUONA SCUOLA

NOTA SU LA BUONA SCUOLA NOTA SU LA BUONA SCUOLA Roma, 23 ottobre 2014 Il documento presenta aspetti prevalentemente di tipo politico e amministrativo prefigurando una "Buona scuola" come una scuola bene amministrata, e organizzando

Dettagli

Numero dei posti di formazione Tassa scolastica Serate informative Iscrizioni Inizio dei corsi Termine d iscrizione

Numero dei posti di formazione Tassa scolastica Serate informative Iscrizioni Inizio dei corsi Termine d iscrizione 1 Foglio ufficiale 10/2015 Venerdì 6 febbraio 1038 sica) organizzato dalla Scuola specializzata superiore medico-tecnica di Lugano, ottenendo la relativa certificazione. L iscrizione a tale corso deve

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) CONSENSO INFORMATO: DUE ANIME, DUE ATTORI - Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche - Aula Sezione

Dettagli

Proposte per il Consiglio dell Ordine dei. Genova triennio 2015-2017

Proposte per il Consiglio dell Ordine dei. Genova triennio 2015-2017 Proposte per il Consiglio dell Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Genova triennio 2015-2017 a cura della Commissione Giovani Medici e Odontoiatri Premessa La Commissione Giovani Medici e Odontoiatri

Dettagli

www.consorzioulisse.net OFFERTA FORMATIVA per Professioni Sanitarie

www.consorzioulisse.net OFFERTA FORMATIVA per Professioni Sanitarie www.consorzioulisse.net OFFERTA FORMATIVA per Professioni Sanitarie Provider ECM Regione Siciliana Il Consorzio Ulisse è un Ente di Formazione accreditato dall Assessorato Regionale della Salute della

Dettagli

Master in Ergonomia con la formazione intervento. Renato Di Gregorio

Master in Ergonomia con la formazione intervento. Renato Di Gregorio Master in Ergonomia con la formazione intervento Renato Di Gregorio Via Bellincioni 2/A, 20097 San Donato Milanese (Mi) tel: 02-5231451- 3355464451 renatodigregorio@impresainsieme.com 1. Premessa Il Master

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI RSOMNL63H59F205I. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI RSOMNL63H59F205I. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE M.04.P.01.064 rev.02/all. 04 F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ORSI EMANUELA Indirizzo Telefono 0255033355 Fax 0250320605 E-mail e.orsi@policlinico.mi.it CODICE FISCALE

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Regolamento. della formazione professionale continua. dei Ragionieri commercialisti

Regolamento. della formazione professionale continua. dei Ragionieri commercialisti Regolamento della formazione professionale continua dei Ragionieri commercialisti Approvato dal Consiglio Nazionale Ragionieri il 18 ottobre 2006 Il Consiglio Nazionale Ragionieri Commercialisti CONSIDERATO

Dettagli

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 LEZIONE LA FORMAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE DOTT.SSA MARIA ANTONIETTA DE LUCA Indice 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 1.1.

Dettagli

Legge 5 febbraio 1992 N. 175. Norme in materia di pubblicità sanitaria e di repressione dell esercizio abusivo delle professioni sanitarie

Legge 5 febbraio 1992 N. 175. Norme in materia di pubblicità sanitaria e di repressione dell esercizio abusivo delle professioni sanitarie Legge 5 febbraio 1992 N. 175 Norme in materia di pubblicità sanitaria e di repressione dell esercizio abusivo delle professioni sanitarie Art. 1: 1. La pubblicità concernente l esercizio delle professioni

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. leo.doc73@libero.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. leo.doc73@libero.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALESSANDRO LEONIDA Indirizzo VIA VOGHERA 9/A MILANO Telefono +393342147595 Fax E-mail leo.doc73@libero.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia IV edizione Anno Accademico 2014/2015 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

LA SANITÀ DIVENTA SISTEMA AZIENDALE

LA SANITÀ DIVENTA SISTEMA AZIENDALE LEZIONE: ELEMENTI DI LEGISLAZIONE SANITARIA (SECONDA PARTE) PROF. MASSIMO BUJA Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SILVA SANTINO Indirizzo ASST BERGAMO OVEST - PIAZZALE OSPEDALE, N. 1 24047 TREVIGLIO (BG) Telefono 0363/424008 Fax 0363/424.561 E-mail santino_silva@asst-bgovest.it

Dettagli

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO Premesse L'Università degli Studi di Bergamo e il Comune di Bergamo intendono instaurare un rapporto non episodico di collaborazione,

Dettagli

Università degli Studi di Foggia

Università degli Studi di Foggia Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria Corsi Universitari Post-Laurea in Odontoiatria Coordinatore: Prof. Lorenzo Lo Muzio Anno Accademico 2011-2012 Master Universitario ODONTOIATRIA FORENSE

Dettagli

d iniziativa dei senatori BORNACIN, GUSTAVINO, PINOTTI, RIZZI, SACCOMANNO e COSTA

d iniziativa dei senatori BORNACIN, GUSTAVINO, PINOTTI, RIZZI, SACCOMANNO e COSTA Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2437 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori BORNACIN, GUSTAVINO, PINOTTI, RIZZI, SACCOMANNO e COSTA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 10 NOVEMBRE 2010 Disposizioni

Dettagli

VDA Net Srl VDA Net Srl VDA Net Srl

VDA Net Srl VDA Net Srl VDA Net Srl DELIBERAZIONE 28 gennaio 2008, n. 49 Modalità di esercizio delle Medicine Complementari da parte dei Medici e Odontoiatri, dei Medici Veterinari e dei Farmacisti. Protocollo d intesa di cui all art. 3

Dettagli

REGIONE PUGLIA Assessorato Sanità e Servizi Sociali Settore Servizi Sociali

REGIONE PUGLIA Assessorato Sanità e Servizi Sociali Settore Servizi Sociali REGIONE PUGLIA Assessorato Sanità e Servizi Sociali Settore Servizi Sociali PIANO REGIONALE DELLE POLITICHE SOCIALI Interventi e Servizi Sociali in Puglia (approvato con Del. G.R. n. 1104/2004 in attuazione

Dettagli

E ora?!? cosa fare dopo la Laurea di I livello

E ora?!? cosa fare dopo la Laurea di I livello E ora?!? cosa fare dopo la Laurea di I livello Uno dei primi obiettivi della formazione è permettervi, come professionisti, di agire in scienza e coscienza. Esistono, in Italia, due percorsi che consentono

Dettagli

INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE ESCLUSIVAMENTE AZIENDALE NELL APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE ESCLUSIVAMENTE AZIENDALE NELL APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE ESCLUSIVAMENTE AZIENDALE NELL APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE La Commissione Paritetica istituita ai sensi della dichiarazione a verbale n. 1 in calce all articolo 60

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Corso di Counseling Motivazionale in ambito sanitario

Corso di Counseling Motivazionale in ambito sanitario Secondo dati dell Organizzazione Mondiale della Sanità con 9 milioni di decessi ogni anno, le malattie croniche sono la principale causa di morte tra la popolazione sotto i 60 anni di età e, più in generale,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE La certificazione manageriale 29/07/2014 PREMESSA In diverse realtà sono stati attivati corsi di

Dettagli

DSMRTI85M65A345L desimonerita@alice.it. Clinica Odontoiatrica Universitaria L Aquila. Attività di Tirocinio pratico. Novembre 2006 Novembre 2008

DSMRTI85M65A345L desimonerita@alice.it. Clinica Odontoiatrica Universitaria L Aquila. Attività di Tirocinio pratico. Novembre 2006 Novembre 2008 F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome RITA DE SIMONE Indirizzo VIA COMUNITÀ EUROPEA, 9 67100 L AQUILA (AQ) Telefono 0862 315907 328-3713616 Codice Fiscale E-mail DSMRTI85M65A345L

Dettagli

Via mail: : dt.direzione4.ufficio3@tesoro.it. Roma, 29 aprile 2011

Via mail: : dt.direzione4.ufficio3@tesoro.it. Roma, 29 aprile 2011 Spett. Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione IV - Sistema Bancario e Finanziario Affari Legali Via XX Settembre, 97 00187 Roma Via mail: : dt.direzione4.ufficio3@tesoro.it

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. Piazza Tiepolo, 3 06024 GUBBIO (PG) ITALIA e-mail: markpasco@marcopascolini.191.it Fax 075.922.85.39 Tel. 075.922.23.

GUIDA AI SERVIZI. Piazza Tiepolo, 3 06024 GUBBIO (PG) ITALIA e-mail: markpasco@marcopascolini.191.it Fax 075.922.85.39 Tel. 075.922.23. GUIDA AI SERVIZI LA STRUTTURA SANITARIA Studio dentistico ove si eseguono prestazioni diagnostiche e terapeutiche di tipo specialistico odontoiatriche in tutte le sue diverse branche. Prestazioni sanitarie

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E - INFORMAZIONI PERSONALI Nome /Cognome PATRIZIA NICOTERA Indirizzo Telefono 3393540884 Fax E-mail 13, ANTONIO NEGRONI, 87100 COSENZA,

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA DEL 20 MARZO 2013. Oggi, 20 marzo 2013 alle ore 18.00, presso la sede sociale in Sambuceto di San Giovanni Teatino

VERBALE DI ASSEMBLEA DEL 20 MARZO 2013. Oggi, 20 marzo 2013 alle ore 18.00, presso la sede sociale in Sambuceto di San Giovanni Teatino VERBALE DI ASSEMBLEA DEL 20 MARZO 2013 Oggi, 20 marzo 2013 alle ore 18.00, presso la sede sociale in Sambuceto di San Giovanni Teatino (CH), Largo Wojtyla, 19 si è riunita l assemblea della società FB

Dettagli

1. Soggetto proponente

1. Soggetto proponente Allegato alla Delib.G.R. n. 53/56 del 20.12.2013 PERCORSO DI INFORMAZIONE E DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER GLI OPERATORI DELLE MENSE SCOLASTICHE, OSPEDALIERE E PUBBLICHE E PER GLI OPERATORI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA

PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA 2006 PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA tra La Regione Emilia-Romagna, in persona del Presidente della Giunta Regionale in carica Vasco Errani e L'Università

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT EUCIP

PROCEDURA DI AUDIT EUCIP Pag. 1 di 10 PROCEDURA DI AUDIT EUCIP REVISIONI 1 10/05/04 Prima Emissione REVISIONE DATA MOTIVO DELLA REVISIONE REDATTA CONTROLLATA APPROVATA Funzione Funzione Qualità delle Certificazioni EUCIP Responsabile

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Nicola Pagnucci Indirizzo 40, Scali delle Cantine, 57122, Livorno, Italia. Telefono(i) +39050997608 (lavoro) Cellulare: +393472483475 Fax

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Patrizia Biancucci Corso Massimo d Azeglio 114, 10126 Torino 011-19713737 Cell 3358307669 E-mail biancucci.patrizia@gmail.com Cittadinanza Italiana Data

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo TORREGROSSA MARIA VALERIA 18, P.ZZA ALCIDE DE GASPERI, 90146, PALERMO Telefono 330373067 Fax 0916555226-3109

Dettagli

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI per la FORMAZIONE INIZIALE Formare Insegnanti che sappiano Insegnare COORDINAMENTO NAZIONALE DEI SUPERVISORI DEL TIROCINIO 2 2 3 PRESENTAZIONE

Dettagli